CARTA DEI SERVIZI ASILO NIDO COMUNALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CARTA DEI SERVIZI ASILO NIDO COMUNALE"

Transcript

1 Comune di Gaggiano Provincia di Milano CARTA DEI SERVIZI ASILO NIDO COMUNALE ANNO EDUCATIVO 2013/2014 Approvata con Deliberazione della Giunta Comunale n. 110 del 7/09/2013

2 INDICE Premessa PAG. 2 PRIMA PARTE: I PRINCIPI FONDAMENTALI DEL SERVIZIO PAG. 2 IL PERSONALE PAG. 3/4 SECONDA PARTE: GUIDA AL SERVIZIO ASILO NIDO A chi si rivolge PAG. 4 Le caratteristiche educative del Servizio PAG. 5 L organizzazione dell Asilo Nido PAG. 5/6/7/8 L inserimento PAG. 8 L attività dell Asilo Nido PAG. 9 L alimentazione all Asilo Nido PAG. 9 La partecipazione dei genitori alla vita dell Asilo Nido PAG. 9 Il ruolo della Commissione di Gestione PAG. 10 Controlli e igiene PAG. 10 Caratteristiche educative del Servizio PAG. 10/11 Formazione PAG. 11 L organizzazione della giornata PAG. 11/12 Informazioni ai genitori PAG. 12 Collegamenti con altri Servizi del territorio PAG. 12 TERZA PARTE: STANDARD DI QUALITA DEL SERVIZIO PAG. 12/13 Refezione Alimentazione PAG. 13 Strumenti di valutazione della qualità Tutela degli utenti PAG. 13 Allegati PAG Allegato 1 : Questionario valutazione del Servizio Asilo Nido PAG Allegato 2 : Modulo reclamo/segnalazione di disservizio e Malfunzionamento dell Asilo Nido PAG. 16 1

3 PREMESSA I servizi educativi alla prima infanzia rappresentano una delle priorità dell Amministrazione Comunale di Gaggiano, che persegue l obiettivo di soddisfare i bisogni dei piccoli cittadini e delle loro famiglie attraverso la proposta di un offerta educativa pensata e realizzata con la finalità principale di garantire non solo risposte quantitative ma soprattutto qualitativamente valide. La Carta dei Servizi, recependo le indicazioni legislative e normative, in tema di qualità dei servizi, vuole essere uno strumento di conoscenza, di informazione e di tutela per gli utenti, garantendo chiarezza, trasparenza ed il continuo miglioramento del servizio. L Ente Gestore è il Comune di Gaggiano- Provincia di Milano Via Roma, C.F Part. IVA Tel /235/241 Fax PRIMA PARTE: I PRINCIPI FONDAMENTALI DEL SERVIZIO L Amministrazione Comunale definisce un sistema di regole e garanzie che consentano la massima equità, efficacia e trasparenza negli interventi attraverso la definizione chiara degli obiettivi, degli standard di qualità, delle modalità di accesso ai servizi, dell organizzazione degli stessi nonché delle modalità di verifica e valutazione della qualità stessa. Nel rispetto di quanto previsto dalla legge l Amministrazione Comunale garantisce i seguenti principi fondamentali: Eguaglianza E assicurata la parità di diritti a tutti gli utenti. Non sono motivo di esclusione dal servizio differenze di razza, religione, sesso, lingua, opinioni politiche. E tutelato e garantito il diritto all inserimento anche dei bambini portatori di handicap. Imparzialità e rispetto Trasparenza Partecipazione Continuità Gli operatori dei servizi svolgono la loro attività secondo criteri di obiettività e neutralità, garantendo completa imparzialità fra gli utenti ed il pieno rispetto delle diverse categorie di utenza. L Amministrazione Comunale definisce criteri di accesso, modalità di partecipazione degli utenti al costo del servizio, modalità, tempi e criteri di gestione del servizio, dandone massima diffusione, attraverso il Regolamento dell Asilo Nido e la Carta dei Servizi. E garantita la partecipazione delle famiglie utenti alla gestione del servizio. E assicurato il diritto ad ottenere informazioni, dare suggerimenti, presentare reclami. E assicurato un servizio regolare e continuo, secondo calendario scolastico, ad eccezione di interruzioni e /o sospensioni per motivi urgenti ed imprevedibili. In tal caso l interruzione sarà ridotta al minimo. E assicurata la continuità asilo nido-scuola dell infanzia. Efficienza ed efficacia Vengono individuati standard di qualità, garantendo strumenti di verifica agli utenti. Vengono introdotti strumenti per rilevare annualmente il livello di soddisfazione dell utente rispetto al servizio erogato. 2

4 IL COORDINATORE/COORDINATRICE: IL PERSONALE N. 1 unità di personale educativo Coordina gli incarichi tra il personale Formula l orario ed i turni di servizio degli educatori nel rispetto del C.C.N.L. Ha funzioni di controllo riguardo lo svolgimento dei compiti specifici del personale Supervisiona le conformità i comportamento di tutto il personale del nido Segue la fase di inserimento dei bambini, collaborando con le/gli educatrici/educatori di riferimento Tiene rapporti con l equipe psico-sociale del territorio, con il servizio sociale del comune e con tutti gli altri servizi specialistici per le rispettive situazioni i competenza che interagiscono con l asilo nido Tiene i contatti con il Responsabile del Servizio e con l Amministrazione Comunale Cura i rapporti con le famiglie mediante appositi incontri per la presentazione dell organizzazione e funzionalità del servizio, favorendo la partecipazione delle famiglie all attività dell asilo nido Predispone l informativa necessaria ad attuare i programmi dell asilo nido mediante manifesti, comunicazioni alle famiglie o quant altro necessario Propone al Responsabile del Servizio l adozione del materiale necessario per lo svolgimento delle varie attività educative e definisce gli acquisti necessari alla funzionalità dell asilo nido, sentito anche il personale ausiliario comunicando al Responsabile del Servizio l approvvigionamento necessario E responsabile dei beni inventariati Indica la necessità di sostituzione del personale assente Riunisce il Collettivo del personale educativo, del quale è referente, decidendo l ordine del giorno Raccoglie i reclami e le rilevazioni di soddisfazione delle famiglie trasmettendoli all Amministrazione Comunale IL PERSONALE EDUCATIVO: n. 11 unità di personale (compresa la figura del/la coordinatore/trice) L educazione dei bambini ospiti dell asilo nido è affidata a personale specializzato. Il rapporto richiesto e garantito è di 1 educatrice ogni 7 bambini presenti. L alta qualità professionale prevista per lo svolgimento del lavoro educativo, implica l attuazione di attività formative individuali e di gruppo e di attività di ricerca che consentano di produrre cultura dell infanzia, discuterla e diffonderla sul territorio. Ad esse competono altresì le operazioni di igiene e pulizia del bambino, la somministrazione del pasto e il momento del sonno. Segnalano alle famiglie casi di indisposizione fisica. L educatore/educatrice esprime professionalità e competenza: in rapporto all ambiente nido 1 nella definizione collegiale della progettazione educativa generale 2 nella programmazione educativa individuale e per gruppi attraverso gli strumenti dell osservazione e della documentazione 3 nella cura educativa dei bambini predisponendo adeguate opportunità per vivere esperienze qualitative e formative 4 nella qualificazione degli spazi attraverso la strutturazione con i materiali di arredo e ludici 3

5 in rapporto al bambino 1 nel rapporto individualizzato attraverso l attenzione agli aspetti comunicativi e relazionali 2 nell attività di piccolo e grande gruppo con l osservazione delle dinamiche comportamentali 3 Nelle abituali attività di accoglienza, pranzo, riposo, cura personale, nel rispetto delle differenze in rapporto alle famiglie 1 nei colloqui di pre-inserimento 2 nell accoglienza e relazione quotidiana con il bambino, con i genitori o con altre figure che si occupano di lui 3 negli incontri generali e di sezione 4 nei rapporti con le famiglie di bambini anche non frequentanti in rapporto all ambiente esterno 1 negli organismi di gestione e partecipazione 2 nella programmazione di interventi sul territorio, in collaborazione anche con l èquipe psico-sociale 3 nei progetti di continuità con le scuole dell infanzia 4 nell attivazione di sperimentazioni che introducano innovazioni anche di nuove tipologie di servizi per la prima infanzia IL PERSONALE DI CUCINA: Cuoca - n. 1 unità: Si occupa del servizio di refezione compreso il relativo approvvigionamento; prepara gli alimenti secondo la tabella dietetica, provvede all igiene ed alla pulizia degli utensili e della cucina ed alla conservazione delle derrate alimentari. IL PERSONALE AUSILIARIO: - n. 3 unità: Le ausiliarie addette al servizio garantiscono l assolvimento delle funzioni di pulizia generale degli ambienti e degli strumenti e oggetti presenti al nido, curano il lavaggio, il riordino e la distribuzione della biancheria nelle sezioni e sono di aiuto in cucina. Il personale ausiliario è tenuto nei momenti di necessità alla collaborazione, poiché è figura di supporto complementare al lavoro dell educatrice. A CHI SI RIVOLGE SECONDA PARTE: GUIDA AL SERVIZIO ASILO NIDO L Asilo Nido è un servizio socio-educativo che risponde alle esigenze dei bambini da tre mesi a tre anni, assicurando la coerenza educativa in continuità con l ambiente familiare e promovendo la cultura della prima infanzia. Opera in piena integrazione con i servizi sociali e socio-sanitari territoriali e in particolare con le scuole dell infanzia. LE CARATTERISTICHE EDUCATIVE DEL SERVIZIO Il servizio Asilo Nido si pone l obiettivo di favorire lo sviluppo armonico delle bambine e dei bambini e contribuisce a realizzare il loro diritto all educazione attraverso la promozione: - dell autonomia e dell identità dei bambini e delle bambine, 4

6 - della personalità individuale nelle sue componenti fisiche, affettive, emotive, cognitive, etiche e sociali, - della comunicazione tra bambini, tra bambini e adulti e tra adulti allo scopo di un confronto costruttivo, - del rispetto dei valori di libertà, uguaglianza, giustizia, tolleranza e solidarietà, valorizzando ogni forma di diversità, - di processi educativi tesi a sviluppare le potenzialità di ogni bambino e sostenendoli nel processo di costruzione della loro identità e personalità. L ORGANIZZAZIONE DELL ASILO NIDO A chi è rivolto Come si accede Dove ottenere informazioni A tutti i bambini da tre mesi a tre anni senza distinzione di: sesso, diversa abilità, nazionalità, etnia, religione, condizione economica. Per iscrivere i bambini all asilo nido occorre compilare una domanda, disponibile presso l Ufficio Servizi Sociali in via Roma 36 e sul sito internet del Comune di Gaggiano (www.comune.gaggiano.mi.it) e presentarla dal 15 marzo al 15 aprile di ogni anno al fine di poter essere presa in considerazione per la definizione della composizione delle sale per il successivo anno scolastico. Le domande verranno accolte e valutate in base ai criteri definiti dal vigente regolamento dell Asilo Nido. L ammissione/non ammissione viene comunicata per iscritto al genitore. Il genitore, per regolarizzare l ammissione del figlio, deve confermare l iscrizione. Prima dell inizio della frequenza i genitori avranno un colloquio con l educatrice che seguirà il bambino per stabilire tempi e modalità di inserimento. Personalmente presso l Ufficio Servizi Sociali di via Roma 36 nei seguenti orari: MATTINO: dal lunedì al sabato dalle ore 9,00 alle ore 12,00 L Ufficio Servizi Sociali ha il numero telefonico e l indirizzo di posta elettronica Dove è ubicato La struttura è collocata in via De Gasperi n.12 (tel ). Sono garantite le condizioni generali di stabilità e la sicurezza degli impianti e degli arredi in conformità a quanto previsto dalle norme vigenti. La struttura è costituita da più locali, tutti al piano terreno, in diretta comunicazione con una vasta area verde attrezzata con opportuni arredi e giochi ed utilizzabile per le attività ricreative. Gli ampi locali sono arredati ed organizzati in modo da costituire quattro differenti sezioni e adeguati spazi per il riposo e per le attività. Completano la struttura i locali adibiti a cucina, dispensa, bagni dei bambini e del personale, la lavanderia. Come è organizzato Qual è il rapporto educatrice/bambini L asilo nido è diviso in sezioni in cui i bambini sono suddivisi in piccoli, medi e grandi, oltre ad una sezione part-time che accoglie medi e grandi dai 20 mesi compiuti. Il numero dei bambini per ogni sezione viene deciso annualmente dall Amministrazione Comunale e dalla Commissione di Gestione in base alle domande presentate e dal personale educativo in base alle caratteristiche individuali dei bambini e nel rispetto della normativa vigente. Di norma il rapporto medio è quello previsto dalla normativa di riferimento. E garantito il rapporto di 1 ogni 7 bambini presenti durante l orario di apertura del nido. 5

7 Quale è il contributo chiesto all utente/come viene calcolato Le quote di contribuzione mensile poste a carico delle famiglie tengono conto della situazione socioeconomica delle famiglie (calcolo sul valore ISEE - redditi anno 2012) e della modalità di frequenza del servizio; sono state approvate dalla Giunta Comunale con deliberazione n. 121 del 28/06/2012 RETTE MENSILI PER LE SALE LATTANTI/DIVEZZI/DIVEZZINI E PART-TIME BREVE TEMPO PIENO 8,30/17,00 RETTA 1^ FASCIA da 0 a 7.500,00 180,00 RETTA 2^ FASCIA da 7.500,01 a ,00 280,00 RETTA 3^ FASCIA da ,01 a ,00 310,00 RETTA 4^ FASCIA da ,01 a ,00 380,00 RETTA 5^ FASCIA da ,01 a ,00 430,00 RETTA 6^ FASCIA oltre ,00 450,00 FUORI COMUNE 500,00 TEMPO PARZIALE 7,30/13,00 riduzione del 30% RETTA 1^ FASCIA da 0 a 7.500,00 180,00 RETTA 2^ FASCIA da 7.500,01 a ,00 196,00 RETTA 3^ FASCIA da ,01 a ,00 217,00 RETTA 4^ FASCIA da ,01 a ,00 266,00 RETTA 5^ FASCIA da ,01 a ,00 301,00 RETTA 6^ FASCIA oltre ,00 315,00 FUORI COMUNE 350,00 TEMPO PARZIALE BREVE 9,00/13,00 riduzione del 45% RETTA 1^ FASCIA da 0 a 7.500,00 180,00 RETTA 2^ FASCIA da 7.500,01 a ,00 180,00 RETTA 3^ FASCIA da ,01 a ,00 180,00 RETTA 4^ FASCIA da ,01 a ,00 209,00 RETTA 5^ FASCIA da ,01 a ,00 236,50 RETTA 6^ FASCIA oltre ,00 247,50 FUORI COMUNE 275,00 6

8 QUOTE PRE E POST ASILO DA SOMMARE ALLA RETTA FISSA MENSILE PRE-POST ASILO / FASCE DI RIFERIMENTO RETTA 1^ FASCIA da 0 a ,00 RETTA 2^ FASCIA da ,01 a ,00 RETTA 3^ FASCIA OLTRE ,00 ANCHE PER CHI NON CONSEGNA L'I.S.E.E. E PER I NON RESIDENTI PRE- ASILO DALLE ORE 7,30 ALLE ORE 8,30 RETTA 1^ FASCIA 5,00 RETTA 2^ FASCIA 10,00 RETTA 3^ FASCIA 20,00 PER CHI NON CONSEGNA L'I.S.E.E. E PER I NON RESIDENTI RETTA 1^ FASCIA 7,50 RETTA 2^ FASCIA 13,00 POST- ASILO DALLE ORE 17,00 ALLE ORE 18,00 RETTA 3^ FASCIA 30,00 PER CHI NON CONSEGNA L'I.S.E.E. E PER I NON RESIDENTI RETTA 1^ FASCIA 10,00 RETTA 2^ FASCIA 20,00 PRE + POST- ASILO RETTA 3^ FASCIA 40,00 PER CHI NON CONSEGNA L'I.S.E.E. 50,00 NON RESIDENTI verranno equiparati alla fascia 6 -per le rette fisse- e alla fascia 3 -per le quote di pre e post asilo- i residenti che non presenteranno l attestazione ISEE; per la frequenza con modalità part-time verrà effettuata una riduzione così definita: dalle ore 7,30 alle ore 13,00 part-time prolungato- la riduzione applicata sarà del 30% sulla retta fissa e non verrà richiesta la quota pre-asilo; dalle ore 9,00 alle ore 13,00 part-time breve- la riduzione applicata sarà del 45% sulla retta fissa; per la frequenza contemporanea di due o più fratelli verrà effettuata una riduzione del 25% sulla retta fissa di ciascun/a bimbo/a; 7

9 in caso di assenza: per un numero di giorni uguali o superiori a 14 nell arco dello stesso mese, verrà effettuata una riduzione del 25% sulla retta fissa mensile; per un intero mese dovuta a malattia certificata dal medico, verrà effettuata una riduzione del 50% sull importo della retta fissa mensile; per un intero mese non dovuta a malattia certificata dal medico nessuna riduzione verrà applicata sulla retta fissa mensile; per i non residenti nessuna riduzione verrà applicata sulla retta fissa mensile; in caso di riduzione l importo della retta fissa mensile non potrà essere inferiore a 180,00.=; QUOTA PASTO GIORNALIERA: 2,75 QUOTA CONFERMA ISCRIZIONE: 52,00 Tipologia di frequenza / orario di apertura Sono previste due tipologie di frequenza dell Asilo Nido: 1. TEMPO PIENO, così definito: dalle 7,30 alle 8,30 PRE ASILO ENTRATA DALLE ORE 8,30 ALLE ORE 9,00 1^ USCITA DALLE ORE 15,00 ALLE ORE 15,30 2^ USCITA DALLE ORE 16,00 ALLE ORE 17,00 dalle 17,00 alle 18,00 POST-ASILO 2. TEMPO PARZIALE, così definito: PROLUNGATO: ENTRATA DALLE ORE 7,30 ALLE ORE 9,00 BREVE: ENTRATA DALLE ORE 9,00 ALLE ORE 9,15 USCITA PER TUTTI ENTRO LE ORE 13,00 Quando è aperto per almeno 47 settimane L Asilo Nido è aperto dal 1 lunedì di settembre 2 settembre e termina giovedì 31 luglio 2014, è in funzione dal lunedì al venerdì dalle ore 7.30 alle ore Viene garantita l apertura di n. 47 settimane come previsto dalla normativa vigente. L INSERIMENTO Per evitare disagi sia ai bambini sia ai genitori nell accostarsi ad una esperienza del tutto nuova, gli inserimenti verranno scaglionati. La frequenza del bambino all asilo nido inizierà in modo graduale e nei primi giorni un genitore o altra persona indicata dagli stessi dovrà rimanere al nido con il bimbo o la bimba. La presenza dei familiari all interno delle sezioni sarà consentita nel solo periodo dell inserimento. 8

10 L ATTIVITA DELL ASILO NIDO L attività dell Asilo Nido si svolge all interno del progetto educativo che fissa le linee di indirizzo, modalità operative e motivazioni delle scelte effettuate. Il progetto educativo viene tradotto in azioni concrete con la programmazione educativa annuale che definisce tempi, modalità di intervento, strumenti, documentazione e verifica delle attività svolte con i bambini. La programmazione è compito professionale del gruppo delle educatrici di ogni sezione e viene presentata, tenuto conto dei bambini frequentanti, ai genitori dopo il termine degli inserimenti. L ALIMENTAZIONE ALL ASILO NIDO L Asilo Nido ha la cucina interna e personale qualificato che si occupa della preparazione degli alimenti e dei pasti completi. I generi alimentari freschi (frutta, verdura, carne ecc.) vengono acquistati settimanalmente presso le ditte fornitrici che offrono garanzie di qualità dei prodotti. Il menù settimanale viene predisposto dal/la tecnologo/a alimentare comunale, tenendo conto dell età dei bambini e delle linee guida dietologiche predisposte dall A.S.L. competente. LA PARTECIPAZIONE DEI GENITORI ALLA VITA DELL ASILO NIDO Assemblea dei genitori Viene convocata almeno 2 volte all anno per la nomina dei rappresentanti della Commissione di Gestione e ogni volta che si renda necessario per comunicazioni dell Amministrazione Comunale, del personale educativo e della Commissione di Gestione. Commissione di Gestione Riunione per i nuovi iscritti E un organo di partecipazione con compiti organizzativi e consultivi in cui sono presenti anche tre rappresentanti dei genitori. Nomina e compiti sono specificati nel Regolamento dell Asilo Nido. Viene convocata almeno 2 volte all anno. Entro il mese di giugno viene effettuato un incontro con i genitori dei bambini nuovi iscritti, per fornire informazioni sul servizio, sulle modalità e sui tempi di inserimento. Incontri individuali / nuovi iscritti Incontri individuali / per tutti (nuovi e già frequentanti) Incontri di sezione Feste Per i bambini nuovi iscritti viene effettuato, prima dell inserimento, un colloquio tra le educatrici della sezione in cui il bimbo sarà inserito e la famiglia. Ogni sezione organizza colloqui individuali con le famiglie, almeno 2 volte nel corso dell anno, per condividere il percorso effettuato dal bambino e confrontarsi su argomenti inerenti i vari aspetti della sua crescita personale. I genitori potranno richiedere colloqui individuali con le educatrici, concordando tempi e orari. Ogni anno scolastico viene effettuato un incontro entro il mese di ottobre per presentare la programmazione annuale alle famiglie ed un incontro finale entro il mese di giugno per verificare gli obiettivi raggiunti. Nel corso dell anno scolastico vengono organizzate almeno due iniziative che caratterizzano momenti significativi della vita dei bambini e costituiscono un occasione di incontro tra tutto il personale dell Asilo Nido ed i genitori. Solitamente uno di essi è la festa in occasione del Natale, e l altro è la festa di fine anno scolastico per lo scambio dei saluti prima della chiusura. 9

11 IL RUOLO DELLA COMMISSIONE DI GESTIONE Alla Gestione dell Asilo Nido partecipa la Commissione di Gestione che, in qualità di organo consultivo, ha compiti propositivi e ha come obiettivo quello di promuovere la partecipazione delle famiglie alla gestione sociale dell Asilo Nido: - elabora, in collaborazione con il personale dell'asilo Nido, gli indirizzi generali, economici, organizzativi ed educativi e vigila sulla loro applicazione; - promuove ogni utile iniziativa per il buon funzionamento del Servizio; - prende atto delle iscrizioni pervenute e verifica la graduatoria relativa; - determina le modalità per favorire l'incontro delle famiglie con gli operatori dell'asilo Nido; - propone all'amministrazione Comunale opere e provvedimenti di natura ordinaria e straordinaria, anche in riferimento alla struttura e finalizzati alla promozione di un Servizio qualitativamente migliore. La Commissione di Gestione è composta da: - l Assessore ai Servizi Sociali in qualità di Presidente, - n. 1 componente in rappresentanza dei gruppi consiliari di minoranza, - n. 3 Rappresentanti delle Famiglie degli utenti, eletti dall Assemblea delle Famiglie, - il/la Responsabile del Settore Servizi Sociali; - n. 1 Educatore/trice nominato dal Collegio del Personale Educativo - il/la Coordinatrice/tore dell Asilo Nido. Alle riunioni della Commissione di Gestione partecipa un dipendente dell Ufficio Servizi Sociali in funzione di segretario verbalizzante. CONTROLLI E IGIENE Il controllo igienico e degli standard relativi al personale e alla struttura è di competenza dell A.S.L. della Provincia di Milano n.1, che effettua sopralluoghi periodici. CARATTERISTICHE EDUCATIVE DEL SERVIZIO L Asilo Nido è caratterizzato da una programmazione educativa che rispetta e valorizza le esigenze e le potenzialità dei bambini delle diverse fasce di età per il raggiungimento dei seguenti obiettivi: - favorire l acquisizione di adeguati livelli di autonomia in relazione ad alimentazione, igiene, abbigliamento. E opportuno che i bambini abbiano vestiti comodi che permettano loro di muoversi liberamente; per favorire l autonomia dei bimbi più grandi si consigliano vestiti pratici che consentano loro di vestirsi e svestirsi da soli. - favorire lo sviluppo di nuove e più strutturate modalità comunicative; - promuovere un armonico sviluppo motorio; - stimolare lo sviluppo cognitivo attraverso la scoperta e l esperienza dell ambiente e della realtà circostante; - favorire un equilibrato sviluppo affettivo e sociale attraverso significativi contesti relazionali. La modalità attraverso cui si sviluppano gli obiettivi è l approccio ludico graduale che prevede la realizzazione di attività esplorative, giochi di imitazione, di costruzione, esperienze grafiche, musicali, motorie e manipolative. Il raggiungimento degli obiettivi viene verificato, periodicamente, con osservazioni sul gruppo e sul singolo bambino, condotte sia dalla singola educatrice sia dal gruppo delle educatrici. 10

12 FORMAZIONE La formazione del corpo insegnanti è uno strumento indispensabile per il mantenimento degli standard di qualità del servizio asilo nido ed è indispensabile la crescita professionale del personale educativo e la coordinatrice. La loro formazione ha i seguenti scopi ed obiettivi: prendere coscienza dell importanza del lavoro di equipe; definire il lavoro educativo ; individuare i reali bisogni dei bambini con conseguente programmazione delle attività ludiche più adatte alle diverse fasce di età; l importanza del saper osservare ; osservazioni sull importanza dell interazione Bambino-Educatrice, Bambini e pari; consapevolezza dell importanza di costruire un solido ponte fra nido e famiglia; strutturazione dei laboratori didattici ed il ruolo del coordinamento educativo; dare strumenti diversificati per arrivare ad un obiettivo condiviso, il benessere dei Bambini. Il monte ore previsto, nel rispetto della normativa vigente, è di almeno n. 20 ore/anno. L ORGANIZZAZIONE DELLA GIORNATA La giornata dell Asilo Nido è caratterizzata da momenti di routine quali accoglienza, pranzo, sonno, cambio, attività che si svolgono secondo tempi e spazi organizzati dalle educatrici al fine di garantire il bisogno di sicurezza, orientamento ed autonomia dei bambini e delle bambine. Giornata tipo Accoglienza Spuntino I bambini vengono accolti tra le ore 7,30 le ore 9,00 per le sale piccoli-medi-grandi e dalle ore 9,00 alle ore 9,15 per la sala part-time breve. Dopo tale termine i bambini non verranno accettati se non per motivi straordinari che le famiglie dovranno comunicare in anticipo. Nel corso della mattina (alle ore 9,30 circa) viene dato ai bambini uno spuntino a base di frutta. Pranzo Sonno Merenda Uscita Il pranzo è fissato alle ore 11,30 circa per la sala lattanti ed alle ore 11,45 per tutti gli altri piccoli utenti. I menù settimanali sono esposti all Asilo Nido e sono preparati da un/una cuoco/a nella cucina dell Asilo Nido. Tutti i bambini riposano nel pomeriggio, dalle ore 13,00 alle ore 15,00 circa. All Asilo Nido dovranno essere lasciati anche gli eventuali oggetti che il bimbo utilizza per il riposo. Anche per la merenda gli alimenti saranno forniti dall Asilo Nido. Non possono essere accettati alimenti provenienti dall esterno. I bambini devono essere ritirati entro e non oltre l orario massimo di uscita previsto, in base alla modalità di utilizzo del servizio richiesta dai genitori. I bambini saranno consegnati solo ai genitori o alle persone delegate. Per evidenti motivi di sicurezza e per evitare disagio agli altri bambini, è opportuno che sia un solo familiare ad entrare nelle sezioni. All entrata di ogni sezione i genitori potranno prendere visione del resoconto della giornata. In caso di problemi particolari sarà l educatrice a farli presente. Si raccomanda ai genitori di trattenersi nelle sezioni per il tempo strettamente necessario, senza richiedere un colloquio giornaliero con il personale. 11

13 INFORMAZIONI AI GENITORI Cosa deve sapere il genitore in caso di: Comune di Gaggiano- Provincia di Milano Via Roma, Presentazione obbligatoria del certificato medico per essere riammesso all Asilo Nido: - quando i bambini sono assenti per malattia da cinque o più giorni. Assenza per motivi familiari: - le assenze per motivi familiari devono essere comunicate in anticipo al personale oppure nei primi giorni dell assenza, anche telefonicamente. Problemi familiari: - in caso di intolleranze o allergie alimentari o dieta conseguente ad una malattia, dovrà essere presentato un certificato medico indicante gli alimenti concessi e quelli proibiti, - i genitori possono presentare richiesta di sostituzione di alimenti per motivi religiosi. Consegna dei bambini a persone diverse dai genitori: - i bambini, oltre che dai genitori, potranno essere consegnati solamente alle persone delegate. Somministrazione di farmaci: - in nessun caso potranno essere somministrati antibiotici o sulfamidici ai bambini durante la permanenza all Asilo Nido ; - nel caso in cui debbano essere somministrati farmaci diversi ai bambini, questi dovranno essere accompagnati da una prescrizione medica indicante modalità e dosi, al fine di esonerare il personale da qualsiasi responsabilità. COLLEGAMENTI CON ALTRI SERVIZI DEL TERRITORIO L Asilo Nido è collegato con i Servizi Sociali comunali e con altri servizi del territorio che seguono il bambino o il nucleo familiare per problematiche particolari e specifiche, con i quali la collaborazione sarà continua per tutto il tempo di frequenza all Asilo Nido. E garantito il collegamento con le Scuole dell Infanzia presenti sul territorio comunale. TERZA PARTE: STANDARD DI QUALITA DEL SERVIZIO Vengono garantiti i seguenti standard di qualità: procedure di iscrizione, garanzia di assistenza di idoneo personale per la compilazione della modulistica di iscrizione e per risolvere eventuali problemi, comunicazione a tutti i genitori entro 15 giorni dalla formazione della graduatoria (sia in caso di accoglimento sia in caso contrario), inserimento, colloqui individuali e di sezione con i genitori nel corso dell anno, formazione ed aggiornamento del personale educativo, supporto nella compilazione della domanda di iscrizione e nell iter burocratico per l accesso al servizio. 12

14 REFEZIONE ALIMENTAZIONE Si assicura una cucina interna con personale qualificato e si garantisce il rispetto delle tabelle dietetiche indicate dall A.S.L. Si effettuano variazioni dietetiche solo a seguito di prescrizioni del pediatra. Si garantisce la presenza dell educatrice di riferimento per ogni gruppo di bambini durante il momento del pranzo. STRUMENTI DI VALUTAZIONE DELLA QUALITA - TUTELA DEGLI UTENTI L Amministrazione Comunale si impegna ad attuare verifiche e valutazioni del Servizio, sia in modo diretto, sia attraverso la collaborazione degli utenti. In tale prospettiva si attueranno: - incontri periodici di valutazione e di verifica con il/la Coordinatore/trice ed il personale educativo, - questionario annuale per la valutazione della qualità percepita dall utenza, viene consegnato alle famiglie prima della chiusura dell anno scolastico. Ne viene richiesta la compilazione e la restituzione, in forma anonima, inserendo il questionario nell apposita cassetta posta all interno dell asilo. Sulla base delle attività precedenti l Amministrazione Comunale si impegna annualmente a pubblicare un rapporto sulla valutazione del grado di soddisfazione degli utenti e, se necessario, un piano di miglioramento della qualità del servizio erogato. I dati raccolti tramite i questionari vengono elaborati e comunicati alla Commissione di Gestione, che formulerà delle proposte migliorative che saranno valutate dall Amministrazione Comunale e dal personale educativo. Le famiglie potranno presentare formale reclamo scritto (su apposito modulo allegato alla presente e disponibile sia presso i Servizi Sociali del Comune che presso l Asilo Nido) da indirizzare al Responsabile dei Servizi Sociali. Entro 20 giorni verrà comunicato l esito oppure un invito a presentarsi a colloquio per ulteriori chiarimenti. Gaggiano, luglio

15 Allegati 14

16 QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE ASILO NIDO - GRADIMENTO DEI GENITORI Da riconsegnare imbucandolo nell apposita scatola posta all ingresso dell Asilo Nido entro il mese di giugno - (anno educativo 2013/2014 ) Intervistato/a MASCHIO FEMMINA Sezione PART-TIME LATTANTI MEDI GRANDI Vi chiediamo di dare una valutazione sull Asilo Nido per l'anno educativo in corso, esprimendo un giudizio sugli aspetti che seguono indicando BUONO (B) OTTIMO (O) SUFFICIENTE (S) INSUFFICIENTE (I) a lato di ciascuna voce: Personale educativo: - gentilezza - disponibilità al dialogo con i genitori - professionalità - disponibilità con i bambini Personale amministrativo: - gentilezza - disponibilità al dialogo con i genitori - chiarezza delle spiegazioni fornite - ricerca di soluzioni ai problemi Standard qualitativi: - qualità e varietà del menù - numero delle iniziative rivolte alle famiglie - qualità delle iniziative rivolte alle famiglie - pulizia delle strutture - manutenzione delle strutture e degli spazi verdi circostanti - varietà dei giochi - tempestività dell'intervento di ordine sanitario - tempestività degli avvisi e delle comunicazioni - spazio concesso alla partecipazione attiva delle famiglie Eventuali annotazioni/suggerimenti: GRAZIE PER LA COLLABORAZIONE! 15

17 Reclami, segnalazioni di disservizi e di malfunzionamenti del Nido Al Comune di Gaggiano Ufficio Servizi Sociali Via Roma GAGGIANO (MI) OGGETTO: Reclamo/segnalazione di disservizio e malfunzionamento dell Asilo Nido comunale di Gaggiano Il/La Sig./Sig.ra (NOME) (NOME) (COGNOME (COGNOME) residente a (COMUNE) (PROV.) via N. Con riferimento all Asilo Nido comunale di Gaggiano, segnala quanto segue: (Di seguito, scrivere il contenuto del reclamo o il disservizio o malfunzionamento che si vuole segnalare) Data Firma (della persona che fa la segnalazione o dell educatrice che la riceve) Note: Il reclamo/segnalazione, quando viene fatto a voce, deve essere firmato da persona diversa rispetto a chi lo fa (persona che lo riceve); chi riceve il reclamo/segnalazione deve trasmetterlo, entro il giorno successivo, al responsabile dell Ufficio Servizi Sociali del Comune di Gaggiano. 16

Città di Stradella Provincia di Pavia Assessorato al Welfare

Città di Stradella Provincia di Pavia Assessorato al Welfare Città di Stradella Provincia di Pavia Assessorato al Welfare SERVIZIO: Attività Socio-Assistenziale Culturale Educativa Sportiva - Carta dei Servizi: ASILO NIDO Pag. 1 INDICE della Carta dei Servizi Che

Dettagli

REGOLAMENTO GESTIONE ASILO NIDO COMUNALE

REGOLAMENTO GESTIONE ASILO NIDO COMUNALE Città di Somma Lombardo REGOLAMENTO GESTIONE ASILO NIDO COMUNALE Approvato con deliberazione CC n. 38 del 20 giugno 2008 Ultima modifica con deliberazione CC n. 52 del 26 luglio 2014 Ripubblicato all Albo

Dettagli

COMUNE DI MONTEBELLUNA ASILO NIDO COMUNALE CARTA DEI SERVIZI

COMUNE DI MONTEBELLUNA ASILO NIDO COMUNALE CARTA DEI SERVIZI COMUNE DI MONTEBELLUNA ASILO NIDO COMUNALE CARTA DEI SERVIZI Approvata con DGC n. 180 del 20-09-2010 PREMESSA: PRINCIPI FONDAMENTALI: L Amministrazione Comunale definisce un sistema di regole e garanzie

Dettagli

REGOLAMENTO ASILO NIDO D INFANZIA IL MELOGRANO

REGOLAMENTO ASILO NIDO D INFANZIA IL MELOGRANO REGOLAMENTO ASILO NIDO D INFANZIA IL MELOGRANO Art.1 Oggetto a. Il presente Regolamento disciplina finalità e attività di gestione dell Asilo Nido d Infanzia Il Melograno, realizzato e gestito dalla Cooperativa

Dettagli

l ABBRACCIO Onlus Cooperativa Sociale a.r.l.

l ABBRACCIO Onlus Cooperativa Sociale a.r.l. MICRONIDO l ABBRACCIO VIA SAN CARLO 11 CASCINA POGLIANASCA ARLUNO (MILANO) CARTA DEI SERVIZI 2013/14 La Carta dei Servizi è un documento che evidenzia in tutta trasparenza le modalità di erogazione del

Dettagli

Carta dei Servizi degli Asili Nido del Comune di Potenza

Carta dei Servizi degli Asili Nido del Comune di Potenza Carta dei Servizi degli Asili Nido del Comune di Potenza (Approvata con Delibera di Giunta n. 220 del 09/12/2008) INDICE Parte I PRINCIPI GENERALI :Che cos è la Carta del Servizio? La sua validità Finalità

Dettagli

CITTA DI PADERNO DUGNANO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEGLI ASILI NIDO COMUNALI

CITTA DI PADERNO DUGNANO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEGLI ASILI NIDO COMUNALI CITTA DI PADERNO DUGNANO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEGLI ASILI NIDO COMUNALI APPROVATO CON DELIBERAZIONE CONSILIARE N 78 del 26 settembre 1997 e N 13 del 12 marzo 1998 TITOLO 1 Finalità

Dettagli

CAMPO SOLARE COMUNE SPOTORNO ESTATE 2015

CAMPO SOLARE COMUNE SPOTORNO ESTATE 2015 CAMPO SOLARE COMUNE SPOTORNO ESTATE 2015 I PRINCIPI FONDAMENTALI DELLA CARTA I principi che sostengono la Carta del Servizio Campo Solre sono essenzialmente quelli espressi sia della Costituzione della

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA 1 REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA ART. 1 OGGETTO E FINALITA DEL SERVIZIO Il servizio di refezione scolastica è realizzato dal Comune nell ambito delle proprie competenze. Il servizio

Dettagli

COMUNE DI SAN VITO AL TAGLIAMENTO

COMUNE DI SAN VITO AL TAGLIAMENTO COMUNE DI SAN VITO AL TAGLIAMENTO REGOLAMENTO REGOLAMENTO COMUNALE COMUNALE GESTIONE GESTIONE RERASILO ASILO - NIDO - NIDO TEL. ASILO NIDO: O434/81310 COORDINATRICE: CENTIS FRANCA (REGOLAMENTO APPROVATO

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI ASILO NIDO Comune di Magnago (Milano)

CARTA DEI SERVIZI ASILO NIDO Comune di Magnago (Milano) CARTA DEI SERVIZI ASILO NIDO Comune di Magnago (Milano) Sommario LA CARTA DEI SERVIZI...3 Sezione I...4 Introduzione al servizio...4 CHI SIAMO...5 DOVE SIAMO...5 CALENDARIO DI FUNZIONAMENTO...5 I NOSTRI

Dettagli

COMUNE DI OFFANENGO Servizi Educativi CARTA DEI SERVIZI. ASILO NIDO COMUNALE Mons. Don Bellino Capetti

COMUNE DI OFFANENGO Servizi Educativi CARTA DEI SERVIZI. ASILO NIDO COMUNALE Mons. Don Bellino Capetti COMUNE DI OFFANENGO Servizi Educativi CARTA DEI SERVIZI ASILO NIDO COMUNALE Mons. Don Bellino Capetti CHE COS E LA CARTA SERVIZI La Carta dei Servizi è lo strumento attraverso il quale si forniscono alle

Dettagli

Comune di Lodi Vecchio. Assessorato ai Servizi Sociali

Comune di Lodi Vecchio. Assessorato ai Servizi Sociali Comune di Lodi Vecchio Assessorato ai Servizi Sociali ASILO NIDO COMUNALE La Coccinella di Lodi Vecchio A.e. 2015/2016 Il Nido è un servizio socio-educativo che in collaborazione con la famiglia contribuisce

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI ASILI NIDO

CARTA DEI SERVIZI ASILI NIDO COMUNE DI GALLARATE ASSESSORATO AI SERVIZI SOCIALI Via Cavour, 4 Tel. 0331.754322 fax 0331.770016 segreterianidi@comune.gallarate.va.it CARTA DEI SERVIZI ASILI NIDO Centro: Asilo Nido Villoresi via Villoresi,

Dettagli

ASILO NIDO SANTA FAUSTINA KOWALSKA

ASILO NIDO SANTA FAUSTINA KOWALSKA Associazione Dives in Misericordia ASILO NIDO SANTA FAUSTINA KOWALSKA CARTA DEI SERVIZI La seguente CARTA DEI SERVIZI è stata redatta facendo riferimento alla delibera della Giunta Regionale della Campania

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DELL ASILO NIDO COMUNALE

REGOLAMENTO DI GESTIONE DELL ASILO NIDO COMUNALE COMUNE DI BRENTONICO P R O V I N C I A D I T R E N T O REGOLAMENTO DI GESTIONE DELL ASILO NIDO COMUNALE **** Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 18 dd. 31/03/2009 Modificato con deliberazione

Dettagli

ASILO NIDO FANTANIDO

ASILO NIDO FANTANIDO Ge.A.S.C. Gestione Aziendale Servizi Comunali ASILO NIDO FANTANIDO CARTA DEI SERVIZI INDICE 1. LA CARTA DEI SERVIZI I PRINCIPI FONDAMENTALI 2. L ASILO NIDO FANTANIDO LE FINALITA GLI ORARI 3. LE MODALITA

Dettagli

Comune di Erba. Nido Magolibero. Gestito da. Cooperativa Sociale Lavoro e Solidarietà CARTA DEL SERVIZIO

Comune di Erba. Nido Magolibero. Gestito da. Cooperativa Sociale Lavoro e Solidarietà CARTA DEL SERVIZIO Comune di Erba Nido Magolibero Gestito da Cooperativa Sociale Lavoro e Solidarietà CARTA DEL SERVIZIO Per noi il nido è... Il nido è un servizio socio-educativo per la prima infanzia, aperto a tutti i

Dettagli

Carta Servizi Asilo Nido comunale di Carini

Carta Servizi Asilo Nido comunale di Carini Carta Servizi Asilo Nido comunale di Carini Contatti Capo Rip.ne III Pietro Migliore Tel. 091/8611341 Fax 091/8661459 email pietro.migliore@pec.comune.carini.pa.it Istruttore direttivo Antonina Ruffino

Dettagli

Comune di Airuno REGOLAMENTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA

Comune di Airuno REGOLAMENTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA Comune di Airuno REGOLAMENTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA Deliberazione di Consiglio Comunale 31 25.09.2002 Approvazione Deliberazione di Consiglio Comunale 14 29.06.2005 Modifica Deliberazione di Consiglio

Dettagli

La voce dei bambini. Asilo nido bilingue ad indirizzo montessoriano accreditato con il Comune di Firenze REGOLAMENTO DEL SERVIZIO

La voce dei bambini. Asilo nido bilingue ad indirizzo montessoriano accreditato con il Comune di Firenze REGOLAMENTO DEL SERVIZIO > pag. 1 di 6 Allegato 3 REGOLAMENTO DEL SERVIZIO In vigore dall anno educativo 2014/2015 e tuttora valido Art. 1 L asilo Nido La voce dei bambini è un servizio socio-educativo di interesse pubblico, che

Dettagli

REGOLAMENTO LUDOTECA COMUNALE. - Approvato con del. C.C. n. 71-446 del 3.10.2005;

REGOLAMENTO LUDOTECA COMUNALE. - Approvato con del. C.C. n. 71-446 del 3.10.2005; CITTA DI CONEGLIANO PROVINCIA DI TREVISO REGOLAMENTO LUDOTECA COMUNALE - Approvato con del. C.C. n. 71-446 del 3.10.2005; - Data entrata in vigore: 14.10.2005 1 REGOLAMENTO LUDOTECA COMUNALE ARTICOLO 1

Dettagli

LA CARTA DEI SERVIZI

LA CARTA DEI SERVIZI ASILO NIDO LA CULLA D ORO gestito da consorzio arcobaleno LA CARTA DEI SERVIZI 1 INDICE 1. LA CARTA DEI SERVIZI 1.1 Che cos è la Carta dei Servizi 1.2 Quali sono i principi a cui si ispira 2. IL SERVIZIO

Dettagli

LA CARTA DEL SERVIZIO. Dal lunedì al venerdì: 7,30 18,30

LA CARTA DEL SERVIZIO. Dal lunedì al venerdì: 7,30 18,30 IL NIDO DI CASA REBECCA VIA MAIOLO, 5 10044 PIANEZZA (TO) LA CARTA DEL SERVIZIO ORARI Dal lunedì al venerdì: 7,30 18,30 Pre-Nido 7,30-8,30 Tempo Pieno 8,30/9,30-16,15/16,30 Mattino corto 8,30-12,30/13,00

Dettagli

Art. 6 AMMISSIONE E FREQUENZA Possono essere ammessi ai servizi socio-educativi per la prima infanzia le bambine e i bambini in età compresa tra i

Art. 6 AMMISSIONE E FREQUENZA Possono essere ammessi ai servizi socio-educativi per la prima infanzia le bambine e i bambini in età compresa tra i Art. 1 ISTITUZIONE E FINALITÀ E istituito in Sarnonico il servizio asilo nido. Il nido di infanzia è un servizio educativo e sociale che concorre con le famiglie alla crescita e alla formazione delle bambine

Dettagli

NUOVO REGOLAMENTO DI GESTIONE DELL ASILO NIDO COMUNALE PETER PAN

NUOVO REGOLAMENTO DI GESTIONE DELL ASILO NIDO COMUNALE PETER PAN COMUNE DI RIOLO TERME Provincia di Ravenna NUOVO REGOLAMENTO DI GESTIONE DELL ASILO NIDO COMUNALE PETER PAN Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 79 del 30/11/2001 1 modifica approvata con

Dettagli

AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CAIVANO

AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CAIVANO AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CAIVANO Anno Scolastico 2013 2014 Il servizio di refezione scolastica è destinato agli alunni delle scuole statali e comunali di Caivano, iscritti alla scuola dell infanzia

Dettagli

Il Regolamento realizzato in conformità con le indicazioni contenute nelle normative vigenti è integrato nella Carta dei Servizi

Il Regolamento realizzato in conformità con le indicazioni contenute nelle normative vigenti è integrato nella Carta dei Servizi Carta dei Servizi Il Regolamento realizzato in conformità con le indicazioni contenute nelle normative vigenti è integrato nella Carta dei Servizi Scuola dell Infanzia San Giovanni Bosco Asilo Nido Percassi

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELL ASILO NIDO COMUNALE

CARTA DEI SERVIZI DELL ASILO NIDO COMUNALE CARTA DEI SERVIZI DELL ASILO NIDO COMUNALE UN.DUE..TRE STELLA! VIA EINAUDI 5 Approvata con Deliberazione C.C. n. 8 del 27.02.2006 ANNO EDUCATIVO 2013/2014 ART. 1 - FINALITA Il Comune di Casorezzo, a conferma

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE SCUOLE DELL INFANZIA

REGOLAMENTO COMUNALE SCUOLE DELL INFANZIA REGOLAMENTO COMUNALE SCUOLE DELL INFANZIA ART. 1 - NATURA E FINALITA La Scuola comunale dell infanzia concorre, nell ambito del sistema scolastico, a promuovere la formazione integrale della personalità

Dettagli

CITTÀ DI VITTORIO VENETO

CITTÀ DI VITTORIO VENETO CITTÀ DI VITTORIO VENETO Errore. Il segnalibro non è definito. VICTORIA NOBIS VITA REGOLAMENTO ASILO NIDO COMUNALE Approvato con delibera del Consiglio Comunale n 8 del 21.04.2010 - Entrato in vigore il

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI PER L INFANZIA 0 3 ANNI AMBITO TERRITORIALE IX 2004. Finalità, principi e criteri di attuazione. Parte I

CARTA DEI SERVIZI PER L INFANZIA 0 3 ANNI AMBITO TERRITORIALE IX 2004. Finalità, principi e criteri di attuazione. Parte I 1 CARTA DEI SERVIZI PER L INFANZIA 0 3 ANNI AMBITO TERRITORIALE IX 2004 I nidi d Infanzia e i servizi integrativi costituiscono il sistema dei servizi educativi e si configurano come centri territoriali

Dettagli

ASILO NIDO S. MARGHERITA CARTA DEI SERVIZI

ASILO NIDO S. MARGHERITA CARTA DEI SERVIZI COMUNE DI MONOPOLI ASILO NIDO S. MARGHERITA CARTA DEI SERVIZI Parte I Principi generali Premessa La Carta dei Servizi ha come fonte di ispirazione fondamentale l articolo 3 della Costituzione Italiana

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DELL ASILO NIDO COMUNALE

REGOLAMENTO DI GESTIONE DELL ASILO NIDO COMUNALE COMUNE DI MEDUNA DI LIVENZA --------------------------------------------------- Provincia di Treviso VIA VITTORIO EMANUELE, 13 31040 MEDUNA DI LIVENZA C.F.: 8001 237 0260 P.IVA: 0049 741 0266 WWW.COMUNE.MEDUNADILIVENZA.TV.IT

Dettagli

COMUNE DI CERRO AL LAMBRO REGOLAMENTO COMMISSIONE MENSA

COMUNE DI CERRO AL LAMBRO REGOLAMENTO COMMISSIONE MENSA COMUNE DI CERRO AL LAMBRO REGOLAMENTO COMMISSIONE MENSA ARTICOLO 1 Istituzione e finalità della Commissione mensa La Commissione Mensa Comunale (di seguito CMC) è una forma democratica di partecipazione

Dettagli

Regolamento per l attuazione del servizio di Mensa Scolastica

Regolamento per l attuazione del servizio di Mensa Scolastica www.comune.bottanuco.bg.it Regolamento per l attuazione del servizio di Mensa Scolastica (Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale nr. 40 del 29.9.2005 e modificato con deliberazione di Consiglio

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED IL FUNZIONAMENTO DEGLI ASILI NIDO DEL COMUNE DI SALERNO. TITOLO 1 PRINCIPI GENERALI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED IL FUNZIONAMENTO DEGLI ASILI NIDO DEL COMUNE DI SALERNO. TITOLO 1 PRINCIPI GENERALI REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED IL FUNZIONAMENTO DEGLI ASILI NIDO DEL COMUNE DI SALERNO. ART. 1 Oggetto del Regolamento TITOLO 1 PRINCIPI GENERALI Il presente regolamento disciplina la gestione ed il funzionamento

Dettagli

Asilo Nido Integrato. Baby Mondo. Pojana Maggiore. Anno Scolastico 2014-2015

Asilo Nido Integrato. Baby Mondo. Pojana Maggiore. Anno Scolastico 2014-2015 Asilo Nido Integrato Baby Mondo Pojana Maggiore Anno Scolastico 2014-2015 PREMESSA La presente Carta dei Servizi si pone come una presa di impegno da parte dell ente erogatore del servizio Nido che si

Dettagli

Settore Politiche Sociali e di Sostegno alla Famiglia. regolamento. Asili nido Arcobaleno L arca di Noè

Settore Politiche Sociali e di Sostegno alla Famiglia. regolamento. Asili nido Arcobaleno L arca di Noè Settore Politiche Sociali e di Sostegno alla Famiglia regolamento Asili nido Arcobaleno L arca di Noè regolamento Documento aggiornato a febbraio 2013 Indice capo 1 art. 1 art. 2 art. 3 capo 2 art. 4 art.

Dettagli

Centro Socio Educativo (C.S.E.) di Brembate Sopra Via xxv Aprile Via Donizzetti 60. Redatta in conformità alla D.G.R. n. 7/20763 del 16/02/2005

Centro Socio Educativo (C.S.E.) di Brembate Sopra Via xxv Aprile Via Donizzetti 60. Redatta in conformità alla D.G.R. n. 7/20763 del 16/02/2005 Centro Socio Educativo (C.S.E.) di Brembate Sopra Via xxv Aprile Via Donizzetti 60 Redatta in conformità alla D.G.R. n. 7/20763 del 16/02/2005 Brembate sopra, settembre 2010 La Carta dei Servizi è il requisito

Dettagli

COMUNE DI CETONA. Provincia di Siena. Regolamento del Nido Intercomunale d'infanzia di Piazze ART. 1 OGGETTO

COMUNE DI CETONA. Provincia di Siena. Regolamento del Nido Intercomunale d'infanzia di Piazze ART. 1 OGGETTO COMUNE DI CETONA Provincia di Siena Regolamento del Nido Intercomunale d'infanzia di Piazze ART. 1 OGGETTO Il presente regolamento disciplina l attività di gestione del Nido Intercomunale d Infanzia di

Dettagli

Regolamento del Servizio di Asilo Nido

Regolamento del Servizio di Asilo Nido COMUNE DI TAGLIO DI PO Provincia di Rovigo Regolamento del Servizio di Asilo Nido (Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n.61 del 9/08/2005) (Modificato con deliberazione di Consiglio comunale

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI ASILO NIDO MAGNOLIA

CARTA DEI SERVIZI ASILO NIDO MAGNOLIA Comune di Mariano Comense CARTA DEI SERVIZI ASILO NIDO MAGNOLIA Approvato con delibera di Giunta Comunale n. 132 del 14/11/2012 Settore Istruzione ed Asilo Nido Tel 031.757298 296 e-mail istruzione@comune.mariano-comense.co.it

Dettagli

COMUNE DI CASTELBELLINO

COMUNE DI CASTELBELLINO PROVINCIA DI ANCONA - INDICE - PREMESSA Pag. 2 Che cos è la carta del servizio Pag. 2 A chi si rivolge Pag. 2 Finalità Pag. 2 Valutazione ed aggiornamento della carta Pag. 2 1) FINALITA E PRINCIPI FONDAMENTALI

Dettagli

Comune di Morlupo Provincia di Roma REGOLAMENTO SERVIZI EDUCATIVI PER LA PRIMA INFANZIA E PER L INFANZIA

Comune di Morlupo Provincia di Roma REGOLAMENTO SERVIZI EDUCATIVI PER LA PRIMA INFANZIA E PER L INFANZIA Comune di Morlupo Provincia di Roma REGOLAMENTO SERVIZI EDUCATIVI PER LA PRIMA INFANZIA E PER L INFANZIA Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 25 del 19.06.2008 INDICE Art. 1 - Finalità generali

Dettagli

Area 2 - Servizi alla Persona Assessorato alla scuola e istruzione CARTA DEI SERVIZI CENTRI RICREATIVI ESTIVI

Area 2 - Servizi alla Persona Assessorato alla scuola e istruzione CARTA DEI SERVIZI CENTRI RICREATIVI ESTIVI Area 2 - Servizi alla Persona Assessorato alla scuola e istruzione CARTA DEI SERVIZI CENTRI RICREATIVI ESTIVI CARTA DEI SERVIZI CENTRI RICREATIVI ESTIVI PAG. 1 di 6 Che cos è la Carta dei Servizi La Carta

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA COMUNALE

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA COMUNALE REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA COMUNALE Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 6 del 13.01.1998 Revisioni: NOTE: 1 TITOLO I FINALITA DELLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ART. 1 - FINALITA

Dettagli

Consorzio Privatassistenza Cooperativa LA LUCE Via Roma 49, 21053 Castellanza (VA)

Consorzio Privatassistenza Cooperativa LA LUCE Via Roma 49, 21053 Castellanza (VA) Carta dei Servizi Consorzio Privatassistenza Cooperativa LA LUCE Via Roma 49, 21053 Castellanza (VA) PAGINA 2 CARTA DEI SERVIZI Indice 2 Premesse 2 Principi della Carta dei Servizi 3 Obiettivi dei Servizi

Dettagli

REGOLAMENTO MICRONIDO COMUNALE.

REGOLAMENTO MICRONIDO COMUNALE. REGOLAMENTO MICRONIDO COMUNALE. ART. 1 PRINCIPI GENERALI 1. Il Micronido comunale di Villafranca Piemonte è un servizio socio educativo di interesse pubblico che ha il duplice scopo di favorire da un lato

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI AZIENDA SPECIALE. CAVRIAGOSERVIZI Area Educativa

CARTA DEI SERVIZI AZIENDA SPECIALE. CAVRIAGOSERVIZI Area Educativa CARTA DEI SERVIZI AZIENDA SPECIALE CAVRIAGOSERVIZI Area Educativa Approvata dal Consiglio di Amministrazione dell Azienda Speciale nella seduta del 6 maggio 2010 1 NOTE INTRODUTTIVE Con la redazione della

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI PER LA COSTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLE COMMISSIONI MENSA

REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI PER LA COSTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLE COMMISSIONI MENSA REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI PER LA COSTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLE COMMISSIONI MENSA Art. 1 (Principi, finalità ed ambito di applicazione) 1. L Amministrazione comunale riconosce il valore

Dettagli

Carta dei servizi socio-educativi per la prima infanzia

Carta dei servizi socio-educativi per la prima infanzia Carta dei servizi socio-educativi per la prima infanzia La Carta dei servizi socio-educativi del Comune di Perugia ha come fonte di ispirazione i principi contenuti nella Convenzione internazionale ONU

Dettagli

COMUNE DI CAMPEGINE Provincia di Reggio Emilia BANDO DI AMMISSIONE ALLA SCUOLA COMUNALE DELL INFANZIA

COMUNE DI CAMPEGINE Provincia di Reggio Emilia BANDO DI AMMISSIONE ALLA SCUOLA COMUNALE DELL INFANZIA COMUNE DI CAMPEGINE Provincia di Reggio Emilia Assessorato alla Scuola Gestione Servizi per l Infanzia BANDO DI AMMISSIONE ALLA SCUOLA COMUNALE DELL INFANZIA Anno scolastico 2014/2015 COMUNICAZIONE PER

Dettagli

Micronido BIM BUM BAM!!

Micronido BIM BUM BAM!! Micronido BIM BUM BAM!! Per i bimbi fino ai 3 anni aperto tutto l'anno dalle 07.30 alle 18.30 (orari e frequenze liberi!!) per info.: 049 9387559 via Dante, 5\B a Trebaseleghe CARTA DEI SERVIZI settembre

Dettagli

Avviso Pubblico per l accreditamento ai fini del convenzionamento di Nidi privati autorizzati all apertura ed al funzionamento nel Comune di Formia.

Avviso Pubblico per l accreditamento ai fini del convenzionamento di Nidi privati autorizzati all apertura ed al funzionamento nel Comune di Formia. Avviso Pubblico per l accreditamento ai fini del convenzionamento di Nidi privati autorizzati all apertura ed al funzionamento nel Comune di Formia. Art. 1 Obiettivi È intenzione del Comune di Formia procedere

Dettagli

CAPO I NORME GENERALI

CAPO I NORME GENERALI COMUNE DI MERCATO SARACENO Provincia di Forlì Cesena REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Approvato con deliberazione C.C. n. 30 del 21.04.2009 Modificato con deliberazione C.C. n. 43

Dettagli

Comune di Morlupo Provincia di Roma REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

Comune di Morlupo Provincia di Roma REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Comune di Morlupo Provincia di Roma REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Approvato con delibera di consiglio comunale n 33 del 08.08.2007 INDICE Art. 1 Oggetto del servizio Art.

Dettagli

CITTA di LAURIA Provincia di Potenza

CITTA di LAURIA Provincia di Potenza REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELL ASILO COMUNALE ART. 1 ISTITUZIONE Il Comune di Lauria istituisce un servizio di Asilo Nido per i bambini di età compresa tra i tre mesi ed i tre anni. Il numero minimo

Dettagli

ASILO NIDO MAGA MAGO

ASILO NIDO MAGA MAGO ASILO NIDO MAGA MAGO REGOLAMENTO INTERNO PREMESSA L Asilo Nido Maga Magò di Roccagorga è ubicato in via Borgo Madonna. E un servizio socioeducativo di interesse pubblico rivolto ai bambini nei primi tre

Dettagli

ASILO NIDO A TEMPO CORTO LA COMETA

ASILO NIDO A TEMPO CORTO LA COMETA ASILO NIDO A TEMPO CORTO LA COMETA Progetto organizzativo - gestionale 1. Descrizione del contesto La cooperativa sociale Istituto San Giuseppe e la cooperativa sociale Sant Agostino hanno individuato

Dettagli

CITTA DI CARUGATE. Provincia di Milano CARTA DEL SERVIZIO ASILO NIDO DEL COMUNE DI CARUGATE. Via Monte Bianco n 1 Carugate (MI) Tel.

CITTA DI CARUGATE. Provincia di Milano CARTA DEL SERVIZIO ASILO NIDO DEL COMUNE DI CARUGATE. Via Monte Bianco n 1 Carugate (MI) Tel. CITTA DI CARUGATE Provincia di Milano CARTA DEL SERVIZIO ASILO NIDO DEL COMUNE DI CARUGATE Via Monte Bianco n 1 Carugate (MI) Tel. 029254187 INDICE Presentazione pag 3 Come iscriversi pag 3 Retta d iscrizione

Dettagli

COMUNE DI RAVELLO PROVINCIA DI SALERNO REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

COMUNE DI RAVELLO PROVINCIA DI SALERNO REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNE DI RAVELLO PROVINCIA DI SALERNO REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Allegato A alla delibera di C. C. n. 14 del 30.08.2012 INDICE Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art.

Dettagli

Proposte Didattiche. Asilo Nido Bolle di Musica Via Somalia 1a/5 Grugliasco

Proposte Didattiche. Asilo Nido Bolle di Musica Via Somalia 1a/5 Grugliasco Proposte Didattiche Asilo Nido Bolle di Musica Via Somalia 1a/5 Grugliasco Il Progetto Un bambino è una persona piccola, con piccole mani, piccoli piedi e piccole orecchie, ma non per questo con idee piccole.

Dettagli

CARTA dei SERVIZI CENTRO PRIMA INFANZIA. SERVIZIO INFANZIA e FAMIGLIA

CARTA dei SERVIZI CENTRO PRIMA INFANZIA. SERVIZIO INFANZIA e FAMIGLIA Settore Politiche sociali e di sostegno alla famiglia CARTA dei SERVIZI CENTRO PRIMA INFANZIA SERVIZIO INFANZIA e FAMIGLIA Indice Capo 1 La carta dei servizi Uno strumento per dialogare e collaborare con

Dettagli

COMUNE DI ASSEMINI SERVIZI SOCIO-CULTURALI

COMUNE DI ASSEMINI SERVIZI SOCIO-CULTURALI COMUNE DI ASSEMINI SERVIZI SOCIO-CULTURALI REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEI SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA (Deliberazione del Consiglio Comunale n. 72 del 08.07.2009) PARTE I - OGGETTO, DESTINATARI,

Dettagli

Comune di Cassina de Pecchi REGOLAMENTO DI GESTIONE ASILO NIDO COMUNALE IL PESCIOLINO ROSSO. Approvato con deliberazione 8/05/2014 N 64

Comune di Cassina de Pecchi REGOLAMENTO DI GESTIONE ASILO NIDO COMUNALE IL PESCIOLINO ROSSO. Approvato con deliberazione 8/05/2014 N 64 Comune di Cassina de Pecchi REGOLAMENTO DI GESTIONE ASILO NIDO COMUNALE IL PESCIOLINO ROSSO Approvato con deliberazione 8/05/2014 N 64 1 INDICE art. 1 Finalità del Servizio pag. 3 art. 2 Area di utenza

Dettagli

Questionario per le famiglie

Questionario per le famiglie Allegato Questionari di rilevazione Questionario per le famiglie Cari genitori, i Nidi e le Scuola dell infanzia, già da alcuni anni, sono impegnati in progetti di formazione e valutazione per il miglioramento

Dettagli

REGOLAMENTO DI SERVIZIO DEGLI ASILI NIDO COMUNALI di Via Veneto e via Cacciatori delle Alpi.

REGOLAMENTO DI SERVIZIO DEGLI ASILI NIDO COMUNALI di Via Veneto e via Cacciatori delle Alpi. REGOLAMENTO DI SERVIZIO DEGLI ASILI NIDO COMUNALI di Via Veneto e via Cacciatori delle Alpi. FUNZIONAMENTO Art. 1 Principi generali del servizio. L Asilo Nido è un servizio di interesse pubblico rivolto

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Adottato con delibera del Consiglio Comunale n. 18 del 21/07/2010 1/7 TITOLO PRIMO SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA.. pag.3 Art. 1 - FINALITA' DEL SERVIZIO

Dettagli

ASILO NIDO COMUNALE A. MORO LA CARTA DEL SERVIZIO EDUCATIVO PER LA PRIMA INFANZIA

ASILO NIDO COMUNALE A. MORO LA CARTA DEL SERVIZIO EDUCATIVO PER LA PRIMA INFANZIA ASILO NIDO COMUNALE A. MORO LA CARTA DEL SERVIZIO EDUCATIVO PER LA PRIMA INFANZIA Approvata con delibera di G.C. n. 12 del 05.03.2009 INDICE 1. PREMESSA 1.1. La Carta del Servizio Educativo per la Prima

Dettagli

REGOLAMENTO MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO MENSA SCOLASTICA COMUNE DI GERMAGNANO PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO MENSA SCOLASTICA Approvato con deliberazione C.C. n. 25 del 29.07.2010 ART. 1 - FINALITÀ' DEL SERVIZIO La refezione scolastica è un servizio comunale

Dettagli

ALLEGATO A) al capitolato speciale d appalto. Indirizzi generali per la predisposizione del Progetto di gestione

ALLEGATO A) al capitolato speciale d appalto. Indirizzi generali per la predisposizione del Progetto di gestione ALLEGATO A) al capitolato speciale d appalto Indirizzi generali per la predisposizione del Progetto di gestione 1 PROGETTO ASILO NIDO GESTIONE DEL SERVIZIO ASILO NIDO E DEL POST-NIDO Premessa: La traccia

Dettagli

COMUNE DI VAIANO Provincia di Prato REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI E DEGLI INTERVENTI EDUCATIVI PER LA PRIMA INFANZIA

COMUNE DI VAIANO Provincia di Prato REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI E DEGLI INTERVENTI EDUCATIVI PER LA PRIMA INFANZIA COMUNE DI VAIANO Provincia di Prato REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI E DEGLI INTERVENTI EDUCATIVI PER LA PRIMA INFANZIA Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 67 del 28/10/2004 COMUNE

Dettagli

Comune di Gaggiano Provincia di Milano CARTA DEI SERVIZI ASILO NIDO COMUNALE. -intitolato ad Angelo Malabarba - GAGGIANO VIA A. DE GASPERI N.

Comune di Gaggiano Provincia di Milano CARTA DEI SERVIZI ASILO NIDO COMUNALE. -intitolato ad Angelo Malabarba - GAGGIANO VIA A. DE GASPERI N. Comune di Gaggiano Provincia di Milano CARTA DEI SERVIZI ASILO NIDO COMUNALE -intitolato ad Angelo Malabarba - GAGGIANO VIA A. DE GASPERI N. 12 CAPACITA RICETTIVA N. 60 POSTI ANNO EDUCATIVO 2014/2015 Approvata

Dettagli

COS E IL MICRONIDO PICCOLI PASSI E COSA OFFRE

COS E IL MICRONIDO PICCOLI PASSI E COSA OFFRE 1 COS E IL MICRONIDO PICCOLI PASSI E COSA OFFRE La Scuola dell Infanzia Silvio Moretti offre il servizio di Micro-nido ai bambini residenti e non, in età compresa dai 18 ai 36 mesi. Il nido nasce per far

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DI COMMISSIONE MENSA

REGOLAMENTO COMUNALE DI COMMISSIONE MENSA COMUNE di PORTO MANTOVANO REGOLAMENTO COMUNALE DI COMMISSIONE MENSA Approvato con Deliberazione Consiglio Comunale n. del 2 Art. 1 - Finalità La Commissione Mensa ha la finalità di favorire la partecipazione,

Dettagli

COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE0 REGOLAMENTO DI GESTIONE DELL ASILO NIDO COMUNALE

COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE0 REGOLAMENTO DI GESTIONE DELL ASILO NIDO COMUNALE COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE0 REGOLAMENTO DI GESTIONE DELL ASILO NIDO COMUNALE Approvato con deliberazione C.C.n. 47 del 24/09/2014 ARTICOLO I DEFINIZIONE L asilo nido è un servizio socio-educativo

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA REGOLAMENTO SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Approvato con deliberazione consiliare n. 9 del 4.02.2010 PRIMA PARTE FINALITÀ E ORGANIZZAZIONE Art. 1 Finalità Il Comune di Pont Canavese predispone un servizio

Dettagli

Carta dei Servizi Asilo Nido

Carta dei Servizi Asilo Nido COMUNE DI BOVISIO MASCIAGO Settore Politiche Sociali e Culturali Carta dei Servizi Asilo Nido Via Gramsci Indice Prefazione Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 - Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art. 9 Art. 10 Art.

Dettagli

Carta dei Servizi Rev. 2 del 03/02/2013 INDICE

Carta dei Servizi Rev. 2 del 03/02/2013 INDICE CARTA DEI SERVIZI Magicabula SNC di Giumento A. & Oriani F. Via Milano, 34 Strada Vecchia Paullese Vigliano di Mediglia (MI) 345/2759906 345/2759907 www.ludotecamagicabula.it 1 INDICE o Carta servizi Che

Dettagli

REGOLAMENTO COMMISSIONE MENSA. Dipartimento Cultura e Politiche Sociali febbraio 2014

REGOLAMENTO COMMISSIONE MENSA. Dipartimento Cultura e Politiche Sociali febbraio 2014 REGOLAMENTO COMMISSIONE MENSA Dipartimento Cultura e Politiche Sociali febbraio 2014 PREMESSA La Commissione Mensa (C.M.) è un organo operativo volontario legittimamente riconosciuto, previsto sia dalle

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA COMUNE DI BUDRIO Provincia di Bologna Settore Servizi alla Persona e alla Famiglia REGOLAMENTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA Approvato con deliberazione consiliare n. 66 in data 13 luglio 2005 Indice 1.

Dettagli

REGOLAMENTO ASILO NIDO COMUNALE Modificato con delibera di G.M n. 100 in data 04.07.2007. Titolo I Principi Generali

REGOLAMENTO ASILO NIDO COMUNALE Modificato con delibera di G.M n. 100 in data 04.07.2007. Titolo I Principi Generali REGOLAMENTO ASILO NIDO COMUNALE Modificato con delibera di G.M n. 100 in data 04.07.2007 Titolo I Principi Generali Il presente Regolamento stabilisce, nel rispetto delle normative nazionali e regionali

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DELL ASILO NIDO COMUNALE

REGOLAMENTO DI GESTIONE DELL ASILO NIDO COMUNALE COMUNE DI LAVARONE provincia di Trento REGOLAMENTO DI GESTIONE DELL ASILO NIDO COMUNALE Approvato con deliberazione consiliare n. 18 di data 20.06.2011. Modificato con deliberazione consiliare n. 40 dd.

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO ASILO NIDO E SCUOLA DELL INFANZIA COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO ASILO NIDO E SCUOLA DELL INFANZIA COMUNALE COMUNE DI CALDERARA DI RENO Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO ASILO NIDO E SCUOLA DELL INFANZIA COMUNALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE CONSILIARE N 68 DEL 30/07/2009 IN VIGORE

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CIRCOLO DI QUALITÀ del Comune di Opera. Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 28 del 17.07.2014

REGOLAMENTO DEL CIRCOLO DI QUALITÀ del Comune di Opera. Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 28 del 17.07.2014 REGOLAMENTO DEL CIRCOLO DI QUALITÀ del Comune di Opera Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 28 del 17.07.2014 ARTICOLO 1 - Istituzione e finalità del Circolo di Qualità Il Circolo di Qualità

Dettagli

SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE (SAD aree anziani, disabili, nuove povertà)

SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE (SAD aree anziani, disabili, nuove povertà) COMUNE DI SESTO CALENDE (Provincia di Varese) Area dei Servizi Educativi e Socio-Culturali SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE (SAD aree anziani, disabili, nuove povertà) CARTA DEI SERVIZI Approvata con

Dettagli

Regolamento per il funzionamento dell asilo nido

Regolamento per il funzionamento dell asilo nido COMUNE DI CAORSO Provincia di Piacenza Regolamento per il funzionamento dell asilo nido Testo approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 12 del 25.5.2005 Modificato con Deliberazioni del Consiglio

Dettagli

COMUNE DI MONTICELLO D ALBA - Provincia di Cuneo- REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO MENSA SCOLASTICA

COMUNE DI MONTICELLO D ALBA - Provincia di Cuneo- REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO MENSA SCOLASTICA COMUNE DI MONTICELLO D ALBA - Provincia di Cuneo- REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO MENSA SCOLASTICA APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 41 DEL 22/12/2010 MODIFICATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO

Dettagli

Carta dei servizi Baby Parking

Carta dei servizi Baby Parking Carta dei servizi Baby Parking Carta dei servizi Baby Parking INDICE Organizzazione A chi si rivolge Come siamo organizzati Somministrazione di farmaci Caratteristiche educative del servizio Giornata tipo

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE PER L ASILO NIDO PARTE PRIMA ART. 1)- ISTITUZIONE

REGOLAMENTO GENERALE PER L ASILO NIDO PARTE PRIMA ART. 1)- ISTITUZIONE REGOLAMENTO GENERALE PER L ASILO NIDO PARTE PRIMA ART. 1)- ISTITUZIONE E istituito a cura dell Amministrazione Comunale, il servizio di Asilo Nido per bambini, di età inferiore ai 3 anni, divisi in lattanti,

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DEL CPIA NAPOLI CITTA 1 (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 07/06/1995)

CARTA DEI SERVIZI DEL CPIA NAPOLI CITTA 1 (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 07/06/1995) CARTA DEI SERVIZI DEL CPIA NAPOLI CITTA 1 (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 07/06/1995) La Carta dei servizi del CPIA Napoli città 1 ha quali principi ispiratori gli articoli

Dettagli

Comune di Castelnuovo di Garfagnana

Comune di Castelnuovo di Garfagnana Comune di Castelnuovo di Garfagnana REGOLAMENTO NIDO D INFANZIA Indice ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO... 2 ART. 2 - FINALITA' DEL SISTEMA... 2 ART. 3 - ELEMENTI SOSTITUTIVI DEL SISTEMA... 2 ART. 4 -

Dettagli

PREMESSA. Definizione e finalità della Carta dei Servizi

PREMESSA. Definizione e finalità della Carta dei Servizi 2 PREMESSA Definizione e finalità della Carta dei Servizi La Carta dei servizi è un documento che fissa i principi e i criteri per l erogazione del servizio di asilo nido, ne stabilisce i livelli qualitativi

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ASILO NIDO Mons. Capetti Don Bellino

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ASILO NIDO Mons. Capetti Don Bellino COMUNE DI OFFANENGO Provincia di Cremona REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ASILO NIDO Mons. Capetti Don Bellino Approvato con atto C.C. n. 11 del 30.3.2006 1 INDICE Art. 1 - FINALITA Art. 2 RICETTIVITA

Dettagli

REGOLAMENTO LUDOTECA DELLA FILANDA CITTA DELLA FAMIGLIA

REGOLAMENTO LUDOTECA DELLA FILANDA CITTA DELLA FAMIGLIA REGOLAMENTO LUDOTECA DEL CITTA DELLA FAMIGLIA Premessa Il presente regolamento disciplina il servizio Ludoteca della Filanda quale servizio socio-educativo per il benessere delle famiglie. La ludoteca

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Comune di Saletto Provincia di Padova --==ooooo== ==ooooo==-- REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 29 del 03/08/2009 TITOLO I ISTITUZIONE DEL

Dettagli

COMUNE DI CORBETTA Provincia di Milano 20011 Via C. Cattaneo, 25 SETTORE SERVIZI SOCIALI C.F. / P.I. 03122360153 Tel.

COMUNE DI CORBETTA Provincia di Milano 20011 Via C. Cattaneo, 25 SETTORE SERVIZI SOCIALI C.F. / P.I. 03122360153 Tel. COMUNE DI CORBETTA Provincia di Milano 20011 Via C. Cattaneo, 25 SETTORE SERVIZI SOCIALI C.F. / P.I. 03122360153 Tel. 0297204201-210 REGOLAMENTI ASILO NIDO GIANNI RODARI ART.1 - FINALITÀ DELL ASILO NIDO

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA MATERNA

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA MATERNA ASILO INFANTILE DI SIZIANO REGOLAMENTO DELLA SCUOLA MATERNA PARTE PRIMA FINALITA E CARATTERI DELLA SCUOLA MATERNA Art. 1 La Scuola dell Infanzia Paritaria gestita dall Ente Morale Asilo Infantile di Siziano

Dettagli

COMUNE DI PONTE IN VALTELLINA Provincia di Sondrio

COMUNE DI PONTE IN VALTELLINA Provincia di Sondrio COMUNE DI PONTE IN VALTELLINA Provincia di Sondrio LA CARTA DEI SERVIZI DEL CENTRO RICREATIVO DIURNO DENOMINATO COLONIA DI SAN BERNARDO La Carta dei Servizi rappresenta lo strumento primo con il quale

Dettagli