Spazio Sport. Il finanziamento per gli impianti sportivi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Spazio Sport. Il finanziamento per gli impianti sportivi"

Transcript

1 gennaio 12, 2015

2 Spazio Sport Il finanziamento per gli impianti sportivi Gli interventi di cui si discute in queste pagine sono stati resi possibili attraverso l'utilizzo di risorse finanziarie che, a diverso titolo e da diverse fonti, sono state rese disponibili per l'impiantistica sportiva. Ripercorrendo il già citato volume Il CONI e le Federazioni Sportive, si legge come Conclusosi il periodo bellico, il CONI, di fronte alla precaria situazione degli impianti sportivi, provvide ad attuare un sistema di finanziamento agli Enti Locali, a lieve tasso di interesse ed a lunga scadenza, per la realizzazione di nuovi impianti. Nel 1948, da un accordo stipulato dal CONI con la Banca Nazionale del Lavoro, sorse una Commissione CONI Bancoper che funzionò fino a tutto il Nel '53 grazie a un'ulteriore convenzione del CONI con la BNL, fu creata la gestione speciale del credito sportivo della Banca che consentì il finanziamento di molte opere. La collaborazione, promossa dal CONI, conseguì in breve tempo risultati così positivi da suggerire l'opportunità che venisse istituito un ente autonomo operante su scala nazionale con mezzi economici più ampi. L'azione del CONI valse a stimolare l'attenzione del legislatore e portò alla costituzione dell'istituto per il Credito Sportivo, avvenuta con la legge 24 dicembre 1957, n Più avanti sviluppiamo l'argomento del ruolo dell'ics, mentre in questa parte ci limitiamo a ripercorrere le altre più significative fonti di finanziamento, con particolare attenzione al ruolo di collaborazione tecnica svolto dal CONI. Procedendo in ordine di tempo si deve richiamare la Cassa per il Mezzogiornoche viene istituita con legge 10 agosto 1950 n. 446 e che, su richiesta ripetuta del CONI stesso, vede approvare la legge 15 aprile 1971, n. 205 che prevedeva l'iscrizione degli impianti sportivi tra le opere civili, oggetto di possibile finanziamento da parte della Cassa. Il 31 maggio 1972 viene firmato un accordo di cooperazione che prevede Il CONI, in accordo con la Cassa e secondo le indicazioni della stessa, provvederà: all'accertamento dell'idoneità delle aree ove sorgeranno gli impianti o alla scelta delle stesse; a fornire nel corso di tali sopralluoghi la necessaria consulenza preliminare ai tecnici già incaricati della redazione dei progetti; ad istruire i progetti esecutivi pronti; all'assistenza durante i lavori appaltati; agli eventuali adempimenti tecnici in caso di finanziamenti per impianti sportivi di particolari difficoltà tecnologiche. Le opere sono state realizzate secondo le richieste dei comuni, alla luce di parametri che il CIPE inviò al Ministro per il Mezzogiorno con la collaborazione tecnica del CONI. Gli interventi finanziati alla fine del 1973 furono 882 per complessivi miliardi di lire ripartiti per diverse Regioni. Nel settore del finanziamento pubblico un ruolo significativo è stato svolto dallacassa Depositi e Prestiti: nel periodo ha concesso mutui per un impegno di 570 miliardi di lire; nel periodo ha finanziato nuovi Continua > 1

3 < Segue Spazio Sport interventi. Il processo di riforma istituzionale che, come abbiamo visto, ha attribuito nel tempo le competenze relative all'impiantistica sportiva alle Regioni e agli Enti locali è stato accompagnato da un articolato percorso di Leggi Regionali, con funzione fondamentale non solo di programmazione, ma anche di sostegno finanziario. La componente degli impianti rappresenta una delle voci principali di spesa per tutti i Comuni aggregati per Regione. Un significativo impegno finanziario pubblico è stato assunto in occasione dei Mondiali di Calcio del 1990, con la Legge n.65 del 6 marzo 1987,che ha ribadito il ruolo della Cassa Depositi e Prestiti ed ha ampliato la possibilità di ricorso all'ics attraverso risorse specifiche. Il CONI collaborò in quell'occasione mettendo a punto criteri di selezione delle domande, in base ai fabbisogni reali sul territorio. Fu autorizzata la spesa di 10,30 e 30 miliardi di lire, rispettivamente nel 1987, 1988 e 1989, per contributi in conto capitale ai comuni in cui si realizzavano gli Stadi per i Mondiali; mentre la Cassa DD.PP. era autorizzata a concedere mutui ventennali a carico dello Stato per altri tipi di impianti. ConD.M. 25 giugno 2003sono stati emanati i Criteri per l'utilizzo dei fondi residui a favore dell'impiantistica sportiva. Si devono poi richiamare le iniziative a sostegno dei Grandi Eventi Sportivi, Giochi Olimpici, Campionati Mondiali ed Europei, Universiadi, ecc..di cui si discute in altra parte della pubblicazione. All'impiantistica sportiva sono anche affluiti parte dei finanziamenti che lo Stato ha erogato per diversi settori dell'edilizia di Pubblico Interesse: scolastica; militare; universitaria. Anche in questo caso il CONI ha fornito supporto tecnico: tra tutti vale la pena di citare la collaborazione con il M.P.I. per le Norme Tecniche dell'edilizia scolastica. Nel tempo sono sorti nuovi prodotti finanziari basati su una più stretta cooperazione pubblico privato; vale la pena di citare il Public Private Partnership e il Project financing, con cui il privato assume un ruolo attivo, sia come promotore, sia come gestore della struttura, con particolare attenzione agli equilibri economici e gestionali. Ultima tappa è la Legge n.147del che prevede risorse integrative al Fondo di garanzia gestito dall'istituto per il Credito Sportivo e la semplificazione delle procedure di approvazione dei progetti per impianti sportivi. Torniamo così all'argomento con cui abbiamo aperto queste riflessioni, quindi all'ics. IL RUOLO DELL'ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO Come abbiamo visto con legge 24 dicembre 1957, n venne fondato l'istituto per il Credito Sportivo, quale Ente di diritto pubblico con personalità giuridica e gestione autonoma, e gli furono trasferite di diritto le operazioni creditizie in carico alla Banca Nazionale del Lavoro per la Gestione speciale del credito sportivo; il 24 marzo del 1959 fu concesso al Comune di Angri (Salerno) il primo mutuo destinato alla sistemazione ed ampliamento del campo sportivo per l'importo di 15 milioni di lire. Da quella prima operazione e fino al 1985 l'istituto ha erogato finanziamenti esclusivamente agli Enti Locali ed altri Enti Pubblici, per la costruzione, ampliamento miglioramento e attrezzatura degli impianti sportivi, rispondendo alla esigenza dei Comuni di disporre di risorse finanziarie per garantire la crescente domanda di sport della cittadinanza. Nel 1983, sulla spinta della esigenza dei privati di disporre di impianti propri per la pratica delle varie discipline sportive, fu promulgata la legge 18 febbraio 1983, n.50che consentiva l'accesso al credito a soggetti privati, oltre alle Federazioni Sportive Nazionali e agli Enti Nazionali di Promozione Sportiva, quali associazioni e società sportive, e altri enti privati perseguenti, anche indirettamente, finalità sportive; la prima concessione di finanziamentoad un soggetto privato fu deliberata nel novembre del Fin dalla sua costituzione l'istituto ha prestato particolare attenzione ai soggetti localizzati nelle aree più svantaggiate del Paese e a determinate categorie di mutuatari attraverso l'approvazione dei Programmi Operativi studiati di anno in anno. Questa attività è stata realizzata nel corso degli anni con l'utilizzo del Fondo Contributi negli Interessi, di titolarità dello Stato e costituito presso l'istituto, alimentato da una percentuale sugli incassi lordi del concorso pronostici (Totocalcio e altri); in quest'ottica sono state concesse maggiori contribuzioni in conto interessi per interventi al Sud, per grandi impianti destinati ad eventi sportivi di rilevanza nazionale ed internazionale, e per opere specifiche destinate all'abbattimento di barriere architettoniche. Il 2005può essere considerato l'anno di svolta nella operatività dell'istituto con l'adozione di un nuovo Statuto in cui sono stati rimossi taluni vincoli soggettivi per l'accesso al credito ed è stata ampliata l'operatività dell'istituto stesso al settore della cultura. L'evoluzione costante dell'operatività del Credito Sportivo, al fine di fare fronte alle Continua > 2

4 < Segue Spazio Sport mutevoli esigenze del mercato di riferimento, è resa ancora più agevole dallo Statuto del 2014 le cui previsioni sono talmente ampie da consentire un rapida e agevole risposta alle richieste di credito per lo sport con prodotti diversi e per finalità che non sono limitate alla sola impiantistica sportiva. Nei 57 anni di operatività il Credito Sportivo ha concesso circa finanziamentiper un importo complessivo di 7,4 miliardi di euro; gli strumenti e le tecniche di finanziamento utilizzate hanno seguito l'evolversi della realtà del settore, come confermato dall'erogazione di finanziamenti per operazioni in Partenariato Pubblico Privato come il Project Financing. L'ICS DI DOMANI: BANCA DELLO SPORT E ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO Paolo D'Alessio Nell'articolo che precede è stato rappresentato il ruolo fondamentale che ha avuto l'istituto per il Credito Sportivo (ICS) nei suoi 57 anni di attività. È necessario adesso osservare brevemente lo scenario attuale per progettare un futuro per l'ics con un livello di ambizione ancora più alto, sempre al servizio dello sport e in complementarietà rispetto al CONI e alle politiche sportive nazionali. Come è noto la situazione attuale della dotazione infrastrutturale sportiva del nostro Paese è caratterizzata dalla presenza di un significativo gapquantitativo rispetto agli altri Paesi europei e da una situazione di generale arretratezza qualitativa degli impianti esistenti, sia per quanto riguarda gli spazi sportivi scolastici, sia per gli altri impianti cosiddetti di base, sia infine per i grandi impianti destinati allo sport spettacolo. Tali considerazioni trovano particolare accentuazione nelle aree più svantaggiate del Paese. Gli impianti sportivi rimangono quasi esclusivamente di proprietà pubblica nella componente di base, c'è una quota crescente di impianti privati soprattutto in quelli di maggiore dimensione e con riferimento ad alcune discipline più orientate al mercato come il calcio (centri di allenamento e stadi) e il golf (soprattutto campi a vocazione turistica). Gli investimenti pubblici nel settore dello sport non possono che essere limitati, in funzione della generale attuale situazione della finanza pubblica. Da questo scenario alquanto complesso nasce l'esigenza di avere un operatore del credito agli impianti sportivi in grado di essere al tempo stesso Ente pubblico Istituto (di seguito Istituto) e Banca Impresa (di seguito Banca). Come Istituto, l'ics deve saper valutare il contenuto sociale delle iniziative infrastrutturali sportive e canalizzare gli incentivi statali in modo sempre più selettivo verso i settori o le iniziative più socialmente meritevoli. Al riguardo è il caso di ricordare la recente iniziativa Mille cantieri per lo sport, organizzata in collaborazione con il Governo e destinata a finanziare impianti sportivi di base, di cui 500 spazi sportivi scolastici, con mutui a tasso zero da ,00 ciascuno. Oltre al Fondo contributi in conto interessi, l'istituto gestirà un Fondo di garanzia per l'impiantistica sportiva, che potrà consentire soprattutto a gestori privati di ottenere più facilmente credito per ristrutturare o ammodernare impianti esistenti di proprietà pubblica. La componente pubblica sociale dell'ics va ulteriormente rafforzata, soprattutto con l'intento di intercettare i flussi dell'unione Europea destinati al settore dello sport e di renderli fruibili da parte di investitori nazionali attraverso un idoneo supporto informativo e consulenziale. Come Banca, il Credito Sportivo ha la responsabilità di allocare il credito nelle iniziative ritenute più meritevoli secondo pure logiche di rendimento degli investimenti, di rientro dei finanziamenti concessi e di erogazione stabile e duratura di servizi sportivi di qualità. L'attività di credito agli impianti sportivi è un'attività con rischio di credito elevato e necessita di un'accurata analisi del business plane delle garanzie che andranno ad assistere l'operazione. Tutte le operazioni dell'ics sono realizzate su misura da artigiani del credito, che sono i veri depositari della specializzazione creditizia della Banca; grazie a loro la Banca riesce spesso ad individuare difficili punti di equilibrio fra le proprie esigenze, quelle dei promotori dell'iniziativa e quelle degli Enti territoriali portatori degli interessi delle comunità locali. Le competenze degli artigiani del credito vanno trasferite ad altri operatori giovani e preparati, così da accrescere la capacità produttiva aziendale e gli standardqualitativi del servizio. Anche il contenuto consulenziale del servizio della Banca deve migliorare attraverso lo sviluppo delle competenze del personale di primo contatto e fornendo, per le operazioni più importanti, un servizio maggiormente strutturato di advisoringfin dall'avvio dell'idea progettuale. L'ICS dovrà soddisfare tutta la domanda di qualità per il credito agli impianti sportivi e dovrà anche creare una domanda incrementale stimolata dalla sua stessa consulenza. In conclusione l'ics di domani, attraverso un'attività mista pubblico privatistica, avrà il compito e la responsabilità di Continua > 3

5 < Segue Spazio Sport orientare il necessario sviluppo delle infrastrutture sportive, sia attraverso l'utilizzo selettivo delle risorse pubbliche da indirizzare verso gli impianti socialmente più utili, sia attraverso l'ottimale allocazione delle risorse creditizie da destinare a progetti validi e prospetticamente duraturi. Solo mediante la piena attuazione di questa composita missione aziendale si potrà dare un forte impulso allo sviluppo della pratica dello sport e, al tempo stesso, alla crescita della economia dello sport. 4

6 Anci Rivista La parola a Paolo D'Alessio, straordinario dell'istituto per il Credito Sportivo Un Piano Nazionale per realizzare il cambiamento Solo nella giornata di apertura della campagna, il 24 novembre scorso, sono state presentare 360 domande per complessivi 41 milioni di euro di finanziamenti: un risultato di grande soddisfazione che dimostra come il progetto 500 impianti sportivi scolastici è stato costruito sulle reali esigenze del nostro paese e dello sport. Così Paolo D'Alessio, straordinario dell'istituto per il Credito Sportivo, commenta l'inizio della campagna che ha come finalità la realizzazione di spazi sportivi scolastici nuovi o la ristrutturazione, il completamento, la messa a norma e in sicurezza di quelli esistenti, facendo seguito al protocollo d'intesa sottoscritto tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri, l'anci, l'upi e lo stesso Ics. Secondo l'ultimo rapporto di Legambiente sull'edilizia scolastica prosegue D'Alessio, solo 60 scuole su 100 hanno uno spazio sportivo scolastico; in altri termini 40 scuole su 100 non hanno spazi sportivi. tanto entusiasmo insomma, ma non mancano le note stonate. Diciamo che al momento non si sono rilevati comportamenti alquanto differenziati fra le singole Regioni. Sei Regioni hanno già raggiunto il plafond sui finanziamenti a tasso zero; molte Regioni, alcune anche particolarmente significative sotto il profilo dimensionale, hanno ad oggi impegnato solo una quota del plafond loro assegnato; due Regioni non hanno ancora presentato domanda. Secondo lei qual è il motivo di risultati così diversificati? Il motivo è da ricercare, a mio avviso, nella modalità di comunicazione dell'iniziativa che non ha funzionato in modo uniforme su tutto il territorio nazionale. Per i territori che finora non hanno mostrato ancora particolare attenzione al bando cosa si può fare per metterli a conoscenza della possibilità? Per quei territori in ritardo diventa fondamentale sensibilizzare, con un'azione organizzata e sinergica da parte del nostro Istituto, dei comitati regionali del Coni e delle sezioni regionale dell'anci. In altre parole, realizzeremo un piano operativo specifico per ogni Regione perché il successo pieno dell'iniziativa sarà raggiunto veramente solo quando tutte le Regioni avranno fruito dei benefici. Inoltre, nelle Regioni più grandi e in ritardo nei risultati come la Puglia, il Lazio, la Lombardia e la Campania, il piano operativo sarà assistito anche da una mirata campagna di comunicazione da realizzare attraverso i media locali. Quale la Regione che mostrato più dinamismo? Sicuramente le Marche ove il gioco di squadra fra il nostro responsabile di zona, il Coni regionale e la sezione regionale dell'anci ha funzionato alla perfezione, con rapidità ed efficacia. C'è l'eventualità che l'intero plafond messo a disposizione da Ics per il progetto non venga utilizzato in futuro? Il plafond deve e sottolineo deve essere utilizzato integralmente; solo allora potremo affermare di aver trasmesso Continua > 5

7 < Segue Anci Rivista all'intero Paese i valori sociali del nostro Istituto. In definitiva, l'impiantistica sportiva scolastica necessitava da anni di interventi sul piano nazionale. Questo protocollo, frutto di un grande lavoro di squadra, prova a smuovere le acque e venire incontro alle esigenze degli enti pubblici Il potenziamento e l'ammodernamento dell'intero patrimonio infrastrutturale sportivo scolastico italiano sono al centro dell'agenda politica del Governo. Visto come siamo messi credo sia arrivato il momento di lavorare tutti assieme per realizzare il necessario cambiamento. 6

8 Pagina 16 L'Adige A lezione da Malagò, Rosso e Marzotto Il presidente del Coni e i super manager della moda in città per parlare ai giovani. Sarà il numero uno dello sport italiano, il presidente del Coni Giovanni Malagò, il testimonial d' eccezione del secondo appuntamento, presso il bic di Trentino Sviluppo in via Zeni, del progetto «Garanzia Giovani della Vallagarina». Il prossimo due febbraio Malagò, arrivato alla presidenza del comitato olimpico meno di una anno fa, prima terrà una conferenza, poi discorrerà a tu per tu con i ragazzi sul tema «Sport, come trasformare la passione in lavoro». «Il progetto fanno sapere dell' istituto di formazione professionale Veronesi è gestito dall' "Ats goal giovani oggi al lavoro" che vede il Cfp G.Veronesi come capofila. Le attività sono svolte con il patrocinio di Trentino sviluppo che ospita le iniziative e con il quale il cfp Veronesi ha sottoscritto un protocollo di collaborazione per le attività di orientamento professionale, e di innovazione e sviluppo della filiera formativa». I percorsi di orientamento specialistico previsti dalla garanzia giovani del governo, gestito in Trentino dall' Agenzia del Lavoro, sono promossi dall' Unione europea per favorire l' accesso all' impiego dei giovani di età compresa tra i 15 e i 29 anni disoccupati o fuori dal sistema di istruzione formale e della formazione professionale. «L' iniziativa spiega la dirigente del cfp Laura Scalfi oltre alla formazione ed all' orientamento prevede delle attività extra timing tra cui l' idea innovativa dei "B2W busines to worker" organizzati secondo la formula di speed date, prima sperimentazione in Italia dove i ragazzi della garanzia giovani hanno la possibilità di incontrare in un contesto non formale e a tu per tu gli imprenditori, presentarsi, portare il loro cv, proporsi per tirocini ed esperienze di lavoro. Il primo, tenutosi in ottobre, ha visto un confronto tra imprenditoria tradizionale, start up e mondo accademico: circa 60 le aziende che hanno partecipato e 26 i tirocini promossi in imprese manifatturiere, di servizi, del commercio, e culturali, per ragazzi con profili e titoli di studio che vanno dai diplomi tecnici di meccatronica, informatica alle lauree in giurisprudenza, beni culturali o lingue». In questa cornice che Malagò, convinto dalla validità del progetto, ha accettato di partecipare. «Ognuno di questi momenti spiega ancora la dirigente è preceduto da una "conferenza" con un testimonial che si sia distinto per esperienza professionale, che sia legato alle tematiche dei giovani e del lavoro, che sappia parlare con loro e trasmettere messaggi positivi, pur in un momento in cui la disoccupazione giovanile desta forte preoccupazione ed ha un tema principale». Malagò non sarà infatti il solo «vip» del modo imprenditoriale istituzionale a partecipare. Continua > 7

9 Pagina 16 < Segue L'Adige Ancora da calendarizzare ma hanno già dato la disponibilità a partecipare gli interventi di Renzo Rosso, fondatore e presidente del marchio di abbigliamento Diesel e di Matteo Marzotto, imprenditore e manager di moda, oltre a diversi altri protagonisti dell' economia italiana. Ma.Pf. 8

10 Pagina 20 Trentino Sport, come trasformare passione in lavoro Il presidente nazionale del Coni Malagò a tu per tu con i giovani nel progetto Ats Goal Cfp Veronesi. ROVERETO "Sport come trasformare la passione in lavoro" riflessioni sul tema dell' occupazione giovanile, e di come le novità sportive possono aiutare i giovani d' oggi, non tanto nella ricerca di un lavoro ma favorendoli in questa ricerca, insegnando loro i valori dell' impegno, della costanza e dello spirito di squadra; valori fondamentali non solo nel mondo del lavoro ma anche nella quotidianità. Attorno a questi temi sarà possibile il dialogo e il confronto "a tu per tu" con Giovanni Malagò, presidente nazionale del Coni. L' iniziativa, prevista per il 2 febbraio alle a Trentino Sviluppo in via Zeni, rientra nell' ambito del progetto gestito dall' Ats Goal Giovani oggi al lavoro che vede il Cfp Veronesi come capofila, e la partnership autorevole di Umana Spa, Ce.Se srl (Caf Cgil) e l' istituto provinciale Alberghiero. Le attività sono svolte inoltre con il patrocinio di Trentino sviluppo che ospita le iniziative e con il quale Il Cfp Veronesi ha sottoscritto un protocollo di collaborazione per le attività di orientamento professionale, e di innovazione e sviluppo della filiera formativa. L' iniziativa oltre alla formazione ed all' orientamento prevede delle attività extratiming tra cui l' idea innovativa dei B2W Busines to worker organizzati secondo la formula di "speed date", prima sperimentazione in Italia dove i ragazzi della garanzia giovani hanno la possibilità di incontrare in un contesto non formale e a tu per tu gli imprenditori, presentarsi, portare il loro curriculum, proporsi per tirocini ed esperienze di lavoro. Ognuno di questi momenti è preceduto da una "conferenza" con un testimonial che si sia distinto per esperienza professionale, che sia legato alle tematiche dei giovani e del lavoro, che sappia parlare con loro e trasmettere messaggi positivi, pur in un momento in cui la disoccupazione giovanile desta forte preoccupazione ed ha un tema principale. Il primo incontro ha visto un confronto tra imprenditoria tradizionale, start up e mondo accademico, a cui hanno aderito circa 60 aziende con cui si sono concretizzati i primi 26 tirocini. 9

11 . Dom 11/01/2015 Il Messaggero (ed. Rieti) Pagina 44 -MSGR - 03 RIETI /01/15-N: 44 Viterbo Domenica 11 Gennaio ASSALTO Da quando c è il ticket, boom di visitatori alla splendida rupe di Civita di Bagnoregio Col ticket presenze boom a Civita di Bagnoregio `In sei anni le visite si sono decuplicate Il sindaco: scelta giusta TURISMO A leggere i numeri sembra quasi un invasione. Nel 2008, secondo uno studio di Camera di commercio e Cefas, nei sei comuni della Teverina c erano stati 48mila turisti. Nel 2014, solo a Civita di Bagnoregio, sono schizzati a 400mila euro. E che i visitatori gradiscano l antica rupe lo conferma pure TripAdvisor che ha appena insignito la città che muore del suo Certificato d eccellenza. «Questi dati - spiega il sindaco bagnorese, Francesco Bigiotti - dimostrano che con l introduzione del ticket il turismo è aumentato anziché calare come ipotizzavano i detrattori». Da quando il biglietto è stato istituito - era l 8 giugno il Comune ha incassato euro. Il totale dei paganti nel periodo è stato di persone. Solo lo scorso anno i paganti sono stati «Considerando - aggiunge Bigiotti - che i ticket emessi riguardano circa il 50% dei visitatori totali, possiamo supporre che le presenze si stanno attestando attorno alle unità all anno». Ma come vengono utilizzate le risorse incassate? «Il 50% - dice Bigiotti - le reinvestiremo su Civita, aumentando i servizi e garantendo la manutenzione necessaria a difendere la rupe. Ciò significa anche aumentare l occupazione, come abbiamo già fatto col personale impiegato nella biglietteria». Parte del ricavato è usato per restituire ai bagnoresi le imposte comunali pagate. «Sono circa 300mila euro che stiamo ridistribuendo ai cittadini». A breve poi entreranno in funzione due auto elettriche fatte apposta per transitare sul ponte che collega la terra ferma alla rupe. Una sarà dedicata al trasporto gratuito dei disabili; l altra sarà a pagamento per quanti, colpiti da pigrizia, non vorranno farsi a piedi la scarpinata. Infine, potrebbero esserci grosse novità sull ex cantina che sorge lungo la strada per Civita. «Abbiamo contatti - conclude il sindaco - con diverse strutture di alto livello, in particolare con importanti imprenditori del settore dei centri benessere in nord Italia che sarebbero pronti a investire per riqualificare la struttura e farne un albergo». Federica Lupino MONTALTO RACCOLTA FONDI PER EMERGENCY Nel 2014 Emergency Montalto ha raccolto euro per finanziare i progetti dell'associazione nel mondo. Risultato straordinario, vista la piccola realtà in cui opera il Gruppo che, quindi, ringrazia quanti lo aiutano finora: palestra Sport Mix Due, Bar di Piazza, Bar Oasi, ristorante Metrò, Freedom Pub, Caffè del Corso di Civitavecchia, tipografia Bonifazi, associazione Casa, Tana Libera Tutti e numerosi gruppi musicali. Con l occasione il Gruppo Territoriale ricorda che non ha ancora una sede, e ringrazia il Cesv e Amalia Vigorosi, per l ospitalità concessa che quest anno. Informazioni su come contribuire nella sezione cosa puoi fare tu del sito web EX TRIBUNALE MOSTRA SUL PITTORE ROMANO LIVIABELLA Arte, musica e poesia nell'ambito di Viterbo frammenti e l'anima, la mostra allestita all'ex tribunale (piazza Fontana Grande) con le opere del pittore viterbese Romano Liviabella, scomparso dieci anni fa. S inizia oggi alle 17,30. Interverranno il maestro d'arte Rolando Di Gaetani, il pianista Roberto Pianura, la cantante e attrice Laura Leo, il poeta e autore Mauro Piergentili. Si ricorderà, grazie alla presenza del prof Virgilio Papini, la vita dell'artista. Evento ed esposizione (circa 60 opere), patrocinati dal Comune, assessorato alla cultura - sono a cura del fotografo viterbese Ugo Poggi, proprietario della collezione. Allestimento realizzato dall'architetto Stefano Labellarte. Ingresso libero, e 14-18). La mostra si conclude il 31 gennaio). Piazza Pertini, ladre acrobate svaligiano tre appartamenti CIVITA CASTELLANA Ladre d'appartamento acrobate in azione a Civita Castellana. Tre furti a catena hanno interessato una palazzina nella zona di piazza Sandro Pertini. A mettere a segno i colpi potrebbe essere stata una coppia di giovani donne, forse di origine rom, anche abbastanza agile. Per passare da un alloggio all'altro, siti sullo stesso piano, dopo aver forzato la porta del primo, hanno scavalcato i balconi con il rischio di fare un bel salto nel vuoto. Quanto al bottino, non è stato quantificato dai proprietari delle case visitate, che hanno presentato denuncia ai carabinieri. Le malviventi, hanno portato via anelli d'oro, catenine, orologi e i soldi trovati nei cassetti. Tutta refurtiva facile da nascondere. A dare l'allarme sono state alcune persone che dalla strada hanno notato le donne scavalcare i balconi. All'arrivo delle forze dell'ordine però già si erano dileguate. E non mancano i ladri di polli. A un contadino sono sparite oltre venti galline, il mangime, qualche attrezzo agricolo, e una coppia di conigli. Non si tratta di un caso isolato; questo tipo di furti si registra con una certa frequenza. Anche se dare a qualcuno del "ladro di polli" significa sminuirne le sue capacità criminali, in tempo di crisi, con le persone sempre più in difficoltà economiche, il vecchio ma sempre valido furto di galline permette di sbarcare il lunario e mettere qualcosa sotto i denti. Paolo Baldi Trovato con 35 grammi di coca: in manette 53enne CARABINIERI Comprava la cocaina a Rieti e la rivendeva nel Viterbese, ma l ultimo viaggio gli è stato fatale. Un romano di 53 anni è stato arrestato dai carabinieri di Ronciglione, che lo tenevano d occhio da tempo. L uomo, che per lavoro ritira i soldi dalle slot machine nelle sale giochi, venerdì è stato pedinato dai carabinieri con la certezza che avesse con sé la droga. E infatti quando è stato fermato con la sua auto, dalle successive perquisizioni anhce nella sua abitazione romana, sono stati trovati 35 grammi di cocaina già divisa in singole dosi, bilancini di precisione e materiale per il taglio e il confezionamento della droga. Il 53enne è stato quindi arrestato. Il suo giro d affari era quantificabile in circa tremila euro a settimana. I carabinieri di Vetralla hanno denunciato due ladri in trasferta, un 50enne residente nel Frusinate e un 27enne albanese. I due, fermati a bordo di Audi A3, avevano attrezzi e chiavi per forzare serrature. I carabinieri di Capodimonte, infine, hanno denunciato un 19 di Vetralla e un romeno di 21 anni residente ad Acquapendente. Il primo per guida senza patente, mai conseguita, l altro per essere in possesso di un coltello a serramanico di genere proibito. Tarquinia, via ai lavori dell area di sosta Montalto, restauro per i campi Gradoli OPERE PUBBLICHE A Tarquinia sono partiti i lavori per l area di sosta dei bus all'iis "Vincenzo Cardarelli", sull'ex provinciale Porto Clementino, e per l'installazione delle telecamere. Lo comunica l'assessore Anselmo Ranucci. Il progetto per il parcheggio di scambio per auto e mezzi pubblici all'iis, finanziato con fondi regionali per 152 mila euro, prevede una superficie di circa metri quadrati con pensiline, marciapiedi e illuminazione pubblica. L area, a lato della corsia verso Tarquinia e accanto al plesso, sarà separata dalla sede stradale dell ex provinciale Porto Clementino. «Il parcheggio consentirà di mettere in sicurezza l ingresso principale dell istituto - sottolinea l'assessore -. I ragazzi attenderanno i mezzi in uno spazio protetto dal traffico». Il sistema di video-sorveglianza, finanziato con fondi regionali per circa 90mila euro, sarà composto da 14 telecamere, posizionate nei luoghi concordati con le forze dell ordine, oggetto di atti vandalici, tra cui le chiese di S. Maria in Castello e S. Giacomo, piazza Giacomo Matteotti, piazza Cavour, via Giuseppe Garibaldi, via Umberto I, il parco delle Mura. A Montalto di Castro,invece, il Comune potrà riqualificare gli impianti sportivi delle scuole medie, con a un finanziamento di 150mila euro in conto di interessi a valere sui mutui agevolati dell'istituto per il Credito sportivo, dopo che il Comune ha partecipato al progetto nazionale "500 Spazi Sportivi Scolastici". Sarà ristrutturato l'impianto sportivo esterno dell'"gaietta Gracci Gradoli" di via Giulio Cesare. «Il rifacimento di questo complesso sportivo - dice il sindaco Sergio Caci - è un importante traguardo». «I fondi - spiega l'assessore ai lavori pubblici Matteo Carmignani - permetterà il rifacimento dei due campi polivalenti, la sistemazione della recinzione e la messa a norma dell'illuminazione. Gli spogliatoi, invece, fuori budget rispetto al contributo, verranno ristrutturati a spese del Comune. In primavera inizieranno i lavori». In undicimila alla mostra dei presepi di FondAzione IL BILANCIO Undicimila presenze in quindici giorni alla mostra dei presepi e tante altre iniziative di successo durante le festività natalizie. Un bilancio soddisfacente, quello tracciato da FondAzione, che insieme all associazione mille giovani per la pace ha organizzato il cartellone. Ovviamente in copertina c era proprio la mostra dei presepi, una decina esposti alla chiesa di Sant Egidio e realizzati dagli artisti Alessandro Cannao e Giulio Bernabucci, ambientati in alcuni dei luoghi più suggestivi di Viterbo. Ma grazie alla collaborazione della Fondazione carivit, di Unindustria Viterbo e della Consulta comunale del volontariato si sono tenuti anche concerti, spettacoli per i bambini e la tradizionale tombolata. «È stata una seconda che è andata al di là di ogni più rosea previsione - afferma Roberto Innocenzi, coordinatore di FondAzione - con il momento clou che è stato proprio la tombolata». Poi i ringraziamenti a «Mario Brutti, presidente della Fondazione Carivit, Domenico Merlani di Unindustria, Luisa Pontremolesi dell associazione Mille giovani per la pace, Maurizio Casciani del comitato promotore fondazione Oltre noi e Gianni Selvaggini di Viterbo con amore». LE FARMACIE DI TURNO Servizio diurno (ore 8,35-19): Terracina via Minciolli 35 tel 0761/ Servizio notturno: Galiano via Garibaldi 1 tel. 0761/304183, aperta 8,35-13 e poi dalle 16. I NUMERI UTILI Pronto intervento polizia: Pronto intervento carabinieri: Vigili del fuoco: Pronto intervento GdF: Pronto intervento sanitario: Questura: 0761/ Prefettura: 0761/ Comune di Viterbo: 0761/ Vigili Urbani: 0761/ Polizia Stradale: 0761/ Corpo Forestale: 0761/ Guardia medica: 0761/ Ospedale Belcolle: 0761/ genn Riproduzione autorizzata licenza Ars PromoPress Pagina 1 di 8 -TRX IL:10/01/15 20:49-NOTE:

12 Dom 11/01/2015 Il Messaggero (ed. Rieti) Pagina 44 Tarquinia, via ai lavori dell' area di sosta Montalto, restauro per i campi "Gradoli" OPERE PUBBLICHE A Tarquinia sono partiti i lavori per l' area di sosta dei bus all' IIS "Vincenzo Cardarelli", sull' ex provinciale Porto Clementino, e per l' installazione delle telecamere. Lo comunica l' assessore Anselmo Ranucci. Il progetto per il parcheggio di scambio per auto e mezzi pubblici all' IIS, finanziato con fondi regionali per 152 mila euro, prevede una superficie di circa metri quadrati con pensiline, marciapiedi e illuminazione pubblica. L' area, a lato della corsia verso Tarquinia e accanto al plesso, sarà separata dalla sede stradale dell' ex provinciale Porto Clementino. «Il parcheggio consentirà di mettere in sicurezza l' ingresso principale dell' istituto - sottolinea l' assessore -. I ragazzi attenderanno i mezzi in uno spazio protetto dal traffico». Il sistema di video-sorveglianza, finanziato con fondi regionali per circa 90mila euro, sarà composto da 14 telecamere, posizionate nei luoghi concordati con le forze dell' ordine, oggetto di atti vandalici, tra cui le chiese di S. Maria in Castello e S. Giacomo, piazza Giacomo Matteotti, piazza Cavour, via Giuseppe Garibaldi, via Umberto I, il parco delle Mura. A Montalto di Castro, invece, il Comune potrà riqualificare gli impianti sportivi delle scuole medie, con a un finanziamento di 150mila euro in conto di interessi a valere sui mutui agevolati dell' Istituto per il Credito sportivo, dopo che il Comune ha partecipato al progetto nazionale "500 Spazi Sportivi Scolastici". Sarà ristrutturato l' impianto sportivo esterno dell'"gaietta Gracci Gradoli" di via Giulio Cesare. «Il rifacimento di questo complesso sportivo - dice il sindaco Sergio Caci - è un importante traguardo». «I fondi - spiega l' assessore ai lavori pubblici Matteo Carmignani - permetterà il rifacimento dei due campi polivalenti, la sistemazione della recinzione e la messa a norma dell' illuminazione. Gli spogliatoi, invece, fuori budget rispetto al contributo, verranno ristrutturati a spese del Comune. In primavera inizieranno i lavori». RIPRODUZIONE RISERVATA. 12genn Riproduzione autorizzata licenza Ars PromoPress Pagina 2 di 8

13 . Dom 11/01/2015 Il Messaggero (ed. Marche) Pagina 44 -MSGR - 07 MARCHE /01/15-N: 44 Fermo NELLA STRUTTURA TROVERANNO SEDE PROTEZIONE CIVILE E CROCE AZZURRA MA ANCORA SERVE LA PERIZIA TECNICA Fax: 0736/ Domenica 11 Gennaio Locali ex Tribunale: vertice per liberare gli archivi SANT ELPIDIO A MARE Nuovo sopralluogo nei giorni scorsi nei locali dell ex sede del tribunale di S.Elpidio a Mare alla presenza del dirigente amministrativo del tribunale di Fermo, Anna Maria Trotta, del sindaco Alessio Terrenzi e di referenti dell ufficio tecnico del comune. Un incontro rapido per definire i prossimi passi da compiere finalizzati all utilizzo degli spazi dell ex sezione distaccata del tribunale da parte dell amministrazione comunale, che ha deciso di destinare l area a sede della Protezione Civile e alla Croce Azzurra. Nel Vigili urbani in arrivo due nuove assunzioni IL CASO Sono in 28 tra uomini e donne gli agenti della Polizia Municipale cittadina. Sottodimensionati secondo la pianta organica che ne prevede 38. Uno per ogni abitanti, dice, infatti, la normativa. Quindi la città capoluogo dovrebbe avere 10 unità in più. La carenza numerica si sente in più di una occasione e molti cittadini ne fanno una questione di sicurezza. Ciò nonostante il lavoro dei vigili urbani, nel tempo, sia aumentato abbracciando una vasta serie di funzioni che non erano, in passato, di loro competenza. A questo va aggiunto un sempre più alto coinvolgimento rispetto ad interventi di "polizia stradale". «E' necessario aumentare l'organico e nel afferma l'assessore alla Polizia municipale, Daniele Fortuna - è previsto un concorso per l'assunzione di due vigili urbani. Anche se il numero è minimale queste sarebbero le prime assunzioni dopo moltissimi anni. Quello del vigile urbano è un compito sempre più difficile e ad esso va tutta la nostra solidarietà e ringraziamento per l'opera che svolge giornalmente. Cercheremo in quest'anno di rafforzare l'organico anche per dare più sicurezza alla comunità». I vigili urbani in questi ultimi giorni sono nell'occhio del ciclone a causa del loro eventuale cambiamento di sede. Si profila il trasferimento da piazza del Popolo al Sagrini. «In questi giorni vengono eseguiti nella struttura di piazza del Popolo - ha detto dal canto suo il sindaco - alcuni interventi di manutenzione ordinaria per garantire al personale del Comando di lavorare nelle condizioni migliori. Nel caso in cui si decidesse per il trasferimento al Sagrini si tratterebbe comunque di una soluzione temporanea in attesa di individuare un'altra sede». La Cgil accusa l'ammininistrazione, invece, di spendere 35mila euro dei contribuenti per l'affitto di nuovi locali per i vigili rinunciando all assunzione di due nuovi agenti. Intanto Paolo Calcinaro, ex vice sindaco, propone di trasferire il comando della polizia municipale nell ex caserma dei vigili del fuoco (di proprietà della Provincia) in viale Trento. Di.Mar. Una serie di immagini di Italia Nostra che documentano lo stato di abbandono delle mura cittadine «I beni culturali lasciati nel degrado» `Elvezio Serena di Italia Nostra: «Appello per il decoro urbano» L ALLARME corso dell incontro la dott.ssa Trotta ha confermato che a breve dovrebbe riuscire a liberare l archiviodel Tribunale a Campiglione: un operazione, questa, necessaria e propedeutica per potervi trasferire l archivio della sezione di Sant Elpidio che attualmente non risulta ancora liberato. Entro il mese di gennaio il comune di Fermo provvederà quindi a trasferire altro mobilio ancora presente nella sede elpidiense in modo da liberare definitivamente gli spazi. Intanto, è pervenuta al Comune una comunicazione ufficiale, firmata dal Presidente del Tribunale di Fermo, che autorizza l ente a disporre dei locali a seguito della definitiva interruzione dell attività giudiziaria. Il Comune, perciò, puo già procedere a predisporre la delibera con la quale si concedono gli spazi alla Croce Azzurra e alla Protezione Civile. Da quel momento potranno iniziare i lavori per la sistemazione degli spazi, previa richiesta dei vari atti autorizzativi.in attesa della liberazione definitiva degli spazi, sono già stati programmati incontri e sopralluoghi congiunti, da parte delle associazioni e l ufficio tecnico comunale, per definire i lavori da fare. Sappiamo che sia la Protezione Civile che la Croce Azzurra hannourgenzadistringerei tempi - osserva in merito il sindaco Beni culturali fermani dimenticati, lasciati a se stessi e non abbastanza tutelati? Sembra convinto di ciò Elvezio Serena, presidente di Italia Nostra quando afferma: «L'impianto storico cittadino va maggiormente valorizzato, anche con idonea illuminazione e segnaletica». Secondo il presidente degli ecologisti le mura e le porte di Fermo sono un grande patrimonio da tutelare. «Rivolgo un appello al Comune - prosegue Serena - affinché provveda finalmente ad una operazione di decoro per quanto di sua competenza, obbligando nello stesso tempo i privati che occupano le zone sottostanti (o adiacenti) le mura storiche a eliminare quanto non pertinente, e a ripulire totalmente le aree corrispondenti». Il presidente di Italia Nostra prende lo spunto da quella che considera «un'ottima la pulizia effettuata dal Comune in occasione delle recenti festività» per precisare, però, che: «Le mura medievali di Fermo, specialmente per chi proviene da fuori città, ma anche per gli stessi fermani, oggi rappresentano sicuramente un elemento architettonico e paesaggistico di notevole importanza, che ne simboleggia il passato storico, forse però dimenticato». Da uno screening, supportato anche a livello fotografico, Italia Nostra ha rilevato come dice lo stesso Serena: «In alcune zone dell'anello urbano sono molto evidenti e ben conservate, in altre purtroppo sono scomparse o ne restano poche tracce. Bellissimi i torrioni e i bastioni ristrutturati, altri in totale abbandono (alcuni potrebbero anche essere utilizzati per la risalita), e le monumentali porte Santa Caterina, San Giuliano, Sant'Antonio. Peccato non si sia riusciti ancora a riaprire Porta Marina: costituirebbe un accesso e un invito efficace verso il centro storico per i LE PREOCCUPAZIONI DEL PRESIDENTE DELL ASSOCIAZIONE RIGUARDANO LE MURA E LE PORTE STORICHE DELLA CITTÀ Terrenzi - e stiamo facendo tutto ciò che è di nostra competenza affinchéciò avvenga.l attesa è che entro la primavera si possano concludere i lavori e provvedere al trasloco delle due associazioni particolarmente attive nella città alta. La Prociv ha una sezione considerata tra le prime in Italia e che negli anni si è distinta per gli interventi non solo sul territorio comunale ma nelle regioni italiane a rischio.la Croce Azzurra con la sua attività decennale è diventata punto di riferimento per la sanità locale e per i servizi di pubblica assistenza sul territorio Irene Cassetta numerosi visitatori che provengono dal mare. Non dovrebbe essere un'operazione troppo difficile e costosa, ma porterebbe grossi benefici, specialmente in estate». Uno dei sogni nel cassetto di Elvezio Serena, in merito alla città, sarebbe quello di creare un percorso pedonale attorno al centro storico percorrendo le mura cittadine. Probabilmente una proposta destinata a rimanere tale se in proposito il presidente di Italia Nostra precisa: " anche se poi i problemi di sicurezza legati al gran traffico automobilistico non consentono di realizzarla, anche se ci fossero i finanziamenti, il progetto. Infine, ma non ultima, l'ambientalista fa un lungo elenco delle vie e delle zone che hanno necessità di un immediato intervento di restauro conservativo per arrestarne l'ulteriore degrado: Tra queste via Roma, via Monteverde, via XX settembre, via Sabino, via Crollalanza, via della Carriera, viale Trento Nunzi, via XXIV maggio, viale Bellesi, via Sant'Antonio. Nelle priorità segnalate da Italia Nostra alcuni accessori che deturperebbero la bellezza della cinta muraria cittadina quali tettoie, campi da bocce, sgabuzzini, ecc. Diana Marilungo Il vecchio campo sportivo dove potrebbe essere realizzata un accademia del calcio con una serie di servizi collegati Un accademia del calcio nel vecchio stadio `Il progetto di Frontoni è attualmente al vaglio del sindaco PORTO SAN GIORGIO L INCIDENTE L'idea è balenata al presidente della Nuova Sangiorgese, Gabriele Frontoni, ed ha subito trovato la sponda di alcuni imprenditori: realizzare un'accademia del calcio nel vecchio campo sportivo. Progetto che ora è al vaglio del sindaco Nicola Loira al quale Frontoni ha anticipato alcuni dettagli. Imprescindibile, infatti, sarà la collaborazione del Comune. I costi, stimati, si aggirano intorno al milione e mezzo di euro. Tanto occorrerà investire per dare vita ad un'operazione che non ha eguali nelle Marche. La struttura dovrebbe infatti ospitare i ragazzini per tutto il pomeriggio. Una sorta di campus nel quale i giovanissimi calciatori possono allenarsi, fare i compiti, divertirsi sotto lo sguardo degli allenatori o degli educatori. Un posto sicuro,prima di tutto, dove i genitori avranno la possibilità di lasciare i loro figli senza timore. «Pensiamo ad una struttura nuova con tanto di punto ristorazione, sala Internet, centro di aggregazione. Insomma un ambiente sano» lo descrive Frontoni. La bozza c'è e non mancano neanche i finanziatori, anche se una parte delle risorse dovrebbe essere intercettata sfruttando il credito sportivo. E poi c'è il Comune chiamato a fare la sua parte quando si tratterà di entrare nel merito della gestione del vecchio campo. «Solo con la gestione dell'impianto si può rientrare dell'investimento» chiarisce Frontoni che pensa anche ad un campo da calcio senza più quelle insopportabili reti di sicurezza. Sullo stile dei campi inglesi insomma. Un sogno? Probabilmente no. La tifoseria è matura per affrontare una novità del genere anche se si tratta di una categoria minore. Tra gli interventi da fare ci saranno inoltre la costruzione di una curva ed il totale restyling della tribuna che potrà ospitare molti più spettatori rispetto ad oggi. Se l'operazione andrà in porto la città potrà contare su un campo completamente nuovo a nord, dove i lavori sono in corso, su una struttura all'avanguardia in centro e su un impianto, quello vicino all'ex depuratore, che nei desiderata del sindaco potrebbe ospitare tante altre discipline sportive ad eccezione però del calcio. Sandro Renzi Lo schianto, asino muore travolto da un auto sulla statale Dopo l'ippopotamo del circo liberato dagli animalisti e investito nel Maceratese, l'altra notte sulla Statale fermana un'auto-pirata ha investito un asino. E ad avere la peggio anche stavolta è stato animale. Si tratta di un grosso asino, probabilmenteriuscito a fuggiredal recinto di un'azienda agricola di Altidona. Il quadrupede è stato notato da un metronotte verso le 4.30 del mattino, e vuoi l'ora, vuoi l'eccezionalità della cosa, l'uomo stentava a credere ai suoi occhi. Ma quando si è reso conto che il pericolo era reale, ha acceso le quattro frecce e si è messo dietro l'animale procedendo alla sua stessa velocità. Nel frattempo ha contattato il commissariato di Fermo che ha allertato l'asur veterinaria. Ma nel frattempo un'auto che sopraggiungeva, ha superato il veicolo con le quattro frecce falciando il povero asino. L'incidente è avvenuto sulla SS16 nei pressi del bivio per Lapedona e l'investitore non si è neppure fermato. Ad oggi la Polizia non è ancora riuscita ad identificarlo. Il proprietario dell'asino, di Altidona, è stato rintracciato grazie al microchip dell'animale che è morto quasi sul colpo. Si chiamava Peppino, e purtroppo non sapeva volare... Ross.Luc. 12genn Riproduzione autorizzata licenza Ars PromoPress Pagina 5 di 8 -TRX IL:10/01/15 21:15-NOTE:

14 Dom 11/01/2015 Il Messaggero (ed. Marche) Pagina 44 Un' accademia del calcio nel vecchio stadio Il progetto di Frontoni è attualmente al vaglio del sindaco. PORTO SAN GIORGIO L' idea è balenata al presidente della Nuova Sangiorgese, Gabriele Frontoni, ed ha subito trovato la sponda di alcuni imprenditori: realizzare un' accademia del calcio nel vecchio campo sportivo. Progetto che ora è al vaglio del sindaco Nicola Loira al quale Frontoni ha anticipato alcuni dettagli. Imprescindibile, infatti, sarà la collaborazione del Comune. I costi, stimati, si aggirano intorno al milione e mezzo di euro. Tanto occorrerà investire per dare vita ad un' operazione che non ha eguali nelle Marche. La struttura dovrebbe infatti ospitare i ragazzini per tutto il pomeriggio. Una sorta di campus nel quale i giovanissimi calciatori possono allenarsi, fare i compiti, divertirsi sotto lo sguardo degli allenatori o degli educatori. Un posto sicuro, prima di tutto, dove i genitori avranno la possibilità di lasciare i loro figli senza timore. «Pensiamo ad una struttura nuova con tanto di punto ristorazione, sala Internet, centro di aggregazione. Insomma un ambiente sano» lo descrive Frontoni. La bozza c' è e non mancano neanche i finanziatori, anche se una parte delle risorse dovrebbe essere intercettata sfruttando il credito sportivo. E poi c' è il Comune chiamato a fare la sua parte quando si tratterà di entrare nel merito della gestione del vecchio campo. «Solo con la gestione dell' impianto si può rientrare dell' investimento» chiarisce Frontoni che pensa anche ad un campo da calcio senza più quelle insopportabili reti di sicurezza. Sullo stile dei campi inglesi insomma. Un sogno? Probabilmente no. La tifoseria è matura per affrontare una novità del genere anche se si tratta di una categoria minore. Tra gli interventi da fare ci saranno inoltre la costruzione di una curva ed il totale restyling della tribuna che potrà ospitare molti più spettatori rispetto ad oggi. Se l' operazione andrà in porto la città potrà contare su un campo completamente nuovo a nord, dove i lavori sono in corso, su una struttura all' avanguardia in centro e su un impianto, quello vicino all' ex depuratore, che nei desiderata del sindaco potrebbe ospitare tante altre discipline sportive ad eccezione però del calcio. Sandro Renzi RIPRODUZIONE RISERVATA. 12genn Riproduzione autorizzata licenza Ars PromoPress Pagina 6 di 8

15 . Dom 11/01/2015 Corriere Adriatico (ed. Ascoli) Pagina 31 Tassotti: Stadio, la Decasol ha pagato solo una parte I LAVORI SanBenedetto "Mi preme ricordare che la Decasolsrl direnato Ciarrocchi ha pagato debiti per euro non come viene sostenuto". Puntualizzazione che arriva da parte del consigliere comunale Pierluigi Tassotti in merito al caso stadio. SAN BENEDETTO T: E: F: Entro la prossima settimana è prevista la firma della convenzione per la gestione del fotovoltaicoper25 anni. Successivamente verrà emesso il bando attraverso il quale il Comune darà in gestione lo stadio alla Sambenedettese calcio. Il sindaco Gaspari intende chiudere la partita della convenzione del fotovoltaico prima dell'inizio dei lavori al Riviera delle Palme in programma per lunedì 19 gennaio. "Vedo che nella prossima convenzione non sono inclusi gli interventi per l'illuminazione - prosegue Tassotti - quindi ci sarannoalmeno altri200mila euro a carico del Comune. In fondo sta accadendo quanto avevamo previsto noi nel corso dell'ultimo consiglio comunale, con l'ente costretto a sostenere parte delle spese". L'obiettivo è quello di terminare la messa a norma del rettangolo di gioco che in questo modo potrà ospitare spettatori. Il bando per la convenzione all'utilizzo dell'impianto prevede di concedere in gestione a terzi lo stadio per 15 anni e di provvedere alla manutenzione straordinaria, compresa quella del manto erboso, così come programmata ed approvata dall'ente annualmente con contributo definito in sede di approvazione del bilancio di previsione 2015 (invece che, come fatto in passato, destinare una cifra fissa di 50 mila euro per la manutenzione ciclica). Ad esempio, la sistemazione del fondo del campo o la messa in sicurezza della tribuna centrale sono lavori indifferibili che verranno valutati insieme alla ditta. Domenica11Gennaio2015 V Sulla base di questi costi, si deciderà se sarà il Comune o chi si aggiudicherà la gara a pagare tali interventi, magari attraverso la contrazione di un mutuo attraverso il credito sportivo. Resta da definire la cifra del contributo annuo che il Comune elargirà alla Samb e che saràinserito nel prossimo bilancio. La città si mobilita contro la Gas Plus La fiaccolata di protesta partirà da piazza Montebello per poi raggiungere la Rotonda Giorgini L IMPIANTO CHEFA PAURA ALESSANDRACLEMENTI SanBenedetto E' la giornata della mobilitazione. È la giornata in cui i sambenedettesi, e non solo, scenderanno in strada per dire no all' impianto di stoccaggio del gas all'agraria. Un progetto che fa paura, che può rappresentare la fine per l'economia e il turismo di questo territorio. Dopo cinque anni di assidua battaglia a suon di carte bollate, esposti e ricorsi, ora è tempo di far sentire la voce del dissenso. Un intero territorio che si rivolta alle multinazionali e a un semaforo verde del ministero che metterebbe in ginocchio il Piceno. Siamo ormai alle fasi finali, i tempi stringono e il rischio è che l'intervento passi sopra la testa dei cittadini. Oggici saranno tutti: comitati, ambientalisti, imprenditori e rappresentanti istituzionali per opporsi al progetto della Gas Plus. L'appuntamento è alle presso piazza Montebello per poi raggiungere la Rotonda Giorgini, dove si susseguiranno diversi interventi. In prima fila ci sarà il presidente della Confesercenti turismo Sandro Assenti, che nell'ultimo periodo ha sposato questa battaglia: "Questo impianto, se realizzato, rappresenterà un Core: Verrebbero aperti sei pozzi. L opera durerebbe due anni con forti disagi per i residenti LA CONDANNA vero autogol per il turismo. Un intervento del genere avrebbe conseguenze per i prossimi cento anni. La fiaccolata dovrà essere solo l'inizio di una battaglia iniziata già da tempo, ma sarà importante il coinvolgimento di tutti". A livello tecnico si chiede la revisione della Valutazione dell' impatto ambientale da parte della Regione Marche. Questo perché, se sul fronte politico si sono alzati gli scudi a partire dal consiglio comunale fino al governatore Spacca, sul piano tecnico è stato acceso semaforo verde mandando avanti questa procedura negli uffici romani. "La realizzazione di questo impianto sarebbe devastantetuona il presidente di quartiere di Porto d'ascoli Centro Elio Core- sia per l'ambiente che per il turismo. Verrebbero aperti sei pozzi con un lavoro che si prolungherebbe per due anni con forti disagi per i residenti". Dall'annuncio del progetto della Gas Plus, la multinazionale interessata a una piattaforma di gas all'agraria, prosegue la lotta di un intero territorio verso un intervento che rappresenta una vera e propria minaccia per l'economia, il turismo e la sicurezza di questa zona. Ora che l'iter è arrivato nella fase finale occorre far sentire la propria voce e il proprio dissenso. Ma che punto è il progetto della Gas Plus? Il percorso è entrato nella fase decisiva. Nel corso di questi tre anni è stato approvato dal comitato tecnico regionale il rapporto preliminare di sicurezza Assenti: Questo deposito se sarà realizzato rappresenterà un vero autogol per il turismo e sono state completate, con approvazione, le procedure di Valutazione di impatto ambientale regionale e ministeriale. Ora più che mai questo iter deve essere interrotto. Infine per la manifestazione sono stati messi in campo anche i bus navetta affinché nessuno possa dire che non sia stato posto nelle condizioni di prendere parte alla fiaccolata di questo pomeriggio. Sono stati previsti bus navetta con partenza da Porto d'ascoli per raggiungere il centro di San Benedetto, la prima fermata sarà presso la chiesa di Fosso dei Galli alle 16.30, poi alle si passerà all'agraria, per poi fare sosta in piazza Setti Carraro alle 16.45, alle in piazza Cristo Re, alle 17 alla Rotonda di Porto d'ascoli e alle arrivo alle San Benedetto. RIPRODUZIONERISERVATA SanBenedetto La dirigente Catia Talamonti sta raccogliendo i documenti necessari per aprire l'istruttoria del procedimento in merito al recupero dei 170mila euro, che il sindaco Gaspari e il dirigente Germano Polidori sono statichiamatia rimborsare all' ente dopo la condanna in secondo grado della Corte dei Conti. Un atto dovuto che fa parte del procedimento aperto dalla se- L architetto Luigina Zazio e il sindaco Giovanni Gaspari gretaria generale Fiorella Pierbattista dal momento in cui la sentenza è stata notificata in Comune lo scorso 12 dicembre, a questo punto dovrà essere la Talamonti a richiedere le somme al sindaco e al dirigente al fine di tutelare l'ente. Il pagamento da parte del sindaco Gaspari è atteso per la settimana prossima. Per ora si sa che procederà all'accensione del mutuo e pagamento dei euro, mentre per il dirigente Polidori se ne sta occupando la sua agenzia assicurativa. Questo pomeriggio con partenza da piazza Montebello si terrà la fiaccolata di protesta contro la realizzazione dell impianto della Gas Plus nel quartiere Agraria. Hanno già aderito alla manifestazione molte associazioni cittadine e comitati di quartieri LA CRITICA SanBenedetto Anche glialbergatori sono in prima fila per dire no all impiantodi gas. Il presidente GaetanoDe Panicis è severo: Inutile parlare diturismo se poi ci mettono una bombola nel sottosuolo,nessunvilleggiante vorrebbetrascorrere le sue vacanzecorrendo rischi. A parte il danno d immagine che ne deriverebbe nonappena la notizia fosse diffusaa livello nazionalee internazionale, infatti, addiritturai turisti si troverebberonelle camere, comeda prescrizione, le indicazionisu come comportarsiin caso di fuga di gas e due volte la nnosi dovrebberofare le provedi La dirigente comunale Catia Talamonti sta raccogliendo i documenti necessari per avviare l istruttoria Caso Zazio, al via la procedura per recuperare euro L Assoalbergatori: Un danno gravissimo evacuazione. Immaginate sechi arrivaper rilassarsisi trovasse - aggiunge DePanicis - le indicazionisu comerifugiarsi nella doccia e cosa farese malauguratamentedovesse fuoriusciredel gas dal sottosuolo.ma c èdi più. Gli espertici dicono - incalza- che i terrenirischiano di liquefarsi sotto laspinta dellapressione e, inoltre,che tuttoquesto movimentopuò risvegliare la fagliasismica che passa proprio difronte a noi,in Adriatico.Noi siamoassolutamentecontrari a questo impiantoe ci batteremo contutte le nostre forzeper evitareche sirealizzi.c è bisognodi una forte presa di coscienza ancheda parte dei nostri politici che una città turisticanonpuò ospitarlo. Dopo l'apertura dell'istruttoria ci sarà una richiesta ufficiale da parte della Talamonti per il rimborso del danno erariale. Sempre entro questa settimana è attesa la risposta da parte della Prefettura in merito ai quesiti posti dal gruppo di FI - Pdl che chiede spiegazioni sulla tempistica delle notifica della condanna da parte della Corte dei conti. Ma soprattutto viene chiesto di verificare se la morosità da parte del sindaco, rispetto al Comune, non debba decorrere dal momento della notifica avvenuta a novembre nei confronti dello stesso primo cittadino. Una tempistica, quella che grava attorno alla questione della condanna erariale, che continua a non essere chiara ed esseresoggetta a interpretazioni e sul fronte politico interessa dal momento che un ritardo sul pagamento farebbe scattare l'incompatibilità con la carica di primo cittadino. Quesiti simili a questi sono stati posti, nelle scorse settimane, dai consiglieri del gruppo misto Emili e Pezzuoli alla segretaria generale che ha risposto come Gaspari abbia sei mesi di tempoper pagare dalmomento della notifica presso il legale Galvani. RIPRODUZIONERISERVATA 12genn Riproduzione autorizzata licenza Ars PromoPress Pagina 7 di 8

16 Dom 11/01/2015 Corriere Adriatico (ed. Ascoli) Pagina 31 Tassotti: "Stadio, la Decasol ha pagato solo una parte" San Benedetto "Mi preme ricordare che la Decasol srl di Renato Ciarrocchi ha pagato debiti per euro non come viene sostenuto". Puntualizzazione che arriva da parte del consigliere comunale Pierluigi Tassotti in merito al caso stadio. Entro la prossima settimana è prevista la firma della convenzione per la gestione del fotovoltaico per 25 anni. Successivamente verrà emesso il bando attraverso il quale il Comune darà in gestione lo stadio alla Sambenedettese calcio. Il sindaco Gaspari intende chiudere la partita della convenzione del fotovoltaico prima dell' inizio dei lavori al Riviera delle Palme in programma per lunedì 19 gennaio. "Vedo che nella prossima convenzione non sono inclusi gli interventi per l' illuminazione - prosegue Tassotti - quindi ci saranno almeno altri 200mila euro a carico del Comune. In fondo sta accadendo quanto avevamo previsto noi nel corso dell' ultimo consiglio comunale, con l' ente costretto a sostenere parte delle spese". L' obiettivo è quello di terminare la messa a norma del rettangolo di gioco che in questo modo potrà ospitare spettatori. Il bando per la convenzione all' utilizzo dell' impianto prevede di concedere in gestione a terzi lo stadio per 15 anni e di provvedere alla manutenzione straordinaria, compresa quella del manto erboso, così come programmata ed approvata dall' Ente annualmente con contributo definito in sede di approvazione del bilancio di previsione 2015 (invece che, come fatto in passato, destinare una cifra fissa di 50 mila euro per la manutenzione ciclica). Ad esempio, la sistemazione del fondo del campo o la messa in sicurezza della tribuna centrale sono lavori indifferibili che verranno valutati insieme alla ditta. Sulla base di questi costi, si deciderà se sarà il Comune o chi si aggiudicherà la gara a pagare tali interventi, magari attraverso la contrazione di un mutuo attraverso il credito sportivo. Resta da definire la cifra del contributo annuo che il Comune elargirà alla Samb e che sarà inserito nel prossimo bilancio.. 12genn Riproduzione autorizzata licenza Ars PromoPress Pagina 8 di 8

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 500 spazi sportivi scolastici e 500 impianti di base, pubblici e privati «1000 Cantieri per lo Sport»

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Dipartimento della Pubblica Sicurezza Stagione sportiva 2011/2012 Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Determinazione n. 26/2012 del 30 maggio 2012 L Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 La spesa complessiva

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro A Sua Eccellenza il Signor Prefetto di Roma OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro Signor Prefetto, come abbiamo concordato nei nostri precedenti incontri, Le scrivo

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf OGGETTO: Organizzazione Zona a Traffico Limitato Centro storico IL SINDACO Premesso che, per fronteggiare le

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI AREA PATRIMONIO AMBIENTE UFFICIO TUTELA DEL PAESAGGIO E SUPPORTO AMMINISTRATIVO ALL AREA SETTORE PATRIMONIO E MANUTENZIONI REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI (Approvato con deliberazione

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud capitale umano, formato a misura dei fabbisogni delle imprese possa contribuire alla crescita delle imprese stesse e diventare così un reale fattore di sviluppo per il Mezzogiorno. Occorre, infatti, integrare

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Articolo 1 Oggetto 1. Il presente disciplinare regolamenta la concessione e l utilizzo del Marchio La Sardegna Compra Verde.

Dettagli

II - COMPETENZE DELLA REGIONE E DEGLI ENTI LOCALI IN MATERIA DI TUTELA DELL'AMBIENTE DALL'INQUINAMENTO ACUSTICO

II - COMPETENZE DELLA REGIONE E DEGLI ENTI LOCALI IN MATERIA DI TUTELA DELL'AMBIENTE DALL'INQUINAMENTO ACUSTICO Legge Regionale n 12 del 20/03/1998 Disposizioni in materia di inquinamento acustico emanata da: Regione Liguria e pubblicata su: Bollettino. Uff. Regione n 6 del 15/04/1998

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CULTURA e SVILUPPO FESR 2014-2020 Sintesi DICEMBRE 2014 1. Inquadramento e motivazioni Il Ministero dei Beni, delle

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

OPERAZIONE TAVINA. gli 8 motivi per cui pensiamo sia senza senso CEMENTO E SOLO CEMENTO

OPERAZIONE TAVINA. gli 8 motivi per cui pensiamo sia senza senso CEMENTO E SOLO CEMENTO CEMENTO E SOLO CEMENTO Il futuro di Salò non può essere ancora di mattoni, di seconde case, di case vuote e di case invendute. La volumetria approvata (oltre 250 appartamenti) corrisponde a circa il 10%

Dettagli

Vista la Legge Regionale 24 Marzo 1974 n. 18; Vista la Legge Regionale 4 Febbraio 1997 n. 7; Vista la Legge Regionale 16.1.2001. n. 28 e s.m.i.

Vista la Legge Regionale 24 Marzo 1974 n. 18; Vista la Legge Regionale 4 Febbraio 1997 n. 7; Vista la Legge Regionale 16.1.2001. n. 28 e s.m.i. 28501 di dare atto che il presente provvedimento non comporta alcun mutamento qualitativo e quantitativo di entrata o di spesa né a carico del bilancio regionale né a carico degli enti per i cui debiti

Dettagli

Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università

Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università COS'È TORNO SUBITO Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università finanziata con fondi POR FSE Lazio 2007-2013 Asse II Occupabilità; Asse V Transnazionalità

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Protagonismo culturale dei cittadini BENESSERE COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando senza scadenza Protagonismo culturale dei cittadini Il problema La partecipazione

Dettagli

Presentazione Progetto Sport di Classe

Presentazione Progetto Sport di Classe Presentazione Progetto Sport di Classe a sostegno dell attività motoria e sportiva nella scuola 1 GOVERNANCE dello sport a scuola MIUR - CONI - Promuove il riconoscimento in ambito scolastico del valore

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

COMUNE DI ROVELLASCA

COMUNE DI ROVELLASCA COMUNE DI ROVELLASCA Provincia di COMO REGOLAMENTO SERVIZIO DI VOLONTARIATO CIVICO COMUNALE Approvato con deliberazione C.C. n. 5 del 13.04.2015 Ripubblicato all Albo pretorio dal 13.05.2015 al 28.05.2015

Dettagli

Comune di Bagnacavallo

Comune di Bagnacavallo CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: SETTORE SEGRETERIA RESPONSABILE: GRATTONI ANGELA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Settore Segreteria 1 SETTORE SEGRETERIA

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI Luca Menini, ARPAV Dipartimento di Vicenza via Spalato, 14-36100 VICENZA e-mail: fisica.arpav.vi@altavista.net 1. INTRODUZIONE La legge 447 del 26/10/95 Legge

Dettagli

QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE

QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE foglio mappale dimensione in mq 23 42 1.388 mq 23 35 1.354 mq 23

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

Al Comune di Padova Settore Servizi Sportivi Ufficio Impianti Sportivi Viale N. Rocco, 60 35135 PADOVA

Al Comune di Padova Settore Servizi Sportivi Ufficio Impianti Sportivi Viale N. Rocco, 60 35135 PADOVA Spazio Marca da bollo Al Comune di Padova Settore Servizi Sportivi Ufficio Impianti Sportivi Viale N. Rocco, 60 35135 PADOVA Spazio Protocollo Oggetto: Richiesta concessione temporanea Impianto Sportivo

Dettagli

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014 CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE Anno accademico 2013-2014 Como - Varese, 15 febbraio 2014 DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA DI

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 111 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Modifiche al codice della strada, di cui al decreto

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Buone prassi di conservazione del patrimonio. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Buone prassi di conservazione del patrimonio. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Buone prassi di conservazione del patrimonio BENESSERE GIOVANI COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando con scadenza 9 aprile 2015 Buone prassi di conservazione del

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

L ACQUA A ERICE una storia di mala vita, ma anche una battaglia di civiltà Per maggiori informazioni visita il sito del Comune di Erice: www.comune.erice.tp.it OGGETTO: Attivazione iniziative emergenziali

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche Comune di Parma Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche A vent anni dall entrata in vigore della più importante legge sull abbattimento delle barriere

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI COMITATO REGIONALE E PROVINCIALE DI MILANO CONIACUT GUIDA PRATICA ALLA COMPRAVENDITA DELLA CASA Progetto cofinanziato dal Ministero delle Attività Produttive RegioneLombardia

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE In relazione all attività di gestione svolta nell anno 2011, si riportano i dati riguardanti le undici aree cimiteriali di Roma Capitale: Verano, Flaminio, Laurentino,

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Fondazione Teatri delle Dolomiti

Fondazione Teatri delle Dolomiti Fondazione Teatri delle Dolomiti REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE D USO DEL TEATRO COMUNALE DI BELLUNO Il presente Regolamento disciplina le modalità di fruizione del Teatro Comunale da parte di terzi approvato

Dettagli

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014 Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma BANDO DI CONCORSO CORSO DI FORMAZIONE PER ISTRUTTORE DI 1 GRADO DI TENNIS ISTRUTTORE DI 1 LIVELLO DI BEACH TENNIS

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli