N 86 Reg. Delib. G.C. Seduta del 07/12/2010

Save this PDF as:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "N 86 Reg. Delib. G.C. Seduta del 07/12/2010"

Transcript

1 N 86 Reg. Delib. G.C. Seduta del 07/12/2010 OGGETTO: RINNOVO DELLA CONVENZIONE CON L ASSOCIAZIONE PROMOZIONE SOCIALE DI VEDUGGIO CON COLZANO. ANNI 2011, 2012 E LA GIUNTA COMUNALE Preso atto che l Amministrazione comunale di Veduggio con Colzano, nell ambito della propria programmazione a favore dei cittadini anziani e in attuazione delle direttive del Piano Socio-Assistenziale della Regione Lombardia, intende attivare e perseguire ogni iniziativa atta a stimolare l aggregazione e la socializzazione degli anziani attraverso iniziative di carattere culturale, formativo e ricreativo utilizzando al meglio tutte le strutture e le energie sociali disponibili sul territorio; Considerato che nel Comune di Veduggio con Colzano fin dal 1992 è sorta una aggregazione di anziani che ha assunto la denominazione di Centro Sociale con la quale il Comune aveva stipulato in data 13/05/1993 una convenzione per il raggiungimento delle finalità di stimolo e attivazione della popolazione anziana veduggese e in questi anni è sempre stata approvata una specifica convenzione; Preso atto che il D. Lgs. 4 dicembre 1997 n. 460 ha dettato norme di qualificazione degli enti a promozione sociale e che, conseguentemente, l Associazione Centro Sociale ha modificato il proprio statuto definendosi Associazione di Promozione sociale con finalità di solidarietà sociali, culturali, civili nel campo socio-sanitario, della beneficenza e dell assistenza sociale a favore degli anziani e delle persone in situazioni svantaggiate in ragione di condizioni fisiche, psichiche, economiche, sociali o familiari; Stabilito che tale Associazione si configura come realtà apolitica, aconfessionale e rispettosa delle libertà di pensiero; Rilevato che gli scopi dell Associazione, come previsti dallo statuto, approvato dall assemblea dei soci il 28/11/2009 e registrato il 14/12/2009, sono coerenti con le vigenti direttive emanate dalla Regione Lombardia e con il programma delle attività sociali di questo Comune; Preso atto che l Associazione Promozione sociale aderisce alla Associazione Nazionale riconosciuta dal Ministero degli Interni, così come previsto dal citato D. Lgs. 460/97 art. 5: Associazione Nazionale Centri Sociali Comitati Anziani e Orti; Vista la Legge n. 383 del 7 dicembre 2000 Disciplina delle associazioni di promozione sociale ed in attesa che il Ministero per la solidarietà sociale emani un apposito regolamento; Vista la Legge n. 328/2000 Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali ; Visto l'allegato testo della convenzione tra il Comune di Veduggio con Colzano e l Associazione Promozione sociale di Veduggio con Colzano; Visti i pareri favorevoli di cui all'art. 49 del Decreto legislativo 18/8/2000 n. 267;

2 Con voti unanimi favorevoli DELIBERA di rinnovare l allegata convenzione con l associazione di volontariato Promozione sociale di Veduggio con Colzano, stabilendo la validità della stessa dal 1/1/2011 fino al 31/12/2013; di erogare all Associazione Promozione sociale di Veduggio con Colzano eventuali contributi a sostegno delle attività di particolare rilievo sociale, se previste nel programma annuale dell associazione, rimandando ad ulteriori atti deliberativi i relativi impegni di spesa.

3 CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI VEDUGGIO CON COLZANO E L ASSOCIAZIONE PROMOZIONE SOCIALE DI VEDUGGIO CON COLZANO Premesso che: l Amministrazione comunale di Veduggio con Colzano, nell ambito della propria programmazione a favore dei cittadini anziani e in attuazione delle direttive del Piano Socio-Assistenziale della Regione Lombardia, intende attivare e perseguire ogni iniziativa atta a stimolare l aggregazione e la socializzazione degli anziani attraverso iniziative di carattere culturale, formativo e ricreativo utilizzando al meglio tutte le strutture e le energie sociali disponibili sul territorio; Considerato che: nel Comune di Veduggio con Colzano fin dal 1992 è sorta una aggregazione di anziani che ha assunto la denominazione di Associazione Centro Sociale con la quale il Comune ha stipulato in data 13/05/1993 una convenzione per il raggiungimento delle finalità di cui in premessa; Preso atto che: il D. Lgs. 4 dicembre 1997 n. 460 ha dettato norme di qualificazione degli enti a promozione sociale e che, conseguentemente, l Associazione Centro Sociale ha modificato il proprio statuto definendosi Associazione di Promozione sociale con finalità di solidarietà sociali, culturali, civili nel campo socio sanitario, della beneficenza e dell assistenza sociale a favore degli anziani e delle persone in situazioni svantaggiate in ragione di condizioni fisiche, psichiche, economiche, sociali o familiari; Stabilito che:

4 tale Associazione si configura come realtà apolitica, apartitica, aconfessionale e rispettosa delle libertà di pensiero; Rilevato che: tali scopi sono coerenti con le vigenti direttive emanate dalla Regione Lombardia e con il programma delle attività sociali del Comune; l Associazione Promozione sociale aderisce alla Associazione Nazionale riconosciuta dal Ministero degli Interni, così come previsto dal citato D. Lgs. 460/97 art. 5: Associazione Nazionale Centri Sociali Comitati Anziani e Orti ; vista la L. 383 del 7 dicembre 2000 Disciplina delle associazioni di promozione sociale ed in attesa che il Ministero per la solidarietà sociale emani un apposito regolamento; vista la L. 328/2000 Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali che all art. 6 comma 3, punto a), precisa che i Comuni provvedano a promuovere risorse della collettività; la Giunta Comunale, per i fini sopra descritti, ha approvato lo schema di convenzione qui allegato con delibera n. 119 del; TUTTO CIO PREMESSO tra la dott.ssa Proserpio Reginella in rappresentanza del Comune di Veduggio con Colzano e la sig.ra Molteni Romana, quale legale rappresentante dell Associazione Promozione Sociale in epigrafe SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE: le premesse sono parte integrante della presente convenzione Art. 1 - Obiettivi

5 L Amministrazione Comunale di Veduggio con Colzano e l Associazione Promozione Sociale (in seguito definita solo Associazione) convengono sulle necessità d istituire nel territorio comunale un servizio sociale riservato ai cittadini residenti che abbiano compiuto 50 anni di età con riguardo alle attività di carattere formativo, culturale, sociale e ricreativo atte a garantire valide esperienze di aggregazione; in particolare come specificate nello statuto dell Associazione: predisporre e gestire strutture con spazi e ambienti idonei allo svolgimento di attività e servizi compatibili con gli scopi sociali;--- - promuovere il proficuo impiego del tempo libero dei propri associati attraverso iniziative di natura culturale-ricreativa, ludica, sportiva, sociale e assistenziale per dare agli anziani momenti di impegno sociale e civile nel contesto di una cittadinanza attiva; incentivare l organizzazione di iniziative per sostenere gli anziani in condizioni di indigenza e per raccogliere fondi ai fini di solidarietà, beneficenza e autofinanziamento; favorire lo svolgimento della vita associativa per reciproci scambi di idee e conoscenze, in collegamento con le giovani generazioni e le scuole di ogni ordine e grado Art. 2 - Svolgimento Il Servizio Sociale di cui al precedente articolo viene affidato dall Amministrazione comunale all Associazione Promozione sociale per il periodo 1 gennaio dicembre L associazione annualmente, entro il 30 novembre, presenterà per l anno successivo all Amministrazione comunale il proprio programma, che potrà essere variato su richiesta motivata dell Amministrazione stessa. Per la predisposizione di tale programma l Associazione dovrà recepire le indicazioni della Commissione

