Murat va a fare la spesa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Murat va a fare la spesa"

Transcript

1 Riabilitazione Murat va a fare la spesa Testo di Julie Kosaner

2 Per coloro che lavorano con i bambini, Benvenuti a «Murat va a fare la spesa», il secondo volume di questa serie. «Murat va a fare la spesa» è un testo narrativo pieno di colori corredato da suggerimenti su come utilizzare il materiale e da attività supplementari. Il libro è stato ideato per aiutare sia i professionisti sia i genitori che sono a contatto con dei bambini con deficit uditivo che hanno avuto un impianto cocleare o fanno uso di apparecchi acustici. Preferibilmente questi libri dovrebbero essere usati dal personale specializzato nel corso delle sedute di riabilitazione a cui sono presenti anche i genitori. Certe pagine di particolare interesse possono essere date ai genitori in modo che continuino a lavorare sulla storia quando sono a casa. Tuttavia i familiari possono utilizzare il materiale anche senza l assistenza del personale specializzato. Per me è stato un piacere produrre questo libro, mi auguro che sia un piacere anche per voi usarlo. Il libro è composto da nove pagine di fotografie e testi che raccontano la storia. Di fianco a ognuna di queste pagine ci sono dei suggerimenti per gli adulti che lavorano con il bambino. Qui troverete delle indicazioni precise su cosa dire e delle idee per altre attività supplementari, molte delle quali si concentrano sull ascolto. Il libro comprende anche dei disegni in bianco e nero degli oggetti e degli avvenimenti principali della storia. Ci sono anche le figure dei personaggi principali. Questi disegni possono servire per costruire del materiale per completare la storia. Leggete tutto il libro e ritagliate le figure e le carte del gruppo A prima di guardare il libro con il bambino. Potete preparare insieme il materiale e approfittare di questa attività per introdurre l argomento e i personaggi principali. Quando parlate delle fotografie insieme al bambino, utilizzate delle frasi complete e cercate di non limitarvi a una semplice definizione degli oggetti. Cercate di prestare la massima attenzione al bambino. Parlate delle cose che gli interessano. Non è necessario seguire l ordine degli argomenti proposti. Osservate e ascoltate attentamente il bambino così da riuscire a capire quello che sta cercando di dirvi. Quando avete capito che cosa intende dire, rispondete in maniera appropriata. Talvolta potete riformulare le parole del bambino in una frase breve e corretta. In certi casi incorag giate il bambino a riprodurre questa frase corretta. Coinvolgete il bambino nel racconto: per esempio chiedetegli di fare finta di sbucciare e mangiare una banana. Mentre descrivete una fotografia, tirate fuori i personaggi di cartoncino e le carte del gruppo A inerenti al racconto. Usate il materiale per mimare quanto avviene nella fotografia. Queste attività aiuteranno il bambino a mantenere più a lungo la concentrazione, a capire più facilmente la storia e ad abituarsi a ripetere frasi e parole. Incoraggiate il bambino a ripetere quello che dicono i personaggi. Leggete il libro più volte; a mano a mano che il bambino acquisterà familiarità con la storia, gli sarà più facile prevedere gli avvenimenti successivi e troverà più piacevole questa attività condivisa con voi. Si possono costruire 2 gruppi di carte usando le figure incluse nel libro: Il gruppo A comprende le figure in bianco e nero degli oggetti della storia, per es. il latte, le uova. Il gruppo B comprende disegni in bianco e nero delle fotografie che compongono la storia. Giochi basati sull ascolto: Usate le carte del gruppo A per ascoltare e riconoscere le parole e quelle del gruppo B per ascoltare e riconoscere le frasi (linguaggio continuo). Dopo che il bambino ha acquisito familiarità con la storia, scegliete alcune carte da un gruppo, abbinate una parola o una frase a ogni carta e poi dite una di queste parole o frasi senza che il bambino possa vedere il vostro viso. Chiedete al bambino di ascoltare, di cercare di ripetere quello che sente, e poi di dimostrare di avere capito il significato della parola o della frase detta indicando la carta giusta. Quando scegliete le parole o le frasi da abbinare, usate quelle che il bambino conosce o che sono state ripetute nel 2

3 corso della conversazione. All inizio fate scegliere solo tra 2 o 3 oggetti che hanno dei nomi molto diversi tra di loro, per es. uova e banane. A mano a mano che il bambino acquista sicurezza, potete presentargli un numero maggiore di elementi e/o elementi con nomi più simili. Non rendete troppo difficile l esercizio. Ricordate che se il bambino riuscirà a rispondere, si sentirà più sicuro di sé e vorrà continuare a fare dei giochi basati sull ascolto. Giochi che facilitano il linguaggio tramite ripetizione: Usate le coppie di carte dal gruppo A e B: parlate in modo naturale con il bambino per tutta la durata del gioco. 1. Gioco della memoria: (Il numero di coppie di carte dipende dalle capacità del bambino). Mescolate le carte e mettetele sul tavolo coperte. Fate attenzione a non cambiare la posizione delle carte. Il gioco consiste nel ricordare dove si trova ogni singola carta e di abbinarla con l altra uguale. A turno ogni giocatore scopre una carta e poi un altra. Se un giocatore trova una coppia, la mette da parte e ha diritto a un altro turno. 2. Tombola con le figure: Mettete sul tavolo, di fronte al bambino, alcune carte scoperte. Mettete l altra carta di ogni coppia in un sacchetto. Estraete una carta alla volta. Dite al bambino di ascoltare mentre dite di che figura si tratta. Chiedete al bambino di ripetere quello che ha sentito e di indicare la carta giusta corrispondete. Ricordate di fare a turno a tirare fuori le carte dal sacchetto. Raccontare di nuovo la storia: Parlate delle fotografie del libro, poi preparate la carta corrispondente del gruppo B. Queste carte possono essere usate per stimolare il bambino a ricordare la sequenza degli avvenimenti e raccontare di nuovo la storia con parole sue. Cartoncini da ritagliare: Sono accluse le figure dei personaggi più importanti della storia. Le potete ritagliare e costruire dei personaggi di cartoncino, che possono essere usati con le carte del gruppo A per mimare gli avvenimenti principali. Figura: che cosa c è di sbagliato? Questa figura dovrebbe stimolare il bambino a dirvi che cosa c è di sbagliato. Quanto più il bambino farà pratica nel parlare, tanto più presto migliorerà l uso della lingua parlata. Ringraziamenti: Desidero ringraziare Ilona Anderson e Susanne Almadin del Dipartimento di Ricerca Clinica, MED- EL Worldwide Headquarters, Innsbruck, Austria, per l aiuto offertomi nella produzione di questo libro. Desidero ringraziare anche Denise Shepherd per aver fornito le illustrazioni. Sono riconoscente ad Ahmet Karaman e alla sua famiglia, soprattutto a Murat, per la collaborazione nel preparare le fotografie per questo libro. Julie Kosaner Specialista di Clinica Pediatrica MED-EL Traduzione italiana a cura di Tiziana Menegus 3. Che cosa manca? (usate solo una carta di ogni coppia) Mettete alcune carte scoperte sul tavolo davanti al bambino. Dite al bambino di chiudere gli occhi e nel frattempo togliete una carta dal tavolo, poi chiedete al bambino quale carta manca. Ricordate di scambiarvi i ruoli! 3

4 Genitore Attività da fare insieme: Preparate i cartoncini con le figure di Murat, il coniglio Meddy e la mamma. Pagine 38 e 39. Preparate le carte del Gruppo A (cibo). Pagina 26. Preparate i cartoncini con il cibo. Pagina 34. Costruite una piccola borsa della spesa in cui mettere i cartoncini del cibo. Usate questo materiale per presentare i personaggi principali e l argomento della spesa. Parlate di... Il bambino della figura. Dategli un nome - Murat. Chi porta con sé - il coniglio Meddy. Che cosa ha in mano - una borsa di plastica. Che cosa potrebbe esserci nella borsa. Guardate le figure piccole con il cibo. Confrontatele con le fotografie piccole sul frontespizio. Potete anche confrontare queste foto con la carte del Gruppo A 1-6. Suggerite che questi oggetti potrebbero essere nella borsa. Usate le carte del Gruppo A o preparate i cartoncini con il cibo (pagina 34) per giocare a fare la spesa. Se di solito andate a fare la spesa con il vostro bambino, parlate di questa esperienza parlate delle cose che comprate e dove le comprate. 4

5 Bambino 5

6 Genitore Parlate di... I personaggi che si vedono nella fotografia. Che cosa sta facendo/pensando/dicendo la mamma. Che cosa c è nel frigorifero - è pieno o vuoto? Che cosa sta pensando/dicendo Murat. Se il contenitore per le uova è pieno o vuoto. Che cosa sta mangiando/dicendo Meddy. La lista della spesa - riuscite a vedere alcuni dei disegni che ha fatto Murat? Riguardate la copertina del libro. Dove pensate che andranno la mamma, Murat e Meddy. Attività da fare insieme: Pagina 32: Incollate questo foglio su del cartoncino. Se possibile abbinate il cibo che si vede nella figura con del cibo vero. Contate ogni tipo di cibo, per esempio uova - 6 e fate vedere al bambino il numero 6. Colorate le figure. Ritagliate il foglio lungo le linee più scure per ottenere un puzzle. Fate più volte il puzzle con il bambino. Ascolta, ripeti e indica l oggetto o l azione rilevante nella fotografia: Guardate la fotografia. In base alle abilità del bambino, decidete insieme su quali elementi si incentreranno le vostre domande, per es. Murat, la mamma, il frigorifero o la lista della spesa. Se volete potete usare una frase introduttiva come «mostrami / dov è» Usate la stessa tecnica per le azioni, per es. «Meddy sta mangiando una mela» o «la mamma sta guardando nel frigo» o «Murat dice, Non ci sono più uova.» 6

7 Bambino Abbiamo bisogno di latte. Non ci sono più uova! Dobbiamo comprare delle mele. La mamma, Murat e il coniglio Meddy stanno preparando la lista della spesa. La mamma guarda nel frigo. «Abbiamo bisogno di latte», dice. «Non ci sono più uova», dice Murat. Meddy sta mangiando l ultima mela. Dice: «Dobbiamo comprare delle mele». 7

8 Genitore Parlate di... Che cosa c è sulla lista della spesa. Se possibile, confrontate questi oggetti con del cibo vero che avete in casa. Il cibo: la forma, il colore e il numero dei pezzi. Che cosa vorrebbe aggiungere alla lista Meddy. Che cosa vorrebbe aggiungere alla lista il vostro bambino. Attività: Pagine 33 e 34: Scrivete una lista della spesa: abbinate gli oggetti a pagina 34 con gli oggetti colorati sulla lista a pagina 9 del libro. Contate gli oggetti e colorateli. Ritagliate gli oggetti e incollateli accanto al numero giusto a pagina 33. Potete completare questa attività nel corso di alcuni giorni. Ascolta, ripeti e indica la carta giusta: (Gruppo di carte A): Scegliete degli oggetti che il bambino conosce bene, prendete 2 o più carte del Gruppo A. Ripetete la stessa frase breve ogni volta che parlate di una certa immagine, per es. 6 uova, 4 banane. Forse il bambino avrà bisogno che vengano aggiunte delle altre parole per aiutarlo a riconoscere quello che state dicendo, per es. 4 banane gialle. Mettete le carte scoperte sul tavolo. Dite la frase che avete scelto per un certo oggetto. Il bambino dovrebbe ripetere quello che sente e indicare o girare la carta giusta. Scambiatevi i ruoli in modo che il bambino abbia la possibilità di dire le frasi/le parole. Se il bambino riesce a riconoscere queste parole, ditele senza che possa vedere il vostro viso. Potete ripetere più volte questo gioco nel corso di diversi giorni, rendendolo ogni volta un po più difficile aumentando il numero di oggetti. Il compito può diventare notevolmente più difficile se aggiungete anche i pezzi del puzzle con i numeri 1-6 (dal foglio delle attività a pagina 32). Il bambino dovrà ora riconoscere una parola tra un insieme di parole come queste: uova, due, pane, latte, tre, sei, mele, pollo, quattro, banane, cinque. Ascolto - avanzato: Inventate delle frasi, per es. Murat compra 2 filoni di pane. Murat compra 3 cartoni di latte. Murat compra 4 banane, ecc. Presentate queste frasi senza seguire un ordine preciso e chiedete al bambino di ascoltare e ripetere. Scambiatevi i ruoli in modo che il bambino abbia la possibilità di formulare delle frasi. 8

9 Bambino Voglio comprare della lattuga! Che cosa compreranno la mamma, Murat e Meddy? Guardiamo la lista. 1 pollo, 2 filoni di pane, 3 cartoni di latte, 4 banane, 5 mele e 6 uova. Che cos altro vuole comprare Meddy? 9

10 Genitore Parlate di... Che cosa ha in mano la mamma. Che cosa c è nel suo borsellino. Perché Murat si mette gli occhiali da sole e il cappellino. Il tempo. Chi ha la lista della spesa. Perché Meddy ha una penna. Dove andranno. Attività: Abbinate gli oggetti nelle foto piccole con gli stessi oggetti nella fotografia grande. Attività: pagina 36: Osservate, descrivete e colorate gli oggetti su questa pagina. Trovate gli stessi oggetti a pagina 11 del libro. Dite a chi appartiene ciascun oggetto. Sul foglio delle attività tracciate una linea tra ogni oggetto e il personaggio a cui appartiene. Ricordate di parlare con il bambino nel corso dell attività, per es. dicendo «Sì, questo è il cappellino di Murat! Fa caldo!» Ascolta, ripeti e indica la figura giusta: Usate 2/più/tutti gli oggetti a pagina 36. Se il bambino ha appena imparato a distinguere tra 2 oggetti, sceglietene due che abbiano dei nomi diversi per lunghezza e suono, per es. cappellino e occhiali da sole. Il compito può essere reso più difficile aumentando il numero di opzioni e usando una frase introduttiva. Ascolta ed esegui delle istruzioni: Usate i cartoncini ritagliati con i personaggi e le chiavi della macchina, il borsellino, gli occhiali da sole, il cappellino, la penna e la lista della spesa (Gruppo di carte A). Chiedete al bambino di ripetere ed eseguire delle istruzioni, per es. «Dai le chiavi della macchina alla mamma», «Dai a Meddy il cappellino e il borsellino». Ascolto - avanzato: 1. Domande e risposte: Insieme pensate ad alcune domande e risposte relative a questa pagina. A turno fate le domande e date le risposte. Quando il bambino ha familiarità con il gioco, fate le domande senza un ordine preciso e senza che il bambino possa vedere il vostro viso. Questo tipo di attività può essere ripetuto con le altre pagine del libro. Esempi: «Che cosa ha in mano la mamma?» - «Le chiavi della macchina e il borsellino»; «Che cosa si mette Murat?» - «Gli occhiali da sole e il cappellino». Modelli di frasi: Attività: pagina 37: Modelli 1 e 2: Formulate delle frasi diverse usando le parole a disposizione. Se il bambino ha difficoltà a riconoscere le frasi basandosi solo sull ascolto, lasciate che possa vedere il vostro viso e mostrategli anche le frasi scritte prima di chiedergli di ascoltare di nuovo. Ricordate di scambiarvi i ruoli. 10

11 Bambino Andiamo! Sono pronto! Aspettatemi! La mamma ha le chiavi della macchina e il borsellino. Murat si mette gli occhiali da sole e il cappellino. Meddy ha la lista della spesa e una penna. È pronto per partire. 11

12 Genitore Parlate di... Dove si trovano la mamma, Murat e Meddy e che cosa si vende in questo negozio. Che cosa c è nel banco frigo. Che cosa compra la mamma. Che cosa sta facendo Meddy - legge la lista della spesa e cancella pollo. Che cosa sta guardando Murat i pesci nella vasca. Se anche il vostro macellaio ha una vasca per i pesci o no. Guardate di nuovo la lista a pagina 9 e parlate delle compere successive. Mimare le azioni: Mimate la scena usando le figure ritagliate del macellaio, della mamma e di Murat e la figura del pollo nel Gruppo di carte A. Cercate di ripetere quello che dicono i personaggi. In base alle abilitá del bambino potete sviluppare il dialogo, per es. la mamma dice: «Vorrei un pollo, per favore.» «Quanto costa?» Macellaio: «Sei euro.» Attività: Pagina 33: cancellate pollo dalla lista della spesa. Attività: Pagine 34 e 35: Incollate questi fogli su del cartoncino. Colorate e ritagliate la figura del pollo a pagina 34 e mettetela nella borsa della spesa a pagina 35. Usate dell adesivo tipo il velcro, in maniera che il bambino possa mettere e togliere gli oggetti più volte. Parlate di che cosa hanno comprato finora la mamma e Murat e che cosa devono ancora acquistare. Ascolta, ripeti e indica la carta giusta: 1. In base alle abilità del bambino potreste decidere di usare solo alcune o tutte le carte del Gruppo A. Ricordate che il bambino deve avere familiarità con le parole prima che gli possiate chiedere di ripeterle basandosi solo sull ascolto. È molto importante che il bambino riesca a rispondere e si diverta a fare questi giochi di ascolto. A mano a mano che il bambino acquista sicurezza nell ascolto, potete parlare a voce più bassa o ripetere il gioco anche se ci sono rumori di sottofondo. 2. Potete usare 2 o più carte del Gruppo B per fare questo gioco, ma ora si tratta di riconoscere delle frasi già sentite. Ricordate di ripetere/usare delle frasi che avete usato quando avete descritto la fotografia. Scegliete delle frasi adatte alle abilitá del bambino, per es. a pagina 6: «Meddy è pronto» oppure «La mamma ha le chiavi della macchina». A pagina 13: «Un pollo, per favore» oppure «Sono dal macellaio e la mamma compra un pollo». 12

13 Bambino Che cosa ci serve? Un pollo! Guarda i pesci! Eccoli dal macellaio. Che cosa compra la mamma? Meddy dà un occhiata alla lista e grida, «Un pollo.» Murat è occupato a osservare i pesci rossi nella vasca. «Guarda i pesci!» grida. 13

14 Genitore Parlate di Dove si trovano la mamma, Murat e Meddy e che cosa compreranno. Che cosa fa e dice la mamma. Che cosa Murat ha in mano. Il profumo del pane. Se al bambino piace mangiare il pane fresco. Che cosa sta facendo Meddy. Le compere successive. Mimare le azioni: Mimate la scena usando le figure ritagliate del panettiere, della mamma e di Murat e la figura del pane nel Gruppo di carte A. Cercate di ripetere quello che dicono i personaggi. In base alle abilitá del bambino potete sviluppare il dialogo, per es. la mamma dice: «Vorrei due filoni di pane, per favore.» Panettiere: «Normale o integrale?» E così via. Attività: Pagina 33: cancellate pane dalla lista della spesa. Attività: Pagine 34 e 35: Colorate e ritagliate i filoni di pane a pagina 34 e metteteli nella borsa della spesa a pagina 35. Parlate delle cose che hanno acquistato finora e di quello che devono ancora comprare. Gioco della memoria: Fate il gioco usando alcune o tutte le coppie di carte del Gruppo A. Scegliete degli oggetti che il bambino conosce bene e 1 o 2 oggetti che non conosce molto bene. Questo gioco stimola l apprendimento di parole nuove. Ricordate di parlare in modo naturale nel corso dell attività. Ascolta, ripeti e indica l oggetto o l azione rilevante nella fotografia: Guardate la fotografia. In base alle abilità del bambino, decidete insieme su quali elementi si incentreranno le vostre domande, per es. il panettiere, la lista della spesa o il pane. Se volete potete usare una frase introduttiva come «mostrami / dov è» Usate la stessa tecnica per le azioni, per es. «Meddy cancella il pane dalla lista» o «La mamma sta pagando» o «Murat porta il pane». Con un bambino con maggiori abilità potete rifare lo stesso gioco introducendo la frase «Il mago dice» e il bambino dovrebbe indicare la figura solo se fate precedere la frase «Il mago dice» Ascolta e indica la carta giusta - Gruppo B (1-4): La scala delle carte del Gruppo B: (1-4) Aiutate il bambino a disporre le carte nell ordine giusto. Cercate di usare la stessa frase/le stesse frasi quando parlate di una certa carta. In questo modo sarà più facile per il bambino riconoscere queste espressioni. 14

15 Bambino Ecco a Lei! Grazie! Cancello il pane. Che buon profumo ha questo pane! La mamma, Murat e Meddy sono dal panettiere. La mamma paga 2 filoni di pane. Murat porta il pane. Il pane è ancora caldo, ha un profumo buonissimo. Murat vuole mangiare subito il pane! Meddy cancella il pane dalla lista. Che cosa devono comprare ancora? 15

16 Genitore Parlate di... Dove si trovano la mamma, Murat e Meddy e che cosa compreranno. Che cosa fa e dice la mamma. Che cosa sta facendo Murat. Se al bambino piace spingere il carrello o sedersi nel carrello. Che cosa si vede nel carrello. Che cosa sta facendo Meddy. Le compere successive. Attività: Pagina 33: cancellate latte e uova dalla lista della spesa. Attività: Pagine 34 e 35: Colorate e ritagliate il latte e le uova a pagina 34 e metteteli nella borsa della spesa a pagina 35. Parlate delle cose che hanno acquistato finora e di quello che devono ancora comprare. Gioco: Che cosa manca? : Usate alcune o tutte le carte del Gruppo A. Gioco: Che cosa manca? (Avanzato): Tenete a portata di mano la lista della spesa e tutti gli oggetti che vanno nella borsa. Disponete questi oggetti sul tavolo. A turno togliete 1, 2 o più oggetti. L altra persona deve dire che cosa manca, per es. mancano 2 banane (perché ce ne sono solo due). Ascolta ed esegui le istruzioni: Usate la borsa della spesa e le figure con il cibo. Chiedete al bambino di ascoltare, ripetere ed eseguire le istruzioni. Le istruzioni possono essere semplici o più complesse, per es. «Metti il pollo nella borsa» oppure «Metti nella borsa 1 banana, 2 mele e 1 filone». Ricordate di scambiarvi i ruoli. Date qualche suggerimento al bambino se non riesce a pensare da solo alle istruzioni da dare. Ascolto - avanzato: 1. Insieme pensate ad altre cose che Murat avrebbe potuto comprare. Se il bambino sa leggere e scrivere, potete scrivere delle frasi come «Murat ha comprato 2 sacchetti di patatine», «Murat ha comprato 5 arance». Intervallate queste frasi con delle frasi vere dal libro, per es. «Murat ha comprato 1 pollo». Dite una di queste frasi, il bambino dovrà ripeterla e dire se è vera o falsa. 2. Attività: Pagina 37: Modello di frasi 3. 16

17 Bambino Cancello il latte. Va bene, anche tu stai attento! Non fare cadere le uova! Il prossimo negozio è il supermercato. Murat aiuta a spingere il carrello. Meddy è seduto nel carrello. Quanti contenitori di latte vedi? 1, 2, 3. «Mamma, stai attenta, non fare cadere le uova!» grida Murat. Meddy cancella dalla lista latte e uova. 17

18 Genitore Parlate di Dove si trovano la mamma, Murat e Meddy e che cosa compreranno. Che cosa fa e dice la mamma. Che cosa sta facendo Murat. Sta contando le mele. Che cosa mette nel sacchetto Meddy. Lui vuole della lattuga. Qual è il frutto preferito del bambino. Se hanno comprato tutte le cose sulla lista della spesa. Dove andranno adesso. Attività: Pagina 33: cancellate banane e mele dalla lista della spesa. Attività: Pagine 34 e 35: Colorate e ritagliate le banane e le mele a pagina 34 e mettetele nella borsa della spesa a pagina 35. Togliete tutti gli oggetti dalla borsa e chiedete al bambino di rimetterli dentro nell ordine in cui sono stati comprati! Mimare le azioni: Mimate la scena usando le figure ritagliate del fruttivendolo, della mamma e di Murat e le figure delle mele, delle banane e della lattuga nel Gruppo di carte A. Ascolta, ripeti e indica l oggetto o l azione rilevante nella fotografia: Guardate la fotografia. In base alle abilità del bambino, decidete insieme su quali elementi si incentreranno le vostre domande, per es. il fruttivendolo, la lattuga, le mele. Se volete potete usare una frase introduttiva come «mostrami / dov è» Usate la stessa tecnica per le azioni, per es. «Meddy mette la lattuga nel sacchetto» o «La mamma compra delle banane» o «Murat sta contando le mele». Ascolta, ripeti e indica la carta giusta - Gruppo B (1-6): La scala delle carte del Gruppo B (1-6): Ascolto - avanzato: 1. Associazioni di parole: A turno, quando sentite il nome di un colore, dite il nome del cibo ad esso associato, per es. bianco - latte, giallo - banana, rosso - mela, verde - lattuga, marrone - pane. Pensate ad altre associazioni 2. Ripetete il gioco con i numeri, per es.: 1 - pollo, 6 - uova. 3. Ascolta e completa la frase, per es.: La mamma è andata al supermercato e ha comprato La mamma ha guardato nel frigo e ha detto Murat si è messo 18

19 Bambino Mmm! Che bella insalata! Prendo queste. 1, 2, 3, 4, 5 Ultimo negozio! Dal fruttivendolo. Murat conta 5 mele rosse. La mamma sceglie 4 banane gialle. Meddy mette nel sacchetto della lattuga verde e croccante. Hanno finito di fare la spesa. È ora di andare a casa. 19

20 Genitore Parlate di Che cosa sta facendo la mamma. Dove viene messo il cibo. Che cosa sta facendo Murat - sta facendo una composizione con le mele e le banane. Pensate ad altre composizioni. Guardate le fotografie piccole. Che cosa sta facendo Meddy. Come mai si è rotto un uovo. Attività: p. 34: Con i cartoncini ritagliati del cibo che avete preso dalla borsa della spesa create anche voi delle composizioni. Tombola con le figure: Usate le carte del Gruppo A (1-12) o le carte del Gruppo B (1-7). Mettete una carta di ogni coppia di fronte al bambino. Mettete l altra carta di ogni coppia in un sacchetto. Estraete una carta alla volta. Senza mostrare la carta che state descrivendo, chiedete al bambino di indovinare di che figura si tratta e di indicare la carta equivalente. Ricordate di scambiarvi i ruoli. Leggi e ripeti le frasi del testo: Se il bambino sa leggere, leggete insieme il testo. Poi, con il testo di fronte al bambino, ripetete una frase alla volta, seguendo l ordine del libro, e chiedete al bambino di ripetere quello che avete detto. Incoraggiate il bambino a riprodurre la frase come l avete detta voi. Quando il bambino ha acquisito familiarità con il testo, potete presentare le frasi senza che il bambino possa vedere il vostro viso. È una buona idea togliere il testo scritto, in modo che il bambino si affidi solo all ascolto. L esercizio può essere fatto anche con le altre pagine del libro. Ascolto - avanzato: Ascolta e correggi la frase: Voi dite, per esempio, «Murat ha comprato 4 banane verdi». Il bambino replica, «No, ha comprato 4 banane gialle.» «Murat ha comprato due contenitori di latte.» «No, ha comprato 3 contenitori di latte.» L esercizio può diventare più difficile se la frase contiene due cose sbagliate, per es. «Murat ha comprato 4 mele viola.» «No, ne ha comprato 5 rosse.» Ricordate di scambiarvi i ruoli. Il bambino avrà forse bisogno del vostro aiuto per pensare a delle affermazioni errate. Ne potete inventare alcune insieme e trascriverle, prima di chiedere al bambino di fare questo gioco. 20

21 Bambino Oh no! Si è rotto un uovo! Metto via il pollo. 1 banana, 2 mele. La mamma mette nel frigo il pollo, il latte e la lattuga. Murat fa una composizione con le banane e le mele: 1 banana lunga, 2 mele rotonde, 1 banana lunga, 2 mele rotonde Meddy conta le uova 1, 2, 3, 4, 5, 6. Oh no! Si è rotto 1 uovo. Vedi dov è il pane? 21

22 Genitore Parlate di Perché la mamma dice grazie a Murat e Meddy. Che cosa dà a Murat e a Meddy. Se il vostro bambino preferirebbe ricevere un uovo di cioccolato o una lattuga! Che lavoretti fa il vostro bambino. La sorpresa che potrebbe esserci nell uovo. Altre attività da fare a casa: Controllate le provviste che avete in cucina, soprattutto quelle che sono quasi finite, per es. un sacchetto di biscotti mezzo vuoto. Scrivete la vostra lista e andate a fare la spesa insieme! Gioco di memoria basato sugli oggetti comprati: Iniziate il gioco dicendo «Murat ha comprato un pollo» e il bambino dovrebbe rispondere aggiungendo un altro elemento, per es. «Murat ha comprato un pollo e del latte». Ogni giocatore ripete quello che ha detto l altro e aggiunge un elemento in più. Il primo che dimentica la sequenza perde! Cercate di fare questo gioco affidandovi solo all ascolto.. Racconta di nuovo la storia: Incoraggiate il bambino a mettere nell ordine giusto le carte del Gruppo B. All inizio potrebbe avere bisogno del vostro aiuto. Stimolate il bambino a ricordare gli avvenimenti successivi facendogli delle domande e riguardando il libro, soprattutto la lista della spesa. Evitate di dire che il bambino ha messo le carte nell ordine sbagliato. Spiegategli invece perché una certa sequenza non sembra logica, per es. «La mamma non può andare dal macellaio prima di uscire di casa con le chiavi». Quando le carte sono nell ordine giusto, incoraggiate il bambino a raccontare di nuovo la storia, dicendo una o due frasi per ogni figura. Ascoltate con attenzione e cercate di capire che cosa intende dire. Mostrate di apprezzare i suoi sforzi; non correggete tutti gli errori! Quando pensate di avere sfruttato a sufficienza il libro, incollate le carte del Gruppo B, in ordine, o su una parete o in un quaderno, e ogni tanto ripassate insieme la storia. 22

23 Bambino Mmm! Mi piace un sacco la lattuga! Grazie per il vostro aiuto. Guarda! C é anche una sorpresa! La mamma dice, «Siete stati di grande aiuto. Grazie!» La mamma dà un po di lattuga a Meddy. Murat riceve una ricompensa speciale, un uovo di cioccolato con la sorpresa dentro! 23

24 Genitore Parlate di... Paragonate questa fotografia con la fotografia a pagina 11. Il cappellino della mamma. Di chi è il cappellino? È la misura giusta per la mamma? La borsa della mamma. Il berretto e la sciarpa che ha Murat. Si portano dei berretti così d estate? Murat ha un piede scalzo. Dove è finita l altra scarpa? Riuscirà a camminare così? Gli abiti e gli occhiali da sole di Meddy. I maschietti portano una gonna? Riuscirà a scrivere con un pettine? Quello che dicono i personaggi. Che cosa dovrebbero dire? Attività extra: Inventate una storia fatta di figure: Un modo per stimolare delle conversazioni produttive, ma allo stesso tempo divertenti, è di prendere spunto dai disegni dettagliati che avete creato insieme al bambino. I disegni vi aiuteranno anche a capirvi a vicenda. Cominciate col disegnare un solo oggetto, per es. una casa. Decidete insieme dove mettere la porta, la finestra, ecc. Incoraggiate il bambino a fare lui stesso il disegno. Pensate a chi potrebbe appartenere la casa, magari fate vedere il viso di una persona che guarda dalla finestra. Forse ci potrebbe essere un auto davanti alla casa. Chi guida la macchina? Chi è il proprietario? Parlatene con il bambino. Poi disegnate un giardino. Decidete insieme che cosa mettere nel giardino; se il bambino disegna un cane, voi potreste disegnare un gatto che scappa quando vede il cane. Stimolate il bambino a pensare ad altre cose da disegnare. Cercate di legare i diversi elementi in modo che alla fine si formi una storia. A volte la conversazione può partire da un elemento sbagliato, per es. un pesce su un albero o un fiore capovolto. 24

Sistema di impianto a conduzione ossea. Bonebridge tm. Una tecnologia rivoluzionaria nel settore dei sistemi uditivi

Sistema di impianto a conduzione ossea. Bonebridge tm. Una tecnologia rivoluzionaria nel settore dei sistemi uditivi Sistema di impianto a conduzione ossea Bonebridge tm Una tecnologia rivoluzionaria nel settore dei sistemi uditivi 1 La qualità della mia vita è aumentata enormemente Karin, Germania Il primo impianto

Dettagli

MATERIALI DI RECUPERO E SOSTEGNO. Collana diretta da Dario Ianes. Linda Levine IMPARO A... PARLARE. Associazioni. Erickson

MATERIALI DI RECUPERO E SOSTEGNO. Collana diretta da Dario Ianes. Linda Levine IMPARO A... PARLARE. Associazioni. Erickson MATERIALI DI RECUPERO E SOSTEGNO Collana diretta da Dario Ianes Linda Levine IMPARO A... PARLARE Associazioni Erickson 3 Introduzione Questo kit di fotografie fa parte del programma Imparo a... parlare.

Dettagli

Gita alla fattoria. Gli animali (cavallo, cane, mucca ) Elementi naturali (fiore, albero, prato...)

Gita alla fattoria. Gli animali (cavallo, cane, mucca ) Elementi naturali (fiore, albero, prato...) Funzioni comunicative Lessico Morfosintassi Esprimere e motivare preferenze riguardo agli animali (Il mio animale preferito è... perché ) Raccontare un evento accaduto nel passato Comprendere un testo

Dettagli

Chiavi. Unità 1. Tutti a scuola! 5. a. 2-due, b. 7-sette, c. 4-quattro, d. 10-dieci, e. 9- nove, f. 1-uno, g. 8-otto, h. 6-sei, i.

Chiavi. Unità 1. Tutti a scuola! 5. a. 2-due, b. 7-sette, c. 4-quattro, d. 10-dieci, e. 9- nove, f. 1-uno, g. 8-otto, h. 6-sei, i. Chiavi Chiavi del Libro dello studente Unità introduttiva. Ciao! Come ti chiami? Hamid, Paula, Simone, Edmond, Fang Fang 3. Hamid, terza B; Paula, terza B; Fang Fang, compagna; Edmond, terza B 4. Fang

Dettagli

PROGETTI PER BAMBINI SPECIALI

PROGETTI PER BAMBINI SPECIALI Tecla Spelgatti PROGETTI PER BAMBINI SPECIALI Raccolta di progetti, realizzabili in casa, per bambini con Disturbo Specifico di Apprendimento INTRODUZIONE Questo testo è rivolto ai genitori e agli insegnanti

Dettagli

revisionato il 17 novembre 2013 - a cura di Antonio d'amore, Psicologo e Psicoterapeuta

revisionato il 17 novembre 2013 - a cura di Antonio d'amore, Psicologo e Psicoterapeuta revisionato il 17 novembre 2013 - a cura di Antonio d'amore, Psicologo e Psicoterapeuta Nel corso del primo anno : - riconosce il nome proprio; - dice due-tre parole oltre a dire mamma e papà ; - imita

Dettagli

«Alla scoperta dei 5 sensi con Marilu» Scuola dell infanzia «Torremenapace» Istituto comprensivo «Via Marsala» Voghera (PV)

«Alla scoperta dei 5 sensi con Marilu» Scuola dell infanzia «Torremenapace» Istituto comprensivo «Via Marsala» Voghera (PV) «Alla scoperta dei 5 sensi con Marilu» Scuola dell infanzia «Torremenapace» Istituto comprensivo «Via Marsala» Voghera (PV) «C era una volta, tanto tempo fa, una bambina di nome Marilù» Inizia così la

Dettagli

Area linguistico-intellettiva OSSERVAZIONE E MONITORAGGIO

Area linguistico-intellettiva OSSERVAZIONE E MONITORAGGIO Area linguistico-intellettiva OSSERVAZIONE E MONITORAGGIO Area linguistico-intellettiva Le tappe del pensiero Nel corso del primo anno: segue con lo sguardo gli oggetti in movimento; distingue i volti

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO LABORATORIO DI INGLESE CON LADY BUTTERFLY

UNITA DI APPRENDIMENTO LABORATORIO DI INGLESE CON LADY BUTTERFLY SCUOLA DELL'INFANZIA AD ONORE DEGLI EROI UNITA DI APPRENDIMENTO LABORATORIO DI INGLESE Bambini di 5/6 anni CON LADY BUTTERFLY ANNO SCOLASTICO 2011-12 UNITA DI APPRENDIMENTO: LABORATORIO D INGLESE CON LADY

Dettagli

CONOSCERE GLI ALIMENTI

CONOSCERE GLI ALIMENTI SCHEDA DIDATTICA 2 CONOSCERE GLI ALIMENTI Entrare dal pescivendolo e chiedere: Mi dà per cortesia due etti di proteine e 5 grammi di omega 3? Oppure rivolgersi al panettiere chiedendo: 70 grammi di carboidrati

Dettagli

DISTRIBUITO DA FEDERAZIONE LOGOPEDISTI ITALIANI

DISTRIBUITO DA FEDERAZIONE LOGOPEDISTI ITALIANI QUANDO PARLARE COSTA FATICA: CAMPANELLI D ALLARME E CONSIGLI PER I Lo sviluppo delle abilità comunicative avviene già a partire dalla prima infanzia, ancor prima della comparsa della prima parola. Qualunque

Dettagli

Presentazione. di Donatella Spinelli*

Presentazione. di Donatella Spinelli* Presentazione di Donatella Spinelli* Parole in corso è un libro e allo stesso tempo un gioco, pieno di consigli e di strumenti preziosi per chi vuole aiutare i bambini con difficoltà di lettura a progredire

Dettagli

Raccontimmagini - Guida didattica

Raccontimmagini - Guida didattica Raccontimmagini. Che cosa sono? Sono 10 racconti brevi indirizzati a bambini stranieri o italiani. Ogni libro presenta due storie accomunate da un affinità tematica, seguite da una sezione di esercizi

Dettagli

PROVE D'INGRESSO DI ITALIANO L2 SCUOLA MEDIA DI GABRIELLA DEBETTO MATERIALI PER L'ALLIEVO. Editing ed illustrazioni di Anna Maria Napolitano

PROVE D'INGRESSO DI ITALIANO L2 SCUOLA MEDIA DI GABRIELLA DEBETTO MATERIALI PER L'ALLIEVO. Editing ed illustrazioni di Anna Maria Napolitano MATERIALI PER L'ALLIEVO COMUNE DI PADOVA Assessorato alle Politiche Scolastiche PROVE D'INGRESSO DI ITALIANO L DI GABRIELLA DEBETTO SCUOLA MEDIA CONSULENTE SCIENTIFICO MARIA CRISTINA PECCIANTI Editing

Dettagli

Rinforzo e riutilizzo del lessico finora appreso (Verbi che esprimono movimenti del corpo: alza, gira, salta; Mesi; Luoghi per le vacanze)

Rinforzo e riutilizzo del lessico finora appreso (Verbi che esprimono movimenti del corpo: alza, gira, salta; Mesi; Luoghi per le vacanze) Funzioni comunicative Lessico Morfosintassi Rinforzo e riutilizzo degli elementi comunicativi finora appresi (Descrivere una persona, Raccontare, Scrivere una lettera, ) Rinforzo e riutilizzo del lessico

Dettagli

Il tempo e le stagioni

Il tempo e le stagioni Unità IV Il tempo e le stagioni Contenuti - Tempo atmosferico - Stagioni - Mesi - Giorni Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Roberto osserva L Orsoroberto guarda fuori dalla finestra e commenta il tempo atmosferico.

Dettagli

TECNICHE DI DISTRAZIONE

TECNICHE DI DISTRAZIONE TECNICHE DI DISTRAZIONE Dobbiamo renderci conto che l ansia, la paura, la preoccupazione, sono sempre associati ad alcuni Pensieri Particolari per ogni persona, ed ognuno di noi Pensa, ha Immagini Particolari

Dettagli

Indicazioni: Questa è la mia cartella. Ho tantissime cose nella mia cartella: ci sono delle matite, dei pennarelli, una gomma, la colla, ecc.

Indicazioni: Questa è la mia cartella. Ho tantissime cose nella mia cartella: ci sono delle matite, dei pennarelli, una gomma, la colla, ecc. Unità II La scuola Contenuti - Oggetti scolastici - Utilizzo degli oggetti scolastici - Classe - Numeri Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. L Orsoroberto va a scuola L Orsoroberto ha sei anni e va a scuola.

Dettagli

SLIP SLAP CANE POLIZIOTTO

SLIP SLAP CANE POLIZIOTTO 6 POTENZIAMENTO SLIP SLAP CANE POLIZIOTTO Slip Slap è un piccolo cane che gironzola per il quartiere a caccia di gatti da rincorrere, ma sogna di diventare un cane poliziotto. Un giorno vede un ladruncolo

Dettagli

Unità III Gli animali

Unità III Gli animali Unità III Gli animali Contenuti - Fattoria - Zoo - Numeri Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Roberto racconta L Orsoroberto si presenta e racconta ai bambini un poco di sé. L Orsoroberto ama mangiare il miele,

Dettagli

UdA 1: introduzione all inquadratura (2 incontri)

UdA 1: introduzione all inquadratura (2 incontri) UdA 1: introduzione all inquadratura (2 incontri) Obiettivi: abilità sociali (S): consolidare il clima di fiducia, lavorare sulla costruzione del gruppo fotografia (F): conoscenza dei diversi piani (figura

Dettagli

G iochi con le carte 1

G iochi con le carte 1 Giochi con le carte 1 PREPARAZIONE E DESCRIZIONE DELLE CARTE L insegnante prepara su fogli A3 e distribuisce agli allievi le fotocopie dei tre diversi tipi di carte. Invita poi ciascun allievo a piegare

Dettagli

MEMORIA EPISODICA (Estratti da recenti Newsletter RDI TM )

MEMORIA EPISODICA (Estratti da recenti Newsletter RDI TM ) MEMORIA EPISODICA (Estratti da recenti Newsletter RDI TM ) Ci sono almeno 18 studi che dimostrano che le persone con disturbi dello spettro autistico (ASD) presentano uno specifico deficit di memoria nella

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

RISCRIVI SUL FOGLIO CHE VIENE DOPO QUESTE FRASI IN ORDINE:

RISCRIVI SUL FOGLIO CHE VIENE DOPO QUESTE FRASI IN ORDINE: RISCRIVI SUL FOGLIO CHE VIENE DOPO QUESTE FRASI IN ORDINE: La frase la maestra scrive sulla lavagna Chiara una foto ai bambini fa Una torta prepara la mamma al cioccolato Giocano con la corda i ragazzi

Dettagli

Lei e Lui. preparare la colazione. piangere disperatamente. pettinare i bambini. arrabbiarsi. dare l acqua alle piante. scrivere la lista della spesa

Lei e Lui. preparare la colazione. piangere disperatamente. pettinare i bambini. arrabbiarsi. dare l acqua alle piante. scrivere la lista della spesa 5 Lei e Lui 1 Chi fa cosa? Lavora con un compagno. Insieme guardate questa famiglia: lei, lui, un bambino e una bambina. È mattina, tutti si sono appena svegliati e si preparano per uscire. Secondo voi

Dettagli

Laboratorio n 8. I materiali poveri possono trasformarsi in strumenti per interventi didattici di supporto per apprendimenti complessi

Laboratorio n 8. I materiali poveri possono trasformarsi in strumenti per interventi didattici di supporto per apprendimenti complessi Zanzani Maria Laura Soriano Letizia Torelli Arianna Laboratorio n 8 I materiali poveri possono trasformarsi in strumenti per interventi didattici di supporto per apprendimenti complessi Ottobre 2009-Maggio

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N. 3 LA SCUOLA CORSI DI ITALIANO PER STRANIERI A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa - 2011 DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno, sono

Dettagli

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini grafica di Gianluigi Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini Anno scolastico 2010_ 2011 Perché questa scelta? Il libro è un contesto abitato dai bambini sin dalla più tenera età; è

Dettagli

2. Orsoroberto I bambini ricevono la scheda numero 1, colorano l Orsoroberto e rispondono alla domanda: Come ti chiami? scrivendo il loro nome.

2. Orsoroberto I bambini ricevono la scheda numero 1, colorano l Orsoroberto e rispondono alla domanda: Come ti chiami? scrivendo il loro nome. Unità I L identità personale Contenuti - Salutarsi - Presentarsi - Parlare di sé - Famiglia - Numeri Attività Un pupazzo di nome Roberto aiuterà i bambini ad imparare l italiano, e diventerà presto la

Dettagli

Obiettivo Principale: imparare a definire e chiamare funzioni

Obiettivo Principale: imparare a definire e chiamare funzioni 12 LEZIONE: Composizione di canzoni Tempo della lezione: 45-60 Minuti. - Tempo di preparazione: 5 Minuti (con introduzione delle canzoni in più giorni, se possibile). Obiettivo Principale: imparare a definire

Dettagli

INSEGNARE CON I TASK Appunti

INSEGNARE CON I TASK Appunti INSEGNARE CON I TASK Appunti 1. Condizioni per l apprendimento Esposizione alla lingua da apprendere Opportunità per l uso della lingua Motivazione l uso della lingua in attività di ascolto, parlato, lettura

Dettagli

Modulo: III. Il lavoro

Modulo: III. Il lavoro Argomento: 1. I mestieri Competenza: Imparare a conoscere i mestieri più comuni Lessico: I nomi dei mestieri Grammatica : Articoli determinativi, indeterminativi e partitivi 2 fotocopie per ogni studente

Dettagli

Lo sai mamma che... Il giornalino della Scuola dell Infanzia di Ponte nelle Alpi gestito dai genitori con la collaborazione delle insegnanti.

Lo sai mamma che... Il giornalino della Scuola dell Infanzia di Ponte nelle Alpi gestito dai genitori con la collaborazione delle insegnanti. Pronti per colorare? Lo sai mamma che... Il giornalino della Scuola dell Infanzia di Ponte nelle Alpi gestito dai genitori con la collaborazione delle insegnanti. Ringraziamo tutte le maestre e le mamme

Dettagli

Unità IX Il corpo. Contenuti - Parti del corpo - Sentimenti - Sensi. Attività AREA ANTROPOLOGICA

Unità IX Il corpo. Contenuti - Parti del corpo - Sentimenti - Sensi. Attività AREA ANTROPOLOGICA Unità IX Contenuti Il corpo - Parti del corpo - Sentimenti - Sensi Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. L Orsoroberto introduce L Orsoroberto si tocca il naso e chiede ai bambini di fare lo stesso. Poi si tocca

Dettagli

I DISCORSI E LE PAROLE

I DISCORSI E LE PAROLE I DISCORSI E LE PAROLE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE 1. Il bambino usa la lingua italiana, arricchisce e precisa il proprio lessico, comprende parole e discorsi, fa ipotesi sui significati

Dettagli

Jordan. Lavora con un compagno. Guardate la fotografie e rispondete alle domande

Jordan. Lavora con un compagno. Guardate la fotografie e rispondete alle domande Roger Jordan Serena Marco Pervez Vrinda Lavora con un compagno. Guardate la fotografie e rispondete alle domande Chi ti piace di più? Chi ti piace meno?.. Chi ti sembra più contento?.. Chi ti sembra più

Dettagli

Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI SCOIATTOLI VOLPI TOPINI

Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI SCOIATTOLI VOLPI TOPINI Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI Siamo il gruppo più numeroso della scuola e assieme alle maestre Meri e Silvia siamo diventati

Dettagli

1. Scrivere ad amici e parenti

1. Scrivere ad amici e parenti 1. Scrivere ad amici e parenti In questo capitolo ci concentreremo sulle lettere per le persone che conosciamo. Normalmente si tratta di lettere i cui argomenti sono piuttosto vari, in quanto i nostri

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN 1 CIRCOLO SPINEA ANNO SCOLASTICO 2005-06. Prog. MATEMATICA Gruppo ANNI 5 Periodo MARZO Documentazione di MIELE GIOVANNA

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN 1 CIRCOLO SPINEA ANNO SCOLASTICO 2005-06. Prog. MATEMATICA Gruppo ANNI 5 Periodo MARZO Documentazione di MIELE GIOVANNA SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN 1 CIRCOLO SPINEA ANNO SCOLASTICO 2005-06 Prog. MATEMATICA Gruppo ANNI 5 Periodo MARZO Documentazione di MIELE GIOVANNA Il progetto sulla Terza Dimensione Queste attività si

Dettagli

Introduzione L insegnante: Oggi impareremo a conoscere le nostre capacità e quelle degli altri. Impareremo anche come complementarsi a vicenda.

Introduzione L insegnante: Oggi impareremo a conoscere le nostre capacità e quelle degli altri. Impareremo anche come complementarsi a vicenda. www.gentletude.com Impara la Gentilezza 5 FARE COMPLIMENTI AGLI ALTRI Guida Rapida Obiettivi: i bambini saranno in grado di: di identificare i talenti e i punti di forza propri e degli altri, e scoprire

Dettagli

Copyright www.quantomanca.com

Copyright www.quantomanca.com Dove sto andando? Partenza: Il......... alle ore... Oggi sto partendo da... ed andreamo a... Si trova a... e sono molto contento/a di andare li! Incolla una foto della partenza. 1 con chi parto? Sto partendo

Dettagli

Relazione finale Progetto : NOI, AMICI SPECIALI ins. Gallo Maria classe L1

Relazione finale Progetto : NOI, AMICI SPECIALI ins. Gallo Maria classe L1 Relazione finale Progetto : NOI, AMICI SPECIALI ins. Gallo Maria classe L1 Quando si è trattato di definire un progetto da realizzare per la conclusione del primo anno DOL ho cercato d focalizzare le caratteristiche

Dettagli

Videók forgatókönyve. 1. Videó: Eszem-iszom 2. Videó: Mosolygós jó reggelt 3. Videó: Gyere, játszunk!

Videók forgatókönyve. 1. Videó: Eszem-iszom 2. Videó: Mosolygós jó reggelt 3. Videó: Gyere, játszunk! Videók forgatókönyve 1. Videó: Eszem-iszom 2. Videó: Mosolygós jó reggelt 3. Videó: Gyere, játszunk! 1. Videó: Eszem-iszom Videók forgatókönyve további információ a www.littlepim.hu oldalon Little Pim

Dettagli

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso unità 7 - quattro chiacchiere con gli amici lezione 13: un tè in compagnia 64-66 lezione 14: al telefono 67-69 vita italiana 70 approfondimenti 71 unità 8 - una casa nuova lezione 15: cercare casa 72-74

Dettagli

Dischi educativi ideali per l addestramento efficace grazie al segnale sonoro. Trixie

Dischi educativi ideali per l addestramento efficace grazie al segnale sonoro. Trixie Non importa quante diverse razze canine esistano oggi, ma anche il comportamento del vostro cane deriva all 85% dal suo progenitore: il lupo! Spesso si dimentica questo fatto e tanti padroni tendono ad

Dettagli

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI 1 a.s. 2006/07 Attività prodotta da: Silvia Fantina- Silvia Larese- Mara Dalle Fratte. Proposta di lavoro stratificata Materiali: test ITALIANO COME LINGUA

Dettagli

FACCIAMO INGLESE! CON

FACCIAMO INGLESE! CON + FACCIAMO INGLESE! CON + FACCIAMO INGLESE! Le lezioni sono rivolte ai bambini della scuola primaria. I corsi sono personalizzati e divisi per livello. Le attività per i bambini da 6 a 9 anni: Durata:

Dettagli

Matematica e giochi di gruppo

Matematica e giochi di gruppo Matematica e giochi di gruppo Possiamo riempire di contenuti matematici situazioni di piccola sfida personale, situazioni di giochi di società. Di seguito proponiamo attività che affrontano i seguenti

Dettagli

La magia delle parole

La magia delle parole SEZIONE 1 Consapevolezza fonologica Scheda 12 Avviare il bambino alla composizione e scomposizione delle parole attraverso l aggiunta e la sottrazione di fonemi. Piccolo gruppo. Aula o angolo di lettura.

Dettagli

Relatori : Bragazzi Rossella Colardo Elsa

Relatori : Bragazzi Rossella Colardo Elsa Corso di Formazione ATTIVITA INTERDISCIPLINARI con particolare riferimento alla lingua italiana e alla matematica Relatori : Bragazzi Rossella Colardo Elsa Unità di lavoro del Progetto Bambini maestri

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA

SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA DELL INFANZIA Indice delle schede didattiche per la scuola dell infanzia IL MONDO DEI RIFIUTI PAG. 2 ANALIZZIAMO I RIFIUTI PAG. 3 DISTINGUIAMO I RIFIUTI PAG. 4 QUANTO VIVONO GLI OGGETTI? PAG. 5

Dettagli

Quarto Incontro SICUREZZA SUL LAVORO

Quarto Incontro SICUREZZA SUL LAVORO Quarto Incontro SICUREZZA SUL LAVORO 6. QUARTO INCONTRO - SICUREZZA SUL LAVORO Materiali necessari al quarto incontro (per comodità, fare un segno di spunta sul materiale preparato) un PC portatile un

Dettagli

Consigli e accorgimenti per la vita quotidiana

Consigli e accorgimenti per la vita quotidiana Consigli e accorgimenti per la vita quotidiana In questa sezione vi indichiamo ciò che potete fare per rendere più semplice la vita quotidiana del vostro congiunto. L elenco non ha alcuna pretesa di essere

Dettagli

Dove metti il divano?

Dove metti il divano? Dove metti il divano? Indicazioni per l insegnante Obiettivi didattici le preposizioni a, da e di + articolo le espressioni di luogo Svolgimento Obiettivo dell attività-gioco proposta è quello di far utilizzare

Dettagli

I.C. CLEMENTE REBORA STRESA CURRICOLO VERTICALE DI INGLESE

I.C. CLEMENTE REBORA STRESA CURRICOLO VERTICALE DI INGLESE I.C. CLEMENTE REBORA STRESA CURRICOLO VERTICALE DI INGLESE INGLESE Scuola primaria di Gignese Classi I, II, II, IV, V COMPETENZE CHIAVE EUROPEE PL. 1 / 2 Comunicazione nelle lingue straniere Imparare ad

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Fatta un'indagine sui lavori svolti dai genitori dei bambini della classe, ci procuriamo le immagini relative a quelle professioni.

Fatta un'indagine sui lavori svolti dai genitori dei bambini della classe, ci procuriamo le immagini relative a quelle professioni. info@didatticaperprogetti.it PROGETTO 4.3.1 TITOLO Il lavoro AREA 4 Antropologica (Studi Sociali) SCUOLA Elementare 3-4 - 5 OBIETTIVO Riflettere mediante il linguaggio verbale e il linguaggio visivo sul

Dettagli

Le abilità sociali e le regole. La scuola diventa autorevole

Le abilità sociali e le regole. La scuola diventa autorevole Le abilità sociali e le regole La scuola diventa autorevole Il perché delle regole e delle abilità sociali? Le abilità sociali permettono di mettere in atto tutti quei comportamenti che fanno sì che si

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

SCUOLA INFANZIA RINASCITA

SCUOLA INFANZIA RINASCITA SCUOLA INFANZIA RINASCITA ******************** PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE MANGIARE E' UN GIOCO NON E' MAI TROPPO PRESTO PER IMPARARE A MANGIARE BENE PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE E' importante,

Dettagli

Progetti per le vacanze!

Progetti per le vacanze! Progetti per le vacanze! Indicazioni per l insegnante Obiettivi didattici le vacanze: programmare, raccogliere informazioni, parlarne la costruzione con si ci di luogo Svolgimento L attività è finalizzata

Dettagli

( 4 ) 2008-2009 1. TIPOLOGIA DELL UNITA APPRENDIMENTO

( 4 ) 2008-2009 1. TIPOLOGIA DELL UNITA APPRENDIMENTO UNITA DI APPRENDIMENTO n. 4b (Programmazione) di PASTORI Cristina ( bambini di 4 anni ) Anno Scolastico 2008-2009 Laboratorio linguistico da gennaio a maggio 1. TIPOLOGIA DELL UNITA APPRENDIMENTO Come

Dettagli

Al bar UNITÀ 2. Ciao Carla, come va? Ciao Giulia, come stai? Buongiorno, come va? Benissimo, grazie e tu? Non c è male e Lei, signor Fabbri, come sta?

Al bar UNITÀ 2. Ciao Carla, come va? Ciao Giulia, come stai? Buongiorno, come va? Benissimo, grazie e tu? Non c è male e Lei, signor Fabbri, come sta? chiedere a una persona come sta dire come stiamo e ringraziare esprimere desideri (vorrei + infinito) parlare al telefono ordinare al bar il verbo stare i numeri da 0 a 9 i sostantivi al singolare l articolo

Dettagli

Venite tutti a casa mia. Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Quanti CD hai?

Venite tutti a casa mia. Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Quanti CD hai? TEMPO LIBERO Venite tutti a casa mia Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Ho molti CD di musica ska; tanti di musica punk-rock, pochi invece di altri generi. Per me la musica ska è la più divertente

Dettagli

INSIEME A LUPO ROSSO

INSIEME A LUPO ROSSO Istituto Comprensivo n.1 Bologna Anno Scolastico 2007-2008 Scuola dell'infanzia "Giovanni XXIII" INSIEME A LUPO ROSSO IMPARIAMO LE REGOLE DELLA STRADA PROGETTO DI EDUCAZIONE STRADALE GUIDATO DA SILVIA

Dettagli

2. NUMERO DA INDOVINARE

2. NUMERO DA INDOVINARE 1. L ASINO DI TOBIA (Cat. 3) Tobia è andato in paese ed ha acquistato 6 sacchi di provviste. Li vuole trasportare con il suo asino fino alla sua casa sulla cima del monte. Ecco i sacchi di provviste sui

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO

UNITA DI APPRENDIMENTO UNITA DI APPRENDIMENTO Io racconto, tu mi ascolti. Noi ci conosciamo Istituto comprensivo n.8 ( Fe ) SCUOLA PRIMARIA DI BAURA Classe seconda Ins: Anna Maria Faggioli, Marcello Gumina, Stefania Guiducci.

Dettagli

Il fumetto Creazione di storie per immagini

Il fumetto Creazione di storie per immagini Il fumetto Creazione di storie per immagini Introduzione Il fumetto è un linguaggio che a sua volta utilizza un linguaggio molto semplice. L efficacia di questo mezzo espressivo è resa dall equilibrio

Dettagli

Questionario COMPASS*

Questionario COMPASS* Questionario COMPS* Istruzioni Il presente questionario viene utilizzato per addestrarsi a discriminare fra le varie modalità di reazione a situazioni sociali specifiche in casa e fuori. Consta di 30 casi

Dettagli

Finalmente in volo. farescuola

Finalmente in volo. farescuola Al termine del percorso è utile ripercorrere e condividere le tracce che insieme abbiamo lasciato in questo primo anno di scuola, riflettere su quanto abbiamo vissuto e appreso per accorgerci che siamo

Dettagli

Un'altra geniale proposta!!! Disegniamo i cinque bambini protagonisti della storia in due versioni: senza e con i vestiti. Cerchiamo di esser molto

Un'altra geniale proposta!!! Disegniamo i cinque bambini protagonisti della storia in due versioni: senza e con i vestiti. Cerchiamo di esser molto Utilizzando la Lim, rileggiamo la storia tutti insieme sfogliando il libro scansionato Quanto ci è piaciuta questa storia! Potremmo far giocare a questa storia anche gli altri bambini? Magari invitare

Dettagli

Progetto Merenda Sana. Kit didattico

Progetto Merenda Sana. Kit didattico Progetto Merenda Sana Kit didattico 16 1 tocca a te! Il progetto è a cura del gruppo di lavoro Merenda sana : Azienda Ulss 12 Veneziana, Dipartimento di Prevenzione, Uosd Educazione e Promozione della

Dettagli

OBIETTIVI DELL UNITÀ:

OBIETTIVI DELL UNITÀ: Come siamo belli! Funzioni comunicative Lessico Morfosintassi Descrivere fisicamente se stessi e altre persone Ricavare informazioni sulle caratte ri stiche fisiche di una persona all interno di un semplice

Dettagli

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA!

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! PREPARATIVI - Preparare un grande cerchio di cartoncino marrone (la torta ) e tanti spicchi di diversi colori vivaci (le fette ), in modo che ci sia uno spicchio

Dettagli

SGUARDOPOLI PARLARE E ASCOLTARE GUARDANDOSI NEGLI OCCHI

SGUARDOPOLI PARLARE E ASCOLTARE GUARDANDOSI NEGLI OCCHI Classi 3-5 II Livello SGUARDOPOLI PARLARE E ASCOLTARE GUARDANDOSI NEGLI OCCHI Motivazione: una buona capacità comunicativa interpersonale trova il suo punto di partenza nel semplice parlare e ascoltare

Dettagli

Le attività Fragile (l ombra che resta)

Le attività Fragile (l ombra che resta) Introduzione all uso (per gli studenti) Cari studenti e studentesse di italiano, questo Cdlibro è uno strumento con il quale speriamo di farvi apprezzare lo studio della lingua, di aspetti della cultura

Dettagli

L insegnamento capovolto: la didattica del fare Didattica per competenze: la scrittura

L insegnamento capovolto: la didattica del fare Didattica per competenze: la scrittura Direzione Didattica Casteldaccia Anno scolastico 2014-2015 Scuola primaria - classe I sezione C Ins. Beatrice D ANNA Progetto USR Sicilia L insegnamento capovolto: la didattica del fare Didattica per competenze:

Dettagli

Funzioni comunicative Lessico Morfosintassi

Funzioni comunicative Lessico Morfosintassi Funzioni comunicative Lessico Morfosintassi Informarsi sullo stato di una persona (Oggi come stai?) Esprimere emozioni e stati d animo e spiegarne il motivo (Sono stanco/felice/triste/spaventato/ arrabbiato

Dettagli

SIAMO TUTTI POETI. Percorso alla scoperta del testo poetico in cooperative learning. Classe IV A Maria Immacolata a.s. 2012-13

SIAMO TUTTI POETI. Percorso alla scoperta del testo poetico in cooperative learning. Classe IV A Maria Immacolata a.s. 2012-13 SIAMO TUTTI POETI Percorso alla scoperta del testo poetico in cooperative learning Classe IV A Maria Immacolata a.s. 2012-13 Docente Anna Maria Pirisi Premessa La poesia è un tipo di testo a misura dei

Dettagli

Prove d ingresso. Scuola primaria classi 1 a, 2 a e 3 a. Indicazioni per l insegnante. Ascoltare

Prove d ingresso. Scuola primaria classi 1 a, 2 a e 3 a. Indicazioni per l insegnante. Ascoltare 0 Giunti Scuola S.r.l., Firenze CLASSI A - A - A Prove d ingresso Scuola primaria classi a, a e a Ascoltare 6 Prova n. Consegne da dare Prova n. scheda p. 9 Frasi da leggere Indicazioni per l insegnante

Dettagli

Borsa di studio/classe IV

Borsa di studio/classe IV 1 Borsa di studio/classe IV La storia va in fumetto Racconta la Storia di Clara dagli occhi grandi in un fumetto! 1. Riassumi la storia nelle scene che ti sembrano più importanti (per es. Clara che parla

Dettagli

Azione 1 Italiano come L2- La lingua per studiare

Azione 1 Italiano come L2- La lingua per studiare Azione 1 Italiano come L2- La lingua per studiare Disciplina: Scienze Livello: A2 Gruppo 3 Autori: Belfi Antonella, Bolzan Luana, Papi Michela Prerequisiti: comprensione linguistica livello A2 per alunni

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

CHI SI CURA DI NOI? Sviluppare atteggiamenti di attenzione e cura nei confronti degli altri.

CHI SI CURA DI NOI? Sviluppare atteggiamenti di attenzione e cura nei confronti degli altri. CHI SI CURA DI NOI? Nel libro della Bibbia si narra come da sempre Dio si prende cura dell uomo. Con l aiuto di alcune immagini riflettiamo su chi si preoccupa di noi e in che modo. Proviamo anche noi

Dettagli

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002 . Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno 5 marzo 2002 Ho comunicato ai bambini che avremo

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda - Fascicolo 1

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda - Fascicolo 1 PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda - Fascicolo 1 Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2013 2014 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Seconda Fascicolo 1 Spazio per

Dettagli

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri.

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri. 6 LEZIONE: Algoritmi Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10-25 Minuti (a seconda che tu abbia dei Tangram disponibili o debba tagliarli a mano) Obiettivo Principale: Spiegare come

Dettagli

Le principali tappe dello sviluppo tra i 6 mesi e i 6 anni

Le principali tappe dello sviluppo tra i 6 mesi e i 6 anni Le principali tappe dello sviluppo tra i 6 mesi e i 6 anni I bambini si sviluppano con un ritmo individuale, per questo è impossibile dire esattamente quando acquisiranno una data capacità. Le tappe dello

Dettagli

Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry

Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry I NONNI Obiettivo: riconoscere il sentimento che ci lega ai nonni. Attività: ascolto e comprensione di racconti, conversazioni guidate. Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry Quando Roberto

Dettagli

Racconti visioni e libri per rospi da baciare

Racconti visioni e libri per rospi da baciare febbraio 2008 Cari bambini e ragazzi che verrete al festival chiamato AIUTO, STO CAMBIANDO! Racconti visioni e libri per rospi da baciare a Cagliari dall 8 all 11 ottobre 2009 NOTA: questa la lettera originale,

Dettagli

PROGETTO DI LINGUA INGLESE Panda Sezione 1A

PROGETTO DI LINGUA INGLESE Panda Sezione 1A PROGETTO DI LINGUA INGLESE Panda Sezione 1A Finalità generale: primo approccio alla lingua inglese Obiettivi: *ascoltare e ripetere vocaboli, brevi dialoghi e canzoni *avviare una prima conoscenza della

Dettagli

I colori del mondo a Scuola

I colori del mondo a Scuola Progetto aree a rischio Polo Alto Polesine Gruppo Scuola Primaria I colori del mondo a Scuola Test d ingresso di lingua italiana come L2 livello A 2 Anno Scolastico 2007/2008 Premessa Il gruppo di lavoro

Dettagli

RELAZIONE FINALE PROGETTO: LA STORIA OLTRE LA STORIA

RELAZIONE FINALE PROGETTO: LA STORIA OLTRE LA STORIA 1 INS. BORTOLATO GIUSEPPINA CLASSE E7 RELAZIONE FINALE PROGETTO: LA STORIA OLTRE LA STORIA Il progetto LA STORIA OLTRE LA STORIA è stato realizzato per far comprendere al bambino, che quando, ci sono modifiche

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Biografia linguistica

Biografia linguistica EAQUALS-ALTE Biografia linguistica (Parte del Portfolio Europeo delle Lingue di EAQUALS-ALTE) I 1 BIOGRAFIA LINGUISTICA La Biografia linguistica è un documento da aggiornare nel tempo che attesta perché,

Dettagli

Materiale didattico. Com è fatto il cioccolato Giochi a squadre, visite didattiche e cioccolato: per diventare consumatori consapevoli

Materiale didattico. Com è fatto il cioccolato Giochi a squadre, visite didattiche e cioccolato: per diventare consumatori consapevoli Materiale didattico Com è fatto il cioccolato Giochi a squadre, visite didattiche e cioccolato: per diventare consumatori consapevoli Programma delle lezioni Attività interdisciplinari Classe quarta della

Dettagli

Il vostro compito Leggete il testo e mettete una crocetta sulla risposta giusta. La prima risposta = esempio.

Il vostro compito Leggete il testo e mettete una crocetta sulla risposta giusta. La prima risposta = esempio. 1 LA FAMIGLIA 1.1 Lettura primo testo Il prossimo anno l austriaca Alexandra partirà per l Italia. Per quattro mesi frequenterà il liceo a Ravenna. Stamattina ha ricevuto una lettera dalla sua famiglia

Dettagli