Programma degli incontri tecnici e scientifici 68ª Fiera Internazionale del Bovino da Latte

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Programma degli incontri tecnici e scientifici 68ª Fiera Internazionale del Bovino da Latte"

Transcript

1 Programma degli incontri tecnici e scientifici 68ª Fiera Internazionale del Bovino da Latte Agg. Perché abbiamo studiato un programma così ricco e vario Il grande valore aggiunto della Fiera Internazionale del Bovino da Latte, di ExpoCasearia e di Italpig, la Rassegna Suinicola di Cremona, sta nel fare incontrare tra loro le persone giuste per sviluppare business. Vogliamo aggregare le diverse professionalità che ruotano intorno all'allevamento e la trasformazione in modo tale da creare una community da cui nascano nuovi rapporti commerciali, collaborazioni, idee e soluzioni. Per farlo, oltre a un'esposizione che ospita i più qualificati marchi internazionali di attrezzature, tecnologia e servizi dedicati all'allevamento bovino, suino e alla trasformazione del latte, abbiamo studiato un programma di appuntamenti che attragga, per l'attualità e l'importanza dei temi trattati, le principali componenti della filiera: Allevatori Imprenditori agricoli Veterinari Tecnici Trasformatori agroalimentari Ricercatori Confronti diretti per andare al cuore dei temi più caldi del settore Oltre a convegni e seminari tecnico-scientifici, abbiamo studiato e introdotto anche l'innovativa formula dei workshop: faccia a faccia con gli specialisti più qualificati sui diversi temi che saranno sviluppati. Incontri in cui si vanno ad affrontare le questioni più urgenti del settore arrivando a soluzioni concrete che mettano gli operatori professionali in grado di migliorare il proprio lavoro e di aggiornarsi sui temi più caldi. Per questo saranno presenti le Associazioni e Istituzioni più rappresentative del settore, tra cui: AITA (Associazione Italiana Tecnologia Fedagri Alimentare) ISZ di Brescia AIVEMP (Associazione Italiana Veterinaria Libera Associazione Agricoltori Cremonesi Medicina Pubblica) Ministero delle Politiche Agricole ANAS (Associazione Nazionale Allevatori di Suini) Regione Emilia Romagna ARAL (Associazione Regionale Allevatori della Regione Lombardia Lombardia) SIVAR (Società Italiana Veterinari Animali da Assalzoo Reddito) Assosuini Unapros Confagricoltura Università di Parma Crefis Università di Napoli CRPA di Reggio Emilia Pagina 1

2 Perché tutto questo si svolge a Cremona Perché qua ci sono gli interlocutori giusti. Cremona si trova al centro del sistema agro-zootecnico più importante d'italia, dove si concentra l'allevamento bovino, suino, e l'industria alimentare. Dove le aziende agricole hanno una superficie doppia rispetto al resto d'italia, e dove gli investimenti in attrezzature e tecnologia sono alla base dell'attività imprenditoriale in agricoltura. CremonaFiere è riconosciuta in tutta Europa come il punto di riferimento del settore, e il numero dei visitatori dall'estero cresce ogni anno. Per questo la Fiera Internazionale del Bovino da Latte, ExpoCasearia e Italpig sono il posto giusto per sviluppare nuovo business. 24 ottobre 2013, ore 9,30 13,00 Sala Monteverdi Social Media Marketing per allevatori ed agricoltori Usare i social media per promuovere l impresa agricola ed entrare in contatto con altre imprese, clienti, fornitori e istituzioni Organizzazione: Regione Lombardia Direzione Generale Agricoltura Programma 10.00: Apertura Lavori - Massimo Ornaghi, Regione Lombardia Direzione Generale Agricoltura 10.10: Il Social Media Marketing: perché e come utilizzare Facebook, Twitter e Youtube, Andrea Albanese, Social Network & Web Marketing Process Advisor 10.40: I Social Media per entrare in contatto con alter imprese, clienti, fornitori ed istituzioni, Andrea Albanese 11.00: I social media e la professione del dottore agronomo, Luca Fontanini, dottore agronomo, consulente di comunicazione 11.20: Social media e Community: il caso degli allevatori di Razza Bruna - Enrico Santus, direttore ANARB, Responsabile digitale e Social Community Allevatori Razza Bruna 11.40: Associazione Allevatori: utilizzo degli strumenti on line e prospettive future social, Massimo Battaglia, Direttore ARAL Stefano Zuliani, Direttore APA Milano Facebook: come aprire e gestire un gruppo - Esercitazioni in tempo reale, guidata da Andrea Albanese Conclusioni 24 ottobre 2013 ore Area Forum Italpig Tavola Rotonda Export, la grande occasione della salumeria italiana. La qualità garantita è la precondizione necessaria per valorizzare al meglio l'intera filiera Organizzata da: Cremonafiere La qualità paga. Anche e soprattutto in tempi di crisi economica. La qualità va difesa e soprattutto garantita. Ma cos'è la qualità? Come va assicurata al consumatore? E come viene tutelata rispetto ai frequenti casi di contraffazione, soprattutto all'estero, che emergono periodicamente? Perché, se i nostri salumi sono universalmente riconosciuti come eccezionali, i produttori non sempre vedono riconosciuti i meriti di questa eccellenza? A queste e a molte altre domande i relatori invitati alla Tavola Rotonda cercheranno di dare risposte e fornire soprattutto spunti di riflessione adeguati su un tema a cui il mercato è particolarmente sensibile. Invitati: Pagina 2

3 Davide Calderone, Direttore Assica Sergio Capaldo, Presidente Consorzio La Granda Gruppo Eataly Gian Battista Mayer, Consigliere Assalzoo Alessandro Olper, Dipartimento Economia e Politica Agraria, Agroalimentare e Ambientale, Università di Milano Demetrio Conti, Comandante Carabinieri per la tutela della salute di Milano Rosario Trefiletti, Presidente Federconsumatori Luigi Zanotti, Presidente Assocom Moderatore: Anna Mossini, giornalista 24 ottobre 2013 Area Forum Italpig Forum Un anno di Art. 62 Organizzazione: Cremonafiere A un anno dall introduzione dell Art. 62 che disciplina le relazioni commerciali in materia di cessione di prodotti agricoli e agroalimentari occorre fare un bilancio e tentare di capire se la sua attuazione ha portato agli allevatori i benefici sperati. Intervento: Giampaolo Tosoni, Esperto fiscalista 24 ottobre 2013 Sala Monteverdi Seminario Qualyservices: temi strategici per uscire dalla crisi Organizzazione: AITA A fronte della crescita dell economia in alcune aree del mondo, i Paesi occidentali hanno tentato di rispondere attraverso una ricerca di qualità per valorizzare e distinguere produzioni e servizi all interno del mercato globale. In contemporanea, si è affermata l esigenza di comunicare, nelle relazioni sia B2B che B2C, la qualità distintiva della propria offerta, attraverso mezzi che ne consentissero il riconoscimento a livello nazionale e internazionale. In tale contesto, le certificazioni accreditate si sono affermate come strumenti a sostegno di tutti gli attori coinvolti lungo la catena di fornitura di un bene/servizio, per promuovere un ragionevole grado di fiducia nel mercato. Nel settore dei prodotti agroalimentari è emblematico il percorso con il quale la conformità ai requisiti dell accreditamento delle certificazioni ha assunto un valore sempre maggiore nel corso dell ultimo ventennio. Un numero crescente di organizzazioni, tra cui i grandi player industriali, ha colto il valore della certificazione come garanzia di business e ha contribuito a diffondere i concetti di qualità e sicurezza associate al marchio, anche nella percezione del consumatore. Programma Investire in qualità per battere la crisi Silvia Tramontin, Accredia, Roma La metrologia nel settore alimentare, aspetti etici, legali e qualitativi Giusepe Bitonti, Cermet, BO Cibo sicuro e sostenibile: la sfida del mercato globale Alice Stringa LRQA Italy Lloyd s Register Quality Assurance Italy (MI) La sostenibilità certificata Maria Chiara Ferrarese, CSQA, Thiene Etichettatura ambientale: i modi per certificarla e comunicarla al consumatore Monica Riva, Bureau Veritas Pagina 3

4 La gestione sostenibile della Supply Chain Marco Omodei Sale, DNV Business Italy, MB La responsabilità sociale (linea guida ISO e SR 10 IQNet) Alessandro Manzo, Certiquality, Mi 24 ottobre 2013 ore Sala Guarneri del Gesù Seminario Direttiva Nitrati, l attualità e il futuro: indicazioni e proposte dal progetto Equizoo Organizzazione: Provincia di Cremona Assessorato Agricoltura e Libera Associazione Agricoltori di Cremona Primi risultati e considerazioni sullo svolgimento del progetto Equizoo: tecnici e operatori si confronteranno per delineare lo stato dell arte emerso e le possibili soluzioni operative. Equizoo è una proposta progettuale di durata triennale mirante a dimostrare come, con il ricorso a tecnologie innovative di trattamento dei liquami zootecnici e a modalità di gestione interaziendale dell utilizzazione agronomica dei medesimi, sia possibile superare alcune delle difficoltà che la designazione di Zone Vulnerabili ha determinato in aree regionali di pianura a vocazione zootecnica. Relatori La sperimentazione in campo e le indicazioni tecnico-organizzative emerse dal progetto Equizoo Giuseppe Moscatelli, Crpa e Giuseppe Uberti, Libera Associazione Agricoltori Cremonesi Dissipare o recuperare l azoto dei liquami e digestati? Pierluigi Navarotto, Università degli studi di Milano, Responsabile scientifico del progetto Esperienze di valorizzazione delle frazioni solide dei liquami Paolo Mantovi, Crpa Indicazioni dal progetto Equizoo per una possibile revisione della Direttiva Nitrati Giuseppe Bonazzi, Crpa La zootecnia, l agronomia, l ambiente e la Direttiva Nitrati. Indicazioni per futuri indirizzi politici. Gianluca Pinotti, Assessore provinciale all agricoltura e all ambiente Conclusioni: Vitaliano Peri, Direzione Generale Agricoltura, Regione Lombardia Moderatore: Ildebrando Bonacini, Libera Associazione Agricoltori Cremonesi 24 ottobre 2013 ore Sala Amati La stalla da latte ideale per sopravvivere nell era del post-quote Presentazione del libro: La nuova stalla da latte Interverrà il curatore Roberto Bartolini Organizzazione: Edizioni Edagricole de Il Sole 24 ORE Per rimanere profittevole nell era post-quote latte, la stalla del futuro deve puntare su due concetti: innovazione e sostenibilità. In questa occasione si farà il punto sulla nuova stalla da latte sarà presentato un nuovo libro a marchio Edagricole. Pagina 4

5 24 ottobre 2013 ore Area Forum Italpig ore 9.30 Sala Monteverdi ore Sala Guarneri del Gesù Forum I costi e la crisi, un binomio da brivido Organizzata da: Cremonafiere in collaborazione con l'ordine dei Commercialisti di Cremona Con un costo di produzione in continua ascesa e quotazioni che cedono il passo a frequenti oscillazioni al ribasso la redditività degli allevatori è sempre più a rischio. Il costo alimentare rappresenta la voce più pesante, ma l'adeguamento alle normative comunitarie, le imposizioni fiscali e il calo dei consumi dovuto alla crisi contribuiscono a tratteggiare uno scenario preoccupante dal futuro ancora più incerto. Esiste una via d'uscita? Gabriele Canali, Direttore Crefis Ernesto Quinto, Presidente dell'ordine dei Commercialisti di Cremona Giulio Usai, Responsabile Area Economica Assalzoo La produzione di latte, uno sguardo al futuro: evoluzione e prospettive Organizzazione: Regione Lombardia Direzione Generale Agricoltura Programma 9.30 Registrazione Saluti e apertura lavori, Federico Giovanazzi, Regione Lombardia Direzione Generale Agricoltura L evoluzione del comparto di produzione del latte nel post quote Daniele Rama e Renato Pieri, SMEA Il settore latte in Europa, Paolo Sckokai, membro del panel di esperti UE sul futuro del settore lattiero-caseario Dalla realtà di oggi strumenti e indicazioni per prepararsi al mercato futuro, Marco Ottolini, OP Agrilatte I vincoli ambientali: non solo un limite ma un opportunità, Massimo Battaglia, ARAL La loro risposta ad una delle sfide che il mercato del futuro già oggi pone. Angelo Rossi, CLAL, Alberto Menghi, CRPA, Paolo Gatti, OP Lombardia Latte Domande dal pubblico Chiusura lavori Seminario Expo-casearia meeting: soluzioni, mercato, igiene e normativa nel settore dei mini-caseifici Organizzazione: Cremonafiere in collaborazione con AITA Il mini-caseificio è ormai un riconosciuto strumento per valorizzare il latte di piccole e medie aziende zootecniche attivando filiere locali di commercializzazione del prodotto e promozione del territorio. Qualità della materia prima e tecnologie avanzate per la trasformazione, anche di piccole quantità, sono alla base di una importante attività di integrazione al reddito aziendale che deve però aprirsi ad una costante azione di informazione e formazione. Per questo durante il seminario, grazie alla testimonianza di addetti ai lavori, si affronteranno temi concreti correlati alla gestione di questa attività come acquisto di un mini-caseificio con punto vendita, domanda del mercato e aspetti igienico-sanitari dell intera filiera coinvolta. Programma: Opportunità e vantaggi nella realizzazione di un mini-caseificio: investimenti, resa, qualità, vendita (aggiornamenti) Salvatore Francolino, Consiglio per la Ricerca e sperimentazione in Agricoltura, Lodi Pagina 5

6 Area Forum Italpig Sala Monteverdi Attuale stato dell arte dei mini/micro caseifici: quale convenienza? Geremia Gios, Direttore Dipartimento di Economia e Management, Università di Trento Soluzioni di minicaseifici di qualità: criticità e mercato Case Histories di aziende Silvia Pinton, Azienda Agricola Desy, VC Angelo Franchi, Azienda Agricola La Rinascita, VA Innovazioni tecnologiche e nuove possibilità nella realizzazione di mini-caseifici Mara Aiassa, TAS Impianti, CN Aspetti igienico-sanitari legati ai mini-caseifici: dai prodotti trasformati al punto di vendita Domenico Carminati, Consiglio per la Ricerca e sperimentazione in Agricoltura, Lodi Forum Nitrati: riperimetrazione delle zone vulnerabili e ripercussioni sulle aziende Organizzazione: Cremonafiere La recente apertura della procedura di infrazione da parte di Bruxelles per il mancato rispetto della Direttiva nitrati rischia tra gli altri di provocare la revoca dei contributi Pac. La riperimetrazione delle aree vulnerabili, secondo alcuni esperti, potrebbe rappresentare una delle soluzioni al problema. Il focus farà il punto su uno studio che ha coinvolto le regioni del bacino padano interessate dal problema Interventi: Giuseppe Bonazzi, Ricercatore Crpa di Reggio Emilia Vitaliano Peri, Regione Lombardia Maria Belli, Metrologo ambientale, Ispra Giuseppe Uberti - responsabile settore tecnico-ambientale, Libera Associazione Agricoltori Cremonesi Gli scenari attuali e la realtà economica delle stalle lombarde: il SATA propone strumenti e metodi per avere futuro Organizzazione: ARAL - SATA - Regione Lombardia, in collaborazione con Informatore Agrario La redditività dell'allevamento dipende dalla corretta gestione tecnica ed economica di tutti i fattori produttivi. La conoscenza e la misurazione dei parametri tecnici e l'analisi dei bilanci aziendali rappresentano la chiave di lettura dello stato di salute e del livello di gestione dell'azienda. Il SATA presenta i dati del Progetto Economia 2012: 70 bilanci aziendali, che mettono a nudo la realtà lombarda, fornendo informazioni inedite sui costi di produzione e sui fattori che li influenzano. Un progetto che si sta sviluppando nel tempo, per offrire un contributo efficace allo sviluppo del fattore più importante e più urgente per l'allevamento del bovino da latte, quello economico. Programma: Saluti: Germano Pé Presidente ARAL Antonio Piva Presidente CremonaFiere Introduzione Antonio Tagliaferri Direzione Generale Agricoltura, Regione Lombardia Gli scenari attuali del mercato del latte e le sfide che attendono gli allevatori nei prossimi anni Daniele Rama Alta Scuola in Economia Agroalimentare (SMEA) Il Progetto Economia del SATA: cosa cambia in azienda? Marco Bertoni Allevatore della provincia di Cremona Pagina 6

7 Fanno reddito le aziende da latte? Analisi di 70 bilanci aziendali SATA: quale strada verso la competizione europea? Michele Campiotti Specialista SATA, Settore Gestione Aziendale ed Economia Moderatore: Antonio Boschetti L'Informatore Agrario Sala Amati Biogas, biometano ed efficienza energetica: le prospettive del settore Organizzazione: CIB Consorzio Italiano Biogas e Gassificazione Analisi delle prospettive e delle opportunità di sviluppo del biogas e servizi offerti da CIB Interventi Piero Gattoni, Presidente CIB Marco Pezzaglia, Direttore CIB Alessandro Ragazzoni, Università di Bologna Lorenzo Maggioni, Responsabile Ricerca CIB Christian Curlisi, Responsabile Servizi Energia CIB Guido Bezzi, Responsabile Servizi Agronomia CIB Sala Guarneri del Gesù Riunione Comitato Unitario settore Lattiero Caseario dell Alleanza delle Cooperative Italiane Settore Agroalimentare Organizzazione: Fedagri-Confcooperative, Legacoop Agroalimentare, Agci ore Sala Stradivari Seminario 2 EUROPEAN DAIRY FORUM La redditività dell allevamento della vacca da latte: costi di produzione e prezzo del latte. Esperienze Europee Organizzazione: Cremonafiere, Libera Associazione Agricoltori e Anga e con il contributo di CRPA La produzione del latte è una attività quanto mai complessa e impegnativa. Forse la più impegnativa tra quelle connesse all attività agricola. Per non parlare della successiva fase di trasformazione nei prodotti derivati. Aspetti particolarmente importanti nella nostra area geografica che hanno portato alla realizzazione di prodotti unici al mondo. Il Made in Italy agroalimentare è uno dei nostri fiori all occhiello e rappresenta oggi la prima voce dell export nazionale. Tuttavia da alcuni anni la zootecnia specializzata da latte dell area padana deve fronteggiare l allargamento dei mercati e la sempre più spinta competizione internazionale per la produzione di beni di prima necessità. In particolare la produzione di latte da consumo fresco sta subendo la grande concorrenza di Paesi che, grazie a una serie di condizioni a loro particolarmente favorevoli di tipo socio economico, climatiche e geografiche, sono in grado di produrre latte a prezzi molto competitivi rispetto a quelli italiani. Per fronteggiare il rischio di una riduzione di remunerazione per l allevatore è necessario conoscere ed informarsi da fonti qualificate e rappresentative. Per queste ragioni, Libera Associazione Agricoltori Cremonesi, Anga e Cremonafiere intendono proporre il secondo European Dairy Forum come occasione per approfondire la conoscenza ed il confronto tra costi di produzione e prezzo del latte in alcuni tra i Pagina 7

8 paesi più significativi con esperti di provata esperienza e conoscenza del settore; saranno presenti operatori economici di settore e produttori di latte inseriti in un circuito internazionale di produttori che hanno proprio lo scopo di analizzare i mercati, i costi di produzione ed i prezzi del latte pagati alla stalla. Programma Introduzione Alda Dalledonne, Presidente Anga Cremona Il mercato del latte e derivati Angelo Rossi, Clal Costi di produzione del latte in un azienda francese di medie dimensioni Katrine Lecornu, Allevatore e Presidente European Dairy Farmers Costi di produzione del latte in un azienda italiana di 430 vacche. Elisabetta Quaini, Allevatore e socio European Dairy Farmers I costi di produzione in Europa: alcuni casi critici. I benefici di un confronto internazionale Alberto Menghi, Crpa Reggio Emilia e membro EDF Star I prezzi del latte in Europa Willem Koops, PZ Dutch Dairy Board Conclusioni Antonio Piva, Presidente di Libera Associazione Agricoltori Cremonesi Moderatore: Ildebrando Bonacini Libera Associazione Agricoltori Cremonesi 26 ottobre 2013 ore 9.30 Sala Guarneri del Gesù Nuova PAC e filiere suinicole, opportunità o minaccia? Organizzazione: CREFIS La nuova Politica agricola comune dell Unione Europea (PAC), approvata a fine giugno 2013 è destinata ad avere conseguenze rilevanti per l agricoltura europea ed italiana. Il settore suinicolo non sarà immune al profondo cambiamento in essere; esso infatti, dovrà adattarsi al nuovo contesto generale. In generale le conseguenze saranno molto forti sull agricoltura italiana, sempre più esposta alle fluttuazioni dei mercati internazionali, con aumento della volatilità dei prezzi interni. Si avrà un ridimensionamento dei pagamenti diretti e una maggiore esposizione alle fluttuazioni dei prezzi dei fattori di produzione, che imporranno agli allevatori l adozione di strategie volte al miglioramento dell efficienza delle filiere. Parallelamente al progressivo smantellamento degli aiuti diretti, è previsto un nuovo approccio alle misure di sviluppo rurale e nuove misure volte a migliorare le filiere, principalmente tramite incentivi finalizzati ad aumentare il grado della loro integrazione, verticale e orizzontale. La nuova PAC, in definitiva, continua il processo di riallineamento dei mercati agricoli europei a quelli mondiali insieme al processo di inverdimento dell agricoltura. Per la suinicoltura nazionale, quindi, è assolutamente necessario approfondire le possibili implicazioni di questa riforma sulla filiera, anche al fine di partecipare attivamente alla definizione delle linee di intervento che le regioni adotteranno per i propri piani di sviluppo rurale, al fine di gestire attivamente il cambiamento evitando di limitarsi a subirne le conseguenze, prevalentemente negative. Saluti: Giovanni Fava, Assessore Agricoltura Regione Lombardia Francesco Bettoni, Presidente CCIAA Brescia Programma: Pagina 8

9 Relazione introduttiva: Gabriele Canali Crefis e Università Cattolica del Sacro Cuore Interventi programmati Lorenzo Fontanesi, UNAPROS Guido Zama, OI Gran Suino Italiano Valerio Pozzi, Distretto della filiera Suinicola lombarda Andrea Cristini, ANAS Davide Calderoni, Assica Enrico Cerri, Alleanza Cooperative Italiane, sett. Agrolimentare Mauro Testa, Coordinatore settore Suinicolo CIA Paolo Biasucci, Responsabile settore suinicolo Confagricoltura Le filiere suinicole e i prossimi PSR: la parola alle regioni Andrea Massari, Assessorato agricoltura Regione Lombardia Davide Barchi, Assessorato agricoltura Regione Emilia-Romagna Conclusioni Giuseppe Blasi Capo dipartimento delle politiche europee e internazionali e dello sviluppo rurale - Mipaaf 26 ottobre 2013 ore Sala Stradivari 10 STATI GENERALI DEL LATTE Organizzazione: Cremonafiere Si tratta dell appuntamento più atteso tra i maggiori attori del comparto lattiero caseario associazioni imprenditoriali, distribuzione e centri di ricerca in occasione del quale verranno illustrati i più recenti dati sull andamento nazionale ed internazionale e saranno dibattute ai massimi livelli le prospettive dell intera filiera produttiva. Programma Presentazione e saluti Antonio Piva Presidente di Cremonafiere Saluto delle Autorità RELAZIONE Il latte oltre le quote L orientamento delle aziende di allevamento di bovino da latte in previsione dell abolizione delle quote latte. Presentazione di una ricerca demoscopica originale commissionata da Cremonafiere Arturo Semerari, Presidente Ismea Ore 11,15 Tavola rotonda Partecipano: - Gianni Fava, Assessore Agricoltura, Regione Lombardia - Flavio Fornari, Coordinatore settore Freschi Coop Italia - Mario Guidi, Presidente Confagricoltura - Giorgio Mercuri, Presidente Fedagri Confcooperative - Mario Lanzi, Presidente CIA Lombardia Interviene: On. Paolo De Castro, Presidente Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo Conclude: On. Nunzia de Girolamo, Ministro delle Politiche Agricole 26 ottobre 2013 ore Moderatore: Franco Poggianti, giornalista Seminario Prospettive nuove nell alimentazione dei bovini da latte Pagina 9

10 Sala Amati Organizzazione: Centro Studi L Uomo e l Ambiente in collaborazione con CRA- FLC e Puntoem srl Programma: Presentazione del seminario nel quadro della misura 111b formazione e informazione del PSR Lombardia Sviluppo di nuovi prodotti con migliori caratteristiche nutraceutiche e funzionali e di tecnologie avanzate per ottimizzare la produzione di formaggi DOP e altri prodotti caseari Relatore: CRA FLC Sperimentazione della Tecnologia EM applicata al siero di latte dolce per l'utilizzo nell'alimentazione degli animali, svolta dal prof. Valerio Giaccone, Professore Ordinario di Ispezione e Controllo dei Prodotti alimentari di Origine animale. Dipartimento di Medicina animale, Produzioni e Salute Università degli Studi di Padova. Relatore: Mario Zaccaria, Medico Veterinario, libero professionista Dibattito e conclusioni Pagina 10

Programma degli incontri tecnici e scientifici 17ª Italpig - Rassegna Suinicola di Cremona

Programma degli incontri tecnici e scientifici 17ª Italpig - Rassegna Suinicola di Cremona Programma degli incontri tecnici e scientifici 17ª Italpig - Rassegna Suinicola di Cremona Agg. 21 ottobre 2013 Perché abbiamo studiato un programma così ricco e vario Il grande valore aggiunto della Fiera

Dettagli

QUOTE LATTE ADDIO: QUALE FUTURO PER IL SETTORE BOVINO? Real Orto botanico, Napoli 13 maggio 2015

QUOTE LATTE ADDIO: QUALE FUTURO PER IL SETTORE BOVINO? Real Orto botanico, Napoli 13 maggio 2015 Università degli studi di Napoli Federico II Dipartimento di Medicina Veterinaria e Produzioni Animali QUOTE LATTE ADDIO: QUALE FUTURO PER IL SETTORE BOVINO? Real Orto botanico, Napoli 13 maggio 2015 "I

Dettagli

GLI SCENARI EUROPEI PER IL DOPO QUOTE LATTE. Paolo Sckokai Università Cattolica, Piacenza

GLI SCENARI EUROPEI PER IL DOPO QUOTE LATTE. Paolo Sckokai Università Cattolica, Piacenza GLI SCENARI EUROPEI PER IL DOPO QUOTE LATTE Paolo Sckokai Università Cattolica, Piacenza Schema della relazione 1) Lo studio della Commissione Europea sul settore lattiero-caseario post-2015 2) Gli scenari

Dettagli

SICUREZZA E QUALITA ALIMENTARE: LA CERTIFICAZIONE A TUTELA DEL CONSUMATORE

SICUREZZA E QUALITA ALIMENTARE: LA CERTIFICAZIONE A TUTELA DEL CONSUMATORE Tesi congressuale 2 SICUREZZA E QUALITA ALIMENTARE: LA CERTIFICAZIONE A TUTELA DEL CONSUMATORE Ufficio di Coordinamento - Consigliere Nazionale Coordinatore: Dott. Agr. Cosimo Damiano CORETTI - Presidente

Dettagli

Agg. 11 settembre 2013. Libera Associazione Agricoltori Cremonesi Medicina Pubblica)

Agg. 11 settembre 2013. Libera Associazione Agricoltori Cremonesi Medicina Pubblica) Programma degli incontri tecnici e scientifici 68ª Fiera Internazionale del Bovino da Latte 17ª Italpig - Rassegna Suinicola di Cremona 3ª ExpoCasearia Agg. 11 settembre 2013 Perché abbiamo studiato un

Dettagli

MISSIONE IMPRESA. capaci di farsi grandi CORSI DI FORMAZIONE PER GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI REALIZZATI DA: FINANZIATI

MISSIONE IMPRESA. capaci di farsi grandi CORSI DI FORMAZIONE PER GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI REALIZZATI DA: FINANZIATI MISSIONE IMPRESA capaci di farsi grandi CORSI DI FORMAZIONE PER GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI REALIZZATI DA: FINANZIATI con le risorse del fondo per lo sviluppo dell imprenditoria giovanile in agricoltura

Dettagli

Indice. Il mercato internazionale dei cereali: tendenze e prospettive per l Italia. Premessa 14/10/2010

Indice. Il mercato internazionale dei cereali: tendenze e prospettive per l Italia. Premessa 14/10/2010 Il mercato internazionale dei cereali: tendenze e prospettive per l Italia Grano Italia, Bologna 30 settembre - 1 ottobre 2010 Aula Magna della Facoltà di Agraria Prof. Gabriele Canali SMEA, Alta Scuola

Dettagli

La nuova Politica Agricola Comune (PAC)

La nuova Politica Agricola Comune (PAC) Argomenti trattati La nuova Politica Agricola Comune (PAC) Il percorso per giungere alla nuova PAC I principali elementi della discussione in atto Lo Sviluppo Rurale nella nuova PAC Spunti di riflessione

Dettagli

Progetto STABULUM e le filiere corte agroenergetiche nello sviluppo rurale 2014-2020

Progetto STABULUM e le filiere corte agroenergetiche nello sviluppo rurale 2014-2020 Progetto STABULUM e le filiere corte agroenergetiche nello sviluppo rurale 2014-2020 Obiettivi della Misura 124 (1) La Misura ha sostenuto progetti di cooperazione per lo sviluppo e la sperimentazione

Dettagli

PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE. www.istvap.it

PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE. www.istvap.it PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE www.istvap.it 1 ISTVAP ha quattro anni di vita ISTVAP sta per compiere quattro anni di vita. Anni di attività che hanno portato alla scoperta dell importanza del concetto di

Dettagli

Expo, il contributo del Crea alla Carta di Milano

Expo, il contributo del Crea alla Carta di Milano Expo, il contributo del Crea alla Carta di Milano E' tempo di bilancio per l'esposizione universale. Nei sei mesi della kermesse milanese tanti eventi e attività organizzati dall'ente per la ricerca agroalimentare

Dettagli

IL CIRCUITO DIRETTO DELL AGROALIMENTARE SICILIANO

IL CIRCUITO DIRETTO DELL AGROALIMENTARE SICILIANO CORERAS IL CIRCUITO DIRETTO DELL AGROALIMENTARE SICILIANO La Sicilia sulle tavole italiane Legge Regionale N 25 del 2011, Art. 10 VETRINE PROMOZIONALI E PUNTI MERCATALI Allarghiamo gli orizzonti, accorciamo

Dettagli

Nuove tecnologie per il made in italy

Nuove tecnologie per il made in italy ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER LE NUOVE TECNOLOGIE PER IL MADE IN ITALY LA FILIERA AGROALIMENTARE: RISORSA PER LO SVILUPPO DELLA LOMBARDIA ITS ISTITUTO TECNICO SUPERIORE CORSO PER TECNICI SUPERIORI PER

Dettagli

SICUREZZA E QUALITA ALIMENTARE: LA CERTIFICAZIONE A TUTELA DEL CONSUMATORE

SICUREZZA E QUALITA ALIMENTARE: LA CERTIFICAZIONE A TUTELA DEL CONSUMATORE TESI CONGRESSUALE 2 SICUREZZA E QUALITA ALIMENTARE: LA CERTIFICAZIONE A TUTELA DEL CONSUMATORE Commissione - Consigliere Nazionale Coordinatore: Dr. Agr. Cosimo Damiano CORETTI - Presidente Federazione

Dettagli

Bologna, 26 Novembre 2009 Aula Magna Facoltà di Agraria OSSERVATORIO SULL INNOVAZIONE NELLE IMPRESE AGRICOLE 3 RAPPORTO

Bologna, 26 Novembre 2009 Aula Magna Facoltà di Agraria OSSERVATORIO SULL INNOVAZIONE NELLE IMPRESE AGRICOLE 3 RAPPORTO Bologna, 26 Novembre 2009 Aula Magna Facoltà di Agraria OSSERVATORIO SULL INNOVAZIONE NELLE IMPRESE AGRICOLE 2009 3 RAPPORTO OGGETTO E SOGGETTO DELL OSSERVATORIO OGGETTO Ciò che è nuovo per l azienda che,

Dettagli

Fondazione per la valorizzazione dei prodotti agroalimentari di qualità

Fondazione per la valorizzazione dei prodotti agroalimentari di qualità Fondazione per la valorizzazione dei prodotti agroalimentari di qualità Fondazione Qualivita - Piazza Matteotti, 30-53100 Siena, Italy - Tel +39 0577 202545 - Fax +39 0577 202562 e-mail info@qualivita.it

Dettagli

Siviglia, 18-20 settembre, 2013. Gian Luca Bagnara PROSPETTIVE PER I FORAGGI ESSICCATI IN ITALIA

Siviglia, 18-20 settembre, 2013. Gian Luca Bagnara PROSPETTIVE PER I FORAGGI ESSICCATI IN ITALIA Siviglia, 18-20 settembre, 2013 Gian Luca Bagnara PROSPETTIVE PER I FORAGGI ESSICCATI IN ITALIA Il mercato Le criticità Le prospettive internazionali Le strategie PROSPETTIVE DELLA PRODUZIONE ITALIANA

Dettagli

5.3.1.1.1 Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione

5.3.1.1.1 Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione 5.3.1.1.1 Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione Riferimenti normativi Codice di Misura Articoli 20 (a) (i) e 21 del Reg. (CE) N 1698/2005. Punto 5.3.1.1.1. dell allegato II

Dettagli

CIB- CONSORZIO ITALIANO BIOGAS E GASSIFICAZIONE. www.consorziobiogas.it

CIB- CONSORZIO ITALIANO BIOGAS E GASSIFICAZIONE. www.consorziobiogas.it CIB- CONSORZIO ITALIANO BIOGAS E GASSIFICAZIONE CIB - Consorzio Italiano Biogas e Gassificazione costituitosi a marzo del 2009, ha copertura nazionale ed è il punto di riferimento Italiano del settore

Dettagli

PSR 2014-2020 Ruolo, organizzazione e obiettivi dell agroalimentare pugliese SEMINARIO

PSR 2014-2020 Ruolo, organizzazione e obiettivi dell agroalimentare pugliese SEMINARIO Accademia dei Georgofili Sezione Sud Est SEMINARIO PSR 2014-2020 Ruolo, organizzazione e obiettivi dell agroalimentare pugliese Venerdì 29 gennaio 2016 - ore 14,30 Hotel Hilton Garden Inn Lecce, Via Cosimo

Dettagli

LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA

LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA vision guide line 6 LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA QUANDO SI PARLA DI UN MERCATO COMPLESSO COME QUELLO DELL EDILIZIA E SI DEVE SCEGLIERE UN PARTNER CON CUI CONDIVIDERE L ATTIVITÀ SUL MERCATO, È MOLTO

Dettagli

Fondazione dei Dottori Commercialisti di Milano

Fondazione dei Dottori Commercialisti di Milano Fondazione dei Dottori Commercialisti di Milano Rassegna Stampa 1 Convegno Garanzie e Tutele Sociali Piccole e medie imprese Sviluppo, finanziamento e governance etica di mercato e garanzie sociali 12

Dettagli

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE Classe 78/S - Scienze e Tecnologie agroalimentari Coordinatore: prof. Marco Gobbetti Tel. 0805442949; e-mail: gobbetti@ateneo.uniba.it

Dettagli

UN FUTURO DA COLTIVARE PER LE AREE METROPOLITANE

UN FUTURO DA COLTIVARE PER LE AREE METROPOLITANE ROMA UN FUTURO DA COLTIVARE PER LE AREE METROPOLITANE Relatore: Claudio Destro - Presidente Confagricoltura di Roma I nuovi orizzonti dell agricoltura multifunzionale di Roma Milano, 6 settembre 2015 Evoluzioni

Dettagli

La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole chiave:

La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole chiave: 2 3 scheda SEZIONE C: SCHEDA La strategia di sviluppo rurale del Friuli Venezia Giulia 2014-2020 in breve La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole

Dettagli

Newsletter n.2. La politica di sviluppo rurale e la filiera corta

Newsletter n.2. La politica di sviluppo rurale e la filiera corta Newsletter n.2 La politica di sviluppo rurale e la filiera corta Presentazione In questa seconda newsletter che accompagna il percorso formativo della nostra Comunità montana sulle opportunità offerte

Dettagli

Quello che vogliamo esportare è ciò che siamo da sempre, ciò che vogliamo continuare ad essere.

Quello che vogliamo esportare è ciò che siamo da sempre, ciò che vogliamo continuare ad essere. Quello che vogliamo esportare è ciò che siamo da sempre, ciò che vogliamo continuare ad essere. L idea Il Consorzio Il Made in Italy, conosciuto ovunque nel mondo, ha nei PRODOTTI AGROALIMENTARI una delle

Dettagli

Il sistema di consulenza aziendale e il nuovo PSR

Il sistema di consulenza aziendale e il nuovo PSR Il sistema di consulenza aziendale e il nuovo PSR Bari, 24 ottobre 2006 Massimiliano Schiralli Premessa Dalla riforma di medio termine della PAC al regolamento per lo sviluppo rurale approvato il 20 settembre

Dettagli

Quale futuro per i servizi di consulenza a supporto delle aziende agricole

Quale futuro per i servizi di consulenza a supporto delle aziende agricole Quale futuro per i servizi di consulenza a supporto delle aziende agricole Consiglio dell'ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali Alberto Giuliani Coordinatore dipartimento Sviluppo Rurale

Dettagli

Risultati della Ricerca

Risultati della Ricerca Titolo Linee guida per la trasformazione casearia su piccola scala Risultati della Ricerca Descrizione estesa del risultato Il documento è stato redatto come frutto della ricerca sviluppata dalla UO CRA-FLC

Dettagli

Cosa può fare FederlegnoArredo PER LA MIA AZIENDA?

Cosa può fare FederlegnoArredo PER LA MIA AZIENDA? Cosa può fare FederlegnoArredo PER LA MIA AZIENDA? 1 CONOSCERE IL MERCATO ITALIA L Italia ha più opportunità di quello che sembra NOI LE INTERCETTIAMO IN ANTICIPO Conoscere il comparto in cui si opera.

Dettagli

Agricoltori si nasce o si diventa? Valentina Cattivelli Ricercatrice indipendente e docente a contratto Politecnico di Milano

Agricoltori si nasce o si diventa? Valentina Cattivelli Ricercatrice indipendente e docente a contratto Politecnico di Milano Agricoltori si nasce o si diventa? Valentina Cattivelli Ricercatrice indipendente e docente a contratto Politecnico di Milano Indice Le motivazioni del futuro imprenditore agricolo Le difficoltà Opportunità

Dettagli

OSSERVATORIO COOPERAZIONE AGRICOLA ITALIANA

OSSERVATORIO COOPERAZIONE AGRICOLA ITALIANA OSSERVATORIO COOPERAZIONE AGRICOLA ITALIANA 2015 Cooperazione agroalimentare La cooperativa è un associazione autonoma di persone unite volontariamente per soddisfare le loro aspirazioni e bisogni economici,

Dettagli

FARRO DELLA GARFAGNANA

FARRO DELLA GARFAGNANA FARRO DELLA GARFAGNANA Progetto Integrato di Filiera: Regione Toscana Decreto Dirigenziale n. 2359 del 26/05/2015 s.m.i. La Cooperativa Agricola Garfagnana Alta Valle del Serchio si propone come promotore

Dettagli

Il Responsabile della Qualità e della Sicurezza alimentare nella filiera agro-alimentare

Il Responsabile della Qualità e della Sicurezza alimentare nella filiera agro-alimentare Job Area: I master di Alta Specializzazione Il Responsabile della Qualità e della Sicurezza alimentare nella filiera agro-alimentare IL MASTER TI PREPARA A RIVESTIRE IL RUOLO DI ESPERTO NELLA PROGETTAZIONE,

Dettagli

ITS FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE. Nuovi saperi per l Agroalimentare CORSO 2012-2014. www.itsparma.it

ITS FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE. Nuovi saperi per l Agroalimentare CORSO 2012-2014. www.itsparma.it ITS CORSO 2012-2014 TECNICO RESPONSABILE DELLE PRODUZIONI E DELLE TRASFORMAZIONI AGRARIE, AGRO-ALIMENTARI E AGRO-INDUSTRIALI www.itsparma.it TECNICI DI ALTO PROFILO PER IL SETTORE AGROALIMENTARE il nuovo

Dettagli

Servizi per il turismo e la cultura

Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Il meglio dell Italia cresce ogni giorno insieme a noi. Marketing del territorio Siamo un network di professionisti che integrano

Dettagli

L esperienza di CNA Bologna

L esperienza di CNA Bologna L esperienza di CNA Bologna Reti e aggregazioni di impresa: scelta strategica per competere sui mercati domestici e globali A cura di Stefania Gamberini Responsabile Area Consulenza CNA Bologna e Politiche

Dettagli

La normativa di riferimento

La normativa di riferimento 1 La normativa di riferimento Reg. (UE) n. 261/2012 del Parlamento Europeo e del Consiglio che modifica il Reg.(CE) n.1234/2007 in materia di rapporti contrattuali nel settore del latte e dei prodotti

Dettagli

PSR 2007-2013 2013 MISURA 124 UN NUOVO MODELLO DI IMPRESA MULTIPROCESSUALE L ESPERIENZA DELLA COOP SAN LORENZO SEMINARIO FINALE DEL PROGETTO AGRIMULTITASKING PSR 2007-2013 2013 Misura 124 GONZAGA - 10

Dettagli

workshop Creare valore al di là del profitto

workshop Creare valore al di là del profitto workshop Creare valore al di là del profitto RASSEGNA STAMPA 29 30 settembre 2014 TESTATA: SOLE24ORE.COM DATA: 29 SETTEMBRE 2014 I Cavalieri del lavoro premiano l innovazione 29 settembre 2014 Luigi Roth

Dettagli

NEWSLETTER n. 39/2013

NEWSLETTER n. 39/2013 Ufficio Stampa - Tel. 049/8293770 - Fax 049/8293754 - Cell. 348/2407427 Viale dell'università n. 14-35020 Legnaro (PD) - Id Skype: venetoagri - www.venetoagricoltura.org ufficio.stampa@venetoagricoltura.org

Dettagli

Risultati della Ricerca

Risultati della Ricerca Risultati della Ricerca Titolo Linee guida per il trasporto e la vendita di prodotti alimentari deperibili a basso impatto ambientale Descrizione estesa del risultato La progettazione, realizzazione e

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA - F O R M A T O E U R O P E O P E R I L

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA - F O R M A T O E U R O P E O P E R I L - F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Cognome/Nome MAURIZIO CECI E-mail maurizio@ceci.it Nazionalità Italiana Data e luogo di nascita MEDESANO, 3

Dettagli

PROVINCIA DI MILANO Sportello Itinerante Agroambientale Rozzano, 4 Aprile 2008. Prof. Alberto Pirani Dott.ssa Martina Licitra Pedol

PROVINCIA DI MILANO Sportello Itinerante Agroambientale Rozzano, 4 Aprile 2008. Prof. Alberto Pirani Dott.ssa Martina Licitra Pedol PROVINCIA DI MILANO Sportello Itinerante Agroambientale Rozzano, 4 Aprile 2008 Prof. Alberto Pirani Dott.ssa Martina Licitra Pedol Dipartimento di Economia e Politica Agraria, Agroalimentare e Ambientale

Dettagli

Corso di formazione COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE ALIMENTARE per IMPRENDITORI AGRICOLI OPERATORI FATTORIA DIDATTICA PREMESSA

Corso di formazione COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE ALIMENTARE per IMPRENDITORI AGRICOLI OPERATORI FATTORIA DIDATTICA PREMESSA Via Montesanto, 15/6 34170 Gorizia Centralino 0481-3861 E-mail ersa@ersa.fvg.it Codice fiscale e partita IVA 00485650311 Servizio divulgazione, assistenza Corso di formazione COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE

Dettagli

UNIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA REPUBBLICA ITALIANA

UNIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA REPUBBLICA ITALIANA UNIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA REPUBBLICA ITALIANA Regione Puglia FEASR 2007 -- 2013 Programma di Sviluppo Rurale 22 00 00 77 -- 22 00 11 33 M aa rr zz oo 22 00 11 00 MISURA 114 1. Titolo della Misura Utilizzo

Dettagli

Agg. 25 ottobre 2013. Libera Associazione Agricoltori Cremonesi Medicina Pubblica)

Agg. 25 ottobre 2013. Libera Associazione Agricoltori Cremonesi Medicina Pubblica) Programma degli incontri tecnici e scientifici 68ª Fiera Internazionale del Bovino da Latte 17ª Italpig - Rassegna Suinicola di Cremona 3ª ExpoCasearia Agg. Perché abbiamo studiato un programma così ricco

Dettagli

COMITATO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA

COMITATO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA COMITATO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA ASSOCIAZIONI CHE PARTECIPANO ALLA GESTIONE IN RETE DEL PROGETTO. UISP Comitato regionale ER (capofila) Arci Comitato regionale Emilia Romagna CSI Comitato regionale Emilia

Dettagli

NATOURISM CAMPUS LABORATORIO DI IDEE PER L IMPRESA E IL TURISMO

NATOURISM CAMPUS LABORATORIO DI IDEE PER L IMPRESA E IL TURISMO NATOURISM CAMPUS LABORATORIO DI IDEE PER L IMPRESA E IL TURISMO TRENTO 2015/2016 CHI SIAMO E COSA FACCIAMO Natourism, incubatore di imprese del turismo e ambiente nato in provincia di Trento nell ambito

Dettagli

Impegnati. per un Agrico tura più forte e di qualità

Impegnati. per un Agrico tura più forte e di qualità Impegnati per un Agrico tura più forte e di qualità presentazione L agricoltura ha costituito per oltre un secolo l ossatura economica e sociale dell Italia unita. La sua evoluzione, coerentemente con

Dettagli

La politica di sviluppo rurale e il PSR 2007-2013 della Lombardia

La politica di sviluppo rurale e il PSR 2007-2013 della Lombardia La politica di sviluppo rurale e il PSR 2007-2013 della Lombardia Roberto Pretolani Dipartimento di Economia e Politica Agraria, Agro-alimentare e Ambientale Università degli Studi di Milano La politica

Dettagli

P.O. Marittimo Italia Francia Bambini e Prodotti di Eccellenza. Genova 19 novembre 2010

P.O. Marittimo Italia Francia Bambini e Prodotti di Eccellenza. Genova 19 novembre 2010 P.O. Marittimo Italia Francia Bambini e Prodotti di Eccellenza Grazia Manca U.O.Informazione Comunitaria Dipartimento della Multifunzionalità dell Azienda Agricola e delle Filiere Agroalimentari per lo

Dettagli

Dalla Pianificazione Energetica all attuazione degli interventi: il punto di vista delle PA e delle Imprese

Dalla Pianificazione Energetica all attuazione degli interventi: il punto di vista delle PA e delle Imprese Dalla Pianificazione Energetica all attuazione degli interventi: il punto di vista delle PA e delle Imprese Maria Paola Corona Presidente di Sardegna Ricerche Sardegna Ricerche: dove la ricerca diventa

Dettagli

Nuove tecnologie per il Made in Italy

Nuove tecnologie per il Made in Italy ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER LE NUOVE TECNOLOGIE PER IL MADE IN ITALY LA FILIERA AGROALIMENTARE: RISORSA PER LO SVILUPPO DELLA LOMBARDIA ITS ISTITUTO TECNICO SUPERIORE CORSO PER TECNICI SUPERIORI PER

Dettagli

PSR 2014-2020: le prospettive provinciali Incontro con il partenariato

PSR 2014-2020: le prospettive provinciali Incontro con il partenariato PSR 2014-2020: le prospettive provinciali Incontro con il partenariato Costruiamo la strategia: dall analisi di contesto ai fabbisogni Luca Cesaro INEA Trentino Alto Adige Trento, 6 marzo 2014 Fasi di

Dettagli

Nuova compagine sociale Infarma:

Nuova compagine sociale Infarma: Nuova compagine sociale Infarma: progetti scopo strategia Relatore: Dr. Danilo Del Coco Amministratore Unico Pharmaservice Srl Una breve presentazione di Pharmaservice Srl Pharmaservice, nasce a Lecce

Dettagli

Proposta di modifiche al PSR conseguenti all Health Check e all European Recovery Plan

Proposta di modifiche al PSR conseguenti all Health Check e all European Recovery Plan Programma di Sviluppo Rurale 2007 2013 Proposta di modifiche al PSR conseguenti all Health Check e all European Recovery Plan Informativa dell Autorità Ambientale regionale alle autorità con competenze

Dettagli

Tavola rotonda. 3. Governance e strumenti del Piano innovazione e ricerca. Dr. Francesco Bongiovanni. Roma 10 luglio 2014

Tavola rotonda. 3. Governance e strumenti del Piano innovazione e ricerca. Dr. Francesco Bongiovanni. Roma 10 luglio 2014 Tavola rotonda 3. Governance e strumenti del Piano innovazione e ricerca Roma 10 luglio 2014 Dr. Francesco Bongiovanni Cosa intendiamo con il termine governance? L insieme di azioni che consentono la realizzazione

Dettagli

- Incontro tra il Ministro Corrado Passera e le Associazioni dei Giovani Imprenditori - PROPOSTA Associazione Giovani Imprenditori Agricoli

- Incontro tra il Ministro Corrado Passera e le Associazioni dei Giovani Imprenditori - PROPOSTA Associazione Giovani Imprenditori Agricoli - Incontro tra il Ministro Corrado Passera e le Associazioni dei Giovani Imprenditori - PROPOSTA Associazione Giovani Imprenditori Agricoli Roma 04 Dicembre 2012 1 Signor Ministro Passera, a nome mio e

Dettagli

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE STRATEGIE DI MARKETING E COMUNICAZIONE PER LA PROMOZIONE DEL TERRITORIO E DELLE PRODUZIONI AGROALIMENTARI TIPICHE

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE STRATEGIE DI MARKETING E COMUNICAZIONE PER LA PROMOZIONE DEL TERRITORIO E DELLE PRODUZIONI AGROALIMENTARI TIPICHE CORSO DI SPECIALIZZAZIONE STRATEGIE DI MARKETING E COMUNICAZIONE PER LA PROMOZIONE DEL TERRITORIO E DELLE PRODUZIONI AGROALIMENTARI TIPICHE PROGETTO. Promuovere uno sviluppo economico basato sul territorio

Dettagli

PARTNER PER IL FUTURO

PARTNER PER IL FUTURO CHI SIAMO Dal 1995 forniamo servizi di consulenza strategica, con l obiettivo di accompagnare le aziende nel proprio percorso di crescita, attraverso modelli di project financing. Offriamo competenza e

Dettagli

Andrea Quintiliani L impresa di assicurazione

Andrea Quintiliani L impresa di assicurazione A13 Andrea Quintiliani L impresa di assicurazione Profili di rischio e di solvibilità Prefazione di Antonio Minguzzi Copyright MMXIII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it

Dettagli

Forum Economico Italo-Romeno

Forum Economico Italo-Romeno ICEPS Istituto per la Cooperazione Economica Internazionale e i Problemi dello Sviluppo Con il patrocinio (in richiesta) del Ministero dello Sviluppo Economico Italiano e del Ministero delle Politiche

Dettagli

UN SERVIZIO A MISURA D IMPRESA

UN SERVIZIO A MISURA D IMPRESA UN SERVIZIO A MISURA D IMPRESA Nasce Trentino International, lo Sportello integrato per l internazionalizzazione. Uno strumento pensato per le aziende trentine che vogliono aprirsi ai mercati esteri con

Dettagli

L agro-alimentare italiano e la sfida dell internazionalizzazione

L agro-alimentare italiano e la sfida dell internazionalizzazione Dies Academicus 2014-2015 in occasione del trentennale della sede di Cremona e della SMEA Lectio L agro-alimentare italiano e la sfida dell internazionalizzazione Prof. SMEA, Alta scuola in economia agro-alimentare

Dettagli

CNA Romagna Estero: con CNA le piccole imprese nel mercato globale 15 gennaio 2014

CNA Romagna Estero: con CNA le piccole imprese nel mercato globale 15 gennaio 2014 RASSEGNA STAMPA CNA Romagna Estero: con CNA le piccole imprese nel mercato globale 15 gennaio 2014 A cura dell Ufficio Comunicazione di CNA Forlì-Cesena COMUNICATO STAMPA Con CNA le piccole imprese nel

Dettagli

Risultati della Ricerca

Risultati della Ricerca Risultati della Ricerca Titolo Negozio mobile con banchi di vendita refrigerati da energia rinnovabile Descrizione estesa del risultato Sicurezza e qualità alimentare sono i concetti che hanno suggerito

Dettagli

Consorzio Distretto Agroenergetico Lombardo. Il Distretto come capofila di una svolta energetica

Consorzio Distretto Agroenergetico Lombardo. Il Distretto come capofila di una svolta energetica Consorzio Distretto Agroenergetico Lombardo Il Distretto come capofila di una svolta energetica Scopo del Consorzio di Distretto Agroenergetico Lombardo Coordinare, promuovere e perseguire la politica

Dettagli

Distretto Rurale. Franciacorta, Sebino e Valle Trompia GAL GÖLEM

Distretto Rurale. Franciacorta, Sebino e Valle Trompia GAL GÖLEM Distretto Rurale Franciacorta, Sebino e Valle Trompia GAL GÖLEM Introduzione I principali riferimenti normativi per l individuazione, l istituzione e la disciplina dei distretti agricoli sono: - A livello

Dettagli

Strumenti informatici per l'aggiornamento e la formazione a distanza degli operatori del settore

Strumenti informatici per l'aggiornamento e la formazione a distanza degli operatori del settore SEMINARIO Modena 13 dicembre 2012 Ricerca e innovazione per la suinicoltura soluzioni pratiche per l'adeguamento degli allevamenti alle norme in materia di benessere Strumenti informatici per l'aggiornamento

Dettagli

RETI D IMPRESA. Un alternativa a società e consorzi per integrare e valorizzare in modo innovativo la propria individualità e le proprie competenze

RETI D IMPRESA. Un alternativa a società e consorzi per integrare e valorizzare in modo innovativo la propria individualità e le proprie competenze 110 BUSINESS & IMPRESE Maurizio Bottaro Maurizio Bottaro è family business consultant di Weissman Italia RETI D IMPRESA Un alternativa a società e consorzi per integrare e valorizzare in modo innovativo

Dettagli

PRODOTTI DOP E IGP: PRESENTE, FUTURO, FATTORE DI COMPETITIVITA

PRODOTTI DOP E IGP: PRESENTE, FUTURO, FATTORE DI COMPETITIVITA Accademia dei Georgofili Firenze, 2 dicembre 2014 PRODOTTI DOP E IGP: PRESENTE, FUTURO, FATTORE DI COMPETITIVITA PAOLO DE CASTRO Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale del Parlamento Europeo LA CRESCITA

Dettagli

METODOLOGIA DIDATTICA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO OBIETTIVI FORMATIVI PERCORSO FORMATIVO DESTINATARI

METODOLOGIA DIDATTICA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO OBIETTIVI FORMATIVI PERCORSO FORMATIVO DESTINATARI OPEN YOUR MIND 2.0 Programma di formazione per lo sviluppo delle capacità manageriali e della competitività aziendale delle Piccole e Medie Imprese della Regione Autonoma della Sardegna PRESENTAZIONE DEL

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

PROGETTO Impari S. Impari S. Repubblica Italiana

PROGETTO Impari S. Impari S. Repubblica Italiana PROGETTO Interventi di informazione, formazione e azioni di sistema per le aree GAL della Sardegna PROGETTO Interventi di informazione, formazione e azioni di sistema per le aree GAL della Sardegna Lo

Dettagli

agriregionieuropa CORSA ALLA TERRA ANCHE IN LOMBARDIA? Marcellina Bertolinelli*, Marco Fabbri**, Luca Masotto*, Alberto Pirani**

agriregionieuropa CORSA ALLA TERRA ANCHE IN LOMBARDIA? Marcellina Bertolinelli*, Marco Fabbri**, Luca Masotto*, Alberto Pirani** CORSA ALLA TERRA ANCHE IN LOMBARDIA? Marcellina Bertolinelli*, Marco Fabbri**, Luca Masotto*, Alberto Pirani** *Università degli Studi di Milano **dottori agronomi, Brescia - Milano Convegno: Corsa alla

Dettagli

8.2.2 Codice e titolo della misura Mis. 2 - Servizi di consulenza, di sostituzione e di assistenza alla gestione delle aziende agricole (art 15)

8.2.2 Codice e titolo della misura Mis. 2 - Servizi di consulenza, di sostituzione e di assistenza alla gestione delle aziende agricole (art 15) 8.2 DESCRIZIONE DELLA MISURA 8.2.2 Codice e titolo della misura Mis. 2 - Servizi di consulenza, di sostituzione e di assistenza alla gestione delle aziende agricole (art 15) 8.2.2.1 Base Giuridica Art.

Dettagli

COLTIVANDO LA CRESCITA

COLTIVANDO LA CRESCITA COLTIVANDO LA CRESCITA Agroindustria e agricoltura: imprese, dimensione, export I punti di forza Dall agricoltore all imprenditore agricolo Le criticità L agenda per il futuro Daniele Marini Università

Dettagli

VERBALE DI RIUNIONE PRESENTI:

VERBALE DI RIUNIONE PRESENTI: VERBALE DI RIUNIONE DATA 07/03/2012 LUOGO MEDA RIUNIONE : CONSIGLIO DI SEZIONE PRESENTI: Berto Filippo Vigano Silvana Cantu Sergio Morandi Renato Vigano Alessandro Colombo Maria Pia Bassetto Moris Pelegatta

Dettagli

PROGETTO Impari S. Impari S. Repubblica Italiana

PROGETTO Impari S. Impari S. Repubblica Italiana PROGETTO Interventi di informazione, formazione e azioni di sistema per le aree GAL della Sardegna PROGETTO Interventi di informazione, formazione e azioni di sistema per le aree GAL della Sardegna Lo

Dettagli

Postgraduate MASTER DI I LIVELLO MANAGEMENT DEI SERVIZI E DELLE POLITICHE PER IL LAVORO FAI DEL LAVORO LA TUA PROFESSIONE

Postgraduate MASTER DI I LIVELLO MANAGEMENT DEI SERVIZI E DELLE POLITICHE PER IL LAVORO FAI DEL LAVORO LA TUA PROFESSIONE Postgraduate MASTER DI I LIVELLO MANAGEMENT DEI SERVIZI E DELLE POLITICHE PER IL LAVORO FAI DEL LAVORO LA TUA PROFESSIONE SPONSOR E PATROCINI In collaborazione con: Con il patrocinio di: COMITATO SCIENTIFICO

Dettagli

OBIETTIVI DEL MASTER

OBIETTIVI DEL MASTER L Italia è una delle 5 maggiori destinazioni al mondo per turismo culturale e ambientale. 2 turisti stranieri su 3 considerano la cultura e il cibo come principale motivazione di un viaggio in Italia e

Dettagli

INDICE PRESENTAZIONE...9 INTRODUZIONE...11 SIGLE E ABBREVIAZIONI...13 NOTA DI SINTESI...17

INDICE PRESENTAZIONE...9 INTRODUZIONE...11 SIGLE E ABBREVIAZIONI...13 NOTA DI SINTESI...17 PRESENTAZIONE...9 INTRODUZIONE...11 SIGLE E ABBREVIAZIONI...13 NOTA DI SINTESI...17 IL QUADRO DELL AGROALIMENTARE VENETO 1. L EVOLUZIONE DEL SISTEMA AGROALIMENTARE DEL VENETO (Davide Bortolozzo, Andrea

Dettagli

5.3.1.1.4 Utilizzo di servizi di consulenza

5.3.1.1.4 Utilizzo di servizi di consulenza 5.3.1.1.4 Utilizzo di servizi di Riferimenti normativi Codice di Misura Articoli 20 (a) (iv) e 24 del Reg. (CE) N 1698/2005 Articolo 15 e punto 5.3.1.1.4. dell Allegato II del Reg. (CE) 1974/06 1.1.4.

Dettagli

I prezzi dei cereali in Italia

I prezzi dei cereali in Italia Workshop Prezzi agricoli ed emergenza alimentare: cause, effetti, implicazioni per le politiche I prezzi dei cereali in Italia Roma, 8 luglio 2008 Angelo Frascarelli Università degli Studi di Perugia angelof@unipg.it

Dettagli

Alimentazione naturale

Alimentazione naturale B Alimentazione naturale Secondo i dati dell ISMEA (Osservatorio del mercato dei prodotti biologici), in un anno di crisi come il 2010 i consumi di prodotti ortofrutticoli biologici hanno avuto un andamento

Dettagli

Coopstartup FarmAbility

Coopstartup FarmAbility Coopstartup FarmAbility Bando per la selezione di idee di impresa cooperativa innovativa nell agroalimentare Art. 1 Contesto e obiettivi Coopstartup FarmAbility è un progetto sperimentale per favorire

Dettagli

Zola fa agricoltura Il Mondo contadino dal seminativo alla zootecnia

Zola fa agricoltura Il Mondo contadino dal seminativo alla zootecnia Zola fa agricoltura Il Mondo contadino dal seminativo alla zootecnia I sostegni alle imprese agricole per la competitività e la diversificazione dei redditi Zola Predosa 29 ottobre 2011 Zola fa agricoltura

Dettagli

L A FOR MAZIONE A PAR MA, DA L 1987

L A FOR MAZIONE A PAR MA, DA L 1987 CO M PA N Y P R O F I L E L A FOR MAZIONE A PAR MA, DA L 1987 2 3 CISITA PARMA. La formazione a Parma, dal 1987 Cisita I NUMERI DI CISITA PARMA AZIENDE CLIENTI - 1.061 ORE DI FORMAZIONE EROGATE - 38.132

Dettagli

POLITICHE E INCENTIVI PER LE RETI D IMPRESA. Confartigianato Imprese Pisa Pisa, 16 maggio 2012

POLITICHE E INCENTIVI PER LE RETI D IMPRESA. Confartigianato Imprese Pisa Pisa, 16 maggio 2012 Le Reti d Impresa POLITICHE E INCENTIVI PER LE RETI D IMPRESA Confartigianato Imprese Pisa Pisa, 16 maggio 2012 1 Introduzione L esigenza di fare rete riguarda tutte le imprese ma è ancora più importante

Dettagli

FIGURA PROFESSIONALE SBOCCHI OCCUPAZIONALI

FIGURA PROFESSIONALE SBOCCHI OCCUPAZIONALI L Italia è una delle 5 maggiori destinazioni al mondo per turismo culturale e ambientale. Vanta, inoltre, una varietà e una ricchezza di produzioni e tipicità enogastronomiche difficilmente riscontrabile

Dettagli

SETTORE LATTIERO CASEARIO

SETTORE LATTIERO CASEARIO SETTORE LATTIERO CASEARIO Post quote: importanza degli strumenti per il monitoraggio del mercato www.ismea.it www.ismeaservizi.it Cremona, 24 ottobre 2014 1 Crescita, IL MERCATO CHE SARÀ sviluppo, volatilità

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali COMUNICATO STAMPA CREDITO, CATANIA: NUOVI STRUMENTI PER L AGRICOLTURA ITALIANA Il nostro Paese sta attraversando una congiuntura difficile ed uno

Dettagli

CSR nelle istituzioni finanziarie:

CSR nelle istituzioni finanziarie: ATTIVITA DI RICERCA 2014 CSR nelle istituzioni finanziarie: strategia, sostenibilità e politiche aziendali PROPOSTA DI ADESIONE in collaborazione con 1 TEMI E MOTIVAZIONI La Responsabilità Sociale di Impresa

Dettagli

Agricoltura del futuro: quali biotecnologie usare per garantire a tutti il diritto al cibo?

Agricoltura del futuro: quali biotecnologie usare per garantire a tutti il diritto al cibo? Agricoltura del futuro: quali biotecnologie usare per garantire a tutti il diritto al cibo? SOSTENIBILITA Nel 'genome editing' la risposta alla sfida per l'agricoltura del futuro Roma, 24 set. (AdnKronos)

Dettagli

Agenda. Granarolo in breve. La storia, i valori. Company overview. Business overview. Financial overview

Agenda. Granarolo in breve. La storia, i valori. Company overview. Business overview. Financial overview Agenda Granarolo in breve La storia, i valori Company overview Business overview Financial overview 2 Il Gruppo in breve Fondato nel 1957, il Gruppo Granarolo oggi conta: 1.600 dipendenti, 7 stabilimenti

Dettagli

L essenziale è invisibile agli occhi Antoine de Saint Exupéry. Le idee più preziose sono i metodi Friedrich Nietzsche

L essenziale è invisibile agli occhi Antoine de Saint Exupéry. Le idee più preziose sono i metodi Friedrich Nietzsche L essenziale è invisibile agli occhi Antoine de Saint Exupéry Le idee più preziose sono i metodi Friedrich Nietzsche Chi getta semi al vento farà fiorire il cielo Ivan Tresoldi Chi cerca l infinito non

Dettagli

Marketing e Finanza. Strategie, marketing e innovazione finanziaria. CreaCasa e lo sviluppo del canale indiretto 4

Marketing e Finanza. Strategie, marketing e innovazione finanziaria. CreaCasa e lo sviluppo del canale indiretto 4 Marketing e Finanza Strategie, marketing e innovazione finanziaria Top Management CreaCasa e lo sviluppo del canale indiretto 4 Analisi e Strategie Lorenzo Montanari, CreaCasa L evoluzione della multicanalità

Dettagli

Legnano, 26 ottobre 2011

Legnano, 26 ottobre 2011 Legnano, 26 ottobre 2011 Euroimpresa Legnano nasce nel luglio del 1996 quale naturale evoluzione del Comitato di reindustrializzazione di Legnano, costituito su spinta della Provincia di Milano e del Comune

Dettagli