6 Servizi Sociali in merito alle iniziative Art. 3- Strutture organizzative Per l attuazione del programma annuale e per la gestione del servizio sociale l Associazione: si avvale dell opera dei propri soci volontari attuando le iniziative consentite dal richiamato D.Lgs. 460/97 (per le associazioni di promozione sociale); presenterà all Amministrazione comunale, entro 30 giorni dall approvazione, il bilancio consuntivo dell anno precedente munito della relazione del Collegio dei Revisori, e a scadenza semestrale una relazione che attesti l attuazione del programma e contenente lo specifico delle spese sostenute; invierà al Comune per tempo la comunicazione delle convocazioni dell Assemblea dei Soci e del Comitato di Gestione: a tali lavori possono partecipare, senza diritto di voto, l assessore ai Servizi Sociali e/o un funzionario del Comune con la funzione di consulente; garantisce che tutte le attività approvate dall Amministrazione, oltre a rispettare lo spirito dello statuto, non saranno in contrasto con le normative civili, penali e fiscali vigenti. A fronte di violazioni di legge l Amministrazione comunale può revocare immediatamente la presente convenzione; si impegna ad utilizzare i locali ed i beni mobili in essi contenuti per l esclusivo raggiungimento degli scopi e delle attività previste dal proprio statuto e dai programmi annuali approvati dalle parti in questione e dall Assemblea dei Soci, garantendo il rispetto delle normative civili e penali vigenti. Gli spazi del Centro non possono essere concessi a terzi, né a titolo gratuito né a titolo oneroso; l eventuale concessione degli spazi è

7 possibile, in accordo con l Amministrazione, ad Associazioni locali che svolgono un servizio di pubblica utilità; a carico dell Associazione sono le spese di gestione, rimborso spese fiscalmente giustificate ai soci volontari e gli oneri dell ordinaria manutenzione e copertura assicurativa per la responsabilità civile verso terzi, infortuni e malattie connesse all attività svolta, incluse quelle sociali e di pubblica utilità; può estendere l adesione a soci nel limite massimo del 10% a persone non residenti. A tal proposito verrà predisposto apposito elenco che verrà presentato all Amministrazione comunale insieme al bilancio consuntivo; il servizio di somministrazione di bevande all utenza dell Associazione è da intendersi ad uso esclusivo dei soci aderenti; l Associazione nella effettuazione di tale servizio deve garantire l osservanza della normativa in vigore relativa alle norme igienico-sanitarie ed agli aspetti commerciali e fiscali; si impegna a collaborare nell organizzazione del servizio mensa per la somministrazione di pasti alle persone anziane e disabili, che sarà effettuato dall amministrazione comunale all interno della struttura del Centro Sociale si impegna a collaborare con l Amministrazione comunale nella definizione e realizzazione di servizi di pubblica utilità e socio-culturali in accordo con il responsabile del servizio socio-educativo-culturale; inoltre si definisce la possibilità di partecipazione alla attività del Centro Sociale a persone anche giovani, in situazione di disagio o emarginazione: questo in accordo con i Servizi Sociali comunali con i quali stabilire un

8 programma di intervento sui soggetti in questione; l apertura del bar non potrà essere protratta oltre le ore 20.00; altre iniziative sporadiche potranno essere effettuate oltre detto orario, previo accordo ed autorizzazione comunale, avendo l accortezza di arrecare il minor disturbo possibile agli inquilini degli alloggi; si impegna a non svolgere in alcun modo attività o iniziative di carattere partitico, anche in forma di propaganda indiretta, pena la revoca della convenzione l Amministrazione comunale: conferisce in comodato d uso gratuito con le modalità di cui all art. 32 comma 8 della L. 23 dicembre 1994 numero 724, i locali siti nel Comune di Veduggio con Colzano, in piazza Italia, n. 6 come da planimetria, con le destinazioni ivi indicate, ed i beni mobili descritti nell allegato inventario. La eventuale revoca del comodato d uso, dovrà essere motivata e data con preavviso di 6 mesi; si impegna a pagare le spese di riscaldamento, energia elettrica e acqua potabile; ha la facoltà di utilizzare i locali del Centro Sociale per iniziative di pubblica utilità e socio-culturali concordando le eventuali necessità con l Associazione; potrà erogare contributi economici all Associazione in relazione ad attività di particolare rilievo sociale, previste nel programma dall associazione ai sensi del precedente art. 2 o per servizi di pubblica utilità; garantisce la collaborazione e la consulenza tecnica del personale dell Ufficio Servizi Sociali Art. 4 Risoluzione della convezione

9 In caso di scioglimento dell Associazione o del venir meno dei motivi di convenzionamento, l immobile conferito in comodato d uso dall amministrazione comunale e quant altro eventualmente affidato dal Comune all Associazione devono essere resi nello stato in cui sono stati consegnati, fatto salvo il deterioramento d uso Art. 5 Registrazione La presente convenzione verrà registrata in caso d uso - secondo le vigenti disposizioni - con oneri conseguenti a carico dell Amministrazione comunale Veduggio con Colzano, COMUNE DI VEDUGGIO CON COLZANO ASSOCIAZIONE PROMOZIONE SOCIALE

10 INVENTARIO DEI BENI DI PROPRIETA COMUNALE SITUATI PRESSO LA SEDE DEL CENTRO SOCIALE N 1 lavello acciaio inox a due vasche N 1 scaldavivande per cucina N 1 cassettiera alta tipo armadio N 5 porta abiti a stelo cromato N 75 sedie in metallo e formica N 5 tavoli rettangolari N 5 tavoli quadrati N 1 lavastoviglie industriale Zanussi grandi impianti N 1 forno microonde

LA GIUNTA COMUNALE. Vista la L. 328/2000 Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali ;

LA GIUNTA COMUNALE. Vista la L. 328/2000 Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali ; ! #"%$& #'#(!)!*+!),+(-*( OGGETTO: RINNOVO DELLA CONVENZIONE CON L ASSOCIAZIONE MADRE TERESA DI CALCUTTA DI VEDUGGIO CON COLZANO PER L ACCOMPAGNAMENTO DI PERSONE ANZIANE E DISABILI ANNI 2011 E 2012. LA

Dettagli

SCHEMA STATUTO PER LE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO

SCHEMA STATUTO PER LE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATOB alla Dgr n. 3117 del 21 ottobre 2008 pag. 1/7 SCHEMA STATUTO PER LE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO ALLEGATOB alla Dgr n. 3117 del 21 ottobre 2008 pag. 2/7 ART.

