Sommario PREMESSA RILIEVO LASER SCANNING La tecnica La campagna Elaborazione dei dati... 10

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sommario PREMESSA... 2 1 RILIEVO LASER SCANNING... 2. 1.1 La tecnica... 2 1.2 La campagna... 6 1.3 Elaborazione dei dati... 10"

Transcript

1

2 REL D Rilievi topografici e studio di inserimento urbanistico Pag 1 Sommario PREMESSA RILIEVO LASER SCANNING La tecnica La campagna Elaborazione dei dati... 10

3 REL D Rilievi topografici e studio di inserimento urbanistico Pag 2 PREMESSA Nell ambito del progetto definitivo di un opera di sostegno al piede della frana (settore D e settore C) e delle opere accessorie atte a limitare l'infiltrazione delle acque superficialie a favorirne il loro allontanamento si è fatto riferimento a due distinte fonti di rilievo per i vari settori. Per il settore D nel quale di verificano spostamenti delle masse, sono stati effettuati i rilievi topografici di dettaglio per la descrizione geometrica del terreno di intervento alla data di realizzazione del progetto, mentre per il settore C si è fatto riferimento al rilievo effettuato precedentemente, ritenuto oggi sempre rappresentativo della geometria del settore. La presente relazione è essenzialmente riferita alle modalità con cui sono stati effettuati i rilievi topografici per la definizione delle opere progettuali; è infatti ovvio che risulti non necessario lo studio di inserimento urbanistico dell opera, trattandosi di un opera rimovibile e quindi di carattere provvisionale (e comunque di un opera di scarsa rilevanza dal punto di vista urbanistico consistendo fondamentalmente in un opera di sostegno con risagomatura del versante a tergo). I rilievi topografici, effettuati sull intera porzione denominata Settore D della frana di Montaguto, sono stati effettuati con macchinari del Dipartimento di Scienze della Terra dell Università di Firenze (DST UNIFI); i rilievi sono stati coordinati dal dott. Giovanni Gigli del DST UNIFI, ed effettuati dal dott. Francesco Mugnai e dal dott. Stefano Morelli dello stesso dipartimento, in collaborazione dell ing. Stefano Nadotti che ha operato per conto dello Studio INGEO. La campagna di rilevamento è state effettuata nei giorni 26 e 27 gennaio RILIEVO LASER SCANNING Il rilievo laser scanning dell area di studio è stato realizzato con le seguenti finalità: 1. Ricostruzione di un modello di dettaglio 3D aggiornato dell area in esame; 2. definizione di un riferimento cartografico per la localizzazione degli interventi. 1.1 La tecnica La tecnica laser scanning utilizza un fascio di luce coerente (laser) di ridotte dimensioni per scansionare un determinato oggetto sotto un predefinito angolo solido e con un pattern di scansione regolare. Il risultato della scansione è una matrice di punti materializzante la superficie ripresa, le cui coordinate spaziali sono espresse in termini polari rispetto al centro dell apparato ricevente (raggio r, angolo sull orizzontale θ e sulla verticale φ). A parità di risoluzione angolare dello strumento la risoluzione spaziale dei punti è quindi funzione della distanza di ripresa. Solitamente la sorgente dell impulso funziona anche da apparato ricevente, fatta eccezione per i laser basati sul metodo della triangolazione ottica, in cui il ricevitore è separato dall elemento emettitore. La nuvola di punti (point cloud) prodotta dalla scansione laser costituisce direttamente il modello digitale tridimensionale dell oggetto scansionato e può essere gestita con un qualsiasi software di elaborazione grafica 3D. La tecnica laser scanning trova numerose applicazioni in diversi campi, quali quello topografico, geologico, architettonico, di conservazione dei beni culturali e industriale. In relazione al principio su cui si basano le tipologie di laser scanner attualmente in commercio, questi possono essere suddivisi in: laser a triangolazione ottica, laser a comparazione di fase e laser a tempo di volo (Time of Flight). Ognuno di questi metodi presenta un caratteristico range di lavoro e un differente grado di precisione.

4 REL D Rilievi topografici e studio di inserimento urbanistico Pag 3 Lo strumento utilizzato nel presente lavoro si basa sul metodo del tempo di volo. La distanza di un oggetto viene ricavata dal tempo che intercorre tra l invio di un impulso laser di breve durata e il ritorno del segnale riflesso allo strumento ricevitore. La distanza del punto colpito è data dalla relazione D=ct/2, dove c è la velocità della luce. A differenza del caso ideale, in cui ad ogni impulso corrisponde un segnale di ritorno identico a quello emesso, nella realtà il segnale di ritorno presenta un certo grado di disturbo legato alle caratteristiche dell oggetto riflettente, al fatto che il raggio laser, seppur molto concentrato, presenta una certa divergenza ed alle condizioni atmosferiche. Il riconoscimento dell impulso di ritorno, e quindi il segnale di stop al conteggio temporale, può essere effettuato con diverse tecniche che vanno dall impostazione di soglie di ampiezza al segnale di ritorno, all utilizzo di frazioni della lunghezza del segnale, fino al completo riconoscimento del segnale di ritorno. Quest ultimo metodo è utilizzato nelle applicazioni laser da aereo e consente di distinguere, per uno stesso impulso emesso, differenti impulsi di ritorno derivanti da oggetti posti a differenti quote (ad es. vegetazione, edifici e suolo). Il laser scanner da terra non necessita di sistemi di correzione del posizionamento, visto che le distanze vengono riferite ad una terna cartesiana che rimane fissa e centrata sullo strumento per ogni posizione di scansione. Il corretto posizionamento su una terna di riferimento geografica può essere fatto successivamente tramite la conoscenza delle coordinate geografiche di alcuni punti individuati nella scansione. Il suo principale vantaggio sta nell elevata risoluzione spaziale raggiungibile e nella possibilità di eseguire scansioni in aree di difficile accesso o non direttamente visibili da aereo. I moderni laser scanner terrestri utilizzati in ambito geologico applicato consentono risoluzioni millimetriche, in relazione al metodo utilizzato per valutare la distanza dell oggetto riflettente (Tabella 1). Tabella 1 - Range di applicazione, relativa accuratezza delle misure e modelli di laser scanner in commercio, in funzione della tecnica di acquisizione del dato. Nel presente studio le scansioni sono state eseguite con un dispositivo 3D Laser Imaging Sensor, modello LMS-Z420i da terra, prodotto dalla Riegl Laser Instrument Systems (Figura 1). Facendo riferimento alla Tabella 1 questo strumento si basa sul metodologia del tempo di volo. Le principali caratteristiche tecniche della strumentazione impiegata sono le seguenti: - Distanza di misura: fino a 1000 m, in funzione delle caratteristiche di riflettività dell oggetto - Accuratezza: ± 10 mm - Passo di scansione verticale minimo: 0.008

5 REL D Rilievi topografici e studio di inserimento urbanistico Pag 4 - Passo di scansione orizzontale minimo : Velocità di scansione: fino a punti/secondo - Lunghezza d onda: infrarosso vicino - Apertura del raggio: 0.25 mrad. La densità di punti battuti è legata quindi alla distanza dell area di interesse in funzione del passo di scansione verticale ed orizzontale dello strumento, che possono essere inferiori anche al centesimo di grado. Questo comporta ad es., nel caso di passo di campionamento di 0.01 ad una distanza di 100 m, una densità lineare di 1 punto ogni 1.7 cm. Nella Figura 2 sono riportati i diversi componenti del dispositivo LMS-Z420i. Il generatore/ricevitore del raggio laser (1); il sistema di indirizzamento del raggio laser (2), costituito da un poliedro rotante (3) avente superfici riflettenti. Il movimento orizzontale è assicurato da un sistema meccanico che fa ruotare la parte superiore del laser (4). Al di sopra della testa del laser è previsto un alloggiamento per una camera ottica digitale (7) che si muove solidalmente con il laser scanner. Infine un PC portatile (6) collegato tramite TCP/IP (5) e USB (8) rispettivamente con il laser scanner e la macchina fotografica. Da sottolineare che i punti della scansione vengono inviati direttamente al portatile senza nessun filtro intermedio (nessuna memoria interna al laser scanner). IL software di acquisizione ed elaborazione utilizzato per il presente studio è RISCANPRO prodotto anch esso da RIEGL. Figura 1 Strumento laser scanner utilizzato per i rilievi.

6 REL D Rilievi topografici e studio di inserimento urbanistico Pag 5 Figura 2 Schema di funzionamento del laser scanner Riegl LMS-Z420i (Riegl, 2004). Prima di procedere alla scansione laser è necessario inserire all interno della scena da investigare alcuni riflettori (Figura 3); infatti il software di acquisizione è in grado di riconoscere i punti maggiormente riflettenti e di associare a questi delle coordinate relative o assolute, in modo tale da riposizionare la nuvola di punti prodotta nel sistema di riferimento cartografico scelto. Questo passaggio risulta ancora più obbligato se si presenta la necessità di unire due o più scansioni dello stesso oggetto riprese da punti di vista diversi, permettendo così di eliminare le zone d ombra, che inevitabilmente vengono prodotte dai profili delle sporgenze dell oggetto o dalla vegetazione che si trova nella traiettoria del raggio laser. Sulla base dell accuratezza richiesta, le coordinate dei riflettori vengono acquisite mediante GPS differenziale, secondo procedure operative statiche o dinamiche; queste ultime, se effettuate in modalità RTK (cinematica in tempo reale), permettono di avere rapidamente le coordinate del punto con errori centimetrici nelle tre direzioni.

