CONFCOMMERCIO IMPRESE PER L ITALIA - PROVINCIA DI RIMINI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONFCOMMERCIO IMPRESE PER L ITALIA - PROVINCIA DI RIMINI"

Transcript

1 Spedizione in abb. postale 70% DCB/RN CONFCOMMERCIO IMPRESE PER L ITALIA - PROVINCIA DI RIMINI anno XLIV - n 1- febbreio 2015 SPECIALE CONVEGNO 2015 L ANNO DELLA RIPRESA - CRIMINALITÀ + SVILUPPO ALLERGENI IN REGOLA NON SEMPRE TAGLIARE È LA SCELTA GIUSTA

2 S ILB FI =>E Servizi di pulizia in ambienti privati.in aziende ed enti pubblici Sanificazioni ambienti ospedalieri Pulizia e riassetto camere strutture ricettive Pulizia ed igienizzazione aziende agro-alimentari Pulizia e lavaggio superfici vetrose Interventi di sgrossatura post-muratura Trattamento cotto, marmo e parquet Rimozione effetto ossidante E 8 Lavaggio ed igienizzazione moquette da infiltrazioni i Rimozione graffiti Protezione antismog, antigraffiti -~ 1ij Pulitura da smog e incrostazioni ed antisalsedine ~ Eliminazione di microflora e macroflora Elaborazione progetti tecnici per servizi di pulizia su misura I UNI EN ISO 9001:2008 Zone operative Rimini Fori i Bologna Ravenna Pesaro Ancona Cesena Modena Reggio Emilia Parma Piacenza Ferrara Venezia Padova Lodi Milano Torino Genova Firenze Arezz.o Perugia Roma Sedi operative Rimini Forlì Bologna Ravenna Pesaro Ancona Cesena Modena Reggio Emilia FerTara EN ISO 14001:2004 Eco service srl - sede legale: via del Capriolo, Rimini RN T F numero verde FACILITY MANAGEMENT

3 EDITORIALE di Giovanni Indino Presidente Confcommercio Imprese per l Italia della Provincia di Rimini Caro collega, ho il piacere di presentare in questa occasione un numero davvero particolare. Come hai avuto modo di vedere dalla stessa copertina sarà un numero celebrativo di un momento molto importante nella vita della nostra Associazione: la visita del Presidente Nazionale Carlo Sangalli il 22 gennaio scorso. Scegliendo Rimini per il Convegno sulla legalità, il Presidente Sangalli ha voluto riconoscere alla nostra Associazione un significativo attestato di stima per l operato che sta svolgendo, manifestando ancora una volta la propria vicinanza al nostro territorio. Siamo grati al Presidente Sangalli per il sostegno che continua a garantire alla nostra realtà, un sostegno che è stato, è e sarà reciproco in occasione delle prossime elezioni in seno alla Confederazione. Rimini, infatti, sarà al fianco del Presidente Sangalli, per ciò che ha fatto, per l impegno da lui profuso, senza risparmio di energie, per il bene delle nostre imprese. Un sostegno che mi è stato richiesto di esprimere dal gruppo dirigente come da tanti, tantissimi, Associati. Mi sarebbe piaciuto che ogni Associato avesse avuto la possibilità di partecipare al Convegno, di conoscere personalmente il Presidente Sangalli, di prendere posto nonostante un Auditorium stracolmo in ogni ordine di posti per assistere ad un confronto serrato su un tema, quello della legalità, centrale per le imprese del nostro territorio. Da questo intento, dalla volontà di rendere partecipi tutti gli Associati di questo particolare momento, nasce il numero che, sono certo, sfoglierai con interesse. Come desidero che tutti gli Associati sappiano che la nostra Associazione esige, e ripeto esige, che dalle parole si passi ai fatti, perché a questi importanti momenti di confronto deve poi seguire l adozione di misure, strumenti e politiche in grado di contrastare i fenomeni illegali, incompatibili con lo sviluppo di un economia competitiva e causa di tanti mali che affliggono le nostre imprese. Non mi resta che augurarti buona lettura. 1

4 DAL 1945 DIAMO VOCE ALLE IMPRESE

5 L ASSOCIAZIONE a cura di ASCOM Rimini Registrazione Tribunale di Rimini n 70 del Pubblicità inferiore al 70% Spedizione in abbonamento postale Art. 1 comma 2 - lettera D C B Decreto Legge 353/03 Anno XLIV n 1 Chiuso in stampa: 05 febbraio SOMMARIO CONVENZIONI Direttore responsabile: Giovanni Indino Progetto grafico: Gianni Donati Impaginazione: Laboratorio Creativo Up Foto copertina: Foto di: Fabrizio Petrangeli PHOTO Stampa: Maggioli S.p.a. Santarcangelo di Romagna Sede: Ascom Confcommercio Rimini Viale Italia 9/ Rimini tel fax LE NOSTRE DELEGAZIONI BELLARIA IGEA MARINA Via Enrico Fermi Bellaria Igea Marina tel fax CATTOLICA Via Verdi Cattolica tel fax MORCIANO DI ROMAGNA Via Abbazia, Morciano di Romagna tel Fax RICCIONE Viale M. Ceccarini, Riccione tel fax SANTARCANGELO DI ROMAGNA Via S. Sancisi, Santarcangelo di Romagna tel fax L ANNO DELLA RIPRESA, MENO CRIMINALITÀ, PIÙ SVILUPPO L INTERVENTO DEL PRESIDENTE INDINO MOMENTI DEL CONVEGNO LA GIUNTA DI PRESIDENZA INCONTRA IL PRESIDENTE SANGALLI NON SEMPRE TAGLIARE È LA SCELTA GIUSTA CORSI CST EBURT LEGGE DI STABILITÀ 2015 approfondimenti ALLERGENI istruzioni per l uso GUIDA AL NUOVO LIBRETTO D IMPIANTO PER CALDAIE E CLIMATIZZATORI NOTIZIE ZAL i nuovi operatori telefonici CORSI ISCOM E.R. SCADENZE FISCALI 24 NUMERI UTILI 3

6 CONVENZIONI DEDICATO AI NOSTRI SOCI Associati e viziati Abbiamo creato un pacchetto di vantaggi e privilegi pensati per te e per la tua impresa. Abbiamo coinvolto aziende leader a livello nazionale e aziende fortemente radicate nella provincia riminese per mettere a tua disposizione un ampio ventaglio di convenzioni. In questo numero presentiamo: Avis Ti risera tariffe dedicate con sconti del 10% e chilometraggio illimitato incluso nel prezzo. Maggiore riserva a tutti gli Associati sconti per il noleggio di auto e furgoni. Prenotazioni in Italia: sconto dell 8% sulla migliore tariffa di noleggio auto e sconto del 5% sulla migliore tariffa di noleggio furgoni in vigore all atto della prenotazione. Prenotazioni all estero: sconto del 5%. IN EVIDENZA: per gli Associati in possesso di Confcommercio Card gli sconti arrivano fino al 10%. Hertz propone uno sconto fino al 10% sulle migliori tariffe disponibili al momento del noleggio in Italia e all Estero e sconto di particolare rilevanza sull usato selezionato ex noleggio. In più se possiedi Confcommercio Card puoi richiedere l iscrizione gratuita all esclusivo Hertz #1 Club Gold. L azienda è specializzata nella vendita e assistenza di misuratori fiscali, sistemi gestionali per i registratori di cassa, bilance elettroniche e arredamenti per negozi (affettatrici, tritacarne, segaossi, macchine per il sottovuoto, strumenti per la verifica e il trattamento del denaro, dispositivi elimina-code, etc.). I marchi storici che l azienda possiede sono RCH e Italiana Macchi per i sistemi di pesatura. Il laboratorio dell azienda Viret è certificato UNI EN ISO 9001: 2008 per l abilitazione delle verifiche periodiche annuali su tutte le apparecchiature fiscali. La convenzione per i soci prevede: scontistica dal 2% al 15% su qualsiasi prodotto acquistato o servizio offerto; sui prodotti acquistati fornitura, per il I anno, dell assistenza gratuita 7 giorni su 7 con possibilità di estendere tale assistenza agli anni successivi; per le imprese già in possesso di un registratore di cassa, sarà valutata la possibilità di effettuare una permuta con l eventuale acquisto di un nuovo registratore di cassa. Puoi trovare l azienda Viret, in Via XXIII Settembre 150 a Rimini o contattandola al numero di telefono Duferco Energia SpA è la holding del Gruppo Duferco che opera nel mercato energetico italiano. Nata per gestire gli investimenti del Gruppo in impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili si è poco dopo focalizzata nella commercializzazione di elettricità e gas per tutti i target di clientela. I servizi che vengono offerti con il marchio commerciale DUE ENERGIE sono tagliati su misura per le varie esigenze dei clienti. Particolare attenzione viene riservata alle Convenzioni con le principali Associazioni Nazionali. Grazie all accordo con ConfCommercio Provincia di Rimini, i suoi iscritti possono accedere a condizioni economiche di fornitura gas e energia fortemente competitive, normalmente riservate solo a clienti con alti consumi. A questo si aggiunge la professionalità dei collaboratori stanziati direttamente nel territorio, che possono incontrarvi per supportarvi nelle vostre scelte energetiche. www. dufercoenergia.com 4

7 UNIVERSO CONFCOMMERCIO 2015 L ANNO DELLA RIPRESA. MENO CRIMINALITÀ, PIÙ SVILUPPO Il presidente dell Ascom Indino: Chiediamo risposte a politica e istituzioni. Auditorium pieno in ogni ordine di posti per il Convegno sulla legalità 2015 l anno della ripresa. Meno criminalità, più sviluppo organizzato da Confcommercio, in occasione della visita del Presidente della Confederazione nazionale Carlo Sangalli. Tra i relatori, oltre al Presidente provinciale Indino e al Presidente Sangalli, il Prefetto S.E. Dott. Claudio Palomba e il Presidente della Provincia Andrea Gnassi. In platea, gli operatori e i rappresentanti delle categorie economiche maggiormente colpite dai fenomeni criminosi e le massime istituzioni del territorio, tra cui il Vice Questore Vicario Eliseo Nicolì, il Comandante provinciale dei Carabinieri Col. Mario Conio, il Comandante della Capitaneria di Porto Capitano di Fregata Domenico Santisi e il Comandante provinciale della Guardia di Finanza Col. Mario Venceslai. Ha aperto i lavori il Presidente provinciale di Confcommercio Indino con una attenta disanima della difficile situazione che le imprese si trovano ad affrontare oggi, anche sul nostro territorio. Denuncia Indino le nostre imprese non riescono più a sopportare i colpi talvolta mortali di un illegalità diffusa che mina sin dalle sue fondamenta lo sviluppo di un economia sana e competitiva. Un illegalità che assume tante diverse conformazioni, più o meno letali, ma che si insinua come un cancro nel tessuto economico di un territorio, cambiando le regole del gioco in modo insostenibile per le imprese oneste. Il Presidente Indino ha poi passato in rassegna i mali che affliggono la nostra economia e il loro effetto nefasto nei confronti delle imprese sane: abusivismo commerciale, contraffazione, furti, taccheggi, rapine, ma anche infiltrazioni mafiose, usura, lavoro nero, economia sommersa. Ha inoltre parlato di sicurezza percepita, un tema di capitale importanza per un territorio a vocazione turistica come il nostro. Il Prefetto Claudio Palomba ha invece posto l attenzione sul gravoso impegno che le Forze dell Ordine si trovano ad affrontare sul territorio riminese, in particolare nel periodo estivo, in cui la Riviera registra un numero di presenze elevatissimo. Ha parlato dell azione di contrasto all abusivismo commerciale, del lavoro di intelligence e di controllo rispetto alle problematiche segnalate da dal Presidente Indino. Il Presidente della Provincia Gnassi ha invece offerto prima un analisi da un punto di vista socio-culturale rispetto al tema oggetto del Convegno, per poi soffermarsi su specifiche problematiche, quali la prostituzione e l abusivismo commerciale. Su quest ultimo tema Gnassi ha denunciato la necessità di colpire l intera filiera dell abusivismo e l urgenza di strumenti legislativi che ne consentano un contrasto efficace, intervenendo, ad esempio, sul permesso di soggiorno dei venditori abusivi qualora si configuri una reiterazione delle sanzioni amministrative. Il Presidente Sangalli ha chiuso i lavori del Convegno, innanzitutto, con un appello alle Istituzioni, Governo e Parlamento, affinché venga sostenuta la domanda interna Non dobbiamo abbassare la guardia. Siamo ancora dentro quel tunnel che si chiama crisi, tuttavia dall indicatore Confcommercio di novembre registriamo timidi segnali di ripresa. Non possiamo parlare di inversione di tendenza. Chiediamo a Governo e Parlamento di sostenere la domanda interna, che soffre di una debolezza strutturale ma che vale l 80% del PIL. Dobbiamo giocare questa partita per segnare il gol della crescita. Il Presidente di Confcommercio si è poi soffermato su alcuni dei principali fenomeni che danneggiano le imprese L abusivismo commerciale è un furto alle imprese, un danno allo stato, un crimine verso la società. L affermarsi dell abusivismo e della contraffazione introduce una deroga alle regole. Ma un mercato senza regole diventa un mercato fuorilegge che non può consentire alle aziende sane di affermarsi. Continua Sangalli Comprare merce contraffatta non è aiutare, non è risparmiare, ma significa alimentare la catena dell illegalità che genera costi sociali altissimi. In conclusione, il Presidente Sangalli, dopo aver espresso grande fiducia nell EX- PO e nel Turismo come motori di crescita del nostro Paese, ha assicurato che la Confcommercio continuerà a lottare per gli interessi delle aziende rappresentate e, così facendo, continuerà a lottare per l interesse generale, per la legalità, per la crescita e per lo sviluppo. NEGOZI 5

8 UNIVERSO CONFCOMMERCIO DISCORSO DEL PRESIDENTE GIANNI INDINO CONVEGNO 2015 l anno della ripresa. Meno criminalità, più sviluppo Voglio iniziare il mio intervento dal titolo stesso del Convegno. Chissà, forse qualcuno ha pensato ad un eccesso di ottimismo quando ha letto 2015 l anno della ripresa, avrà pensato ce lo dicevano del 2011, poi del 2012, e così via mentre ogni anno si susseguivano recessioni, stagnazioni, crisi sempre più acute dell economia. Per di più è di qualche giorno fa la notizia diffusa dal Fondo Monetario Internazionale di un taglio delle stime di crescita dell Italia ad uno 0,4%, mentre le previsioni si attestavano ad una valore di poco superiore al punto percentuale. Forse è vero. Forse siamo troppo ottimisti, ma non abbiamo alternative: il 2015 DEVE essere un anno di crescita. Perché non esiste un piano B, non esiste un alternativa. Le piccole-medie imprese italiane, le imprese del commercio, del turismo, le nostre imprese, non ce la fanno più. Non riescono più a sostenere tasse che cambiano nome, cambiano esattore - stato, regioni, comuni poco importa e poco cambia - ma che continuano a crescere; come cresce il costo del lavoro. A quando una riduzione della forbice tra costo del lavoro e retribuzioni? Più soldi nelle tasche dei lavoratori significano consumi, fiducia. Le nostre imprese non riescono più a resistere ad una macchina burocratica che incede impietosa, invischiando in una palude fatta da ogni sorta di adempimenti e impedimenti le aziende, anche quelle più vivaci e dinamiche; non riescono più a confrontarsi con le imprese degli altri Paesi, perché pagano un deficit di competitività insormontabile, una bolletta energetica penalizzante, l incertezza del diritto, l incertezza delle regole. Le nostre imprese non riescono più a foraggiare uno Stato inefficiente, che appesantisce anziché favorire la libera intrapresa. E le nostre imprese, vengo al tema di oggi, non riescono più a sopportare i colpi talvolta mortali di un illegalità diffusa che mina sin dalle sue fondamenta lo sviluppo di un economia sana e competitiva. Un illegalità che assume tante diverse conformazioni, più o meno letali, ma che si insinua come un cancro nel tessuto economico di un territorio, cambiando le regole del gioco in modo insostenibile per le imprese oneste. Non più tardi di qualche giorno fa il Governatore della Banca d Italia Visco, in audizione alla Commissione Antimafia, ha elencato i malanni dell economia italiana legati a mafie e criminalità, pesando l economia criminale nel quadriennio oltre il 10% del PIL, vale a dire una cifra superiore ai 150 miliardi di euro! Dati allarmanti, come quelli da noi diffusi in occasione della Giornata della Legalità del novembre scorso, che riportavano una realtà regionale emiliano-romagnola profondamente colpita dai fenomeni criminali che gravano sulle imprese. Li ripercorro rapidamente insieme a voi. Il 59% degli intervistati ritiene peggiorato il livello di sicurezza per la propria attività dal 2008 ad oggi Il 76% ritiene che il crimine maggiormente aumentato sia il furto Il 56% ha subito almeno un episodio di taccheggio Il 52% ha installato almeno un dispositivo per la sicurezza (telecamere, antifurti, vigilanza privata, vetrina corazzata, ) Il 66% ritiene che una delle possibili soluzioni è una maggiore protezione delle forze dell ordine Anche da questi dati si evince come siano tanti e variegati, ma soprattutto sentiti, i fenomeni criminali anche per le imprese del nostro territorio. Prima di soffermarmi su qualcuno di essi, voglio parlare di uno dei fenomeni maggiormente pericolosi per le nostre imprese: l abusivismo commerciale. L abusivismo commerciale è un fenomeno così multiforme da non poter essere racchiuso in un unica definizione: al suo interno si annida un intera filiera di merci e persone, la cui ragione di esistenza risiede nella sfuggevolezza alla legge, al controllo, al rispetto della dignità umana. Ogni passaggio copre il precedente e si nasconde nel successivo, finché la merce non raggiunge le mani del consumatore che, con il suo acquisto scellerato, pensando di aver fatto un affare o una buona azione per quei poveretti, va a colpire duramente l economia e ad alimentare alcune delle piaghe più aberranti della nostra società: droga, prostituzione, riduzione in schiavitù, riciclaggio. L abusivismo commerciale è una partita in cui perdono tutti, tranne le grandi organizzazioni malavitose che con quei proventi finanziano le proprie attività; è un fenomeno transnazionale che ha trovato terreno fertile per la propria proliferazione nella globalizzazione, nella caduta delle frontiere, nei paesi emergenti dove i lavoratori non hanno diritti. Ma anche nelle nuove tecnologie informatiche che garantiscono merce più numerosa a costi più contenuti. E, in questi anni, nella crisi economica che sta falcidiando famiglie e imprese. Abusivo non è solo chi stende della merce su un telo in strada o in spiaggia, abusivo è anche chi opera a dispetto delle leggi. Penso agli abusivi che somministrano alimenti e bevande pur non avendo requisiti e autorizzazioni, chi organizza sagre non autentiche, agli abusivi che fanno ballare pur non avendo alcuna licenza, 6

9 UNIVERSO CONFCOMMERCIO infischiandosene della salute e della sicurezza di centinaia e a volte migliaia di ragazzi. Abusivo è anche chi affitta camere o appartamenti, operando alla stregua di alberghi o strutture ricettive. Ma abusivo è anche, permettetemi la forzatura, chi non paga i contributi, chi non paga le forniture, perché comunque va a distorcere le regole generando concorrenza sleale. Potremmo poi parlare dei furti e dei taccheggi, chiamando in causa ad esempio i gestori delle stazioni di rifornimento dei carburanti, considerati dai malviventi alla stregua di bancomat da sfruttare all abbisogna. Non dimenticandosi i dettaglianti alimentari. Ne vedo qualcuno seduto in platea anche oggi. Quest estate proprio da loro è partita una denuncia forte, ripresa da tutti gli organi di stampa, nei confronti dei ripetuti furti nelle loro attività che pesano in una stagione dall 1% al 3% del fatturato. Vogliamo parlare di rapine e aggressioni? Vedo, sempre in platea, amici tabaccai, gioiellieri quante ne avrebbero da dire? Ma una cosa voglio dirla io. La nostra Associazione ha profuso e sta profondendo grandissimi sforzi per il varo di un progetto molto ambizioso, dal nome evocativo Mille Occhi, che porterà nelle principali aree commerciali di Rimini dei sistemi di videosorveglianza e videoallarme antirapina all esterno di ogni attività commerciale, collegati tra loro e con le Centrali di Polizia. Non solo. Sempre la nostra Associazione sta operando con tutte le energie di cui dispone per ottenere per i commercianti dei contributi camerali affinché l esigenza di sicurezza, che unisce commercianti, cittadini, turisti, non venga ancora una volta a pesare solo e esclusivamente sulle spalle delle imprese. Ringrazio il Prefetto, per il fondamentale ruolo di promotore del progetto e per la complessa azione di coordinamento tra tutti gli interlocutori chiamati in causa. Ma un grande ringraziamento va anche alla Confederazione Nazionale, nella persona del Presidente Carlo Sangalli, che ha apposto insieme all allora Ministro dell Interno Maroni la firma al P r o t o c o l l o da cui questo progetto discende, dimostrando lungimiranza e attenzione nei confronti di un tema che anche oggi vediamo essere di capitale importanza. Abusivismo, furti, taccheggi, rapine, ma anche infiltrazioni mafiose, usura, lavoro nero, economia sommersa: l elenco dei mali che affliggono la nostra economia è lungo, molto lungo, e il loro effetto è nefasto nei confronti delle imprese sane. Ma non dimentichiamoci poi che a fianco della sicurezza reale, e cioè quella effettivamente esistente, ve ne è una altrettanto importante specialmente in un territorio a vocazione turistica come il nostro, la sicurezza percepita. L ingiustificabile tolleranza che accompagna tanti dei fenomeni criminosi di cui stiamo parlando ne è una delle maggiori cause. Anche il degrado in cui versano porzioni importanti delle nostre città riveste un ruolo importante su questa problematica: microcriminalità, spazi pubblici asilo di sbandati e spacciatori, accattonaggio molesto, fenomeni che vanno a generare nelle persone senso di insicurezza, preoccupazione, spesso paura. Voglio però tornare all indagine presentata da Confcommercio nel novembre scorso, due terzi degli intervistati ritiene che una soluzione al contrasto dei fenomeni criminali possa derivare da una maggiore protezione delle Forze dell Ordine. E qui mi soffermo, Signor Prefetto, perché qui ritorniamo sempre. Non ci sono uomini, non ci sono mezzi, non ci sono risorse e noi ne se siamo ben consapevoli, tuttavia aiutateci ad aiutarvi, noi siamo le sentinelle del territorio e siamo pronti a collaborare, nella speranza che da Roma arrivino tempestivamente e in numeri congrui uomini e donne delle Forze dell Ordine da destinare alla salvaguardia della sicurezza e della legalità del nostro territorio. E servono strumenti adeguati per il difficile compito che le forze di polizia devono affrontare quotidianamente; servono leggi che consentano loro di operare contrastando efficacemente i fenomeni criminali. E qui allora mi rivolgo alla politica, perché è la politica che deve assumersi queste responsabilità. Serve presidio, serve controllo, serve repressione, ma ancora prima serve prevenzione. Servono leggi efficaci, servono politiche di contrasto all intera filiera dell abusivismo commerciale, ai fenomeni di degrado, alla diffusione della microcriminalità. Ma soprattutto, caro Presidente, ora mi rivolgo a Te, serve che questo grido di allarme giunga forte, fortissimo, alle orecchie di coloro i quali, purtroppo, a prescindere dal colore di appartenenza o da quale scranno occupino in Parlamento, da tempo sembra abbiano smesso di ascoltarci, scollati da un Paese in cui imprese e famiglie sono oramai esanimi, schiacciati da una crisi senza precedenti. Mentre siamo qui, oggi, statistiche alla mano, altre 2 imprese della nostra Provincia hanno spento la propria insegna, altri 2 imprenditori sono stati costretti a piegarsi sotto il peso di una situazione divenuta insopportabile. E una nostra responsabilità fermare questa emorragia con tutti i mezzi di cui disponiamo. Perché, caro Presidente, la più grande preoccupazione che mi sento di manifestare oggi è che dalla rabbia, dalla protesta, dalla rivendicazione dei propri diritti, si passi alla rassegnazione, al lasciarsi sopraffare dalle difficoltà. Ma, caro Presidente, io non mi rassegno. Come non si rassegnano gli amici seduti in platea qui con noi oggi. E so che Te, come noi e più di noi, non hai alcuna voglia di rassegnarsti e la Tua presenza qui oggi ne è la testimonianza più concreta. Mi appello a Te, Presidente, continua a rimanere al nostro fianco perché insieme, e solo insieme, riusciremo a invertire la tendenza e a far sì che il 2015 sia veramente l anno della ripresa. 7

10 UNIVERSO CONFCOMMERCIO 2015 L ANNO DELLA RIPRESA. MENO CRIMINALITÀ, PIÙ SVILUPPO ALCUNI MOMENTI DEL CONVEGNO Foto di: Fabrizio Petrangeli PHOTO Foto di: Fabrizio Petrangeli PHOTO Foto di: Fabrizio Petrangeli PHOTO 8

11 UNIVERSO CONFCOMMERCIO LA GIUNTA DI PRESIDENZA ACCOGLIE IL PRESIDENTE E IL VICE PRESIDENTE NAZIONALE DI CONFCOMMERCIO Da sinistra a destra: Ennio Sanese (Presidente Confcommercio provinciale dal 2006 al 2009 ), Alduino Di Angelo (Presidente Confcommercio dal 2009 al 2013), Gaetano Callà Presidente F.I.P.E. provinciale, Giovanna Giusto Presidente delegazione di Santarcangelo di Romagna, Giovanni Indino Presidente Confcommercio provincia di Rimini, Carlo Sangalli Presidente nazionale Confcommercio Imprese per l Italia, Nicola Angelini Presidente F.I.V.A. provinciale, Giammaria Zanzini Presidente Federmoda provinciale, Renato Borghi Vicepresidente nazionale Confcommercio Imprese per l Italia, Aniello Salvati Presidente F.I.M.A.A. provinciale, Giorgio Dobori Presidente F.I.T. provinciale, Giampiero Guarino Presidente F.N.A.A.R.C. provinciale. RIMINI PRESENTA LE SUE ECCELLENZE ENOGASTRONOMICHE AL PRESIDENTE SANGALLI E AL PRESIDENTE BORGHI. ESSERE SOCIO CONFCOMMERCIO SIGNIFICA ESSERE SOSTENUTI, TUTELATI E RAPPRESENTATI DA UN PARTNER AFFIDABILE. CONFCOMMERCIO TI DÀ VALORE. Con ben 70 anni di esperienza, Confcommercioti aiuterà ad affrontare tutte le problematiche legate alla gestione del tuo lavoro: finanziamenti a tasso agevolato, assistenza fiscale e tributaria, assistenza contrattuale e sindacale, consulenza legale, servizi di amministrazione e contabilità, servizi paghe e contributi, formazione professionale e assistenza sanitaria. 9

12 Vertical Kia Motors Logo 1/C - 100% Pantone 1807 NOTIZIE TAGLIARE QUELLO CHE VIENE CHIAMATO COSTO non sempre è la scelta giusta per il successo In epoca di Spending Rewiev sembra che l imperativo sia soltanto uno: tagliare i costi! Ma siamo certi che sia la soluzione corretta per il successo della nostra azienda? Certamente ridurre o, comunque, ottimizzare le uscite è indispensabile per far quadrare il bilancio, ma per far fronte a minori entrate a volte il rischio è di tagliare i costi che tali non sono. In effetti, sarebbe opportuno in primo luogo distinguere i costi da quelle voci che vengono classificate come costi, ma che in realtà sono da considerare investimenti. Un esempio? La quota associativa. Rappresenta certamente un costo e come tale un uscita, ma soprattutto in un momento così delicato per le imprese come quello attuale, si traduce in un importante investimento. Sono molte le aziende che risparmiano sui costi per la pubblicità, l assicurazione, l innovazione tecnologica, l aggiornamento professionale giusto ottimizzare e razionalizzare, sbagliato tagliare rinunciando ad investimenti che possono portare business e far risparmiare. La burocrazia è un costo? Certamente si, anche solo per il tempo che ci fa perdere. Ebbene l Associazione aiuta a far risparmiare tanto tempo. Allora forse la quota associativa non è da considerare un costo, ma un investimento. Adempiere alle numerose norme di legge è un costo? Nessuno oserebbe sostenere il contrario. Anche qui l Associazione fornisce un indispensabile supporto. Ancora una volta, quindi, il versamento della quota associativa non è a perdere, ma ci fa evitare fastidi e sanzioni. Faticare per ottenere le migliori condizioni possibili con i propri fornitori ci porta il massimo risparmio possibile? La risposta è no, per la più banale delle regole di mercato secondo la quale più sei forte commercialmente, migliore è il trattamento economico riservato. Ecco perché l Associazione crea gruppi d acquisto, stipula partnership e convenzioni a livello locale, regionale e nazionale, avvia negoziazioni per categorie di imprese associate. Il costo sostenuto per la quota associativa si traduce, pertanto, in un risparmio considerevole. Siamo sicuri, quindi, che tagliare il costo della quota associativa sia la scelta giusta per il successo della propria impresa? Siamo ancora convinti che la quota associativa debba essere considerata un costo? Associazione Concessionari Auto Rimini Via Italia 9/11 Rimini AUTO IN Via Sassonia 2 Rimini TROVARE L AUTO GIUSTA NON E UN GIOCO PLUSMOTORS Via Flaminia Conca 83/a Rimini REGGINI Via Macanno 45 Rimini ERREPIU Via Nuova Circonvalazione 28 Rimini REN-AUTO PIRACCINI Via Italia 24 Rimini FLAMINIAUTO Via Flaminia 236 Rimini RICCI DUE Via Flaminia Conca 83 Rimini JAPAN CAR Via Ausa 93 Cerasolo di Coriano MARCAR Via Flaminia 341 Rimini AFFIDATI AI NOSTRI PROFESSIONISTI I CONCESSIONARI UFFICIALI DI RIMINI CONOSCONO BENE IL PRODOTTO E TI CONSIGLIERANNO LA SOLUZIONE MIGLIORE. ASSOCIAZIONE CONCESSIONARI AUTO RIMINI RUGGERI Via Nuova Circonvalazione 31 Rimini VERNOCCHI Via Circonvalazione Ovest 1 Rimini

13 CORSI CST EBURT della Provincia di Rimini ORGANIZZA Il CST EBURT della Provincia di Rimini ti invita a frequentare gratuitamente i seguenti seminari e corsi di formazione, rivolti ai titolari, ai collaboratori familiari e ai dipendenti delle aziende che operano nel settore dei pubblici esercizi (Ristoranti - Bar - Pub Gelaterie - Pasticcerie - Catering e Mense - Discoteche Dancing Locali Notturni - Parchi Tematici - Stabilimenti Balneari - Pubblici Esercizi in genere) ad apertura annuale o stagionale. SEMINARI MANGIARE BENE SENZA GLUTINE 1) CUCINARE IL PESCE. 2) CUCINARE LA CARNE. 3) LA CUCINA VEGETARIANA Date: inizio lezioni 2 marzo 2015 Durata: ogni seminario dura 4 ore con sede di svolgimento presso Hotel di Rimini LA RISTORAZIONE VELOCE Date: 27 marzo 2015 alle ore 14:30 Durata: 4 ore con sede di svolgimento a Riccione CORSI 1) FINGER FOOD 2) MANGIARI DI STRADA Date: inizio lezioni previsto per 16 marzo 2015 Durata: 8 ore a corso con sede di svolgimento a Riccione Per saperne di più e iscrivere te, i tuoi collaboratori e i tuoi dipendenti, puoi contattare la segreteria Confcommercio della delegazione di Riccione (ref. Dott. Davide Celli, tel , cell ) Febbraio 25 Febbraio 2015 ore :00 - presso Auditorium Confcommercio in Viale Italia 9/11 - Rimini La Sicurezza sul lavoro: un valore positivo per aziende e lavoratori Con l adesione di CONSULENTI LAVORO 11

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti.

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti. INDICE Informazioni per i cittadini - 3 Campagna di controllo degli impianti termici - 3 Responsabile dell impianto termico - 4 La manutenzione degli impianti: frequenze temporali delle operazioni - 4

Dettagli

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro Disciplina fiscale delle auto assegnate ai dipendenti Stefano Liali - Consulente del lavoro In quale misura è prevista la deducibilità dei costi auto per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti?

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008 CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 febbraio 2008 OGGETTO: Profili interpretativi emersi nel corso della manifestazione Telefisco 2008 del 29 Gennaio 2008 e risposte ad

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef

Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef Direzione Generale per il terzo settore e le formazioni sociali Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef PREMESSA Fonti normative dell

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE Italiani Energia elettrica e metano costano poco, rispetto al resto d Europa, solo per livelli bassi di consumo. Man mano che l utilizzo aumenta, diventiamo

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE FACILITÀ TECNOLOGIA DISPONIBILITÀ ASSISTENZA D USO WI-FI IN 8 LINGUE TECNICA Collegamento

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

HELP DESK FRONT OFFICE VADEMECUM PER L UTENZA

HELP DESK FRONT OFFICE VADEMECUM PER L UTENZA Prot. Generale n. 19033 del 23.10.2012 Primo livello di help desk HELP DESK FRONT OFFICE VADEMECUM PER L UTENZA Qui di seguito si riportano alcune delle più frequenti domande con le relative risposte.

Dettagli

IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici. Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti

IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici. Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti gli utilizzi tecnici dell acqua in un edificio ACQUA FREDDA SANITARIA

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici 12 Giugno 2014 Stefano Bonfanti Product Manager - Cillichemie Italiana S.r.l. L azienda n.2 Sedi n.47 Agenti

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro A Sua Eccellenza il Signor Prefetto di Roma OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro Signor Prefetto, come abbiamo concordato nei nostri precedenti incontri, Le scrivo

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

Ufficio studi IL LAVORO NEL TURISMO

Ufficio studi IL LAVORO NEL TURISMO Ufficio studi I dati più recenti indicano in oltre 1,4 milioni il numero degli occupati nelle imprese del turismo. Il 68% sono dipendenti. Per conto dell EBNT (Ente Bilaterale Nazionale del Turismo) Fipe,

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO ACCORDI EXPO PER IL LAVORO Milano, 27 aprile 2015 Il 26 marzo scorso tra Unione Confcommercio Milano e le organizzazioni sindacali di categoria Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltucs-UIL di Milano e di

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

Fattura elettronica: esenzioni

Fattura elettronica: esenzioni Fattura elettronica: esenzioni Con l entrata in vigore del sistema della fatturazione elettronica, istituita dall articolo 1, commi da 209 a 213 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 e regolamentata dal

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA la guida DI CHI è alla guida SERVIZIO CLIENTI Per tutte le tue domande risponde un solo numero Servizio Clienti Contatta lo 06 65 67 12 35 da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 18.00 o manda un e-mail a

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

ACCORDO QUADRO SINDACALE PROVINCIALE SULLA MATERIA DEI CONTRATTI PART TIME INTEGRATIVO AL CCNL TURISMO PARTE SPECIALE PUBBLICI ESERCIZI

ACCORDO QUADRO SINDACALE PROVINCIALE SULLA MATERIA DEI CONTRATTI PART TIME INTEGRATIVO AL CCNL TURISMO PARTE SPECIALE PUBBLICI ESERCIZI ACCORDO QUADRO SINDACALE PROVINCIALE SULLA MATERIA DEI CONTRATTI PART TIME INTEGRATIVO AL CCNL TURISMO PARTE SPECIALE PUBBLICI ESERCIZI Il giorno 4 Febbraio 2003 presso la sede dell Ascom Provinciale in

Dettagli

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3 10134 PARTE PRIMA Leggi e regolamenti regionali REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3 Disposizioni concernenti l attivazione di tirocini diretti all orientamento e all inserimento nel mercato del lavoro.

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ A) ASPETTI GENERALI SU CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD na Carta di Credito TOP senza uguali sul mercato. Per gli Associati che non vorranno o non potranno avere

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE Circolare del 31 Marzo 2015 ABSTRACT Si fa seguito alla circolare FNC del 31 gennaio 2015 con la quale si sono offerte delle prime indicazioni

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO (ai sensi dell articolo 26 del D.Lgs. 81/2008) Allegato

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

Attualmente concorrono al Consorzio le seguenti Cooperative :

Attualmente concorrono al Consorzio le seguenti Cooperative : Il Consorzio Servizi Plus, è una società di outsourcing, operante da oltre 10 anni nel settore dei servizi facchinaggio, trasporti e pulizia, con lo scopo precipuo di associare in forma consortile tutte

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 Disposizioni di carattere finanziario indifferibili, finalizzate a garantire la funzionalità di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno..

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Comune di Modena ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI SANITARIE E ABITATIVE non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Cerchi casa e stai vivendo un momento

Dettagli

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Rete Nazionale Gruppi di Acquisto Solidali www.retegas.org INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Febbraio 2007 INTRODUZIONE I Gruppi di Acquisto Solidali (GAS) sono gruppi di persone

Dettagli

3- Dove e come posso richiederla ed attivarla?

3- Dove e come posso richiederla ed attivarla? FAQ ITALO PIU 1- Cos è la Carta Italo Più? 2- Cosa puoi fare con Italo Più? 3- Dove e come posso acquistarla? 4- Quanto costa? 5- Come posso ricaricare la carta? 6- Dove posso controllare il saldo ed i

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI (pubblicato sul n. 51 della rivista: "The world of il Consulente") (Le considerazioni che seguono sono frutto esclusivo del

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

LIBRETTO DI CENTRALE

LIBRETTO DI CENTRALE 1 LIBRETTO DI CENTRALE OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE SUPERIORE O UGUALE A 35 kw (ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N 412) Conforme al modello pubblicato

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi terzi il cui soggiorno è irregolare Adozione con delibera

Dettagli

Ai Signori Segretari Regionali

Ai Signori Segretari Regionali Venezia, 14 GEN. 1993, prot. n. 313/SGP Oggetto: L. 7 agosto 1990, n. 241 Ai Signori Segretari Regionali Ai Signori Assistenti Alla Segreteria Generale Ai Signori Assistenti Alla Segreteria per il Territorio

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento del lavoro occasionale accessorio, cioè di quelle prestazioni di lavoro svolte

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE.

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. Casi pratici sulla corretta registrazione delle operazioni attinenti la gestione collettiva del risparmio

Dettagli

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Guida alla detrazione fiscale del 65% per la riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Aggiornata al 20 dicembre 2013 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO.... pag. 3 2. EDIFICI INTERESSATI.....

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

LOTTA A CONTRAFFAZIONE

LOTTA A CONTRAFFAZIONE LOTTA A CONTRAFFAZIONE ED ABUSIVISMO COMPRI FALSO? MA LO SAI CHE VADEMECUM2012 FEDERAZIONEMODAITALIA Via Durini, 14 20122 Milano www.federazionemodaitalia.it COMPRI FALSO? MA LO SAI CHE 1. Chi produce

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI Con decreto direttoriale del 7 ottobre 2013, il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha adottato il Programma Nazionale di

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli