ENTE ATTIVITA ATTIVAZIONE (modalità ) (tempi)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ENTE ATTIVITA ATTIVAZIONE (modalità ) (tempi)"

Transcript

1

2 ENTE ATTIVITA ATTIVAZIONE (modalità ) (tempi) Servizi Veterinari ( coord. ) Cattura cane vagante custodito Cattura cane vagante libero Chiamata diretta con validazione del comune. Chiamata diretta su segnalazione di privati, forze di Polizia, servizio 115, servizio 118. Secondo tempi Polizia Locale Cattura cane vagante pericoloso Recupero cani, gatti vaganti feriti o in difficoltà Cattura animale di proprietà pericoloso ULSS N 9 di Treviso Referente Dr. Alberto Camerini In orario ordinario (dalle 7.30 alle 19.30): Tel. 0422/ Te. 0422/ Fax 0422/ In caso di assenza del personale per attività esterna, una segreteria telefonica darà il numero di telefonia mobile di un operatore Polizia Locale tecnici VV.F. Cattura animale di proprietà a seguito di sequestro. Dalle alle 7.30 del giorno successivo e dalle del giorno prefestivo alle 7.30 del giorno post festivo, attraverso il 118 Treviso Emergenza

3 ULSS N 8 di Asolo Referente Dr. Paolo Gallina In orario ordinario (dalle 8.00 alle 17.00): Tel. 0423/ Tel. 0423/ Fax 0423/ Tel. 0423/6111 (Centralino Ospedale di Montebelluna) Oltre l orario ordinario: Tel. 0423/6111 (Centralino Ospedale di Montebelluna) Tel. 118 Treviso Emergenza ULSS N 7 di Pieve di Soligo Referente Dr. Antonio Brino In orario ordinario (dalle 8.00 alle 17.00): Tel. 0438/ per la sede di Pieve di Soligo Tel. 0438/53397 per la sede del Distretto nord di Vittorio V. Tel. 0438/73221 per la sede del Distretto sud di Conegliano Oltre l orario ordinario: Tel. 320/ I, su richiesta dell ULSS competente per territorio ovvero del servizio 118, forniscono assistenza tecnica per la cattura dell animale.

4 Corpo Forestale ( coord. ) Cattura animali non convenzionali ( esotici ) Chiamata diretta su segnalazione di privati, Forze di Polizia, servizio 115, servizio 118. CORPO FORESTALE Referente Isp. Capo Tiziano Padovan Corpo Forestale: In orario ordinario Oltre l orario ordinario secondo tempi In orario ordinario (dalle 7.00 alle 19.00): Tel Tel. 0437/ Tel. 0437/31585 (Sala operativa di Belluno - coordinamento per il Veneto) Fax. 0437/30228 (Sala operativa di Belluno - coordinamento per il Veneto) VV.F. Servizi Veterinari Oltre l orario ordinario: Tel I, su richiesta del Corpo Forestale, forniscono assistenza tecnica per la cattura dell animale.

5 Provincia ( coord. ) Servizi Veterinari Cattura selvatici animali Chiamata diretta su segnalazione di privati, Forze di Polizia, servizio 115, servizio 118. POLIZIA PROVINCIALE DI TREVISO Referente Comandante Dr. Pier Maria Mongini In orario ordinario (dalle 6.00 alle 20.00): Tel. 329/ (Comandante) Fax 0422/ Oltre l orario ordinario: Tel. 329/ (Comandante) Tel.329/ Pronto intervento notturno Tel. 320/ Centro recupero fauna selvatica in difficoltà (H 24) I, su richiesta della Polizia Provinciale di Treviso, forniscono assistenza tecnica per la cattura dell animale. Provincia: In orario ordinario Oltre l orario ordinario secondo tempi Il Centro recupero fauna selvatica con immediatezza H24 VVF

6 Servizi Veterinari ( coord. ) Cattura altri animali da reddito vaganti. Chiamata diretta su segnalazione di privati, Forze di Polizia, servizio 115, servizio 118. Forze di Polizia delle UU.LL.SS. n vedere riferimenti di pag.1 e 2. Forze di polizia: Tel Carabinieri Tel. 113 Polizia di Stato Forze di Polizia : Tel. 115 (l operatore VV.F. provvederà immediatamente ad attivare i servizi veterinari - vedere riferimenti di pag.1 e 2). VVF Polizia Provinciale: Vedere riferimenti di pag. 4 I, su richiesta dei, forniscono assistenza tecnica per la cattura dell animale.

7 Servizi Veterinari e Servizio Igiene Pubblica (coord.) Segnalazioni insetti pungitori quali vespe, calabroni e simili (insetti pericolosi) Chiamata diretta su segnalazione di privati, Forze di Polizia, servizio 115, servizio 118 delle UU.LL.SS. n vedere riferimenti di pag.1 e 2. e Servizio Igiene Pubblica : Tel. 115 (l operatore VV.F. provvederà immediatamente ad attivare i - vedere riferimenti di pag.1 e 2). I, su richiesta dei, possono fornire assistenza per la cattura degli insetti pericolosi; si evidenzia che l intervento VVF si giustifica in un contesto di soccorso alle persone, con esclusione quindi di attività di carattere ambientale di disinfestazione o bonifica di siti. VVF

8 Strumenti operativi del Servizio Veterinario dell ULSS 9 di Treviso Referente: Dr. Alberto Camerini N 7 operatori tecnici cinovigili, con qualifica di agenti di P.G. e P.S. N 3 mezzi attrezzati con strumenti e gabbie per la cattura ed il trasporto di animali. N 1 automezzo dotato di pompa per le attività di disinfezione oltre ad alcune pompe a motore del tipo a spalla per le disinfezioni ambientali. N 1 fucile per teleanestesia con valigetta attrezzata per gli interventi di narcosi. Strumenti per la cattura ed il ricovero temporaneo di rettili. Strumenti operativi del Servizio Veterinario dell ULSS 8 di Asolo. Referente: Dr. Paolo Gallina. Disponibilità di un servizio autonomo per la cattura e gestione degli animali vaganti.

9 Strumenti operativi del Servizio Veterinario dell ULSS 7 di Pieve di Soligo. Referente: Dr. Antonio Brino Disponibilità di un servizio autonomo per la cattura e gestione degli animali vaganti. Strumenti operativi del Corpo Forestale dello Stato. Referente: Isp. Capo Tiziano Padovan I Comandi Stazione sono autonomi per mezzi e personale (due operatori ed un mezzo). Strumenti operativi della Polizia Provinciale di Treviso. Referente: Comandante Dr. Pier Maria Mongini Il Servizio è garantito attraverso pattuglie territoriali autonome per mezzi e personale (due operatori ed un mezzo). Disponibilità di armi lunghe da fuoco a canna rigata e di ulteriori mezzi di cattura, nonché di un centro di recupero per la fauna selvatica in difficoltà con annesso ambulatorio veterinario.

Il primo soccorso veterinario ed i nuovi obblighi derivanti dalle innovazioni al codice della strada introdotte con legge 120/2010

Il primo soccorso veterinario ed i nuovi obblighi derivanti dalle innovazioni al codice della strada introdotte con legge 120/2010 Il primo soccorso veterinario ed i nuovi obblighi derivanti dalle innovazioni al codice della strada introdotte con legge 120/2010 Aspetti legislativi ed organizzativi Dr. Marino Mario Le nuove disposizioni

Dettagli

Si trasmette, in allegato, il calendario della pronta reperibilità del personale indicato in oggetto.

Si trasmette, in allegato, il calendario della pronta reperibilità del personale indicato in oggetto. DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE COLLETTIVA DELLA SALUTE UMANA DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE DELLA SALUTE E BENESSERE ANIMALE Via Piano dei Lippi 85042 LAGONEGRO (Pz) Prot. n 135355 lì, 26 Ottobre 2015 Sigg.

Dettagli

COMUNE DI TREVISO Prot. n. 13639/06 Treviso, 4.02.2016 Oggetto: PROVVEDIMENTI PER IL CONTENIMENTO E LA PREVENZIONE DELL INQUINAMENTO ATMOSFERICO 2016 INTEGRAZIONI. IL SINDACO VISTA l'ordinanza n. 12505/05

Dettagli

Ospedale San Paolo Via Genova 30, 17100 Savona Tel. 019/810158 Fax 019/814473 e-mail: 118.sv@asl2.liguria.it Sito: www.asl2.liguria.

Ospedale San Paolo Via Genova 30, 17100 Savona Tel. 019/810158 Fax 019/814473 e-mail: 118.sv@asl2.liguria.it Sito: www.asl2.liguria. Dipartimento di Emergenza Levante Direttore: Dott. Paolo Bellotti Direttore: Dott. Salvatore Esposito Savona marzo 2009 Tel. 019/810158 Fax 019/814473 e-mail: 118.sv@asl2.liguria.it Sito: www.asl2.liguria.it

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE PARTE INTEGRATIVA

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE PARTE INTEGRATIVA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ENTE FORESTE DELLA SARDEGNA Servizio Territoriale DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE PARTE INTEGRATIVA SERVIZIO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE DEI LOCALI

Dettagli

LA VIGILANZA VOLONTARIA VENATORIA. Federica Paolozzi Bologna, 27 aprile 2010

LA VIGILANZA VOLONTARIA VENATORIA. Federica Paolozzi Bologna, 27 aprile 2010 LA VIGILANZA VOLONTARIA VENATORIA Federica Paolozzi Bologna, 27 aprile 2010 LA DIRETTIVA REGIONALE PER LA DISCIPLINA DEL COORDINAMENTO DELLE GUARDIE VOLONTARIE CHE SVOLGONO ATTIVITA' DI VIGILANZA FAUNISTICO-VENATORIA

Dettagli

La gestione della Polizia Locale in forma associata. A cura di: Alberto Baratto, Comandante P.L.

La gestione della Polizia Locale in forma associata. A cura di: Alberto Baratto, Comandante P.L. tra i comuni di Dolo, Fiesso d Artico e Fossò (VE) La gestione della Polizia Locale in forma associata A cura di: Alberto Baratto, Comandante P.L. Costituzione dell unione Difficoltà dei Comuni Deficit

Dettagli

VISTO il Regio Decreto n. 1265 del 27 Luglio 1934, e s.m.i.: Testo unico delle leggi sanitarie ;

VISTO il Regio Decreto n. 1265 del 27 Luglio 1934, e s.m.i.: Testo unico delle leggi sanitarie ; VISTO il Regio Decreto n. 1265 del 27 Luglio 1934, e s.m.i.: Testo unico delle leggi sanitarie ; VISTO l art. 32 della Costituzione; VISTO il Decreto del Presidente della Repubblica n. 320 del 8 Febbraio

Dettagli

ELABORAZIONE DEL MODELLO D INTERVENTO

ELABORAZIONE DEL MODELLO D INTERVENTO ELABORAZIONE DEL MODELLO D INTERVENTO COMUNE DI 1. FUNZIONALITA DEL SISTEMA DI ALLERTAMENTO LOCALE REPERIBILITA H 24. Il Piano deve contenere le informazioni necessarie e le modalità con cui la struttura

Dettagli

Pronto Soccorso 46 di cui 4 in ospedali privati accreditati. Punti di Primo Intervento 10 di cui 2 stagionali estivi

Pronto Soccorso 46 di cui 4 in ospedali privati accreditati. Punti di Primo Intervento 10 di cui 2 stagionali estivi Organizzazione della rete Pronto Soccorso 46 di cui 4 in ospedali privati accreditati Punti di Primo Intervento 10 di cui 2 stagionali estivi Organizzazione della rete PRONTO SOCCORSO PUNTO DI PRIMO INTERVENTO

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI VIGILANZA FAUNISTICO - AMBIENTALE

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI VIGILANZA FAUNISTICO - AMBIENTALE REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI VIGILANZA FAUNISTICO - AMBIENTALE Approvato con deliberazione della Giunta provinciale n. 52 del 02/04/2013 ART. 1 ORGANIZZAZIONE L Ente, nel rispetto dei principi stabiliti

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 2012-151.0.0.-45

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 2012-151.0.0.-45 DIREZIONE AMBIENTE, IGIENE, ENERGIA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 2012-151.0.0.-45 L'anno 2012 il giorno 09 del mese di Ottobre il sottoscritto Risso Ornella in qualita' di dirigente di Direzione Ambiente,

Dettagli

(*) Per fissare un appuntamento si prega di telefonare ai seguenti numeri dell'ufficio Provinciale di Censimento: 0422/595371-372-373

(*) Per fissare un appuntamento si prega di telefonare ai seguenti numeri dell'ufficio Provinciale di Censimento: 0422/595371-372-373 Asolo CNA sede mand. di Asolo Viale E.Fermi 37 - Asolo Asolo Confartigianato sede mand. di Asolo Via Strada Muson, 2/b Per fissare un appuntamento si prega di telefonare ai seguenti numeri dell'ufficio

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE CANILE COMPRENSORIALE

REGOLAMENTO COMUNALE CANILE COMPRENSORIALE REGOLAMENTO COMUNALE CANILE COMPRENSORIALE Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 250 del 26.03.2004 Art. 1 A norma dell art. 84 del Regolamento di Polizia Veterinaria approvato con d. ps. 0802.1954

Dettagli

MODULISTICA OPERATIVA

MODULISTICA OPERATIVA MODULISTICA OPERATIVA INDICE SCHEDA OPERATIVA PER ATTIVAZIONE PIANO DI EMERGENZA Pag. 2 MESSAGGIO DI ALLARME, EMERGENZA E CESSATO ALLARME Pag. 4 COMUNICATO ALLA POPOLAZIONE Pag. 7 SCHEDA OPERATIVA RISCHIO

Dettagli

Regione del Veneto. Azienda Unità Locale S ocio Sanitaria OVEST VICENTINO CARTA DEI SERVIZI

Regione del Veneto. Azienda Unità Locale S ocio Sanitaria OVEST VICENTINO CARTA DEI SERVIZI Regione del Veneto Azienda Unità Locale S ocio Sanitaria OVEST VICENTINO DISTRETTO SOCIO SANITARIO OSPEDALE DI COMUNITA VALDAGNO CARTA DEI SERVIZI 1 Presentazione dell Ospedale di Comunità: L Ospedale

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROPONENTE Settore Lavori Pubblici Mobilità Urbana e Ambiente DIRETTORE PAGLIARINI ing. MARCO Numero di registro Data dell'atto 1579 21/10/2015 Oggetto : Approvazione per l'anno

Dettagli

REGOLAMENTO DEI SERVIZI DI ACCALAPPIATURA CANI E GESTIONE DEL CANILE COMUNALE. INDICE TITOLO I FINALITA E OGGETTO TITOLO II CATTURA CANI VAGANTI

REGOLAMENTO DEI SERVIZI DI ACCALAPPIATURA CANI E GESTIONE DEL CANILE COMUNALE. INDICE TITOLO I FINALITA E OGGETTO TITOLO II CATTURA CANI VAGANTI REGOLAMENTO DEI SERVIZI DI ACCALAPPIATURA CANI E GESTIONE DEL CANILE COMUNALE. INDICE TITOLO I FINALITA E OGGETTO Art. 1 - Finalità. Art. 2 - Oggetto del Regolamento. Art. 3 - Definizioni e principi generali.

Dettagli

ARMI ED ARMERIA. Titolo I - ARMI

ARMI ED ARMERIA. Titolo I - ARMI ARMI ED ARMERIA Titolo I - ARMI ART. 1 - TIPO DELLE ARMI IN DOTAZIONE 1 - In conformità a quanto previsto dall art. 4 del D.M. 01.03.1987 N 145 l arma da difesa personale, in dotazione agli addetti con

Dettagli

SEZIONE CONEGLIANO VITTORIO VENETO

SEZIONE CONEGLIANO VITTORIO VENETO SEZIONE CONEGLIANO VITTORIO VENETO Elaborata a cura del U.N.U.C.I. Gruppo Provinciale Protezione Civile Ten. F. MESSINA Non dobbiamo mai dare per scontato che a risolvere i nostri problemi siano sempre

Dettagli

Il Comune di Mede è proprietario del canile sito in località Castelletto.

Il Comune di Mede è proprietario del canile sito in località Castelletto. &2081(',0('( 3URYLQFLDGL3DYLD!#"%$ &!' ' $$ 5(*2/$0(172 &$1,/(&2081$/( $577LWRODULWj Il Comune di Mede è proprietario del canile sito in località Castelletto. $57*HVWLRQH Il canile è gestito di norma dal

Dettagli

A.VI.CRI. (Attention for Victims of Crime)

A.VI.CRI. (Attention for Victims of Crime) DIRETTORE DEL CORSO di Treviso Dr. Antonio Fojadelli Procuratore Capo della Repubblica di Treviso COORDINATORI SCIENTIFICI Dr. Claudio Dario Direttore Generale Azienda U.L.S.S. n. 9 Dr. Gerardo Favaretto

Dettagli

CONCORSI IN SCADENZA PER POSTI A TEMPO INDETERMINATO. Ente Posti numero e qualifica Titolo di studio Scadenza Bollett. Uff.

CONCORSI IN SCADENZA PER POSTI A TEMPO INDETERMINATO. Ente Posti numero e qualifica Titolo di studio Scadenza Bollett. Uff. 90 CONCORSI IN SCADENZA PER POSTI A TEMPO INDETERMINATO La presente rubrica comprende una selezione dei concorsi già pubblicati nel Bollettino Ufficiale, per i quali non sono ancora scaduti i termini di

Dettagli

REGOLAMENTO CONCERNENTE L ARMAMENTO DEGLI APPARTENENTI ALLA POLIZIA PROVINCIALE

REGOLAMENTO CONCERNENTE L ARMAMENTO DEGLI APPARTENENTI ALLA POLIZIA PROVINCIALE PROVINCIA DI PAVIA REGOLAMENTO CONCERNENTE L ARMAMENTO DEGLI APPARTENENTI ALLA POLIZIA PROVINCIALE Marzo 2012 INDICE Art. 1 Disposizioni generali Art. 2 Tipo delle armi in dotazione Art. 3 Numero delel

Dettagli

Salvaguardare, valorizzare e promuovere la gestione del bosco Sala operativa Corpo Forestale dello Stato Gestione emergenze del rischio (geologico, industriale, antiterrorism o, incendi boschivi) Regione

Dettagli

SCENARIO N. 1 ALLAGAMENTO SOTTOPASSO VIA ROMA VIA STAZIONE

SCENARIO N. 1 ALLAGAMENTO SOTTOPASSO VIA ROMA VIA STAZIONE SCENARIO N. 1 ALLAGAMENTO SOTTOPASSO VIA ROMA VIA STAZIONE Descrizione evento: La zona presa in considerazione rappresenta uno stralcio di mappa della Tavola 3. Si tratta di un allagamento della sede viaria

Dettagli

5 MODELLO DI INTERVENTO

5 MODELLO DI INTERVENTO Aggiornato al: 16.09.2009 MODELLO DI INTERVENTO pag. 5.1 5 MODELLO DI INTERVENTO Una parte fondamentale della redazione del Piano di Emergenza Comunale di Protezione Civile è la realizzazione dei Modelli

Dettagli

Associazione Geologi dell Emilia Romagna per la Protezione Civile

Associazione Geologi dell Emilia Romagna per la Protezione Civile Associazione Geologi dell Emilia Romagna per la Protezione Civile Costituzione: 3 Luglio 2002 Sede: presso OGER Via Guerrazzi 6, Bologna Anno 2009: 70 iscritti www.geoprociv.it OBIETTIVI: 1. Offrire nei

Dettagli

6.1 Le schede operative per la gestione degli animali

6.1 Le schede operative per la gestione degli animali 6schede per la gestione in sicurezza degli animali in condizioni di emergenza 6.1 Le schede operative per la gestione degli animali Le seguenti schede suggeriscono i comportamenti più adeguati che le diverse

Dettagli

AL VERIFICARSI DI UN EVENTO IMPROVVISO O NON PREVEDIBILE SI ATTUANO LE MISURE PER L EMERGENZA, CON L AVVIO IMMEDIATO DELLE OPERAZIONI DI SOCCORSO.

AL VERIFICARSI DI UN EVENTO IMPROVVISO O NON PREVEDIBILE SI ATTUANO LE MISURE PER L EMERGENZA, CON L AVVIO IMMEDIATO DELLE OPERAZIONI DI SOCCORSO. Tipologia di evento: Eventi non prevedibili/improvvisi AL VERIFICARSI DI UN EVENTO IMPROVVISO O NON PREVEDIBILE SI ATTUANO LE MISURE PER L EMERGENZA, CON L AVVIO IMMEDIATO DELLE OPERAZIONI DI SOCCORSO.

Dettagli

SERVIZIO PRONTO INTERVENTO

SERVIZIO PRONTO INTERVENTO CITTÀ DI MONCALIERI Settore Servizi Tecnici e Ambientali REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO PRONTO INTERVENTO INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI Art. 1 Art. 2 Art. 3 Oggetto del Regolamento Scopo del Regolamento

Dettagli

Direttive alle Aziende ULSS ed Ospedaliere e all IRCCS Istituto Oncologico Veneto per la predisposizione del Bilancio Preventivo Economico Annuale

Direttive alle Aziende ULSS ed Ospedaliere e all IRCCS Istituto Oncologico Veneto per la predisposizione del Bilancio Preventivo Economico Annuale Direttive alle Aziende ULSS ed Ospedaliere e all IRCCS Istituto Oncologico Veneto per la predisposizione del Bilancio Preventivo Economico Annuale 2013, ex art. 25 D.Lgs. 118/2011 e proroga dei termini

Dettagli

Azienda U.L.S.S. n 7 Pieve di Soligo

Azienda U.L.S.S. n 7 Pieve di Soligo ISTRUZIONI PER VISUALIZZARE LA DISPONIBILITA DELLE SALE RIUNIONI Preparato da: Giuliano Tarzariol Unità operativa: Servizio per l Informatica Data: 04 aprile 2011 Revisione: 001 Verificato da: Sonia Momesso

Dettagli

COMUNE DI SINDIA PROVINCIA DI NUORO Tel. 0785/41016 - Fax 0785/41298

COMUNE DI SINDIA PROVINCIA DI NUORO Tel. 0785/41016 - Fax 0785/41298 Tel. 0785/41016 - Fax 0785/41298 Ordinanza n 7 del 06/05/2013 Prot. n 2238 IL COMMISSARIO STRAORDINARIO Ravvisata l urgente necessità di provvedimenti tesi alla prevenzione dei rischi di incendio e di

Dettagli

CURRICULUM VITAE Il sottoscritto, Dr Aldo COSTA, Direttore del Servizio Igiene degli Allevamenti e delle Produzioni Zootecniche dell AULSS 16 di

CURRICULUM VITAE Il sottoscritto, Dr Aldo COSTA, Direttore del Servizio Igiene degli Allevamenti e delle Produzioni Zootecniche dell AULSS 16 di CURRICULUM VITAE Il sottoscritto, Dr Aldo COSTA, Direttore del Servizio Igiene degli Allevamenti e delle Produzioni Zootecniche dell AULSS 16 di Padova, matricola 053766, nato a Padova il 10-02-1957, residente

Dettagli

La protezione civile questa sconosciuta

La protezione civile questa sconosciuta * La protezione civile questa sconosciuta Legge 24 febbraio 1992 n. 225 Art. 1 (Servizio nazionale della protezione civile) È istituito il Servizio nazionale della protezione civile al fine di tutelare

Dettagli

giunta regionale LIBRO BIANCO DEL SERVIZIO SOCIO SANITARIO DELLA REGIONE DEL VENETO 2000-2009 (Volume I)

giunta regionale LIBRO BIANCO DEL SERVIZIO SOCIO SANITARIO DELLA REGIONE DEL VENETO 2000-2009 (Volume I) giunta regionale LIBRO BIANCO DEL SERVIZIO SOCIO SANITARIO DELLA REGIONE DEL VENETO 2000-2009 (Volume I) LIBRO BIANCO DEL SERVIZIO SOCIO SANITARIO DELLA REGIONE DEL VENETO 2000-2009 Hanno collaborato:

Dettagli

CENTRO SEGNALAZIONE EMERGENZE 0971/415211 NUMERO VERDE U.R.P. 800 254169

CENTRO SEGNALAZIONE EMERGENZE 0971/415211 NUMERO VERDE U.R.P. 800 254169 CENTRO SEGNALAZIONE EMERGENZE 0971/415211 NUMERO VERDE U.R.P. 800 254169 Non essendo l evento sismico prevedibile, non è possibile stabilire delle soglie di allerta come, ad esempio, per gli eventi idrogeologici.

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Fax dell ufficio E-mail istituzionale CIMINO ERNESTO 16/09/1966 GENERALE DI BRIGATA

Dettagli

Scheda di valutazione aspetti strutturali e gestionali di canile sanitario/ricovero con funzioni sanitario

Scheda di valutazione aspetti strutturali e gestionali di canile sanitario/ricovero con funzioni sanitario Scheda di valutazione aspetti strutturali e gestionali di canile sanitario/ricovero con funzioni sanitario Asl n. 22 - Servizio Veterinario di Novi Ligure Ovada Acqui Terme ME DEL CANILE SEDE PROPRIETARIO

Dettagli

Adeguamento delle schede di dotazione ospedaliera delle strutture pubbliche e private accreditate, di cui alla L.R. 39/1993, e definizione delle

Adeguamento delle schede di dotazione ospedaliera delle strutture pubbliche e private accreditate, di cui alla L.R. 39/1993, e definizione delle La sanità veneziana verso il 2015 Applicazione della deliberazione della Giunta regionale 68/CR del 18 giugno 2013 Adeguamento delle schede di dotazione ospedaliera delle strutture pubbliche e private

Dettagli

Prealpi Triathlon Fest TRIATHLON SPRINT SILCA CUP 06 luglio 2014 Revine Lago, Tarzo, GUIDA ATLETA. www.silcaultralite.it - www.fitri.

Prealpi Triathlon Fest TRIATHLON SPRINT SILCA CUP 06 luglio 2014 Revine Lago, Tarzo, GUIDA ATLETA. www.silcaultralite.it - www.fitri. Prealpi Triathlon Fest TRIATHLON SPRINT SILCA CUP 06 luglio 2014 Revine Lago, Tarzo, GUIDA ATLETA Organizzazione Organizzatore: A.S.D Silca Ultralite Vittorio Veneto Referente: Aldo Zanetti Telefono: 0438.413417

Dettagli

OGGETTO: NOTE URGENTI INERENTI GLI ANIMALI IN CARICO AL COMUNE DI ARAGONA.

OGGETTO: NOTE URGENTI INERENTI GLI ANIMALI IN CARICO AL COMUNE DI ARAGONA. Aragona, agosto 2011 Al Sindaco di Aragona Tedesco Alfonso Alla Dr. ssa Italiano, Segreteria Comune di Aragona Alla Dirigenza Ufficio tecnico Comune di Aragona Al Difensore Civico Comune di Aragona Alla

Dettagli

Le competenze delle Aziende USL in materia di maltrattamenti

Le competenze delle Aziende USL in materia di maltrattamenti Legge 189 del 20 luglio 2004 Disposizioni concernenti il divieto di maltrattamento degli animali Le competenze delle Aziende USL in materia di maltrattamenti roberto mattioli massimo romeo Bologna 8 giugno

Dettagli

COMUNE - UFFICI E SERVIZI

COMUNE - UFFICI E SERVIZI COMUNE - UFFICI E SERVIZI Municipio tel 02.52772.1 centralino fax 02.5275096 e-mail comune@comune.sandonatomilanese.mi.it PEC protocollo@cert.comune.sandonatomilanese.mi.it web www.comune.sandonatomilanese.mi.it

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute Dipartimento della Programmazione e dell Ordinamento del Servizio Sanitario Nazionale DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA Ufficio VI ex DGRUERI Regione Veneto Centri

Dettagli

Procedure operative animali d affezione

Procedure operative animali d affezione Procedure operative animali d affezione Marta Anello CELVA Convenzione relativa alle modalità di controllo del randagismo e protezione degli animali da affezione Durata: periodo compreso tra il 1 ottobre

Dettagli

118. 32. PS. 08 ATTIVAZIONE ENTI

118. 32. PS. 08 ATTIVAZIONE ENTI Pagina 1 di 6 Rev. Data Redazione Verificato Approvato 0 15/03/2012 Resp. Protocolli - S. Dami Coord. Inf. R. Montalbano UO Assicurazione Qualità Resp UO EST F. Palumbo Resp. DEU F. Palumbo Pagina 2 di

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONDUZIONE DEI CANI SUL TERRITORIO DEL COMUNE DI BIENNO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONDUZIONE DEI CANI SUL TERRITORIO DEL COMUNE DI BIENNO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONDUZIONE DEI CANI SUL TERRITORIO DEL COMUNE DI BIENNO -TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI... 3 Art. 1 - Principi ed oggetto del regolamento... 3 Art. 2 Definizioni e Normativa

Dettagli

ANNUNCIO DI DANNO. Cognome e nome dell Assicurato. Data di nascita luogo di nascita prov. Residente a cap provincia di.

ANNUNCIO DI DANNO. Cognome e nome dell Assicurato. Data di nascita luogo di nascita prov. Residente a cap provincia di. ANNUNCIO DI DANNO Infortunio Responsabilità Civile Terzi Furto Fucile Scoppio del Fucile Furto su Capanno Danni al Capanno Tutela Legale Morte del Cane Salvataggio del Cane Morte dei Richiami Cognome e

Dettagli

Capitolo 7. Politiche per la sicurezza. Verso chi rivolgiamo il nostro impegno: Tutta la cittadinanza Polizia Locale Forze dell Ordine

Capitolo 7. Politiche per la sicurezza. Verso chi rivolgiamo il nostro impegno: Tutta la cittadinanza Polizia Locale Forze dell Ordine Capitolo 7 Politiche per la sicurezza Linee guida dal programma di mandato Programmi: Settore Vigilanza e tutela ambientale: Vigilanza. Protezione civile. Verso chi rivolgiamo il nostro impegno: Tutta

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Pubblicazioni: 1- Manuale informativo per la sicurezza e la salute in ambiente ospedaliero per gli operatori sanitari

CURRICULUM VITAE. Pubblicazioni: 1- Manuale informativo per la sicurezza e la salute in ambiente ospedaliero per gli operatori sanitari CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Faenza Salvatore Data di nascita 18.08.1952 Amministrazione ASL CN1 Uff. Legale - Incarico attuale Collaboratore tecnico professionale esperto uff. D.U.V.R.I.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE DELL ATTIVITA DI REPERIBILITA DEI SERVIZI PROVINCIALI

REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE DELL ATTIVITA DI REPERIBILITA DEI SERVIZI PROVINCIALI REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE DELL ATTIVITA DI REPERIBILITA DEI SERVIZI PROVINCIALI Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 153 in data 29.05.2012, modificato con deliberazione G.P.

Dettagli

Programma Corso di Formazione - TEORICO

Programma Corso di Formazione - TEORICO Programma Corso di Formazione - TEORICO PRESENTAZIONE DEL CORSO 4 ore PRESENTAZIONE DEL CORSO 4 ore Venerdì pomeriggio Prof. Vincenzo Pepe Comandante Generale Nazionale Corpo ; Docente Diritto Costituzionale

Dettagli

Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza Incidenti maggiori

Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza Incidenti maggiori Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza Incidenti maggiori Eventi Maggiori: Squilibrio tra risorse disponibili e necessità 2 Eventi Maggiori: Le strutture di soccorso territoriali rimangono integre.

Dettagli

Servizi Veterinari di Sanità Pubblica: competenze ed attività di Igiene urbana veterinaria. Enrico Loretti

Servizi Veterinari di Sanità Pubblica: competenze ed attività di Igiene urbana veterinaria. Enrico Loretti Servizi Veterinari di Sanità Pubblica: competenze ed attività di Igiene urbana veterinaria Enrico Loretti Radici UFMA Igiene Urbana Veterinaria Il mandato: (DPCM LEA 2008) 3 Allegato 1 DPCM 4 Le attività

Dettagli

rh24 Aggiornam 09/11/2015 note rh24 note ARPAV - Dipartimento Provinciale di Treviso - Sez. Protezione Ambiente rh24 note

rh24 Aggiornam 09/11/2015 note rh24 note ARPAV - Dipartimento Provinciale di Treviso - Sez. Protezione Ambiente rh24 note Rubrica ANAS Comp. di Venezia cog p0110020_recapiti_ Tel. 0412911411 Fax 0415317321 ARPAV - Centro meteorologico di Teolo cog p0110020_recapiti_ Tel. 0499998111 centralino Fax 0499925622 cmt@arpa.veneto.it

Dettagli

Normativa sulla protezione dei gatti, le colonie feline, i compiti dell ASL.

Normativa sulla protezione dei gatti, le colonie feline, i compiti dell ASL. Normativa sulla protezione dei gatti, le colonie feline, i compiti dell ASL. Dr.ssa Carla De Giacomi Dr. Paolo Castelli Veterinari Ufficiali ASL della Provincia di Bergamo Seriate,, 29 ottobre 2013 I gatti

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI PIACENZA -SERVIZIO PROTEZIONE CIVILE- STRUTTURE DI PROTEZIONE CIVILE

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI PIACENZA -SERVIZIO PROTEZIONE CIVILE- STRUTTURE DI PROTEZIONE CIVILE AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI PIACENZA -SERVIZIO PROTEZIONE CIVILE- STRUTTURE DI PROTEZIONE CIVILE CENTRI OPERATIVI MISTI (FIORENZUOLA, MONTICELLI, SARMATO, PIANELLO, COMUNITA MONTANA NURE ARDA, COMUNITA

Dettagli

Gli Uffici/Enti che possono intervenire nelle ricerche di persone scomparse con le proprie risorse disponibili:

Gli Uffici/Enti che possono intervenire nelle ricerche di persone scomparse con le proprie risorse disponibili: BOZZA DI TESTO C3.7 Ricerca persone scomparse Nelle operazioni di ricerca di persone scomparse nel territorio regionale, in ambito di pianura come pure nel territorio collinare e montano, ed in particolare

Dettagli

Comune di Padova. Unità di Progetto di Protezione Civile PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE MODELLO DI INTERVENTO PER SGOMBERO NEVE

Comune di Padova. Unità di Progetto di Protezione Civile PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE MODELLO DI INTERVENTO PER SGOMBERO NEVE Comune di Padova Unità di Progetto di Protezione Civile PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE MODELLO DI INTERVENTO PER Procedura di emergenza DISTRETTO PROVINCIALE PADOVA CITTÀ Aggiorna e sostituisce il

Dettagli

UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 7 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 7 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Delibera n. 199 del 19/02/2015 REGIONE DEL VENETO UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 7 PIEVE DI SOLIGO DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE L`anno duemilaquindici, il giorno diciannove del mese di Febbraio

Dettagli

Curriculum Vitae Federico Munarin

Curriculum Vitae Federico Munarin Curriculum Vitae Federico Munarin Data di nascita 29.10.1951 Qualifica Dirigente Medico, Direttore Distretto, Profilo professionale: Medici Disciplina: Organizzazione dei Servizi Sanitari di Base Area

Dettagli

Protezione Civile della Regione ANTINCENDIO BOSCHIVO AIB

Protezione Civile della Regione ANTINCENDIO BOSCHIVO AIB Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Protezione Civile della Regione ANTINCENDIO BOSCHIVO AIB Palmanova, 31 marzo 2009 Normativa Regionale PERIODI DI ALTA PERICOLOSITA Secondo la L.R. n.3 /1991 i periodi

Dettagli

Scheda: CL1 FUNZIONE : TECNICO SCIENTIFICA E PIANIFICAZIONE TIPOLOGIA : Enti locali e regioni

Scheda: CL1 FUNZIONE : TECNICO SCIENTIFICA E PIANIFICAZIONE TIPOLOGIA : Enti locali e regioni Scheda: CL1 FUNZIONE : TECNICO SCIENTIFICA E PIANIFICAZIONE TIPOLOGIA : Enti locali e regioni Denominazione Ente: COMUNE DI POGGIOMARINO Coordinate : S. R.: Provincia: Comune: Località: Indirizzo: CAP:

Dettagli

COMUNE DI SCIARA. 1 Settore POLIZIA MUNICIPALE e AMMINISTRATIVO

COMUNE DI SCIARA. 1 Settore POLIZIA MUNICIPALE e AMMINISTRATIVO COMUNE DI SCIARA L i b e r o C o n s o r z i o C o m u n a l e d i P a l e r m o 1 Settore POLIZIA MUNICIPALE e AMMINISTRATIVO CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI CATTURA, RICOVERO, VITTO E MANTENIMENTO IN

Dettagli

Il Volontariato di Protezione Civile nella Regione Lazio

Il Volontariato di Protezione Civile nella Regione Lazio Il Volontariato di Protezione Civile nella Regione Lazio Direzione regionale di Protezione Civile Lucrezia Casto Nella Regione Lazio il Volontariato di Protezione Civile è disciplinato da due Leggi regionali:

Dettagli

I rappresentanti delle Associazioni delle Aziende di Trasporto Pubblico Regionale e Locale della Lombardia

I rappresentanti delle Associazioni delle Aziende di Trasporto Pubblico Regionale e Locale della Lombardia PROTOCOLLO D INTESA TRA REGIONE LOMBARDIA, I RAPPRESENTANTI DEI CORPI DELLE FORZE DELL ORDINE, DELLE ASSOCIAZIONI DI TRASPORTO PUBBLICO REGIONALE E LOCALE DELLA LOMBARDIA A.N.A.V. LOMBARDIA, A.S.S.T.R.A.

Dettagli

REGOLAMENTO CANILE COMUNALE

REGOLAMENTO CANILE COMUNALE COMUNE DI MEDE (Provincia di Pavia) APPROVATO CON DELIBERA C.C. N. 55 DEL 30.12.2005 MODIFICATO CON DELIBERA C.C. N. 31 DEL 03.06.2008 REGOLAMENTO CANILE COMUNALE INDICE Art. 1 - Titolarità... 3 Art. 2

Dettagli

ENAC. Vigili del Fuoco. Guardia di Finanza. Elettricisti. Manutenzione

ENAC. Vigili del Fuoco. Guardia di Finanza. Elettricisti. Manutenzione Norme e procedure per l assistenza agli aeromobili in emergenza e per il soccorso ad aeromobili in caso di incidente Pag. 1 di 1 ALLEGATO 1 Nominativi radio (aggiornamento aprile 2016) ENTE ENAC ufficio

Dettagli

SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE Via Facciolati, 71 Tel. 049-8216732 fax 049-8216731

SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE Via Facciolati, 71 Tel. 049-8216732 fax 049-8216731 REGIONE DEL VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA AZIENDA U.L.S.S. 16 DI PADOVA SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE Via Facciolati, 71 Tel. 049-8216732 fax 049-8216731 Oggetto: nota informativa di sintesi

Dettagli

Agenzia Regionale Socio Sanitaria Sede legale Palazzo Zen San Polo 2580 - Venezia

Agenzia Regionale Socio Sanitaria Sede legale Palazzo Zen San Polo 2580 - Venezia REGIONE DEL VENETO Agenzia Regionale Socio Sanitaria Sede legale Palazzo Zen San Polo 2580 - Venezia N. 135 del 21.08.2007 DECRETO DEL DIRETTORE Dottor Fernando Antonio Compostella, nominato con D.P.DG.R.

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti CAPITANERIA DI PORTO - GUARDIA COSTIERA PORTO EMPEDOCLE

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti CAPITANERIA DI PORTO - GUARDIA COSTIERA PORTO EMPEDOCLE Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti CAPITANERIA DI PORTO - GUARDIA COSTIERA PORTO EMPEDOCLE Via Gioeni 55, 92014 Porto Empedocle (AG) - Centralino: 0922 531811-531812 - Sala Operativa: 0922

Dettagli

Lotta alla zanzare tigre: azioni coordinate ed interdisciplinari

Lotta alla zanzare tigre: azioni coordinate ed interdisciplinari Lotta alla zanzare tigre: azioni coordinate ed interdisciplinari Sorveglianza e lotta alle zanzare in Veneto Francesca Russo Ferrara, 21 maggio 2009 Cronistoria La Regione Veneto ha iniziato ad occuparsi

Dettagli

5.SEGRATE ANCORA PIU SICURA

5.SEGRATE ANCORA PIU SICURA 5.SEGRATE ANCORA PIU SICURA La sicurezza dei cittadini continuerà a essere una priorità dell Amministrazione. Tra le linee guida per perseguire l obiettivo di una sicurezza a tutto tondo: incremento dell

Dettagli

NUOVO CIRCONDARIO IMOLESE IMOLA (BO) CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA

NUOVO CIRCONDARIO IMOLESE IMOLA (BO) CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA NUOVO CIRCONDARIO IMOLESE IMOLA (BO) CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA ZOOIATRICA PER IL TRIENNIO 2013/2015 Rep. N.C.I. n. 189 L anno duemilatredici, il giorno ventinove (29) del mese di luglio

Dettagli

Anagrafare i cani è un dovere

Anagrafare i cani è un dovere Anagrafare i cani è un dovere Proteggili Chiedi al tuo veterinario 2012 Anagrafare i cani è un dovere Per assicurare il controllo del randagismo; Garantire la salute pubblica e l incolumità dei cittadini;

Dettagli

Dipartimento Prevenzione Area dei Servizi Veterinari. in collaborazione con. Comune di Pordenone

Dipartimento Prevenzione Area dei Servizi Veterinari. in collaborazione con. Comune di Pordenone Dipartimento Prevenzione Area dei Servizi Veterinari in collaborazione con Comune di Pordenone PUNTI VETERINARI INDICE Distretto Ovest AVIANO - via Cesare Battisti n 8, tel 0434651110 Orario: Lun/Mar/Merc/Venerdì

Dettagli

PIANO DI PROTEZIONE CIVILE COMUNALE. Indicazioni Procedurali: SISMA

PIANO DI PROTEZIONE CIVILE COMUNALE. Indicazioni Procedurali: SISMA PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO Piano di Protezione Civile PIANO DI PROTEZIONE CIVILE COMUNALE Indicazioni Procedurali: SISMA Comune di Volpago del Montello Indicazioni procedurali

Dettagli

PRONTUARIO delle LEGGI AMBIENTALI

PRONTUARIO delle LEGGI AMBIENTALI PRONTUARIO delle LEGGI AMBIENTALI INDICE GENERALE Argomento Violazione Norme transitorie Norme definitive 1 aib 2 aib 4 aib Documentazioni e comunicazioni Impianti e espianti Trasform., modifiche,convers.

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DEL SISTEMA DELL EMERGENZA/URGENZA. Dott. Mirio Camuzzi

ORGANIZZAZIONE DEL SISTEMA DELL EMERGENZA/URGENZA. Dott. Mirio Camuzzi ORGANIZZAZIONE DEL SISTEMA DELL EMERGENZA/URGENZA Dott. Mirio Camuzzi L area relativa alla emergenza/urgenza rappresenta uno dei nodi più critici della programmazione sanitaria e si propone come una delle

Dettagli

PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE DI QUADRELLE (AV)

PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE DI QUADRELLE (AV) PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE DI QUADRELLE (AV) ATTIVAZIONI IMMEDIATE DOPO UN EVENTO SALA OPERATIVA Presso la sede comunale in via Municipio, n. 10 Se questi locali risultassero inagibili la sala

Dettagli

PROCEDURA PRESENZA DI ANIMALI IN CARREGGIATA

PROCEDURA PRESENZA DI ANIMALI IN CARREGGIATA PROCEDURA PRESENZA DI ANIMALI IN CARREGGIATA 2 Inquadramento territoriale A24: 165 km A25: 116 km 3 Parchi Nazionali (Gran Sasso e Monti della Laga, della Majella, di Abruzzo, Lazio e Molise) 1 Parco Regionale

Dettagli

COMUNE DI GIOIOSA JONICA

COMUNE DI GIOIOSA JONICA COMUNE DI GIOIOSA JONICA Via Garibaldi n. 16/18-89042 Provincia di Reggio Calabria Comando Polizia Municipale (Partita IVA 00288960800 - Tel. e Fax 0964/51537 e-mail: pmgioiosaionica1957@tiscali.it ) CAPITOLATO

Dettagli

COMUNE DI VILLAPUTZU

COMUNE DI VILLAPUTZU COMUNE DI VILLAPUTZU PROVINCIA DI CAGLIARI BOZZA PIANO SPEDITIVO PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE ANNO 2014 Allegato C CODICI IDENTIFICATIVI ASSOCIATI AL PIANO SPEDITIVO Coordinamento e progettazione:

Dettagli

I VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI DI SANT ANGELO LODIGIANO

I VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI DI SANT ANGELO LODIGIANO I VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI DI SANT ANGELO LODIGIANO La storia dei Pompieri di S. Angelo ha inizio, quando i Comuni hanno avuto il compito di organizzare e gestire il servizio antincendio. I primi documenti

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE SERVIZIO VOLONTARIATO

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE SERVIZIO VOLONTARIATO PREDENZA DEL CONGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE SERVIZIO VOLONTARIATO Scheda Informativa dell Organizzazione per l iscrizione nell elenco di cui al D.P.R. di attuazione dell Art.

Dettagli

CONSORZIO COSTRUZIONE E GESTIONE CANILE CO.GE.CA

CONSORZIO COSTRUZIONE E GESTIONE CANILE CO.GE.CA CONSORZIO COSTRUZIONE E GESTIONE CANILE CO.GE.CA COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE N. 06 del 05/04/2013 OGGETTO RINNOVO CONVENZIONE CON L ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO A.NI.T.A.

Dettagli

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI. Prospetto Informativo on line

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI. Prospetto Informativo on line MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Prospetto Informativo on line Ricevuta del prospetto Soggetto che effettua la comunicazione 001 - Consulenti del Lavoro (art. 1, co. 1, L.. 12/79) Codice

Dettagli

Comune di Padova. Unità di Progetto di Protezione Civile PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE MODELLO DI INTERVENTO PER BLACK OUT

Comune di Padova. Unità di Progetto di Protezione Civile PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE MODELLO DI INTERVENTO PER BLACK OUT Comune di Padova Unità di Progetto di Protezione Civile PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE MODELLO DI INTERVENTO PER BLACK OUT Procedura di emergenza DISTRETTO PROVINCIALE PADOVA CITTÀ Aggiorna e sostituisce

Dettagli

Codice programma di riferimento. Corsi di formazione/seminari da attivare Promozione dell attività fisica nei bambini, gruppi cammino, AFA

Codice programma di riferimento. Corsi di formazione/seminari da attivare Promozione dell attività fisica nei bambini, gruppi cammino, AFA La Formazione a supporto del Piano Regionale di Prevenzione 2014-2018 Corsi di formazione/seminari da attivare Promozione dell attività fisica nei bambini, gruppi cammino, AFA Il counseling breve per

Dettagli

IL BIOLOGO NEL CONTROLLO DELLA SICUREZZA ALIMENTARE. Catania 1 Marzo 2014 Centro Congressi Sala Polifemo- UNA PALACE HOTEL Via Etnea, 218 CATANIA

IL BIOLOGO NEL CONTROLLO DELLA SICUREZZA ALIMENTARE. Catania 1 Marzo 2014 Centro Congressi Sala Polifemo- UNA PALACE HOTEL Via Etnea, 218 CATANIA IL BIOLOGO NEL CONTROLLO DELLA SICUREZZA ALIMENTARE Catania 1 Marzo 2014 Centro Congressi Sala Polifemo- UNA PALACE HOTEL Via Etnea, 218 CATANIA PROGRAMMA CONVEGNO con crediti ECM 8:30 Registrazione dei

Dettagli

PROVINCIA DI SAVONA COMUNE DI ORCO FEGLINO

PROVINCIA DI SAVONA COMUNE DI ORCO FEGLINO PROVINCIA DI SAVONA COMUNE DI ORCO FEGLINO REDAZIONE DI PIANO COMUNALE DI EMERGENZA TOMO 3 : RISCHIO INCENDI DI INTERFACCIA TOMO 4 : RISCHIO SISMICO TOMO 5 : RISCHIO NIVOLOGICO MARZO 2014 1 Indice TOMO

Dettagli

REGOLAMENTO DI ACCESSO E PERMANENZA NELL AREA OSPEDALIERA SOMMARIO

REGOLAMENTO DI ACCESSO E PERMANENZA NELL AREA OSPEDALIERA SOMMARIO SOMMARIO 1 INTRODUZIONE... 2 2 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 3 RIFERIMENTI... 2 4 REGOLAMENTO... 2 ARTICOLO 1 - L AREA OSPEDALIERA... 2 ARTICOLO 2 - SOGGETTI LEGITTIMATI ALL ACCESSO ALL AREA OSPEDALIERA...

Dettagli

Fondamenti Giuridici

Fondamenti Giuridici Fondamenti Giuridici La provincia autonoma di Bolzano è una provincia a statuto speciale e dispone di competenza primaria in materia di Protezione Civile. (Decreto Presidente Repubblica - 22.03.1974, Nr.

Dettagli

CONVENZIONE TRA L AZIENDA UNITA SANITARIA DI FORLI ED IL COMANDO PROVINCIALE DEI VIGILI DEL FUOCO DI FORLI -CESENA, PER LO STAZIONAMENTO DI

CONVENZIONE TRA L AZIENDA UNITA SANITARIA DI FORLI ED IL COMANDO PROVINCIALE DEI VIGILI DEL FUOCO DI FORLI -CESENA, PER LO STAZIONAMENTO DI CONVENZIONE TRA L AZIENDA UNITA SANITARIA DI FORLI ED IL COMANDO PROVINCIALE DEI VIGILI DEL FUOCO DI FORLI -CESENA, PER LO STAZIONAMENTO DI MEZZI DELLA CENTRALE OPERATIVA 118 PRESSO IL COMANDO DI FORLI

Dettagli

ISTITUTO CANOSSIANO MADONNA DEL GRAPPA TREVISO. Conegliano 10 settembre 2008 CONOSCERE I DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO DYSLEXIC?

ISTITUTO CANOSSIANO MADONNA DEL GRAPPA TREVISO. Conegliano 10 settembre 2008 CONOSCERE I DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO DYSLEXIC? ISTITUTO CANOSSIANO MADONNA DEL GRAPPA TREVISO Conegliano 10 settembre 2008 CONOSCERE I DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO DYSLEXIC? CHE COS E L A.I.D. E un organizzazione di volontari senza scopo di

Dettagli

OGGETTO: Emergenza sisma Abruzzo 2009. Riperimetrazione zona rossa di L Aquila.

OGGETTO: Emergenza sisma Abruzzo 2009. Riperimetrazione zona rossa di L Aquila. ORDINANZA 814 Prot. n 42760 del 25 ottobre 2010 OGGETTO: Emergenza sisma Abruzzo 2009. Riperimetrazione zona rossa di L Aquila. PREMESSO Che il territorio del Comune dell Aquila, insieme a quello di altri

Dettagli

DECRETO DIREZIONE GENERALE SANITA N. 5403 DEL 13/04/2005 Identificativo Atto n. 302 IL DIRIGENTE DELLA U.O. VETERINARIA

DECRETO DIREZIONE GENERALE SANITA N. 5403 DEL 13/04/2005 Identificativo Atto n. 302 IL DIRIGENTE DELLA U.O. VETERINARIA DECRETO DIREZIONE GENERALE SANITA N. 5403 DEL 13/04/2005 Identificativo Atto n. 302 Oggetto: REQUISITI NECESSARI E SUFFICIENTI DELLE STRUTTURE VETERINARIE PUBBLICHE E PRIVATE, AVENTI ACCESSO AL PUBBLICO,

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO COMUNALE VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE G.C.V.P.V.

REGOLAMENTO GRUPPO COMUNALE VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE G.C.V.P.V. COMUNE DI ROCCARAINOLA PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO GRUPPO COMUNALE VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE G.C.V.P.V. Il presente atto abroga e sostituisce il precedente regolamento approvato con delibera di

Dettagli