La gestione dell Agenzia ENIT Risultati bilancio 2013 e Strategie attuate

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La gestione dell Agenzia ENIT Risultati bilancio 2013 e Strategie attuate"

Transcript

1 La gestione dell Agenzia ENIT Risultati bilancio 2013 e Strategie attuate Report del Direttore Generale al CdA del 7 maggio

2 RISULTATI DI BILANCIO 2013 Risultati complessivi di competenza La differenza attiva è di euro ,68 Tale somma va a concorrere alla formazione dell avanzo di amministrazione per l esercizio

3 RISULTATI DI BILANCIO 2013 Entrate da soggetti diversi dallo Stato +5% da ,81 accertati nel 2012 a 5.635,475,06 accertati nel 2013 di cui da Privati +55% da Enti Territoriali -20% Al netto, è riscontrabile un risparmio per la P.A. 3

4 RISULTATI DI BILANCIO 2013 Recupero dei crediti pregressi Ulteriori rientri sono previsti per i prossimi esercizi 4

5 RISULTATI DI BILANCIO 2013 Uscite -21% da ,32 impegnati nel 2012 a ,44 impegnati nel 2013 di cui Spese -43% Organi -43% Personale 0% Generali -5% Promozionali -41% Conto Capitale -61% Altre -23% 5

6 RISULTATI DI BILANCIO 2013 Avanzo di amministrazione disponibile +140,95% da ,79 del 2012 a ,71 del 2013 Una quota di tale avanzo sarà destinata alla copertura di rischi per spese impreviste La rimanente parte, sarà destinata alla copertura di spese promozionali 6

7 RISULTATI DI BILANCIO 2013 Risultati positivi dovuti a: Miglioramento politiche commerciali +55% entrate da operatori privati Incremento attività recupero crediti 42% dei crediti rientrati Controllo delle Spese -21% complessivo 7

8 STRATEGIE apertura Tavolo con Regioni (8 incontri) apertura Tavolo con Associazioni di Privati (13 incontri) Convenzione con MAE per VISTI turistici EXPO 2015: Convenzione ENIT-EXPO luglio 2013 acceleratore del cambiamento interno primo prodotto per ENIT rete 23 Uffici esteri a totale disposizione di Expo Rete estera rafforzata 7 Dirigenti stabili nelle 7 direzioni d area nel mondo Strategia nuova con MAE e Regioni Razionalizzazione sedi (aperture/chiusure) 8

9 STRATEGIE Nuova Agenzia : Rimotivare il personale Riorganizzazione interna (in attesa di approvazione da maggio 2013) Revisione della spesa e recupero crediti Nuovi Regolamenti (auto di servizio, incarichi e collaborazioni, uso telefonia, spese in economia, missioni) Nuova Campagna di comunicazione Progetto MICE (esempio di Fabbrica di Prodotti) Web e Italia.it (in sospeso) 9

10 ENTRATE DA PARTE DELLO STATO (Trend contributivo dal 2007 al 2013) - 6% -32% - 27% - 13% -13% - 31% - 7% - 3% -31,2% -7,5% -3,4% Diminuzione Contributo Statale 2007/ % 10

11 Raffronto fra contributo statale a ENIT, spesa e pernottamenti dei turisti stranieri Anno Contributo dello Stato all ENIT Spesa dei turisti stranieri in Italia¹ Spesa generata da ogni euro investito in ENIT Pernottamenti turisti stranieri¹ Pernottamenti generati da ogni euro investito in ENIT , , , , , , , , , ¹ Dati Banca d'italia; per il 2013 stima calcolata sulla base dei dati provvisori disponibili Per ogni euro investito nell Agenzia la spesa generata ed il numero di pernottamenti è in costante aumento. 1 nell Agenzia spesa per turista 11

12 RISPARMI PREVISTI 2014 Costi generali di funzionamento 2012/ % da ,37 spesi nel 2012 a ,27 impegnati nel 2013 distribuiti fra -11% Sede -11% Estero -16% * Variazione dal 2011 al 2014: -19,61% (* 2014: dati previsionali) 12

13 INVESTIMENTI CAPITALE UMANO Spese personale impiegato all estero Annullamento degli incarichi ad interim da Roma Esercizi 2013/ ,94% Da nel 2013 a previsti in bilancio per il 2014 Variazione dal 2011 al 2014: +3,42% In virtù del recuperato rapporto con le Regioni, e in previsione dell EXPO, la rete estera è stata rafforzata e rilanciata con la presenza di dirigenti sui mercati strategici. Assegnazione di tre dirigenti (spostati da Roma) nelle tre aree di Tokyo, Francoforte e Parigi, copertura stabile di Mosca, mantenimento di New York, San Paolo e Pechino. 13

14 INVESTIMENTI CAPITALE UMANO Spese personale della sede centrale Esercizi 2013/2014-0,38% Da nel 2013 a previsti in bilancio per il 2014 Variazione dal 2011 al 2014: -8,72% -33% straordinari nel contratto integrativo 2014 da a Il rafforzamento della rete estera, con il trasferimento del personale da Roma, ha portato ad una riduzione delle spese in Italia 14

15 INVESTIMENTI CAPITALE UMANO Spese personale totale (sede + estero) Esercizi 2013/ ,41% Da nel 2013 a in bilancio 2014 Variazione dal 2011 al 2014: -1,82% 15

16 VISTI TURISTICI PROTOCOLLO ENIT MAE (del 16/1/2013) la prima azione promozionale 2013 è stata aiutare i turisti ad arrivare (ridurre la barriera dei VISTI) 30 unità di personale ENIT c/o 8 Paesi (9 nel 2014) negli Uffici VISTI del MAE in India, Azerbaijan, Ucraina, Russia, Bielorussia, Georgia, Armenia, Kazakhstan e, dal 2014 in Turchia, per accelerazione procedure rilascio visti turistici 2013: + 24% visti turistici rilasciati (+81% San Pietroburgo e +105% Georgia) Riduzione tempi di rilascio: fino al 71% Investimento ENIT: circa

17 ATTIVITA' PROMOZIONALI aumento attività e rinnovate adesioni di Regioni e Privati 2013: Revisione STAND ENIT Riduzione COSTI per Regioni (-40/50% circa) e privati (-25%) 25 fiere internazionali (22 nel 2012) +14% ENIT in fiera per la prima volta a Tel Aviv e Istanbul Esempi Fiere congressuali: Imex Francoforte +66% di partecipanti (60 operatori vs 36 nel 2012) Imex Las Vegas +100% (18 operatori vs 9 nel 2012) EIBTM +75% (50 operatori vs 28 del 2012) 17

18 ATTIVITA' PROMOZIONALI aumento attività e adesioni di regioni e Privati 2014: previsti incrementi di adesioni nelle 2 fiere principali ITB Berlino: +111% mq 13 Regioni vs (+86%) MITT Mosca: + 46% mq 14 Regioni vs (+40%) e 25 privati 3 nuove fiere richieste da Regioni: Gift di Guangzhou, Destinations Nature di Parigi, ATM Dubai, oltre a conferma fiere Tel Aviv e Istanbul Workshop 2014: 18 previsti, soprattutto nel Sud Est asiatico e in Sud America (vs 6 realizzati nel 2013) +200% 18

19 Expo 2015 primo prodotto per ENIT Convenzione ENIT-EXPO 2015 (luglio 2013) Le 23 sedi ENIT nel mondo al fianco di Expo per contatti con i TO internazionali Stand ENIT con logo EXPO 2015 in tutte fiere internazionali Primi 4 mesi 2014: 11 eventi EXPO tra conferenze stampa e incontri B2B nel mondo (Tel Aviv, Monaco, Istanbul, New York, Sud America ecc.) Expo 2015 Tourism Summit (1/10/2013) Meeting con 60 top TO mondiali per lancio strategia ticketing Expo 2015 BIT Milano 2014 incontri con oltre 700 buyer internazionali in collaborazione con Fiera Milano 19

20 TOURISM-LAB Laboratorio per il Turismo Digitale (con EXPO 2015 e Agenda Digitale) Piano attuativo promosso da Expo 2015 in collaborazione con ENIT per la costituzione del Laboratorio per il Turismo Digitale (Digital Tourism Lab) Censimento best practice e key influencer del turismo italiano ed internazionale Analisi comparativa degli standard digitali internazionali Produzione delle linee guida che identificano gli standard Condivisione dei risultati con Agenda Digitale e individuata ENIT quale soggetto responsabile della creazione del registro digitale 20

21 ESEMPI VIRTUOSI DI CONTRAZIONE COSTI Sede Centrale 2012/2013 da dati assestati 1. Connettività -68% da ,92 a ,45 2. Telefonia -18,5% da ,21 a ,44 3. Software Office/open source -100% da ,32 a 0 4. Carta -60% da a (*) 5. Locazioni di 5 sedi estere riorganizzate -70% da ,90 a ,36 6. Autonoleggio -57% da ,87 a 5.141,83 7. Abbonamenti -4% da ,88 a ,07 (sede centrale) 8. CONSIP da 26,3% a 34,56% su totale affidamenti SITAG (*) valori arrotondati 21

22 CONTRAZIONE DEI COSTI 1. Connettività rete internazionale 2012: , : , : ,45-68% per la sede di Roma Confronto 2012 / 2014 (vecchio contratto / nuova soluzione) Migrazione da luglio 2013 da un sistema di connettività internazionale con Telecom Italia, centralizzato e rigido, a un nuovo sistema modulare Vecchio contratto (sino a luglio 2013): costo complessivo di ,72/anno, di cui ,92 per la sede di Roma. Altre spese sostenute direttamente dalle sedi locali per servizi aggiuntivi non previsti dal contratto. Nuova soluzione (da luglio 2013): partnership con SPC con un costo di ,45/anno, comprensivo di assistenza tecnica, per la sede di Roma, con un risparmio del 68% in due anni. Sedi locali libere di reperire sul mercato i servizi di cui hanno bisogno, con un risparmio complessivo stimato, per la rete estera, intorno al 70%. 22

23 CONTRAZIONE DEI COSTI 2. Telefonia fissa e mobile -18,5% variazione totale 2012/ Fissa Mobile Totale Fissa Mobile Totale -33,3% variazione mobile 2012/ /30% ulteriori risparmi stimati 2013/2014 (*) Telefonia fissa in convenzione con Telecom Italia ( ,55), telefonia mobile fuori convenzione con Vodafone ( ,66), per un totale di , Telefonia fissa con nuova convenzione Consip Telefonia 5 ( ,50), telefonia mobile in convenzione con TIM ( ,94), per un totale di ,44 (*) 2014: eliminazione linee fisse dirette; riduzione delle cellette mobile con relativo contenimento dei costi di abbonamento; diffusione dell'utilizzo di Skype per l'abbattimento dei costi delle chiamate internazionali; rinegoziazione dei contratti di telefonia delle sedi all'estero;obbligo di opzione dual billing per l'uso personale occasionale; disabilitazione delle chiamate internazionali dalla rete fissa della Sede Centrale. 23

24 CONTRAZIONE DEI COSTI 3. Software (Office/open source) 35000, , , , ,00-100% 10000, ,00 0,00 Software (open source) 2012 Licenze Microsoft Office, , Adozione di soluzioni open source gratuite (tra le primissime amministrazioni in Italia) Adempimento virtuoso delle normative previste per le PPAA (ottemperanza al C.A.D. - Art. 68) Vantaggi gestionali Nota: sono state concesse deroghe limitate, esclusivamente per compatibilità con Amministrazioni non ancora adeguatesi all'utilizzo dei formati aperti della PA. 24

25 CONTRAZIONE DEI COSTI 4. Consumo di carta 6000, , , , , ,00 0,00 Consumo carta -60% spesa -80% utilizzo 2012 Acquistate risme di carta, per una spesa di Utilizzate risme 2013 Acquistate 960 risme, per una spesa di (-60%) Utilizzate 600 risme (-80%). Tra le cause del minor consumo, l'informatizzazione globale dei processi della Sede Centrale - introduzione del Protocollo Informatico ASP e della firma digitale (valori arrotondati) 25

26 CONTRAZIONE DEI COSTI 5a. Andamento costi di locazione ,59-11,65% variazione 2012/ ,48-5,29% previsione ulteriore variazione 2013/ ,47 Dal 2012 al 2013 i fitti passivi totali registrano un calo (-11,65%) con un risparmio pari ad ,01 (da ,48 a ,47) dovuti principalmente ai nuovi accordi (v. slide successiva) 2014: si prevedono riduzioni per la chiusura della sede di Zurigo e per le trattative in corso per altre sedi estere (Belgio, USA, Cina). Alla data di oggi la riduzione prevista è del 5,29% (tot. canoni 2014: ,90) 26

27 CONTRAZIONE DEI COSTI 5b. Rinnovo locazione di 5 sedi estere (*) ,90-70% (*) risparmio differenziale per le sedi di Bruxelles, Mosca, San Paolo, Sidney e Tokyo interessate da rinnovo o modifica di contratto di locazione , (*) Bruxelles, Mosca, San Paolo, Sidney e Tokyo Costi 2012 e 2013 per cinque sedi estere dove il contratto di locazione è stato modificato o rinnovato. Risparmi generati in virtù di accordi e convenzioni con Ambasciate (Sidney, Tokyo, San Paolo) e con ICE (Bruxelles, Mosca): ,90 nel 2012, ,36 nel

28 CONTRAZIONE DEI COSTI 5c. SEDI ESTERE: variazioni /2013: Chiusure Zurigo, Praga e Budapest Riaperture: Mumbai e rafforzamento di Dubai, Pechino, S.Paolo e Sud America 2014: Si sta valutando con Ministero, MAE, Regioni, Camere di Commercio l'apertura di uffici/antenne ENIT a Monaco, Istanbul, Città del Messico, Shanghai 28

29 CONTRAZIONE DEI COSTI 6. Noleggio automobili / taxi -93,3% confronto 2011 / ,5% confronto 2011 / ,01-56,9% confronto 2012 / , ,83 29

30 CONTRAZIONE DEI COSTI 7. Acquisto e abbonamento riviste, giornali e servizi agenzie di stampa Valutazione spese della sede centrale Nell esercizio 2013, la spesa effettiva per l acquisto di sole pubblicazioni periodiche ammonta ad 7.120,68 pari a -18% rispetto al Colonna Totale B Colonna Servizi stampab Colonna B Giornali e riviste Variazione complessiva prevista per la sede centrale: - 25% sul periodo 2011/2014 (prev.) I costi si riferiscono al capitolo di bilancio rielaborato per le spese effettivamente sostenute per i rispettivi esercizi. I valori 2014 sono previsioni di spesa elaborate su servizi richiesti e in fase di attivazione. - 12% sul 2011/2012-4% sul 2012/ % sul 2013/2014 (prev.) 30

31 CONTRAZIONE DEI COSTI 7b. Acquisto e abbonamento riviste, giornali e servizi agenzie di stampa Spese complessive delle sedi estere - 30% Confronto su totale 2011 / % Spese per servizi stampa 2011 / 2013 Le spese per abbonamenti ed acquisti rimangono sostanzialmente costanti Previste ulteriori riduzioni nel

32 CONTRAZIONE DEI COSTI 7c. Acquisto e abbonamento riviste, giornali e servizi agenzie di stampa Spese complessive dell Agenzia (Sede + estero) - 25% Confronto su totale 2011 / % Spese per servizi stampa 2011 / % Spese per abbonamenti ed acquisti 2011 /

33 CONTRAZIONE DEI COSTI 8. Utilizzo strumenti CONSIP 2,10% 26,34% 34,56% sul totale degli acquisti effettuati Il dato si riferisce alla percentuale degli acquisti effettuati mediante il ricorso a strumenti CONSIP (Convenzioni, Mercato Elettronico) sul totale delle spese effettuate dalla Direzione Centrale Sistemi Informativo- Tecnologici e Affari Generali negli anni 2013 ( ,00 su ), 2012 ( ,32 su ,13) e 2011 ( ,68 su ,61). 2014: centralizzazione delle procedure di acquisto e gare per tutte le Direzioni Centrali, successivamente all approvazione della riorganizzazione dell'enit, con l'obiettivo di arrivare al 60%. 33

34 CONTRAZIONE DEI COSTI 9. Modello gestionale della P.A. L'ENIT fa parte del Gruppo di Lavoro per il progetto AgID di sviluppo di un sistema di gestione dei procedimenti amministrativi della PA e del relativo sistema di conservazione documentale. 34

La gestione dell Agenzia Nazionale del Turismo. Risultati di bilancio e attività promozionale

La gestione dell Agenzia Nazionale del Turismo. Risultati di bilancio e attività promozionale La gestione dell Agenzia Nazionale del Turismo Risultati di bilancio e attività promozionale Giornata della Trasparenza 24 giugno 2015 Bilancio consuntivo 2014 Avanzo di Amministrazione 2014 Situazione

Dettagli

ENIT E PROGRAMMA NAZIONALE PER IL TURISMO

ENIT E PROGRAMMA NAZIONALE PER IL TURISMO ENIT E PROGRAMMA NAZIONALE PER IL TURISMO Dott. Andrea BABBI Direttore Generale ENIT Perugia 16 gennaio 2013 1 IL QUADRO NORMATIVO Decreto Legge 14 Marzo 2005, convertito nella Legge 14 Maggio 2005, N.80

Dettagli

Il catalogo dei Servizi

Il catalogo dei Servizi Valido dal 01/01/2013 Il catalogo dei Servizi I servizi per le imprese e le amministrazioni locali offerti dall Agenzia Nazionale del Turismo Premessa iniziale Il Catalogo dei Servizi dell ENIT riepiloga

Dettagli

Oggetto: Approvazione del calendario delle iniziative e delle manifestazioni di promozione turistica per l anno 2009. LA GIUNTA REGIONALE

Oggetto: Approvazione del calendario delle iniziative e delle manifestazioni di promozione turistica per l anno 2009. LA GIUNTA REGIONALE Oggetto: Approvazione del calendario delle iniziative e delle manifestazioni di promozione turistica per l anno 2009. LA GIUNTA REGIONALE Su proposta dell Assessore allo Sviluppo economico, Ricerca, Innovazione

Dettagli

Principali risultati e criticità nella raccolta dei dati

Principali risultati e criticità nella raccolta dei dati Euro P.A. Turismo cercasi dati L ANNUARIO del TURISMO e della CULTURA 2009 Principali risultati e criticità nella raccolta dei dati Fabrizio Lucci, Centro Studi Rimini, 2 aprile 2009 INDICE DELL ANNUARIO

Dettagli

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - ANNO 2014 E N T R A T E. Ufficio parlamentare di bilancio

PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - ANNO 2014 E N T R A T E. Ufficio parlamentare di bilancio PREVENTIVO FINANZIARIO GESTIONALE - ANNO 2014 COD. CAP. E N T R A T E DESCRIZIONE 11 TITOLO I - ENTRATE DERIVANTI DA TRASFERIMENTI DELLO STATO 11.1 CATEGORIA I - Entrate dal bilancio dello Stato RESIDUI

Dettagli

ADEMPIMENTI NEI CONFRONTI DELL'AVCP - ART. 1 COMMA 32, LEGGE 190/2012 PUBBLICAZIONE TABELLE RIASSUNTIVE DEI DATI DI SCELTA DEL CONTRAENTE PERIODO

ADEMPIMENTI NEI CONFRONTI DELL'AVCP - ART. 1 COMMA 32, LEGGE 190/2012 PUBBLICAZIONE TABELLE RIASSUNTIVE DEI DATI DI SCELTA DEL CONTRAENTE PERIODO ADEMPIMENTI NEI CONFRONTI DELL'AVCP - ART. 1 COMMA 32, LEGGE 190/2012 PUBBLICAZIONE TABELLE RIASSUNTIVE DEI DATI DI SCELTA DEL CONTRAENTE PERIODO 1/01/2014-31/12/2014 0000000000 Partecipazione di Roma

Dettagli

ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA

ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA 1. L andamento generale negli alberghi della Provincia di Roma 2. L'andamento

Dettagli

ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA

ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA 1. L andamento generale negli alberghi della Provincia di Roma 2. L'andamento

Dettagli

PROGRAMMA 2010 DELLE INIZIATIVE DI PROMOZIONE TURISTICA

PROGRAMMA 2010 DELLE INIZIATIVE DI PROMOZIONE TURISTICA PROGRAMMA 2010 DELLE INIZIATIVE DI PROMOZIONE TURISTICA Italia Partecipazione a Fiere e borse a carattere internazionale: gennaio - Josp Fest - Journey of the Spirit Festival Roma (aperto al pubblico)

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2013/2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E RIQUALIFICAZIONE DELLA SPESA

PIANO TRIENNALE 2013/2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E RIQUALIFICAZIONE DELLA SPESA Unione dei Comuni di Bientina, Buti, Calcinaia, Capannoli, Casciana Terme, Chianni, Lajatico, Lari, Palaia, Peccioli, Ponsacco, Pontedera, S. Maria a Monte, Terricciola ZONA VALDERA Provincia di Pisa Premessa

Dettagli

ATTIVITÀ 2016 FIERE&EVENTI

ATTIVITÀ 2016 FIERE&EVENTI ATTIVITÀ 2016 ATTIVITÀ 2016 WORKSHOP Londra New York Parigi Francoforte Londra India Las Vegas Barcellona WORKSHOP LONDRA WORKSHOP LONDRA 24 febbraio 2016 Workshop a Londra organizzato in collaborazione

Dettagli

Bilancio di previsione 2015 - Per funzioni

Bilancio di previsione 2015 - Per funzioni DATA DI CREAZIONE: 19 gennaio Bilancio di previsione - Per funzioni Adempimento ai sensi dell art. 29 del d.lgs 33/2013 ENTRATE PER PROVENIENZA A Trasferimenti pubblici A.1 Contributo statale annuale 8.471.000,00

Dettagli

DIRETTORE. ALLEGATO A Organigramma delle strutture organizzative. Segreteria operativa del Direttore

DIRETTORE. ALLEGATO A Organigramma delle strutture organizzative. Segreteria operativa del Direttore ALLEGATO A Organigramma delle strutture organizzative DIRETTORE Segreteria operativa del Direttore Uffici Territorali del Turismo: 1 - UTP di Roma 2 - UTP di Frosinone 3 - UTP di Latina 4 - UTP di Rieti

Dettagli

IL CAPO DEL SETT. ECONOMICO-FINANZIARIO GABRIELE NUNZIATA

IL CAPO DEL SETT. ECONOMICO-FINANZIARIO GABRIELE NUNZIATA SETTORE ECONOMICO-FINANZIARIO SERVIZIO ECONOMATO DETERMINA N. 3 ANNO 2015 DEL 14-01-2015 NUMERO DETERMINA DI SETTORE: 2 OGGETTO: TRAPANI IACP SEF FORNITURA ANNUALE DI ENERGIA ELETTRICA PER LA SEDE IACP

Dettagli

R A P P O R T O A N N U A L E 2 0 1 0

R A P P O R T O A N N U A L E 2 0 1 0 A N A L I S I D E L L A D O M A N D A T U R I S T I C A N E G L I E S E R C I Z I A L B E R G H I E R I D I R O M A E P R O V I N C I A A N N O 2 0 1 0 R A P P O R T O A N N U A L E 2 0 1 0 1. L andamento

Dettagli

PIANO PROMOZIONALE 2015

PIANO PROMOZIONALE 2015 PIANO PROMOZIONALE 2015 IL PROGRAMMA TEMPORALE Definizione Piano Raccolta proposte estero Concertazione Approvazione Piano* Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre * Perché il Piano sia

Dettagli

COMUNE DI CASOREZZO. Provincia di Milano

COMUNE DI CASOREZZO. Provincia di Milano COMUNE DI CASOREZZO Provincia di Milano L. 244/2007 ART. 2 C. 594/598 PIANO TRIENNALE 2011 2013 PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RIDUZIONE DELLE VOCI DI SPESA Approvato con deliberazione

Dettagli

Azienda Territoriale per l Edilizia Residenziale della Provincia dell Aquila. Piano delle Performance 2014 (preventivo)

Azienda Territoriale per l Edilizia Residenziale della Provincia dell Aquila. Piano delle Performance 2014 (preventivo) Azienda Territoriale per l Edilizia Residenziale della Provincia dell Aquila Piano delle Performance 2014 (preventivo) In caso l Amministrazione o la Direzione Generale assegni obiettivi in corso d anno

Dettagli

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SINTESI PER LA STAMPA 14 settembre 2007 Si tratta di un rapporto riservato. Nessuna parte di esso può essere riprodotta, memorizzata in un

Dettagli

Operare con l estero: il supporto di MPS alle imprese

Operare con l estero: il supporto di MPS alle imprese Operare con l estero: il supporto di MPS alle imprese Fabrizio Schintu 17 novembre 2011 GRUPPO MONTEPASCHI AREA ESTERO Prodotti, Servizi e Presenza Internazionale a sostegno delle attività con l Estero

Dettagli

Art.1 (Finalità) Art. 2 (Piani di razionalizzazione degli spazi ad uso ufficio)

Art.1 (Finalità) Art. 2 (Piani di razionalizzazione degli spazi ad uso ufficio) Consiglio Regionale Adeguamento delle procedure per la razionalizzazione del patrimonio pubblico e la riduzione dei costi per le locazioni passive all ordinamento della Regione Abruzzo nel rispetto dei

Dettagli

2. Analisi e verifica delle misure attuate dall Ateneo in materia di telefonia mobile per il conseguimento del contenimento dei relativi costi

2. Analisi e verifica delle misure attuate dall Ateneo in materia di telefonia mobile per il conseguimento del contenimento dei relativi costi Al Direttore Amministrativo SEDE Oggetto: Estratto dalla Relazione relativa all incarico conferito con D. D. n. 1365 dell 8.10.2008 in ordine all applicazione dell articolo 2, comma 597, della legge n.

Dettagli

Comune di Spoleto www.comune.spoleto.pg.it

Comune di Spoleto www.comune.spoleto.pg.it 1/5 Unità proponente: CUT - Direzione Cultura e Turismo Oggetto: PUC 2 Spoleto, piazza delle eccellenze Piano di Marketing Urbano: organizzazione e realizzazione di un educational settore mice. Affidamento

Dettagli

Congresso Esportare di più si può, si deve

Congresso Esportare di più si può, si deve ICE AGENZIA PER LA PROMOZIONE ALL ESTERO E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE ITALIANE Congresso Esportare di più si può, si deve Lecce, 16 ottobre 2014 Giovanni Sacchi Direttore Ufficio di coordinamento

Dettagli

Estratto dalla Relazione al bilancio consuntivo per l esercizio finanziario 2012 (aggiunti alcuni schemi di sintesi).

Estratto dalla Relazione al bilancio consuntivo per l esercizio finanziario 2012 (aggiunti alcuni schemi di sintesi). Estratto dalla Relazione al bilancio consuntivo per l esercizio finanziario 2012 (aggiunti alcuni schemi di sintesi). 1 Il bilancio consuntivo per l esercizio 2012 è stato approvato con Delibera del Cda

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Pianificazione Territoriale e Difesa del Suolo. Servizio Risorse Informatiche e SIT

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Pianificazione Territoriale e Difesa del Suolo. Servizio Risorse Informatiche e SIT Registro generale n. 1606 del 2011 Determina con Impegno DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Pianificazione Territoriale e Difesa del Suolo Servizio Risorse Informatiche e SIT Oggetto Servizio

Dettagli

AREA: Settore Amministrativo - Area 2 Servizio Segreteria DETERMINAZIONE n.239/2015 del 22.10.2015. In data 22 ottobre 2015 nella Residenza Municipale

AREA: Settore Amministrativo - Area 2 Servizio Segreteria DETERMINAZIONE n.239/2015 del 22.10.2015. In data 22 ottobre 2015 nella Residenza Municipale PUBBLICAZIONE La presente determinazione è stata pubblicata all'albo Pretorio del Comune il 26/10/2015 e vi rimarrà fino al 05/11/2015. Comune di Mottola Provincia di Taranto Lì 26/10/2015 IL RESPONSABILE

Dettagli

Affidamento al CSI Piemonte dei Servizi di gestione del personale per l anno 2013 - Impegno di spesa 2.256,34 Iva inclusa

Affidamento al CSI Piemonte dei Servizi di gestione del personale per l anno 2013 - Impegno di spesa 2.256,34 Iva inclusa AGENZIA PER LA MOBILITA METROPOLITANA CONSORZIO DI REGIONE ED ENTI LOCALI 10125 - TORINO, VIA BELFIORE 23/C C.F.: 97639830013 Reg. Gen N. 146 Del 12 aprile 2013 Oggetto Affidamento al CSI Piemonte dei

Dettagli

Il supporto alle aziende in Corea del Sud: l esperienza del Gruppo Intesa Sanpaolo

Il supporto alle aziende in Corea del Sud: l esperienza del Gruppo Intesa Sanpaolo Il supporto alle aziende in Corea del Sud: l esperienza del Gruppo Intesa Sanpaolo Augusto Scaglione Desk Asia Ufficio Internazionalizzazione Imprese Como, 25 marzo 2014 Le previsioni sulla crescita per

Dettagli

COMUNE DI VILLARICCA PROVINCIA DI NAPOLI

COMUNE DI VILLARICCA PROVINCIA DI NAPOLI COMUNE DI VILLARICCA PROVINCIA DI NAPOLI SETTORE AFFARI GENERALI SERVIZI DEMOGRAFICI E ORGANIZZAZIONE DETERMINAZIONE N. 1483 DEL 15.11.2013 OGGETTO: CONTRATTI PER I SERVIZI DI TELEFONIA FISSA, MOBILE E

Dettagli

Francia, Spagna, Olanda, Belgio, Lussemburgo, Svezia, Danimarca, paesi extra U.E.: Svizzera, Russia, Germania, Austria, Gran Bretagna,

Francia, Spagna, Olanda, Belgio, Lussemburgo, Svezia, Danimarca, paesi extra U.E.: Svizzera, Russia, Germania, Austria, Gran Bretagna, PIANO ANNUALE TECNICO DELLE ATTIVITA DI PROMOZIONE E ACCOGLIENZA TURISTICA PER L ANNO 2010 MERCATI E ATTIVITA DI PROMOZIONE TURISTICA DESCRIZIONE PREVISIONE RIPARTIZIONE RISORSE Mercati di riferimento:

Dettagli

Nota Integrativa Rendiconto al 31/12/2013. Premessa. Signori Soci,

Nota Integrativa Rendiconto al 31/12/2013. Premessa. Signori Soci, COMI Cooperazione per il mondo in via di sviluppo Associazione senza fini di lucro - ONG Sede legale via S. Giovanni in Laterano n. 266 Roma Codice fiscale n. 80404090583 Nota Integrativa Rendiconto al

Dettagli

MF INTERNATIONAL CINA BRASILE RUSSIA PAESI DEL GOLFO AFRICA

MF INTERNATIONAL CINA BRASILE RUSSIA PAESI DEL GOLFO AFRICA MF INTERNATIONAL Un iniziativa editoriale focalizzata sulle ECONOMIE IN FORTE CRESCITA: le opportunità di business per gli investitori e imprenditori italiani, attraverso testimonianze dirette di uomini

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE - ANNO FINANZIARIO 2015 E N T R A T E

BILANCIO DI PREVISIONE - ANNO FINANZIARIO 2015 E N T R A T E Ufficio parlamentare di bilancio BILANCIO DI PREVISIONE - ANNO FINANZIARIO 2015 COD. CAP. E N T R A T E DESCRIZIONE RESIDUI PRESUNTI ALLA FINE DELL'ANNO PREC PREVISIONI DI COMPETENZA PER L'ANNO IN CORSO

Dettagli

Nota Integrativa Rendiconto al 31/12/2011. Premessa. Signori Soci,

Nota Integrativa Rendiconto al 31/12/2011. Premessa. Signori Soci, COMI Cooperazione per il mondo in via di sviluppo Associazione senza fini di lucro - ONG Sede legale via Giulio Tarra n. 20 Roma- Codice fiscale n. 80404090583 Nota Integrativa Rendiconto al 31/12/2011

Dettagli

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale Dossier Ottobre 2012 A cura di Panorama competitivo del turismo internazionale nel mondo

Dettagli

COMUNE DI ARGENTA. La scelta dell open source come strumento dell e government locale.

COMUNE DI ARGENTA. La scelta dell open source come strumento dell e government locale. COMUNE DI ARGENTA Ferrara 29 Novembre 2003 La scelta dell open source come strumento dell e government locale. Un percorso applicativo di responsabilizzazione e sviluppo delle risorse umane Comune in Provincia

Dettagli

I benefici derivanti dalla Fattura Elettronica e dalla dematerializzazione del ciclo acquisti

I benefici derivanti dalla Fattura Elettronica e dalla dematerializzazione del ciclo acquisti I benefici derivanti dalla Fattura Elettronica e dalla dematerializzazione del ciclo acquisti Michele Benedetti Bologna, 22 aprile 2015 eprocurement, Fatturazione Elettronica: un unico processo Fornitore

Dettagli

A) STRUTTURA & SCENARI

A) STRUTTURA & SCENARI d i S t e f a n o C a l a n d r a Italia, ******/2011 Business Plan B&B ********** 2011-2013 e Studio Fattibilità gestionale A) STRUTTURA & SCENARI Struttura ricettiva Licenza di Casa Vacanze. Trattasi

Dettagli

GESTIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA

GESTIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA 1 GESTIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Università di Genova Università della Liguria Savona Economia Genova Ingegneria Ventimiglia Giardino Botanico Hanbury Imperia Economia

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 641 del 14-8-2014 O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 641 del 14-8-2014 O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 641 del 14-8-2014 O G G E T T O Affidamento servizio di telefonia mobile a mezzo adesione offerta MEPA. Periodo 01.10.2014/30.09.2016.

Dettagli

Gassino t.se, 16 dicembre 2014

Gassino t.se, 16 dicembre 2014 2014_12_mozione_open_sourceopensource - pagina 1 di 6 Gassino t.se, 16 dicembre 2014 Oggetto: Mozione Open Source a: Sindaco della Città di Gassino Torinese Sig. Paolo Cugini Assessore di competenza Il

Dettagli

OBIETTIVI P.R.O. 2015 AREA SERVIZI FINANZIARI E PERSONALE

OBIETTIVI P.R.O. 2015 AREA SERVIZI FINANZIARI E PERSONALE OBIETTIVI P.R.O. 2015 AREA SERVIZI FINANZIARI E PERSONALE Responsabile: Istruttore Direttivo Luciana Saggini Servizi: 1. Contabilità e bilancio 2. Personale 3. Tributi - Economato OBIETTIVI ANNO 2015 Codice:

Dettagli

AGRIFOOD MARKETING. BUDGET ANNUALE ATTIVITA : 1,2-1,5 milioni di Euro

AGRIFOOD MARKETING. BUDGET ANNUALE ATTIVITA : 1,2-1,5 milioni di Euro PROMOZIONE : Attività prevalentemente realizzata nell ambito del protocollo di Intesa in materia di promozione agroalimentare tra la Regione Piemonte e il Centro Estero per l Internazionalizzazione, approvato

Dettagli

RELAZIONE DI ACCOMPAGNAMENTO AL BILANCIO 2013 - Associazione Famiglie per l Accoglienza Regione Veneto -

RELAZIONE DI ACCOMPAGNAMENTO AL BILANCIO 2013 - Associazione Famiglie per l Accoglienza Regione Veneto - RELAZIONE DI ACCOMPAGNAMENTO AL BILANCIO 2013 - Associazione Famiglie per l Accoglienza Regione Veneto - INDICE A. Introduzione e presentazione dei risultati generali ANALISI DELLE ENTRATE B. Quote associative

Dettagli

CALENDARIO DELLE ATTIVITA 2014/2015 DI VENETO PROMOZIONE

CALENDARIO DELLE ATTIVITA 2014/2015 DI VENETO PROMOZIONE CALENDARIO DELLE ATTIVITA 2014/2015 DI VENETO PROMOZIONE Veneto Promozione presenta il calendario delle attività che saranno realizzate nel corso del quarto trimestre 2014 e 2015. La Regione e Unioncamere

Dettagli

PRIME VALUTAZIONI SULLA DUE DILIGENCE DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE. Roma 5 agosto 2014 Conferenza Stato Città Autonomie Locali

PRIME VALUTAZIONI SULLA DUE DILIGENCE DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE. Roma 5 agosto 2014 Conferenza Stato Città Autonomie Locali PRIME VALUTAZIONI SULLA DUE DILIGENCE DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE Roma 5 agosto 2014 Conferenza Stato Città Autonomie Locali LA RILEVAZIONE DEI DATI L indagine sulla situazione finanziaria

Dettagli

Ministero dell Interno DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DELLA FINANZA LOCALE

Ministero dell Interno DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DELLA FINANZA LOCALE Ministero dell Interno DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DELLA FINANZA LOCALE IL DIRETTORE CENTRALE Visto l articolo 47 comma 1, del decreto legge 24 aprile 2014, n.

Dettagli

IBS ITALIA i n t e r n a t i o n a l b u s i n e s s s t r a t e g y

IBS ITALIA i n t e r n a t i o n a l b u s i n e s s s t r a t e g y i n t e r n a t i o n a l b u s i n e s s s t r a t e g y 1 La Società E una società di consulenza strategica, partner dello Studio Gambino specializzata nell offerta di servizi all Internazionalizzazione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA RIVISTE PREVISIONI PER IL 2009 E APPROVATO PIANO INDUSTRIALE 2010/2015

COMUNICATO STAMPA RIVISTE PREVISIONI PER IL 2009 E APPROVATO PIANO INDUSTRIALE 2010/2015 COMUNICATO STAMPA RIVISTE PREVISIONI PER IL 2009 E APPROVATO PIANO INDUSTRIALE 2010/2015 IMPEGNI DELLA CONTROLLANTE MERIDIANA PER GARANTIRE LA CONTINUITA AZIENDALE ALLO STUDIO L INTEGRAZIONE CON LE ATTIVITA

Dettagli

NOTA INTEGRATIVA DEL DIRETTORE GENERALE AL CONTO CONSUNTIVO PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2014 (ART. 44 D.P.R. 97/2003)

NOTA INTEGRATIVA DEL DIRETTORE GENERALE AL CONTO CONSUNTIVO PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2014 (ART. 44 D.P.R. 97/2003) NOTA INTEGRATIVA DEL DIRETTORE GENERALE AL CONTO CONSUNTIVO PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2014 (ART. 44 D.P.R. 97/2003) Tel. +39 064971330 1 1. INTRODUZIONE Il Conto Consuntivo dell ENIT per l esercizio

Dettagli

Relazione misure finalizzate al contenimento della spesa per l esercizio 2009 (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008)

Relazione misure finalizzate al contenimento della spesa per l esercizio 2009 (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008) Relazione misure finalizzate al contenimento della spesa per l esercizio 2009 (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008) In esecuzione dell adempimento previsto dall art. 2 commi

Dettagli

REGIONE LOMBARDIA CAMERE DI COMMERCIO UNIONCAMERE LOMBARDIA ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO E LA COMPETITIVITA DEL SISTEMA LOMBARDO

REGIONE LOMBARDIA CAMERE DI COMMERCIO UNIONCAMERE LOMBARDIA ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO E LA COMPETITIVITA DEL SISTEMA LOMBARDO REGIONE LOMBARDIA CAMERE DI COMMERCIO UNIONCAMERE LOMBARDIA ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO E LA COMPETITIVITA DEL SISTEMA LOMBARDO PROGRAMMA D AZIONE 2006 - prime linee - Premessa La sottoscrizione

Dettagli

Prot. n. 35 Reg. n. 35 DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE

Prot. n. 35 Reg. n. 35 DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE Prot. n. 35 Reg. n. 35 Strembo, 16 marzo 2015 DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE Oggetto: Affidamento alla Società PC-Copy S.r.l. di Tione di Trento relativo all incarico di erogazione del servizio di Gestione

Dettagli

AREA SERVIZI TECNICI U.O. VIABILITA'

AREA SERVIZI TECNICI U.O. VIABILITA' AREA SERVIZI TECNICI U.O. VIABILITA' Determinazione nr. 3695 Trieste 04/12/2014 Proposta nr. 1338 Del 04/12/2014 Oggetto: Trasporti Eccezionali. Affidamento del servizio per la manutenzione, l'aggiornamento

Dettagli

Star Conference 2009. Palazzo Mezzanotte Piazza degli Affari, 6 - Milano 25 Marzo 2009

Star Conference 2009. Palazzo Mezzanotte Piazza degli Affari, 6 - Milano 25 Marzo 2009 Star Conference 2009 Palazzo Mezzanotte Piazza degli Affari, 6 - Milano 25 Marzo 2009 Il Gruppo in sintesi! Quattro aree di business Servizi a valore aggiunto per la telefonia mobile Soluzioni di messaggistica

Dettagli

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e Centro Studi COSTRUZIONI: ANCORA IN CALO I LIVELLI PRODUTTIVI MA EMERGONO ALCUNI SEGNALI POSITIVI NEL MERCATO RESIDENZIALE, NEI MUTUI ALLE FAMIGLIE E NEI BANDI DI GARA I dati

Dettagli

OGGETTO: Piattaforma Comuni-Chiamo. Acquisto in MEPA per Licenza gestionale per Euro 5.737,00 (+ IVA al 22%) IL DIRIGENTE DI SERVIZIO

OGGETTO: Piattaforma Comuni-Chiamo. Acquisto in MEPA per Licenza gestionale per Euro 5.737,00 (+ IVA al 22%) IL DIRIGENTE DI SERVIZIO Pag. 1 / 5 comune di trieste piazza Unità d'italia 4 34121 Trieste www.comune.trieste.it partita iva 00210240321 AREA RISORSE UMANE E SERVIZI AL CITTADINO SERVIZIO COMUNICAZIONE Prot. Corr. B-15/1-5/7-13

Dettagli

Bilancio di previsione 2014. equilibrio, equità, futuro

Bilancio di previsione 2014. equilibrio, equità, futuro Bilancio di previsione 2014 equilibrio, equità, futuro PREMESSA 1. MENO RISORSE 6,2 mlrd in meno di trasferimenti erariali ai comuni dal 2011 al 2013 610 mln in meno per Roma tra 2011 e 2013: 10% del totale

Dettagli

Strumenti finanziari all internazionalizzazione. Gloria Targetti Responsabile Simest Milano

Strumenti finanziari all internazionalizzazione. Gloria Targetti Responsabile Simest Milano 34 INTERNATIONAL EXPODENTAL Tavola Rotonda Asia ed Europa dell Est: Opportunità e criticità Strumenti finanziari all internazionalizzazione Gloria Targetti Responsabile Simest Milano SIMEST promuove l

Dettagli

L evoluzione italiana nel quadro internazionale e l integrazione nella politica energetica

L evoluzione italiana nel quadro internazionale e l integrazione nella politica energetica Irex Annual Report 2013 L evoluzione italiana nel quadro internazionale e l integrazione nella politica energetica Alessandro Marangoni Nuove energie, nuova strategia Roma, 18 aprile 2013 Copyright 2013

Dettagli

3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Chiudi Stato: Salvato in versione definitiva 3 MONITORAGGIO DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE VERIFICA DEL PARCO AUTO CENSITO AL 2011 Le tabelle 1 e 2 riportano la disponibilità al

Dettagli

Gloria Targetti Responsabile Sportello Internazionalizzazione Lombardia

Gloria Targetti Responsabile Sportello Internazionalizzazione Lombardia Verso il V vertice Unione Europea America Latina e Caraibi: come partecipare nello sviluppo territoriale del Centro America? Gloria Targetti Responsabile Sportello Internazionalizzazione Lombardia Milano,

Dettagli

COMUNE DI MAGNAGO Piazza Italia, 1-20020 Magnago (MI) SERVIZIO FINANZIARIO. Triennio 2013/2015

COMUNE DI MAGNAGO Piazza Italia, 1-20020 Magnago (MI) SERVIZIO FINANZIARIO. Triennio 2013/2015 COMUNE DI MAGNAGO Piazza Italia, 1-20020 Magnago (MI) SERVIZIO FINANZIARIO Piano triennale di razionalizzazione (art. 2 comma 594 L. 244/07) Triennio 2013/2015 Autovetture, telefonia mobile, fotoriproduttori,

Dettagli

Indagine L attività delle Agenzie Immobiliari in Italia nel 2010 Roma, aprile 2011

Indagine L attività delle Agenzie Immobiliari in Italia nel 2010 Roma, aprile 2011 Indagine L attività delle Agenzie Immobiliari in Italia nel 2010 Roma, aprile 2011 Obiettivi L Indagine sull attività delle Agenzie Immobiliari realizzata nel 2010 ha come obiettivo principale la verifica

Dettagli

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Stato: Definitivo 4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PARCO AUTO CENSITO AL 2012 Tabella 1 Disponibilità di autovetture al 31/12/2012 La disponibilità di autovetture

Dettagli

Cosa può fare FederlegnoArredo PER LA MIA AZIENDA?

Cosa può fare FederlegnoArredo PER LA MIA AZIENDA? Cosa può fare FederlegnoArredo PER LA MIA AZIENDA? 1 CONOSCERE IL MERCATO ITALIA L Italia ha più opportunità di quello che sembra NOI LE INTERCETTIAMO IN ANTICIPO Conoscere il comparto in cui si opera.

Dettagli

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Stato: Definitivo 4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PARCO AUTO CENSITO AL 2012 Tabella 1 Disponibilità di autovetture al 31/12/2012 La disponibilità di autovetture

Dettagli

VII Small and Mid Caps Conference Unicredit. Milano - 26 Novembre 2009

VII Small and Mid Caps Conference Unicredit. Milano - 26 Novembre 2009 VII Small and Mid Caps Conference Unicredit Milano - 26 Novembre 2009 Chi è Acotel Group Know How tecnologico Uno dei protagonisti italiani della società dell informazione Crescita basata su competenze

Dettagli

BILANCIO PREVENTIVO ECONOMICO

BILANCIO PREVENTIVO ECONOMICO I.R.P.E.T. Istituto Regionale per la Programmazione Economica della Toscana BILANCIO PREVENTIVO ECONOMICO 2015 2 INDICE Conto economico preventivo annuale Proiezione triennale del Conto economico preventivo

Dettagli

Prot. n. 56 /14 UL/RG/dlm Roma, 29 maggio 2014

Prot. n. 56 /14 UL/RG/dlm Roma, 29 maggio 2014 Prot. n. 56 /14 UL/RG/dlm Roma, 29 maggio 2014 Alle Aziende ed Enti Associati Loro Sedi FEDERCULTURE SERVIZIO LEGISLATIVO CIRCOLARE 3/14 Oggetto: Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale,

Dettagli

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Stato: Definitivo 4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PARCO AUTO CENSITO AL 2012 Tabella 1 Disponibilità di autovetture al 31/12/2012 La disponibilità di autovetture

Dettagli

Lo stato dell arte sulla fatturazione elettronica

Lo stato dell arte sulla fatturazione elettronica Lo stato dell arte sulla fatturazione elettronica 25 novembre 2011 Agenzia delle Entrate - Direzione Centrale Amministrazione Pianificazione e Controllo a cura di Anna Pia Sassano (responsabile del settore

Dettagli

Il turismo in Provincia di Firenze

Il turismo in Provincia di Firenze Il turismo in Provincia di Firenze I numeri del turismo nel 1 semestre 2014 Elaborazioni su dati ufficiali provvisori (Fonte: Direzione Sviluppo Economico e Programmazione della Provincia di Firenze Servizio

Dettagli

COMUNE DI VERBANIA. PROVINCIA DEL V.C.O. 28900 VERBANIA Tel. 0323/5421 Fax 0323/557197 ****** SERVIZI INFORMATICI

COMUNE DI VERBANIA. PROVINCIA DEL V.C.O. 28900 VERBANIA Tel. 0323/5421 Fax 0323/557197 ****** SERVIZI INFORMATICI COMUNE DI VERBANIA PROVINCIA DEL V.C.O. 28900 VERBANIA Tel. 0323/5421 Fax 0323/557197 ****** SERVIZI INFORMATICI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 233 / 2015 OGGETTO: CIG Z3C1328D34 - SERVIZIO DI RECUPERO

Dettagli

Pur interessando tutte le principali aree industrializzate, l incremento della domanda di macchine utensili non sarà distribuita in modo uniforme.

Pur interessando tutte le principali aree industrializzate, l incremento della domanda di macchine utensili non sarà distribuita in modo uniforme. PRESENTATA OGGI A ROMA EMO MILANO 2015 COSTRUIAMO IL FUTURO. 150.000 VISITATORI ATTESI A OTTOBRE PER LA MONDIALE DEDICATA ALL INDUSTRIA DELLE MACCHINE UTENSILI, ROBOTICA E AUTOMAZIONE. NEL 2018 IL CONSUMO

Dettagli

Città di Cinisello Balsamo ------------- Provincia di Milano -------------

Città di Cinisello Balsamo ------------- Provincia di Milano ------------- Città di Cinisello Balsamo ------------- Provincia di Milano ------------- ORIGINALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE SETTORE: AREA DEI SERVIZI INTERNI - GESTIONE DELLE RISORSE ECONOMICO FINANZIARIE, UMANE

Dettagli

CONTRIBUTI A PERSONE E FAMIGLIE. Determinazione n 191 del 29/07/2013 Il Funzionario Responsabile

CONTRIBUTI A PERSONE E FAMIGLIE. Determinazione n 191 del 29/07/2013 Il Funzionario Responsabile Comuni di Bientina, Buti, Calcinaia, Capannoli, Casciana Terme, Chianni, Lajatico, Lari, Palaia,Peccioli, Ponsacco, Pontedera, S. Maria a Monte, Terricciola Zona Valdera Provincia di Pisa CONTRIBUTI A

Dettagli

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Stato: Definitivo 4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PARCO AUTO CENSITO AL 2012 Tabella 1 Disponibilità di autovetture al 31/12/2012 La disponibilità di autovetture

Dettagli

ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO

ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO Roma 30 luglio 2014 INDICE DEI CONTENUTI Il turismo in Italia: gli andamenti recenti. Il turismo in Italia: i primi risultati 2014. Le previsioni

Dettagli

Relazione del Presidente Aggiornamento attività Progetto promo - commerciale Approvazione Bilancio Consuntivo 2014 Varie ed eventuali

Relazione del Presidente Aggiornamento attività Progetto promo - commerciale Approvazione Bilancio Consuntivo 2014 Varie ed eventuali ORDINE DEL GIORNO: Assemblea dei Soci Umbria Congressi 24 Febbraio 2015 Relazione del Presidente Aggiornamento attività Progetto promo - commerciale Approvazione Bilancio Consuntivo 2014 Varie ed eventuali

Dettagli

AREA SERVIZI TECNICI U.O. VIABILITA'

AREA SERVIZI TECNICI U.O. VIABILITA' AREA SERVIZI TECNICI U.O. VIABILITA' Determinazione nr. 3696 Trieste 04/12/2014 Proposta nr. 1340 Del 04/12/2014 Oggetto: Trasporti Eccezionali on line. Mantenimento del servizio di pos virtuale "Monetawebonline".

Dettagli

Il comportamento economico delle famiglie straniere

Il comportamento economico delle famiglie straniere STUDI E RICERCHE SULL ECONOMIA DELL IMMIGRAZIONE Il comportamento economico delle straniere Redditi, consumi, risparmi e povertà delle straniere in Italia nel 2010 Elaborazioni su dati Banca d Italia Perché

Dettagli

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Stato: Definitivo 4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PARCO AUTO CENSITO AL 2012 Tabella 1 Disponibilità di autovetture al 31/12/2012 La disponibilità di autovetture

Dettagli

* Fonte: UNESCO UIS database, 2006 and Open Doors 2005: Report on International Educational Exchange

* Fonte: UNESCO UIS database, 2006 and Open Doors 2005: Report on International Educational Exchange Ha coinvolto nel 2004 2,5 milioni di studenti. Si stima un movimento di crescita annuo pari al 15% che determinerà nel 2010 una quota di 10 milioni di studenti che vivranno un esperienza di studio all

Dettagli

TURISMO. Decreto N. 147 del 03-06-2013

TURISMO. Decreto N. 147 del 03-06-2013 TURISMO Dirigente: PERUZZINI ALBERTO Decreto N. 147 del 03-06-2013 Responsabile del procedimento: Pubblicità/Pubblicazione: Ordinario [X ] Immediatamente eseguibile [ ] Allegati n: 0 Oggetto: PIANO PROMOZIONALE

Dettagli

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Stato: Definitivo 4 MONITORAGGIO SUI COSTI DELLE AUTO DI SERVIZIO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PARCO AUTO CENSITO AL 2012 Tabella 1 Disponibilità di autovetture al 31/12/2012 La disponibilità di autovetture

Dettagli

SPEAKER: Merlo Alessandro INTERVENTO: Requisiti di internazionalizzazione dei fornitori della Grande Distribuzione

SPEAKER: Merlo Alessandro INTERVENTO: Requisiti di internazionalizzazione dei fornitori della Grande Distribuzione SPEAKER: Merlo Alessandro INTERVENTO: Requisiti di internazionalizzazione dei fornitori della Grande Distribuzione 3 I due temi di oggi Internazionalizzazione e promozione all estero delle micro, piccole

Dettagli

Percorso di internazionalizzazione

Percorso di internazionalizzazione Promozione export Macchinari lavorazione Plastica & gomma Percorso di internazionalizzazione FOCUS BENI STRUMENTALI - Macchinari ed attrezzature per lavorazione plastica e gomma PENETRAZIONE COMMERCIALE

Dettagli

Unità organizzativa: Comune di Castellina in Chianti\\Affari Generali

Unità organizzativa: Comune di Castellina in Chianti\\Affari Generali COMUNE DI CASTELLINA IN CHIANTI PROVINCIA DI SIENA COPIA Determinazione n. 421 del 12/10/2015 Unità organizzativa: Comune di Castellina in Chianti\\Affari Generali N.ro di settore: 54 del 12/10/2015 Oggetto:

Dettagli

La misurazione degli investimenti nel turismo

La misurazione degli investimenti nel turismo OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE Novembre 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro dell opera: Termine rilevazione: ottobre 2013 Casi: 352 Periodo

Dettagli

COMUNE DI PISA. TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD. Codice identificativo 932005. PROPONENTE Comunicazione - Serv. Informativi - Sp.

COMUNE DI PISA. TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD. Codice identificativo 932005. PROPONENTE Comunicazione - Serv. Informativi - Sp. COMUNE DI PISA TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-2 / 963 del 9/09/203 Codice identificativo 93200 PROPONENTE Comunicazione - Serv. Informativi - Sp. Cittadino ACQUISTO PERSONAL COMPUTER

Dettagli

Ipotesi soggetti esterni da coinvolgere: MIT Provveditorato ai Lavori Pubblici Agenzia del Demanio

Ipotesi soggetti esterni da coinvolgere: MIT Provveditorato ai Lavori Pubblici Agenzia del Demanio MINISTERO;DELLO SVILUPPO ECONOMICO IPOTESI PROGRAMMA REVISIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Ufficio per gli Affari Generali e per le Risorse Tale documentazione si riferisce a dossier inerenti l istruttoria

Dettagli

Gli strumenti del Codice dell Amministrazione Digitale. Prefettura di Reggio Calabria 23-25 novembre 2010 www.vincenzocalabro.it

Gli strumenti del Codice dell Amministrazione Digitale. Prefettura di Reggio Calabria 23-25 novembre 2010 www.vincenzocalabro.it Gli strumenti del Codice dell Amministrazione Digitale Prefettura di Reggio Calabria 23-25 novembre 2010 www.vincenzocalabro.it Programma Il Codice dell Amministrazione Digitale Il Documento Informatico

Dettagli

Relazione sullo schema di bilancio annuale di previsione per l esercizio finanziario 2015 e pluriennale 2015-2017

Relazione sullo schema di bilancio annuale di previsione per l esercizio finanziario 2015 e pluriennale 2015-2017 Relazione sullo schema di bilancio annuale di previsione per l esercizio finanziario 2015 e pluriennale 2015-2017 Lo schema di bilancio annuale di previsione per l esercizio 2015 è stato predisposto ai

Dettagli

Media Monthly Report. Maggio 2009

Media Monthly Report. Maggio 2009 Media Monthly Report Maggio 2009 Media Monthly Report Maggio 2009 The Nielsen Company, Media Indicatori macroeconomici Andamento dei consumi Investimenti pubblicitari Audience, letture e contatti News

Dettagli

rendiconto economico 2

rendiconto economico 2 rendiconto economico 034 rendiconto economico 2 In questa sezione del bilancio sociale Finpiemonte rappresenta, attraverso appositi prospetti, la dimensione economica e monetaria della gestione, secondo

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE AREA OSSERVATORIO & RICERCA

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE AREA OSSERVATORIO & RICERCA N. 3 DEL 23/04/2015 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE AREA OSSERVATORIO & RICERCA OGGETTO: Rinnovo abbonamento riviste edite da Il Sole 24 Ore Area Osservatorio&ricerca adotta il provvedimento in oggetto repertoriato

Dettagli

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli