MANUALE DEL PRIVATISTA NUOVA EDIZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MANUALE DEL PRIVATISTA NUOVA EDIZIONE http://www.privatisti.com"

Transcript

1 MANUALE DEL PRIVATISTA NUOVA EDIZIONE COMPLIMENTI! Hai appena scaricato il nostro Manuale del Privatista con tutto quello che devi sapere per diplomarti in autonomia 1

2 Anno del copyright: 2013 Nota del copyright: di Veronica Navarra. Tutti i diritti riservati. Le informazioni di cui sopra costituiscono questa nota del copyright: 2013 di Veronica Navarra. Tutti i diritti riservati. Edizioni Writers Factory 2

3 INTRODUZIONE Ti ricordiamo che PrivatistiPuntoCom ha a disposizione i KIT COMPLETI per i seguenti diplomi: Dirigente di Comunità, Servizi Socio Sanitari, Liceo delle Scienze Umane e il nuovo Istituto Tecnico Turistico. I privatisti Contattaci a La schiera dei privatisti è composta per lo più da giovani a cui serve un pezzo di carta per partecipare a un concorso, per ottenere una promozione nella professione che già svolgono e più raramente per iscriversi all università, ma negli ultimi anni anche da persone che lavorano e devono aggiornare il loro diploma come ad esempio gli infermieri e gli igienisti dentali. Non è un caso che la tipologia di diploma cui i privatisti aspirano sia soprattutto quella di dirigente di comunità, una maturità che si ritiene più facile da ottenere e che consente un avanzamento in ambiti lavorativi riconducibili al Welfare, dunque ospedali e amministrazioni locali. Il 2014 sarà l ultimo anno per ottenere questo fantastico diploma, poi invece, si potrà prendere naturalmente anche come privatisti quello di Servizi Socio Sanitari, oppure il Liceo delle Scienze Umane, che sono i diplomi del Nuovo Ordinamento più simili a Dirigente di Comunità, ma quest ultimo resta ancora quello più facile in assoluto anche se con ciò non intendiamo dire che non bisogna studiare! Ma chi sono i privatisti? Chi studia privatamente sostenendo poi gli esami in una scuola pubblica Ciò significa che... 1) i privatisti acquistano il materiale di studio (su o da qualche altra parte); 2) i privatisti studiano a casa in autonomia; 3) i privatisti si fanno assegnare una scuola pubblica dal provveditorato dove a maggio sosterranno i pre-esami; 4) i privatisti, una volta superati i pre-esami, sostengono l esame finale (maturità) 3

4 Quindi... 1) i privatisti non frequentano la scuola, ma studiano in autonomia; 2) i privatisti possono diplomarsi gratuitamente (le uniche spese da sostenere sono l acquisto del materiale e la tassa di esame che non supera i 15 euro) Chi può fare il privatista? 1) qualsiasi diploma si può prendere da privatista; 2) bisogna aver compiuto il 18 anno di età Ma anche io ce la posso fare? Naturalmente! Ogni anno ci sono centinaia di privatisti in tutta Italia. Difficoltà del privatista Le difficoltà del privatista sono essenzialmente tre: la prima è quella di dover riuscire a comprendere da solo argomenti di cui fino a adesso non aveva mai sentito parlare ad esempio argomenti di matematica, diritto o contabilità. Di conseguenza, può capitare che, non essendo capace di afferrare un concetto, lo studente si senta demoralizzato e pensi di mollare tutto dopo i primi tentativi. Bisogna superare questa fase e continuare avanti verso l obiettivo prefissato. La domanda da porsi è soltanto una: se tante persone ce l hanno fatta, perché io no? La seconda difficoltà è quella che riguarda la gestione del tempo. Quando si va a scuola si hanno degli orari precisi, orari che sono dedicati esclusivamente allo studio, in cui l allievo non sarà mai interrotto. Invece, quando si studia a casa soprattutto se si ha famiglia si rischia di essere costantemente interrotti, o di dover fare delle pause in mezzo a una lezione magari per rispondere al telefono o per lavare i piatti rischiando di perdere la concentrazione e influenzando negativamente la corretta ritenzione dell informazione. La terza e ultima difficoltà la più comune fra i privatisti è quella di non riuscire a rispettare gli obiettivi che si sono prefissati. Si tratta semplicemente di non essere in grado di avere l autodisciplina richiesta. Mentre a scuola i professori stabiliscono delle scadenze precise per finire gli argomenti, chi studia da solo talvolta non è capace di autogestirsi. Per questo è importante avere un programma di studio, proprio come ce l hanno quelli che frequentano le scuole, per avere sempre sott occhio la meta alla quale si vuole arrivare. 4

5 Vantaggi del privatista I vantaggi sono notevolmente superiori. Quello più grande è senza dubbio la soddisfazione di riuscire a diplomarsi in autonomia, ma anche la libertà di poter scegliere gli orari e i giorni in cui fare lezione e soprattutto quali argomenti approfondire. Inoltre, studiare da solo è molto divertente e stimolante. Ci sono persone che prediligono certi argomenti come ad esempio un determinato periodo storico e riescono ad appassionarsi al punto tale di voler saperne di più, cosa che accade di rado a scuola, perchè l impersonalità delle lezioni di gruppo non riesce a stimolare gli allievi. Infine, da non sottovalutare, abbiamo il vantaggio economico, anche se in questo manuale non vogliamo fare un processo alla scuole private perché anche esse hanno la loro funzione, ma chi studia come privatista riesce a risparmiare un bel po di soldini. Gli unici investimenti sono quelli del materiale, le tasse scolastiche e qualche lezione privata per le materie più tecniche come ad esempio matematica o fisica. Diplomi da privatista In teoria qualsiasi diploma può essere ottenuto come privatista, ma quelli più ambiti quelli a cui è dedicato questo libro sono senz altro Dirigente di Comunità Servizi Socio Sanitari e Liceo delle Scienze Umane. Dirigente di Comunità Fra le scelte che lo Stato Italiano ci offre quella migliore è Dirigente di Comunità perché si occupa del sociale, uno dei pochi settori dove non solo c è ancora lavoro, ma dove le richieste di personale sono in continuo aumento guardate ad esempio l enorme incremento di case di cura e asilo nido privati, la nascita delle cooperative e delle comunità per tossicodipendenti e disabili. Inoltre, le materie di Dirigente di Comunità, essendo perlopiù teoriche psicologia, pedagogia, igiene, sociologia sono adatte a tutti. Secondo le leggi regionali e dell organizzazione interna delle comunità asilo nido, casa di cura, casa di riposo, centro tossicodipendenti, ecc il titolo conseguito permette di ricoprire il ruolo d coordinatore, animatore, educatore, amministratore, ed altri. Inoltre, il diploma funziona anche come patentino per avere la possibilità di aprire il proprio asilo nido. Il Dirigente di Comunità troverà lavoro nel terzo settore e nel sociale, ovvero in cooperative dedicate agi anziani e ai diversamente abili, in comunità pubbliche e private per bambini, in istituti di 5

6 recupero per i tossicodipendenti, nelle mense scolastiche, in scuole elementari, e in tutto ciò che abbia a che fare con il terzo settore. Ti ricordiamo che PrivatistiPuntoCom ha a disposizione i KIT COMPLETI per i seguenti diplomi: Dirigente di Comunità, Servizi Socio Sanitari, Liceo delle Scienze Umane e il nuovo Istituto Tecnico Turistico. Contattaci a Profilo del Dirigente di Comunità Il Dirigente di Comunità è un operatore in grado di inserirsi nei servizi sociali a dimensione comunitaria e di collaborare con specialisti medici, terapisti, assistenti sociali, psicologi negli ambiti di intervento socio-sanitario, assistenziale, educativo e animativo previsti per tutte le fasce d età. In tali ambiti il diplomato è capace di aggregare e condurre gruppi di lavoro e di organizzare il contesto dell utente, anche nella gestione dei servizi. Sbocchi professionali Il Dirigente di Comunità opera in organizzazioni di utilità sociale occupandosi, oltre che delle attività di selezione, motivazione, valutazione e coordinamento del personale, anche della gestione delle relazioni tra personale dipendente e volontario garantendo il rispetto delle regole interne. Materie Italiano; Storia ed educazione civica; Inglese o Francese; Matematica; Fisica; Scienze naturali e Geografia; Disegno; Economia domestica; Esercitazioni pratiche di Economia domestica e Lavori femminili; Psicologia e Pedagogia; Elementi di Diritto, Economia e Sociologia; Chimica; Igiene; Puericoltura e Esercitazioni; Contabilità e Statistica; Economia domestica e Tecnica organizzativa; Musica e Canto corale; Tirocini; Esercitazioni di Economia domestica e Tecnica organizzativa. Servizi Socio Sanitari Il "Tecnico dei servizi socio-sanitari" possiede le competenze necessarie per organizzare ed attuare interventi volti alla promozione della salute e del benessere bio-psico-sociale di persone o comunità. 6

7 L'indirizzo si caratterizza per una visione integrata dei servizi sociali e sanitari del territorio nelle aree che riguardano soprattutto la mediazione familiare, l'immigrazione, il disagio giovanile e le problematiche relative alle fasce sociali più deboli. Il corso di studi prevede, al terzo, quarto e quinto anno, esperienze di alternanza scuola-lavoro, attraverso stage presso strutture e servizi per la prima infanzia, servizi per la disabilità e strutture residenziali e non residenziali per anziani del territorio. Il percorso di studi, di durata quinquennale, consente l'immediato inserimento nel mondo del lavoro nell'ambito dei servizi rivolti alla prima infanzia, alla disabilità, agli anziani. Consente, inoltre, l'accesso a tutte le facoltà universitarie per il conseguimento di laurea di primo e secondo livello. La specificità della preparazione acquisita trova la sua più naturale prosecuzione nelle facoltà come scienze della formazione primaria, scienze dell'educazione, psicologia, e scienze infermieristiche. Materie Italiano; Storia, Inglese; Francese, Diritto ed Economia; Matematica e Informatica di Base; Scienze della Terra e Biologia; Scienze Motorie; Fisica, Chimica; Scienze Umane e Sociali; Elementi di Storia dell Arte, Educazione Musicale; Metodologie Operative; Cultura Medico Sanitaria; Psicologia. Liceo delle Scienze Umane Il liceo delle scienze umane è una delle scuole secondarie di secondo grado nate con la riforma Gelmini, che entrerà a pieno regime nell anno scolastico 2014/2015, in cui si diplomeranno i primi iscritti a questo indirizzo liceale. Dopo il conseguimento del diploma di maturità, si potrà accedere a qualsiasi università. Il liceo nasce dalle basi dell istituto magistrale, poi divenuto liceo delle scienze sociali nel 1998, e dalle sperimentazioni socio-psico-pedagogico e pedagogico-sociale che si sono sviluppate nel tempo. Come i predecessori, le materie caratterizzanti di questo liceo sono le scienze sociali, o appunto scienze umane, quali antropologia, psicologia, pedagogia e sociologia, e in minor parte l economia. Sarà obbligatorio lo studio di due lingue straniere nell opzione economico-sociale, mentre nell indirizzo ordinario allo studio di una sola lingua straniera si affianca quello del latino. Il liceo delle scienze umane è entrato in vigore dal 1 settembre 2010, andando a sostituire in pianta stabile tutte le sperimentazioni, gli indirizzi liceali e i progetti assistiti esistenti in Italia, (i quali ammontavano a 700 corsi e oltre). Con la nuova riforma, sono presenti due distinti indirizzi di studio, che trattano le scienze umane secondo due approcci differenti. Il primo indirizzo rappresenta la soluzione base, che prevede uno studio più approfondito della materia caratterizzante: le scienze umane 7

8 (4 ore nel biennio e 5 nel triennio), declinate in antropologia, psicologia, pedagogia e sociologia. L indirizzo economico-sociale (che, formalmente, è chiamato opzione nel regolamento che l ha istituito) affronta fra le scienze umane l antropologia, la sociologia e la metodologia della ricerca; pari spazio è consacrato alle discipline economico-giuridiche; come risulta evidente l assenza del latino (sostituito da una seconda lingua straniera) e l assenza della pedagogia. Materie per l indirizzo tradizionale Lingua e letteratura italiana; Lingua e cultura latina; Lingua e cultura straniera; Storia e Geografia; Storia; Filosofia; Scienze umane*; Diritto ed Economia; Matematica; Fisica; Scienze naturali**; Storia dell arte; Scienze motorie e sportive. * Antropologia, Pedagogia, Psicologia e Sociologia. **Biologia, Chimica, Scienze della Terra. Materie per l indirizzo opzione Lingua e letteratura italiana; Lingua e cultura straniera; Storia e Geografia; Storia; Filosofia; Scienze umane; Diritto ed Economia politica; Matematica; Fisica; Scienze naturali; Storia dell arte; Scienze motorie e sportive. 8

9 Ti ricordiamo che PrivatistiPuntoCom ha a disposizione i KIT COMPLETI per i seguenti diplomi: Dirigente di Comunità, Servizi Socio Sanitari, Liceo delle Scienze Umane e il nuovo Istituto Tecnico Turistico. Contattaci a Manuale Cento e Lode: diventa anche tu il più amato dagli insegnanti Clicca qui per saperne di più sul contenuto. 9

10 STUDIO Programmi Ci sono molti dubbi riguardo i programmi ministeriali questo perché in realtà non è compito del Ministero creare i programmi per ogni indirizzo, ma soltanto le linee guida. Infatti, molti dei nostri allievi hanno seguito un programma diverso, talvolta quello assegnato dall istituto, talvolta portato da loro stessi facendo un copia-incolla dei diversi programmi che si trovano on line e creando un programma personalizzato. Infatti, la maggior parte dei privatisti deve portare il proprio programma di studio da consegnare alla scuola insieme agli altri documenti anche se, come abbiamo appena detto, talvolta è la scuola ad assegnarlo, ma il problema è che questo avviene quanto ormai mancano uno o due mesi agli esami. Quindi, la domanda nasce spontanea? Come faccio a prepararmi con un anno di anticipo se il programma mi viene indicato un mese prima? Non c è da allarmarsi perché tutti i programmi sono simili fra loro. Per Dirigente di Comunità vi consigliamo uno dei programmi più completi che ci sono in circolazione, quello dell Istituto ITAS Mantegna di Mantova, che è quello contenuto nei nostri Kit di studio: Per Servizi Socio Sanitari invece, noi seguiamo il programma dell Istituto Novelli: Richiesta di esonero delle materie Molte persone hanno compiuto degli studi precedenti, quindi è possibile richiedere l esonero di alcune materie. Questo è il fac simile da presentare a scuola insieme agli altri documenti. E importante ricordare che alla richiesta vanno allegate le fotocopie delle pagelle che attestano i vostri voti. 10

11 Fac simile del modello per la richiesta di esonero Al Consiglio di Classe Il/la sottoscritto/a...nato/a a...il..., candidato/a agli Esami di Stato..., iscritto alla classe...sez....chiede di essere esonerato/a dal sostenere la terza prova e il colloquio nelle seguenti materie (D.M. n. 6 del 15 gennaio 2010, art. 7 comma 9) Materia Si/No voto ITALIANO STORIA LINGUA STRANIERA (...) PSICOLOGIA E PEDAGOGIA DIRITTO, ECONOMIA E SOCIOLOGIA IGIENE E PUERICULTURA CONTABILITÀ E STATISTICA ECONOMIA DOMESTICA ESERCITAZIONI DI ECONOMIA DOMESTICA MUSICA Data e luogo,... Firma leggibile Il tirocinio per Dirigente di Comunità e Servizi Socio Sanitari Le attività relative al terzo anno devono essere svolte con soggetti di età compresa tra 0 e 12 anni per non meno di 66 ore. Per quanto riguarda il segmento formativo di terza possono essere considerate congrue le attività svolte in qualità di educatori e/o coordinatori presso: 1) Asili 2) Scuole elementari 3) Comunità infantili (ludoteche ) 11

12 4) Colonie estive 5) Centro di aggregazione giovanile 6) Assistenza handicappati 7) Oratori Le attività relative al quarto anno devono essere svolte con individui di età compresa tra i 12 e i 18 anni o con soggetti portatori di handicap per non meno di 66 ore. Per quanto riguarda il segmento formativo di quarta possono essere considerate congrue le attività svolte in qualità di educatori e/o coordinatori presso: 1) Scuole medie, anche come educatore di sostegno a soggetti portatori di handicap 2) Società sportive 3) Palestre 4) Scuole di danza 5) Gruppi musicali e corali 6) Centro di aggregazione giovanile 7) Assistenza handicappati 8) Oratori Le attività relative al quinto anno devono essere svolte con soggetti adulti o anziani per non meno di 99 ore. Il mancato svolgimento di questa quota di tirocinio, previsto dal comma 5 dell Art. 3 dell OM 40/2009, sarà consentito solo per motivi di impedimento debitamente comprovati Tutte le dichiarazioni devono indicare chiaramente la tipologia dell attività svolta, le mansioni ricoperte e il numero di ore impiegate. Le certificazioni devono essere prodotte su carta intestata e firmate dal responsabile dell ente presso il quale si è effettuata l attività. 12

13 Per gli infermieri professionali si richiede fotocopia del libretto di profitto attestante le ore di tirocinio effettuate, in cui appaia in modo chiaro la quota di esercitazioni svolte nei reparti di ostetricia, nido, nursery, pediatria e geriatria. Manuale Cento e Lode: diventa anche tu il più amato dagli insegnanti Clicca qui per saperne di più sul contenuto. 13

14 Ti ricordiamo che PrivatistiPuntoCom ha a disposizione i KIT COMPLETI per i seguenti diplomi: Dirigente di Comunità, Servizi Socio Sanitari, Liceo delle Scienze Umane e il nuovo Istituto Tecnico Turistico. Contattaci a Lezioni private: un investimento Una delle maggiori difficoltà del privatista è quella di dover studiare argomenti con i quali non ha nessuna familiarità o che ritiene troppo complicati la matematica è un valido esempio. La maggior parte dei nostri allievi privatisti ha scelto di fare lezioni private a domicilio con qualche insegnante di fiducia. E importante che sappiate che prendere un diploma significa investire. Il nostro motto è se non sei disposto a investire su di te, allora nessuno lo farà, quindi i soldi spesi in qualche lezione privata non sono mai soldi buttati. Le cose bisogna farle bene, altrimenti è meglio non farle. 14

15 BUROCRAZIA: I PRIMI PASSI Passo dopo passo La prima cosa da fare è acquistare il materiale di studio. Questo perché fino a ottobre-novembre non è possibile iscriversi come privatisti, e di certo non si può aspettare fino alle feste per iniziare a studiare dato che i primi esami iniziano ad aprile-maggio. La maggior delle persone viene bocciata proprio per questo motivo: aspettano l apertura delle iscrizioni, poi arrivano le feste, e fino a febbraio non acquistano il materiale. E davvero possibile pretendere di fare due, tre, o addirittura cinque anni in uno, studiando solo con quattro mesi di anticipo? Quindi, se hai deciso di intraprendere questa strada, acquista il materiale il prima possibile. La seconda cosa da fare è attendere che il provveditorato pubblichi la Domanda iscrizione privatisti. Di solito le domande sono pubblicate nel sito web, ma talvolta bisogna andarci di persona. Qui trovi la lista di tutti i provveditorati d Italia: La lista dei documenti richiesti invece, si trova qui: La terza cosa da fare è attendere la risposta del provveditorato. Bisogna essere molto pazienti, perché talvolta la risposta può arrivare diverse settimane dopo e addirittura due settimane prima degli esami d idoneità. Nella fase di attesa è importante non demotivarsi mai e continuare a tenere duro. Una volta arrivata la lettera del provveditorato, che indica quale sarà la vostra scuola, i rapporti con questo ente sono chiusi e si passerà a trattare direttamente con l istituto assegnato. La quarta cosa da fare è telefonare all istituto per chiedere un appuntamento e per sapere se è arrivata la lista dei privatisti dove ovviamente è scritto anche il vostro nome. Anche in questo caso è importante avere molta pazienza e non demoralizzarsi, vi ricordiamo che l esame si supera studiando, tutti gli altri problemi burocratici sono risolvibili. 15

16 Una volta che siete andati a scuola con i documenti richiesti, vi sarà consegnato un modulo da compilare e inoltre sono previsti dei versamenti le famose tasse scolastiche che non superano i 15 euro. A questo punto si parte con la pratica di iscrizione al istituto pubblico che sarà conclusa dopo circa dieci giorni. Se entro questa data non ricevete nessun contatto da parte della scuola dovete telefonare e insistere. Nessuno vi starà dietro. Siete voi che dovete diplomarvi. Non loro. Comportatevi da adulti. A questo punto dovete soltanto attendere le date degli esami e magari se siete furbi andare a parlare con qualche insegnante per chiedere dei consigli e per farvi conoscere. IMPORTANTE: LE SCUOLE PUBBLICHE NON CHIEDONO SOLDI PER FARE GLI ESAMI. Talvolta viene richiesto un contributi VOLONTARIO. Se la scuola vi chiede di versare 300 euro come è già accaduto NON DOVETE FARLO. Per cortesia leggere questo articolo-inchiesta pubblicato un anno fa da Repubblica.it. maturit_cara / Documentazione da preparare Iniziamo con la documentazione riguardante il tirocinio. Questo è il fac simile: [Carta intestata della struttura ospitante] DICHIARAZIONE DI FREQUENZA DI TIROCINIO Il/La sottoscritto/a consulente /direttore / amministratore / responsabile della scuola materna / oratorio /centro giovanile / centro di recupero / strutture per anziani sito in via DICHIARA sotto la propria responsabilità, consapevole delle conseguenze in caso di dichiarazione mendace, che il/la sig./sig.ra nato/a a il / / ha effettuato presso la nostra struttura il tirocinio per un totale di ore (*). Si rilascia il presente documento per uso scolastico. 16

17 , lì / / Per la richiesta dell esonero del tirocinio, per motivi lavorativi, riguardante il quinto anno di Dirigente di Comunità il fac simile è il seguente da modificare nel caso in cui si lavori al di fuori dal terzo settore. Oggetto: richiesta esonero tirocinio quinto anno Il/La sottoscritto/a, nato/a a il e residente a in Via/Piazza, tel. CHIEDE di poter essere esonerato dallo svolgimento del tirocinio formativo e presenta la conseguente certificazione dei crediti formativi previsti dal piano di studi. Si allega pertanto la documentazione idonea ad attestare l esperienza professionale effettuata presso: dal / / al / / con la qualifica di: Mansione: I documenti da presentare all istituto sono: 1 Ricevuta tassa d esame 2 Estratto dell atto di nascita o autocertificazione 3 Certificato di residenza in carta semplice o autocertificazione 4 Certificato di vaccinazione o autocertificazione 5 Copia autentica o autenticata dei documenti scolastici (pagelle, attestati, diplomi) in carta semplice 17

18 6 Programmi di studio dell indirizzo Dirigente di Comunità (classe 1/2/3/4/5) effettivamente svolti* 7 Programmi di eventuali studi precedenti 8 Documentazione dei crediti formativi riferiti agli anni scolastici , , Dichiarazione di avvenuto tirocinio presso: strutture per l infanzia (66 ore)strutture per l handicap o disagio giovanile (66 ore) strutture per anziani (99 ore) 10 Fotocopia integrale di un documento di identità valido 11 Fotocopia codice fiscale 12 N. 2 foto formato tessera 18

19 Manuale Cento e Lode: diventa anche tu il più amato dagli insegnanti Clicca qui per saperne di più sul contenuto. 19

20 GLI ESAMI Ti ricordiamo che PrivatistiPuntoCom ha a disposizione i KIT COMPLETI per i seguenti diplomi: Dirigente di Comunità, Servizi Socio Sanitari, Liceo delle Scienze Umane e il nuovo Istituto Tecnico Turistico. Contattaci a Idoneità L esame d idoneità, quello che vi permetterà di accedere alla maturità nel mese di giugno-luglio e che vi procurerà i crediti, si svolge fra aprile e maggio nel seguente modo: Ci sono prove scritte e prove orali, ma questo dipende molto dalla scuola che vi è stata assegnata. In linee generali possiamo dire che le prove che si svolgono anche per scritto sono: italiano, inglese e psicopedagogia, ma non è da scartare che possano essere svolte prove scritte d igiene ed economia domestica. Per le altre materie invece, ci sono delle prove scritte e pratiche. Maturità Intorno alla fine di gennaio dell'anno scolastico in corso, il Ministero della pubblica istruzione sceglie le materie per la seconda prova scritta, differente in base all'indirizzo della scuola; allo stesso modo vengono dichiarate le date di svolgimento delle prove scritte, date che sono comuni per tutti gli istituti italiani. Nello stesso periodo, nella maggior parte dei casi, vengono decisi anche i commissari interni (i professori del Consiglio di classe che faranno parte della commissione d'esame). Le materie oggetto della terza prova saranno decise dalla Commissione la mattina stessa della prova. Qualche giorno dopo la vostra prova d idoneità, la scuola pubblicherà in bacheca la lista dei ragazzi ammessi e di quelli bocciati, a quel punto saprete se potete andare avanti, oppure se dovete riprovare il prossimo anno. Talvolta il fatto di non essere ammesso è qualcosa di positivo, e non bisogna mai demoralizzarsi e mandare tutto a quel paese. Molti ragazzi che sono stati bocciati per la maturità hanno ottenuto dei crediti altissimi e hanno molte possibilità di uscire con più di 80 il prossimo anno. 20

21 Le prove scritte Le prove scritte sono tre: italiano/storia, una materia a sorteggio nel 2012 è uscito l inglese e il quiz a risposta multipla. Italiano/storia prova scritta Si tratta dello svolgimento di un tema di lingua italiana, comune per tutti gli indirizzi di studi. Allo studente viene fornito un fascicolo con le tracce disponibili e i materiali utili per lo svolgimento. La prova può consistere su uno dei quattro temi principali (a scelta dello studente): Tipologia A: Riguarda l'analisi e il commento di un testo di un autore della letteratura italiana; Tipologia B: Un argomento scelto fra quattro ambiti tematici (storico-politico, socio-economico, artistico-letterario, tecnico-scientifico) svolto nella forma di un saggio breve o articolo di giornale, relazione, intervista, o lettera aperta; Tipologia C: Una traccia di tipo storico; Tipologia D: Tema di attualità inerente ad un dibattito culturale in corso. Durante lo svolgimento della prova, della durata di sei ore dalla consegna della traccia, è possibile consultare il dizionario della lingua italiana. Seconda prova Questa prova è differenziata per ogni tipo di istituto, e si basa su una materia che caratterizza il corso di studi: a metà dell'anno scolastico il ministero rende note le materie previste per l'esame dell'anno in corso. Naturalmente, la scelta verte su diverse materie in base all'indirizzo degli studi. Per l indirizzo socio pedagogico si sceglie fra psicologia, pedagogia o lingua. Quiz o terza prova L'ultima prova scritta verte su quattro o cinque materie scelte tra quelle previste nel programma didattico dell'ultimo anno. La prova può consistere in diverse tipologie di esaminazione: trattazione sintetica di argomenti; quesiti a risposta singola; quesiti a opzione di risposta; problemi a soluzione rapida; casi pratici e professionali; sviluppo di progetti. In ogni caso è prevista la conoscenza della lingua straniera, inserita obbligatoriamente fra le materie della prova. Le materie della terza prova e le 21

22 modalità vengono scelte dalla Commissione dell'esame di Stato tra le materie per cui sono abilitati i commissari,nel rispetto del documento del consiglio di classe (materie diverse per ogni istituto). Il tempo massimo previsto per questa prova è di due ore e mezzo scolastiche, salvo le dovute eccezioni diversificate in base alle prove previste. L orale L orale è diverso da quello dell idoneità perché qui trovate una commissione. E importantissimo, per non dire fondamentale, portare una tesina e questo per due motivi: il primo è che vi permette di rompere il ghiaccio, parlando di argomenti che, si suppone, vi piacciono e conoscete bene, il secondo è per guadagnare del tempo. La prova orale, nella maggior parte dei casi, dura circa mezz ora, non possono tenervi di più, altrimenti non riescono ad interrogare tutti. Se spendente circa dieci minuti parlando della tesina vi restano solo venti minuti di domande e avete già fatto la vostra bella figura. 22

23 LA MENTALITA GIUSTA Che pensiate di riuscirci o di non riuscirci avete ragione comunque è una famosa frase del fondatore della Ford, Henry Ford, riportata nel libro The Secret. Cosa significa? Semplicemente che se pensate di riuscirci ci riuscirete, se pensate il contrario, così sarà! Non fate l errore di partire con il piede sbagliato! Se non credete in voi stessi, è inutile spendere denaro nell acquisto del materiale che finirà di sicuro dentro un cassetto aumentando la vostra frustrazione. Volete diplomarvi? Bene! Allora decidete di farlo! Consigli per studiare meglio Ci sono tanti modi per riuscire a studiare bene e assimilare meglio le informazioni che ci vorrebbe un manuale a parte...ups! Infatti lo abbiamo creato! Per prima cosa parliamo del programma di studio, dato che per avere successo come privatisti dobbiamo diventare noi stessi una scuola, con degli orari da rispettare e degli obiettivi da raggiungere nei tempi stabiliti. I consigli che leggerete in seguito sono rivolti a chi inizia a studiare con mesi di anticipo le materie del triennio per il quinquennio invece ci vorrebbe in media un ora in più al giorno. Programma Prima di creare il vostro programma di studio bisogna considerare due fattori: 1) quante ore giornaliere avete da dedicare al diploma; 2) le materie più importanti. In base a questo si crea la tabella di marcia. Le materie più importanti per dirigente di comunità sono: psicopedagogia, igiene, economia domestica, inglese e italiano. Adesso supponiamo che avete a disposizione due ore al giorno da dedicare allo studio: Settimana I GIORNO DELLA SETTIMANA ORE MATERIA Lunedì 1+1 Psicopedagogia+ Storia Martedì 2 Italiano Mercoledì 1+1 Psicopedagogia+ Musica Giovedì 1+1 Economia domestica+ Igiene 23

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

Come si diventa insegnanti

Come si diventa insegnanti Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Ufficio Scolastico Provinciale di Padova Area della comunicazione e web Come si diventa insegnanti Il reclutamento del personale

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007)

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA 1 (annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso

Dettagli

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni )

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni ) ORARIO LEZIONI 2 semestre - Anno accademico 2014/2015 2 semestre 1 ANNO GIORNI ORE LUNEDÌ Teologia morale fondamentale Teologia morale fondamentale Psicologia dello sviluppo I Psicologia dello sviluppo

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum Principi base per un buon CV Il curriculum vitae è il resoconto della vostra vita professionale, e può essere il vostro rappresentante più fedele, a patto che sia fatto bene. Concentratevi sui punti essenziali

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Classe di abilitazione C032 Calendario e modalità di svolgimento delle prove

Classe di abilitazione C032 Calendario e modalità di svolgimento delle prove Classe di abilitazione C032 Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015, luglio 2015, gennaio 2016) con la possibilità per

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

Se hai sostenuto un test di ammissione/orientamento al corso di laurea, che impressione ne hai ricavato?

Se hai sostenuto un test di ammissione/orientamento al corso di laurea, che impressione ne hai ricavato? INDAGINE POST-DIPLOMA 2014 Diplomati nel 2012: n. 264 Indagini compilate: n. 128 (48,5%) Indirizzo liceale frequentato Risposta 1) linguistico (Utenti: 46 Perc.: 35.94%) Risposta 2) naturalistico (Utenti:

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

Classe di abilitazione C110 Calendario e modalità di svolgimento delle prove

Classe di abilitazione C110 Calendario e modalità di svolgimento delle prove Classe di abilitazione C110 Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015, luglio 2015, gennaio 2016) con la possibilità per

Dettagli

GUIDA ALLA SCELTA DELLA SCUOLA SUPERIORE. nel Circondario

GUIDA ALLA SCELTA DELLA SCUOLA SUPERIORE. nel Circondario GUIDA ALLA SCELTA DELLA SCUOLA SUPERIORE nel Circondario anno scolastico 2012/2013 INDICE dei Contenuti Premessa 1. Introduzione 1.1. Come usare questa guida: obiettivi, cosa contiene 1.2. Per gli studenti

Dettagli

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile)

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D1. COSA SONO LE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE? D2. COME SI OTTENGONO

Dettagli

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Relatore: Prof.ssa Chiara Frassineti, genitore e insegnante Il rapporto tra genitori e ragazzo (studente)

Dettagli

p e r i l c u r r i c u l u m

p e r i l c u r r i c u l u m F o r m a t o e u r o p e o p e r i l c u r r i c u l u m v i t a e Informazioni personali Nome Indirizzo Ferraina Caterina Rosaria Località Feudotto compl. AZUR Vibo Valentia Telefono 0963.94428 328/2888930

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE

DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE Prot. n. 21096/II/1 dell 11 giugno 2009 UFFICIO NAZIONALE PER IL SERVIZIO CIVILE DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE VISTA la Legge 8 luglio 1998, n. 230, recante "Nuove norme in materia di obiezione

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Mod. A. Domanda di partecipazione alla selezione, per titoli ed esami, per l individuazione di educatori museali

Mod. A. Domanda di partecipazione alla selezione, per titoli ed esami, per l individuazione di educatori museali Mod. A Al Museo Castello del Buonconsiglio monumenti e collezioni provinciali Via B. Clesio, 5 38122 - TRENTO Esente da bollo ai sensi del D.P.R. 642/1972 Punto 11 Tab. All. B Domanda di partecipazione

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

RICHIESTA ISCRIZIONE NELL ELENCO DEI CONCILIATORI

RICHIESTA ISCRIZIONE NELL ELENCO DEI CONCILIATORI Spett/le ITALCONCILIA - Associazione Mediatori Professionisti Segreteria Generale Corso Europa, 43-83031 Ariano Irpino (Av) RICHIESTA ISCRIZIONE NELL ELENCO DEI CONCILIATORI Il/La sottoscritto/a, nato/a

Dettagli

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO TABELLA B TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso l insegnamento di strumento musicale nella scuola media), VALIDE PER

Dettagli

Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP. Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA

Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP. Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA Indicazioni ai fini della stesura del PDP 1. Informazioni

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE

DOMANDA DI AMMISSIONE ALLEGATO A PARTE RISERVATA ALL UFFICIO AL DIRIGENTE DATA Direzione Risorse Umane e Organizzazione UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRENTO PROT. N Via Verdi, 6-38100 TRENTO SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E PROVE

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 DOMANDA DI ISCRIZIONE Al Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 _l_ sottoscritt in qualità di padre

Dettagli

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA ALLEGATO 2 TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI DELLA TERZA FASCIA DELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO DEL PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO DELLE SCUOLE ED ISTITUTI DI OGNI ORDINE E GRADO, APPROVATA CON D.M 27

Dettagli

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA Il settore dell assistenza e dell aiuto domiciliare in Italia L assistenza domiciliare. Che cos è In Italia l assistenza domiciliare (A.D.)

Dettagli

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014 Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma BANDO DI CONCORSO CORSO DI FORMAZIONE PER ISTRUTTORE DI 1 GRADO DI TENNIS ISTRUTTORE DI 1 LIVELLO DI BEACH TENNIS

Dettagli

Classe di abilitazione C450 Calendario e modalità di svolgimento delle prove

Classe di abilitazione C450 Calendario e modalità di svolgimento delle prove Classe di abilitazione C450 Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015, luglio 2015, gennaio 2016) con la possibilità per

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ DCPL07 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 Repertorio Atti n. 1161 del 22 febbraio 2001 Oggetto: Accordo tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato F.I.M.P. Federazione Italiana Medici Pediatri Regione Veneto Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato Il Codice

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore

DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore 1 di 20 Insegnamenti di Informatica nelle scuole superiori: la situazione attuale Prof. Minerva Augusto (Membro del Consiglio

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO 1 PUBBLICATO ALL ALBO DELL ASL 2 SAVONESE IL 08.01.2010 SCADE IL 28.01.2010 AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO In attuazione della deliberazione del Direttore Generale

Dettagli

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015 U.O.S.D. FORMAZIONE EDUCAZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE Scadenza 15 DICEMBRE 2014 AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo

Dettagli

DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO

DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO Art. 1 Disposizioni generali 1.1. Per gli anni scolastici 1997-98, 1998-99 e 1999-2000, nell'autorizzazione al funzionamento

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

Erogazione di altri benefici

Erogazione di altri benefici N. Operazione Esecutore Note/moduli/ attrezzature connessi alla borsa di studio borsa servizi 1 Mobilità Internazionale: Il bando di concorso per la borsa di studio prevede che l Azienda conceda integrazioni

Dettagli

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DELPIANO Laura Indirizzo Via Torino n. 112 int. 2 10036 SETTIMO TORINESE Telefono 011.898.26.34 Mobile: 333.10.60.176 Fax 011.898.26.34 E-mail laura.delpiano@cespi-centrostudi.it

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Istituto Comprensivo 1 F. GRAVA CONEGLIANO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2012/ 2013 A pagina 2 PIANO OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA MEDIA A pagina 9 PIANO OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA

Dettagli

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile Quante volte l anno si svolgono gli esami di Stato? Sono previste due sessioni d esame

Dettagli

Classe di abilitazione A036 Calendario e modalità di svolgimento delle prove

Classe di abilitazione A036 Calendario e modalità di svolgimento delle prove Classe di abilitazione A036 Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015, luglio 2015, gennaio 2016) con la possibilità per

Dettagli

..DOMANDA DI ISCRIZIONE ANNI SUCCESSIVI..

..DOMANDA DI ISCRIZIONE ANNI SUCCESSIVI.. Corso di laurea.... C.L. specialistica/magistrale... Curriculum/Indirizzo... Matricola.. Marca da bollo da 16,00 se non assolta in modo virtuale AL MAGNIFICO RETTORE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI G. D ANNUNZIO

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze VISTO il decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, recante approvazione del testo

Dettagli

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA AVVISO PUBBLICO Selezione di Statistici junior BIC Sardegna SpA, Soggetto Attuatore dell intervento IDMS, Sistema Informativo dell indice di Deprivazione Multipla

Dettagli

A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri. La documentazione. Dall ICF alla DF al PDF al PEI

A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri. La documentazione. Dall ICF alla DF al PDF al PEI A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri La documentazione Dall ICF alla DF al PDF al PEI La Diagnosi Funzionale (DF) 1. Utilizzo degli items di ICF nella definizione

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA DELF DALF Le certificazioni ufficii della lingua francese ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO www.testecertificazioni.it IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16 ALLA SCUOLA MATERNA Marzia: Buongiorno, sono venuta per iscrivere il mio bambino. Maestra: Buongiorno, signora. Io sono la maestra. Come si chiama il bambino. Marzia: Si chiama Renatino Ribeiro. Siamo

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO Norme attuative del Regolamento per la Formazione Continua della professione di Consulente del Lavoro. Premessa 1. Le presenti norme attuative

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

ALLA CAPITANERIA DI PORTO DI

ALLA CAPITANERIA DI PORTO DI ALLA CAPITANERIA DI PORTO DI Il sottoscritto... nato a...il... e residente a...provincia di... in via... n C.A.P.. recapito telefonico.../... CHIEDE di essere iscritto, nella Gente di Mare di... categoria

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE: LEGGE 12 MARZO 1968, n. 442 (GU n. 103 del 22/04/1968) ISTITUZIONE DI UNA UNIVERSITÀ STATALE IN CALABRIA. (PUBBLICATA NELLA GAZZETTA UFFICIALE N.103 DEL 22 APRILE 1968) URN: urn:nir:stato:legge:1968-03-12;442

Dettagli

L ESAME DI STATO E GLI ALUNNI CON DISABILITA. I.S.I.S. "COSSAR -da VINCI" GORIZIA - prof.ssa Giancarla Giani

L ESAME DI STATO E GLI ALUNNI CON DISABILITA. I.S.I.S. COSSAR -da VINCI GORIZIA - prof.ssa Giancarla Giani L ESAME DI STATO E GLI ALUNNI CON DISABILITA I.S.I.S. "COSSAR -da VINCI" GORIZIA - prof.ssa Giancarla Giani Esso pertanto, anche per gli alunni con disabilità deve costituire l occasione per un oggettivo

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli