Qualità nel Turismo. L editoriale. Organo Ufficiale F.I.S.T. Federazione Italiana Settore Turismo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Qualità nel Turismo. L editoriale. Organo Ufficiale F.I.S.T. Federazione Italiana Settore Turismo"

Transcript

1 Qualità nel Turismo Giugno Luglio 2013 Anno 6 Numero 2 Redazione Redazione Organo Ufficiale F.I.S.T. Federazione Italiana Settore Turismo Parlamentino del Turismo italiano L editoriale La lettura dei dati dell Osservatorio nazionale del turismo sui flussi dei visitatori italiani e stranieri mostra con evidenza come le regioni preferite per i viaggi, sia dagli italiani che dagli stranieri, siano sostanzialmente quattro: Lazio, Veneto, Lombardia e Toscana con l Emilia Romagna al quinto posto, molto lontana però dalla quarta classificata. Ci sono altre regioni come il Trentino-Alto Adige e la Campania che si avvicinano ai numeri dell Emilia e insidiano il quinto posto. I dati mescolano il turismo con i soggiorni per affari, ma confermano, soprattutto per gli stranieri, che le mete più visitate d Italia sono: Roma, Firenze, Venezia per il patrimonio artistico e Milano per lo shopping. L Emilia Romagna, da un punto di vista turistico, vive sulla costa in maniera quasi esclusiva, con flussi marginali sulle città emiliano romagnole.le altre regioni italiane sono presenti nelle statistiche con numeri veramente marginali.l Italia è un museo a cielo aperto che custodisce siti archeologici importanti, che però vengono visitati da pochi: sono resti delle civiltà villanoviane, etrusca, romana, che testimoniano i tremila anni di storia del nostro paese. Accanto a questi troviamo chiese, castelli, palazzi, disseminati sull intero territorio che rappresentano visivamente la lunga evoluzione dell architettura, dei modi di costruire, della raffinatezza dei calcoli matematici utili a consentire a questi monumenti la sopravvivenza nei millenni. Un esempio. Molte persone, viaggiando sull autostrada Milano Bologna, avranno osservato nel tratto tra Fiorenzuola e Fidenza una chiesa monumentale che si trova alla destra per chi viaggia in direzione Bologna e a sinistra per chi arriva in direzione opposta: è un complesso molto grande che comprende anche un monastero. L inizio della costruzione della chiesa risale all anno mille, nel corso dei secoli ha subito numerose trasformazioni, pur nel rispetto dell impianto tradizionale: è l Abbazia di Chiaravalle della Colomba, monastero cluneense tuttora attivo. Il monastero è parte di un area ricca di monumenti, di chiese, di tradizioni, di fiere più o meno importanti, ma anche di storia e di arte, area quindi tutta da percorrere e visitare. La nostra Italia è piena di piccoli centri, talvolta piccolissimi che custodiscono tesori di arte, capitoli di storia, tradizioni, usi e costumi spesso diversi da campanile a campanile, come diverse sono le tradizioni culinarie e vinicole che variano anch esse nello spazio di pochi chilometri. Il nove giugno sono state inaugurate contemporaneamente le stazioni dell AV di Bologna e di Reggio Emilia e nelle dichiarazioni delle autorità partecipanti all iniziativa è stato ricordato come nel 2015 a Milano aprirà l Expo e da qui l importanza di un collegamento che in poco tempo possa collegare Milano con Bologna e Reggio Emilia. L AV è un mezzo per proiettare l Emilia e la Romagna in Europa e nel mondo, è un opportunità irrinunciabile per attrarre turisti presentando loro un mondo nuovo, vergine e per la più parte inesplorato, fatto di cultura, di storia, di tradizioni, di produzioni agricole di eccellenza, di panorami e paesaggi sempre diversi a seconda delle stagioni. E possibile unire alle chiese, ai monumenti, ai musei, anche concerti nei teatri e nelle piazze, feste nelle aie delle case di campagna andando a riscoprire un mondo antico, gite nei borghi grandi e piccoli della provincia per conoscere tradizioni come quelle della produzione del parmigiano reggiano, del pecorino, della raccolta dell uva, del raccolto del grano, della frutta, e mille altre ancora. ( continua pag.2 ) Sommario : Il Presidente della FIST: Gianfranco Tirelli ( foto Luigi Sibona) I tre relatori della presentazione del Libro bianco Renzo Iorio Presidente di Federturismo Josep Ejarque A.D. Di FourTurism Massimo Deandreis direttore generale S.R.M. 1 Editoriale 2 Presentazione Libro Bian co di Federturismo Borsa delle 100 Città d Arte a Bologna 5 Intervento di P. Piergiovanni 6 Hotel Magna Pars 7 L angolo del lettore 8 - Sidel

2 ( segue) Importantissimo è poi allestire percorsi nel territorio della collina e della pianura, nelle saline, nei boschi, nelle paludi,nella montagna, nella navigazione del Po, il grande fiume che attraversa tutta l Emilia. L Expo è una grande occasione insieme all AV, per promuovere un turismo diverso legato alle tante ricchezze storiche, culturali e di tradizione che l Emilia Romagna può offrire durante tutto l anno. E una promozione da proiettare nel tempo che subito genera un primo contatto, ma che continua nei mesi e negli anni successivi con rapporti anche personali, con proposte di soggiorno, con pacchetti all inclusive o con la possibilità di crearsi percorsi a proprio piacimento da effettuarsi come uno crede, da solo, in gruppo, con la guida, in pulmann, in auto, in moto, a piedi, a cavallo, in bicicletta. Pecunia non olet. Come Federazione Italiana Settore Turismo, piccola associazione di intellettuali/operatori del turismo, invitiamo le associazioni rappresentative delle agenzie di viaggio, degli albergatori, dei ristoratori, della Coldiretti, della Cia, della Confagricoltura e degli amministratori pubblici, presidente della Regione in testa, a organizzare un tavolo per concordare, insieme al mondo accademico, iniziative e proposte utili a creare visitatori ed interesse per l Emilia Romagna, basate sul territorio e sulle città slegate e nel contempo legate alle importanti promozioni della costa. Da parte nostra inizieremo questo percorso riunendo nel nostro parlamentino le università amiche, le agenzie viaggio a noi vicine, gli amici albergatori, gli amanti degli sport all aperto e dei viaggi alternativi, per iniziare ad affrontare le problematiche che l AV e l Expo ci pongono, sperando che questo primo lavoro possa servire di stimolo e contributo di idee al tavolo che la Regione vorrà istituire. Gianfranco Tirelli Presidente FIST II 30 maggio il Ventennale di Federturismo Confindustria la presentazione del Libro bianco Turismo una rinascita competitiva: la visione delle imprese Giovedì 30 maggio, a Roma presso l'auditorium della Tecnica di Confindustria, è stato celebrato il ventennale di Federturismo Confindustria ed è stato presentato il Libro bianco Turismo una rinascita competitiva: la visione delle imprese, frutto degli incontri con gli imprenditori di tutta la filier a t u r i s t i c a n a z i o n a l e. Nella mattinata ci sono stati tre interventi di spicco: dopo un'introduzione del Presidente di Federturismo Renzo Iorio, che ha esposto le proposte della Federazione sullo sviluppo del turismo in Italia e sulla competitività turistica di ogni Regione; l altro di Josep Ejarque, Amministratore Delegato di Four- Tourism, e direttore scientifico del progetto; infine ci sono state le valutazioni sull'impatto economico attuale e potenziale del turismo in Italia a cura di Massimo Deandreis, Direttore generale SRM. La competitività delle nostre aziende dipende dall attrattività e dalle destinazioni in cui operano - ha spiegato Renzo Iorio - i fattori esterni possono mettere in difficoltà le aziende e quelle inadeguate minano l attrattività di una destinazione. Il Libro bianco è un testo sull Italia turistica che sintetizza il lavoro di un assise itinerante dell industria del turismo italiano. Questa assise è durata 15 settimane ed ha coinvolto 350 imprenditori del settore, delle eccellenze del territorio e della produzione italiana. Questo libro analizza i fattori che frenano la competitività e l attrattività dei nostri territori ed indica le possibili soluzioni per ridare slancio e crescita al settore ed al Paese.Non meno importante è la Governance, lo stato della formazione, il mercato del lavoro ed il Fisco. Va inoltre a vedere quali sono le sfide per le aziende in un mercato globale: le strategie multi mercato e multi segmento, il web ed i social network, infine i cambiamenti delle modalità di consumo e acquisto. Va inoltre ad analizzare quali economie di scala si possono realizzare in un settore così parcellizzato. A tal proposito conclude dicendo che un decreto del Ministro degli Affari Regionali ha stanziato 8 milioni per il finanziamento delle reti di impresa, molto utili soprattutto per le micro e piccole imprese. L Italia è un Paese ricco di risorse e con un antica tradizione turistica, ciò nonostante tutte le analisi dimostrano che soffre di una diffusa debolezza verso il mercato turistico, soprattutto internazionale così ha esordito Josep Ejarque l obiettivo quindi è capire perché, ma soprattutto dare voce agli imprenditori per comprendere cosa fare. Le risorse non sono state trasformate in prodotti turistici- ha continuato Ejarque non sono destagionalizzanti, non hanno valenza esperienziale, non sono comunicate sui social network e online, infine non sono promo commercializzati sempre online. Inoltre business model italiano è datato, manca di strategia, manca di collaborazione, mancano le reti di imprese ed infine manca la governance. Per Ejarque abbiamo un offerta turistica inadeguata,nel contempo il turista riceve una moltitudine di informazioni che ne aumentano le aspettative. Ma quali sono le aspettative del turista? Il turista parte con un immagine della destinazione e, secondo lui è ADPROSUMER cioè se è soddisfatto condivide la sua esperienza, è in grado anche di costruire il prodotto turistico che vuole consumare e poi consuma. Oggi più che mai gli viene chiesto cosa hai fatto continua Ejarque - e non dove sei stato, e lui incrementa il numero dei viaggi anche se sono sempre più corti e cerca di costruirsi pacchetti modulari su misura.per questo nuovo tipo di turista occorre cambiare il tipo promozione e di pubblicità. Dove si trova oggi il cliente? Il 78 % dei turisti cerca in internet informazioni per le proprie vacanze. Il 70% dei turisti ama condividere in internet la propria esperienza di viaggio. 2

3 Twitter cresce di utenti al giorno. Ogni secondo vengono realizzati 600 tweet, ricerche in Google e 700 post in Facebook. Facebook ha 600 milioni di utenti nel mondo e 18 in Italia. Gli utenti passano su Facebook circa 46 minuti al giorno. Le vacanze sono sempre più esperienze per le quali il turista desidera conoscere opinioni e commenti di altri utenti. Ormai i turisti non si trovano più in fiere o campagne pubblicitarie ma si trovano in rete. E ricordarsi che il turista non è più la massa ma è più autonomo e consapevole e cerca vacanze in linea con i suoi interessi. Solo che le destinazioni italiane, le amministrazioni e gli operatori in Italia non si sono sempre adeguati a questo cambiamento. Oggi invece, operatori pubblici e privati, devono essere in grado di fornire maggiore valore aggiunto innovando, formandosi ed evolvendosi verso nuovi e più attuali modelli: questa è la chiave di un Italia più competitiva. la globalizzazione ci dovrebbe far riflettere - conclude Josep Ejarque - perché tutti competono per attirare i turisti e occorre quindi accettare questa novità: Il mercato è cambiato e chi non può adattarsi finisce per scomparire. Nel 2012 l Italia,con 47,4 milioni di arrivi turistici internazionali ( con un calo del 5,4% rispetto al 2011),si è posizionata al 5 posto nella graduatoria mondiale,se però si considera l impatto che il turismo svolge sul PIL, l Italia con un valore al 5,4% è al terzo posto ha affermato Massimo Deandreis e ciò dimostra che il 2012 è stato un anno negativo per il turismo. La spesa turistica straniera è stata di 32 miliardi di euro con un aumento del 3,8 % rispetto al 2011 la spesa media turistica giornaliera pro-capite si mantiene su livelli superiori rispetto a quella dei turisti italiani ( 90,2 contro i 59,2). In Italia si stima un valore turistico diretto di milioni di euro,pari al 6% del valore aggiunto totale. Poi Deandreis parla del moltiplicatore di presenza che indica quanto valore aggiunto attiva una presenza turistica sul territorio, che lui quindi stima in 103,4 euro di valore aggiunto. Mentre per l effetto qualità, questo varia dal tipo di destinazione,dalla varietà dell offerta ed alla tipologia del turismo: enogastronomico 119,6 culturale 105,4 balneare 83,8 quindi come migliorare l impatto economico del turismo sul territorio? Più si sviluppa un offerta sinergica tra settori confinanti,maggiore sarà la ricaduta sul PIL. Infine Deandreis offre alcuni punti di discussione sulle possibili strade per il rilancio del turismo : innanzitutto riposizionare e ristrutturare l offerta, non limitandosi di fatto ad un unica vocazione turistica; poi creare poli turistici qualificati, sviluppando sinergie settoriali potenzialmente vincenti e promuovendo nuove forme organizzative e produttive; seguire l ottica della promozione dove è il cliente che va verso il prodotto e se lo crea partendo dalle sue richieste. Tener conto, quindi,dell evoluzione della domanda turistica e del modo stesso di essere e «fare» il turista: globale e selettivo. Occorre poi puntare maggiormente sulla domanda internazionale, stimolando una cultura sistemica imprenditoriale che rafforzi la capacità di aggregazione delle imprese (consorzi e reti d impresa ecc.) con gli attori della filiera. Presentare il settore come reale opportunità di business per i finanziatori privati per favorire investimenti (in strutture ed infrastrutture di servizio), in un ottica di cooperazione pubblico-privato, sfruttando ad esempio le grandi superfici disponibili. Luigi Sibona I Bed & Breackfast e le altre strutture extralberghiere. Un successo anche per lo sviluppo del I responsabili dell AIGO, l Associazione Italiana Gestori Ospitalità Diffusa, hanno presentato alla 17 Borsa del Turismo della 100 città d Arte, per la prima volta a Bologna, delle statistiche interessanti sulla diffusione di queste strutture ricettive. I dati Istat 2012 confermano a livello nazionale il superamento delle strutture ricettive extralberghiere (circa ) rispetto agli alberghi ( circa ) - ha dichiarato Agostino Ingenito, Presidente AIGO Confesercenti una fotografia della situazione che è in linea con le nuove tendenze di fare vacanza di italiani e stranieri che preferiscono tale formula di impone di qualificare ulteriormente il comparto. Chi sceglie un B.&B. o un affittacamere non lo fa solo per una questione di prezzo, ma soprattutto perché tale formula appaga la necessità di maggiore interazione con il territorio e con la tendenza di organizzarsi la vacanza da sé. Spiega inoltre che il segmento di clientela è medio alto e alla ricerca di strutture ecosostenibili e a impatto ambientale zero. Loro sono attenti anche alle aree metropolitane e alle città d arte e, per migliorare la professionalità degli aderenti, organizzano seminari formativi sul web marketing e sulla corretta gestione 3

4 delle strutture. Inoltre possiamo offrire alloggio là dove all albergatore non conviene, quindi possiamo offrire una diffusione piuttosto capillare degli alloggi con l intento di emozionare perché il turismo in realtà vende emozioni. Antonio Camilleri Le città d arte a portata di smartphone : la nuova guida multimediale delle città d arte dell Emilia Romagna Presentata alla 17 Borsa del Turismo delle 100 Città d Arte d Italia, da Graziano Prantoni, Presidente Unione di Prodotto Città d Arte, cultura e affari Emilia Romagna, e da Emanuele Burioni, Coordinatore APT Servizi. La guida è stata realizzata in due formati: uno cartaceo ed uno digitale, infatti è consultabile sul sito e con lo smartphone In realtà l abbiamo proprio provato con lo smartphone e ci dà indicazioni su: dove dormire, eventi, fiere e congressi, monumenti storici, mostre permanenti, motorvalley, musei e su molto altro ancora, quindi indicazioni complete sulla città. Abbiamo scelto di incuriosire il pubblico scegliendo solo pochi particolari per ogni area tematica ha detto Graziano Prantoni l obiettivo è quello di suscitare in questo modo il desiderio di venire a vedere il resto. Anche questa volta le Città d Arte dell Emilia Romagna si confermano come un prodotto turistico sempre attento al innovazione. Vitigni autoctoni, ristorazione e turismo, nasce Pignoletto Tavola rotonda organizzata da Mondo del Gusto alla Borsa delle 100 Città d Arte Si sa che l enogastronomia è uno dei volani del turismo, così Mondo del Gusto attraverso il Pignoletto, che è uno dei vini di punta del territorio bolognese, ha voluto porre l accento sulla importanza dei prodotti tipici nella promozione del territorio. Durante la tavola rotonda Loreno Rossi ha parlato del Rapporto su Enogastronomia e Turismo che fu commissionato da Confesercenti al Centro Studi Turistici di Firenze e presentato il 9 aprile a Bologna. Nello studio si evidenzia che l enogastronomia è un elemento molto importante dell industria turistica e difficilmente un turista rientra da una vacanza senza tener conto di ciò che ha mangiato e dei prodotti tipici conosciuti nel viaggio. Questo tipo di turismo muove il 5% del flusso totale ed è comunque un fattore trasversale nella scelta delle destinazioni, in più è l unica spesa in crescita tra quelle sostenute dai turisti. Sembra che le tipologie di consumo siano due: una sulla ricerca dei prodotti più caratteristici, l altra legata ai grandi eventi enogastronomici. Mentre si è evidenziato che il gastro turista è un maschio di età tra i 30 e i 50 anni, laureato, lavoratore autonomo e generalmente sposato con figli. Antonio Camilleri Qualità nel Turismo Redazione: via Toffano 13, Bologna Editore Fist, Federazione Italiana Settore Turismo. Stampa in proprio Direttore Responsabile: Luigi Sibona Direttore Editoriale: Gianfranco Tirelli In redazione: Eugenio Sibona Collaboratori: Piero Piergiovanni Antonio Camilleri Grafica Maria Assunta Badazzi Autorizzazione del tribunale di Bologna N del 27/11/2007 Tutela della privacy: nel caso in cui Qualità nel Turismo pervenga via si rende noto che essendo in possesso del solo indirizzo, ai sensi della legge 675/96, rimane pieno diritto dell interessato chiedere la cancellazione o la rettifica 4

5 L intervento di Piero Piergiovanni Abbiamo chiesto una riflessione sul turismo ad uno dei fondatori della Fist Quanto scrive l amico Piero Piergiovanni Ci dovrebbe far meditare sulla Nostra carenza in fatto formativo e scienti= Fico nel settore, quindi lo ringrazio e Auspico che a livello ministeriale si possa Ripensare al nostro sistema scolastico di Alto livello come all estero. L.S. Piero Piergiovanni (foto Luigi Sibona) L'amico, giornalista e scrittore, nonché direttore di questa pubblicazione, professore Luigi Sibona mi ha chiesto di impegnarmi nel dire qualcosa di sensato a proposito del turismo. Ho riflettuto su quanto ogni giorno, decine di esperti dichiarano a tal proposito, ed ho infine ritenuto di addentrarmi nel campo del turismo scientifico, che non mi sembra molto frequentato. Sono persuaso che, oggi più che mai, lo scienziato dovrebb'essere uno studioso interdisciplinare il quale, pur coltivando il suo terreno specifico, allarghi il campo di attenzione a tutte le scienze, più o meno correlate con l'oggetto delle sue ricerche. Ho sempre ritenuto che negli studi introduttivi e nelle e- splorazioni di fenomeni nuovi è compito delle scienziato azzardare delle idee, se non teorie, anche se al controllo successivo si riveleranno velleitarie o senza fondamento. Forse, in prosieguo, potrebbero essere rivalutate e ritenute scoperte o principi di scoperte. Questo azzardo è lecito anche per un e- sperto di turismo, che desideri effettuare un excursus nell'area delle Scienze, per verificare quali di esse potranno sussidiare lo studio scientifico del turismo (così come da tempo fanno i Paesi più a- vanzati), purchè abbia l'attitudine alla ricerca scientifica. Non sembra sempre vero il contrario e che cioè un matematico, un sociologo, un etnologo, ecc. possa a cuor leggero e d'en plain, applicare le sue regole o le sue linee-guida nell'area del turismo. Insomma prima STUDIARE il turismo (il che non significa, è ovvio, soltanto avere viaggiato per diporto) e poi verificare se la propria scienza può correlarsi e sussidiare lo studio di quel fenomeno; oppure la ricerca interdisciplinare fra esperti di turismo e singoli scienziati. Ma come? Non tutti gli e- sperti di turismo sono in grado di aprire un discorso scientifico con tanti studiosi, perchè non tutti sono esperti scientifici e quelli che ci sono (in Italia) sono ancora pochi. E allora? Chi farà gli esperti scientifici del turismo? Si formeranno autonomamente o dovranno rivolgersi agli studiosi di altre branche? Ed è meglio che ad esempio un matematico cominci a spigolare nel territorio del turismo, oppure è meglio che un esperto puro e semplice, ma provvisto di attitudine alla ricerca scientifica, cominci 5 a sperimentare lui da prima e poi, in seguito, solo o con una équipe di colleghi, chieda la verifica delle idee raccolte al sociologo, allo storico, all'economista, al matematico, all'etnologo, suscitando nella mente di questi studiosi, che magari non ci avevano pensato, idee più raffinate e spingendoli inconsapevolmente a scoprire qualcosa di nuovo nel campo inesplorato del turismo? Certo se prendiamo ad esempio l'economia, è indubbio che il turismo ha suscitato le ricerche di economisti ai quali l'aspetto, indubbiamente vistoso del fenomeno, ha giustificato l'interesse. Se è vero che il turismo è un fenomeno composito, è un fatto sociale, culturale, economico, ecc. perché mai gli studiosi dei singoli settori non se ne sono accorti fino ad oggi, facendo ricerche non superficiali, ma approfonditamente scientifiche? Fortunatamente questa scarsa attenzione comincia a diradarsi ed il fenomeno turistico è talmente vistoso che nessuno lo può più ignorare. Gli e- sperti di settore continuano a dare, talvolta senza accorgersene, agli scienziati di altre discipline, stimoli che fino a ieri sembravano distanti dal turismo anni-luce e che oggi gli sono talmente vicini che, appare sorprendente, come nessuno se ne sia precedentemente accorto o che nessuno ne abbia trattato in termini scientifici. Al momento tutto è in fieri e si cercano nuove teorie dei giochi strategici agli eventi turistici, intesi innanzitutto come fatti economici, tanto da interessare sempre più i cultori di economia matematica. Per concludere, vorrei, il Prof. Sibona mi scusi l'arroganza del dire, affermare che pure se il turismo non è una scienza a sé, bensì uno studio interdisciplinare, una scienza sussidiaria che si avvale del concorso di tante altre branche del sapere, è opportuno seguitare a scavare in questi territori dove fino ad oggi nessuno ha ancora scavato con quella attenzione e impostazione scientifica, che per chi opera nel settore è ormai divenuta una necessità esistenziale, che partendo anche dalle aule degli Istituti Tecnici e Professionali, si proietta nel mondo universitario della ricerca più avanzata. A coloro che in tutto questo credono e si impegnano, invio il più fervido augurio di buon lavoro. Incontro conviviale del direttivo FIST: Piero Piergiovanni, Paolo Gentili, Roberto Faraotti. Gianfranco Tirelli ( foto Luigi Sibona)

6 Hotel Magna Pars Suites Milano ***** A Milano è nato l hotel del profumi A cura di Eugenio Sibona Nasce il primo Hotel à Parfum distillato di eccellenza italiana The Essence of Living l accoglienza costruita sulle fondamenta della nostra ex fabbrica di profumi ICR L Hotel à Parfum, espressione dell eccellenza italiana per vivere attraverso i sensi un esperienza unica. I suoi ingredienti olfattivi, i legni, i fiori, un giardino nascosto: scoprirete un luogo magico nella riservata Via Forcella, in zona Tortona a Milano. Il simbolo: un albero. L albero della vita. L albero che affonda le radici nella storia. The Essence of Living L essenza di un esperienza da vivere, per momenti indimenticabili, in ambienti unici. L hotel ha 29 suites tutte dedicate a delle piante profumate che vanno dalla Violetta alla Artemisia passando dalla Fresia alla Lavanda alla Gardenia o Gelsomino. Ma ci sono anche i Fiori d Arancio e l Angelica, la Mimosa e la Magnolia. Per ogni pianta c è tutta la spiegazione con anche il luogo di provenienza, delle quali vi forniamo qualche esempio. Suite NR. 20 GARDENIA Nome botanico: Gardenia jasminoides è un arbusto decorativo, spesso coltivato per scopi ornamentali, con fragranti fiori bianchi, dall aspetto quasi tattile. È originario delle regioni dell Estremo Oriente, dell India e della Cina. Ne esistono molte varietà, a seconda della provenienza. Mediante estrazione con solvente si ottengono dai fiori freschi un essenza assoluta e un essenza concreta. è un prodotto piuttosto raro e prezioso. Il profumo decisamente fiorito ricorda quello del gelsomino, con un aspetto più verde. Suite NR. 21 GELSOMINO Nome botanico: Jasminum officinale Il gelsomino è un arbusto sempreverde rampicante, con foglie color verde lucente e fiori stellati bianchi molto profumati.. Originario della Cina, dell India settentrionale e dell Asia occidentale, è oggi coltivato nelle regioni mediterranee, in Cina e in India. Un essenza concreta viene ricavata per estrazione con solvente mentre l essenza assoluta si ottiene tramite un successivo lavaggio in alcol. L essenza concreta viene prodotta in Italia, Francia, Marocco, Egitto, Cina, Giappone, Algeria e Turchia, mentre l essenza assoluta è prevalentemente di produzione francese.il suo caratteristico profumo fiorito è molto intenso, con risvolti fruttati. Suite NR. 22 OSMANTHUS Nome botanico: Osmanthus Heterophyllus è un arbusto sempreverde proveniente dalla Cina e dal Giappone. Le foglie sono verde scuro, lucide. I fiorellini bianco-crema, molto profumati, spuntano numerosi in primavera e a fine estate. In Cina il festival di metà autunno è il periodo in cui fioriscono gli alberi di osmanthus. L assoluta si ottiene dai fiori tramite un processo di estrazione con solventi. Il profumo fiorito fruttato, con un aspetto miele, ricorda la pesca e l albicocca. Ma l Hotel ha anche un grande rispetto per l ambiente infatti : gli impianti meccanici sono stati progettati e realizzati per ottenere un elevato comfort, bassa rumorosità, consumi energetici limitati ed eccellenti prestazioni, garantendo la migliore sicurezza. è a disposizione in ogni Suites un pannello touchscreen a colori dedicato agli impianti domotici in grado di gestire l illuminazione, la climatizzazione, le finestre, le tapparelle frangisole e le tende oscuranti motorizzate. L impianto di raffreddamento e riscaldamento, è stato realizzato a mezzo di terminali induttori posti asoffitto e ricambio aria primaria ed espulsione con funzione di deumidificazione, filtrazione e recupero energetico. 6

7 L angolo del lettore A cura di Eugenio Sibona Recensione L hotel che piace ai clienti, Silvia Salvaderi, FrancoAngeli 2013,pag, Il mercato alberghiero negli ultimi anni ha visto l aumentare dei competitor a fronte di una concentrazione della domanda, con consumatori più informati, confusi dall eccesso di proposte e per questo difficilmente fidelizzabili. Ciò nonostante, alcune realtà alberghiere sono riuscite ad avere successo e questo libro, attraverso centinaia di casi di successo, spiega come: agire sul posizionamento, concentrarsi sulla comunicazione e la formazione del personale. Nella prima parte si affrontano alcuni punti essenziali, come il design, a volte scelto erroneamente in modo troppo appariscente e poco funzionale. Così sono illustrati esempi di arredamenti ispirati alle sette note o al vintage, con la possibilità di acquistare juxe boxe o frigoriferi originali degli anni Sessanta. Si spiega anche che i progetti devono perseguire un rapporto equilibrato tra le varie fonti energetiche. Infatti l ultima frontiera è riciclare i rifiuti, come chi mette a noleggio una vecchia Vespa in stile Vacanze Romane, invece di farla arrugginire in magazzino. Nella seconda parte, invece, si approfondiscono vari settori del marketing: ciò che desidera il 41 % degli italiani è dormire e rilassarsi, visto che a causa del lavoro sono aumentate le fonti di stress. Così, cuscini ergonomici o consulenti personali sono messi a disposizione del cliente per scacciare le ansie. Ogni albergo deve analizzare il proprio target di riferimento e offrire servizi a qualsiasi ora, come facchini amichevoli ma professionali, pronti a soddisfare e anticipare le necessità del cliente: infatti, ogni figura dello staff può contribuire a migliorare la qualità totale. Paola Imparato, Strategie di vendita per un ristoratore di successo, FrancoAngeli 2013, pag 127, 16,50 Monitorare costantemente e copiosamente il valore che il cliente percepisce del proprio prodotto o servizio. Questo collegato a un esempio pratico di autovalutazione se lo stesso ristoratore trova dei punti di distinzione rispetto ai concorrenti. I consumatori vogliono accontentare sia la propria parte più infantile in cerca di divertimento, sia il consumo adulto e responsabile. Per questo le recenti tecniche di neuromarketing si avvalgono di metodi e tecnologie neuroscientifiche per soddisfare questi bisogni. Accanto, statistiche di vendite sui consumi nei locali a seconda di differenti ambientazioni sensoriali, come ad esempio con o senza musica. Il famoso guru Philip Kotler, ha ideato un nuovo tipo di marketing, il CCD, per sapere cosa produrre e rendere chiaro ciò che è vero. Attraverso un esercitazione proposta al lettore, si impara ad ascoltare tanto e parlare poco, nella fase della in-experience. Grazie alla Cinematica della Genialità, invece, si esplorano le caratteristiche del pensiero pratico, logico e creativo. Con questi strumenti, così, di potrà imparare a rifuggire dai propri luoghi comuni e imparare a vendere sia il prodotto ristorante che il prodotto piatto. Giancarlo Dall Ara, Il mercato turistico cinese, FrancoAngeli, 2013, pag 176, 22,00 7 Tra tutti i mercati esteri, quello cinese è un caso a sé stante: ha ritmi di evoluzione mai registrati prima nella storia del turismo. Però, invece di sforzarsi di diventare la meta turistica preferita di cinesi che viaggiano sempre più, l Italia si è invece limitata ad osservarli con un certo scetticismo: questo nuovo libro sulla Cina nasce, dunque, per correggere questo trend. Un motivo di questo lassismo può derivare da precedenti esperienze non incoraggianti, dovuti però a una mancanza di programmazione, che non ha visto investire in formazione e relazioni. Infatti, negli ultimi dieci anni, si è avuta una sovrabbondanza e confusione di dati sul mercato cinese, per cui per dissipare ogni dubbio è meglio fare esperienza sul campo e capire così i nuovi modelli di viaggio preferiti dai cinesi. Così si può scoprire, per esempio, che uno dei target ideali è la classe media superiore, che ama viaggiare indipendentemente, rifuggendo le usuali gite di gruppo organizzate, in cui si perde tempo a salire e scendere dai pulmini per vedere mete decise da altri. Il nuovo turista cinese, infatti, è anche più informato degli europei stessi sulla loro storia, per cui vuole vedere le case natali di filosofi o le fonti d ispirazioni di antichi poeti. Ma non c è solo cultura: le donne, che compiono ogni scelta riguardante il viaggio, amano fare shopping nei negozi più lussuosi e recentemente hanno scoperto lo sci come status symbol per essere alla moda.

IL MINISTRO DELLA SALUTE

IL MINISTRO DELLA SALUTE Testo aggiornato al 31 agosto 2012 Decreto ministeriale 18 marzo 2011 Gazzetta Ufficiale 6 giugno 2011, n. 129 Determinazione dei criteri e delle modalità di diffusione dei defibrillatori automatici esterni

Dettagli

Il turismo culturale e l analisi dell impatto economico nelle regioni meridionali

Il turismo culturale e l analisi dell impatto economico nelle regioni meridionali Il turismo culturale e l analisi dell impatto economico nelle regioni meridionali Salvio Capasso Responsabile Ufficio Economia delle Imprese e Mediterraneo - SRM Paestum, 30 Ottobre 2014 Agenda Il turista

Dettagli

ROMIT Roman Itineraries

ROMIT Roman Itineraries Community Initiative INTERREG III B ROMIT Roman Itineraries Centro Studi EUROPA INFORM Rimini (Italy) Dicembre 2004 INDICE Pag. ABSTRACT 3 INTRODUZIONE 6 CAP. 1 - LA CULTURA NELLE NUOVE TENDENZE DEL TURISMO

Dettagli

PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15

PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15 PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15 Sommario Presentazione generale...3 1. LA QUALITA e IL MARCHIO OSPITALITA ITALIANA...4 1.1 Elementi base della qualità totale nelle

Dettagli

Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI

Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI Perché un Osservatorio sul turismo scolastico? L Osservatorio Touring sul turismo scolastico

Dettagli

Descrizione del progetto imprenditoriale

Descrizione del progetto imprenditoriale Descrizione del progetto imprenditoriale L idea imprenditoriale riguarda un albergo diffuso, che valorizzi un antico patrimonio storico, attualmente inutilizzato, costituito dagli antiche pajari, situati

Dettagli

I PROGETTI INTERREGIONALI IN AMBITO TURISTICO

I PROGETTI INTERREGIONALI IN AMBITO TURISTICO I PROGETTI INTERREGIONALI IN AMBITO TURISTICO I Progetti interregionali dell Assessorato al Turismo Nell ottica di valorizzazione e di una maggiore fruibilità di siti e beni a carattere storicoartistico,

Dettagli

Evoluzione dell andamento turistico in Provincia di Treviso

Evoluzione dell andamento turistico in Provincia di Treviso Elaborazioni dai dati ufficiali 2009-2010 Evoluzione dell andamento turistico in Provincia di Treviso - Osservatorio Turistico Provinciale - I flussi turistici nei primi mesi del 2010 ARRIVI Valori Assoluti

Dettagli

Piano nazionale del Turismo

Piano nazionale del Turismo Piano nazionale del Turismo 5 azioni per raddoppiare il PIL del turismo C o n f e r e n z a s t a m p a 22 settembre 2010 Emma Marcegaglia, Presidente di Confindustria Daniel John Winteler, Presidente

Dettagli

Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi

Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi ALESSANDRO TORTELLI Direttore Centro Studi Turistici Firenze Via Piemonte 7

Dettagli

Gianpiero Perri: La bella stagione della Basilicata turistica

Gianpiero Perri: La bella stagione della Basilicata turistica Potenza, 10 febbraio 2015 Agli organi di informazione Gianpiero Perri: La bella stagione della Basilicata turistica L andamento turistico dell anno appena trascorso, benchè fortemente segnato dalla gravità

Dettagli

PROGETTO OSTELLO Quella che stiamo presentando non è solo una semplice richiesta di poter gestire una splendida struttura di accoglienza; la gestione

PROGETTO OSTELLO Quella che stiamo presentando non è solo una semplice richiesta di poter gestire una splendida struttura di accoglienza; la gestione PROGETTO OSTELLO Quella che stiamo presentando non è solo una semplice richiesta di poter gestire una splendida struttura di accoglienza; la gestione di questa attività deve essere considerata anche l

Dettagli

Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo

Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo 30 settembre 1 ottobre 2006 Montesilvano - Pescara Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo III CONFERENZA ITALIANA PER IL TURISMO 30 settembre 1 ottobre 2006 Montesilvano-Pescara

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Gennaio 2014 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro dell opera: Termine

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi. In quale luogo puoi ascoltare i dialoghi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. DEVI SCRIVERE LE TUE

Dettagli

Il Paese del museo diffuso

Il Paese del museo diffuso I beni culturali in Italia Il Paese del museo diffuso Mira SavioLi musei, siti archeologici, monumenti. l ItalIa ne è ricchissima, ma, a fronte di questa vasta offerta, la domanda è debole. l Interesse

Dettagli

CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 27 FEBBRAIO 2003

CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 27 FEBBRAIO 2003 CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 27 FEBBRAIO 2003 Repertorio Atti n. 1626 del 27 febbraio 2003 Oggetto:Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province Autonome di Trento e di Bolzano

Dettagli

IL POSITIONING DEL PRODOTTO TURISTICO

IL POSITIONING DEL PRODOTTO TURISTICO IL POSITIONING DEL PRODOTTO TURISTICO Far riconoscere i fattori fondamentali attraverso cui l azienda individua e interpreta gli orientamenti della clientela Acquisire consapevolezza dell'importanza di

Dettagli

Toscana Turistica Sostenibile & Competitiva - Fase 2

Toscana Turistica Sostenibile & Competitiva - Fase 2 Toscana Turistica Sostenibile & Competitiva - Fase 2 Applicazione del Modello di Gestione sostenibile della Destinazione turistica Area di verifica AUTOVALUTAZIONE Elenco Domande per area tematica NECSTOUR

Dettagli

LA CULTURA DEL TURISMO IN INDIA ANALISI E PROSPETTIVE

LA CULTURA DEL TURISMO IN INDIA ANALISI E PROSPETTIVE LA CULTURA DEL TURISMO IN INDIA ANALISI E PROSPETTIVE A seguire l'analisi dei seguenti aspetti riferiti al Mercato Turistico Indiano: 1. Breve analisi del trend turistico indiano in generale 2. Trend turistico

Dettagli

AGRICOLA ESPOSIZIONE EVENTI POLO CITTÀ E CAMPAGNA

AGRICOLA ESPOSIZIONE EVENTI POLO CITTÀ E CAMPAGNA AGRICOLA ESPOSIZIONE EVENTI POLO CITTÀ E CAMPAGNA AGRICOLA L OBIETTIVO È CREARE UN POLO AGRICOLO, L OCCASIONE PER RIUNIRE I DIVERSI SETTORI DELL AGRICOLTURA E COLLEGARLI CON UN PUBBLICO ETEROGENEO, CREANDO

Dettagli

Promuovere il territorio per promuovere il turismo

Promuovere il territorio per promuovere il turismo Promuovere il territorio per promuovere il turismo Da territorio a destinazione turistica Dare risposte alla domanda di sviluppo di un territorio A livello nazionale A livello locale Per uno sviluppo a

Dettagli

Incontro ad Alto Livello del Comitato Turismo dell OCSE. L Economia del Turismo e la Globalizzazione:

Incontro ad Alto Livello del Comitato Turismo dell OCSE. L Economia del Turismo e la Globalizzazione: Incontro ad Alto Livello del Comitato Turismo dell OCSE L Economia del Turismo e la Globalizzazione: Un motore per l innovazione, la crescita e l occupazione 9-10 ottobre 2008 CENTRO CONGRESSI, RIVA DEL

Dettagli

1 Premio Nazionale TURISMI ACCESSIBILI. Giornalisti, comunicatori e pubblicitari superano le barriere BANDO 2015-2016

1 Premio Nazionale TURISMI ACCESSIBILI. Giornalisti, comunicatori e pubblicitari superano le barriere BANDO 2015-2016 1 Premio Nazionale TURISMI ACCESSIBILI Giornalisti, comunicatori e pubblicitari superano le barriere BANDO 2015-2016 Sommario Introduzione... 2 Mercato di riferimento... 3 Obiettivi... 3 Destinatari...

Dettagli

#ridieassapori è in linea con i nuovi bisogni e tendenze delle persone mosse dalla necessità di avere le informazioni sempre a portata di mano.

#ridieassapori è in linea con i nuovi bisogni e tendenze delle persone mosse dalla necessità di avere le informazioni sempre a portata di mano. In futuro non andremo più in ricerca di notizie, saranno le notizie a trovare noi, oppure saremo noi stesse a crearle. E quel futuro è già iniziato (Socialnomics) #ridieassapori racchiude l obiettivo principale

Dettagli

Il sistema turistico dell Emilia-Romagna: evoluzione, margini di sviluppo, obiettivi strategici della Regione

Il sistema turistico dell Emilia-Romagna: evoluzione, margini di sviluppo, obiettivi strategici della Regione Supplemento 1.2007 7 Il sistema turistico dell Emilia-Romagna: evoluzione, margini di sviluppo, obiettivi strategici della Regione Venerio Brenaggi* Sommario 1. Il sistema turistico regionale nella l.r.

Dettagli

Attrattività e immagine di alcune aree turistiche italiane

Attrattività e immagine di alcune aree turistiche italiane RISORSE NATURALI E CULTURALI COME ATTRATTORI QSN 2007-2013 Attrattività e immagine di alcune aree turistiche italiane Roma, 28 settembre 2005 INDAGINI DOXA PER IL MINISTERO ATTIVITA PRODUTTIVE - PON ATAS

Dettagli

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI 4 bollettino mensile Aprile 2009 Maggio 2009 A cura di Storia

Dettagli

Marketing del turismo culturale. Scaletta Seminario con il prof. Giancarlo Dall Ara Modena, 17 aprile 2010

Marketing del turismo culturale. Scaletta Seminario con il prof. Giancarlo Dall Ara Modena, 17 aprile 2010 Marketing del turismo culturale Scaletta Seminario con il prof. Giancarlo Dall Ara Modena, 17 aprile 2010 I temi dell incontro Il mktg turistico applicato al patrimonio culturale Le nuove tendenze L analisi

Dettagli

CONVENZIONE NUOVO E RINNOVO GIOVANI ASS.STRADALE 49,00 43,00

CONVENZIONE NUOVO E RINNOVO GIOVANI ASS.STRADALE 49,00 43,00 Araba Fenice Veneto www.cralaraba.com - E-mail : cralaraba@virgilio.it fax 0498995614 CONVENZIONE Anche quest anno proponiamo ai nostri soci la convenzione con il Touring Club Italiano. Con l iscrizione

Dettagli

La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015

La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015 Turismo & Toscana La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015 Il turismo nell economia Toscana Nel 2014 oltre 43,5 milioni di presenze ufficiali (+ 3 milioni

Dettagli

Il turismo sportivo nello sviluppo del marketing territoriale

Il turismo sportivo nello sviluppo del marketing territoriale Il turismo sportivo nello sviluppo del marketing territoriale Caorle, 25 maggio 2013 Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati Srl Il mestiere di promuovere i territori (città, province,

Dettagli

INDICE. Prefazione Presentazione 1. PARTE PRIMA: STATISTICHE ED ECONOMIA Introduzione 5 1. 1 L Italia nel contesto mondiale ed europeo

INDICE. Prefazione Presentazione 1. PARTE PRIMA: STATISTICHE ED ECONOMIA Introduzione 5 1. 1 L Italia nel contesto mondiale ed europeo XVIII Rapporto sul Turismo Italiano I INDICE Prefazione Presentazione 1 PARTE PRIMA: STATISTICHE ED ECONOMIA Introduzione 5 1. 1 L Italia nel contesto mondiale ed europeo 1 Il turismo nel mondo secondo

Dettagli

ALCUNE IDEE PER UN PARCO DA VIVERE

ALCUNE IDEE PER UN PARCO DA VIVERE ALCUNE IDEE PER UN PARCO DA VIVERE A 25 anni dall istituzione del Parco e 10 dalla Legge Regionale sulle Aree Protette, Legambiente propone al Parco e agli enti locali alcune di iniziative per rafforzare

Dettagli

LO SVILUPPO DI UNA DESTINAZIONE TURISTICA

LO SVILUPPO DI UNA DESTINAZIONE TURISTICA LO SVILUPPO DI UNA DESTINAZIONE TURISTICA 15 marzo 2008 1. ANALISI DELLE DESTINAZIONI TURISTICHE 2. TIPOLOGIE DI DESTINAZIONI TURISTICHE 3. IL CICLO DI VITA DI UNA DESTINAZIONE TURISTICA 4. LO SVILUPPO

Dettagli

Turismo Veneto: il lago di Garda. Giovanni Altomare Direttore Federalberghi Garda Veneto Verona, 4 maggio 2012

Turismo Veneto: il lago di Garda. Giovanni Altomare Direttore Federalberghi Garda Veneto Verona, 4 maggio 2012 Turismo Veneto: il lago di Garda Giovanni Altomare Direttore Federalberghi Garda Veneto Verona, 4 maggio 2012 Il turismo in Italia Il turismo in Italia rappresenta il 9,5% del PIL, oltre 130 miliardi di

Dettagli

DOVE IL CIBO VIENE CONDIVISO, CELEBRATO, GODUTO, ASSAPORATO, NEL LUOGO STESSO IN CUI E NATO.

DOVE IL CIBO VIENE CONDIVISO, CELEBRATO, GODUTO, ASSAPORATO, NEL LUOGO STESSO IN CUI E NATO. DOVE IL CIBO VIENE CONDIVISO, CELEBRATO, GODUTO, ASSAPORATO, NEL LUOGO STESSO IN CUI E NATO. Dalla condivisione intellettuale e fattiva di operatori economici, istituzioni e privati, nasce Gola Gola Food

Dettagli

Il 2009 e l anno che verrà. Compiti, attività, progetti

Il 2009 e l anno che verrà. Compiti, attività, progetti 2 CONFERENZA REGIONALE DEL TURISMO Lazio. In viaggio dal mondo Internazionalizzazione e turismo tra stili, miti e mete Roma, 28-29 gennaio 2010 Il 2009 e l anno che verrà. Compiti, attività, progetti Federica

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO PER LA SCUOLA PRIMARIA MANGIO LOCALE E PENSO UNIVERSALE A.S.

PROGETTO EDUCATIVO PER LA SCUOLA PRIMARIA MANGIO LOCALE E PENSO UNIVERSALE A.S. PROGETTO EDUCATIVO PER LA SCUOLA PRIMARIA MANGIO LOCALE E PENSO UNIVERSALE A.S. 2014/2015 La scuola bergamasca si prepara all Expo 2015 (esposizione universale) imparando a conoscere i prodotti a Chilometro

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Osservatorio turistico della provincia di Pavia INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Rapporto annuale Settembre 2009 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: CCIAA

Dettagli

Il turismo a Bologna nel 2013. Aprile 2013

Il turismo a Bologna nel 2013. Aprile 2013 Il turismo a Bologna nel 213 Aprile 213 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione: Paola Ventura Le elaborazioni sono state effettuate sui

Dettagli

PRINCIPATO DI MONACO Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2015

PRINCIPATO DI MONACO Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2015 PRINCIPATO DI MONACO Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2015 INDICE : 1. Analisi del quadro socio-economico 1.a Principali indicatori economici 1.b Principali indicatori sociali e demografici

Dettagli

Genus Bononiae per le Scuole. - Servizi educativi - Genus Bononiae. Musei nella Città

Genus Bononiae per le Scuole. - Servizi educativi - Genus Bononiae. Musei nella Città Genus Bononiae per le Scuole - Servizi educativi - Genus Bononiae. Musei nella Città I Sevizi educativi di Genus Bononiae. Musei nella Città hanno elaborato per l anno scolastico 2015-2016 una nuova offerta

Dettagli

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI 1-2 bollettino mensile Gennaio Febbraio 2009 Marzo 2009 A cura

Dettagli

L ascolto del turista

L ascolto del turista IL TURISMO NELLA PROVINCIA DI LECCE Indagine conoscitiva sulle motivazioni della domanda turistica nella Provincia di Lecce 1 Estate 2005 L ascolto del turista La Provincia di Lecce, su proposta dell Assessorato

Dettagli

ESTRATTO PIANO MARKETING

ESTRATTO PIANO MARKETING OBIETTIVI GENERALI ESTRATTO PIANO MARKETING QUANTITATIVI 1. Aumentare significativamente il numero degli arrivi nella provincia di Torino; 2. Allungare la permanenza di turisti in provincia (presenze);

Dettagli

CULTURA, TURISMO E MERCATO Il patrimonio artistico: motore dello sviluppo del sistema Italia

CULTURA, TURISMO E MERCATO Il patrimonio artistico: motore dello sviluppo del sistema Italia CULTURA, TURISMO E MERCATO Il patrimonio artistico: motore dello sviluppo del sistema Italia Roma, 5 novembre 2009 Cnel, Sala del Parlamentino Via David Lubin, 2 Intervento del Cav. Lav. Mario Resca Presidente

Dettagli

Professionalità, consapevolezza e accoglienza: fattori strategici per lo sviluppo del turismo nel Lazio

Professionalità, consapevolezza e accoglienza: fattori strategici per lo sviluppo del turismo nel Lazio Professionalità, consapevolezza e accoglienza: fattori strategici per lo sviluppo del turismo nel Lazio Realizzato dall EURES Ricerche Economiche e Sociali in collaborazione con ATLAZIO Agenzia Regionale

Dettagli

Gp.Studios - Via del Cavone7, 47100 Forlì Tel e Fax +39 0543 84099 - www.gpstudios.it - info@gpstudios.it

Gp.Studios - Via del Cavone7, 47100 Forlì Tel e Fax +39 0543 84099 - www.gpstudios.it - info@gpstudios.it Gp.Studios - Via del Cavone7, 47100 Forlì Tel e Fax +39 0543 84099 - www.gpstudios.it - info@gpstudios.it L azienda Gp.Studios GP.Studios è una società di Consulenza e di Formazione che opera nell ambito

Dettagli

LA PAROLA AI TURISTI. Dipartimento di Scienze Aziendali INDAGINE SULLA DESTINAZIONE TURISTICA: MONSUMMANO TERME INTERVISTE. Comune di Monsummano Terme

LA PAROLA AI TURISTI. Dipartimento di Scienze Aziendali INDAGINE SULLA DESTINAZIONE TURISTICA: MONSUMMANO TERME INTERVISTE. Comune di Monsummano Terme Dipartimento di Scienze Aziendali Comune di Monsummano Terme LA PAROLA AI TURISTI INDAGINE SULLA DESTINAZIONE TURISTICA: MONSUMMANO TERME INTERVISTE Marzo 2012 dott.ssa Ilaria Ferrati dott.ssa Eva Accardo

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Ottobre 2011 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro

Dettagli

Obiettivo Russia: Quadro della domanda turistica. Russia: alcuni dati statistici CONSTAT CONSTAT. Mo sca. 600 miliardi USD RUBLO CAPITALE

Obiettivo Russia: Quadro della domanda turistica. Russia: alcuni dati statistici CONSTAT CONSTAT. Mo sca. 600 miliardi USD RUBLO CAPITALE Obiettivo Russia: Quadro della domanda turistica Russia: alcuni dati statistici CAPITALE Mo sca SUPERFICIE (kmq) 17 075 200 POPOLAZIONE 143 500 000 P.I.L. 600 miliardi USD TASSO DI INFLAZIONE 11,7 MONETA

Dettagli

Progetto Spoleto, Città dei Tempi

Progetto Spoleto, Città dei Tempi Progetto Spoleto, Città dei Tempi Programma amministrativo di Lista Due Mondi Punto 4 Premessa Cosa e' il Turismo? Un fenomeno economico Coinvolge tante aziende Operano in tanti settori. settore commerciale,

Dettagli

Linee e dettagli di stile innovativo e contemporaneo senza dimenticare la tradizione

Linee e dettagli di stile innovativo e contemporaneo senza dimenticare la tradizione alberghi Abbiamo chiesto di creare atmosfere di intenso coinvolgimento emotivo. Rivisitando il rustico, Concreta, ha saputo creare un ambiente decisamente moderno! Albino, Annamaria e Marco Peruz Linee

Dettagli

PORTALE DI PROMOZIONE TURISTICA TURISMO FAI DA TE (in conformità linee Turismo 2.0)

PORTALE DI PROMOZIONE TURISTICA TURISMO FAI DA TE (in conformità linee Turismo 2.0) PORTALE DI PROMOZIONE TURISTICA TURISMO FAI DA TE (in conformità linee Turismo 2.0) 1. Introduzione Il prodotto Turismo fai da te è stato progettato per promuovere l economia di un territorio attraverso

Dettagli

Il balneare veneto e le sfide del mercato

Il balneare veneto e le sfide del mercato STATI GENERALI DEGLI ALBERGATORI DELLA COSTA VENEZIANA Il balneare veneto e le sfide del mercato Federica Montaguti Jesolo, 19/11/2011 L indagine e gli obiettivi OBIETTIVI Definire un quadro che evidenzi:

Dettagli

PERIODO DI RIFERIMENTO: GENNAIO 2011 OTTOBRE 2014

PERIODO DI RIFERIMENTO: GENNAIO 2011 OTTOBRE 2014 MONITORAGGIO E ANALISI DELLA REPUTAZIONE ONLINE DEI COMUNI DI BARGA, BORGO A MOZZANO, CAPANNORI, FORTE DEI MARMI, LUCCA, PIETRASANTA E VIAREGGIO E DELLE AREE DELLA GARFAGNANA, LUCCHESIA, MEDIAVALLE E VERSILIA.

Dettagli

CATALOGO FORMATIVO 2016/2017

CATALOGO FORMATIVO 2016/2017 CATALOGO FORMATIVO 2016/2017 Scuola post universitaria di Studi Europei POLO DIDATTICO DI SALERNO ISTITUTO DI STUDI EUROPEI ALCIDE DE GASPERI INSTITUTE OF EUROPEAN STUDIES ALCIDE DE GASPERI Post graduate

Dettagli

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI 5 bollettino mensile Maggio 2009 Giugno 2009 A cura di Storia

Dettagli

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI 7 bollettino mensile Luglio 2009 Agosto 2009 A cura di Storia

Dettagli

GIUNTA REGIONE MARCHE

GIUNTA REGIONE MARCHE Come noto, Recanati è il paese natale di Giacomo Leopardi. Il suo centro caratteristico, gli itinerari culturali e artistici e la vicinanza con alcune delle più note località balneari della riviera Marchigiana,

Dettagli

IL PUBBLICO DEI MUSEI DI ARTE CONTEMPORANEA (Centro Studi e Ricerche Associazione Civita)

IL PUBBLICO DEI MUSEI DI ARTE CONTEMPORANEA (Centro Studi e Ricerche Associazione Civita) IL PUBBLICO DEI MUSEI DI ARTE CONTEMPORANEA (Centro Studi e Ricerche Associazione Civita) L indagine L indagine sul pubblico dell arte contemporanea, condotta dal Centro Studi e Ricerche dell Associazione

Dettagli

INDAGINE SUL PUBBLICO DELL UFFICIO TURISTICO DI VIA CAVOUR Sondaggio realizzato con tre successive rilevazioni nei mesi di marzo, luglio, ottobre

INDAGINE SUL PUBBLICO DELL UFFICIO TURISTICO DI VIA CAVOUR Sondaggio realizzato con tre successive rilevazioni nei mesi di marzo, luglio, ottobre Amministrazione Provinciale di Firenze Dipartimento Sviluppo Economico e Turismo INDAGINE SUL PUBBLICO DELL UFFICIO TURISTICO DI VIA CAVOUR Sondaggio realizzato con tre successive rilevazioni nei mesi

Dettagli

ECONOMIA DEL MARE - BLUE ECONOMY

ECONOMIA DEL MARE - BLUE ECONOMY Camera Italiana di Commercio e Industria di Santa Catarina (Organo riconosciuto dal Governo Italiano Decreto Mise29/7/2009) Tel.: +55 48 3027 2710 www.brasileitalia.com.br ECONOMIA DEL MARE - BLUE ECONOMY

Dettagli

India. Fase 2. Una Bussola per il mercato indiano. Fare clic per modificare stile. www.toscanapromozione.it www.turismo.intoscana.

India. Fase 2. Una Bussola per il mercato indiano. Fare clic per modificare stile. www.toscanapromozione.it www.turismo.intoscana. India Fase 2 Una Bussola per il mercato indiano Indice Dati e storia Turismo Indiano Le città turistiche: Mumbai e Delhi Analisi dei Tour Operator indiani Cosa vogliono i TO dalla Toscana? Promozione della

Dettagli

ll marchio di qualità Ospitalità Italiana- Regione Marche

ll marchio di qualità Ospitalità Italiana- Regione Marche ll marchio di qualità Ospitalità Italiana- Regione Marche Ancona, 14 dicembre 2009 Diritti riservati - IS.NA.R.T Il progetto Il progetto Marchio Ospitalità Italiana viene promosso dall Istituto Nazionale

Dettagli

Intervento del Dott. Lanfranco Massari Presidente Federcultura Turismo e Sport - Confcooperative

Intervento del Dott. Lanfranco Massari Presidente Federcultura Turismo e Sport - Confcooperative 30 settembre 1 ottobre 2006 Montesilvano - Pescara Intervento del Dott. Lanfranco Massari Presidente Federcultura Turismo e Sport - Confcooperative III CONFERENZA ITALIANA PER IL TURISMO 30 settembre 1

Dettagli

Il Nuovo Giornale di Modena. Appennino Modena, stagione in chiaroscuro. La neve condiziona il turismo, più presenze da febbraio in poi

Il Nuovo Giornale di Modena. Appennino Modena, stagione in chiaroscuro. La neve condiziona il turismo, più presenze da febbraio in poi Il Nuovo Giornale di Modena Appennino Modena, stagione in chiaroscuro. La neve condiziona il turismo, più presenze da febbraio in poi Appennino Modena, stagione in chiaroscuro. La neve condiziona il turismo,

Dettagli

TTG INCONTRI FIERA DI RIMINI. 8. 9. 10 Ottobre, 2015 INTERNATIONAL TOURISM MARKETPLACE. 52 a edizione. www.ttgincontri.it. In contemporanea con

TTG INCONTRI FIERA DI RIMINI. 8. 9. 10 Ottobre, 2015 INTERNATIONAL TOURISM MARKETPLACE. 52 a edizione. www.ttgincontri.it. In contemporanea con www.ttgincontri.it TTG INCONTRI INTERNATIONAL TOURISM MARKETPLACE 52 a edizione FIERA DI RIMINI 8. 9. 10 Ottobre, 2015 In contemporanea con 64 Salone Internazionale dell Accoglienza www.ttgincontri.it

Dettagli

Musei archivi di impresa e turismo: valorizzazione e marketing territoriale

Musei archivi di impresa e turismo: valorizzazione e marketing territoriale Musei archivi di impresa e turismo: valorizzazione e marketing territoriale Com è cambiato il turismo: nuove mete, nuovi target, nuove tendenze Renzo Iorio Presidente Federturismo Confindustria Rossano

Dettagli

SCUOLA DI COMUNICAZIONE. Proposta di MASTER di Primo livello in. MANAGEMENT e COMUNICAZIONE DEL MADE IN ITALY:

SCUOLA DI COMUNICAZIONE. Proposta di MASTER di Primo livello in. MANAGEMENT e COMUNICAZIONE DEL MADE IN ITALY: SCUOLA DI COMUNICAZIONE Proposta di MASTER di Primo livello in MANAGEMENT e COMUNICAZIONE DEL MADE IN ITALY: Promozione enogastronomica e valorizzazione delle eccellenze del territorio A.A.2014-15 Premessa

Dettagli

www.expoveneto.it EXPO 2015

www.expoveneto.it EXPO 2015 www.expoveneto.it La piattaforma web ufficiale della Regione Veneto per l EXPO 2015 L Esposizione Universale sarà un occasione straordinaria di supporto alla crescita e al rilancio economico, confermando

Dettagli

Newsletter VisitItaly in lingua italiana, tedesca e inglese. Il mezzo più veloce per raggiungere il proprio target di riferimento

Newsletter VisitItaly in lingua italiana, tedesca e inglese. Il mezzo più veloce per raggiungere il proprio target di riferimento Newsletter VisitItaly in lingua italiana, tedesca e inglese. Il mezzo più veloce per raggiungere il proprio target di riferimento [pag. 2] Cos è la Newsletter di VisitItaly [pag. 3] Perché promuoversi

Dettagli

Intervento del Dott. Marco Di Lello Assessore al Turismo Regione Campania

Intervento del Dott. Marco Di Lello Assessore al Turismo Regione Campania 30 settembre 1 ottobre 2006 Montesilvano - Pescara Intervento del Dott. Marco Di Lello Assessore al Turismo Regione Campania III CONFERENZA ITALIANA PER IL TURISMO 30 settembre 1 ottobre 2006 Montesilvano-Pescara

Dettagli

TITOLO DEL PROGETTO SOGGETTO PROMOTORE DELL INIZIATIVA. Piatto sano, mi ci ficco. Associazione Genitore Amico.

TITOLO DEL PROGETTO SOGGETTO PROMOTORE DELL INIZIATIVA. Piatto sano, mi ci ficco. Associazione Genitore Amico. ASSOCIAZIONE GENITORE AMICO ISTITUTO COMPRENSIVO DI TRIVERO COMUNE DI TRIVERO COMUNE DI SOPRANA TITOLO DEL PROGETTO Piatto sano, mi ci ficco. SOGGETTO PROMOTORE DELL INIZIATIVA Associazione Genitore Amico.

Dettagli

Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010

Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010 Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010 L Osservatorio TCI sul Turismo Scolastico Perché? L idea di costituire un Osservatorio sul Turismo

Dettagli

BUSSOLA TURISTICA MULTIMEDIALE

BUSSOLA TURISTICA MULTIMEDIALE CONFIDENZIALE BUSSOLA TURISTICA MULTIMEDIALE Una strategia basata sulle tecnologie multimediali emergenti per anticipare le nuove opportunità del mercato mondiale nel settore del Turismo. BTM (Bussola

Dettagli

Roberto Astuni. [albergatore per passione]

Roberto Astuni. [albergatore per passione] Roberto Astuni [albergatore per passione] Roberto Astuni general manager Bike Hotel Alla Corte «Perchè sono convinto che oggi il cicloturismo sia la priorità più innovativa e strategica in un processo

Dettagli

Turismo rurale in Veneto: il ruolo degli enti, delle associazioni, delle imprese

Turismo rurale in Veneto: il ruolo degli enti, delle associazioni, delle imprese Turismo rurale in Veneto: il ruolo degli enti, delle associazioni, delle imprese Stefan Marchioro Direttore Turismo Padova Terme Euganee Docente a contratto di Economia e Marketing del Turismo presso l

Dettagli

Imparare l Italiano a Modena? Milano MODENA. Parma Bologna. Firenze PERCHÉ SÌ!

Imparare l Italiano a Modena? Milano MODENA. Parma Bologna. Firenze PERCHÉ SÌ! Imparare l Italiano a Modena? Verona Venezia Milano MODENA Parma Bologna Firenze PERCHÉ SÌ! 1 La scuola di Lingue e Arti Scioglilingua propone corsi di lingua e cultura italiana per stranieri con modalità

Dettagli

Aggiornamento del progetto di promozione del turismo nella Provincia di Reggio Emilia

Aggiornamento del progetto di promozione del turismo nella Provincia di Reggio Emilia Aggiornamento del progetto di promozione del turismo nella Provincia di Reggio Emilia Autore: Presidenza F.I.S.T. Settembre 2013 Premessa Tra la fine dell anno 2012 e l estate 2013 sono successi alcuni

Dettagli

COS È. L iniziativa destinata agli operatori della filiera. qualificazione dell offerta turistica

COS È. L iniziativa destinata agli operatori della filiera. qualificazione dell offerta turistica COS È L iniziativa destinata agli operatori della filiera turistica Unevento dedicato ad una sempre più elevata Un evento dedicato ad una sempre più elevata qualificazione dell offerta turistica IL NOME

Dettagli

Progetto interregionale

Progetto interregionale Progetto interregionale per la promozione dell offerta congressuale italiana Novità e trends dell offerta congressuale italiana Barcellona EIBTM 25 3 Nov. INTRODUZIONE In Italia nel settore del turismo

Dettagli

ITALIA SITO UFFICIALE DEL TURISMO IN ITALIA

ITALIA SITO UFFICIALE DEL TURISMO IN ITALIA CULTURA E TURISMO Navigando s impara 17 www.italia.it ITALIA SITO UFFICIALE DEL TURISMO IN ITALIA 39 Questo portale è il punto di riferimento ufficiale di chi vuole scoprire le bellezze naturali e storiche

Dettagli

I QUATTRO ELEMENTI ARIA ACQUA

I QUATTRO ELEMENTI ARIA ACQUA Scuola dell Infanzia Porto Cervo 1 SEZIONE Insegnanti: Derosas Antonella, Sanna Paola I QUATTRO ELEMENTI ARIA ACQUA TERRA FUOCO SETTEMBRE: Progetto accoglienza: Tutti a scuola con i quattro elementi OTTOBRE-

Dettagli

Costruendo valore per il turismo in Lombardia

Costruendo valore per il turismo in Lombardia Costruendo valore per il turismo in Lombardia Chi siamo Explora S.C.p.A. ha il compito di promuovere la Lombardia e Milano sul mercato turistico nazionale ed internazionale. La società opera esattamente

Dettagli

Il turismo a Bologna nel 2012

Il turismo a Bologna nel 2012 Il turismo a Bologna nel 212 Aprile 213 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione: Paola Ventura Le elaborazioni sono state effettuate sui

Dettagli

A SCUOLA CON GUSTO. Progetto di educazione alimentare, sensoriale e del gusto

A SCUOLA CON GUSTO. Progetto di educazione alimentare, sensoriale e del gusto A SCUOLA CON GUSTO Progetto di educazione alimentare, sensoriale e del gusto Il progetto A SCUOLA CON GUSTO Il progetto A SCUOLA CON GUSTO, giunto oggi alla quarta edizione, mira ad avvicinare adulti e

Dettagli

Brief per il laboratorio

Brief per il laboratorio Brief per il laboratorio Il materiale allegato, campagne pubblicitarie per incentivare il turismo, realizzate da nazioni, regioni e una provincia, è stato selezionato per la sua qualità. Si tratta infatti

Dettagli

Osservatorio Blog 2014. Una ricerca sulla blogosfera europea e italiana di Imageware e IPREX

Osservatorio Blog 2014. Una ricerca sulla blogosfera europea e italiana di Imageware e IPREX Osservatorio Blog 2014 Una ricerca sulla blogosfera europea e italiana di Imageware e IPREX 1 Indice 1. Introduzione e metodologia... 3 2. L attività di blogging... 4 2.1. Temi e fonti di ispirazione...

Dettagli

Osservatorio Turistico

Osservatorio Turistico Osservatorio Turistico Turismo: congiuntura, profilo della domanda, identikit e bisogni delle imprese savonesi Savona, 4 febbraio 2005 ISNART S.c.p.A. Chi è Cosa fa Mercato Istituto Nazionale Ricerche

Dettagli

jklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcv bnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqw ertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuio pasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfgh

jklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcv bnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqw ertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuio pasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfgh Qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwerty uiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasd fghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzx cvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmq wertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyui La rivoluzione di internet nel turismo

Dettagli

Piano Territoriale Provinciale di Catania (ex art.12 L.R.9/86) RELAZIONE GENERALE DELLO SCHEMA DI MASSINA.

Piano Territoriale Provinciale di Catania (ex art.12 L.R.9/86) RELAZIONE GENERALE DELLO SCHEMA DI MASSINA. 4.1.7. L ATTIVITÀ TURISTICA. Secondo le stime del World Travel and Tourism Council, l industria dei viaggi e del turismo diventerà, a breve termine, la prima industria mondiale sia in termini di fatturato

Dettagli

MESSINA 2020 - VERSO IL PIANO STRATEGICO

MESSINA 2020 - VERSO IL PIANO STRATEGICO MESSINA 2020 - VERSO IL PIANO STRATEGICO TAVOLO CON GLI ISTITUTI SCOLASTICI Verbale Incontro del 10 marzo 2009 ASSISTENZA TECNICA A CURA DI: RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO DI IMPRESE: NOMISMA SPA EURESGROUP

Dettagli

Attrattività, performance e potenzialità della Sicilia turistica

Attrattività, performance e potenzialità della Sicilia turistica Attrattività, performance e potenzialità della Sicilia turistica Ricerca di marketing sull attrattività turistica della Sicilia Presentazione dei risultati della ricerca Palermo, 11 luglio 2014 Obiettivi

Dettagli

Turismo culturale per lo sviluppo dei territori

Turismo culturale per lo sviluppo dei territori 9ª edizione Turismo culturale per lo sviluppo dei territori Siracusa, 27 ottobre / 6 dicembre 2014 PROFILO DEL CORSO 1. OBIETTIVI E METODI DELLA SCUOLA La Scuola di Alti Studi in Economia del Turismo Culturale

Dettagli

IV Conferenza Italiana per il Turismo

IV Conferenza Italiana per il Turismo IV Conferenza Italiana per il Turismo I fattori di competitività turistica del territorio e l orientamento al prodotto L organizzazione del territorio per rispondere alle sfide del turismo montano gianfranco

Dettagli

Giuseppe Scanu Il marketing territoriale per un possibile sviluppo del turismo in Marmilla

Giuseppe Scanu Il marketing territoriale per un possibile sviluppo del turismo in Marmilla Giuseppe Scanu Il marketing territoriale per un possibile sviluppo del turismo in Marmilla Setzu, 17 Ottobre 2015 LA MARMILLA: UNA GEOGRAFIA COMPLESSA 2 Sub regioni 44 Comuni 950 Kmq di superficie 37.322

Dettagli

PALAZZO STROZZI E LA CITTà

PALAZZO STROZZI E LA CITTà PALAZZO STROZZI E LA CITTà Creare valore per Firenze PALAZZO STROZZI E LA CITTà Creare valore per Firenze Fin dal suo avvio, la Fondazione Palazzo Strozzi ha dichiarato in modo chiaro che la sua missione

Dettagli

CULTURA DEL CIBO E DEL VINO PER LA VALORIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DELLE RISORSE ENOGASTRONOMICHE LIVELLO I - EDIZIONE X A.A.

CULTURA DEL CIBO E DEL VINO PER LA VALORIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DELLE RISORSE ENOGASTRONOMICHE LIVELLO I - EDIZIONE X A.A. CULTURA DEL CIBO E DEL VINO PER LA VALORIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DELLE RISORSE ENOGASTRONOMICHE LIVELLO I - EDIZIONE X A.A. 2015-2016 Presentazione Il percorso formativo è strutturato, attraverso un approccio

Dettagli