ENTE ATTIVITA ATTIVAZIONE (modalità ) (tempi)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ENTE ATTIVITA ATTIVAZIONE (modalità ) (tempi)"

Transcript

1

2 ENTE ATTIVITA ATTIVAZIONE (modalità ) (tempi) Servizi Veterinari ( coord. ) Cattura cane vagante custodito Cattura cane vagante libero Chiamata diretta con validazione del comune. Chiamata diretta su segnalazione di privati, forze di Polizia, servizio 115, servizio 118. Secondo tempi Polizia Locale Cattura cane vagante pericoloso Recupero cani, gatti vaganti feriti o in difficoltà Cattura animale di proprietà pericoloso ULSS N 9 di Treviso Referente Dr. Alberto Camerini In orario ordinario (dalle 7.30 alle 19.30): Tel. 0422/ Te. 0422/ Fax 0422/ In caso di assenza del personale per attività esterna, una segreteria telefonica darà il numero di telefonia mobile di un operatore Polizia Locale tecnici VV.F. Cattura animale di proprietà a seguito di sequestro. Dalle alle 7.30 del giorno successivo e dalle del giorno prefestivo alle 7.30 del giorno post festivo, attraverso il 118 Treviso Emergenza

3 ULSS N 8 di Asolo Referente Dr. Paolo Gallina In orario ordinario (dalle 8.00 alle 17.00): Tel. 0423/ Tel. 0423/ Fax 0423/ Tel. 0423/6111 (Centralino Ospedale di Montebelluna) Oltre l orario ordinario: Tel. 0423/6111 (Centralino Ospedale di Montebelluna) Tel. 118 Treviso Emergenza ULSS N 7 di Pieve di Soligo Referente Dr. Antonio Brino In orario ordinario (dalle 8.00 alle 17.00): Tel. 0438/ per la sede di Pieve di Soligo Tel. 0438/53397 per la sede del Distretto nord di Vittorio V. Tel. 0438/73221 per la sede del Distretto sud di Conegliano Oltre l orario ordinario: Tel. 320/ I, su richiesta dell ULSS competente per territorio ovvero del servizio 118, forniscono assistenza tecnica per la cattura dell animale.

4 Corpo Forestale ( coord. ) Cattura animali non convenzionali ( esotici ) Chiamata diretta su segnalazione di privati, Forze di Polizia, servizio 115, servizio 118. CORPO FORESTALE Referente Isp. Capo Tiziano Padovan Corpo Forestale: In orario ordinario Oltre l orario ordinario secondo tempi In orario ordinario (dalle 7.00 alle 19.00): Tel Tel. 0437/ Tel. 0437/31585 (Sala operativa di Belluno - coordinamento per il Veneto) Fax. 0437/30228 (Sala operativa di Belluno - coordinamento per il Veneto) VV.F. Servizi Veterinari Oltre l orario ordinario: Tel I, su richiesta del Corpo Forestale, forniscono assistenza tecnica per la cattura dell animale.

5 Provincia ( coord. ) Servizi Veterinari Cattura selvatici animali Chiamata diretta su segnalazione di privati, Forze di Polizia, servizio 115, servizio 118. POLIZIA PROVINCIALE DI TREVISO Referente Comandante Dr. Pier Maria Mongini In orario ordinario (dalle 6.00 alle 20.00): Tel. 329/ (Comandante) Fax 0422/ Oltre l orario ordinario: Tel. 329/ (Comandante) Tel.329/ Pronto intervento notturno Tel. 320/ Centro recupero fauna selvatica in difficoltà (H 24) I, su richiesta della Polizia Provinciale di Treviso, forniscono assistenza tecnica per la cattura dell animale. Provincia: In orario ordinario Oltre l orario ordinario secondo tempi Il Centro recupero fauna selvatica con immediatezza H24 VVF

6 Servizi Veterinari ( coord. ) Cattura altri animali da reddito vaganti. Chiamata diretta su segnalazione di privati, Forze di Polizia, servizio 115, servizio 118. Forze di Polizia delle UU.LL.SS. n vedere riferimenti di pag.1 e 2. Forze di polizia: Tel Carabinieri Tel. 113 Polizia di Stato Forze di Polizia : Tel. 115 (l operatore VV.F. provvederà immediatamente ad attivare i servizi veterinari - vedere riferimenti di pag.1 e 2). VVF Polizia Provinciale: Vedere riferimenti di pag. 4 I, su richiesta dei, forniscono assistenza tecnica per la cattura dell animale.

7 Servizi Veterinari e Servizio Igiene Pubblica (coord.) Segnalazioni insetti pungitori quali vespe, calabroni e simili (insetti pericolosi) Chiamata diretta su segnalazione di privati, Forze di Polizia, servizio 115, servizio 118 delle UU.LL.SS. n vedere riferimenti di pag.1 e 2. e Servizio Igiene Pubblica : Tel. 115 (l operatore VV.F. provvederà immediatamente ad attivare i - vedere riferimenti di pag.1 e 2). I, su richiesta dei, possono fornire assistenza per la cattura degli insetti pericolosi; si evidenzia che l intervento VVF si giustifica in un contesto di soccorso alle persone, con esclusione quindi di attività di carattere ambientale di disinfestazione o bonifica di siti. VVF

8 Strumenti operativi del Servizio Veterinario dell ULSS 9 di Treviso Referente: Dr. Alberto Camerini N 7 operatori tecnici cinovigili, con qualifica di agenti di P.G. e P.S. N 3 mezzi attrezzati con strumenti e gabbie per la cattura ed il trasporto di animali. N 1 automezzo dotato di pompa per le attività di disinfezione oltre ad alcune pompe a motore del tipo a spalla per le disinfezioni ambientali. N 1 fucile per teleanestesia con valigetta attrezzata per gli interventi di narcosi. Strumenti per la cattura ed il ricovero temporaneo di rettili. Strumenti operativi del Servizio Veterinario dell ULSS 8 di Asolo. Referente: Dr. Paolo Gallina. Disponibilità di un servizio autonomo per la cattura e gestione degli animali vaganti.

9 Strumenti operativi del Servizio Veterinario dell ULSS 7 di Pieve di Soligo. Referente: Dr. Antonio Brino Disponibilità di un servizio autonomo per la cattura e gestione degli animali vaganti. Strumenti operativi del Corpo Forestale dello Stato. Referente: Isp. Capo Tiziano Padovan I Comandi Stazione sono autonomi per mezzi e personale (due operatori ed un mezzo). Strumenti operativi della Polizia Provinciale di Treviso. Referente: Comandante Dr. Pier Maria Mongini Il Servizio è garantito attraverso pattuglie territoriali autonome per mezzi e personale (due operatori ed un mezzo). Disponibilità di armi lunghe da fuoco a canna rigata e di ulteriori mezzi di cattura, nonché di un centro di recupero per la fauna selvatica in difficoltà con annesso ambulatorio veterinario.

Il primo soccorso veterinario ed i nuovi obblighi derivanti dalle innovazioni al codice della strada introdotte con legge 120/2010

Il primo soccorso veterinario ed i nuovi obblighi derivanti dalle innovazioni al codice della strada introdotte con legge 120/2010 Il primo soccorso veterinario ed i nuovi obblighi derivanti dalle innovazioni al codice della strada introdotte con legge 120/2010 Aspetti legislativi ed organizzativi Dr. Marino Mario Le nuove disposizioni

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE CANILE COMPRENSORIALE

REGOLAMENTO COMUNALE CANILE COMPRENSORIALE REGOLAMENTO COMUNALE CANILE COMPRENSORIALE Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 250 del 26.03.2004 Art. 1 A norma dell art. 84 del Regolamento di Polizia Veterinaria approvato con d. ps. 0802.1954

Dettagli

ANNUNCIO DI DANNO. Cognome e nome dell Assicurato. Data di nascita luogo di nascita prov. Residente a cap provincia di.

ANNUNCIO DI DANNO. Cognome e nome dell Assicurato. Data di nascita luogo di nascita prov. Residente a cap provincia di. ANNUNCIO DI DANNO Infortunio Responsabilità Civile Terzi Furto Fucile Scoppio del Fucile Furto su Capanno Danni al Capanno Tutela Legale Morte del Cane Salvataggio del Cane Morte dei Richiami Cognome e

Dettagli

La gestione della Polizia Locale in forma associata. A cura di: Alberto Baratto, Comandante P.L.

La gestione della Polizia Locale in forma associata. A cura di: Alberto Baratto, Comandante P.L. tra i comuni di Dolo, Fiesso d Artico e Fossò (VE) La gestione della Polizia Locale in forma associata A cura di: Alberto Baratto, Comandante P.L. Costituzione dell unione Difficoltà dei Comuni Deficit

Dettagli

ART.1- OGGETTO DELL APPALTO

ART.1- OGGETTO DELL APPALTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ACCALAPPIAMENTO CANI E PROBLEMI D IGIENE URBANA VETERINARIA NELLA CITTA DI REGGIO CALABRIA DI CUI ALL ART. 10 DEL DPGR N. 197 DEL 20 DICEMBRE

Dettagli

ARMI ED ARMERIA. Titolo I - ARMI

ARMI ED ARMERIA. Titolo I - ARMI ARMI ED ARMERIA Titolo I - ARMI ART. 1 - TIPO DELLE ARMI IN DOTAZIONE 1 - In conformità a quanto previsto dall art. 4 del D.M. 01.03.1987 N 145 l arma da difesa personale, in dotazione agli addetti con

Dettagli

118. 32. PS. 08 ATTIVAZIONE ENTI

118. 32. PS. 08 ATTIVAZIONE ENTI Pagina 1 di 6 Rev. Data Redazione Verificato Approvato 0 15/03/2012 Resp. Protocolli - S. Dami Coord. Inf. R. Montalbano UO Assicurazione Qualità Resp UO EST F. Palumbo Resp. DEU F. Palumbo Pagina 2 di

Dettagli

Modulo Denuncia Sinistro ARCI CACCIA- Convenzione Ariscom Decesso e/o lesioni del cane di proprietà

Modulo Denuncia Sinistro ARCI CACCIA- Convenzione Ariscom Decesso e/o lesioni del cane di proprietà Modulo Denuncia Sinistro ARCI CACCIA- Convenzione Ariscom Per una gestione efficiente del sinistro si prega di compilare accuratamente il presente modulo in tutte le sue parti e di scrivere in stampatello,

Dettagli

SETTORE CACCIA coperture assicurative valide per tutto il mondo

SETTORE CACCIA coperture assicurative valide per tutto il mondo SETTORE CACCIA coperture assicurative valide per tutto il mondo TESSERA CACCIA BASE 2014 COSTO 55,00 (in c/c postale) R.C.V.T. (polizza n. M0096937302): (estesa a coniuge, genitori, figli, parente ed affine

Dettagli

ALLEGATO 3 INDIRIZZI UTILI

ALLEGATO 3 INDIRIZZI UTILI Iniziativa finanziata dal Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2007-2013 Organismo responsabile dell informazione: Veneto Agricoltura Autorità di gestione: Regione del Veneto Dipartimento Agricoltura

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE PARTE INTEGRATIVA

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE PARTE INTEGRATIVA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ENTE FORESTE DELLA SARDEGNA Servizio Territoriale DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE PARTE INTEGRATIVA SERVIZIO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE DEI LOCALI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO, IL PARCHEGGIO, LA CIRCOLAZIONE ED IL CONTROLLO DELLE AREE DI PERTINENZA DELL OSPEDALE S. BASSIANO DI BASSANO DEL GRAPPA

REGOLAMENTO PER L ACCESSO, IL PARCHEGGIO, LA CIRCOLAZIONE ED IL CONTROLLO DELLE AREE DI PERTINENZA DELL OSPEDALE S. BASSIANO DI BASSANO DEL GRAPPA REGIONE VENETO AZIENDA SANITARIA ULSS n. 3 REGOLAMENTO PER L ACCESSO, IL PARCHEGGIO, LA CIRCOLAZIONE ED IL CONTROLLO DELLE AREE DI PERTINENZA DELL OSPEDALE S. BASSIANO DI BASSANO DEL GRAPPA (Atto Deliberativo

Dettagli

Azienda U.L.S.S. n 7 Pieve di Soligo

Azienda U.L.S.S. n 7 Pieve di Soligo ISTRUZIONI PER VISUALIZZARE LA DISPONIBILITA DELLE SALE RIUNIONI Preparato da: Giuliano Tarzariol Unità operativa: Servizio per l Informatica Data: 04 aprile 2011 Revisione: 001 Verificato da: Sonia Momesso

Dettagli

Ospedale San Paolo Via Genova 30, 17100 Savona Tel. 019/810158 Fax 019/814473 e-mail: 118.sv@asl2.liguria.it Sito: www.asl2.liguria.

Ospedale San Paolo Via Genova 30, 17100 Savona Tel. 019/810158 Fax 019/814473 e-mail: 118.sv@asl2.liguria.it Sito: www.asl2.liguria. Dipartimento di Emergenza Levante Direttore: Dott. Paolo Bellotti Direttore: Dott. Salvatore Esposito Savona marzo 2009 Tel. 019/810158 Fax 019/814473 e-mail: 118.sv@asl2.liguria.it Sito: www.asl2.liguria.it

Dettagli

Staff - servizio igiene e sanità pubblica

Staff - servizio igiene e sanità pubblica INFORMAZIONI PERSONALI Nome Donatella Rizzato Data di nascita 29/05/1956 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI ASOLO Staff - servizio igiene

Dettagli

Allegato B alla deliberazione consiliare n 27 del 29 giugno 2009

Allegato B alla deliberazione consiliare n 27 del 29 giugno 2009 Allegato B alla deliberazione consiliare n 27 del 29 giugno 2009 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEGLI ESAMI PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO VENATORIO PRESSO L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI. - reperibile (reperibilità continua: diurna e notturna, feriale e festiva) - in grado di assicurare l intervento in tempi brevi.

GUIDA AI SERVIZI. - reperibile (reperibilità continua: diurna e notturna, feriale e festiva) - in grado di assicurare l intervento in tempi brevi. GUIDA AI SERVIZI SERVIZIO DI CATTURA E CUSTODIA DEI CANI VAGANTI La presenza di cani randagi costituisce un problema sia sotto l aspetto sanitario sia per quanto riguarda la sicurezza dell abitato. La

Dettagli

Scheda: CL1 FUNZIONE : TECNICO SCIENTIFICA E PIANIFICAZIONE TIPOLOGIA : Enti locali e regioni

Scheda: CL1 FUNZIONE : TECNICO SCIENTIFICA E PIANIFICAZIONE TIPOLOGIA : Enti locali e regioni Scheda: CL1 FUNZIONE : TECNICO SCIENTIFICA E PIANIFICAZIONE TIPOLOGIA : Enti locali e regioni Denominazione Ente: COMUNE DI POGGIOMARINO Coordinate : S. R.: Provincia: Comune: Località: Indirizzo: CAP:

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI AVELLINO. REGOLAMENTO del SERVIZIO DI VIGILANZA AMBIENTALE SVOLTO DA GUARDIE VOLONTARIE AMBIENTALI _G.A.V.

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI AVELLINO. REGOLAMENTO del SERVIZIO DI VIGILANZA AMBIENTALE SVOLTO DA GUARDIE VOLONTARIE AMBIENTALI _G.A.V. AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI AVELLINO REGOLAMENTO del SERVIZIO DI VIGILANZA AMBIENTALE SVOLTO DA GUARDIE VOLONTARIE AMBIENTALI _G.A.V. Art. 1 Finalità Il presente regolamento viene adottato dalla Provincia

Dettagli

COMUNE DI MONSERRATO Provincia di Cagliari

COMUNE DI MONSERRATO Provincia di Cagliari COMUNE DI MONSERRATO Provincia di Cagliari COMANDO POLIZIA LOCALE Oggetto: Capitolato speciale d appalto per la gestione del servizio di ricovero, custodia e mantenimento dei cani randagi catturati nel

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Pubblicazioni: 1- Manuale informativo per la sicurezza e la salute in ambiente ospedaliero per gli operatori sanitari

CURRICULUM VITAE. Pubblicazioni: 1- Manuale informativo per la sicurezza e la salute in ambiente ospedaliero per gli operatori sanitari CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Faenza Salvatore Data di nascita 18.08.1952 Amministrazione ASL CN1 Uff. Legale - Incarico attuale Collaboratore tecnico professionale esperto uff. D.U.V.R.I.

Dettagli

5 MODELLO DI INTERVENTO

5 MODELLO DI INTERVENTO Aggiornato al: 16.09.2009 MODELLO DI INTERVENTO pag. 5.1 5 MODELLO DI INTERVENTO Una parte fondamentale della redazione del Piano di Emergenza Comunale di Protezione Civile è la realizzazione dei Modelli

Dettagli

PROVINCIA NELL AMBITO DELLA DISCIPLINA STRADALE ANNO 2008

PROVINCIA NELL AMBITO DELLA DISCIPLINA STRADALE ANNO 2008 STATO DI SERVIZIO DELLE FORZE DELL ORDINE NELLA CITTÀ DI MILANO E NELLA PROVINCIA NELL AMBITO DELLA DISCIPLINA STRADALE ANNO 2008 COMPARTIMENTO DELLA POLIZIA STRADALE PER LA LOMBARDIA L attività svolta

Dettagli

Staff - Servizio Veterinario di Igiene degli Allevamenti e Produzioni Zootecniche

Staff - Servizio Veterinario di Igiene degli Allevamenti e Produzioni Zootecniche INFORMAZIONI PERSONALI Nome VENDRAMIN GIULIANO Data di nascita 07/09/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio DIRIGENTE VETERINARIO ASL DI ASOLO Staff - Servizio Veterinario

Dettagli

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE:

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE: CONVENZIONE TRA L AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI PERO E LA DITTA ALLEVAMENTO CASCINA CROCE PER LA CONCESSIONE IN GESTIONE DEL SERVIZIO DI RICOVERO A MANTENIMENTO DEI CANI VAGANTI CATTURATI SUL TERRITORIO

Dettagli

COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO

COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO C O P I A DELIBERAZIONE N. 44 DEL 11/06/2012 Deliberazione del Consiglio Comunale OGGETTO: ESAME ED APPROVAZIONE CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO E LA VERDEBLU' SOC. COOP. ONLUS PER IL

Dettagli

P.A.S. = PROTEGGI-AVVERTI-SOCCORRI

P.A.S. = PROTEGGI-AVVERTI-SOCCORRI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PREGANZIOL Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di 1 grado Via A. Manzoni 1, 31022 Preganziol (Treviso) Tel 0422 330645-0422 938584 - CF 80011500263 www.icpreganziol.gov.it

Dettagli

Corso pratico SCIVAC-SIFIRVET: Il massaggio Palazzo Trecchi Cremona

Corso pratico SCIVAC-SIFIRVET: Il massaggio Palazzo Trecchi Cremona Nome e Cognome: Data di nascita: 9 agosto 1977 Cittadinanza: Italiana ISTRUZIONE E FORMAZIONE SEMINARI E CORSI Marzo 2013 Assistente alle Giornate di aggiornamento SINVET: Le emergenze in neurologia Assistente

Dettagli

ALLEGATOB alla Dgr n. 478 del 07 aprile 2015 pag. 1/10

ALLEGATOB alla Dgr n. 478 del 07 aprile 2015 pag. 1/10 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOB alla Dgr n. 478 del 07 aprile 2015 pag. 1/10 RICOGNIZIONE DELL OPERATIVITÀ DELLO SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE (SUAP) NELL AMBITO DEGLI ADEMPIMENTI DEI DIPARTIMENTI

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO COMUNALE VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE G.C.V.P.V.

REGOLAMENTO GRUPPO COMUNALE VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE G.C.V.P.V. COMUNE DI ROCCARAINOLA PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO GRUPPO COMUNALE VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE G.C.V.P.V. Il presente atto abroga e sostituisce il precedente regolamento approvato con delibera di

Dettagli

Provincia di Sondrio

Provincia di Sondrio Regolamento per il controllo della fauna selvatica e inselvatichita, delle forme domestiche di specie selvatiche e delle forme inselvatichite di specie domestiche Approvato con deliberazione di consiglio

Dettagli

A voti unanimi, espressi nelle forme di legge; D E L I B E R A

A voti unanimi, espressi nelle forme di legge; D E L I B E R A LA GIUNTA COMUNALE CONSIDERATO che i disposti di cui all art. 54 del D. Lgs. 28 agosto 2000 n. 274 e al D.M. 26 marzo 2001 disciplinano la pena del lavoro di pubblica utilità, che può essere applicata

Dettagli

RASSEGNA STAMPA SINDACALE

RASSEGNA STAMPA SINDACALE RASSEGNA STAMPA SINDACALE Venerdì 21 ottobre 2011 Pagina: www.oggitreviso.it I TAGLI NEGLI AMBULATORI DI SOLIGO IN UN DOSSIER DELLA CISL I sindacati chiedono un incontro urgente al direttore generale della

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE

SCHEMA DI CONVENZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE tra il COMUNE DI PANTELLERIA e l Organizzazione di Volontariato PANTELLERIABAU Tra il Comune di Pantelleria con sede in Piazza Cavour n 1 (codice fiscale n 00247990815) rappresentato

Dettagli

SERVIZIO PRONTO INTERVENTO

SERVIZIO PRONTO INTERVENTO CITTÀ DI MONCALIERI Settore Servizi Tecnici e Ambientali REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO PRONTO INTERVENTO INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI Art. 1 Art. 2 Art. 3 Oggetto del Regolamento Scopo del Regolamento

Dettagli

DIREZIONE AMMINISTRATIVA DI OSPEDALE. Incontri di approfondimento amministrativo STRANIERI NON IN REGOLA CON IL PERMESSO DI SOGGIORNO (STP)

DIREZIONE AMMINISTRATIVA DI OSPEDALE. Incontri di approfondimento amministrativo STRANIERI NON IN REGOLA CON IL PERMESSO DI SOGGIORNO (STP) DIREZIONE AMMINISTRATIVA DI OSPEDALE Incontri di approfondimento amministrativo STRANIERI NON IN REGOLA CON IL PERMESSO DI SOGGIORNO (STP) STRANIERI NON IN REGOLA CON IL PERMESSO DI SOGGIORNO (STP) Definizione:

Dettagli

C O M U N E D I P O V E G L I A N O REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA URBANA A TUTELA DEGLI ANIMALI

C O M U N E D I P O V E G L I A N O REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA URBANA A TUTELA DEGLI ANIMALI C O M U N E D I P O V E G L I A N O Provincia di Treviso ********** REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA URBANA A TUTELA DEGLI ANIMALI Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 66 del 28/11/2007

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL CORPO DI POLIZIA PROVINCIALE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL CORPO DI POLIZIA PROVINCIALE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL CORPO DI POLIZIA PROVINCIALE CAPO I ORGANIZZAZIONE DEL CORPO ART. 1 ORGANO DI GOVERNO Il presidente della Provincia, nell esercizio della funzione di indirizzo politico

Dettagli

MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE

MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome CASI MARCO Data di nascita 22/09/55 Qualifica VETERINARIO Incarico attuale DIRIGENTE DI 1 LIVELLO FASCIA C Numero telefonico ufficio

Dettagli

Ruolo della Sanità Pubblica Veterinaria nelle emergenze non epidemiche

Ruolo della Sanità Pubblica Veterinaria nelle emergenze non epidemiche Direzione Generale Sanità e Politiche Sociali della Regione Emilia Romagna Ruolo della Sanità Pubblica Veterinaria nelle emergenze non epidemiche Bologna 8 maggio 2012 Giuseppe Diegoli Servizio Veterinario

Dettagli

P R O V I N C I A D I T O R I N O V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E N. 109

P R O V I N C I A D I T O R I N O V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E N. 109 Estratto web C O M U N E D I C A V A G N O L O P R O V I N C I A D I T O R I N O V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E N. 109 OGGETTO: APPROVAZIONE BOZZA DI

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute PROTOCOLLO D'INTESA TRA IL MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA Direzione Centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria, delle Comunicazioni e per i Reparti Speciali della Polizia

Dettagli

Provincia di Grosseto

Provincia di Grosseto Provincia di Grosseto Determinazione Dirigenziale N 1706 del 05/12/02 Disciplinare per l organizzazione e lo svolgimento del servizio di vigilanza volontari delle Guardie Ambientali Volontarie (GAV) coordinate.

Dettagli

Programma di integrazione sociale e scolastica degli immigrati non comunitari terza annualità 2009 (anno scol. 2010-2011) Avviso

Programma di integrazione sociale e scolastica degli immigrati non comunitari terza annualità 2009 (anno scol. 2010-2011) Avviso Programma di integrazione sociale e scolastica degli immigrati non comunitari terza annualità 2009 (anno scol. 2010-2011) Avviso 1 1. PREMESSA Con deliberazione n.57 del 12 Luglio 2007 il Consiglio Regionale

Dettagli

Indagini investigazioni Veneto Indagini investigazioni Lombardia Indagini investigazioni Treviso Indagini investigazioni Oderzo Indagini investigazioni Castelfranco Indagini investigazioni Montebelluna

Dettagli

Leghe membro al 22/5/2015 120

Leghe membro al 22/5/2015 120 Leghe membro al 22/5/2015 120 46 34 11 3 Scopo dell OIPA è la tutela e la valorizzazione della natura e dell ambiente, l abolizione della vivisezione e la difesa degli animali da qualsiasi forma di maltrattamento:

Dettagli

LaRegioneVeneto conglianziani. perglianziani. I ServiziSocio-Assistenziali REGIONE DEL VENETO AZIENDA ULSS 12 VENEZIANA

LaRegioneVeneto conglianziani. perglianziani. I ServiziSocio-Assistenziali REGIONE DEL VENETO AZIENDA ULSS 12 VENEZIANA Le tendenze demografiche mostrano un progressivo invecchiamento della popolazione italiana, sia in senso assoluto, per la diminuzione della mortalità e l aumento della speranza di vita, sia in senso relativo,

Dettagli

Tecniche per il controllo del cinghiale ed esperienze in Umbria

Tecniche per il controllo del cinghiale ed esperienze in Umbria Corso per il prelievo del cinghiale con metodi selettivi - ATC PG2 Dott. Luca Convito - Spoleto - 2014 Tecniche per il controllo del cinghiale ed esperienze in Umbria settori per la caccia al cinghiale

Dettagli

COMUNE DI ALBAREDO D ADIGE Provincia di Verona REGOLAMENTO DI IGIENE URBANA VETERINARIA

COMUNE DI ALBAREDO D ADIGE Provincia di Verona REGOLAMENTO DI IGIENE URBANA VETERINARIA COMUNE DI ALBAREDO D ADIGE Provincia di Verona REGOLAMENTO DI IGIENE URBANA VETERINARIA Il Sindaco MENEGAZZI Paolo Silvio L Ass.re all Ecologia/Ambiente SAVOIA Andrea S O M M A R I O Art. 1 Finalità...1

Dettagli

Prealpi Triathlon Fest TRIATHLON SPRINT SILCA CUP 06 luglio 2014 Revine Lago, Tarzo, GUIDA ATLETA. www.silcaultralite.it - www.fitri.

Prealpi Triathlon Fest TRIATHLON SPRINT SILCA CUP 06 luglio 2014 Revine Lago, Tarzo, GUIDA ATLETA. www.silcaultralite.it - www.fitri. Prealpi Triathlon Fest TRIATHLON SPRINT SILCA CUP 06 luglio 2014 Revine Lago, Tarzo, GUIDA ATLETA Organizzazione Organizzatore: A.S.D Silca Ultralite Vittorio Veneto Referente: Aldo Zanetti Telefono: 0438.413417

Dettagli

DECRETO N. 20 del 09.07.2013

DECRETO N. 20 del 09.07.2013 L Assessore DECRETO N. 20 del 09.07.2013 Oggetto: Modifiche al Decreto attuativo del Piano straordinario di eradicazione della Peste Suina Africana. Anni 2012 e 2013. VISTO lo Statuto Speciale della Regione

Dettagli

MODULISTICA OPERATIVA

MODULISTICA OPERATIVA MODULISTICA OPERATIVA INDICE SCHEDA OPERATIVA PER ATTIVAZIONE PIANO DI EMERGENZA Pag. 2 MESSAGGIO DI ALLARME, EMERGENZA E CESSATO ALLARME Pag. 4 COMUNICATO ALLA POPOLAZIONE Pag. 7 SCHEDA OPERATIVA RISCHIO

Dettagli

PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI SERVIZIO AMBITI NATURALI, CACCIA E PESCA

PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI SERVIZIO AMBITI NATURALI, CACCIA E PESCA PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI SERVIZIO AMBITI NATURALI, CACCIA E PESCA Prot. Generale N. 0057435 / 2014 Atto N. 2413 OGGETTO: Nulla osta

Dettagli

DIFFERENZE DI GENERE NELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI LAVORATIVI ALLA LUCE DEL DLgs 81/08 Treviso, 24 Febbraio 2011 Auditorium della Provincia di Treviso

DIFFERENZE DI GENERE NELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI LAVORATIVI ALLA LUCE DEL DLgs 81/08 Treviso, 24 Febbraio 2011 Auditorium della Provincia di Treviso AZIENDA ULSS 9 TREVISO AZIENDA ULSS 8 ASOLO AZIENDA ULSS 7 CONEGLIANO CONVEGNO CONVEGNO DIFFERENZE DI GENERE NELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI LAVORATIVI ALLA LUCE DEL DLgs 81/08 Treviso, 24 Febbraio 2011 Auditorium

Dettagli

Comune di Padova. Unità di Progetto di Protezione Civile PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE MODELLO DI INTERVENTO PER EMERGENZA IDRAULICA

Comune di Padova. Unità di Progetto di Protezione Civile PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE MODELLO DI INTERVENTO PER EMERGENZA IDRAULICA Comune di Padova Unità di Progetto di Protezione Civile PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE MODELLO DI INTERVENTO PER Procedura di emergenza DISTRETTO PROVINCIALE PADOVA CITTÀ Aggiorna e sostituisce il

Dettagli

Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza Incidenti maggiori

Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza Incidenti maggiori Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza Incidenti maggiori Eventi Maggiori: Squilibrio tra risorse disponibili e necessità 2 Eventi Maggiori: Le strutture di soccorso territoriali rimangono integre.

Dettagli

Comando Provinciale di Belluno

Comando Provinciale di Belluno Comando Provinciale di Belluno Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile Comando Provinciale di Belluno Dati statistici 2008 2 Comando Provinciale di Belluno Come ogni

Dettagli

LEGGE REGIONALE TOSCANA N.

LEGGE REGIONALE TOSCANA N. LEGGE REGIONALE TOSCANA N. 43 dell 8 aprile 1995 Norme per la gestione dell' anagrafe del cane, la tutela degli animali d' affezione e la prevenzione del randagismo Modificata ed integrata da LEGGE REGIONALE

Dettagli

COMUNE DI CASALEONE PROVINCIA DI VERONA

COMUNE DI CASALEONE PROVINCIA DI VERONA COMUNE DI CASALEONE PROVINCIA DI VERONA ************* REGOLAMENTO COMUNALE DI IGIENE URBANA VETERINARIA. 1/13 INDICE Art. 1- Definizioni ed ambito di applicazione Art. 2- Profili istituzionali Art. 3-

Dettagli

Anagrafare i cani è un dovere

Anagrafare i cani è un dovere Anagrafare i cani è un dovere Proteggili Chiedi al tuo veterinario 2012 Anagrafare i cani è un dovere Per assicurare il controllo del randagismo; Garantire la salute pubblica e l incolumità dei cittadini;

Dettagli

2 euro per il Veneto: sms 45501

2 euro per il Veneto: sms 45501 Foto di: Protezione Civile della Regione del Veneto Provincia di Treviso Coldiretti Veneto Archivio Fotografico Gazzettino Il Giornale di Vicenza Gruppo Finegil Corriere del Veneto Anna Barbara Grotto

Dettagli

Città di Bra Corpo Polizia Municipale

Città di Bra Corpo Polizia Municipale San Sebastiano 2013 Conferenza Stampa Attività Operativa POLIZIA MUNICIPALE Anno 2012 Bra, 17 gennaio 2013 . Controllo del territorio 1.315 servizi di pattugliamento diurno per un totale di 8.056 ore;

Dettagli

Ministero delle Politiche Agricole e Forestali Direzione Generale delle Risorse Forestali, Montane e Idriche Corpo Forestale dello Stato

Ministero delle Politiche Agricole e Forestali Direzione Generale delle Risorse Forestali, Montane e Idriche Corpo Forestale dello Stato Roma, 22 luglio 2002 Ministero delle Politiche Agricole e Forestali Direzione Generale delle Risorse Forestali, Montane e Idriche Corpo Forestale dello Stato DIRAMAZIONE GENERALE Divisione XIII Protocollo

Dettagli

AL VERIFICARSI DI UN EVENTO IMPROVVISO O NON PREVEDIBILE SI ATTUANO LE MISURE PER L EMERGENZA, CON L AVVIO IMMEDIATO DELLE OPERAZIONI DI SOCCORSO.

AL VERIFICARSI DI UN EVENTO IMPROVVISO O NON PREVEDIBILE SI ATTUANO LE MISURE PER L EMERGENZA, CON L AVVIO IMMEDIATO DELLE OPERAZIONI DI SOCCORSO. Tipologia di evento: Eventi non prevedibili/improvvisi AL VERIFICARSI DI UN EVENTO IMPROVVISO O NON PREVEDIBILE SI ATTUANO LE MISURE PER L EMERGENZA, CON L AVVIO IMMEDIATO DELLE OPERAZIONI DI SOCCORSO.

Dettagli

Docente nell ambito del Corso di Laurea Specialistica in Medicina Veterinaria

Docente nell ambito del Corso di Laurea Specialistica in Medicina Veterinaria CURRICULUM VITAE D.ssa Patrizia PONZIO Dipartimento Scienze Veterinarie Largo Paolo Braccini 5 GRUGLIASCO (TO) Tel 011 6709050 uff. Fax 011 2369050 e-mail: patrizia.ponzio@unito.it laureata a Torino nel

Dettagli

La normativa CITES e le leggi nazionali sulla detenzione e sul commercio degli animali esotici. Vice Questore Aggiunto For. Dr.

La normativa CITES e le leggi nazionali sulla detenzione e sul commercio degli animali esotici. Vice Questore Aggiunto For. Dr. 1 La normativa CITES e le leggi nazionali sulla detenzione e sul commercio degli animali esotici Vice Questore Aggiunto For. Dr. Fabrizio Mari 2 Le norme nazionali e la disciplina CITES Dalla LR n. 40/1994

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI

INFORMAZIONI PERSONALI INFORMAZIONI PERSONALI Nome Coppe Alberto Data di Nascita 23.11.1963 Qualifica Collaboratore Professionale Sanitario Esperto - Infermiere - Amministrazione ULSS 2 Feltre Servizio delle Professioni Sanitarie

Dettagli

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Page 1 of 5 MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DECRETO 8 giugno 2015, n. 88 Regolamento recante disciplina delle convenzioni in materia di pubblica utilita' ai fini della messa alla prova dell'imputato, ai sensi

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE. Premesso inoltre che con deliberazione n. 254 del 18 novembre 2008 tali incarichi furono prorogati sino al 31 dicembre 2010;

LA GIUNTA COMUNALE. Premesso inoltre che con deliberazione n. 254 del 18 novembre 2008 tali incarichi furono prorogati sino al 31 dicembre 2010; LA GIUNTA COMUNALE Premesso che con deliberazione n. 38 del 24 febbraio 2004 questo Collegio nominò il Dott. Gian Antonio Magioncalda Medico competente di questo Comune, affidandogli la sorveglianza sanitaria

Dettagli

TITOLI DI STUDIO E PROFESSIONALI ED ESPERIENZE LAVORATIVE

TITOLI DI STUDIO E PROFESSIONALI ED ESPERIENZE LAVORATIVE CURRICULUM VITAE DATI PERSONALI Cognome e nome FINOTTO RITA Data di nascita 18 LUGLIO 1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale DIRIGENTE MEDICO Azienda ULSS N. 10 VENETO ORIENTALE DIRETTORE FUNZIONE

Dettagli

ASPETTI DI SANITA' PUBBLICA VETERINARIA NELLE AREE EMERGENZA TERREMOTO 2012 Nella Bassa Modenese

ASPETTI DI SANITA' PUBBLICA VETERINARIA NELLE AREE EMERGENZA TERREMOTO 2012 Nella Bassa Modenese ASPETTI DI SANITA' PUBBLICA VETERINARIA NELLE AREE EMERGENZA TERREMOTO 2012 Nella Bassa Modenese Presentazione a cura di: Maurizio Ferraresi - Mauro Ferri - Antonio Gelati AUSL di Modena, Servizio Veterinario,

Dettagli

COMUNE DI DAONE PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI DAONE

COMUNE DI DAONE PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI DAONE COMUNE DI DAONE PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI DAONE Allegato alla deliberazione consigliare n.29 del 10.05.2001 PARTE PRIMA - NORME GENERALI

Dettagli

C L I N I CA V E T E R I N A R I A T I BA L D I. Gentile cliente, ho il piacere di presentare la nostra carta dei servizi.

C L I N I CA V E T E R I N A R I A T I BA L D I. Gentile cliente, ho il piacere di presentare la nostra carta dei servizi. CARTA DEI SERVIZI Presentazione Gentile cliente, ho il piacere di presentare la nostra carta dei servizi. Questo importante strumento è stato concepito per portarla a conoscenza dei servizi erogati all

Dettagli

Il modello di pronto intervento di ARPA Lombardia per la valutazione ed il monitoraggio degli eventi di crisi

Il modello di pronto intervento di ARPA Lombardia per la valutazione ed il monitoraggio degli eventi di crisi Il modello di pronto intervento di ARPA Lombardia per la valutazione ed il monitoraggio degli eventi di crisi Organizzazione regionale e dipartimentale Elisa Galimberti Sede Centrale Settore Attività Industriali,

Dettagli

COMUNE di MARTELLAGO. Assessorato alla Protezione Civile

COMUNE di MARTELLAGO. Assessorato alla Protezione Civile COMUNE di MARTELLAGO Assessorato alla Protezione Civile INDICE 1. Rischio Idraulico...3 1.1 Premessa...3 1.2 Scenari di rischio idraulico...3 1.2.1 Rischio idraulico da rete principale....4 1.2.2 Rischio

Dettagli

DETERMINAZIONE N. 245 del 7/4/2015

DETERMINAZIONE N. 245 del 7/4/2015 Direzione Generale della Sanità DETERMINAZIONE N. 245 del 7/4/2015 Oggetto: Piano regionale integrato per la sorveglianza della West Nile Disease 2015-2018. Lo Statuto Speciale della Regione Autonoma della

Dettagli

COMUNE DI CODOGNE (Provincia di Treviso) Settore Tecnico PRONTUARIO PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE PER LA POPOLAZIONE

COMUNE DI CODOGNE (Provincia di Treviso) Settore Tecnico PRONTUARIO PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE PER LA POPOLAZIONE COMUNE DI CODOGNE (Provincia di Treviso) Settore Tecnico PRONTUARIO PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE PER LA POPOLAZIONE Scheda 1 Presentazione RECAPITI UFFICI COMUNALI Comune di Codognè via Roma 2 31013

Dettagli

PIANO DI CONTROLLO DELLA SPECIE NUTRIA DELL AREA NORD

PIANO DI CONTROLLO DELLA SPECIE NUTRIA DELL AREA NORD Servizio Politiche Ambientali Unione Comuni Modenesi Area Nord PIANO DI CONTROLLO DELLA SPECIE NUTRIA DELL AREA NORD (Delibera di G.U. n.55 del 28.07.2015) Indice: Premessa Obiettivi del piano Azione 1

Dettagli

La Sicurezza nel Territorio Nazionale. Quadro generale e le pertinenti attività della Polizia di Stato

La Sicurezza nel Territorio Nazionale. Quadro generale e le pertinenti attività della Polizia di Stato La Sicurezza nel Territorio Nazionale Quadro generale e le pertinenti attività della Polizia di Stato 1 2 PREVENZIONE : Attività informativa Enti preposti Attività controllo territorio PCCT; Poliziotto/

Dettagli

Il miglioramento delle cure urgenti

Il miglioramento delle cure urgenti Ogni anno più di 1 milione e 700 mila cittadini in Emilia-Romagna si rivolgono al pronto soccorso quando hanno un problema sanitario. È un numero che tende a crescere costantemente determinando spesso

Dettagli

PRONTUARIO delle LEGGI AMBIENTALI

PRONTUARIO delle LEGGI AMBIENTALI PRONTUARIO delle LEGGI AMBIENTALI INDICE GENERALE Argomento Violazione Norme transitorie Norme definitive 1 aib 2 aib 4 aib Documentazioni e comunicazioni Impianti e espianti Trasform., modifiche,convers.

Dettagli

Curriculum vitae. [ 2009 ] Tax Consulting Firm S.r.l. Master in Giurista di Impresa Roma

Curriculum vitae. [ 2009 ] Tax Consulting Firm S.r.l. Master in Giurista di Impresa Roma Curriculum vitae Informazioni personali Nome e Cognome: Marco Caliandro Stato civile: Celibe Data di nascita: 31.08.1977 Luogo di nascita: Vittorio Veneto (TV) Residenza: Vittorio Veneto (TV) Indirizzo:

Dettagli

CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE 1 CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE NOME Francesco COGNOME Manglaviti ETA 44 LUOGO DI NASCITA Benestare - R.C. RESIDENZA Treviso DOMICILIO vicolo Stangade n. 2, 31100 TELEFONO 348/03.53.709-0438/66.43.92

Dettagli

ELABORAZIONE DEL MODELLO D INTERVENTO

ELABORAZIONE DEL MODELLO D INTERVENTO ELABORAZIONE DEL MODELLO D INTERVENTO COMUNE DI 1. FUNZIONALITA DEL SISTEMA DI ALLERTAMENTO LOCALE REPERIBILITA H 24. Il Piano deve contenere le informazioni necessarie e le modalità con cui la struttura

Dettagli

COMUNE DI SESTU Provincia di Cagliari -------------------------------- COMANDO POLIZIA LOCALE

COMUNE DI SESTU Provincia di Cagliari -------------------------------- COMANDO POLIZIA LOCALE COMUNE DI SESTU Provincia di Cagliari -------------------------------- COMANDO POLIZIA LOCALE Via Verdi 4/6 Tel. 070/260123 - Fax 070/230021 e-mail polizia.municipale@comune.sestu.ca.it CAPITOLATO SPECIALE

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA SANITA PUBBLICA VETERINARIA, DELLA SICUREZZA ALIMENTARE E DEGLI ORGANI COLLEGIALI PER LA TUTELA DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DELLA SANITA ANIMALE E DEI FARMACI

Dettagli

ELENCO DELLE PRESTAZIONI

ELENCO DELLE PRESTAZIONI TARIFFARIO PER LE PRESTAZIONI DI IGIENE E SANITA' PUBBLICA VETERINARIA RELATIVE ALLE FUNZIONI ELENCATE DALLA L.R. 23 AGOSTO 1983 N 25, ESPLETATI, A FAVORE DI ENTI E PRIVATI DALL'AREA DI SANITA' PUBBLICA

Dettagli

Dirigente ingegnere - Direttore UOS. Responsabile - U.O.S. Impianti e Sicurezze

Dirigente ingegnere - Direttore UOS. Responsabile - U.O.S. Impianti e Sicurezze INFORMAZIONI PERSONALI Nome VINCO ANTONIO Data di nascita 04/08/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente ingegnere - Direttore UOS ASL DI VERONA Responsabile

Dettagli

Tabella 7.1. Mortalità per demenze e morbo di Alzheimer: indicatori di sintesi per sesso (tassi per 100.000). Veneto, anni 2000 e 2007.

Tabella 7.1. Mortalità per demenze e morbo di Alzheimer: indicatori di sintesi per sesso (tassi per 100.000). Veneto, anni 2000 e 2007. Capitolo 7 La mortalità per demenze e morbo di Alzheimer Introduzione Il morbo di Alzheimer e le altre forme di demenza sono patologie caratterizzate da manifestazioni cliniche molto simili fra loro, spesso

Dettagli

Regolamento per la gestione del canile/gattile municipale, dei servizi correlati e dei rapporti con il volontariato

Regolamento per la gestione del canile/gattile municipale, dei servizi correlati e dei rapporti con il volontariato OdG n. 325 PG n. 226342/2012 Data seduta: 18/12/2012 Data inizio vigore:18/12/2012 Regolamento per la gestione del canile/gattile municipale, dei servizi correlati e dei rapporti con il volontariato Indice

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

NORME PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI ROVERETO

NORME PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI ROVERETO Comune di Rovereto Provincia di Trento NORME PER LA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DI ANIMALI NEL COMUNE DI ROVERETO Approvato con deliberazione del Consiglio comunale 20.07.1992, n. 290 Allegato n. 7 del Regolamento

Dettagli

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE SANITARIA PER STRUTTURE DI COMMERCIO, PENSIONE, TOELETTATURA, ALLEVAMENTO E ADDESTRAMENTO ANIMALI DA COMPAGNIA

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE SANITARIA PER STRUTTURE DI COMMERCIO, PENSIONE, TOELETTATURA, ALLEVAMENTO E ADDESTRAMENTO ANIMALI DA COMPAGNIA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE SANITARIA PER STRUTTURE DI COMMERCIO, PENSIONE, TOELETTATURA, ALLEVAMENTO E ADDESTRAMENTO ANIMALI DA COMPAGNIA Ai sensi della DGR 18 DICEMBRE 2006, N. 866 Recepimento accordo

Dettagli

in qualità di legale rappresentante del C.V.S. sas di Rebuffo R., p.iva 01386440083

in qualità di legale rappresentante del C.V.S. sas di Rebuffo R., p.iva 01386440083 RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE APERTURA PRESIDIO SANITARIO ai sensi della legge regionale 20/99 "Norme in materia di autorizzazione, vigilanza e accreditamento per i presidi sanitari e socio-sanitari, pubblici

Dettagli

I prodotti alimentari: guida agli acquisti sicuri e consapevoli

I prodotti alimentari: guida agli acquisti sicuri e consapevoli I prodotti alimentari: guida agli acquisti sicuri e consapevoli Incontri divulgativi Treviso, 11 maggio 2009 Conegliano, 15 maggio Montebelluna, 18 maggio Oderzo, 22 maggio Castelfranco, 25 maggio Vittorio

Dettagli

Dipartimento Medico Internistico 1

Dipartimento Medico Internistico 1 Dipartimento Medico Internistico 1 Direttore: Dott. G.F. Stefanini Dipartimento Medico Internistico 1 Guida ai Servizi Dipartimento Medico Internistico 1 Direttore: Dott. G.F. Stefanini Dipartimento Medico

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Fax dell ufficio E-mail istituzionale CIMINO ERNESTO 16/09/1966 GENERALE DI BRIGATA

Dettagli

Codice programma di riferimento. Corsi di formazione/seminari da attivare Promozione dell attività fisica nei bambini, gruppi cammino, AFA

Codice programma di riferimento. Corsi di formazione/seminari da attivare Promozione dell attività fisica nei bambini, gruppi cammino, AFA La Formazione a supporto del Piano Regionale di Prevenzione 2014-2018 Corsi di formazione/seminari da attivare Promozione dell attività fisica nei bambini, gruppi cammino, AFA Il counseling breve per

Dettagli

UNITA VALUTATIVA OPERATIVA ANZIANI SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI MONTEBELLUNA CASTELFRANCO VENETO

UNITA VALUTATIVA OPERATIVA ANZIANI SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI MONTEBELLUNA CASTELFRANCO VENETO CARTA DEI SERVIZI UNITA VALUTATIVA OPERATIVA ANZIANI SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI MONTEBELLUNA CASTELFRANCO VENETO Sportello al pubblico presso il Servizio di Assistenza Domiciliare Castelfranco

Dettagli

MIUR.AOOUSPTV.REGISTRO UFFICIALE(U).0001408.04-03-2015

MIUR.AOOUSPTV.REGISTRO UFFICIALE(U).0001408.04-03-2015 MIUR.AOOUSPTV.REGISTRO UFFICIALE(U).0001408.04-03-2015 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO Ufficio XI Ufficio Scolastico di Treviso Via

Dettagli