CONFESERCENTI Sabato, 21 marzo 2015

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONFESERCENTI Sabato, 21 marzo 2015"

Transcript

1 CONFESERCENTI Sabato, 21 marzo 2015

2 CONFESERCENTI Sabato, 21 marzo /03/2015 Gazzetta di Modena Pagina 27 Sisma, case inagibili Il Governo impone i pagamenti dell' Imu 1 21/03/2015 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 17 «La Camera di Commercio non chiuda» 2 21/03/2015 La Nuova Prima Pagina Pagina 23 Franchising point per imprenditori e start up: si rafforza la rete 4 20/03/2015 Gazzetta Dell'Emilia Le Associazioni di riferimento di rete Imprese: "Provvedimento /03/2015 Il Nuovo Giornale di Modena Si rafforza la rete degli sportelli 6 20/03/2015 Il Nuovo Giornale di Modena Sisma, edifici inagibili tassati con IMU. Rete 8 21/03/2015 Mo24 Intervento di Rete Imprese Modena in merito /03/2015 Modena2000 Un comma della Legge di Stabilità reintroduce l' Imu sugli immobili /03/2015 Modena2000 Si rafforza la rete dei Franchising Point, gli sportelli 11 20/03/2015 Sassuolo2000 Si rafforza la rete dei Franchising Point, gli sportelli 12 20/03/2015 Sassuolo2000 Un comma della Legge di Stabilità reintroduce l' Imu sugli immobili... 13

3 21 marzo 2015 Pagina 27 Gazzetta di Modena Sisma, case inagibili Il Governo impone i pagamenti dell' Imu Sorpresa: la legge di stabilità reintroduce l' assurda imposta Le associazioni indignate: «Non sanno quello che fanno» Perfetto: ai terremotati con la casa inagibile il Goberno farà pagare l' Imu. Lo denunciano le associazioni di categoria, ironizzando sul caos burocratico istituzionale che regna nella ricostruzione: «Spiace constatare scrivono in una nota diffusa dalla Cna che a volte la mano destra del Governo non sa quello che sta facendo la sinistra». Non c' è altro modo, secondo le associazioni di riferimento di rete Imprese Cna, Lapam, Confesercenti e Confcommercio per commentare un comma della Legge di Stabilità che stabilisce che a partire dal 1 luglio 2015 gli immobili produttivi e civili distrutti o inagibili a causa del sisma, saranno nuovamente assoggettati all' Imu, anche se in misura ridotta del 50%. «In altre parole. spiega la nota delle associazioni anche se un immobile non è ancora agibile, a partire dal prossimo mese di luglio su quest' ultimo dovrà comunque essere pagata l' Imu, come se non dovesse bastare il fatto che dall' anno fiscale 2014 anche i fabbricati inagibili non si sa come concorrono alla formazione del reddito». Chissà, nell' ottica burocratesca e autoassolutoria che se le case non sono riparate è colpa dei cittadini, nasce così un provvedimento che le associazioni definiscono «incomprensibile, anche perché l' esclusione dall' imu non configura certo un "aiuto di stato". Di certo c' è che in questo modo un bene non disponibile (condizione in questo caso certificata da un' esplicita ordinanza) viene tassato, a partire dalla presunzione che, non si sa come, questo contribuisca a portare a reddito». «A prescindere dall' evidente incongruenza di questa considerazione, rimane l' amarezza di constatare come a fronte di positivi interventi come la proroga dell' inizio di restituzione del prestito per il pagamento delle imposte, intervengano norme come quella richiamata, che impongono a chi non abita la propria casa perché ancora inagibile o a chi non può lavorare nel proprio laboratorio, negozio od officina, di pagarci le imposte, quasi si trattasse di una compensazione dei mancati introiti». Le associazioni di Rete Imprese Italia intendono coinvolgere gli amministratori locali e i parlamentari modenesi «per tentare di trovare le strade più opportune per evitare questa vera e propria vessazione. Perché non si può definire altrimenti la pretesa di tassare ciò che è inutilizzabile». 1

4 21 marzo 2015 Pagina 17 Il Resto del Carlino (ed. Modena) «La Camera di Commercio non chiuda» Siligardi (Confesercenti): «Verrebbe a mancare un servizio fondamentale» LA NOTIZIA della chiusura della sede locale della Camera di Commercio, a fine aprile, dopo oltre trenta anni di attività, sta suscitando le reazioni delle associazioni di categoria. Sul punto interviene Confesercenti: «È un fatto grave che una città come Carpi, 70 mila abitanti, resti priva di questi servizi. Ciò comporta un grave danno sia per le imprese che per gli intermediari di cui queste si servono». È secco il commento di Massimiliano Siligardi (nella foto), direttore di Confesercenti Terre d' Argine. «Non tutte le pratiche possono essere svolte in forma digitale prosegue ; esiste ancora il ricorso al cartaceo. In questo modo molte imprese, che si rivolgevano direttamente alla sede di Carpi per otternere misure camerali, o certificati di origine per i prodotti esportati all' estero, saranno private di un servizio e dovranno andare a Modena, con conseguente aggravio di costi. Carpi ha una forte vocazione all' export, è doveroso mantenere questi servizi in città». Per questo la Conferesercenti ha già preso contatti con l' amministrazione comunale affinchè siano messi in campo tutti gli strumenti necessari a impedire la chiusura della sede locale. «Non si deve dimenticare prosegue Siligardi che tra gli utenti della Camera di Commercio vi sono non solo le grandi imprese ben strutturate ed organizzate, ma anche le micro realtà, come gli artigiani e gli ambulanti, per le quali lo sportello locale è fondamentale. La digitalizzazione delle pratiche può infatti comportare per loro un aggravio di costi dovendosi rivolgere ad intermediari, come i commercialisti o le associazioni di categoria». «Siamo favorevoli alla sburocratizzazione prosegue il direttore, quando ciò consente agli utenti un risparmio che poi verrà rimesso nel consumo. Ma in questo caso avviene il contrario: un aumento di costi a carico dei soggetti». Di qui la richiesta all' amministrazione di impegnarsi a trovare una soluzione prima della chiusura dello sportello: «Camera di Commercio e Comune possono cercare qualsiasi soluzione alternativa: aprire lo sportello presso un servizio pubblico, presso un commercialista. La cosa essenziale è che il servizio resti a Carpi». L' associazione riconosce i disagi derivanti dai tagli apportati dalle decisione governative: «Comprendiamo le esigenze di razionalizzazione delle spese, ma egualmente riteniamo che gli uffici decentrati non possano essere trattati tutto allo stesso modo. Carpi è la seconda città della provincia. Siamo disposti a fare fronte unitario con le altre associazioni del territorio, ma un dato è certo: gli imprenditori e gli artigiani carpigiani hanno bisogno in loco di questo servizio». Maria Silvia Cabri. Continua > 2

5 21 marzo 2015 Pagina 17 < Segue Il Resto del Carlino (ed. Modena) 3

6 21 marzo 2015 Pagina 23 La Nuova Prima Pagina CONFESERCENTI. Franchising point per imprenditori e start up: si rafforza la rete Si rafforza e si aggiorna la rete ter ritoriale dei Franchising Point targati Confesercenti Modena per avvicinare sempre più imprenditori al Franchising. «Negli ultimi tre anni il settore del franchising ha messo a segno a livello nazionale una crescita media complessiva del 5%, e concorre alla creazione dell' 1,2% del Pil italiano. Per questo Federfranchising Modena spiega l' associazione imprenditoriale ha predisposto un piano, comprensivo pure di formazione specifica che mira a rendere ancora più forte la nostra rete di Franchising Point». I Franchising Point 14 gli sportelli in tutta la provincia di Modena sono uno strumento messo a punto da Confesercenti e varato nel 2008, per offri re servizi e consulenza non solo agli imprenditori che operano con la formula del franchising, siano questi franchisor o franchisee, ma anche a chi si avvicina a questo mondo per la prima volta. Il loro ruolo è quello di fare incontrare domanda ed offerta, fornendo infatti le informazioni necessarie ed indispensabili sui diversi aspetti necessari per mettersi in proprio. «Uno strumento conclude Confesercenti Modena che si sta rivelando ancora più utile in un momento di sostanziale stagnazione dei consumi. Il dato di crescita registrato dal Franchising a livello nazionale, non ha mancato di riflettersi anche in ambito locale: dall' attivazione dei Franchising Point nel 2009 ad oggi sul territorio modenese abbiamo registrato un incremento di aspiranti imprenditori di circa un 20%». 4

7 Gazzetta Dell'Emilia Le Associazioni di riferimento di rete Imprese: "Provvedimento incomprensibile". Le Associazioni di riferimento di rete Imprese: "Provvedimento incomprensibile". Dal 1 luglio 2015 gli immobili produttivi e civili distrutti o inagibili a causa del sisma, saranno nuovamente assoggettati all' Imu. Modena, 20 marzo 2015 Dispiace constatare che a volte la mano destra del Governo non sa quello che sta facendo la sinistra. Non c' è altro modo, secondo le Associazioni di riferimento di rete Imprese Cna, Lapam, Confesercenti e Confcommercio per commentare un comma della Legge di Stabilità che stabilisce che a partire dal 1 luglio 2015 gli immobili produttivi e civili distrutti o inagibili a causa del sisma, saranno nuovamente assoggettati all' Imu, anche se in misura ridotta del 50%. In altre parole, anche se un immobile non è ancora agibile, a partire dal prossimo mese di luglio su quest' ultimo dovrà comunque essere pagata l' Imu, come se non dovesse bastare il fatto che dall' anno fiscale 2014 anche i fabbricati inagibili non si sa come concorrono alla formazione del reddito. Si tratta di un provvedimento incomprensibile, anche perché l' esclusione dall' imu non configura certo un "aiuto di stato". Di certo c' è che in questo modo un bene non disponibile condizione in questo caso certificata da un' esplicita ordinanza viene tassato, a partire dalla presunzione che, non si sa come, questo contribuisca a portare a reddito. A prescindere dall' evidente incongruenza di questa considerazione, rimane l' amarezza di constatare come a fronte di positivi interventi come la proroga dell' inizio di restituzione del prestito per il pagamento delle imposte, intervengano norme come quella richiamata, che impongono a chi non abita la propria casa perché ancora inagibile o a chi non può lavorare nel proprio laboratorio, negozio od officina, di pagarci le imposte, quasi si trattasse di una compensazione dei mancati introiti. Sarà cura delle Associazioni di Rete Imprese Italia coinvolgere gli amministratori locali e i parlamentari modenesi per tentare di trovare le strade più opportune per evitare questa vera e propria vessazione. Perché non si può definire altrimenti la pretesa di tassare ciò che è inutilizzabile. (Fonte: Ufficio Stampa CNA MO) 5

8 Il Nuovo Giornale di Modena Si rafforza la rete degli sportelli Confesercenti per imprenditori e start up Si rafforza la rete degli sportelli Confesercenti per imprenditori e start up cerca nel sito Si rafforza la rete degli sportelli Confesercenti per imprenditori e start up Venerdì 20 Marzo :48 Powered by Web Agency Si rafforza e si aggiorna la rete territoriale dei Franchising Point targati Confesercenti Modena per avvicinare sempre più imprenditori al Franchising: una delle poche formule commerciali che hanno mostrato di saper resistere alla crisi. "Negli ultimi tre anni il settore del franchising ha messo a segno a livello nazionale una crescita media complessiva del 5%, e concorre alla creazione dell' 1,2% del Pil italiano. Per questo Federfranchising Modena spiega l' Associazione imprenditoriale ha predisposto un piano, comprensivo pure di formazione specifica che mira a rendere ancora più forte la nostra rete di Franchising Point." I Franchising Point 14 gli sportelli in tutta la provincia di Modena sono uno strumento messo a punto da Confesercenti e varato nel 2008, per offrire servizi e consulenza non solo agli imprenditori che operano con la formula del franchising, siano questi franchisor o franchisee, ma anche a chi si avvicina a questo mondo per la prima volta. Il loro ruolo è quello di fare incontrare domanda ed offerta, fornendo infatti le informazioni necessarie ed indispensabili sui diversi aspetti necessari per mettersi in proprio: dagli obblighi di Legge alla contrattualistica, dalla formazione all' accesso al credito ed alle relative garanzie sui finanziamenti. Sono anche un luogo dove incontrare professionisti esperti e ricevere indicazioni per fare il primo passo verso una nuova attività o per sviluppare una attività già avviata. "Uno strumento conclude Confesercenti Modena che si sta rivelando ancora più utile in un momento di sostanziale stagnazione dei consumi. Il dato di crescita registrato dal Franchising a livello nazionale, non ha mancato di riflettersi anche in ambito locale: dall' attivazione dei Franchising Point nel 2009 ad oggi sul territorio modenese abbiamo registrato un incremento di aspiranti imprenditori di circa un 20%. Si tratta degli accessi ai nostri punti informativi da parte di questi che hanno chiesto specificatamente consulenza per aprire attività in franchising. Sono dati in controtendenza rispetto a quasi tutti gli indicatori macro economici italiani, ed in particolare nel commercio, che ha risentito della difficile situazione economica più di altri settori. Basti pensare che oltre il 50% delle nuove attività commerciali non franchising avviate ogni anno, infatti, riscontra difficoltà già nei primi 6 mesi di vita ed una buona parte di queste, dopo un anno, è costretta a chiudere. Il Franchising, che si basa su formule precedentemente sperimentate, permette la creazione Continua > 6

9 < Segue Il Nuovo Giornale di Modena di imprese più resistenti ed efficaci sul mercato". 7

10 Il Nuovo Giornale di Modena Sisma, edifici inagibili tassati con IMU. Rete imprese: Una vera e propria vessazione fiscale Sisma, edifici inagibili tassati con IMU. Rete imprese: Una vera e propria vessazione fiscale cerca nel sito Sisma, edifici inagibili tassati con IMU. Rete imprese: Una vera e propria vessazione fiscale Attualità In evidenza Powered by Web Agency "Dispiace constatare che a volte la mano destra del Governo non sa quello che sta facendo la sinistra. Non c' è altro modo, secondo le Associazioni di riferimento di rete Imprese di Modena Cna, Lapam, Confesercenti e Confcommercio per commentare un comma della Legge di Stabilità che stabilisce che a partire dal 1 luglio 2015 gli immobili produttivi e civili distrutti o inagibili a causa del sisma, saranno nuovamente assoggettati all' Imu, anche se in misura ridotta del 50%. In altre parole, anche se un immobile non è ancora agibile, a partire dal prossimo mese di luglio su quest' ultimo dovrà comunque essere pagata l' Imu, come se non dovesse bastare il fatto che dall' anno fiscale 2014 anche i fabbricati inagibili non si sa come concorrono alla formazione del reddito. Si tratta di un provvedimento incomprensibile, anche perché l' esclusione dall' imu non configura certo un "aiuto di stato". Di certo c' è che in questo modo un bene non disponibile condizione in questo caso certificata da un' esplicita ordinanza viene tassato, a partire dalla presunzione che, non si sa come, questo contribuisca a portare a reddito. A prescindere dall' evidente incongruenza di questa considerazione, rimane l' amarezza di constatare come a fronte di positivi interventi come la proroga dell' inizio di restituzione del prestito per il pagamento delle imposte, intervengano norme come quella richiamata, che impongono a chi non abita la propria casa perché ancora inagibile o a chi non può lavorare nel proprio laboratorio, negozio od officina, di pagarci le imposte, quasi si trattasse di una compensazione dei mancati introiti. Sarà cura delle Associazioni di Rete Imprese Italia coinvolgere gli amministratori locali e i parlamentari modenesi per tentare di trovare le strade più opportune per evitare questa vera e propria vessazione. Perché non si può definire altrimenti la pretesa di tassare ciò che è inutilizzabile". 8

11 21 marzo 2015 Mo24 Intervento di Rete Imprese Modena in merito al pagamento dell' Imu sulle case inagibili per il terremoto "Una vera e propria vessazione fiscale" Le Associazioni di riferimento di rete Imprese commentano la Legge di Stabilità Legge di Stabilità, ritorna l' Imu sulle case inagibili per il terremoto che stabilisce che a partire dal 1 luglio 2015 gli immobili produttivi e civili distrutti o inagibili a causa del sisma, saranno nuovamente assoggettati all' Imu, anche se in misura ridotta del 50%.Questo il primo commento: "Dispiace constatare che a volte la mano destra del Governo non sa quello che sta facendo la sinistra". Si tratta di un provvedimento incomprensibile, anche perché l' esclusione dall' imu non configura certo un "aiuto di stato". Di certo c' è che in questo modo un bene non disponibile condizione in questo caso certificata da un' esplicita ordinanza viene tassato, a partire dalla presunzione che, non si sa come, questo contribuisca a portare a reddito.concludendo, viene segnalato: "A prescindere dall' evidente incongruenza di questa considerazione, rimane l' amarezza di constatare come a fronte di positivi interventi come la proroga dell' inizio di restituzione del prestito per il pagamento delle imposte, intervengano norme come quella richiamata, che impongono a chi non abita la propria casa perché ancora inagibile o a chi non può lavorare nel proprio laboratorio, negozio od officina, di pagarci le imposte, quasi si trattasse di una compensazione dei mancati introiti". 9

12 Modena2000 Un comma della Legge di Stabilità reintroduce l' Imu sugli immobili inagibili: una vessazione, secondo Rete Imprese Dispiace constatare che a volte la mano destra del Governo non sa quello che sta facendo la sinistra. Non c' è altro modo, secondo le Associazioni di riferimento di rete Imprese Cna, Lapam, Confesercenti e Confcommercio per commentare un comma della Legge di Stabilità che stabilisce che a partire dal 1 luglio 2015 gli immobili produttivi e civili distrutti o inagibili a causa del sisma, saranno nuovamente assoggettati all' Imu, anche se in misura ridotta del 50%.In altre parole, anche se un immobile non è ancora agibile, a partire dal prossimo mese di luglio su quest' ultimo dovrà comunque essere pagata l' Imu, come se non dovesse bastare il fatto che dall' anno fiscale 2014 anche i fabbricati inagibili non si sa come concorrono alla formazione del reddito.si tratta di un provvedimento incomprensibile, anche perché l' esclusione dall' imu non configura certo un "aiuto di stato". Di certo c' è che in questo modo un bene non disponibile condizione in questo caso certificata da un' esplicita ordinanza viene tassato, a partire dalla presunzione che, non si sa come, questo contribuisca a portare a reddito.a prescindere dall' evidente incongruenza di questa considerazione, rimane l' amarezza di constatare come a fronte di positivi interventi come la proroga dell' inizio di restituzione del prestito per il pagamento delle imposte, intervengano norme come quella richiamata, che impongono a chi non abita la propria casa perché ancora inagibile o a chi non può lavorare nel proprio laboratorio, negozio od officina, di pagarci le imposte, quasi si trattasse di una compensazione dei mancati introiti.sarà cura delle Associazioni di Rete Imprese Italia coinvolgere gli amministratori locali e i parlamentari modenesi per tentare di trovare le strade più opportune per evitare questa vera e propria vessazione. Perché non si può definire altrimenti la pretesa di tassare ciò che è inutilizzabile. 10

13 Modena2000 Si rafforza la rete dei Franchising Point, gli sportelli Confesercenti per imprenditori e start up Si rafforza e si aggiorna la rete territoriale dei Franchising Point targati Confesercenti Modena per avvicinare sempre più imprenditori al Franchising: una delle poche formule commerciali che hanno mostrato di saper resistere alla crisi. "Negli ultimi tre anni il settore del franchising ha messo a segno a livello nazionale una crescita media complessiva del 5%, e concorre alla creazione dell' 1,2% del Pil italiano. Per questo Federfranchising Modena spiega l' Associazione imprenditoriale ha predisposto un piano, comprensivo pure di formazione specifica che mira a rendere ancora più forte la nostra rete di Franchising Point".I Franchising Point 14 gli sportelli in tutta la provincia di Modena sono uno strumento messo a punto da Confesercenti e varato nel 2008, per offrire servizi e consulenza non solo agli imprenditori che operano con la formula del franchising, siano questi franchisor o franchisee, ma anche a chi si avvicina a questo mondo per la prima volta. Il loro ruolo è quello di fare incontrare domanda ed offerta, fornendo infatti le informazioni necessarie ed indispensabili sui diversi aspetti necessari per mettersi in proprio: dagli obblighi di Legge alla contrattualistica, dalla formazione all' accesso al credito ed alle relative garanzie sui finanziamenti. Sono anche un luogo dove incontrare professionisti esperti e ricevere indicazioni per fare il primo passo verso una nuova attività o per sviluppare una attività già avviata."uno strumento conclude Confesercenti Modena che si sta rivelando ancora più utile in un momento di sostanziale stagnazione dei consumi. Il dato di crescita registrato dal Franchising a livello nazionale, non ha mancato di riflettersi anche in ambito locale: dall' attivazione dei Franchising Point nel 2009 ad oggi sul territorio modenese abbiamo registrato un incremento di aspiranti imprenditori di circa un 20%. Si tratta degli accessi ai nostri punti informativi da parte di questi che hanno chiesto specificatamente consulenza per aprire attività in franchising. Sono dati in controtendenza rispetto a quasi tutti gli indicatori macro economici italiani, ed in particolare nel commercio, che ha risentito della difficile situazione economica più di altri settori. Basti pensare che oltre il 50% delle nuove attività commerciali non franchising avviate ogni anno, infatti, riscontra difficoltà già nei primi 6 mesi di vita ed una buona parte di queste, dopo un anno, è costretta a chiudere. Il Franchising, che si basa su formule precedentemente sperimentate, permette la creazione di imprese più resistenti ed efficaci sul mercato". 11

14 Sassuolo2000 Si rafforza la rete dei Franchising Point, gli sportelli Confesercenti per imprenditori e start up Si rafforza e si aggiorna la rete territoriale dei Franchising Point targati Confesercenti Modena per avvicinare sempre più imprenditori al Franchising: una delle poche formule commerciali che hanno mostrato di saper resistere alla crisi. "Negli ultimi tre anni il settore del franchising ha messo a segno a livello nazionale una crescita media complessiva del 5%, e concorre alla creazione dell' 1,2% del Pil italiano. Per questo Federfranchising Modena spiega l' Associazione imprenditoriale ha predisposto un piano, comprensivo pure di formazione specifica che mira a rendere ancora più forte la nostra rete di Franchising Point". I Franchising Point 14 gli sportelli in tutta la provincia di Modena sono uno strumento messo a punto da Confesercenti e varato nel 2008, per offrire servizi e consulenza non solo agli imprenditori che operano con la formula del franchising, siano questi franchisor o franchisee, ma anche a chi si avvicina a questo mondo per la prima volta. Il loro ruolo è quello di fare incontrare domanda ed offerta, fornendo infatti le informazioni necessarie ed indispensabili sui diversi aspetti necessari per mettersi in proprio: dagli obblighi di Legge alla contrattualistica, dalla formazione all' accesso al credito ed alle relative garanzie sui finanziamenti. Sono anche un luogo dove incontrare professionisti esperti e ricevere indicazioni per fare il primo passo verso una nuova attività o per sviluppare una attività già avviata. "Uno strumento conclude Confesercenti Modena che si sta rivelando ancora più utile in un momento di sostanziale stagnazione dei consumi. Il dato di crescita registrato dal Franchising a livello nazionale, non ha mancato di riflettersi anche in ambito locale: dall' attivazione dei Franchising Point nel 2009 ad oggi sul territorio modenese abbiamo registrato un incremento di aspiranti imprenditori di circa un 20%. Si tratta degli accessi ai nostri punti informativi da parte di questi che hanno chiesto specificatamente consulenza per aprire attività in franchising. Sono dati in controtendenza rispetto a quasi tutti gli indicatori macro economici italiani, ed in particolare nel commercio, che ha risentito della difficile situazione economica più di altri settori. Basti pensare che oltre il 50% delle nuove attività commerciali non franchising avviate ogni anno, infatti, riscontra difficoltà già nei primi 6 mesi di vita ed una buona parte di queste, dopo un anno, è costretta a chiudere. Il Franchising, che si basa su formule precedentemente sperimentate, permette la creazione di imprese più resistenti ed efficaci sul mercato".! Start WP. 12

15 Sassuolo2000 Un comma della Legge di Stabilità reintroduce l' Imu sugli immobili inagibili: una vessazione, secondo Rete Imprese Dispiace constatare che a volte la mano destra del Governo non sa quello che sta facendo la sinistra. Non c' è altro modo, secondo le Associazioni di riferimento di rete Imprese Cna, Lapam, Confesercenti e Confcommercio per commentare un comma della Legge di Stabilità che stabilisce che a partire dal 1 luglio 2015 gli immobili produttivi e civili distrutti o inagibili a causa del sisma, saranno nuovamente assoggettati all' Imu, anche se in misura ridotta del 50%. In altre parole, anche se un immobile non è ancora agibile, a partire dal prossimo mese di luglio su quest' ultimo dovrà comunque essere pagata l' Imu, come se non dovesse bastare il fatto che dall' anno fiscale 2014 anche i fabbricati inagibili non si sa come concorrono alla formazione del reddito. Si tratta di un provvedimento incomprensibile, anche perché l' esclusione dall' imu non configura certo un "aiuto di stato". Di certo c' è che in questo modo un bene non disponibile condizione in questo caso certificata da un' esplicita ordinanza viene tassato, a partire dalla presunzione che, non si sa come, questo contribuisca a portare a reddito. A prescindere dall' evidente incongruenza di questa considerazione, rimane l' amarezza di constatare come a fronte di positivi interventi come la proroga dell' inizio di restituzione del prestito per il pagamento delle imposte, intervengano norme come quella richiamata, che impongono a chi non abita la propria casa perché ancora inagibile o a chi non può lavorare nel proprio laboratorio, negozio od officina, di pagarci le imposte, quasi si trattasse di una compensazione dei mancati introiti. Sarà cura delle Associazioni di Rete Imprese Italia coinvolgere gli amministratori locali e i parlamentari modenesi per tentare di trovare le strade più opportune per evitare questa vera e propria vessazione. Perché non si può definire altrimenti la pretesa di tassare ciò che è inutilizzabile.! Start WP. 13

CONFESERCENTI Martedì, 24 marzo 2015

CONFESERCENTI Martedì, 24 marzo 2015 CONFESERCENTI Martedì, 24 marzo 2015 CONFESERCENTI Martedì, 24 marzo 2015 24/03/2015 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 13 Franchising Point, si allarga la rete 1 23/03/2015 Il Nuovo Giornale di

Dettagli

CONFESERCENTI Giovedì, 25 giugno 2015

CONFESERCENTI Giovedì, 25 giugno 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 25 giugno 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 25 giugno 2015 24/06/2015 Modena Today Redazione, un bando per sostenere le start up 1 24/06/2015 Il Nuovo Giornale di Modena Modena, un Bando

Dettagli

DOSSIER Giovedì, 26 marzo 2015

DOSSIER Giovedì, 26 marzo 2015 DOSSIER Giovedì, 26 marzo 2015 DOSSIER Giovedì, 26 marzo 2015 23 26 marzo 2015 26/03/2015 Gazzetta di Modena Pagina 9 Confcommercio: le opportunità del franchising 1 26/03/2015 La Nuova Prima Pagina Pagina

Dettagli

CONFESERCENTI Sabato, 04 luglio 2015

CONFESERCENTI Sabato, 04 luglio 2015 CONFESERCENTI Sabato, 04 luglio 2015 CONFESERCENTI Sabato, 04 luglio 2015 04/07/2015 Gazzetta di Modena Pagina 12 «A Carpi sì, a Modena no: La disputa dei dehors» 1 04/07/2015 Gazzetta di Modena Pagina

Dettagli

DOSSIER Sabato, 04 luglio 2015

DOSSIER Sabato, 04 luglio 2015 DOSSIER Sabato, 04 luglio 2015 DOSSIER Sabato, 04 luglio 2015 Articoli 04/07/2015 Gazzetta di Modena Pagina 12 Negozi, oggi il via ai saldi: «Valgono 30 milioni» 1 04/07/2015 Il Resto del Carlino (ed.

Dettagli

CONFESERCENTI Giovedì, 30 luglio 2015

CONFESERCENTI Giovedì, 30 luglio 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 30 luglio 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 30 luglio 2015 30/07/2015 Gazzetta di Modena Pagina 18 Spagna, Croazia e anche la Grecia mete dei modenesi 1 29/07/2015 gazzettadimodena.it

Dettagli

CONFESERCENTI Giovedì, 09 luglio 2015

CONFESERCENTI Giovedì, 09 luglio 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 09 luglio 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 09 luglio 2015 09/07/2015 Gazzetta di Modena Pagina 16 Saldi, una partenza col freno a mano: «Colpa del caldo» 1 09/07/2015 Il Resto del Carlino

Dettagli

CONFESERCENTI Sabato, 02 gennaio 2016

CONFESERCENTI Sabato, 02 gennaio 2016 CONFESERCENTI Sabato, 02 gennaio 2016 CONFESERCENTI Sabato, 02 gennaio 2016 02/01/2016 Gazzetta di Modena Pagina 13 «Saldi, le regole siano più chiare» 1 02/01/2016 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina

Dettagli

DOSSIER Lunedì, 23 marzo 2015

DOSSIER Lunedì, 23 marzo 2015 DOSSIER Lunedì, 23 marzo 2015 DOSSIER Lunedì, 23 marzo 2015 15 23 marzo 23/03/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 1 Imprese e Pa verso il D day della fattura elettronica 1 22/03/2015 Il Resto del Carlino (ed. Modena)

Dettagli

CONFESERCENTI Mercoledì, 23 settembre 2015

CONFESERCENTI Mercoledì, 23 settembre 2015 CONFESERCENTI Mercoledì, 23 settembre 2015 CONFESERCENTI Mercoledì, 23 settembre 2015 23/09/2015 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 9 Adesioni al bando a sostegno delle start up: pochi giorni per

Dettagli

CONFESERCENTI Sabato, 18 luglio 2015

CONFESERCENTI Sabato, 18 luglio 2015 CONFESERCENTI Sabato, 18 luglio 2015 CONFESERCENTI Sabato, 18 luglio 2015 18/07/2015 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 18 «Caro sindaco, fiero di essere bottegaio Chiudere via Bernardoni... 1 17/07/2015

Dettagli

CONFESERCENTI Martedì, 30 giugno 2015

CONFESERCENTI Martedì, 30 giugno 2015 CONFESERCENTI Martedì, 30 giugno 2015 CONFESERCENTI Martedì, 30 giugno 2015 30/06/2015 Gazzetta di Modena Pagina 21 Banchi di frutta irregolari : «Vigilare» 1 30/06/2015 Il Resto del Carlino (ed. Modena)

Dettagli

CONFESERCENTI Mercoledì, 04 maggio 2016

CONFESERCENTI Mercoledì, 04 maggio 2016 CONFESERCENTI Mercoledì, 04 maggio 2016 CONFESERCENTI Mercoledì, 04 maggio 2016 04/05/2016 Gazzetta di Modena Pagina 10 Commercio, calo dell' occupazione ( 1,5%) 1 03/05/2016 Modena2000 Maranello: sabato

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 11 15/06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 9 DOSSIER CONFCOMMERCIO

Dettagli

ATTI ASSEMBLEARI IX LEGISLATURA ESTRATTO DEL PROCESSO VERBALE DELLA SEDUTA ANTIMERIDIANA DEL 9 LUGLIO 2013, N. 124

ATTI ASSEMBLEARI IX LEGISLATURA ESTRATTO DEL PROCESSO VERBALE DELLA SEDUTA ANTIMERIDIANA DEL 9 LUGLIO 2013, N. 124 pag. 1 ATTI ASSEMBLEARI IX LEGISLATURA ESTRATTO DEL PROCESSO VERBALE DELLA SEDUTA ANTIMERIDIANA DEL 9 LUGLIO 2013, N. 124 PRESIEDE IL PRESIDENTE VITTORIANO SOLAZZI Consigliere Segretario Franca Romagnoli

Dettagli

SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI

SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI Domenica 29 marzo 2009 Sala delle Conferenze Internazionali Ministero degli Affari Esteri Intervento del Vice Presidente

Dettagli

CONFESERCENTI Giovedì, 15 ottobre 2015

CONFESERCENTI Giovedì, 15 ottobre 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 15 ottobre 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 15 ottobre 2015 15/10/2015 Gazzetta di Modena Pagina 9 Commercio e turismo, scomparse altre 22 imprese 1 15/10/2015 Il Resto del Carlino (ed.

Dettagli

CONSULTAZIONE IN MERITO AI DECRETI MINISTERIALI DI ATTUAZIONE DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLE FONTI RINNOVABILI

CONSULTAZIONE IN MERITO AI DECRETI MINISTERIALI DI ATTUAZIONE DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLE FONTI RINNOVABILI CONSULTAZIONE IN MERITO AI DECRETI MINISTERIALI DI ATTUAZIONE DEL DECRETO LEGISLATIVO SULLE FONTI RINNOVABILI Documento di Osservazioni e Proposte R.ETE. Imprese Italia (Confartigianato, CNA, Casartigiani,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. - Reddito complessivo dichiarato. prodotte dall Istat e disponibili sul sito http://www.istat.it/.

COMUNICATO STAMPA. - Reddito complessivo dichiarato. prodotte dall Istat e disponibili sul sito http://www.istat.it/. COMUNICATO STAMPA Il Dipartimento delle Finanze pubblica le statistiche sulle dichiarazioni dei redditi delle persone fisiche (IRPEF) relative all'anno d'imposta 2012, a sei mesi dal termine di presentazione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. locazione, assoggettati a tassazione sostitutiva (cedolare secca). Si segnala che in questa definizione non rientrano 1

COMUNICATO STAMPA. locazione, assoggettati a tassazione sostitutiva (cedolare secca). Si segnala che in questa definizione non rientrano 1 COMUNICATO STAMPA Il Dipartimento delle Finanze pubblica le statistiche sulle dichiarazioni dei redditi delle persone fisiche (IRPEF) relative all'anno d'imposta 2012, a sei mesi dal termine di presentazione

Dettagli

Interventi urgenti a sostegno della crescita

Interventi urgenti a sostegno della crescita Interventi urgenti a sostegno della crescita Misure di accelerazione dell utilizzo delle risorse della politica di coesione (Fondo Sviluppo e Coesione, Piano Azione Coesione e Programmi dei Fondi Strutturali

Dettagli

Sisma Emilia: i chiarimenti delle Entrate

Sisma Emilia: i chiarimenti delle Entrate CIRCOLARE A.F. N. 173 del 7 Dicembre 2012 Ai gentili clienti Loro sedi Sisma Emilia: i chiarimenti delle Entrate Premessa L Agenzia delle Entrate in data 22.10.2012 ha emanato il provvedimento prot. n.

Dettagli

CONFESERCENTI Giovedì, 01 ottobre 2015

CONFESERCENTI Giovedì, 01 ottobre 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 01 ottobre 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 01 ottobre 2015 01/10/2015 Gazzetta di Modena Pagina 15 Da oggi fermi anche gli Euro 3 E i vigili fanno i "dissuasori" 1 01/10/2015 Il Resto

Dettagli

COMMENTO DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL AL LIBRO BIANCO SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE

COMMENTO DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL AL LIBRO BIANCO SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE COMMENTO DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL AL LIBRO BIANCO SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE Il Libro Bianco sul Welfare presentato dal Ministro del Lavoro si muove su uno scenario

Dettagli

Il ruolo del Credito in Sardegna

Il ruolo del Credito in Sardegna Il ruolo del Credito in Sardegna Seminario del 16 luglio 2007 Vorrei circoscrivere il perimetro del mio intervento alle problematiche che coinvolgono il target di clientela di Artigiancassa. Noi infatti

Dettagli

Lombarda. TESTATA Il Sole24Ore.com DATA 22 luglio 2012

Lombarda. TESTATA Il Sole24Ore.com DATA 22 luglio 2012 TESTATA Il Sole24Ore.com DATA 22 luglio 2012 TESTATA La Stampa.it DATA 18 luglio 2012 20/07/2012 12.19 Commenti - Piazza Affari FEDERFIDI e FEI siglano accordo: disponibili oltre 600 mln di euro per il

Dettagli

DOSSIER Giovedì, 05 febbraio 2015

DOSSIER Giovedì, 05 febbraio 2015 DOSSIER Giovedì, 05 febbraio 2015 DOSSIER Giovedì, 05 febbraio 2015 3 5 febbraio 04/02/2015 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 16 «Centro storico, il tema ztl è prematuro» 1 03/02/2015 (ed. Modena)

Dettagli

Agevolazioni per le aziende colpite dal sisma Pieve di Coriano, 2 ottobre 2013

Agevolazioni per le aziende colpite dal sisma Pieve di Coriano, 2 ottobre 2013 Agevolazioni per le aziende colpite dal sisma Pieve di Coriano, 2 ottobre 2013 1 Agevolazioni per le aziende colpite dal sisma Regione Lombardia Bando per la ricostruzione delle imprese lombarde colpite

Dettagli

RASSEGNA STAMPA &DQRQH 5$, 23 IHEEUDLR 201

RASSEGNA STAMPA &DQRQH 5$, 23 IHEEUDLR 201 RASSEGNA STAMPA 23 201 Agenzia Dire (ER) RAI. CNA: DIETROFRONT SU CANONE PER PC, LA PROTESTA PAGA ALLA SODDISFAZIONE SI SOMMA STOP SENATO A NORMA RISARCIMENTO AUTO (DIRE) Bologna, 22 feb. - "La dura presa

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE 2013/4047 Modalità di fruizione del credito d imposta, in caso di accesso al finanziamento agevolato, per gli interventi di riparazione, ripristino o ricostruzione di immobili di edilizia abitativa e ad

Dettagli

Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese

Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese FORUM RIVISTA DELLA CNA DI EMILIA ROMAGNA MARCHE TOSCANA UMBRIA Le politiche femminili nelle regioni del centro nord Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese a cura di Paola Morini Responsabile

Dettagli

L E G G E D I S T A B I L I T A 2 0 1 6 I B E R S AG L I D I C O N FA R T I G I A N AT O

L E G G E D I S T A B I L I T A 2 0 1 6 I B E R S AG L I D I C O N FA R T I G I A N AT O L E G G E D I S T A B I L I T A 2 0 1 6 I B E R S AG L I D I C O N FA R T I G I A N AT O I M PAT TO D E L L E M I S U R E P E R M P I REGIME FORFETTARIO 414 ECOBONUS 553 SUPER AMMORTAMENTI 310 FRANCHIGIA

Dettagli

Il Nuovo Giornale di Modena. Appennino Modena, stagione in chiaroscuro. La neve condiziona il turismo, più presenze da febbraio in poi

Il Nuovo Giornale di Modena. Appennino Modena, stagione in chiaroscuro. La neve condiziona il turismo, più presenze da febbraio in poi Il Nuovo Giornale di Modena Appennino Modena, stagione in chiaroscuro. La neve condiziona il turismo, più presenze da febbraio in poi Appennino Modena, stagione in chiaroscuro. La neve condiziona il turismo,

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Domenica, 25 maggio 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Domenica, 25 maggio 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Domenica, 25 maggio 2014 24/05/2014 Modena Qui Pagina 8 Turismo, «gravi dimenticanze» nel settore della ristorazione 1 24/05/2014 Modena Qui Pagina 9 Tassa su insegne in franchising

Dettagli

Foglio informativo COPIA CLIENTE

Foglio informativo COPIA CLIENTE Foglio informativo COPIA CLIENTE INFORMAZIONI SUL CONFIDI CONSORZIO FIDI FINSARDEGNA S.C. Sede legale in Viale Elmas 33,35 09122 Cagliari Telefono 070273094 070253185 070274695 Fax 070255451 email: consorzio@finsardegna.it

Dettagli

AUDIZIONE. MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi. X Commissione del Senato - X Commissione della Camera. Roma, 27 marzo 2014

AUDIZIONE. MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi. X Commissione del Senato - X Commissione della Camera. Roma, 27 marzo 2014 AUDIZIONE MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi X Commissione del Senato - X Commissione della Camera Roma, 27 marzo 2014 CICLO ECONOMICO IN MIGLIORAMENTO 2 CICLO ECONOMICO IN MIGLIORAMENTO

Dettagli

SISMA DEL 20 E 29 MAGGIO 2012: Incentivi fiscali e regimi agevolati

SISMA DEL 20 E 29 MAGGIO 2012: Incentivi fiscali e regimi agevolati Studio Commercialisti Modena Rossini Orienti Baraldi & Partners Consulenza Aziendale Finanziaria Fiscale Societaria SISMA DEL 20 E 29 MAGGIO 2012: Incentivi fiscali e regimi agevolati 1 1. CONTRIBUTI REGIONALI

Dettagli

Dicembre 2013. Ampliamento delle fonti di finanziamento per le PMI e Minibond nel Piano Destinazione Italia

Dicembre 2013. Ampliamento delle fonti di finanziamento per le PMI e Minibond nel Piano Destinazione Italia Dicembre 2013 Ampliamento delle fonti di finanziamento per le PMI e Minibond nel Piano Destinazione Italia Cristiano Tommasi, Annalisa Dentoni-Litta e Francesco Bonichi, Allen & Overy Nell ambito del documento

Dettagli

Artigiancassa Progetto Key Woman. Roma, 5 Dicembre 2012

Artigiancassa Progetto Key Woman. Roma, 5 Dicembre 2012 Artigiancassa Progetto Key Woman Roma, 5 Dicembre 2012 Malgrado l attuale congiuntura economica le imprese a guida femminile fanno registrare una sostanziale tenuta nella dinamica anagrafica Le imprese

Dettagli

Artigiancassa: : Progetto Key Woman. Roma, 08 aprile 2014

Artigiancassa: : Progetto Key Woman. Roma, 08 aprile 2014 Artigiancassa: : Progetto Key Woman Roma, 08 aprile 2014 La costante crescita di donne che scelgono di intraprendere l attività imprenditoriale è un fenomeno in continuo aumento e può costituire per il

Dettagli

Artigiano che lavora da solo (reddito annuo di 35.000 euro)

Artigiano che lavora da solo (reddito annuo di 35.000 euro) TASSE RECORD: PER LE MICRO-IMPRESE PRESSIONE FISCALE FINO AL 63% Per le aziende con meno di 10 addetti, nel le tasse sono aumentate: colpito il 95% del totale delle imprese ===============================================================

Dettagli

NEWSLETTER N 1/13 DECRETO SVILUPPO BIS : LE START-UP INNOVATIVE

NEWSLETTER N 1/13 DECRETO SVILUPPO BIS : LE START-UP INNOVATIVE NEWSLETTER N 1/13 DECRETO SVILUPPO BIS : LE START-UP INNOVATIVE Riferimenti: - Dl. 179/2012 Decreto Sviluppo Bis e relativa legge di conversione 221/2012 Con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale n.

Dettagli

CONFESERCENTI Giovedì, 09 aprile 2015

CONFESERCENTI Giovedì, 09 aprile 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 09 aprile 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 09 aprile 2015 09/04/2015 Gazzetta di Modena Pagina 11 Confesercenti, oggi lezione di Marchi sull' innovazione 1 09/04/2015 Il Resto del Carlino

Dettagli

CONFESERCENTI Martedì, 10 marzo 2015

CONFESERCENTI Martedì, 10 marzo 2015 CONFESERCENTI Martedì, 10 marzo 2015 CONFESERCENTI Martedì, 10 marzo 2015 10/03/2015 Gazzetta di Modena Pagina 10 «Rifiuti, leggi scoordinate» 1 10/03/2015 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 «Siamo

Dettagli

COMUNE DI CARVICO (Provincia di Bergamo)

COMUNE DI CARVICO (Provincia di Bergamo) COMUNE DI CARVICO (Provincia di Bergamo) IMPOSTA MUNICIPALE SUGLI IMMOBILI ANNO 2012 Si comunica che con l introduzione dell IMU il Comune non provvederà più ad inviare i bollettini di versamento precompilati

Dettagli

CONFESERCENTI Giovedì, 24 dicembre 2015

CONFESERCENTI Giovedì, 24 dicembre 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 24 dicembre 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 24 dicembre 2015 24/12/2015 Gazzetta di Modena Pagina 4 L' industria riparte ad ottobre 1 24/12/2015 Gazzetta di Modena Pagina 10 «Conad cresce,

Dettagli

Tabella 1 Costi unitari medi per l attestazione energetica degli edifici.

Tabella 1 Costi unitari medi per l attestazione energetica degli edifici. Relazione tecnica Schema di decreto-legge per il recepimento della Direttiva 2010/31/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 19 maggio 2010, sulla prestazione energetica nell'edilizia, per la definizione

Dettagli

CONFESERCENTI Giovedì, 19 marzo 2015

CONFESERCENTI Giovedì, 19 marzo 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 19 marzo 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 19 marzo 2015 19/03/2015 La Nuova Prima Pagina Pagina 24 Hub per accelerare l' innovazione Corsi al via con il tutto esaurito 1 19/03/2015 Il

Dettagli

Un alleanza per i diritti dei bambini e degli adolescenti del Mezzogiorno

Un alleanza per i diritti dei bambini e degli adolescenti del Mezzogiorno Un alleanza per i diritti dei bambini e degli adolescenti del Mezzogiorno Crescere al Sud rappresenta un luogo d incontro tra realtà diverse, nazionali e locali, che hanno deciso di mettere in comune le

Dettagli

MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO

MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO Intervento Roberto Albonetti direttore Attività Produttive Regione Lombardia Il mondo delle imprese ha subito negli ultimi anni un accelerazione impressionante:

Dettagli

PRIME OSSERVAZIONI ANCE SUL DECRETO PER LA CASA APPROVATO DAL CDM IL 28 AGOSTO 2013

PRIME OSSERVAZIONI ANCE SUL DECRETO PER LA CASA APPROVATO DAL CDM IL 28 AGOSTO 2013 PRIME OSSERVAZIONI ANCE SUL DECRETO PER LA CASA APPROVATO DAL CDM IL 28 AGOSTO 2013 30 agosto 2013 Sommario ABOLIZIONE DELL IMU SUL MAGAZZINO DELLE IMPRESE EDILI... 3 DEDUCIBILITÀ DELL IMU AI FINI DELL

Dettagli

Due idee di base per cominciare

Due idee di base per cominciare FAMIGLIE INDEBITATE: VIENE DAL SOCIALE UNA PROPOSTA DI AIUTO Hanno superato il milione i nuclei che non riescono a far fronte ai debiti. Dall associazione Pro.seguo viene la proposta di una gestione concordata.

Dettagli

INVITALIA (ex Sviluppo Italia) www.invitalia.it

INVITALIA (ex Sviluppo Italia) www.invitalia.it INVITALIA (ex Sviluppo Italia) www.invitalia.it La legge che agevola l Autoimpiego (D.L. n. 185/2000 - Titolo II) costituisce il principale strumento di sostegno alla realizzazione e all avvio di piccole

Dettagli

LA COMUNICAZIONE UNICA PER LA NASCITA DELL IMPRESA

LA COMUNICAZIONE UNICA PER LA NASCITA DELL IMPRESA LA COMUNICAZIONE UNICA PER LA NASCITA DELL IMPRESA Procedura per l avvio dell attività al Registro delle imprese, all Agenzia delle Entrate, all INPS e all INAIL 1. Riferimenti normativi D.L. 30 settembre

Dettagli

Piano straordinario per l'occupazione.

Piano straordinario per l'occupazione. Piano straordinario per l'occupazione. Sintesi I PILASTRI Più occupazione. Più competitività. Più credito. Meno burocrazia. Sono questi i quattro pilastri sui quali si regge il piano straordinario della

Dettagli

Ordinanza n. 39 del 6 Agosto 2015

Ordinanza n. 39 del 6 Agosto 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 39 del 6 Agosto 2015 Integrazioni e modifiche

Dettagli

L attrattività del mercato italiano: il punto di vista dei franchisor internazionali

L attrattività del mercato italiano: il punto di vista dei franchisor internazionali L attrattività del mercato italiano: il punto di vista dei franchisor internazionali Seconda Università degli Studi di Napoli Consorzio Cesit - Napoli Prof. Marcello Martinez Milano, 4 novembre 2011 Salone

Dettagli

VARIABILI MACROECONOMICHE Graf. 2.1 La provincia di Modena è notoriamente caratterizzata da una buona economia. Ciò è confermato anche dall andamento del reddito procapite elaborato dall Istituto Tagliacarne

Dettagli

Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi.

Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi. BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi.

Dettagli

IL SISTEMA DELLA RICOSTRUZIONE

IL SISTEMA DELLA RICOSTRUZIONE Area del sisma: 58 comuni (di cui 4 capoluoghi) due comuni per i danni produttivi e comuni limitrofi con danni puntuali a edifici pubblici e privati 2% del Pil italiano 19.000 famiglie hanno lasciato le

Dettagli

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Associazione Nazionale Demolitori Italiani LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Parma, 26 novembre 2005 Trascrizione dell intervento dal titolo: IL MERCATO DELLE DEMOLIZIONI ANNI 2000: DAL RECUPERO ALLA

Dettagli

Principali diritti del cliente

Principali diritti del cliente Principali diritti del cliente Conto corrente Depositi Finanziamenti Leasing Altri servizi regolati dalle disposizioni della Banca d Italia esclusi i servizi di pagamento e il credito ai consumatori Offerta

Dettagli

LE START UP INNOVATIVE

LE START UP INNOVATIVE LE START UP INNOVATIVE Nell ambito delle attività tese a favorire la crescita sostenibile, lo sviluppo tecnologico e l occupazione giovanile e nell ottica di sviluppare una nuova cultura imprenditoriale,

Dettagli

Presidenza Ing. Adriano Federici

Presidenza Ing. Adriano Federici Una completa ed accurata vetrina dell attività dell Unioncamere Marche, realizzata attraverso il volume Comunicati e Rassegna stampa. Il Centro Studi dell Unione presenta un lavoro profondamente rinnovato,

Dettagli

Uniamo i punti per disegnare imprese di successo FEDERAZIONE ITALIANA FRANCHISING

Uniamo i punti per disegnare imprese di successo FEDERAZIONE ITALIANA FRANCHISING Uniamo i punti per disegnare imprese di successo FEDERAZIONE ITALIANA FRANCHISING ASSOCIARSI CHI SIAMO STRUMENTI SERVIZI Federazione Italiana Franchising Confesercenti Via Nazionale, 60 00184 Roma T +

Dettagli

CAPITOLO 1. Legge 15 Dicembre 2014 n. 186

CAPITOLO 1. Legge 15 Dicembre 2014 n. 186 CAPITOLO 1 Legge 15 Dicembre 2014 n. 186 Art 3. Modifica al codice penale in materia di riciclaggio 1. All Art. 648 bis, primo comma, del codice penale, che disciplina il diritto di riciclaggio le parole

Dettagli

Il fare impresa dei migranti in Italia

Il fare impresa dei migranti in Italia Il fare impresa dei migranti in Italia Natale Forlani direttore generale immigrazione ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali L Italia è stata per quasi un secolo e mezzo un Paese a forte emigrazione.

Dettagli

La struttura dell indebitamento ed il suo efficientamento

La struttura dell indebitamento ed il suo efficientamento La struttura dell indebitamento ed il suo efficientamento Alberto Balestreri 1. Il tema dovrebbe essere declinato sia in funzione dei settori di attività delle PMI che, più in generale, in funzione di

Dettagli

Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita

Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita Economia > News > Italia - lunedì 13 gennaio 2014, 16:00 www.lindro.it Segnali positivi Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita Antonio Forte La

Dettagli

FACTORING E PROBLEMATICHE RELATIVE AL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE. ringrazio gli organizzatori di questo convegno per avermi dato l opportunità di

FACTORING E PROBLEMATICHE RELATIVE AL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE. ringrazio gli organizzatori di questo convegno per avermi dato l opportunità di FACTORING E PROBLEMATICHE RELATIVE AL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE Gentili Signore, Egregi Signori, ringrazio gli organizzatori di questo convegno per avermi dato l opportunità di esprimere, come imprenditore

Dettagli

Assunta il giorno VENTI del mese di MARZO dell'anno DUEMILAQUATTORDICI dal Sindaco

Assunta il giorno VENTI del mese di MARZO dell'anno DUEMILAQUATTORDICI dal Sindaco COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA O R I G I N A L E ORDINANZA N. 108 Data: 20/03/2014 Ufficio del Sindaco ORDINANZA DEL SINDACO Assunta il giorno VENTI del mese di MARZO dell'anno DUEMILAQUATTORDICI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Allegato 1) COMUNE DI MIRANO (Provincia di Venezia) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA IMU 1 INDICE Articolo 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Articolo 2 DETERMINAZIONE DELL ALIQUOTA

Dettagli

Il microcredito: risorse ed opportunità per le microimprese

Il microcredito: risorse ed opportunità per le microimprese Il microcredito: risorse ed opportunità per le microimprese E 1. IL RUOLO DELLE PMI E DELLE MICROIMPRESE MARIO BACCINI PRESIDENTE DELL ENTE NAZIONALE PER IL MICROCREDITO E NOTO COME IL SISTEMA PRODUTTIVO

Dettagli

Mercato e crediti: evoluzione e prospettive Fiorenzo Dalu

Mercato e crediti: evoluzione e prospettive Fiorenzo Dalu Mercato e crediti: evoluzione e prospettive Fiorenzo Dalu Milano, 14 aprile 2011 La crisi finanziaria e i suoi riflessi sull economia reale La crisi internazionale Riflessi sull economia Italiana 2008

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE VANNUCCI, BERSANI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE VANNUCCI, BERSANI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2113 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI VANNUCCI, BERSANI Agevolazioni per l arredo della prima casa di abitazione e dell ufficio,

Dettagli

119/2014 Settembre/9/2014 (*) Napoli 17 Settembre 2014

119/2014 Settembre/9/2014 (*) Napoli 17 Settembre 2014 Redazione a cura della Commissione Comunicazione del CPO di Napoli 119/2014 Settembre/9/2014 (*) Napoli 17 Settembre 2014 Equitalia, con il comunicato stampa del 26 agosto 2014, ha reso noto che la notifica

Dettagli

OPPORTUNITA' PER I PROFESSIONISTI

OPPORTUNITA' PER I PROFESSIONISTI OPPORTUNITA' PER I PROFESSIONISTI REGIME DEI MINIMI Il vecchio regime dei minimi previsto dall articolo 1 commi da 96 a 117 della Legge n.244/2007 è stato completamente stravolto e modificato dall attuazione

Dettagli

1 In via di pubblicazione su Mondo Bancario.

1 In via di pubblicazione su Mondo Bancario. A.B.I. XL GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 8 MARZO 2007 Banche e imprese: una storica ristrutturazione 1 (Antonio MARZANO) 1. Le grandezze macroeconomiche non sono sempre in grado di rivelare l evoluzione di

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA AI FINI DELLA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO O PRO SOLVENDO A BANCHE O INTERMEDIARI FINANZIARI

PROTOCOLLO D INTESA AI FINI DELLA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO O PRO SOLVENDO A BANCHE O INTERMEDIARI FINANZIARI PROTOCOLLO D INTESA AI FINI DELLA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO O PRO SOLVENDO A BANCHE O INTERMEDIARI FINANZIARI Il giorno 2 dicembre 2010, alle ore 11,00, in Como, via A. Volta n. 50, presso la sede

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Venerdì, 04 luglio 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Venerdì, 04 luglio 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Venerdì, 04 luglio 2014 03/07/2014 Emilianet 03/07/2014 Emilianet DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Venerdì, 04 luglio 2014 Dossier Confcommercio Modena Consumi a 0,7%, la speranza

Dettagli

Legge n 214 del 22 dicembre 2011, art.12, comma 2 - invio di comunicazioni ai pensionati.

Legge n 214 del 22 dicembre 2011, art.12, comma 2 - invio di comunicazioni ai pensionati. Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 30-12-2011 Messaggio n. 24711 Allegati n.1 OGGETTO: Legge n 214 del 22

Dettagli

Imprenditoria: una scelta alternativa. Milano, 19 luglio 2011

Imprenditoria: una scelta alternativa. Milano, 19 luglio 2011 Imprenditoria: una scelta alternativa Milano, 19 luglio 2011 IDENTIKIT DEL NEO-IMPRENDITORE 2010 Fonte : Centro studi Unioncamere 2 Motivazione alla scelta imprenditorale 9,30% 26,80% Conoscenza del mercato

Dettagli

La gestione delle donazioni in Abruzzo dopo il terremoto del 2009

La gestione delle donazioni in Abruzzo dopo il terremoto del 2009 La gestione delle donazioni in Abruzzo dopo il terremoto del 2009 Nei mesi successivi al terremoto il Dipartimento di Protezione Civile, per gestire al meglio le offerte ricevute vis sms per il terremoto

Dettagli

Di seguito alcune considerazioni su aspetti che riteniamo molto rilevanti.

Di seguito alcune considerazioni su aspetti che riteniamo molto rilevanti. 7 ottobre 2015 Spett. Commissione Industria Senato C.a. Sen. Massimo Mucchetti Oggetto: Osservazioni nella consultazione pubblica: Proposte per il potenziamento e la qualifica del meccanismo dei Certificati

Dettagli

Comune di Monserrato

Comune di Monserrato Comune di Monserrato Assessorato alle attività produttive Tutto quello che devi sapere sullo Sportello Unico per le attività produttive (SUAP) Cos è E un nuovo sistema per semplificare e snellire le procedure

Dettagli

MADE 2012 EFFICIENZA E RISPARMIO ENERGETICO E RIQUALIFICAZIONE EDILIZIA E URBANA: ECCO GLI ASSET PER IL RILANCIO DELLE COSTRUZIONI

MADE 2012 EFFICIENZA E RISPARMIO ENERGETICO E RIQUALIFICAZIONE EDILIZIA E URBANA: ECCO GLI ASSET PER IL RILANCIO DELLE COSTRUZIONI MADE 2012 EFFICIENZA E RISPARMIO ENERGETICO E RIQUALIFICAZIONE EDILIZIA E URBANA: ECCO GLI ASSET PER IL RILANCIO DELLE COSTRUZIONI La riconfigurazione del mercato delle costruzioni Lo scenario delle costruzioni

Dettagli

IMU ed imposte sui redditi

IMU ed imposte sui redditi I Dossier Fiscali IMU ed imposte sui redditi I chiarimenti dell Agenzia delle Entrate (C.M. 5/E/2013) SOMMARIO IMU ed imposte sui redditi... 3 IMU in sostituzione dell IRPEF Effetti sui singoli redditi...

Dettagli

Relazione del Presidente Dino Piacentini. Assemblea Generale Aniem

Relazione del Presidente Dino Piacentini. Assemblea Generale Aniem Relazione del Presidente Dino Piacentini Assemblea Generale Aniem 26 giugno 2015 Cari amici e colleghi, anzitutto grazie. Per aver condiviso un percorso in un periodo non certo facile per le nostre imprese,

Dettagli

EMILIA ROMAGNA. REGIONE EMILIA ROMAGNA "Sostegno alle start-up innovative" SCADENZA: 30/09/2016. REGIONE EMILIA ROMAGNA "Psr 2014-2020"

EMILIA ROMAGNA. REGIONE EMILIA ROMAGNA Sostegno alle start-up innovative SCADENZA: 30/09/2016. REGIONE EMILIA ROMAGNA Psr 2014-2020 "Sostegno alle start-up innovative" Il sostegno è finalizzato alla nascita e crescita di start up in grado di generare nuove nicchie di mercato attraverso nuovi prodotti, servizi e sistemi di produzione

Dettagli

OGGETTO: Mutui: tutela del cliente

OGGETTO: Mutui: tutela del cliente Informativa per la clientela di studio N. 78 del 29.06.2011 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Mutui: tutela del cliente Gentile cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo

Dettagli

Novembre 2013. Risoluzione 76/E del 6 novembre 2013 - Deducibilità dell imposta di bollo nel regime del risparmio gestito

Novembre 2013. Risoluzione 76/E del 6 novembre 2013 - Deducibilità dell imposta di bollo nel regime del risparmio gestito Novembre 2013 Risoluzione 76/E del 6 novembre 2013 - Deducibilità dell imposta di bollo nel regime del risparmio gestito Avv. Vincenzo Bancone e Dott. Manfredi La Barbera, CBA Studio Legale e Tributario

Dettagli

Proposta di legge sul precariato. Disposizioni in materia di tutele sociali e politiche attive per i lavoratori assunti con contratti non subordinati

Proposta di legge sul precariato. Disposizioni in materia di tutele sociali e politiche attive per i lavoratori assunti con contratti non subordinati Proposta di legge sul precariato Disposizioni in materia di tutele sociali e politiche attive per i lavoratori assunti con contratti non subordinati Art. 1 (Sostegno del reddito, formazione, previdenza

Dettagli

Per le piccole e medie imprese nasce un nuovo regime agevolato PMI innovative

Per le piccole e medie imprese nasce un nuovo regime agevolato PMI innovative Ai gentili clienti Loro sedi Per le piccole e medie imprese nasce un nuovo regime agevolato PMI innovative Con il DL n. 3 del 24.01.2015 il legislatore ha introdotto nel nostro ordinamento un nuovo regime

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

SVILUPPO DELLA NUOVA IMPRESA FEMMINILE

SVILUPPO DELLA NUOVA IMPRESA FEMMINILE SVILUPPO DELLA NUOVA IMPRESA FEMMINILE Fra le nuove linee di prodotto proposte dal Cofim per il 2003, sono ancora disponibili i finanziamenti per lo sviluppo della nuova impresa femminile: un iniziativa

Dettagli

COMUNE DIPOLPENAZZE d/g. Martedì7 febbraio 2012. Ore 20.30 Sala Consiliare di Polpenazze d/g IMU 2012. Imposta Municipale Unica

COMUNE DIPOLPENAZZE d/g. Martedì7 febbraio 2012. Ore 20.30 Sala Consiliare di Polpenazze d/g IMU 2012. Imposta Municipale Unica COMUNE DIPOLPENAZZE d/g Martedì7 febbraio 2012 Ore 20.30 Sala Consiliare di Polpenazze d/g IMU 2012 Imposta Municipale Unica Articolo 13 comma 1 D.L. 201/2011 IMU istituzione e decorrenza: l'istituzione

Dettagli

SERVIZIO AGEVOLAZIONI E CREDITO INFORMATIVA PERIODICA N. 1/2010 MARZO 2010 LEPSIS A CURA DI LEPSIS

SERVIZIO AGEVOLAZIONI E CREDITO INFORMATIVA PERIODICA N. 1/2010 MARZO 2010 LEPSIS A CURA DI LEPSIS MARZO 2010 A CURA DI LEPSIS Pur essendo posta la massima cura nello studio e nella redazione dell INFORMATIVA nessuna responsabilità viene assunta in merito alle informazioni e commenti forniti. L INFORMATIVA

Dettagli

FAI LA MOSSA GIUSTA PER DIVENTARE IMPRENDITORE

FAI LA MOSSA GIUSTA PER DIVENTARE IMPRENDITORE FAI LA MOSSA GIUSTA PER DIVENTARE IMPRENDITORE CONFCOMMERCIO MILANO PER GLI ASPIRANTI IMPRENDITORI E LE NEO IMPRESE A cura di Andrea Ventura Direzione Rete Organizzativa/Unità Finanziamenti START UP INNOVATIVA:

Dettagli

I FINANZIAMENTI PER AVVIARE L IMPRESA. Strumenti didattici per l orientamento alla creazione d impresa

I FINANZIAMENTI PER AVVIARE L IMPRESA. Strumenti didattici per l orientamento alla creazione d impresa I FINANZIAMENTI PER AVVIARE L IMPRESA Strumenti didattici per l orientamento alla creazione d impresa I finanziamenti per avviare l impresa il sistema bancario L avvio di un attività imprenditoriale richiede

Dettagli

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE Elaborazione del 30/0/2009 Pagina 1 Questa nota ha finalità puramente informative

Dettagli