A CACCIA DI INSETTI NEGLI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "A CACCIA DI INSETTI NEGLI"

Transcript

1 A CACCIA DI INSETTI NEGLI ARCHIVI E NELLE BIBLIOTECHE Eugenio Veca Laboratorio di Biologia ISTITUTO CENTRALE PER IL RESTAURO E LA CONSERVAZIONE DEL PATRIMONIO ARCHIVISTICO E LIBRARIO MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI 1

2 Vari fattori influenzano lo sviluppo di agenti biologici; in particolare, le condizioni microclimatiche di conservazione non ottimali: temperatura ambientale superiore ai 20 C umidità relativa superiore al 65% Laboratorio di Biologia Controllo del microclima psicrometro termoigrografo Laboratorio di Biologia 2

3 Norma UNI dell anno 1997 Condizioni climatiche per ambienti di conservazione di documenti grafici e caratteristiche degli alloggiamenti La norma definisce i parametri microclimatici per gli ambienti di conservazione dei documenti grafici costituiti essenzialmente da materiale cartaceo e membranaceo in edifici di nuova costruzione o preesistenti EVENTUALE ENTOMOFAUNA PRESENTE NEI DEPOSITI D ARCHIVIO INSETTI DANNOSI: utilizzano a scopo nutrizionale i materiali costituenti i supporti. INSETTI OCCASIONALI: si introducono nei locali di deposito per condizioni ambientali favorevoli al loro sviluppo. 3

4 INSETTI ACCRESCIMENTO: avviene attraverso vari stadi, durante i quali la vecchia cuticola viene abbandonata e poi sostituita con una più grande della precedente. Il processo si chiama muta. Passaggio dallo stadio giovanile allo stadio adulto: Insetti con metamorfosi quasi nulla (ametaboli): (ad es. lepisma) UOVO, ESEMPLARE GIOVANE PICCOLO (NEANIDE), ESEMPLARE ADULTO GRANDE Insetti con metamorfosi incompleta (emimetaboli): (ad es. blatta) UOVO, NEANIDE, NINFA, ESEMPLARE ADULTO GRANDE Insetti con metamorfosi completa (olometaboli) : (ad es. farfalla, coleottero e mosca) UOVO, LARVA, ADULTO 4

5 5

6 6

7 7

8 TRAPPOLE ADESIVE ENTOMOLOGICHE PRIVE DI ATTRATTIVI Nei locali di conservazione di archivi e biblioteche vengono di norma utilizzate per il monitoraggio trappole entomologiche per insetti volanti e per insetti striscianti prive di attrattivi. Queste trappole sono in cartone e hanno una superficie collata in cui rimangono invischiati gli insetti che si posano. In ambiente archivistico si tende ad utilizzare trappole di questo tipo in quanto risultano efficaci e allo stesso tempo sicure e poco costose. Le trappole per insetti volanti a pannello verticale, particolarmente idonee per ambienti confinati, vengono preferibilmente collocate in prossimità di fonti luminose quali finestre o lampade in modo da sfruttarne l effetto attrattivo esercitato dalla luce verso certi tipi di insetti (fototropismo). Le trappole per striscianti vengono posizionate a terra o sopra i documenti; sono indicate per catturare gli insetti atteri e gli stadi atteri di quelli alati. Possono catturare anche insetti volanti ma in numero molto minore rispetto alle trappole precedenti. 8

9 TIPOLOGIE DI TRAPPOLE ENTOMOLOGICHE Esistono vari tipi di trappole, come quelle elettroluminose, quelle con attrattivi chimici e quelle con attrattivi alimentari: Trappole elettroluminose, sono dotate di lampade generalmente agli ultravioletti che attirano gli insetti, non sono però consigliabili in ambienti come gli archivi e le biblioteche; infatti le radiazioni elettromagnetiche che producono possono essere fonte di danno ai documenti e il sistema elettrico può rappresentare un pericolo di incendio. Trappole con attrattivi chimici, come i feromoni (messaggeri chimici intraspecifici che servono, cioè, agli insetti di una determinata specie per comunicare tra di essi), sono molto specifiche e non risultano, quindi, adatte per un monitoraggio ad ampio spettro; Trappole con attrattivi di tipo alimentare non sono attualmente state sperimentate adeguatamente negli ambienti di conservazione e per questo non sono usualmente utilizzate. esempi di trappole entomologiche Laboratorio di Biologia 9

10 Documenti con danni da Coleotteri Anobidi e Dermestidi, Archivio di Stato di Roma. Trappole adesive per insetti volanti posizionate all interno dell Archivio di Stato di Roma. 10

11 Trappole per insetti striscianti su volumi dell Archivio di Stato di Roma. Esemplare adulto di Coleottero Dermestide Anthrenus sp. catturato durante il monitoraggio entomologico nell Archivio di Stato di Roma. Larva di Coleottero Dermestide Anthrenus sp. catturata durante il monitoraggio entomologico nell Archivio di Stato di Roma. 11

12 Esemplare adulto di Coleottero Anobide Stegobium paniceum catturato durante il monitoraggio entomologico nell Archivio di Stato di Roma. di nuovi esemplari osservati sulle trappole il giorno di ispezione N /05/ /05/ /06/ /06/ /07/ /07/ /08/ /08/ /09/ /09/2004 Locale A 1 piano; catture per specie (trappole per volanti + trappole per striscianti). Stegobium paniceum Oligomerus ptilinoides Antrenus sp. (adulti e larve) Attagenus sp. Psocottero Tisanuro 29/09/ /10/ /10/ /11/ /11/ /12/ /12/ /01/ /01/

13 Dai risultati ottenuti, emerge che l utilizzo di trappole adesive entomologiche in ambienti di conservazione consente di: monitorare l attività della popolazione p entomologica nel tempo e quindi di valutarne l andamento; individuare la sorgente o il focolaio dell infestazione all interno dell edificio; valutare la distribuzione spaziale dell infestazione all interno dell edificio. Attenzione a non utilizzare le trappole entomologiche sperando di effettuare un trattamento disinfestante! EVITARE GLI INSETTI DANNOSI: zanzariere a trama fitta alle finestre; garantendo un regime di pulizia; mantenendo T e U.R. nei valori idonei; ispezionando i punti poco frequentati; utilizzo di trappole entomologiche; stanza di quarantena. 13

14 COLEOTTERI ANOBIDI (TARLI) fori e gallerie provocati da insetti Coleotteri Anobidi (tarli) Laboratorio di Biologia 14

15 COLEOTTERI (Coleoptera) Insetti a metamorfosi completa (olometaboli) di dimensioni molto variabili. Sono caratterizzati dall avere le ali anteriori indurite e trasformate in elitre che combaciano sul dorso formando una linea mediana dritta. Le ali posteriori sono membranacee e a riposo vengono ripiegate sotto le elitre; possono essere anche ridotte o assenti. Tipicamente hanno apparto boccale masticatore, un grande protorace, larve di vario genere, ma non polipode. Le specie più rilevanti come biodeteriogeni in ambiente archivistico appartengono alle famiglie degli Anobidi e dei Dermestidi, vi sono comunque altre specie dannose in ambienti di conservazione, appartenenti a diverse famiglie. Stegobium paniceum (Coleptera, Anobiidae) (tarlo-anobio del pane) Larva Pupa Adulto Adulto L adulto di questa specie è lungo 1,5-3 mm, presenta una livrea di colore bruno scuro ed un corpo compatto di forma globosa con le elitre lunghe meno di tre volte la loro larghezza. Il capo è ipognato e presenta antenne di 11 articoli con ultimi 3 articoli più grandi degli altri. La larva è biancastra, esapoda e vive all interno dei materiali di cui si nutre dove scava gallerie o camerette di nutrizione. 15

16 Stegobium paniceum (Coleptera, Anobiidae) (tarlo-anobio del pane) E una specie polifaga e si nutre di una grande varietà di sostanze principalmente di origine vegetale ma anche animale (può arrecare danno ad esempio alla carta, al legno, ai cuoiami) Causa danni irreversibili ai documenti scavandovi fori e gallerie. E un insetto cosmopolita, molto comune in tutta Italia e viene annoverato tra le specie più nocive per i documenti cartacei e le derrate alimentari. Le larve sono in grado di sopravvivere in condizioni di bassa umidità ambientale, resistendo a situazioni ambientali anche molto sfavorevoli. In funzione della temperatura, ogni anno si succedono da 1 a 4 generazioni. Il ciclo biologico si compie in 40 giorni, in condizioni a loro ottimali (30 C e 60-90% di U.R). Gli adulti possono vivere sino ad 8 settimane circa. Lasioderma serricorne (Coleptera, Anobiidae) (tarlo-anobio del tabacco) Adulto Larva Pupa Adulto Larva L adulto misura 3-4 mm ha forma ovoidale e colore bruno; le sue L adulto misura 3-4 mm, ha forma ovoidale e colore bruno; le sue antenne sono formate da segmenti dentellati. E dannoso per il materiale cartaceo ed attacca, inoltre: collezioni entomologiche; erbari; tabacco; frutta secca ed esche topicide. Di norma l adulto vive dai 15 ai 50 giorni ed inizia a volare quando la temperatura ambientale supera i 24 C. In condizioni di 30 C e 70% di U.R. il ciclo si compie in circa 25 giorni. Compie 2-3 generazioni l anno. 16

17 Oligomerus ptilinoides (Coleptera, Anobiidae) (tarlo del legno) Adulto Questo Coleottero Anobide, allo stadio adulto, è di colore marrone con il corpo dalla forma allungata e le elitre lunghe almeno tre volte la loro larghezza; ha antenne composte da 11 articoli con gli ultimi tre più espansi ed allungati degli altri. Il maschio misura circa 3,5-4 mm e la femmina circa 5-6,5 mm (dimorfismo sessuale) E una specie mediterranea le cui larve si nutrono di legno di latifoglie ove scavano gallerie dal percorso irregolare con rosume fusiforme. Questo tarlo risulta molto dannoso negli appartamenti, musei ed archivi. Adulto Anobium punctatum (Coleptera, Anobiidae) (tarlo dei mobili) Adulto Larva Le dimensioni dell adulto sono di circa 4-4,5 mm; la livrea è di colore marrone scuro ed è caratterizzato da un pronoto stretto. Questo tarlo è un insetto prevalentemente xilofago ed attacca qualunque tipo di legno; è tuttavia in grado di deteriorare anche il supporto cartaceo. Lo sfarfallamento, avviene di norma tra il mese di giugno ed agosto, da gallerie circolari prodotti sul supporto, del diametro di circa 1,5 mm. La larva può vivere fino ai 3 anni, mentre l adulto vive, di norma, solo giorni. 17

18 Nicobium castaneum (Coleptera, Anobiidae) (tarlo delle biblioteche ) Adulto L'adulto misura dai 4 ai 6 mm con una livrea di colore bruno scuro; è capace di restare immobile per parecchi giorni e presenta abitudini notturne; le elitre sono scolpite da piccole fossette, disposte in linee longitudinali, divise da rilievi di setole giallastre. Si sviluppa su legni teneri in opera, soprattutto umidi ed attaccati da microrganismi. Danneggia i tavolati dei soffitti. Produce un rosume fusiforme. Gastrallus pubens (Coleptera, Anobiidae) (tarlo) Adulto Larva Adulto con livrea di colore bruno scuro e corpo allungato di 3-3,5 mm. Presenta antenne filiformi con segmenti ben visibili. E in grado di attaccare libri e materiali cartacei in genere. Il danno è prodotto sempre dalla larva, che produce gallerie tortuose, a volte ramificate, con la fuoriuscita del rosume prodotto. In condizioni elevate di temperatura ed umidità, l uovo schiude mediamente in 1-2 settimane; l insetto allo stadio larvale dura da poche settimane a più anni. L adulto vive solo poche settimane e sfarfalla dai fori delle galleria larvali, dopo, eventualmente, essersi accoppiato nei libri già infestati per poi disperdersi. 18

19 COLEOTTERI DERMESTIDI (TARLI) Legature in pergamena erose da Dermestidi 19

20 Attagenus unicolor (Coleptera, Dermestidi) (tarlo - attageno ) Adulto Larva Questo Coleottero Dermestide (lungo 3,5-5 mm) presenta un corpo allungato con elitre di colore marrone scuro; le zampe sono rossastre come le antenne, escluso l ultimo articolo che è nero. La larva è di forma allungata e ricoperta di una fitta peluria di colore rossastro che, nella parte caudale, presenta un caratteristico ciuffo di setole. Questi insetti si nutrono di sostanze di origine proteica animale, provocando un grave danno sulle parti delle legature in pelle e sulle antiche pergamene. Presenta 1-2 generazioni all anno anche se in condizioni favorevoli (alimentazione a base di proteine animali ed una T di 30 C) il ciclo vitale può essere completato in circa un mese. Anthrenus museorum (Coleptera, Dermestidae) (antreno dei musei ) Adulto L'adulto è lungo 2-3 mm, con una livrea di colore nero con setole bianche e gialle presenti in forma irregolare e variabile. Le zampe sono rossastre. La larva è bruna con 3 ciuffi di setole di colore giallo-oro all apice dell addome. E una specie che può creare danni ad animali imbalsamati, pellicce, prodotti in pelle e tappeti. Il ciclo biologico è fortemente influenzato dalla temperatura. A C il ciclo vitale si compie entro 100 giorni e lo sfarfallamento degli adulti avviene nel periodo primavera estate. Larva 20

21 Anthrenus verbasci (Coleptera, Dermestidae) (antreno dei tappeti) Adulto L adulto presenta una forma tondeggiante, con dimensioni da15a4mm 1,5 a mm. Ha ali brune ricoperte di setole grigia giallastra, distribuite in forma irregolare. La larva ha un corpo colore bruno-nerastro, con ciuffi di setole. E considerato un infestante di animali imbalsamati, collezioni di insetti, pelli e pellicce, seta e tappeti. Il danno prodotto si verifica maggiormente negli ambienti museali. Larva TISANURI LEPISMATIDI (PESCIOLINO D ARGENTO) 21

22 Lepisma saccharina (Thysanura, Lepismatidae) (Pesciolino d argento) Questa specie appartenente all ordine dei Tisanuri, attera e dalla forma appiattita ed allungata (di circa10 mm) con il corpo ricoperto di squame. Presenta una colorazione uniforme ed argentea con antenne filiformi dalla lunghezza pari a quella del corpo con cerci e paracerco di pari lunghezza. E estremamente longeva con una deambulazione prevalentemente notturna dai movimenti rapidi ed a scatto. Questo insetto si nutre di svariate sostanze ricche di carboidrati, come i documenti cartacei, le stampe e le fotografie; utilizza, inoltre, i prodotti impiegati nelle legature dei libri antichi ed i detriti alimentari normalmente presenti nelle dispense delle abitazioni. Questi insetti, producono sui supporti documentari una erosione superficiale a volte molto estesa. E una specie molto diffusa in tutto il territorio nazionale. 22

23 ISOTTERI RINOTERMITIDI (TERMITI) voragine provocata da Isotteri (termiti) su volume Laboratorio di Biologia 23

24 Danni da isotteri Gli isotteri in ambienti di conservazione possono arrecare danni alla carta, al legno, ai tessuti, al cuoio, alla pergamena, ai rivestimenti di cavi elettrici e perforare sottili lamine di materiale plastico. Nei libri scavano voragini a forma di cratere o determinano erosioni estese irregolari; nel legno scavano gallerie parallele alle fibre distruggendo l'interno e mantenendo intatto l'esterno. ISOTTERI (Isoptera) Comunemente noti come termiti sono insetti sociali che spesso formano grandi comunità che comprendono caste. Generalmente ritroviamo un re, una regina, operai e soldati. Sono insetti a metamorfosi incompleta. Hanno esoscheletro poco consistente e normalmente di colore chiaro. Possono essere alati o atteri più raramente brachitteri. Le forme alate presentano due paia di ali simili e di forma allungata. Hanno un apparto boccale masticatore. Sono in grado di digerire la cellulosa grazie a protozoi simbionti che albergano nell intestino posteriore e al meccanismo della trofallassi. Possono arrecare notevoli danni a legno e carta oltre che ad altri materiali. In italia si riscontrano due specie autoctone: Kalotermes flavicollis (della famiglia Kalotermitidae) e Reticulitermes lucifugus (della famiglia Rhinotermitidae), questultima specie è particolarmente dannosa in ambiente di conservazione. Oltre a queste due specie vi è una specie involontariamente introdotta: Chryptotermes brevis (della famiglia Kalotermitidae). 24

25 Reticulitermes Reticulitermes lucifugus (Isoptera, Rhinotermitidae) (Termite lucifuga o formiche bianche) Sono insetti lucifughi di medie dimensioni; l alato è lungo mm e 6 mm senza ali. Vivono in colonie isolate con una organizzazione sociale simile a quella delle formiche, ripartite in tre caste sociali: operai; soldati e reali. E una specie presente in tutta l area del Mediterraneo. Questi insetti sono in grado di determinare sul materiale colpito un danno molto grave e subdolo non facilmente individuabile. Vivono in colonie formate da migliaia di esemplari (anche ). Il termitaio si trova generalmente sprofondato, fino ad oltre 5 metri, nel terreno. Raggiungono l ambiente da infestare costruendo dei camminamenti con i prodotti della loro masticazione, restando, così, sempre al riparo dalla luce. La sciamatura dell alato, di norma, avviene in primavera-estate. 25

26 26

27 Kalotermes flavicollis 27

28 BLATTODEI (SCARAFAGGI) Fotografia danneggiata da blatte. 28

29 Danni provocati da blatte Blattodea (Scarafaggi, Blatte) Insetti, generalmente, di media e grande dimensione; nei locali di conservazione non idonei si possono riscontrare specie che, allo stadio di adulto, misurano dai 10 ai 44 mm. Vivono in ambienti bui ed umidi. Presentano apparato boccale masticatore, zampe anteriori simili tra loro, ali anteriori ispessite in tegmine e sono presenti cerci. Hanno metamorfosi incompleta (emimetaboli) e le uova vengono deposte racchiuse in una ooteca. A seconda della specie, tra quelle visionate, possono vivere da i 7 mesi circa ai tre anni circa. Onnivori, in un ambiente di conservazione sono in grado di distruggere tutti i tipi di supporti documentari, provocando erosioni molto gravi. Durante l alimentazione, inoltre, imbrattano i supporti con i loro escrementi. 29

30 Blatella germanica; Blatta orientalis; Periplaneta americana (Blattodea) (Scarafaggi, Blatte) Blatta orientalis (17-30 mm) Blatella germanica (10-15 mm) Periplaneta americana (28-44 mm) Ooteca di blattodeo PSOCOTTERI (PIDOCCHIO DEL LIBRO) 30

31 Comunemente sono gregari e, nonostante alcune specie come Liposcelis possano svilupparsi anche a umidità relativa pari al 60%, sono legati a luoghi umidi. Le fonti principali di nutrimento degli Psocotteri sono residui di sostanze organiche vegetali o animali, di funghi, di alghe e di licheni. In ambiente archivistico possono danneggiare soprattutto volumi (in modo particolare quelli antichi) e le stampe; l attacco ai volumi antichi parte dalle rilegature (dove sono attratti dalle sostanze che compongono le colle) e successivamente si espande alle pagine che possono subire erosioni anche fino alla completa distruzione. Importanza sanitaria: Possono causare eruzioni cutanee (eritemato-ponfoidi o papulo-eritematose) accompagnate da forte prurito, probabilmente a causa del contatto con la pelle di sostanze rilasciate dallo schiacciamento degli insetti stessi. Il ripetuto contatto con gli Psocotteri può provocare fenomeni di sensibilizzazione e sono state segnalate reazioni allergiche cutanee anche di forte intensità. Erosioni da psocidi su dorso Liposcelis divinatorius (Psocoptera, Liposcelidae) (Pidocchio del libro) Insetto di piccolissime dimensioni (0,6-2,2 mm di lunghezza); questa specie presenta una livrea marrone chiaro (colore isabellino) con parti trasparenti ed esoscheletro poco consistente. Il capo è grande, globoso con lunghe antenne filiformi di articoli e la maggior parte delle specie ha occhi composti grossi e prominenti. Possono essere alati, atteri o microtteri a seconda della specie o del sesso. Le ali qualora siano presenti, in condizioni di riposo vengono disposte a tetto sull addome; sono membranose e le anteriori sono di maggiori dimensioni delle posteriori Sono insetti a metamorfosi incompleta ed hanno normalmente riproduzione anfigonica, benché sia stata riscontrata partenogenesi in varie specie. In condizioni per loro ideali, hanno anche più di una generazione l anno. 31

32 COLEOTTERI PTINIDI (INSETTI RAGNO) Gibbium psylloides (Coleptera, Ptinidae) (Insetto ragno- Gibbio) L adulto è lungo tra 1,7 e 3,2 mm; presenta una livrea di colore bruno- rossastro con un caratteristico ti corpo globoso ed un pronoto liscio i e brillante. La larva ha una forma a C ed è ornata da lunghi e fitti peli. Questo insetto si nutre, di norma, di detriti di origine vegetale ma anche di carta, animali imbalsamati, piume e penne, imbottiture di gomma spugnosa e altri materiali. Presenta una attività notturna ed occupa le piccole crepe dei materiali. Resiste alle basse temperature. 32

33 LEPIDOTTERI TINEIDI (TARME) Tineola biseliella (Lepidoptera,Tineidae) (Tarma) L insetto adulto ha una apertura alare di mm ed è di colore marroncino molto chiaro ed uniforme. Attacca pennelli, spazzole, indumenti di lana, pellicce, etc. La larva realizza tubicini sericei, entro cui si annida. Il ciclo vitale dura in media circa 2 mesi. 33

34 PRINCIPALI INFESTANTI E METODI DI DISINFESTAZIONE CONSIGLIATI TIPO D INSETTO METODI DI LOTTA TISANURI (pesciolini d argento) Spolveratura e deumidificazione. Atmosfere modificate sul materiale infestato. PSOCOTTERI (pidocchi dei libri) Spolveratura del materiale infestato e pulizia dei locali. Deumidificazione dei locali. Atmosfere modificate sul materiale infestato. BLATTOIDEI (scarafaggi) ISOTTERI (termiti) Insetticidi a basso impatto ambientale e lunga persistenza (es. fipronil: Goliath-gel). Pulizia dei locali e risanamento ambientale. Chitino-inibitori (esaflumuron) COLEOTTERI Anobidi (tarli) e Dermestidi (antreni ecc.) LEPIDOTTERI Tineidi (tarme) Atmosfere modificate sul materiale infestato. Pulizia dei locali. Atmosfere modificate sul materiale infestato. TERMINI TECNICI INFEZIONE INFESTAZIONE DISINFEZIONE DISINFESTAZIONE DERATTIZZAZIONE O DISINFESTAZIONE MURINA STERILIZZAZIONE 34

35 35

36 Analisi microbiologiche sviluppo di colonie microfungine e batteriche su piastre Petri Laboratorio di Biologia Pianificazione di interventi - Disinfezione con l utilizzo di gas tossici - autoclave mobile montata su pianale di camion interno di autoclave mobile indicatori biologici per la verifica trattamento Laboratorio di Biologia 36

37 Per una buona riuscita dell intervento di disinfezione con ossido di etilene in autoclave devono essere controllati i seguenti fattori: 1) Concentrazione del gas - 12% ossido di etilene 88% gas inerte (generalmente CO 2 );. 2) Controllo efficacia i del trattamento tt t - con indicatori i biologici i i contenenti ti Bacillus subtilis; 3) Tempo di esposizione dei documenti al gas - circa 48 ore; 4) Temperatura - va mantenuta tra i 20 C e i 30 C, valori inferiori non permettono una buona attività del gas, valori superiori rischierebbero di danneggiare il materiale archivistico; 5) Umidità della carta - il contenuto t percentuale dell acqua della carta andrebbe mantenuto intorno all 8%, per valori inferiori al 6% il gas non riesce a penetrare adeguatamente, invece con valori troppo elevati l ossido di etilene reagisce con l acqua formando un composto inattivo (glicole etilenico); 6) Lavaggi con aria - effettuare a fine trattamento almeno 20 lavaggi della documentazione all interno dell autoclave data l elevata tossicità del gas. PIANIFICARE GLI OPPORTUNI TRATTAMENTI disinfestazione i i con atmosfere modificate; disinfestazione con insetticidi (deltametrina, fipronil, Sentri*tech); tech); 37

38 Pianificazione di interventi - Disinfestazione con atmosfere modificate- esempio di un trattamento con atmosfere modificate su materiale di piccolo formato Laboratorio di Biologia 38

39 ATMOSFERE MODIFICATE Varie metodologie in cui il materiale da disinfestare è trattato in appositi contenitori in cui la concentrazione di ossigeno è mantenuta a valori molto bassi (0,1-0,2% O 2 ). Gli insetti muoiono per mancanza di ossigeno. La temperatura viene mantenuta a C e l UR al 50-55%. Tempi lunghi di trattamento (ca. 4 settimane). Si possono distinguere: 1) Atmosfere modificate in senso stretto (metodi statici ); l ossigeno lossigeno viene sottratto dall atmosfera atmosfera originaria utilizzando dei captatori d ossigeno. 2) Atmosfere modificate in senso lato (metodi dinamici ); si crea un atmosfera a basso tenore di ossigeno immettendo gas inerti come azoto, anidride carbonica, argo, elio. SENTRI*TECH (ESAFLUMURON) E un sistema di disinfestazione contro Reticulitermes lucifugus Vengono deposte esche alimentari contenenti una matrice cellulosica impregnata con l'esaflumuron Le termiti con la trofallassi spargono l esaflumuron nella colonia. Le termiti muoiono al momento della muta in quanto viene inibita la biosintesi e deposizione della chitina. Tempi lunghi 39

40 GRAZIE PER L ATTENZIONE Questa è il mia 40

LA SALVAGUARDIA DEL PATRIMONIO ARCHIVISTICO: CONSERVAZIONE E PREVENZIONE

LA SALVAGUARDIA DEL PATRIMONIO ARCHIVISTICO: CONSERVAZIONE E PREVENZIONE LA SALVAGUARDIA DEL PATRIMONIO ARCHIVISTICO: CONSERVAZIONE E PREVENZIONE Eugenio Veca Laboratorio di Biologia ISTITUTO CENTRALE PER IL RESTAURO E LA CONSERVAZIONE DEL PATRIMONIO ARCHIVISTICO E LIBRARIO

Dettagli

I PIÙ COMUNI INFESTANTI DEI LOCALI DI PRODUZIONE DEGLI ALIMENTI:

I PIÙ COMUNI INFESTANTI DEI LOCALI DI PRODUZIONE DEGLI ALIMENTI: I PIÙ COMUNI INFESTANTI DEI LOCALI DI PRODUZIONE DEGLI ALIMENTI: A cura di: Roberta Cecchetti - Silvia Mascali Zeo - Claudio Venturelli Hanno collaborato: Marina Fridel - Simona Macchini - Vannia Ricci

Dettagli

API, VESPE, CALABRONI ED IMENOTTERI PUNGENTI

API, VESPE, CALABRONI ED IMENOTTERI PUNGENTI (vers. 1 del 03/05/2005) API, VESPE, CALABRONI ED IMENOTTERI PUNGENTI Dio fece le api, il diavolo le vespe (Proverbio nordico) 1. GENERALITÀ Occorre premettere che è da ritenere del tutto naturale l occasionale

Dettagli

Extatosoma tiaratum. Generalità

Extatosoma tiaratum. Generalità Extatosoma tiaratum Tassonomia Dominio: Eukaryota Regno: Animalia Sottoregno: Eumetazoa Ramo: Bilateria Phylum: Arthropoda Subphylum: Tracheata Superclasse: Hexapoda Classe: Insecta Sottoclasse: Pterygota

Dettagli

COS E LA PRODUZIONE INTEGRATA?

COS E LA PRODUZIONE INTEGRATA? Cos è la Produzione Integrata (PI). Con questo scritto desidero fare una cronistoria sulla produzione integrata, un sistema di lotta iniziato negli anni 80, dove un ticinese nella persona del Dott. Mario

Dettagli

IL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO

IL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO IL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO ifesa delle oreste Dryocosmus kuriphilus Yat su matsu Hymenoptera Cynipidae Cos è il Cinipide galligeno del castagno? L imenottero cinipide Dryocosmus kuriphilus Yatsumatsu

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

Procedure per il controllo degli infestanti nell industria alimentare

Procedure per il controllo degli infestanti nell industria alimentare Procedure per il controllo degli infestanti nell industria alimentare January 2009 Indice dei contenuti Introduzione 3 Sicurezza alimentare 4 Roditori 8 Blatte 10 Mosche 12 Formiche 14 Insetti delle derrate

Dettagli

Gli organismi viventi

Gli organismi viventi Gli organismi viventi Gli organismi viventi Quali caratteristiche contraddistinguono i viventi? È facile distinguere un organismo vivente da un oggetto non vivente? Gli organismi viventi Tutti gli organismi

Dettagli

- Riproduzione riservata - 1

- Riproduzione riservata - 1 Principali malattie parassitarie del cane; Le malattie parassitarie che maggiormente interessano e colpiscono il cane sono molte ed alcune di queste possono colpire e provocare conseguenze anche per l

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

PARASSITOSI CAUSATA DA UN INSETTO. che si nutre di sangue, il Pediculus humanus capitis, comunemente chiamato. pidocchio

PARASSITOSI CAUSATA DA UN INSETTO. che si nutre di sangue, il Pediculus humanus capitis, comunemente chiamato. pidocchio PEDICULOSI DEL CAPO PARASSITOSI CAUSATA DA UN INSETTO che si nutre di sangue, il Pediculus humanus capitis, comunemente chiamato pidocchio IL PIDOCCHIO è importante sapere che Non è vettore di malattie

Dettagli

Note relative al controllo delle blatte

Note relative al controllo delle blatte Estratto dal sito www.disinfestanti.it Note relative al controllo delle blatte La lotta alle blatte è estremamente diffusa perchè questi insetti possono fungere da veicolo per svariati microrganismi patogeni

Dettagli

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali -

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - (tratto dalla relazione di Martino Buzzi del 17.09.06) Lo stagno: un angolo di natura Avere uno stagno nel proprio

Dettagli

Settori. Personale qualificato. Chi siamo

Settori. Personale qualificato. Chi siamo Settori Pubblico Pulizia di edifici di Pubbliche amministrazioni seguendo le richieste indicate nei capitolati d oneri, controllate inoltre delle specifiche norme UNI EN ISO 9001 e SA8000. Privato personalizzati

Dettagli

Pidocchi?... non perdiamo la testa

Pidocchi?... non perdiamo la testa Pidocchi?... non perdiamo la testa INFORMAZIONI SULLA PEDICULOSI DEL CAPO Ripartizione Sanità Indice Prefazione... 01 01 INTRODUZIONE... 03 02 COME AVVIENE IL CONTAGIO?... 07 03 PREVENZIONE... 09 04 TRATTAMENTO:

Dettagli

il Krill Letterio Guglielmo CNR - IFA

il Krill Letterio Guglielmo CNR - IFA il Krill Letterio Guglielmo II Krill (Euphausia superba) è il più abbondante crostaceo del mondo. Nonostante sia lungo 65 mm esso costituisce la principale fonte di alimento per una grande varietà di animali

Dettagli

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015.

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni favorevoli per il taglio di legname da costruzione e uso falegnameria. Gli alberi dai quali si ricava legname da costruzione e per la fabbricazione

Dettagli

Che cos'è il radon? Il gas radon è rilevabile con i sensi?

Che cos'è il radon? Il gas radon è rilevabile con i sensi? Che cos'è il radon? Il Radon è un gas inodore e incolore presente in natura. Il suo isotopo (atomo di uno stesso elemento chimico con numero di protoni fisso e numero di neutroni variabile) 222Rn è radioattivo

Dettagli

S.C. Igiene degli alimenti di origine animale. Requisiti igienico-sanitari applicati al settore della pesca

S.C. Igiene degli alimenti di origine animale. Requisiti igienico-sanitari applicati al settore della pesca Requisiti igienico-sanitari applicati al settore della pesca La Spezia 20 ottobre 2009 Requisiti : Strutturali (Strutture ed attrezzature) Funzionali Requisiti strutturali : n Applicabili a tutte le imbarcazioni

Dettagli

LA PROCESSIONARIA E ALTRI BRUCHI DEFOGLIATORI

LA PROCESSIONARIA E ALTRI BRUCHI DEFOGLIATORI DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO LA PROCESSIONARIA E ALTRI BRUCHI DEFOGLIATORI Proposte di prevenzione e di intervento LA PROCESSIONARIA La processionaria è un insetto appartenente all'ordine dei Lepidotteri.

Dettagli

Effetti dell incendio sull uomo

Effetti dell incendio sull uomo Effetti dell incendio sull uomo ANOSSIA (a causa della riduzione del tasso di ossigeno nell aria) AZIONE TOSSICA DEI FUMI RIDUZIONE DELLA VISIBILITÀ AZIONE TERMICA Essi sono determinati dai prodotti della

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI Provincia di Salerno Area Tecnica Assetto ed Utilizzazione del Territorio CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI ART.1

Dettagli

Verifica - Conoscere le piante

Verifica - Conoscere le piante Collega con una linea nome, descrizione e disegno Verifica - Conoscere le piante Erbe Hanno il fusto legnoso che si ramifica vicino al terreno. Alberi Hanno il fusto legnoso e resistente che può raggiungere

Dettagli

IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo

IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo Le forze inorganiche creano sempre solo l inorganico. Mediante una forza superiore che agisce nel corpo vivente, al cui servizio sono le forze

Dettagli

I COLORI DEL CIELO: COME SI FORMANO LE IMMAGINI ASTRONOMICHE

I COLORI DEL CIELO: COME SI FORMANO LE IMMAGINI ASTRONOMICHE I COLORI DEL CIELO: COME SI FORMANO LE IMMAGINI ASTRONOMICHE Nell ultima notte di osservazione abbiamo visto bellissime immagini della Galassia, delle sue stelle e delle nubi di gas che la compongono.

Dettagli

PROGETTO PAIKULI - IRAQ

PROGETTO PAIKULI - IRAQ Dario Federico Marletto PROGETTO PAIKULI - IRAQ RAPPORTO TECNICO SUI LAVORI PER IL CORSO DI FORMAZIONE PRESSO LA SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGICA DI OSTIA ANTICA Intervento sul mosaico pavimentale del Cortile

Dettagli

Tecniche apistiche: il controllo della sciamatura

Tecniche apistiche: il controllo della sciamatura Tecniche apistiche: il controllo della sciamatura Obiettivi: - evitare o ridurre il fenomeno della sciamatura - conservare le api nell alveare o nell apiario (sciamatura temporanea) I metodi sono diversi

Dettagli

Effetti dell incendio sull ambiente

Effetti dell incendio sull ambiente Effetti dell incendio sull ambiente Dott. For. Antonio Brunori Effetti del fuoco Il fuoco danneggia e spesso distrugge il bosco, per valutare le effettive conseguenze di un incendio su un ecosistema forestale

Dettagli

stipite di palme Oggetto 1 - Palme Introduzione Materiali e metodi una nuova Il 10 maggio ogni palma, richiudendo

stipite di palme Oggetto 1 - Palme Introduzione Materiali e metodi una nuova Il 10 maggio ogni palma, richiudendo Sección de Sanidad y Certificación Vegetal Profesor Manuel Sala, 2 03003 Alicante Telef.: 965934630-35 Fax: 965934688-89 Test finalizzati a determinare l efficacia dell sistema SOS-PALM stipite di palme

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA

SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 1 Nome commerciale IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA ECO-TRAP Utilizzazione della sostanza

Dettagli

Irradiatori Ceramici ad Infrarossi

Irradiatori Ceramici ad Infrarossi Irradiatori Ceramici ad Infrarossi Caratteristiche e Vantaggi Temperature superficiali fino a 750 C. La lunghezza d'onda degli infrarossi, a banda medio-ampia, fornisce un riscaldamento irradiato uniformemente

Dettagli

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI?

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? Buona Caccia e Buon Volo, giovani amici di Eureka! Siete tra gli eletti che hanno deciso di passare al livello successivo: site pronti? Questo mese vi proponiamo

Dettagli

Le piante. Piante senza fiori Piante con fiori. La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi

Le piante. Piante senza fiori Piante con fiori. La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi Le piante Le piante Piante senza fiori Piante con fiori La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi Piante senza fiori Milioni di anni fa esistevano sulla Terra soltanto piante senza fiori

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA Settore Salute, Sport e Città Sana

COMUNE DI BOLOGNA Settore Salute, Sport e Città Sana COMUNE DI BOLOGNA Settore Salute, Sport e Città Sana SERVIZIO PER GLI INTERVENTI LARVICIDI ED ADULTICIDI PER LA LOTTA ALLA ZANZARA TIGRE, DERATTIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE CONTRO ALTRI INFESTANTI, IN AREE

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione

Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione «Ispezione tecnica: l analisi degli impianti aeraulici» Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione Cillichemie Italiana Dott. Marco D Ambrosio

Dettagli

PROTOCOLLO DI BIOSICUREZZA. Sperma Scarti Morti Disinfezioni Personale Aghi e strumentario Derattizzazione

PROTOCOLLO DI BIOSICUREZZA. Sperma Scarti Morti Disinfezioni Personale Aghi e strumentario Derattizzazione PROTOCOLLO DI BIOSICUREZZA Sperma Scarti Morti Disinfezioni Personale Aghi e strumentario Derattizzazione Disinfezione Il ricorso a disinfettanti e disinfestanti, se unito ad altre misure tese a minimizzare

Dettagli

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati DECORAZIONE 03 Posare la carta da parati 1 Scegliere la carta da parati Oltre ai criteri estetici, una carta da parati può essere scelta in funzione del luogo e dello stato dei muri. TIPO DI VANO CARTA

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

INQUADRIAMO QUESTO PROBLEMA

INQUADRIAMO QUESTO PROBLEMA INQUADRIAMO QUESTO PROBLEMA Il Benessere animale e l igiene ambientale zootecnica costituiscono fattori chiave nella gestione di successo di ogni tipologia di allevamento. Le mosche negli allevamenti causano

Dettagli

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante.

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante. Ozono (O 3 ) Che cos è Danni causati Evoluzione Metodo di misura Che cos è L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere

Dettagli

Non è la specie più forte che sopravvive né la più intelligente ma quella più ricettiva ai cambiamenti. Charles Darwin (1809-1882)

Non è la specie più forte che sopravvive né la più intelligente ma quella più ricettiva ai cambiamenti. Charles Darwin (1809-1882) Non è la specie più forte che sopravvive né la più intelligente ma quella più ricettiva ai cambiamenti Charles Darwin (1809-1882) L evoluzione secondo LAMARCK (1744-1829) 1. Gli antenati delle giraffe

Dettagli

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Agosto 2013 Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Dr. Richard A. Bailey, Poultry Health Scientist Sommario Introduzione Flora Intestinale Mantenere in equilibrio la salute intestinale Conclusioni

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

ECOPITTURE E GUAINE DI FINITURA TERMO-RIFLETTENTI A BASE DI LATTE ED ACETO.

ECOPITTURE E GUAINE DI FINITURA TERMO-RIFLETTENTI A BASE DI LATTE ED ACETO. ECOPITTURE E GUAINE DI FINITURA TERMO-RIFLETTENTI A BASE DI LATTE ED ACETO. L efficacia dell ecopitture e guaine a base di latte e aceto si basa su l intelligente impiego dell elettroidrogenesi generata

Dettagli

Cert. n 18063 - Code EA 35 UNI EN ISO 9001 : 2008

Cert. n 18063 - Code EA 35 UNI EN ISO 9001 : 2008 CENNI DI CARATTERE GENERALE La GLOBAL SERVICE AMBIENTE srl si è sviluppata raggiungendo, attraverso la tecnica e le tecnologie più avanzate, ottimi risultati per la disinfestazione, la disinfezione, la

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO IL SUGHERO CHE COS È Il sughero è un prodotto naturale che si ricava dall estrazione della corteccia della Quercus suber L, la quercia da sughero. Questa pianta è una sempreverde, longeva, che cresce nelle

Dettagli

REOXTHENE TECHNOLOGY

REOXTHENE TECHNOLOGY REOXTHENE Patented REOXTHENE TECHNOLOGY MEMBRANE IMPERMEABILIZZANTI DALLA TECNOLOGIA RIVOLUZIONARIA INNOVATIVO COMPOUND BITUME POLIMERO INCREDIBILE LEGGEREZZA (fino a 4 mm = 38 kg) MAGGIORI PRESTAZIONI

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

RELAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

RELAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE RELAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE Fattori di impatto ambientale Un sistema fotovoltaico non crea un impatto ambientale importante, visto che tale tecnologia è utilizzata per il risparmio energetico. I fattori

Dettagli

Ibiocidi sono stati soggetti in questi ultimi anni alla direttiva LA DIRETTIVA BIOCIDI

Ibiocidi sono stati soggetti in questi ultimi anni alla direttiva LA DIRETTIVA BIOCIDI Ferruccio Trifirò LA DIRETTIVA BIOCIDI PER CAPIRE GLI EFFETTI DEL REACH Con l applicazione della direttiva biocidi, diventata operativa nel 2000, c è stata una forte riduzione dei principi attivi e delle

Dettagli

glazer union soluzioni per il rispetto delle norme HACCP nel settore alimentare

glazer union soluzioni per il rispetto delle norme HACCP nel settore alimentare CHE COS'È L'HACCP? Hazard Analysis and Critical Control Points è il sistema di analisi dei rischi e di controllo dei punti critici di contaminazione per le aziende alimentari. Al fine di garantire la completa

Dettagli

technostuk 2-12 09/13 127

technostuk 2-12 09/13 127 technostuk 2-12 09/13 127 TECHNOSTUK 2-12 Sigillante cementizio per fughe da 2 a 12 mm. La protezione attiva di Microshield System aiuta a prevenire la crescita di batteri, funghi e muffe, che possono

Dettagli

CATALOGO 2013. Come consultare il nuovo catalogo

CATALOGO 2013. Come consultare il nuovo catalogo CATALOGO 2013 Come consultare il nuovo catalogo Frutto dell impegno e dell esperienza COPYR, vi presentiamo il catalogo 2013 che offre ai professionisti del Pest Control prodotti e soluzioni sempre innovative

Dettagli

DOPO UN CASO DI PESTE AMERICANA CHE FARE? Dr.ssa Rosanna Rossi USL7 di Siena Dr.ssa Giuliana Bondi USL7 di Siena

DOPO UN CASO DI PESTE AMERICANA CHE FARE? Dr.ssa Rosanna Rossi USL7 di Siena Dr.ssa Giuliana Bondi USL7 di Siena DOPO UN CASO DI PESTE AMERICANA CHE FARE? Dr.ssa Rosanna Rossi USL7 di Siena Dr.ssa Giuliana Bondi USL7 di Siena TUTTO IL MATERIALE CHE È ENTRATO IN CONTATTO CON LE COLONIE AMMALATE DEVE ESSER DISTRUTTO

Dettagli

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista CAMPI DI APPLICAZIONE Impermeabilizzazione di: coperture piane; balconi e terrazzi;

Dettagli

Il miglior investimento che tu possa fare. Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente

Il miglior investimento che tu possa fare. Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente Il miglior investimento che tu possa fare Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente Il miglior investimento che tu possa fare Se progettate di rinnovare o costruire un nuovo bagno, una cucina o un

Dettagli

Master La pulizia sostenibile come opportunità FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010. L attività di ASSOCASA per una detergenza sostenibile

Master La pulizia sostenibile come opportunità FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010. L attività di ASSOCASA per una detergenza sostenibile Master La pulizia sostenibile come opportunità FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010 L attività di ASSOCASA per una detergenza sostenibile A cura di ASSOCASA Assocasa Associazione Nazionale Detergenti e Specialità

Dettagli

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO L innovativo sistema per la ristrutturazione delle pareti dall interno LEADER MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO Costi energetici elevati e livello di comfort basso: un problema in crescita La maggior

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

IASMA Notizie DIFESA ESTIVA DELL OLIVO

IASMA Notizie DIFESA ESTIVA DELL OLIVO IASMA Notizie OLIVICOLTURA Notiziario tecnico del Centro Trasferimento Tecnologico della Fondazione Edmund Mach - Istituto Agrario di S. Michele all Adige 24 giugno 2011 n. 2 IASMA Notizie n. 28 - Anno

Dettagli

Applicazione del gel. Con lo spazzolino per unghie rimuovere dall unghia e dalla pelle circostante la polvere di limatura.

Applicazione del gel. Con lo spazzolino per unghie rimuovere dall unghia e dalla pelle circostante la polvere di limatura. Nelle figure seguenti illustriamo la tecnica di applicazione dei nostri gel con l'uso della tip. Da questa dimostrazione si può apprezzare come il Gel System sia semplice e veloce da usare, in quanto non

Dettagli

NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O. Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne

NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O. Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne 3 Sintesi perfetta fra isolamento termico, tecnica e design Le finestre e le porte di oggi non solo devono

Dettagli

Risposta esatta. Quesito

Risposta esatta. Quesito 1 2 Quesito Si definisce gas compresso: A) un gas conservato ad una pressione maggiore della pressione atmosferica; B) un gas liquefatto a temperatura ambiente mediante compressione; C) un gas conservato

Dettagli

AMIANTO PIANO DI LAVORO

AMIANTO PIANO DI LAVORO AMIANTO PIANO DI LAVORO Piano di lavoro [art. 256 D. Lgs. 81/2008] I lavori di demolizione o rimozione dei materiali contenenti amianto possono essere effettuati solo da imprese iscritte all Albo nazionale

Dettagli

IL MONDO DELLE PIANTE

IL MONDO DELLE PIANTE PROVINCIA DI BERGAMO Settore Politiche Sociali e Salute IL MONDO DELLE PIANTE 2010 Realizzato dall Istruttore Educativo: Colella Anna 1 INDICE Classificazione delle piante pag. 3 Le parti della pianta

Dettagli

RADIAZIONI IONIZZANTI: origine, prevenzione dai rischi e impieghi

RADIAZIONI IONIZZANTI: origine, prevenzione dai rischi e impieghi 1 Irraggiamento derrate alimentari Somministrazione di radiazioni a prodotti alimentari (dosi minori rispetto alla sterilizzazione dei presidi medici) Inibisce la germinazione e ritarda il processo di

Dettagli

COMUNE DI NISCEMI PROVINCIA DI CALTANISSETTA Ripartizione Lavori Pubblici e Ambiente

COMUNE DI NISCEMI PROVINCIA DI CALTANISSETTA Ripartizione Lavori Pubblici e Ambiente COMUNE DI NISCEMI PROVINCIA DI CALTANISSETTA Ripartizione Lavori Pubblici e Ambiente OGGETTO: SERVIZIO DI DISINFESTAZIONE E DERATTIZZAZIONE IN TUTTO IL TERRITORIO COMUNALE, NELLE SCUOLE E EDIFICI PUBBLICI

Dettagli

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae Benessere olistico del viso 100% natura sulla pelle 100% trattamento olistico 100% benessere del viso La natura restituisce......cio che il tempo sottrae BiO-REVITAL il Benessere Olistico del Viso La Natura

Dettagli

2. L INQUINAMENTO ATMOSFERICO

2. L INQUINAMENTO ATMOSFERICO 2. L INQUINAMENTO ATMOSFERICO L aria è una miscela eterogenea formata da gas e particelle di varia natura e dimensioni. La sua composizione si modifica nello spazio e nel tempo per cause naturali e non,

Dettagli

Esempio di posizione dell incisione

Esempio di posizione dell incisione Grazie per avere acquistato questo orologio Citizen. Prima di usarlo le raccomandiamo di leggere con attenzione questo manuale d uso in modo da procedere nel modo corretto. Dopo la lettura del manuale

Dettagli

Diversità tra i viventi

Diversità tra i viventi Diversità tra i viventi PROPRIETÀ della VITA La CELLULA CLASSIFICAZIONE dei VIVENTI Presentazione sintetica Alunni OIRM Torino Tutti i viventi possiedono delle caratteristiche comuni Ciascun vivente nasce,

Dettagli

Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione

Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione Linea 1 Nella linea 1 sono state impiantate due prove di confronto parcellare nei due siti sperimentali di Antria e Marciano. Il materiale

Dettagli

Resistenza agli urti Acoustichoc e sistemi Impact

Resistenza agli urti Acoustichoc e sistemi Impact Resistenza agli urti Acoustichoc e sistemi Impact Nuova dimensione : pannello 600 x 600 mm Assorbimento Acustico Elevato Una scelta di 7 colori Resistenza al Ball Test www.eurocoustic.com Un offerta dedicata

Dettagli

APPLICAZIONE DEL (D.L.1937/07) SISTEMA DI AUTOCONTROLLO HACCP. DOTT. ANDREA STORTI 24-ottobre 2014

APPLICAZIONE DEL (D.L.1937/07) SISTEMA DI AUTOCONTROLLO HACCP. DOTT. ANDREA STORTI 24-ottobre 2014 APPLICAZIONE DEL SISTEMA DI AUTOCONTROLLO HACCP (D.L.1937/07) DOTT. ANDREA STORTI 24-ottobre 2014 DEFINIZIONE HACCP ( HAZARD ANALYSIS AND CRITICAL POINT) Analisi dei Rischi e Controllo dei Punti Critici

Dettagli

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO ndice 1 Fai come fa la Natura 2 Cosa ci metti per fare la terra? 3 Come funziona il Compostaggio 4 Le cose

Dettagli

1.1 Descrizione e collocazione dell intervento...3 1.2 Modalità di uso corretto...3

1.1 Descrizione e collocazione dell intervento...3 1.2 Modalità di uso corretto...3 Piano di manutenzione della parte strutturale dell opera Pag. 1 SOMMARIO 1 MANUALE D USO...3 1.1 Descrizione e collocazione dell intervento...3 1.2 Modalità di uso corretto...3 2 MANUALE DI MANUTENZIONE...3

Dettagli

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare NUOVO! NUOVO AF/ARMAFLEX MIGLIORE EFFICIENZA DELL ISOLAMENTO Sempre più semplice da utilizzare L flessibile professionale Nuove prestazioni certificate. Risparmio energetico: miglioramento di oltre il

Dettagli

COMUNICAZIONE TRA CELLULE E AMBIENTE

COMUNICAZIONE TRA CELLULE E AMBIENTE COMUNICAZIONE TRA CELLULE E AMBIENTE 1. LE CELLULE COMUNICANO TRA LORO Le cellule vegetali comunicano attraverso i plasmodesmi. Dato lo spessore della parete cellulare, come possono interagire tra loro

Dettagli

3. Passate la superficie con carta vetrata per facilitare la presa della colla.

3. Passate la superficie con carta vetrata per facilitare la presa della colla. Il lavoro di posa dei rivestimenti murali, è oggi, estremamente semplificato ed è una soluzione di ricambio interessante, in quanto applicare carta da parati non è più difficile che verniciare. Le spiegazioni

Dettagli

ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA.

ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA. ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA. ALPHA ORIENT ALPHA ORIENT Il colore è ovunque, basta saperlo cercare. Finitura altamente decorativa

Dettagli

Problemi Scarsa areazione, difficoltà di rivoltamento

Problemi Scarsa areazione, difficoltà di rivoltamento Che cos è il compost Il compost è il terriccio (humus) che si forma dai rifiuti organici (erba, foglie, avanzi di frutta e verdura, ecc) grazie all azione del sole, dell aria e dei microrganismi presenti

Dettagli

Danni insoliti da tripidi sul frutto melo

Danni insoliti da tripidi sul frutto melo Danni insoliti da tripidi sul frutto melo L osservazione e lo studio di sintomi su piante o frutti fa parte delle attività della Sezione Difesa delle Piante presso il Centro per la Sperimentazione Agraria

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

Il vapor saturo e la sua pressione

Il vapor saturo e la sua pressione Il vapor saturo e la sua pressione Evaporazione = fuga di molecole veloci dalla superficie di un liquido Alla temperatura T, energia cinetica di traslazione media 3/2 K B T Le molecole più veloci sfuggono

Dettagli

Pubblica. Inchiesta. Progett PROGETTO. Protezione contro i fulmini C. 994 30-06-2008 81-10; V... IMPIANTI E SICUREZZA DI ESERCIZIO

Pubblica. Inchiesta. Progett PROGETTO. Protezione contro i fulmini C. 994 30-06-2008 81-10; V... IMPIANTI E SICUREZZA DI ESERCIZIO N O R M A I T A L I A N A C E I Data Scadenza C. 994 30-06-2008 Data zione 2008- Classificazione 81-10; V... Titolo Protezione contro i fulmi Title n IMPIANTI E SICUREZZA DI ESERCIZIO PROGETTO 1 Progett

Dettagli

Radio Caterina Remake

Radio Caterina Remake Radio Caterina Remake Come dice il titolo trattasi di una ricostruzione della radio clandestina, forse la più famosa, costruita nei campi di concentramento nazisti, durante la seconda guerra mondiale,dai

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

Costruire con la canapa in ITALIA

Costruire con la canapa in ITALIA Costruire con la canapa in ITALIA OLVER ZACCANTI anab architetturanaturale officinadelbuoncostruire@yahoo.it Costruire con la canapa in Italia pannelli in fibra di canapa per isolamenti Pareti divisorie

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE FINSTRAL Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE 2 Oscuramento e protezione visiva nel rispetto della tradizione Le persiane, oltre al loro ruolo principale di elemento

Dettagli

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI)

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) Domande frequenti inerenti la Relazione Energetico - Ambientale e la conformità delle pratiche edilizie alla normativa di settore. Aggiornamento al

Dettagli

Elettrificatori per recinti

Elettrificatori per recinti Elettrificatori per recinti 721 Cod. R315527 Elettri catore multifunzione PASTORELLO SUPER PRO 10.000 Articolo professionale, dotato di rotoregolatore a 3 posizioni per 3 diverse elettroscariche. Può funzionare

Dettagli

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Marco Glisoni Maria Lisa Procopio Incontro formativo Progetto APE settembre 2014 Il Piano d Azione Nazionale per il GPP Piano d azione per la

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/06/08 Denominazione commerciale: EFFE 91 ACC-U-SOL ml.

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/06/08 Denominazione commerciale: EFFE 91 ACC-U-SOL ml. Pagina: 1/ 6 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA Articolo numero: art.04920 Utilizzazione della Sostanza / del Preparato: Rivelatore fughe gas Produttore/fornitore: FIMI

Dettagli

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi www.metrawindows.it THEATRON Linea GLASS Sistemi per Balconi METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati

Dettagli