Programma degli incontri tecnici e scientifici 68ª Fiera Internazionale del Bovino da Latte

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Programma degli incontri tecnici e scientifici 68ª Fiera Internazionale del Bovino da Latte"

Transcript

1 Programma degli incontri tecnici e scientifici 68ª Fiera Internazionale del Bovino da Latte Agg. Perché abbiamo studiato un programma così ricco e vario Il grande valore aggiunto della Fiera Internazionale del Bovino da Latte, di ExpoCasearia e di Italpig, la Rassegna Suinicola di Cremona, sta nel fare incontrare tra loro le persone giuste per sviluppare business. Vogliamo aggregare le diverse professionalità che ruotano intorno all'allevamento e la trasformazione in modo tale da creare una community da cui nascano nuovi rapporti commerciali, collaborazioni, idee e soluzioni. Per farlo, oltre a un'esposizione che ospita i più qualificati marchi internazionali di attrezzature, tecnologia e servizi dedicati all'allevamento bovino, suino e alla trasformazione del latte, abbiamo studiato un programma di appuntamenti che attragga, per l'attualità e l'importanza dei temi trattati, le principali componenti della filiera: Allevatori Imprenditori agricoli Veterinari Tecnici Trasformatori agroalimentari Ricercatori Confronti diretti per andare al cuore dei temi più caldi del settore Oltre a convegni e seminari tecnico-scientifici, abbiamo studiato e introdotto anche l'innovativa formula dei workshop: faccia a faccia con gli specialisti più qualificati sui diversi temi che saranno sviluppati. Incontri in cui si vanno ad affrontare le questioni più urgenti del settore arrivando a soluzioni concrete che mettano gli operatori professionali in grado di migliorare il proprio lavoro e di aggiornarsi sui temi più caldi. Per questo saranno presenti le Associazioni e Istituzioni più rappresentative del settore, tra cui: AITA (Associazione Italiana Tecnologia Fedagri Alimentare) ISZ di Brescia AIVEMP (Associazione Italiana Veterinaria Libera Associazione Agricoltori Cremonesi Medicina Pubblica) Ministero delle Politiche Agricole ANAS (Associazione Nazionale Allevatori di Suini) Regione Emilia Romagna ARAL (Associazione Regionale Allevatori della Regione Lombardia Lombardia) SIVAR (Società Italiana Veterinari Animali da Assalzoo Reddito) Assosuini Unapros Confagricoltura Università di Parma Crefis Università di Napoli CRPA di Reggio Emilia Pagina 1

2 Perché tutto questo si svolge a Cremona Perché qua ci sono gli interlocutori giusti. Cremona si trova al centro del sistema agro-zootecnico più importante d'italia, dove si concentra l'allevamento bovino, suino, e l'industria alimentare. Dove le aziende agricole hanno una superficie doppia rispetto al resto d'italia, e dove gli investimenti in attrezzature e tecnologia sono alla base dell'attività imprenditoriale in agricoltura. CremonaFiere è riconosciuta in tutta Europa come il punto di riferimento del settore, e il numero dei visitatori dall'estero cresce ogni anno. Per questo la Fiera Internazionale del Bovino da Latte, ExpoCasearia e Italpig sono il posto giusto per sviluppare nuovo business. 24 ottobre 2013, ore 9,30 13,00 Sala Monteverdi Social Media Marketing per allevatori ed agricoltori Usare i social media per promuovere l impresa agricola ed entrare in contatto con altre imprese, clienti, fornitori e istituzioni Organizzazione: Regione Lombardia Direzione Generale Agricoltura Programma 10.00: Apertura Lavori - Massimo Ornaghi, Regione Lombardia Direzione Generale Agricoltura 10.10: Il Social Media Marketing: perché e come utilizzare Facebook, Twitter e Youtube, Andrea Albanese, Social Network & Web Marketing Process Advisor 10.40: I Social Media per entrare in contatto con alter imprese, clienti, fornitori ed istituzioni, Andrea Albanese 11.00: I social media e la professione del dottore agronomo, Luca Fontanini, dottore agronomo, consulente di comunicazione 11.20: Social media e Community: il caso degli allevatori di Razza Bruna - Enrico Santus, direttore ANARB, Responsabile digitale e Social Community Allevatori Razza Bruna 11.40: Associazione Allevatori: utilizzo degli strumenti on line e prospettive future social, Massimo Battaglia, Direttore ARAL Stefano Zuliani, Direttore APA Milano Facebook: come aprire e gestire un gruppo - Esercitazioni in tempo reale, guidata da Andrea Albanese Conclusioni 24 ottobre 2013 ore Area Forum Italpig Tavola Rotonda Export, la grande occasione della salumeria italiana. La qualità garantita è la precondizione necessaria per valorizzare al meglio l'intera filiera Organizzata da: Cremonafiere La qualità paga. Anche e soprattutto in tempi di crisi economica. La qualità va difesa e soprattutto garantita. Ma cos'è la qualità? Come va assicurata al consumatore? E come viene tutelata rispetto ai frequenti casi di contraffazione, soprattutto all'estero, che emergono periodicamente? Perché, se i nostri salumi sono universalmente riconosciuti come eccezionali, i produttori non sempre vedono riconosciuti i meriti di questa eccellenza? A queste e a molte altre domande i relatori invitati alla Tavola Rotonda cercheranno di dare risposte e fornire soprattutto spunti di riflessione adeguati su un tema a cui il mercato è particolarmente sensibile. Invitati: Pagina 2

3 Davide Calderone, Direttore Assica Sergio Capaldo, Presidente Consorzio La Granda Gruppo Eataly Gian Battista Mayer, Consigliere Assalzoo Alessandro Olper, Dipartimento Economia e Politica Agraria, Agroalimentare e Ambientale, Università di Milano Demetrio Conti, Comandante Carabinieri per la tutela della salute di Milano Rosario Trefiletti, Presidente Federconsumatori Luigi Zanotti, Presidente Assocom Moderatore: Anna Mossini, giornalista 24 ottobre 2013 Area Forum Italpig Forum Un anno di Art. 62 Organizzazione: Cremonafiere A un anno dall introduzione dell Art. 62 che disciplina le relazioni commerciali in materia di cessione di prodotti agricoli e agroalimentari occorre fare un bilancio e tentare di capire se la sua attuazione ha portato agli allevatori i benefici sperati. Intervento: Giampaolo Tosoni, Esperto fiscalista 24 ottobre 2013 Sala Monteverdi Seminario Qualyservices: temi strategici per uscire dalla crisi Organizzazione: AITA A fronte della crescita dell economia in alcune aree del mondo, i Paesi occidentali hanno tentato di rispondere attraverso una ricerca di qualità per valorizzare e distinguere produzioni e servizi all interno del mercato globale. In contemporanea, si è affermata l esigenza di comunicare, nelle relazioni sia B2B che B2C, la qualità distintiva della propria offerta, attraverso mezzi che ne consentissero il riconoscimento a livello nazionale e internazionale. In tale contesto, le certificazioni accreditate si sono affermate come strumenti a sostegno di tutti gli attori coinvolti lungo la catena di fornitura di un bene/servizio, per promuovere un ragionevole grado di fiducia nel mercato. Nel settore dei prodotti agroalimentari è emblematico il percorso con il quale la conformità ai requisiti dell accreditamento delle certificazioni ha assunto un valore sempre maggiore nel corso dell ultimo ventennio. Un numero crescente di organizzazioni, tra cui i grandi player industriali, ha colto il valore della certificazione come garanzia di business e ha contribuito a diffondere i concetti di qualità e sicurezza associate al marchio, anche nella percezione del consumatore. Programma Investire in qualità per battere la crisi Silvia Tramontin, Accredia, Roma La metrologia nel settore alimentare, aspetti etici, legali e qualitativi Giusepe Bitonti, Cermet, BO Cibo sicuro e sostenibile: la sfida del mercato globale Alice Stringa LRQA Italy Lloyd s Register Quality Assurance Italy (MI) La sostenibilità certificata Maria Chiara Ferrarese, CSQA, Thiene Etichettatura ambientale: i modi per certificarla e comunicarla al consumatore Monica Riva, Bureau Veritas Pagina 3

4 La gestione sostenibile della Supply Chain Marco Omodei Sale, DNV Business Italy, MB La responsabilità sociale (linea guida ISO e SR 10 IQNet) Alessandro Manzo, Certiquality, Mi 24 ottobre 2013 ore Sala Guarneri del Gesù Seminario Direttiva Nitrati, l attualità e il futuro: indicazioni e proposte dal progetto Equizoo Organizzazione: Provincia di Cremona Assessorato Agricoltura e Libera Associazione Agricoltori di Cremona Primi risultati e considerazioni sullo svolgimento del progetto Equizoo: tecnici e operatori si confronteranno per delineare lo stato dell arte emerso e le possibili soluzioni operative. Equizoo è una proposta progettuale di durata triennale mirante a dimostrare come, con il ricorso a tecnologie innovative di trattamento dei liquami zootecnici e a modalità di gestione interaziendale dell utilizzazione agronomica dei medesimi, sia possibile superare alcune delle difficoltà che la designazione di Zone Vulnerabili ha determinato in aree regionali di pianura a vocazione zootecnica. Relatori La sperimentazione in campo e le indicazioni tecnico-organizzative emerse dal progetto Equizoo Giuseppe Moscatelli, Crpa e Giuseppe Uberti, Libera Associazione Agricoltori Cremonesi Dissipare o recuperare l azoto dei liquami e digestati? Pierluigi Navarotto, Università degli studi di Milano, Responsabile scientifico del progetto Esperienze di valorizzazione delle frazioni solide dei liquami Paolo Mantovi, Crpa Indicazioni dal progetto Equizoo per una possibile revisione della Direttiva Nitrati Giuseppe Bonazzi, Crpa La zootecnia, l agronomia, l ambiente e la Direttiva Nitrati. Indicazioni per futuri indirizzi politici. Gianluca Pinotti, Assessore provinciale all agricoltura e all ambiente Conclusioni: Vitaliano Peri, Direzione Generale Agricoltura, Regione Lombardia Moderatore: Ildebrando Bonacini, Libera Associazione Agricoltori Cremonesi 24 ottobre 2013 ore Sala Amati La stalla da latte ideale per sopravvivere nell era del post-quote Presentazione del libro: La nuova stalla da latte Interverrà il curatore Roberto Bartolini Organizzazione: Edizioni Edagricole de Il Sole 24 ORE Per rimanere profittevole nell era post-quote latte, la stalla del futuro deve puntare su due concetti: innovazione e sostenibilità. In questa occasione si farà il punto sulla nuova stalla da latte sarà presentato un nuovo libro a marchio Edagricole. Pagina 4

5 24 ottobre 2013 ore Area Forum Italpig ore 9.30 Sala Monteverdi ore Sala Guarneri del Gesù Forum I costi e la crisi, un binomio da brivido Organizzata da: Cremonafiere in collaborazione con l'ordine dei Commercialisti di Cremona Con un costo di produzione in continua ascesa e quotazioni che cedono il passo a frequenti oscillazioni al ribasso la redditività degli allevatori è sempre più a rischio. Il costo alimentare rappresenta la voce più pesante, ma l'adeguamento alle normative comunitarie, le imposizioni fiscali e il calo dei consumi dovuto alla crisi contribuiscono a tratteggiare uno scenario preoccupante dal futuro ancora più incerto. Esiste una via d'uscita? Gabriele Canali, Direttore Crefis Ernesto Quinto, Presidente dell'ordine dei Commercialisti di Cremona Giulio Usai, Responsabile Area Economica Assalzoo La produzione di latte, uno sguardo al futuro: evoluzione e prospettive Organizzazione: Regione Lombardia Direzione Generale Agricoltura Programma 9.30 Registrazione Saluti e apertura lavori, Federico Giovanazzi, Regione Lombardia Direzione Generale Agricoltura L evoluzione del comparto di produzione del latte nel post quote Daniele Rama e Renato Pieri, SMEA Il settore latte in Europa, Paolo Sckokai, membro del panel di esperti UE sul futuro del settore lattiero-caseario Dalla realtà di oggi strumenti e indicazioni per prepararsi al mercato futuro, Marco Ottolini, OP Agrilatte I vincoli ambientali: non solo un limite ma un opportunità, Massimo Battaglia, ARAL La loro risposta ad una delle sfide che il mercato del futuro già oggi pone. Angelo Rossi, CLAL, Alberto Menghi, CRPA, Paolo Gatti, OP Lombardia Latte Domande dal pubblico Chiusura lavori Seminario Expo-casearia meeting: soluzioni, mercato, igiene e normativa nel settore dei mini-caseifici Organizzazione: Cremonafiere in collaborazione con AITA Il mini-caseificio è ormai un riconosciuto strumento per valorizzare il latte di piccole e medie aziende zootecniche attivando filiere locali di commercializzazione del prodotto e promozione del territorio. Qualità della materia prima e tecnologie avanzate per la trasformazione, anche di piccole quantità, sono alla base di una importante attività di integrazione al reddito aziendale che deve però aprirsi ad una costante azione di informazione e formazione. Per questo durante il seminario, grazie alla testimonianza di addetti ai lavori, si affronteranno temi concreti correlati alla gestione di questa attività come acquisto di un mini-caseificio con punto vendita, domanda del mercato e aspetti igienico-sanitari dell intera filiera coinvolta. Programma: Opportunità e vantaggi nella realizzazione di un mini-caseificio: investimenti, resa, qualità, vendita (aggiornamenti) Salvatore Francolino, Consiglio per la Ricerca e sperimentazione in Agricoltura, Lodi Pagina 5

6 Area Forum Italpig Sala Monteverdi Attuale stato dell arte dei mini/micro caseifici: quale convenienza? Geremia Gios, Direttore Dipartimento di Economia e Management, Università di Trento Soluzioni di minicaseifici di qualità: criticità e mercato Case Histories di aziende Silvia Pinton, Azienda Agricola Desy, VC Angelo Franchi, Azienda Agricola La Rinascita, VA Innovazioni tecnologiche e nuove possibilità nella realizzazione di mini-caseifici Mara Aiassa, TAS Impianti, CN Aspetti igienico-sanitari legati ai mini-caseifici: dai prodotti trasformati al punto di vendita Domenico Carminati, Consiglio per la Ricerca e sperimentazione in Agricoltura, Lodi Forum Nitrati: riperimetrazione delle zone vulnerabili e ripercussioni sulle aziende Organizzazione: Cremonafiere La recente apertura della procedura di infrazione da parte di Bruxelles per il mancato rispetto della Direttiva nitrati rischia tra gli altri di provocare la revoca dei contributi Pac. La riperimetrazione delle aree vulnerabili, secondo alcuni esperti, potrebbe rappresentare una delle soluzioni al problema. Il focus farà il punto su uno studio che ha coinvolto le regioni del bacino padano interessate dal problema Interventi: Giuseppe Bonazzi, Ricercatore Crpa di Reggio Emilia Vitaliano Peri, Regione Lombardia Maria Belli, Metrologo ambientale, Ispra Giuseppe Uberti - responsabile settore tecnico-ambientale, Libera Associazione Agricoltori Cremonesi Gli scenari attuali e la realtà economica delle stalle lombarde: il SATA propone strumenti e metodi per avere futuro Organizzazione: ARAL - SATA - Regione Lombardia, in collaborazione con Informatore Agrario La redditività dell'allevamento dipende dalla corretta gestione tecnica ed economica di tutti i fattori produttivi. La conoscenza e la misurazione dei parametri tecnici e l'analisi dei bilanci aziendali rappresentano la chiave di lettura dello stato di salute e del livello di gestione dell'azienda. Il SATA presenta i dati del Progetto Economia 2012: 70 bilanci aziendali, che mettono a nudo la realtà lombarda, fornendo informazioni inedite sui costi di produzione e sui fattori che li influenzano. Un progetto che si sta sviluppando nel tempo, per offrire un contributo efficace allo sviluppo del fattore più importante e più urgente per l'allevamento del bovino da latte, quello economico. Programma: Saluti: Germano Pé Presidente ARAL Antonio Piva Presidente CremonaFiere Introduzione Antonio Tagliaferri Direzione Generale Agricoltura, Regione Lombardia Gli scenari attuali del mercato del latte e le sfide che attendono gli allevatori nei prossimi anni Daniele Rama Alta Scuola in Economia Agroalimentare (SMEA) Il Progetto Economia del SATA: cosa cambia in azienda? Marco Bertoni Allevatore della provincia di Cremona Pagina 6

7 Fanno reddito le aziende da latte? Analisi di 70 bilanci aziendali SATA: quale strada verso la competizione europea? Michele Campiotti Specialista SATA, Settore Gestione Aziendale ed Economia Moderatore: Antonio Boschetti L'Informatore Agrario Sala Amati Biogas, biometano ed efficienza energetica: le prospettive del settore Organizzazione: CIB Consorzio Italiano Biogas e Gassificazione Analisi delle prospettive e delle opportunità di sviluppo del biogas e servizi offerti da CIB Interventi Piero Gattoni, Presidente CIB Marco Pezzaglia, Direttore CIB Alessandro Ragazzoni, Università di Bologna Lorenzo Maggioni, Responsabile Ricerca CIB Christian Curlisi, Responsabile Servizi Energia CIB Guido Bezzi, Responsabile Servizi Agronomia CIB Sala Guarneri del Gesù Riunione Comitato Unitario settore Lattiero Caseario dell Alleanza delle Cooperative Italiane Settore Agroalimentare Organizzazione: Fedagri-Confcooperative, Legacoop Agroalimentare, Agci ore Sala Stradivari Seminario 2 EUROPEAN DAIRY FORUM La redditività dell allevamento della vacca da latte: costi di produzione e prezzo del latte. Esperienze Europee Organizzazione: Cremonafiere, Libera Associazione Agricoltori e Anga e con il contributo di CRPA La produzione del latte è una attività quanto mai complessa e impegnativa. Forse la più impegnativa tra quelle connesse all attività agricola. Per non parlare della successiva fase di trasformazione nei prodotti derivati. Aspetti particolarmente importanti nella nostra area geografica che hanno portato alla realizzazione di prodotti unici al mondo. Il Made in Italy agroalimentare è uno dei nostri fiori all occhiello e rappresenta oggi la prima voce dell export nazionale. Tuttavia da alcuni anni la zootecnia specializzata da latte dell area padana deve fronteggiare l allargamento dei mercati e la sempre più spinta competizione internazionale per la produzione di beni di prima necessità. In particolare la produzione di latte da consumo fresco sta subendo la grande concorrenza di Paesi che, grazie a una serie di condizioni a loro particolarmente favorevoli di tipo socio economico, climatiche e geografiche, sono in grado di produrre latte a prezzi molto competitivi rispetto a quelli italiani. Per fronteggiare il rischio di una riduzione di remunerazione per l allevatore è necessario conoscere ed informarsi da fonti qualificate e rappresentative. Per queste ragioni, Libera Associazione Agricoltori Cremonesi, Anga e Cremonafiere intendono proporre il secondo European Dairy Forum come occasione per approfondire la conoscenza ed il confronto tra costi di produzione e prezzo del latte in alcuni tra i Pagina 7

8 paesi più significativi con esperti di provata esperienza e conoscenza del settore; saranno presenti operatori economici di settore e produttori di latte inseriti in un circuito internazionale di produttori che hanno proprio lo scopo di analizzare i mercati, i costi di produzione ed i prezzi del latte pagati alla stalla. Programma Introduzione Alda Dalledonne, Presidente Anga Cremona Il mercato del latte e derivati Angelo Rossi, Clal Costi di produzione del latte in un azienda francese di medie dimensioni Katrine Lecornu, Allevatore e Presidente European Dairy Farmers Costi di produzione del latte in un azienda italiana di 430 vacche. Elisabetta Quaini, Allevatore e socio European Dairy Farmers I costi di produzione in Europa: alcuni casi critici. I benefici di un confronto internazionale Alberto Menghi, Crpa Reggio Emilia e membro EDF Star I prezzi del latte in Europa Willem Koops, PZ Dutch Dairy Board Conclusioni Antonio Piva, Presidente di Libera Associazione Agricoltori Cremonesi Moderatore: Ildebrando Bonacini Libera Associazione Agricoltori Cremonesi 26 ottobre 2013 ore 9.30 Sala Guarneri del Gesù Nuova PAC e filiere suinicole, opportunità o minaccia? Organizzazione: CREFIS La nuova Politica agricola comune dell Unione Europea (PAC), approvata a fine giugno 2013 è destinata ad avere conseguenze rilevanti per l agricoltura europea ed italiana. Il settore suinicolo non sarà immune al profondo cambiamento in essere; esso infatti, dovrà adattarsi al nuovo contesto generale. In generale le conseguenze saranno molto forti sull agricoltura italiana, sempre più esposta alle fluttuazioni dei mercati internazionali, con aumento della volatilità dei prezzi interni. Si avrà un ridimensionamento dei pagamenti diretti e una maggiore esposizione alle fluttuazioni dei prezzi dei fattori di produzione, che imporranno agli allevatori l adozione di strategie volte al miglioramento dell efficienza delle filiere. Parallelamente al progressivo smantellamento degli aiuti diretti, è previsto un nuovo approccio alle misure di sviluppo rurale e nuove misure volte a migliorare le filiere, principalmente tramite incentivi finalizzati ad aumentare il grado della loro integrazione, verticale e orizzontale. La nuova PAC, in definitiva, continua il processo di riallineamento dei mercati agricoli europei a quelli mondiali insieme al processo di inverdimento dell agricoltura. Per la suinicoltura nazionale, quindi, è assolutamente necessario approfondire le possibili implicazioni di questa riforma sulla filiera, anche al fine di partecipare attivamente alla definizione delle linee di intervento che le regioni adotteranno per i propri piani di sviluppo rurale, al fine di gestire attivamente il cambiamento evitando di limitarsi a subirne le conseguenze, prevalentemente negative. Saluti: Giovanni Fava, Assessore Agricoltura Regione Lombardia Francesco Bettoni, Presidente CCIAA Brescia Programma: Pagina 8

9 Relazione introduttiva: Gabriele Canali Crefis e Università Cattolica del Sacro Cuore Interventi programmati Lorenzo Fontanesi, UNAPROS Guido Zama, OI Gran Suino Italiano Valerio Pozzi, Distretto della filiera Suinicola lombarda Andrea Cristini, ANAS Davide Calderoni, Assica Enrico Cerri, Alleanza Cooperative Italiane, sett. Agrolimentare Mauro Testa, Coordinatore settore Suinicolo CIA Paolo Biasucci, Responsabile settore suinicolo Confagricoltura Le filiere suinicole e i prossimi PSR: la parola alle regioni Andrea Massari, Assessorato agricoltura Regione Lombardia Davide Barchi, Assessorato agricoltura Regione Emilia-Romagna Conclusioni Giuseppe Blasi Capo dipartimento delle politiche europee e internazionali e dello sviluppo rurale - Mipaaf 26 ottobre 2013 ore Sala Stradivari 10 STATI GENERALI DEL LATTE Organizzazione: Cremonafiere Si tratta dell appuntamento più atteso tra i maggiori attori del comparto lattiero caseario associazioni imprenditoriali, distribuzione e centri di ricerca in occasione del quale verranno illustrati i più recenti dati sull andamento nazionale ed internazionale e saranno dibattute ai massimi livelli le prospettive dell intera filiera produttiva. Programma Presentazione e saluti Antonio Piva Presidente di Cremonafiere Saluto delle Autorità RELAZIONE Il latte oltre le quote L orientamento delle aziende di allevamento di bovino da latte in previsione dell abolizione delle quote latte. Presentazione di una ricerca demoscopica originale commissionata da Cremonafiere Arturo Semerari, Presidente Ismea Ore 11,15 Tavola rotonda Partecipano: - Gianni Fava, Assessore Agricoltura, Regione Lombardia - Flavio Fornari, Coordinatore settore Freschi Coop Italia - Mario Guidi, Presidente Confagricoltura - Giorgio Mercuri, Presidente Fedagri Confcooperative - Mario Lanzi, Presidente CIA Lombardia Interviene: On. Paolo De Castro, Presidente Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo Conclude: On. Nunzia de Girolamo, Ministro delle Politiche Agricole 26 ottobre 2013 ore Moderatore: Franco Poggianti, giornalista Seminario Prospettive nuove nell alimentazione dei bovini da latte Pagina 9

10 Sala Amati Organizzazione: Centro Studi L Uomo e l Ambiente in collaborazione con CRA- FLC e Puntoem srl Programma: Presentazione del seminario nel quadro della misura 111b formazione e informazione del PSR Lombardia Sviluppo di nuovi prodotti con migliori caratteristiche nutraceutiche e funzionali e di tecnologie avanzate per ottimizzare la produzione di formaggi DOP e altri prodotti caseari Relatore: CRA FLC Sperimentazione della Tecnologia EM applicata al siero di latte dolce per l'utilizzo nell'alimentazione degli animali, svolta dal prof. Valerio Giaccone, Professore Ordinario di Ispezione e Controllo dei Prodotti alimentari di Origine animale. Dipartimento di Medicina animale, Produzioni e Salute Università degli Studi di Padova. Relatore: Mario Zaccaria, Medico Veterinario, libero professionista Dibattito e conclusioni Pagina 10

Programma degli incontri tecnici e scientifici 17ª Italpig - Rassegna Suinicola di Cremona

Programma degli incontri tecnici e scientifici 17ª Italpig - Rassegna Suinicola di Cremona Programma degli incontri tecnici e scientifici 17ª Italpig - Rassegna Suinicola di Cremona Agg. 21 ottobre 2013 Perché abbiamo studiato un programma così ricco e vario Il grande valore aggiunto della Fiera

Dettagli

Programma Eventi Agg. 13/10/2011

Programma Eventi Agg. 13/10/2011 Giovedì 27 ottobre 2011 Programma Eventi Agg. 13/10/2011 9,30 13,00 e 14.30 17.00 Sala Stradivari. CONVEGNO NAZIONALE SIVAR Strategie per migliorare la sostenibilità economica dell allevamento del bovino

Dettagli

GLI SCENARI EUROPEI PER IL DOPO QUOTE LATTE. Paolo Sckokai Università Cattolica, Piacenza

GLI SCENARI EUROPEI PER IL DOPO QUOTE LATTE. Paolo Sckokai Università Cattolica, Piacenza GLI SCENARI EUROPEI PER IL DOPO QUOTE LATTE Paolo Sckokai Università Cattolica, Piacenza Schema della relazione 1) Lo studio della Commissione Europea sul settore lattiero-caseario post-2015 2) Gli scenari

Dettagli

Figure Professionali. «Agricoltura e Agroenergie» IMPRENDITORE AGRO-ENERGETICO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Figure Professionali. «Agricoltura e Agroenergie» IMPRENDITORE AGRO-ENERGETICO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Figure Professionali «Agricoltura e Agroenergie» IMPRENDITORE AGRO-ENERGETICO GREEN JOBS Formazione e Orientamento La figura chiave di questo settore è naturalmente quella dell imprenditore agro-energetico.

Dettagli

Gli sviluppi del Piano Carni Bovine Nazionale e l attivazione del marchio nazionale e del disciplinare SQN.

Gli sviluppi del Piano Carni Bovine Nazionale e l attivazione del marchio nazionale e del disciplinare SQN. Gli sviluppi del Piano Carni Bovine Nazionale e l attivazione del marchio nazionale e del disciplinare SQN. Giuliano Marchesin C o n s o r z i o I t a l i a Z o o t e c n i c a Mercoledì 24 Giugno 2015,

Dettagli

C A T A L O G O A T T I V I T à F O R M A T I V A

C A T A L O G O A T T I V I T à F O R M A T I V A C A T A L O G O A T T I V I T à F O R M A T I V A COOPERAZIONE CATALOGO ISMEA 2014 B A N D O P R O M O Z I O N E D E L L O S P I R I T O E D E L L A C U L T U R A D I M P R E S A PUNTI VENDITA MULTI FUNZIONALITà

Dettagli

ANTONIO PANELLA RUOLO DELLA COOPERAZIONE COME ELEMENTO QUALIFICANTE DEL PROCESSO DI SVILUPPO DEL SISTEMA AGROALIMENTARE

ANTONIO PANELLA RUOLO DELLA COOPERAZIONE COME ELEMENTO QUALIFICANTE DEL PROCESSO DI SVILUPPO DEL SISTEMA AGROALIMENTARE ANTONIO PANELLA RUOLO DELLA COOPERAZIONE COME ELEMENTO QUALIFICANTE DEL PROCESSO DI SVILUPPO DEL SISTEMA AGROALIMENTARE Il sistema agroalimentare italiano è inserito in un contesto di mercato altamente

Dettagli

E in contemporanea: PROGRAMMA CONVEGNI (agg. 26-10-10) GIOVEDI 28 OTTOBRE

E in contemporanea: PROGRAMMA CONVEGNI (agg. 26-10-10) GIOVEDI 28 OTTOBRE E in contemporanea: PROGRAMMA CONVEGNI (agg. 26-10-10) GIOVEDI 28 OTTOBRE Allevare vitelli sani: dal colostro allo svezzamento Sala Stradivari, ore 9,30 Relatore: James D. Quigley, APC, Inc. Ankeny, IA

Dettagli

PROGRAMMA CONVEGNI E SEMINARI MOSTRE ZOOTECNICHE GIOVEDI 25 OTTOBRE 2012. Agg: 19/9/2012

PROGRAMMA CONVEGNI E SEMINARI MOSTRE ZOOTECNICHE GIOVEDI 25 OTTOBRE 2012. Agg: 19/9/2012 PROGRAMMA CONVEGNI E SEMINARI MOSTRE ZOOTECNICHE Agg: 19/9/2012 GIOVEDI 25 OTTOBRE 2012 Ore 9,00 Area ITALPIG Pad.1 MEAT.IT Opportunità di mercato e aspetti igienico-qualitativi per i piccoli trasformatori

Dettagli

Risultati della Ricerca

Risultati della Ricerca Titolo Linee guida per la trasformazione casearia su piccola scala Risultati della Ricerca Descrizione estesa del risultato Il documento è stato redatto come frutto della ricerca sviluppata dalla UO CRA-FLC

Dettagli

Indice. Il mercato internazionale dei cereali: tendenze e prospettive per l Italia. Premessa 14/10/2010

Indice. Il mercato internazionale dei cereali: tendenze e prospettive per l Italia. Premessa 14/10/2010 Il mercato internazionale dei cereali: tendenze e prospettive per l Italia Grano Italia, Bologna 30 settembre - 1 ottobre 2010 Aula Magna della Facoltà di Agraria Prof. Gabriele Canali SMEA, Alta Scuola

Dettagli

Programma eventi Agg. al 25/8/2015

Programma eventi Agg. al 25/8/2015 eventi Agg. al 25/8/2015 Mercoledì 28 Ottobre 2015 Ore 9.30 Sala Stradivari Internazionale La malattia di Marek: aggiornamenti su prevenzione e controllo Organizzazione: CremonaFiere con il patrocinio

Dettagli

Schede informative. www.veneto.to

Schede informative. www.veneto.to Schede informative CONFERENZA REGIONALE dell agricoltura e dello sviluppo rurale www.veneto.to CONFERENZA REGIONALE dell agricoltura e dello sviluppo rurale Schede informative febbraio 2011 Comitato tecnico-scientifico

Dettagli

Analisi della redditività degli impianti per la produzione di biogas alla luce delle nuove tariffe incentivanti

Analisi della redditività degli impianti per la produzione di biogas alla luce delle nuove tariffe incentivanti Alessandro Ragazzoni Dipartimento di Scienze Agrarie (Dip.S.A.) Università di Bologna Analisi della redditività degli impianti per la produzione di biogas alla luce delle nuove tariffe incentivanti Giovedì

Dettagli

Newsletter N.2. Incontri divulgativi presso operatori di settori

Newsletter N.2. Incontri divulgativi presso operatori di settori Newsletter N.2 Incontri divulgativi presso operatori di settori I mesi di Febbraio e Marzo 2014 sono stati caratterizzati da un'intensa attività divulgativa da parte del Consorzio. Sei gli incontri organizzati,

Dettagli

RILEVAZIONE E FORMAZIONE DEL PREZZO DEI SUINI IN ITALIA

RILEVAZIONE E FORMAZIONE DEL PREZZO DEI SUINI IN ITALIA bozza GIORNATA DELLA SUINICOLTURA Forum - Formazione del prezzo dei suini in Europa e costo di produzione in Italia Fiere di Reggio Emilia, 23 aprile 2010 RILEVAZIONE E FORMAZIONE DEL PREZZO DEI SUINI

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA - F O R M A T O E U R O P E O P E R I L

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA - F O R M A T O E U R O P E O P E R I L - F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Cognome/Nome MAURIZIO CECI E-mail maurizio@ceci.it Nazionalità Italiana Data e luogo di nascita MEDESANO, 3

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

Consorzio Distretto Agroenergetico Lombardo. Il Distretto come capofila di una svolta energetica

Consorzio Distretto Agroenergetico Lombardo. Il Distretto come capofila di una svolta energetica Consorzio Distretto Agroenergetico Lombardo Il Distretto come capofila di una svolta energetica Scopo del Consorzio di Distretto Agroenergetico Lombardo Coordinare, promuovere e perseguire la politica

Dettagli

SPECIALE MEETING MINOPRIO 7/9 MAGGIO 2015

SPECIALE MEETING MINOPRIO 7/9 MAGGIO 2015 SPECIALE MEETING MINOPRIO 7/9 MAGGIO 2015 I contenuti Terminata la tre giorni che ha visto impegnati il Collegio Nazionale Periti Agrari e Periti Agrari Laureati, La Fondazione ENPAIA Cassa Periti Agrari,

Dettagli

L agroalimentare nell economia del Paese: occupazione, innovazione, qualità, consumi, export

L agroalimentare nell economia del Paese: occupazione, innovazione, qualità, consumi, export L agroalimentare nell economia del Paese: occupazione, innovazione, qualità, consumi, export Roberto Monducci Istituto nazionale di statistica Direttore del Dipartimento per i conti nazionali e le statistiche

Dettagli

Struttura e scelte del nuovo PSR

Struttura e scelte del nuovo PSR Incontro tecnico Sostenibilità ambientale dell'azienda agricola di domani Le misure del nuovo PSR Venerdì 12 settembre 2014 Ore 9,45 Tecnopolo di Reggio Emilia Piazzale Europa, 1 - Reggio Emilia Struttura

Dettagli

PROGRAMMA CONVEGNI E SEMINARI MOSTRE ZOOTECNICHE GIOVEDI 25 OTTOBRE 2012. Agg: 24/10/2012

PROGRAMMA CONVEGNI E SEMINARI MOSTRE ZOOTECNICHE GIOVEDI 25 OTTOBRE 2012. Agg: 24/10/2012 PROGRAMMA CONVEGNI E SEMINARI MOSTRE ZOOTECNICHE Agg: 24/10/2012 GIOVEDI 25 OTTOBRE 2012 Ore 9,00 - Area ITALPIG - Pad.1 MEAT.IT Opportunità di mercato e aspetti igienico-qualitativi per i piccoli trasformatori

Dettagli

L utilizzazione dell art. 68 e la gestione del rischio nella nuova Pac

L utilizzazione dell art. 68 e la gestione del rischio nella nuova Pac Workshop Gli strumenti per l assicurazione del rischio di impresa nello scenario della nuova Pac L utilizzazione dell art. 68 e la gestione del rischio nella nuova Pac Roma, 3 marzo 2009 Angelo Frascarelli

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI

INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome RANCATI BARBARA Data di nascita 08/10/1970 Qualifica Esperto Servizi Agrari Cat. D Amministrazione Provincia di Cremona Incarico attuale Responsabile Servizio

Dettagli

EXPO: PARLATO E BRUNO PRESENTANO IL RAPPORTO CREA SUL COMMERCIO ESTERO

EXPO: PARLATO E BRUNO PRESENTANO IL RAPPORTO CREA SUL COMMERCIO ESTERO EXPO: PARLATO E BRUNO PRESENTANO IL RAPPORTO CREA SUL COMMERCIO ESTERO 5144-01:07:15/13:05 - milano, (agra press) - nel 2014 per l'agroalimentare le esportazioni, pari a circa 35 miliardi di euro, sono

Dettagli

ACCADEMIA DEI GEORGOFILI SEZIONE NORD-OVEST

ACCADEMIA DEI GEORGOFILI SEZIONE NORD-OVEST ACCADEMIA DEI GEORGOFILI SEZIONE NORD-OVEST FONDAZIONE MORANDO BOLOGNINI SOCIETÀ AGRARIA DI LOMBARDIA MUSEO LOMBARDO DI STORIA DELL AGRICOLTURA ASSOCIAZIONE MILANESE LAUREATI IN SCIENZE AGRARIE E IN SCIENZE

Dettagli

Costi di produzione, prezzo del latte

Costi di produzione, prezzo del latte ASSEMBLEA APROLAV (TREVISO) 21 MAGGIO 2014 Costi di produzione, prezzo del latte Alberto Menghi (a.menghi@crpa.it) Centro Ricerche Produzioni Animali Desideria Scilla A.Pro.La.V. Le domande Il prezzo del

Dettagli

LINEE PROGRAMMATICHE PER LA VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI PIEMONTESI

LINEE PROGRAMMATICHE PER LA VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI PIEMONTESI LINEE PROGRAMMATICHE PER LA VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI PIEMONTESI Premessa La Regione Piemonte considera la qualità delle produzioni uno degli strumenti fondamentali per favorire il consolidamento

Dettagli

Risultati della Ricerca

Risultati della Ricerca Risultati della Ricerca Titolo Linee guida per il trasporto e la vendita di prodotti alimentari deperibili a basso impatto ambientale Descrizione estesa del risultato La progettazione, realizzazione e

Dettagli

energia per la vita, una sfida che il SATA accoglie da sempre

energia per la vita, una sfida che il SATA accoglie da sempre 15 Seminario S.A.T.A. Bovini Expo 2015 Nutrire il pianeta, energia per la vita, una sfida che il SATA accoglie da sempre 27, 28, 29 NOVEMBRE 2012 PADENGHE SUL GARDA (BS) VIA PRAIS, 32 - WEST GARDA HOTEL

Dettagli

IV Forum settore agroalimentare

IV Forum settore agroalimentare IV Forum settore agroalimentare Patti di Filiera Agroalimentare per lo Sviluppo del Sulcis Iglesiente Patto di Filiera: Filiera delle carni. Riunione del 06 ottobre 2011 - ore 16:00 Sala Conferenze Via

Dettagli

SICUREZZA E QUALITA ALIMENTARE: LA CERTIFICAZIONE A TUTELA DEL CONSUMATORE

SICUREZZA E QUALITA ALIMENTARE: LA CERTIFICAZIONE A TUTELA DEL CONSUMATORE Tesi congressuale 2 SICUREZZA E QUALITA ALIMENTARE: LA CERTIFICAZIONE A TUTELA DEL CONSUMATORE Ufficio di Coordinamento - Consigliere Nazionale Coordinatore: Dott. Agr. Cosimo Damiano CORETTI - Presidente

Dettagli

UN FUTURO DA COLTIVARE PER LE AREE METROPOLITANE

UN FUTURO DA COLTIVARE PER LE AREE METROPOLITANE ROMA UN FUTURO DA COLTIVARE PER LE AREE METROPOLITANE Relatore: Claudio Destro - Presidente Confagricoltura di Roma I nuovi orizzonti dell agricoltura multifunzionale di Roma Milano, 6 settembre 2015 Evoluzioni

Dettagli

Maurizio Martina Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Maurizio Martina Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali 120 GIORNI DI POLITICHE AGRICOLE IL PIANO PER L AGRICOLTURA Abbiamo un patrimonio unico: il Made in Italy agroalimentare. Un sistema che nel suo complesso vale oltre 260 miliardi di euro, circa il 17%

Dettagli

VENERDI 27 Marzo (9.00-19.00)

VENERDI 27 Marzo (9.00-19.00) VENERDI 27 Marzo (9.00-19.00) ore 9.15 - Centro Congressi Sala Maschiella Inaugurazione ufficiale della manifestazione ore 10.00 - Palazzina 1 - Sala Riunioni Incontri Mech@grijobs: le nuove professioni

Dettagli

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE Procedure per il controllo e la gestione delle irregolarità Lunedì 17 giugno 2013 Unioncamere Sala Convegni De Longhi Horti Sallustiani, Piazza

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Via don Primo Mazzolari n. 14, 46030 Cerese di Virgilio (Mantova) Telefono 0376-281031 - 338-1505044

Dettagli

Cosa sta succedendo al settore lattiero-caseario? Dott. Alberto Menghi, CRPA Spa

Cosa sta succedendo al settore lattiero-caseario? Dott. Alberto Menghi, CRPA Spa Cosa sta succedendo al settore lattiero-caseario? Dott. Alberto Menghi, CRPA Spa Il costo delle materie prime è andato alle stelle, i prezzi al consumo hanno avuto aumenti di due cifre percentuali, le

Dettagli

Il Programma di Sviluppo Rurale (PSR) FEASR 2014 2020

Il Programma di Sviluppo Rurale (PSR) FEASR 2014 2020 PROGRAMMAZIONE 2014 2020 Valutazione Ambientale Strategica Programma Operativo Regionale FESR Programma di Sviluppo Rurale FEASR Forum Pubblico e prima Conferenza di Valutazione Il Programma di Sviluppo

Dettagli

COLTIVANDO LA CRESCITA

COLTIVANDO LA CRESCITA COLTIVANDO LA CRESCITA Agroindustria e agricoltura: imprese, dimensione, export I punti di forza Dall agricoltore all imprenditore agricolo Le criticità L agenda per il futuro Daniele Marini Università

Dettagli

Azienda Agricola Biologica La Tranquilla

Azienda Agricola Biologica La Tranquilla Azienda Agricola Biologica La Tranquilla Dove nascono i veri fuoriclasse 1 L Azienda agricola L'azienda biologica La Tranquilla, costituita grazie ai fondi del Programma di Sviluppo Rurale 2007/2013, si

Dettagli

Masserie Giovannelli

Masserie Giovannelli Masserie Giovannelli La forza della famiglia rurale 1 L azienda Masserie Giovannelli si trova a 1.000 msl nel Comune di Cercemaggiore in provincia di Campobasso, zona riconosciuta come Sito di Interesse

Dettagli

Luogo e Data: MILANO, Martedì 30 novembre 2004. ASSOCIAZIONE LAUREATI IN SCIENZE DELLE PREPARAZIONE ALIMENTARI

Luogo e Data: MILANO, Martedì 30 novembre 2004. ASSOCIAZIONE LAUREATI IN SCIENZE DELLE PREPARAZIONE ALIMENTARI Luogo e Data: MILANO, Martedì 30 novembre 2004. ASSOCIAZIONE LAUREATI IN SCIENZE DELLE PREPARAZIONE ALIMENTARI Programma Convegno: Responsabilità Sociale ed Etica dell industria alimentare: rischi ed opportunità

Dettagli

Agenda. Granarolo in breve. La storia, i valori. Company overview. Business overview. Financial overview

Agenda. Granarolo in breve. La storia, i valori. Company overview. Business overview. Financial overview Agenda Granarolo in breve La storia, i valori Company overview Business overview Financial overview 2 Il Gruppo in breve Fondato nel 1957, il Gruppo Granarolo oggi conta: 1.600 dipendenti, 7 stabilimenti

Dettagli

Programma scientifico seminariale e premi Agg. 22 febbraio 2013. 28 febbraio 2013. edizione 2013

Programma scientifico seminariale e premi Agg. 22 febbraio 2013. 28 febbraio 2013. edizione 2013 Programma scientifico seminariale e premi Agg. 22 febbraio 2013 28 febbraio 2013 Ore 9,30 13,00 e 14,30 17,00 Sala Ricerca e Sviluppo Padiglione 2 Seminario: 3 Food BioEnergy: Organizzazione In collaborazione

Dettagli

Incremento dell export agroalimentare: importante valorizzare i prodotti DOP e IGP

Incremento dell export agroalimentare: importante valorizzare i prodotti DOP e IGP Incremento dell export agroalimentare: importante valorizzare i prodotti e IGP Fra gli obiettivi del Governo a sostegno dell economia e dell occupazione, c è l incremento, entro il 2020, dell export agroalimentare

Dettagli

L agro-alimentare italiano e la sfida dell internazionalizzazione

L agro-alimentare italiano e la sfida dell internazionalizzazione Dies Academicus 2014-2015 in occasione del trentennale della sede di Cremona e della SMEA Lectio L agro-alimentare italiano e la sfida dell internazionalizzazione Prof. SMEA, Alta scuola in economia agro-alimentare

Dettagli

Aiuti ai contratti di filiera agroalimentari

Aiuti ai contratti di filiera agroalimentari Agevolazioni Finanziarie 13 di Bruno Pagamici - Dottore commercialista, Revisore contabile, Pubblicista - Studio Pagamici - Macerata Settore agricolo Aiuti ai contratti di filiera agroalimentari Aiuti

Dettagli

IL CIRCUITO DIRETTO DELL AGROALIMENTARE SICILIANO

IL CIRCUITO DIRETTO DELL AGROALIMENTARE SICILIANO CORERAS IL CIRCUITO DIRETTO DELL AGROALIMENTARE SICILIANO La Sicilia sulle tavole italiane Legge Regionale N 25 del 2011, Art. 10 VETRINE PROMOZIONALI E PUNTI MERCATALI Allarghiamo gli orizzonti, accorciamo

Dettagli

Europass Curriculum Vitae. Informazioni personali Nome e Cognome. Milena, Battaglia. m.battaglia@mpaaf.gov.it. Data di nascita 12/09/1972

Europass Curriculum Vitae. Informazioni personali Nome e Cognome. Milena, Battaglia. m.battaglia@mpaaf.gov.it. Data di nascita 12/09/1972 Europass Curriculum Vitae Informazioni personali Nome e Cognome Milena, Battaglia E-mail m.battaglia@mpaaf.gov.it : Nazionalità Italiana Data di nascita 12/09/1972 Esperienze professionali Data Dal 18

Dettagli

Azienda agricola Leopoldo Fazzolari

Azienda agricola Leopoldo Fazzolari Azienda agricola Leopoldo Fazzolari biologico, benessere animale, tracciabilità 11 L'Azienda Agricola L'Azienda biologica Fazzolari si trova a S. Janni di Cutro in provincia di Catanzaro. Nasce alla fine

Dettagli

www.confagricolturalombardia.it

www.confagricolturalombardia.it Direttore responsabile: Umberto Bertolasi Coordinatore editoriale: Luciano Re - Segretaria di redazione: Valentina Novaresi Reg. Tribunale di Milano n. 197 del 20/04/2012 SOMMARIO 1. Contratti fornitura

Dettagli

Dr. Agr. Guido Bezzi Resp. Area Agronomia CIB IL DIGESTATO: Quadro Normativo e Aspetti Tecnico-Economici

Dr. Agr. Guido Bezzi Resp. Area Agronomia CIB IL DIGESTATO: Quadro Normativo e Aspetti Tecnico-Economici Dr. Agr. Guido Bezzi Resp. Area Agronomia CIB IL DIGESTATO: Quadro Normativo e Aspetti Tecnico-Economici 11 INFOBIOGAS BTS - PalaExpo di Verona - 11 Marzo 2015 Il Consorzio Il CIB - Consorzio Italiano

Dettagli

Fondazioni messe in rete da un associazione

Fondazioni messe in rete da un associazione Avrà una durata triennale Progetto Ager: le Fondazioni finanziano la ricerca agroalimentare di Luca Borghi The Ager project: the Foundations finance agri-food research Undici le istituzioni bancarie coinvolte,

Dettagli

OPERATORE BREVE PROFILO OPERATORE TITOLO PROGETTO DESTINATARI

OPERATORE BREVE PROFILO OPERATORE TITOLO PROGETTO DESTINATARI OPERATORE BREVE PROFILO OPERATORE TITOLO PROGETTO DESTINATARI Prodest Progetto di Espressione e Sviluppo Territoriale soc. coop. a r.l. Via Milano, 14 Busto Arsizio (VA) Tel. 0331-324948 Fax 0331-625798

Dettagli

CRA: dal progetto Ipatech innovazione e sviluppo per le piccole e medie imprese agroalimentari dell Adriatico

CRA: dal progetto Ipatech innovazione e sviluppo per le piccole e medie imprese agroalimentari dell Adriatico CRA: dal progetto Ipatech innovazione e sviluppo per le piccole e medie imprese agroalimentari dell Adriatico ECO: Ricerca: Cra per innovare Pmi agroalimentari bacino Adriatico 2015-06-12 16:07 Ricerca

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Cravero Mauro Data di nascita 12/11/1959. Dirigente medico Veterinario

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Cravero Mauro Data di nascita 12/11/1959. Dirigente medico Veterinario INFORMAZIONI PERSONALI Nome Cravero Mauro Data di nascita 12/11/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente medico Veterinario ASL CN1 Staff - SC IGIENE ALIMENTI

Dettagli

FRANCESCA CATTANEO. Indirizzo : Via Galvani 1-54100 Massa (MS) Facoltà di Medicina Veterinaria. Votazione 103/110 Relatore Prof. P.

FRANCESCA CATTANEO. Indirizzo : Via Galvani 1-54100 Massa (MS) Facoltà di Medicina Veterinaria. Votazione 103/110 Relatore Prof. P. FRANCESCA CATTANEO INFORMAZIONI PERSONALI Nazionalità : italiana Indirizzo : Via Galvani 1-54100 Massa (MS) ISTRUZIONE 21/12/1990 Università degli Studi di Pisa Facoltà di Medicina Veterinaria Tesi di

Dettagli

20-21 maggio 2015. Marchi individuali e collettivi e denominazioni d origine per un agroalimentare di qualità nel. mondo globalizzato.

20-21 maggio 2015. Marchi individuali e collettivi e denominazioni d origine per un agroalimentare di qualità nel. mondo globalizzato. PROPRIETÀ INTELLETTUALE E AGROALIMENTARE: tre tappe di un viaggio fra nome, immagine e innovazione del cibo Italiano Prima Tappa NUTRIRE IL MONDO, TUTELARE LA QUALITÀ Marchi individuali e collettivi e

Dettagli

Nuove tecnologie per il made in italy

Nuove tecnologie per il made in italy ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER LE NUOVE TECNOLOGIE PER IL MADE IN ITALY LA FILIERA AGROALIMENTARE: RISORSA PER LO SVILUPPO DELLA LOMBARDIA ITS ISTITUTO TECNICO SUPERIORE CORSO PER TECNICI SUPERIORI PER

Dettagli

6 marzo 6 giugno 2014

6 marzo 6 giugno 2014 Gli organizzatori dei Tour nazionali: Piano Casa 2010 Edifici a Energia Quasi Zero 2011, 2012 e 2013 Smart Village2012 e 2013 Forum Tecnologie e Costruzioni 2013 presentano 2014 6 marzo 6 giugno 2014 segreteria

Dettagli

LA BORSA MERCI TELEMATICA ITALIANA AL SERVIZIO DEL COMPARTO SUINICOLO. Reggio Emilia, 25 febbraio 2015

LA BORSA MERCI TELEMATICA ITALIANA AL SERVIZIO DEL COMPARTO SUINICOLO. Reggio Emilia, 25 febbraio 2015 AL SERVIZIO DEL COMPARTO SUINICOLO Reggio Emilia, 25 febbraio 2015 Cos è la Borsa Merci Telematica Italiana È il mercato telematico regolamentato dei prodotti agricoli, agroenergetici, agroalimentari,

Dettagli

Il DAQ di Sibari: aspetti normativi e governance

Il DAQ di Sibari: aspetti normativi e governance PROVINCIA DI COSENZA Settore Programmazione ed Internazionalizzazione Il DAQ di Sibari: aspetti normativi e governance INDICE 1. Il concetto di distretto agroalimentare 3 2. La L. R. della Calabria n.

Dettagli

Newsletter n.10. La multifunzionalità verso Expo 2015: un bilancio del progetto

Newsletter n.10. La multifunzionalità verso Expo 2015: un bilancio del progetto Newsletter n.10 La multifunzionalità verso Expo 2015: un bilancio del progetto Un iniziativa a sostegno delle aree rurali Con questa decima Newsletter siano giunti alla fase delle considerazioni finali

Dettagli

Le tendenze e gli scenari futuri per l agro-alimentare lombardo

Le tendenze e gli scenari futuri per l agro-alimentare lombardo Le tendenze e gli scenari futuri per l agro-alimentare lombardo Roberto Pretolani Dipartimento di Economia, Management e Metodi quantitativi Università degli Studi di Milano Regione Lombardia, 4 dicembre

Dettagli

Via Aubert 18, 10025 Pino Torinese (TO) Telefono +39 3357018375 Fax +39 0118119967. andrea.verme@qualitaliasrl.it

Via Aubert 18, 10025 Pino Torinese (TO) Telefono +39 3357018375 Fax +39 0118119967. andrea.verme@qualitaliasrl.it CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo ANDREA VERME Via Aubert 18, 10025 Pino Torinese (TO) Telefono +39 3357018375 Fax +39 0118119967 E-mail Nazionalità Italiana Data di nascita 30/10/1962

Dettagli

Misura 124 Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare, e in quello forestale

Misura 124 Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare, e in quello forestale Misura 124 Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare, e in quello forestale Capofila: CRESM - Centro Ricerche Economiche e Sociali per il Meridione

Dettagli

Nuove tecnologie per il Made in Italy

Nuove tecnologie per il Made in Italy ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER LE NUOVE TECNOLOGIE PER IL MADE IN ITALY LA FILIERA AGROALIMENTARE: RISORSA PER LO SVILUPPO DELLA LOMBARDIA ITS ISTITUTO TECNICO SUPERIORE CORSO PER TECNICI SUPERIORI PER

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 2 LIVELLO IN MANAGEMENT AGRO-ALIMENTARE ANNO ACCADEMICO 2015-2016

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 2 LIVELLO IN MANAGEMENT AGRO-ALIMENTARE ANNO ACCADEMICO 2015-2016 REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 2 LIVELLO IN MANAGEMENT AGRO-ALIMENTARE ANNO ACCADEMICO 2015-2016 Art. 1 Istituzione L Università Cattolica del Sacro Cuore, per iniziativa delle Facoltà di Scienze

Dettagli

EXPO 2015. Food Management and Green Marketing

EXPO 2015. Food Management and Green Marketing Università Cattolica del Sacro Cuore Anno Accademico 2014/2015 Facoltà di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali Facoltà di Scienze della Formazione Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Dettagli

BIOGAS Impianti a confronto

BIOGAS Impianti a confronto BIOGAS Impianti a confronto Caratteristiche degli impianti Azienda Tipo reattori Volume reattori Temperatura Potenza elettrica Fontana CSTR 2 x 1.370 m 3 36-38 C 90 + 125 kw Mengoli CSTR 2 x 1.050 + 850

Dettagli

XXII Convention Mondiale delle Camere di Commercio Italiane all Estero. Expo 2015, un opportunità e una sfida per le imprese e il Territorio

XXII Convention Mondiale delle Camere di Commercio Italiane all Estero. Expo 2015, un opportunità e una sfida per le imprese e il Territorio XXII Convention Mondiale delle Camere di Commercio Italiane all Estero Expo 2015, un opportunità e una sfida per le imprese e il Territorio Monza, 9 13 novembre 2013 ABSTRACT PREMESSA La crescita del nostro

Dettagli

Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma

Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma Progetto promosso da: Con il patrocinio di: OSSERVATORIO SANA 2015 OSSERVATORIO SANA 2015 a cura di OBIETTIVI

Dettagli

Portale Regionale del Prodotto Tipico e Biologico

Portale Regionale del Prodotto Tipico e Biologico Portale Regionale del Prodotto Tipico e Biologico Legge Regione Umbria n. 21 del 20/08/2001 Disposizioni in materia di coltivazione, allevamento, sperimentazione, commercializzazione e consumo di organismi

Dettagli

PROGETTO IPAC E AGROZOOTECNIA NEL FOCUS DI CONFAGRICOLTURA UMBRIA

PROGETTO IPAC E AGROZOOTECNIA NEL FOCUS DI CONFAGRICOLTURA UMBRIA Venerdì 24 ottobre 2014 http://www.avinews.it/2014/10/24/progetto-ipac-e-agrozootecnia-nel-focus-di-confagricoltura-umbria/ PROGETTO IPAC E AGROZOOTECNIA NEL FOCUS DI CONFAGRICOLTURA UMBRIA L incontro

Dettagli

AGENZIE DI STAMPA. Rassegna stampa IKON Comunicazione

AGENZIE DI STAMPA. Rassegna stampa IKON Comunicazione AGENZIE DI STAMPA Agra Press martedì 21 maggio 2013 AGRINSIEME VENETO, IL 24 MAGGIO ASSEMBLEA REGIONALE CON DE CASTRO, MANZATO, POLITI, GUIDI, BONALDI 1-21:05:13/10:28 - venezia, (agra press) - dopo aver

Dettagli

PMI. ed INTERNAZIONALIZZAZIONE: SFIDA. sempre possibile. una

PMI. ed INTERNAZIONALIZZAZIONE: SFIDA. sempre possibile. una PMI ed INTERNAZIONALIZZAZIONE: una SFIDA sempre possibile PMI ed INTERNAZIONALIZZAZIONE: una sempre possibile SFIDA Dopo il successo della prima edizione, CNA Servizio Estero propone ESTER 2011, un nuovo

Dettagli

La nuova PAC per la Sardegna

La nuova PAC per la Sardegna Università di Sassari Associazione Studenti di Agraria La nuova PAC per la Sardegna Vincenzo Lenucci Area Economica e Centro Studi - Confagricoltura Aula Magna Dipartimento di Agraria Sassari, venerdì

Dettagli

Benito Campana. Strumenti per la qualità dell impresa agricola e agroalimentare

Benito Campana. Strumenti per la qualità dell impresa agricola e agroalimentare Benito Campana Strumenti per la qualità dell impresa agricola e agroalimentare Itinerario Programmare le politiche aziendali per la qualità in relazione alla normativa, alle esigenze dei mercati e alle

Dettagli

Il futuro della PAC quali prospettive per le assicurazioni e fondi di mutualizzazione? Pasquale DI RUBBO Policy Advisor Trento 1 Aprile 2011

Il futuro della PAC quali prospettive per le assicurazioni e fondi di mutualizzazione? Pasquale DI RUBBO Policy Advisor Trento 1 Aprile 2011 Il futuro della PAC quali prospettive per le assicurazioni e fondi di mutualizzazione? Pasquale DI RUBBO Policy Advisor Trento 1 Aprile 2011 Che cosa sono il Copa e la Cogeca? Il Copa Gli agricoltori europei

Dettagli

Edizioni L Informatore Agrario

Edizioni L Informatore Agrario www.informatoreagrario.it Edizioni L Informatore Agrario Tutti i diritti riservati, a norma della Legge sul Diritto d Autore e le sue successive modificazioni. Ogni utilizzo di quest opera per usi diversi

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF www.progettoverde.info - pv@ progettover de.i nfo 1 COS E IL PROGETTO INTEGRATO DI FILIERA (PIF) Il progetto integrato

Dettagli

Meno proteine agli animali meno nitrati nelle falde

Meno proteine agli animali meno nitrati nelle falde Concluso il progetto triennale Aqua, coordinato dal Crpa e finanziato dalla Ue. Modifiche nell alimentazione disuiniebovini sono utili contro l inquinamento delle acque ProgettoAqua Meno proteine agli

Dettagli

Le attività sono finanziate dalla Regione Emilia-Romagna tramite Fondi Regionali. Operazioni approvate con Delibera della Giunta Regionale n.

Le attività sono finanziate dalla Regione Emilia-Romagna tramite Fondi Regionali. Operazioni approvate con Delibera della Giunta Regionale n. Le attività sono finanziate dalla Regione Emilia-Romagna tramite Fondi Regionali. Operazioni approvate con Delibera della Giunta Regionale n. 1496 del 15/10/2012 Rif. P.A. 2012-1706/RER - Rif. P.A. 2012-1720/RER

Dettagli

Comitato Piccola Industria Confindustria Firenze Programma 2011-2012

Comitato Piccola Industria Confindustria Firenze Programma 2011-2012 Comitato Piccola Industria Confindustria Firenze Programma 2011-2012 Gennaio 2011 1 Premessa: l attuale situazione economica A causa della crisi economico-finanziaria che ha colpito il nostro paese, alla

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. PETTENI ANTONIO Data di nascita 06/03/1953

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. PETTENI ANTONIO Data di nascita 06/03/1953 INFORMAZIONI PERSONALI Nome PETTENI ANTONIO Data di nascita 06/03/1953 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio MEDICO VETERINARIO ISTITUTO Responsabile - SERVIZIO ASSICURAZIONE

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R

F O R M A T O E U R O P E O P E R F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome RENZO MORO Telefono 070500073 Fax 070500044 E-mail r.moro@mpaaf.gov.it Nazionalità ITALIANA Data e luogo

Dettagli

Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale

Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale Verbale del tavolo Energia e agricoltura Istituto G. Fauser Novara, 19 aprile

Dettagli

Risultati della Ricerca

Risultati della Ricerca Risultati della Ricerca Titolo Analisi economica sull'uso dei pavimenti in gomma per le stalle di bovini da latte Descrizione estesa del risultato Le malattie podali rappresentano un grave problema nell

Dettagli

TRADIZIONE & CULTURA

TRADIZIONE & CULTURA PALATIPICO MODENA TRADIZIONE & CULTURA Le Produzioni Agroalimentari Modenesi D.O.P. e I.G.P. Corso 30560 MARKETING STRATEGICO Laurea in Economia e marketing nel sistema agro-industriale Facoltà di Agraria

Dettagli

IL PSR LAZIO PER LA FORMAZIONE E IL TRASFERIMENTO DELLE CONOSCENZE

IL PSR LAZIO PER LA FORMAZIONE E IL TRASFERIMENTO DELLE CONOSCENZE C/0824/2009 Le Misure 111, 114, 124, 331 Regione Lazio PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 IL PSR LAZIO PER LA FORMAZIONE E IL TRASFERIMENTO DELLE CONOSCENZE PSR Lazio Inserto redazionale del numero

Dettagli

NEWSLETTER n. 39/2013

NEWSLETTER n. 39/2013 Ufficio Stampa - Tel. 049/8293770 - Fax 049/8293754 - Cell. 348/2407427 Viale dell'università n. 14-35020 Legnaro (PD) - Id Skype: venetoagri - www.venetoagricoltura.org ufficio.stampa@venetoagricoltura.org

Dettagli

FUSIONE TRA CONDIFESA DELL EMILIA ROMAGNA

FUSIONE TRA CONDIFESA DELL EMILIA ROMAGNA FUSIONE TRA CONDIFESA DELL EMILIA ROMAGNA RAGIONI STRATEGICO-ECONOMICHE RAVENNA MODENA PARMA PIACENZA 1 PREMESSA Le motivazioni che spingono verso un processo di aggregazione sono di natura strategica

Dettagli

Impossibilità di far crescere maiali di qualità che vengono pagati appena 1,15 euro al chilo, ben al di sotto dei costi di produzione

Impossibilità di far crescere maiali di qualità che vengono pagati appena 1,15 euro al chilo, ben al di sotto dei costi di produzione Alimentare 1521 h Home International Italia Regioni Video Speciali Eventi & fiere Vetrina delle Aziende Made in Italy Inside Shopping search Editoriali Alimentare Attualità Economia Politica NEWSFOODcom

Dettagli

Crisi: prezzo terra -0,6%, terzo calo consecutivo in Italia

Crisi: prezzo terra -0,6%, terzo calo consecutivo in Italia Terra e Gusto Crisi: prezzo terra -0,6%, terzo calo consecutivo in Italia Crea, pesano Imu, embargo russo e mancanza liquidità Redazione ANSA ROMA 30 ottobre 201516:30 ANSA +CLICCA PER INGRANDIRE - ROMA

Dettagli

ALLEGATO (A) Piano Informativo Regionale Misura 111 Azione 2 Informazione P.S.R. Sicilia 2007/2013

ALLEGATO (A) Piano Informativo Regionale Misura 111 Azione 2 Informazione P.S.R. Sicilia 2007/2013 ALLEGATO (A) Piano Informativo Regionale Misura 111 Azione 2 Informazione P.S.R. Sicilia 2007/2013 Interventi Misura 111 Informazione Piano Informativo Regionale Premessa Con il Piano Informativo Regionale

Dettagli

LE POSSIBILI FILIERE DEL BIOGAS

LE POSSIBILI FILIERE DEL BIOGAS 10 marzo 2009 Università degli Studi di Teramo Facoltà di Agraria - Mosciano Sant Angelo Regione Abruzzo ARAEN LE POSSIBILI FILIERE DEL BIOGAS Diego Gallo AIEL - ASSOCIAZIONE ITALIANA ENERGIE AGROFORESTALI

Dettagli

ANALISI CONGIUNTURALE SULL AGRICOLTURA LOMBARDA 1 TRIMESTRE 2015

ANALISI CONGIUNTURALE SULL AGRICOLTURA LOMBARDA 1 TRIMESTRE 2015 in collaborazione con le Associazioni regionali dell Agricoltura ANALISI CONGIUNTURALE SULL AGRICOLTURA LOMBARDA 1 TRIMESTRE 2015 GIUGNO 2015 Sommario 1. IN EVIDENZA... 3 2. LE PRINCIPALI TENDENZE DEL

Dettagli