Sono lieto di presentare le azioni Marie Curie per i ricercatori elaborate della Commissione

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sono lieto di presentare le azioni Marie Curie per i ricercatori elaborate della Commissione"

Transcript

1

2 Sono lieto di presentare le azioni Marie Curie per i ricercatori elaborate della Commissione europea. Queste azioni, che mirano a sviluppare le possibilità di formazione e mobilità offerte ai ricercatori nel corso della loro carriera, costituiscono uno dei mezzi più efficaci e visibili per attuare lo Spazio Europeo della Ricerca. Quest'ultimo, inaugurato nel gennaio 2000, è uno strumento essenziale per migliorare la capacità dell Europa di attrarre nuove risorse e per incrementare il suo sviluppo, l'attrattività e le capacità europee. Da lungo tempo la Commissione sostiene lo sviluppo delle risorse umane nella ricerca europea. È la prima volta, tuttavia, che le azioni a favore della formazione e della mobilità dei ricercatori hanno ricevuto un'attenzione tanto considerevole e che sono aperte ai ricercatori di tutte le età, esperienze e nazionalità. I ricercatori svolgono un ruolo essenziale nel definire il percorso dell'europa di domani: essi contribuiscono attivamente al mercato del lavoro e alla competitività; assicurano la circolazione e lo scambio di idee e conoscenze e costituiscono un chiaro esempio della varietà delle nostre culture e dei nostri sistemi educativi. Questo opuscolo è destinato a un'ampia gamma di persone: ai ricercatori nella fase iniziale della carriera e a quelli con più esperienza; alle università, alle imprese e agli enti pubblici d'europa e di tutto il mondo; ma anche agli studenti, ai genitori e agli insegnanti che stanno preparando le nuove generazioni alle sfide di domani e che devono essere pienamente informati sulle future possibilità di mobilità e formazione. La formazione e la mobilità offrono una possibilità eccezionale per acquisire nuove competenze, per partecipare a gruppi multinazionali e per fruire dei vantaggi offerti dalla varietà culturale. Questa è l'immagine che l'europa vuole dipingere di se stessa: quella di un continente aperto e attraente capace di valorizzare le sue molteplici potenzialità. Sono sicuro che un'ampia gamma di ricercatori trarrà vantaggio dalle occasioni offerte dalle azioni Marie Curie. Philippe Busquin Commissario europeo alla Ricerca COMMISSIONE EUROPEA Direzione generale della Ricerca, unità Informazione e comunicazione Rue de la Loi, 200, B-1049 Bruxelles Fax: +32 (0) Nota La Commissione europea e coloro che eventualmente agiscano in suo nome non rispondono dell'uso che potrebbe essere fatto delle seguenti informazioni. Luxembourg : Office des publications officielles des Communautés européennes, 2002 ISBN Comunità europee, 2002 Riproduzione autorizzata con citazione della fonte. Printed in Belgium

3 Fare le scelte giuste La competitività e la crescita dell'europa dipendono dalla sua capacità di sfruttare a pieno le risorse di conoscenza, competenza e creatività. Un obiettivo definito dagli Stati membri al Consiglio europeo di Lisbona del marzo 2000 consiste nel fare in modo che l'europa diventi entro il 2010 l'economia basata sulla conoscenza piu dinamica del mondo. Per raggiungere tale obiettivo sarà necessario attingere alle risorse di conoscenza, competenza e creatività a livello europeo, nazionale e regionale. Sfruttare al meglio il potenziale della ricerca europea è un fattore fondamentale per la riuscita di questo processo. L'Europa ha una fama invidiabile nel mondo della scienza grazie in gran parte al suo personale di ricerca vario e altamente qualificato e alla sua ricca capacità intellettuale e conoscenza pratica. Per competere a livello internazionale, l'europa deve migliorare ulteriormente questa reputazione investendo nel futuro della comunità di ricerca. Per diventare veramente competitiva, l'europa deve aumentare il numero e la qualità dei suoi ricercatori e deve aumentarne la capacità di produrre, condividere e sfruttare la conoscenza. Questo è fondamentale se si vuole che l'europa arresti la fuga di cervelli dall'ue verso altre parti del mondo, un fenomeno che priva la scienza europea di valide risorse e di potenziale di ricerca. La mobilità e lo Spazio Europeo della Ricerca (SER) L'UE ha risposto a queste sfide con risolutezza, creando quello che è conosciuto come Spazio Europeo della Ricerca (SER). Esso mira a perfezionare la ricerca in Europa attraverso un miglior coordinamento delle politiche di ricerca nazionali e mediante un aumento degli investimenti nella formazione permanente dei ricercatori. Lo strumento finanziario per l'attuazione dello Spazio Europeo della Ricerca è il Sesto Programma Quadro della ricerca, noto come 6PQ, che sarà in vigore dal 2002 al 2006 con una dotazione complessiva di 17,5 miliardi di euro. Di questi, 1,58 miliardi saranno spesi per il miglioramento delle risorse umane della ricerca europea. Gli obiettivi sono lo sviluppo e il trasferimento delle competenze in materia di ricerca, il consolidamento e l'ampliamento delle prospettive di carriera dei ricercatori e la promozione dell'eccellenza nella ricerca europea. La mobilità dei ricercatori è sempre stata fondamentale per la riuscita della scienza. Per eccellere, gli scienziati hanno bisogno della libertà di lavorare con colleghi residenti altrove. Aiutare i ricercatori a seguire formazioni di altissimo livello all'estero migliora la base di competenze dell' Europa, dà impulso all'attrattiva della ricerca come possibile carriera e crea nuove strade per la collaborazione internazionale. Finora, tuttavia, molti ostacoli, legali, amministrativi e sociali, hanno impedito ai ricercatori europei di diventare realmente mobili. Tra questi ostacoli figurano le questioni legate ai finanziamenti, le restrizioni sull'immigrazione, i problemi di sicurezza sociale e le esigenze dordine familiare. Libero accesso Le nuove attività per le risorse umane e la mobilità delineate in questo opuscolo costituiscono un grande passo in avanti verso la soluzione di questi problemi e rendono lo Spazio Europeo della Ricerca aperto e accessibile nella massima misura. Queste attività sono note nell'insieme come azioni "Marie Curie" e sono aperte ai ricercatori di tutte le nazionalità e con ogni grado di esperienza. Sono ammessi tutti i campi della ricerca scientifica e tecnologica. Per questo le azioni sono dirette in funzione delle proposte di ricerca presentate dai candidati. Indicatori della R&S per paese, 1999 (1) Ricercatori (ETP) per migliaia di persone attive Spesa per la E&S espressa come percentuale del PIL (1) Dati: Eurostat/OCSE/Paesi. Fonte: DG Ricerca (2) UE-15 non include il Lussemburgo Possibilità di formazione, mobilità e sviluppo di carriera per i ricercatori I Le azioni Marie Curie 3

4 I vantaggi della mobilità Contare sull'esperienza Da molto tempo l'ue incoraggia la mobilità nel campo dell'istruzione e della formazione. Per esempio, il programma UE Erasmus, che aiuta gli studenti universitari a recarsi all'estero presso istituti educativi superiori di altri paesi Europei, è stato istituito nel 1987 ed è tuttora in piena attività. Analogamente, dal 1984 i ricercatori che intendono trascorrere un periodo di lavoro all'estero hanno beneficiato di programmi ormai affermati, come le borse Marie Curie e le Reti di formazione mediante la ricerca. Facilitare ai ricercatori l'accesso alla formazione al di fuori del proprio paese natale è essenziale per mantenere la competitività e l'attrattiva della ricerca europea. La straordinaria varietà dell'europa - dal punto di vista culturale e scientifico - è una ricchezza che va sfruttata. Incoraggiare la cooperazione e condividere la conoscenza mediante programmi di mobilità offre ai ricercatori una larghezza di vedute e di esperienze che rende migliori gli scienziati e, infine, migliora la scienza. La azioni Marie Curie: quale vantaggio ne trarrà l'ue? La mobilità offre una dimensione europea alla ricerca e incoraggia la cooperazione transnazionale e un uso più efficiente delle risorse. Essa migliora il flusso di conoscenza e competenza a livello mondiale. La mobilità promuove e riconosce l'eccellenza della ricerca europea e contribuirà a fare dello Spazio Europeo della Ricerca una realtà concreta. La possibilità di lavorare in un altro paese accentua il profilo internazionale della carriera dei ricercatori. Le azioni Marie Curie contribuiscono a fare dell'europa una meta più attraente per i talenti della ricerca di tutto il mondo. La mobilità contribuisce ad arrestare la "fuga dei cervelli". Quali sono i vantaggi per i ricercatori? Le azioni Marie Curie offrono al ricercatore la libertà e la flessibilità necessarie per beneficiare delle possibilità di formazione di livello internazionale offerte al di fuori del proprio paese d'origine. Esse offrono la possibilità di vivere e lavorare in un altro paese nell'ambito di una struttura di ricerca multiculturale. Allo stesso tempo, il ricercatore approfondisce le conoscenze linguistiche e culturali. La mobilità aiuta il ricercatore a sviluppare nuove competenze d'avanguardia, ideali per dare slancio a nuove prospettive di carriera. Le azioni Marie Curie consentono al ricercatore di allacciare rapporti e scambiare esperienze con altri ricercatori operanti nello stesso campo. Le azioni Marie Curie incoraggiano i ricercatori europei operanti all'estero a tornare nel proprio paese per continuare la carriera. Chi può partecipare? Se sei un ricercatore, esiste un'azione Marie Curie adatta al tuo caso. I fattori chiave che determinano l'ammissibilità sono l'esperienza di ricerca e l'eccellenza, non l'età. Le azioni riguardano tutti i livelli, dai ricercatori all inizio di carriera a quelli di livello internazionale con competenza ed esperienza scientifica consolidata. Molti programmi sono aperti a ricercatori promettenti provenienti da paesi terzi e da paesi associati. I programmi sono aperti anche imprese, università e istituzioni attive nella ricerca. 4 Le azioni Marie Curie I Possibilità di formazione, mobilità e sviluppo di carriera per i ricercatori

5 Azioni condotte da organismi ospitanti Gli istituti di ricerca prendono l'iniziativa Le università, le organizzazioni di ricerca e le imprese- comprese le PMI- attive nella ricerca, appartenenti agli Stati membri e ai paesi associati che hanno sottoscritto il 6PQ, possono presentare alla Commissione richieste di finanziamento nell'ambito delle cosiddette "azioni condotte da organismi ospitanti". Se la domanda è accettata, la Commissione finanzia le organizzazioni che intendono "ospitare" per un certo periodo di tempo ricercatori esordienti o esperti, provenienti da un altro paese. Costoro prendono parte a progetti di ricerca congiunti o seguono attività formative appositamente studiate in funzione delle loro esigenze. Vi sono quattro possibilità: Reti Marie Curie di formazione mediante la ricerca Le Reti di formazione mediante la ricerca offrono formazione ed esperienza di ricerca ai ricercatori di tutte le età e nazionalità, dando loro la possibilità di trascorrere fino a tre anni in un altro paese nell'ambito di un progetto di ricerca internazionale. Le dimensioni della rete variano a seconda del tipo di ricerca ma non saranno inferiori a un minimo di tre componenti appartenenti a tre paesi diversi. Borse Marie Curie per la formazione iniziale dei ricercatori In questo caso, i fondi sono messi a disposizione di istituti di ricerca, organizzazioni e imprese per offrire opportunità di formazione, per una durata massima di tre anni, a ricercatori esordienti, indipendentemente dall'età e dalla nazionalità. Borse Marie Curie per il trasferimento delle conoscenze Università, centri di ricerca e imprese possono presentare progetti destinati a rafforzare o sviluppare nuove competenze in materia di ricerca mediante l'assunzione di ricercatori esperti, soprattutto nelle regioni dell'unione meno sviluppate o nei paesi candidati associati al 6PQ (programma Sviluppo). Altre iniziative mirano a stimolare la mobilità tra università e industria (programma di Partenariato strategico tra industrie e università). Le borse durano al massimo due anni e sono aperte a tutte le nazionalità e a tutte le fasce d'età. Conferenze e corsi di formazione Le conferenze e i corsi di formazione sono un modo efficace per imparare, scambiare informazioni e pianificare progetti futuri. I fondi Marie Curie sono destinati ad aiutare i ricercatori a parteciparvi, indipendentemente dal livello e dalla nazionalità. > Michael Udvardi, dell'istituto Max Planck di fitofisiologia molecolare di Postdam, Germania, coordina una rete di nove unità di ricerca in sette Stati membri (Germania, Italia, Grecia, Spagna, Regno Unito, Danimarca, Paesi Bassi) che offrono formazione nel nuovo campo di ricerca pluridisciplinare della genomica funzionale. Il gruppo sta studiando la base molecolare e genetica delle simbiosi mutualistiche (l'interazione tra le piante e i microorganismi del suolo) che forniscono ad alcune leguminose, come il Lotus japonicus, gli elementi nutritivi necessari alla crescita. Questo tipo di simbiosi è un fattore decisivo per l'agricoltura sostenibile. "Il finanziamento della Commissione ci ha consentito di assumere 11 titolari o studenti di dottorato di diversi Stati membri o paesi associati. Il finanziamento è stato molto utile sotto due aspetti: per offrire una formazione in questo nuovo settore di ricerca e per mettere in rapporto gruppi specializzati che in precedenza non collaboravano tra loro. Il finanziamento è stato utilizzato per varie attività, in particolare per permettere ai tirocinanti di trascorrere un periodo in un altro laboratorio della rete e per organizzare tre workshop di una settimana ciascuno, in cui i tirocinanti hanno potuto scoprire una nuova tecnologia e stabilire contatti con altri membri del gruppo". Possibilità di formazione, mobilità e sviluppo di carriera per i ricercatori I Le azioni Marie Curie 5

6 Azioni destinate al sostegno di singoli ricercatori I ricercatori fanno il primo passo Le azioni Marie Curie offrono ai singoli ricercatori numerose opportunità far parte di un'unità di ricerca in un altro paese. Vi sono fondi a loro disposizione per viaggiare in Europa e nel mondo. Per stimolare lo sviluppo di reti di ricercatori, l'ue propone anche finanziamenti destinati ai ricercatori venuti da paesi terzi per formarsi in Europa. Vi sono tre tipi di azioni "destinate al sostegno di singoli ricercatori", accessibili ai ricercatori di tutte le età aventi un'esperienza minima di quattro anni o titolari di dottorato. Borse Marie Curie intraeuropee Queste borse sono aperte ai ricercatori di qualsiasi età, provenienti dall'ue o dai paesi associati, che abbiano almeno quattro anni di esperienza professionale o siano titolari di dottorato. L'obiettivo consiste nell'offrire loro i mezzi finanziari necessari a seguire una formazione avanzata mediante la ricerca o ad acquisire competenze aggiuntive presso un'organizzazione europea che corrisponda in modo ottimale alle loro esigenze professionali. Tale esperienza darà al ricercatore lo slancio finale per raggiungere l'indipendenza professionale. Prima di chiedere un finanziamento, il ricercatore deve trovare un'unità di ricerca disposta ad accoglierlo per un periodo di uno o due anni. Borse internazionali Marie Curie per un soggiorno all'estero Queste borse permettono ai ricercatori dell'ue e dei paesi associati di ampliare la loro esperienza internazionale nel campo della ricerca. Esse consentono al ricercatore di lavorare in centri di ricerca situati al di fuori dell'ue e dei paesi associati per un periodo non superiore a due anni, seguito da una fase di reintegrazione nell'istituto di partenza, di durata non superiore a un anno. Il candidato deve avere almeno quattro anni di esperienza, o essere in possesso di dottorato e deve trovare un adeguato centro di ricerca disposto a riceverlo. Borse internazionali Marie Curie di accoglienza > "Le borse di ricerca Marie Curie offrono condizioni ideali per svolgere un lavoro di alta qualità", dichiara Mario Trottini, scienziato italiano che ha trascorso due anni presso l'università di Valencia, Spagna, per sviluppare una serie di tecniche destinate a proteggere la riservatezza dei dati nel corso delle indagini statistiche. "Il Queste borse si rivolgono ai ricercatori esperti provenienti da paesi fuori dall UE e dai paesi associati, intenzionati a trasferirsi in Europa per partecipare alla formazione di ricerca. Anche in questo caso, il ricercatore deve avere almeno quattro anni di esperienza, o essere in possesso di dottorato, e prima di candidarsi deve concordare un programma di lavoro con un'organizzazione europea. finanziamento mi ha dato la possibilità di concentrarmi esclusivamente sulla mia ricerca. Il periodo trascorso in Spagna è stato un'esperienza di formazione meravigliosa sul piano tecnico e scientifico, ma ritengo che il risultato più valido sia stato l'avermi permesso di diventare un ricercatore indipendente". > Abbattere gli ostacoli Nel Sesto Programma Quadro di ricerca dell'unione europea lo stanziamento per le risorse umane e la mobilità dei ricercatori è stato portato a 1,58 miliardi di euro, rappresentando un aumento di oltre il 50 %. Il successo dei meccanismi istituiti è dovuto sostanzialmente al contributo di tutte le parti in gioco, tra cui gli Stati membri, i paesi associati al 6PQ, le università, le imprese e naturalmente gli stessi ricercatori. La prima fase decisiva consiste nel fare in modo che i ricercatori europei siano adeguatamente informati sulle opportunità disponibili e possano parteciparvi nella maniera più semplice. In quest ottica, la Commissione e gli Stati membri hanno avviato due nuove iniziative destinate ad allontanare il timore che la partecipazione a un periodo di mobilità possa danneggiare in qualche modo il ricercatore e la sua famiglia: 6 Le azioni Marie Curie I Possibilità di formazione, mobilità e sviluppo di carriera per i ricercatori

7 Promozione e riconoscimento dell'eccellenza Promozione dell'eccellenza Le Azioni Marie Curie riguardano anche la promozione e il riconoscimento dell'eccellenza nella ricerca europea. Sono state avviate tre iniziative destinate a valorizzare i migliori risultati prodotti dai ricercatori europei di livello internazionale e a indirizzarli verso l'indipendenza professionale. L'obiettivo consiste nel migliorare la visibilità e l attrattiva della ricerca come scelta di carriera e nel promuoverne i risultati negli ambienti scientifici. Queste misure, inoltre, incoraggiano i ricercatori europei di livello internazionale residenti in altri paesi a tornare in Europa a continuare la carriera. Contributi per l eccellenza Marie Curie Lo scopo consiste nel creare unità di ricerca transnazionali guidate da un ricercatore che ha il potenziale necessario per giungere all'eccellenza in un determinato campo scientifico. Quest azione è rivolta alle unità europee che svolgono ricerche d'avanguardia a carattere interdisciplinare negli Stati membri o nei paesi associati. Cattedre Marie Curie Questa azione si rivolge principalmente ai ricercatori di fama mondiale operanti in campi scientifici di importanza fondamentale per l'europa. Si tratta di incarichi di ricerca e insegnamento di nuova creazione in un'università o istituto di ricerca. I titolari delle docenze eseguiranno ricerche, formeranno studenti laureati e dirigeranno tesi di dottorato. Premi per l eccellenza Marie Curie Per mettere in evidenza i risultati di maggior spicco conseguiti dagli ex titolari delle borse di ricerca Marie Curie, è stata istituita una serie di premi scientifici. Cinque di questi saranno conferiti annualmente nel corso del 6PQ per riconoscere l'eccellenza dei ricercatori che hanno beneficiato di un sostegno comunitario alla mobilità per la formazione dei ricercatori. > Mark Hyuse, dell'università di Lovanio, Belgio, ha una profonda esperienza nell'organizzazione delle scuole estive Marie Curie. Lo scorso settembre, a Les Houches, un piccolo paese in Francia, ha organizzato il nono raduno sul tema dei fasci esotici in fisica nucleare, per un gruppo di giovani studenti di dottorato. Cinquanta ricercatori hanno beneficiato del sostegno finanziario erogato nell'ambito delle azioni Marie Curie per assistere alle nove giornate d'incontro. "È un luogo ideale in cui i giovani ricercatori possono ricevere il contributo di esperti internazionali operanti nel settore e stringere rapporti con altri colleghi impegnati in ricerche analoghe. Abbiamo costituito una rete attiva di ex partecipanti che possono offrire consiglio ai ricercatori sia sugli aspetti scientifici che su quelli attinenti alla carriera". Il Portale Europea per la mobilità dei ricercatori, che offre informazioni sulla legislazione dell'unione e degli Stati in materia di mobilità, nonché i dati relativi a tutte le possibilità di finanziamento e le offerte di lavoro a livello europeo, nazionale e regionale. Questo portale diventerà una risorsa centralizzata per i ricercatori che intendono avvantaggiarsi dei vari meccanismi proposti. <http://europa.eu.int/eracareers > La rete europea di centri di mobilità, che offrirà più assistenza pratica e personalizzata ai ricercatori e alle loro famiglie che si trasferiscono all'estero. Gli esperti presenti nei centri di mobilità aiuteranno i ricercatori nazionali e stranieri a trattare aspetti giuridici e amministrativi come fiscalità, visti d ingresso, alloggio, strutture d'accoglienza per l'infanzia, scuola e possibilità d'impiego per il coniuge. Possibilità di formazione, mobilità e sviluppo di carriera per i ricercatori I Le azioni Marie Curie 7

8 Ritorno e Reinserimento KI IT-C Il vostro futuro è in Europa Uno dei maggiori ostacoli alla mobilità nel campo della ricerca è il timore di alcuni ricercatori di perdere opportunità in patria mentre trascorrono un periodo di lavoro all'estero. I ricercatori che si sono allontanati dal sistema nazionale di ricerca per un periodo prolungato spesso trovano difficoltà ad avere un incarico quando ritornano nel proprio paese. A volte i ricercatori più esperti ritengono che un periodo trascorso in un istituto di ricerca all'estero possa costituire un pregiudizio per l'avanzamento di carriera e temono che il lavoro compiuto all estero non sia valutato adeguatamente dall'istituto d'appartenenza. Le azioni Marie Curie prendono atto di questi problemi e si propongono di risolverli. Sono state istituite varie misure innovative destinate a rendere più vantaggiosa la mobilità, riducendone l'impatto negativo sulla carriera del ricercatore e facilitando ai borsisti la continuazione della carriera scientifica in Europa dopo un periodo di formazione all'estero. I meccanismi di "Ritorno e Reinserimento" daranno sostegno anche ai ricercatori che lavorano da molto tempo lontano dall'europa e che desiderano tornarvi. Vengono proposte due nuove misure, ciascuna sotto forma di sovvenzione all'istituto di ricerca presso il quale lavorerà il ricercatore rientrato: Contributi per il reinserimento europeo Questi contributi sono accessibili ai ricercatori degli Stati membri UE o dei paesi associati che hanno partecipato a un'azione Marie Curie per almeno due anni. Lo scopo consiste nell'aiutare i ricercatori a sviluppare la carriera scientifica dopo un periodo di lavoro all'estero. Il contributo serve a finanziare un progetto di ricerca in uno Stato membro o in un Paese associato. I ricercatori devono presentare richiesta durante l'ultimo anno della borsa di ricerca. Contributi per il reinserimento internazionale Il secondo tipo di contributi mira a incoraggiare i ricercatori che hanno lavorato fuori dall'europa per almeno cinque anni a tornarvi per condividere la loro conoscenza e competenza. Questi contributi durano da uno a due anni e contribuiscono a finanziare programmi di ricerca ben definiti intrapresi in uno Stato membro o in un paese associato. Per maggiori informazioni sulle azioni Marie Curie visitate il sito: UFFICIO DELLE PUBBLICAZIONI UFFICIALI DELLE COMUNITÀ EUROPEE L-2985 Luxembourg

Come nella cultura, anche nel settore della ricerca l Unione Europea ha riversato non poche attenzioni.

Come nella cultura, anche nel settore della ricerca l Unione Europea ha riversato non poche attenzioni. DOSSIER RICERCA & INNOVAZIONE Come nella cultura, anche nel settore della ricerca l Unione Europea ha riversato non poche attenzioni. Nel 2007 è stato creato in Europa il Consiglio Europeo della Ricerca

Dettagli

Il Programma per la formazione permanente.

Il Programma per la formazione permanente. Anno VII 15 dicembre 2008 Numero speciale a cura di Giuseppe Anzaldi NUMERO SPECIALE: IL PROGRAMMA PER LA FORMAZIONE PERMANENTE Introduzione Obiettivi e struttura I quattro pilastri Comenius Erasmus Leonardo

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO La ricerca europea in azione IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO (7º PQ) Portare la ricerca europea in primo piano Per alzare il livello della ricerca europea Il Settimo programma quadro per la ricerca e lo sviluppo

Dettagli

STUDIARE IN EUROPA: I PROGRAMMI PER LA MOBILITA

STUDIARE IN EUROPA: I PROGRAMMI PER LA MOBILITA STUDIARE IN EUROPA: I PROGRAMMI PER LA MOBILITA Quali sono gli obiettivi dell Unione nel realizzare i programmi per la mobilità? Questi programmi rientrano all interno della politica di istruzione, formazione

Dettagli

LA POLITICA DELL UNIONE EUROPEA PER LA CULTURA

LA POLITICA DELL UNIONE EUROPEA PER LA CULTURA LA POLITICA DELL UNIONE EUROPEA PER LA CULTURA Quale è la competenze dell Unione europea nell ambito della cultura? Il trattato di Maastricht (1993) ha consentito all'unione europea, storicamente orientata

Dettagli

Politiche europee per i giovani

Politiche europee per i giovani Politiche europee per i giovani Roma, 25 maggio 2011 Natalja Montefusco della Commissione europea Base giuridica: Trattato di Lisbona Articolo 165 (ex articolo 149 del TCE) L'azione dell'unione è intesa

Dettagli

LIFELONG LEARNING PROGRAMME. Il Programma d'azione comunitaria nel campo dell'apprendimento

LIFELONG LEARNING PROGRAMME. Il Programma d'azione comunitaria nel campo dell'apprendimento LIFELONG LEARNING PROGRAMME Il Programma d'azione comunitaria nel campo dell'apprendimento permanente, o Lifelong Learning Programme (LLP), è stato istituito con decisione del Parlamento europeo e del

Dettagli

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO MOTIVAZIONE... 3 OBIETTIVI DEL PROGETTO... 5 METODOLOGIA... 6 PIANO DI LAVORO... 8 GRUPPI DI RIFERIMENTO.IMPATTO... 9 2 MOTIVAZIONE

Dettagli

PARLAMENTO EUROPEO E CONSIGLIO

PARLAMENTO EUROPEO E CONSIGLIO 30.12.2006 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 394/5 II (Atti per i quali la pubblicazione non è una condizione di applicabilità) PARLAMENTO EUROPEO E CONSIGLIO RACCOMANDAZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO

Dettagli

Il Settimo Programma Quadro e le opportunità per le PMI del Mezzogiorno. Giocare d anticipo per vincere le sfide del futuro

Il Settimo Programma Quadro e le opportunità per le PMI del Mezzogiorno. Giocare d anticipo per vincere le sfide del futuro Il Settimo Programma Quadro e le opportunità per le PMI del Mezzogiorno Giocare d anticipo per vincere le sfide del futuro Contesto della proposta (1) La conoscenza costituisce il fulcro dell Agenda di

Dettagli

Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001

Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001 Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001 1. Due anni dopo la firma della Dichiarazione di Bologna e tre dopo quella

Dettagli

Lifelong Learning Programme - Programma di apprendimento permanente

Lifelong Learning Programme - Programma di apprendimento permanente Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Il trattato UE Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Articolo 149 Contribuire allo sviluppo della qualità dell istruzione

Dettagli

PROGETTO OPERATIVO DI ASSISTENZA TECNICA ALLE REGIONI DELL OBIETTIVO CONVERGENZA

PROGETTO OPERATIVO DI ASSISTENZA TECNICA ALLE REGIONI DELL OBIETTIVO CONVERGENZA PROGETTO OPERATIVO DI ASSISTENZA TECNICA ALLE REGIONI DELL OBIETTIVO CONVERGENZA Ambito 1 Linea 3 Azioni a supporto della partecipazione ai programmi comunitari a gestione diretta e al lavoro in rete Erasmus

Dettagli

EUROPA CREATIVA (2014-2020) Sottoprogramma Cultura. Invito a presentare proposte

EUROPA CREATIVA (2014-2020) Sottoprogramma Cultura. Invito a presentare proposte EUROPA CREATIVA (2014-2020) Sottoprogramma Cultura Invito a presentare proposte EACEA 29/2015 : Sostegno a favore di progetti di cooperazione europei Attuazione del regime del sottoprogramma Cultura Europa

Dettagli

PROGRAMMA ERASMUS + INFORMAZIONI GENERALI SUL PROGRAMMA ERASMUS + Key Action 1 - Mobilità del personale scolastico

PROGRAMMA ERASMUS + INFORMAZIONI GENERALI SUL PROGRAMMA ERASMUS + Key Action 1 - Mobilità del personale scolastico PROGRAMMA ERASMUS + INFORMAZIONI GENERALI SUL PROGRAMMA ERASMUS + Key Action 1 - Mobilità del personale scolastico Erasmus plus è il nuovo programma varato dall'unione europea per il periodo 2014-2020

Dettagli

Politica dell Unione europea per le PMI. Prof.ssa Ernestina Giudici

Politica dell Unione europea per le PMI. Prof.ssa Ernestina Giudici Politica dell Unione europea per le PMI Prof.ssa Ernestina Giudici Un inquadramento generale! Uno Small Business Act (SBA) per l Europa! Migliorare il contesto imprenditoriale! Promuovere l imprenditorialità!

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 STRUMENTI FINANZIARI DELLA POLITICA DI COESIONE PER IL PERIODO 2014-2020 POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A dicembre 2013, il Consiglio dell Unione europea ha formalmente adottato le nuove normative e le

Dettagli

Le tipologie di finanziamento UE dal 2014

Le tipologie di finanziamento UE dal 2014 LA NUOVA PROGRAMMAZIONE COMUNITARIA 2014-2020 2020 Le opportunità di mobilità e cooperazione per l istruzione scolastica e per la mobilità dei giovani Fiorenzuola 07 maggio 2014 Programmi a gestione diretta

Dettagli

Una rete che aiuta i lavoratori ad attraversare le frontiere

Una rete che aiuta i lavoratori ad attraversare le frontiere Una rete che aiuta i lavoratori ad attraversare le frontiere Occupazione & Fondo Sociale Europeo Occupazione affari sociali Commissione europea 1 EURES Una rete che aiuta i lavoratori ad attraversare le

Dettagli

Politiche pubbliche ed europee

Politiche pubbliche ed europee Universtà degli Studi di Ferrara Corso di Storia economica Prof. Laura Ramaciotti Politiche pubbliche ed europee Ugo Rizzo Sommario La politica industriale dell Unione Europea Le politiche industriali

Dettagli

newsletter N.4 Dicembre 2013 Erasmus+ il nuovo programma integrato per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport.

newsletter N.4 Dicembre 2013 Erasmus+ il nuovo programma integrato per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport. newsletter N.4 Dicembre 2013 Questo numero è stato realizzato da: Franca Fiacco ISFOL Agenzia Nazionale LLP Programma settoriale Leonardo da Vinci Erasmus+ il nuovo programma integrato per l istruzione,

Dettagli

Investire nell azione per il clima, investire in LIFE

Investire nell azione per il clima, investire in LIFE Investire nell azione per il clima, investire in LIFE UNA PANORAMICA DEL NUOVO SOTTOPROGRAMMA LIFE AZIONE PER IL CLIMA 2014-2020 istock Azione per il clima Cos è il nuovo sottoprogramma LIFE Azione per

Dettagli

Dal Brain Drain al Brain Circulation

Dal Brain Drain al Brain Circulation Dal Brain Drain al Brain Circulation Il caso Italiano nel contesto globale Simona Milio London School of Economics and Political Science Introduzione Il problema e La sfida Le cause Le politiche adottate

Dettagli

Carta europea della qualità per i tirocini e gli apprendistati

Carta europea della qualità per i tirocini e gli apprendistati Carta europea della qualità per i tirocini e gli apprendistati www.qualityinternships.eu Preambolo Premesso che:! per i giovani il passaggio dal sistema educativo al mercato del lavoro è sempre più difficile

Dettagli

DOSSIER PER LA STAMPA

DOSSIER PER LA STAMPA DOSSIER PER LA STAMPA INDICE ERASMUS GIOVANI IMPRENDITORI : UN NUOVO PROGRAMMA DI SCAMBIO...3 CHI PUO' PARTECIPARE?... 5 QUALI BENEFICI E PER CHI?...6 COME FUNZIONA? STRUTTURA E IMPLEMENTAZIONE...7 CHI

Dettagli

Roma, 8 novembre 2010. Silvia Vaccaro Centro Nazionale Europass Italia

Roma, 8 novembre 2010. Silvia Vaccaro Centro Nazionale Europass Italia La mobilità europea dei giovani per motivi di studio e di lavoro: risorsa per lo sviluppo delle competenze, l'inserimento nel mercato del lavoro e l'integrazione sociale Roma, 8 novembre 2010 Silvia Vaccaro

Dettagli

Raccomandazione n. 195 sulla valorizzazione delle risorse umane, 2004

Raccomandazione n. 195 sulla valorizzazione delle risorse umane, 2004 Raccomandazione n. 195 sulla valorizzazione delle risorse umane, 2004 Allegato La Conferenza generale dell Organizzazione internazionale del Lavoro, convocata a Ginevra dal Consiglio di amministrazione

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 SVILUPPO LOCALE DI TIPO PARTECIPATIVO POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A dicembre 2013, il Consiglio dell Unione europea ha formalmente adottato le nuove normative e le leggi che regolano il ciclo successivo

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

LA DOCUMENTAZIONE DELL UNIONE EUROPEA

LA DOCUMENTAZIONE DELL UNIONE EUROPEA LA DOCUMENTAZIONE DELL UNIONE EUROPEA Come ci si può documentare sull UE? Il modo più veloce per documentarsi sull UE è la consultazione del sito ufficiale dell Unione europea (http://europa.eu), dal quale

Dettagli

Il programma Europa Creativa. Perché Europa Creativa? Obiettivi generali. Obiettivi specifici

Il programma Europa Creativa. Perché Europa Creativa? Obiettivi generali. Obiettivi specifici EUROPA CREATIVA (2014-2020) Sottoprogramma Cultura Invito a presentare proposte EAC/S16/2013 Progetti di cooperazione europea Scadenza: 5 marzo 2014 Scadenza presentazione all URI 21 febbraio 2014 Il programma

Dettagli

Persone fisiche e giuridiche aventi sede: - negli Stati Membri dell'u.e., - negli Stati associati al programma e il Centro Comune di Ricerca.

Persone fisiche e giuridiche aventi sede: - negli Stati Membri dell'u.e., - negli Stati associati al programma e il Centro Comune di Ricerca. 5FP - 5 Programma Quadro di Ricerca e Sviluppo Tecnologico OGGETTO Decisione del Parlamento Europeo e del Consiglio del 22 dicembre 1998 relativa al 5 Programma Quadro comunitario di finanziamento a favore

Dettagli

2014-2020. Horizon. Decisione n.1313/2013/eu - Union Civil Protection Mechanism

2014-2020. Horizon. Decisione n.1313/2013/eu - Union Civil Protection Mechanism 2014-2020 Horizon Decisione n.1313/2013/eu - Union Civil Protection Mechanism Regolamento (UE) n. 1291/2013 che istituisce Horizon 2020 - il programma quadro di ricerca e innovazione (2014-2020) Base giuridica

Dettagli

Expoedilizia - Roma 21 marzo 2013

Expoedilizia - Roma 21 marzo 2013 Expoedilizia - Roma 21 marzo 2013 La Piattaforma europea dedicata ai professionisti dell edilizia sostenibile Iscriviti ed entra a far parte del nostro network www.construction21.eu Unioncamere del Veneto

Dettagli

Glossario ANG. Apprendimento non formale: Youthpass:

Glossario ANG. Apprendimento non formale: Youthpass: Glossario ANG Apprendimento non formale: è l'apprendimento connesso ad attività pianificate ma non esplicitamente progettate come apprendimento (quello che non è erogato da una istituzione formativa e

Dettagli

Giornata di Formazione per referenti delle Scuole Polo

Giornata di Formazione per referenti delle Scuole Polo Giornata di Formazione per referenti delle Scuole Polo Milano, 18 gennaio 2013 1 NORMATIVA RELATIVA ALLA SOLIDARIETA, AL BENESSERE DEGLI STUDENTI E ALL AUTONOMIA DEGLI ISTITUTI SCOLASTICI L. 285/97 relativa

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 SVILUPPO LOCALE DI TIPO PARTECIPATIVO POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A ottobre 2011, la Commissione europea ha adottato alcune proposte legislative per la politica di coesione 2014-2020 La presente scheda

Dettagli

Gioventù in movimento: l Europa sostiene i giovani

Gioventù in movimento: l Europa sostiene i giovani INNOVARE Gioventù in movimento: l Europa sostiene i giovani STUDIARE TIROCINIO LAVORARE PARTECIPARE I TUOI DIRITTI APPRENDERE SPOSTARSI VOLONTARIO CREARE in EUROPA Né la Commissione europea né alcuna persona

Dettagli

Semaforo verde per Erasmus+: più di 4 milioni di persone riceveranno borse unionali per le competenze e l'occupabilità

Semaforo verde per Erasmus+: più di 4 milioni di persone riceveranno borse unionali per le competenze e l'occupabilità COMMISSIONE EUROPEA COMUNICATO STAMPA Strasburgo/Bruxelles, 19 novembre 2013 Semaforo verde per Erasmus+: più di 4 milioni di persone riceveranno borse unionali per le competenze e l'occupabilità Erasmus+,

Dettagli

Programma Vinci Bando 2013

Programma Vinci Bando 2013 Programma Vinci Bando 2013 Apertura della procedura di registrazione online: 14/1/2013 Termine per la registrazione online della candidatura: 4/03/2013 (ore 12.00 ) Termine per l invio della documentazione

Dettagli

STUDIO ORAZI Dottori Commercialisti Revisori Contabili

STUDIO ORAZI Dottori Commercialisti Revisori Contabili STUDIO ORAZI Dottori Commercialisti Revisori Contabili Dott. Marco Orazi Dott. Michele Archetti Dott.ssa Paola Porcellana Dott.ssa Mara Zanatta Dott.ssa Francesca Lodrini Dott. Massimo Colombo Dott.ssa

Dettagli

Europa per i cittadini 2007-2013

Europa per i cittadini 2007-2013 Europa per i cittadini 2007-2013 Il Programma ha come scopo primario la promozione della cittadinanza europea attiva, ovvero il coinvolgimento diretto dei cittadini e delle organizzazioni della società

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE INTEGRATO POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A dicembre 2013, il Consiglio dell Unione europea ha formalmente adottato le nuove normative e le leggi che regolano il ciclo successivo

Dettagli

Domande sull Unione Europea?.....Può aiutarti!

Domande sull Unione Europea?.....Può aiutarti! Domande sull Unione Europea?.....Può aiutarti! I programmi comunitari 2014-2020 Modalità Strumenti Programmi UE Gestione diretta a finanziamento diretto 4 Strumenti geografici IPA ENI PI DCI Assistenza

Dettagli

RICERCA, ISTRUZIONE E FORMAZIONE:

RICERCA, ISTRUZIONE E FORMAZIONE: RICERCA, ISTRUZIONE E FORMAZIONE: VALORI PER SOCIETÀ SICURE ED INTERCULTURALI di Giovanna Spagnuolo Ci manca la comunità perché ci manca la sicurezza Z. Bauman (Voglia di comunità, Laterza, Bari-Roma,

Dettagli

Il Sesto programma quadro di ricerca dell Unione europea

Il Sesto programma quadro di ricerca dell Unione europea COMMISSIONE EUROPEA DIREZIONE GENERALE DELLA RICERCA Il Sesto programma quadro di ricerca dell Unione europea Quesiti più frequenti Cos è il programma quadro (PQ) di ricerca dell Unione europea? Il PQ

Dettagli

BORSE DI STUDIO DELLA TURCHIA INFORMAZIONI IN SINTESI E DOMANDE FREQUENTI INFORMAZIONI GENERALI

BORSE DI STUDIO DELLA TURCHIA INFORMAZIONI IN SINTESI E DOMANDE FREQUENTI INFORMAZIONI GENERALI BORSE DI STUDIO DELLA TURCHIA INFORMAZIONI IN SINTESI E DOMANDE FREQUENTI INFORMAZIONI GENERALI 1- Che cosa sono le Borse di Studio Turchia? - Le Borse di Studio Turchia sono le borse di studio pubbliche

Dettagli

L'Europa alla portata di tutti: informazioni e consigli per vivere, lavorare e viaggiare nell'unione europea

L'Europa alla portata di tutti: informazioni e consigli per vivere, lavorare e viaggiare nell'unione europea L'Europa alla portata di tutti: informazioni e consigli per vivere, lavorare e viaggiare nell'unione europea Avv. Ernesto Razzano L.L.M. European Law College of Europe Esperto legale per l Italia La Tua

Dettagli

Anteprima. Il questionario può essere compilato solo online.

Anteprima. Il questionario può essere compilato solo online. Anteprima. Il questionario può essere compilato solo online. Questionario Verso una valutazione intermedia della strategia Europa 2020 dal punto di vista delle città e delle regioni dell'unione europea

Dettagli

Chi siamo In cosa crediamo In chi crediamo

Chi siamo In cosa crediamo In chi crediamo Le priorità per il 2014-2019 Chi siamo Siamo la più grande famiglia politica europea, ispirata da una visione politica di centrodestra. Siamo il Gruppo del Partito Popolare Europeo al Parlamento europeo.

Dettagli

Comitato codau per il coordinamento degli uffici ricerca scientifica

Comitato codau per il coordinamento degli uffici ricerca scientifica Comitato CODAU per il Coordinamento degli Uffici di Supporto alla Ricerca Scientifica Promosso da dieci università: Università di Torino, Pavia, Modena e Reggio Emilia, Bologna, Roma La Sapienza, Palermo,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DIPARTIMENTO PER L UNIVERSITA, L ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE E PER LA RICERCA Direzione Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo Studio Ufficio IV Il Processo di Bologna Lo Spazio

Dettagli

3.6 La mobilità transnazionale e la cooperazione a supporto dell istruzione, della formazione e dell'occupabilità

3.6 La mobilità transnazionale e la cooperazione a supporto dell istruzione, della formazione e dell'occupabilità 3.6 La mobilità transnazionale e la cooperazione a supporto dell istruzione, della formazione e dell'occupabilità Obiettivo globale 6 - Promuovere politiche di mobilità transnazionale e di cooperazione

Dettagli

POR FSE 2007-2013. L alta formazione finanziata dal POR FSE Sardegna 2007-2013

POR FSE 2007-2013. L alta formazione finanziata dal POR FSE Sardegna 2007-2013 POR FSE 2007-2013 L alta formazione finanziata dal POR FSE Sardegna 2007-2013 Cagliari, 14 Novembre 2013 Lo sviluppo del capitale umano nel PO Con gli interventi finanziati dal POR assi IV e V - la Regione

Dettagli

Speciale: Opportunità europee per i giovani. On. Aldo Patriciello. Seguimi anche su: GRUPPO POLITICO DEL PARTITO POPOLARE EUROPEO

Speciale: Opportunità europee per i giovani. On. Aldo Patriciello. Seguimi anche su: GRUPPO POLITICO DEL PARTITO POPOLARE EUROPEO On. Aldo Patriciello GRUPPO POLITICO DEL PARTITO POPOLARE EUROPEO Speciale: On. Aldo Patriciello Commissione Industria, ricerca ed energia Commissione Controllo Bilanci Commissione Sviluppo Regionale Parlamento

Dettagli

Sostenere i disabili e le loro famiglie nella costruzione di prospettive di vita autonoma (dopo di noi)

Sostenere i disabili e le loro famiglie nella costruzione di prospettive di vita autonoma (dopo di noi) Sostenere i Il problema I temi che si definiscono dopo di noi legati alle potenzialità e autonoma dei disabili - hanno un impatto sociale estremamente rilevante. In primo luogo va sottolineato che, per

Dettagli

L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA

L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA Programma Strategico Regionale per la Ricerca, l Innovazione ed il Trasferimento Tecnologico per la IX legislatura 2011-2013 L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA Cinzia Felci Direttore Programmazione Economica Ricerca

Dettagli

Programmazione triennale 2010/2012

Programmazione triennale 2010/2012 Area Ricerca e Relazioni Internazionali Ufficio Relazioni Internazionali PIANO DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DI ATENEO Programmazione triennale 2010/2012 L Università degli Studi di Firenze tradizionalmente

Dettagli

La CAssetta degli attrezzi

La CAssetta degli attrezzi in collaborazione con Fondo Sociale Europeo Investiamo sul nostro futuro La CAssetta degli attrezzi per costruire il tuo futuro Hai un idea da realizzare? Istruzioni per l uso www.fse.basilicata.it - www.eures.europa.eu

Dettagli

POAT. Europa per i Cittadini. Presentare una proposta di progetto. Comune di Agrigento Giovedì 14 Maggio 2015

POAT. Europa per i Cittadini. Presentare una proposta di progetto. Comune di Agrigento Giovedì 14 Maggio 2015 POAT PROGETTO OPERATIVO DI ASSISTENZA TECNICA ALLE REGIONI DELL OBIETTIVO CONVERGENZA Linea 3 - Ambito 1 Azioni a supporto della partecipazione ai programmi comunitari a gestione diretta e al lavoro in

Dettagli

IL TUO PRIMO LAVORO EURES

IL TUO PRIMO LAVORO EURES IL TUO PRIMO LAVORO EURES Domande frequenti Condizioni generali Dove posso trovare informazioni su "Il tuo È possibile effettuare il download delle informazioni dal portale EURES all'indirizzo https://ec.europa.eu/eures/public/it/homepage

Dettagli

IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA

IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA Silvano MARSEGLIA E per me un grande piacere ed un onore aprire i lavori di questo nostro Congresso Straordinario

Dettagli

Opportunità di mobilità in Europa per i giovani

Opportunità di mobilità in Europa per i giovani Opportunità di mobilità in Europa per i giovani Una piccola guida alle informazioni utili per studiare, lavorare, fare attività di volontariato oppure di tirocinio nell Unione europea. La cittadinanza

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BOLOGNA Scuola di Psicologia e Scienze della Formazione

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BOLOGNA Scuola di Psicologia e Scienze della Formazione UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BOLOGNA Scuola di Psicologia e Scienze della Formazione Laboratorio di specializzazione professionale in Scienze dell'educazione permanente e della formazione continua I progetti

Dettagli

- Corso introduttivo alla comunicazione interculturale, all associazionismo e politiche giovanili dell Unione Europea

- Corso introduttivo alla comunicazione interculturale, all associazionismo e politiche giovanili dell Unione Europea Percorsi di educazione non formale all Europa: - Corso introduttivo alla comunicazione interculturale, all associazionismo e politiche giovanili dell Unione Europea - Progettazione e realizzazione di uno

Dettagli

L'Europa della mobilità per studio e lavoro. Digital Agenda La Guida WIKI

L'Europa della mobilità per studio e lavoro. Digital Agenda La Guida WIKI L'Europa della mobilità per studio e lavoro Digital Agenda La Guida WIKI Firenze, 7 maggio 2011 Francesco Garza (CDE Università degli Studi di Milano) partendo da WikiCDE il Wiki dei CDE italiani http://www.wikicde.it/mediawiki/index.php/pagina_principale

Dettagli

La Dichiarazione di Verona sugli investimenti in salute (The Verona Declaration on Investment for Healt)

La Dichiarazione di Verona sugli investimenti in salute (The Verona Declaration on Investment for Healt) SCHEDA 8 La Dichiarazione di Verona sugli investimenti in salute (The Verona Declaration on Investment for Healt) Verona, Italia, 5-9 luglio 2000 LA SFIDA DI VERONA Investire in salute significa promuoverne

Dettagli

Educando nella Provincia di Varese 2012

Educando nella Provincia di Varese 2012 Scheda progetto Educando nella Provincia di Varese 2012 ANCI Lombardia coordina e organizza le azioni degli enti associati in materia di servizio civile definendo una precisa strategia metodologica comune

Dettagli

SEMINARIO QUANDO LA SCUOLA INCONTRA L AZIENDA. Seminario 3 ottobre IIS TASSARA-GHISLANDI BRENO

SEMINARIO QUANDO LA SCUOLA INCONTRA L AZIENDA. Seminario 3 ottobre IIS TASSARA-GHISLANDI BRENO SEMINARIO QUANDO LA SCUOLA INCONTRA L AZIENDA Seminario 3 ottobre IIS TASSARA-GHISLANDI BRENO Valentina Aprea Assessore all istruzione, formazione e lavoro NOTA di contesto: la scuola attiva da anni un

Dettagli

REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 21 OTTOBRE 2009 N. 41

REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 21 OTTOBRE 2009 N. 41 REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 21 OTTOBRE 2009 N. 41 NORME IN MATERIA DI SOSTEGNO ALL ALTA FORMAZIONE PRESSO CENTRI INTERNAZIONALI D ECCELLENZA E DI INCENTIVO AL RIENTRO NEL MERCATO DEL LAVORO REGIONALE

Dettagli

PROGRAMMA ERASMUS MUNDUS II 2009/2013 Programma di mobilità e cooperazione nel settore dell istruzione superiore. Call 2012 Azioni 1, 2 e 3

PROGRAMMA ERASMUS MUNDUS II 2009/2013 Programma di mobilità e cooperazione nel settore dell istruzione superiore. Call 2012 Azioni 1, 2 e 3 PROGRAMMA ERAUS MUNDUS II 2009/2013 Programma di mobilità e cooperazione nel settore dell istruzione superiore Call 2012 Azioni 1, 2 e 3 Scadenze presentazione progetti: 30/04/2012 Scadenze presentazione

Dettagli

(Progetto n 2013 1 IT1 LEO02 03685)

(Progetto n 2013 1 IT1 LEO02 03685) Programma d'azione nel campo dell apprendimento permanente (Decisione n. 1720/2006/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 15 novembre 2006 che istituisce un programma d azione) PROGRAMMA di MOBILITA

Dettagli

ORIZZONTE 2020. Il programma quadro di ricerca e innovazione dell'ue 2014-2020. Renzo Tomellini

ORIZZONTE 2020. Il programma quadro di ricerca e innovazione dell'ue 2014-2020. Renzo Tomellini ORIZZONTE 2020 Il programma quadro di ricerca e innovazione dell'ue 2014-2020 Renzo Tomellini Il quadro politico La strategia 'Europa 2020': indirizzata ad una crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva

Dettagli

formazione - lavoro di candidati italiani nelle aziende tedesche.

formazione - lavoro di candidati italiani nelle aziende tedesche. Progetto Italia Germania The Job of my Life formazione - lavoro di candidati italiani nelle aziende tedesche. Il 28 gennaio 2013, in occasione della Conferenza Europea sui Giovani, è stata siglata la dichiarazione

Dettagli

prof. Andrea Messeri docente Università degli Studi di Siena

prof. Andrea Messeri docente Università degli Studi di Siena prof. Andrea Messeri docente Università degli Studi di Siena UNIVERSITÀ, SCUOLE E ORIENTAMENTO IN ITALIA intervento al convegno Essenzialità dell Orientamento per il Futuro dei Giovani, Orvieto 9 11 dicembre

Dettagli

EU BACK TO SCHOOL. Luca Perego Liceo Scientifico Statale Fracastoro 13 Ottobre 2014

EU BACK TO SCHOOL. Luca Perego Liceo Scientifico Statale Fracastoro 13 Ottobre 2014 EU BACK TO SCHOOL Luca Perego Liceo Scientifico Statale Fracastoro 13 Ottobre 2014 EU BACK TO SCHOOL La mia esperienza personale Come funziona l'unione Europea Cosa fa l'unione Europea per noi Le opportunità

Dettagli

Il Ministero dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministero dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministero dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico L Associazione Bancaria Italiana (ABI) Il Presidente dell ABI La CONFINDUSTRIA Il Presidente di CONFINDUSTRIA La Conferenza dei

Dettagli

Anche noi, con l Europa, investiamo nel vostro futuro.

Anche noi, con l Europa, investiamo nel vostro futuro. Anche noi, con l Europa, investiamo nel vostro futuro. Il nuovo programma dell'ue per l'istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport. 2014-2020 Obiettivi Azione chiave 1 dell'apprendimento: - mobilità

Dettagli

LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE

LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE GOVERNO ITALIANO Dipartimento Politiche Comunitarie COMMISSIONE EUROPEA PARLAMENTO EUROPEO LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE

Dettagli

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e promozione culturale

Dettagli

LA LOMBARDIA PER L ECCELLENZA

LA LOMBARDIA PER L ECCELLENZA Iniziativa La Lombardia per l eccellenza Programma soggetto ad aggiornamento LA LOMBARDIA PER L ECCELLENZA La Lombardia per l Eccellenza è un iniziativa della Giunta Regionale rivolta ai giovani laureati,

Dettagli

Roma 18 19 settembre 2014 Open Day Lab: avvio Laboratori di Co-progettazione

Roma 18 19 settembre 2014 Open Day Lab: avvio Laboratori di Co-progettazione Roma 18 19 settembre 2014 Open Day Lab: avvio Laboratori di Co-progettazione 2 ERASMUS + Programma dell UE per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport (2014-2020) Come nasce? Erasmus+ è il

Dettagli

Studio Professionale AM Consulting

Studio Professionale AM Consulting La seguente scheda fornisce solo alcune informazioni di carattere generale e non è da considerarsi esaustiva, si rimandano gli approfondimenti a un momento successivo con le parti interessate. SALUTE 2008-2013

Dettagli

IL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA MIUR

IL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA MIUR Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROTOCOLLO DI INTESA TRA IL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA MIUR E LA SOCIETA DANTE ALIGHIERI Protocollo d'intesa Tra

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA TRA IL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA M.I.U.R.

PROTOCOLLO D'INTESA TRA IL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA M.I.U.R. PROTOCOLLO D'INTESA TRA IL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA M.I.U.R. E L ONG ASSOCIAZIONE ITALIANA PER IL WORLD WIDE FUND FOR NATURE - ONLUS WWF ITALIA PROTOCOLLO D'INTESA TRA

Dettagli

MIO FIGLIO OGGI FESTEGGIA 3 ANNI. DI MATRIMONIO.

MIO FIGLIO OGGI FESTEGGIA 3 ANNI. DI MATRIMONIO. MIO FIGLIO OGGI FESTEGGIA 3 ANNI. DI MATRIMONIO. Il tuo domani è più vicino di quello che pensi. Progettalo già da oggi risparmiando passo dopo passo. L importanza di pianificare già da oggi per essere

Dettagli

5 Orientamento all Europa Marina Silverii 1

5 Orientamento all Europa Marina Silverii 1 5 Orientamento all Europa Marina Silverii 1 Idocumenti ufficiali della Commissione Europea relativi all istruzione e alla formazione a partire dal 1996 (anno europeo del lifelong learning), ribadiscono

Dettagli

La scelta giusta Offriamo agli specialisti di farmacia numerose prospettive e affianchiamo le nuove leve nel loro percorso professionale

La scelta giusta Offriamo agli specialisti di farmacia numerose prospettive e affianchiamo le nuove leve nel loro percorso professionale La scelta giusta Offriamo agli specialisti di farmacia numerose prospettive e affianchiamo le nuove leve nel loro percorso professionale INTERESSANTI OPPORTUNITÀ PROFESSIONALI IN AMBITO SANITARIO Numerose

Dettagli

EMPOWERMENT OF MIGRANT ASSOCIATIONS FOR CO-DEVELOPMENT Corso di formazione gratuito: ASSOCIAZIONI DI IMMIGRATI PER IL CO-SVILUPPO

EMPOWERMENT OF MIGRANT ASSOCIATIONS FOR CO-DEVELOPMENT Corso di formazione gratuito: ASSOCIAZIONI DI IMMIGRATI PER IL CO-SVILUPPO EMPOWERMENT OF MIGRANT ASSOCIATIONS FOR CO-DEVELOPMENT Corso di formazione gratuito: ASSOCIAZIONI DI IMMIGRATI PER IL CO-SVILUPPO Il corso di formazione, promosso dall Organizzazione Internazionale per

Dettagli

EURES vi aiuta ad assumere in Europa

EURES vi aiuta ad assumere in Europa EURES vi aiuta ad assumere in Europa Occupazione & Fondo Sociale Europeo Occupazione affari sociali Commissione europea 1 EURES vi aiuta ad assumere in Europa State cercando di formare una forza lavoro

Dettagli

Allegato alla Delibera n. 89 CdA del 9 luglio 2014 ACCORDO QUADRO

Allegato alla Delibera n. 89 CdA del 9 luglio 2014 ACCORDO QUADRO ACCORDO QUADRO tra Il Consiglio Nazionale delle Ricerche (di seguito denominato CNR), C.F. 80054330586, con sede in Roma, Piazzale Aldo Moro n. 7, rappresentato dal Prof. Luigi Nicolais, in qualità di

Dettagli

Deliberazione Giunta Regionale n. 19 del 07/02/2014

Deliberazione Giunta Regionale n. 19 del 07/02/2014 Deliberazione Giunta Regionale n. 19 del 07/02/2014 Dipartimento 51 - Programmazione e Sviluppo Economico Direzione Generale 1 - Programmazione Economica e Turismo Oggetto dell'atto: MISURE VOLTE AL SOSTEGNO

Dettagli

LA COESIONE ECONOMICA, SOCIALE E TERRITORIALE DELL UNIONE EUROPEA

LA COESIONE ECONOMICA, SOCIALE E TERRITORIALE DELL UNIONE EUROPEA LA COESIONE ECONOMICA, SOCIALE E TERRITORIALE DELL UNIONE EUROPEA Quale obiettivo si prefigge l Unione europea nel rafforzare la sua coesione economica, sociale e territoriale? L Unione europea sviluppa

Dettagli

Europa 2020, salute e sociale

Europa 2020, salute e sociale Europa 2020, salute e sociale Breve introduzione L Europa 2020 presenta tre priorità che si rafforzano a vicenda: Crescita intelligente: sviluppare un'economia basata sulla conoscenza e sull'innovazione.

Dettagli

CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA.

CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA. CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA 18 Novembre, 2014 In occasione della Presidenza di turno del Consiglio dell Unione Europea,

Dettagli

RISORSE E PROGRAMMI UE European Project Management

RISORSE E PROGRAMMI UE European Project Management MASTER IN MANAGEMENT DEL GOVERNO LOCALE RISORSE E PROGRAMMI UE European Project Management Relatore: Francesco Riganti Buongiorno a tutti! Il mio nome è Francesco Riganti Laureato in Scienze Politiche

Dettagli

Un progetto per l autonomia dei giovani: perchè

Un progetto per l autonomia dei giovani: perchè Un progetto per l autonomia dei giovani: perchè I giovani sono coinvolti da alcuni cambiamenti dovuti sia a fattori socio economici che culturali: il prolungamento della gioventù, il ritardo nell accesso

Dettagli

Scuola di Scienze e Tecnologie. corso di laurea (I livello) Matematica e applicazioni

Scuola di Scienze e Tecnologie. corso di laurea (I livello) Matematica e applicazioni Scuola di Scienze e Tecnologie corso di laurea (I livello) Matematica e applicazioni L-35 3 anni sede UNICAM: Camerino crediti complessivi da acquisire: 180 www.unicam.mat.it www.sst.unicam.it/sst/ Presentazione

Dettagli

Allegato 4 al PTOF PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO A.S. 2015/16 INDIRIZZO ALBERGHIERO

Allegato 4 al PTOF PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO A.S. 2015/16 INDIRIZZO ALBERGHIERO Allegato 4 al PTOF PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO A.S. 2015/16 INDIRIZZO ALBERGHIERO Codice Meccanografico istituto principale: CLTD00701D Codice meccanografico secondario (risultante da organico) CLPS00701N

Dettagli