Verbale della riunione del Consiglio Direttivo (Seduta del 4 settembre 2007)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Verbale della riunione del Consiglio Direttivo (Seduta del 4 settembre 2007)"

Transcript

1 Verbali Consiglio Direttivo 4 settembre luglio

2 (Seduta del 4 settembre 2007) Il giorno 10 settembre 2007 alle ore 17:30, presso la sede di Villa Mazzanti in Roma, Via Gomenizza n.81, si è riunito il Consiglio Direttivo dell Ente così composto: Giovanetti Romano (Consigliere) Assente Veronesi Mauro (Consigliere) Presente Sono presenti il Presidente, il Vicepresidente ed i componenti Albanesi, Menichetti, Veronesi. Verbalizza in qualità di segretario il Direttore dell Ente, Stefano Cresta. Il Presidente del C.D. assume la presidenza della seduta e ricorda gli argomenti all Ordine del giorno: 1) approvazione verbali delle sedute precedenti (31 luglio 2007, 29 agosto 2007, 4 settembre 2007); 2) approvazione progetto esecutivo recupero chiesina Torre di Perna (R.N. Decima Malafede); 3) bilancio di previsione per l anno 2008; 4) proposta di risoluzione per l assegnazione delle deleghe ai Consiglieri; 5) analisi del Documento di programmazione economica per il bilancio dell Ente RomaNatura; 6) presa visione bozza di statuto dell ente RomaNatura; 7) varie ed eventuali. Prima di procedere alla discussione sui punti iscritti all O.d.G. il Presidente informa il C.D.: sulla riuscita delle iniziative notte bianca a Villa Mazzanti e al Parco Aguzzano; sul convegno biodiversità che si terrà a.. in dicembre p.v.; sulla disponibilità espressa dall Assessore Esposito a contribuire alle esigenze gestionali dell Ente per quanto attiene a servizi nelle ANP; sulla relazione dei Guardaparco in merito al degrado dell area Giardini di Nassyria con richiesta di provvedere quanto prima al ripristino di un decoro consono al valore dell intervento realizzato. Il Consigliere Veronesi informa in merito alla campagna Legambiente per la raccolta di firme OGM-Free proponendo al C.D. che l Ente aderisca all iniziativa. Il C.D. approva la proposta, anche in relazione alle strategie e alle azioni della regione Lazio in materia. Si procede quindi con la discussione dei punti all O.d.G. Punto 1) il consiglio, non essendo pervenute ulteriori indicazioni dai Consiglieri assenti, verificate le integrazioni già discusse in sedute precedenti e riportate in calce ai relativi brogliacci, approva all unanimità dei presenti i verbali delle sedute 31 luglio 2007, 29 agosto 2007, 4 settembre Punto 2) il Consiglio esamina il progetto definitivo (erroneamente indicato esecutivo nella convocazione), deliberandone la sua approvazione. In linea generale il C.D. rileva l opportunità di prevedere nei progetti di restauro la corrispondenza alle norme di risparmio energetico e sostenibilità. Con successiva votazione tale deliberazione, che assume il numero progressivo 31/2007, viene dichiarata, all unanimità dei presenti, immediatamente eseguibile. Punto 3) il Consiglio prende visione del riparto analitico del capitolo di bilancio denominato spese generali per immobili richiesto all amministrazione dell Ente nel corso della seduta 4 settembre 2007, raccomandando al Direttore di operare le opportune verifiche al fine di ottimizzare le spese con i servizi forniti, anche attraverso la revisione e attualizzazione dei relativi contratti. Il Presidente propone, ed il Consiglio approva, di affrontare la discussione analitica sul bilancio - previa analisi della proposta allegata al presente verbale nella seduta prevista martedì 18 settembre p.v. sentita la proposta del Consigliere Menichetti in merito. Il Presidente invita quindi il predetto a dare lettura del documento di programmazione economica per il bilancio dell Ente, trasmesso via posta elettronica a tutti i componenti del C.D., iscritto a punto 5) dello.d.g. che viene pertanto anticipato con decisione unanime. Il Consiglio adotta all unanimità dei presenti il documento il quale, integrato dalle osservazioni emerse nel corso della discussione, sarà trasmesso dal Consigliere Menichetti al Direttore affinché sa allegato al presente verbale. Il Presidente propone, ed il Consiglio approva, di spostare i punti ancora non discussi all Od.G. della prossima seduta che risulta così definito: approvazione verbale della seduta precedente; comunicazioni del Presidente; analisi ed approvazione del bilancio di previsione 2008 assegnazione deleghe ai Consiglieri; revisione dello Statuto dell Ente RomaNatura (comunicazione Regione Lazio) seminario Aree Naturali Protette revisione della pianta organica dell Ente varie ed eventuali. 2

3 Prima di concludere la seduta, il Consigliere Veronesi porta a conoscenza il C.D. del comunicato stampa che Legambiente ha diramato in merito agli interventi, contrari ad ogni previsione normativa vigente, effettuati dal Comune di Roma nel Parco del Pineto. Informa anche dell intenzione di procedere ad un esposto al Presidente della Repubblica in merito. Il Direttore aggiorna il C.D. sulle azioni messe in atto dall Ente prodromiche ad una riunione tecnica convocata mercoledì 12 p.v. dal Direttore ambiente del Comune di Roma. I Consiglieri Fadda e Albanesi invitano a concentrare le energie dell Ente soprattutto sulle azioni progettuali per recuperare la naturalità dissipata con l intervento del Comune di Roma. Il Presidente concorda e informa che tali argomenti sono stati discussi in data odierna anche con il Presidente del Municipio 19. Alle ore 20:30 il Presidente dichiara chiusa la seduta. (Seduta del 18 settembre 2007) Il giorno 18 settembre 2007 alle ore 17:30, presso la sede di Villa Mazzanti in Roma, Via Gomenizza n.81, si è riunito il Consiglio Direttivo dell Ente così composto: Giovanetti Romano (Consigliere) Assente Pedron Davide (Consigliere) Assente Veronesi Mauro (Consigliere) Assente Verbalizza in qualità di segretario il Direttore dell Ente, Stefano Cresta. Il Presidente del C.D. assume la presidenza della seduta e da letura degli argomenti all Ordine del giorno: 1) approvazione verbale della seduta precedente; 2) comunicazioni del Presidente; 3) analisi ed approvazione del bilancio di previsione ) assegnazione deleghe ai Consiglieri; 5) revisione dello Statuto dell Ente RomaNatura (comunicazione Regione Lazio) 6) seminario Aree Naturali Protette 7) revisione della pianta organica dell Ente 8) varie ed eventuali. Punto 1) Il Consiglio, approva il verbale della seduta 10 settembre 2007 e l allegato documento di programmazione economica per il bilancio dell Ente RomaNatura. Punto 2) Il Presidente informa dell iniziativa LIPU Eurobirdwatch 2007 proponendo una partecipazione del Ente. Il Consiglio approva e invita il Direttore ad attivarsi in merito. Punto 3) Il Direttore espone lo schema di bilancio preventivo 2008, aggiornato in relazione alle proposte contenute nel documento di programmazione economica presentato dal Consigliere Menichetti ed approvato con il verbale 10 settembre u.s. Comunica inoltre l avvenuto accertamento degli interventi finanziati di cui all Accordo di programma quadro APQ7 come di seguito elencati: n.42 interventi di recupero di Villa Mazzanti e del giardino storico nella R.N. Monte Mario ( ,00); n.43 Realizzazione dell allestimento espositivo all interno della Torre di Perna, R.N. Decima Malafede ( ,00); n.44 Progetto Accoglienza per la promozione delle visite nei parchi gestiti dall Ente RomaNatura ( ,00); n.45 Progetto trekking urbano nelle aree naturali di Roma ( ,00) che aggiorneranno il bilancio in entrata ed in uscita. Il Consiglio approva il bilancio preventivo, allegato al presente verbale, e con successiva votazione tale deliberazione, che assume il numero progressivo 32/2007, viene dichiarata, all unanimità dei presenti, immediatamente eseguibile. Il Direttore espone quindi il collegato schema di programmazione triennale delle Opere Pubbliche, comprendente tra le altre opere - i richiamati interventi APQ7. Il Consiglio approva i programma triennale delle Opere Pubbliche e con successiva votazione tale deliberazione, che assume il numero progressivo 33/2007, viene dichiarata, all unanimità dei presenti, immediatamente eseguibile. Punto 4) viene rinviato ad altra seduta del Consiglio Direttivo. Punto 5) Il Direttore ricorda che il giorno 26 settembre p.v. si terrà presso l Assessorato Ambiente un incontro in merito alla proposta di schema di Statuto Enti parco al quale sono invitati i Presidenti e i Direttori. Il Consiglio rinvia la discussione in merito a valle dell incontro, invitando il Direttore a partecipare e a relazionare. Punto 6) il Consiglio organizzerà in tempi brevi un seminario istituzionale con gli Assessori competenti che tratti i temi sospesi a dieci anni dall istituzione dell Ente RomaNatura, segnatamente l approvazione dei Piani del Parco e il percorso per i Piani di Sviluppo Economico e Sociale. Alle ore 19:30 il Vicepresidente lascia la seduta e il Presidente, venuto a mancare il numero legale, dichiara chiuso il Consiglio, rinviando alla seduta 2 ottobre p.v. la trattazione del punto 7. 3

4 (Seduta del 2 ottobre 2007) Il giorno 2 ottobre 2007 alle ore 17:00, presso la sede di Villa Mazzanti in Roma, Via Gomenizza n.81, si è riunito il Consiglio Direttivo dell Ente così composto: Giovanetti Romano (Consigliere) Presente Veronesi Mauro (Consigliere) Presente Verbalizza in qualità di segretario il Direttore dell Ente, Stefano Cresta. Il Presidente del C.D. assume la presidenza della seduta e da lettura degli argomenti all Ordine del giorno: 1) approvazione verbale della seduta precedente; 2) Delibera variazione di bilancio per accertamento entrate APQ7 e contributi regionali 3) Assegnazione deleghe ai Consiglieri 4) Revisione dello Statuto dell Ente (Relazione Direttore) 5) Revisione della pianta organica dell Ente (Relazione Direttore) 6) varie ed eventuali. Prima dell inizio dei lavori il Presidente propone di inserire all Ordine del Giorno la richiesta di deroga della società Villa Aurelia Sporting Club per un intervento nella R.N. Valle dei Casali, già prodotta al protocollo dell Ente e di cui la documentazione protocollata in data odierna rappresenta integrazione progettuale. Il C.D., dopo ampia discussione, stante la posizione contraria espressa dai Consiglieri Giovanetti e Pedron, decide di porre la richiesta di deroga all OdG della seduta 9 ottobre p.v. Il Vicepresidente Fadda e la Consigliera Albanesi osservano che, fide comunicazione della richiedente Società Villa Aurelia, il Commissario delegato ha posto un termine ultimativo all istruttoria per il giorno 8 ottobre p.v. Il Presidente ritiene pertanto opportuno comunicare al richiedente e al Commissario delegato la decisione dell Ente di analizzare e decidere in merito nella seduta 9 ottobre p.v. Si richiede al Direttore di voler far pervenire una relazione tecnica in materia. Punto 1) Il Consiglio approva il verbale della seduta 18 settembre Punto 2) Il Direttore comunica che non sono ancora pervenuti dalla Regione Lazio gli accertamenti relativi a fondi regionali annunciati con lettera. Propone quindi di rimandare la variazione di bilancio alla prossima riunione del C.D. Il Consiglio approva. Punto 3) Il Consigliere Menichetti ricorda l importanza di definire, contestualmente alle deleghe, anche le priorità dell Ente; la Consigliera Albanesi suggerisce di non irrigidire l esercizio delle deleghe, lasciando la possibilità ai componenti del C.D. di interagire trasversalmente sulla base di specifiche competenze, anche territoriali; il Presidente ricorda che le deleghe hanno la preziosa funzione di istruire/proporre al consiglio, in rapporto sinergico con i Settori dell Ente, le deliberazioni da adottare. Il Presidente chiede pertanto al Vicepresidente Fadda di voler trasmettere ai Consiglieri la proposta, già elaborata nel corso di precedenti discussioni, affinché il documento possa essere approvato nel prossimo Consiglio 9 ottobre p.v. Punto 4) Il Direttore relaziona sull incontro tenutosi il giorno 26 settembre u.s. in Regione al quale non ha potuto prendere parte per impegni connessi alla definizione del bilancio dell Ente. Ciononostante, sulla base di colloqui telefonici è stato reso edotto dell intenzione dell Assessore Ambiente e Cooperazione tra i Popoli di adottare un modello unico di Statuto mediante Delibera di Giunta, sulla base del testo consegnato (distribuito oggi ai componenti del Consiglio) e delle relative osservazioni che perverranno dagli Enti nel più breve tempo possibile. Il Consiglio Direttivo prende atto. Punto 5) Il Direttore informa che la pianta organica dell Ente è definita con D.G.R del 23 dicembre 2004, sulla base dei criteri individuati con D.G.R di pari data. L Ente RomaNatura ha una definizione che prevede oltre al Direttore e 3 dirigenti (1 amministrativo e 2 tecnici), 45 Guardiaparco (inclusi gli Esperti di Vigilanza) e 28 tra funzionari e istruttori (livelli C e D). Con Delibera del Commissario straordinario n. 12 el 27 marzo 2006, veniva approvata una proposta di pianta organica che prevedeva oltre al direttore 4 dirigenti (3 tecnici e 1 amministrativo), 51 guardiaparco (comprensivi di un Responsabile el Servizio e 4 istruttori di vigilanza), 16 funzionari (livello D, di cui 4 amministrativi), 20 tra tecnici e istruttori (livello C, di cui 9 amministrativi) 6 livelli B. Tale proposta è stata inviata alla competente Direzione regionale che gestisce il Ruolo unico ANP e alla stessa non è stato ancora dato riscontro in termini applicativi, con l unica eccezione del contratto al terzo Dirigente Tecnico, stipulato a fine luglio Tale deliberazione prevedeva anche l istituzione di 6 Servizi, anticipando quanto previsto dallo schema di Regolamento del personale non ancora adotato. Con successiva deliberazione n.32 del 28 luglio 2006 veniva quindi adottato il Regolamento per l organizzazione interna dei settori e dei servizi del personale in servizio presso l Ente Regionale 4

5 RomaNatura. In data 21 agosto 2007 il Direttore f.f. Giuntarelli, provvedeva all assegnazione dei Settori sulla base dei 4 contratti sottoscritti dai Dirigenti a fine luglio Il Direttore informa che sulla base degli atti richiamati è in via di predisposizione la proposta di deliberazione del Consiglio Direttivo che integri quanto deliberato dal Commissario Straordinario per quanto attiene l articolazione dei Settori. Il Settore amministrazione si articolerà in 2 Servizi: legale e amministrativo ed Economico finanziario; il Settore cosiddetto Ufficio Tecnico si articolerà in 3 Servizi: pianificazione territoriale, urbanistica e Lavori Pubblici e sviluppo sostenibile; il Settore Conservazione e tutela patrimonio naturale e culturale si articolerà in 3 Servizi: Agricoltura e foreste, Monitoraggio e ricerche naturalistiche, Area marina protetta Tor paterno ; Il Settore Comunicazione ed educazione si articolerà in 2 Servizi: Educazione ambientale, Comunicazione. Il Consiglio prende atto, con esplicita richiesta (su motivata proposta del Consigliere Pedron) di cassare il riferimento sviluppo sostenibile al Servizio Lavori Pubblici In merito alla dotazione organica il Direttore ritiene inutile, allo stato attuale, definire una previsione diversa da quella già deliberata dal Commissario straordinario, peraltro in aumento rispetto alle previsioni della DGR 1328 del 23 dicembre 2004, essendo in atto una fase concorsuale all interno del Ruolo unico ANP solo al termine della quale si avrà il quadro delle disponibilità effettive. Si rappresenta infine che l attuale dotazione organica dell Ente è comunque carente in ogni settore, con particolare gravità per il Settore Ufficio Tecnico e per l assenza di un funzionario contabile, elementi che rendono necessario avvalersi di collaborazioni esterne all Ente. Alle ore 19:15 il Consigliere Giovannetti lascia la seduta. Punto 6) Il Consiglio Direttivo, anche in base di quanto emerso nel corso della discussione dei punti precedenti, definisce come segue l OdG della prossima seduta 9 ottobre 2007: 1.- approvazione verbale della seduta precedente; 2.- Comunicazioni del Presidente; 3.- Delibera variazione di bilancio per accertamento entrate APQ7 e contributi regionali; 4.- Richiesta di deroga Villa Aurelia Sporting Club nella R.N.R. Valle dei Casali; 5.- POR 2007/2013 Valorizzazione delle strutture di fruizione delle Aree Protette 6.- Interventi di rinaturalizzazione all interno del Parco del Pineto 7.- Attuazione del Decreto istitutivo del Monumento Naturale Cellulosa 8.- Seminario Aree Naturali Protette RomaNatura 9.- Analisi ed eventuale revisione delle procedure PAMA 10.- Proposta Agrifolia 11.- Richiesta patrocinio ed eventuale compartecipazione alle spese del libro storie a quattro zampe, due ali, qualche pinna (Agenzia il Segnalibro) 12.- richiesta sponsorizzazione IAPS 2008 per il convegno Urban diversities, biosphere and well-being: designing and managing our common environment varie ed eventuali. In merito al punto 9) il Consiglio richiede al Direttore una relazione tecnico/amministrativa. Alle ore il Presidente dichiara tolta la seduta. (Seduta del 9 ottobre 2007) Il giorno 9 ottobre 2007 alle ore 17:00, presso la sede di Villa Mazzanti in Roma, Via Gomenizza n.81, si è riunito il Consiglio Direttivo dell Ente così composto: Fadda Amedeo (Vicepresidente) Presente Giovanetti Romano (Consigliere) Presente Menichetti Paolo (Consigliere) Assente Pedron Davide (Consigliere) Assente Veronesi Mauro (Consigliere) Presente Verbalizza in qualità di segretario il Direttore dell Ente, Stefano Cresta. Il Presidente del C.D. assume la presidenza della seduta e da lettura degli argomenti all Ordine del giorno: 1.- approvazione verbale della seduta precedente; 2.- Comunicazioni del Presidente; 3.- Delibera variazione di bilancio per accertamento entrate APQ7 e contributi regionali; 4.- Richiesta di deroga Villa Aurelia Sporting Club nella R.N.R. Valle dei Casali; 5.- POR 2007/2013 Valorizzazione delle strutture di fruizione delle Aree Protette 6.- Interventi di rinaturalizzazione all interno del Parco del Pineto 7.- Attuazione del Decreto istitutivo del Monumento Naturale Cellulosa 8.- Seminario Aree Naturali Protette RomaNatura 9.- Analisi ed eventuale revisione delle procedure PAMA 5

6 10.- Proposta Agrifolia 11.- Richiesta patrocinio ed eventuale compartecipazione alle spese del libro storie a quattro zampe, due ali, qualche pinna (Agenzia il Segnalibro) 12.- richiesta sponsorizzazione IAPS 2008 per il convegno Urban diversities, biosphere and well-being: designing and managing our common environment varie ed eventuali. Punto 1) Il Consiglio approva il verbale della seduta 2 ottobre Punto 2) Il Presidente comunica la convocazione dell Assessorato alle politiche del patrimonio, alle politiche abitative e progetti speciali del Comune di Roma che si terrà il giorno 22 ottobre prossimo presso la sede dell Assessorato, avente per argomento il Parco di Aguzzano; parteciperanno oltre al Vicepresidente, al Consigliere Veronesi e al Direttore i Consiglieri che lo riterranno opportuno. Comunica la richiesta del Comune di Roma, Dipartimento X, relativa all avvio dell accordo di programma per l area comprendente Villa York nella Riserva Valle dei Casali; il Consiglio invita il Direttore a procedere. Comunica che lunedì 8 ottobre è stata restituita all ambiente, all interno della Riserva Valle dei Casali, la volpe Alice. Accoglie la proposta di incontro con le Associazioni di categoria degli Agricoltori, riportata dal Consigliere Giovanetti; l incontro si terrà il 23 ottobre prossimo. Punto 3) il Consiglio, dopo aver letto il testo della Deliberazione prodotta dal Direttore, approva la variazione di Bilancio, allegata al presente verbale, e con successiva votazione tale deliberazione, che assume il numero progressivo 34/2007, viene dichiarata, all unanimità dei presenti, immediatamente eseguibile. Punto 4) Il Consiglio, letta la relazione tecnica del Direttore in merito alla deroga richiesta, pone in votazione l eventuale concessione. Si esprimono a favore il Presidente, il Vicepresidente, la Consigliera Albanesi e il Consigliere Giovanetti; esprime voto contrario il Consigliere Veronesi che motiva come segue la decisione: 1) Il Comune di Roma ha previsto nel PRG adottato nel ettari di standard urbanistici nei quali rientrano 700 ettari di zona N per impianti sportivi. Non è comprensibile la motivazione di inserire le piscine nelle Aree Protette. 2) Il Comune di Roma ha presunto la disponibilità dell area di Tor Vergata, programmata per fare fronte agli impegni relativi ai Mondiali di nuoto, e non ritiene corretto che a pagare una errata programmazione debba essere il territorio vincolato ad area protetta. 3) L incongruenza del perimetro della R.N. Valle dei Casali secondo il quale la proprietà in esame viene inserita solo per metà all interno del parco, rendendo di fatto impossibile garantire un parere omogeneo. 4) la dichiarazione della società richiedente secondo la quale la piscina sarà legata alla struttura alberghiera e quindi non di uso pubblico. La Consigliera Albanesi propone di inserire nella delibera l indicazione che la piscina non debba servire all albergo, che sia applicata la delibera del Comune di Roma n.48/2006 relativa al risparmio energetico, che sia richiamato il bando mondiali di nuoto nel punto relativo all uso sociale degli impianti. Il Consigliere Fadda, oltre a richiamare un ragionamento più generale sul tema piscine includendovi anche il sistema di accoglienza rurale, nonché alla coerenza di atteggiamento del Consiglio verso decisioni già assunte in merito dall Ente, ricorda che sul Piano del parco adottato l area è classificata D5 (impianti ricreativi e sportivi) e in aggiunta a quanto prescritto dalla Consigliera Albanesi, siano specificati anche il recupero della risorgiva al contatto argille/sabbie ed effettuata la rinaturalizzazione con specie autoctone del versante sabbioso del dosso. Il Consiglio approva la deroga a maggioranza dei presenti con il voto contrario del Consigliere Veronesi, e con successiva votazione tale deliberazione, che assume il numero progressivo 35/2007 è dichiarata, a maggioranza dei presenti, immediatamente eseguibile. Punto 5) Il Consiglio, per la definizione della progettazione relativa al POR 2007/2013, indica nell ordine: la R.N. Valle dell Aniene; la R.N. Valle dei Casali; la R.N. Decima Malafede per le parti boscate; il M.N. Quarto degli Ebrei tenuta Mazzalupetto. Sarà cura dei Settori tecnici dell Ente elaborare una proposta in funzione della ricognizione sulle disponibilità delle aree e degli edifici. Punto 6) Il Direttore relaziona sull assemblea dell Associazione Balduina per il Pineto alla quale ha partecipato per informare sulle strategie di recupero e rilancio dell area protetta a seguito dell incendio prima e degli interventi di alterazione dei luoghi effettuati dal Servizio Giardini del Comune di Roma poi. In quella sede è stato annunciato un progetto dell Associazione relativo all area antistante Proba Petronia di cui sarà verificata la compatibilità economica e progettuale per l eventuale inserimento nel parco progetti Pineto dell Ente. La Consigliera Albanesi informa che a cura del Consigliere Guidi sarà presentato un emendamento sul bilancio comunale per destinare risorse al parco progetti. Il consigliere Giovanetti suggerisce di presentare per il finanziamento un progetto anche alla Provincia di Roma. Il Consigliere Veronesi informa che Legambiente ha presentato un secondo esposto alla Magistratura relativo ai danni provocati alla zona umida dalla continuazione dell intervento da parte del Servizio Giardini, in spregio a quanto concordato dall Ente con il Direttore del Dipartimento X del Comune di Roma. Il Presidente propone al Consiglio, che approva, di intervenire con risorse dell Ente quantomeno per il ripristino della zona umida. Punto 7) Il Vicepresidente Fadda relaziona sull incontro al Parco della Cellulosa organizzato dall omonima Associazione informando delle aspettative della cittadinanza a valere almeno sulla parte di 14 ettari adiacente all abitato di Casalotti. Il Consigliere Veronesi ricorda che il Comune di Roma ha già reperito le risorse sui fondi Roma Capitale per l acquisizione pubblica di alcuni ettari di questa porzione del Monumento Naturale (comunicazione effettuata in sede di incontro dall Assessore Morassut); ricorda il 6

7 ricorso per l annullamento del Decreto del Presidente da parte del Consiglio per la Ricerca e la sperimentazione in agricoltura; ricorda altresì che il perimetro individuato si sovrappone all area che il nuovo PRG del Comune di Roma destina quale PRINT creando condizioni di inequità per porzioni adiacenti di territorio; suggerisce pertanto la ridefinizione del perimetro (o la revisione del PRG) in contraddittorio con i portatori di interesse locali. Il Presidente, raccogliendo la discussione del Consiglio Direttivo, propone di incontrare quanto prima le associazioni e, nel frattempo di sollecitare il Comune di Roma, depositario del contributo regionale di prima attivazione del Monumento Naturale, a cantierare la tabellazione perimetrale su progetto dell Ente RomaNatura. Punto 8) Si rimanda la discussione al prossimo consiglio Direttivo. Punto 9) Ascoltata la relazione del Direttore e preso visione dei documenti relativi il Consiglio Direttivo da incarico al Direttore di provvedere quanto prima all aggiornamento di tale atto, risolvendo eventuali incongruenze. Nel frattempo da indicazione che le attività in essere proseguano, con l avvertenza di evitare eventuali altre applicazioni non conformi alle norme vigenti. Alle ore 19:10 il Consigliere Giovannetti lascia la seduta. Punto 10) Il Consiglio invita il Direttore a definire quanto prima un quadro delle collaborazioni compatibili con la programmazione generale dell Ente anche in funzione delle opportunità offerte dall attuazione del Piano di Sviluppo Rurale 2007/2013. In tale ambito sarà valutata la disponibilità di Agrifolia a collaborare con l Ente RomaNatura. Punto 11) Il Consiglio approva la concessione del patrocinio del libro storie a quattro zampe, due ali, qualche pinna (Agenzia il Segnalibro), invita il Direttore a verificare se è possibile acquistare alcune copie del libro da distribuire negli eventi organizzati dall Ente, purchè tale onere sia compensato dall apposizione del logo in evidenza sul libro stesso. Punto 12) In merito alla richiesta di sponsorizzazione IAPS 2008 per il convegno Urban diversities, biosphere and well-being: designing and managing our common environment, il Consiglio non ravvisa l interesse dell Ente. Punto 13) La Consigliera Albanesi informa che il Comune di Roma ha in via di acquisizione 11 ettari di terreni e 11 ettari di bosco nella Riserva Naturale Decima Malafede da destinare a villaggio della solidarietà, trattativa di cui l Ente gestore non è a conoscenza. Il Consiglio prende atto e si attiverà per acquisire ulteriori informazioni in merito. Chiede infine che al prossimo incontro del 18 ottobre con gli assessorati del Comune di Roma relativo alle questioni sugli immobili di Via Gomenizza, sia confermato il testo del protocollo di intesa già predisposto dal Consiglio Direttivo, che vede l assegnazione all Ente Romaenergia del piano terra del casale ristrutturato con fondi regionali. Alle ore il Presidente, non essendovi altri argomenti posti in discussione, dichiara chiusa la seduta. (Seduta del 23 ottobre 2007) Il giorno 23 ottobre 2007 alle ore 17:30, presso la sede di Villa Mazzanti in Roma, Via Gomenizza n.81, si è riunito il Consiglio Direttivo dell Ente così composto: Fadda Amedeo ( Vicepresidente) Presente Giovanetti Romano (Consigliere) Presente Veronesi Mauro (Consigliere) Presente Verbalizza in qualità di segretario il Direttore dell Ente, Stefano Cresta. Il Presidente apre la discussione sui seguenti punti all Ordine del Giorno: 1.- approvazione verbale della seduta precedente; 2.- Comunicazioni del Presidente e relazione incontro con Guardiaparco del 17 ottobre 2007; 3.- seminario Aree Naturali Protette; 4.- deleghe Consiglio Direttivo 5 revisione dello Statuto dell Ente; 6.- progetto dell associazione Balduina per il Pineto; 7.- protocollo di intesa con il Comune di Roma per gli immobili di Via Gomenizza (RN Monte Mario) e proposta relativa al POR Lazio per la sistemazione definitiva dell area; 8.- Delibera ricognitiva del Comune di Roma relativa alle ordinanze e assegnazioni degli immobili all Ente RomaNatura 9.- varie ed eventuali. Punto 1) Il Consiglio approva il verbale della seduta 16 ottobre 2007 con le integrazioni proposte dal Consigliere Menichetti relativamente ai punti 3) e 8). 7

8 Punto 2) Il Presidente informa il C.D. che durante l incontro con i Guardiaparco, tenutosi presso la Casa del Parco Marcigliana ha confermato la rilevanza del Servizio non solo per il fondamentale compito di vigilare sul rispetto delle Leggi, a garanzia dei nostri compiti statutari per la conservazione della biodiversità e del paesaggio, ma anche sul loro ruolo fondamentale di rappresentanza dell Ente verso la cittadinanza che fruisce le aree naturali protette del sistema RomaNatura. In merito all incontro con le confederazioni degli agricoltori tenutosi oggi 23 ottobre, nel quale è stata ribadita la necessità di meglio condividere il comune impegno per la conservazione della natura e della biodiversità, riporta le seguenti richieste formulate all Ente: 1) semplificazione delle procedure relative al rilascio dei nulla osta per le attività aziendali; 2) miglioramento dell attività di prevenzione svolta dal Servizio di vigilanza dell Ente; 3) istituzione di un tavolo di concertazione per i comuni temi fra RomaNatura e i rappresentanti del mondo agricolo. Il Consiglio ritiene opportuno sottoscrivere,con le associazioni di categoria un protocollo di intesa che recepisca quanto emerso dall'incontro così come altre eventuali questioni aperte. Non solo in funzione di un rapporto chiaro e trasparente tra i differenti soggetti, ma anche, se non soprattutto, per una reciproca assunzione di responsabilità. Il Consigliere Giovanetti invita inoltre a considerare la legge di orientamento per gli interventi di manutenzione del verde in base alla quale è possibile andare ad affidamento diretto dei lavori alle imprese agricole per somme comprese tra (imprese singole) e euro (per imprese associate). Il Vicepresidente ribadisce il sostegno che gli imprenditori agricoli possono dare alla gestione dei Piani di assetto delle aree protette affidate a RomaNatura.. Il Consigliere Veronesi informa sulla riuscita dell iniziativa Legambiente ARDIS per la bonifica di una porzione ripariale dell Aniene adiacenze Piazza Gola, nella quale il Servizio Vigilanza dell Ente ha collaborato con i volontari per la migliore riuscita dell iniziativa. Il Direttore informa che la riunione convocata dal l Assessore Minelli, presente il Presidente Caradonna del Municipio 5 e l Assessore Esposito, è stata aggiornata al 25 ottobre per un sopralluogo congiunto all Ente RomaNatura. Al sopralluogo parteciperanno il Vicepresidente Fadda e il Consigliere Veronesi. Punto 3) Non essendosi ancora tenuti gli incontri preparatori del Presidente con gli Assessori Pompili, Zaratti, Morassut ed Esposito, si rinvia la discussione in merito. Il Vicepresidente Fadda sottolinea l urgenza di procedere ad un incontro con l Assessore Zaratti per verificare lo stato dell istruttoria dei Piani d assetto adottai e controdedotti dall Ente RomaNatura. Punto 4) l argomento viene rinviato al prossimo Consiglio Direttivo. Punto 5) Il Consiglio Direttivo delega il Vicepresidente Fadda, coadiuvato dal Direttore, a confontare lo Statuto dell Ente adottato dal Commissario Straordinario con delibera n.43 del 12 ottobre 2006, con la bozza proposta dalla Regione; Punto 6) Il Consiglio, esaminato il progetto presentato dall Associazione Balduina per il Pineto, evidenzia le seguenti criticità: 1) interferenza con le aspettative dei proprietari di cani in merito alla previsione di ampliamento dell area riservata (Albanesi); 2) interferenza con le previsioni urbanistiche relative al Borghetto Aurelio (Fadda); 3) rischio di frammentazione degli interventi nel Parco in relazione alle altre parti ricadenti ad ovest della ferrovia verso Via della Pineta Sacchetti (Veronesi). Il Direttore informa che è stato più volte ribadita, negli incontri pubblici che l Ente ha avuto con i soggetti associativi territoriali e con il Municipio 19, la volontà di costituire un parco progetti Pineto nell ambito dei quali verificare la definizione di una strategia complessiva per indirizzare le risorse da più soggetti promesse a seguito dei danni inferti al territorio dall incendio di agosto scorso e dall imperizia dell intervento comunale. Ad oggi il progetto in esame è l unico pervenuto. Il Direttore comunica inoltre che martedì 30 ottobre si terrà la prima riunione del Gruppo di lavoro istituito dal Comune di Roma a seguito di quanto concordato con l Ente per la rinaturalizzazione delle aree interessate dall intervento a seguito dell Ordinanza sindacale di agosto scorso. In tale sede sarà presentata la decisione di RomaNatura di procedere urgentemente per il ripristino dell area umida e all interruzione di ogni traccia di viabilità circostante. Il Consigliere Menichetti propone di coinvolgere la Cooperativa Pineto in merito alla rinaturalizzazione anche in considerazione del fatto che la suddetta ha manifestato la propria disponibilità ad operare in sinergia con l Ente a titolo gratuito. Il Presidente riassume la discussione riscontrando che il progetto coincide in linea di massima con le strategie dell Ente ed invitando il Direttore a costituire un tavolo tecnico che coinvolga tutte le associazioni operanti sul territorio per la definizione del quadro complessivo di interventi nel parco del Pineto. Punto 7) Il Direttore informa che ha provveduto a raccogliere tutte le firme del protocollo di intesa con il Comune di Roma, il Municipio Roma 17 e l Ente RomaEnergia, relativo alla destinazione degli immobili di Via Gomenizza identificati con i nomi di Casina delle acque, Casale Gomenizza, Casina delle farfalle e complesso le casermette. Poiché gli atti amministrativi susseguenti del Comune di Roma per la concessione ventennale degli immobili destinati all Ente RomaNatura sono soggetti all approvazione dei finaziamenti per la loro ristrutturazione, espone un progetto elaborato dal Settore Pianificazione dell Ente a valere sui fondi POR Lazio per un ammontare complessivo di di Euro. Il Consiglio non ritiene opportuno modificare quanto deliberato in merito al POR Lazio e invita il Direttore a concentrare la proposta da inviare in Regione sul tema le vie d acqua. In merito il Consigliere Menichetti suggerisce di verificare la sua applicazione, anche in quota parte, al complesso della Cervelletta, nella Riserva Valle dell Aniene. 8

9 Punto 8) Il Direttore informa della volontà dell Assessorato comunale alle Politiche del Patrimonio di procedere ad una delibera ricognitiva su tutti gli immobili (e le eventuali aree verdi associate) a vario titolo assegnati all Ente RomaNatura. Ad oggi costituiti da: RN Monte Mario Villa Mazzanti (Ordinanza del Sindaco 11 maggio 1998) con verbale di consegna 4 giugno 1998; RN Monte Mario Casina dell acqua, Casermette, Casale Via Gomenizza (Protocollo di intesa 22 ottobre 2007); RN Monte Mario Casali Mellini (Ordinanza del Sindaco giugno 2005), già restaurato e ancora chiuso; RN Valle dei Casali Casaletto 400 (Ordinanza del Sindaco 23 dicembre 1998); RN Marcigliana Tor San Giovanni (Deliberazione Consiglio Comunale 2482 del 30 dicembre 1999 con affidamento quindicennale) con verbale di consegna 25 febbraio 2000; PR Aguzzano Casale Alba (non risultano atti deliberativi/ordinanza sindacali) con verbale di consegna 31 luglio 2002; RN Laurentino Acquacetosa Casale della Massima (Ordinanza del Sindaco 11 novembre 1999) è in corso un procedimento giudiziario per liberare l immobile occupato; Ostia (Secche di Tor Paterno) Casa del Mare (Deliberazione Consiglio Comunale 222 del 12 luglio 2005 con affidamento ventennale); RN Decima Malafede Torre di Perna (Ordinanza del Sindaco 11 novembre 1999); RN Decima Malafede Chiesina Torre di Perna (non risultano atti deliberativi/ordinanze). Il progetto di recupero e restauro, già approvato dall Ente e finanziato dalla Regione Lazio, è in fase esecutiva. In tale delibera dovranno anche essere fissate le eventuali rinunce in toto o parziali, ovvero la richiesta di spazi in coabitazione con altri assegnatari. Il Consiglio rimanda la discussione alla prossima riunione. Punto 9) Il Consigliere Veronesi comunica che il Sindaco di Roma ha presentato in conferenza stampa progetti relativi alla zona pratone delle valli che apparentemente alterano l assetto previsto nel Piano del parco Valle dell Aniene. Provvederà a verificare i documenti progettuali e a riferire al Consiglio. Vengono quindi definiti gli argomenti da trattare nel prossimo Ordine del Giorno: Variazione di bilancio di assestamento fine esercizio finanziario 2007; obiettivi di gestione servizio vigilanza; Seminario Piani d assetto aree naturali protette; delibera progetto AAA natura cercasi; delibera progetto Biodiversity is forever; deleghe Consiglio Direttivo; revisione Statuto dell Ente; delibera ricognitiva sugli immobili dell Ente; richieste di patrocinio un ponte sul Tevere, Centro studi sul paesaggio. Alle ore il Presidente, non essendovi altri argomenti posti in discussione, dichiara chiusa la seduta. (Seduta del 16 ottobre 2007) Il giorno 16 ottobre 2007 alle ore 17:30, presso la sede di Villa Mazzanti in Roma, Via Gomenizza n.81, si è riunito il Consiglio Direttivo dell Ente così composto: Petretti Francesco (Presidente) Assente Fadda Amedeo (Vicepresidente) Presente Giovanetti Romano (Consigliere) Assente Pedron Davide (Consigliere) Presente Veronesi Mauro (Consigliere) Presente Verbalizza in qualità di segretario il Direttore dell Ente, Stefano Cresta. Il Vicepresidente del C.D., considerata l assenza del Presidente Petretti, assume la presidenza della seduta e da lettura degli argomenti all Ordine del giorno: 1.- approvazione verbale della seduta precedente; 2.- Comunicazioni del Presidente; 3.- seminario Aree Naturali Protette; 4.- Delibera di impegno per il progetto V protocollo APQ7 Accoglienza ; 5.- Delibera di impegno per il progetto V protocollo APQ7 Monte Mario ; 6.- Delibera di impegno per il progetto V protocollo APQ7 Trekking urbano ; 7.- Delibera di impegno per il progetto V protocollo APQ7 Museo Torre di Perna ; 8.- Delibera di modifica progetto definitivo chiesina Torre di Perna (R.N. Decima Malafede); 9.- Delibera obiettivi di gestione anno 2007; 10.- Deleghe Consiglio Direttivo 13.- varie ed eventuali. Punto 1) Il Consiglio approva il verbale della seduta 9 ottobre Punto 2) Il Vicepresidente da la parola al Direttore che informa: sulla convocazione del gruppo di lavoro per il Pineto del Comune di Roma fissata per il giorno 30 ottobre p.v. comunica inoltre che al prossimo C.D. sarà presentato un progetto dell associazione Balduina per il Pineto relativo alla sistemazione dell area compresa tra Proba Petronia, la ferrovia e il borghetto Aurelio; in merito alla proposta che perverrà dal Dipartimento XIX del Comune di Roma in merito al Piano attuativo Borghetto Aurelio; comunica che agli atti dell Ente è pervenuto il progetto definitivo integrato del corridoio intermodale Roma Latina e collegamento Cisterna Valmontone, comunicando che il Ministero delle Infrastrutture provvederà alla convocazione della 9

10 conferenza di servizi istruttoria in merito; comunica infine dell invito del Parco Agricolo Milano Sud per il progetto Parchi a Tavola richiedendo una partecipazione dell Ente RomaNatura. Punto 3) Il Vicepresidente presenta i temi e i soggetti che sarebbe opportuno coinvolgere nel seminario istituzionale sui tempi di approvazione dei piani di assetto delle Aree Naturali Protette. Dopo ampia discussione il Consiglio Direttivo ritiene che il Presidente debba richiedere con urgenza un incontro preparatorio agli Assessori Zaratti, Pompili, Esposito e Morassut, per concordare i temi da trattare. Il Consiglio ritiene inoltre opportuno, nell ottica di lungo termine di attivare nell Ente un Ufficio di Piano dei Parchi che, mediante confronti tecnici con l Ufficio PRG del Comune di Roma, possa accompagnare l attività del Consiglio Direttivo nelle scelte politiche in materia di urbanistica, di organizzare un incontro entro la meta di Novembre tra il Consiglio stesso e i tecnici dell Ufficio NPRG del Comune di Roma per prendere atto delle previsioni di PRG eventualmente interessate dalle proposte di ampliamento dei parchi del sistema di RomaNatura. Punto 4) Il Direttore da lettura della proposta di deliberazione relativa al progetto APQ7 Accoglienza per la promozione delle visite nei Parchi gestiti dall Ente RomaNatura. In merito provvederà a trasmettere ai Consiglieri e al Presidente copia della scheda tecnica preliminare sulla base della quale la Regione ha erogato il finanziamento. Precisa inoltre che il progetto definitivo, redatto dagli Uffici, sarà oggetto di successiva delibera di approvazione Il Consiglio approva la proposta e con successiva votazione tale deliberazione, che assume il numero progressivo 36/2007 è dichiarata immediatamente eseguibile. Punto 5) Il Direttore da lettura della proposta di deliberazione relativa al progetto APQ7 Interventi di recupero di Villa Mazzanti e del giardino storico nella Riserva Naturale Monte Mario. In merito provvederà a trasmettere ai Consiglieri e al Presidente copia della scheda tecnica preliminare sulla base della quale la Regione ha erogato il finanziamento. Precisa inoltre che il progetto definitivo, redatto dagli Uffici, sarà oggetto di successiva delibera di approvazione Il Consiglio approva la proposta e con successiva votazione tale deliberazione, che assume il numero progressivo 37/2007 è dichiarata immediatamente eseguibile. Punto 6) Il Direttore da lettura della proposta di deliberazione relativa al progetto APQ7 trekking urbano. In merito provvederà a trasmettere ai Consiglieri e al Presidente copia della scheda tecnica preliminare sulla base della quale la Regione ha erogato il finanziamento. Precisa inoltre che il progetto definitivo, redatto dagli Uffici, sarà oggetto di successiva delibera di approvazione Il Consiglio approva la proposta e con successiva votazione tale deliberazione, che assume il numero progressivo 38/2007 è dichiarata immediatamente eseguibile. Punto 7) Il Direttore da lettura della proposta di deliberazione relativa al progetto APQ7 realizzazione dell allestimento espositivo all interno della Torre di Perna. In merito provvederà a trasmettere ai Consiglieri e al Presidente copia della scheda tecnica preliminare sulla base della quale la Regione ha erogato il finanziamento. Precisa inoltre che il progetto definitivo, redatto dagli Uffici, sarà oggetto di successiva delibera di approvazione Il Consiglio approva la proposta e con successiva votazione tale deliberazione, che assume il numero progressivo 39/2007 è dichiarata immediatamente eseguibile. Punto 8) Il Direttore da lettura della proposta di deliberazione relativa alla modifica della già assunta deliberazione n.31/2007 di approvazione del progetto definitivo relativo alla Chiesina Torre di Perna. In merito relaziona sulla opportunità di non procedere alla costruzione dell ascensore previsto nell immobile Torre di Perna poiché, a seguito di sopralluogo effettuato, ritiene più logico il posizionamento degli spazi espositivi (di cui alla precedente Deliberazione 39/2007) presso i locali del piano terra. Propone inoltre di utilizzare gli spazi della casa del Parco come segue: primo piano sala riunioni/corsi e sede di servizio per il Settore Naturalistico e agricoltura; piano secondo sede di servizio dei Guardaparco. Il Consigliere Menichetti, pur concordando con la necessità di decongestionare la sede di Villa Mazzanti o, ricorda che le Case del Parco, reperite tramite l iniziativa tempestiva del primo consiglio dell Ente, non sono state pensate ad uso ufficio ma con destinazione a servizi di divulgazione al pubblico e, d accordo con la maggioranza dei Consiglieri, chiede di rivedere la decisione del trasferimento dell Uffico naturalistico. Il Direttore invita il Consiglio a considerare il valore aggiunto di delocalizzare il Settore Naturalistico e Agricoltura nella Riserva Decima Malafede, anche per creare uno sportello per le imprese e gli agricoltori ai quali l Ente intende facilitare il coinvolgimento nelle strategie relative all attuazione delle misure previste nel PSR. Il Consiglio approva la proposta del progetto definitivo della Chiesina e con successiva votazione tale deliberazione, che assume il numero progressivo 40/2007 è dichiarata immediatamente eseguibile. Punto 9) Il Direttore da lettura della proposta di deliberazione relativa agli obiettivi di gestione per l anno Il Consiglio approva la proposta e con successiva votazione tale deliberazione, che assume il numero progressivo 41/2007 è dichiarata immediatamente eseguibile. Punto 10) Si rinvia la discussione al prossimo Consiglio Direttivo. Punto 11) Il Consiglio definisce come segue l ordine del giorno del 23 ottobre 2007: 1.- approvazione verbale della seduta precedente; 2.- Comunicazioni del Presidente e relazione incontro con Guardiaparco del 17 ottobre 2007; 3.- seminario Aree Naturali Protette; 4.- deleghe Consiglio Direttivo 5 revisione dello Statuto dell Ente; 10

11 6.- progetto dell associazione Balduina per il Pineto; 7.- varie ed eventuali. Alle ore il Vicepresidente, non essendovi altri argomenti posti in discussione, dichiara chiusa la seduta. (Seduta del 23 ottobre 2007) Il giorno 23 ottobre 2007 alle ore 17:30, presso la sede di Villa Mazzanti in Roma, Via Gomenizza n.81, si è riunito il Consiglio Direttivo dell Ente così composto: Fadda Amedeo ( Vicepresidente) Presente Giovanetti Romano (Consigliere) Presente Veronesi Mauro (Consigliere) Presente Verbalizza in qualità di segretario il Direttore dell Ente, Stefano Cresta. Il Presidente apre la discussione sui seguenti punti all Ordine del Giorno: 1.- approvazione verbale della seduta precedente; 2.- Comunicazioni del Presidente e relazione incontro con Guardiaparco del 17 ottobre 2007; 3.- seminario Aree Naturali Protette; 4.- deleghe Consiglio Direttivo 5 revisione dello Statuto dell Ente; 6.- progetto dell associazione Balduina per il Pineto; 7.- protocollo di intesa con il Comune di Roma per gli immobili di Via Gomenizza (RN Monte Mario) e proposta relativa al POR Lazio per la sistemazione definitiva dell area; 8.- Delibera ricognitiva del Comune di Roma relativa alle ordinanze e assegnazioni degli immobili all Ente RomaNatura 9.- varie ed eventuali. Punto 1) Il Consiglio approva il verbale della seduta 16 ottobre 2007 con le integrazioni proposte dal Consigliere Menichetti relativamente ai punti 3) e 8). Punto 2) Il Presidente informa il C.D. che durante l incontro con i Guardiaparco, tenutosi presso la Casa del Parco Marcigliana ha confermato la rilevanza del Servizio non solo per il fondamentale compito di vigilare sul rispetto delle Leggi, a garanzia dei nostri compiti statutari per la conservazione della biodiversità e del paesaggio, ma anche sul loro ruolo fondamentale di rappresentanza dell Ente verso la cittadinanza che fruisce le aree naturali protette del sistema RomaNatura. In merito all incontro con le confederazioni degli agricoltori tenutosi oggi 23 ottobre, nel quale è stata ribadita la necessità di meglio condividere il comune impegno per la conservazione della natura e della biodiversità, riporta le seguenti richieste formulate all Ente: 1) semplificazione delle procedure relative al rilascio dei nulla osta per le attività aziendali; 2) miglioramento dell attività di prevenzione svolta dal Servizio di vigilanza dell Ente; 3) istituzione di un tavolo di concertazione per i comuni temi fra RomaNatura e i rappresentanti del mondo agricolo. Il Consiglio ritiene opportuno sottoscrivere,con le associazioni di categoria un protocollo di intesa che recepisca quanto emerso dall'incontro così come altre eventuali questioni aperte. Non solo in funzione di un rapporto chiaro e trasparente tra i differenti soggetti, ma anche, se non soprattutto, per una reciproca assunzione di responsabilità. Il Consigliere Giovanetti invita inoltre a considerare la legge di orientamento per gli interventi di manutenzione del verde in base alla quale è possibile andare ad affidamento diretto dei lavori alle imprese agricole per somme comprese tra (imprese singole) e euro (per imprese associate). Il Vicepresidente ribadisce il sostegno che gli imprenditori agricoli possono dare alla gestione dei Piani di assetto delle aree protette affidate a RomaNatura.. Il Consigliere Veronesi informa sulla riuscita dell iniziativa Legambiente ARDIS per la bonifica di una porzione ripariale dell Aniene adiacenze Piazza Gola, nella quale il Servizio Vigilanza dell Ente ha collaborato con i volontari per la migliore riuscita dell iniziativa. Il Direttore informa che la riunione convocata dal l Assessore Minelli, presente il Presidente Caradonna del Municipio 5 e l Assessore Esposito, è stata aggiornata al 25 ottobre per un sopralluogo congiunto all Ente RomaNatura. Al sopralluogo parteciperanno il Vicepresidente Fadda e il Consigliere Veronesi. Punto 3) Non essendosi ancora tenuti gli incontri preparatori del Presidente con gli Assessori Pompili, Zaratti, Morassut ed Esposito, si rinvia la discussione in merito. Il Vicepresidente Fadda sottolinea l urgenza di procedere ad un incontro con l Assessore Zaratti per verificare lo stato dell istruttoria dei Piani d assetto adottai e controdedotti dall Ente RomaNatura. Punto 4) l argomento viene rinviato al prossimo Consiglio Direttivo. 11

12 Punto 5) Il Consiglio Direttivo delega il Vicepresidente Fadda, coadiuvato dal Direttore, a confontare lo Statuto dell Ente adottato dal Commissario Straordinario con delibera n.43 del 12 ottobre 2006, con la bozza proposta dalla Regione; Punto 6) Il Consiglio, esaminato il progetto presentato dall Associazione Balduina per il Pineto, evidenzia le seguenti criticità: 1) interferenza con le aspettative dei proprietari di cani in merito alla previsione di ampliamento dell area riservata (Albanesi); 2) interferenza con le previsioni urbanistiche relative al Borghetto Aurelio (Fadda); 3) rischio di frammentazione degli interventi nel Parco in relazione alle altre parti ricadenti ad ovest della ferrovia verso Via della Pineta Sacchetti (Veronesi). Il Direttore informa che è stato più volte ribadita, negli incontri pubblici che l Ente ha avuto con i soggetti associativi territoriali e con il Municipio 19, la volontà di costituire un parco progetti Pineto nell ambito dei quali verificare la definizione di una strategia complessiva per indirizzare le risorse da più soggetti promesse a seguito dei danni inferti al territorio dall incendio di agosto scorso e dall imperizia dell intervento comunale. Ad oggi il progetto in esame è l unico pervenuto. Il Direttore comunica inoltre che martedì 30 ottobre si terrà la prima riunione del Gruppo di lavoro istituito dal Comune di Roma a seguito di quanto concordato con l Ente per la rinaturalizzazione delle aree interessate dall intervento a seguito dell Ordinanza sindacale di agosto scorso. In tale sede sarà presentata la decisione di RomaNatura di procedere urgentemente per il ripristino dell area umida e all interruzione di ogni traccia di viabilità circostante. Il Consigliere Menichetti propone di coinvolgere la Cooperativa Pineto in merito alla rinaturalizzazione anche in considerazione del fatto che la suddetta ha manifestato la propria disponibilità ad operare in sinergia con l Ente a titolo gratuito. Il Presidente riassume la discussione riscontrando che il progetto coincide in linea di massima con le strategie dell Ente ed invitando il Direttore a costituire un tavolo tecnico che coinvolga tutte le associazioni operanti sul territorio per la definizione del quadro complessivo di interventi nel parco del Pineto. Punto 7) Il Direttore informa che ha provveduto a raccogliere tutte le firme del protocollo di intesa con il Comune di Roma, il Municipio Roma 17 e l Ente RomaEnergia, relativo alla destinazione degli immobili di Via Gomenizza identificati con i nomi di Casina delle acque, Casale Gomenizza, Casina delle farfalle e complesso le casermette. Poiché gli atti amministrativi susseguenti del Comune di Roma per la concessione ventennale degli immobili destinati all Ente RomaNatura sono soggetti all approvazione dei finaziamenti per la loro ristrutturazione, espone un progetto elaborato dal Settore Pianificazione dell Ente a valere sui fondi POR Lazio per un ammontare complessivo di di Euro. Il Consiglio non ritiene opportuno modificare quanto deliberato in merito al POR Lazio e invita il Direttore a concentrare la proposta da inviare in Regione sul tema le vie d acqua. In merito il Consigliere Menichetti suggerisce di verificare la sua applicazione, anche in quota parte, al complesso della Cervelletta, nella Riserva Valle dell Aniene. Punto 8) Il Direttore informa della volontà dell Assessorato comunale alle Politiche del Patrimonio di procedere ad una delibera ricognitiva su tutti gli immobili (e le eventuali aree verdi associate) a vario titolo assegnati all Ente RomaNatura. Ad oggi costituiti da: RN Monte Mario Villa Mazzanti (Ordinanza del Sindaco 11 maggio 1998) con verbale di consegna 4 giugno 1998; RN Monte Mario Casina dell acqua, Casermette, Casale Via Gomenizza (Protocollo di intesa 22 ottobre 2007); RN Monte Mario Casali Mellini (Ordinanza del Sindaco giugno 2005), già restaurato e ancora chiuso; RN Valle dei Casali Casaletto 400 (Ordinanza del Sindaco 23 dicembre 1998); RN Marcigliana Tor San Giovanni (Deliberazione Consiglio Comunale 2482 del 30 dicembre 1999 con affidamento quindicennale) con verbale di consegna 25 febbraio 2000; PR Aguzzano Casale Alba (non risultano atti deliberativi/ordinanza sindacali) con verbale di consegna 31 luglio 2002; RN Laurentino Acquacetosa Casale della Massima (Ordinanza del Sindaco 11 novembre 1999) è in corso un procedimento giudiziario per liberare l immobile occupato; Ostia (Secche di Tor Paterno) Casa del Mare (Deliberazione Consiglio Comunale 222 del 12 luglio 2005 con affidamento ventennale); RN Decima Malafede Torre di Perna (Ordinanza del Sindaco 11 novembre 1999); RN Decima Malafede Chiesina Torre di Perna (non risultano atti deliberativi/ordinanze). Il progetto di recupero e restauro, già approvato dall Ente e finanziato dalla Regione Lazio, è in fase esecutiva. In tale delibera dovranno anche essere fissate le eventuali rinunce in toto o parziali, ovvero la richiesta di spazi in coabitazione con altri assegnatari. Il Consiglio rimanda la discussione alla prossima riunione. Punto 9) Il Consigliere Veronesi comunica che il Sindaco di Roma ha presentato in conferenza stampa progetti relativi alla zona pratone delle valli che apparentemente alterano l assetto previsto nel Piano del parco Valle dell Aniene. Provvederà a verificare i documenti progettuali e a riferire al Consiglio. Vengono quindi definiti gli argomenti da trattare nel prossimo Ordine del Giorno: Variazione di bilancio di assestamento fine esercizio finanziario 2007; obiettivi di gestione servizio vigilanza; Seminario Piani d assetto aree naturali protette; delibera progetto AAA natura cercasi; delibera progetto Biodiversity is forever; deleghe Consiglio Direttivo; revisione Statuto dell Ente; delibera ricognitiva sugli immobili dell Ente; richieste di patrocinio un ponte sul Tevere, Centro studi sul paesaggio. Alle ore il Presidente, non essendovi altri argomenti posti in discussione, dichiara chiusa la seduta. 12

13 (Seduta del 6 novembre 2007) Il giorno 6 novembre 2007 alle ore 17:30, presso la sede di Villa Mazzanti in Roma, Via Gomenizza n.81, si è riunito il Consiglio Direttivo dell Ente così composto: Fadda Amedeo ( Vicepresidente) Presente Giovannetti Romano (Consigliere) Presente Veronesi Mauro (Consigliere) Presente Verbalizza in qualità di segretario il Direttore dell Ente, Stefano Cresta. Il Presidente apre la discussione sui seguenti punti all Ordine del Giorno: 1.- approvazione verbale della seduta precedente; 2.- comunicazioni del Presidente; 3.- variazione di bilancio (assestamento fine esercizio finanziario 2007); 4.- atto di indirizzo relativo all attività del Servizio di Vigilanza 5.- seminario Piani d assetto aree naturali protette; 6.- deleghe Consiglio Direttivo 7 revisione dello Statuto dell Ente; 8.- delibera progetto AAA natura cercasi; 9.- delibera progetto Biodiversity is forever; 10.- ridiscussione del protocollo di intesa con il Comune di Roma per gli immobili di Via Gomenizza (RN Monte Mario) e della proposta relativa al POR Lazio per la sistemazione definitiva dell area; 11.- Delibera ricognitiva del Comune di Roma relativa alle ordinanze e assegnazioni degli immobili all Ente RomaNatura; 12.- richieste patrocinio: un ponte sul Tevere, Centro studi sul paesaggio, Associazione per il recupero della fauna; 13.- varie ed eventuali. Punto 1) Il Consiglio approva il verbale della seduta 23 ottobre 2007 con le integrazioni relative ai punti 2), 6), 8). Punto 2) Il Presidente comunica di aver inviato al Direttore una richiesta di relazione urgente in merito agli insediamenti abusivi presenti nelle ANP gestite da RomaNatura. Il Consigliere Giovanetti invita il Direttore a produrre tale documento in sede del prossimo consiglio 13 novembre. Il Consigliere Menichetti suggerisce di valutare, in linea con quanto deliberato nel documento di programmazione dell Ente, anche un attività di mediazione culturale con le persone baraccate per necessità. Il Vicepresidente Fadda suggerisce di affrontare entrambi i temi rilanciando la necessità di sottrarre i territori all abbandono, consentendone l uso compatibile con le norme vigenti anche attraverso la concessione in adozione a realtà radicate nel territorio di parti delle ANP gestite da RomaNatura. Il Consigliere Pedron ritiene che sia opportuno tenere separati i due aspetti (insediamenti abusivi e ospitalità) e che si possa fin da subito, data anche la particolare situazione contingente, intensificare l'attività di verifica della presenza di insediamenti abusivi anche per poter rispondere positivamente alla richiesta del Presidente nei tempi indicati dal Consigliere Giovannetti. Inoltre, invita l'ente ad individuare forme e modalità che, di concerto e in collaborazione con altri soggetti istituzionali e non, possano cercare di fornire risposte concrete al grave problema. Il Vicepresidente comunica: 1) che l Assessorato Agricoltura ha istituito un osservatorio faunistico regionale di cui è componente; 2) la riunione che si terrà presso il Comitato per il Parco della Cellulosa (7/11); 3) l incontro di Castel Romano con il Sindaco Veltroni e il Presidente Marrazzo (8/11); 4) la riunione convocata dall Assessore comunale Calamante sui piani particolareggiati del traffico (13/11). Il Direttore informa il Consiglio sull incontro relativo alla gestione del Centro polifunzionale Via Val d Ala nella Riserva Naturale Valle dell Aniene (presenti il Municipio IV, l associazione Legambiente, il comitato di quartiere, l associazione Insieme per l Aniene; i pensionati del pratone delle Valli). In tale sede si è deciso che, ferma restando la responsabilità di gestione del centro in capo all Ente RomaNatura, nelle more dell affidamento in gestione con il bando APQ7 Accoglienza, il Centro sarà fruito a rotazione dai soggetti convenuti in funzione delle proprie esigenze associative. RomaNatura manterrà una posizione gestita dal Servizio Vigilanza e il Municipio IV sosterrà le spese di allaccio utenze e pagamento bollette. Il Direttore informa inoltre dell incontro avuto presso la Presidenza della regione Lazio in merito alla richiesta di deroga relativa alla sistemazione dell area denominata Casale Caletto nella RN Valle dell Aniene. In tale sede ha ricordato ai convenuti che dovrà pervenire formale richiesta all Ente RomaNatura affinché il CD possa discuterla all Ordine del Giorno. 13

14 Il Consiglio Direttivo, su proposta del Presidente, anticipa la discussione dei punti 8) e 9) all OdG ritenendoli prodromici all approvazione della variazione di bilancio di cui al punto 3). Punto 8) Il Consiglio Direttivo nell approvare il progetto AAA Natura cercasi registra l astensione del Consigliere Giovannetti in quanto il predetto non ritiene di avere tutti gli elementi per esprimere una valutazione nel merito. Registra altresì l astensione del Consigliere Veronesi che ritiene non valutabile il coordinamento di questo progetto con l intervento APQ7 Accoglienza, esistendo il rischio di ingiustificate duplicazione di funzioni già coperte dal personale di ruolo presso l Ente. Il Presidente, raccogliendo la discussione raccomanda che il progetto in esame sia sviluppato con la migliore integrazione al progetto APQ7 Accoglienza, ricorrendo quanto più possibile alle risorse umane e alle competenze esistenti all interno dell Ente. Il Consiglio approva, con l astensione dei Consiglieri Giovanetti e Veronesi, la proposta e con successiva votazione tale deliberazione, che assume il numero progressivo 43/2007 è dichiarata immediatamente eseguibile. Punto 9) Il Consiglio Direttivo nell approvare il progetto Biodiversity is Forever registra l astensione del Consigliere Giovannetti in quanto il predetto non ritiene di avere tutti gli elementi per esprimere una valutazione nel merito. Registra altresì l astensione del Consigliere Veronesi che ritiene non valutabile il coordinamento di questo progetto con altri progetti dell Ente, esistendo il rischio di ingiustificate duplicazione di funzioni già coperte dal personale di ruolo preso l Ente. Il Presidente, raccogliendo la discussione raccomanda che il progetto in esame sia sviluppato con la migliore integrazione ai progetti dell Ente, ricorrendo quanto più possibile alle risorse umane e alle competenze esistenti all interno dell Ente. Il Consiglio approva, con l astensione dei Consiglieri Giovanetti e Veronesi, la proposta e con successiva votazione tale deliberazione, che assume il numero progressivo 44/2007 è dichiarata immediatamente eseguibile. Punto 3) Il Direttore presenta la variazione di bilancio n.15/2007. Dopo ampia discussione Il Consiglio, con le astensioni dei Consiglieri Giovannetti e Veronesi per i motivi espressi nella discussione dei punti 8) e 9), approva la variazione di bilancio n.15/2007 e con successiva votazione tale deliberazione, che assume il numero progressivo 42/2007 è dichiarata immediatamente eseguibile. Punto 4) Il Consiglio Direttivo rinvia la discussione alla prossima seduta. Punto 5) Il Consiglio Direttivo, ribadita la priorità di giungere in tempi certi, e comunque non oltre il primo quadrimestre dell anno 2008, alle controdeduzioni dei Piani di assetto delle RN Valle dell Aniene, Decima Malafede, Marcigliana e Acquafredda, invita il Direttore a provvedere alla richiesta di assistenza tecnica all Agenzia Regionale Parchi e alla Direzione Regionale Ambiente e Cooperazione tra i Popoli al fine di garantire il supporto al Settore Pianificazione dell Ente, sottodimensionato per il migliore svolgimento delle proprie funzioni. In alternativa il C.D. invita il Direttore ad esplorare la possibilità di affidare a soggetti esterni qualificati tale compito di supporto. Punto 6) Il Consiglio Direttivo rinvia la discussione alla prossima seduta. Punto 7) Il Consiglio Direttivo rinvia la discussione alla prossima seduta. Punto 10) Il Consiglio Direttivo, preso atto delle difficoltà espresse dal Direttore relativamente alla progettazione di un intervento sul tema le vie d acqua, rinvia la decisione alla prossima seduta, previo incontro con l Assessorato e la Direzione regionale Ambiente e Cooperazione tra i Popoli per approfondimenti sulle strategie programmatiche del POR Lazio Punto 11) Il Consiglio Direttivo rinvia la discussione alla prossima seduta. Punto 12) Il Consiglio Direttivo rinvia la discussione alla prossima seduta. Punto 13) Il Direttore espone la documentazione pervenuta dal Parco Agricolo Milano Sud relativa agli atti necessari alla partecipazione di un programma Interreg IVC. Il Consiglio Direttivo, ascoltata la relazione della Consigliera Albanesi, approva la partecipazione dell Ente. Vengono quindi definiti gli argomenti da trattare nel prossimo Ordine del Giorno: 1.- deleghe Consiglio Direttivo 2.- seminario Piani d assetto aree naturali protette; 3.- atto di indirizzo relativo all attività del Servizio di Vigilanza 4 revisione dello Statuto dell Ente; 5.- ridiscussione del protocollo di intesa con il Comune di Roma per gli immobili di Via Gomenizza (RN Monte Mario) e della proposta relativa al POR Lazio per la sistemazione definitiva dell area; 6.- Delibera ricognitiva del Comune di Roma relativa alle ordinanze e assegnazioni degli immobili all Ente RomaNatura; 7.- Riserva Naturale Insugherata: degrado, imprenditori agricoli, Piano di Assetto; 8.- Delibera di approvazione del Progetto APQ7 Accoglienza 9.- Deroghe alle norme di salvaguardia; 10.- richieste patrocinio; 11.- Partecipazione al progetto Interreg IVC. Alle ore il Presidente, non essendovi altri argomenti posti in discussione, dichiara chiusa la seduta. 14

15 (Seduta del 13 novembre 2007) Il giorno 13 novembre 2007 alle ore 17:30, presso la sede di Villa Mazzanti in Roma, Via Gomenizza n.81, si è riunito il Consiglio Direttivo dell Ente così composto: Giovannetti Romano (Consigliere) Presente Veronesi Mauro (Consigliere) Presente Verbalizza in qualità di segretario il Direttore dell Ente, Stefano Cresta. Il Presidente apre la discussione sui seguenti punti all Ordine del Giorno: 1.- approvazione verbale della seduta precedente; 2.- comunicazioni del Presidente; 3.- deleghe Consiglio Direttivo 4.- seminario Piani d assetto aree naturali protette; 5.- atto di indirizzo relativo all attività del Servizio di Vigilanza 6 revisione dello Statuto dell Ente; 7.- ridiscussione del protocollo di intesa con il Comune di Roma per gli immobili di Via Gomenizza (RN Monte Mario) e della proposta relativa al POR Lazio per la sistemazione definitiva dell area; 8.- Delibera ricognitiva del Comune di Roma relativa alle ordinanze e assegnazioni degli immobili all Ente RomaNatura; 9.- Riserva Naturale Insugherata: degrado, imprenditori agricoli, Piano di Assetto; 10.- Delibera di approvazione del Progetto APQ7 Accoglienza 11.- Deroghe alle norme di salvaguardia; 12.- richieste patrocinio; 13.- Partecipazione al progetto Interreg IVC varie ed eventuali. Punto 1) Il Presidente da lettura del verbale della seduta precedente che viene approvato. Punto 2) Il Presidente informa del colloquio avuto con l Assessore Zaratti durante il quale è stato confermato all Ente la disponibilità a finanziare un progetto specifico per la conclusione dell iter controdeduttivo dei Piani d assetto ancora presso l Ente; è stata inoltre confermata la disponibilità dell assessorato di finanziare il master plan POR Lazio per la RN Monte Mario. Il Vicepresidente Fadda rileva in merito come la comunicazione telefonica dell Assessore abbia reso inutile l incontro avuto oggi con il Dirigente programmazione. Il CD ritiene di aggiornare la discussione al punto specifico già posto all OdG odierno. Punto 3) Il CD, nell intento di ottimizzare l adozione di atti di indirizzo per la gestione dell Ente, adotta la risoluzione 1/2007 allegata con la quale vengono attribuite ai singoli Consiglieri apposite deleghe per l approfondimento istruttorio dei temi sui quali il CD si esprime per competenza. Punto 4) Il CD chiede al Direttore di produrre lo specchietto riepilogativo dello stato dell arte relativo ai Piani d assetto adottati. Il CD concorda sulla collocazione tra il 10 e il 15 dicembre prossimo per la tenuta del Seminario, previa verifica con gli Assessori da coinvolgere. I temi da trattare saranno fissati nella prossima riunione del Consiglio. Il Presidente, su richiesta della Consigliera Albanesi, ottenuta l approvazione del Consiglio, anticipa la discussione dei punti 7), 8), 9) all OdG. Punto 7) Il Vicepresidente Fadda e il Consigliere Menichetti relazionano il CD dell incontro avuto con il Dirigente del Settore Programmazione Luca Colosimo nel corso del quale è emerso: che i tempi regionali sono indicativi e non tassativi rendendo possibili ulteriori approfondimenti; che l intervento deve concentrarsi su una sola Area Protetta; che il tema direttore è la fruizione/promozione turistica dell area protetta che si esprime anche mediante interventi di ristrutturazione del patrimonio immobiliare; che gli interventi di conservazione saranno finanziati con altri assi di finanziamento (APQ7, PSR); che sarà possibile partecipare ad un ulteriore bando per ottenere altri finanziamenti sempre però all interno dell area protetta oggetto di master plan; che l area della Cervelletta nella RN Valle dell Aniene è compatibile con le finalità del POR. Il Consiglio ritiene pertanto di aggiornare la decisione alla prossima riunione previo incontro tecnico con il settore Pianificazione dell Ente da tenersi mercoledì 21 p.v. nel quale saranno esplorate tutte le possibili alternative di applicazione di quanto emerso dalla riunione con l Ufficio programmazione. Punto 8) Il Consigliere Menichetti predisporrà un pro-memoria per il Consiglio Direttivo 27 novembre p.v. Punto 9) Interviene il Vicepresidente Fadda per informare che martedì 20 novembre, congiuntamente al Consigliere Veronesi, sarà effettuato un sopralluogo relativo alla proposta comunale di realizzare una bretella stradale che interessa il Fosso dei Frati. Il Vicepresidente informa anche di un incontro con gli 15

16 agricoltori che si terrà nella stessa settimana. La Consigliera Albanesi comunica, dopo aver operato i necessari riscontri presso gli uffici regionali, che è necessario richiedere alla Regione Lazio la variazione della destinazione d uso delle aree in zona S.Onofrio-Via Taverna, come indicato nelle planimetrie depositate agli atti del presente verbale, in quanto l Area C4 (S. Onofrio) del piano di assetto approvato era un area di compensazione e solo per un mero errore materiale è stata invertita la classificazione con l area adiacente, pertanto se non si provvede ad attuare la variazione proposta non possono essere realizzate le compensazioni previste. Il Consiglio invita il Direttore a provvedere in merito. Alle ore 19 i Consiglieri Giovanetti e Albanesi lasciano la seduta. Punto 5) Il Consiglio prende visione della documentazione prodotta dal Servizio Vigilanza in merito agli insediamenti abusivi nelle aree Protette gestite dall Ente, decidendone la trasmissione al Prefetto e al Sindaco di Roma. Concorda inoltre sull invio di una nota al Sindaco con la quale rilanciare il tema degli insediamenti anche in relazione alle problematiche legate al Villaggio della Solidarietà nella RN Decima Malafede. Il Presidente provvederà alla scrittura delle richiamate note. Punto 6) Il Vicepresidente relaziona in merito alla bozza di Statuto proposta dalla Regione Lazio, riscontrandone la corrispondenza con lo Statuto vigente dell Ente. Il Consiglio non ritiene pertanto di inviare osservazioni alla bozza, riservandosi di integrarla in fase di approvazione dopo la relativa Delibera di Giunta Regionale. Punto 10) Il Consiglio Direttivo esamina il progetto definitivo APQ7 Accoglienza per la promozione delle visite nei Parchi gestiti dall Ente RomaNatura. Il Consiglio approva il progetto definitivo e con successiva votazione tale deliberazione, che assume il numero progressivo 45/2007 è dichiarata immediatamente eseguibile. Punto 11) Il Direttore comunica che sono pervenute due richieste di deroga: una relative al punto verde Casale Caletto, l altra all ampliamento del centro sanitario presso Villa Stuart. Il Consiglio delibera di inserire tali richieste all OdG del Consiglio 27 novembre. Viene inoltre comunicata la richiesta di revisione del diniego alla deroga chiesta da Edil Pi M; il Consiglio delibera di inserire tale richiesta all OdG del Consiglio 5 dicembre p.v. Punto 12) Il Consiglio si esprime negativamente in merito al patrocinio delle attività dell associazione recupero fauna selvatica e da mandato al Direttore di comunicare tale decisione all Associazione predetta. Punto 13) Si conferma il parere favorevole già espresso nel precedente Consiglio Direttivo. Punto 14) Il Vicepresidente Fadda informa che ha chiesto al Direttore Regionale Ambiente Arch Giovanna Bargagna di attivare migliori sinergie con il Consiglio Direttivo per tutti gli atti relativ rientranti nelle competenze del Consiglio. Comunica inoltre di aver incontrato con il Consigliere Menichetti, i cittadini del Municipio 18 in relazione all evoluzione degli interventi relativi al MN Cellulosa, con specifico riferimento all attivazione della tabellazione e ad interventi di fruizione nell area Fintecna di prossima acquisizione comunale. Informa altresì dell incontro avuto con il Consorzio Castel Romano nel corso del quale sono emersi possibili interessi comuni relativi alle attività dell Ente e, più in generale, con quelle del sistema delle ANP regionali. A tale scopo sarebbe opportuna la scrittura di un protocollo di intesa nel quale sia affrontato anche il tema dell area contigua della RN Decima Malafede. Informa inoltre del possibile comodato d uso con l ARSIAL per i terreni all interno della Tenuta di Mazzalupetto. Propone infine di aderire all iniziativa Green Link partecipando all organizzzazione di una visita alla RN Decima Malafede. Viene quindi definito l Ordine del Giorno del Consiglio Direttivo 27 novembre 2007: Progetto UISP attività sportive compatibili nelle ANP gestite da RomaNatura; RN Insugherata; POR Lazio ; Seminario Piani d Assetto ANP; atto di indirizzo relativo all attività del Servizio di Vigilanza; Delibera ricognitiva del Comune di Roma relativa alle ordinanze e assegnazioni degli immobili all Ente RomaNatura; Richiesta di Deroga punto verde qualità Casale Caletto (prot.7067 del ); richiesta di Deroga ampliamento centro sanitario denominato Villa Stuart (prot.7073 del ). Alle ore il Presidente, non essendovi altri argomenti posti in discussione, dichiara chiusa la seduta. (Seduta del 27 novembre 2007) Il giorno 27 novembre 2007 alle ore 17:30, presso la sede di Villa Mazzanti in Roma, Via Gomenizza n.81, si è riunito il Consiglio Direttivo dell Ente così composto: Giovannetti Romano (Consigliere) Presente Veronesi Mauro (Consigliere) Assente 16

17 Verbalizza in qualità di segretario il Direttore dell Ente, Stefano Cresta. Il Consigliere Veronesi comunica che la sua assenza al C.D. odierno è motivata dalla sospensione del giudizio da parte del T.A.R. Lazio relativamente al ricorso avverso la sua nomina a rappresentante delle associazioni ambientaliste nel C.D. Il Presidente, preso atto del garbo istituzionale del Consigliere Veronesi, apre la discussione sui seguenti punti all Ordine del Giorno: 1.- approvazione verbale della seduta precedente; 2.- comunicazioni del Presidente; 3.- Protocollo d intesa Parco di Aguzzano; 4.- Progetto UISP attività sportive compatibili nelle ANP gestite da RomaNatura; 5.- RN Insugherata; 6.- POR Lazio ; 7.- Seminario Piani d Assetto ANP; 8.- Atto di indirizzo relativo all attività del Servizio di Vigilanza; 9.- Delibera ricognitiva del Comune di Roma relativa alle ordinanze e assegnazioni degli immobili all Ente RomaNatura; 10.- Richiesta di Deroga punto verde qualità Casale Caletto (prot.7067 del ); 11.- Richiesta di Deroga centro sanitario Villa Stuart (prot.7073 del ) varie ed eventuali. Punto 1) Il Presidente da lettura del verbale della seduta precedente che viene approvato. Punto 2) Il Presidente informa della riunione tenutasi presso l Assessorato al Patrimonio del Comune di Roma nel corso della quale è stato firmato con l Assessorato all Ambiente ed il Municipio V il protocollo di intesa sul parco di Aguzzano. Informa altresì dell avvenuta concessione all Ente della Chiesina di Torre di Perna. Comunica infine sull incontro con il circolo Legambiente ecoidea in merito alle problematiche della RN Insugherata, incluso l accesso di Via Castagnola in merito al quale raccomanda al Direttore di provvedere ad una migliore sistemazione dell area. La Consigliera Albanesi informa della progettazione in corso relativamente ad una corsia preferenziale per il trasporto urbano su Via Montiglio (Parco del Pineto). Punto 3) Il Consiglio Direttivo ratifica la firma del protocollo di intesa relativo alla destinazione di due casali all interno del parco Aguzzano e al bando pubblico per l assegnazione dell area destinata ad impianti sportivi. Punto 4) Il CD ascolta la presentazione delle attività dell UISP da parte del convenuto Presidente Novelli ed in particolare delle iniziative Corri per il Verde e in canoa sull Aniene (1 e 2 dicembre p.v.). Il Consiglio concorda sulla proposta formulata dall UISP di un codice di autoregolamentazione ambientale per attività sportive all interno delle ANP, condividendo altresì l opportunità di identificare, nelle aree protette gestite da RomaNatura, luoghi da destinare a plain fields per un attività sportiva non necessitante di impianti fissi ma di strutture leggere mobili che consentano una fruizione a basso impatto del territorio. Il Consiglio invita l UISP a far pervenire all Ente una proposta di protocollo di intesa e un calendario di iniziative sulle quali attivare una collaborazione per l anno Punto 5) Il Vicepresidente Fadda relazione sulla viabilità proposta dal Comune di Roma interessante parte del Fosso dei Frati, comunicando che è previsto un ulteriore incontro con l Assessore Calamante per approfondire il tema. Nella stessa giornata ha incontrato alcuni agricoltori per problematiche specifiche legate alla fruizione e allo sviluppo della Riserva. In particolare è stato discussa la possibilità di definire in un protocollo di intesa le attività agricole autorizzate per consentire la semplificazione del procedimento autorizzativi. In questa sede è stata rinnovata la disponibilità degli attori locali alla partecipazione delle attività di manutenzione del verde e conservazione della biodiversità. Il Consiglio approva la proposta e da mandato al Direttore ad attivare le procedure per l affidamento dei richiamati interventi compatibilmente con le disponibilità di bilancio. Invita altresì il Direttore ad attuare alcune schede progetto previste nel Piano d assetto approvato dalla Regione Lazio. Alle ore 20:30 il Consigliere Pedron lascia la seduta. Punto 6) Sulla base di quanto deciso nel CD 13 novembre u.s. il Direttore espone due idee progettuali alternative alla proposta di intervento POR Lazio nella RN Monte Mario. Si tratta di schede progetto adottate per i Piani d Assetto delle RN Valle dell Aniene (complesso della Cervelletta) e Marcigliana (immobili adiacenti all area archeologica Crustumerium. Il Consiglio Direttivo, dopo ampia discussione nella quale vengono sottolineate le valenze di tutte e tre le Riserve proposte, si esprime come segue: RN Monte Mario, favorevoli i Consiglieri Albanesi e Giovanetti; RN Valle dell Aniene favorevoli il Presidente, il Vicepresidente e il Consigliere Menichetti. Il Consiglio Direttivo approva pertanto di ubicare il master plan richiesto dall attuazione del POR Lazio nella Riserva Naturale Valle dell Aniene ed in particolare di destinare le risorse disponibili per il recupero di parte degli immobili costituenti il complesso della Cervelletta per la fruizione dell area umida adiacente. Punto 7) Il Consiglio Direttivo decide di rinviare ad inizio 2008 la data del seminario in quanto non ancora ultimati gli incontri politico-istituzionali preliminari alla definizione dei temi da trattare. Alle ore 21:30 il Consiglio decide di rinviare i punti rimanenti all Ordine del Giorno della prossima seduta che si terrà martedì 4 dicembre p.v., aggiungendovi anche la discussione della nota del Direttore Regionale 17

18 Ambiente pervenuta al Direttore avente argomento la trasformazione del personale precario censito alla data (5 unità) in contratti di pubblico impiego a tempo determinato. Il Presidente dichiara quindi chiusa la seduta. (Seduta del 4 dicembre 2007) Il giorno 4 dicembre 2007 alle ore 17:30, presso la sede di Casale Monte Mario in Roma, Via Gomenizza n.81, si è riunito il Consiglio Direttivo dell Ente così composto: Giovannetti Romano (Consigliere) Presente Pedron Davide (Consigliere) Assente Veronesi Mauro (Consigliere) Assente Verbalizza in qualità di segretario il Direttore dell Ente, Stefano Cresta. Il Consigliere Veronesi informa il Consiglio che la sua assenza è dovuta alle motivazioni già espresse a verbale della seduta 27 novembre u.s. Il Presidente apre la discussione sui seguenti punti all Ordine del Giorno: 1.- Approvazione verbale della seduta precedente; 2.- Comunicazioni del Presidente; 3.- Atto di indirizzo relativo all attività del Servizio di Vigilanza; 4.- Delibera ricognitiva del Comune di Roma relativa alle ordinanze e assegnazioni degli immobili all Ente RomaNatura; 5.- Richiesta di Deroga punto verde qualità Casale Caletto (prot.7067 del ); 6.- Richiesta di Deroga centro sanitario Villa Stuart (prot.7073 del ). 7.- Richiesta di revisione del diniego alla deroga chiesta da Edil Pi; 8.- Valutazione della nota del Direttore Regionale Ambiente pervenuta al Direttore avente argomento la trasformazione del personale precario censito alla data (5 unità) in contratti di pubblico impiego a tempo determinato. 9.- varie ed eventuali. Punto 1) Il Direttore da lettura della trascrizione del verbale della seduta 27 novembre 2007: il Consiglio Direttivo approva. Punto 2) Il Presidente comunica l invito della Commissione Ambiente del Comune di Roma per un sopralluogo congiunto al Borghetto Aurelio nel Parco del Pineto. Non essendo specificato l argomento del sopralluogo la Consigliera Albanesi ritiene opportuno ribadire la volontà dell Ente di governare il percorso attuativo del Piano di riqualificazione urbana, ove venisse affrontato il tema. Suggerisce, con il Vicepresidente, di ripartire dalla proposta di Piano attuativo già istruita dall Ente, attualizzandola mediante una progettazione pilota che impieghi tecniche di bioedilizia e sostenibilità energetica. Il Consiglio concorda e invita i predetti Consiglieri a partecipare al sopralluogo congiuntamente al Direttore. Il Presidente informa dell incontro avuto con il Presidente del Municipio IV A. Cardente nel quale lo stesso ha espresso ampia disponibilità a progettare con l Ente la fruizione del territorio della RN Valle dell Aniene, anche individuando di concerto soggetti territoriali con i quali attivare partenariati. Il Consiglio concorda sulla proposta e propone di organizzare un tavolo tecnico sul tema. Informa inoltre che parteciperà in data 6 dicembre al seminario tematico sui cambiamenti climatici nell ambito del Convegno annuale di Legambiente e dei relativi seminari tematici. Il Presidente comunica infine di aver ricevuto notifica del ricorso proposto da Maurilio Cipparone avverso la sua nomina e chiede al Consiglio di pronunciarsi in merito all esercizio della sua rappresentanza istituzionale dell Ente in attesa del pronunciamento del TAR. I Consiglieri invitano il Presidente a mantenere l incarico nella sua pienezza, tenendo informato il Consiglio Direttivo dell evoluzione degli atti. Il Vicepresidente aggiorna il Consiglio sull iniziativa proposta da Green Link alla quale l Ente parteciperà in data 14 dicembre presso la RN Decima Malafede. Informa sugli incontri che accompagneranno l assemblea annuale di Federparchi (14 dicembre); tali incontri avranno come argomento i parchi fluviali e i parchi urbani e periurbani. Stante l impossibilità del Presidente ad essere presente in tale data, viene delegata al Vicepresidente la rappresentanza dell Ente. Viene quindi presentata una proposta della Regione Lazio Assessorato ambiente e cooperazione tra i popoli relativa alle filiere agricole nelle ANP regionali. Viene invitato il Consigliere Giovannetti a coordinarsi con il settore Naturalistico dell Ente per definire un progetto da realizzare in tale ambito. Punto 3) Il Presidente introduce la discussione confermando quanto già espresso in varie sedi in merito all importanza dei Guardiaparco nella veste di portatori d immagine dell Ente sul territorio. Ritiene inoltre fondamentale far sentire al personale impegnato in compiti di Polizia giudiziaria il pieno sostegno dell Ente, 18

19 in forma più ampia di quanto finora accaduto. Chiede infine notizie al Direttore in merito ai cambi di profilo richiesti dai Guardiaparco. Il Direttore espone la situazione odierna secondo la quale agli atti dell amministrazione risultano 18 richieste di cambio profilo: di queste 1 è relativa alla Dr.ssa Emilia Cento e riguarda un cambio da D amministrativo a D Comunicazione; 1 è del Responsabile di Vigilanza Emanuela Peria e riguarda un cambio da D Vigilanza a D Naturalistico; 1 è la richiesta di Delfino Paoli relativa al cambio da C Amministrativo a C Guardiaparco; le rimanenti sono tutte di Guardiaparco verso l Area Tecnica (3 richieste), l area Economico finanziaria (1 richiesta), l area amministrativa (1 richiesta) e l Area Comunicazione (13 richieste). L Ufficio Centrale Personale del Ruolo Unico ANP, previa consultazione con le OO.SS. regionali, ha chiesto per le vie brevi al Direttore di esprime un eventuale Nulla Osta in merito, soprattutto per quanto riguarda le 4 unità distaccate presso l Agenzia Regionale Parchi (tutte verso l area Comunicazione). Il Direttore comunica che ha già tenuto una riunione con il personale richiedente nel corso della quale ha esposto le esigenze dei Settori dell Ente che richiedono 1 C economico-finanziario (Amministrazione), 2 C area tecnica (Pianificazione), 1 C area tecnica (Naturalistico) e 2 C Area Comunicazione (Educazione ambientale e comunicazione). In questa sede ha comunicato: 1) per i 4 Guardiaparco distaccati presso l ARP, in quanto mai effettivamente in servizio presso l Ente, intende acconsentire alla richiesta; 2) per quanto riguarda la Dr.ssa Emilia Cento, considerando che non ha rivestito incarichi relativi all area amministrativa, poichè dalla data di presa servizio è stata destinata al settore educazione ambientale, intende acconsentire alla richiesta; 3) per quanto riguarda la Dr.ssa Emanuela Peria, considerando gli anni di servizio effettivamente svolti nel ruolo, intende acconsentire alla richiesta previa sostituzione con altro Responsabile di Vigilanza; 4) per quanto riguarda la Sig. Michela Ceci (area economico finanziaria), considerando le oggettive condizioni di salute che la rendono inabile al servizio di vigilanza, considerata la specifica competenza nella materia, intende acconsentire alla richiesta; 5) per quanto riguarda tutte le altre richieste dovrà essere definito un ordine di accoglimento fino ad esaurimento delle esigenze dei Settori, in considerazione del servizio effettivamente prestato nel ruolo, la cui attivazione sarà comunque subordinata all arrivo di Guardiaparco in sostituzione. Il Consigliere Giovannetti dichiara, in assenza della ridefinizione del funzionigramma e della dotazione organica dell Ente, la sua contrarietà ai cambi di profilo in quanto i Guardiaparco hanno sottoscritto un contratto per svolgere precise mansioni. Chiede infine che il Coordinatore del Servizio sia rigoroso nel far applicare le priorità che l Ente assegna ai Guardiaparco. Il Consigliere Menichetti ritiene opportuno definire due priorità sulle quali concentrare l attività del servizio: la vigilanza e l antincendio. Ribadisce che i Guardiaparco non debbono essere distolti dalle loro mansioni con incarichi amministrativi. Chiede inoltre la migliore definizione delle turnazioni per non sguarnire il servizio nella stagione estiva e nei fine settimana. Ritiene infine che i cambi di profilo possano essere assentiti purchè funzionali alle esigenze dell Ente. La Consigliera Albanesi concorda con quanto detto e, pur considerando la carenza di organico, propone che tra le priorità rientri anche l educazione ambientale. Il Presidente riassume la discussione come segue: 1) si ribadisce la centralità del ruolo dei GP nel Sistema delle ANP gestite da RomaNatura; 2) la dotazione organica del Servizio Vigilanza non deve essere depauperata e quindi ad ogni variazione in diminuzione deve corrispondere una sostituzione; 3) si invita il Direttore ad incrementare l organico del servizio vigilanza almeno fino a completamento della dotazione prevista dalla Delibera di Giunta 1328 del ; 4) si ribadisce che la funzione principale dei GP deve essere quella della sorveglianza con una presenza attiva sul territorio e una attenzione particolare al servizio antincendio nella stagione estiva; 5) preso atto della richiesta presentata dall attuale responsabile del Servizio Vigilanza chiede al Direttore di verificare, anche all esterno dell Ente, il reperimento di una figura che possa assolvere nel migliore dei modi tale compito; 6) che i Guardiaparco non devono essere distolti dal servizio per attività rientranti nelle competenze di altri settori dell ente, ove non ricompresse nel mansionario adottato dall Ente con il Regolamento Ruolo Unico ANP; 7) di delegare al Consigliere Menichetti, sulla base di quanto qui verbalizzato, l elaborazione di una proposta di atto di indirizzo da sottoporre al Consiglio Direttivo. Punto 4) Il Consiglio, preso atto della relazione elaborata dal Consigliere Menichetti, conferma l interesse per tutti gli immobili di cui all elenco seguente, dando mandato al Direttore di darne comunicazione al Comune di Roma per la predisposizione della Delibera ricognitiva di affidamento ventennale all Ente. RN Monte Mario Villa Mazzanti, SEDE DELL ENTE E UFFICI CASA DEL PARCO RN Monte Mario Casina delle farfalle, DA INSERIRE IN BANDO PER ATTIVITA RICETTIVE ECOCOMPATIBILI; RN Monte Mario Casermette, DA INSERIRE IN BANDO PER ATTIVITA RICETTIVE ECOCOMPATIBILI RN Monte Mario Casale Via Monte Mario, UFFICI DELL ENTE E SEDE DI ROMAENERGIA RN Monte Mario Casali Mellini, UFFICI DELL ENTE RN Valle dei Casali Casaletto 400, CASA DEL PARCO IN PARTENARIATO A SOC COOP VALLE DEI CASALI RN Marcigliana Tor San Giovanni, CASA DEL PARCO DA INSERIRE IN BANDO PER ATTIVITA PARTENARIATO RN Laurentino Acquacetosa Casale della Massima, CASA DEL PARCO DA INSERIRE IN BANDO PER ATTIVITA PARTENARIATO Ostia (Secche di Tor Paterno) Casa del Mare, CASA DEL PARCO DA INSERIRE IN BANDO PER ATTIVITA PARTENARIATO RN Decima Malafede Torre di Perna, CASA DEL PARCO DA INSERIRE IN BANDO PER ATTIVITA PARTENARIATO RN Decima Malafede Chiesina Torre di Perna, CASA DEL PARCO DA INSERIRE IN BANDO PER ATTIVITA PARTENARIATO RN. Valle dell Aniene - Casale Scarpa, Via Vicovaro, CASA DEL PARCO IN PARTENARIATO ASS. INSIEME PER L ANIENE R.N. Valle dell Aniene Casa Via Val d Ala, CENTRO POLIFUNZIONALE DA AFFIDARE IN PARTENARIATO. Punto 5) Il Consiglio rinvia l argomento all Ordine del Giorno del 11 dicembre

20 Punto 6) Il Consiglio rinvia l argomento all Ordine del Giorno del 11 dicembre Punto 7) Il Consiglio rinvia l argomento all Ordine del Giorno del 11 dicembre Punto 8) Il Consiglio Direttivo letta la comunicazione della Direzione regionale Ambiente e Cooperazione tra i Popoli, ascoltata la relazione del Direttore in merito, prende atto della sua intenzione a procedere. Invita a considerare la possibilità che almeno due dei 5 contratti a tempo determinato, ove compatibili con l attribuzione della qualifica di PG, siano stipulati nell area C Vigilanza. Punto 9) Viene definito come segue l ordine del giorno del Consiglio 11 dicembre 2007: 1.- Approvazione verbale della seduta precedente; 2.- Comunicazioni del Presidente; 3.- Richiesta di Deroga punto verde qualità Casale Caletto (prot.7067 del ); 4.- Richiesta di Deroga centro sanitario Villa Stuart (prot.7073 del ). 5.- Richiesta di revisione del diniego alla deroga chiesta da Edil Pi; 6.- Attività di comunicazione dell Ente 7.- programmazione attività anno varie ed eventuali. Alle ore 21:00 il Presidente, non essendovi ulteriori argomenti posti in discussione, dichiara chiusa la seduta. (Seduta del 11 dicembre 2007) Il giorno 11 dicembre 2007 alle ore 17:30, presso la sede di Casale Monte Mario in Roma, Via Gomenizza n.81, si è riunito il Consiglio Direttivo dell Ente così composto: Giovannetti Romano (Consigliere) Presente Pedron Davide (Consigliere) Assente Veronesi Mauro (Consigliere) Assente Verbalizza in qualità di segretario il Direttore dell Ente, Stefano Cresta. Il Consigliere Veronesi ha comunicato al Consiglio che la sua assenza è dovuta alle motivazioni già espresse a verbale della seduta 27 novembre u.s. Il Presidente apre la discussione sui seguenti punti all Ordine del Giorno: 1.- Approvazione verbale della seduta precedente; 2.- Comunicazioni del Presidente; 3.- Richiesta di Deroga punto verde qualità Casale Caletto (prot.7067 del ); 4.- Richiesta di Deroga centro sanitario Villa Stuart (prot.7073 del ). 5.- Richiesta di revisione del diniego alla deroga chiesta da Edil Pi; 6.- Attività di comunicazione dell Ente 7.- programmazione attività anno varie ed eventuali. Punto 1) Il Direttore da lettura della trascrizione del verbale della seduta 27 novembre 2007: il Consiglio Direttivo approva. Punto 2) Il Presidente comunica che martedì 18 dicembre prossimo parteciperà, presso l Assessorato Ambiente, alla riunione conclusiva dell istruttoria per la revisione degli Statuti degli Enti parco. La Consigliera Albanesi informa il Consiglio del sopralluogo effettuato in località Crustumerium, durante il quale ha potuto rendersi conto del grave degrado lungo Via della Marcigliana. Informa inoltre del sopralluogo effettuato a Borghetto Aurelio insieme al Vicepresidente Fadda, congiuntamente al Presidente della Commissione consiliare ambiente del Comune di Roma durante il quale, oltre a verificare le aspettative dei cittadini presenti, ha potuto ribadire il ruolo che l Ente intende assumere nell attuazione dei progetti inerenti il comprensorio; informa altresì che si terrà a breve un incontro sul tema recupero urbano del borghetto Aurelio con gli Assessori Pomponi e Morassut. Il Direttore informa dell incontro avuto con il Direttore del XIX Dipartimento del Comune di Roma Arch. Di Giovine in merito: al recupero del progetto Via del Casaletto 400 per il cui completamento il Comune di Roma ha impegnato i fondi necessari; all apertura del cantiere nel Parco di Aguzzano per il quale richiederànulla osta alla mesa in sicurezza del fienile prospiciente casale Alba. Il Direttore consegna copia dei disciplinari relativi alle attività di pesca e di subacquea nella Riserva marina Tor Paterno, chiedendo al Consiglio di inserirli quanto prima all Ordine del Giorno per l approvazione. Punto 3) Il Consiglio rinvia la discussione alla prossima seduta chiedendo al Direttore di voler predisporre una scheda tecnica di presentazione. Punto 4) Il Consiglio rinvia la discussione alla prossima seduta previo incontro con l Assessorato Ambiente e Cooperazione tra i Popoli per verificare la procedibilità dell istruttoria. 20

Verbale della riunione del Consiglio Direttivo (Seduta 15 settembre 2009)

Verbale della riunione del Consiglio Direttivo (Seduta 15 settembre 2009) Considera un passo avanti la volontà comunale di concludere la procedura di assegnazione provvisoria con una delibera ricognitiva che incardini nella disponibilità dell Ente gli immobili elencati nella

Dettagli

Accordo di Rete delle scuole del. XII Municipio di R O M A

Accordo di Rete delle scuole del. XII Municipio di R O M A Rette IIntterscollasttiica dell XIIII Muniiciipiio dii ROMA Accordo di Rete delle scuole del XII Municipio di R O M A Testo approvato dall Assemblea dei Dirigenti nella seduta del 28 Settembre 2010 Accordo

Dettagli

Regolamento del Registro Comunale delle Associazioni e delle Consulte di Settore ISTITUZIONE E COMPOSIZIONE DEL REGISTRO DELLE ASSOCIAZIONI

Regolamento del Registro Comunale delle Associazioni e delle Consulte di Settore ISTITUZIONE E COMPOSIZIONE DEL REGISTRO DELLE ASSOCIAZIONI Regolamento del Registro Comunale delle Associazioni e delle Consulte di Settore TITOLO I ISTITUZIONE E COMPOSIZIONE DEL REGISTRO DELLE ASSOCIAZIONI Articolo 1 ISTITUZIONE 1. E istituito il Registro Comunale

Dettagli

Regolamento del Comitato Controllo e Rischi di Eni S.p.A.

Regolamento del Comitato Controllo e Rischi di Eni S.p.A. Regolamento del Comitato Controllo e Rischi di Eni S.p.A. Regolamento del Comitato Controllo e Rischi di Eni S.p.A. 1 Il presente Regolamento, approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 1 giugno

Dettagli

COMUNE DI OULX (PROVINCIA DI TORINO)

COMUNE DI OULX (PROVINCIA DI TORINO) COMUNE DI OULX (PROVINCIA DI TORINO) VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 22 OGGETTO: Opere connesse XX Giochi Olimpici Invernali Torino 2006. Lavori di sistemazione e di bonifica di aree

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA ESECUTIVA N. 092/2009

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA ESECUTIVA N. 092/2009 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA ESECUTIVA N. 092/2009 OGGETTO: Comune di Torino. Intervento di ristrutturazione del Palazzo del Lavoro Italia 61. Indirizzi dell Ente di gestione L anno duemilanove

Dettagli

Fondo Attività Servizi Sociali per i Lavoratori delle Aziende del Settore Energia ENI STATUTO

Fondo Attività Servizi Sociali per i Lavoratori delle Aziende del Settore Energia ENI STATUTO Fondo Attività Servizi Sociali per i Lavoratori delle Aziende del Settore Energia ENI STATUTO 2004 STATUTO DEL FONDO Art. 1 COSTITUZIONE In attuazione degli accordi sindacali del 9-3-1970 e successivi,

Dettagli

Regolamento del sistema di garanzia

Regolamento del sistema di garanzia REGOLAMENTO DI GARANZIA DEL MARCHIO DI QUALITÀ DEL PARCO NATURALE DOLOMITI FRIULANE Il presente documento ha lo scopo di individuare gli strumenti necessari per la definizione e l attuazione del Marchio

Dettagli

COMUNE DI BASALUZZO Provincia di Alessandria

COMUNE DI BASALUZZO Provincia di Alessandria COMUNE DI BASALUZZO Provincia di Alessandria N. 24 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Convenzione tra il Ministero Delle Infrastrutture e dei Trasporti E L ANCI, Associazione Nazionale

Dettagli

CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI DI POSTE ITALIANE. CRALPoste REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO

CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI DI POSTE ITALIANE. CRALPoste REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI DI POSTE ITALIANE CRALPoste REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO Roma, 31 Marzo 2005 INDICE Art. 1 Denominazione e logo dell Associazione pag. 3 Art. 2 Scopi

Dettagli

COMUNITA DELLA VALLAGARINA R o v e r e t o

COMUNITA DELLA VALLAGARINA R o v e r e t o Data lettura del presente verbale, viene approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE L ASSESSORE DESIGNATO f.to Stefano Bisoffi f.to Roberto Bettinazzi COMUNITA DELLA VALLAGARINA R o v e r e t o f.to IL RELATORE

Dettagli

d) i criteri di valutazione dei progetti da parte del Comitato, tra i quali: 1) la riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale;

d) i criteri di valutazione dei progetti da parte del Comitato, tra i quali: 1) la riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale; IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI SULLA PROPOSTA DEL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DI CONCERTO CON IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE E CON IL MINISTRO DEI BENI E DELLE ATTIVITA

Dettagli

LA CONFERENZA UNIFICATA

LA CONFERENZA UNIFICATA Intesa tra il Governo e le Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano e gli Enti locali sulla ripartizione del Fondo nazionale per le politiche giovanili di cui all art. 19, comma 2, del decreto legge

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE...

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE... STATUTO DELL ASSOCIAZIONE... ARTICOLO N 1 - Costituzione dell ASSOCIAZIONE. A norma dell art. 18 della Costituzione Italiana e degli articoli 36-37-38 del Codice Civile, del D/Lgs 460/97, della Legge 383/2000

Dettagli

Contributi per il Restauro di Ville Venete

Contributi per il Restauro di Ville Venete Contributi per il Restauro di Ville Venete CARATTERE DEI FINANZIAMENTI L Istituto regionale per le Ville venete promuove l erogazione di contributi a fondo perduto per il consolidamento, manutenzione e

Dettagli

REGOLAMENTO COMITATO CONTROLLO, RISCHI, REMUNERAZIONE E NOMINE

REGOLAMENTO COMITATO CONTROLLO, RISCHI, REMUNERAZIONE E NOMINE REGOLAMENTO COMITATO CONTROLLO, RISCHI, REMUNERAZIONE E NOMINE 24 Luglio 2015 1 ARTICOLO 1 PREMESSA 1.1. Conto tenuto delle raccomandazioni contenute nel Codice di Autodisciplina di Borsa Italiana S.p.A.,

Dettagli

PROCEDURE PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE PROVINCIALE PER IL LAVORO

PROCEDURE PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE PROVINCIALE PER IL LAVORO I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 48 PROVINCIA DI PADOVA PROCEDURE PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE PROVINCIALE PER IL LAVORO Approvato con D.G.P. in data 24.2.2000 n. 42 di reg., modificato con D.G.P.

Dettagli

REGOLAMENTO DEL COMITATO CONTROLLO E RISCHI DI SNAM. Il presente Regolamento, approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 12

REGOLAMENTO DEL COMITATO CONTROLLO E RISCHI DI SNAM. Il presente Regolamento, approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 12 REGOLAMENTO DEL COMITATO CONTROLLO E RISCHI DI SNAM Il presente Regolamento, approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 12 dicembre 2013, disciplina la composizione e la nomina, le modalità di

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE DELLA REGIONE CALABRIA

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE DELLA REGIONE CALABRIA UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE DELLA REGIONE CALABRIA FEASR 2007-2013 Decisione della Commissione Europea C (2007) 6007 del 29 novembre 2007 Proposta di

Dettagli

Statuto dell Organizzazione di Volontariato Associazione

Statuto dell Organizzazione di Volontariato Associazione ALLEGATO 2 (SCHEMA TIPO) Statuto dell Organizzazione di Volontariato Associazione Art. 1 Costituzione e Sede E costituita ai sensi dell art. 36 e seguenti del C.C., l Organizzazione di Volontariato denominata,

Dettagli

GIUNTA PROVINCIALE SEDUTA DEL GIORNO 16 NOVEMBRE 2011 OGGETTO N 256

GIUNTA PROVINCIALE SEDUTA DEL GIORNO 16 NOVEMBRE 2011 OGGETTO N 256 Immediatamente Eseguibile COPIA SEGRETERIA GENERALE 56125 PISA Piazza V. Emanuele II, 14 T. 050/ 929 317 318 346 GIUNTA PROVINCIALE SEDUTA DEL GIORNO 16 NOVEMBRE 2011 OGGETTO N 256 OGGETTO : Integrazione

Dettagli

Art. 1. Composizione. Art. 2. Nomina, durata e compensi

Art. 1. Composizione. Art. 2. Nomina, durata e compensi REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE PER IL PAESAGGIO (art. 81 della L.R. 11 marzo 2005 n. 12 e art. 148 del D.Lgs. 22 gennaio 2004 n. 42 D.G.R. n. VIII/7977 del 6 agosto 2008 e D.G.R. n. VIII/8139 del

Dettagli

COMUNE DI SAN SALVO. Provincia di Chieti VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE

COMUNE DI SAN SALVO. Provincia di Chieti VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE COMUNE DI SAN SALVO Provincia di Chieti UNO DEI 100 COMUNI DELLA PICCOLA GRANDE ITALIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE Data 13/01/2014 N. 2 OGGETTO: INCENTIVI PER LA RISTRUTTURAZIONE DELLE

Dettagli

Verbale III^ Commissione Consiliare n. 10 del 13/02/2015. L anno duemilaquindici, il giorno 13 del mese di Febbraio, presso la

Verbale III^ Commissione Consiliare n. 10 del 13/02/2015. L anno duemilaquindici, il giorno 13 del mese di Febbraio, presso la Verbale III^ Commissione Consiliare n. 10 del 13/02/2015 L anno duemilaquindici, il giorno 13 del mese di Febbraio, presso la sede Comunale di Palazzo Butera, si è riunita la III^ Commissione Consiliare:

Dettagli

REGIONE LAZIO ASSESSORATO POLITICHE AGRICOLE E VALORIZZAZIONE PRODOTTI LOCALI DIREZIONE REGIONALE AGRICOLTURA

REGIONE LAZIO ASSESSORATO POLITICHE AGRICOLE E VALORIZZAZIONE PRODOTTI LOCALI DIREZIONE REGIONALE AGRICOLTURA ALLEGATO N. 1 UNIONE EUROPEA FEASR REGIONE LAZIO REGIONE LAZIO ASSESSORATO POLITICHE AGRICOLE E VALORIZZAZIONE PRODOTTI LOCALI DIREZIONE REGIONALE AGRICOLTURA P.S.R. LAZIO 2007/2013 ASSE IV LEADER (DGR

Dettagli

LA GIUNTA PROVINCIALE

LA GIUNTA PROVINCIALE LA GIUNTA PROVINCIALE Premesso che: con Legge n. 64 del 06/03/2001 è stato istituito il Servizio Civile Volontario Nazionale, le cui finalità contemplano: il concorso al dovere di difendere la Patria con

Dettagli

COMUNE DI OULX (PROVINCIA DI TORINO)

COMUNE DI OULX (PROVINCIA DI TORINO) COMUNE DI OULX (PROVINCIA DI TORINO) VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 58 OGGETTO: Associazione Pro Loco Oulx - progetto per gestione Ufficio informazioni turistiche - approvazione ed erogazione

Dettagli

Gruppo di Lavoro. Le scelte urbanistiche TERZO INCONTRO. Sala Polifunzionale della Biblioteca del Comune di Nembro, 20-02-2008 SCHEDE PROGETTO

Gruppo di Lavoro. Le scelte urbanistiche TERZO INCONTRO. Sala Polifunzionale della Biblioteca del Comune di Nembro, 20-02-2008 SCHEDE PROGETTO Introduzione Gruppo di Lavoro Le scelte urbanistiche TERZO INCONTRO Sala Polifunzionale della Biblioteca del Comune di Nembro, 20-02-2008 SCHEDE PROGETTO Il terzo incontro, a cui erano presenti 12 partecipanti,

Dettagli

Statuto di World Vision Italia Onlus (4 marzo 2008 e successive modifiche)

Statuto di World Vision Italia Onlus (4 marzo 2008 e successive modifiche) Statuto di World Vision Italia Onlus (4 marzo 2008 e successive modifiche) 1. Denominazione 1.1 L associazione è denominata: World Vision Italia ONLUS 1.2 Il nome e il logo di World Vision Italia ONLUS

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA IL MINISTERO

Dettagli

Codice Ente N. 157006 COMUNITÀ DEL PARCO COPIA. Deliberazione n. 12 del 26/10/2015

Codice Ente N. 157006 COMUNITÀ DEL PARCO COPIA. Deliberazione n. 12 del 26/10/2015 Codice Ente N. 157006 COMUNITÀ DEL PARCO Deliberazione n. 12 del 26/10/2015 COPIA OGGETTO: VALUTAZIONI IN MERITO AI CONFINI DELLA RISERVA NATURALE VALLI DEL MINCIO PROPOSTI NEL PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO

Dettagli

IL CIPE. VISTO il decreto legislativo 20 agosto 2002 n. 190, attuativo dell art. 1 della menzionata legge n. 443/2001;

IL CIPE. VISTO il decreto legislativo 20 agosto 2002 n. 190, attuativo dell art. 1 della menzionata legge n. 443/2001; LEGGE N. 443/2001 PRIMO PROGRAMMA DELLE OPERE STRATEGICHE SCHEMI IDRICI REGIONE BASILICATA - OPERE PER L INTEGRAZIONE DELLE CONDOTTE MAESTRE, DELLE DIRAMAZIONI, DEI SERBATOI E DEL COMPLETAMENTO DELLE RETI

Dettagli

Città di Portogruaro Provincia di Venezia REGOLAMENTO REGISTRO COMUNALE DELLE LIBERE FORME ASSOCIATIVE

Città di Portogruaro Provincia di Venezia REGOLAMENTO REGISTRO COMUNALE DELLE LIBERE FORME ASSOCIATIVE Città di Portogruaro Provincia di Venezia REGOLAMENTO REGISTRO COMUNALE DELLE LIBERE FORME ASSOCIATIVE Approvato con deliberazione del C.C. n. 120 del 28.11.2005 1 INDICE Titolo I - Registro delle associazioni

Dettagli

Codice di Corporate Governance

Codice di Corporate Governance Approvato con deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 1 del 3 maggio 200 Indice 1 Introduzione 2 Organizzazione della Società 2.1 Assemblea dei Soci 2.2 Consiglio di Amministrazione 2.3 Presidente

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE (SEDUTA DEL 18 LUGLIO 2007)

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE (SEDUTA DEL 18 LUGLIO 2007) Protocollo RC n. 17184/07 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE (SEDUTA DEL 18 LUGLIO 2007) L anno duemilasette, il giorno di mercoledì diciotto del mese di luglio, alle ore 14,10,

Dettagli

VERBALE DI ASSEMBLEA DEL 20 MARZO 2013. Oggi, 20 marzo 2013 alle ore 18.00, presso la sede sociale in Sambuceto di San Giovanni Teatino

VERBALE DI ASSEMBLEA DEL 20 MARZO 2013. Oggi, 20 marzo 2013 alle ore 18.00, presso la sede sociale in Sambuceto di San Giovanni Teatino VERBALE DI ASSEMBLEA DEL 20 MARZO 2013 Oggi, 20 marzo 2013 alle ore 18.00, presso la sede sociale in Sambuceto di San Giovanni Teatino (CH), Largo Wojtyla, 19 si è riunita l assemblea della società FB

Dettagli

DELIBERA N. 628/07/CONS

DELIBERA N. 628/07/CONS DELIBERA N. MERCATO DELLA TERMINAZIONE DI CHIAMATE VOCALI SU SINGOLE RETI MOBILI (MERCATO N. 16 FRA QUELLI IDENTIFICATI DALLA RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE EUROPEA N. 2003/311/CE): VALUTAZIONE AI SENSI

Dettagli

COMUNE DI OULX (PROVINCIA DI TORINO)

COMUNE DI OULX (PROVINCIA DI TORINO) COMUNE DI OULX (PROVINCIA DI TORINO) VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 36 OGGETTO: Opere connesse XX Giochi Olimpici Invernali Torino 2006. Lavori di sistemazione e di bonifica di aree

Dettagli

COMUNE DI SONA Provincia di Verona REGOLAMENTO COMUNALE DEL FORUM DELLE ASSOCIAZIONI

COMUNE DI SONA Provincia di Verona REGOLAMENTO COMUNALE DEL FORUM DELLE ASSOCIAZIONI COMUNE DI SONA Provincia di Verona REGOLAMENTO COMUNALE DEL FORUM DELLE ASSOCIAZIONI Approvato con Deliberazione C.C. n. 16 del 30/04/2015 1 Indice - Art. 1 Finalità e competenze - Art. 2 - Composizione

Dettagli

Disciplinare per il Marchio di Qualità del Parco delle Prealpi Giulie

Disciplinare per il Marchio di Qualità del Parco delle Prealpi Giulie REGOLAMENTO DI GARANZIA DEL MARCHIO DI QUALITÀ DEL PARCO DELLE PREALPI GIULIE Il presente documento ha lo scopo di individuare gli strumenti necessari per la definizione e l attuazione del Marchio di Qualità

Dettagli

COMUNE DI BUTTRIO REGOLAMENTO COMUNALE DEL MUSEO DELLA CIVILTA ' DEL VINO - CENTRO DI DOCUMENTAZIONE LABORATORIO DI RICERCA

COMUNE DI BUTTRIO REGOLAMENTO COMUNALE DEL MUSEO DELLA CIVILTA ' DEL VINO - CENTRO DI DOCUMENTAZIONE LABORATORIO DI RICERCA COMUNE DI BUTTRIO P R O V I N C I A D I U D I N E REGOLAMENTO COMUNALE DEL MUSEO DELLA CIVILTA ' DEL VINO - CENTRO DI DOCUMENTAZIONE LABORATORIO DI RICERCA Approvato con deliberazione consiliare n 35/2000

Dettagli

CIRCOLO LEGAMBIENTE REGIONE VALLE D AOSTA ADERENTE ALLA FEDERAZIONE LEGAMBIENTE VOLONTARIATO STATUTO

CIRCOLO LEGAMBIENTE REGIONE VALLE D AOSTA ADERENTE ALLA FEDERAZIONE LEGAMBIENTE VOLONTARIATO STATUTO CIRCOLO LEGAMBIENTE REGIONE VALLE D AOSTA ADERENTE ALLA FEDERAZIONE LEGAMBIENTE VOLONTARIATO Art. 1 STATUTO Il circolo Legambiente della Valle d Aosta è costituito ad Aosta, con sede in via delle Betulle

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE. Premesso che:

LA GIUNTA COMUNALE. Premesso che: LA GIUNTA COMUNALE Premesso che: il D.M. n.13294 del 18 novembre 2009, registrato dall Ufficio Centrale di Bilancio Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti in data 21 dicembre 2009 n. 2945, nonché

Dettagli

AATO VERONESE Autorità Ambito Territoriale Ottimale Veronese - Servizio idrico integrato

AATO VERONESE Autorità Ambito Territoriale Ottimale Veronese - Servizio idrico integrato AATO VERONESE Autorità Ambito Territoriale Ottimale Veronese - Servizio idrico integrato IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Verbale della Deliberazione n. 49 dell 11 dicembre 2008 località Pignatte Comune

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI IMPERIA

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI IMPERIA AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI IMPERIA Regolamento provinciale per la disciplina degli strumenti e delle metodologie per i controlli interni, ai sensi dell art. 3, comma 2, del d.l. 174/2012, convertito

Dettagli

COMUNITA DELLA VAL DI NON con sede in Cles

COMUNITA DELLA VAL DI NON con sede in Cles COMUNITA DELLA VAL DI NON con sede in Cles Verbale di deliberazione N. 5 della Assemblea della Comunità OGGETTO : Piano Territoriale della Comunità della Val di Non. Piano stralcio di adeguamento ai criteri

Dettagli

Atto costitutivo dell associazione - organizzazione di volontariato. Il giorno, alle ore, nel Comune di

Atto costitutivo dell associazione - organizzazione di volontariato. Il giorno, alle ore, nel Comune di Atto costitutivo dell associazione - organizzazione di volontariato Il giorno, alle ore, nel Comune di Via n. con la presente scrittura privata si sono riuniti i sig.ri (1): per costituire l organizzazione

Dettagli

Comune di Mortegliano Provincia di Udine

Comune di Mortegliano Provincia di Udine Comune di Mortegliano Provincia di Udine Verbale di deliberazione della Registro delibere della COPIA N. 12 OGGETTO: Convenzione fra il Comune di Mortegliano e La Pro Loco-Comunità di Mortegliano, Lavariano

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE AMICI DI CURIOSANATURA. ART. 1 (Denominazione)

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE AMICI DI CURIOSANATURA. ART. 1 (Denominazione) STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE AMICI DI CURIOSANATURA ART. 1 (Denominazione) Nel giorno di martedì 1 luglio 2008 è costituita, nel rispetto del Codice Civile e della normativa in materia

Dettagli

FORUM PROVINCIALE DELLA GIOVENTÙ

FORUM PROVINCIALE DELLA GIOVENTÙ FORUM PROVINCIALE DELLA GIOVENTÙ DI BENEVENTO REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO Titolo I Principi generali Art. 1 Il Forum della Gioventù della Provincia di Benevento è un organismo di partecipazione, rappresentanza

Dettagli

STATUTO ARTICOLO 1 ARTICOLO 2

STATUTO ARTICOLO 1 ARTICOLO 2 STATUTO ARTICOLO 1 E costituita l associazione denominata: "CONSIGLIO ITALIANO PER I RIFUGIATI ONLUS". Il "C.I.R. ONLUS" identifica a tutti gli effetti l Associazione. L Associazione (di seguito nominata

Dettagli

COMUNE DI PEIO. Provincia di Trento. VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 147 della Giunta comunale

COMUNE DI PEIO. Provincia di Trento. VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 147 della Giunta comunale COMUNE DI PEIO Provincia di Trento VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 147 della Giunta comunale OGGETTO: APPROVAZIONE PROGETTO E SCHEMA DI CONVENZIONE, AVENTE AD OGGETTO LA PREDISPOSIZIONE DELLA RETE DI ACCESSO

Dettagli

COMUNE DI GAMBASCA PROV. DI CUNEO V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI GAMBASCA PROV. DI CUNEO V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA COMUNE DI GAMBASCA PROV. DI CUNEO V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E DELLA GIUNTA COMUNALE N. 56 OGGETTO: PARTECIPAZIONE AI PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE APPROVAZIONE ACCORDO DI

Dettagli

Città di Ugento Provincia di Lecce

Città di Ugento Provincia di Lecce Copia Città di Ugento Provincia di Lecce DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE Settore 4 - Urbanistica, Assetto del Territorio e Ambiente N. 512 Registro Generale N. 65 Registro del Settore Oggetto : Concorso

Dettagli

38 del 04 FEBBRAIO 2004 PROT. N. 3382 1

38 del 04 FEBBRAIO 2004 PROT. N. 3382 1 38 del 04 FEBBRAIO 2004 PROT. N. 3382 1 OGGETTO: Parcheggio Giardini Diaz e relativo percorso pedonale meccanizzato Determinazioni in ordine alle problematiche inerenti le rilevate infiltrazioni di acqua

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE O.D.G. PER RICHIEDERE IL RIPRISTINO DELL ASSISTENZA GRATUITA AI CITTADINI DIVERSAMENTE ABILI.

OGGETTO: APPROVAZIONE O.D.G. PER RICHIEDERE IL RIPRISTINO DELL ASSISTENZA GRATUITA AI CITTADINI DIVERSAMENTE ABILI. N. 21 in data 21 aprile 2009 OGGETTO: APPROVAZIONE O.D.G. PER RICHIEDERE IL RIPRISTINO DELL ASSISTENZA GRATUITA AI CITTADINI DIVERSAMENTE ABILI. Introduce l argomento il Sindaco, evidenziando che all O.D.G.

Dettagli

G.A.L. SGT FONDAZIONE DI PARTECIPAZIONE (SOLE, GRANO, TERRA) SARRABUS, GERREI, TREXENTA, CAMPIDANO DI CAGLIARI

G.A.L. SGT FONDAZIONE DI PARTECIPAZIONE (SOLE, GRANO, TERRA) SARRABUS, GERREI, TREXENTA, CAMPIDANO DI CAGLIARI G.A.L. SGT FONDAZIONE DI PARTECIPAZIONE (SOLE, GRANO, TERRA) SARRABUS, GERREI, TREXENTA, CAMPIDANO DI CAGLIARI SEDE LEGALE: SAN BASILIO VIA CROCE DI FERRO N 32 C.F. 92167810925 VERBALE ASSEMBLEA DEI SOCI

Dettagli

STATUTO UNIONE APPENNINO E VERDE TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE- OGGETTO

STATUTO UNIONE APPENNINO E VERDE TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE- OGGETTO STATUTO UNIONE APPENNINO E VERDE TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE- OGGETTO Art. 1 Denominazione E costituita, anche ai sensi dell art. 13 della L.R. 7/98, una associazione, senza scopo di lucro, denominata

Dettagli

Piano nazionale di edilizia abitativa

Piano nazionale di edilizia abitativa ALLEGATO Piano nazionale di edilizia abitativa Art. 1 (Linee d intervento) 1. Il piano è articolato in sei linee di intervento, di seguito indicate: a) costituzione di un sistema integrato nazionale e

Dettagli

STATUTO FEDERAZIONE COORDINAMENTI DI VOLONTARIATO SICILIANO (VOL.SI.)

STATUTO FEDERAZIONE COORDINAMENTI DI VOLONTARIATO SICILIANO (VOL.SI.) STATUTO FEDERAZIONE COORDINAMENTI DI VOLONTARIATO SICILIANO (VOL.SI.) Articolo 1 (Costituzione Denominazione Sede) 1. È costituita la Federazione Coordinamenti di Volontariato Siciliano, in breve VOL.SI.,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE EROGAZIONI

REGOLAMENTO PER LE EROGAZIONI Redatto ai sensi della legge 23 dicembre 1998 n 461, del decreto legislativo n 153 del 17 maggio 1999 e dell'atto di indirizzo del Ministro del Tesoro, del Bilancio e della Programmazione Economica del

Dettagli

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 73 di Reg. Data 10/8/2015 OGGETTO: Gestione sinistri stradali. Integrazione deliberazione Giunta Comunale n. 64 del 25.6.2015.

Dettagli

COMUNE DI OULX (PROVINCIA DI TORINO)

COMUNE DI OULX (PROVINCIA DI TORINO) COMUNE DI OULX (PROVINCIA DI TORINO) VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 38 OGGETTO: Accordo con l associazione sportiva dilettantistica SUMMERSPORT di Torino per realizzazione della 27^

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DELLA BRIANZA EST PER IL CIRCONDARIO

REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DELLA BRIANZA EST PER IL CIRCONDARIO REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DELLA BRIANZA EST PER IL CIRCONDARIO Adottato con deliberazione del Commissario Straordinario n. 48 del 4 maggio 2006 Titolo I ELEMENTI COSTITUTIVI Art. 1 - Oggetto

Dettagli

REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 28-05-1992, N. 15 DISCIPLINA DEL VOLONTARIATO

REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 28-05-1992, N. 15 DISCIPLINA DEL VOLONTARIATO REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 28-05-1992, N. 15 DISCIPLINA DEL VOLONTARIATO Preambolo IL CONSIGLIO REGIONALE Ha approvato IL COMMISSARIO DEL GOVERNO Ha apposto il visto IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE

Dettagli

LEGAMBIENTE ONLUS STATUTO PER I CIRCOLI LEGAMBIENTE ADERENTI ALLA FEDERAZIONE LEGAMBIENTE VOLONTARIATO (legge 266 sul volontariato)

LEGAMBIENTE ONLUS STATUTO PER I CIRCOLI LEGAMBIENTE ADERENTI ALLA FEDERAZIONE LEGAMBIENTE VOLONTARIATO (legge 266 sul volontariato) LEGAMBIENTE ONLUS STATUTO PER I CIRCOLI LEGAMBIENTE ADERENTI ALLA FEDERAZIONE LEGAMBIENTE VOLONTARIATO (legge 266 sul volontariato) Art. 1 Il Circolo Territoriale Giuseppe Morrieri Legambiente di Otranto

Dettagli

COMUNE DI BAZZANO Città d arte Provincia di BOLOGNA C O P I A

COMUNE DI BAZZANO Città d arte Provincia di BOLOGNA C O P I A COMUNE DI BAZZANO Città d arte Provincia di BOLOGNA C O P I A DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 12 DEL 27/01/2011 OGGETTO: TRASFERIMENTO PRESSO NUOVA SEDE DEL C.I.P. (CENTRO PER L'IMPIEGO) DI ZOLA

Dettagli

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA ART. 1 Istituzione STATUTO - REGOLAMENTO E istituito ai sensi dell art. 23 della L.R. 21 Febbraio 2005, n.12 il Comitato Paritetico

Dettagli

INFRASTRUTTURE, AMBIENTE E POLITICHE ABITATIVE DETERMINAZIONE. Estensore VITELLONI PIERPAOLO. Responsabile del procedimento BERARDI LUCA

INFRASTRUTTURE, AMBIENTE E POLITICHE ABITATIVE DETERMINAZIONE. Estensore VITELLONI PIERPAOLO. Responsabile del procedimento BERARDI LUCA REGIONE LAZIO Direzione Regionale: Area: INFRASTRUTTURE, AMBIENTE E POLITICHE ABITATIVE SISTEMI NATURALI DETERMINAZIONE N. G09628 del 03/08/2015 Proposta n. 11798 del 27/07/2015 Oggetto: Regolamento (CE)

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MORDANO Provincia di Bologna Cap. 40027, Via Bacchilega n. 6 Tel. 0542/56911 Fax 56900 E-Mail: urp@mordano.provincia.bologna.it Sito Internet: www.comunemordano.it DELIBERAZIONE N. 10 DEL 12/02/2015

Dettagli

STATUTO CONFEDERAZIONE FORUM NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DI NEFROPATICI, TRAPIANTATI D ORGANO E DI VOLONTARIATO

STATUTO CONFEDERAZIONE FORUM NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DI NEFROPATICI, TRAPIANTATI D ORGANO E DI VOLONTARIATO STATUTO CONFEDERAZIONE FORUM NAZIONALE delle ASSOCIAZIONI di NEFROPATICI, TRAPIANTATI d ORGANO e di (Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale ONLUS) Articolo 1 DENOMINAZIONE E SEDE E costituita

Dettagli

D.G.R. N 319 del 24 aprile 2008

D.G.R. N 319 del 24 aprile 2008 D.G.R. N 319 del 24 aprile 2008 OGGETTO: POR FESR Lazio 2007-2013 Obiettivo Competitività regionale e Occupazione Attuazione dell Attività II.4 Valorizzazione delle strutture di fruizione delle aree protette.

Dettagli

Città di Campodarsego Provincia di Padova

Città di Campodarsego Provincia di Padova Città di Campodarsego Provincia di Padova VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 87 O G G E T T O DETERMINAZIONE DEL VALORE VENALE IN COMUNE COMMERCIO AL 1 GENNAIO DELL ANNO DI IMPOSIZIONE DELLE

Dettagli

Comune di Montagnareale Provincia di Messina

Comune di Montagnareale Provincia di Messina REGOLAMENTO PER LA NOMINA ED IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE PER L ESAME DELLE NORME REGOLAMENTARI DELL ENTE INDICE Art. 1 - Oggetto del regolamento- definizioni. Art. 2 - Composizione,

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 36 del 16.12.2013 OGGETTO: Accordo di programma tra Ministero ambiente e Regione Lazio. intervento n. 48 consolidamento del versante occidentale della rupe.

Dettagli

STATUTO DELLA FEDERAZIONE CURE PALLIATIVE ONLUS (Milano, 13 marzo 2006) TITOLO I Disposizioni Generali

STATUTO DELLA FEDERAZIONE CURE PALLIATIVE ONLUS (Milano, 13 marzo 2006) TITOLO I Disposizioni Generali STATUTO DELLA FEDERAZIONE CURE PALLIATIVE ONLUS (Milano, 13 marzo 2006) TITOLO I Disposizioni Generali Art. 1 - COSTITUZIONE È costituita la FEDERAZIONE CURE PALLIATIVE ONLUS attiva nell aiuto e nell assistenza

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE TORINO MUSEI

STATUTO FONDAZIONE TORINO MUSEI STATUTO FONDAZIONE TORINO MUSEI Articolo 1 Costituzione, sede, Fondatori 1.1 È costituita una fondazione denominata "Torino Musei", con sede in Torino, via Magenta, 31 presso la Galleria Civica d Arte

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Prot. n 5442 Decreto Ministeriale recante la procedura a livello nazionale per la registrazione delle DOP e IGP ai sensi del Regolamento (CE) n. 510/2006. Visto il regolamento (CE) n. 510/2006 del Consiglio

Dettagli

Determinazione 3/2015. Definizione della controversia XXX/Telecom Italia S.p.A. IL DIRIGENTE

Determinazione 3/2015. Definizione della controversia XXX/Telecom Italia S.p.A. IL DIRIGENTE Determinazione 3/2015 Definizione della controversia XXX/Telecom Italia S.p.A. IL DIRIGENTE VISTA la L. 14 novembre 1995, n. 481, Norme per la concorrenza e la regolazione dei servizi di pubblica utilità.

Dettagli

Statuto dell Agenzia Nazionale per la Certificazione Volontaria delle Competenze degli Ingegneri

Statuto dell Agenzia Nazionale per la Certificazione Volontaria delle Competenze degli Ingegneri Statuto dell Agenzia Nazionale per la Certificazione Volontaria delle Competenze degli Ingegneri ART. l - COSTITUZIONE È costituita un'associazione non riconosciuta, ai sensi e per gli effetti degli artt.

Dettagli

ASSOCIAZIONE GENITORI ISTITUTO MONTESSORI BOLLATE STATUTO

ASSOCIAZIONE GENITORI ISTITUTO MONTESSORI BOLLATE STATUTO ASSOCIAZIONE GENITORI ISTITUTO MONTESSORI BOLLATE STATUTO ARTICOLO 1 Costituzione dell Associazione Genitori È costituita l Associazione Genitori Istituto Montessori. Ne fanno parte i genitori degli alunni

Dettagli

STATUTO TIPO ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO. Art. 1 (Costituzione)

STATUTO TIPO ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO. Art. 1 (Costituzione) Il presente schema di Statuto viene proposto, a mero titolo indicativo, non potendo, né volendo, limitare la libertà delle Organizzazioni di darsi autonomamente le norme disciplinanti il proprio ordinamento.

Dettagli

Deliberazione del Commissario Straordinario

Deliberazione del Commissario Straordinario Comune di Gemmano PROVINCIA DI RIMINI PIAZZA ROMA N. 1-47855 GEMMANO (RN) TEL. 0541 85.40.60 / 85.40.80 FAX 0541 85.40.12 C.F. 82005670409 - P.IVA 01188110405 www.comune.gemmano.rn.it Deliberazione del

Dettagli

Estratto- VERBALE N 9/2014

Estratto- VERBALE N 9/2014 1 Estratto- VERBALE N 9/2014 L anno 2014 il giorno 5 del mese di maggio alle ore 10,00, previa osservanza di tutte le formalità prescritte dalle vigenti norme, nella sede del Conservatorio G. Martucci

Dettagli

L anno duemiladodici, addì quindici del mese di febbraio in Macerata e nella sede Municipale, alle ore 11,00

L anno duemiladodici, addì quindici del mese di febbraio in Macerata e nella sede Municipale, alle ore 11,00 PAG. 1 OGGETTO: Prospettata vendita a terzi delle unità immobiliari realizzate in regime di edilizia convenzionata nell area sita in Via Falcone n 32 - Lottizzazione LE VERGINI Lotto n 21 - Attuale proprietario

Dettagli

PRIMO PROGRAMMA DELLE OPERE STRATEGICHE LEGGE N. 443/2001

PRIMO PROGRAMMA DELLE OPERE STRATEGICHE LEGGE N. 443/2001 PRIMO PROGRAMMA DELLE OPERE STRATEGICHE LEGGE N. 443/2001 INTERVENTI PER L EMERGENZA IDRICA NEL MEZZOGIORNO CONTINENTALE ED INSULARE: INTERCONNESSIONE DEI SISTEMI IDRICI TIRSO E FLUMENDOSA-CAMPIDANO E

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE PIANIFICAZIONE URBANA E ATTUAZIONE P.R. SETTORE 787 SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA. Prot. Gen. n. 569668/05 del 9/6/05

DIREZIONE CENTRALE PIANIFICAZIONE URBANA E ATTUAZIONE P.R. SETTORE 787 SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA. Prot. Gen. n. 569668/05 del 9/6/05 DIREZIONE CENTRALE PIANIFICAZIONE URBANA E ATTUAZIONE P.R. SETTORE 787 SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA Prot. Gen. n. 569668/05 del 9/6/05 PROPOSTA DI DELIBERAZIONE - OGGETTO - ESTENSIONE DELL AMBITO DI

Dettagli

COMUNITA DELLA VAL DI NON con sede in CLES. Verbale di deliberazione N. 37. della Giunta della Comunità della Val di Non

COMUNITA DELLA VAL DI NON con sede in CLES. Verbale di deliberazione N. 37. della Giunta della Comunità della Val di Non COMUNITA DELLA VAL DI NON con sede in CLES Verbale di deliberazione N. 37 della Giunta della Comunità della Val di Non OGGETTO: Organizzazione soggiorno estivo Estateragazzi. com anno 2015 - Affido incarico

Dettagli

Easy PDF Creator is professional software to create PDF. If you wish to remove this line, buy it now.

Easy PDF Creator is professional software to create PDF. If you wish to remove this line, buy it now. La Società, a completamento della procedura di fusione per incorporazione di Publitrade S.p.A., con effetto dal giorno 1 dicembre 2004, ha assunto la denominazione di T OSCANA GAS CLIENT I S.p.A. e trasferito

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE REGOLAMENTO

PROVINCIA DI CROTONE REGOLAMENTO PROVINCIA DI CROTONE REGOLAMENTO DEL REGISTRO DELLE ASSOCIAZIONI E DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO AVENTI SEDE NEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI CROTONE Articolo 1 Finalità ed Istituzione dell Albo

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI ADOTTATE DAL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DEL CONSIGLIO COMUNALE. Deliberazione n.

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI ADOTTATE DAL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DEL CONSIGLIO COMUNALE. Deliberazione n. Protocollo RC n. 31149/07 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI ADOTTATE DAL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DEL CONSIGLIO COMUNALE L anno duemilaotto, il giorno di lunedì dieci del mese di marzo,

Dettagli

Il Commissario Straordinario Arch. Maurizio Tofani

Il Commissario Straordinario Arch. Maurizio Tofani MONTI CIMINI RISERVA NATURALE REGIONALE LAGO DI VICO Strada Provinciale Cassia Cimina, Km 12-01032 Caprarola (VT) Tel. 0761-647444 Fax 0761-647864 PROPOSTA DI DELIBERAZIONE n. 4 DEL 16.02.2012 OGGETTO:

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE SUI CONTROLLI INTERNI

REGOLAMENTO COMUNALE SUI CONTROLLI INTERNI REGOLAMENTO COMUNALE SUI CONTROLLI INTERNI Articolo 1 OGGETTO 1. Il presente regolamento ha ad oggetto il sistema dei controlli interni come previsti dagli articoli 147 e seguenti del decreto legislativo

Dettagli

FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI

FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI REGOLAMENTO Regolamento Forum dei Giovani Pag. 1 di 8 ART.1 Istituzione Il Consiglio Comunale della Città di Pollena Trocchia riconosciuto: l importanza

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DEL COMITATO DI SORVEGLIANZA DEL PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE SICILIA FESR 2007/2013

REGOLAMENTO INTERNO DEL COMITATO DI SORVEGLIANZA DEL PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE SICILIA FESR 2007/2013 REGOLAMENTO INTERNO DEL COMITATO DI SORVEGLIANZA DEL PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE SICILIA FESR 2007/2013 ******************** Il Comitato di Sorveglianza del Programma Operativo Regionale FESR Sicilia

Dettagli

All. 1 Indirizzi regionali per l elaborazione dei Regolamenti dei Comitati di Partecipazione aziendali Introduzione

All. 1 Indirizzi regionali per l elaborazione dei Regolamenti dei Comitati di Partecipazione aziendali Introduzione All. 1 Indirizzi regionali per l elaborazione dei Regolamenti dei Comitati di Partecipazione aziendali Introduzione La Regione Toscana riconosce nel contributo delle Associazioni di volontariato e tutela

Dettagli

COMUNE DI SANGUINETTO

COMUNE DI SANGUINETTO COMUNE DI SANGUINETTO Provincia di Verona REGOLAMENTO DEL DISTRETTO DI PROTEZIONE CIVILE VR5 DELLE VALLI (Il presente Regolamento è stato approvato con deliberazione C.C. n. 13 del 18.02.2013) 2 PREMESSA

Dettagli

Articolo 1 Composizione

Articolo 1 Composizione Regolamento interno di organizzazione per il funzionamento della Conferenza nazionale per la garanzia dei diritti dell infanzia e dell adolescenza Istituita dall art. 3, comma 7, della legge 12 luglio

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA COMUNE DI BOLOGNA

PROTOCOLLO D INTESA TRA COMUNE DI BOLOGNA PROTOCOLLO D INTESA PER FAVORIRE E PROMUOVERE L'UTILIZZO DELLO STRUMENTO CONCORSUALE NELLA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO INNOVATIVO DI RIGENERAZIONE E AMMODERNAMENTO DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA SCOLASTICA

Dettagli

LEGGE REGIONALE 12 febbraio 2014, n. 4

LEGGE REGIONALE 12 febbraio 2014, n. 4 6232 LEGGE REGIONALE 12 febbraio 2014, n. 4 Semplificazioni del procedimento amministrativo. Modifiche e integrazioni alla legge regionale 12 aprile 2001, n. 11 (Norme sulla valutazione dell impatto ambientale),

Dettagli