Sommario PREMESSA RILIEVO LASER SCANNING La tecnica La campagna Elaborazione dei dati... 10

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sommario PREMESSA... 2 1 RILIEVO LASER SCANNING... 2. 1.1 La tecnica... 2 1.2 La campagna... 6 1.3 Elaborazione dei dati... 10"

Transcript

1

2 REL D Rilievi topografici e studio di inserimento urbanistico Pag 1 Sommario PREMESSA RILIEVO LASER SCANNING La tecnica La campagna Elaborazione dei dati... 10

3 REL D Rilievi topografici e studio di inserimento urbanistico Pag 2 PREMESSA Nell ambito del progetto definitivo di un opera di sostegno al piede della frana (settore D e settore C) e delle opere accessorie atte a limitare l'infiltrazione delle acque superficialie a favorirne il loro allontanamento si è fatto riferimento a due distinte fonti di rilievo per i vari settori. Per il settore D nel quale di verificano spostamenti delle masse, sono stati effettuati i rilievi topografici di dettaglio per la descrizione geometrica del terreno di intervento alla data di realizzazione del progetto, mentre per il settore C si è fatto riferimento al rilievo effettuato precedentemente, ritenuto oggi sempre rappresentativo della geometria del settore. La presente relazione è essenzialmente riferita alle modalità con cui sono stati effettuati i rilievi topografici per la definizione delle opere progettuali; è infatti ovvio che risulti non necessario lo studio di inserimento urbanistico dell opera, trattandosi di un opera rimovibile e quindi di carattere provvisionale (e comunque di un opera di scarsa rilevanza dal punto di vista urbanistico consistendo fondamentalmente in un opera di sostegno con risagomatura del versante a tergo). I rilievi topografici, effettuati sull intera porzione denominata Settore D della frana di Montaguto, sono stati effettuati con macchinari del Dipartimento di Scienze della Terra dell Università di Firenze (DST UNIFI); i rilievi sono stati coordinati dal dott. Giovanni Gigli del DST UNIFI, ed effettuati dal dott. Francesco Mugnai e dal dott. Stefano Morelli dello stesso dipartimento, in collaborazione dell ing. Stefano Nadotti che ha operato per conto dello Studio INGEO. La campagna di rilevamento è state effettuata nei giorni 26 e 27 gennaio RILIEVO LASER SCANNING Il rilievo laser scanning dell area di studio è stato realizzato con le seguenti finalità: 1. Ricostruzione di un modello di dettaglio 3D aggiornato dell area in esame; 2. definizione di un riferimento cartografico per la localizzazione degli interventi. 1.1 La tecnica La tecnica laser scanning utilizza un fascio di luce coerente (laser) di ridotte dimensioni per scansionare un determinato oggetto sotto un predefinito angolo solido e con un pattern di scansione regolare. Il risultato della scansione è una matrice di punti materializzante la superficie ripresa, le cui coordinate spaziali sono espresse in termini polari rispetto al centro dell apparato ricevente (raggio r, angolo sull orizzontale θ e sulla verticale φ). A parità di risoluzione angolare dello strumento la risoluzione spaziale dei punti è quindi funzione della distanza di ripresa. Solitamente la sorgente dell impulso funziona anche da apparato ricevente, fatta eccezione per i laser basati sul metodo della triangolazione ottica, in cui il ricevitore è separato dall elemento emettitore. La nuvola di punti (point cloud) prodotta dalla scansione laser costituisce direttamente il modello digitale tridimensionale dell oggetto scansionato e può essere gestita con un qualsiasi software di elaborazione grafica 3D. La tecnica laser scanning trova numerose applicazioni in diversi campi, quali quello topografico, geologico, architettonico, di conservazione dei beni culturali e industriale. In relazione al principio su cui si basano le tipologie di laser scanner attualmente in commercio, questi possono essere suddivisi in: laser a triangolazione ottica, laser a comparazione di fase e laser a tempo di volo (Time of Flight). Ognuno di questi metodi presenta un caratteristico range di lavoro e un differente grado di precisione.

4 REL D Rilievi topografici e studio di inserimento urbanistico Pag 3 Lo strumento utilizzato nel presente lavoro si basa sul metodo del tempo di volo. La distanza di un oggetto viene ricavata dal tempo che intercorre tra l invio di un impulso laser di breve durata e il ritorno del segnale riflesso allo strumento ricevitore. La distanza del punto colpito è data dalla relazione D=ct/2, dove c è la velocità della luce. A differenza del caso ideale, in cui ad ogni impulso corrisponde un segnale di ritorno identico a quello emesso, nella realtà il segnale di ritorno presenta un certo grado di disturbo legato alle caratteristiche dell oggetto riflettente, al fatto che il raggio laser, seppur molto concentrato, presenta una certa divergenza ed alle condizioni atmosferiche. Il riconoscimento dell impulso di ritorno, e quindi il segnale di stop al conteggio temporale, può essere effettuato con diverse tecniche che vanno dall impostazione di soglie di ampiezza al segnale di ritorno, all utilizzo di frazioni della lunghezza del segnale, fino al completo riconoscimento del segnale di ritorno. Quest ultimo metodo è utilizzato nelle applicazioni laser da aereo e consente di distinguere, per uno stesso impulso emesso, differenti impulsi di ritorno derivanti da oggetti posti a differenti quote (ad es. vegetazione, edifici e suolo). Il laser scanner da terra non necessita di sistemi di correzione del posizionamento, visto che le distanze vengono riferite ad una terna cartesiana che rimane fissa e centrata sullo strumento per ogni posizione di scansione. Il corretto posizionamento su una terna di riferimento geografica può essere fatto successivamente tramite la conoscenza delle coordinate geografiche di alcuni punti individuati nella scansione. Il suo principale vantaggio sta nell elevata risoluzione spaziale raggiungibile e nella possibilità di eseguire scansioni in aree di difficile accesso o non direttamente visibili da aereo. I moderni laser scanner terrestri utilizzati in ambito geologico applicato consentono risoluzioni millimetriche, in relazione al metodo utilizzato per valutare la distanza dell oggetto riflettente (Tabella 1). Tabella 1 - Range di applicazione, relativa accuratezza delle misure e modelli di laser scanner in commercio, in funzione della tecnica di acquisizione del dato. Nel presente studio le scansioni sono state eseguite con un dispositivo 3D Laser Imaging Sensor, modello LMS-Z420i da terra, prodotto dalla Riegl Laser Instrument Systems (Figura 1). Facendo riferimento alla Tabella 1 questo strumento si basa sul metodologia del tempo di volo. Le principali caratteristiche tecniche della strumentazione impiegata sono le seguenti: - Distanza di misura: fino a 1000 m, in funzione delle caratteristiche di riflettività dell oggetto - Accuratezza: ± 10 mm - Passo di scansione verticale minimo: 0.008

5 REL D Rilievi topografici e studio di inserimento urbanistico Pag 4 - Passo di scansione orizzontale minimo : Velocità di scansione: fino a punti/secondo - Lunghezza d onda: infrarosso vicino - Apertura del raggio: 0.25 mrad. La densità di punti battuti è legata quindi alla distanza dell area di interesse in funzione del passo di scansione verticale ed orizzontale dello strumento, che possono essere inferiori anche al centesimo di grado. Questo comporta ad es., nel caso di passo di campionamento di 0.01 ad una distanza di 100 m, una densità lineare di 1 punto ogni 1.7 cm. Nella Figura 2 sono riportati i diversi componenti del dispositivo LMS-Z420i. Il generatore/ricevitore del raggio laser (1); il sistema di indirizzamento del raggio laser (2), costituito da un poliedro rotante (3) avente superfici riflettenti. Il movimento orizzontale è assicurato da un sistema meccanico che fa ruotare la parte superiore del laser (4). Al di sopra della testa del laser è previsto un alloggiamento per una camera ottica digitale (7) che si muove solidalmente con il laser scanner. Infine un PC portatile (6) collegato tramite TCP/IP (5) e USB (8) rispettivamente con il laser scanner e la macchina fotografica. Da sottolineare che i punti della scansione vengono inviati direttamente al portatile senza nessun filtro intermedio (nessuna memoria interna al laser scanner). IL software di acquisizione ed elaborazione utilizzato per il presente studio è RISCANPRO prodotto anch esso da RIEGL. Figura 1 Strumento laser scanner utilizzato per i rilievi.

6 REL D Rilievi topografici e studio di inserimento urbanistico Pag 5 Figura 2 Schema di funzionamento del laser scanner Riegl LMS-Z420i (Riegl, 2004). Prima di procedere alla scansione laser è necessario inserire all interno della scena da investigare alcuni riflettori (Figura 3); infatti il software di acquisizione è in grado di riconoscere i punti maggiormente riflettenti e di associare a questi delle coordinate relative o assolute, in modo tale da riposizionare la nuvola di punti prodotta nel sistema di riferimento cartografico scelto. Questo passaggio risulta ancora più obbligato se si presenta la necessità di unire due o più scansioni dello stesso oggetto riprese da punti di vista diversi, permettendo così di eliminare le zone d ombra, che inevitabilmente vengono prodotte dai profili delle sporgenze dell oggetto o dalla vegetazione che si trova nella traiettoria del raggio laser. Sulla base dell accuratezza richiesta, le coordinate dei riflettori vengono acquisite mediante GPS differenziale, secondo procedure operative statiche o dinamiche; queste ultime, se effettuate in modalità RTK (cinematica in tempo reale), permettono di avere rapidamente le coordinate del punto con errori centimetrici nelle tre direzioni.

7 REL D Rilievi topografici e studio di inserimento urbanistico Pag 6 Figura 3 - Riflettore cilindrico per il georiferimento della nuvola di punti. 1.2 La campagna La campagna di acquisizione è stata eseguita nei giorni Marzo La scansione ha interessato un area di estensione pari a circa m 2 (Figura 4). L ambiente è caratterizzato dalla presenza di asperità morfologiche consistenti e da elementi antropici di disturbo quali mezzi per la movimentazione del terreno in attività. Al fine di ridurre al minimo le zone d ombra, la pianificazione della campagna di acquisizione è stata effettuata da 7 posizioni distinte, 3 dalla strada provinciale, e 4 sul corpo di frana (Figura 5).

8 Progetto di opera di sostegno al piede della frana (settore D e settore C) REL D Rilievi topografici e studio di inserimento urbanistico Pag 7 Figura 4 Area di frana scansionata. Figura 5 Mappa di localizzazione delle diverse posizioni di scansione.

9 REL D Rilievi topografici e studio di inserimento urbanistico Pag 8 Figura 6 Fase di rilievo dalla posizione di scansione n 2 Per ogni posizione di scansione sono state realizzate scansioni di inquadramento a bassa risoluzione, riprese ottiche ad alta risoluzione e scansioni di dettaglio, in modo da raggiungere una risoluzione adeguata. In questo modo sono stati battuti oltre 10 milioni di punti. La Figura 7 riporta la nuvola di punti totale ricavata dall unione delle nuvole di punti a bassa risoluzione ottenute da ciascuna posizione di scansione.

10 Progetto di opera di sostegno al piede della frana (settore D e settore C) REL D Rilievi topografici e studio di inserimento urbanistico Pag 9 Figura 7 Nuvola di punti complessiva derivante dall unione delle diverse scansioni a bassa risoluzione. Per permettere la ricostruzione della nuvola di punti globale generata dell unione di tutte le acquisizioni eseguite, è stato necessario installare 21 riflettori all interno dell area di vista del laser scanner e localizzarli tramite un rilievo GPS di dettaglio (Figura 8). Figura 8 Nuvola di punti complessiva e localizzazione dei riflettori.

11 1.3 Elaborazione dei dati Progetto di opera di sostegno al piede della frana (settore D e settore C) REL D Rilievi topografici e studio di inserimento urbanistico Pag 10 I dati grezzi provenienti da ciascuna posizione di scansione sono stati quindi allineati secondo un sistema cartografico comune. L area è coperta da scarsa vegetazione, in particolare ai margini della zona in frana, che tuttavia, oltre a determinare la formazione di piccole zone d ombra durante l esecuzione del rilievo, rappresenta un elemento di disturbo anche nell interpretazione delle nuvole di punti prodotte. La componente vegetativa è stata eliminata manualmente e con algoritmi automatici. Grazie all elevata risoluzione della nuvola di punti ottenuta dalle 7 scansioni, è stato possibile coprire il settore di interesse, corrispondente al settore D, coprendo le zone d ombra che inevitabilmente la morfologia assai accidentata provoca (Figura 9Figura 10). Figura 9 Nuvola di punti 3D colorata in intensità, originata dal posizione di scansione n 2.

12 Progetto di opera di sostegno al piede della frana (settore D e settore C) REL D Rilievi topografici e studio di inserimento urbanistico Pag 11 Figura 10 Nuvola di punti 3D generata tramite l unione delle scansioni effettuate dalle posizioni n 2,4,5. Il modello 3D così ottenuto è riportato in Figura 11 e le relative curve di livello con equidistanza 1.0 m, in Figura 12. La Figura 13 mostra la sovrapposizione delle curve di livello al modello digitale del terreno. Figura 11 Superficie del terreno ottenuta triangolando la nuvola di punti dell area in esame.

13 Progetto di opera di sostegno al piede della frana (settore D e settore C) REL D Rilievi topografici e studio di inserimento urbanistico Pag 12 Figura 12 Curve di livello con equidistanza di 1 metro estratte dal DEM di Figura 11. Figura 13 Sovrapposizione delle curve di livello sul modello digitale del terreno.

ALLEGATO 1 NOTE SULL USO DEL METODO DI RILIEVO LASER SCANNER PER LE CAVE DEL COMUNE DI NUVOLENTO.

ALLEGATO 1 NOTE SULL USO DEL METODO DI RILIEVO LASER SCANNER PER LE CAVE DEL COMUNE DI NUVOLENTO. ALLEGATO 1 NOTE SULL USO DEL METODO DI RILIEVO LASER SCANNER PER LE CAVE DEL COMUNE DI NUVOLENTO. A)Generalità Una prima importante precisazione: il metodo non ricorre a tecniche aerofotogrammetriche,

Dettagli

Martina Agazzi. Corso di Tecniche plastiche contemporanee. Prof. Carlo Lanzi

Martina Agazzi. Corso di Tecniche plastiche contemporanee. Prof. Carlo Lanzi Martina Agazzi Corso di Tecniche plastiche contemporanee Prof. Carlo Lanzi RILEVAMENTO 3D DI UN OGGETTO ARTISTICO (SCULTURA) Luce strutturata Dispositivo portatile, facilmente trasportabile digitalizzazione

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti PROVVEDITORATO INTERREGIONALE PER LE OPERE PUBBLICHE EMILIA ROMAGNA - MARCHE - SEDE COORDINATA DI ANCONA - UFFICIO 7 TECNICO OO.MM. CAPITOLATO TECNICO LOTTO

Dettagli

CLASSIFICAZIONE. william meschieri 2

CLASSIFICAZIONE. william meschieri 2 CLASSIFICAZIONE Si tratta di una tecnica di rilievo che consente di ottenere forma, dimensioni e posizione (modello digitale) degli oggetti mediante la misura, in brevi intervalli di tempo, di un elevatissimo

Dettagli

Consiglio Nazionale delle Ricerche. Report di approfondimento relativo all attuale stato di attività del fenomeno franoso di Montaguto febbraio 2011

Consiglio Nazionale delle Ricerche. Report di approfondimento relativo all attuale stato di attività del fenomeno franoso di Montaguto febbraio 2011 Consiglio Nazionale delle Ricerche ISTITUTO DI RICERCA PER LA PROTEZIONE IDROGEOLOGICA CENTRO DI COMPETENZA DEL DIPARTIMENTO DI PROTEZIONE CIVILE PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Report di approfondimento

Dettagli

GPS CATERINA CHIEFARI

GPS CATERINA CHIEFARI GPS CATERINA CHIEFARI CNR-ITABC Autore (Arial 14 punti, corsivo) 1 Indice 1. Applicazione GPS in modalità statico 2. Applicazione GPS in modalità RTK 3. Applicazione GPS in modalità cinematico Autore (Arial

Dettagli

IL LASER SCANNER E IL TERRITORIO: applicazioni, metodologie operative, potenzialità del rilevamento con laser-scanner terrestre

IL LASER SCANNER E IL TERRITORIO: applicazioni, metodologie operative, potenzialità del rilevamento con laser-scanner terrestre INN.TEC. srl Consorzio per l Innovazione Tecnologica Università degli Studi di Brescia IL LASER SCANNER E IL TERRITORIO: applicazioni, metodologie operative, potenzialità del rilevamento con laser-scanner

Dettagli

Bologna, aprile 2010. Rudj Maria Todaro

Bologna, aprile 2010. Rudj Maria Todaro Bologna, aprile 2010 RAMSES Il rilievo altimetrico della pavimentazione di Venezia Rudj Maria Todaro 1. Obbiettivi i di progetto 2. Il lavoro svolto 3. Risultati Conseguiti Ramses - Obbiettivi di progetto

Dettagli

SCAN & GO IL NUOVO MODO DI FARE TOPOGRAFIA

SCAN & GO IL NUOVO MODO DI FARE TOPOGRAFIA SCAN & GO IL NUOVO MODO DI FARE TOPOGRAFIA Scan&Go è una nuova metodologia per il rilievo topografico del territorio che utilizza strumentazione laser scanner abbinata a ricevitori GPS. Il sistema, installato

Dettagli

RILEVAMENTO LASER SCANNER - Monitoraggio Ambientale e del Costruito

RILEVAMENTO LASER SCANNER - Monitoraggio Ambientale e del Costruito RILEVAMENTO LASER SCANNER - Monitoraggio Ambientale e del Costruito Introduzione 2 Perché usare il laser scanner: Caratteristiche della tecnologia: Tempi di stazionamento rapidi (pochi minuti); Elevata

Dettagli

Introduzione Principi di funzionamento

Introduzione Principi di funzionamento NUOVE TECNOLOGIE DI RILEVAMENTO NELLA PROTEZIONE CIVILE: IL LASER SCANNER TERRESTRE Modalità di funzionamento e alcuni campi applicativi dott. Dario CONFORTI ANDREONI(**), dott. geol. Giancarlo MASSARI(*),

Dettagli

RILIEVO LASER SCANNER RILIEVO DEGLI EDIFICI STORICI AMBIENTE E TERRITORIO

RILIEVO LASER SCANNER RILIEVO DEGLI EDIFICI STORICI AMBIENTE E TERRITORIO RILIEVO LASER SCANNER RILIEVO DEGLI EDIFICI STORICI AMBIENTE E TERRITORIO Il laser a scansione terrestre opera in modalità totalmente automatica ed è in grado di acquisire centinaia o migliaia di punti

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI FACOLTÀ DI SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GEO-CARTOGRAFICHE, ESTIMATIVE ED EDILIZIE TECNICHE DI MODELLAZIONE 3D A PARTIRE DA DATI RILEVATI

Dettagli

GPS? SINTETICAMENTE STRUTTURA WGS 84 TECNICHE DI MISURAZIONE RILIEVO TOPOGRAFICO PRECISIONE E FONTI DI ERRORE RETE GPS

GPS? SINTETICAMENTE STRUTTURA WGS 84 TECNICHE DI MISURAZIONE RILIEVO TOPOGRAFICO PRECISIONE E FONTI DI ERRORE RETE GPS GPS GPS? SINTETICAMENTE STRUTTURA WGS 84 TECNICHE DI MISURAZIONE RILIEVO TOPOGRAFICO PRECISIONE E FONTI DI ERRORE RETE GPS GPS Global Positioning System è costituito da una costellazione di satelliti NAVSTAR

Dettagli

Il monitoraggio geodetico di una frana è un controllo nel tempo di tipo geometrico sulle variazioni della forma della superficie del corpo di frana.

Il monitoraggio geodetico di una frana è un controllo nel tempo di tipo geometrico sulle variazioni della forma della superficie del corpo di frana. Il monitoraggio geodetico di una frana Il monitoraggio geodetico di una frana è un controllo nel tempo di tipo geometrico sulle variazioni della forma della superficie del corpo di frana. Per determinare

Dettagli

IL RILIEVO LASER SCANNING DEL VULCANO ETNA

IL RILIEVO LASER SCANNING DEL VULCANO ETNA IL RILIEVO LASER SCANNING DEL VULCANO ETNA INGV - Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia L Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha usato il sistema a scansione laser (LiDAR Laser Imaging

Dettagli

Rivoluzione tecnologica negli scanner laser 3d Terrestri ed Aviotrasportati

Rivoluzione tecnologica negli scanner laser 3d Terrestri ed Aviotrasportati Rivoluzione tecnologica negli scanner laser 3d Terrestri ed Aviotrasportati Simone Orlandini (*), Leandro Bornaz (**),Riegl (***) (*) Microgeo s.r.l., via Petrarca, 42 Campi Bisenzio (Firenze), (**) SIR,

Dettagli

ANALISI DEL DISSESTO IN TOSCANA ED APPLICAZIONE DEL LASER SCANNER IN AREE SOGGETTE A FENOMENI DI CROLLO

ANALISI DEL DISSESTO IN TOSCANA ED APPLICAZIONE DEL LASER SCANNER IN AREE SOGGETTE A FENOMENI DI CROLLO ANALISI DEL DISSESTO IN TOSCANA ED APPLICAZIONE DEL LASER SCANNER IN AREE SOGGETTE A FENOMENI DI CROLLO Domenico Morini Dirigente Servizio Geologico Regione Toscana Stefano Romanelli La.m.m.a. Regione

Dettagli

SCAN&GO IL NUOVO MODO DI FARE TOPOGRAFIA. www.scan-go.it www.scan-go.eu V.03.1213

SCAN&GO IL NUOVO MODO DI FARE TOPOGRAFIA. www.scan-go.it www.scan-go.eu V.03.1213 SCAN&GO IL NUOVO MODO DI FARE TOPOGRAFIA V.03.1213 www.scan-go.it www.scan-go.eu SCAN&GO SYSTEM IL NUOVO MODO DI FARE TOPOGRAFIA Scan&Go è una nuova metodologia per il rilievo topografico del territorio

Dettagli

Applicazione del sistema Laser Scan da terra per i rilievo geometrico e geomeccanico dei versanti in roccia

Applicazione del sistema Laser Scan da terra per i rilievo geometrico e geomeccanico dei versanti in roccia Applicazione del sistema Laser Scan da terra per i rilievo geometrico e geomeccanico dei versanti in roccia MAPANDO www.mapando.it by Gaspari & Krüger DESCRIZIONE DEL METODO -Laser scanner ad elevata portata

Dettagli

Rilievo morfologico del manto stradale

Rilievo morfologico del manto stradale Rilievo morfologico del manto stradale Federico Ferrari L utilizzo del Laser Scanner D Cyrax System nel campo dell incidentistica stradale per perizie legali è collocabile all interno dei programmi di

Dettagli

RILIEVO LASER SCANNER PARETE MARMOREA XXXXXXXXXXXXX

RILIEVO LASER SCANNER PARETE MARMOREA XXXXXXXXXXXXX RILIEVO LASER SCANNER PARETE MARMOREA XXXXXXXXXXXXXXXXXX PROVA n. 3651/XX Committente: Relatore: XXXXXXXXXXXXX ing. Georg Schiner Vista della parete di intarsio marmoreo XX/88/09/mt Bolzano, 9 Settembre

Dettagli

APPLICAZIONI IN AMBITO IMPIANTISTICO ED INDUSTRIALE

APPLICAZIONI IN AMBITO IMPIANTISTICO ED INDUSTRIALE Università degli Studi di Brescia Prof. Giorgio Vassena APPLICAZIONI IN AMBITO IMPIANTISTICO ED INDUSTRIALE La tecnologia Laser Scanner La tecnologia si basa su uno strumento, denominato laser scanner,

Dettagli

IL RILIEVO TOPOGRAFICO CON LASER SCANNER

IL RILIEVO TOPOGRAFICO CON LASER SCANNER IL RILIEVO TOPOGRAFICO CON LASER SCANNER fb.m. s.r.l. 1 Il continuo sviluppo della tecnica di rilievo e la ricerca continua del miglior risultato ore-lavoro, ha prodotto la strumentazione per il rilievo

Dettagli

E FENOMENI FRANOSI: UTILIZZO INTEGRATO DI TECNICHE A SCANSIONE LASER E POSIZIONAMENTO GEODETICO

E FENOMENI FRANOSI: UTILIZZO INTEGRATO DI TECNICHE A SCANSIONE LASER E POSIZIONAMENTO GEODETICO IRPI Consiglio Nazionale delle Ricerche ISTITUTO DI RICERCA PER LA PROTEZIONE IDROGEOLOGICA GRUPPO DI GEOMONITORAGGIO - TORINO IL MONITORAGGIO DI CORSI D ACQUA E FENOMENI FRANOSI: UTILIZZO INTEGRATO DI

Dettagli

RELAZIONE TOPOGRAFICA

RELAZIONE TOPOGRAFICA RELAZIONE TOPOGRAFICA La presente relazione riguarda il rilievo topografico eseguito con tecnica laser scanner della zona di Cava Rave della Foce situata nel Comune di Frontone (PU) svoltosi nei mesi di

Dettagli

SERVIZIO SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE

SERVIZIO SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE ASSESSORATO ENTI LOCALI FINANZE ED URBANISTICA Direzione generale della pianificazione territoriale urbanistica e della vigilanza edilizia S E T T O R E SERVIZIO SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE

Dettagli

Strumenti e tecniche di misura per grandezze fotometriche e caratteristiche delle superfici. prof. ing. Luigi Maffei

Strumenti e tecniche di misura per grandezze fotometriche e caratteristiche delle superfici. prof. ing. Luigi Maffei Strumenti e tecniche di misura per grandezze fotometriche e caratteristiche delle superfici prof. ing. Luigi Maffei Le grandezze fotometriche Sono definite per valutare in termini quantitativi le caratteristiche

Dettagli

Il radar meteorologico

Il radar meteorologico Il radar meteorologico Il radar meteorologico è uno strumento che sfrutta impulsi di onde elettromagnetiche per rilevare la presenza in atmosfera di idrometeore (goccioline d acqua, cristalli di neve o

Dettagli

Gabriella CAROTI (*), Andrea PIEMONTE(*)

Gabriella CAROTI (*), Andrea PIEMONTE(*) STUDIO RELATIVO AL RILEVAMENTO DI DETTAGLIO DI UNA PORZIONE DEL TRANSETTO NORD DELLA CHIESA DI SAN PAOLO A RIPA D ARNO AL FINE DI PROCEDERE AL CONSOLIDAMENTO STRUTTURALE. Gabriella CAROTI (*), Andrea PIEMONTE(*)

Dettagli

RILIEVO FOTOGRAMMETRICO 3D CON IMMAGINI DIGITALI ACQUISITE CON DRONE E GOPRO

RILIEVO FOTOGRAMMETRICO 3D CON IMMAGINI DIGITALI ACQUISITE CON DRONE E GOPRO RILIEVO FOTOGRAMMETRICO 3D CON IMMAGINI DIGITALI ACQUISITE CON DRONE E GOPRO PRINCIPI TEORICI La fotogrammetria è una tecnica di rilievo che permette di ottenere dati metrici di un qualsiasi oggetto (forma

Dettagli

Metodi di Posizionamento

Metodi di Posizionamento Metodi di Posizionamento Modi di posizionamento Determinazione di una posizione mediante GPS dipende: Accuratezza del dato ricercato Tipo di ricettore GPS Modi: Posizionamento assoluto Posizionamento relativo

Dettagli

3D Scanning. Multimedia

3D Scanning. Multimedia 3D Scanning 3D Scanning Di cosa si tratta? Si vuole campionare, attraverso una nuvola di punti (point cloud), la superficie dell oggetto / soggetto. Cosa si fa con la nuvola di punti? (Quali applicazioni)

Dettagli

RILIEVI TOPOGRAFICI ED ARCHITETTONICI CON APPARECCHIATURA LASER SCANNER

RILIEVI TOPOGRAFICI ED ARCHITETTONICI CON APPARECCHIATURA LASER SCANNER Studio Tecnico Associato CALCATERRA Geom. Giancarlo - PRADELLA Geom. Ermindo SONDRIO RILIEVI TOPOGRAFICI ED ARCHITETTONICI CON APPARECCHIATURA LASER SCANNER Cenni metodologici ed esempi Febbraio 2015 L

Dettagli

Le tecniche del telerilevamento applicate alla mappatura delle coperture in cemento/amianto.

Le tecniche del telerilevamento applicate alla mappatura delle coperture in cemento/amianto. Regione Calabria ARPACAL Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria DIREZIONE SCIENTIFICA CENTRO GEOLOGIA E AMIANTO Le tecniche del telerilevamento applicate alla mappatura delle

Dettagli

Studio Tecnico Survey Project. Applicazioni Sviluppate

Studio Tecnico Survey Project. Applicazioni Sviluppate Studio Tecnico Survey Project La Ricerca applicata al Territorio Applicazioni Sviluppate Tecnici Dott. For. Johnny Moretto, Ph.D. Dott. Nicola Trolese Applicazioni Sviluppate Batimetria canali bagnati

Dettagli

ESPERIENZE DI RILIEVO LASER SCANNING NELLE ZONE EMILIANE COLPITE DAL TERREMOTO: INTERVENTI IN FASE DI EMERGENZA. Arianna Pesci 1 e Elena Bonali 2

ESPERIENZE DI RILIEVO LASER SCANNING NELLE ZONE EMILIANE COLPITE DAL TERREMOTO: INTERVENTI IN FASE DI EMERGENZA. Arianna Pesci 1 e Elena Bonali 2 ESPERIENZE DI RILIEVO LASER SCANNING NELLE ZONE EMILIANE COLPITE DAL TERREMOTO: INTERVENTI IN FASE DI EMERGENZA 1 Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. 2 Università degli Studi di Bologna, DAPT.

Dettagli

Correzione di immagini da camera Vexcel UltraCam utilizzando Geomatica OrthoEngine

Correzione di immagini da camera Vexcel UltraCam utilizzando Geomatica OrthoEngine Correzione di immagini da camera Vexcel UltraCam utilizzando Geomatica OrthoEngine di Philip Cheng Per molti anni la camera a pellicola aerotrasportata è stata la miglior scelta per l acquisizione di foto

Dettagli

Catasto Informatizzato delle Strade e Nuove Tecnologie di Rilevamento Dati

Catasto Informatizzato delle Strade e Nuove Tecnologie di Rilevamento Dati I GIS per le Infrastrutture, la Mobilità e la Sicurezza Stradale Catasto Informatizzato delle Strade e Nuove Tecnologie di Rilevamento Dati Palazzo delle Stelline - Milano, 18 Novembre 2009 24/11/2009

Dettagli

Università degli studi di Brescia Facoltà di Ingegneria Corso di Topografia A Nuovo Ordinamento. La misura della distanza

Università degli studi di Brescia Facoltà di Ingegneria Corso di Topografia A Nuovo Ordinamento. La misura della distanza Università degli studi di Brescia Facoltà di Ingegneria Corso di Topografia A Nuovo Ordinamento La misura della distanza Metodi di misura indiretta della distanza Stadia verticale angolo parallattico costante

Dettagli

SCANNER 3D: dispositivo che

SCANNER 3D: dispositivo che DEFINIZIONI SCANNER 3D: dispositivo che - acquisisce coordinate 3D, - in modo automatico, - con elevata densità. Non esiste una definizione univoca: classificazioni in base alle modalità di misura della

Dettagli

-Rilievo diretto Laboratori -Rilievo Aula 9 edificio A. Alessio Tirapelle Mirko Mondini Daniel Colombelli Irene Gregori

-Rilievo diretto Laboratori -Rilievo Aula 9 edificio A. Alessio Tirapelle Mirko Mondini Daniel Colombelli Irene Gregori -Rilievo diretto Laboratori -Rilievo Aula 9 edificio A Alessio Tirapelle Mirko Mondini Daniel Colombelli Irene Gregori Operazioni di misura a diretto contatto con l oggetto da rilevare; è possibile il

Dettagli

Tecniche per l analisi della postura e del movimento

Tecniche per l analisi della postura e del movimento Tecniche per l analisi della postura e del movimento 1/14 Tecniche di analisi La rilevazione, attraverso l utilizzo di sistemi automatici basati su tecnologie avanzate di grandezze cinematiche e dinamiche

Dettagli

RILIEVO CON TECNOLOGIA LASER SCANNER

RILIEVO CON TECNOLOGIA LASER SCANNER RILIEVO CON TECNOLOGIA LASER SCANNER LA SCANSIONE LASER 3D CONSENTE DI PENSARE IN UN MODO NUOVO ALLE ATTIVITA DI ACQUISIZIONE, ANALISI ED ARCHIVIAZIONE DATI, INDIPENDENTEMENTE DAL SETTORE APPLICATIVO IN

Dettagli

CITY MODELING: Progetto GEODATA

CITY MODELING: Progetto GEODATA CITY MODELING: Progetto GEODATA Il contenuto di questo progetto 3D è stato gentilmente fornito da GEODATA. www.geodata.at; www.citygrid.at Strumento RIEGL: Piattaforma di acquisizione: Ordine cliente:

Dettagli

Le strumentazioni laser scanning oriented per i processi di censimento anagrafico dei patrimoni

Le strumentazioni laser scanning oriented per i processi di censimento anagrafico dei patrimoni CONVEGNO FACILITY MANAGEMENT: LA GESTIONE INTEGRATA DEI PATRIMONI PUBBLICI GENOVA FACOLTA DI ARCHITETTURA 06.07.2010 Le strumentazioni laser scanning oriented per i processi di censimento anagrafico dei

Dettagli

Introduzione. Via Col Berretta, 6 35141 Padova Tel.:0498725982 Cel.:3482472823/3487450329 Mail: info@scannerlaser.it Web: www.scannerlaser.

Introduzione. Via Col Berretta, 6 35141 Padova Tel.:0498725982 Cel.:3482472823/3487450329 Mail: info@scannerlaser.it Web: www.scannerlaser. Introduzione Geo Controlli, branch geofisico di Valtronic Europe, opera nel campo dei rilievi geologici, topografici e geofisici. Il settore è nato dall unione di professionisti altamente qualificati con

Dettagli

Ordine dei Geologi Regione del Veneto

Ordine dei Geologi Regione del Veneto Corso CARTOGRAFIA E GIS Luogo di svolgimento Cittadella (PD) Durata 10 moduli tra loro indipendenti da svolgersi tra aprile e giugno 2011. E possibile l iscrizione anche a singoli moduli. Docenti Dr. Lorenzo

Dettagli

Workshop droni e tecnologie innovative Alex Fabbro At-To drones S.r.l.

Workshop droni e tecnologie innovative Alex Fabbro At-To drones S.r.l. Workshop droni e tecnologie innovative Alex Fabbro At-To drones S.r.l. Aerofotogrammetria Dettagli costruttivi Aerofotogrammetria con SAPR Introduzione Al-To Drones Srl 2 Introduzione Lunghezza focale

Dettagli

RILIEVO E MODELLAZIONE 3D PER I BENI CULTURALI

RILIEVO E MODELLAZIONE 3D PER I BENI CULTURALI RILIEVO E MODELLAZIONE 3D PER I BENI CULTURALI PERCHE' 3D? Documentazione e analisi di contesti archeologici Conservazione digitale e tutela Divulgazione (filmati / realtà virtuale) GIS RILIEVO 3D Misura

Dettagli

1. Very Long Baseline Interferometry (VLBI), 2. Satellite Laser Ranging (SLR)

1. Very Long Baseline Interferometry (VLBI), 2. Satellite Laser Ranging (SLR) Geodesia Dal greco Γεωδαισια: divisione della Terra Discipline collegate alla geodesia: 1. studio della forma del pianeta; 2. studio del campo di gravità del pianeta. Misure geodetiche: misure legate e

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE Dall ottico al radar. Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione Generale per la Difesa del Suolo

CORSO DI FORMAZIONE Dall ottico al radar. Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione Generale per la Difesa del Suolo Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione Generale per la Difesa del Suolo Fornitura di Dati, Sistemi e Servizi per la Realizzazione del Sistema Informativo del Piano Straordinario

Dettagli

Integrazione di sensori nei Mobile Mapping Systems. Corso di Metodologie Topografiche per l Ingegneria A.A. 2006/2007

Integrazione di sensori nei Mobile Mapping Systems. Corso di Metodologie Topografiche per l Ingegneria A.A. 2006/2007 Integrazione di sensori nei Mobile Mapping Systems Corso di Metodologie Topografiche per l Ingegneria A.A. 2006/2007 IL veicolo vincitore nel 2005 del Stanford Racing Team era dotato di: - 5 laser scanners

Dettagli

3DE Modeling Professional

3DE Modeling Professional 3DE Modeling Professional 3DE Modeling Professional è la parte di 3DE Modeling Suite che si occupa della modellazione 3D automatica di oggetti ed edifici a partire da nuvole di punti ottenute con scanner

Dettagli

LAVORI DI MESSA IN SICUREZZA DI EMERGENZA FASE: SMASSAMENTO CUMULI RILIEVO TOPOGRAFICO LST (LASER SCANNER TERRESTRE) COMUNE DI ADELFIA (BA)

LAVORI DI MESSA IN SICUREZZA DI EMERGENZA FASE: SMASSAMENTO CUMULI RILIEVO TOPOGRAFICO LST (LASER SCANNER TERRESTRE) COMUNE DI ADELFIA (BA) Via G. De Marinis, 13 70131 (ITALY) e mail: info@geotek rilievi.com web: www.geotek rilievi.com COMUNE DI ADELFIA (BA) LAVORI DI MESSA IN SICUREZZA DI EMERGENZA DELLO STABILIMENTO EX SAPA FASE: SMASSAMENTO

Dettagli

Basi di Dati Spaziali

Basi di Dati Spaziali degli Studi Basi di Dati Spaziali Introduzione ai Geographical Information Systems (GIS) Alessandra Chiarandini - Lezione 4 Cartografia Italiana Introduzione ai GIS A. Chiarandini 22 La Cartografia IGM

Dettagli

2.3 I PRODOTTI AEROFOTOGRAFICI

2.3 I PRODOTTI AEROFOTOGRAFICI Aerofotogrammetria 2.3 I PRODOTTI AEROFOTOGRAFICI Dal negativo, impressionato in volo, si possono ottenere diversi prodotti tra cui: stampe a contatto, ingrandimenti, raddrizzamenti, ortofoto e restituzioni

Dettagli

MISURE DI VELOCITA OTTICHE

MISURE DI VELOCITA OTTICHE MISURE DI VELOCITA OTTICHE SOMMARIO VISUALIZZAZIONI ANALISI DI IMMAGINI 1) METODO DELLA SOGLIA 2) PARTICLE TRACKING VELOCIMETRY (PTV) 3) PARTICLE IMAGE VELOCIMETRY (PIV) 2 VISUALIZZAZIONI 1. INIEZIONE

Dettagli

Haiti: l IREA-CNR ottiene una particolare misura degli spostamenti co-sismici utilizzando immagini COSMO ad alta risoluzione

Haiti: l IREA-CNR ottiene una particolare misura degli spostamenti co-sismici utilizzando immagini COSMO ad alta risoluzione Haiti: l IREA-CNR ottiene una particolare misura degli spostamenti co-sismici utilizzando immagini COSMO ad alta risoluzione A seguito del violento terremoto che ha colpito l isola di Haiti il 12 Gennaio

Dettagli

Costruzioni e Territorio

Costruzioni e Territorio UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II DIPARTIMENTO DI AGRARIA Costruzioni e Territorio C.L.: Tecnologie agrarie A.A. 2014-2015 Prof. Lorenzo Boccia lorenzo.boccia@unina.it AGR10 = Costruzioni Rurali

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER I RILEVAMENTI TERRITORIALI INFORMATIZZATI

TECNICO SUPERIORE PER I RILEVAMENTI TERRITORIALI INFORMATIZZATI ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE EDILIZIA TECNICO SUPERIORE PER I RILEVAMENTI TERRITORIALI INFORMATIZZATI STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE PER I

Dettagli

Applicazione di tecnologie innovative nella determinazione della temperatura superficiale delle acque marine

Applicazione di tecnologie innovative nella determinazione della temperatura superficiale delle acque marine Dr. Geol. Gaetano La Bella Applicazione di tecnologie innovative nella determinazione della temperatura superficiale delle acque marine MoGeIFaCo Elaborazione di un modello di gestione integrata della

Dettagli

3D Laser Scanner SPS ZOOM 300 SPS ZOOM 300

3D Laser Scanner SPS ZOOM 300 SPS ZOOM 300 3D Laser Scanner 3D Laser Scanner Il laser scanner 3D è un dispositivo che raccoglie precisi dati spaziali di oggetti o ambienti. La nuvola di punti raccolta può quindi essere utilizzata per la costruzione

Dettagli

Sistema di monitoraggio radar della frana di Montaguto (AV) Bollettino del 1 Maggio 2010 (Centro di Competenza UNIFI-DST, LiSALab)

Sistema di monitoraggio radar della frana di Montaguto (AV) Bollettino del 1 Maggio 2010 (Centro di Competenza UNIFI-DST, LiSALab) DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA TERRA CENTRO DI COMPETENZA DEL DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE DELLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Sistema di monitoraggio radar della frana di Montaguto (AV)

Dettagli

Rapporto sullo sviluppo delle reti FLAME Etna e Stromboli, per la misura del flusso SO 2, durante il periodo 2005 2009

Rapporto sullo sviluppo delle reti FLAME Etna e Stromboli, per la misura del flusso SO 2, durante il periodo 2005 2009 Prot. int. n UFVG2009/46 Rapporto sullo sviluppo delle reti FLAME Etna e Stromboli, per la misura del flusso SO 2, durante il periodo 2005 2009 Daniele Armando Randazzo, T. Caltabiano, G. G. Salerno, F.

Dettagli

Soluzioni low cost di rilievo 3D e ortofoto ad altissima risoluzione per interi centri storici Dott. Stefano Picchio

Soluzioni low cost di rilievo 3D e ortofoto ad altissima risoluzione per interi centri storici Dott. Stefano Picchio Workshop regionale SMARTINNO 23 Ottobre 2014 Edifici storici e Città Soluzioni low cost di rilievo 3D e ortofoto ad altissima risoluzione per interi centri storici Dott. Stefano Picchio IL RILIEVO DELLA

Dettagli

SISTEMI A SCANSIONE 3D Dicembre 2011

SISTEMI A SCANSIONE 3D Dicembre 2011 SISTEMI A SCANSIONE 3D Dicembre 2011 DEFINIZIONE E PRINCIPI DI FUNZIONAMENTO Uno scanner 3D può essere definito come uno strumenti in grado di registrare coordinate tridimensionali di punti regolarmente

Dettagli

3DE Modeling Color. E il modulo che si occupa della costruzione di modelli 3D con tessitura a colori.

3DE Modeling Color. E il modulo che si occupa della costruzione di modelli 3D con tessitura a colori. 3DE Modeling Color E il modulo che si occupa della costruzione di modelli 3D con tessitura a colori. E spesso necessario che alle informazioni geometriche di forma siano abbinate informazioni di colore

Dettagli

Indice. - Premessa. - Indagine termografica. - Documentazione Fotografica e IR

Indice. - Premessa. - Indagine termografica. - Documentazione Fotografica e IR Indice - Premessa - Indagine termografica - Documentazione Fotografica e IR Premessa La caratterizzazione fisico-meccanica dei materiali costituenti un manufatto è indispensabile per stabilire un appropriato

Dettagli

1. PREMESSA... 3 2. MODALITÀ DI ESECUZIONE DEL RILIEVO... 4. 2.1 Area industriale AFP (Area A)... 5. 2.2 Area Lama Castello (Aree B)...

1. PREMESSA... 3 2. MODALITÀ DI ESECUZIONE DEL RILIEVO... 4. 2.1 Area industriale AFP (Area A)... 5. 2.2 Area Lama Castello (Aree B)... SOMMARIO 1. PREMESSA... 3 2. MODALITÀ DI ESECUZIONE DEL RILIEVO... 4 2.1 Area industriale AFP (Area A)... 5 2.2 Area Lama Castello (Aree B)... 6 2.3 L area destinata ad insediamento residenziale C3 (Area

Dettagli

ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI COMUNE DI BRANCALEONE PROGETTO DEI LAVORI DI DIFESA COSTIERA, EROSIONE E RIQUALIFICAZIONE ARENILE DI BRANCALEONE

ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI COMUNE DI BRANCALEONE PROGETTO DEI LAVORI DI DIFESA COSTIERA, EROSIONE E RIQUALIFICAZIONE ARENILE DI BRANCALEONE REGIONE CALABRIA ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI COMUNE DI BRANCALEONE PROGETTO DEI LAVORI DI DIFESA COSTIERA, EROSIONE E RIQUALIFICAZIONE ARENILE DI BRANCALEONE (Legge 208/98, periodo 2005/2008, delibera

Dettagli

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013 Istituto per l Energia Rinnovabile Catasto Solare Alta Val di Non Relazione Versione: 2.0 Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Coordinamento e Revisione: dott. Daniele Vettorato, PhD (daniele.vettorato@eurac.edu)

Dettagli

Un prototipo di 3D scanner

Un prototipo di 3D scanner Un prototipo di 3D scanner Visual Computing Group 1999 Visual Computing Group 1 Obiettivi Progettazione e realizzazione di uno 3d scanner a basso costo, a partire da hardware comune: una foto camera /

Dettagli

Filtraggio di dati LiDAR con GRASS: procedure, risultati e confronti

Filtraggio di dati LiDAR con GRASS: procedure, risultati e confronti Filtraggio di dati LiDAR con GRASS: procedure, risultati e confronti Maria Antonia Brovelli, Sara Lucca Politecnico di Milano, DIIAR maria.brovelli@polimi.it, sara.lucca@mail.polimi.it Il LiDAR Sistema

Dettagli

Stazione Totale e Laser Scanner. nella ricostruzione dei sinistri stradali

Stazione Totale e Laser Scanner. nella ricostruzione dei sinistri stradali Stazione Totale e Laser Scanner nella ricostruzione dei sinistri stradali Sommario Il rilievo ai fini della ricostruzione Uso e caratteristiche della Stazione Totale Uso e caratteristiche del Laser Scanner

Dettagli

unità A3. L orientamento e la misura del tempo

unità A3. L orientamento e la misura del tempo giorno Sole osservazione del cielo notte Stella Polare/Croce del sud longitudine in base all ora locale Orientamento coordinate geografiche latitudine altezza della stella Polare altezza del Sole bussola

Dettagli

Produzione e collaudo di cartografia tecnica numerica verso i DB topografici

Produzione e collaudo di cartografia tecnica numerica verso i DB topografici Ufficio Cartografico Servizio Cartografia e Gis della Provincia di Brescia Produzione e collaudo di cartografia tecnica numerica verso i DB topografici Ing. Antonio Trebeschi L attività dell Ufficio Cartografico

Dettagli

Informa(ca grafica e tecniche di rilievo archite4onico ad alta definizione

Informa(ca grafica e tecniche di rilievo archite4onico ad alta definizione Informa(ca grafica e tecniche di rilievo archite4onico ad alta definizione Ing. Simone Garagnani, Ph. D. Ing. Simone Garagnani, Ph.D. UNA BREVE INTRODUZIONE COMPUTER GRAPHICS disciplina che studia le tecniche

Dettagli

Il rilievo GPS e il posizionamento in tempo reale

Il rilievo GPS e il posizionamento in tempo reale Primo Corso Regionale in Lombardia su Servizi GPS di Posizionamento per il Territorio e il Catasto Il rilievo GPS e il posizionamento in tempo reale Giovedì 16 Febbraio 2006 prof.. Giorgio Vassena Schema

Dettagli

Rientrano in questa categoria i seguenti metodi: - Pile Echo Test o Low Strain Test. - Ammettenza meccanica

Rientrano in questa categoria i seguenti metodi: - Pile Echo Test o Low Strain Test. - Ammettenza meccanica Prove dinamiche e metodi sonici per la determinazione della capacità portante e la verifica in sito dell integrità del materiale costitutivo di diaframmi in c.a. La descrizione seguente dettaglia sulle

Dettagli

3DCARTO: GESTIONE DEL MONDO VIRTUALE IN 3D

3DCARTO: GESTIONE DEL MONDO VIRTUALE IN 3D 3DCARTO: GESTIONE DEL MONDO VIRTUALE IN 3D La base di partenza per la creazione del mondo virtuale è l aerofotogrammetria e/o I rilievi fotografici con scansioni laser. Il prodotto così ottenuto, è lo

Dettagli

I.I.S. G. MINUTOLI - MESSINA

I.I.S. G. MINUTOLI - MESSINA I.I.S. G. MINUTOLI - MESSINA OGGETTO : cenni sul seminario GPS del 24/09/2010 1) GNSS E PRINCIPI DI FUNZIONAMENTO: IL sistema GPS (ovvero Global Positioning System) è un sistema di posizionamento globale

Dettagli

3D Scanning and Augmented Reality. Multimedia

3D Scanning and Augmented Reality. Multimedia and Augmented Reality Di cosa si tratta? Si vuole campionare, attraverso una nuvola di punti (point cloud), la superficie dell oggetto / soggetto. Cosa si fa con la nuvola di punti? (Quali applicazioni)

Dettagli

PREMESSA...2 1 INQUADRAMENTO DELL'AREA...3 2 METODOLOGIA E STRUMENTAZIONE IMPIEGATA...4 3 RISULTATI...9 3.1 Rilievo termografico...

PREMESSA...2 1 INQUADRAMENTO DELL'AREA...3 2 METODOLOGIA E STRUMENTAZIONE IMPIEGATA...4 3 RISULTATI...9 3.1 Rilievo termografico... Indice PREMESSA...2 1 INQUADRAMENTO DELL'AREA...3 2 METODOLOGIA E STRUMENTAZIONE IMPIEGATA...4 3 RISULTATI...9 3.1 Rilievo termografico... 9 4 DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA...16 4.1 SOPRALLUOGO 26/07/2012...

Dettagli

14. Tecniche di rilievo cinematiche

14. Tecniche di rilievo cinematiche . Tecniche di rilievo cinematiche UNITÀ Come si è visto, nelle procedure statiche i ricevitori rimangono fermi sugli estremi della baseline per tutta la sessione di misura e sono spenti durante le fasi

Dettagli

IL RILIEVO FOTOGRAMMETRICO CON DRONE

IL RILIEVO FOTOGRAMMETRICO CON DRONE IL RILIEVO U.A.V. IL RILIEVO FOTOGRAMMETRICO CON DRONE Eseguiamo rilievi attraverso prodotti di alto contenuto tecnologico che si avvalgono di U.A.V. (Unmanned Aerial Vehicles, ovvero piccoli aerei senza

Dettagli

Cartografia di base per i territori

Cartografia di base per i territori Cartografia di base per i territori L INFORMAZIONE GEOGRAFICA I dati dell informazione geografica L Amministrazione Regionale, nell ambito delle attività di competenza del Servizio sistema informativo

Dettagli

Lettura targhe con telecamere MOBOTIX

Lettura targhe con telecamere MOBOTIX Lettura targhe con telecamere MOBOTIX Premessa Le telecamere MOBOTIX non hanno a bordo un software in grado di effettuare la lettura dei caratteri della targa (OCR Optical Character Recognition) ma possono

Dettagli

La Paleofrana di Aulla: uno studio comparato dei modelli geologici, geomorfologici e di resistività

La Paleofrana di Aulla: uno studio comparato dei modelli geologici, geomorfologici e di resistività UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea Specialistica in Geologia Applicata Centro di GeoTecnologie La Paleofrana di Aulla: uno studio comparato

Dettagli

L analisi spaziale. Indici statistici geospaziali

L analisi spaziale. Indici statistici geospaziali L analisi spaziale Uno degli scopi principali dei GIS e quello di offrire strumenti concettuali e metodologici per studiare analiticamente le relazioni nello spazio L analisi spaziale ha come obbiettivo

Dettagli

Alimentazione. Compatibilità

Alimentazione. Compatibilità Configurazione Lo scanner Z+F IMAGER 5006h garantisce la massima mobilità. Costruito secondo i criteri di operatività stand-alone, lo scanner è dotato di un display, di batteria ricaricabile, di un hard

Dettagli

REGIONE LIGURIA Protezione Civile

REGIONE LIGURIA Protezione Civile ALLEGATO 2 REGIONE LIGURIA Protezione Civile INCENDIO DELLE ZONE DI INTERFACCIA DEFINIZIONE SCENARI Febbraio 2007 2 DEFINIZIONE SCENARIO DI INCENDI DI INTERFACCIA Per valutare il rischio conseguente agli

Dettagli

Fate tutto quello che volete. Con questo laser potete.

Fate tutto quello che volete. Con questo laser potete. Completamente sporco e polveroso? Basta lavarlo ed è pulito. Estremamente robusto Il set di STABILA per uso interno ed esterno: Laser rotante LAR 250 con ricevitore REC 300 Digital. Fate tutto quello che

Dettagli

Esempi di applicazione della fotogrammetria terrestre. ad indagini geologico-strutturali di terreno

Esempi di applicazione della fotogrammetria terrestre. ad indagini geologico-strutturali di terreno Esempi di applicazione della fotogrammetria terrestre ad indagini geologico-strutturali di terreno M. Rinaldi (*), C.R. Perotti (*), F. Zucca (*) (*) Università degli Studi di Pavia - Dipartimento di Scienze

Dettagli

LA TOMOGRAFIA COMPUTERIZZATA: LA TECNOLOGIA SLIP RING LA TECNOLOGIA SPIRALE E LA TC MULTISTRATO. www.slidetube.it

LA TOMOGRAFIA COMPUTERIZZATA: LA TECNOLOGIA SLIP RING LA TECNOLOGIA SPIRALE E LA TC MULTISTRATO. www.slidetube.it LA TOMOGRAFIA COMPUTERIZZATA: LA TECNOLOGIA SLIP RING LA TECNOLOGIA SPIRALE E LA TC MULTISTRATO www.slidetube.it INTRODUZIONE Le prestazioni della TC precedentemente illustrate non sono ben rispondenti

Dettagli

DETERMINAZIONE DI FRACTIONAL COVER DA SCANSIONE LASER SU COLTURE SPERIMENTALI DI BARBABIETOLA

DETERMINAZIONE DI FRACTIONAL COVER DA SCANSIONE LASER SU COLTURE SPERIMENTALI DI BARBABIETOLA Workshop CITIMAP: il Telerilevamento per un agricoltura sostenibile DETERMINAZIONE DI FRACTIONAL COVER DA SCANSIONE LASER SU COLTURE SPERIMENTALI DI BARBABIETOLA Franco COREN(*), Alessandro PAVAN(*), Carla

Dettagli

ESPERIENZA 5 OTTICA FISICA INTERFERENZA E DIFFRAZIONE

ESPERIENZA 5 OTTICA FISICA INTERFERENZA E DIFFRAZIONE ESPERIENZA 5 OTTICA FISICA INTERFERENZA E DIFFRAZIONE Lo scopo di quest esperimento è osservare la natura ondulatoria della luce, nei fenomeni della diffrazione e dell interferenza propri delle onde. In

Dettagli

Come garantire che le reti LAN in fibra di domani siano in buone condizioni

Come garantire che le reti LAN in fibra di domani siano in buone condizioni Come garantire che le reti LAN in fibra di domani siano in buone condizioni Analisi delle tracce OTDR Come diventare un esperto nella risoluzione dei problemi grazie all analisi avanzata delle tracce OTDR.

Dettagli

PERICOLOSITA IDRAULICA NEL TERRITORIO MONTANO ITALIANO ED APPLICAZIONE DELLA DIRETTIVA EUROPEA ALLUVIONI

PERICOLOSITA IDRAULICA NEL TERRITORIO MONTANO ITALIANO ED APPLICAZIONE DELLA DIRETTIVA EUROPEA ALLUVIONI PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Dipartimento Risorse Forestali e Montane Servizio Bacini Montani PERICOLOSITA IDRAULICA NEL TERRITORIO MONTANO ITALIANO ED APPLICAZIONE DELLA DIRETTIVA EUROPEA ALLUVIONI Valutazione

Dettagli