Genova, 3 Novembre 2014 No. 1633

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Genova, 3 Novembre 2014 No. 1633"

Transcript

1 Genova, 3 Novembre 2014 No Fonti: Burke & Novi S.r.l. Il Sole 24 Ore Il Messaggero Marittimo Corriere dei Trasporti La Gazzetta Marittima Lloyd s List Lloyd s Ship Manager Fairplay Shipping Weekly Trade Winds International Shipping Gazette Journal pour le Transport International Shipping News International The Journal of Commerce (European edition) B.P. Statistical Review of World Energy H.P. Drewry: Shipping, Statistics & Economics Intertanko port information & bunkers International Bulk Journal Containerisation International Editore: Burke & Novi S.r.l. Via Domenico Fiasella, 4/ Genova Tel Telefax / Direttore responsabile: Giovanni Novi Registro Stampa del Tribunale di Genova N. 23/87 con autorizzazione n 6133 del Website: address:

2 ANDAMENTO DEI NOLI NELLA SETTIMANA 44 (27/31 Ottobre 2014) CISTERNE Mercati in generale miglioramento per tutte le tipologie di petroliere. Le VLCC (oltre dwt) stanno registrando uno dei periodi più remunerativi dell anno con i noli spot in ascesa aiutati in buona parte dalla domanda della Cina e dal calo di prezzo del greggio che incentiva l acquisto di carichi. I noli per i viaggi dal Golfo mediorientale al Far East hanno raggiunto Ws 56 pari ad un equivalente timecharter di oltre dollari al giorno, e per le destinazioni occidentali si sono attestati ai bassi Ws 30. La concomitanza di molti fattori, come il programma di dicembre dal West Africa, il rafforzamento in Atlantico e anche le altre tipologie di petroliere in netto recupero, dovrebbero presentare una sfida per i noleggiatori nella prossima settimana. In West Africa, le VLCC hanno registrato una minore domanda, ma i numerosi noleggi da altre aree come il Brasile, i Caraibi, il Mare del Nord e persino da Sidi Kerir, con noli agli alti Ws 50 dimostrano che questi viaggi sono molto appetibili, in particolare con i prezzi del bunker più bassi. I noli delle Suezmax ( dwt) hanno continuato a rafforzarsi in West Africa per tutta la settimana che è terminata su note molto positive e numerosi carichi ancora da fissare, con la possibilità di noli oltre Ws 80 per le destinazioni europee. Gli armatori hanno cercato di ripetere i miglioramenti registrati in West Africa anche in Mediterraneo, e nella seconda parte della settimana sono emersi in mercato vari carichi che hanno permesso di fissare a noli in aumento a Ws 87,5 e per un viaggio più lungo alla costa orientale canadese a Ws 62,5. Anche le Aframax ( dwt) hanno messo a segno miglioramenti in Mediterraneo per effetto di alcuni carichi dalla Libia e dei ritardi nelle operazioni portuali ad alcuni porti italiani che hanno ridotto la presenza di navi. I precedenti noli a due cifre sono rapidamente saliti a Ws 107,5 e successivamente a Ws 120 per i viaggi inter-med. Anche nei Caraibi i noli si sono rafforzati nella prima parte della settimana salendo a Ws 165 per i viaggi verso il Golfo americano, ma successivamente l attività si è ridimensionata e una correzione al ribasso non è da escludere. Non ha fatto eccezione il mercato del Mare del Nord dove i noli per i viaggi in Mare del Nord sono saliti a Ws 102,5 mentre per i carichi dal Baltico i noli sono passati nel corso della settimana da Ws 72,5 a Ws 85. Il settore delle Product Tanker pulite ha visto ridimensionarsi i noli nelle aree occidentali. Le Medium Range ( dwt) sono scese da Ws 150 a Ws 140 per i viaggi da UK Cont. alla costa atlantica americana e Ws 160 per le destinazioni del West Africa. Le Large Range 1 ( dwt) hanno registrato per tutta la settimana fissati poi caduti sui soggetti, ma una costante domanda e mercati attivi in Mar Nero e Mediterraneo hanno fatto diminuire la lista di navi e portato i noli per i viaggi attraverso l Atlantico a Ws 117,5 con soggetti. Le Large Range 2 ( dwt) sono estremamente ridotte come numero in Continente e i noli sono al livello di 2,7-2,8 milioni di dollari per i viaggi Mediterraneo/Far East. Ad est di Suez, la settimana è stata segnata da una intensa attività per i viaggi dal Medio Oriente al Far East e una position list ridotta ha fatto recuperare ai noli delle LR2 15 punti Worldscale a Ws 135 rispetto alla settimana scorsa. Di conseguenza, si vedono navi zavorrare da aree lontane come il Brasile per approfittare della situazione. Anche le LR1 hanno migliorato i noli precedenti per gli stessi viaggi e sono ora alla pari come noli con le LR2. Carichi di jet-fuel dal Medio 2

3 Oriente a UK Cont. sono stati coperti a 3,1 e 2,4 milioni di dollari lumpsum rispettivamente per LR2 e LR1. Questi livelli di nolo dovrebbero essere mantenuti per la restante parte dell anno. COMPRAVENDITA Il mercato della compravendita questa settimana, così come già evidenziato nel precedente rapporto, continua a mostrarsi poco attivo riportando un numero di unità oggetto di transazioni non molto significativo sia sul versante Tanker che su quello Bulker. Uno dei motivi di questa flessione è sicuramente il mercato dei noli che, finalmente, ha raggiunto livelli più soddisfacenti sia sulle Bulkcarrier (Capesize in testa) che sulle Tankers, dalle Handies alle Suezmax. In particolare, per quanto concerne le unità Tanker compravendute si segnala, tra le altre, la cessione della MT NORD STAR ( DWT Blt Giappone Coated, Coiled) per circa USD 20 mil. valore in linea con le ultime vendite di MR che sono state registrate. Con riferimento al settore Bulker, è possibile notare un forte rallentamento rispetto alle settimane precedenti annoverando poche unità compravendute. Si segnala la vendita della MV NESTOR ( DWT Blt Cina 5/5 stive/boccaporte gru 4x30t LDT) per circa USD 4.85 mil. Il mercato delle nuove costruzioni, diversamente da quello delle secondhand, questa settimana si è manifestato piuttosto attivo registrando un numero di ordinativi significativo, a riconferma di un positivo momento di mercato. In particolare la Transportation Recovery Fund di Wilbur Ross ha ordinato 2+2 Suezmax da DWT presso il cantiere cinese New Times Shipbuilding con consegna prevista ad Ottobre/Dicembre 2016 per circa USD 60 mil. Quest ultimo è il quarto ordine effettuato dal TRF s Fund da Marzo 2013; in precedenza infatti si sono resi protagonisti dei seguenti ordinativi: 2 Newcastlemax da DWT, 2 VLCC presso Hanjin Heavy Industries & Construction e 4 Stainless Steel da DWT presso il cantiere cinese Kitanihon Shipbuilding. Sempre in riferimento alle nuove costruzioni, questa settimana la Tsakos Energy Navigation ha ordinato presso il cantiere Sungdong 4+2 LR1 da tonnellate di portata lorda con consegna prevista tra il 2016 e il 2017 per circa USD 47 mil. Per quanto concerne le demolizioni, diversamente dalle settimane precedenti, è il Pakistan ad affermarsi mercato di riferimento pagando 450 USD/LDT e 480 USD/LDT rispettivamente per le unità Bulker e per le Tanker, seguito dal Bangladesh che ha pagato 445 USD/LDT per le Bulker e 475 USD/LDT per le Tanker. India e Turchia hanno invece ottenuto rispettivamente USD/LDT per le Bulker e USD/LDT per le Tanker. ALTRE NOTIZIE Il mercato spot delle Capesize ha proseguito nella sua tendenza al rialzo con un recupero di oltre il 60% nell ultima settimana, raggiungendo dollari al giorno. Tuttavia, l attività a periodo è stata molto limitata poiché il mercato cartaceo non sembra rispecchiare quello fisico. L aumento dei noli spot è dovuto principalmente alle maggiori esportazioni di minerale di ferro dal Brasile. Secondo alcune fonti, Vale starebbe rapidamente assorbendo naviglio, anche se non direttamente. Il gigante minerario brasiliano sta concludendo noleggi tramite compagnie con cui collabora più strettamente, come Cargill, Classic 3

4 Maritime, SwissMarine e Oldendorff Carriers. Recentemente, il mercato spot ha registrato sensibili fluttuazioni, solo due settimane fa i noli erano talmente bassi da coprire a stento i costi operativi. Il mercato dei futures non si è per ora adeguato e le rate sono intorno a dollari al giorno per il 2015 e nessuno prenderebbe navi per un anno a dollari al giorno con tale prospettiva. Negli altri segmenti di mercato, i noli continuano a rimanere stabili. Le Panamax sono salite di dollari a dollari al giorno. La Glencore ha noleggiato dalla compagnia greca Diana Shipping la bulkcarrier Triton di dwt costruita nel 2001 per mesi a dollari al giorno. La nave è stata a noleggio nell ultimo anno con Bunge a dollari al giorno. I noli spot delle Supramax hanno perso 100 dollari al giorno attestandosi a metà settimana a dollari al giorno. Mentre i prezzi del greggio continuano a rimanere intorno agli 80 dollari a barile, aumentano i timori che le major energetiche ridurranno i loro investimenti capitale nello sviluppo di nuovi giacimenti petroliferi. Questo preoccupa i fornitori di servizi offshore, ma anche le compagnie armatoriali legate alle major petrolifere potrebbero risentire di questi tagli di spesa. Mr Mohammed Al-Otaibi della Bahri Shipping, ha espresso preoccupazioni per gli effetti delle basse quotazioni del greggio sulle grandi flotte mediorientali di petroliere che sono strettamente associate alle major petrolifere della regione. La Bahri Shipping è il gigante saudita che a inizio d anno si è associato con la Vela International, ramo cisterne di Saudi Aramco, maggiore produttore petrolifero mondiale. Una caduta del prezzo petrolifero ha un impatto immediato sugli investimenti capitale delle compagnie petrolifere, compresi i loro programmi di investimento nei trasporti marittimi. Un ritardo negli investimenti navali sarebbero dannoso per i cantieri asiatici. I principali paesi mediorientali produttori di greggio, come Kuwait, Arabia Saudita, Iran ed Emirati Arabi Uniti hanno grandi flotte di petroliere che sono o direttamente di proprietà oppure strettamente legate alle loro rispettive major petrolifere nazionali. I programmi di investimenti navali si basano su cinque anni di prevista produzione e sul fabbisogno di trasporto delle compagnie petrolifere. Quando decidono di far costruire navi, i cantieri asiatici realizzano guadagni notevoli poiché numerose petroliere di varia tipologia vengono ordinate tutte insieme. Altri protagonisti presenti alla conferenza hanno mostrato minori preoccupazioni. A loro parere, i prezzi del greggio più bassi porteranno a maggiori investimenti dei consumatori e dei governi in altri settori e questo dovrebbe essere positivo per la domanda di navi. Inoltre, i prezzi del bunker più bassi rappresentano un ulteriore bonus molto apprezzato. Le quotazioni del greggio, che sono alla base degli investimenti delle compagnie petrolifere, sono previsti aumentare dai minimi di questo trimestre, ma potrebbero rimanere inferiori del 13% alle precedenti proiezioni per il La 4

5 prevista caduta della domanda globale, la politica di produzione dell Arabia Saudita e l aumento delle esportazioni da parte di Iraq e Kurdistan, hanno innescato revisioni marcate al ribasso per i prezzi petroliferi da parte di noti analisti americani. Le previsioni sono per un prezzo del greggio di 90 dollari a barile nel trimestre in corso, 103 dollari a barile di media per l intero 2014 (in calo dai precedenti 108 dollari), 100 dollari per il 2015 (da 115 dollari), 105 dollari per il 2016 (da 120 dollari) e 110 a barile per il 2017 (dai precedenti 120 dollari). Anche la International Energy Agency ha ridotto la domanda globale di greggio di 0,2 milioni di barili al giorno a 92,4 milioni b/g per il 2014 e di 0,3 milioni b/g per il 2015, sulla base delle ridotte aspettative di crescita economica. Nello stesso tempo, la previsione della domanda di greggio Opec è stata ridotta di b/g per il 2015 a 29,3 milioni b/g, da 29,7 milioni b/g nel Ma la produzione dell Opec è salita al massimo di 13 mesi di 30,7 milioni b/g in settembre, per effetto di una maggiore produzione della Libia e dell Iraq. Gli analisti sostengono che la produzione del Kurdistan e della regione di Basra in Iraq potrebbe raggiungere un massimo storico di 3,7 milioni b/g il prossimo anno e che il potenziale di produzione a lungo termine dell Iraq è maggiore di quello dell Arabia Saudita. Le politiche di produzione saudite mettono alla prova il livello minimo di prezzo stabilito dal tight oil americano, il petrolio non convenzionale, che richiede la stessa tecnica di estrazione a fratturazione idraulica impiegata nella produzione dello shale gas. Questo potrebbe innescare una guerra dei prezzi in cui protagonisti internazionali ed americani ridurranno probabilmente gli investimenti per il tight oil. D altra parte, possibili tagli produttivi da parte dell Opec e prezzi del greggio molto più bassi dovrebbero sostenere una maggiore domanda di greggio e contribuire a riequilibrare il mercato nel terzo trimestre del prossimo anno. Le petroliere Suezmax rappresentano l opportunità di investimento migliore per gli investitori privati interessati al mercato delle nuove costruzioni. Le statistiche confermano che, prima del recente aumento delle rate di nolo, le Suezmax hanno avuto risultati migliori nella recessione del mercato di qualsiasi altro settore navale e possono anche avere prospettive positive. Un elemento importante per gli investitori sono le dimensioni dell orderbook, notevolmente inferiori per le Suezmax in confronto a VLCC, Aframax e Product Tanker come proporzione della flotta. Secondo gli ultimi rilievi, l orderbook è del 15,7% per le VLCC e del 12,8% per le Aframax, ma solo dell 11,8% per la flotta delle Suezmax. Inoltre il programma di consegna per le Suezmax è più equamente distribuito nei prossimi tre anni, e questo significa che il mercato sarà probabilmente meno soggetto a fluttuazioni. Tuttavia, le VLCC arriveranno in mercato in massa dopo il 2016 e potrebbero mettere un freno alla ripresa. Vi sono anche timori che gli armatori cinesi continueranno ad investire pesantemente in VLCC, mentre hanno mostrano scarso interesse nelle Suezmax, per la necessità di maggiori volumi di 5

6 carico nei traffici dal West Africa alla Cina. Le Suezmax hanno avuto una performance migliore nella crisi del mercato in termini di mantenimento dei valori. I prezzi delle nuove costruzioni sono scesi dello 0,5% negli ultimi tre mesi, in confronto al 2% per le VLCC e allo 0,8% nel complesso per il settore delle nuove costruzioni. Anche i prezzi dei resale e dell usato per le Suezmax si sono rafforzati al 4% nel corrente anno mentre quelli delle VLCC sono rimasti stagnanti. Prima del recente miglioramento, gli armatori potevano notare che i noli timecharter per le Suezmax coprivano una quota maggiore del costo di una nuova costruzione rispetto ad ogni altro settore. Il nolo per un anno di timecharter per una Suezmax copre oltre l 80% del costo di costruzione e operativo di una nuova unità, in confronto al 75% per le VLCC. Nei prossimi mesi, una minore produzione di greggio nella Siberia orientale, per effetto delle sanzioni nei confronti della Russia, potrebbe avere effetti dannosi sulle petroliere Aframax che trasportano carichi verso l Asia. Non si conosce, tuttavia, l entità e la durata della perdita di produzione. Il motivo del calo produttivo nei prossimi mesi è l impossibilità per la Russia di accedere ai finanziamenti sui mercati capitale occidentali per effetto delle sanzioni in seguito al suo coinvolgimento in Ucraina. Questo riduce il quantitativo di liquidità che le compagnie petrolifere russe possono investire nel mantenimento della produzione dei loro giacimenti. E particolarmente a rischio la produzione della Siberia orientale poiché le sanzioni limitano anche l accesso delle compagnie russe alla tecnologia e ai servizi occidentali. Le esportazioni di greggio dal porto russo di Kozmino, un traffico iniziato solo quattro anni fa, forniscono circa barili di greggio al giorno per le petroliere Aframax, sufficienti per circa cinque carichi alla settimana. La potenziale caduta della produzione russa si aggiungerebbe ad una produzione complessiva del paese già in calo negli ultimi 25 anni. Nel 1987, la Russia produceva oltre 11 milioni di barili di greggio al giorno, ma gli ultimi dati della Energy Information Administration indicano che la produzione è scesa nel 2012 a 9,9 milioni b/g. Le esportazioni russe di greggio sono state mediamente di 4,2 milioni b/g in settembre, in calo dai 4,5 milioni b/g di un anno prima. Una caduta di produzione è inevitabile quando rallentano gli investimenti nei giacimenti, come è avvenuto in Russia negli anni, e le sanzioni potrebbero ridurre ancora di più gli investimenti e quindi la produzione. Preoccupazioni sono state espresse da molti esponenti dell industria per il mercato delle navi appoggio (PSV) alla conferenza Offshore Marine Asia che ha avuto luogo a Kuala Lumpur. Gli ordinativi dilaganti degli ultimi anni, assegnati nell aspettativa di un boom della produzione di greggio in acque profonde, coincidono con la diminuzione dei prezzi del greggio e riducono l incentivo per i produttori di portare a termine i progetti in acque profonde. L immediato futuro di queste navi, in particolare di quelle più grandi destinate alle operazioni in 6

7 acque profonde, appare molto incerto. La flotta delle PSV di medie o grandi dimensioni è di recente costruzione e in rapida crescita. Nel segmento da a dwt esistono 372 unità in attività e 199 in ordinazione. L orderbook corrisponde al 53% della flotta esistente che ha un età media di sei anni. Nel segmento da dwt e oltre esistono 128 unità attive e altre 58 in ordinazione pari al 45% circa della flotta esistente. Questo segmento ha un età media di tre anni, ma il surplus non riguarda solo le navi ma anche il settore delle piattaforme. Tuttavia, per quanto riguarda le piattaforme in ordinazione ai cantieri, pari a 135 unità, una parte significativa verrà probabilmente ritardata o cancellata. Anche il settore delle navi appoggio offshore (OSV) non mostra segnali di rallentamento. Negli ultimi sei mesi si sono avuti 24 ordinativi di piattaforme (20 jack-up e quattro drillship), mentre sono stati assegnati 151 ordinativi di nuove OSV (52 AHTS e 99 PSV) nello stesso periodo. L eccesso di offerta per il settore delle PSV è dovuto in gran parte alle stesse major petrolifere essendo nel loro interesse che il mercato sia in eccedenza. Tuttavia, nonostante i timori per il futuro immediato, l opinione generale tra i delegati alla conferenza è che le difficoltà possono essere superate purché si limitino gli ordinativi. La compagnia giapponese NYK investirà 530 miliardi di yen nei prossimi cinque anni nel settore delle petroliere per gas naturale liquefatto e in quello offshore, aggiungendo 20 navi alla sua flotta che potrà transitare nel canale di Panama non appena completata la sua espansione. La NYK prevede che circa due terzi della crescita nella sua flotta di navi per GNL nella restante parte del decennio sarà dovuta all espansione del Canale di Panama, tramite il quale gli esportatori americani di gas da depositi scistosi faranno transitare i carichi per le centrali elettriche giapponesi. La compagnia giapponese ha attualmente una flotta di 69 unità per GNL, di cui 41 gestite in proprio. Quello che renderà economicamente valide le esportazioni dalla regione del Golfo americano al Giappone è la riduzione del viaggio a miglia nautiche, in confronto a miglia nautiche via Canale di Suez. La nuova rotta di traffico è considerata più rischiosa ma garantisce profitti di noleggio maggiori. Per prima cosa, gli armatori devono ordinare navi progettate per navigare nel canale nel modo più efficiente da un punto di vista energetico. Le più grandi metaniere progettate a questo scopo sono il nuovo tipo Q-Flex della Hyundai da metri cubi, ma anche i cantieri che si concentrano su navi più piccole hanno nuove specifiche per far fronte alle esigenze degli armatori. Inoltre, le condizioni di mare agitato nel nord del Pacifico nella stagione invernale presentano maggiori rischi operativi, per cui è necessario per la NYK poter contare su equipaggi competenti mentre i noli rifletteranno i maggiori costi. La Cina ha progettato e costruirà la prima nave per gas naturale compresso (CNG) dopo che una serie di progettisti in altri paesi hanno impiegato anni 7

8 tentando di realizzare un applicazione navale per la tecnologia. La nave CNG è stata ordinata ai cantieri cinesi Jiangsu Hantong dalla CIMC Enric SJZ Gas, una partnership Cina-Indonesia che ha vinto il contratto d appalto ingegneristico e di costruzione per la nave pilota. I cantieri concorrenti Qingdao Wuchan erano in corsa per l ordinativo ma lo hanno perso a causa della limitazione di capacità del bacino. La nuova costruzione è prevista in consegna dal gennaio Non è stato indicato il prezzo di costruzione della nave. Esiste la possibilità di opzioni per altre navi, ma questo dipenderà dalla domanda dopo che la prima nave sarà entrata in attività. Responsabili della American Bureau of Shipping (ABS) che, insieme alla indonesiana BKI, è la società di classifica della nave, spiegano che la nave sarà relativamente piccola, con solo 110 piedi di lunghezza. La nave da metri cubi trasporterà CNG immagazzinato in oltre 800 cilindri posizionati verticalmente da 600 millimetri di diametro e 12 metri di altezza sistemati in cinque stive da carico. La nave sarà dotata di motore Wartsila a due tempi e doppio carburante e sarà in grado di utilizzare gas come carburante. Verrà impiegata dalla compagnia elettrica statale indonesiana Perusahaan Listrik Negara (PT PLN) per trasportare il gas dal porto di Gresik all isola di Lombok. Una singola nave è necessaria per i trasporti sulle miglia nautiche che separano le due località. I carichi saranno usati per alimentare la centrale elettrica di Peaking della PLN. La CNG è stata preferita dalla PLN rispetto ad una piccola metaniera come soluzione migliore per rifornire di gas la produzione elettrica. La compagnia intende convertire alcune delle sue centrali elettriche all uso del gas, più economico e pulito rispetto al diesel e all olio combustibile pesante. 8

Genova, 16 Gennaio 2012 No. 1507

Genova, 16 Gennaio 2012 No. 1507 Genova, 16 Gennaio 2012 No. 1507 Fonti: Burke & Novi S.r.l. Il Sole 24 Ore Il Messaggero Marittimo Corriere dei Trasporti La Gazzetta Marittima Lloyd s List Lloyd s Ship Manager Fairplay Shipping Weekly

Dettagli

Genova, 20 Gennaio 2014 No. 1597

Genova, 20 Gennaio 2014 No. 1597 Genova, 20 Gennaio 2014 No. 1597 Fonti: Burke & Novi S.r.l. Il Sole 24 Ore Il Messaggero Marittimo Corriere dei Trasporti La Gazzetta Marittima Lloyd s List Lloyd s Ship Manager Fairplay Shipping Weekly

Dettagli

Genova, 10 Ottobre 2011 No. 1495

Genova, 10 Ottobre 2011 No. 1495 Genova, 10 Ottobre 2011 No. 1495 Fonti: Burke & Novi S.r.l. Il Sole 24 Ore Il Messaggero Marittimo Corriere dei Trasporti La Gazzetta Marittima Lloyd s List Lloyd s Ship Manager Fairplay Shipping Weekly

Dettagli

Genova, 28 Aprile 2014 No. 1610

Genova, 28 Aprile 2014 No. 1610 Genova, 28 Aprile 2014 No. 1610 Fonti: Burke & Novi S.r.l. Il Sole 24 Ore Il Messaggero Marittimo Corriere dei Trasporti La Gazzetta Marittima Lloyd s List Lloyd s Ship Manager Fairplay Shipping Weekly

Dettagli

Genova, 19 Gennaio 2015 No. 1642

Genova, 19 Gennaio 2015 No. 1642 Genova, 19 Gennaio 2015 No. 1642 Fonti: Burke & Novi S.r.l. Il Sole 24 Ore Il Messaggero Marittimo Corriere dei Trasporti La Gazzetta Marittima Lloyd s List Lloyd s Ship Manager Fairplay Shipping Weekly

Dettagli

Genova, 17 Agosto 2015 No. 1667

Genova, 17 Agosto 2015 No. 1667 Genova, 17 Agosto 2015 No. 1667 Fonti: Burke & Novi S.r.l. Il Sole 24 Ore Il Messaggero Marittimo Corriere dei Trasporti La Gazzetta Marittima Lloyd s List Lloyd s Ship Manager Fairplay Shipping Weekly

Dettagli

Genova, 8 Giugno 2015 No. 1661

Genova, 8 Giugno 2015 No. 1661 Genova, 8 Giugno 2015 No. 1661 Fonti: Burke & Novi S.r.l. Il Sole 24 Ore Il Messaggero Marittimo Corriere dei Trasporti La Gazzetta Marittima Lloyd s List Lloyd s Ship Manager Fairplay Shipping Weekly

Dettagli

Genova, 28 Settembre 2015 No. 1673

Genova, 28 Settembre 2015 No. 1673 Genova, 28 Settembre 2015 No. 1673 Fonti: Burke & Novi S.r.l. Il Sole 24 Ore Il Messaggero Marittimo Corriere dei Trasporti La Gazzetta Marittima Lloyd s List Lloyd s Ship Manager Fairplay Shipping Weekly

Dettagli

Genova, 9 Dicembre 2013 No. 1593

Genova, 9 Dicembre 2013 No. 1593 Genova, 9 Dicembre 2013 No. 1593 Fonti: Burke & Novi S.r.l. Il Sole 24 Ore Il Messaggero Marittimo Corriere dei Trasporti La Gazzetta Marittima Lloyd s List Lloyd s Ship Manager Fairplay Shipping Weekly

Dettagli

Genova, 2 Maggio 2011 No. 1475

Genova, 2 Maggio 2011 No. 1475 Genova, 2 Maggio 2011 No. 1475 Fonti: Burke & Novi S.r.l. Il Sole 24 Ore Il Messaggero Marittimo Corriere dei Trasporti La Gazzetta Marittima Lloyd s List Lloyd s Ship Manager Fairplay Shipping Weekly

Dettagli

Genova, 30 Marzo 2015 No. 1652

Genova, 30 Marzo 2015 No. 1652 Genova, 30 Marzo 2015 No. 1652 Fonti: Burke & Novi S.r.l. Il Sole 24 Ore Il Messaggero Marittimo Corriere dei Trasporti La Gazzetta Marittima Lloyd s List Lloyd s Ship Manager Fairplay Shipping Weekly

Dettagli

Genova, 2 Febbraio 2015 No. 1644

Genova, 2 Febbraio 2015 No. 1644 Genova, 2 Febbraio 2015 No. 1644 Fonti: Burke & Novi S.r.l. Il Sole 24 Ore Il Messaggero Marittimo Corriere dei Trasporti La Gazzetta Marittima Lloyd s List Lloyd s Ship Manager Fairplay Shipping Weekly

Dettagli

Genova, 13 Aprile 2015 No. 1653

Genova, 13 Aprile 2015 No. 1653 Genova, 13 Aprile 2015 No. 1653 Fonti: Burke & Novi S.r.l. Il Sole 24 Ore Il Messaggero Marittimo Corriere dei Trasporti La Gazzetta Marittima Lloyd s List Lloyd s Ship Manager Fairplay Shipping Weekly

Dettagli

Genova, 12 Maggio 2014 No. 1612

Genova, 12 Maggio 2014 No. 1612 Genova, 12 Maggio 2014 No. 1612 Fonti: Burke & Novi S.r.l. Il Sole 24 Ore Il Messaggero Marittimo Corriere dei Trasporti La Gazzetta Marittima Lloyd s List Lloyd s Ship Manager Fairplay Shipping Weekly

Dettagli

Genova, 24 Febbraio 2014 No. 1602

Genova, 24 Febbraio 2014 No. 1602 Genova, 24 Febbraio 2014 No. 1602 Fonti: Burke & Novi S.r.l. Il Sole 24 Ore Il Messaggero Marittimo Corriere dei Trasporti La Gazzetta Marittima Lloyd s List Lloyd s Ship Manager Fairplay Shipping Weekly

Dettagli

Genova, 22 Giugno 2015 No. 1663

Genova, 22 Giugno 2015 No. 1663 Genova, 22 Giugno 2015 No. 1663 Fonti: Burke & Novi S.r.l. Il Sole 24 Ore Il Messaggero Marittimo Corriere dei Trasporti La Gazzetta Marittima Lloyd s List Lloyd s Ship Manager Fairplay Shipping Weekly

Dettagli

Genova, 7 Settembre 2015 No. 1670

Genova, 7 Settembre 2015 No. 1670 Genova, 7 Settembre 2015 No. 1670 Fonti: Burke & Novi S.r.l. Il Sole 24 Ore Il Messaggero Marittimo Corriere dei Trasporti La Gazzetta Marittima Lloyd s List Lloyd s Ship Manager Fairplay Shipping Weekly

Dettagli

Genova, 2 Marzo 2015 No. 1648

Genova, 2 Marzo 2015 No. 1648 Genova, 2 Marzo 2015 No. 1648 Fonti: Burke & Novi S.r.l. Il Sole 24 Ore Il Messaggero Marittimo Corriere dei Trasporti La Gazzetta Marittima Lloyd s List Lloyd s Ship Manager Fairplay Shipping Weekly Trade

Dettagli

Genova, 14 Febbraio 2011 No. 1465

Genova, 14 Febbraio 2011 No. 1465 Genova, 14 Febbraio 2011 No. 1465 Fonti: Burke & Novi S.r.l. Il Sole 24 Ore Il Messaggero Marittimo Corriere dei Trasporti La Gazzetta Marittima Lloyd s List Lloyd s Ship Manager Fairplay Shipping Weekly

Dettagli

Genova, 22 Febbraio 2010 No. 1420

Genova, 22 Febbraio 2010 No. 1420 Genova, 22 Febbraio 2010 No. 1420 Fonti: Burke & Novi S.r.l. Il Sole 24 Ore Il Messaggero Marittimo Corriere dei Trasporti La Gazzetta Marittima Lloyd s List Lloyd s Ship Manager Fairplay Shipping Weekly

Dettagli

Investire nel Petrolio: I fondamentali che il trader deve conoscere

Investire nel Petrolio: I fondamentali che il trader deve conoscere www.dominosolutions.it - info@dominosolutions.it Investire nel Petrolio: I fondamentali che il trader deve conoscere 02 Luglio 2012 Il petrolio greggio è uno dei prodotti più utilizzati e richiesti nel

Dettagli

ADESSO VI SPIEGHIAMO PERCHÉ IL PREZZO DEL PETROLIO DIMINUISCE

ADESSO VI SPIEGHIAMO PERCHÉ IL PREZZO DEL PETROLIO DIMINUISCE 835 ADESSO VI SPIEGHIAMO PERCHÉ IL PREZZO DEL PETROLIO DIMINUISCE 24 novembre 2014 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà EXECUTIVE

Dettagli

i dossier TUTTO QUELLO CHE VORRESTE SAPERE SULLA «GUERRA» SUL PREZZO DEL PETROLIO E NESSUNO VI HA MAI DETTO www.freefoundation.com

i dossier TUTTO QUELLO CHE VORRESTE SAPERE SULLA «GUERRA» SUL PREZZO DEL PETROLIO E NESSUNO VI HA MAI DETTO www.freefoundation.com 974 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com TUTTO QUELLO CHE VORRESTE SAPERE SULLA «GUERRA» SUL PREZZO DEL PETROLIO E NESSUNO VI HA MAI DETTO 8 gennaio 2015 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE

Dettagli

Corso di Implicazioni economico finanziarie delle scelte armatoriali. Il nolo. Genova, Ottobre 2011

Corso di Implicazioni economico finanziarie delle scelte armatoriali. Il nolo. Genova, Ottobre 2011 Corso di Implicazioni economico finanziarie delle scelte armatoriali Il nolo Genova, Ottobre 2011 Il nolo In una impresa armatoriale, nella norma, il principale flusso di ricavi derivante dall attività

Dettagli

DICEMBRE 2009. Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO

DICEMBRE 2009. Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO DICEMBRE 2009 Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO Prospettive e Determinanti del Prezzo del Petrolio Bruno Chiarini Recessione e petrolio Occorre ricordare che l economia italiana

Dettagli

Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Gennaio marzo 2015

Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Gennaio marzo 2015 Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Gennaio marzo 2015 Euro/dollaro Le dinamiche divergenti delle politiche monetarie di FED e BCE hanno portato nei primi

Dettagli

Report sul gas naturale

Report sul gas naturale Report sul gas naturale A) Focus Energia B) Produzione Gas Naturale C) Consumo Gas Naturale D) Riserve Gas Naturale E) Il Commercio Mondiale di Gas Naturale F) I prezzi G) Il Nord America H) L Europa I)

Dettagli

Atlante Statistico dell Energia. RIE per AGI

Atlante Statistico dell Energia. RIE per AGI Atlante Statistico dell Energia RIE per AGI Settembre 215 ENERGIA E AMBIENTE 14 Emissioni totali di CO2 principali nei paesi Europei 12 1 mln tonn. 8 6 4 2 199 1992 1994 1996 1998 2 22 24 26 28 21 212

Dettagli

IL CONTESTO ENERGETICO MONDIALE. Francesco Asdrubali

IL CONTESTO ENERGETICO MONDIALE. Francesco Asdrubali IL CONTESTO ENERGETICO MONDIALE Francesco Asdrubali INDICE FATTORI DOMINANTI DEL PANORAMA ENERGETICO MONDIALE CRESCITA ECONOMICA CRESCITA DELLA POPOLAZIONE PREZZI CO2 PRICING DOMANDA E OFFERTA DI ENERGIA

Dettagli

Agenda. Energia nel Mondo. La storia del Petrolio. Il Petrolio sta per finire? E il Gas?

Agenda. Energia nel Mondo. La storia del Petrolio. Il Petrolio sta per finire? E il Gas? ENERGIA.. Agenda Energia nel Mondo La storia del Petrolio Il Petrolio sta per finire? E il Gas? 2 Energia nel Mondo La storia del Petrolio Il Petrolio sta per finire? E il Gas? 3 Quanta energia consumiamo

Dettagli

IL SETTORE ENERGETICO NEL 2014 E LE PROSPETTIVE PER IL 2015. I mercati energetici internazionali e le prospettive per l Italia.

IL SETTORE ENERGETICO NEL 2014 E LE PROSPETTIVE PER IL 2015. I mercati energetici internazionali e le prospettive per l Italia. IL SETTORE ENERGETICO NEL 2014 E LE PROSPETTIVE PER IL 2015 I mercati energetici internazionali e le prospettive per l Italia Vittorio D Ermo Direttore Osservatorio Energia AIEE Aprile 2015 Sommario n

Dettagli

IL QUADRO PETROLIFERO IN ITALIA NEL 2014. Rita Pistacchio

IL QUADRO PETROLIFERO IN ITALIA NEL 2014. Rita Pistacchio Seminario AIEE IL SISTEMA ENERGETICO ITALIANO NEL 2014 E VERSO IL 2015: SITUAZIONI E TENDENZE IL QUADRO PETROLIFERO IN ITALIA NEL 2014 1 aprile 2015 Centro Studi Americani Via Michelangelo Caetani, 32

Dettagli

Guida al settore navale

Guida al settore navale Sommario 1. ASPETTI GENERALI DEL SETTORE NAVALE...2 1.1 GLOBALITÀ...2 1.2 CICLICITÀ...3 1.3 INTENSITÀ DI CAPITALE...4 2. LA CANTIERISTICA COMMERCIALE...5 3. I TRASPORTI MARITTIMI...6 3.1 TRASPORTO DI PRODOTTI

Dettagli

NOTE DI APPROFONDIMENTO

NOTE DI APPROFONDIMENTO Fondazione Manlio Masi Osservatorio nazionale per l internazionalizzazione e gli scambi NOTE DI APPROFONDIMENTO Nota 2 Le materie prime energetiche nel commercio estero italiano (Aprile 2006) 1 LE MATERIE

Dettagli

ANDAMENTO DEL COSTO DEL TRASPORTO MARITTIVO E TREND DI SVILUPPO

ANDAMENTO DEL COSTO DEL TRASPORTO MARITTIVO E TREND DI SVILUPPO Lewitt Insight - White Paper ANDAMENTO DEL COSTO DEL TRASPORTO MARITTIVO E TREND DI SVILUPPO Agosto 2015 www.lewitt.it info@lewitt.it Obiettivo dell analisi è la rappresentazione dell andamento del costo

Dettagli

resoconto intermedio di gestione settembre 2013

resoconto intermedio di gestione settembre 2013 resoconto intermedio di gestione settembre 2013 Premuda Struttura del Gruppo Società operative al 30 settembre 2013 100% Premuda Spa Italia m/t. Four Smile m/t. Four Island m/t. Four Bay m/t. Four Moon

Dettagli

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Energia Italia 2012 Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Anche il 2012 è stato un anno in caduta verticale per i consumi di prodotti energetici, abbiamo consumato: 3 miliardi

Dettagli

2012 Scenari Energetici al 2040

2012 Scenari Energetici al 2040 212 Scenari Energetici al Sommario Fondamentali a livello globale 2 Settore residenziale e commerciale 3 Settore dei trasporti 4 Settore industriale 5 Produzione di energia elettrica 6 Emissioni 7 Offerta

Dettagli

L impatto della crisi finanziaria internazionale in Messico

L impatto della crisi finanziaria internazionale in Messico L impatto della crisi finanziaria internazionale in Messico A cura del CeSPI (Centro Studi di Politica Internazionale) n. 18 - Ottobre 2010 ABSTRACT - L economia messicana era in difficoltà già prima della

Dettagli

L internazionalizzazione del sistema economico milanese

L internazionalizzazione del sistema economico milanese L internazionalizzazione del sistema economico milanese Il grado di apertura di un sistema economico locale verso l estero rappresenta uno degli indicatori più convincenti per dimostrare la sua solidità

Dettagli

3. IL COMMERCIO INTERNAZIONALE E LE BILANCE DEI PAGAMENTI

3. IL COMMERCIO INTERNAZIONALE E LE BILANCE DEI PAGAMENTI 3. IL COMMERCIO INTERNAZIONALE E LE BILANCE DEI PAGAMENTI Alla rapida ripresa del commercio mondiale di beni e servizi nel 2010 (12,9 per cento) è seguita, nel, una crescita assai più debole (5,8 per cento),

Dettagli

L economia australiana brilla sulle altre

L economia australiana brilla sulle altre L economia australiana brilla sulle altre 28 marzo 2011 Le stime sulla crescita per molti paesi sviluppati hanno subito una flessione a causa della tragedia che continua a investire il Gippone, uno dei

Dettagli

Progetto ConferenzaGNL 2014 2015

Progetto ConferenzaGNL 2014 2015 Prospettiva europea L attenzione europea - anche grazie ad iniziative che ConferenzaGNL stessa potrà promuovere nel Semestre di Presidenza italiana dell UE - si sposterà da Nord a Sud per le nuove opportunità

Dettagli

Il gas naturale i rigassificatori la politica energetica. Livorno, 29 marzo 2008 Comitato contro il rigassificatore offshore

Il gas naturale i rigassificatori la politica energetica. Livorno, 29 marzo 2008 Comitato contro il rigassificatore offshore Il gas naturale i rigassificatori la politica energetica Livorno, 29 marzo 2008 Comitato contro il rigassificatore offshore 1 Sono utilizzati non pareri di ambientalisti ma documenti di: Autorità come:

Dettagli

SINTESI E PRINCIPALI CONCLUSIONI

SINTESI E PRINCIPALI CONCLUSIONI SINTESI E PRINCIPALI CONCLUSIONI IL CONTESTO GLOBALE Negli anni recenti, la crescita economica globale si è mantenuta elevata. La principale economia mondiale, cioè gli Stati Uniti, è cresciuta mediamente

Dettagli

CONGIUNTURA FLASH. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO. Anno 2012. N. Doc A 8 Pagine 5

CONGIUNTURA FLASH. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO. Anno 2012. N. Doc A 8 Pagine 5 5 Fonte Elaborazioni ANES MONITOR su ANALISI MENSILE DEL CENTRO STUDI CONFINDUSTRIA 2 5 Nello scenario globale si accentua la divaricazione tra le grandi aree. Gli USA conservano un moderato incremento

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 21 marzo 2013 S.A.F.

Dettagli

Nel turismo è la Spagna il paese più competitivo

Nel turismo è la Spagna il paese più competitivo Nel turismo è la Spagna il paese più competitivo Mentre i cugini iberici conquistano la vetta del Travel & Tourism Competitiveness Index, l Italia si accontenta di un ottava posizione, dopo Francia, Germania

Dettagli

TITOLO GLOBAL ADVERTISING EXPENDITURE FORECAST SEPTEMBER

TITOLO GLOBAL ADVERTISING EXPENDITURE FORECAST SEPTEMBER 10 Fonte Elaborazioni ANES Monitor su dati ZenithOptimedia 2/10 Previsione della spesa pubblicitaria globale e PIL 2014-2017 (%) ZenithOptimedia (una delle più grandi centrali media del mondo) prevede

Dettagli

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi No. No. 6 7 - - Dicembre Febbraio 2013 2014 No. 7 - Febbraio 2014 N. 67 Dicembre Febbraio 2014 2013 2 Il presente documento sintetizza la visione

Dettagli

SHIPPING E SETTORE NAVALE: STRUTTURA, PERFORMANCE, OUTLOOK E OPERATIVITA' SACE. Antonella Coppola e Alessandro Terzulli WORKING PAPER N.

SHIPPING E SETTORE NAVALE: STRUTTURA, PERFORMANCE, OUTLOOK E OPERATIVITA' SACE. Antonella Coppola e Alessandro Terzulli WORKING PAPER N. SHIPPING E SETTORE NAVALE: STRUTTURA, PERFORMANCE, OUTLOOK E OPERATIVITA' SACE Antonella Coppola e Alessandro Terzulli WORKING PAPER N.13 Shipping e settore navale: struttura, performance, outlook e operatività

Dettagli

La quotazione del petrolio ha superato i 66 dollari al barile, il doppio rispetto al record negativo registrato poco meno di sei mesi fa. Qualche giustificazione si può anche trovare: il dollaro è debole

Dettagli

Petrolio al massimo del 2015 20 aprile 2015

Petrolio al massimo del 2015 20 aprile 2015 P al massimo del 2015 20 aprile 2015 La scorsa settimana l indice generale GSCI ER (4,2) è salito fortemente, tornando al massimo da quasi 2 mesi, grazie al forte recupero delle quotazioni petrolifere.

Dettagli

WORLD ENERGY INVESTMENT OUTLOOK

WORLD ENERGY INVESTMENT OUTLOOK WORLD ENERGY INVESTMENT OUTLOOK 2003 INSIGHTS RIASSUNTO INTERNATIONAL ENERGY AGENCY RIASSUNTO L investimento totale nelle infrastrutture di approvvigionamento di energia per il periodo 2001-2030 sarà di

Dettagli

Situazione e prospettive per l industria chimica

Situazione e prospettive per l industria chimica Situazione e prospettive per l industria Luglio 21 Sintesi Per informazioni: Direzione Centrale Analisi Economiche-Internazionalizzazione Tel. 2/346.337 - Mail aei@feder.it Chimica europea in moderata

Dettagli

Andamento della congiuntura economica in Germania

Andamento della congiuntura economica in Germania Andamento della congiuntura economica in Germania La flessione dell economia tedesca si è drasticamente rafforzata nel primo trimestre 2009 durante il quale il PIL ha subito un calo del 3,5% rispetto all

Dettagli

COMUNICATO STAMPA SAIPEM: Previsioni riviste sui risultati del 2012 e previsioni per l esercizio 2013

COMUNICATO STAMPA SAIPEM: Previsioni riviste sui risultati del 2012 e previsioni per l esercizio 2013 COMUNICATO STAMPA SAIPEM: Previsioni riviste sui risultati del 2012 e previsioni per l esercizio 2013 Previsioni 2012 in leggero calo dopo l esame dell andamento e delle prospettive dei contratti in portafoglio

Dettagli

Gli impatti del gas non convenzionale attuali ed attesi sul mercato mondiale ed europeo

Gli impatti del gas non convenzionale attuali ed attesi sul mercato mondiale ed europeo Gli impatti del gas non convenzionale attuali ed attesi sul mercato mondiale ed europeo 2 marzo 2011 Edgardo Curcio Presidente AIEE Overview Introduzione Parte I: La situazione attuale del mercato del

Dettagli

COMUNICATO STAMPA RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015 RISULTATI DEL SECONDO TRIMESTRE 2015 COMMENTO DEL MANAGEMENT

COMUNICATO STAMPA RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2015 RISULTATI DEL SECONDO TRIMESTRE 2015 COMMENTO DEL MANAGEMENT COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione di d Amico International Shipping S.A. approva i risultati del primo semestre e del secondo trimestre 2015: DIS REALIZZA IL SUO MIGLIORE RISULTATO SEMESTRALE

Dettagli

Energia e trasporti: il ruolo del metano

Energia e trasporti: il ruolo del metano Metano e trasporti per il governo della mobilità Energia e trasporti: il ruolo del metano di Edgardo Curcio Presidente AIEE Parma, 16 marzo 2010 Centro Congressi Paganini Indice della presentazione 1.

Dettagli

1.3. La nuova geografia economica mondiale

1.3. La nuova geografia economica mondiale 28 A cavallo della tigre 1.3. La nuova geografia economica mondiale Internet, elettronica, auto: da Occidente a Oriente Negli ultimi tre-cinque anni si sono verificati mutamenti molto profondi nell importanza

Dettagli

Economia e politica dell ambiente e dell energia A.A. 2012-2013. Modulo IVa Le industrie energetiche: Le fonti fossili

Economia e politica dell ambiente e dell energia A.A. 2012-2013. Modulo IVa Le industrie energetiche: Le fonti fossili Economia e politica dell ambiente e dell energia A.A. 2012-2013 Modulo IVa Le industrie energetiche: Le fonti fossili Gli stadi dell attività energetica (in generale) Scoperta Estrazione Trasformazione

Dettagli

L INDUSTRIA DELLA RAFFINAZIONE E IL MERCATO DEL BITUME

L INDUSTRIA DELLA RAFFINAZIONE E IL MERCATO DEL BITUME Carlo Giavarini Dipartimento Ingegneria Chimica Materiali Ambiente Università di Roma La Sapienza carlo.giavarini@uniroma1.it Fig. 1 - Una spettacolare colata di bitume naturale in una miniera d Abruzzo

Dettagli

-13.9% -17.7% -20.9% Migliori -28.3% -30.0% -30.9%

-13.9% -17.7% -20.9% Migliori -28.3% -30.0% -30.9% P Mirko. maglia nera delle commodity Settimana negativa per l indice generale GSCI ER (-3,1) penalizzato dalle vendite sul comparto energia. In calo anche gli altri settori ad eccezione dei metalli preziosi.

Dettagli

Volume mondiale Esportazioni

Volume mondiale Esportazioni Italia - l auto in cifre Italia La mobilità globale delle merci e il ruolo della strada Dati, proiezioni e considerazioni sul Commercio Estero Mondiale, e sulle valutazioni tradizionali delle varie modalità

Dettagli

ASSONAVE. Lettera-Notiziario n. 1 2013 * * Elaborata dall Ente Studi e Analisi Sistema Competitivo di Fincantieri

ASSONAVE. Lettera-Notiziario n. 1 2013 * * Elaborata dall Ente Studi e Analisi Sistema Competitivo di Fincantieri ASSONAVE Lettera-Notiziario n. 1 2013 * * Elaborata dall Ente Studi e Analisi Sistema Competitivo di Fincantieri ASSONAVE EXECUTIVE SUMMARY Andamento ordini Nel corso del primo trimestre del 2013, gli

Dettagli

Andamento della congiuntura economica in Germania

Andamento della congiuntura economica in Germania Andamento della congiuntura economica in Germania Percepire responibilità per l Europa Il consiglio di esperti economici, che ha pubblicato recentemente il suo parere sull andamento economica nel 2011/2012

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Analisi Macroeconomica e Strategia di Investimento Aggiornamento Mensile -Gennaio/Febbraio 2014-

Analisi Macroeconomica e Strategia di Investimento Aggiornamento Mensile -Gennaio/Febbraio 2014- Analisi Macroeconomica e Strategia di Investimento Aggiornamento Mensile -Gennaio/Febbraio 2014- Le Georges V 14, Avenue de Grande Bretagne MC 98000 Monaco Tél : +377 97 98 29 80 Fax : +377 97 98 29 88

Dettagli

Raffinazione e distribuzione petrolifera in Italia: cambiamenti in atto e prospettive future

Raffinazione e distribuzione petrolifera in Italia: cambiamenti in atto e prospettive future Master in Gestione delle Risorse Energetiche Workshop Safe Raffinazione e distribuzione petrolifera in Italia: cambiamenti in atto e prospettive future Adriano Piglia Direttore Centro Studi SAFE Lunedì

Dettagli

AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS LA RELAZIONE 2011 IN PILLOLE

AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS LA RELAZIONE 2011 IN PILLOLE AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS LA RELAZIONE 2011 IN PILLOLE Energia: Authority presenta relazione green, solo materiali riciclati Quest anno la Relazione Annuale dell Autorità per l energia

Dettagli

Il consumo di energia elettrica e il Pil in alcune economie. (anno 2009; % sul totale mondo) 8,7 5,7 3,7 3,8 4,6 1,8 1,9 2,6 3,0 5,6

Il consumo di energia elettrica e il Pil in alcune economie. (anno 2009; % sul totale mondo) 8,7 5,7 3,7 3,8 4,6 1,8 1,9 2,6 3,0 5,6 35 3 Il consumo di energia elettrica e il Pil in alcune economie (anno 29; % sul totale mondo) 28,3 25 2 15 16,4 18,2 24,1 22, 1 5 5,7 3,7 3,8 4,6 1,8 1,9 2,6 3, Regno Unito 5,6 8,7 Francia Germania Giappone

Dettagli

ASIA/PACIFIC: 45,8 milioni di veicoli prodotti nel 2013: + 4,8%

ASIA/PACIFIC: 45,8 milioni di veicoli prodotti nel 2013: + 4,8% ASIA/PACIFIC: 45,8 milioni di veicoli prodotti nel 2013: + 4,8% Nel 2013 sono stati prodotti in Asia 1 /Oceania oltre 45,8 milioni di autoveicoli, con un incremento del 4,8%; in termini di volumi si tratta

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 6 maggio 2013 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 Nel 2013 si prevede una riduzione del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari all 1,4% in termini reali, mentre per il 2014, il recupero

Dettagli

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro 2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro Nel 2004 (dopo 3 anni di crescita stagnante dovuta principalmente agli effetti degli attacchi terroristici dell 11 settembre e all

Dettagli

SINTESI. Italian Translation WORLD ENERGY OUTLOOK

SINTESI. Italian Translation WORLD ENERGY OUTLOOK SINTESI Italian Translation WORLD ENERGY OUTLOOK 2 0 1 3 WORLD ENERGY OUTLOOK 2013 In un mondo in cui le significative differenze tra i prezzi energetici regionali influenzano la competitività, chi sono

Dettagli

Primo semestre 2007. 1.1 Stati Uniti. Negli Stati Uniti le stime preliminari indicano che nel primo trimestre 2007 la

Primo semestre 2007. 1.1 Stati Uniti. Negli Stati Uniti le stime preliminari indicano che nel primo trimestre 2007 la QUADRO CONGIUNTURALE DEL SETTORE MANIFATTURIERO, DEL COMMERCIO E DELL ARTIGIANATO DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA Primo semestre 2007 1. La congiuntura economica internazionale In questo primo semestre del

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Indebitamento netto di US$ 231,8 milioni con disponibilità di cassa di US$ 54,7 milioni

COMUNICATO STAMPA. Indebitamento netto di US$ 231,8 milioni con disponibilità di cassa di US$ 54,7 milioni COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione di d Amico International Shipping S.A. approva i risultati del secondo trimestre e del primo semestre : RISULTATI INCORAGGIANTI NEL PRIMO SEMESTRE PRINCIPALMENTE

Dettagli

La difficile crescita dei biocarburanti: le politiche e le strategie delle compagnie petrolifere nel settore dei biocarburanti

La difficile crescita dei biocarburanti: le politiche e le strategie delle compagnie petrolifere nel settore dei biocarburanti La difficile crescita dei biocarburanti: le politiche e le strategie delle compagnie petrolifere nel settore dei biocarburanti Edgardo Curcio Presidente AIEE Milano, 20 maggio 2010 La produzione di biocarburanti

Dettagli

Merceologia delle Risorse Naturali

Merceologia delle Risorse Naturali GAS NATURALE-ORIGINI Il gas naturale è un combustibile fossile di origine organica, costituito in massima parte da metano (CH4). Il gas naturale si trova nel sottosuolo, normalmente negli stessi giacimenti

Dettagli

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015 L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 201 E PRIMO TRIMESTRE 201 1 FOCUS CONSUNTIVO 201 Il 201 si è chiuso con un bilancio complessivamente soddisfacente: il quadro di sintesi riferito agli indicatori

Dettagli

Che cosa sta cercando di dirci il Mercato delle Materie Prime?

Che cosa sta cercando di dirci il Mercato delle Materie Prime? Che cosa sta cercando di dirci il Mercato delle Materie Prime? 11 Aprile, 2011 L aumentare della Violenza fa Salire il Prezzo del Petrolio Le continue e crescenti crisi tra le nazioni produttrici di petrolio

Dettagli

Crisi d impresa e Shipping Focus di settore

Crisi d impresa e Shipping Focus di settore Crisi d impresa, novità della disciplina e riflessi per l operatività bancaria Crisi d impresa e Shipping Focus di settore Prof. Gian Enzo Duci Università di Genova Crisi d impresa e shipping: Perchè un

Dettagli

Audizione 13 a Commissione Permanente Territorio, ambiente, beni ambientali

Audizione 13 a Commissione Permanente Territorio, ambiente, beni ambientali Audizione 13 a Commissione Permanente Territorio, ambiente, beni ambientali Le problematiche ambientali connesse alla prospezione, ricerca, coltivazione ed estrazione di idrocarburi liquidi in mare, anche

Dettagli

Il Ruolo della rigassificazione nel mercato internazionale e nazionale del gas naturale

Il Ruolo della rigassificazione nel mercato internazionale e nazionale del gas naturale Corso di Pianificazione Energetica Prof. ing. Francesco Asdrubali a.a. 2012-13 Il Ruolo della rigassificazione nel mercato internazionale e nazionale del gas naturale Prof. Francesco Asdrubali INDICE Introduzione

Dettagli

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a Già negli anni precedenti, la nostra scuola si è dimostrata t sensibile alle problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a stage in aziende e in centri di ricerca

Dettagli

Trasporto marittimo. Veicoli di trasporto marittimo. Vie e terminali di trasporto marittimo

Trasporto marittimo. Veicoli di trasporto marittimo. Vie e terminali di trasporto marittimo Trasporto marittimo Veicoli di trasporto marittimo Vie e terminali di trasporto marittimo 1 Trasporto marittimo Natanti (Veicoli) 2 natanti - classificazione per trasporto merci o passeggeri lenti o mezzi

Dettagli

76 Relazione annuale. 1 aprile 2005-31marzo 2006

76 Relazione annuale. 1 aprile 2005-31marzo 2006 Banca dei Regolamenti Internazionali 76 Relazione annuale 1 aprile 2005-31marzo 2006 Sara Amadei Silvia Mangini Sandra Zoglia Federica Cardinale I. L economia mondiale: aspetti salienti Il periodo in rassegna

Dettagli

Relazione finanziaria 1 trimestre. Documentazione integrativa al comunicato stampa sull andamento della gestione al 31 marzo 2015

Relazione finanziaria 1 trimestre. Documentazione integrativa al comunicato stampa sull andamento della gestione al 31 marzo 2015 Relazione finanziaria 1 trimestre Documentazione integrativa al comunicato stampa sull andamento della gestione al 31 marzo 3 Osservazioni sull andamento della gestione Vendite e consumi interni 1 trimestre

Dettagli

Geopolitica e trasporto di energia ovvero come può il commercio aiutare a conoscersi e allontanare le guerre

Geopolitica e trasporto di energia ovvero come può il commercio aiutare a conoscersi e allontanare le guerre Geopolitica e trasporto di energia ovvero come può il commercio aiutare a conoscersi e allontanare le guerre Antonio Sileo IEFE - Università Bocconi GREEN WEEK 2015, Padova 19 febbraio Contesto L energia

Dettagli

COMUNICATO STAMPA SITUAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2002

COMUNICATO STAMPA SITUAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2002 COMUNICATO STAMPA SITUAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2002 Il Consiglio di Amministrazione della Saipem S.p.A. in data odierna ha esaminato la situazione trimestrale consolidata del Gruppo (non oggetto

Dettagli

Oggetto: La situazione congiunturale del mercato dei rottami di metalli non ferrosi

Oggetto: La situazione congiunturale del mercato dei rottami di metalli non ferrosi Convegno autunnale Assofermet Capri 12 ottobre 2002 Intervento del Presidente di Eurometrec, Fernando Duranti Oggetto: La situazione congiunturale del mercato dei rottami di metalli non ferrosi La congiuntura

Dettagli

Raffineria. Tabriz IGAT 1 TEHERAN-TABRIZ IGAT 2. Kermanshah Arak AHWAZ AZADEGAN MARUN YADAVARAN DARQUAIN AGHA JARI GACHSARAN DOROOD.

Raffineria. Tabriz IGAT 1 TEHERAN-TABRIZ IGAT 2. Kermanshah Arak AHWAZ AZADEGAN MARUN YADAVARAN DARQUAIN AGHA JARI GACHSARAN DOROOD. IRAN Snapshot Raffineria Oleodotto Gasdotto Giacimenti di petrolio Giacimenti di gas TURKMENISTAN-IRAN Tabriz TEHERAN-TABRIZ IGAT 2 NEKA-RASHT IGAT 1 Rasht TEHERAN Mahmudabad NEKA-TEHERAN Semnan Mashhad

Dettagli

Consumi finali delle famiglie pro-capite

Consumi finali delle famiglie pro-capite Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

L impatto della crisi sul mercato elettrico italiano

L impatto della crisi sul mercato elettrico italiano L impatto della crisi sul mercato elettrico italiano di Sergio Portatadino, Pöyry Energy Consulting La sensazione di vivere in un periodo di cambiamento storico pervade anche i mercati energetici e l emblema

Dettagli

NUOVO RECORD PER L OCCHIALERIA ITALIANA SUI MERCATI INTERNAZIONALI: NEL 2014 EXPORT A +11,8%, OLTRE 3,1 MILIARDI DI EURO.

NUOVO RECORD PER L OCCHIALERIA ITALIANA SUI MERCATI INTERNAZIONALI: NEL 2014 EXPORT A +11,8%, OLTRE 3,1 MILIARDI DI EURO. ANFAO NUOVO RECORD PER L OCCHIALERIA ITALIANA SUI MERCATI INTERNAZIONALI: NEL 2014 EXPORT A +11,8%, OLTRE 3,1 MILIARDI DI EURO. STATI UNITI, FRANCIA, GERMANIA, SPAGNA, INGHILTERRA, PAESI EMERGENTI: QUESTI

Dettagli

Ancora vendite sulle materie prime

Ancora vendite sulle materie prime Ancora vendite sulle materie prime L indice generale GSCI ER (-2,1) ha chiuso in calo per la quinta settimana consecutiva aggiornando i minimi dal 1999 con ribassi generalizzati ad eccezione dei preziosi.

Dettagli

NEL 2012, RENDIMENTO, QUALITÀ E DIVERSIFICAZIONE SARANNO LA CHIAVE DEGLI INVESTIMENTI IN UN QUADRO ECONOMICO MONDIALE IN PROGRESSO MA ANCORA DEBOLE

NEL 2012, RENDIMENTO, QUALITÀ E DIVERSIFICAZIONE SARANNO LA CHIAVE DEGLI INVESTIMENTI IN UN QUADRO ECONOMICO MONDIALE IN PROGRESSO MA ANCORA DEBOLE Comunicato stampa Bank of America Merrill Lynch Financial Centre 2 King Edward Street London EC1A 1HQ Per ulteriori informazioni: Ana Iris Reece Gonzalez Donatella Cifarelli Brunswick tel: 02 9288 6200

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

View Weekly 30.11.2014. domenica 30 novembre 2014-1 -

View Weekly 30.11.2014. domenica 30 novembre 2014-1 - View Weekly 30.11.2014 domenica 30 novembre 2014-1 - Analysis & Research La guerra del petrolio Il prezzo del barile di petrolio sta scendendo verticalmente grazie al nulla di fatto nell'incontro dell

Dettagli