IN CITTÀ Disinfestazione attiva, la Asrem ha avviato il recupero delle aree urbane

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IN CITTÀ Disinfestazione attiva, la Asrem ha avviato il recupero delle aree urbane"

Transcript

1 Sabato 5 maggio 2012 TERMOLI 15 IN CITTÀ Disinfestazione attiva, la Asrem ha avviato il recupero delle aree urbane TERMOLI. Ambiente, già attivi gli interventi di disinfestazione nel territorio comunale da parte della Asrem di Termoli. A seguito delle comunicazioni intercorse tra l Assessorato all Ambiente del comune e la Asrem di Termoli, circa gli interventi di disinfestazione da attuare sull intero territorio comunale, ivi compresa l area riguardante il Borgo antico, il Dipartimento di Igiene e Sanità Pubblica ha rassicurato l Ente che tali operazioni sono già state avviate dalla mattinata di giovedì 3 maggio. Inoltre, i responsabili dell U.o.c. Igiene e Sanità Pubblica della Asrem di Termoli hanno garantito che tali azioni di bonifica, volte a eliminare completamente l eventuale presenza di insetti, parassiti e ratti, saranno nuovamente ripetute nel corso dell intero periodo estivo, al fine di tutelare la sicurezza e la salute dei cittadini, nonché il decoro del territorio comunale.

2 CITTÀ DEL MOLISE L ISTITUTO DI RICERCA PRESENTA NUOVE CURE Giornata dell epilessia Il Neuromed avanti nella diagnosi P OZZILLI. Il 6 maggio 2012 si celebra in tutta Italia la Giornata nazionale dell epilessia promossa dalla Lega italiana contro l epilessia (Lice). Per l occasione l Irccs Neuromed, con il suo centro per la Chirurgia dell epilessia riconosciuto dalla Lice aderisce all iniziativa. L Istituto di ricerca molisano, domenica 6 e lunedì 7 maggio, allestisce un info-point con materiale informativo. Non solo, per l occasione, lunedì 7 maggio sarà inaugurato ufficialmente il nuovo sistema di monitoraggio video per l elettroencefalogramma acquisito anche grazie al contributo dell associazione figli inabili Banca d Italia (Afibi), progettato ed allestito ad hoc per il Centro epilessia Neuromed. Una tecnologia che colloca Neuromed tra i centri epilessia più innovativi ed all avanguardia. L apparecchiatura permette di monitorare contemporaneamente 6 pazienti, 24 ore su 24, consentendo la registrazione delle crisi dei pazienti tanto negli aspetti clinici quanto in quelli elettroencefalografici. La video-eeg è considerata uno strumento diagnostico molto utile ai fini della corretta definizione semeiologica delle crisi, soprattutto nell ambito della chirurgia dell epilessia. Consente inoltre di derivare i segnali del tracciato elettroencefalografico dalla superficie dello scalpo ma anche direttamente dal cervello (elettrocorticografia) laddove si rendesse necessario per definire correttamente la regione corticale responsabile dell origine delle crisi. Le informazioni registrate, archiviate e gestite tramite rete informatica, permette agli specialisti di rivedere, elaborare ed analizzare i tracciati audiovideo-eeg dalle differenti postazioni di rilettura presenti in reparto.

