O F F E R TA F O R M AT I V A

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "O F F E R TA F O R M AT I V A"

Transcript

1 OFFERTA FORMATIVA

2

3 CORSI SINGOLI Coloro che desiderano approfondire le conoscenze in uno o più specifici settori possono prendere iscrizione a singole attività formative/corsi singoli dei corsi di studio dell Università Iuav di Venezia. È possibile infatti iscriversi a uno o più insegnamenti attivati nell ambito dell offerta formativa Iuav, senza l obbligo di iscrizione a un corso di studio. L Università Iuav di Venezia pubblica annualmente il bando di iscrizione alle singole attività formative nelle pagine web dedicate ai corsi singoli: > corsi di studio > corsi singoli Possono iscriversi a singole attività formative dei corsi di studio Iuav i candidati che: > sono in possesso di uno dei seguenti titoli di studio: diploma di scuola superiore, diploma di laurea, titolo di studio estero > non sono contemporaneamente iscritti a corsi di studio Iuav o di altro ateneo. Si segnala che: > le modalità e i termini di presentazione delle domande di iscrizione, il bando e la modulistica sono consultabili nel sito web di ateneo alla voce corsi di studio / corsi singoli > l elenco delle attività formative, i programmi dei corsi e gli orari delle lezioni sono consultabili nell area pubblica dello Sportello Internet e nelle pagine web dei corsi di studio > è possibile chiedere l iscrizione per un massimo di tre attività formative per semestre secondo il limite di partecipanti stabilito nel bando di ammissione > non è consentita l iscrizione ad attività formative di corsi di studio afferenti a classi di laurea diverse (vedi voce corsi di studio / classi di laurea nella sezione appendice ) > gli iscritti ai corsi singoli acquisiscono la qualifica di studente Iuav, possono sostenere gli esami previsti per le attività formative cui hanno preso iscrizione e otterranno certificazione dei relativi Cfu / Crediti formativi universitari ottenuti > l iscrizione ai corsi singoli ha validità solamente per l anno accade- 121

4 mico di riferimento, pertanto gli esami devono essere sostenuti entro l anno accademico COME ISCRIVERSI Le domande di iscrizione alle singole attività formative/corsi singoli possono essere presentate solamente nel periodo di apertura delle domande del primo e del secondo semestre 2014/2015, stabiliti nell annuale bando di iscrizione. Si segnala che i candidati sono tenuti a: > presentare la domanda di iscrizione alle singole attività formative (scaricabile dal sito) completa di marca da bollo da 16,00 e copia di un documento di identità all Archivio generale/protocollo dell Università Iuav di Venezia, presso la sede dei Tolentini, Santa Croce 191, Venezia, nei seguenti giorni/orari: dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore > verificare di risultare in posizione utile all iscrizione nelle graduatorie degli ammessi, che verranno pubblicate nelle pagine web dedicate ai corsi singoli: > corsi di studio > corsi singoli > regolarizzare l iscrizione presso il servizio front office dell area didattica e servizi agli studenti, presentando la seguente documentazione entro le scadenze indicate nel bando: ricevuta del versamento del contributo di iscrizione di 389,00 per attività formativa due fotografie recenti formato tessera > i candidati con titolo di studio estero devono consegnare anche un certificato del titolo di studio finale tradotto, legalizzato e munito di dichiarazione di valore (diploma di scuola superiore, diploma di laurea) Si segnala che: > il pagamento del contributo di iscrizione ai corsi singoli 2014/2015 deve essere effettuato sul conto corrente bancario intestato all Università Iuav di Venezia (consultabile nel sito web di ateneo), specificando nella causale iscrizione corsi singoli 2014/

5 > le graduatorie degli ammessi saranno elaborate sulla base della registrazione di protocollo data e numero di protocollo fino all esaurimento dei posti disponibili > il candidato ammesso che non si iscriva entro i termini decade dal diritto all iscrizione e il posto verrà reso disponibile per gli altri candidati, in ordine decrescente di graduatoria CANDIDATI NON COMUNITARI RESIDENTI ALL ESTERO Le domande di iscrizione alle singole attività formative/corsi singoli dei candidati non comunitari residenti all estero devono essere presentate alle Rappresentanze diplomatiche italiane entro le scadenze previste per i due semestri 2014/2015, nel calendario pubblicato annualmente dal Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca. Si segnala che i candidati non comunitari residenti all estero: > vengono iscritti in esubero rispetto al numero di posti disponibili per i due semestri 2014/2015, stabiliti nell annuale bando di iscrizione > devono regolarizzare l iscrizione presso il servizio front office dell area didattica e servizi agli studenti, presentando la seguente documentazione entro le scadenze indicate nel bando: ricevuta del versamento del contributo di iscrizione di 389,00 per attività formativa due fotografie recenti formato tessera passaporto con visto di ingresso per motivi di studio certificato del titolo di studio finale tradotto, legalizzato e munito di dichiarazione di valore (diploma di scuola superiore, diploma di laurea) Si segnala che: > il pagamento del contributo di iscrizione ai corsi singoli 2014/2015 deve essere effettuato sul conto corrente bancario intestato all Università Iuav di Venezia (consultabile nel sito web di ateneo), specificando nella causale iscrizione corsi singoli 2014/2015 > come previsto dalla normativa vigente, il candidato non comunitario iscritto a corsi singoli non potrà ottenere il rinnovo del permesso 123

6 di soggiorno ai fini della prosecuzione degli studi per la frequenza di un ulteriore corso singolo, diverso da quello che ha reso possibile l ingresso in Italia. uffici di riferimento > per le procedure amministrative: front office area didattica e servizi agli studenti > per informazioni relative alla didattica: segreteria dei corsi di studio area didattica e servizi agli studenti 124

7 DOTTORATO DI RICERCA I dottorati di ricerca sono corsi universitari post laurea che si propongono di fornire una formazione specialistica, finalizzata allo svolgimento di attività di ricerca di elevato livello. Hanno durata di tre anni accademici e prevedono frequenza obbligatoria. Costituita nel 2007 la Scuola di dottorato dell Università Iuav di Venezia raggruppa i tradizionali percorsi in: > Composizione architettonica > Storia dell architettura e dell urbanistica > Urbanistica > Pianificazione territoriale e politiche pubbliche del territorio > Scienze del design > Nuove tecnologie e informazione territorio e ambiente > Dottorato internazionale Villard d Honnecourt Ai sensi del recente DM 45/2013, viene attivato a partire per l anno accademico 2013/2014 un unico corso di dottorato in Architettura, Città e Design suddiviso nei curricula suindicati con l istituzione di un nuovo indirizzo in Innovazione per la costruzione. Il dottorato in Teorie e storia delle arti è confluito nella Scuola interateneo in Storia delle arti in convenzione con l Università di Ca Foscari che ne è sede amministrativa. La Scuola di dottorato Iuav dispone di una sede prestigiosa come Palazzo Badoer, dotata di spazi per le attività comuni e per quelle dei singoli curricula, accrescendo la particolarità di questa Scuola, che già si presenta come un organismo unico nel panorama europeo. IL BANDO Entro il mese di luglio di ciascun anno accademico viene emanato il bando per l ammissione ai curricula della Scuola di dottorato, che viene pubblicato nella Gazzetta Ufficiale e nel sito web di ateneo. Il bando indica: > il programma formativo del curriculum 125

8 > la durata del curriculum > il numero dei posti > le modalità di svolgimento delle prove per la valutazione comparativa > il numero e l ammontare delle borse di studio > i casi di sospensione, incompatibilità e decadenza dall erogazione della borsa di studio > l ammontare del contributo di ammissione e frequenza > i diritti e gli obblighi dei dottorandi > le modalità e i termini per la presentazione della domanda di ammissione > i criteri della valutazione comparativa dei candidati, i punteggi da attribuire ai titoli, alla prova orale e alla prova scritta, ove prevista Le procedure di valutazione comparativa sono costituite da due fasi: > la prima valutazione dei titoli in possesso dei candidati, tra cui idonea certificazione della conoscenza di una lingua straniera > la seconda valutazione di una prova orale e di una prova scritta, ove prevista, sostenute dai candidati che nella prima fase hanno ottenuto il punteggio minimo previsto. Lo svolgimento della prova orale è pubblico Ai corsi possono accedere, senza limitazione di età e cittadinanza, i candidati in possesso dei titoli previsti dalla normativa vigente laurea magistrale/specialistica, laurea secondo gli ordinamenti precedenti al DM 509/1999 o di titolo accademico conseguito all estero, la cui idoneità viene accertata dalla Commissione giudicatrice, anche nell ambito di accordi interuniversitari di cooperazione e mobilità. BORSE DI STUDIO Sulla base dell esito della selezione la Commissione formula una graduatoria di ammissione, che determina anche l assegnazione delle borse di studio. I beneficiari delle borse di dottorato sono tenuti al pagamento unicamente della tassa regionale e dell imposta di bollo assolta in modo virtuale. Sono invece esonerati dal pagamenti dei contributi universitari. 126

9 L importo delle borse di studio viene aumentato nella misura massima del 50% per i periodi autorizzati di studio all estero. Le borse di studio di dottorato non possono essere cumulate con altre borse di studio a qualsiasi titolo conferite, tranne quelle concesse da istituzioni nazionali o straniere, utili a integrare con soggiorni all estero l attività di ricerca del dottorando. Chi ha già usufruito di una borsa di studio per un corso di dottorato non può usufruirne una seconda volta allo stesso titolo. I candidati ammessi senza borsa di studio possono iscriversi previo versamento dei contributi universitari, della tassa regionale e dell imposta di bollo. Possono partecipare ai concorsi per l assegnazione delle borse di studio regionali e di posti alloggio, secondo le modalità in vigore per gli studenti dei corsi di laurea e di laurea magistrale (vedi sezione tasse / borse di studio / sostegno allo studio ). per ulteriori informazioni Scuola di dottorato area ricerca, sistema bibliotecario e dei laboratori mail: tel / 1845 / 1426 fax

10 ESAMI DI STATO L Università Iuav di Venezia è sede degli esami di abilitazione all esercizio delle professioni di architetto, pianificatore territoriale, paesaggista, conservatore dei beni architettonici e ambientali, architetto junior e pianificatore junior. Gli esami di stato hanno luogo ogni anno in due sessioni che vengono indette con Ordinanza del Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale e nel Bollettino ufficiale del Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca. I candidati possono sostenere gli esami di stato in una qualsiasi delle sedi indicate nell Ordinanza Ministeriale. Ad ogni sessione d esame vengono predisposte le prove di abilitazione sia per i settori professionali appartenenti alla sezione A che alla sezione B, distinti come sotto indicato: settori della sezione A > architettura titolo professionale: architetto > pianificazione territoriale titolo professionale: pianificatore territoriale > paesaggistica titolo professionale: paesaggista > conservazione dei beni architettonici e ambientali titolo professionale: conservatore dei beni architettonici e ambientali settori della sezione B > architettura titolo professionale: architetto junior > pianificazione titolo professionale: pianificatore junior REQUISITI DI AMMISSIONE I candidati che intendono sostenere l esame di stato per l abilitazione all esercizio delle professioni presso l Università Iuav di Venezia devono: > aver conseguito il titolo accademico necessario entro il termine fissato ogni anno in relazione alle date delle prove (consultabile nel sito di ateneo) > presentare domanda di ammissione entro il termine perentorio fissato annualmente con Ordinanza Ministeriale, consultabile nel sito web di ateneo alla pagina dedicata agli esami di stato, raggiungibile dalla voce studenti Iuav oppure dalla voce laureati. 128

11 AMMISSIONE ALLA SEZIONE A Ai sensi dell articolo 32 del DPR 328/2001, per l ammissione alla sezione A dell esame di stato per architetto, pianificatore, paesaggista e conservatore è richiesto il possesso della laurea 1 laurea specialistica/magistrale in una delle seguenti classi > per l iscrizione nel settore architettura classe 4/S Architettura e ingegneria edile classe 4/S Architettura e ingegneria edile, corrispondente alla Direttiva 85/384/Cee classe LM-4 Architettura e ingegneria edile-architettura > per l iscrizione nel settore pianificazione territoriale classe 54/S Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale classe 4/S Architettura e ingegneria edile classe 4/S Architettura e ingegneria edile, corrispondente alla Direttiva 85/384/Cee classe LM-48 Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale classe LM-4 Architettura e ingegneria edile-architettura > per l iscrizione nel settore paesaggistica classe 3/S Architettura del paesaggio classe 4/S Architettura e ingegneria edile classe 4/S Architettura e ingegneria edile, corrispondente alla Direttiva 85/384/Cee classe 82/S Scienze e tecnologie per l ambiente e il territorio classe LM-3 Architettura del paesaggio classe LM-4 Architettura e ingegneria edile-architettura classe LM-75 Scienze e tecnologie per l ambiente e il territorio > per l iscrizione nel settore conservazione dei beni architettonici e ambientali classe 10/S Conservazione dei beni architettonici e ambientali classe 4/S Architettura e ingegneria edile classe 4/S Architettura e ingegneria edile, corrispondente alla Direttiva 85/384/Cee classe LM-10 Conservazione dei beni architettonici e ambientali classe LM-4 Architettura e ingegneria edile-architettura 129

12 2 laurea conseguita secondo gli ordinamenti precedenti al DM 509/1999 > per l iscrizione nel settore pianificazione territoriale: la laurea in Scienze ambientali, la laurea in Pianificazione territoriale e urbanistica, la laurea in Urbanistica e la laurea in Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale > per l iscrizione nel settore conservazione dei beni architettonici e ambientali: la laurea in Storia e conservazione dei beni architettonici e ambientali Si segnala che i laureati in Architettura secondo gli ordinamenti precedenti al DM 509/1999 possono partecipare agli esami di stato per qualsiasi settore previsto dal DPR 328/2001. AMMISSIONE ALLA SEZIONE B Ai sensi dell articolo 32 del DPR 328/2001, per l ammissione alla sezione B dell esame di stato per architetto junior e pianificatore junior è richiesto il possesso della laurea 1 laurea di primo livello conseguita secondo l ordinamento DM 509/1999 e successivi, in una delle seguenti classi > per l iscrizione nel settore architettura classe 4 Scienze dell architettura e dell ingegneria edile classe 8 Ingegneria civile e ambientale classe L-17 Scienze dell architettura classe L-7 Ingegneria civile e ambientale classe L-23 Scienze e tecniche dell edilizia classe 4/S Architettura e ingegneria edile classe 4/S Architettura e ingegneria edile, corrispondente alla Direttiva 85/384/Cee classe LM-4 Architettura e ingegneria edile-architettura diploma universitario in Edilizia diploma universitario in Materiali per la manutenzione del costruito antico e moderno > per l iscrizione nel settore pianificazione classe 7 Urbanistica e scienze della pianificazione territoriale e ambientale 130

13 classe 27 Scienze e tecnologie per l ambiente e la natura classe L-21 Scienze della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale classe L-32 Scienze e tecnologie per l ambiente e la natura classe 54/S Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale classe 4/S Architettura e ingegneria edile classe 4/S Architettura e ingegneria edile, corrispondente alla Direttiva 85/384/Cee classe LM-48 Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale classe LM-4 Architettura e ingegneria edile-architettura diploma universitario in Operatore tecnico ambientale diploma universitario in Sistemi informativi territoriali diploma universitario in Tecnico di misure ambientali diploma universitario in Valutazione e controllo ambientale COME FARE DOMANDA I candidati che intendono sostenere gli esami di stato presso l Università Iuav di Venezia devono presentare domanda di iscrizione on line allo Sportello Internet. Sono pertanto tenuti a: > utilizzare il link registrazione per creare il profilo personale e ottenere l identità digitale Iuav (nome utente e password) qualora il candidato non ne sia già in possesso > identificarsi selezionando il link login e compilando i campi nome utente e password, utilizzando quelli già in uso per accedere all area riservata dello SpIn > seguire il percorso esame di stato iscrizione > selezionare dal menu a tendina l abilitazione professionale per cui si intende sostenere l esame di stato > compilare tutti i campi previsti dal format on line > allegare la scansione della seguente documentazione: documento di identità diploma di laurea o autocertificazione del titolo (solo per i candidati non laureati Iuav). 131

14 Si segnala che: > l iscrizione deve avvenire seguendo rigorosamente la sequenza della check list > il contributo di ammissione di 180,00 deve essere pagato utilizzando il bollettino MAV stampabile al termine della procedura di iscrizione allo SpIn > dopo la compilazione della domanda on line si deve procedere con la stampa della domanda che sarà poi inviata, unitamente alla copia della ricevuta di pagamento del MAV, all indirizzo AMMISSIONE ALLE PROVE IN LINGUA TEDESCA I candidati italiani residenti in Trentino Alto Adige che intendono sostenere in lingua tedesca le prove degli esami di stato di abilitazione professionale presso l Università Iuav di Venezia, come disposto dalle annuali Ordinanze Ministeriali, devono presentare domanda prestando attenzione nel selezionare il concorso architetto in lingua tedesca oppure architetto in lingua tedesca (laurea specialistica/magistrale). I candidati che intendono sostenere le prove in lingua tedesca devono obbligatoriamente allegare sia la scansione del diploma di laurea che la scansione dell autocertificazione del titolo. I candidati italiani in attesa della dichiarazione di equipollenza del titolo accademico austriaco saranno ammessi con riserva alle prove degli esami di stato, in base all articolo 1 della Legge 188/1992, così come modificato dall articolo 17, comma 118, della Legge 127/1997. TASSE E CONTRIBUTI I candidati che intendono sostenere gli esami di stato presso l Università Iuav di Venezia sono tenuti a versare: > la tassa di ammissione agli esami di stato di 49,58 sul conto corrente postale 1016 intestato all Agenzia delle Entrate, la cui ricevuta deve essere allegata tramite scansione alla domanda on line. Nel caso in cui il candidato sia assente nella prima sessione, tale versamento rimane valido anche per la seconda sessione dello stesso anno. > il contributo di ammissione agli esami di stato di 180,00 deve essere pagato utilizzando il bollettino MAV stampabile al termine 132

15 della procedura di iscrizione allo SpIn. Tale contributo è dovuto per ciascuna sessione alla quale il candidato presenta domanda, indipendentemente dalla partecipazione alle prove d esame, quale copertura dei costi sostenuti e dei servizi offerti dall ateneo per l organizzazione e lo svolgimento degli esami di stato. Si segnala che i candidati sono tenuti a esibire le ricevute di entrambi i versamenti in sede d esame. MATERIALE Per la stesura degli elaborati i candidati devono utilizzare esclusivamente la carta fornita dalla Commissione, munita di timbro dell Università Iuav di Venezia e firmata dal presidente o da un membro della Commissione giudicatrice: > per la prova grafica una cartella completa di cinque fogli formato 50x70 (due lucidi, due cartoncini e un millimetrato); > per la prima prova pratica e prova scritta una busta con due fogli protocollo formato A4 (uno a righe e uno a quadretti); > per la seconda prova scritta una busta con tre fogli protocollo formato A4 (due a righe e uno a quadretti). I candidati devono dotarsi del materiale di cancelleria necessario per lo svolgimento delle prove. Per motivi di spazio devono utilizzare stecche o parallelografi non superiori a 80 centimetri. COMMISSIONI Le Commissioni giudicatrici sono nominate con provvedimento del Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca e sono costituite da un presidente, scelto tra i professori universitari di ruolo, fuori ruolo o a riposo e da membri scelti su terne designate dai competenti Ordini o Collegi professionali. Il numero e i titoli dei membri sono stabiliti per ciascun tipo di esame dal Regolamento del Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca sugli esami di stato per l abilitazione all esercizio delle professioni. 133

16 PROVE D ESAME Laureati secondo gli ordinamenti precedenti al DM 509/1999 > settore architettura I possessori dei titoli conseguiti secondo gli ordinamenti precedenti al DM 509/1999 (vecchi ordinamenti) svolgono le stesse prove degli esami di stato previste per i nuovi ordinamenti, ovvero secondo le disposizioni di cui al Decreto 328/2001: una prova pratica con oggetto la progettazione di un opera di edilizia civile o di un intervento a scala urbana; una prova scritta relativa alla giustificazione del dimensionamento strutturale o insediativo della prova pratica; una seconda prova scritta vertente sulle problematiche culturali e conoscitive dell architettura; una prova orale consistente nel commento dell elaborato progettuale e nell approfondimento delle materie oggetto delle prove scritte, nonché sugli aspetti di legislazione e deontologia professionale. > settore pianificazione territoriale L esame di stato è articolato nelle seguenti prove: una prova pratica con oggetto l analisi tecnica dei fenomeni della città e del territorio o la valutazione di piani e programmi di trasformazione urbana, territoriale e ambientale; una prova scritta in materia di legislazione urbanistica; una discussione sulle materie oggetto della prova scritta e pratica, nonché sugli aspetti di legislazione e deontologia professionale. > settore conservazione dei beni architettonici e ambientali L esame di stato è articolato nelle seguenti prove: due prove scritte su temi di cultura e tecnica della conservazione; una discussione sulle materie oggetto delle prove scritte, nonché sugli aspetti di legislazione e deontologia professionale. 134

17 Laureati con laurea specialistica/magistrale > settore architettura L esame di stato è articolato nelle seguenti prove: una prova pratica con oggetto la progettazione di un opera di edilizia civile o di un intervento a scala urbana; una prova scritta relativa alla giustificazione del dimensionamento strutturale o insediativo della prova pratica; una seconda prova scritta vertente sulle problematiche culturali e conoscitive dell architettura; una prova orale consistente nel commento dell elaborato progettuale e nell approfondimento delle materie oggetto delle prove scritte, nonché sugli aspetti di legislazione e deontologia professionale. > settore pianificazione territoriale L esame di stato è articolato nelle seguenti prove: una prova pratica con oggetto l analisi tecnica dei fenomeni della città e del territorio o la valutazione di piani e programmi di trasformazione urbana, territoriale e ambientale; una prova scritta in materia di legislazione urbanistica; una discussione sulle materie oggetto della prova scritta e pratica, nonché sugli aspetti di legislazione e deontologia professionale. > settore paesaggistica L esame di stato è articolato nelle seguenti prove: una prova pratica con oggetto le tematiche paesaggistiche e ambientali; una prova scritta su temi di cultura ambientale e paesaggistica; una discussione sulle materie oggetto della prova scritta e pratica, nonché sugli aspetti di legislazione e deontologia professionale. > settore conservazione dei beni architettonici e ambientali L esame di stato è articolato nelle seguenti prove: due prove scritte su temi di cultura e tecnica della conservazione; una discussione sulle materie oggetto delle prove scritte, nonché sugli aspetti di legislazione e deontologia professionale. 135

18 Laureati con laurea triennale o diploma universitario > settore architettura L esame di stato è articolato nelle seguenti prove: una prova pratica consistente nello sviluppo grafico di un progetto esistente o nel rilievo a vista e nella stesura grafica di un particolare architettonico; una prova scritta con oggetto la valutazione economico-quantitativa della prova pratica; una seconda prova scritta consistente in un tema o prova grafica nelle materie caratterizzanti il percorso formativo; una prova orale nelle materie oggetto delle prove scritte e in legislazione e deontologia professionale. > settore pianificazione L esame di stato è articolato nelle seguenti prove: una prova pratica con oggetto l analisi tecnica dei fenomeni della città e del territorio o la valutazione di piani e programmi di trasformazione urbana, territoriale e ambientale; una prova scritta vertente sull analisi e valutazione della compatibilità urbanistica di un opera pubblica; una seconda prova scritta consistente in un tema o prova grafica nelle materie caratterizzanti il percorso formativo; una prova orale nelle materie oggetto delle prove scritte e in legislazione e deontologia professionale. Ai sensi dell articolo 20 della Legge 104/1992, nonché dell articolo 16, comma 1 della Legge 68/1999, i candidati portatori di handicap devono fare esplicita richiesta di ausilio e tempi aggiuntivi eventualmente necessari per sostenere le prove, in fase di compilazione della domanda allo SpIn. CALENDARIO DELLE PROVE PRATICHE Gli esami di stato di abilitazione professionale hanno luogo ogni anno in due distinte sessioni indette con Ordinanza Ministeriale che stabilisce la data di inizio su tutto il territorio nazionale e le giornate prescelte per lo svolgimento delle prove scritte, pratiche e grafiche (consultabile nel sito web di ateneo). 136

19 PUBBLICAZIONE AMMESSI ALLE PROVE ORALI CALENDARIO DELLE PROVE ORALI CERTIFICAZIONI DI ABILITAZIONE ACCESSO AGLI ATTI Ai candidati non verrà inviata alcuna comunicazione prima delle prove, né circa l esito delle stesse. Dovranno prendere visione degli ammessi dagli elenchi che saranno pubblicati nel sito web e all Albo di ateneo, almeno dieci giorni prima delle prove orali. Tale avviso avrà valore ufficiale a tutti gli effetti. Le prove orali si svolgeranno secondo il calendario stabilito dai presidenti di ogni Commissione giudicatrice, che sarà pubblicato nel sito web e all Albo di ateneo, almeno dieci giorni prima delle prove orali. Tale avviso avrà valore ufficiale a tutti gli effetti. I candidati che hanno superato l esame di stato possono richiedere il rilascio del certificato sostitutivo di abilitazione (primo certificato), di certificati di abilitazione o del diploma di abilitazione. Ulteriori informazioni sono consultabili alla voce ritiro diplomi o nel sito web di ateneo alla pagina dedicata al ritiro diplomi, raggiungibile alla voce studenti Iuav oppure alla voce laureati Gli interessati possono esercitare il diritto di accesso agli atti delle prove degli esami di abilitazione all esercizio delle professioni, secondo le modalità e i tempi previsti dalla Legge 241/1990 e dalle successive modificazioni e integrazioni. I candidati possono presentare richiesta di accesso agli atti dalla fine della sessione, trasmettendo il modello per la richiesta di accesso agli atti (scaricabile dal sito dopo la pubblicazione degli abilitati) e copia di un documento di identità: > alla Pec: (riceve solamente messaggi Pec) > al fax > all indirizzo: Università Iuav di Venezia, Archivio generale/protocollo, presso la sede dei Tolentini, Santa Croce 191, Venezia. RIFERIMENTI NORMATIVI La riforma dei corsi di studio universitari e l introduzione dei due livelli di formazione universitaria ha portato a una generale revisione, non solo della disciplina dei requisiti di ammissione all esame di sta- 137

20 to e delle sue modalità di svolgimento, ma anche degli ordinamenti delle relative professioni. Ai sensi del DPR 328/2001 Modifiche e integrazioni della disciplina dei requisiti per l ammissione all esame di stato e delle relative prove per l esercizio di talune professioni, nonché della disciplina dei relativi ordinamenti, sono state infatti istituite nell Albo professionale degli architetti la sezione A e la sezione B, ognuna delle quali caratterizzata da specifiche competenze professionali, ripartite per settori. Ulteriori informazioni sono consultabili nel sito web del Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca: e nella pagina web di ateneo dedicata agli esami di stato, raggiungibile dalla voce studenti Iuav oppure dalla voce laureati. ufficio di riferimento back office area didattica e servizi agli studenti 138

21 MASTER E CORSI DI PERFEZIONAMENTO L offerta formativa post laurea che l Università Iuav di Venezia attiva si articola in master universitari di primo e secondo livello e corsi di perfezionamento, rivolti a laureati e professionisti che sentono la necessità di integrare e/o riqualificare le loro conoscenze. Si tratta di percorsi di formazione avanzata in settori innovativi e strategici, caratterizzati da un approccio ai saperi, necessari ad affrontare la complessità del mondo contemporaneo. MASTER I master universitari sono finalizzati ad approfondire le conoscenze e le competenze in settori innovativi e di particolare rilevanza strategica del mondo produttivo e industriale, che sono caratterizzati da un forte approccio interdisciplinare e applicativo. Sono aperti a laureati in diverse discipline, interessati ad acquisire una preparazione professionale mirata su alcune funzioni aziendali, particolari settori economici o ambiti specifici. CORSI DI PERFEZIONAMENTO Possono accedere ai master di primo livello i candidati in possesso almeno della laurea triennale; per l ammissione a un master di secondo livello è richiesta la laurea magistrale/specialistica o la laurea secondo gli ordinamenti precedenti al DM 509/1999. Tutti i master sono ad accesso programmato. La durata dei master universitari è pari a un anno accademico; le ore di attività didattica sono di norma comprese tra 200 e 520 ore. Le attività formative sono quantificate in Crediti formativi; il carico di lavoro complessivo è generalmente compreso nei 60 Cfu. Per conseguire il diploma di master universitario è necessario frequentare almeno il 70% della durata totale del corso e superare una o più prove di accertamento delle conoscenze acquisite. I corsi di perfezionamento sono corsi di aggiornamento o formazione professionale short courses di durata variabile. I corsi si rivolgono a candidati che: > hanno conseguito un titolo di studio di livello universitario (diploma universitario, laurea, laurea di primo livello, laurea magistrale/speciali- 139

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile Quante volte l anno si svolgono gli esami di Stato? Sono previste due sessioni d esame

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Approvato dal Senato Accademico con delibera del 10 giugno 2008 e modificato con delibera del Senato Accademico del 14 giugno 2011 Decreto rettorale

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA Università degli Studi della Tuscia Regolamento per l iscrizione degli studenti a tempo parziale ai corsi di studio dell Università degli Studi della Tuscia (D.R. n. 637/07 del 01.08.2007) REGOLAMENTO

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

REGOLAMENTO IMMATRICOLAZIONI, ISCRIZIONI, TASSE E CONTRIBUTI PER STUDENTI DI CORSI DI LAUREA, DI LAUREA MAGISTRALE, DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO

REGOLAMENTO IMMATRICOLAZIONI, ISCRIZIONI, TASSE E CONTRIBUTI PER STUDENTI DI CORSI DI LAUREA, DI LAUREA MAGISTRALE, DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO REGOLAMENTO IMMATRICOLAZIONI, ISCRIZIONI, TASSE E CONTRIBUTI PER STUDENTI DI CORSI DI LAUREA, DI LAUREA MAGISTRALE, DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO E CORSI SINGOLI INDICE TITOLO I - IMMATRICOLAZIONI,

Dettagli

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI

GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI ANNO ACCADEMICO 2013/2014 GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI ANNO ACCADEMICO 2013/2014 SOMMARIO L UNIVERSITÀ DI TRENTO 7 IL SISTEMA UNIVERSITARIO

Dettagli

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE PER GLI STUDENTI Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE VALIDE PER I CORSI ATTIVATI AI SENSI DEL D.M. 270/04 Immatricolazione

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO D. R. 767 del 30/06/2014 MANIFESTO GENERALE DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2014/2015 IL RETTORE VISTA la Legge 19 novembre 1990

Dettagli

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA Bando di concorso per l ammissione al Master universitario di I livello in International Management - MIEX Sede di Bologna codice: 8367 Anno Accademico 2014-2015 Scadenza bando: 14 luglio 2014 ore 13,00

Dettagli

Ordinanza Ministeriale 21 febbraio 2014 n. 144. Esami di Stato di abilitazione professionale anno 2014. Professioni regolamentate dal D.P.R. 328/2001.

Ordinanza Ministeriale 21 febbraio 2014 n. 144. Esami di Stato di abilitazione professionale anno 2014. Professioni regolamentate dal D.P.R. 328/2001. Ordinanza Ministeriale 21 febbraio 2014 n. 144 Esami di Stato di abilitazione professionale anno 2014. Professioni regolamentate dal D.P.R. 328/2001. VISTA la legge 9 maggio 1989, n.168, con la quale è

Dettagli

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA ALLEGATO 2 TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI DELLA TERZA FASCIA DELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO DEL PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO DELLE SCUOLE ED ISTITUTI DI OGNI ORDINE E GRADO, APPROVATA CON D.M 27

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO PROCEDURE TERMINI E TASSE (Modificato con D.R. n.1508 del 31/07/2013) INDICE PARTE I NORME GENERALI Art. 1 Art. 2 Ambito di applicazione Definizioni PARTE

Dettagli

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile)

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D1. COSA SONO LE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE? D2. COME SI OTTENGONO

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO PROCEDURE TERMINI E TASSE (Modificato con delibera del Senato Accademico del 19 luglio 2011) INDICE PARTE I NORME GENERALI Art. 1 Art. 2 Ambito di applicazione

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO D.R. n. 1000 del 16.7.2013 Master di I Livello in MANAGEMENT DEI PRODOTTI E SERVIZI DELLA COMUNICAZIONE I L R E T T O R E VISTO lo Statuto dell'università degli Studi di Cagliari, emanato con D.R. n. 339

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DEI BENEFICI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO A. A. 2015/16

BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DEI BENEFICI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO A. A. 2015/16 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DEI BENEFICI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO A. A. 2015/16 Prot. N 41920 N. Repertorio 3115/2015 Titolo V Classe 5 Fascicolo Milano, 30 giugno 2015 VISTI gli

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

Comune di Isola del Liri

Comune di Isola del Liri SERVIZIO 1 - SEGRETERIA DEL SINDACO U.R.P. AFFARI GENERALI E PERSONALE AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO, AI SENSI DELL ART. 110, COMMA 1, DEL D. LGS. 267/2000, DI N. 1

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE SELEZIONE PUBBLICA PER ESAMI, PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO DI ASSISTENTE AI SERVIZI AMMINISTRATIVI E CONTABILI CAT. C1. IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE,

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU Ai sensi delle seguenti disposizioni: Legge 02.12.1991, n. 390 Articolo 13 D.P.C.M. 09/04/2001 Articolo 4 comma 17 D.P.C.M. 05/12/2013

Dettagli

Università degli Studi di Macerata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN

Università degli Studi di Macerata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN Università degli Studi di Macerata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN FORMAZIONE, GESTIONE E CONSERVAZIONE DI ARCHIVI DIGITALI IN AMBITO PUBBLICO E PRIVATO Anno Accademico 2014/2015 VIII edizione BANDO

Dettagli

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Art. 1 - Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina i procedimenti di selezione,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca IL DIRETTORE GENERALE VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3, con il quale è stato approvato il testo unico delle disposizioni concernenti lo Statuto degli impiegati civili

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione BANDO DI CONCORSO per l erogazione di borse di studio in favore dei figli e degli orfani dei dipendenti iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (art.1,c.245 della legge 662/96)

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

..DOMANDA DI ISCRIZIONE ANNI SUCCESSIVI..

..DOMANDA DI ISCRIZIONE ANNI SUCCESSIVI.. Corso di laurea.... C.L. specialistica/magistrale... Curriculum/Indirizzo... Matricola.. Marca da bollo da 16,00 se non assolta in modo virtuale AL MAGNIFICO RETTORE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI G. D ANNUNZIO

Dettagli

U n i v e r s i t à degl i S t udi d i R o m a Tor V e r gat a

U n i v e r s i t à degl i S t udi d i R o m a Tor V e r gat a BANDO DI CONCORSO D.M. 5 FEBBRAIO 2014 N.85 MACROAREA DI INGEGNERIA AMMISSIONE AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO,DIRETTAMENTE FINALIZZATI ALLA FORMAZIONE DI ARCHITETTO INGEGNERIA EDILE ARCHITETTURA

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

L acquisizione di candidature riguarderà i seguenti ambiti di interesse, costituenti Sezioni dell Albo:

L acquisizione di candidature riguarderà i seguenti ambiti di interesse, costituenti Sezioni dell Albo: Avviso pubblico per l istituzione di un Albo di esperti da impegnare nelle attività di realizzazione di programmi e progetti di studio, ricerca e consulenza. Art. 1 Premessa E indetto Avviso Pubblico per

Dettagli

DIPARTIMENTO 25123 BRESCIA Partita IVA 14/15. iniziato, come. fa specifico. paragrafo 2.2. stesso. valutazione. rispondenza.

DIPARTIMENTO 25123 BRESCIA Partita IVA 14/15. iniziato, come. fa specifico. paragrafo 2.2. stesso. valutazione. rispondenza. REGOLAMENTO PER L AMMISSIONE ALLE LAUREE MAGISTRALI IN INGEGNERIA 14/15 (Approvato dal CCSA di ingegneria Industriale del 17/7/2014) 1. PREMESSA E NORME GENERALI 1.1. Norme e principi di riferimento Il

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

Bando di concorso per l ammissione al MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO CULTURA DELL INNOVAZIONE, MERCATI E CREAZIONE D IMPRESA.

Bando di concorso per l ammissione al MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO CULTURA DELL INNOVAZIONE, MERCATI E CREAZIONE D IMPRESA. Bando di concorso per l ammissione al MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO CULTURA DELL INNOVAZIONE, MERCATI E CREAZIONE D IMPRESA Sede di Bologna codice: 8159 Anno Accademico 2008/09 Scadenza Bando : 31

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

Classe di abilitazione A019 Calendario e modalità di svolgimento delle prove

Classe di abilitazione A019 Calendario e modalità di svolgimento delle prove Classe di abilitazione A019 Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015, luglio 2015, gennaio 2016) con la possibilità per

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

l sottoscritt nat a prov. il e residente in Via cap

l sottoscritt nat a prov. il e residente in Via cap ZIONI SOSTITUTIVE DI CERTIFICAZIONI AI SENSI DELL ART. 46 DEL D.P.R. 28 DICEMBRE 2000 N. 445 Requisito 1: Titolo di studio voto finale di laurea l sottoscritt nat a prov. il e residente in Via cap di essere

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Art. 1. (Indizione concorso)

Art. 1. (Indizione concorso) Allegato 1 al Provvedimento del Direttore dell Istituto TeCIP n. 66 del 10/02/2015 Concorso per l attribuzione di due Borse di studio per attività di ricerca della durata di 12 mesi ciascuna presso l Istituto

Dettagli

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE IMMATRICOLAZIONI AL PRIMO ANNO DEI CORSI DI LAUREA TRIENNA- LI IN INGEGNERIA DEL POLITECNICO DI BARI - A.A. 2015/2016 Sommario REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE...

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

studio dei titolari di protezione internazionale

studio dei titolari di protezione internazionale Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO LA NORMATIVA L art 170 del RD 1592 del 3/ 31/08/33 /33di approvazione del Testo Unico

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Distr. Sc. n 9 - Via V. Veneto 89822 SERRA SAN BRUNO (VV) FONDI STRUTTURALI 2007-2013 PEC: vvis003008@pec.istruzione.it PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE FONDO

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO 1 PUBBLICATO ALL ALBO DELL ASL 2 SAVONESE IL 08.01.2010 SCADE IL 28.01.2010 AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO In attuazione della deliberazione del Direttore Generale

Dettagli

Scuola di Ingegneria e Architettura

Scuola di Ingegneria e Architettura Alma Mater Studiorum - Università di Bologna Bando per l ammissione ai Corsi di laurea a numero programmato - Anno Accademico 2014/2015 Il presente bando, congiunto tra la Scuola di Ingegneria e Architettura

Dettagli

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Divisione Studenti Servizi agli Studenti Divisione Studenti ISU BOCCONI Università Commerciale Luigi Bocconi Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Questo documento riassume le caratteristiche principali

Dettagli

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99)

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99) Mod. 6322/triennale Marca da bollo da 16.00 euro Domanda di laurea Valida per la prova finale dei corsi di studio di primo livello Questo modulo va consegnato alla Segreteria amministrativa del Corso a

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

Regione Toscana. Bando di concorso a.a. 2014/2015. Borse di studio Posti alloggio

Regione Toscana. Bando di concorso a.a. 2014/2015. Borse di studio Posti alloggio Regione Toscana Bando di concorso a.a. 2014/2015 Borse di studio Posti alloggio Luglio 2014 Pubblicazione a cura del Servizio Comunicazione Impaginazione a cura di: Leda Lazzerini Redazione testo: Servizi

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015 U.O.S.D. FORMAZIONE EDUCAZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE Scadenza 15 DICEMBRE 2014 AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO E DELL ESAME FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA LAUREE QUADRIENNALI: FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA o ECONOMIA E COMMERCIO media aritmetica dei voti degli esami di profitto con esclusione dei voti delle Teologie e di quelli riguardanti

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO TABELLA B TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso l insegnamento di strumento musicale nella scuola media), VALIDE PER

Dettagli

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007)

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA 1 (annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso

Dettagli

Domanda di iscrizione alla prova di accesso ai Corsi di Specializzazione alle attività di sostegno

Domanda di iscrizione alla prova di accesso ai Corsi di Specializzazione alle attività di sostegno Domanda di iscrizione alla prova di accesso ai Corsi di Specializzazione alle attività di sostegno Sommario Introduzione 1 Assistenza. 2 Accedi ai servizi on line. 2 Accesso all area riservata. 3 Domanda

Dettagli