REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

Save this PDF as:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA"

Transcript

1 Regione Piemonte COMUNE DI PIVERONE Piazza Marconi, PIVERONE (TO) Tel. 0125/ Fax Cod. fisc P. IVA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 15..DEL 06/07/2018 ART. 1 FINALITA ED OBIETTIVI DEL SERVIZIO Le presenti norme disciplinano il servizio di refezione scolastica, servizio pubblico a domanda individuale, garantito dall'ente locale secondo quanto previsto dalla normativa nazionale e regionale vigente in materia di diritto allo studio. Le finalità generali del servizio sono quelle di consentire agli studenti la permanenza presso i plessi scolastici frequentati, nel caso di svolgimento di attività scolastica di tempo pieno, modulare o prolungato che prevedano rientri pomeridiani. Il servizio ha l'obiettivo di promuovere una sana e corretta alimentazione, secondo le disposizioni indicate dall ASL territoriale competente, e favorire l integrazione scolastica. L'Ufficio Scuole del Comune è responsabile del rispetto degli obiettivi sopra specificati e dell'organizzazione generale del servizio. ART. 2 DESTINATARI DEL SERVIZIO I destinatari del servizio di ristorazione scolastica sono: gli alunni iscritti e frequentanti la scuola dell'infanzia statale, scuola primaria e secondaria di primo grado ubicate sul territorio; Il personale docente che usufruisce del servizio di mensa ai sensi dell articolo 21 del CCNL del

2 ART. 3 - ISCRIZIONE AL SERVIZIO Le famiglie interessate ad usufruire del servizio di mensa scolastica dovranno farne richiesta per l intera annualità entro, e non oltre, il mese di luglio, mediante appositi moduli predisposti dall Ufficio Scuole e distribuiti attraverso le scuole e l Istituto Comprensivo di Azeglio. Ad anno scolastico iniziato saranno accolte solamente le domande relative a: nuove iscrizioni alle scuole del territorio comunale; sopraggiunti gravi impedimenti familiari da documentare La richiesta del servizio mensa espressa in forma scritta dal genitore, distinta per ciascun figlio, comporta l accettazione e il rispetto del presente Regolamento nella sua integrità. Il non regolare pagamento della mensa nell anno scolastico precedente, comporterà l esclusione dal servizio nel nuovo anno scolastico, ferma restando l attività di riscossione coattiva delle quote dovute e non pagate. ART. 4 - MODALITA DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO Per le norme igienico sanitarie ed i menù da osservare nelle mense scolastiche si fa riferimento alle tabelle merceologiche, alle tabelle dietetiche con specifiche di grammature elaborate dalla ASL di competenza (S.C. Igiene degli Alimenti e della Nutrizione) e alle tabelle riportate su Capitolato Speciale d Appalto. L Amministrazione Comunale cura la diffusione del menù sia invernale che estivo mediante l'affissione nei refettori dei singoli plessi scolastici ed inserimento nel sito internet del Comune stesso.

3 Rispetto al menù stabilito dai competenti servizi, deroghe e diete particolari sono ammesse nei seguenti casi: per motivi di salute, dietro presentazione di certificazione medica all'ufficio Scuole (Tel ). La certificazione, che deve essere sui modelli predisposti dalla Regione Piemonte, che sono reperibili sul sito del Comune di Piverone e sul sito della Regione Piemonte; Per motivi di salute, relativamente al cosiddetto menù in bianco, su richiesta scritta dei genitori da presentarsi all'insegnante, che al momento della prenotazione del pasto provvederà ad inoltrarlo alla sede di preparazione dei pasti, in questo caso non è necessaria certificazione medica e potrà avere validità per un periodo non superiore a cinque giorni consecutivi. Per periodi superiori ai 5 giorni occorre idonea certificazione medica; Per motivi religiosi/etici, su modulo predisposto (Allegato 1), reperibile presso l Ufficio Scuole del Comune di Piverone, sul sito del Comune di Piverone, presso i diversi plessi scolastici e segreteria, compilato dai genitori e consegnato all'ufficio Scuole del Comune di Piverone. Il Servizio di mensa scolastica è affidato in gestione ad un soggetto esterno selezionato con procedure di appalto ad evidenza pubblica. Il servizio è erogato in conformità al calendario scolastico dell Istituto Comprensivo di Azeglio ed all'articolazione dell'orario delle singole scuole, e prevede di regola il pranzo dal lunedì al venerdì secondo il calendario dell'istituto Scolastico fissato dalle competenti autorità in materia.

4 ART. 5 - RINUNCIA AL SERVIZIO La rinuncia al servizio di mensa o la variazione dei dati dichiarati al momento dell'iscrizione dovrà essere comunicata per iscritto al Servizio Scuole del Comune almeno 2 giorni prima della rinuncia. La rinuncia, una volta presentata, sarà valida per tutta la durata dell'anno scolastico e l iscrizione alla mensa potrà essere ripresentata soltanto l'anno successivo. La rinuncia al servizio mensa potrà altresì avvenire, per differente scelta sul consumo del pasto entro e non oltre il 15 ottobre di ogni A.S. (con le modalità descritte negli allegati 2, 3, 4, 5 e 6) Le famiglie che rinunciano all utilizzo del servizio mensa per motivi di salute o trasferimento ad altra scuola (da documentare debitamente) hanno diritto al rimborso dei pasti pagati e non fruiti. Nessun rimborso è dovuto per l interruzione dell utilizzo del servizio mensa in ogni e qualsivoglia altro caso. ART. 6 - MONITORAGGIO DEL SERVIZIO E CONTROLLI Gli organi preposti al controllo del servizio, Amministrazione Comunale, Commissione Mensa e Organi di controllo per competenze territoriali, effettuano, ognuno per quanto di competenza, periodiche verifiche, in ordine alle modalità di conduzione del servizio ed al controllo sui generi alimentari, sui locali, sulle attrezzature e sul menù. Il Comune monitora il servizio mensa scolastica attraverso: L Ufficio Scuole, ogni qualvolta lo ritenga opportuno su tutte le materie inerenti il servizio mensa; la Commissione Mensa composta da: Due rappresentanti designati dall Amministrazione Comunale, con funzioni di verbalizzazione, contatti con la ditta esecutrice dell appalto, controllo diretto della qualità.

5 Un rappresentante dei genitori designato dalla Scuola dell Infanzia, due rappresentanti dei genitori per la Scuola Primaria e due rappresentanti dei genitori per la Scuola Secondaria di 1 Grado, con funzioni di rappresentanza dei fruitori e di rilevazione diretta della qualità. Qualora siano presenti più candidature, verrà predisposto un sorteggio pubblico tra i nominativi presentati. Un rappresentante del personale docente per ogni ordine scolastico designato dalla scuola interessata, con funzioni di rappresentanza dell istituzione scolastica e di rilevazione diretta della qualità. Non possono essere designati per la Commissione di Controllo gli utenti non in regola con il pagamento delle quote di compartecipazione al servizio e tutti i soggetti che operino in qualsiasi modo nel settore della grande distribuzione e/o ristorazione collettiva. Le commissioni sono istituite con atto dell Amministrazione Comunale. I genitori designati membri delle commissioni rimangono in carica fino a nuova nomina. Nessun compenso è previsto per le attività delle Commissioni di Controllo. ART.7 - CONTRIBUZIONE DELLE FAMIGLIE AL COSTO DEL SERVIZIO Le famiglie partecipano al costo del servizio acquistando i pasti secondo le tariffe deliberate dalla Giunta Comunale per ciascun anno finanziario e allegate al Bilancio annuale del Comune, ai sensi del D.lgs. n. 267/2000, Art. 172, (TESTO UNICO ENTI LOCALI, Programmazione e bilanci: Concordanza tra bilancio di previsione e obiettivo programmatico del patto di stabilità interno) Al momento dell iscrizione al servizio mensa i cittadini sono informati delle tariffe in quel momento vigenti.

6 Con la sottoscrizione della domanda di iscrizione la famiglia si impegna a rispettare il regolamento e ad accettare tutte le condizioni e le modalità di pagamento ivi contenute. Il servizio di mensa è gratuito: - per i componenti della commissione mensa, regolarmente autorizzati dall Amministrazione Comunale, in occasione di controlli del servizio; - per particolari iniziative scolastiche e/o territoriali promosse o sostenute dall amministrazione Comunale. ART. 8 - TARIFFE AGEVOLATE Il Comune di Piverone riconosce le tariffe agevolate, su richiesta degli interessati, o su segnalazione del Consorzio In.Re.Te. che rileva la particolare situazione economica, sociale del richiedente. La richiesta deve essere presentata all inizio di ogni anno scolastico. E fatta eccezione per i nuovi iscritti nelle scuole del territorio provenienti da altri Comuni. L agevolazione sara resa attiva dal primo giorno successivo alla presentazione della richiesta a seguito dell accoglimento della stessa. Hanno diritto alla riduzioni sulle tariffe annuali fissate per il servizio gli alunni appartenenti a famiglie residenti nel Comune di Piverone che, sulla base dell'indicatore ISEE, si trovino in situazione di disagio, secondo le percentuali di riduzione fissate annualmente dalla Giunta Comunale in occasione della determinazione delle tariffe.

7 Per i residenti dei Comuni di Palazzo Canavese, Azeglio e Settimo Rottaro sarà necessario rivolgersi ai rispettivi Uffici Amministrativi. Per poter ottenere le riduzioni di cui sopra è indispensabile presentare istanza all'amministrazione all'atto dell'iscrizione al servizio indicando l importo ISEE (indicatore situazione economica equivalente) per prestazioni agevolate rivolte a minorenni in corso di validità. L'Ufficio comunale di Ragioneria procederà alla richiesta di versamento delle somme eventualmente dovute a conguaglio sulla base delle giornate di utilizzo del servizio e del periodo di validità delle attestazioni presentate al Comune. Il Comune si riserva il diritto di dare beneficio dopo aver verificato la correttezza della attestazione ISEE presentata. La Giunta comunale può, inoltre, prevedere tariffe agevolate per nuclei familiari con due o più minori iscritti al medesimo servizio. ART.9 - MODALITA DI PAGAMENTO DEI PASTI Le modalità organizzative e gestionali di pagamento vengono disposte sulla base delle scelte di impostazione assunte dall Amministrazione Comunale, e ogni inizio di anno scolastico verranno rese note. II pagamento è basato sui pasti effettivamente consumati rilevato dalle presenze giornaliere a scuola. L allontanamento dell alunno dal plesso scolastico prima della fruizione del pasto non comporta l annullamento del pagamento, se la comunicazione non è resa nota alla Ditta affidataria del servizio entro le ore del medesimo giorno e comunicata contestualmente all Ufficio Scuole.

8 ART.10 - RECUPERO CREDITI In caso di mancato pagamento della tariffa da parte del cittadino fruitore il Comune procede al recupero coattivo dei crediti secondo normativa vigente. Nel caso di mancato pagamento delle tariffe dovute, l Amministrazione provvederà ad inoltrare apposito sollecito Trascorsi 10 giorni dal ricevimento del predetto sollecito, provvederà altresì all invio di apposita diffida entro ulteriori 10 giorni Nel caso di mancata ottemperanza nel saldo del debito si avvierà la procedura di riscossione coattiva che comporterà la decadenza immediata dal diritto di fruizione del servizio. Agli utenti insolventi saranno addebitate tutte le ulteriori spese, necessarie per il recupero del credito dell Ente gestore. L Amministrazione Comunale, verificato il mancato pagamento delle quote, si riserva la facoltà di sospendere l iscrizione al servizio per l anno scolastico successivo. L'Utente verrà nuovamente ammesso al servizio dopo la regolarizzazione della posizione. Ai soggetti morosi non è erogabile il servizio nell'anno scolastico successivo fino a quando non avranno regolarizzato il debito con l'amministrazione. ART NORME COMPORTAMENTALI Nel caso in cui, si dovessero verificare atti di indisciplina da parte degli utenti, si farà riferimento al regolamento dell Istituto Comprensivo di Azeglio. In caso di violazione delle norme del presente regolamento o di compimento di azioni comportanti pericolo, danni e/o disagi all'operatività del servizio da parte dell'utenza, su

9 segnalazione dei competenti organi scolastici, il Comune in accordo con questi ultimi e previa informazione agli esercenti la potestà o ai genitori affidatari, assume gli opportuni provvedimenti di tutela e di risarcimento. ART DISPOSIZIONI FINALI Per quanto non previsto dal presente regolamento si rinvia alle disposizioni legislative e regolamentari vigenti in materia. ART ENTRATA IN VIGORE Il presente Regolamento entra in vigore dalla data di esecutività della relativa delibera di approvazione.

10 ELENCO DEGLI ALLEGATI Modulo di richiesta di dieta speciale (Allegato 1) Modulo di richiesta di consumo del pasto preparato da casa (Allegato 2) Prot Lettera a Comuni ASLTO4 (Allegato 3) Prot Raccomandazioni ASLTO4 (Allegato 4) Raccomandazioni nutrizionali per la prevenzione dei rischi legati ad una scorretta alimentazione (Allegato 5 ) Comunicato ANCI Mensa scolastica (Allegato 6) Il presente regolamento è stato redatto a cura del seguente Gruppo di Lavoro: FASOLO Alessandro Sindaco del Comune di Piverone BARATTO Massimo Consigliere Comunale Piverone BROGLIATTO Stefania Consigliera Comunale Piverone BOSTICARDO Gianmario Presidente della Commissione Mensa in carica e Consigliere Comunale Piverone GASTALDO Guido Dirigente Scolastico I.C. Azeglio GIUSTO Luisa Insegnante e rappresentante della Commissione Mensa della Scuola Primaria Piverone ORIONE Loretta Insegnante e Fiduciaria della Scuola Secondaria di 1 Grado di Piverone COSTANTINI Simone Coordinatore d Area MARKAS S.R.L. BENEDETTO Valeria Insegnante e Consigliera Comunale di Settimo Rottaro DESTEFANO Fulvia Consigliera Comunale di Palazzo Canavese TRIDELLO Fedora Consigliera Comunale di Azeglio

REGOLAMENTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA REGOLAMENTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 33 DEL 07/11/2013 INDICE ART. 1 FINALITA DEL SERVIZIO ART. 2 DESTINATARI ART. 3 REQUISITI DI ACCESSO AL SERVIZIO

Dettagli

Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale N. 51 del divenuta esecutiva in data

Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale N. 51 del divenuta esecutiva in data REGOLAMENTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale N. 51 del 27.09.2010 divenuta esecutiva in data 22.10.2010 INDICE SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA ART. 1 FINALITA

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. DEL

REGOLAMENTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. DEL REGOLAMENTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. DEL INDICE ART. 1 FINALITA DEL SERVIZIO ART. 2 DESTINATARI ART. 3 REQUISITI DI ACCESSO AL SERVIZIO ART. 4

Dettagli

COMUNE DI CASSANO MAGNAGO Provincia di Varese AREA ATTIVITA EDUCATIVE E PER IL TEMPO LIBERO REGOLAMENTO SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA

COMUNE DI CASSANO MAGNAGO Provincia di Varese AREA ATTIVITA EDUCATIVE E PER IL TEMPO LIBERO REGOLAMENTO SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA COMUNE DI CASSANO MAGNAGO Provincia di Varese AREA ATTIVITA EDUCATIVE E PER IL TEMPO LIBERO REGOLAMENTO SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 53 del 28.09.2017

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA REGOLAMENTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA INDICE ART. 1 FINALITA DEL SERVIZIO ART. 2 MODALITA DI GESTIONE ART. 3 - DESTINATARI ART. 4 ACCESSO AL SERVIZIO ART. 5 PARTECIPAZIONE DEGLI UTENTI AL COSTO DEL

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA COMUNE DI GIOIOSA IONICA (Provincia di Reggio Calabria) Partita IVA 00288960800 - (0964) 51536 - Fax (0964) 410520 REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Approvato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO COMUNALE SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA CITTA DI MONTALBANO JONICO Provincia di Matera w w w. c o m u n e. m o n t a l b a n o. m t. i t Città di Francesco Lomonaco REGOLAMENTO COMUNALE SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA (Approvato con Deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA REFEZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA REFEZIONE SCOLASTICA COMUNE DI PADERNO D ADDA Provincia di Lecco REGOLAMENTO COMUNALE PER LA REFEZIONE SCOLASTICA Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 28 del 25.10.2016 INDICE Art. 1- FINALITÀ DEL SERVIZIO Art.

Dettagli

COMUNE DI CASTELLO DI BRIANZA. REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO di REFEZIONE SCOLASTICA

COMUNE DI CASTELLO DI BRIANZA. REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO di REFEZIONE SCOLASTICA COMUNE DI CASTELLO DI BRIANZA Allegato B REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO di REFEZIONE SCOLASTICA SCUOLA PRIMARIA DI CASTELLO DI BRIANZA (approvato con deliberazione di C.C. n. 52 del 14.09.2015)

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA 1 REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA ART. 1 OGGETTO E FINALITA DEL SERVIZIO Il servizio di refezione scolastica è realizzato dal Comune nell ambito delle proprie competenze. Il servizio

Dettagli

REGIONE LOMBARDIA PROVINCIA DI CREMONA REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA

REGIONE LOMBARDIA PROVINCIA DI CREMONA REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA REGIONE LOMBARDIA COMUNE DI PIANENGO PROVINCIA DI CREMONA REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA Articolo 1 Il servizio di refezione scolastica nella fascia di istruzione della scuola dell

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA. Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 30 del 19 luglio 2016

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA. Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 30 del 19 luglio 2016 . REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 30 del 19 luglio 2016 Sommario ART. 1 FINALITÀ DEL SERVIZIO ART. 2 ORGANIZZAZIONE

Dettagli

Città di Lecce SETTORE EDUCAZIONE FORMAZIONE LAVORO REGOLAMENTO COMUNALE DI ORGANIZZAZIONE E DI ACCESSO AL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

Città di Lecce SETTORE EDUCAZIONE FORMAZIONE LAVORO REGOLAMENTO COMUNALE DI ORGANIZZAZIONE E DI ACCESSO AL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Città di Lecce SETTORE EDUCAZIONE FORMAZIONE LAVORO REGOLAMENTO COMUNALE DI ORGANIZZAZIONE E DI ACCESSO AL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA 1 INDICE Art. 1 Oggetto e finalità pag. 3 Art. 2 Destinatari 3 Art.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Comune di Rodano Provincia di Milano SETTORE SERVIZI AL CITTADINO E ALLE IMPRESE REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA approvato con delibera di C.C. n. 39 del 25.10.2006

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE E REFEZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE E REFEZIONE SCOLASTICA CITTÀ DI CAMPOSAMPIERO PROVINCIA DI P ADOV A Piazza Castello, 35-35012 Camposampiero 049 5792082-049 9300255 - Fax 049 9301808 Email: cultura@comune.camposampiero.pd.it - Sito internet: www.comune.camposampiero.pd.it

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Comune di Zagarolo Provincia di Roma REGOLAMENTO SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 76 del 16\12\2013 INDICE Art. 1 Servizio a domanda individuale Art.

Dettagli

COMUNE DI SOVERE PROVINCIA DI BERGAMO CARTA DEL SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA

COMUNE DI SOVERE PROVINCIA DI BERGAMO CARTA DEL SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA COMUNE DI SOVERE PROVINCIA DI BERGAMO CARTA DEL SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA Approvato con deliberazione n. 93 del 17.09.2015 INDICE TITOLO I TITOLO II TITOLO III TITOLO IV TITOLO V TITOLO VI TITOLO

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Approvato con deliberazione C.C. n. 36 del 28.09.2017 1 ART. 1 FINALITÀ 1. La refezione scolastica è un servizio pubblico a domanda

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI AL NATISONE

COMUNE DI SAN GIOVANNI AL NATISONE COMUNE DI SAN GIOVANNI AL NATISONE Provincia di Udine REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 15 del 7 aprile

Dettagli

COMUNE DI MARTA PROVINCIA DI VITERBO

COMUNE DI MARTA PROVINCIA DI VITERBO COMUNE DI MARTA PROVINCIA DI VITERBO REGOLAMENTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n.49 del 30.11.2016 divenuta esecutiva in data 11.12.2016 Sommario Art. 1-

Dettagli

COMUNE DI CASALBUTTANO ED UNITI (Prov. di Cremona)

COMUNE DI CASALBUTTANO ED UNITI (Prov. di Cremona) COMUNE DI CASALBUTTANO ED UNITI (Prov. di Cremona) Allegato alla delibera C.C. n. 5 del 31.1.2005 IL SEGRETARIO COMUNALE (Dr. Ennio Zaniboni) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA E DEI CRITERI

Dettagli

REGOLAMENTO PER USUFRUIRE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO PER USUFRUIRE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA COMUNE DI AIRASCA Città Metropolitana di Torino REGOLAMENTO PER USUFRUIRE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 8 del 26/03/2015 Modificato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNE DI NULE PROVINCIA DI SASSARI REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA (approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 17 del 28.07.2016) INDICE ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO ART.

Dettagli

COMUNE DI ORISTANO Comuni de Aristanis

COMUNE DI ORISTANO Comuni de Aristanis COMUNE DI ORISTANO Comuni de Aristanis REGOLAMENTO Servizio di Mensa Scolastica Pagina 1 di 7 INDICE CAPO I NORME GENERALI ART. 1 Oggetto del Regolamento ART. 2 Modalità di gestione ART. 3 Servizio a domanda

Dettagli

ISTITUZIONE MARSALA SCHOLA

ISTITUZIONE MARSALA SCHOLA ISTITUZIONE MARSALA SCHOLA REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA TITOLO I ART. 1 - SERVIZIO DI REFEZIONE L Istituzione comunale Marsala Schola organizza il servizio di refezione

Dettagli

REGOLAMENTO MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO MENSA SCOLASTICA COMUNE DI GERMAGNANO PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO MENSA SCOLASTICA Approvato con deliberazione C.C. n. 25 del 29.07.2010 Modificato con deliberazione C.C. n. 22 del 27.04.2017 ART. 1 - FINALITÀ' DEL

Dettagli

COMUNE DI ORISTANO. Comuni de Aristanis REGOLAMENTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA (APPROVATO CON DELIBERA C.C. NR. 022 DEL 04/09/2012)

COMUNE DI ORISTANO. Comuni de Aristanis REGOLAMENTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA (APPROVATO CON DELIBERA C.C. NR. 022 DEL 04/09/2012) COMUNE DI ORISTANO Comuni de Aristanis REGOLAMENTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA (APPROVATO CON DELIBERA C.C. NR. 022 DEL 04/09/2012) I N D I C E CAPO I NORME GENERALI Art. 1 Oggetto del Regolamento. pag.

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNE DI ROMANENGO Provincia di Cremona REGOLAMENTO disciplinante SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA 1 PREMESSA Riferimenti normativi: - Art. 12, Legge 7 agosto 1990, n 241 - DECRETO DIRIGENTE UNITÀ ORGANZZATIVA

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA COMUNE DI FIGLINE E INCISA VALDARNO (Provincia di Firenze) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. del ART. 1 FINALITA 1. Il servizio di

Dettagli

Allegato A REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI ACCESSO AL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

Allegato A REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI ACCESSO AL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Allegato A REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI ACCESSO AL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 21 del 18.05.2017 1 INDICE Art. 1 Oggetto e finalità Art. 2 Destinatari

Dettagli

SERVIZIO ASILI NIDO (Riservato ai bambini fino a 3 anni di età). A.S. 2017/2018

SERVIZIO ASILI NIDO (Riservato ai bambini fino a 3 anni di età). A.S. 2017/2018 Approvato con Delibera G.C. n.28 DEL 22.2.2017 SERVIZIO ASILI NIDO (Riservato ai bambini fino a 3 anni di età). A.S. 2017/2018 Le rette sono determinate secondo le fasce ISEE. Le rette di frequenza, PER

Dettagli

Comune di Ferrara Città Patrimonio dell'umanità

Comune di Ferrara Città Patrimonio dell'umanità ALLEGATO F Comune di Ferrara Città Patrimonio dell'umanità REGOLAMENTO DI ACCESSO E FRUIZIONE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA PER LA SCUOLA PRIMARIA, SECONDARIA DI 1 GRADO E MATERNA STATALE Art 1.

Dettagli

SERVIZI SCOLASTICI AGEVOLAZIONI E CONDIZIONI GENERALI

SERVIZI SCOLASTICI AGEVOLAZIONI E CONDIZIONI GENERALI ALLEGATO A SERVIZI SCOLASTICI AGEVOLAZIONI E 1. L entità delle agevolazioni è rappresentata da un abbattimento percentuale della retta dei Servizi. Sono considerati figli a tutti gli effetti anche i minori

Dettagli

COMUNE DI DONNAS COMMUNE DE DONNAS

COMUNE DI DONNAS COMMUNE DE DONNAS REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA REGION AUTONOME DE LA VALLEE D AOSTE COMUNE DI DONNAS COMMUNE DE DONNAS REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEI SERVIZI DI REFEZIONE SCOLASTICA, PRE-SCUOLA E DOPO-SCUOLA Approvazione

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA E DEI CRITERI DI COMPARTECIPAZIONE ALLA SPESA DA PARTE DEGLI UTENTI

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA E DEI CRITERI DI COMPARTECIPAZIONE ALLA SPESA DA PARTE DEGLI UTENTI COMUNE DI CASALBUTTANO ED UNITI (Prov. di Cremona) Allegato alla delibera C.C. n. 5 del 31.1.2005 IL SEGRETARIO COMUNALE (Dr. Ennio Zaniboni) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA E DEI CRITERI

Dettagli

REGOLAMENTO DEI SERVIZI A GARANZIA DEL DIRITTO ALLO STUDIO

REGOLAMENTO DEI SERVIZI A GARANZIA DEL DIRITTO ALLO STUDIO CITTA DI VIGEVANO Settore Politiche Culturali e dello Sport, Tempo Libero e Politiche Giovanili REGOLAMENTO DEI SERVIZI A GARANZIA DEL DIRITTO ALLO STUDIO Approvato con deliberazione CC n. 36 del 26/07/2018

Dettagli

COMUNE DI LARCIANO. Medaglia d Oro al Merito Civile CARTA DEI SERVIZI DELLA REFEZIONE SCOLASTICA

COMUNE DI LARCIANO. Medaglia d Oro al Merito Civile CARTA DEI SERVIZI DELLA REFEZIONE SCOLASTICA COMUNE DI LARCIANO Piazza Vittorio Veneto n. 15 51036 Larciano (PT) Medaglia d Oro al Merito Civile CARTA DEI SERVIZI DELLA REFEZIONE SCOLASTICA 1 INTRODUZIONE Con la Carta dei Servizi vogliamo offrire

Dettagli

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari Settore - Servizio Istruzione e Cultura

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari Settore - Servizio Istruzione e Cultura COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari Settore - Servizio Istruzione e Cultura Approvato con deliberazione della G.C. n. 69 del 3 maggio 2017 MODALITA DI ACCESSO AL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA COMUNE DI RAVENNA Area Istruzione e Infanzia REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 156113/154 dell 11/12/2014 esecutiva dal 29/12/2014

Dettagli

Comune di Monticiano Provincia di Siena

Comune di Monticiano Provincia di Siena 1 REGOLAMENTO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO E PER L UTILIZZO DEI SERVIZI SCOLASTICI DA PARTE DI ALTRI UTENTI CAPO I FINALITÀ ED AMBITO DI APPLICAZIONE Art. 1 Oggetto del regolamento Il presente regolamento

Dettagli

Comune di Colle di Val d Elsa Provincia di Siena

Comune di Colle di Val d Elsa Provincia di Siena Comune di Colle di Val d Elsa Provincia di Siena REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 99 DEL 28/07/2011 ESECUTIVA INDICE Art. 1 - Finalità

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONISGLIO COMUNALE N. 39 DEL 22/10/2016 ART. 1 OGGETTO E FINALITÀ 1. Il presente regolamento disciplina il servizio

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA. (approvato con deliberazione di C.C. n. 31 del )

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA. (approvato con deliberazione di C.C. n. 31 del ) REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA (approvato con deliberazione di C.C. n. 31 del 11.06.2007) SOMMARIO ART. 1 OGGETTO...3 ART. 2 DESTINATARI...3 ART. 3 MODALITA ORGANIZZATIVE

Dettagli

DEL SERVIZIO DELLA REFEZIONE SCOLASTICA

DEL SERVIZIO DELLA REFEZIONE SCOLASTICA COMUNE DI CERVETERI Provincia di Roma REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DELLA REFEZIONE SCOLASTICA Approvato con deliberazione del Commissario Straordinario n. 101 del 10 Aprile 2008. Modificato per abrogazione

Dettagli

COMUNE DI ARCINAZZO ROMANO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

COMUNE DI ARCINAZZO ROMANO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNE DI ARCINAZZO ROMANO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 29 del 21/10/2014 INDICE ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO ART.

Dettagli

SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA

SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA COMUNE DI LORETO (Provincia di Ancona) REGOLAMENTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA (APPROVATO CON DELIBERA C.C. n. 56 del 21.07.2016) INDICE CAPO I: NORME GENERALI Art. 1 Oggetto del Regolamento Pag. 3 Art.

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA CITTA DI LIGNANO SABBIADORO C.A. P. 33054 PROVINCIA DI UDINE Tel. 0 4 3 1 / 4 09 1 11 C.F. 830007103 0 7 Fa x. 0431/7328 8 REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA Approvato con deliberazione

Dettagli

COMUNE DI ALTOFONTE PROVINCIA REGIONALE DI PALERMO

COMUNE DI ALTOFONTE PROVINCIA REGIONALE DI PALERMO COMUNE DI ALTOFONTE PROVINCIA REGIONALE DI PALERMO Paese dell Acqua e dell Olio REGOLAMENTO SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 50 del 16/09/2015 Pubblicato

Dettagli

Comune di Taglio di Po

Comune di Taglio di Po Comune di Taglio di Po Regolamento di organizzazione, accesso e fruizione del servizio di refezione scolastica -approvato con deliberazione del consiglio comunale n.20 del 27.06.2013 -modificato con deliberazione

Dettagli

COMUNE DI GERRE DE CAPRIOLI Provincia di Cremona

COMUNE DI GERRE DE CAPRIOLI Provincia di Cremona COMUNE DI GERRE DE CAPRIOLI Provincia di Cremona REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Approvato con deliberazione C.C. n. 16 del 26.02.2018 CAPO I NORME GENERALI Art 1- Oggetto del Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Approvato con deliberazione C.C. n. 26 del 11.06.2013 Entrato in vigore il 11.06.2013 Modificato con deliberazione C.C. n. 27 del 29.06.2015 1 CAPO

Dettagli

5. ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO E SISTEMA DEI CONTROLLI;

5. ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO E SISTEMA DEI CONTROLLI; REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA (testo definitivo approvato con D.C. n. 88 del 27.10.2005). Sommario 1. FINALITA ; 2. MODALITA DI GESTIONE; 3. DESTINATARI DEL SERVIZIO; 4. MODALITA PER

Dettagli

PROVINCIA DI CATANZARO

PROVINCIA DI CATANZARO COMUNE DI GASPERINA PROVINCIA DI CATANZARO REGOLAMENTO DEL SERVIZIO MENSA SCOLASTICA Approvato con deliberazione n 24 C.C. del 05 settembre 2013 INDICE Art. 1 Disposizioni generali Art. 2 Accesso al servizio

Dettagli

Regolamento in materia di diritto di studio Approvato con deliberazione n. 27/CC del

Regolamento in materia di diritto di studio Approvato con deliberazione n. 27/CC del Regolamento in materia di diritto di studio Approvato con deliberazione n. 27/CC del 07-04-2014 TITOLO I OGGETTO DEL REGOLAMENTO Art.1 Art. 2 Oggetto del regolamento Le fonti TITOLO II SERVIZI DI SUPPORTO

Dettagli

TARIFFE SERVIZI PUBBLICI A DOMANDA INDIVIDUALE

TARIFFE SERVIZI PUBBLICI A DOMANDA INDIVIDUALE ALLEGATO B) TARIFFE SERVIZI PUBBLICI A DOMANDA INDIVIDUALE ANNO 2019 NOTA: quando l applicazione delle tariffe è fissata con decorrenza successiva rispetto all entrata in vigore del presente tariffario,

Dettagli

MUNICIPIO DELLA CITTA DEL VASTO Provincia di Chieti DISCIPLINARE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

MUNICIPIO DELLA CITTA DEL VASTO Provincia di Chieti DISCIPLINARE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA MUNICIPIO DELLA CITTA DEL VASTO Provincia di Chieti DISCIPLINARE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Approvato con delibera di G. C. n. 38 del 08.02.2012 Modificato con delibera di G.C. n. 313 del 17.10.2012

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLIONE D ADDA Provincia di Lodi

COMUNE DI CASTIGLIONE D ADDA Provincia di Lodi COMUNE DI CASTIGLIONE D ADDA Provincia di Lodi REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Approvato con Delibera C.C. n. 35 del 16-04-2008 Modificato con delibera CC. n.del 30-07-2013 REGOLAMENTO

Dettagli

CITTA DI TORREMAGGIORE Provincia di Foggia APPROVAZIONE NUOVO REGOLAMENTO MENSA SOLASTICA

CITTA DI TORREMAGGIORE Provincia di Foggia APPROVAZIONE NUOVO REGOLAMENTO MENSA SOLASTICA CITTA DI TORREMAGGIORE Provincia di Foggia APPROVAZIONE NUOVO REGOLAMENTO MENSA SOLASTICA Approvato con D. Commissariale n. 111 del 28/10/2015 1 REGOLAMENTO MENSA SCOLASTICA ART. 1 FINALITA' La mensa scolastica

Dettagli

REGOLAMENTO MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO MENSA SCOLASTICA COMUNE DI CAGGIANO Provincia di Salerno REGOLAMENTO MENSA SCOLASTICA -Testo aggiornato con le integrazioni disposte dalla Commissione Affari Istituzionali nella seduta del 18.11.2010 - (Approvato con deliberazione

Dettagli

COMUNE DI BRESSANA BOTTARONE PROVINCIA DI PAVIA

COMUNE DI BRESSANA BOTTARONE PROVINCIA DI PAVIA COMUNE DI BRESSANA BOTTARONE PROVINCIA DI PAVIA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI EROGAZIONE DI PASTI A DOMICILIO TITOLO I NORME GENERALI Art. 1 Oggetto del regolamento Art. 2 Istituzione e svolgimento del servizio

Dettagli

COMUNE DI CASALBUTTANO ED UNITI (Prov. di Cremona)

COMUNE DI CASALBUTTANO ED UNITI (Prov. di Cremona) COMUNE DI CASALBUTTANO ED UNITI (Prov. di Cremona) Allegato alla delibera C.C. n. 24 del 21.6.2007 IL SEGRETARIO COMUNALE (Dr. Ennio Zaniboni) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA PRESSO LA SCUOLA

Dettagli

CITTA DI POTENZA (Unità di Direzione Istruzione)

CITTA DI POTENZA (Unità di Direzione Istruzione) Prot. N......del...... CITTA DI POTENZA (Unità di Direzione Istruzione) DOMANDA DI ISCRIZIONE AL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA ANNO SCOLASTICO 2011/2012 (il presente modello va compilato in ogni

Dettagli

CRITERI ORGANIZZATIVI SERVIZIO DI RISTORAZIONE ANNO SCOLASTICO 2017/2018

CRITERI ORGANIZZATIVI SERVIZIO DI RISTORAZIONE ANNO SCOLASTICO 2017/2018 CRITERI ORGANIZZATIVI SERVIZIO DI RISTORAZIONE ANNO SCOLASTICO 2017/2018 ART. 1 FINALITA DEL SERVIZIO Il servizio di ristorazione scolastica è un servizio pubblico a domanda individuale, garantito dall'ente

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE Comune di SANT ANGELO IN VADO Provincia di Pesaro-Urbino REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA S O M M A R I O Art. DESCRIZIONE Art. DESCRIZIONE CAPO I - Norme generali CAPO IV - Contribuzione

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA. Modifica deliberazione del C. C. n. 32 del 3 maggio 2017.

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA. Modifica deliberazione del C. C. n. 32 del 3 maggio 2017. SETTORE AMMINISTRATIVO VICE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO PUBBLICA ISTRUZIONE E SPORT REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA. Modifica deliberazione del C. C. n. 32 del

Dettagli

PLESSI SCOLASTICI SCUOLA SECONDARIA I SCUOLA PRIMARIA SCUOLA DELL INFANZIA. Guida ai Servizi Educativi Scolastici. Capoluogo:

PLESSI SCOLASTICI SCUOLA SECONDARIA I SCUOLA PRIMARIA SCUOLA DELL INFANZIA. Guida ai Servizi Educativi Scolastici. Capoluogo: Guida ai Servizi Educativi Scolastici PLESSI SCOLASTICI SCUOLA SECONDARIA I SCUOLA PRIMARIA SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Via Provinciale,14 10010 Settimo Vittone Tel 0125-658438 Fax

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO DI EROGAZIONE DI PASTI A DOMICILIO

REGOLAMENTO SERVIZIO DI EROGAZIONE DI PASTI A DOMICILIO Comune di GUSSOLA Provincia di Cremona REGOLAMENTO SERVIZIO DI EROGAZIONE DI PASTI A DOMICILIO Approvato con Deliberazione del Consiglio comunale n. 22 del 30 Giugno 2008 Modificato con Deliberazione del

Dettagli

Servizi Scolastici Integrativi

Servizi Scolastici Integrativi CITTÀ DI NOVATE MILANESE PROVINCIA DI MILANO Servizi Scolastici Integrativi A.S. 2016 2017 Istituto Comprensivo Brodolini Scuola dell infanzia Andersen Servizi Scolastici Integrativi Pre - Post Scuola

Dettagli

COMUNE DI FINO MORNASCO Provincia di Como REGOLAMENTO DI ACCESSO AL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

COMUNE DI FINO MORNASCO Provincia di Como REGOLAMENTO DI ACCESSO AL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA COMUNE DI FINO MORNASCO Provincia di Como REGOLAMENTO DI ACCESSO AL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 20 del 27/04/2011 ART. 1) OGGETTO DEL REGOLAMENTO

Dettagli

TARIFFE E RETTE PER LA FRUIZIONE DEI SERVIZI SCOLASTICI 2017/18

TARIFFE E RETTE PER LA FRUIZIONE DEI SERVIZI SCOLASTICI 2017/18 TARIFFE E RETTE PER LA FRUIZIONE DEI SERVIZI SCOLASTICI 2017/18 La Giunta Comunale con delibera n. 30 del 06/03/2017 ha approvato le tariffe e rette per i servizi scolastici 2017/18 Ai fini della fruizione

Dettagli

COMUNE DI CREAZZO PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA STATALE

COMUNE DI CREAZZO PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA STATALE COMUNE DI CREAZZO PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA STATALE Approvato con deliberazione consiliare n. 4 del 24.02.2011. Modificato con deliberazione

Dettagli

COMUNE DI PALOMBARA SABINA

COMUNE DI PALOMBARA SABINA APPROVATO CON DELIBERA C.C. 74/2010 COMUNE DI PALOMBARA SABINA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA ART. 1 FINALITÀ DEL SERVIZIO Lo scopo del Servizio di refezione scolastica è quello di concorrere

Dettagli

Comune di Bariano Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

Comune di Bariano Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Comune di Bariano Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Approvato con delibera C.C. n. 19 del 29.06.2015 INDICE ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO ART. 2

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA. Approvato con deliberazione di Giunta Comunale. n. 121 del 20/08/2008

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA. Approvato con deliberazione di Giunta Comunale. n. 121 del 20/08/2008 COMUNE DI VALTOURNENCHE c/o Municipio - Piazza della Chiesa n 1-11028 Valtournenche (AO) Ufficio Servizi Scolastici : Tel. 0166 / 946825 REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Approvato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEI SERVIZI DI TRASPORTO E MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO COMUNALE DEI SERVIZI DI TRASPORTO E MENSA SCOLASTICA Comune Di Castrolibero (Prov. di Cosenza) REGOLAMENTO COMUNALE DEI SERVIZI DI TRASPORTO E MENSA SCOLASTICA APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO N 17 DEL 27.04.2007 MODIFICATO CON DELIBERE DI CONSIGLIO N

Dettagli

Comune di Sequals. Provincia di Pordenone

Comune di Sequals. Provincia di Pordenone Comune di Sequals Provincia di Pordenone REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA (Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 39 del 29.11.2016) (Pubblicato all Albo Pretorio dal 04.12.2016

Dettagli

COMUNE DI SAN LAZZARO DI SAVENA. (Provincia di Bologna) DISCIPLINA APPLICATIVA DELLE TARIFFE DEI SERVIZI SCOLASTICI COMUNALI

COMUNE DI SAN LAZZARO DI SAVENA. (Provincia di Bologna) DISCIPLINA APPLICATIVA DELLE TARIFFE DEI SERVIZI SCOLASTICI COMUNALI COMUNE DI SAN LAZZARO DI SAVENA (Provincia di Bologna) DISCIPLINA APPLICATIVA DELLE TARIFFE DEI SERVIZI SCOLASTICI COMUNALI Approvata con delibera di Giunta Comunale n. 38 del 26.02.2002 Revisioni. Delibera

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE

DOMANDA DI ISCRIZIONE Domanda per il servizio di REFEZIONE SCOLASTICA a.s. 2018-2019 Protocollo Generale Classificazione cat. 7 cl. 1 Comune di Tavazzano con Villavesco Provincia di Lodi Ufficio Pubblica Istruzione DOMANDA

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Approvato con deliberazione C.C. n. 26 del 11.06.2013 Entrato in vigore il 11.06.2013 1 CAPO I - NORME GENERALI Articolo 1 Oggetto del regolamento

Dettagli

COMUNE DI URGNANO (Provincia di Bergamo) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

COMUNE DI URGNANO (Provincia di Bergamo) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA COMUNE DI URGNANO (Provincia di Bergamo) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Deliberazione del Consiglio Comunale n. 14 del 26/04/2016 1 1 - FINALITA DEL SERVIZIO Il servizio di refezione

Dettagli

REGOLAMENTO SUI SERVIZI SCOLASTICI

REGOLAMENTO SUI SERVIZI SCOLASTICI REGOLAMENTO SUI SERVIZI SCOLASTICI Testo coordinato con le modifiche apportate con la deliberazione C.C. 8/2015 CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI 1 - Il Comune di Pianoro fornisce i seguenti servizi: a) agli

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNE DI TUILI Provincia del Medio Campidano C.F. 82001310927 P. IVA 00518590922 Via Matteotti n. 4 Cap. 09029 Tel 070/9364481 Fax 070/9364320 E-MAIL tuilisegreteria@yahoo.it REGOLAMENTO DEL SERVIZIO

Dettagli

CITTA DI POTENZA (Unità di Direzione Istruzione)

CITTA DI POTENZA (Unità di Direzione Istruzione) Prot. N......del...... CITTA DI POTENZA (Unità di Direzione Istruzione) DOMANDA DI ISCRIZIONE AL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA ANNO SCOLASTICO 2010/2011 (il presente modello va compilato in ogni

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA COMUNE DI ROTTOFRENO PROV. DI PIACENZA SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA REGOLAMENTO SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Approvato con Delibera n.31 del 5/06/2007 Rivisitato con Delibera n.9 del 19/02/2013 REGOLAMENTO

Dettagli

COMUNE DI CITTÀ DELLA PIEVE PROVINCIA DI PERUGIA REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

COMUNE DI CITTÀ DELLA PIEVE PROVINCIA DI PERUGIA   REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA COMUNE DI CITTÀ DELLA PIEVE PROVINCIA DI PERUGIA www.comune.cittadellapieve.pg.it REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 28/18 DEL

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO

REGOLAMENTO SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO REGOLAMENTO SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO ADOTTATO CON ATTO DI C.C. N. 58 DEL 24/11/2014 1 Sommario Art. 1 Finalità e criteri generali PAG.3 Art. 2 Organizzazione e destinatari del servizio PAG.3 Art.

Dettagli

COMUNE DI MALEO Prov. di Lodi REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO PRE E POST SCUOLA COMUNALE

COMUNE DI MALEO Prov. di Lodi REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO PRE E POST SCUOLA COMUNALE COMUNE DI MALEO Prov. di Lodi REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO PRE E POST SCUOLA COMUNALE Approvato con Delibera Consiglio Comunale n.46 del 19.7.2013 Modificato con Delibera Consiglio Comunale n. 15 del 27.2.2018

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA 1 Allegato alla deliberazione n.15 del 30/03/2011 IL SEGRETARIO COMUNALE IL SINDACO Dott. Paolo FLESIA CAPORGNO Flavio MANAVELLA COMUNE di BAGNOLO PIEMONTE Provincia di Cuneo REGOLAMENTO COMUNALE PER IL

Dettagli

COMUNE DI SAN NICOLA ARCELLA

COMUNE DI SAN NICOLA ARCELLA COMUNE DI SAN NICOLA ARCELLA Provincia di Cosenza Via Nazionale, 5 C.F. 00345230783 Tel. 0985-3218 e fax 0985-3963 REGOLAMENTO SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA COMUNE DI SAN NICOLA ARCELLA (CS) (approvato

Dettagli

COMUNE DI VILLAGRANDE STRISAILI Provincia Ogliastra REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

COMUNE DI VILLAGRANDE STRISAILI Provincia Ogliastra REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNE DI VILLAGRANDE STRISAILI Provincia Ogliastra REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA /7 CAPO I - NORME GENERALI Articolo Oggetto del regolamento. Il presente regolamento disciplina

Dettagli

COMUNE DI MONZA SETTORE ISTRUZIONE MODALITA ORGANIZZATIVE SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA. Finalita Articolo 1

COMUNE DI MONZA SETTORE ISTRUZIONE MODALITA ORGANIZZATIVE SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA. Finalita Articolo 1 COMUNE DI MONZA SETTORE ISTRUZIONE MODALITA ORGANIZZATIVE SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA Finalita Articolo 1 Il Comune di Monza, nell ambito degli interventi attuativi del diritto allo studio e nei limiti

Dettagli

COMUNE DI LIMANA Provincia di Belluno. CAP Via Roma n. 90 P.I / (0437/ centralino) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI

COMUNE DI LIMANA Provincia di Belluno. CAP Via Roma n. 90 P.I / (0437/ centralino) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 51 del 30.9.2010 1 REGOLAMENTO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA SOMMARIO Art. 1 FINALITA DEL SERVIZIO

Dettagli

TARIFFE SERVIZI PUBBLICI A DOMANDA INDIVIDUALE

TARIFFE SERVIZI PUBBLICI A DOMANDA INDIVIDUALE ALLEGATO B) TARIFFE SERVIZI PUBBLICI A DOMANDA INDIVIDUALE ANNO 2018 NOTA: quando l applicazione delle tariffe è fissata con decorrenza successiva rispetto all entrata in vigore del presente tariffario,

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEI SERVIZI DI REFEZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO COMUNALE DEI SERVIZI DI REFEZIONE SCOLASTICA Comune di Lavagna Città Metropolitana di Genova Ufficio Servizi Scolastici REGOLAMENTO COMUNALE DEI SERVIZI DI REFEZIONE SCOLASTICA ADOTTATO DALLA COMMISSIONE STRAORDINARIA CON I POTERI DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

C I T TA DI C A P R I Provincia di Napoli. Regolamento per il funzionamento del servizio di Mensa Scolastica

C I T TA DI C A P R I Provincia di Napoli. Regolamento per il funzionamento del servizio di Mensa Scolastica C I T TA DI C A P R I Provincia di Napoli Regolamento per il funzionamento del servizio di Mensa Scolastica Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 39 del 28.9. 2012 Modificato con deliberazione

Dettagli

COMUNE DI PALOMBARA SABINA

COMUNE DI PALOMBARA SABINA COMUNE DI PALOMBARA SABINA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA APPROVATO C MODIFICA CON DELIBERA DI C.C. N. 74 DEL 7/10/2010 ATO CON DELIBERA N.56 DELL 8/09/2017 1 ART. 1 FINALITÀ DEL SERVIZIO

Dettagli

REGOLAMENTO COMMISSIONE MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO COMMISSIONE MENSA SCOLASTICA Comune di Fontevivo SETTORE: SERVIZI GENERALI E ALLA PERSONA REGOLAMENTO COMMISSIONE MENSA SCOLASTICA Il presente Regolamento: - È stato approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 14 del 02/04/2012;

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEI SERVIZI DI TRASPORTO E MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO COMUNALE DEI SERVIZI DI TRASPORTO E MENSA SCOLASTICA Comune Di Castrolibero (Prov. di Cosenza) REGOLAMENTO COMUNALE DEI SERVIZI DI TRASPORTO E MENSA SCOLASTICA APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO N 17 DEL 27.04.2007 MODIFICATO CON DELIBERE DI CONSIGLIO N

Dettagli