Dok A.BE.001 Dat Vers 3.0 Stato definitivo Class pubblico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dok A.BE.001 Dat 01.06.2010 Vers 3.0 Stato definitivo Class pubblico"

Transcript

1 Percorso formativo Ingresso in banca per titolari di un diploma di maturità BEM Programma quadro 2010 Associazione svizzera dei banchieri ASB Dok A.BE.001 Dat Vers 3.0 Stato definitivo Class pubblico

2 Indice 1. Principi e standard Profilo professionale e posizionamento Posizionamento Profilo al termine del programma d ingresso Conclusione e certificato Obiettivi di formazione Aree di formazione Competenze professionali, metodologiche e sociali Rappresentazione grafica delle aree di formazione e delle competenze Struttura Indicazione sugli elementi di qualificazione Area d apprendimento A: Consulenza alla clientela Area d apprendimento B: Esecuzione di prodotti e processi Area d apprendimento C: Evoluzione del settore, ambiente sociale ed economico Curriculum Elementi vincolanti Piano di formazione Ammissione Procedura di qualificazione Principi di base Esame scritto Esame orale Situazioni di apprendimento e di lavoro SAL Ripetizione degli elementi di qualificazione Certificazione dei partecipanti che hanno superato la procedura di qualificazione Condizioni per la certificazione Diploma ASB Procedura di rilascio dei diplomi ASB Adesione e vigilanza Principi di base Organizzazione e compiti Adesione di banche Adesione di fornitori di formazione Finanziamento dei costi Disposizioni transitorie Banche aderenti Fornitori della formazione aderenti Disposizioni finali Entrata in vigore Sorveglianza Allegato I Descrizione delle competenze Allegato II Glossario A.BE.001, Programma quadro BEM 2

3 L Associazione svizzera dei banchieri in qualità di organizzazione del mondo del lavoro, emana il seguente programma quadro per il percorso formativo Ingresso in banca per titolari di un diploma di maturità: 1. Principi e standard I seguenti principi e standard rappresentano la base del presente programma quadro: 1. Obiettivi secondo il programma BEM Nessun standard 2. Destinatari Condizioni di ammissione: scuola media superiore terminata (riconosciuta dal cantone e dalla Confederazione) 3. Certificato Certificato emesso dall ASB Certificato di lavoro della banca 4. Denominazione Denominazione uniforme ufficiale tra le banche, ASB e fornitori di formazione: Ingresso in banca per titolari di un diploma di maturità BEM 5. Competenze/contenuti Catalogo degli obiettivi di formazione (conoscenze di base banca, competenze di consulenza e vendita) Possibilità di passaggio SSSBF risp. Bachelor Scuole universitarie superiori (Banking & Finance) 6. Luoghi d apprendimento on the job: o Obiettivi particolari secondo 3. Obiettivi di formazione, luogo d apprendimento on-the-job o Almeno 12 mesi nei settori chiave della banca di cui 6 mesi al fronte off the job: o Obiettivi particolari secondo 3. Obiettivi di formazione, luogo d apprendimento off-the-job o Almeno 300 ore d apprendimento, di cui 120 ore d apprendimento sotto forma di corsi di presenza 7. Durata Almeno 18 mesi 8. Flessibilità delle date d inizio Nessun standard 9. Lingua delle lezioni Lingue nazionali 10. Procedura di qualificazione/verifica degli obiettivi di formazione Esami parziali scritti o Ponderazione 1/3 Valutazione della prestazione di lavoro, on the job (SAL) o Ponderazione 1/3 o Almeno 2 valutazioni durante l intero programma svolte dalla banca (nessun termine predefinito) Esame finale orale o Ponderazione 1/3 11. Costi / stipendi Nessun standard Questi saranno definiti nei seguenti regolamenti quadro. A.BE.001, Programma quadro BEM 3

4 2. Profilo professionale e posizionamento 2.1 Posizionamento Il percorso formativo Ingresso in banca per titolari di un diploma di maturità (BEM) è concepito come primo passo di carriera verso un profilo professionale di generalista bancario. Il termine del percorso BEM non rappresenta ancora il raggiungimento di un vero e proprio profilo professionale. Soltanto al termine di un ulteriore perfezionamento in ambito terziario la candidata/il candidato è capace di adempiere il profilo professionale di generalista bancario. Il percorso BEM crea le basi per garantire la capacità di collegamento tematico ad un perfezionamento terziario. La conclusione del percorso BEM deve rispecchiare questo fatto. Le attività e capacità finali di un candidato BEM saranno in seguito raggruppate sotto il concetto Profilo al termine del programma d ingresso. A.BE.001, Programma quadro BEM 4

5 2.2 Profilo al termine del programma d ingresso Compiti principali I diplomati del programma BEM Consigliano la clientela e vendono i prodotti e servizi nel rispetto delle esigenze dei clienti. Analizzano e documentano le esigenze finanziarie della clientela. Assumono delle funzioni di triage nell ambito del front e middle office. Esaminano nel rispetto della politica creditizia della banca le richieste di credito, le elaborano e preparano le decisioni di credito. Svolgono correttamente le formalità nell ambito della prestazione di servizi finanziari. Acquisiscono clientela e mantengono delle relazioni proficue con i clienti. Analizzano e ottimizzano dei semplici processi commerciali. Assumono dei compiti generali esigenti in ambito bancario: collaborazione a progetti e partecipazione attiva a riunioni Campi d attività La complessità dei compiti come pure la divisione della catena di creazione di valore nel settore bancario portano in modo crescente ad una focalizzazione delle attività su determinati ambiti. Il percorso formativo BEM come programma d introduzione è comunque o- rientato ad una formazione da generalista, per aprire ai diplomati svariate possibilità di carriera. I principali campi d attività dei diplomati BEM sono: 1. Consulenza alla clientela 2. Esecuzione: Esecuzione di prodotti e processi nell ambito dei titoli Esecuzione di prodotti e processi nell ambito dei crediti Erogazione ed esecuzione di servizi di base I diplomati BEM si contraddistinguono per il loro pensare e agire in modo imprenditoriale, per l impegno, la lealtà e la loro integrità come pure per la loro diligenza nella gestione delle risorse. Sono coscienti dell importanza dei principi etici nella vita professionale. 2.3 Conclusione e certificato Il superamento della formazione dà diritto al rilascio del certificato: Tedesco: Bankeinstieg für Mittelschulabsolventen (BEM) Francese: Formation bancaire initiale pour porteurs de maturité (BEM) Italiano: Ingresso in banca per titolari di diploma di maturità (BEM) Inglese: Bank entry programme for high-school graduates (BEM) A.BE.001, Programma quadro BEM 5

6 3. Obiettivi di formazione 3.1 Aree di formazione Conoscere la clientela e le sue esigenze e consigliarla in modo ottimale è uno degli obiettivi principali di tutte le attività di una banca. Questo orientamento al cliente è la base di tutti gli obiettivi di formazione BEM che sono attribuiti alle tre aree di formazione Consulenza alla clientela, Esecuzione di prodotti e processi e Evoluzione del settore, ambiente sociale e economico. Area A: Consulenza alla clientela L area della consulenza alla clientela comprende delle competenze nell ambito delle attività di consulenza e di vendita e delle conoscenze bancarie. Il successo aziendale dipende dall orientamento al cliente, dalla qualità dei prodotti e servizi come pure dalla vendita professionale degli stessi. Gli elementi decisivi sono per questo motivo delle buone conoscenze dei prodotti, un alta competenza di consulenza, delle tecniche di vendita adeguate alla clientela, l orientamento al servizio e un approccio professionale verso la qualità del servizio Area B: Esecuzione di prodotti e processi L area dell esecuzione di prodotti e processi comprende l esecuzione di operazioni bancarie, la comprensione di processi aziendali come pure le conoscenze tecniche richieste a questo scopo. Area C: Evoluzione del settore, ambiente sociale ed economico Nell area C la banca è inserita nell ambiente economico e sociale. Si riflette sulle interazioni tra i diversi ambienti. Si riconoscono e confrontano le particolarità e gli sviluppi del settore bancario, dei gruppi bancari e della propria azienda 3.2 Competenze professionali, metodologiche e sociali Queste competenze sono trattate in ognuna delle tre aree di formazione. L attribuzione definitiva di queste competenze ad un obiettivo particolare avviene a livello dell allestimento didattico dell accordo di formazione. Competenze professionali La competenza professionale è la capacità di affrontare dei compiti professionali grazie alle conoscenze e capacità tecniche in modo orientato all obiettivo, adeguato e autonomo, e di valutare i risultati. Competenze metodologiche Le competenze metodologiche si riferiscono a capacità intersituazionali, utilizzabili in modo flessibile (ad es. per la risoluzione di problemi o per la presa di decisioni), che una persona necessita per svolgere autonomamente un compito. Ne fanno parte anche la gestione proficua della tecnologia d informazione. Competenze sociali Le competenze sociali comprendono modi di comportamento comunicativi e cooperativi oppure le capacità che permettono la realizzazione di obiettivi nelle interazioni sociali. Le competenze sociali si riferiscono alla gestione e alla collaborazione con altre persone. A.BE.001, Programma quadro BEM 6

7 Competenze individuali Con competenze individuali s intende il rapporto di una persona con sé stessa e con le proprie risorse. Le competenze individuali si manifestano in determinate opinioni, valori, esigenze e motivazioni e riguardano soprattutto la gestione motivazionale ed emotiva del proprio agire. La capacità di inserire i propri vantaggi nell ambito professionale come pure l abilità di attribuire adeguatamente le proprie conoscenze e di riflettere fanno anch esse parte delle competenze individuali. 3.3 Rappresentazione grafica delle aree di formazione e delle competenze A.BE.001, Programma quadro BEM 7

8 Nell allegato I sono elencate tutte le competenze metodologiche, sociali e individuali con delle brevi spiegazioni. 3.4 Struttura Nomenclatura e struttura degli obiettivi di formazione si orientano al metodo Triplex secondo il Manuale delle ordinanze dell UFFT (2006). La struttura è costituita dai seguenti tre livelli: Idee direttrici Quadri di riferimento generali; aree di competenze delimitate della formazione; aree di azione risp. situazioni circoscritte. Le idee direttrici valgono per tutti i luoghi d apprendimento (on- e off-the job). Obiettivi generali Obiettivi grossolani; posizioni e modi di procedere che devono essere attivati in concrete situazioni d azione; competenze interdisciplinari. Gli obiettivi generali valgono per tutti i luoghi d apprendimento. Obiettivi particolari Comportamento e azioni osservabili; descrizione concreta di una prestazione attesa. Gli obiettivi particolari valgono per tutti i luoghi d apprendimento e costituiscono la base per la valutazione delle prestazioni. Ogni obiettivo particolare è attribuito ad un livello di tassonomia, secondo la sua complessità: C1 C2 C3 C4 C5 C6 Conoscenza Comprensione Applicazione Analisi Sintesi Giudizio 3.5 Indicazione sugli elementi di qualificazione A tutti gli obiettivi particolari del programma quadro sono attribuiti degli elementi della procedura di qualificazione. Non è obbligatorio verificare tutti gli obiettivi particolari. L organizzazione degli elementi di qualificazione è regolata al capitolo 6. Gli obiettivi particolari attribuiti al luogo d apprendimento on-the-job con una X, devono essere trasmessi obbligatoriamente dalla banca formatrice. Gli obiettivi particolari che non sono attribuiti al luogo d apprendimento on-the-job con una X, ma che portano la menzione SAL nella procedura di qualificazione, possono (ma non devono) essere trasmessi sul luogo d apprendimento on-the-job e possono quindi essere oggetto di una SAL. A.BE.001, Programma quadro BEM 8

9 3.6 Area d apprendimento A: Consulenza alla clientela L area della consulenza alla clientela comprende delle competenze nell ambito delle attività di consulenza e di vendita e delle conoscenze bancarie. Il successo aziendale dipende dall orientamento al cliente, dalla qualità dei prodotti e servizi come pure dalla vendita professionale degli stessi. Gli elementi decisivi sono per questo motivo delle buone conoscenze dei prodotti, un alta competenza di consulenza, delle tecniche di vendita adeguate alla clientela, l orientamento al servizio e un approccio professionale verso la qualità del servizio Idea direttrice A1: Svolgere colloqui con la clientela Le tecniche di vendita adeguate alla clientela e un alta competenza di consulenza sono delle premesse importanti per il successo della vendita. I diplomati devono riconoscere una chiara struttura dei colloqui con i clienti come necessità aziendale ed applicare la stessa. Competenze metodologiche, sociali, individuali - Capacità comunicativa - Comportamento adeguato alla situazione - Buone maniere - Capacità di negoziazione - Capacità di gestire i conflitti - Comportamento etico - Fiducia nei propri mezzi - Consapevolezza del proprio effetto - Tecniche di presentazione - Tecniche di vendita - Tecniche di negoziazione - Capacità d astrazione - Modo di lavorare preciso A.BE.001, Programma quadro BEM,

10 Obiettivi generali - I diplomati sono capaci di elaborare delle proposte di soluzione, orientate all utilità, sulla base di un analisi dettagliata delle esigenze dei clienti. Sono in grado di offrire e vendere i rispettivi prodotti in modo adeguato al cliente ed alla situazione. - I diplomati sono consapevoli dell importanza di un modo di presentarsi professionale e di un comportamento professionale nei confronti della clientela come importanti fattori di successo. - I diplomati si mostrano interessati nelle obiezioni dei clienti. - I diplomati mirano a dare un continuo contributo per un alta qualità di servizio della banca. Applicano in modo coerente il processo di consulenza della loro banca. - I diplomati tengono vivo il contatto con gli specialisti interni e li coinvolgono nelle problematiche complesse. - I diplomati sono in grado di gestire l ambito conflittuale tra le esigenze dei clienti, gli obiettivi di vendita della banca e le premesse regolamentari. Obiettivi particolari N TA On Off PC A Comprendo il senso e lo scopo della struttura del processo di consulenza della mia banca. C2 X X O/S/SAL A Applico il processo di consulenza della mia banca nei colloqui con i clienti. C3 X O/SAL A Conosco le diverse fasi di un colloquio con il cliente. C1 X X O/S/SAL A Mi creo una rete interna di interlocutori e specialisti. C3 X SAL A Sono in grado di evidenziare ad un cliente l utilità di un prodotto/ servizio. C2 X X O/S/SAL A Sono in grado di trattare un reclamo o un obiezione. C3 X X O/S/SAL A Nella consulenza alla clientela considero sia le esigenze dei clienti sia gli interessi della banca. Nel caso di conflitti d interesse sono in grado di proporre una soluzione. C5 X X O/S/SAL A.BE.001, Programma quadro BEM,

11 3.6.2 Idea direttrice A2: Riconoscere le esigenze della clientela Riconoscere le esigenze individuali dei clienti rappresenta una base importante per una consulenza proficua alla clientela. In un colloquio i clienti si aspettano che il consulente s interessi delle loro esigenze. Perciò è importante che i diplomati svolgano un analisi adeguata alla situazione. Competenze metodologiche, sociali, individuali - Capacità comunicativa - Comportamento adeguato alla situazione - Buone maniere - Capacità d immedesimazione - Comportamento etico - Capacità di analisi - Tecniche di vendita - Tecniche decisionali Obiettivi generali - I diplomati riconoscono le esigenze individuali di clienti privati e commerciali in modo corretto e completo. - I diplomati comprendono il profilo del cliente nel suo insieme considerando impegni e patrimonio. Obiettivi particolari N TA On Off PC A Comprendo l importanza dell analisi dei bisogni nel processo di consulenza. C2 X X O/S/SAL A Nel colloquio con i clienti applico le tecniche di domanda adeguate. C3 X X O/S/SAL A Conosco i metodi per l analisi delle esigenze e le applico nel colloquio con il cliente. C3 X X O/S/SAL A Sono in grado di distinguere le esigenze dei diversi gruppi di clientela. C4 X SAL A Sono in grado di allestire il profilo d investitore del cliente e di attribuirlo alla corretta strategia d investimento. Sono in grado di spiegare i rischi o le oscillazioni di valore collegati come pure di definire la durata d investimento ideale. C5 X X O/S/SAL A Riconosco in quali casi una pianificazione finanziaria globale è sensata per un cliente e coinvolgo i rispettivi esperti. C4 X X O/S/SAL A.BE.001, Programma quadro BEM,

12 3.6.3 Idea direttrice A3: Rispettare le prescrizioni legali e altre prescrizioni regolatorie La reputazione della piazza finanziaria svizzera e delle singole banche dipende fortemente da una politica aziendale che considera le restrizioni legali e le ulteriori aspettative etiche del pubblico, dei clienti come pure dei proprietari. Per questo motivo i diplomati procedono in modo diligente e coscienzioso nell apertura e mantenimento delle relazioni con la clientela. Essi rispettano le prescrizioni legali e regolatorie e sono coscienti della loro responsabilità in materia. Competenze metodologiche, sociali, individuali - Discrezione - Capacità d immedesimazione - Comportamento adeguato alla situazione - Capacità comunicativa - Comportamento etico - Senso di responsabilità - Affidabilità Obiettivi generali - I diplomati rispettano le leggi rilevanti per la loro attività come pure ulteriori prescrizioni regolatorie esterne ed interne. In caso di problematiche complesse coinvolgono il rispettivo ufficio competente (compliance). - I diplomati si comportano in modo discreto quando si tratta delle loro relazioni con la clientela e rispettano il segreto bancario. - Nei colloqui con la clientela, i diplomati si comportano nel rispetto delle leggi rilevanti come pure di ulteriori prescrizioni esterne ed interne. A.BE.001, Programma quadro BEM,

13 Obiettivi particolari N TA On Off PC A Sono in grado di descrivere e distinguere le leggi rilevanti per il settore bancario, come la legge sulle banche, la legge sulle borse, la legge sul credito al consumo e la legge sul riciclaggio di denaro. C2 X O/S/SAL A Elenco gli obiettivi e compiti dell autorità di vigilanza (FINMA) legati alla legge sulle banche. C1 X O/S/SAL A Sono in grado di spiegare il concetto di riciclaggio di denaro e so descrivere gli obblighi della banca in materia di lotta contro il riciclaggio di denaro. A Conosco il contenuto della CDB (Convenzione relativa all obbligo di diligenza delle banche). So a quali transazioni sui clienti è applicata e comprendo il senso e lo scopo. A Sono in grado di spiegare il senso e lo scopo del segreto bancario come pure della sua importanza per la piazza finanziaria svizzera. So in quali casi è applicato. Inoltre so distinguere il segreto bancario dalla CDB (Convenzione relativa all obbligo di diligenza delle banche). C2 X O/S/SAL C2 X X O/S/SAL C2 X X O/S/SAL A Descrivo in modo esaustivo i compiti dell ombudsman delle banche. C1 X O/S A Sono in grado di elencare le direttive per la responsabilità del consulente. C1 X O/S A Sono in grado di spiegare le basi legali del chiarimento del rischio nelle operazioni su valori mobiliari, come pure per i clienti della consulenza e della gestione patrimoniale. A Sono in grado di spiegare il piano di collocamento e so su quali leggi si basa. Sono in grado di spiegare gli effetti e le conseguenze della convenzione per la protezione del depositante e del piano di collocamento. Sono in grado di attribuire diversi prodotti bancari alle singole classi del piano di collocamento. C2 X O/S/SAL C2 X O/S/SAL A Applico le leggi ed i regolamenti nel colloquio con i clienti e al telefono (nella vita quotidiana). C3 X SAL A.BE.001, Programma quadro BEM,

14 3.6.4 Idea direttrice A4: Comprendere e spiegare gli aspetti tecnici fondamentali nell ambito dei prodotti e servizi di base I servizi e prodotti di base costituiscono le fondamenta delle relazioni bancarie. Per questo motivo è importante che i diplomati dispongano delle conoscenze e abilità rilevanti per la consulenza e la vendita dei servizi e prodotti di base. Una buona conoscenza dei prodotti e servizi offerti è una premessa importante per il successo nella vendita. Competenze metodologiche, sociali, individuali - Comportamento etico - Capacità comunicativa - Buone maniere - Capacità di cooperazione - Motivazione alla prestazione - Motivazione all apprendimento - Saper utilizzare le fonti d informazione - Tecniche di vendita - Tecnica della presentazione Obiettivi generali - I diplomati spiegano in modo competente e comprensibile i tipi di conto e i prodotti previdenziali più frequenti come pure i rispettivi servizi secondo le rispettive esigenze del cliente. - I diplomati trasmettono delle soluzioni orientate alle esigenze nell ambito del traffico dei pagamenti. - I diplomati mostrano ai clienti le diverse possibilità dell online-banking. A.BE.001, Programma quadro BEM,

15 Obiettivi particolari N TA On Off PC A Sono in grado di elencare i prodotti dalla gamma dei conti della mia banca. Elenco inoltre la struttura specifica al segmento (ad es. conto di risparmio gioventù), come pure le caratteristiche e particolarità (ad es. trattamento del patrimonio affidato in virtù dell autorità parentale). A So dove sono contenute le condizioni di prelevamento dei diversi conti e le posso spiegare al cliente. Sono in grado di spiegare il collegamento tra tasso d interesse e condizioni di prelevamento. C1 X X O/S/SAL C2 X X O/S/SAL A Sono in grado di elencare e descrivere i prodotti del traffico dei pagamenti. C1 X X O/S/SAL A So spiegare come procedere in caso di furto e perdita di un mezzo di pagamento. C2 X SAL A Sono in grado di spiegare i prodotti dell online-banking. Nell e-banking mi soffermo soprattutto sui presupposti tecnici del cliente. A Sono in grado di analizzare le esigenze dei clienti relative alla custodia e gestione di valori patrimoniali e di consigliare i prodotti adeguati. C3 X X O/S/SAL C5 X X O/S/SAL A.BE.001, Programma quadro BEM,

16 3.6.5 Idea direttrice A5: Conoscere i prodotti alternativi o della concorrenza Il successo dell azienda dipende tra l altro anche dal fatto che la banca conosce i prodotti e servizi dei possibili concorrenti e sfrutta questa conoscenza per un miglioramento continuo della propria offerta. Perciò è importante che i diplomati osservino il mercato e con questo creino una consapevolezza per gli attuali sviluppi dei prodotti. Competenze metodologiche, sociali, individuali - Motivazione alla prestazione - Motivazione all apprendimento - Creatività/Potere innovativo - Saper utilizzare le fonti d informazione - Capacità di applicazione - Pensiero interdisciplinare Obiettivi generali - I diplomati seguono l evoluzione dei propri prodotti come pure di quelli della concorrenza. Sono in grado di riconoscere delle differenze e valutare la loro importanza. - I diplomati comprendono lo sviluppo di nuove idee come parte dei loro compiti e portano delle proposte alla loro banca. Obiettivi particolari N TA On Off PC A So in che cosa si distinguono i prodotti della mia banca da quelli della concorrenza. Sono in grado di evidenziare i vantaggi rilevanti. C3 X X O/S/SAL A Sono in grado di creare un collegamento tra le esigenze dei partecipanti al mercato ed i prodotti della mia banca. C3 X X O/S/SAL A Sono in grado di difendere con convinzione i vantaggi dei nostri prodotti e servizi nei confronti dei prodotti alternativi o della concorrenza. C4 X X O/S/SAL A.BE.001, Programma quadro BEM,

17 3.6.6 Idea direttrice A6: Comprendere e spiegare gli aspetti tecnici fondamentali nell ambito delle operazioni finanziarie e di negoziazione Le operazioni finanziarie e di negoziazione rappresentano uno degli affari centrali delle banche e di conseguenza contribuiscono notevolmente al successo aziendale. Per questo motivo è importante che i diplomati dispongano delle conoscenze e abilità rilevanti per la consulenza sui prodotti e servizi finanziari. Una buona conoscenza dei prodotti e servizi offerti è una premessa importante per il successo nella vendita. Competenze metodologiche, sociali, individuali - Capacità di cooperazione - Motivazione alla prestazione - Motivazione all apprendimento - Saper utilizzare le fonti d informazione Obiettivi generali - I diplomati offrono prodotti e servizi finanziari nel rispetto della strategia d investimento e del profilo d investitore, considerando in particolare la ponderazione e la capacità al rischio del cliente. - I diplomati conoscono diverse possibilità d investimento per clienti commerciali nell ambito finanziario. - Nella loro quotidianità della professione i diplomati sono in grado di interpretare delle evoluzioni sui mercati finanziari e dedurre le conseguenze. - I diplomati sono in grado di trasferire correttamente le prescrizioni legali nell ambito dei titoli relativi alla natura del titolo, il suo trasferimento, i diritti ed obblighi nella loro prassi bancaria. - I diplomati conoscono il funzionamento di due tipici sistemi di negoziazione. - I diplomati sono in grado di evidenziare il senso e lo scopo di un emissione e di descriverne lo svolgimento e le conseguenze. - I diplomati sono familiarizzati con i ricavi dei prodotti finanziari e conoscono la composizione dei costi. A.BE.001, Programma quadro BEM,

18 Obiettivi particolari N TA On Off PC A Sono in grado di spiegare il concetto di titolo e il tipo di trasferimento per ogni genere di titolo. C2 X O/S/SAL A Sono in grado di differenziare i titoli secondo i criteri dei diritti ed obblighi, della durate e dei ricavi. C2 X O/S/SAL A A A A A A Conosco i termini di prescrizione di crediti di capitale e d interesse. Sono in grado di attribuire correttamente i termini di prescrizione ai rispettivi titoli. Sono in grado di confrontare le diverse forme di collocamento di un emissione e di spiegare le parti coinvolte ed il loro compito. Inoltre elenco i rischi ed i vantaggi legati ad una determinata forma di collocamento. Sono in grado di elencare i diversi tipi di titoli di credito e di partecipazione. Posso spiegare il carattere e l importanza dei singoli titoli per l emittente e l investitore. Sono in grado di spiegare il concetto di rating nell ambito di un prestito obbligazionario. Conosco il collegamento tra rating, tasso d interesse ed attuale corso di un obbligazione. Sono in grado di calcolare un rendimento alla scadenza. Sono in grado di procurarmi il materiale informativo sulle azioni ed obbligazioni, di calcolare gli indici rilevanti e di interpretarli. Posso spiegare il senso e lo scopo di un obbligazione convertibile. Sono in grado di calcolare la parità ed il premio di conversione e posso spiegare con parole proprie i vantaggi e gli svantaggi per l emittente e l investitore. A Sono in grado di descrivere i possibili motivi per un aumento di capitale e lo svolgimento di un aumento di capitale. Posso spiegare e calcolare il diritto d opzione. A Sono in grado di definire il concetto di fondo d investimento e di distinguere i tipi di fondi inc. gli Exchange Traded Funds (ETF). Posso descrivere le parti coinvolte nelle operazioni su fondi d investimento come pure i loro compiti. A Sono in grado di distinguere i diversi tipi d opzione (opzione put, opzioni Eurex, fuori borsa). Posso spiegare le rispettive possibilità d impiego delle quattro strategie di base con le loro opportunità ed i loro rischi. Posso rappresentare le strategie di base in un diagramma pay-off e calcolare i principali valori ed indici. A Sono in grado di definire il concetto di prodotti strutturati e conosco le possibilità d impiego di tali prodotti. Posso spiegare due strategie di base dei prodotti strutturati. A Sono in grado di descrivere i sistemi di negoziazione SIX e EUREX, spiegare la loro importanza ed organizzazione e elencare i valori che vi sono negoziati. A Posso spiegare lo scopo di un indice di borsa. Sono in grado di elencare i principali indici di borsa con le rispettive piazze borsistiche. C2 X O/S/SAL C2 X O/S/SAL C2 X X O/S/SAL C3 X X O/S/SAL C3 X X O/S/SAL C3 X X O/S/SAL C3 X O/S/SAL C2 X X O/S/SAL C3 X X O/S/SAL C2 X O/S/SAL C2 X O/S/SAL C2 X O/S/SAL A.BE.001, Programma quadro BEM,

19 A Sono in grado di descrivere la situazione attuale sui mercati finanziari, prendendo posizione sui fattori d influenza. Rappresento la mia propria opinione relativa alle tendenze in modo comprensibile, avendo a disposizione dei sussidi come i grafici. A Sulla base dell attuale situazione di mercato sono in grado di evidenziare i fattori d influenza e la possibile evoluzione di importanti valute estere e motivare le mie previsioni in modo comprensibile. Ho a disposizione dei grafici, statistiche ecc.. A Sono in grado di distinguere il mercato monetario dal mercato dei capitali e attribuire gli strumenti finanziari che vi sono negoziati. Posso spiegare le possibilità d impiego, la negoziabilità ed i rischi (incl. il rischio di controparte). C5 X X O/S/SAL C5 X X O/S/SAL C2 X O/S/SAL A Sono in grado di descrivere l importanza del commercio delle divise e di evidenziare i rischi collegati. C2 X O/S/SAL A Sono in grado di distinguere le operazioni su divise (spot, outright, swap e opzioni) secondo la loro durata, il momento di adempimento, lo scopo ed il carattere. A Sono in grado di spiegare le diverse possibilità d investimento in metalli preziosi. Descrivo i loro rischi e le possibilità di custodia. A Sono in grado di implementare la strategia d investimento per un cliente sulla base del suo profilo d investitore e dei consigli interni della banca. Elaboro delle proposte concrete d investimento e sono in grado di spiegarle. A Sono in grado di analizzare un deposito cliente esistente secondo le direttive interne della banca. Riconosco un eventuale necessità d intervento, propongo delle transazioni e lavoro con l aiuto di una lista di proposte di titoli. C2 X O/S/SAL C2 X X O/S/SAL C5 X X O/S/SAL C5 X X O/S/SAL A Nella consulenza di un cliente utilizzo i sussidi di vendita (listini corsi, grafici, ecc.). C3 X X O/S/SAL A Posso spiegare quali attività svolge una banca d investimento. C2 X O/S/SAL A Sono in grado di spiegare dei termini tecnici come Mergers & Acquisitions, Initial Public Offering come pure investimenti alternativi (Hedge Funds, Commodities, Private Equity, Structured Products). C2 X O/S/SAL A Sono in grado di elencare dei prodotti per l ottimizzazione del cash management di un cliente commerciale. C1 X O/S/SAL A.BE.001, Programma quadro BEM,

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari Circ.-CFB 98/2 Commerciante di valori mobiliari Pagina 1 Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari (Commerciante di valori mobiliari)

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida La formazione professionale di base su due anni con certificato federale di formazione pratica Guida 1 Indice Premessa alla seconda edizione 3 Introduzione 4 1 Considerazioni preliminari 7 2 Organizzazione

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

Economia monetaria e creditizia. Slide 3

Economia monetaria e creditizia. Slide 3 Economia monetaria e creditizia Slide 3 Ancora sul CDS Vincolo prestatore Vincolo debitore rendimenti rendimenti-costi (rendimenti-costi)/2 Ancora sul CDS dove fissare il limite? l investitore conosce

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale LGT l assistenza professionale per i suoi investimenti Le

Dettagli

Direttive della CAV PP D 02/2013

Direttive della CAV PP D 02/2013 italiano Commissione di alta vigilanza della previdenza professionale CAV PP Direttive della CAV PP D 02/2013 Indicazione delle spese di amministrazione del patrimonio Edizione del: 23.04.2013 Ultima modifica:

Dettagli

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Profilo e compiti istituzionali Bellinzona, novembre 2014 Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione,

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE Pag. 1 / 5 Anticipi import export ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15,

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, info@camponovoam.com La Gestione Patrimoniale Un felice connubio fra tradizione, tecnologia e

Dettagli

Gruppo PRADA. Codice etico

Gruppo PRADA. Codice etico Gruppo PRADA Codice etico Indice Introduzione 2 1. Ambito di applicazione e destinatari 3 2. Principi etici 3 2.1 Applicazione dei Principi etici: obblighi dei Destinatari 4 2.2 Valore della persona e

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

credito alle aziende Finanziamenti improntati alla semplicità e alla trasparenza

credito alle aziende Finanziamenti improntati alla semplicità e alla trasparenza credito alle aziende Finanziamenti improntati alla semplicità e alla trasparenza chiarezza e trasparenza State progettando un investimento? Oppure desiderate semplicemente conoscere quali possibilità vi

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

MiFID Pacchetto Informativo relativo ai Servizi di Investimento di Hypo Tirol Bank AG

MiFID Pacchetto Informativo relativo ai Servizi di Investimento di Hypo Tirol Bank AG MiFID Pacchetto Informativo relativo ai Servizi di Investimento di Hypo Tirol Bank AG Indice absichern anlegen ausleihen bewegen Edizione: ottobre 2013 I. Informazioni generali sulla Banca ed i suoi servizi

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI INFORMAZIONI GENERALI La Direttiva MIFID (2004/39/CE), relativa ai mercati degli strumenti finanziari, introduce

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO Data release 1/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI. 1 di 5

SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI. 1 di 5 CONTRATTO QUADRO PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI DI PAGAMENTO A VALERE SUL CONTO CORRENTE (Contratto per persone fisiche che agiscono per scopi estranei all attività imprenditoriale o professionale) Mod.

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

ICEC CPP Corsi di Perfezionamento Professionale. Corsi di Perfezionamento Professionale

ICEC CPP Corsi di Perfezionamento Professionale. Corsi di Perfezionamento Professionale Corsi di Perfezionamento Professionale I Corsi di Perfezionamento Professionale costituiscono una struttura creata per fornire determinati servizi centrali all ICEC (Istituto cantonale di economia e commercio)

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

8 ottobre 2013 LA PONTIFICIA COMMISSIONE PER LO STATO DELLA CITTA DEL VATICANO

8 ottobre 2013 LA PONTIFICIA COMMISSIONE PER LO STATO DELLA CITTA DEL VATICANO N. XVIII LEGGE DI CONFERMA DEL DECRETO N. XI DEL PRESIDENTE DEL GOVERNATORATO, RECANTE NORME IN MATERIA DI TRASPARENZA, VIGILANZA ED INFORMAZIONE FINANZIARIA, DELL 8 AGOSTO 2013 8 ottobre 2013 LA PONTIFICIA

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale obbligatoria (LPP) in Svizzera Stato gennaio 2015 Sommario Il 2 pilastro nel sistema previdenziale svizzero 3 Obbligo

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

Il mutuo per la casa in parole semplici

Il mutuo per la casa in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il mutuo per la casa in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il mutuo dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN 2283-5989 (online)

Dettagli

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La sicurezza non è negoziabile Nestlé è convinta che il successo a lungo termine possa essere raggiunto soltanto grazie alle sue persone. Nessun

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Conti d ordine. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Conti d ordine. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Conti d ordine Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli

Come riscuotere elettronicamente i crediti in euro SEPA di base per gli addebiti diretti e SEPA per gli addebiti

Come riscuotere elettronicamente i crediti in euro SEPA di base per gli addebiti diretti e SEPA per gli addebiti Schema SEPA per gli addebiti diretti Beneficiari Come riscuotere elettronicamente i crediti in euro SEPA di base e SEPA per gli addebiti diretti B2B (SEPA Core e B2B Direct Debit) per beneficiari di pagamenti

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (IN VIGORE DAL 1 DICEMBRE 2014) INDICE POLITICA... 1 1 DISPOSIZIONI

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag.

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag. CODICE ETICO SOMMARIO Premessa Principi generali Art. I Responsabilità Art. II Lealtà aziendale Art. III Segretezza Art. IV Ambiente di Lavoro, sicurezza Art. V Rapporti commerciali Art. VI Rapporti con

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) N. 210 ACCORDI RELATIVI AI TERMINI DEGLI INCARICHI DI REVISIONE

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) N. 210 ACCORDI RELATIVI AI TERMINI DEGLI INCARICHI DI REVISIONE PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) N. 210 ACCORDI RELATIVI AI TERMINI DEGLI INCARICHI DI REVISIONE (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria Crisi bancarie L'attività bancaria comporta l'assunzione di rischi L'attività tipica delle banche implica inevitabilmente dei rischi. Anzitutto, se un mutuatario non rimborsa il prestito ricevuto, la banca

Dettagli

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini -

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Unipol Banca S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: piazza della Costituzione, 2-40128 Bologna (Italia) tel. +39 051 3544111 - fax +39 051 3544100/101 Capitale sociale i.v. Euro 897.384.181 Registro

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 PMI. Tutte le informazioni per la quotazione in borsa online Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che ABI, AIFI, ASSIREVI, ASSOGESTIONI, ASSOSIM,

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

DIRITTI DEI CONSUMATORI

DIRITTI DEI CONSUMATORI DIRITTI DEI CONSUMATORI 1. Quali sono i diritti dei consumatori stabiliti dal Codice del Consumo 2. Qual è la portata della disposizione? 3. Qual è l origine dell elencazione? 4. In che cosa consiste il

Dettagli

Percorsi per l ottenimento del livello 1 e 2 FSEA

Percorsi per l ottenimento del livello 1 e 2 FSEA certificati in studi avanzati (cas) per formatori di adulti Percorsi per l ottenimento del livello 1 e 2 FSEA IUFFP Formazione continua INTRODUZIONE L Istituto Universitario Federale per la Formazione

Dettagli

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO Data release 01/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

Conti e carte Panoramica delle condizioni

Conti e carte Panoramica delle condizioni Conti e carte Panoramica delle condizioni Situazione 1.4.2015 Indice Note generali 3 Offerte pacchetti: Bonviva 4 Offerte pacchetti: Viva 5 Gamma dei Conti privati 6 Gamma dei Conti di risparmio 6 Traffico

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Programma di Compliance Antitrust Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 19 febbraio 2015 Rev 0 del 19 febbraio

Dettagli

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso.

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso. Deutsche Bank Easy. Guida all uso. . Le caratteristiche. è il prodotto di Deutsche Bank che si adatta al tuo stile di vita: ti permette di accedere con facilità all operatività tipica di un conto, con

Dettagli

Collaborazione tra medici specialisti in psichiatria e psicoterapia e case manager degli assicuratori privati

Collaborazione tra medici specialisti in psichiatria e psicoterapia e case manager degli assicuratori privati Collaborazione tra medici specialisti in psichiatria e psicoterapia e case manager degli assicuratori privati Per facilitare la lettura del testo, si è scelto di non utilizzare esplicitamente la formulazione

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli

postafuturo partecipa special Ed. ottobre 2013

postafuturo partecipa special Ed. ottobre 2013 postafuturo partecipa special Ed. ottobre 2013 Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili Il presente Fascicolo Informativo contenente la Scheda Sintetica, la Nota Informativa,

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

DEFINIZIONE DEL CONCEPT DI PRODOTTO

DEFINIZIONE DEL CONCEPT DI PRODOTTO DEFINIZIONE DEL CONCEPT DI PRODOTTO 92 Generazione dei concetti di prodotto Individuazione dei bisogni dei clienti Eseguire l analisi economica Analizzare i prodotti della concorrenza Costruire e collaudare

Dettagli

MODULO DI CANDIDATURA

MODULO DI CANDIDATURA MODULO DI CANDIDATURA Gentile Signora/Egregio Signore, troverà in allegato la candidatura di [nome del fornitore di servizi] in risposta all invito a manifestare interesse relativo ai fornitori di dati

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import)

FOGLIO INFORMATIVO. 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import) Pagina 1/7 FOGLIO INFORMATIVO 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import) INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

Riforma "Specialista del commercio al dettaglio" Direttive concernenti lo svolgimento di esami modulari per candidati specialisti del commercio al

Riforma Specialista del commercio al dettaglio Direttive concernenti lo svolgimento di esami modulari per candidati specialisti del commercio al Specialista del commercio al Riforma "Specialista del commercio al " Direttive concernenti lo svolgimento di esami modulari per candidati specialisti del commercio al (La designazione di persone o gruppi

Dettagli

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14 Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi Circolare n. 19/14 contenente disposizioni inerenti gli obblighi di formazione e di aggiornamento

Dettagli