Diffusione nell UE di un modello sostenibile per la produzione di bioetanolo di 1 a generazione dal sorgo zuccherino in impianti decentralizzati

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Diffusione nell UE di un modello sostenibile per la produzione di bioetanolo di 1 a generazione dal sorgo zuccherino in impianti decentralizzati"

Transcript

1 Diffusione nell UE di un modello sostenibile per la produzione di bioetanolo di 1 a generazione dal sorgo zuccherino in impianti decentralizzati Pubblicazione elettronica 8 a edizione Luglio 2012

2 8 a edizione - Luglio 2012 Disponibile sui siti e getto SWEETHANOL : Il progetto Conferenza Internazionale!.. Siamo felici presentarvi la nostra ottava newsletter. In totale, verranno prodotte dieci newsletters che ogni attore di filiera interessato potrà ricevere gratuitamente registrandosi online al sito o contattando direttamente i partners di progetto! E anche possibile scaricare le precedenti newsletters dal sito web di progetto: Indice dei Contenuti: Il progetto SWEETHANOL Conferenza Internazionale Principali Argomenti della Conferenza Per chi si è perso le precedenti newsletters! Il progetto SWEETHANOL è cofinanziato dal programma IEE e ha come obiettivo la diffusione di un modello europeo sostenibile per produrre bioetanolo di prima generazione in impianti decentralizzati. Al progetto partecipano sei partners, dall Italia, dalla Spagna e dalla Grecia, ed il progetto, che ha una durata di 27 mesi, si concluderà in agosto 2012 (per maggiori informazioni sui partners di progetto vedi pagina 8). Conferenza Internazionale Il 27 giugno 2012 a Salonicco, in Grecia, si è tenuta la Conferenza Internazionale del progetto SWEETHANOL In questa occasione i partecipanti hanno avuto modo di: essere aggiornati sulla situazione attuale relativa alla produzione di bioetanolo in Europa ed in dettaglio in Italia, Spagna e Grecia; essere informati sull utilizzo del sorgo zuccherino per ottenere bioetanolo, focalizzando l attenzione sul processo produttivo e sulla sostenibilità; apprendere le potenzialità del sorgo zuccherino per la produzione del bioetanolo (rese, tecniche agronomiche, vantaggi e svantaggi); conoscere il modello di filiera sviluppato per l UE nel contesto del progetto SWEETHANOL, utilizzando solo il sorgo zuccherino oppure alternando il sorgo zuccherino ad altri substrati complementari; confrontarsi con gli operatori del settore sulle modalità suggerite per l avvio della produzione di bioetanolo. Questa newsletter costituisce una visione d insieme della Conferenza Internazionale. pagina. 2

3 8 a edizione - Luglio 2012 Conferenza Internazionale Diffusione di un modello sostenibile per la produzione nell UE di bioetanolo di 1 a generazione dal sorgo zuccherino in impianti decentralizzati Data: 27/06/2012 Sede: Anfiteatro della CAMERA TECNICA DELLA GRECIA, SEZIONE DELLA MACEDONIA CENTRALE Μ. Alexandrou 49, Salonicco, Grecia Organizzata da: ANATOLIKI S.A. AGENZIA PER LO SVILUPPO DELLE AUTORITÀ LOCALI DELLA REGIONE ORIENTALE DI SALONICCO Agenzia regionale per l energia della Macedonia Centrale (REACM) In collaborazione con UNIONE REGIONALE DELLE MUNICIPALITÀ DELLA MACEDONIA CENTRALE (RUCMM) CAMERA TECNICA DELLA GRECIA, SEZIONE DELLA MACEDONIA CENTRALE (TCG/SCM) AGENZIA PER LO SVILUPPO DI SALONICCO S.A. (ANETH) Evento organizzato nell ambito del progetto SWEETHANOL finanziato dal programma Intelligent Energy Europe della Commissione europea Programma della Conferenza 9:00-9:30 Registrazioni e caffè di benvenuto 9:30-10:00 Apertura dei lavori Simos Danilidis, Presidente di RUCMM, Anastasios Konaklidis, Presidente di TCG/SCM Panagiotis Daikoudis, Presidente di ANETH, Georgios Kougiamis, Presidente di ANATOLIKI S.A. 10:20-10:40 La strategia nazionale per promuovere l utilizzo del bioetanolo come biocarburante Zacharopoulos Athanasios, MINISTERO GRECO DELL AMBIENTE, DELL ENERGIA E DEI CAMBIAMENTI CLIMATICI 10:40-11:00 Il progetto SWEETHANOL, la situazione attuale in Europa sulla produzione di bioetanolo ed il modello sviluppato per la Grecia nell ambito del progetto SWEETHANOL Kostas Konstantinou, PhD in Ingegneria Meccanica e Manager REACM, Irene Tsakiridou, Ingegnere Meccanico REACM/ANATOLIKI SA, Grecia 11:00-11:20 La coltivazione del sorgo zuccherino in Grecia alla scala pilota: benefici e rese produttive Athanasios Mpartzios, HALASTRA COOP, Grecia 11:20-11:40 La situazione in Italia in merito alla produzione di bioetanolo ed il modello sviluppato per l Italia nell ambito del progetto SWEETHANOL: aspetti tecnici, ambientali ed economici Alessia Vecchiet Biologa e Ricercatrice CETA, Italia 11:40-12:00 La produzione del bioetanolo in Spagna (situazione attuale, materie prime e tecnologie 12:00-12:20 Coffee Break applicate) Descrizione del modello sviluppato nell ambito del progetto SWEETHANOL per produrre bioetanolo dal sorgo zuccherino e da altri substrati complementari Oscar Leon, Consulente Scientifico CARTIF, Spagna 12:20-12:40 La pianificazione energetica locale attraverso le applicazioni del modello di filiera corta Michela Pin, Area Manager Ambiente CETA, Italia 12:40-13:00 La visione degli agricoltori rispetto alla produzione di biocarburanti Luisa Daidone, Manager Tecnico INIPA, Italia 13:00-13:20 Studi per la diffusione del sorgo zuccherino in Spagna Maria Hernando Sanz, Ricercatore Junior, ADABE, Spagna 13:20-13:40 La conversione del sorgo zuccherino in bioetanolo: processo produttivo e sostenibilità 13:40-14:15 Dibattito pagina 3 Stella Bezergianni, PhD in Ingegneria Chimica e Ricercatrice CERTH/CPERI, Grecia

4 8a edizione - Luglio 2012 Breve descrizione delle relazioni della Conferenza Zacharopoulos Athanasios del Ministero Greco dell Ambiente, dell Energia e dei Cambiamenti Climatici ha presentato la situazione attuale della produzione dei biocarburanti e le misure di politica energetica nel settore del bioetanolo. Tsakiridou Irene di REACM/ANATOLIKI S.A. ha esposto i dettagli relativi agli obiettivi ed alle attività del progetto SWEETHANOL, i risultati ed i prodotti del progetto, lo stato attuale in Europa e nel mondo della produzione di bioetanolo e le potenziali applicazioni del modello sviluppato nel progetto SWEETHANOL in Grecia. Successivamente, Athanasios Bartzios della Cooperativa Agricola di Halastra ha presentato i vantaggi offerti dalla coltivazione del sorgo zuccherino, se confrontata con altre colture alcoligene, ed i risultati della coltivazione alla scala pilota condotta nella Macedonia Centrale. Alessia Vecchiet e Michela Pin di CETA hanno descritto la situazione attuale in Italia relativa alla produzione del bioetanolo, il modello sviluppato nel progetto SWEETHANOL contestualizzato all Italia e le potenziali ricadute del modello di filiera corta sulla pianificazione energetica locale. Oscar Leon per CARTIF ha esposto i modelli attualmente applicati nel mondo per la produzione del bioetanolo e le relative colture alcoligene utilizzate e ha riferito in merito ad un modello, sviluppato nel contesto del progetto SWEETHANOL, per utilizzare due colture complementari per produrre il bioetanolo (sorgo zuccherino e barbabietola da zucchero). Luisa Daidone di INIPA/Coldiretti ha riferito in merito alla visione della produzione dei biocarburanti da parte degli agricoltori italiani; Maria Herdando Sanz ha riportato i dettagli relativi ad uno studio finalizzato a valutare la potenziale coltivazione del sorgo zuccherino in Spagna, riferendo le rese produttive attese e le aree vocate. Infine, Stella Bezergianni ha esposto i criteri di sostenibilità per la produzione dei biocarburanti ed i risultati di uno studio diretto a valutare la sostenibilità di alcune colture alcoligene, tra cui il sorgo zuccherino, che ha fornito una buona valutazione. Principali argomenti presentati in occasione della Conferenza Internazionale del progetto SWEETHANOL Produzione di Bioetanolo nel Mondo Rispetto ad USA e Brasile, l UE è un modesto produttore di bioetanolo. Gli USA detengono la prima posizione con 53 miliardi di litri nel 2011, seguiti dal Brasile con 21,1 miliardi di litri; l UE si colloca al terzo posto con 4,4 miliardi di litri. pagina 4 Paese USA Brasile UE Cina Canada Asia (senza China) Sud America (senza Brasile) America Centrale Australia Africa Altri MONDO Produzione di bioetanolo in milioni di litri. Fonte: F.O. Licht in Renewable Fuels Association, Ethanol Industry Outlook reports. Disponibile su Attualmente nel mondo sono applicati soprattutto due modelli produttivi: A) il modello brasiliano (produzione dalla canna da zucchero) e B) il modello statunitense (bioetanolo dalla granella dei cereali). Insieme Brasile ed USA producono l 87% del bioetanolo mondiale e hanno esportato i loro modelli produttivi in altri Paesi: - Il modello brasiliano è stato esportato in America Latina ad esempio è usato in Colombia e Perù - Il modello statunitense è stato esportato in Europa ad esempio è usato in Spagna, Belgio, Germania. Alcuni Paesi, infine, utilizzano la barbabietola da zucchero (Francia, Regno Unito). Produzione europea di bioetanolo Gli impianti sono localizzati soprattutto in Francia, Germania, Spagna, Benelux, Regno Unito e Polonia. Nel periodo la capacità produttiva installata è stata utilizzata circa per il 60%. Una delle motivazioni per tale sottoutilizzo va ricercata negli alti prezzi della granella, registrati nel 2007 e 2008 soprattutto per il grano. Un altra ragione è attribuibile alla maggiore competitività del bioetanolo importato dal Brasile. Nel 2009 Austria e Svezia hanno più che raddoppiato la loro produzione interna (Austria +102%, Svezia +124%), ponendosi rispettivamente al quarto e quinto posto tra i produttori europei.

5 8th issue - July 2012 Nella seguente tabella sono riportate le produzioni di biomassa e bioetanolo da sei differenti materie prime. Coltura Produzione (kg/ha) Conversione (kg/l di etanolo) Productività (l/ha) Grano ,6 653 Mais , Barbabietola (fresca) 12, Residui ,0 453 vitivinicoltura Topinambur (fresca) 12, Sorgo (secca) 4, Il sorgo ed il topinambur hanno alte rese in bioetanolo ed in sottoprodotti, che possono essere utilizzati per la generazione di calore (riduzione del costo di produzione). Questo aspetto costituisce un vantaggio rispetto ad altre colture, come ad esempio la barbabietola ed il grano. Bioetanolo come biocarburante Fonte: anno 2009 Il bioetanolo nell UE è utilizzato principalmente come miscela E10. La miscela E10 contiene etanolo al 10% in volume (v/v) e benzina per il restante 90%. In alcuni Paesi, tra cui USA e Brasile, da alcuni anni il bioetanolo è distribuito in miscela E85 (85% v/v di etanolo e 15% v/v di benzina), che è utilizzata nei veicoli denominati FFV ( Flexible Fuel Vehicles ). I veicoli FFV sono veramente flessibili, in quanto possono essere alimentati indifferentemente con benzina o con qualunque miscela di etanolo fino ad una concentrazione massima dell 85% (E85). Le case costruttrici permettono l impiego della miscela E10 per la maggiorparte dei veicoli progettati per funzionare a benzina. Invece in Europa gli unici veicoli FFV immessi in commercio sono riportati nella seguente tabella. Paese Austria Belgio e Lussemburgo Danimarca Francia Germania Irlanda Italia Paesi Bassi Polonia Spagna Svezia Svizzera Regno Unito Scenario per il bioetanolo in Spagna pagina 5 Marchi che commercializzano veicoli FFV Ford, Renault, Saab, Volvo Saab, Volvo Ford, Saab Cadillac, Citroen, Dacia, Ford, Hummer, Jeep, Lotus, Peugeot, Renault, Saab, Volvo Ford, Saab, Skoda, Volvo Citroen, Ford, Renault, Saab, Volvo Ford, Saab, Volvo Cadillac, Chrysler, Citroen, Dodge, Ford, Hummer, Mitsubishi, Peugeot, Saab, Volvo Ford Citroen, Ford, Peugeot, Renault, Saab, Volvo Audi, Cadillac, Chevrolet, Chrysler, Citroen, Dacia, Ford, Mitsubishi, Nissan, Peugeot, Renault, Saab, Seat, Skoda, Volvo VW Cadillac, Chevrolet, Chrysler, Citroen, Ford, Renault, Saab, Volvo Citroen, Ford, Renault, Saab, Volvo Su recepimento delle Direttive comunitarie in materia di promozione delle fonti rinnovabili, il Governo spagnolo ha steso il Piano d Azione Nazionale per le Fonti Rinnovabili (PANER), pubblicato il 30 giugno Questo documento è basato sulla Direttiva 2009/28/CE e fissa per la Spagna gli obiettivi del 20% e del 10% per i contributi delle fonti rinnovabili al 2020, rispettivamente per i consumi energetici totali e per quelli del settore dei trasporti. Lo sviluppo della normativa relativa alle attività energetiche è oggetto del RD 661/2007, dove è incluso anche il Piano nazionale per le fonti energetiche rinnovabili (PER). In Spagna il bioetanolo è prodotto principalmente dai cereali, dalla melassa, residuo della filiera saccarifera, e dai residui della filiera vitivinicola. Il know-how nel settore è in capo soprattutto ad Abengoa S.A.. Teoricamente la Spagna è il maggiore produttore di cereali, ma non c è una correlazione diretta tra la produzione di queste materie prime e la possibilità di implementare il modello.

6 8 a edizione Luglio 2012 Nella seguente tabella sono riportati i dettagli relativi agli impianti di bioetanolo presenti in Spagna. Denominazione Sito Provincia Prod. (t) Stato Albiex Villanueva de la Serena Badajoz In costruzione Ecobarcial Barcial del Barco Zamora In costruzione Sniace Biofuels Torrelavega Cantabria In costruzione Castilla & León Biofuels Babilafuente Salamanca In esercizio Bioethanol Castilla la Mancha Alcázar de San Juan Ciudad Real In esercizio Bioethanol Galicia Teixeiro A Coruña In esercizio Spanish Ecofuels Cartagena Murcia In esercizio Villarejo Bioethanol (sperimentale) Villarejo de Orbigo León 200 In esercizio Bio Europa 2 Puertollano Ciudad Real In progettazione Bioener Energy (EVE & Abengoa) Zierbana Vizcaya In progettazione Bioethanol DosBio 2010 (Miranda) Miranda de Ebro Burgos In progettazione Totale Scenario per il bioetanolo in Italia Ai sensi delle indicazioni della Direttiva 2009/28/CE nel giugno 2010 è stato pubblicato il Piano d Azione Nazionale per le fonti rinnovabili, in cui sono delineate le strategie del Paese per raggiungere gli obiettivi al Per quanto attiene al settore dei trasporti, il decreto legislativo n.28 del 3 marzo 2011 ha introdotto l obiettivo del 5,0% per l utilizzo delle fonti rinnovabili al Il decreto legislativo 55/2011 ha permesso di elevare la concentrazione di bioetanolo distribuita in miscela con la benzina (i.e. 10% v/v, miscela E10) e ha completato lo scenario introdotto dal d.lgs 28/2011 in merito alla sostenibilità dei biocarburanti. Le seguenti tabelle riportano i dettagli relativi agli impianti di bioetanolo presenti in Italia e le produzioni nel periodo Denominazione Sito Capacità (l/giorno) Materia prima utilizzata Gruppo Caviro Faenza - RA Residui della filiera vitivinicola Silcompa S.p.A. Correggio - RE Melassa e residui dell industria agro-alimentare I.M.A. Gruppo Bertolino Trapani Alcol grezzo importato Chemtex Italia S.p.A. Gruppo M&G (in costruzione) Crescentino VC t/y Residui colturali, colture energetiche da biomassa (canna comune) Anno Capacità produttiva (t) Produzione (t) Scenario per il bioetanolo in Grecia La Direttiva 2003/30/CE è stata recepita in Grecia dalla legge n del 13 dicembre 2005, Introduzione nel mercato greco dei biocarburanti e delle altre fonti rinnovabili, ed è stata modificata dall art. 55 della legge 3653/2008. Queste norme hanno definito la strategia nazionale della Grecia in materia di biocarburanti, che è stata finalizzata a raggiungere l obiettivo di incorporazione del 5,75% entro dicembre La legge 3851/2010 ha fissato gli obiettivi specifici al 2020 per la quota dei consumi elettrici dalle fonti rinnovabili (40%), per la quota dei consumi termici e per l efficienza energetica (20%) e per la quota del settore dei trasporti (10%). A 8 anni dall emanazione della Direttiva 2003/30/CE, in Grecia non vi sono ancora impianti di produzione di bioetanolo. Per effetto del quadro normativo vigente, la domanda è destinata ad aumentare e la costruzione di impianti potrebbe essere, dunque, imminente. Attualmente è in corso di sviluppo un piano per di armonizzazione del quadro istituzionale, in dettaglio per quanto concerne la legge n. 3054/2002, su recepimento delle Direttive 2009/28/CE e 2009/30/CE. pagina 6

7 8 a edizione - Luglio 2012 Visita il sito del progetto Sweethanol e la ESSE community per essere aggiornato su articoli recenti e visiona i 6 video che sono stati registrati nel corso dei viaggi realizzati in India, Spagna e Perù, contenenti anche le interviste a differenti stakeholders e le conclusioni sulle esperienze dei viaggi. Sei partner da 3 Paesi (Italia, Spagna & Grecia) si sono uniti nell ambito di questo progetto per selezionare, valutare e divulgare informazioni sulla produzione del bioetanolo dal sorgo zuccherino. Con questa newsletter vogliamo tenervi informati sul progresso del nostro lavoro. Partners di progetto Dall Italia CETA Centro di Ecologia Teorica ed Applicata, Gorizia (www.ceta.ts.it) INIPA-COLDIRETTI, Roma (www.coldiretti.it) Dalla Spagna Fondazione CARTIF - Boecillo, Valladolid, (www.cartif.com) ADABE (Associazione per la diffusione dell uso della biomassa in Spagna), Madrid (www.adabe.net) Dalla Grecia ANATOLIKI S.A/ REACM Agenzia per lo Sviluppo delle autorità locali di Thessaloniki est / Agenzia Regionale per l Energia della Macedonia Centrale, Thermi (www.anatoliki.gr), HALASTRA COOP (Cooperativa agricola di Halastra), Halastra (www.asachalastras.gr) (www.asachalastras.gr)

Diffusione nell UE di un modello sostenibile per la produzione di bioetanolo di 1 generazione dal sorgo zuccherino in impianti decentralizzati

Diffusione nell UE di un modello sostenibile per la produzione di bioetanolo di 1 generazione dal sorgo zuccherino in impianti decentralizzati Diffusione nell UE di un modello sostenibile per la produzione di bioetanolo di 1 generazione dal sorgo zuccherino in impianti decentralizzati Pubblicazione elettronica 3 edizione - Novembre 2011 . 3 edizione

Dettagli

Diffusione nell UE di un modello sostenibile per la produzione di bioetanolo di 1 generazione dal sorgo zuccherino in impianti decentralizzati

Diffusione nell UE di un modello sostenibile per la produzione di bioetanolo di 1 generazione dal sorgo zuccherino in impianti decentralizzati Diffusione nell UE di un modello sostenibile per la produzione di bioetanolo di 1 generazione dal sorgo zuccherino in impianti decentralizzati Pubblicazione elettronica edizione - Settembre 011 edizione

Dettagli

Diffusione di un modello Europeo sostenibile per la produzione di bioetanolo di 1 a generazione dal Sorgo Zuccherino in impianti decentralizzati

Diffusione di un modello Europeo sostenibile per la produzione di bioetanolo di 1 a generazione dal Sorgo Zuccherino in impianti decentralizzati j1 Diffusione di un modello Europeo sostenibile per la produzione di bioetanolo di 1 a generazione dal Sorgo Zuccherino in impianti decentralizzati Diapositiva 1 j1 jgugu; 28/09/2010 INTRODUZIONE AL PROGETTO

Dettagli

Diffusione nell UE di un modello sostenibile per la produzione di bioetanolo di I a generazione dal sorgo zuccherino in impianti decentralizzati

Diffusione nell UE di un modello sostenibile per la produzione di bioetanolo di I a generazione dal sorgo zuccherino in impianti decentralizzati Diffusione nell UE di un modello sostenibile per la produzione di bioetanolo di I a generazione dal sorgo zuccherino in impianti decentralizzati Workshops nazionali di discussione 15 giugno 2011, Torino

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

Il mercato internazionale dei prodotti biologici

Il mercato internazionale dei prodotti biologici Marzo 2014 Il mercato internazionale dei prodotti biologici In sintesi Il presente Report sintetizza i principali dati internazionali diffusi di recente in occasione della Fiera Biofach di Norimberga.

Dettagli

Editore Poligrafiche San Marco S.a.s. Via Fermi 29 34071 Cormons (Gorizia) - Italy Tel. +39 0481 630750, fax +39 0481 60691

Editore Poligrafiche San Marco S.a.s. Via Fermi 29 34071 Cormons (Gorizia) - Italy Tel. +39 0481 630750, fax +39 0481 60691 Editore Poligrafiche San Marco S.a.s. Via Fermi 29 34071 Cormons (Gorizia) - Italy Tel. +39 0481 630750, fax +39 0481 60691 Layout C.E.T.A. http://www.ceta.ts.it Foto in copertina: C.E.T.A. http://sweethanol.eu

Dettagli

Le rinnovabili in cifre

Le rinnovabili in cifre Le rinnovabili in cifre (Febbraio 2004) Le energie rinnovabili - il vento, l acqua, la biomassa, il sole e l energia geotermica costituiscono un enorme potenziale per la tutela del clima. Il nuovo Jahrbuch

Dettagli

PRO.E.SA Technology. Il Bioetanolo da Biomassa Lignocellulosica e lo sviluppo di un progetto industriale

PRO.E.SA Technology. Il Bioetanolo da Biomassa Lignocellulosica e lo sviluppo di un progetto industriale PRO.E.SA Technology Il Bioetanolo da Biomassa Lignocellulosica e lo sviluppo di un progetto industriale Sandro Cobror, Firenze 19 maggio 2011 M&G. Alcuni dati Presenza Globale : 12 impianti nel mondo Fatturato:

Dettagli

REGIONE ABRUZZO/ARAEN

REGIONE ABRUZZO/ARAEN / IEE BIOGAS REGIONS Seminario per tecnici e consulenti SEE Sustainable Energy Europe CAMPAGNA ENERGIA SOSTENIBILE PER L EUROPA 2005-2008 Energia sostenibile per l'europa è un'iniziativa della Commissione

Dettagli

L ENERGIA E IL FUTURO: IL FUTURO DELL ENERGIA

L ENERGIA E IL FUTURO: IL FUTURO DELL ENERGIA L ENERGIA E IL FUTURO: IL FUTURO DELL ENERGIA Prospettive di sviluppo delle energie rinnovabili per la produzione di energia elettrica. Opportunità per il sistema industriale nazionale. Intervento di Annalisa

Dettagli

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità.

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. K I W I DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. in sintesi Superficie mondiale di kiwi: 160.000 ettari Produzione mondiale di kiwi: 1,3

Dettagli

5. SETTORE TRASPORTI 158

5. SETTORE TRASPORTI 158 158 5. SETTORE TRASPORTI 5.1. Biocarburanti 159 5.1.1. Definizioni e metodo L impiego di fonti rinnovabili nel settore Trasporti in Italia consiste nell immissione in consumo di biocarburanti (biodiesel,

Dettagli

UNA RISPOSTA SOSTENIBILE.

UNA RISPOSTA SOSTENIBILE. Biocarburanti di 2 a generazione: UNA RISPOSTA SOSTENIBILE. Ing. Giuseppe Fano M&G - Corporate Director Milano, 5 Luglio 2011 M&G : DA OLTRE 50 ANNI IMMAGINIAMO IL FUTURO Azienda chimica multinazionale

Dettagli

Mela Media globale dell impronta dell acqua per una mela di 100 grammi: 70 litri d acqua. Impronta dell acqua di un bicchiere di succo di mela di 200

Mela Media globale dell impronta dell acqua per una mela di 100 grammi: 70 litri d acqua. Impronta dell acqua di un bicchiere di succo di mela di 200 Mela Media globale dell impronta dell acqua per una mela di 100 grammi: 70 litri d acqua. Impronta dell acqua di un bicchiere di succo di mela di 200 ml: 190 litri d acqua. Orzo Media globale dell impronta

Dettagli

Le opportunità di un mondo che cresce

Le opportunità di un mondo che cresce UNIONCAMERE EMILIA-ROMAGNA TEMPORARY EXPORT MANAGER 2014 Le opportunità di un mondo che cresce Camera di Commercio di Ravenna 26 marzo 2014 Dentro il tunnel Partire dai numeri nonostante quanto si dice

Dettagli

Indice. Il mercato internazionale dei cereali: tendenze e prospettive per l Italia. Premessa 14/10/2010

Indice. Il mercato internazionale dei cereali: tendenze e prospettive per l Italia. Premessa 14/10/2010 Il mercato internazionale dei cereali: tendenze e prospettive per l Italia Grano Italia, Bologna 30 settembre - 1 ottobre 2010 Aula Magna della Facoltà di Agraria Prof. Gabriele Canali SMEA, Alta Scuola

Dettagli

Progetto Kyoto Linea Scenari e Politiche Politecnico di Milano, DIIAR sez. Ambientale

Progetto Kyoto Linea Scenari e Politiche Politecnico di Milano, DIIAR sez. Ambientale Progetto Kyoto Linea Scenari e Politiche Politecnico di Milano, DIIAR sez. Ambientale III anno Politiche tecnologiche dirette: Biocombustibili (M.Giugliano, S.Caserini, C.Scacchi) Politiche tecnologiche

Dettagli

Biocarburanti: un alternativa sostenibile?

Biocarburanti: un alternativa sostenibile? Biocarburanti: un alternativa sostenibile? Annalisa Zezza Istituto Nazionale di Economia Agraria zezza@inea.it Torvergata Roma 27 NOVEMBRE 2008 Il contesto aumento del prezzo dell energia e della dipendenza

Dettagli

Nuovi lavori, nuova occupazione: la green economy energetica

Nuovi lavori, nuova occupazione: la green economy energetica Osservatorio Energia Nuovi lavori, nuova occupazione: la green economy energetica L impatto della nuova politica energetica europea sulla crescita economica e l occupazione in Italia Giuseppe Travaglini

Dettagli

c o m u n i c a t o s t a m p a

c o m u n i c a t o s t a m p a c o m u n i c a t o s t a m p a Unioncamere, made in Italy: 59mila marchi e 44mila brevetti depositati in 12 anni Roma 11 maggio 2012 Prodotti di largo consumo, sistema moda, dispositivi elettronici, elettrici,

Dettagli

CONVERSIONE TERMOCHIMICA

CONVERSIONE TERMOCHIMICA CONVERSIONE TERMOCHIMICA PIROLISI La pirolisi si può svolgere secondo diverse modalità: Carbonizzazione a temperature tra 300 C e 500 C Pirolisi convenzionale a temperature inferiori a 600 C Fast pirolisi

Dettagli

La riforma della PAC per il post 2013: principali cambiamenti e possibili impatti

La riforma della PAC per il post 2013: principali cambiamenti e possibili impatti La riforma della PAC per il post 2013: principali cambiamenti e possibili impatti Università di Bologna 17 maggio, 2013 I temi di approfondimento Il percorso di riforma Gli obiettivi e lo scenario economico

Dettagli

Con il termine trasporto si indica il movimento di persone e di merci da un luogo ad un altro Questo termine viene anche usato per individuare tutto

Con il termine trasporto si indica il movimento di persone e di merci da un luogo ad un altro Questo termine viene anche usato per individuare tutto Con il termine trasporto si indica il movimento di persone e di merci da un luogo ad un altro Questo termine viene anche usato per individuare tutto ciò che riguarda la circolazione tramite diverse sistemi

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

REGIONE ABRUZZO/ARAEN

REGIONE ABRUZZO/ARAEN / Dott. Ing. Alessandra Santini SEE Sustainable Energy Europe CAMPAGNA ENERGIA SOSTENIBILE PER L EUROPA Energia sostenibile per l'europa è un'iniziativa della Commissione europea varata nel quadro del

Dettagli

Il mais nel mercato globale e nazionale Luca Rossetto

Il mais nel mercato globale e nazionale Luca Rossetto Il mais nel mercato globale e nazionale Luca Rossetto Università degli Studi di Padova Dipartimento Tesaf Il mercato Il quadro internazionale L Unione Europea La situazione italiana Riflessioni Mercato

Dettagli

è Conoscenza più Servizio più Prodotti

è Conoscenza più Servizio più Prodotti è Conoscenza più Servizio più Prodotti Regolazione e controllo del vapore e dei fluidi industriali CONOSCENZA Quasi un secolo di esperienza a disposizione dei clienti 35 centri di formazione ed addestramento

Dettagli

Dalla natura il carburante pulito: il bioetanolo di seconda generazione

Dalla natura il carburante pulito: il bioetanolo di seconda generazione Dalla natura il carburante pulito: il bioetanolo di seconda generazione Giuseppe Fano Corporate Director, External Relations M&G : Alcuni numeri Azienda chimica multinazionale di proprietà della famiglia

Dettagli

IL PROGETTO emarketservices

IL PROGETTO emarketservices Centro Studi SCiNT IL PROGETTO emarketservices Otranto, 14 giugno 2003 emarket Services Italia 5^modulo d.ssa S. Mussolino (ICE) Scaletta intervento 1. Cos è il progetto emarket Services 2. Ruolo degli

Dettagli

Attività di R&S nell ambito del settore agricolo

Attività di R&S nell ambito del settore agricolo Attività di R&S nell ambito del settore agricolo Gianluca Carboni, Adriana Virdis La Ricerca Scientifica nel settore della produzione di energia da biomasse in Sardegna Cagliari, 25 novembre 2008 La struttura

Dettagli

biofuel cities biofuel cities biofuel cities

biofuel cities biofuel cities biofuel cities I T A L I A N O biofuel cities A European Partnership biofuel cities biofuel cities www.biofuel-cities.eu Biofuel Cities Il progetto in breve www.freefoto.com Biofuel Cities è un progetto triennale (2006-2009)

Dettagli

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale Dossier Ottobre 2012 A cura di Panorama competitivo del turismo internazionale nel mondo

Dettagli

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE 8 luglio 2013 Anno 2012 OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE Nel 2012 gli operatori che hanno effettuato vendite di beni all estero sono 207.920, in lieve aumento (+0,3%) rispetto al 2011. Al netto dei

Dettagli

La riforma della PAC per il post 2013: principali cambiamenti e possibili impatti

La riforma della PAC per il post 2013: principali cambiamenti e possibili impatti La riforma della PAC per il post 2013: principali cambiamenti e possibili impatti DENIS PANTINI Responsabile Area Agricoltura e Industria Alimentare 5 aprile 2013 I temi di approfondimento Il percorso

Dettagli

I FLUSSI DI ESPORTAZIONE DEL COMPARTO AGROALIMENTARE ITALIANO. Milano, 6 ottobre 2015

I FLUSSI DI ESPORTAZIONE DEL COMPARTO AGROALIMENTARE ITALIANO. Milano, 6 ottobre 2015 I FLUSSI DI ESPORTAZIONE DEL COMPARTO AGROALIMENTARE ITALIANO Milano, 6 ottobre 2015 INFORMAZIONI GENERALI Export Il settore agroalimentare ha continuato a registrare negli ultimi anni una costante crescita

Dettagli

Accedere alle opportunitàdi finanziamento: migliorare la competitività e l impatto economico e accrescere la sostenibilità del TPL con i biocarburanti

Accedere alle opportunitàdi finanziamento: migliorare la competitività e l impatto economico e accrescere la sostenibilità del TPL con i biocarburanti Accedere alle opportunitàdi finanziamento: migliorare la competitività e l impatto economico e accrescere la sostenibilità del TPL con i biocarburanti Relatori: Dr. Luigi ZANIN Dr. Andrea BALLARIN U.P.

Dettagli

Gli strumenti per lo sviluppo delle biomasse in Italia. Norme, incentivi, iter autorizzativi, contrattualistica

Gli strumenti per lo sviluppo delle biomasse in Italia. Norme, incentivi, iter autorizzativi, contrattualistica Roma, 23 Settembre 2010 Gli strumenti per lo sviluppo delle biomasse in Italia. Norme, incentivi, iter autorizzativi, contrattualistica Dott.ssa M.R. Di Somma Assocostieri è l associazione italiana della

Dettagli

Workshop Fonti Rinnovabili

Workshop Fonti Rinnovabili Workshop Fonti Rinnovabili Rinnovabili: vecchi vizi e nuove virtù. Una generazione sempre più al verde? Centro Studi SAFE Auditorium GSE Roma, 23 luglio 2012 Agenda Le rinnovabili nel mondo: quadro attuale

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA:BIOPOWER

PRODUZIONE DI ENERGIA:BIOPOWER LE BIOMASSE Le biomasse sono le materie prime rinnovabili capaci di produrre energia che si ottengono sia dagli scarti che dai residui delle attività agricole, zootecniche e forestali. PRODUZIONE DI ENERGIA:BIOPOWER

Dettagli

Mais & Soia. Mais (fonte WASDE) Soia (fonte WASDE)

Mais & Soia. Mais (fonte WASDE) Soia (fonte WASDE) Mais & Soia Mais (fonte WASDE) Dati previsionali per 2015-16 Panorama mondiale e USA % Produzione ed Export Soia (fonte WASDE) Dati previsionali per 2015-16 Panorama mondiale e USA % Produzione ed Export

Dettagli

Le bioenergie come strumento di multifunzionalità dell azienda vitivinicola: un esempio di applicazione in Valpolicella

Le bioenergie come strumento di multifunzionalità dell azienda vitivinicola: un esempio di applicazione in Valpolicella Le bioenergie come strumento di multifunzionalità dell azienda vitivinicola: un esempio di applicazione in Valpolicella Temi La struttura del mercato energetico La questione ambientale come vincolo al

Dettagli

Proposte per un Piano Nazionale per le biomasse e la bioenergia

Proposte per un Piano Nazionale per le biomasse e la bioenergia Scenario Sostenibilità: l Autonomia Energetica dell Alto Tevere Città di Castello, 14 ottobre 2006 Proposte per un Piano Nazionale per le biomasse e la bioenergia Vittorio Bartolelli ITABIA Italian Biomass

Dettagli

Gli acquisti domestici di prodotti biologici confezionati in Italia nella GDO

Gli acquisti domestici di prodotti biologici confezionati in Italia nella GDO Maggio 2012 In sintesi Il quadro internazionale dell agricoltura biologica Nel 2010, secondo gli ultimi dati disponibili, l agricoltura biologica a livello mondiale ha sostanzialmente confermato l estensione

Dettagli

RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO E AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO

RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO E AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO IT IT IT COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 10.11.2010 COM(2010) 655 definitivo RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO E AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO Monitoraggio delle

Dettagli

Bioenergie: la sfida dell Italia tra ricerca, imprenditoria e policy Roma, 2 Ottobre 2008

Bioenergie: la sfida dell Italia tra ricerca, imprenditoria e policy Roma, 2 Ottobre 2008 Bioenergie: la sfida dell Italia tra ricerca, imprenditoria e policy Roma, 2 Ottobre 2008 Side Event Tecnologia e ricerca nel settore bioenergie Giuseppe Caserta ITABIA, BIOFUELS Italia Premessa Una parte

Dettagli

Deforestazione: i consumi nell UE tra i maggiori responsabili

Deforestazione: i consumi nell UE tra i maggiori responsabili Deforestazione: i consumi nell UE tra i maggiori responsabili Tra il 1990 e il 2008 le importazioni ed i consumi dell Europa hanno contribuito alla deforestazione di 9 milioni di ettari (una superficie

Dettagli

LABORATORIO DIDATTICO SULL INNOVAZIONE ECO-SOSTENIBILE NELLE FILIERE AGRO-ALIMENTARI IN REGIONE CALABRIA PRESENTAZIONE DELLE ATTIVITÀ

LABORATORIO DIDATTICO SULL INNOVAZIONE ECO-SOSTENIBILE NELLE FILIERE AGRO-ALIMENTARI IN REGIONE CALABRIA PRESENTAZIONE DELLE ATTIVITÀ LUNEDÌ 29 GIUGNO 2015 ORE 10:00 LABORATORIO DIDATTICO SULL INNOVAZIONE ECO-SOSTENIBILE NELLE FILIERE AGRO-ALIMENTARI IN REGIONE CALABRIA PRESENTAZIONE DELLE ATTIVITÀ www.algencal.it PROGETTO DI UN SISTEMA

Dettagli

Risorse idriche globali e alimentazione

Risorse idriche globali e alimentazione Risorse idriche globali e alimentazione sfide per il futuro Guido Santini FAO Land and Water Division ACQUA 2.0 - II EDIZIONE, Roma, 27 Marzo 2014 Introduzione Quadro diagnostico: Panoramica sulle risorse

Dettagli

Caffè Scienza. Biocarburanti: energia sostenibile? (Dott. Andrea Rossi, Università di Siena & Ecofys)

Caffè Scienza. Biocarburanti: energia sostenibile? (Dott. Andrea Rossi, Università di Siena & Ecofys) Caffè Scienza Biocarburanti: energia sostenibile? (Dott. Andrea Rossi, Università di Siena & Ecofys) Roma, 16/12/2008 Obiettivi delle politiche per i biocarburanti Mitigazione dei cambiamenti climatici

Dettagli

LE BIOMASSE PER L ENERGIA

LE BIOMASSE PER L ENERGIA Aula Magna dell Istituto Tecnico Agrario Statale F.lli Navarra Martedì 12 Aprile 2011 LE SPERIMENTAZIONI SUL CAMPO DI AGRIUNIFE: RICERCHE APPLICATE ALL AGRICOLTURA ING. ANNA VACCARI DI COSA PARLEREMO Il

Dettagli

L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita

L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita Facoltàdi Economia, Università degli studi di Trento 19 novembre 2009 Anagni, Istituto Tecnico Commerciale G. Marconi IL MONDO E CAMBIATO

Dettagli

Biogas e biometano: la scelta dell impianto giusto

Biogas e biometano: la scelta dell impianto giusto Biogas e biometano: quale dei due? Impianti e territori della Green Economy Milano, 28 ottobre 2011 Biogas e biometano: la scelta dell impianto giusto Sergio Piccinini Centro Ricerche Produzioni Animali

Dettagli

Sergio Marini (Presidente Coldiretti)

Sergio Marini (Presidente Coldiretti) Venezia, 17 aprile 2008 Forum Internazionale DOMANI ENERGIA Quarta edizione Sergio Marini (Presidente Coldiretti) 1 Coldiretti ha affrontato la questione energetica partendo da quei fenomeni che destano

Dettagli

Programma di Azione AIPO ai sensi del Reg. CE 867/2008 modificato dal Reg. UE 1220/2011

Programma di Azione AIPO ai sensi del Reg. CE 867/2008 modificato dal Reg. UE 1220/2011 Programma di Azione AIPO ai sensi del Reg. CE 867/2008 modificato dal Reg. UE 1220/2011 Campagna finanziata dall Unione Europea e dall Italia Chi siamo AIPO è un Unione Nazionale di Associazioni provinciali

Dettagli

Problematiche dell utilizzo di biocarburanti nei motori

Problematiche dell utilizzo di biocarburanti nei motori Bioetanolo: dalla produzione all utilizz Centro Studi l Uomo e l Ambient Padova 200 Problematiche dell utilizzo di biocarburanti nei motori Rodolfo Taccani, Robert Radu taccani@units.it, rradu@units.it

Dettagli

L INTERSCAMBIO DI PRODOTTI AGROALIMENTARI TRA I PAESI AGRONET : STATO DELL ARTE, TREND E PROSPETTIVE FUTURE

L INTERSCAMBIO DI PRODOTTI AGROALIMENTARI TRA I PAESI AGRONET : STATO DELL ARTE, TREND E PROSPETTIVE FUTURE L INTERSCAMBIO DI PRODOTTI AGROALIMENTARI TRA I PAESI AGRONET : STATO DELL ARTE, TREND E PROSPETTIVE FUTURE Direttore Area Agricoltura e Industria alimentare Nomisma spa I TEMI DI APPROFONDIMENTO Gli scambi

Dettagli

Newsletter del Network E r

Newsletter del Network E r Newsletter del Network E r Num. 9 Agosto Dicembre 2011 Indice 1. Aggiornamenti dalle CCIAA 2. Aggiornamenti dalle CCIE Italiane all Estero 3. Altre informazioni 4. Piccola rassegna stampa 5. Bibliografia

Dettagli

Crescentino Green Revolution

Crescentino Green Revolution Crescentino Green Revolution Crescentino, la Green Revolution è qui Lo stabilimento di Crescentino, in provincia di Vercelli, è il primo al mondo progettato e realizzato per produrre bioetanolo da residui

Dettagli

PERCHE'? Le agroenergie secondo la 3A (e secondo l'europa)

PERCHE'? Le agroenergie secondo la 3A (e secondo l'europa) Le agroenergie secondo la 3A (e secondo l'europa) Le agroenergie costituiscono per le aziende agricole italiane una occasione storica, soprattutto adesso che il settore è afflitto dalla peggiore crisi

Dettagli

Il mercato internazionale dei biocarburanti e le ricadute sul settore food e no-food. Roberto Jodice

Il mercato internazionale dei biocarburanti e le ricadute sul settore food e no-food. Roberto Jodice COLDIRETTI RIMINI 9 Novembre 2007 Il mercato internazionale dei biocarburanti e le ricadute sul settore food e no-food Roberto Jodice C.E.T.A. Centro di Ecologia Teorica ed Applicata Gorizia LA PRODUZIONE

Dettagli

Esperienze di utilizzo del bioetanolo per la produzione di energia

Esperienze di utilizzo del bioetanolo per la produzione di energia LA BIOLOGIA incontra L ECONOMIA Workshop 2- Impiego delle biomasse per la produzione di energie alternative tecnologie e valutazioni tecnico economiche Esperienze di utilizzo del bioetanolo per la produzione

Dettagli

Competitività e ricambio generazionale: descrizione delle misure

Competitività e ricambio generazionale: descrizione delle misure Misura 4 - Investimenti materiali (art. 17) La misura punta al miglioramento delle prestazioni economiche e ambientali delle aziende agricole e delle imprese rurali Finalità: rendere più efficiente il

Dettagli

E2BEBIS Environmental and Economic Benefits from Blochar clusters in the Central Area

E2BEBIS Environmental and Economic Benefits from Blochar clusters in the Central Area E2BEBIS Environmental and Economic Benefits from Blochar clusters in the Central Area Protagonisti del cluster e caratteristiche BIOMASSA IN INGRESSO Imprese e produttori di biomassa (legno, residui agricoli,

Dettagli

Scuola Secondaria Palmariggi IC Muro Leccese (LE)

Scuola Secondaria Palmariggi IC Muro Leccese (LE) Disponibilità di acqua sulla terra Del 2,5% di acqua disponibile, l 1,5% è imprigionata in ghiacciai, nevi perenni o è sotterranea Possiamo utilizzare solo l 1% dell acqua presente sulla terra L'UTILIZZO

Dettagli

Convegno Ener.Loc. Energia, Enti Locali ed Ambiente

Convegno Ener.Loc. Energia, Enti Locali ed Ambiente Convegno Ener.Loc. Energia, Enti Locali ed Ambiente L ottimizzazione degli acquisti energetici degli enti locali ed il ruolo di Consip Danilo Broggi Amministratore Delegato Consip S.p.A. Roma, 30 ottobre

Dettagli

ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO

ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO Roma 30 luglio 2014 INDICE DEI CONTENUTI Il turismo in Italia: gli andamenti recenti. Il turismo in Italia: i primi risultati 2014. Le previsioni

Dettagli

Che cos è l impresa simulata?

Che cos è l impresa simulata? Che cos è l impresa simulata? E una metodologia didattica che intende riprodurre all interno di un corso di studi il concreto modo di operare di un azienda negli aspetti che riguardano: l organizzazione

Dettagli

Cenni introduttivi alle tecnologie per la generazione di energia a piccola e media scala David Chiaramonti CREAR/RE-CORD University of Florence

Cenni introduttivi alle tecnologie per la generazione di energia a piccola e media scala David Chiaramonti CREAR/RE-CORD University of Florence Cenni introduttivi alle tecnologie per la generazione di energia a piccola e media scala CREAR/RE-CORD University of Florence Sommario Introduzione alla giornata di studio Le Bioenergie: stato in EU Italia:

Dettagli

UNIONE PRODUTTORI BIODIESEL. Tortona, 7 Marzo 2008

UNIONE PRODUTTORI BIODIESEL. Tortona, 7 Marzo 2008 UNIONE PRODUTTORI BIODIESEL Tortona, 7 Marzo 2008 ASSOCOSTIERI Unione Produttori Biodiesel E l unica Associazione di Confindustria che rappresenta le aziende nazionali produttrici di biodiesel e relativa

Dettagli

ANCE Sicilia Smobilizzo crediti con le PP.AA. Ristrutturazione del debito Sistema di Gestione Resp. Amministrativa Il Gruppo Atradius

ANCE Sicilia Smobilizzo crediti con le PP.AA. Ristrutturazione del debito Sistema di Gestione Resp. Amministrativa Il Gruppo Atradius ANCE Sicilia Smobilizzo crediti con le PP.AA. Ristrutturazione del debito Sistema di Gestione Resp. Amministrativa Il Gruppo Atradius Giulio Longobardi Direttore commerciale Atradius Italia Palermo 14

Dettagli

Biometano: : stato dell arte e prospettive in Europa ed in Italia

Biometano: : stato dell arte e prospettive in Europa ed in Italia Sostenibilità ed efficienza dell energia da biomasse in Piemonte Torino, 17 novembre 2011 Biometano: : stato dell arte e prospettive in Europa ed in Italia Sergio Piccinini Centro Ricerche Produzioni Animali

Dettagli

LA GEOTERMIA. Carlo Tricoli, ENEA - Studi e Strategie Servizio Prospettive Tecnologiche per la Sostenibilità. Trieste, 24 ottobre 2012

LA GEOTERMIA. Carlo Tricoli, ENEA - Studi e Strategie Servizio Prospettive Tecnologiche per la Sostenibilità. Trieste, 24 ottobre 2012 LA GEOTERMIA Carlo Tricoli, ENEA - Studi e Strategie Servizio Prospettive Tecnologiche per la Sostenibilità Trieste, 24 ottobre 2012 1 CONTENUTO SITUAZIONE INTERNAZIONALE SCENARI E PREVISIONI IEA INVESTIMENITI

Dettagli

Gli obiettivi 20-20-20 e le incentivazioni della cogenerazione e delle fonti rinnovabili: il quadro italiano è bilanciato?

Gli obiettivi 20-20-20 e le incentivazioni della cogenerazione e delle fonti rinnovabili: il quadro italiano è bilanciato? Gli obiettivi 20-20-20 e le incentivazioni della cogenerazione e delle fonti rinnovabili: il quadro italiano è bilanciato? Ing. Fausto Ferraresi Presidente AIRU Associazione Italiana Riscaldamento Urbano

Dettagli

Standard di qualità nell attuazione degli interventi raccomandati dal certificato energetico

Standard di qualità nell attuazione degli interventi raccomandati dal certificato energetico WORKSHOP RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI Standard di qualità nell attuazione degli interventi raccomandati dal certificato energetico 15 dicembre 2010 ENEA, Sala Conferenze Via Giulio Romano

Dettagli

NUMERI CHIAVE DELLA FILIERA BIOLOGICA dalla produzione al consumatore: il ruolo dell ortofrutta

NUMERI CHIAVE DELLA FILIERA BIOLOGICA dalla produzione al consumatore: il ruolo dell ortofrutta NUMERI CHIAVE DELLA FILIERA BIOLOGICA dalla produzione al consumatore: il ruolo dell ortofrutta Silvia ZUCCONI Coordinatore Area Agroalimentare NOMISMA > SUPERFICI BIO SUPERFICI BIOLOGICHE (milioni di

Dettagli

VALORI ECONOMICI DELL AGRICOLTURA 1

VALORI ECONOMICI DELL AGRICOLTURA 1 VALORI ECONOMICI DELL AGRICOLTURA 1 Secondo i dati forniti dall Eurostat, il valore della produzione dell industria agricola nell Unione Europea a 27 Stati Membri nel 2008 ammontava a circa 377 miliardi

Dettagli

La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole chiave:

La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole chiave: 4 5 scheda SEZIONE C: SCHEDA La strategia di sviluppo rurale del Friuli Venezia Giulia 2014-2020 in breve La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole

Dettagli

dott. Pasquale De Vita Audizione del presidente dell Unione Petrolifera Senato Commissione Industria (10 a )

dott. Pasquale De Vita Audizione del presidente dell Unione Petrolifera Senato Commissione Industria (10 a ) Attuazione della direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell uso dell energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE Audizione del presidente

Dettagli

L auto aziendale in Italia

L auto aziendale in Italia L auto aziendale in Italia Modalità e tendenze Company Car Drive Alessandro Brioschi 14 Maggio 2015 2014 Towers Watson. All rights reserved. Agenda Chi è Towers Watson Una panoramica tratta dalle nostre

Dettagli

L industria alessandrina della gioielleria: il commercio internazionale Osservatorio Internazionale del Distretto di Valenza e del settore orafo Rocco Paradiso Valenza, 31.01.2008 1 Internazionalizzazione.

Dettagli

Le attività dell Amministrazione Provinciale nel campo Energetico

Le attività dell Amministrazione Provinciale nel campo Energetico Le attività dell Amministrazione Provinciale nel campo Energetico La Provincia di Lucca esercita le competenze in materia energetica assegnatele dalla normativa nazionale e regionale in materia sia nel

Dettagli

LIBANO PARCO VETTURE NEL

LIBANO PARCO VETTURE NEL LIBANO PARCO VETTURE NEL 29 Febbraio 211 Dati aggiornati il 1 febbraio 211: - le nuove auto vendute nel 21 (pag. 5) - l interscambio Libano/Mondo 21 (pag. 5-6) Nel 29, il numero delle auto private circolante

Dettagli

1. Gli scenari determinati dalle politiche 2. Investimenti rilevanti e crescenti nelle rinnovabili 3. La situazione oggi e le debolezze dell Italia

1. Gli scenari determinati dalle politiche 2. Investimenti rilevanti e crescenti nelle rinnovabili 3. La situazione oggi e le debolezze dell Italia ! "# 1. Gli scenari determinati dalle politiche 2. Investimenti rilevanti e crescenti nelle rinnovabili 3. La situazione oggi e le debolezze dell Italia 4. Le dinamiche del cambiamento 5. Quali dimensioni

Dettagli

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it unione nazionale r a p p r e s e n t a n t i autoveicoli esteri In febbraio immatricolate 165.289 nuove auto (-24,5%) PRIMI SEGNALI DI RISVEGLIO DELLA

Dettagli

Dealer/STAT 2004 17/01/2005. Gentile Concessionario,

Dealer/STAT 2004 17/01/2005. Gentile Concessionario, 17/01/2005 Gentile Concessionario, Automotive Dealer Day, con la collaborazione dell Università Ca Foscari di Venezia, ha realizzato nella primavera del 2004 Dealer/STAT, uno studio sulla soddisfazione

Dettagli

IL FUTURO DEL VINO (E IL VINO DEL FUTURO)

IL FUTURO DEL VINO (E IL VINO DEL FUTURO) I Forum di Cronache di Gusto Taormina, 20 ottobre 2014 IL FUTURO DEL VINO (E IL VINO DEL FUTURO) DENIS PANTINI Direttore Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma spa I temi di approfondimento Lo scenario:

Dettagli

Il consumo di energia elettrica e il Pil in alcune economie. (anno 2009; % sul totale mondo) 8,7 5,7 3,7 3,8 4,6 1,8 1,9 2,6 3,0 5,6

Il consumo di energia elettrica e il Pil in alcune economie. (anno 2009; % sul totale mondo) 8,7 5,7 3,7 3,8 4,6 1,8 1,9 2,6 3,0 5,6 35 3 Il consumo di energia elettrica e il Pil in alcune economie (anno 29; % sul totale mondo) 28,3 25 2 15 16,4 18,2 24,1 22, 1 5 5,7 3,7 3,8 4,6 1,8 1,9 2,6 3, Regno Unito 5,6 8,7 Francia Germania Giappone

Dettagli

Le aree di Innovazione per la crescita

Le aree di Innovazione per la crescita Le aree di Innovazione per la crescita I Sistemi nazionali di Innovazione vengono caratterizzati dal grado di specializzazione tecnologica dei diversi settori produttivi: la capacità di sviluppare innovazione

Dettagli

Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane

Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane A. Alivernini, M. Gallo, E. Mattevi e F. Quintiliani Conferenza Turismo internazionale: dati e risultati Roma, Villa Huffer, 22 giugno 2012 Premessa:

Dettagli

Struttura e tendenze della spesa degli italiani all estero

Struttura e tendenze della spesa degli italiani all estero Struttura e tendenze della spesa degli italiani all estero Andrea Alivernini L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL 2005 Venezia 11 aprile 2006 http:// ://www.uic.itit Struttura e tendenze della spesa

Dettagli

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA Hannover Messe 2014 Walking Press Conference, 8 Aprile 2014 L industria Elettrotecnica ed Elettronica in Italia ANIE rappresenta da sessant anni l industria

Dettagli

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it unione nazionale rappresentanti autoveicoli esteri In ottobre immatricolate in Italia 195.545 auto (+15,7%) IL MERCATO CONFERMA L EFFICACIA DEGLI ECO-INCENTIVI

Dettagli

IL BIOETANOLO PER UN TRASPORTO SOSTENIBILE: una realtà in Svezia, un opportunità per l Italia. 22 maggio 2006 Centro Allende, La Spezia

IL BIOETANOLO PER UN TRASPORTO SOSTENIBILE: una realtà in Svezia, un opportunità per l Italia. 22 maggio 2006 Centro Allende, La Spezia : una realtà in Svezia, un opportunità per l Italia 22 maggio 2006 Centro Allende, La Spezia Il progetto BEST BEST (Bioethanol for sustainable transport) Progetto co-finanziato dalla Commissione Europea

Dettagli

Zr 4 fili L 970 mm Zr 4 fili L 400 mm Zr 4 fili L 1470 mm Zr 3 fili L 870 mm ALFA FIAT LANCIA CITROEN PEUGEOT CITROEN FIAT PEUGEOT VOLKSWAGEN

Zr 4 fili L 970 mm Zr 4 fili L 400 mm Zr 4 fili L 1470 mm Zr 3 fili L 870 mm ALFA FIAT LANCIA CITROEN PEUGEOT CITROEN FIAT PEUGEOT VOLKSWAGEN OXYGEN SENSOR OXYGEN SENSOR OXYGEN SENSOR Oxygen Sensors 7481001 7481002 7481003 7481004 Zr 4 fili L 970 mm Zr 4 fili L 400 mm Zr 4 fili L 1470 mm Zr 3 fili L 870 mm ALFA FIAT LANCIA CITROEN PEUGEOT CITROEN

Dettagli

Manuale Amministrativo

Manuale Amministrativo Diffusione nell UE di un modello sostenibile per la produzione di bioetanolo di 1 a generazione dal sorgo zuccherino in impianti decentralizzati Manuale Amministrativo Editore Poligrafiche San Marco

Dettagli

Convegno nazionale Valorizzazione energetica integrata del sorgo zuccherino: il progetto MULTISORGO Roma 29 maggio 2013

Convegno nazionale Valorizzazione energetica integrata del sorgo zuccherino: il progetto MULTISORGO Roma 29 maggio 2013 L evoluzione del quadro di riferimento sui biocarburanti Chiara Martini Convegno nazionale Valorizzazione energetica integrata del sorgo zuccherino: il progetto MULTISORGO Roma 29 maggio 2013 Outline Criteri

Dettagli

Energia solare BIOMASSA

Energia solare BIOMASSA Energia solare BIOMASSA Leonardo Setti Polo di Rimini Università di Bologna Associazione Luce&Vitaenergia, Medicina (BO) FOTOSINTESI anabolici catabolici MOLECOLE SEMPLICI (H 2 O e CO 2 ) INTERMEDI (glucosio)

Dettagli

GREEN JOB: LE NUOVE PROFESSIONI

GREEN JOB: LE NUOVE PROFESSIONI GREEN JOB: LE NUOVE PROFESSIONI Ing. Daniele TESTI Dipartimento di Ingegneria dell Energia e dei Sistemi (DESE) Università di Pisa Definizione di Green Job secondo l ILO (International Labour Organization)

Dettagli

Percorso di educazione allo sviluppo sostenibile. Liceo scientifico statale B. Croce Azione F 2 FSE 2009 290 Obiettivo F2

Percorso di educazione allo sviluppo sostenibile. Liceo scientifico statale B. Croce Azione F 2 FSE 2009 290 Obiettivo F2 Educazione ambientale Percorso di educazione allo sviluppo sostenibile Liceo scientifico statale B. Croce Azione F 2 FSE 2009 290 Obiettivo F2 http://educazioneambientale.ning.com è lo spazio web dove

Dettagli