3 Sabato 5 maggio 2012 CITTÀ DEL MOLISE 25 AGNONE - ALTO MOLISE SANITAʼ di ADELE MOAURO AGNONE. Variazione di ambienti per il Servizio di Reumatologia dell Ospedale Caracciolo. Da alcuni giorni il reparto, che occupava due piccole stanze al quarto piano, si trova invece alla fine del lungo corridoio del primo adiacente ai locali del Distretto Sanitario di base.grazie alla collaborazione di Luigi Rosato, direttore del Distretto, il quale, su sollecitazione di Franco Paoletti, Responsabile del Servizio di Reumatologia, ha provveduto a far sì che l amministrazione della Asrem concedesse l autorizzazione, ora il reparto può godere di locali più ampi, per offrire un migliore servizio ai pazienti: 4 posti letto in DH in area medica, una sala infusioni, un ambulatorio per l ecografia e l infiltrativa, e una stanza per la capillaroscopia e la morfometria vertebrale computerizzata. Ed era ora che si trovas- Immagine di repertorio se una migliore sistemazione per uno dei reparti che fa onore al presidio agnonese. Il nostro centro effettua trattamenti con farmaci biotecnologici spiega Paoletti - che servono per curare le artriti croniche, permettendo la prevenzione del danno e della degenerazione, cura le osteoporosi severe con farmaci anabolizzanti e neoformativi dell osso, Ospedale Reumatologia cambia i locali Il centro medico resta uno dei migliori in Italia è uno dei pochi centri in Molise che effettua l ecografia articolare e muscolo-tendinea per le malattie reumatiche E possibile, infatti, effettuare presso il Caracciolo l ecografia articolare con sonde ad alta frequenza, oggi necessaria per una diagnosi precoce dell artrite, utile per un monitoraggio delle malattie e della risposta alle terapie. Il macchinario, particolarissimo, è stato acquistato col contributo dell Anmar (Associazione Nazionale Malati Reumatici) continua Paoletti - Inoltre, qui al Caracciolo, come Reumatologia portiamo avanti studi internazionali sull efficacia dei farmaci neoformativi, sull efficacia e la sicurezza di quelli biotecnologici, sul confronto dell efficacia tra i diversi farmaci. Siamo davvero molto avanti, molti centri d Italia indirizzano qui i loro pazienti. Mediamente, il servizio registra circa 700 DH e 1000 visite ambulatoriali all anno, con pazienti che vengono anche dalle regioni confinanti, Abruzzo, Puglia, Lazio, Campania ma anche Basilicata. E per questo che, anche nella proposta presentata relativamente al Psr, compare la richiesta di un Caracciolo che possa configurarsi come polo d eccellenza per la Reumatologia. Si potrebbero mettere in atto moltissime iniziative, e potremmo essere un punto di riferimento irrinunciabile, conclude Paoletti.Intanto, è pronto il programma per il convegno che si terrà il prossimo 19 maggio all Hotel Duca del Sannio, che avrà come tema i Percorsi diagnosticoterapeutici e riabilitativi delle malattie reumatiche. Curato e organizzato dallo stesso Paoletti, sarà un evento al quale presenzieranno moltissimi illustri nomi del settore medico-sanitario.

4 Sabato 5 maggio 2012 Campobasso 7 Palazzo San Giorgio Palazzo San Giorgio Il comitato pro Cardarelli ha presentato il neo presidente Italo Testa CAMPOBASSO. L ospedale Cardarelli non si tocca. Il nosocomio è un riferimento per tutta la regione. Questo in sostanza il pensiero del comitato pro Cardarelli che nella mattinata di ieri ha tenuto una conferenza a Palazzo San Giorgio per presentare il nuovo presidente Italo Testa, già primario di chirurgia. In un periodo in cui non ci sono soldi ha detto il presidente bisogna gestire quei pochi che ci sono assicurandosi prima che funzioni il servizio pubblico. La regione Molise si trova ora in difficoltà. Noi chiediamo che sia rilanciata la funzione dell ospedale Cardarelli che funziona bene e ha sempre funzionato bene nonostante cerchino di smantellarlo continuamente.

5 Sabato 5 maggio 2012 Venafro Valle del Volturno 17 Si tratta del nuovo apparecchio diagnostico acquistato anche grazie ai contributi della onlus Afibi Giornata nazionale dell epilessia, il Neuromed inaugura il video-eeg POZZILLI. In occasione della giornata nazionale dell epilessia il Neuromed inaugurerà il nuovo sistema video-eeg, apparecchio acquistato anche grazie al generoso contributo della Onlus Afibi (Asociazione figli inabili banca d Italia). La giornata nazionale promossa dalla Lega italiana contro l epilessia (Lice) si terrà domani. Anche l Istituto neurologico mediterraneo di Pozzilli, con il suo centro per la Chirurgia dell epilessia riconosciuto dalla Lice aderisce quindi, come del resto ogni anno, a questa iniziativa per poter divulgare il più possibile informazioni utili per chi soffre di questa patologia neurologica ma anche per chi ne è indirettamente coinvolto (familiari, amici, colleghi). A tal fine, presso la sede ospedaliera dell Irccs molisano domani ed il 7 maggio sarà allestito un info-point con materiale informativo. Non solo, per l occasione, lunedì sarà inaugurato ufficialmente il nuovo sistema di monitoraggio video-eeg progettato ed allestito ad hoc per il centro Epilessia Neuromed. Questa acquisizione colloca Neuromed tra i centri epilessia più innovativi ed all avanguardia. Esso offre infatti la possibilità di monitorare contemporaneamente sei pazienti, 24 ore su 24, consentendo la registrazione delle crisi dei pazienti tanto negli aspetti clinici quanto in quelli elettroencefalografici. La video-eeg è considerata uno strumento diagnostico molto utile ai fini della corretta definizione semeiologica delle crisi, soprattutto nell ambito della chirurgia dell epilessia. Consente inoltre di derivare i segnali eeg non solo dalla superficie dello scalpo, ma anche direttamente dal cervello (elettrocorticografia) laddove si rendesse necessario per definire correttamente la regione corticale responsabile dell origine delle crisi. Le informazioni registrate sono opportunamente archiviate e gestite tramite rete informatica, permettendo agli specialisti di rivedere, elaborare ed analizzare i tracciati audio/video/eeg dalle differenti postazioni di rilettura presenti in reparto. L Onlus Afibi, con il suo dono, ha dato insomma un enorme contributo non solo al centro Epilessia Neuromed ma a tutti quei pazienti che, anno dopo anno, si affidano alle cure dell Istituto neurologico mediterraneo di Pozzilli.

6 Termoli Sabato 5 maggio 2012 Via Martiri della Resistenza, Termoli (CB) - Tel Fax L Asrem sta disinfestando centro storico e borgo TERMOLI. A seguito delle comunicazioni intercorse tra l assessorato all Ambiente del comune e la Asrem di Termoli, circa gli interventi di disinfestazione da attuare sull intero territorio comunale, ivi compresa l area riguardante il Borgo antico, il Dipartimento di Igiene e Sanità Pubblica ha rassicurato l Ente che tali operazioni sono già state avviate dalla mattinata di giovedì 3 maggio. Inoltre, i responsabili dell Uoc Igiene e Sanità Pubblica della Asrem di Termoli hanno garantito che tali azioni di bonifica, volte a eliminare completamente l'eventuale presenza di insetti, parassiti e ratti, saranno nuovamente ripetute nel corso dell intero periodo estivo, al fine di tutelare la sicurezza e la salute dei cittadini, nonché il decoro del territorio comunale.

7 Il Quotidiano del Molise 4 PRIMO Sanità PIANO Sabato 5 maggio 2012 Redatto un documento circostanziato che analizza pregi e criticità di una struttura negli anni mortificata dai tagli Comitato Pro Cardarelli La sanità pubblica non si tocca L ospedale Cardarelli di Vittoria Todisco CAMPOBASSO. Attraverso una conferenza stampa tenutasi ieri si è presentato il Comitato Pro Cardarelli rinato dopo la sua costituzione nel 2007 quando la Regione iniziò la sua azione di smantellamento attraverso il progetto di trasferire alcuni reparti (nefrologia e oncologia); in quell occasione il comitato risultò incisivo nel ricusare il progetto e gli stessi cittadini si mobilitarono a difesa della sanità pubblica. L idea di smantellare il Cardarelli ha precisato il presidente, il dottor Italo Testa, medico chirurgo figura storica dell Ospedale non è affatto tramontata è proseguita in maniera molto sottile, ha fatto il suo corso depauperando il nosocomio del personale, rendendolo meno competitivo in una logica del rientro dal debito sanitario. La Cattolica è approdata da noi con l impegno di esprimere l eccellenza, attirare l utenza extraregionale cosa che non è avvenuta e il Molise non ha la capacità di sostenerne i debiti di una struttura che CAMPOBASSO. Il Cardarelli deve essere riqualificato e potenziato. Non solo critiche dicevamo, anche proposte, espresse dalla dottoressa Gabriella Ruzzi nel ribadire che il Cardarelli va protetto soprattutto dai cittadini Esso è insostituibile, giacché punto di riferimento extra regionale. Il Cardarelli ha detto benché svilito da discutibili strategie finanziarie e da una politica sanitaria penalizzante che hanno limitato e condizionato la qualità delle prestazioni; mortificato e svili- La conferenza stampa del comintato Pro Cardarelli Il dottor Italo Testa si è mostrata incapace di vivere di mezzi propri. Quella del Comitato Pro Cardarelli non è una guerra contro la Cattolica, divenuta nel frattempo Fondazione, quanto una battaglia civile a difesa della sanità pubblica e del diritto da parte del cittadino ad avere cure pronte ed adeguate; non solo, ma è soprattutto l impegno che personale medico, infermieristico ed ausiliario insieme ai cittadini aderenti agli altri comitati hanno assunto a difesa dell economia di questa regione che rischia di subire una pericolosa perdita di posti di lavoro e un ulteriore impoverimento del cittadino costretto a fronteggiare oneri tributari maggiori. Attraverso un analisi puntuale e dettagliata che coincide perfettamente con le critiche espresse dal Tavolo Tecnico che boccia senza mezzi termini l ipotesi di integrazione fra il Cardarelli e la Cattolica, il Comitato Pro Cardarelli dimostra la non economicità del progetto che la Regione intende portare avanti regalando alla Fondazione i reparti di Oncologia e Cardiologia, quelli cioè che con maggiore incisività determinano il sostentamento economico della sanità pubblica. Una relazione, quella presentata ieri mattina, che nasce da uno studio compiuto dal Comitato che ha esaminato documenti, ha girato Critiche alla politica sanitaria e proposte per salvare l ospedale to le tante professionalità presenti; abbandonato, anche dal punto di vista strutturale, deve essere rilanciato perché è sicuro di interpretare le esigenze e le istanze della popolazione. Le ricadute prodotte da anni di strategia del puro contenimento della spesa sanitaria pubblica con interventi sperequativi a vantaggio di quella privata hanno prodotto delle criticità cruciali, come ad esempio la lungaggine delle liste d attesa; l impossibilità d accesso alle cure ostacolata dalla riduzione dei posti letto; criticità ben percepite dalla popolazione. Nonostante tutto ciò il Comitato lancia una nuova sfida per il Cardarelli che è quella di migliorare la qualità dell offerta chiedendo certezze sui finanziamenti, chiarezza sulla scelte i reparti indagato le necessità e le criticità e, benché esclusa dalle audizioni dinanzi alla IV Commissione Permanente Regionale ha inviato questo materiale al ministero della Sanità, alla Corte dei Conti al Tavolo Tecnico oltre che a tutti i consiglieri regionali, comunali e provinciali. Ma non solo critiche, peraltro molto severe, s u l modo di amministrare la sanità e sulle scelte politiche volte a privilegiare il sistema privato. Il dottor Giuseppe Berardi ha denunciato l utilizzo finanche dei fondi Fas destinati allo sviluppo delle aree sottosviluppate, finite nello sperpero, addossando sulle spalle dei cittadini aumenti come la maggiorazione di 0.15 punti dell IRAP e di 0,30 punti dell IRPEF per quanto riguarda l anno 2011 in cui viene introdotto anche un ticket di 10 euro su visite specialistiche e analisi mediche e un ticket di 25 euro per i codici bianchi del Pronto Soccorso; in più una quota fissa di compartecipazione per ogni ricetta e per ogni confezione di farmaco. Se i nostri soldi fossero meglio amministrati ha detto avremmo migliori servizi e meno tasse. Ma i nostri amministratori non rispondono mai personalmente del danno economico da loro prodotto e il Molise non esprime malasanità quanto una cattiva gestione della sanità. Le dottoresse De Vincenzo e Ruzzi aziendali; una seria ed oculata programmazione dell offerta, la riqualificazione della struttura sia in termini strutturali che riferito all ammodernamento tecnologico, l aggiornamento del personale. Domande, tante alle quali la politica deve risposte certe CAMPOBASSO. Per quali motivi l Università Cattolica già dal 2010 ha deciso di modificare il suo stato giuridico trasformandosi in Fondazione mantenendo però le stesse strutture, stessi mezzi, stesse maestranze, stessi rapporti con l ASREM e con la Regione Molise, ivi comprese la titolarità delle autorizzazioni sanitarie e degli accreditamenti; la nomina dei componenti del Consiglio di Amministrazione del nuovo ente fatta su proposta del Rettore. L anticipazione di 20 milioni di euro per avviare la gestione della Fondazione, e tutti i dirigenti sanitari apicali restano alle dipendenze della Cattolica ma sono dati in prestito alla Fondazione. Ma allora l università Cattolica c è o non c è? Oppure c è ma non deve comparire? Sono questi parte degli intriganti e provocatori interrogativi proposti dal dottor Nicola Lombardi, altro rappresentante del Comitato Pro Cardarelli insieme alla dottoressa Carolina De Vincenzo, alla professoressa Aida Trentalance e a Patrizia Fiammelli ciascuna con il proprio ruolo all interno del Comitato. Nell atto costitutivo della Fondazione ha proseguito il dottor Lombardi è espressamente previsto che il Rettore della Cattolica prenda contatto con il Presidente della Regione Molise per la nomina di un rappresentante dell Ente regionale in seno al Consiglio di Amministrazione. Qual è il ruolo di un rappresentate di un Ente pubblico in una struttura privata? Con quali criteri si è pervenuto alla scelta? Nello statuto della Fondazione è previsto l ingresso nel Consiglio di Ammistrazione anche di cittadini, enti, istituzioni che condividano gli scopi della Fondazione e apportino una dote (chiaro che è in danaro ) e il loro peso nel Consiglio dipenderà dall entità della dote. La Regione Molise cosa ha portato in dote per meritarsi un consigliere? Soldi pubblici? Da quale voce di bilancio sono stati attinti? Ed ancora è messa nero su bianco l intenzione di trasformarsi in Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico: aspirazione legittima che però prevede un lungo e virtuoso percorso fatto di lavoro, ricerca, investimenti della durata di decenni. Ed allora l eccellenza, l alta qualità e la professionalità, le prestazioni sanitarie di secondo e terzo livello sono un aspirazione della Fondazione o un dato già acquisito? E allora perché pagare le tasse oggi per un alta specializzazione che deve ancora concretizzarsi? Ed ancora quale strumento giuridico governa i rapporti con la Fondazione? I rapporti tra sanità pubblica e sanità privata nelle venti regioni italiane sono rigidamente codificati per legge. Due i pilastri di riferimento: il primo è il pagamento del DRG vale a dire il privato eroga una prestazione sanitaria con un suo peso, un valore economico che moltiplicato per le prestazioni totali quantifica il relativo rimborso e, secondo le strutture private, hanno un tetto di spesa, un budget che non può essere sforato. Nella documentazione che la Fondazione ha inviato alla Regione Molise e recepita nella delibera del Commissario ad acta il 30 giugno del 2011 e protocollata con il numero 20 si fa riferimento, tra l altro, alla necessità di superare i propri tetti di spesa. La domanda che ci poniamo e poniamo a voi è: possiamo permettercelo?

8 SABATO O 5 MAGGIO ANNO XV - N. 123 REDAZIONE ISERNIA Neuromed. Domani e dopodomani all istituto sarà allestito un info-point sulla patologia Epilessia, la ricerca fa progressi Grazie all elettroencefalogramma sarà possibile individuare l area in cui nascono le crisi Foto archivio POZZILLI. Anche il Neuromed aderisce alla Giornata nazionale dell Epilessia promossa dalla Lega italiana contro L epilessia (Lice), che si celebra in tutta Italia il 6 maggio. L Istituto neurologico mediterraneo, che dispone di un centro per la chirurgia dell epilessia riconosciuto dalla Lice, aderisce all evento per poter divulgare il più possibile informazioni utili per chi soffre di questa patologia neurologica si legge nel comunicato inviato dall istituto ma anche per chi ne è indirettamente coinvolto (familiari, amici, colleghi). Proprio per assolvere al meglio tale compito, nelle giornate del 6 e 7 maggio sarà allestito presso la sede ospedaliera del Neuromed un punto informativo presso il quale sarà messo a disposizione materiale informativo riguardante la patologia. Inoltre è prevista per lunedì 7 maggio l inaugurazione del nuovo sistema di monitoraggio video-eeg acquisito viene precisato nella nota stampa anche grazie al generoso contributo dell Associazione Figli Inabili Banca d Italia (Afibi), progettato ed allestito ad hoc per il Centro Epilessia Neuromed. Questa acquisizione colloca Neuromed tra i centri epilessia più innovativi ed all avanguardia. Esso offre infatti la possibilità di monitorare contemporaneamente 6 pazienti, 24 ore su 24, consentendo la registrazione delle crisi dei pazienti tanto negli aspetti clinici quanto in quelli elettroencefalografici. La video-eeg è considerata uno strumento diagnostico molto utile ai fini della corretta definizione semeiologica delle crisi, soprattutto nell ambito della chirurgia dell epilessia. Consente inoltre di derivare i segnali Il Neuromed eeg non solo dalla superficie dello scalpo, ma anche direttamente dal cervello (elettrocorticografia) laddove si rendesse necessario per definire correttamente la regione corticale responsabile dell origine delle crisi. Le informazioni registrate sono opportunamente archiviate e gestite tramite rete informatica, permettendo agli specialisti di rivedere, elaborare ed analizzare i tracciati audio/video/ EEG dalle differenti postazioni di rilettura presenti in reparto. L Onlus Afibi, con il suo dono, ha dato un enorme contributo non solo al Centro Epilessia Neuromed ma a tutti quei pazienti che, anno dopo anno, si affidano alle cure dell Istituto.

9 Il Quotidiano del Molise Attualità Sabato o 5 maggio TERMOLI Un discorso complicato da fare, soprattutto con i ragazzi, ma indispensabile per promuovere la cultura della donazione. Due appuntamenti importanti quelli che si sono tenuti giovedì e venerdì con gli studenti degli istituti Commerciale, Geometra, Nautico e Industriale. Le iniziative sono nate per presentare il progetto Dai valore alla vita: rinnova la tua identità, che deriva da un accordo tra l Asrem, la Regione Molise e i Comuni. La cultura della donazione comincia dalle scuole L incontro al Boccardi di Termoli A parlare ai ragazzi, tutti delle classe quarte, quelli che si stanno avvicinando adesso alla maggiore età, hanno pensato Marilena D Ercole, Giuseppe Zagari, Egidia Cofelice, responsabile tecnico dell Asrem e Giovanni Di Girolamo, coordinatore dell ufficio sulla donazione. L iniziativa ha affermato Alberto Montano, dell Osservatorio regionale sulla qualità dei servizi sanitari nasce con l obiettivo di promuovere la cultura della donazione degli organi e per sviluppare la possibilità che, nel momento del rinnovo della carta di identità, ogni persona possa scegliere se entrare nella banca dati dei donatori di organi e, in questo modo, poter apporre un simbolo sulla carta di identità. In questo modo ha continuato Montano avremmo la possibilità di stabilire subito, e in maniera certa, se quella persona ha acconsentito alla donazione degli organi. Una certificazione indispensabile quando, nel momento del dolore, i familiari sono indecisi su quello che bisogna fare. Per evitare che, nonostante la persona deceduta abbia acconsentito a donare i propri organi, i parenti si possano opporre nel momento in cui questo non viene codificato. Il passo fondamentale è quello di informare. In Molise, in questi anni, abbiamo fatto di tutto per riorganizzare la materia e la rete regionale dei trapianti ha continuato Montano e abbiamo anche rinsaldato il rapporto con il centro interregionale di trapianti dell Aquila. Con la promozione di attività e incontri abbiamo aumentato il numero dei donatori confrontabili con le regioni piu avanzate in Italia. Un messaggio importante quello che è stato lanciato agli studenti: la donazione degli organi è un diritto, un ciclo vitale che parte dalla volontà del cittadino di voler donare i propri organi e dalla diagnosi di morte celebrale. La donazione è un gesto di solidarietà che ci distingue dagli altri e ci rende importanti. Mic. Bev.

10

11

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale.

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale. Progetto di audit clinico. Migliorare la gestione del paziente con BPCO in. Razionale. Numerose esperienze hanno dimostrato che la gestione del paziente con BPCO è subottimale. La diagnosi spesso non è

Dettagli

Pronto Soccorso e Sistema 118

Pronto Soccorso e Sistema 118 PROGETTO PRONTO SOCCORSO E SISTEMA 118 Ministero della Salute Progetto Mattoni SSN Pronto Soccorso e Sistema 118 Ricognizione della normativa, delle esperienze, delle sperimentazioni, relativamente a emergenza

Dettagli

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu Collaboriamo con i pazienti, le famiglie e i professionisti sanitari per offrire assistenza e informazioni sulla sincope e sulle convulsioni anossiche riflesse Soffre di episodi inspiegati di Lista di

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013 STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA Aggiornamento dicembre 2013 1 ASPETTI DI SISTEMA 2 PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE

Dettagli

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014 Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE v. 1.6 16 giugno 2014 Indice Indice...2 1. Introduzione...3 1.1 Il debito informativo del Co.Ge.A.P.S....3 1.2 Il debito informativo regionale...3

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Informazione per pazienti La PET/CT con Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Dott. Annibale Versari - Direttore INDICE Cos è e come funziona la

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale SERVIZIO SANITARIO REGIONALE BASILICATA Azienda Sanitaria Locale di Potenza INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP Relazione Generale A cura degli Uffici URP

Dettagli

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi.

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi. L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA Ci muoviamo insieme a voi. PREMESSA LA ORTHOPÄDISCHE CHIRURGIE MÜNCHEN (OCM) È UN ISTITUTO MEDICO PRIVATO DEDICATO ESCLUSIVAMENTE

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE

LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE SOMMARIO pag.4 Sintesi della normativa pag.6 LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: disposizioni per

Dettagli

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio cloruro cloruro Data Revisione Redazione Approvazione Autorizzazione N archiviazione 00/00/2010 e Risk management Produzione Qualità e Risk management Direttore Sanitario 1 cloruro INDICE: 1. Premessa

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011 PROGRAMMA DEL CORSO: L'OCCHIO VEDE CIO' CHE L'OCCHIO CONOSCE: DAL NORMALE AL PATOLOGICO NELL'APPARATO LOCOMOTORE - APPLICAZIONE CLINICA DELLA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI DOCENTE : Dott. Nicola Gandolfo RESPONSABILE

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Ministero, della Salute

Ministero, della Salute Ministero, della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III MORTE O GRAVE DANNO CONSEGUENTI

Dettagli

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA Esenzione dalla spesa farmaceutica Tabella Riepilogativa - Modalità di compilazione della a partire dal 1 luglio 2011 ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA a carico Esenzione Totale e quota E03 E04

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

Elenco provvidenze nuova mutualità

Elenco provvidenze nuova mutualità Elenco provvidenze nuova mutualità Tipologia sussidio Importo erogato Periodicità del sussidio Documentazione da allegare Ricovero 15,00 al giorno (per massimo 20 giorni all anno) Ogni anno Certificato

Dettagli

Dal 2002 a tutt oggi è Direttore Sanitario dell Ospedale di Mormanno.

Dal 2002 a tutt oggi è Direttore Sanitario dell Ospedale di Mormanno. C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome MARILENA MORANO Data di nascita 04-07-1956 Qualifica Direzione Sanitaria Amministrazione ASP COSENZA Incarico attuale DIRETTORE SANITARIO OSPEDALE

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi.

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi. Carissimi Soci, anche quest anno di vita associativa si avvia gradualmente a conclusione con moltissimi obiettivi raggiunti, moltissime iniziative a tutela e promozione della nostra Professione concluse

Dettagli

Rassegna del 15/04/2015

Rassegna del 15/04/2015 Rassegna del 15/04/2015 SANITA' REGIONALE 15/04/15 Gazzetta del Sud 17 Lavori in corso nel centrodestra - «Un ponte tra chi non dialoga più» Costa Luana 1 15/04/15 Gazzetta del Sud 17 Le nomine fatte dai

Dettagli

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n.

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n. Legge 15 marzo 2010, n. 38 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore (G.U. 19 marzo 2010, n. 65) Art. 1. (Finalità) 1. La presente legge tutela il diritto del

Dettagli

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia Pag. 1 di 6 Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 04/03/2011 Coord.Infermieristico M.Renovi Dirigente Medico Resp. Dr. A. Stefanelli Direttore U.O.C. Medicina Generale Dott.ssa P. Lambelet Direttore

Dettagli

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE Deliberazione Giunta Regionale 14 novembre 2014 n. 10/2637 Determinazioni in ordine a: "Promozione e coordinamento dell'utilizzo del patrimonio mobiliare dismesso dalle strutture sanitarie e sociosanitarie

Dettagli

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post AGENZIA SANITARIA E SOCIALE REGIONALE ACCREDITAMENTO IL RESPONSABILE PIERLUIGI LA PORTA Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post D.Lgs. 229/99 I principi introdotti dal DLgs 502/92 art. 8

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Fabio Ragaini, Gruppo Solidarietà Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Con Ordinanza 189/2010, www.grusol.it/informazioni/12-04-10.pdf, Il Tar delle

Dettagli

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza Dipartimento di Sanità Pubblica S a l u t e è S a p e r e Azioni di Prevenzione n. 2 28 Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Indice Presentazione Strutture Sanitarie Introduzione Contesto Risultati

Dettagli

La disassuefazione dal fumo

La disassuefazione dal fumo Piano regionale del Veneto per la prevenzione delle malattie legate al fumo La disassuefazione dal fumo Obiettivi Nei paesi industrializzati occidentali gli interventi che riducono i danni da fumo sono

Dettagli

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA FORMAZIONE PER LA PA FINANZIATA DAL FSE PARTE II - CAPITOLO 2 LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA PROGRAMMAZIONE DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti ........ Reperimento risorse per interventi in ambito culturale e sociale Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti di Federica Caponi Consulente di enti locali... Non è

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento?

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento? IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI A chi mi rivolgo? L' dell garantisce a tutti i soggetti interessati l'esercizio dei diritti d informazione e di accesso ai documenti amministrativi, e favorisce la conoscenza

Dettagli

Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare

Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare STRUTTURE, SPESA, ATTIVITÀ Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare PROGRAMMI LE STRUTTURE, LA SPESA, LE ATTIVITÀ AL 31.12.2008 I PROGRAMMI, I MODELLI ORGANIZZATIVI MODELLI

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

MODALITA DI PRENOTAZIONE

MODALITA DI PRENOTAZIONE DIPARTIMENTO DI SANITA PUBBLICA MEDICINA DELLO SPORT MODALITA DI PRENOTAZIONE U.O.C.- CENTRO DI MEDICINA DELLO SPORT DI 2 LIVELL O CASALECCHIO DI RENO AMBULATORI DI 1 LIVELLO Per prenotare le visite di

Dettagli

Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati?

Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati? Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati? Patrizia Carletti, Osservatorio sulle Diseguaglianze nella Salute / ARS Marche Giovanna Valentina De Giacomi, Ares 118 Lazio Norma Barbini,

Dettagli

1 di 2 04/10/2012 10:12

1 di 2 04/10/2012 10:12 http://fe-mn-andi.mag-news.it/nl/n.jsp?6o.vp.a.a.a.a 1 di 2 04/10/2012 10:12 Numero 4 - Novembre 2010 Il potere degli eletti : come lo interpretano alcuni e cosa ne penso io. Uno dei temi che sicuramente

Dettagli

Il Presidente: GNUDI. Il Segretario: SINISCALCHI

Il Presidente: GNUDI. Il Segretario: SINISCALCHI intermedi di lavorazione del plasma, eccedenti i fabbisogni nazionali, al Þ ne di prevenirne la scadenza per mancato utilizzo, anche con recupero dei costi di produzione. 8. Per l attuazione di quanto

Dettagli

L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna

L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna A cura dell ABC Sardegna, ediz. rivista in ottobre 2005 L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna La Legge Nazionale 162/98 ha apportato modifiche alla legge quadro sull handicap L.104/1992, concernenti

Dettagli

Indice Indice... 1 Oggetto... 1 Referenti regionali del progetto... 1 Scopo... 2 Il progetto Rete CUP regionale... 2 Premessa... 2 La situazione regionale... 2 Azienda Ospedaliera di Cosenza... 2 ASP di

Dettagli

Agenzia Sanitaria Regione Emilia-Romagna Sussidi per l autovalutazione e l accreditamento 4 (revisione settembre 2001) LO STANDARD DI PRODOTTO

Agenzia Sanitaria Regione Emilia-Romagna Sussidi per l autovalutazione e l accreditamento 4 (revisione settembre 2001) LO STANDARD DI PRODOTTO LO DI PRODOTTO Le ragioni e lo scopo Il percorso dell accreditamento intende fornire garanzia della qualità dei prodotti che le aziende sanitarie, attraverso elementi di tipo strutturale ed organizzativo,

Dettagli

QUALE SIGNIFICATO HA LA FIRMA DEL PDP DA PARTE DELLO STUDENTE / GENITORE E DEI DOCENTI?

QUALE SIGNIFICATO HA LA FIRMA DEL PDP DA PARTE DELLO STUDENTE / GENITORE E DEI DOCENTI? FAQ: AREA DELLA PROGRAMMAZIONE (PDP) QUAL È LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO SUI DSA NELLA SCUOLA? Al momento è in vigore la Legge 170 che regola in modo generale i diritti delle persone con DSA non soltanto

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE La sottoscritta Nannini Emanuela nata ad Arezzo il 20.08.1965, consapevole della decadenza dai benefici di cui all art. 75 del DPR 445/2000 e dalle norme penali

Dettagli

Un anno di Open AIFA

Un anno di Open AIFA Il dialogo con i pazienti. Bilancio dell Agenzia Un anno di Open AIFA Un anno di Open AIFA. 85 colloqui, 250 persone incontrate, oltre un centinaio tra documenti e dossier presentati e consultati in undici

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Fondamenti giuridici delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento Numerosi sono i fondamenti normativi e di principio che stanno alla base del diritto

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA Il settore dell assistenza e dell aiuto domiciliare in Italia L assistenza domiciliare. Che cos è In Italia l assistenza domiciliare (A.D.)

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale 1. I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati, a richiesta, nei

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 Repertorio Atti n. 1161 del 22 febbraio 2001 Oggetto: Accordo tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province

Dettagli

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI dell Ambiente del 6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI In questo capitolo esporremo i risultati che ci sembrano di maggior interesse tra quelli emersi dall elaborazione dei dati restituitici dagli

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/201. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze

Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze Filippo Festini Università di Firenze, Dipartimento di Pediatria,

Dettagli

Settori. Personale qualificato. Chi siamo

Settori. Personale qualificato. Chi siamo Settori Pubblico Pulizia di edifici di Pubbliche amministrazioni seguendo le richieste indicate nei capitolati d oneri, controllate inoltre delle specifiche norme UNI EN ISO 9001 e SA8000. Privato personalizzati

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli