Bilancio Relazione finanziaria annuale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Bilancio 2013. Relazione finanziaria annuale"

Transcript

1

2

3 Bilancio 2013 Relazione finanziaria annuale

4

5 PROFILO SOCIETARIO Organi Societari ed Organi di Controllo 6 Lettera del Presidente agli Azionisti 8 Valutazioni immobiliari degli esperti indipendenti 10 Convocazione dell Assemblea degli Azionisti 24 BILANCIO CONSOLIDATO DI GRUPPO AL 31 DICEMBRE 2013 Relazione sulla Gestione del Consiglio di Amministrazione 29 Prospetti contabili consolidati del Gruppo Beni Stabili: 65 1 Prospetto della posizione patrimoniale finanziaria 2 Conto Economico 3 Prospetto del Risultato Economico Complessivo 4 Prospetto delle variazioni delle poste di Patrimonio Netto 5 Prospetto dei flussi di cassa Note ai prospetti contabili 71 Allegati 159 Relazione della Società di Revisione 163 BILANCIO CIVILISTICO AL 31 DICEMBRE 2013 Relazione sulla Gestione del Consiglio di Amministrazione 165 Prospetti contabili Beni Stabili S.p.A. SIIQ: Prospetto della posizione patrimoniale finanziaria 2 Conto Economico 3 Prospetto del Risultato Economico Complessivo 4 Prospetto delle variazioni delle poste di Patrimonio Netto 5 Prospetto dei flussi di cassa Note ai prospetti contabili 187 Allegati 275 Relazione della Società di Revisione 287 Relazione del Collegio Sindacale 288 Deliberazioni dell Assemblea degli Azionisti 292

6

7 Prof ilo societario al 31 dicembre 2013 Organi Societari ed Organi di Controllo

8 Organi Societari e Organi di Controllo 1

9 Consiglio di Amministrazione Enrico Laghi Aldo Mazzocco Isabella Bruno Tolomei Frigerio Françoise Pascale Jacqueline Debrus Leonardo Del Vecchio Christophe Joseph Kullmann Jean Gaston Laurent Giacomo Marazzi Clara Pierfranca Vitalini Massimo Cavallo Comitato per la Remunerazione Enrico Laghi Giacomo Marazzi Clara Pierfranca Vitalini Comitato di Controllo e Rischi Giacomo Marazzi Enrico Laghi Clara Pierfranca Vitalini Comitato Esecutivo e di Investimenti Enrico Laghi Aldo Mazzocco Leonardo Del Vecchio Christophe Joseph Kullmann Giacomo Marazzi Comitato per le nomine Enrico Laghi Françoise Pascale Jacqueline Debrus Giacomo Marazzi Organismo di vigilanza ex D.Lgs. 231/01 Maurizio Arena Olivier Francois Joseph Esteve Ernesto Grandinetti Carlo Longari Sabrina Petrucci Collegio Sindacale Marcellino Bortolomiol Luciano Acciari Fabio Venegoni Gianluca Pivato Francesco Freschi Presidente - Indipendente Amministratore Delegato Consigliere - Indipendente Consigliere - Indipendente Consigliere Consigliere Consigliere Consigliere - Indipendente Consigliere - Indipendente Segretario Presidente - Indipendente Membro - Indipendente Membro - Indipendente Presidente - Indipendente Membro - Indipendente Membro - Indipendente Presidente - Indipendente Membro Membro Membro Membro Presidente - Indipendente Membro - Indipendente Membro - Indipendente Presidente - Indipendente Membro Membro Membro Membro/Internal Audit Presidente Sindaco Effettivo Sindaco Effettivo Sindaco Supplente Sindaco Supplente 7 PROFILO SOCIETARIO Società di Revisione Mazars S.p.A. 1 Composizione dalla data del 17 aprile Per il periodo precedente, si rimanda allo schema riportato nel bilancio 2012.

10 Lettera del Presidente agli Azionisti

11 Cari Azionisti, anche il 2013 è stato un anno di intensa attività di mantenimento del livello di occupazione del portafoglio immobiliare e di rimodulazione delle fonti di finanziamento della Vostra Società. Per quanto riguarda l attività locativa, infatti, pur in un contesto ancora altamente sfidante la Vostra Società è stata in grado di produrre canoni crescenti, di migliorare il livello di occupazione del portafoglio Core (al 98,5% a fine 2013) e di rafforzare ulteriormente la propria partnership con tutti i tenant. Anche l attività finanziaria è stata fonte di grandi successi, dal momento che nel corso del 2013 la Vostra Società è stata in grado di emettere due prestiti obbligazionari convertibili per un ammontare complessivo di 495 milioni di Euro e, a inizio 2014, di emettere il primo prestito obbligazionario senior non garantito per un importo di 350 milioni di Euro. Tali operazioni hanno consentito di ridisegnare la struttura finanziaria della Vostra Società nelle scadenze e nelle fonti di finanziamento. Nell ultima parte dell anno, poi, si sono iniziati a scorgere i primi segnali di ripresa economica, che per la Vostra Società si sono tradotti in una buona progressione dell attività di vendita immobiliare; anche nel corso del 2013, infatti, sono stati venduti 134 milioni di Euro di immobili a valori superiori rispetto al valore di libro. 9 PROFILO SOCIETARIO Pur scontando un ulteriore rettifica dei valori immobiliari di circa il 2% legata al difficile momento del mercato italiano, la Vostra Società è stata in grado di raggiungere buoni risultati operativi e si presenta alla vigilia di un probabile nuovo ciclo espansivo decisamente più forte in termini finanziari e in perfetta forma in termini di organizzazione e di risorse umane. Desidero infine rivolgere un pensiero di ringraziamento, anche a nome dei membri del Consiglio di Amministrazione, a tutti i dipendenti per l ottimo lavoro svolto nel corso dell anno. Il Presidente Enrico Laghi

12 Valutazioni immobiliari degli esperti indipendenti

13 BENI STABILI S.p.A. S.PA. SIIQ - Patrimomio PATRIMONIO immobiliare IMMOBILIARE 3 EXECUTIVE SUMMARY 11 La Proprietà PROFILO SOCIETARIO Oggetto di Valutazione: Certificato di Perizia relativo alla valutazione, alla data del 31 dicembre 2013, di immobili di proprietà del Gruppo Beni Stabili S.p.A. SIIQ, posti sul territorio italiano. Provenienza Nessuna ricerca e/o approfondimento circa la titolarità del bene è stato effettuata da CBRE VALUATION S.p.A. Stato locativo La nostra valutazione è basata sui dati fornitici direttamente dalla Committente, riferiti allo stato patrimoniale del 31 dicembre In particolare sono state utilizzate le superfici lorde (distinte per piano e destinazione d uso), ed i dati locativi (individuati per Conduttore, canone aggiornato e scadenza), sulla base delle informazioni avute dalla Proprietà. Non abbiamo proceduto alla misurazione di alcun immobile. Criteri di Valutazione In sede di stima ci siamo attenuti a metodi e principi valutativi di generale accettazione, in particolare ricorrendo ai criteri di valutazione di seguito elencati: Metodo Comparativo o del Mercato, basato sul confronto fra il bene in oggetto ed altri simili recentemente oggetto di compravendita o correntemente offerti sullo stesso mercato o su piazze concorrenziali; Metodo Reddituale della capitalizzazione diretta, basato sul valore attuale dei redditi potenziali futuri di una proprietà, ottenuto capitalizzando il reddito ad un tasso di mercato;

14 BENI STABILI S.PA. SIIQ PATRIMONIO IMMOBILIARE 4 12 Valutazioni immobiliari degli esperti indipendenti Metodo della Trasformazione, sviluppato attraverso una previsione di fattibilità economica sia dei ricavi che dei costi di sviluppo necessari per portare a termine l operazione immobiliare. Il Valore di Mercato che si ottiene è dato dalla differenza tra il Valore di Mercato dell immobile ottimizzato, comprensivo del valore dell area sulla quale insiste, ed il suo costo di produzione (ristrutturazione e trasformazione). Le previsioni economiche si concludono con la stesura di un cash flow i cui risultati sono attualizzati per portarli alla data della stima; Metodo dei Flussi di Cassa Attualizzati, basato sull attualizzazione (per un periodo variabile in riferimento alla durata dei contratti in essere) dei futuri redditi netti derivanti dall affitto della proprietà. Al termine di tale periodo si è ipotizzato che la proprietà sia rivenduta. I risultati economici sono attualizzati ad un tasso espresso dal mercato in considerazione del rischio; il risultato rappresenta il Valore Attuale di Mercato. I metodi di valutazione di cui sopra sono stati eseguiti singolarmente e combinati l uno con l altro ogni qualvolta gli specifici elementi lo rendevano necessario. La nostra valutazione risponde a quanto indicato nella definizione del Valore di Mercato, con le correzioni dovute all effettivo stato locativo di ciascuna porzione immobiliare. Valore di mercato Nell ipotesi che non esistano restrizione o limitazione alcuna né costi straordinari di cui non siamo a conoscenza, e fatte salve tutte le osservazioni, sia generali che specifiche, dettagliate poc anzi e/o nelle sezioni seguenti, siamo dell opinione che il Valore di Libero Mercato relativo alla piena proprietà degli immobili oggetto della presente relazione di stima, elencato nel dettaglio di seguito, alla data del 31 dicembre 2013, sia ragionevolmente espresso, arrotondando, in: Valore di Mercato ,00 (Euro DueMiliardi QuattrocentotrentatreMilioni SeicentottantaMila/00) ila/00). Si ricorda che la valutazione di immobili in comproprietà riguarda l intero asset.

15 BENI STABILI S.PA. SIIQ PATRIMONIO IMMOBILIARE 6 CERTIFICATO DI PERIZIA Data del report 31 gennaio 2014 CBRE VALUATION S.P.A. Via L. Bissolati, Roma Tel Fax Destinatario Proprietà Incarico Dott. Guido Giannetta Via Piemonte, Roma - Italia Beni Stabili S.p.A. SIIQ. Determinare del Valore di Mercato di immobili di proprietà di Beni Stabili S.p.A. SIIQ, alla data del 31 dicembre PROFILO SOCIETARIO Data di valutazione 31 dicembre 2013 Scopo della valutazione Valore di Mercato Aggiornamento semestrale del valore del portafoglio di immobili. Nell ipotesi che non esistano restrizione o limitazione alcuna né costi straordinari di cui non siamo a conoscenza, e fatte salve tutte le osservazioni, sia generali che specifiche, dettagliate poc anzi e/o nelle sezioni seguenti, siamo dell opinione che il Valore di Libero Mercato relativo alla piena proprietà degli immobili oggetto della presente relazione di stima, elencato nel dettaglio di seguito, alla data del 31 dicembre 2013, sia ragionevolmente espresso, arrotondando, in: ,00 (Euro DueMiliardi QuattrocentotrentatreMilioni SeicentottantaM tamila/00) ila/00). Si ricorda che la valutazione di immobili in comproprietà riguarda l intero asset. Conformità agli standard valutativi La presente relazione è stata redatta in osservanza degli disposti contenuti nell edizione n. 8 del Red Book R.I.C.S. Valuation Professional Standards (2012), della Royal Institution of Chartered Surveyors, del Regno Unito.

16 BENI STABILI S.PA. SIIQ PATRIMONIO IMMOBILIARE 7 Si dichiara che possediamo la conoscenza nazionale e locale sufficiente dell attuale e particolare mercato in questione e possediamo le qualità e la comprensione necessarie per poter effettuare le valutazioni in modo competente. 14 Valutazioni immobiliari degli esperti indipendenti Assunzioni speciali Assunzioni Raccomandazioni Condizioni di mercato Incertezza di scenario Essendo l attività peritale svolta sotto i dettami RICS che sono allineati ai dettami dei principi contabili internazionali (IAS), è possibile affermare che i nostri elaborati sono IAS compliance. A base della presente valutazione abbiamo assunto informazioni circa la proprietà da quanto fornitoci dalla Committente. Nel caso risulti che qualcuna di queste informazioni su cui si è basata la valutazione non sia esatta, il valore finale potrebbe essere di conseguenza non corretto e potrebbe richiedere di essere rivisto. Prima di intraprendere qualsiasi operazione finanziaria sulla base della presente valutazione, raccomandiamo di verificare le informazioni contenute nel presente rapporto e la validità delle assunzioni adottate. Le indicazioni delle indagini da noi effettuate sui mercati immobiliari di riferimento sono a nostro parere rappresentative della situazione di mercato alla data della presente valutazione. Ciononostante, non possiamo escludere che esistano ulteriori segmenti di domanda e/o offerta proprie di alcune delle attività esaminate e tali da modificare, ma non sensibilmente, l'adozione dei singoli parametri unitari da noi scelti ed adottati come riferimento. Il perdurare della crisi economico-finanziaria globale continua a produrre sul mercato immobiliare una stasi delle transazioni. Il protrarsi dell incertezza, la difficoltà di accesso al credito e l estrema selettività della liquidità disponibile, determinano la limitata mobilità degli operatori attivi, da cui deriva la carenza di concreti elementi di misurazione per stimare un reale livello di allineamento dei valori di mercato. Raccomandiamo, pertanto, in particolar modo in casi in cui la valutazione sia funzionale a determinare scelte di azione, di fare particolare attenzione ai fattori che l hanno determinata e alla loro possibile variabilità dal momento in cui sono stati espressi.

17 BENI STABILI S.PA. SIIQ PATRIMONIO IMMOBILIARE 8 Valutatore La proprietà è stata valutata da un tecnico esperto BENI STABILI S.PA. SIIQ PATRIMONIO IMMOBILIARE 8 qualificato allo scopo, in accordo con gli standard valutativi espressi precedentemente. Valutatore Reliance Reliance Pubblicazione Pubblicazione In fede, La presente proprietà valutazione è stata valutata è stata prodotta da un tecnico esclusivamente esperto per qualificato necessità allo riferibili scopo, alla in Vostra accordo società, con gli si declinano standard pertanto valutativi responsabilità espressi precedentemente. in relazione all insieme o a parte dei suoi contenuti nei confronti di terzi. La presente valutazione è stata prodotta esclusivamente per Il presente necessità rapporto riferibili di valutazione alla Vostra non società, può essere si declinano citato, pertanto pubblicato responsabilità o riprodotto in relazione in qualsiasi all insieme modo o a parte né dei integralmente suoi contenuti né in nei parte, confronti senza di terzi. la nostra approvazione del contesto e delle modalità relative; il medesimo trattamento Il presente rapporto andrà applicato di valutazione per qualsiasi non può riferimento essere citato, al pubblicato rapporto stesso. o riprodotto in qualsiasi modo né integralmente né in parte, senza la nostra approvazione Vi del informiamo contesto che e il delle presente modalità lavoro è relative; stato prodotto il medesimo da: trattamento andrà applicato per qualsiasi riferimento al Bruno Bernardini. rapporto stesso. Vi informiamo che il presente lavoro è stato prodotto da: Bruno Bernardini. 15 PROFILO SOCIETARIO Bruno In fede, Bernardini MRICS Executive Director Per nome e per conto di Bruno CBRE VALUATION Bernardini MRICS S.P.A Executive Director T: Per nome e per conto di E: CBRE VALUATION S.P.A T: CBRE VALUATION S.P.A. Valuation e Advisory E: T: F: CBRE W: VALUATION S.P.A. Valuation e Advisory T: Project Reference: 6664 F: W: Project Reference: 6664

18 REAG Real Estate Advisory Group SpA a socio unico Direzione Generale Centro Direzionale Colleoni Palazzo Cassiopea Agrate Brianza MB - Italy Tel Fax Sede Legale Via Monte Rosa, Milano - Italy Capitale Sociale ,00 i.v. R.E.A. Milano C.F. / Reg. Imprese / P. IVA Agrate Brianza, 31 Dicembre 2013 Rif. n 5816,11 16 Valutazioni immobiliari degli esperti indipendenti Spettabile BENI STABILI S.p.A. SIIQ Via Carlo Ottavio Cornaggia, MILANO Alla cortese attenzione del Dott. Alexandre Astier e del Dott. Guido Giannetta OGGETTO:Servizi di consulenza relativi alla determinazione del Valore di Mercato dei 160 immobili appartenenti al Portafoglio Immobiliare IMSER 60, di Proprietà di Beni Stabili SpA SIIQ. Egregi Signori, in conformità all incarico conferitoci REAG (Real Estate Advisory Group S.p.A.) ha effettuato la relazione di stima del Portafoglio Immobiliare IMSER 60, di proprietà del Gruppo Beni Stabili Spa SIIQ, al fine di determinarne il Valore di Mercato alla data del 31 dicembre In particolare l attività di REAG si è articolata nel seguente servizio: Determinazione del Valore di Mercato, in parte con sopralluogo interno ed esterno Full ed in parte senza sopralluogo Desktop, degli immobili costituenti il Portafoglio in oggetto, sulla base dello stato locativo fornito dal Cliente alla data di valutazione.

19 Definizioni Nel presente Rapporto ai termini di seguito elencati deve attribuirsi la corrispondente definizione, salvo sia diversamente indicato nel Rapporto stesso. Per la definizione di tutti gli altri termini tecnici e/o giuridici contenuti nel presente rapporto si rimanda al Codice Civile e leggi collegate, ovvero al significato di uso comune. Complesso Immobiliare (di seguito la proprietà ) indica l insieme di beni immobili (terreni, fabbricati, impianti fissi e opere edili esterne) oggetto della Valutazione, con espressa esclusione di ogni altro e diverso bene, compresi beni mobili e beni immateriali. Valutazione indica la determinazione del (.) valore alla data della valutazione di una proprietà. Salvo limitazioni stabilite nei termini dell incarico, l opinione è fornita a seguito di un sopralluogo e dopo tutte le appropriate ed opportune indagini ed approfondimenti eventualmente necessari, tenendo in considerazione la tipologia della proprietà e lo scopo della valutazione (Standard di valutazione RICS, ed. italiana, 1 Marzo 2009). 17 PROFILO SOCIETARIO Valore di Mercato indica ( ) l ammontare stimato cui una proprietà o passività dovrebbe essere ceduta e acquistata, alla data di valutazione, da un venditore e da un acquirente privi di legami particolari, entrambi interessati alla compravendita, a condizioni concorrenziali, dopo un adeguata commercializzazione in cui le parti abbiano agito entrambe in modo informato, consapevole e senza coercizioni. (RICS Red Book VS 3.2, ed. italiana, Marzo 2012). REAG S.p.A. per BENI STABILI S.p.A. SIIQ Rif. N. 5816,11 Volume 0 31 dicembre 2013

20 Criteri valutativi In sede di Valutazione REAG ha adottato metodi e principi di generale accettazione, ricorrendo in particolare ai criteri valutativi di seguito illustrati: 18 Metodo Comparativo (o del Mercato): si basa sul confronto fra la proprietà e altri beni con essa comparabili, recentemente compravenduti o correntemente offerti sullo stesso mercato o su piazze concorrenziali; Valutazioni immobiliari degli esperti indipendenti Metodo Reddituale: prende in considerazione due diversi approcci metodologici: 1. Capitalizzazione Diretta: si basa sulla capitalizzazione, ad un tasso dedotto dal mercato immobiliare, dei redditi netti futuri generati dalla Proprietà. 2. Metodo dei Flussi di Cassa Attualizzati (DCF, Discounted Cash-Flow), basato: a) sulla determinazione, per un periodo di n anni, dei redditi netti futuri derivanti dalla locazione della Proprietà; b) sulla determinazione del Valore di Mercato della Proprietà mediante la capitalizzazione in perpetuità, alla fine di tale periodo, del reddito netto; c) sull attualizzazione, alla data della valutazione, dei redditi netti (flussi di cassa). Metodo della Trasformazione, basato sull attualizzazione, alla data della valutazione, dei flussi di cassa generati dall operazione immobiliare (relativa alla proprietà), nell arco di tempo corrispondente alla sua durata. I criteri di valutazione sopra descritti sono stati utilizzati singolarmente e/o integrati l'uno con l'altro a discrezione di REAG, tenendo presente che gli stessi non sono sempre applicabili a causa delle difficoltà di individuare mercati di riferimento. REAG S.p.A. per BENI STABILI S.p.A. SIIQ Rif. N. 5816,11 Volume 0 31 dicembre 2013

21 REAG ha determinato il valore nel presupposto del massimo e migliore utilizzo degli immobili, cioè considerando, tra tutti gli usi tecnicamente possibili, legalmente consentiti e finanziariamente fattibili soltanto quelli potenzialmente in grado di conferire alle proprietà stesse il massimo valore. Va sottolineato che REAG ha determinato l highest and best use degli immobili, sulla base delle considerazioni specifiche in funzione delle caratteristiche tipologiche/localizzative dell immobile, dal mercato immobiliare di riferimento verificato in sede di sopralluogo (quando effettuato) ed utilizzando le informazioni urbanistiche raccolte e verificate presso gli uffici comunali competenti. REAG inoltre ha: - considerato gli immobili appartenenti al portafoglio nell attuale situazione locativa; - effettuato un analisi delle condizioni del mercato immobiliare locale, considerando i dati economici in esso rilevati ed adattandoli alle specifiche caratteristiche delle Proprietà attraverso opportune elaborazioni statistiche; - in occasione della valutazione al 31/12/2013, ha effettuato sopralluoghi esterni ed interni di n. 39 immobili (durante i mesi di novembre e dicembre 2013), verificandone le caratteristiche tipologio-architettoniche e lo stato manutentivo; - esaminato i dati di mercato rilevati dai principali osservatori del mercato immobiliare italiano e dal proprio data base gestito dall Ufficio Ricerche e Sviluppo, costituito dai sale comparables e rent comparables rilevati dalle recenti maggiori transazioni concluse nel mercato immobiliare italiano e dalle ricerche giornalmente effettuate dai tecnici impegnati in attività di valutazione; - verificato la situazione urbanistica direttamente presso gli Uffici comunali competenti, ad esclusione delle valutazioni effettuate con protocollo desktop. - valutato gli immobili considerando le consistenze fornite dal cliente indicate all interno del data base Riepilogo_Superfici immobile_e_piano_31_12_2013 e da REAG verificate sulla base delle planimetrie in formato elettronico. Tale verifica è stata effettuata relativamente alla superficie complessiva per piano di ogni singolo edificio e non alla singola ripartizione per destinazione d uso 19 PROFILO SOCIETARIO REAG S.p.A. per BENI STABILI S.p.A. SIIQ Rif. N. 5816,11 Volume 0 31 dicembre 2013

22 Si precisa che gli immobili appartenenti al Portafoglio, come convenuto con il Cliente, sono stati sottoposti a sopralluogo interno ed esterno Full una sola volta nell arco della durata totale dell incarico (3 anni); l elenco degli immobili da sottoporre a sopralluogo interno ed esterno è stato convenuto con il Cliente ed è stato definito semestralmente in occasione degli aggiornamenti semestrali. L elenco e la tipologia dei sopralluoghi effettuali per il presente incarico è riportato nell Allegato A del presente Volume Valutazioni immobiliari degli esperti indipendenti Contenuto del Rapporto Il presente rapporto comprende: Il Volume 0, contenente la relazione finale sulle conclusioni cui REAG è pervenuta, comprendente: Lettera di introduzione generale al lavoro, che identifica le Proprietà immobiliari, descrive il tipo di indagine svolta, e presenta, certificandole, le conclusioni di valore; Criteri e considerazioni valutative; Assunzioni e limiti della Valutazione; Condizioni generali di servizio. Le 160 Schede Valutative, relative all analisi ed alla Valutazione di ciascuna Proprietà immobiliare, sistematicamente riportano le informazioni relative a: Dati identificativi; Contesto; Descrizione dell immobile; Situazione Urbanistica; Mercato immobiliare di riferimento; Tabella consistenze; Situazione locativa; Tabelle di Valutazione REAG S.p.A. per BENI STABILI S.p.A. SIIQ Rif. N. 5816,11 Volume 0 31 dicembre 2013 REAG S.p.A. per BENI STABILI S.p.A. SIIQ Rif. N. 5816,11 Volume 0 31 dicembre 2013

23 Conclusioni Le conclusioni di valore concernenti la Relazione di stima sono state tratte da REAG sulla base dei risultati ottenuti al termine di tutte le seguenti operazioni: sopralluoghi sulle Proprietà; raccolta, selezione, analisi e valutazione dei dati e dei documenti relativi alle Proprietà; svolgimento di opportune indagini di mercato; elaborazioni tecnico-finanziarie; nonché sulla base dei metodi e dei principi valutativi più sopra indicati. 21 PROFILO SOCIETARIO REAG S.p.A. per BENI STABILI S.p.A. SIIQ Rif. N. 5816,11 Volume 0 31 dicembre 2013

24 Tutto ciò premesso e considerato è nostra opinione che, in base all indagine svolta e a quanto precedentemente indicato, il Valore di Mercato, degli immobili costituenti il portafoglio immobiliare in esame, alla data del 31 dicembre 2013, è pari a: 22 Valutazioni immobiliari degli esperti indipendenti Valore di Mercato nell attuale situazione locativa Euro ,00 (Euro Un miliardo Settecentotremilioni Cinquecentoventimila/00) Tale valore è da intendersi come mera sommatoria dei singoli valori asset by asset Supervisione e controllo di: Francesco Varisco Engagement Manager REAG - Real Estate Advisory Group S.p.A. Simone Spreafico Director Advisory Division Leo Civelli CEO Per una corretta comprensione dei risultati delle analisi si demanda alla lettura integrale del testo, che si compone di : Lettera Certificazione Valori con Criteri Valutativi, Assunzioni e Limiti, Condizioni generali (del servizio); N. 160 Schede valutative e relativi allegati REAG S.p.A. per BENI STABILI S.p.A. SIIQ Rif. N. 5816,11 Volume 0 31 dicembre 2013

25 ALLEGATI: Allegato A Perimetro immobiliare oggetto di analisi; Allegato B Tabella riepilogo valori; Allegato C Criteri e considerazioni valutative; Allegato D elenco documentale; N. 160 Schede Valutative per ciascun immobile. Si segnala che al 31 dicembre 2013 risultano ancora di proprietà del Cliente i seguenti immobili: 23 CODICE INDIRIZZO COMUNE VIA PRIVATA ALLE VILLE 5 BAVENO VIA GARIBALDI 8 BOLZANO.BOZEN STRADA DELLA MARGHERITA 22 COURMAYEUR VIA VALLE DEL SILENZIO 2 FIUGGI S.S.156 MONTI LEPINI SNC LATINA VIA SCUDILLO 20 NAPOLI VIA MONTE VIGLIO SNC PESCARA VIA DEI PLATANI SNC VIAREGGIO PROFILO SOCIETARIO Per tali immobili REAG non ha proceduto all aggiornamento del Valore di Mercato in quanto sono stati sottoscritti i relativi preliminari di compravendita. Si segnala infine che l attività peritale è stata svolta in conformità con le Best Practices internazionali (RICS), le quali risultano allineate ai dettami dei principi contabili internazionali (IAS/IFRS); è possibile quindi affermare che i presenti elaborati risultano conformi alle direttive IAS. REAG S.p.A. per BENI STABILI S.p.A. SIIQ Rif. N. 5816,11 Volume 0 31 dicembre 2013

26 Convocazione dell Assemblea degli Azionisti

27 Beni Stabili S.p.A. SIIQ Sede legale in Roma, via Piemonte n. 38 Capitale sociale deliberato ,10 sottoscritto e versato ,40 Codice Fiscale e Iscrizione Registro Imprese di Roma n Partita IVA n convocazione dell assemblea degli azionisti I Signori Azionisti sono convocati in Assemblea ordinaria e straordinaria presso la sala Auditorium di Beni Stabili S.p.A. SIIQ sita in Milano, via Carlo Ottavio Cornaggia n. 8, in unica convocazione, per il giorno 15 aprile 2014, alle ore 11.00, per discutere e deliberare sul seguente ORDINE DEL GIORNO Parte ordinaria 1. Bilancio al 31 dicembre 2013 e relativa Relazione sulla gestione del Consiglio di Amministrazione. Relazione del Collegio Sindacale sull esercizio chiuso il 31 dicembre Distribuzione di dividendo agli Azionisti. Deliberazioni inerenti e conseguenti. 2. Esame della prima sezione della Relazione sulla Remunerazione. Deliberazioni inerenti e conseguenti. 25 PROFILO SOCIETARIO Parte straordinaria 1. Aumento del capitale sociale in denaro a pagamento, in via scindibile, a servizio esclusivo della conversione di un prestito obbligazionario, di tipo equity linked, per complessivi 270 milioni di Euro, con scadenza al 17 aprile 2019, riservato ad investitori qualificati, con esclusione del diritto di opzione ex art. 2441, comma 5, del Codice Civile, per un importo complessivo di massimo nominali ,20 Euro, mediante emissione di massime n azioni ordinarie del valore nominale di 0,10 Euro cadauna. Modifica dell articolo 5 dello Statuto Sociale. Deliberazioni inerenti e conseguenti. * * * Partecipazione all Assemblea La legittimazione per intervenire in Assemblea e per esercitare il diritto di voto è attestata mediante una comunicazione alla Società, effettuata ai sensi di legge e di Statuto, dagli intermediari autorizzati in favore dei soggetti interessati, che dovrà pervenire alla Società stessa entro la fine del terzo giorno di mercato aperto antecedente la data fissata per l Assemblea ovvero, al più tardi, entro l inizio dei lavori assembleari. Si precisa che l attestazione da parte degli intermediari autorizzati è eseguita sulla base delle evidenze relative al termine della giornata contabile del settimo giorno di mercato aperto antecedente la data fissata per l Assemblea, vale a dire entro il termine della giornata contabile del 4 aprile 2014 (record date), precisando che coloro che risulteranno titolari delle azioni successivamente a tale data non avranno diritto a partecipare né a votare in Assemblea. Ogni Azionista può farsi rappresentare da altra persona, anche non Azionista, mediante delega

28 scritta, con le modalità e nei limiti di legge; presso gli intermediari abilitati o sul sito internet della Società, potrà essere reperito un modulo da utilizzare per l eventuale conferimento della delega per l intervento in Assemblea. Coloro che intendano partecipare all Assemblea in rappresentanza di Azionisti dovranno presentare la relativa documentazione al momento dell accreditamento per la partecipazione all Assemblea, oppure inviarla all indirizzo di posta elettronica certificata La Società, secondo quanto previsto dallo Statuto, non si avvale della facoltà di designare un rappresentante al quale gli Azionisti possano conferire la delega per esercitare il diritto di voto. Si segnala che non è previsto l intervento in Assemblea con l ausilio di mezzi elettronici, né la possibilità di esercitare il diritto di voto per corrispondenza o mediante l invio di una comunicazione tramite mezzi elettronici. 26 CONVOCAZIONE DELL ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI Integrazione dell ordine del giorno e presentazione di nuove proposte di delibera Gli Azionisti che, anche congiuntamente, rappresentino almeno un quarantesimo del capitale sociale possono chiedere, entro dieci giorni dalla pubblicazione del presente avviso di convocazione, l integrazione dell elenco delle materie da trattare, indicando nella domanda gli ulteriori argomenti proposti, ovvero possono presentare proposte di deliberazione su materie già all ordine del giorno. Le domande, unitamente alla certificazione attestante la titolarità della partecipazione, devono essere presentate per iscritto, a mezzo Raccomandata 1, alla sede legale della Società all attenzione dell Ufficio Societario, ovvero all indirizzo di posta elettronica certificata In aggiunta, ciascun Azionista, al quale spetta il diritto di voto, può presentare individualmente proposte di deliberazione in Assemblea. Delle integrazioni all ordine del giorno o della presentazione di ulteriori proposte di deliberazione su materie già all ordine del giorno è data notizia, nelle stesse forme prescritte per la pubblicazione dell avviso di convocazione, almeno quindici giorni prima di quello fissato per l Assemblea. Le ulteriori proposte di deliberazione su materie già all ordine del giorno sono messe a disposizione del pubblico, nelle stesse forme previste per la documentazione relativa all Assemblea, contestualmente alla pubblicazione della notizia della loro presentazione. L integrazione dell ordine del giorno non è ammessa per gli argomenti sui quali l Assemblea delibera, a norma di legge, su proposta dell organo di amministrazione o sulla base di un progetto o di una relazione da essi predisposta. Gli Azionisti che richiedono l integrazione dell ordine del giorno predispongono una relazione, che riporti la motivazione delle proposte di deliberazione sulle nuove materie di cui essi propongono la trattazione ovvero la motivazione relativa alle ulteriori proposte di deliberazione presentate su materie già all ordine del giorno. Tale relazione deve essere consegnata al Consiglio di Amministrazione entro il termine ultimo per la presentazione della richiesta di integrazione e con le medesime modalità sopra indicate. Il Consiglio di Amministrazione mette quindi a disposizione del pubblico la relazione, accompagnata dalle proprie eventuali valutazioni, contestualmente alla pubblicazione della notizia dell integrazione dell ordine del giorno o della presentazione di ulteriori proposte di deliberazione su materie già all ordine del giorno, nelle stesse forme previste per la documentazione relativa all Assemblea. Diritto di porre domande Ogni Azionista ha il diritto di porre domande sulle materie previste all ordine del giorno anche prima dello svolgimento dell Assemblea, mediante l invio di una comunicazione alla sede legale della Società, all attenzione dell Ufficio Societario, ovvero all indirizzo di posta elettronica certificata che dovrà pervenire entro la data del 12 aprile 2014, alle quali sarà data risposta durante lo svolgimento della stessa, con la facoltà per la Società di fornire una risposta unitaria alle domande aventi lo stesso contenuto.

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA Mid Industry Capital S.p.A Sede Legale Galleria Sala dei Longobardi 2, 20121 Milano Cod. Fisc. e P.IVA R.I. Milano 05244910963, R.E.A. Mi 1806317, Capitale Sociale Euro 5.000.225 i.v. CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

Real Consultant Srl Company Profile

Real Consultant Srl Company Profile Ooooo Real Consultant Srl Company Profile a company Regulated by RICS (The Royal Institution of Chartered Surveyors) Aprile, 2013 Indice REAL CONSULTANT - COMPANY PROFILE REAL CONSULTANT IL NOSTRO PROFILO

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Fideiussione Corporate (la "Garanzia")

Fideiussione Corporate (la Garanzia) Fideiussione Corporate (la "Garanzia") OGGETTO: A ciascun detentore di obbligazioni convertibili in azioni della società Sacom S.p.A. denominati "Sacom 2013 2018 Obbligazioni Convertibili" (ciascun Obbligazionista,

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO IL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 CHE CHIUDE CON UN UTILE NETTO CONSOLIDATO DI EURO 4,25 MILIONI LA DISTRIBUZIONE DI UN DIVIDENDO LORDO

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

INDICE NOTA DI SINTESI...

INDICE NOTA DI SINTESI... INDICE NOTA DI SINTESI................................................................................ Caratteristiche del fondo................................................................................................

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania)

Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania) Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania) Business Plan KIG RE - DIOMA Valore acquisizioni immobiliari, gestione, sviluppo e ricollocazione assets immobiliari della società veicolo di investimento

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n.

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. Bologna, 25 maggio 2006 Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. 11971/1999 Gli organi amministrativi di Lopam Fin S.p.A.

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

Il nuovo bilancio consolidato IFRS

Il nuovo bilancio consolidato IFRS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo bilancio consolidato IFRS La nuova informativa secondo IFRS 12 e le modifiche allo IAS 27 (Bilancio separato) e IAS 28 (Valutazione delle partecipazioni

Dettagli

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO Comune di Cabras Provincia di Oristano Comuni de Crabas Provìncia de Aristanis Ufficio Tecnico S e r v i z i o l l. p p. - U r b a n i s t i c a - P a t r i m o n i o REGOLAMENTO PER LA VENDITA DA PARTE

Dettagli

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma. Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v.

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma. Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v. LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v. Partita IVA, codice fiscale ed iscrizione presso il registro delle imprese di Roma n. 08028081001

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO Redatto ai sensi dell art. 5 del Regolamento approvato dalla Consob con Delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, e successive modificazioni PROROGA DELLA FIDEIUSSIONE DA PARTE DELL AZIONISTA

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE Le immobilizzazioni immateriali sono caratterizzate dalla mancanza di tangibilità

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile.

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. Signori Azionisti, come illustrato nella Relazione sulla

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO Il presente Documento Informativo (di seguito anche Documento ) rivolto ai Clienti o potenziali Clienti della Investire Immobiliare SGR S.p.A è redatto in conformità a quanto prescritto

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari Documento di Sintesi Documento redatto ai sensi dell art. 48, comma 3, del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

Maggio 2014. Guida dell Azionista

Maggio 2014. Guida dell Azionista Maggio 2014 Guida dell Azionista Con la presente Guida intendiamo offrire un utile supporto ai nostri azionisti, evidenziando i diritti connessi alle azioni possedute e consentendo loro di instaurare un

Dettagli

Valutazione di intangibili e impairment

Valutazione di intangibili e impairment IMPAIRMENT EVIDENZE DAI MEDIA ITALIANI Valutazione di intangibili e impairment -Valutazione di attività immateriali in aziende editoriali -Valutazioni per impairment test 1 La valutazione di asset si ha

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

CONVENZIONE QUADRO TRA

CONVENZIONE QUADRO TRA PROVINCIA DI PESARO E URBINO CONVENZIONE QUADRO Espletamento dei servizi finanziari connessi all emissione di prestiti obbligazionari ed altri servizi finanziari accessori e servizio di advisory per la

Dettagli

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti:

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: Benvenuto su RLI WEB L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: richieste di registrazione dei contratti di locazione di beni immobili e affitto fondi rustici;

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Università degli Studi di Parma Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Prof.ssa Paola Schwizer Anno accademico

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

Repertorio n. CONVENZIONE PER LA CESSIONE IN PROPRIETA DI AREA P.E.E.P. GIA CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) L anno duemila il giorno

Dettagli

MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO

MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO Regolamento del fondo comune di investimento immobiliare chiuso riservato ad investitori qualificati PATRIMONIO UNO promosso da Patrimonio

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale in Viale Umberto I n. 4, 00060 Formello (Rm) Tel. 06/9014301 Fax 06/9089034 Cod.Fiscale 00721840585 Iscrizione Registro Imprese Roma e P.Iva 009260721002 Iscritta all Albo

Dettagli

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale;

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale; CIRCOLARE N. 1276 Condizioni generali per l accesso al credito della gestione separata della Cassa depositi e prestiti società per azioni (CDP), ai sensi dell art. 5 comma 7 lettera a), primo periodo,

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale Agenda I II III AIM Italia Il ruolo di Banca Finnat Track record di Banca Finnat 2 2 Mercati non regolamentati Mercati regolamentati AIM Italia Mercati di

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

Direttive della CAV PP D 02/2013

Direttive della CAV PP D 02/2013 italiano Commissione di alta vigilanza della previdenza professionale CAV PP Direttive della CAV PP D 02/2013 Indicazione delle spese di amministrazione del patrimonio Edizione del: 23.04.2013 Ultima modifica:

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 5 SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI e SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI 24 ottobre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 3) Rettifiche

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia 300/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone dott. Andrea Luberti

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale www.bsp.lu Dicembre 2013 1 Con la Legge 22 marzo 2004, il Lussemburgo si è dotato, di uno strumento legislativo completo che ha

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA Studio Tecnico Geometri SAPINO Giuseppe e PEDERZANI Fabio Via Pollano, 26 12033 MORETTA (CN) - tel. 0172.94169 fax 172.917563 mail: gsapino@geosaped.com fpederzani@geosaped.com P.E.C.: giuseppe.sapino@geopec.it

Dettagli

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 OGGETTO DELL IMU L IMU sostituisce l ICI e, per la componente immobiliare, l IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali, dovute

Dettagli