pronta a ripartire con hi-tech

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "pronta a ripartire con hi-tech"

Transcript

1 * Una Gente confatturaticrollati del A Nonostante N e data /10/2012 Diffusione Pagina 46 Periodicità Quotidiano Dimens 6726 % ILSOLE24ORE_121002_46_46pdf Sito web wwwsole24orecom La«motorvalley» dell Emia pronta a ripartire con hitech Pmi industriali e artigiane per l agricoltura pronte alla sfida internazionale Ilaria Vesentini nostro inviato REGGIO EMILIA Dal MI A leggere i numeri disastrosi del mercato domestico ottimismo con cui lavorano e fanno programmi le aziende della meccanica agricola emiana potrebbe sembrare fuori luogo Bastano pochi minuti di confronto per? per capire che questi tra Reggio e Modena sono imprenditori pratici e tenaci legati a fo doppio con la terra e la lentissima evoluzione di un mestiere antico quanto l uomo abituata a ragionare su problemi concreti non sulle bolle della fmanza e a destreggiarsi da un ventennio con la crisi domestica e le opportunità internazionali che non si lascia intimorire dalle altalene dei prezzi delle derrate e neppure da un terremoto devastante come quello di fine maggio grande certezza li sostiene l agricoltura è un settore che continua a crescere a livello globale e continuerà ad avere " fame di " tecnologie e macchinari sempre più evoluti via via che salgono la popolazione da sfamare e gli imperativi dell ecosostenibità E made in Italy in questo campo non teme confronti piazzandosi ancora oggi al primo posto nel mondo per varietà e versatità di macchinari al top per eccellenza qualitativa e tecnologica «Bisogna saper assecondare e anticipare questa evoluzione che si muoverà sempre più verso macchine di grandi dimensioni di riflesso alle grandiestensioni agricole mondiali Sono pochissime le imprese del distretto in grado di competere con colossi come John Deere o Agco sui grandi trattori ma qui si pu? e deve mantenere primato della meccanica per le colture specializzate mediterranee anche grazie alla forza della fiera che ancora oggi rappresenta un inestimabe plus per le competenze ingegneristiche e laspecializzazione ma PARMA ROMAGNA Càstètnbbd Fabbrico di Sotto f 4 "Bagnolo in Piano "San Màrtihd in Ria a MODENA IL PERIMETRO Risultano operative 47 aziende con oltre 12 ma addetti ( che raddoppiano con l indotto ) e un fatturato complessivo intorno a 1 8 miardi nifatturiera» parlare è Fabio Stordii presidente e ad di Comer Industries areggiolo leader nei sistemi di ingegneria e meccatronica e partner strategico dei costruttori di macchine agricole reggiane (e non solo perché fornisce tutti i competitor del settore in 6o Paesi ) La storia del distretto che abbraccia Reggio e Modena è scritta nello stesso libro che racconta la " valle dei motori emiana " Una storia iniziata oltre un secolo fa del marchio storico Landini è ancora operativo a Fabbrico nellabassa Reggiana l antico laboratorio impiantato ne11884 di cui oggi sono protagoniste 47 imprese industrialiperma addetti ( che raddoppiano con l indotto ) e un fatturato che sfiora 1 8 miardi le pesanti conseguenze dellacrisidel o%% cluster ha saputo tenere la barra dritta salvaguardando maestranze e stabimenti restando a galla a suon di innovazione ed export e pur a fronte di banci 2012 ancora annusa rancio Una dinamica che 1 / 5

2 lavorando stimascenderàalminimo storico versatità ) disalvare subfornitura che Che Dopo «Così E Lo N e data /10/2012 Diffusione Pagina 46 Periodicità Quotidiano Dimens 6726 % ILSOLE24ORE_121002_46_46pdf Sito web wwwsole24orecom segge nel piano strategico Comer appena presentato con «previsioni di crescita a doppia cifra per U assicura presidente su innovazione di prodotto di mercato e di clienti» Concentrazioné e specializzazione sono i due fenomeni che più hanno cambiato la fisionomia del distretto negliultimi vent anni e che più la cambieranno Erano un centinaio gli operatori negli anni Novanta doppio di oggi così come era due volte superiore la domanda interna che quest anno si di 2oma trattori Stanno per? tornando ai livelli pre crisi le altre macchine agricole ( minori dimensioni maggiore e sta tenendo l export anche se distretto stando agli ultimi dati del Monitor Intesa SanPaolo è ancora 28 punti percentuali sotto la performance oltreconfine del 2008 Lontani dal fascino e dal clamore del mondo automobistico ma altrettanto bisognosi di incentivi pubblici i produttori di macchine agricole hanno avuto per? finora forza e merito unafettaimportante dellamotor valleyemiana sebbene anche qui le fiere di si siano allungate fmo in Far East e di fungere da cuscinetto occupazionale pur a fronte di un massiccio ricorso agli ammortizzatori sociali«la perdita di volumi soprattutto nel segmento trattoristico e le delocalizzazioni non si sono tradotte in perdita di stock occupazionale e merito va alle imprese radicate sulterritorio» conferma Valerio Bondi della FiomCg reggiana aggiunge i problemi si sono scaricati per? sulla subfornitura con decine di ditte dell indotto artigiano chiuse e le casse straordinarie e in deroga del 2009 che stanno iniziando a tradursi in mobità Protagonista dei cambiamenti del distretto gli ultimi vent anni è gruppo Argo Tractors versione " 20 " dello storico marchio di trattori Landini ancora oggi brand di punta del sfiora i gruppo 500 mioni di fatturato solo 20%% realizzato in Italia assieme ai brand McCormicK ( top di gamma e di potenza ) e Val dpadana ( piccole macchine isodiametriche superspecializzate ) Nei tre stabimenti tra Fabbrico San Martino in Rio e Luzzara nella pianura reggiana ( più un altra azienda locale che produce cabine ) escono no macchine al giorno in 500 diversi modelli Nessuno dei 1600 dipendenti ( inclusi quelli delle 8 fiali commerciali nel mondo ) è stato licenziato nonostante un crollo dei volumi del 30%% tra 2008 e 2010 «La strada intrapresa mira alla massima concentrazione di stabimenti e prodottispiega Antonio Salvaterra responsabe marketing del gruppo per ridurre sprechi e aumentare efficienza e flessibità» la scelta di restare dove inizi? fondatore Giovanni Landini non è stata messa in discussione Il ruolo del polo emiano è cruciale anche per un big come Cnh ( del gruppo Fiat Indu stria miardi di dollari di ricavi da macchine agricole ) che nei due siti modenesi dà lavoro a 1800 persone e rifornisce 13 stabimenti clienti in tutto mondo come radicamento del distretto resta un caposaldo dei piani di svuppo di Emak anche dopo l apertura nel 2004 in Cina Cerchiamo nuove sinergie distributive e produttive» spiega dall headquarter di Bagnolo ( 450 addetti sui 1600 in giro per mondo ) Giovanni Masini marketing director del gruppo leader nel giardinaggio e cura del verde che da anni ha nell accorpamento di marchi e attività nell espansione territoriale e nella crescita anche per linee esterne i tre driver dello svuppo la campagna acquisti dello scorso anno ( 60%% dell ucraina Epicenter e quattro aziende prima controllate dalla capogruppo Yama ossia Tecomec Comet Sabat e Raico ) Emak ha da poco chiuso anche l acquisto del 90%% dell americana Valley Industries Ed è ora pronta a inaugurare una nuova fiale in Brase puntando a consolidare un fatturato 2012 di mionidi euro Cisono artigiani altrettanto agguerriti «Non saremo certo un settore basare del manifatturiero italiano afferma da Guastalla ( Re ) Sergio Sacchini di Irrand giovane azienda artigiana specializzata in irrigatori automatici ma la meccanica agricola ha ancora carte da giocare e potrebbe offrire grandi chance di occupazione sapendo cogliere opportunità nel mondo La grande flessibità ha sempre premiato distretto» Parole confermate da Alfeo Carretti di Atlantic group di Castelnovo di Sotto sempre nel Reggiano ( tra i pochissimi produttori italiani di collari stringitubo ) un altro artigiano che grazie all export soprattutto in area magrebina sta crescendo del 20%% quest anno e ha continuato a investire tra 2 e del fatturato anche i15%% negli anni piùbui così come ha fatto tutto cluster «Non è vero che i piccoli contoterzisti sono in crisi sono le aziende tradizionali vecchie conclude Carretti che non sanno innovare e cercare nuovi sbocchi Per gli artigiani specializzati anche se piccoli mercato globale è pieno di domanda bisogna solo viaggiare» ORIPRODUZIONE RISERVATA 2 / 5

3 Sperando L N e data /10/2012 Diffusione Pagina 46 Periodicità Quotidiano Dimens 6726 % ILSOLE24ORE_121002_46_46pdf Sito web wwwsole24orecom ILPROGETTO ISOTRACTOR L agrimeccatronica porta nei campi le tecnologie digitali Un progetto cui stanno lavorando sette aziende e una ventina di ricercatori da un paio d anni obiettivo è presentare già prossimo novembre in occasione di Eima primo prototipo di trattore " intelligente " con tecnologie Isobus ( interfaccia per la comunicazione uomomacchina ) e sensori che permettono alla trattrice di riconoscere e dialogare in automatico con gli attrezzi di lavoro di ottenere per Isotractor questo nome del laboratorioprogetto 100%% made in Reggio Emia riconoscimento ufficiale di novità dell anno Un ulteriore passo verso la macchinarobot che da qui a mezzo secolo si prevede avrà completamente sostituito l uomo nei campi con vantaggi non solo in termini di ma anche di sicurezza Isotractor è un concentrato di soluzioni hitech informaticodisagnostiche frutto del lavoro di squadra tra nomi storici della meccanica agricola (e non solo ) reggiana come Argo Tractors Comer Industries Cobo Group Ognibene Arag Walvo con spin off universitario Re Lab e dipartimento di Ingegneria dell ateneo di Reggio «Non si tratta di un prototipo futuristico bensì di tecnologie integrate studiate per mercato spiega Stefano Marzani di Re Lab che tutte le aziende possono installare a costi ragionevoli sulle proprie macchine Il laboratorio finirà con Eima ma stiamo già pensando all del progetto Isotractor sempre nel solco della digitalizzazione del settore agricolo» 7 O RIPRODUZIONE Trattori d innovazione Le linee di assemblaggio di trattori e macchine agricole nel distretto emiano A destra un immagine d epoca con uno dei primi mezzi al lavoro nei campi e sopra tecnologie meccaniche alla prova innovazione l è fattore vincente del polo reggiano 3 / 5

4 Il Si N e data /10/2012 Diffusione Pagina 46 Periodicità Quotidiano Dimens 6726 % ILSOLE24ORE_121002_46_46pdf Sito web wwwsole24orecom IL RATING DEL SOLE PUNTI DI DEBOLEZZA Il punteggio Attraverso una griglia di 12 variabi ciascun distretto è definito nei suoi punti di forza e di deb?lezza polo del Reggiano si distingue perinnovazione internazionalizzazione e la capacità di mantenere lo stock di occupazione Ilgiudizio PUNTI DI FORZA 1 CAPACIT? DI FARE RETE Le piccole imprese artigiani conteterziste sono quelle che hanno pagato prezzo più alto della crisi sono decine secondo i sindacati quelle sparite nel distretto negli ultimi anni L incapacità di fare sistema aggregandosi per arrivare direttamente sul mercato finale e ai clienti esteri è la prima causa della moria Anche i consorzi artigiani creati finora hanno operato per lo più sul fronte fieristico dimostrato capacità limitate di accompagnare lo svuppo INNOVAZIONE 11 distretto italiano della meccanica agricola è leader mondiale per varietà e versatità della produzione non per le grandi macchine dove primeggiano invece americani e tedeschi Questo è reso possibe dall organizzazione in fiera e dalla presenza di un ricco storico e innovativo indotto meccanico condiviso con mondo dell automotive che ha suo plus competitivo nelle competenze umane e tecnologiche ALTA INTERNAZIONALIZZAZIONE Già oggi oltre 1170%% dei volumi prodotti viene esportato ma l unica via per crescere e compensare crollo della domanda interna è oltreconfine dove non mancano segnali di dinamismo nei primi mesi dell anno l export di trattrici è cresciuto del 18 percento Oggi sono Francia e Germania i principali mercati di sbocco ma made in Italy deve puntare di più su Africa Russia e Middle e Far East in particolare India e Cina BUONA OCCUPAZIONE Nonostante la pesante e prolungata crisi del mercato domestico con volumi produttivi scesi del 27%% tra 2007 e 2011 distretto reggiano ha retto l urto in termini occupazionali senza toccare le maestranze nonostante cali di fatturato e margini è fatto un massiccio ricorso agli ammortizzatori sociali ma si è così slavaguardato patrimonio di competenze umane e di expertise BASSA COMPETITIVIT? I noti gap del sistemapaese e le piccole dimensioni aziendali rendono i costruttori reggiani svantaggiati rispetto a competitor non solo asiatici ma anche europei Verso questi ultimi la capacità di investimento in R&S è decisamente ridotta Inoltre la domanda mondiale si va indirizzando sempre più verso grandi macchine per l agricoltura estensiva segmento dove made in Italy è non concorrenziale SCARSA?Me 3 DIMENSIONI Le microdimensioni sono di fatto limite implicito di tutte le principali debolezze segnalate nel distretto nonostante processo di selezione in atto negli ultimi decenni I marchi locali principali con fatturati di qualche centinaio di mioni si misurano sui mercati con colossi come John Deere ( 8 4 miardi di ricavi 2011 ) o Massey Ferguson o Fendt ( del gruppo Agco quasi 7 miardi di business aggregato ) INSUFFICIENTE?11111 DISCRETA Ik 4 / 5

5 agricola Un Nel Ovvero Cifra specializzata nazionalità un peggiorare finanziamenti comunitari Quest Dobbiamo Il Siamo La Un A «Ve Raggruppa N e data /10/2012 Diffusione Pagina 46 Periodicità Quotidiano Dimens 6726 % ILSOLE24ORE_121002_46_46pdf Sito web wwwsole24orecom Verso salone Eima Il terremoto sprona la corsa oltreconfine lcuore è reggiano ma tutta la fascia emiana scossa dal sisma di fine maggio risalendo su fino al Mantovano è terra specializzata nella meccanizzazione area che vale 24 miardi di business generati da un centinaio di aziende e quasi addetti un terzo dell industria meccanica agricola nazionale 300 imprese associata a FederUnacomaConfindustria ( su alcune migliaia di aziende in tutto spesso poco più che artigianali per ) 45ma addetti e un fatturato di 7 5 miardi ( cui si aggiungono 2 5 miardi del comparto movimento terra ) per i tre quarti realizzato all estero solo epicentro sisma si è abbattuto su un nucleo di 39 costruttori ( 994 mioni giro d affari ) causando danni per almeno 450 mioni di euro che raddoppia sfiorando miardo considerando l effetto a cascata su tutto l indotto «Numeri che a distanza di quattro mesi ahimè dobbiamo confermare afferma Massimo Goldoni presidente FederUnacoma e titolare dell omonima azienda reggiana sinonimo di macchine per frutteti e vigneti di alta gamma 35o dipendenti 8o mioni di fatturato ma che non hanno fermato distretto anzi» Tutte le imprése terremotate hanno assicurato la loro presenza all Eima salone internazionale della meccanizzazione agricola del giardinaggio e della cura del verde che si svolgerà a Bologna dal 7 all u novembre prossimi e che mai come quest anno ha fatto record di superficie espositiva 14oma mq con cinque strutture mobi esterne in più allestite da BolognaFiere per soddisfare l inattesa domanda ) e di adesioni oltre17oo costruttori da 4o Paesi ) L ennesima testimonianza se ancora ne servono che la motor valleyemiana ha voglia di riscossa in campo agricolo rassegna che festeggia quest anno la quarantesima edizione (è nata ne11969 ed è diventata biennale dal 20o6 ) è lo specchio fedele dell evoluzione del distretto reggiano negli ultimi decenni e della sua leadership globale ( l anno scorso sono arrivati quasi 17oma visitatori di 14o diverse ) Non a caso la scommessa del made in Italy su meccatronica e hitech si riflette nel boom di domande di riconoscimento arrivate dalle aziende per concorrere al premio dell innovazione tecnologica Abbiamo già raccolto oltre ioo richieste 9o%% dai nostri associati precisa Goldoni dato senza precedenti nella storia di Eima che conferma la forza di questo distretto sempre più radicato sul territorio e tecnologicamente all avanguardia grazie al patrimonio di competenze locali» Le difficoltà ci sono ma la vivacità dei mercati globali l export sta crescendo a due cifre quest anno con trend in Russia e Turchia sopra + 50%% e opportunità sconfinate in India e Cina che devono recuperare ritardo nella meccanizzazione sui campi compensa le preoccupazioni domestiche e l attuale navigazione a vista «Il mercato italiano è sempre più negativo prosegue presidente FederUnacoma e non si vede la fine anno scenderemo a 2oma trattrici vendute ( la metà dei volumi degli anni Ottanta ndr ) su unparco macchine obsoleto di 1 8 mioni di trattrici la situazione è blocco dei perché qui parliamo di beni di investimento che arrivano a costare zooma euro che nessuno compra cash blocco che a cascata si ripercuote su distributori e concessionari cattivo uso dei fondi non aiuta al collo di bottiglia ora serve una spinta dalle istituzioni i nostri fondamentali sono ottimi e la domanda estera è alta imparare per? a lavorare più e meglio in rete a fare sistema e su questo stimino lavorando anche come associazione Perché siamo piccoli rispetto ai nostri principali competitor e ci? ci penalizza sui mercati mondiali» I O RIPRODUZIONE RISERVATA ILA RAPPRESENTANZA La federazione ti L organismo più rappresentativo del distretto della meccanica agricola emiana è FederUnacoma la Federazione nazionale costruttori macchine per l agricoltura nata quest anno dalla trasformazione in senso federativo del precedente ente Unacoma in seno a Confindustria tutti i principali costruttori italiani di macchine agricole operatrici di trattori di componenti di macchine per giardinaggio movimento terra e di motori per l agricoltura 37 imprese tra Modena e Reggio sulle 300 in Italia L esposizione mi Principali appuntamento dell industria del settore è Eima Salone internazionale della meccanizzazione agricola quest anno alla 40esima edizione che si svolgerà a Bologna dal 7 all novembre prossimi e già registra un record di partecipazione 5 / 5

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 L INDUSTRIA MONDIALE DELLA MACCHINA UTENSILE 8

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 L INDUSTRIA MONDIALE DELLA MACCHINA UTENSILE 8 L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 I DATI RELATIVI AL 2011 2 LE ESPORTAZIONI 4 LE CARATTERISTICHE STRUTTURALI 6 La macchina utensile 6 La robotica 7 L INDUSTRIA

Dettagli

Signor sindaco, Autorità, Caro Presidente Castelletti, Dottor Amadori, Amici imprenditori,

Signor sindaco, Autorità, Caro Presidente Castelletti, Dottor Amadori, Amici imprenditori, ABITARE IL TEMPO GIORNATE INTERNAZIONALI DI ARREDO INAUGURAZIONE (VERONA, 18 SETTEMBRE 2008) INTERVENTO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO ON. CLAUDIO SCAJOLA Signor sindaco, Autorità, Caro Presidente

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE I DATI RELATIVI AL 2014 Nel 2014 l economia mondiale ha mantenuto lo stesso ritmo di crescita (+3,1%) dell anno precedente (+3,1%).

Dettagli

L agroalimentare nell economia del Paese: occupazione, innovazione, qualità, consumi, export

L agroalimentare nell economia del Paese: occupazione, innovazione, qualità, consumi, export L agroalimentare nell economia del Paese: occupazione, innovazione, qualità, consumi, export Roberto Monducci Istituto nazionale di statistica Direttore del Dipartimento per i conti nazionali e le statistiche

Dettagli

ABBIGLIAMENTO INFANTILE SETTEMBRE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE. La voce di Databank EDIZIONE 16. prima parte

ABBIGLIAMENTO INFANTILE SETTEMBRE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE. La voce di Databank EDIZIONE 16. prima parte EDIZIONE 16 prima parte SETTEMBRE La voce di Databank 2012 Cerved Group Spa Tutti i diritti riservati Riproduzione vietata ABBIGLIAMENTO INFANTILE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE

Dettagli

NUOVO RECORD PER L OCCHIALERIA ITALIANA SUI MERCATI INTERNAZIONALI: NEL 2014 EXPORT A +11,8%, OLTRE 3,1 MILIARDI DI EURO.

NUOVO RECORD PER L OCCHIALERIA ITALIANA SUI MERCATI INTERNAZIONALI: NEL 2014 EXPORT A +11,8%, OLTRE 3,1 MILIARDI DI EURO. ANFAO NUOVO RECORD PER L OCCHIALERIA ITALIANA SUI MERCATI INTERNAZIONALI: NEL 2014 EXPORT A +11,8%, OLTRE 3,1 MILIARDI DI EURO. STATI UNITI, FRANCIA, GERMANIA, SPAGNA, INGHILTERRA, PAESI EMERGENTI: QUESTI

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA COMUNICATO STAMPA Siglato il quinto accordo tra il Gruppo bancario e Piccola Industria Confindustria DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE

Dettagli

Dall ' industria dell ' automazione città più vivibili

Dall ' industria dell ' automazione città più vivibili tecnologico intelligente di avanzati E Perci? «Sistemi Servizi La L I Sito web: wwwilsole24orecom Dall industria dell automazione città più vivibili Busetto ( Anie ) :soluzioni tecnologiche già provate

Dettagli

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013 Sintesi per la stampa Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013 Industria: caduta del fatturato nel biennio 2012-13 (-8,3% pari a 56,5 miliardi di euro a prezzi costanti), causata dal previsto

Dettagli

Il rapporto banca impresa nella crisi del debito sovrano. Gregorio De Felice Chief Economist

Il rapporto banca impresa nella crisi del debito sovrano. Gregorio De Felice Chief Economist Il rapporto banca impresa nella crisi del debito sovrano Gregorio De Felice Chief Economist 1 Credito alle imprese in forte crescita negli ultimi 1 anni La recente flessione del credito segue un periodo

Dettagli

Cari presidenti, Ministro Rachid, signore e signori,

Cari presidenti, Ministro Rachid, signore e signori, COSMIT FEDERLEGNOARREDO ISALONI (Milano, 22 Aprile 2009) INTERVENTO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO ON. CLAUDIO SCAJOLA Cari presidenti, Ministro Rachid, signore e signori, sono molto lieto di partecipare

Dettagli

Ingegneri, Industria: creazione di valore tecnologico sociale

Ingegneri, Industria: creazione di valore tecnologico sociale Ingegneri, Industria: creazione di valore tecnologico sociale Venezia, 30 settembre 2015 La Tavola Rotonda si pone l obiettivo di analizzare i nuovi orientamenti che il sistema produttivo italiano può

Dettagli

Assemblea degli Azionisti Fiat Industrial S.p.A.

Assemblea degli Azionisti Fiat Industrial S.p.A. Assemblea degli Azionisti Fiat Industrial S.p.A. Intervento del Presidente Sergio Marchionne Centro Congressi Lingotto 8 aprile 2013 h 11:00 Signori Azionisti, il 2012 è stato un anno particolarmente significativo

Dettagli

Situazione economica internazionale... 2. Situazione economica Lazio... 4 PIL... 4. Regional Competitiveness Index... 6. Mercato del Lavoro...

Situazione economica internazionale... 2. Situazione economica Lazio... 4 PIL... 4. Regional Competitiveness Index... 6. Mercato del Lavoro... Indice Situazione economica internazionale... 2 Situazione economica Lazio... 4 PIL... 4 Regional Competitiveness Index... 6 Mercato del Lavoro... 7 Cassa Integrazione Guadagni... 10 Il credito alle imprese...

Dettagli

Seminario «Imprese, mercati, nuove tecnologie e nuovi settori: come cambia l organizzazione aziendale nello scenario competitivo»

Seminario «Imprese, mercati, nuove tecnologie e nuovi settori: come cambia l organizzazione aziendale nello scenario competitivo» Seminario «Imprese, mercati, nuove tecnologie e nuovi settori: come cambia l organizzazione aziendale nello scenario competitivo» Torino, 28-30 Novembre 2011 Luca Pignatelli Demografia (2010-2011) Popolazione

Dettagli

Export manager per il settore della nautica da diporto

Export manager per il settore della nautica da diporto PROGETTO COFINANZIATO DALL UNIONE EUROPEA Progetto formativo per Export manager per il settore della nautica da diporto FORMAZIONE SUPERIORE Progetto formativo per Export manager per il settore della nautica

Dettagli

Convegno ANFIA. Torino, 7 maggio 2013

Convegno ANFIA. Torino, 7 maggio 2013 Convegno ANFIA Torino, 7 maggio 2013 Scaletta presentazione Dott. Bonomi INTRODUZIONE anche se il momento è difficile e carico di incertezze bisogna cercare di capire quali sono le occasioni per migliorare

Dettagli

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione MACCHINE E APPARECCHIATURE ELETTRICHE Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione Nel primo grafico viene rappresentata la crescita del settore dell industria dell elettronica;

Dettagli

Direzione centrale attività produttive, commercio, cooperazione, risorse agricole e forestali Area per il manifatturiero

Direzione centrale attività produttive, commercio, cooperazione, risorse agricole e forestali Area per il manifatturiero Direzione centrale attività produttive, commercio, cooperazione, risorse agricole e forestali Area per il manifatturiero FVG regione a vocazione manifatturiera Settori di specializzazione FVG Principali

Dettagli

Introduzione: uno strumento completo 3. Il comparto delle costruzioni 4

Introduzione: uno strumento completo 3. Il comparto delle costruzioni 4 INDICE Introduzione: uno strumento completo 3 Il comparto delle costruzioni 4 Le aziende del comparto dell involucro edilizio 6 SERRAMENTISTI 7 COSTRUTTORI DI FACCIATE 9 L andamento del mercato 2011 SERRAMENTISTI

Dettagli

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione ENERGIA Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione Nel primo grafico viene rappresentata la crescita del settore dell energia; come misura dell attività si utilizza il valore aggiunto

Dettagli

Il 2010 è per Fondazione Fiera Milano un anno speciale, il decennale del riconoscimento in fondazione di diritto privato dell Ente Autonomo Fiera

Il 2010 è per Fondazione Fiera Milano un anno speciale, il decennale del riconoscimento in fondazione di diritto privato dell Ente Autonomo Fiera Il 2010 è per Fondazione Fiera Milano un anno speciale, il decennale del riconoscimento in fondazione di diritto privato dell Ente Autonomo Fiera Internazionale di Milano. Con l occasione, oltre alle consuete

Dettagli

Intervento Paolo Zegna Presidente del Comitato Internazionalizzazione 27 marzo 2014

Intervento Paolo Zegna Presidente del Comitato Internazionalizzazione 27 marzo 2014 Intervento Paolo Zegna Presidente del Comitato Internazionalizzazione 27 marzo 2014 La promozione del sistema industriale italiano all'estero: migliorare efficacia ed efficienza. Le azioni. Grazie dottor

Dettagli

@TRACTOR: il trattore digitale. risultati del progetto di ricerca Isotractor

@TRACTOR: il trattore digitale. risultati del progetto di ricerca Isotractor @TRACTOR: il trattore digitale risultati del progetto di ricerca Isotractor Sommario Il progetto ISOBUS Obiettivi Partner Risultati: @tractor, il trattore digitale Architettura del sistema Sensori wireless

Dettagli

L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015

L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015 Maggio 2015 L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015 Presentazione Rapporto UNIDI definitivo sul mercato 2013 e stima 2014 Il progetto KEY-STONE Presentazione rapporto sul periodo

Dettagli

RETI D IMPRESA. Un alternativa a società e consorzi per integrare e valorizzare in modo innovativo la propria individualità e le proprie competenze

RETI D IMPRESA. Un alternativa a società e consorzi per integrare e valorizzare in modo innovativo la propria individualità e le proprie competenze 110 BUSINESS & IMPRESE Maurizio Bottaro Maurizio Bottaro è family business consultant di Weissman Italia RETI D IMPRESA Un alternativa a società e consorzi per integrare e valorizzare in modo innovativo

Dettagli

ITS. ISTITUTO TECNICO SUPERIORE FONDAZIONE ITS PER LE NUOVE TECNOLOGIE PER IL MADE IN ITALY

ITS. ISTITUTO TECNICO SUPERIORE FONDAZIONE ITS PER LE NUOVE TECNOLOGIE PER IL MADE IN ITALY . ISTITUTO TECNICO SUPERIORE FONDAZIONE PER LE NUOVE TECNOLOGIE PER IL MADE IN ITALY maggio-giugno 2011 Da settembre 2011 Una nuova opportunità di formazione SISTEMA MECCANICA- MECCATRONICA a REGGIO EMILIA

Dettagli

IL SETTORE DELL'ARTIGIANATO NELLA PROVINCIA DI AREZZO

IL SETTORE DELL'ARTIGIANATO NELLA PROVINCIA DI AREZZO IL SETTORE DELL'ARTIGIANATO NELLA PROVINCIA DI AREZZO Avvertenze Il presente documento è stato realizzato da CNA FORMAZIONE srl utilizzando anche fonti istituzionali comunitarie, nazionali, regionali e

Dettagli

INTESA SANPAOLO PRESENTA IL SESTO RAPPORTO ANNUALE SULL ECONOMIA E FINANZA DEI DISTRETTI INDUSTRIALI 2013 CON 50.000 AZIENDE ANALIZZATE

INTESA SANPAOLO PRESENTA IL SESTO RAPPORTO ANNUALE SULL ECONOMIA E FINANZA DEI DISTRETTI INDUSTRIALI 2013 CON 50.000 AZIENDE ANALIZZATE COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO PRESENTA IL SESTO RAPPORTO ANNUALE SULL ECONOMIA E FINANZA DEI DISTRETTI INDUSTRIALI 2013 CON 50.000 AZIENDE ANALIZZATE Migliore andamento delle imprese dei distretti

Dettagli

L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES

L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES Pier Francesco Asso ECONOMIA SICILIANA Si illustrano alcuni risultati del IV rapporto di ricerca della Fondazione RES dedicato

Dettagli

IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI

IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI 26 febbraio 2014 IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI Edizione 2014 Il Rapporto sulla competitività delle imprese e dei settori produttivi, alla sua seconda edizione, fornisce

Dettagli

ANALISI FONDAMENTALE... 3

ANALISI FONDAMENTALE... 3 Sociedad Chimica y Miniera de Chile (SQM:Nyse) Andrea Tironi Andrea Facchini www.moneyriskanalysis.com 22/03/2014 1 Sommario ANALISI FONDAMENTALE... 3 Descrizione e Storia... 3 Analisi Punti di Forza e

Dettagli

Creazione di valore. di Massimo Lazzari (*)

Creazione di valore. di Massimo Lazzari (*) Il settore delle telecom, tra crescita e creazione di valore di Massimo Lazzari (*) Prosegue con questo contributo il filone dedicato all analisi di una serie di settori industriali tipicamente Business

Dettagli

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014 Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Discorso del Vice Ministro allo Sviluppo Economico, Carlo CALENDA Signor Presidente della Repubblica, Autorità

Dettagli

FEM, Gruppo di lavoro Macchine

FEM, Gruppo di lavoro Macchine FEM, Gruppo di lavoro Macchine Il settore delle macchine industriali, o dei Beni strumentali, si compone di 10 comparti organizzati nella Federazione nazionale delle Associazioni dei produttori di Beni

Dettagli

IL MARMO ITALIANO FA TRIS: PER IL TERZO ANNO EXPORT IN AUMENTO, IL 2013 CHIUDE A 1,8 MILIARDI DI EURO (+6,6%)

IL MARMO ITALIANO FA TRIS: PER IL TERZO ANNO EXPORT IN AUMENTO, IL 2013 CHIUDE A 1,8 MILIARDI DI EURO (+6,6%) Consuntivo import/export 2013: dati nazionali e focus regionali elaborati dall Osservatorio Marmomacc su base Istat IL MARMO ITALIANO FA TRIS: PER IL TERZO ANNO EXPORT IN AUMENTO, IL 2013 CHIUDE A 1,8

Dettagli

CAMPUS DELL INNOVAZIONE (AUTOMOTIVE e METALMECCANICA ) Prime indicazioni

CAMPUS DELL INNOVAZIONE (AUTOMOTIVE e METALMECCANICA ) Prime indicazioni CAMPUS DELL INNOVAZIONE (AUTOMOTIVE e METALMECCANICA ) Prime indicazioni 22 Maggio 2007 1. LA SITUAZIONE IN ABRUZZO CON RIFERIMENTO ALLA PROVINCIA DI CHIETI L apparato industriale della Regione Abruzzo

Dettagli

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione PRODOTTI IN METALLO Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione Nel primo grafico viene rappresentata la crescita del settore; come misura dell attività si utilizza il valore aggiunto

Dettagli

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro-

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro- NOTIZIE n 42 Economia debole, profitti deboli -Il 2012 si prospetta ancora più duro- 20 settembre 2011 (Singapore) - La IATA (l Associazione internazionale del trasporto aereo) ha annunciato un aggiornamento

Dettagli

Nuvole n. 32, giugno 2008. Fiat e dintorni. di Aldo Enrietti *

Nuvole n. 32, giugno 2008. Fiat e dintorni. di Aldo Enrietti * Fiat e dintorni di Aldo Enrietti * Collocare il Piemonte e Torino nell ambito dell industria autoveicolistica, e quindi del rapporto con Fiat, richiede una preventiva valutazione delle recenti fasi del

Dettagli

CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO

CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO 2 NOTA ECONOMICA Tenuta del consumo di prodotti per la cura del corpo e per il benessere personale. Anche nel periodo a cavallo tra il 2009 e i primi

Dettagli

Polo Innovazione Automotive e Istituto Tecnico Superiore Sistema Meccanica. Raffaele Trivilino Direttore Polo Innovazione Automotive

Polo Innovazione Automotive e Istituto Tecnico Superiore Sistema Meccanica. Raffaele Trivilino Direttore Polo Innovazione Automotive Polo Innovazione Automotive e Istituto Tecnico Superiore Sistema Meccanica Raffaele Trivilino Direttore Polo Innovazione Automotive CONTENUTI a) La filiera Automotive in Italia e in Abruzzo b) La sfida,

Dettagli

FOCUS PRODUZIONE AUTOVEICOLI - NAFTA NAFTA. ANFIA Area Studi e statistiche 02.02.2015 1

FOCUS PRODUZIONE AUTOVEICOLI - NAFTA NAFTA. ANFIA Area Studi e statistiche 02.02.2015 1 NAFTA: Con 17,4 milioni di autoveicoli, la produzione del 2014 rappresenta il terzo miglior risultato dell industria autoveicolistica dell area. Il Messico diventa il settimo maggior produttore del mondo,

Dettagli

CHI SIAMO. Viale Assunta 37 20063 Cernusco s/n Milano 02-92107970 info@cimscarl.it

CHI SIAMO. Viale Assunta 37 20063 Cernusco s/n Milano 02-92107970 info@cimscarl.it CHI SIAMO C.I.M. non è un comune consorzio ma una società consortile creata dopo approfonditi studi ed esperienze maturate da un gruppo di specialisti in grado di operare in molte aree geografiche del

Dettagli

Nel 2014 il vino italiano ha ritoccato verso l alto il proprio record in termini di esportazioni, assestandosi poco sotto a 5,1 miliardi di euro.

Nel 2014 il vino italiano ha ritoccato verso l alto il proprio record in termini di esportazioni, assestandosi poco sotto a 5,1 miliardi di euro. Denis Pantini e Paolo Bono, Nomisma Wine Monitor denis.pantini@nomisma.it paolo.bono@nomisma.it Nel 2014 il vino italiano ha ritoccato verso l alto il proprio record in termini di esportazioni, assestandosi

Dettagli

LE NUOVE FRONTIERE DELLA ROBOTICA E DELL AUTOMAZIONE: MINACCIA O OPPORTUNITA? IX Forum Economico Italo-Tedesco 22 aprile 2015

LE NUOVE FRONTIERE DELLA ROBOTICA E DELL AUTOMAZIONE: MINACCIA O OPPORTUNITA? IX Forum Economico Italo-Tedesco 22 aprile 2015 LE NUOVE FRONTIERE DELLA ROBOTICA E DELL AUTOMAZIONE: MINACCIA O OPPORTUNITA? IX Forum Economico Italo-Tedesco 22 aprile 2015 Fondata nel 1945, UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE è associazione costruttori italiani

Dettagli

Industria: I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012

Industria: I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012 34indicatori Industria: stabile la produzione I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012 E. S. Produzione sugli stessi livelli dello scorso anno, debole la domanda interna, ma rimane

Dettagli

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2016

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2016 Sintesi per la stampa Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2016 Il fatturato dell industria italiana rimarrà su ritmi di crescita ancora superiori al 2% nell anno in corso per poi entrare in

Dettagli

I Distretti della Moda

I Distretti della Moda I Distretti della Moda Un viaggio lungo 12 distretti per un progetto al servizio dei territori Distretto Veneto Sistema Moda Distretto Orafo - Argentiero di Riccardo Masoero Responsabile Segments and Industries

Dettagli

Attrezzature e componenti di arredo per retail e GDO

Attrezzature e componenti di arredo per retail e GDO marketing highlights Attrezzature e componenti di arredo per retail e GDO A cura di: Marino Serafino Identificazione del settore Produzione e distribuzione di attrezzature, soluzioni e componenti di arredo

Dettagli

Progetto: CCIAA Udine Organizzazione di Strumenti per la Competizione Internazionale delle Piccole e Medie Imprese

Progetto: CCIAA Udine Organizzazione di Strumenti per la Competizione Internazionale delle Piccole e Medie Imprese Progetto: CCIAA Udine Organizzazione di Strumenti per la Competizione Internazionale delle Piccole e Medie Imprese In ricordo dell ing. Alberto Valduga A cura dell ing. Marco Lanaro marco.lanaro@innway.org

Dettagli

INTERVENTI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE PROGRAMMA ATTIVITÀ 2012

INTERVENTI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE PROGRAMMA ATTIVITÀ 2012 INTERVENTI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE PROGRAMMA ATTIVITÀ 2012 Area Commercio e Promozione Estero Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Treviso www.tv.camcom.it promozione@tv.camcom.it

Dettagli

Nota congiunturale I trimestre 2002

Nota congiunturale I trimestre 2002 CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA NOVARA Nota congiunturale I trimestre 2002 a cura dell Ufficio studi 81 80 79 78 77 76 75 74 73 72 6 4 2 0-2 -4-6 -8 71-10 I/98 II/98 III/98 IV/98

Dettagli

Piano nazionale del Turismo

Piano nazionale del Turismo Piano nazionale del Turismo 5 azioni per raddoppiare il PIL del turismo C o n f e r e n z a s t a m p a 22 settembre 2010 Emma Marcegaglia, Presidente di Confindustria Daniel John Winteler, Presidente

Dettagli

Intervento al convegno Future Job - Follonica 21 maggio 2005

Intervento al convegno Future Job - Follonica 21 maggio 2005 Intervento al convegno Future Job - Follonica 21 maggio 2005 slide 1 Introduzione Lo scopo di questo intervento è di presentare un iniziativa che sta muovendo i primi passi in queste settimane e che mira

Dettagli

Press Release. No. 133/2016 101-HvS/Breu 1/6. 18 marzo 2016. Rapporto finale sul CeBIT 2016 (lunedì 14 venerdì 18 marzo)

Press Release. No. 133/2016 101-HvS/Breu 1/6. 18 marzo 2016. Rapporto finale sul CeBIT 2016 (lunedì 14 venerdì 18 marzo) Press Release Rapporto finale sul CeBIT 2016 (lunedì 14 venerdì 18 marzo) 18 marzo 2016 Il CeBIT promuove la digitalizzazione dell economia e della società La digitalizzazione investe praticamente ogni

Dettagli

Produzione. MANIFATTURA e MERCATI. Le PMI dopo sette anni di crisi

Produzione. MANIFATTURA e MERCATI. Le PMI dopo sette anni di crisi Produzione MANIFATTURA e MERCATI Le PMI dopo sette anni di crisi Produzione MANIFATTURA e MERCATI Le PMI dopo sette anni di crisi Realizzata da CNA Produzione In collaborazione con Centro Studi CNA MANIFATTURA

Dettagli

QUANDO L EXPORT DIVENTA NECESSARIO

QUANDO L EXPORT DIVENTA NECESSARIO CHECK-IN RAPPORTO EXPORT ONLINE SU SACE.IT/RAPPORTOEXPORT QUANDO L EXPORT DIVENTA NECESSARIO 12 SACEMAG ANDARE OLTRE I BRIC E PUNTARE SUI NEXT GENERATION MARKET PER LE MIGLIORI OPPORTUNITÀ GEOGRAFICO-SETTORIALI,

Dettagli

L Internazionalizzazione dell Economia Italiana: Nuove Prospettive, Nuove Politiche?

L Internazionalizzazione dell Economia Italiana: Nuove Prospettive, Nuove Politiche? L Internazionalizzazione dell Economia Italiana: Nuove Prospettive, Nuove Politiche? Sintesi dei risultati Premessa L internazionalizzazione del sistema produttivo italiano costituisce uno degli obiettivi

Dettagli

L EXPORT ITALIANO VOLA ANCHE NEL 2007

L EXPORT ITALIANO VOLA ANCHE NEL 2007 L EXPORT ITALIANO VOLA ANCHE NEL 27 Nel 27 la bilancia commerciale italiana ha chiuso un passivo di oltre 9,4 miliardi di euro, valore relativamente tenuto se raffrontato quello di altri paesi europei

Dettagli

EXPORT: UN TAVOLO INTERNAZIONALIZZAZIONE TRA INDUSTRIA ALIMENTARE E ISTITUZIONI PER SOSTENERE IL MADE IN ITALY ALIMENTARE NEI SUOI 12 MERCATI CHIAVE:

EXPORT: UN TAVOLO INTERNAZIONALIZZAZIONE TRA INDUSTRIA ALIMENTARE E ISTITUZIONI PER SOSTENERE IL MADE IN ITALY ALIMENTARE NEI SUOI 12 MERCATI CHIAVE: EXPORT: UN TAVOLO INTERNAZIONALIZZAZIONE TRA INDUSTRIA ALIMENTARE E ISTITUZIONI PER SOSTENERE IL MADE IN ITALY ALIMENTARE NEI SUOI 12 MERCATI CHIAVE: Australia, Brasile, Canada, Cina e Hong Kong, Corea

Dettagli

www.sviluppoeconomico.gov.it PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy

www.sviluppoeconomico.gov.it PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy INTRODUZIONE Un economia sempre più internazionalizzata: l export è il principale volano per la crescita dell economia italiana,

Dettagli

NAUTICA: Opportunità nel settore Nautico in Brasile

NAUTICA: Opportunità nel settore Nautico in Brasile Opportunità di investimento per le PMI italiane Il settore della nautica offre oggi grandi opportunità di investimento in Brasile per le imprese italiane grazie al momento estremamente favorevole che l

Dettagli

Workshop Trade Finance 27 maggio 2014

Workshop Trade Finance 27 maggio 2014 Workshop Trade Finance 27 maggio 2014 1 1 Euler Hermes: Overview del Gruppo 2 Lo scenario economico: le insolvenze aziendali 3 La Partnership Euler Hermes Crédit Agricole 4 Le nostre offerte di prodotti

Dettagli

Università di Macerata. L internazionalizzazione delle PMI: problemi e prospettive

Università di Macerata. L internazionalizzazione delle PMI: problemi e prospettive Università di Macerata Facoltà di Giurisprudenza Dipartimento di Studi Giuridici ed Economici L internazionalizzazione delle PMI: problemi e prospettive Francesca Spigarelli spigarelli@unimc.it Tecnologia,

Dettagli

LE VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA FOCUS SULL INDUSTRIA FARMACEUTICA

LE VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA FOCUS SULL INDUSTRIA FARMACEUTICA LE VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA FOCUS SULL INDUSTRIA FARMACEUTICA Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare, diceva Seneca. Oggi l Italia, con la crisi quasi alle spalle

Dettagli

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE (febbraio 2015) Il ciclo internazionale, l area euro ed i riflessi sul mercato interno Il ciclo economico internazionale presenta segnali favorevoli che si accompagnano

Dettagli

CNCB National Workshop Eccellenze nella gestione dei cluster Milano, 16 maggio 2012. Alessandra Ginelli Direttore Reindustria

CNCB National Workshop Eccellenze nella gestione dei cluster Milano, 16 maggio 2012. Alessandra Ginelli Direttore Reindustria CNCB National Workshop Eccellenze nella gestione dei cluster Milano, 16 maggio 2012 Alessandra Ginelli Direttore Reindustria Perché nasce il Polo della Cosmesi L iniziativa parte dagli imprenditori: all

Dettagli

IL LAVORO RIPARTE? POLO DI ECCELLENZA Osservatorio Provinciale del Mercato del Lavoro. 5 Rapporto dell Osservatorio Provinciale del Mercato del Lavoro

IL LAVORO RIPARTE? POLO DI ECCELLENZA Osservatorio Provinciale del Mercato del Lavoro. 5 Rapporto dell Osservatorio Provinciale del Mercato del Lavoro Provincia di LECCO POLO DI ECCELLENZA Osservatorio Provinciale del Mercato del Lavoro 5 Rapporto dell Osservatorio Provinciale del Mercato del Lavoro IL LAVORO RIPARTE? Marzo 2014 Il rapporto di ricerca

Dettagli

SINTESI E PRINCIPALI CONCLUSIONI

SINTESI E PRINCIPALI CONCLUSIONI SINTESI E PRINCIPALI CONCLUSIONI IL CONTESTO GLOBALE Negli anni recenti, la crescita economica globale si è mantenuta elevata. La principale economia mondiale, cioè gli Stati Uniti, è cresciuta mediamente

Dettagli

SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015

SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015 SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015 Un ulteriore consolidamento del fatturato estero del settore caratterizza questi primi 8 mesi del 2015: tra gennaio e agosto sono stati esportati prodotti per 4,2

Dettagli

Le performance settoriali

Le performance settoriali 20 febbraio 2013 IL PRIMO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI Perché un Rapporto sulla competitività Con il Rapporto sulla competitività delle imprese e dei settori produttivi, alla sua

Dettagli

SOMMARIO DEL 19 LUGLIO 2012. Cassa a Pomigliano, colpa del mercato. Alla Fiat di Pomigliano due settimane di stop

SOMMARIO DEL 19 LUGLIO 2012. Cassa a Pomigliano, colpa del mercato. Alla Fiat di Pomigliano due settimane di stop SOMMARIO DEL 19 LUGLIO 2012 Corriere della Sera Uff.Stampa Fismic La Stampa Agi Asca Gr1/TM News Prima Pagina Cassa a Pomigliano, colpa del mercato Alla Fiat di Pomigliano due settimane di stop Fismic,

Dettagli

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015)

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) La Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) 1 ECONOMIA IN ITALIA In Italia, dopo tre cali annuali consecutivi (2012-2,8%, 2013-1,7%, 2014-0,4%), il CSC prevede una crescita del PIL dell 1%. quest

Dettagli

Osservatorio sulla filiera autoveicolare italiana. Camera di commercio di Torino

Osservatorio sulla filiera autoveicolare italiana. Camera di commercio di Torino 2012 Osservatorio sulla filiera autoveicolare italiana Camera di commercio industria artigianato e agricoltura di Torino con la collaborazione della Camera di commercio di Chieti e di ANFIA (Associazione

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LA POLITICA INDUSTRIALE, LA COMPETITIVITA E LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE DIV. VII PMI, Startup innovative e reti di impresa Indagine sulle PMI eccellenti

Dettagli

Settore delle Industrie Alimentari e Bevande

Settore delle Industrie Alimentari e Bevande Settore delle Industrie Alimentari e Bevande Tendenze e prospettive strategiche Gennaio 2015 La rilevanza del settore agroalimentare In Italia il processo di produzione e distribuzione di prodotti agroalimentari

Dettagli

La ricchezza (vera) delle regioni

La ricchezza (vera) delle regioni La ricchezza (vera) delle regioni La ricchezza (vera) delle regioni Anna Villa Nell'ottava edizione del Rapporto Quars, la classifica del benessere sostenibile. In testa il Trentino Alto Adige, scendono

Dettagli

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014 FEDERAZIONE NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DEI PRODUTTORI DI BENI STRUMENTALI E LORO ACCESSORI DESTINATI ALLO SVOLGIMENTO DI PROCESSI MANIFATTURIERI DELL INDUSTRIA E DELL ARTIGIANATO IL SETTORE DEI BENI

Dettagli

Costruzioni: mercato interno sempre più debole. Niente ripresa nel 2014

Costruzioni: mercato interno sempre più debole. Niente ripresa nel 2014 Costruzioni: mercato interno sempre più debole. Niente ripresa nel 2014 Roma 28 novembre 2013 - Nel 2012 il volume economico generato dal sistema italiano delle costruzioni, compresi i servizi, è stato

Dettagli

14. Interscambio commerciale

14. Interscambio commerciale 14. Interscambio commerciale La crescita economica del Veneto è sempre stata sostenuta, anche se non in via esclusiva, dall andamento delle esportazioni. La quota del valore totale dei beni esportati in

Dettagli

MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso

MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso Moda e lusso nell attuale contesto macroeconomico Intervento di Gregorio De Felice Chief Economist, Intesa Sanpaolo 8 Novembre 2013 (Sintesi)

Dettagli

Tendenze in atto e prospettive per il futuro. Luca Zanderighi (Università di Milano)

Tendenze in atto e prospettive per il futuro. Luca Zanderighi (Università di Milano) Tendenze in atto e prospettive per il futuro Luca Zanderighi (Università di Milano) Milano, 6 giugno 2012 Schema dell intervento La situazione internazionale L Italia di fronte a una svolta: prospettive

Dettagli

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009 LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 9 "Non importa quante volte cadi. Quello che conta è la velocità con cui ti rimetti

Dettagli

Le condizioni economiche internazionali si prospettano favorevoli per la EMO Hannover 2011

Le condizioni economiche internazionali si prospettano favorevoli per la EMO Hannover 2011 Die Welt der Metallbearbeitung The world of metalworking COMUNICATO STAMPA Da Sylke Becker Telefono +49 69 756081-33 Fax +49 69 756081-11 E-mail s.becker@vdw.de Le condizioni economiche internazionali

Dettagli

Gli incentivi non mettono in moto l automobile

Gli incentivi non mettono in moto l automobile 115 idee per il libero mercato Gli incentivi non mettono in moto l automobile di Andrea Giuricin Il rallentamento economico e la crisi finanziaria hanno avuto un forte impatto su uno dei settori più importanti

Dettagli

2. Una economia equilibrata con un cuore pulsante industriale e turistico

2. Una economia equilibrata con un cuore pulsante industriale e turistico L analisi che il CRESME ha condotto, sulla base dell incarico ricevuto da ANCE COMO, con il contributo dalla CAMERA DI COMMERCIO DI COMO e sostenuto da Ordine degli Architetti, Ordine degli Ingegneri di

Dettagli

Territori competitivi Le leve dello sviluppo regionale

Territori competitivi Le leve dello sviluppo regionale Perché la crisi non diventi declino Idee e proposte per Veneto 2015 Territori competitivi Le leve dello sviluppo regionale Vicenza, 6 luglio 2013 Giancarlo Corò Sommario 1. Tendenze di lungo periodo dell

Dettagli

Innovare i territori. Ennio Lucarelli Vice Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici

Innovare i territori. Ennio Lucarelli Vice Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici Innovare i territori Ennio Lucarelli Vice Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici 1 La Federazione CSIT Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici 51 Associazioni di Categoria (fra

Dettagli

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema Aspen Institute Italia Studio curato da: Servizio Studi e Ricerche, Intesa Sanpaolo ISTAT IMT Alti Studi, Lucca Fondazione Edison LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE Prima

Dettagli

Cross Cultural Management Il caso India. Presentazione allo Stoa Villa Campolieto - Ercolano. Napoli, 15 gennaio 2007

Cross Cultural Management Il caso India. Presentazione allo Stoa Villa Campolieto - Ercolano. Napoli, 15 gennaio 2007 Cross Cultural Management Il caso India Presentazione allo Stoa Villa Campolieto - Ercolano Napoli, 15 gennaio 2007 Relatore: Giovanni De Filippis 1 IL caso India La Fiat e l India L India per Fiat Auto

Dettagli

LA MODA FEMMINILE ITALIANA NEL 2014-2015

LA MODA FEMMINILE ITALIANA NEL 2014-2015 LA MODA FEMMINILE ITALIANA NEL 2014-2015 Nota a cura di SMI SISTEMA MODA ITALIA Il commercio con l estero nei primi dieci mesi del 2014 Secondo i dati ISTAT ad oggi disponibili, relativi al periodo gennaio-ottobre

Dettagli

PREMIO CASINO DI SANREMO-CONFINDUSTRIA CENTO ANNI DA QUI

PREMIO CASINO DI SANREMO-CONFINDUSTRIA CENTO ANNI DA QUI PREMIO CASINO DI SANREMO-CONFINDUSTRIA CENTO ANNI DA QUI LA GLOBALIZZAZIONE NEL TERZO MILLENNIO: LA SFIDA DELLE ECCELLENZE (SANREMO, 18 OTTOBRE 2008) INTERVENTO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO ON.

Dettagli

Forum della Subfornitura in Europa Düsseldorf, 17.-18.12.2008. Congiuntura economica in Germania

Forum della Subfornitura in Europa Düsseldorf, 17.-18.12.2008. Congiuntura economica in Germania Forum della Subfornitura in Europa Düsseldorf, 17.-18.12.2008 Congiuntura economica in Germania Dr.ssa Simona Bernardini Forum Subfornitura in Europa, 17. - 18.12.2008 1 Congiuntura economica Panorama

Dettagli

Il mercato dell involucro edilizio in Italia

Il mercato dell involucro edilizio in Italia Osservatorio Economico Uncsaal Il mercato dell involucro edilizio in Italia Serramenti Metallici Facciate Continue Anno 2008 Scenari 2009 Gennaio 2009 Commissione Studi Economici Uncsaal Coordinatore Carmine

Dettagli

Ringraziamenti. Evoluzione storica e fenomenologica del mercato italiano dell orologeria 1. 1.1 Premessa 1. 1.2 Glialboridelmercato 1

Ringraziamenti. Evoluzione storica e fenomenologica del mercato italiano dell orologeria 1. 1.1 Premessa 1. 1.2 Glialboridelmercato 1 Prefazione di Guido Corbetta Presentazione di Giacomo Bozzi Ringraziamenti XIII XV XIX 1 Evoluzione storica e fenomenologica del mercato italiano dell orologeria 1 1.1 Premessa 1 1.2 Glialboridelmercato

Dettagli

PMI. ed INTERNAZIONALIZZAZIONE: SFIDA. sempre possibile. una

PMI. ed INTERNAZIONALIZZAZIONE: SFIDA. sempre possibile. una PMI ed INTERNAZIONALIZZAZIONE: una SFIDA sempre possibile PMI ed INTERNAZIONALIZZAZIONE: una sempre possibile SFIDA Dopo il successo della prima edizione, CNA Servizio Estero propone ESTER 2011, un nuovo

Dettagli

Agosto 2012. Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011

Agosto 2012. Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011 Agosto 2012 Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011 Aumentano le imprese con Ebitda insufficiente per sostenere oneri e debiti finanziari Alla ricerca della marginalità perduta Sintesi dei risultati

Dettagli

AUTOMOTIVE DEALER REPORT

AUTOMOTIVE DEALER REPORT AUTOMOTIVE DEALER REPORT Classifica bilanci dei concessionari auto AUTOMOTIVE DEALER REPORT è un magazine a numero unico con l'analisi dei bilanci dei concessionari, classificati per dimensioni e per performance.

Dettagli