Dettagli

A. M. A. LA VITA, ASSOCIAZIONE DI AUTO MUTUO AIUTO STATUTO

A. M. A. LA VITA, ASSOCIAZIONE DI AUTO MUTUO AIUTO STATUTO A. M. A. LA VITA, ASSOCIAZIONE DI AUTO MUTUO AIUTO associazione di volontariato nell ambito del disagio psichiatrico PER LA PROVINCIA DI RAVENNA STATUTO DENOMINAZIONE E SEDE ART.1 Nello spirito della Costituzione

Dettagli

COMUNE DI SACCOLONGO Provincia di Padova

COMUNE DI SACCOLONGO Provincia di Padova COMUNE DI SACCOLONGO Provincia di Padova REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO E DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI Approvato con delibera di C.C. n. 56 del 29.11.2006 INDICE Articolo 1 FINALITA Articolo

Dettagli

art. 1 (denominazione sede) 1. E costituita l Associazione di volontariato denominata Amici dell Africa Onlus.

art. 1 (denominazione sede) 1. E costituita l Associazione di volontariato denominata Amici dell Africa Onlus. STATUTO DELL ASSOCIAZIONE AMICI DELL AFRICA ONLUS art. 1 (denominazione sede) 1. E costituita l Associazione di volontariato denominata Amici dell Africa Onlus. 2. L Associazione ha sede in provincia di

Dettagli

STATUTO-REGOLAMENTO DEL COMITATO GENITORI SCUOLA PRIMARIA SAN GIOVANNI BOSCO MODENA

STATUTO-REGOLAMENTO DEL COMITATO GENITORI SCUOLA PRIMARIA SAN GIOVANNI BOSCO MODENA STATUTO-REGOLAMENTO DEL COMITATO GENITORI SCUOLA PRIMARIA SAN GIOVANNI BOSCO MODENA PREMESSA Il Comitato Genitori è un organo che consente la partecipazione attiva dei Genitori nella Scuola, al fine di

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE FIORI DI CACTUS

STATUTO ASSOCIAZIONE FIORI DI CACTUS 1 STATUTO ASSOCIAZIONE FIORI DI CACTUS ART.1 (Denominazione e sede) L organizzazione di volontariato, denominata: Fiori di Cactus, assume la forma giuridica di associazione apartitica e aconfessionale.

Dettagli

COMUNE di VILLORBA. (Provincia di Treviso)

COMUNE di VILLORBA. (Provincia di Treviso) COMUNE di VILLORBA (Provincia di Treviso) R E G O L A M E N T O C O M U N A L E DEI CRITERI E DELLE MODALITÀ PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E L ATTRIBUZIONE DI VANTAGGI ECONOMICI ALLE ASSOCIAZIONI OPERANTI

Dettagli

CITTA di CARMAGNOLA Provincia di Torino Piazza Manzoni n Fax

CITTA di CARMAGNOLA Provincia di Torino Piazza Manzoni n Fax CITTA di CARMAGNOLA Provincia di Torino Piazza Manzoni n. 10 011 9724210 215 Fax 011 9724366 Ripartizione Segreteria Generale, Legale, Politiche Sociali Centro Polifunzionale Bruno Longo Regolamento interno

Dettagli

C.I.S.A. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

C.I.S.A. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE CONSORZIO INTERCOMUNALE SOCIO ASSISTENZIALE C.I.S.A. Rivoli - Rosta - Villarbasse Via Nuova Collegiata 5 - Rivoli (TO) VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE N. 17 OGGETTO: Approvazione

Dettagli

REGOLAMENTO ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI

REGOLAMENTO ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI CITTA DI AMANTEA ( P R O V. D I C O S E N Z A ) REGOLAMENTO ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI APPROVATO CON DELIBERAZIONE N. 33 ADOTTATA DAL CONSIGLIO COMUNALE NELLA SEDUTA DEL 29.06.2007. TESTO COORDINATO

Dettagli

STATUTO. ART.1 - (Denominazione e sede) ASSOCIAZIONE GENITORI I.C. LAVERDA con sede in Piazzetta degli Alpini, 12, Comune di Breganze.

STATUTO. ART.1 - (Denominazione e sede) ASSOCIAZIONE GENITORI I.C. LAVERDA con sede in Piazzetta degli Alpini, 12, Comune di Breganze. STATUTO ART.1 - (Denominazione e sede) 1. È costituita, nel rispetto del Codice Civile, della legge 383/2000 e della normativa in materia, l associazione di promozione sociale denominata: ASSOCIAZIONE

Dettagli

Regolamento per l istituzione, la disciplina e la gestione dell'albo comunale delle Associazioni

Regolamento per l istituzione, la disciplina e la gestione dell'albo comunale delle Associazioni Allegato A) alla D.C.C. n. del COMUNE DI MONTELIBRETTI PROVINCIA DI ROMA Regolamento per l istituzione, la disciplina e la gestione dell'albo comunale delle Associazioni CAPO I PROMOZIONE DELL ASSOCIAZIONISMO

Dettagli

CONCESSIONE PER L UTILIZZO DELLE SALE DI AGGREGAZIONE DEL CENTRO CIVICO

CONCESSIONE PER L UTILIZZO DELLE SALE DI AGGREGAZIONE DEL CENTRO CIVICO CONCESSIONE PER L UTILIZZO DELLE SALE DI AGGREGAZIONE DEL CENTRO CIVICO Tra l Amministrazione Comunale di Castellanza, rappresentata dal Responsabile del Settore Istruzione Cultura Sport d.ssa ROBERTA

Dettagli

STATUTO. Associazione di promozione sociale Il Gufo Bubo. ART. 1 (Denominazione e sede)

STATUTO. Associazione di promozione sociale Il Gufo Bubo. ART. 1 (Denominazione e sede) STATUTO Associazione di promozione sociale Il Gufo Bubo ART. 1 (Denominazione e sede) 1. E costituita, nel rispetto del Codice Civile e della normativa in materia, l associazione di promozione sociale

Dettagli

di gestione dei centri di aggregazione sociale per anziani

di gestione dei centri di aggregazione sociale per anziani Documento Sistema di Gestione Qualità ISO 9001:2008 norma 7.3.3 Certificato CSQ N. 9159.CMPD T P51 MD01 Rev. 3 www.comune.paderno-dugnano.mi.it Processo trasversale a tutti i settori Assessorato ai Servizi

Dettagli

JOGP!TQPSUJOHDMVCUPSSFHVBDFUP JU

JOGP!TQPSUJOHDMVCUPSSFHVBDFUP JU 888 41035*/($-6#5033&(6"$&50 *5 JOGP!TQPSUJOHDMVCUPSSFHVBDFUP JU TITOLO I Denominazione Sede ART. 1 Nello spirito della Costituzione della Repubblica Italiana ed in ossequio a quanto previsto dagli artt.

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 232 DEL 09/07/2010

DELIBERAZIONE N. 232 DEL 09/07/2010 COPIA DELIBERAZIONE N. 232 DEL 09/07/2010 Il Direttore Generale, nella sede dell Azienda Unità Sanitaria Locale di Bologna Via Castiglione, 29 nella data sopra indicata, alla presenza del Direttore Amministrativo

Dettagli

Comune di Veduggio con Colzano. Provincia di Monza e Brianza. Regolamento comunale per il progetto di Volontario Civico

Comune di Veduggio con Colzano. Provincia di Monza e Brianza. Regolamento comunale per il progetto di Volontario Civico Comune di Veduggio con Colzano Provincia di Monza e Brianza Regolamento comunale per il progetto di Volontario Civico Approvato con delibera di Consiglio Comunale n 39 del 27/11/2012 Modificato con delibera

Dettagli

L associazione, per il raggiungimento dei suoi fini, intende promuovere varie attività, in particolare:

L associazione, per il raggiungimento dei suoi fini, intende promuovere varie attività, in particolare: STATUTO ASSOCIAZIONE CULTURALE POLITICAMENTE Art. 1 E costituita l Associazione culturale PoliticaMente, associazione di fatto, apartitica, con durata illimitata nel tempo e senza scopo di lucro, regolata

Dettagli

L associazione, per il raggiungimento dei suoi fini, intende promuovere varie attività, in particolare:

L associazione, per il raggiungimento dei suoi fini, intende promuovere varie attività, in particolare: STATUTO ASSOCIAZIONE CULTURALE POLITICAMENTE Art. 1 E costituita l Associazione culturale PoliticaMente, associazione di fatto, apartitica, con durata illimitata nel tempo e senza scopo di lucro, regolata

Dettagli

Il Fondaco per Feltre

Il Fondaco per Feltre ASSOCIAZIONE CULTURALE ONLUS Il Fondaco per Feltre Associazione Culturale ONLUS "I L F O N D A C O P E R F E L T R E" Numero di classificazione BL0038 del Registro Regionale delle Organizzazioni di Volontariato

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO ASSOCIAZIONE SPACE METAL DETECTOR

ATTO COSTITUTIVO ASSOCIAZIONE SPACE METAL DETECTOR ATTO COSTITUTIVO ASSOCIAZIONE SPACE METAL DETECTOR L anno 2013 il giorno 09 del mese settembre presso la sede in Firenze (FI) Via Giuseppe Zanardelli, 9 50136 I sottoscritti: - Fabio - Marco - Stefano

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ANIMrkhS-ONLUS

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ANIMrkhS-ONLUS STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ANIMrkhS-ONLUS Art 1 Denominazione e sede dell associazione 1. È costituita l Associazione denominata ANIMrkhS - ONLUS, Associazione Nazionale Italiana Sindrome Mayer Rokitansky

Dettagli

STATUTO. Art. 1 - Costituzione e sede

STATUTO. Art. 1 - Costituzione e sede STATUTO Art. 1 - Costituzione e sede È costituita l Associazione denominata G.O. for life ONLUS con sede presso Oncologia Ginecologica, Clinica Ostetrico-Ginecologica, Policlinico Sant Orsola-Malpighi,

Dettagli

Citta di Cinisello Balsamo Provincia di Milano

Citta di Cinisello Balsamo Provincia di Milano COPIA CONFORME Citta di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ Codice n. 10965 Data: 16/11/2005 GC N. 357 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: RINNOVO DI ACCORDO DI COLLABORAZIONE

Dettagli

*** OGGETTO : CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE IN USO AL GRUPPO ALPINI TERRE DEL PO DI BUSSETO DI UN AREA

*** OGGETTO : CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE IN USO AL GRUPPO ALPINI TERRE DEL PO DI BUSSETO DI UN AREA COMUNE DI BUSSETO Rep. n. PROVINCIA DI PARMA *** OGGETTO : CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE IN USO AL GRUPPO ALPINI TERRE DEL PO DI BUSSETO DI UN AREA COMUNALE INDIVIDUATA CATASTALMENTE AL FOGLIO 11, MAPPALE

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE ISTRUTTORI DEL CENTRO VELICO CAPRERA

STATUTO ASSOCIAZIONE ISTRUTTORI DEL CENTRO VELICO CAPRERA STATUTO ASSOCIAZIONE ISTRUTTORI DEL CENTRO VELICO CAPRERA ART. 1 Denominazione e sede 1. E costituita, nel rispetto dell art. 36 e segg. del Codice Civile l associazione denominata: Associazione Istruttori

Dettagli

Statuto dell Associazione Nazionale "NONSOLOGLUTINE" - Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale

Statuto dell Associazione Nazionale NONSOLOGLUTINE - Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale Statuto dell Associazione Nazionale "NONSOLOGLUTINE" - Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale Salerno, 09.09.2013 Art. 1) Sede L'Associazione Nazionale "NONSOLOGLUTINE" - Organizzazione Non Lucrativa

Dettagli

COMUNE DI VALENZANO Provincia di Bari

COMUNE DI VALENZANO Provincia di Bari COMUNE DI VALENZANO Provincia di Bari REGOLAMENTO COMUNALE PER LA PROMOZIONE DELL ASSOCIAZIONISMO L ISTITUZIONE DELL ALBO DELLE ASSOCIAZIONI E DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI Approvato con deliberazione

Dettagli

STATUTO. Dell ASSOCIAZIONE AUTISMO PAVIA O.N.L.U.S.

STATUTO. Dell ASSOCIAZIONE AUTISMO PAVIA O.N.L.U.S. STATUTO Dell ASSOCIAZIONE AUTISMO PAVIA O.N.L.U.S. Art. 1 DURATA L Associazione Autismo Pavia O.N.L.U.S. ha durata illimitata. Art. 2 USO LOCUZIONE ONLUS La Locuzione organizzazione non lucrativa di utilità

Dettagli

CITTÀ DI PIOSSASCO Città Metropolitana di Torino

CITTÀ DI PIOSSASCO Città Metropolitana di Torino CITTÀ DI PIOSSASCO Città Metropolitana di Torino REGOLAMENTO COMUNALE REGOLAMENTO DEL CENTRO INCONTRO PER ANZIANI Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 36 del 28.07.2017 - - 1 INDICE Premessa...3

Dettagli

COMUNE DI BELLANTE PROVINCIA DI TERAMO

COMUNE DI BELLANTE PROVINCIA DI TERAMO COMUNE DI BELLANTE PROVINCIA DI TERAMO REGOLAMENTO DEL CENTRO DIURNO ANZIANI COMUNALE Approvato con deliberazione C.C. n. 38 del 24 Settembre 2008 COMUNE di BELLANTE Provincia di Teramo REGOLAMENTO CENTRO

Dettagli

CONVENZIONE TRA L AZIENDA PER LA TUTELA DELLA SALUTE (ATS) E TRA

CONVENZIONE TRA L AZIENDA PER LA TUTELA DELLA SALUTE (ATS) E TRA ATS SARDEGNA ASSOCIAZIONE VOLONTARI OSPEDALIERI AVO OLBIA CONVENZIONE TRA L AZIENDA PER LA TUTELA DELLA SALUTE (ATS) E L ASSOCIAZIONE VOLONTARI OSPEDALIERI (A.V.O.) DI OLBIA TRA l'ats Sardegna, in persona

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 58 del Reg. Delib. N. 8634 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto IL PRESIDENTE f.to Valeria Antecini f.to Maddalena Sorrentino VERBALE DI DELIBERAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO CENTRO RICREATIVO COMUNALE IL GIRASOLE

REGOLAMENTO CENTRO RICREATIVO COMUNALE IL GIRASOLE REGOLAMENTO CENTRO RICREATIVO COMUNALE IL GIRASOLE ART. 1 - CENTRO RICREATIVO IL GIRASOLE Il Centro ricreativo Il girasole ha sede in Desio, via San Pietro n.14, è una struttura dell Amministrazione Comunale

Dettagli

ASSOCIAZIONE DIPENDENTI ENTI LOCALI (A.D.E.L.E.)

ASSOCIAZIONE DIPENDENTI ENTI LOCALI (A.D.E.L.E.) ASSOCIAZIONE DIPENDENTI ENTI LOCALI (A.D.E.L.E.) ART. I DENOMINAZIONE STATUTO E costituita l Associazione Dipendenti Enti Locali Eventi (A.D.E.L.E.) con sede legale in Varese, via Como 40, salvo diversa

Dettagli

AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA

AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA Giorgio Gasparini Vignola (MODENA) ENTI PUBBLICI TERRITORIALI SOCI: Unione Terre di Castelli e Comuni di Castelnuovo Rangone, Castelvetro di Modena, Guiglia, Marano

Dettagli

OSPEDALIERI AVO TEMPIO

OSPEDALIERI AVO TEMPIO ATS SARDEGNA ASSOCIAZIONE VOLONTARI OSPEDALIERI AVO TEMPIO CONVENZIONE TRA L AZIENDA PER LA TUTELA DELLA SALUTE (ATS) E L ASSOCIAZIONE VOLONTARI OSPEDALIERI (A.V.O.) DI TEMPIO TRA l'ats Sardegna, in persona

Dettagli

COMUNE DI LACCHIARELLA Assessorato Sport e Tempo Libero CONVENZIONE

COMUNE DI LACCHIARELLA Assessorato Sport e Tempo Libero CONVENZIONE COMUNE DI LACCHIARELLA Assessorato Sport e Tempo Libero CONVENZIONE per la gestione del Bocciodromo Comunale tra il Comune di Lacchiarella e L ASSOCIAZIONE BOCCIOFILA CUGINI MORONI INDICE Art.1 Oggetto

Dettagli

Statuto del Centro Aiuto alla Vita Marisa - TRIESTE

Statuto del Centro Aiuto alla Vita Marisa - TRIESTE Statuto del Centro Aiuto alla Vita Marisa - TRIESTE Approvato dall Assemblea Straordinaria dei Soci in data 27/11/2014 2 art. 1 - L'associazione "Centro di Aiuto alla Vita Marisa" (C.A.V.) è finalizzata

Dettagli

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 (Denominazione e sede) 1. E costituita l organizzazione di volontariato, denominata AMICI DI PADRE ALDO che assume la forma giuridica di associazione. 2. L associazione

Dettagli

COMUNE DI MASSA MARITTIMA Provincia di Grosseto

COMUNE DI MASSA MARITTIMA Provincia di Grosseto REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CENTRO SOCIALE COMUNALE 1 (Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 36 in data 30.06.2011) INDICE Titolo 1 Principi generali Art. 1 Finalità Art. 2 Servizi

Dettagli

STATUTO APPROVATO ALL ASSEMBLEA: Roma, 11 Novembre 2005

STATUTO APPROVATO ALL ASSEMBLEA: Roma, 11 Novembre 2005 ASSOCIAZIONE ITALIANA PER IL PARTITO POPOLARE EUROPEO A.I.P.P.E. STATUTO APPROVATO ALL ASSEMBLEA: Roma, 11 Novembre 2005 Sede Nazionale Viale Bardanzellu, 95 00155 Roma Tel. 06/4071388 fax 06/4065941 E-mail:

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO FISSA SOCCORSO SCI ALPINO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO FISSA SOCCORSO SCI ALPINO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO FISSA SOCCORSO SCI ALPINO ART. 1 (Denominazione e sede) L organizzazione di volontariato, denominata: assume la forma giuridica di

Dettagli

STATUTO DELL ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO LA PIETRA. Via Friuli, 1/a SELVAZZANO DENTRO (PD)

STATUTO DELL ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO LA PIETRA. Via Friuli, 1/a SELVAZZANO DENTRO (PD) STATUTO DELL ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO LA PIETRA Via Friuli, 1/a 35030 SELVAZZANO DENTRO (PD) ART. 1 (Denominazione e sede) 1. L organizzazione di volontariato, denominata: assume la

Dettagli

STATUTO dell Associazione "FAMIGLIA APERTA" (approvato il 30 novembre 2013)

STATUTO dell Associazione FAMIGLIA APERTA (approvato il 30 novembre 2013) STATUTO dell Associazione "FAMIGLIA APERTA" (approvato il 30 novembre 2013) DENOMINAZIONE ARTICOLO 1 E costituita l Associazione di volontariato denominata "FAMIGLIA APERTA". In base alla legge 266/91

Dettagli

Comune di Biccari Provincia di Foggia REGOLAMENTO CIRCOLO ANZIANI

Comune di Biccari Provincia di Foggia REGOLAMENTO CIRCOLO ANZIANI Comune di Biccari Provincia di Foggia REGOLAMENTO CIRCOLO ANZIANI Art. 1 Principi generali Il funzionamento del Circolo Anziani istituito dal Comune di Biccari è disciplinato dal presente Regolamento.

Dettagli

STATUTO dell Associazione Culturale ESSI VIVONO

STATUTO dell Associazione Culturale ESSI VIVONO STATUTO dell Associazione Culturale ESSI VIVONO ART. 1 DENOMINAZIONE, SEDE E DURATA E' costituita, nel rispetto dell'articolo 36 e segg. del Codice Civile l'associazione denominata ESSI VIVONO con sede

Dettagli

Maurizio Ampollini. La riforma del Terzo Settore. Caponago, 18 novembre 2017

Maurizio Ampollini. La riforma del Terzo Settore. Caponago, 18 novembre 2017 Maurizio Ampollini La riforma del Terzo Settore Caponago, 18 novembre 2017 Legge 6 giugno 2016 n. 106 (GU 18 giugno 2016 n.141): Delega al Governo per la Riforma del Terzo settore, dell impresa sociale

Dettagli

CITTÀ DI MONCALIERI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI MONCALIERI E L ASSOCIAZIONE A.I.R.

CITTÀ DI MONCALIERI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI MONCALIERI E L ASSOCIAZIONE A.I.R. CITTÀ DI MONCALIERI REGISTRO SCRITTURE PRIVATE N. 5876 CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI MONCALIERI E L ASSOCIAZIONE A.I.R. DOWN PER LA GESTIONE DELLO SPORTELLO HANDICAP. L anno duemilaundici, il giorno ventinove

Dettagli

ISTITUZIONE DELLA CONSULTA COMUNALE PER L'INTEGRAZIONE DELLE PERSONE IN SITUAZIONE DI HANDICAP E DELLE LORO FAMIGLIE. IL CONSIGLIO

ISTITUZIONE DELLA CONSULTA COMUNALE PER L'INTEGRAZIONE DELLE PERSONE IN SITUAZIONE DI HANDICAP E DELLE LORO FAMIGLIE. IL CONSIGLIO P.G. N.: 78687/2001 N. O.d.G.: 190/2001 N. Archivio: 108 Data Seduta Giunta: 22/05/2001 Data Seduta Consiglio: 10/09/2001 Data Pubblicazione: 12/09/2001 Data Esecutività: 22/09/2001 ISTITUZIONE DELLA CONSULTA

Dettagli

Regolamento Consulta delle Associazioni e delle organizzazioni di volontariato. V Municipalità Arenella/Arenella. Norme di carattere generale ART 1

Regolamento Consulta delle Associazioni e delle organizzazioni di volontariato. V Municipalità Arenella/Arenella. Norme di carattere generale ART 1 Regolamento Consulta delle Associazioni e delle organizzazioni di volontariato. V Municipalità Arenella/Arenella Norme di carattere generale ART 1 Istituzione e sede 1. La Consulta dell associazionismo

Dettagli

STATUTO. ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE A.D.A. (Associazione per i diritti degli anziani)

STATUTO. ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE A.D.A. (Associazione per i diritti degli anziani) STATUTO ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE A.D.A. (Associazione per i diritti degli anziani) ART. 1 (Denominazione e sede) 1. L associazione di promozione sociale denominata A.D.A assume la forma giuridica

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE PER NON SENTIRSI SOLI

STATUTO ASSOCIAZIONE PER NON SENTIRSI SOLI STATUTO ASSOCIAZIONE PER NON SENTIRSI SOLI Indice Art 1 Costituzione, denominazione, sede. Art 2 Scopi ed attività. Art 3 Risorse economiche. Art 4 I soci. Art 5 Criteri di ammissione ed esclusione dei

Dettagli

S O M M A R I O ART. 1 - OGGETTO...3 ART. 2 - FINALITÀ...3 ART. 3 - AMBITO DI INTERVENTO DEL VOLONTARIO...3 ART. 4 - MODALITÀ DI COLLABORAZIONE...

S O M M A R I O ART. 1 - OGGETTO...3 ART. 2 - FINALITÀ...3 ART. 3 - AMBITO DI INTERVENTO DEL VOLONTARIO...3 ART. 4 - MODALITÀ DI COLLABORAZIONE... CONSORZIO INTERCOMUNALE dei SERVIZI SOCIO-ASSISTENZIALI REGOLAMENTO CONSORTILE PER LA VALORIZZAZIONE DEL VOLONTARIATO DEI SINGOLI E DELLE FAMIGLIE Approvato con deliberazione dell Assemblea Consortile

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SCIENTIFICO CULTURALE PROFESSIONE PSICOLOGO TITOLO I L ASSOCIAZIONE ART.1

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SCIENTIFICO CULTURALE PROFESSIONE PSICOLOGO TITOLO I L ASSOCIAZIONE ART.1 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SCIENTIFICO CULTURALE PROFESSIONE PSICOLOGO TITOLO I L ASSOCIAZIONE ART.1 E costituita con sede in Nocera Umbra (PG), Vocabolo Colle n. 11, una Associazione scientifico culturale

Dettagli

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI MALNATE E LA SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO DI MALNATE E DELL INSUBRIA PER L INSERIMENTO DI ANZIANI PRESSO IL CENTRO DIURNO

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI MALNATE E LA SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO DI MALNATE E DELL INSUBRIA PER L INSERIMENTO DI ANZIANI PRESSO IL CENTRO DIURNO CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI MALNATE E LA SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO DI MALNATE E DELL INSUBRIA PER L INSERIMENTO DI ANZIANI PRESSO IL CENTRO DIURNO INTEGRATO ******************** PREMESSO che: ------------------------------------------------------------------------

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA E LA VALORIZZAZIONE DELL ASSOCIAZIONISMO NEL TERRITORIO COMUNALE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA E LA VALORIZZAZIONE DELL ASSOCIAZIONISMO NEL TERRITORIO COMUNALE CITTA DI CONEGLIANO PROVINCIA DI TREVISO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA E LA VALORIZZAZIONE DELL ASSOCIAZIONISMO NEL TERRITORIO COMUNALE - Approvato con del. C.C. n. 39-757 del 26.6.1987 (CO.RE.CO. prot.

Dettagli

a. sostenere le Scuole aderenti e rappresentare nei rapporti con le istituzioni, in particolare il MIUR, e con i portatori di interessi;

a. sostenere le Scuole aderenti e rappresentare nei rapporti con le istituzioni, in particolare il MIUR, e con i portatori di interessi; Statuto della Consulta delle Scuole Italiane di Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale Art. 1 - Costituzione 1. E' costituita l'associazione denominata Consulta delle Scuole Italiane di Psicoterapia

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE C.I.S.A.P. CONSORZIO INTERCOMUNALE DEI SERVIZI ALLA PERSONA Comuni di Collegno e Grugliasco DETERMINAZIONE N 152/2012 DEL 20/12/2012 ORIGINALE Oggetto: Convenzione tra il C.I.S.A.P. e l Associazione di

Dettagli

CENTRO APERTO POLIVALENTE PER ANZIANI ISTITUZIONE E REGOLAMENTO DI GESTIONE

CENTRO APERTO POLIVALENTE PER ANZIANI ISTITUZIONE E REGOLAMENTO DI GESTIONE C o m u n e di C e l l a m a r e CENTRO APERTO POLIVALENTE PER ANZIANI ISTITUZIONE E REGOLAMENTO DI GESTIONE Approvato con delibera di C.C. n. 36 del 18/12/2014 1 I N D I C E ART. 1 - Istituzione ART.

Dettagli

COMUNE DI CORBETTA CONCESSIONE IN USO DI UNITA IMMOBILIARE DI PROPRIETA COMUNALE SITA NEL PARCO DI VILLA FERRARIO VIA MADONNA TRA

COMUNE DI CORBETTA CONCESSIONE IN USO DI UNITA IMMOBILIARE DI PROPRIETA COMUNALE SITA NEL PARCO DI VILLA FERRARIO VIA MADONNA TRA ALLEGATO C COMUNE DI CORBETTA CONCESSIONE IN USO DI UNITA IMMOBILIARE DI PROPRIETA COMUNALE SITA NEL PARCO DI VILLA FERRARIO VIA MADONNA 24 - CORBETTA L anno.. addì. del mese di.. presso l Ufficio Tecnico

Dettagli

TITOLO III - ORGANISMI DI GESTIONE E COORDINAMENTO... 3 TITOLO IV - RAPPRESENTANZA, PARTECIPAZIONE DEI FREQUENTATORI... 4

TITOLO III - ORGANISMI DI GESTIONE E COORDINAMENTO... 3 TITOLO IV - RAPPRESENTANZA, PARTECIPAZIONE DEI FREQUENTATORI... 4 CITTA DI SEREGNO AREA ORGANIZZAZIONE E SERVIZI ALLA PERSONA REGOLAMENTO SERVIZIO CENTRO DIURNO NOBILI TITOLO I - NOZIONI GENERALI... 2 ART. 1 - DEFINIZIONE E FINALITA...2 TITOLO II - SERVIZI... 2 ART.

Dettagli

C O M U N E D I N O N A N T O L A PROVINCIA DI MODENA

C O M U N E D I N O N A N T O L A PROVINCIA DI MODENA @II@ Allegato A) CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI NONANTOLA E L ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE LA CLESSIDRA DI NONANTOLA PER LA GESTIONE DI ATTIVITA SOCIALMENTE UTILI. ANNI 2017-2018-2019. Premesso che:

Dettagli

Allegato C. Tutto ciò premesso. si conviene e si stipula quanto segue:

Allegato C. Tutto ciò premesso. si conviene e si stipula quanto segue: Allegato C SCHEMA DICIPLINARE D INCARICO PER IL CONFERIMENTO DELL INCARICO PROFESSIONALE PER IL COORDINAMENTO PEDAGOGICO DEI SERVIZI PER L'INFANZIA DEI COMUNI DI FAENZA, CASTEL BOLOGNESE, SOLAROLO, RIOLO

Dettagli

COMUNE DI BORGOMANERO

COMUNE DI BORGOMANERO COMUNE DI BORGOMANERO REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA CONSULTA DEL SISTEMA DEI SERVIZI E DEGLI INTERVENTI SOCIALI APPROVATO CON ATTO C.C. N. 4 DEL 26 FEBBRAIO 2001 Il presente Regolamento è entrato

Dettagli

Regolamento per l utilizzo delle Sale Sociali

Regolamento per l utilizzo delle Sale Sociali Associazione Insieme nei Cortili Via Hermada 14, Milano C.F. 97710140159 www.insiemeneicortili.it Regolamento per l utilizzo delle Sale Sociali CAPITOLO I - descrizione e destinazione Articolo 1 Le Sale

Dettagli

STATUTO DENOMINAZIONE SCOPO SEDE DURATA

STATUTO DENOMINAZIONE SCOPO SEDE DURATA STATUTO DENOMINAZIONE SCOPO SEDE DURATA Art. 1) E costituita l associazione a carattere regionale con denominazione R.P. LIGURIA - Onlus (Associazione per la Retinite Pigmentosa ed altre malattie della

Dettagli

COMUNE DI CAVALLINO-TREPORTI Provincia di Venezia OGGETTO

COMUNE DI CAVALLINO-TREPORTI Provincia di Venezia OGGETTO COPIA N 6 COMUNE DI CAVALLINO-TREPORTI Provincia di Venezia VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO Approvazione indirizzi per concessione immobili comunali all' associazione Volontari di

Dettagli

COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO

COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO VERBALE N. 121 DEL 27.06.2012 COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: CONTRATTO DI COMODATO D'USO GRATUITO DI UN LOCALE DI PROPRIETA'

Dettagli

ASSOCIAZIONE EX STUDENTI (UCSEI) DEL CENTRO GIOVANNI XXIII. Indice Degli Articoli Statutari

ASSOCIAZIONE EX STUDENTI (UCSEI) DEL CENTRO GIOVANNI XXIII. Indice Degli Articoli Statutari ASSOCIAZIONE EX STUDENTI (UCSEI) DEL CENTRO GIOVANNI XXIII Indice Degli Articoli Statutari Art.1 - Denominazione Art.2 - Fini dell Associazione Art.3 - Soci effettivi ed Aggregati Art.4 - Ammissione dei

Dettagli

Anteas Statuto dell Associazione di Volontariato

Anteas Statuto dell Associazione di Volontariato Anteas Statuto dell Associazione di Volontariato ART. 1 (Denominazione e sede) L organizzazione di volontariato, denominata: Anteas... assume la forma giuridica di associazione apartitica e aconfessionale.

Dettagli

STATUTO DI ASSOCIAZIONE CULTURALE

STATUTO DI ASSOCIAZIONE CULTURALE STATUTO DI ASSOCIAZIONE CULTURALE Art. 1. Si costituisce l'associazione Culturale "WONDER", è una libera Associazione di fatto, aconfessionale e apolitica, con durata illimitata nel tempo e senza scopo

Dettagli

STATUTO ART.1 ART.2 ART.3 BANDA MUSICALE COMUNALE MOENA

STATUTO ART.1 ART.2 ART.3 BANDA MUSICALE COMUNALE MOENA 38035 Moena, li 22 MARZO 1999 BANDA MUSICALE COMUNALE MOENA STATUTO ART.1 È costruita l associazione Banda Musicale Comunale Moena. È una libera associazione di fatto, apartitica e apolitica, con durata

Dettagli

CONTRATTO DI COMODATO PER L AFFIDAMENTO DEI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE SITI IN AREZZO IN VIA. DA ADIBIRE A SEDE DELL'ASSOCIAZIONE

CONTRATTO DI COMODATO PER L AFFIDAMENTO DEI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE SITI IN AREZZO IN VIA. DA ADIBIRE A SEDE DELL'ASSOCIAZIONE All. 1 CONTRATTO DI COMODATO PER L AFFIDAMENTO DEI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE SITI IN AREZZO IN VIA. DA ADIBIRE A SEDE DELL'ASSOCIAZIONE. L anno duemilaquindici (2015) e questo dì... (...) del mese di..con

Dettagli

Statuto. Associazione tutela forze armate. E costituita un Associazione di Promozione Sociale (APS), denominata

Statuto. Associazione tutela forze armate. E costituita un Associazione di Promozione Sociale (APS), denominata Statuto Associazione tutela forze armate Articolo 1) Denominazione E costituita un Associazione di Promozione Sociale (APS), denominata Associazione Tutela Forze Armate APS, da ora in avanti denominata

Dettagli

COMUNE DI VEDUGGIO CON COLZANO

COMUNE DI VEDUGGIO CON COLZANO COMUNE DI VEDUGGIO CON COLZANO Provincia di Monza e Brianza Codice Ente 11123 N. 19 Reg. Delib. G.C. Seduta del 09/02/2015 OGGETTO: MODALITA DI APPLICAZIONE DEL NUOVO INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI TERAMO. Nr. DEL.P del 30/03/2016

DELIBERAZIONE DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI TERAMO. Nr. DEL.P del 30/03/2016 DELIBERAZIONE DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI TERAMO Nr. DEL.P-2016-0000121 del 30/03/2016 OGGETTO: Proroga della concessione in sub-comodato gratuito nn. 2 locali siti al piano terra dell immobile di

Dettagli

CONCESSIONE PER L UTILIZZO DELLE SALE DI AGGREGAZIONE DEL CENTRO CIVICO

CONCESSIONE PER L UTILIZZO DELLE SALE DI AGGREGAZIONE DEL CENTRO CIVICO CONCESSIONE PER L UTILIZZO DELLE SALE DI AGGREGAZIONE DEL CENTRO CIVICO Tra l Amministrazione Comunale di Castellanza, rappresentata dal Responsabile del Settore Istruzione Cultura e Sport dr.ssa ROBERTA

Dettagli

CENTRO DI CULTURA Card. ELIA DALLA COSTA STATUTO DELL ASSOCIAZIONE. Articolo 1. Articolo 2

CENTRO DI CULTURA Card. ELIA DALLA COSTA STATUTO DELL ASSOCIAZIONE. Articolo 1. Articolo 2 CENTRO DI CULTURA Card. ELIA DALLA COSTA STATUTO DELL ASSOCIAZIONE Articolo 1 Costituzione, denominazione e sede. E costituita in Schio con sede in Via Cavour n. 3 l Associazione denominata CENTRO DI CULTURA

Dettagli

I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 63

I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 63 I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 63 PROVINCIA DI PADOVA REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI IN TEMA DI ASSOCIAZIONI PRO LOCO Approvato con D.C.P. in data 29.09.2003 n. 66 reg. Articolo 1 Finalità La

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA COMUNALE DELLO SPORT

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA COMUNALE DELLO SPORT Comune di Codogno REGOLAMENTO DELLA CONSULTA COMUNALE DELLO SPORT Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 84 del 25 ottobre 2007 Articolo 1 Finalità della Consulta Il Comune di Codogno riconoscendo

Dettagli

COMITATO DEI GENITORI. Scuola Primaria VIGNE Via Adone Zoli CESENA (FC) Statuto

COMITATO DEI GENITORI. Scuola Primaria VIGNE Via Adone Zoli CESENA (FC) Statuto COMITATO DEI GENITORI Scuola Primaria VIGNE Via Adone Zoli 35 47521 CESENA (FC) Statuto COMITATO DEI GENITORI DELLA SCUOLA PRIMARIA VIGNE CESENA Premessa Art. 1- Costituzione Art. 2 Scopo e finalità Art.

Dettagli

COMUNE DI SANTA GIUSTINA BELLUNO CIRCOLO ELISA ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE STATUTO. ART. 1 (Denominazione e sede)

COMUNE DI SANTA GIUSTINA BELLUNO CIRCOLO ELISA ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE STATUTO. ART. 1 (Denominazione e sede) COMUNE DI SANTA GIUSTINA BELLUNO CIRCOLO ELISA ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE STATUTO ART. 1 (Denominazione e sede) 1. E costituita, nel rispetto del Codice Civile, della Legge 383/2000 e della normativa

Dettagli

STATUTO. dell Associazione di Promozione Turistica Pro Loco CURTOMARTINO con sede in Acquaviva delle Fonti.

STATUTO. dell Associazione di Promozione Turistica Pro Loco CURTOMARTINO con sede in Acquaviva delle Fonti. STATUTO STATUTO dell Associazione di Promozione Turistica Pro Loco CURTOMARTINO con sede in Acquaviva delle Fonti. 1) DENOMINAZIONE E SEDE E costituita l Associazione di Promozione Turistica Pro Loco denominata

Dettagli

COMUNE DI CAMPOFORMIDO ************ PROVINCIA DI UDINE. L anno duemilasedici, addì del mese di tra il

COMUNE DI CAMPOFORMIDO ************ PROVINCIA DI UDINE. L anno duemilasedici, addì del mese di tra il Allegato C) ALL AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE IN COMODATO GRATUITO DEL CAMPO SPORTIVO DI BRESSA CON RELATIVE STRUTTURE E PERTINENZE. FG. 2 MAPP. 491-845. SCHEMA CONTRATTO PER LA CONCESSIONE IN COMODATO

Dettagli

Statuto dell Associazione di Promozione Sociale Creuza de ma - Pietracatella

Statuto dell Associazione di Promozione Sociale Creuza de ma - Pietracatella Statuto dell Associazione di Promozione Sociale Creuza de ma - Pietracatella ART. 1 (Denominazione e sede) E costituita, nel rispetto del Codice Civile, della Legge 383/2000 e della normativa nazionale

Dettagli

STATUTO Articolo 1 Costituzione e sede Associazione Amici del Quartetto Guido A. Borciani Articolo 2 Finalità

STATUTO Articolo 1 Costituzione e sede Associazione Amici del Quartetto Guido A. Borciani Articolo 2 Finalità STATUTO Articolo 1 Costituzione e sede È costituita in Reggio Emilia lʹassociazione culturale senza fini di lucro denominata Associazione Amici del Quartetto Guido A. Borciani (di seguito, denominata l

Dettagli

CONTRATTO D'USO DI IMMOBILE A TEMPO PARZIALE E A TITOLO GRATUITO

CONTRATTO D'USO DI IMMOBILE A TEMPO PARZIALE E A TITOLO GRATUITO Ufficio Avvocatura - Ufficio Amm. Diocesano BOZZA N.11 Aggiornamento del 20 dicembre 2016 CONTRATTO D'USO DI IMMOBILE A TEMPO PARZIALE E A TITOLO GRATUITO Con la presente scrittura privata tra la Parrocchia,

Dettagli

Scrittura Privata COMUNE DI FRANCAVILLA AL MARE. (Provincia di Chieti) SCHEMA DI CONTRATTO COMODATO USO GRATUITO AD

Scrittura Privata COMUNE DI FRANCAVILLA AL MARE. (Provincia di Chieti) SCHEMA DI CONTRATTO COMODATO USO GRATUITO AD N. Reg. Gen. Scrittura Privata COMUNE DI FRANCAVILLA AL MARE (Provincia di Chieti) SCHEMA DI CONTRATTO COMODATO USO GRATUITO AD ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO O PROMOZIONE SOCIALE DEI LOCALI E DEL TERRENO

Dettagli

COMUNE DI BAREGGIO DETERMINAZIONE DI IMPEGNO DI SPESA PER CONTRIBUTO ANNO 2016 AD ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO CESTO SOLIDALE DI BAREGGIO

COMUNE DI BAREGGIO DETERMINAZIONE DI IMPEGNO DI SPESA PER CONTRIBUTO ANNO 2016 AD ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO CESTO SOLIDALE DI BAREGGIO COMUNE DI BAREGGIO Determinazione SETTORE FAMIGLIA E SOLIDARIETA' SOCIALE Numero 151 Data 27/10/2016 Oggetto: DETERMINAZIONE DI IMPEGNO DI SPESA PER CONTRIBUTO ANNO 2016 AD ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO

Dettagli

ASSOCIAZIONE SVIZZERA INQUILINI Federazione della Svizzera Italiana

ASSOCIAZIONE SVIZZERA INQUILINI Federazione della Svizzera Italiana ASSOCIAZIONE SVIZZERA INQUILINI Federazione della Svizzera Italiana Segretariato generale 6900 Massagno Via Stazio 2 Tel. 091 967 51 44 Fax 091 967 51 45 www.asi-infoalloggio.ch massagno@asi-infoalloggio.ch

Dettagli

COMUNE DI PONTE SAN PIETRO Provincia di Bergamo Piazza Libertà n. 1 tel. n Rep. atti 2454

COMUNE DI PONTE SAN PIETRO Provincia di Bergamo Piazza Libertà n. 1 tel. n Rep. atti 2454 COMUNE DI PONTE SAN PIETRO Provincia di Bergamo Piazza Libertà n. 1 tel. n. 035 6228411 Rep. atti 2454 CONTRATTO DI COMODATO D USO GRATUITO LOCALI E STRUTTURE FISSE DI PROPRIETA COMUNALE SITI IN VIA ADDA

Dettagli

COMUNE DI SAN PAOLO D ARGON

COMUNE DI SAN PAOLO D ARGON COMUNE DI SAN PAOLO D ARGON Viale della Rimembranza, 39 - cap.24060 PROVINCIA DI BERGAMO Tel.035.4253011 Fax.035.4253051 E-mail: comune@comune.sanpaolodargon.bg.it - P.IVA 00288640162 AVVISO PUBBLICO DI

Dettagli

Allegato A Statuto. ART. 1 (Denominazione e sede)

Allegato A Statuto. ART. 1 (Denominazione e sede) Allegato A Statuto ART. 1 (Denominazione e sede) 1. E costituita, nel rispetto del Codice Civile l associazione denominata: con sede in via Donatello

Dettagli

LE FONDAZIONI. Oggetto delle Fondazioni: Classificazioni, attività, relazioni con la normativa ONLUS

LE FONDAZIONI. Oggetto delle Fondazioni: Classificazioni, attività, relazioni con la normativa ONLUS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LE FONDAZIONI Oggetto delle Fondazioni: Classificazioni, attività, relazioni con la normativa ONLUS ELENA DEMARZIANI 24 marzo 2015 Sala Convegni C.so Europa, 11 Milano

Dettagli

ART. 1 (Denominazione e sede) ART. 2 (Statuto)

ART. 1 (Denominazione e sede) ART. 2 (Statuto) STATUTO I.P.A. 1 ART. 1 (Denominazione e sede) L organizzazione di volontariato, denominata: Associazione I.P.A. (Io Per l Altro) assume la forma giuridica di associazione apartitica e aconfessionale.

Dettagli

STATUTO. Associazione di promozione sociale «C ENTRO DENTRO»

STATUTO. Associazione di promozione sociale «C ENTRO DENTRO» STATUTO Associazione di promozione sociale «C ENTRO DENTRO» ART. 1 (Denominazione e sede) 1. E costituita, nel rispetto del Codice Civile, della Legge 383/2000 e della normativa in materia, l associazione

Dettagli

CONVENZIONE PER LA COSTITUZIONE E LA GESTIONE DELL UFFICIO ASSOCIATO STRADE COMUNALI E VERDE PUBBLICO

CONVENZIONE PER LA COSTITUZIONE E LA GESTIONE DELL UFFICIO ASSOCIATO STRADE COMUNALI E VERDE PUBBLICO CONVENZIONE PER LA COSTITUZIONE E LA GESTIONE DELL UFFICIO ASSOCIATO STRADE COMUNALI E VERDE PUBBLICO L'anno.., il giorno del mese di ottobre presso la sede sono intervenuti i Sigg.ri: 1., nato a il, il

Dettagli