7 REL D Rilievi topografici e studio di inserimento urbanistico Pag 6 Figura 3 - Riflettore cilindrico per il georiferimento della nuvola di punti. 1.2 La campagna La campagna di acquisizione è stata eseguita nei giorni Marzo La scansione ha interessato un area di estensione pari a circa m 2 (Figura 4). L ambiente è caratterizzato dalla presenza di asperità morfologiche consistenti e da elementi antropici di disturbo quali mezzi per la movimentazione del terreno in attività. Al fine di ridurre al minimo le zone d ombra, la pianificazione della campagna di acquisizione è stata effettuata da 7 posizioni distinte, 3 dalla strada provinciale, e 4 sul corpo di frana (Figura 5).

8 Progetto di opera di sostegno al piede della frana (settore D e settore C) REL D Rilievi topografici e studio di inserimento urbanistico Pag 7 Figura 4 Area di frana scansionata. Figura 5 Mappa di localizzazione delle diverse posizioni di scansione.

9 REL D Rilievi topografici e studio di inserimento urbanistico Pag 8 Figura 6 Fase di rilievo dalla posizione di scansione n 2 Per ogni posizione di scansione sono state realizzate scansioni di inquadramento a bassa risoluzione, riprese ottiche ad alta risoluzione e scansioni di dettaglio, in modo da raggiungere una risoluzione adeguata. In questo modo sono stati battuti oltre 10 milioni di punti. La Figura 7 riporta la nuvola di punti totale ricavata dall unione delle nuvole di punti a bassa risoluzione ottenute da ciascuna posizione di scansione.

10 Progetto di opera di sostegno al piede della frana (settore D e settore C) REL D Rilievi topografici e studio di inserimento urbanistico Pag 9 Figura 7 Nuvola di punti complessiva derivante dall unione delle diverse scansioni a bassa risoluzione. Per permettere la ricostruzione della nuvola di punti globale generata dell unione di tutte le acquisizioni eseguite, è stato necessario installare 21 riflettori all interno dell area di vista del laser scanner e localizzarli tramite un rilievo GPS di dettaglio (Figura 8). Figura 8 Nuvola di punti complessiva e localizzazione dei riflettori.

11 1.3 Elaborazione dei dati Progetto di opera di sostegno al piede della frana (settore D e settore C) REL D Rilievi topografici e studio di inserimento urbanistico Pag 10 I dati grezzi provenienti da ciascuna posizione di scansione sono stati quindi allineati secondo un sistema cartografico comune. L area è coperta da scarsa vegetazione, in particolare ai margini della zona in frana, che tuttavia, oltre a determinare la formazione di piccole zone d ombra durante l esecuzione del rilievo, rappresenta un elemento di disturbo anche nell interpretazione delle nuvole di punti prodotte. La componente vegetativa è stata eliminata manualmente e con algoritmi automatici. Grazie all elevata risoluzione della nuvola di punti ottenuta dalle 7 scansioni, è stato possibile coprire il settore di interesse, corrispondente al settore D, coprendo le zone d ombra che inevitabilmente la morfologia assai accidentata provoca (Figura 9Figura 10). Figura 9 Nuvola di punti 3D colorata in intensità, originata dal posizione di scansione n 2.

12 Progetto di opera di sostegno al piede della frana (settore D e settore C) REL D Rilievi topografici e studio di inserimento urbanistico Pag 11 Figura 10 Nuvola di punti 3D generata tramite l unione delle scansioni effettuate dalle posizioni n 2,4,5. Il modello 3D così ottenuto è riportato in Figura 11 e le relative curve di livello con equidistanza 1.0 m, in Figura 12. La Figura 13 mostra la sovrapposizione delle curve di livello al modello digitale del terreno. Figura 11 Superficie del terreno ottenuta triangolando la nuvola di punti dell area in esame.

13 Progetto di opera di sostegno al piede della frana (settore D e settore C) REL D Rilievi topografici e studio di inserimento urbanistico Pag 12 Figura 12 Curve di livello con equidistanza di 1 metro estratte dal DEM di Figura 11. Figura 13 Sovrapposizione delle curve di livello sul modello digitale del terreno.

RILEVAMENTO LASER SCANNER - Monitoraggio Ambientale e del Costruito

RILEVAMENTO LASER SCANNER - Monitoraggio Ambientale e del Costruito RILEVAMENTO LASER SCANNER - Monitoraggio Ambientale e del Costruito Introduzione 2 Perché usare il laser scanner: Caratteristiche della tecnologia: Tempi di stazionamento rapidi (pochi minuti); Elevata

Dettagli

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013 Istituto per l Energia Rinnovabile Catasto Solare Alta Val di Non Relazione Versione: 2.0 Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Coordinamento e Revisione: dott. Daniele Vettorato, PhD (daniele.vettorato@eurac.edu)

Dettagli

ESPERIENZE DI RILIEVO LASER SCANNING NELLE ZONE EMILIANE COLPITE DAL TERREMOTO: INTERVENTI IN FASE DI EMERGENZA. Arianna Pesci 1 e Elena Bonali 2

ESPERIENZE DI RILIEVO LASER SCANNING NELLE ZONE EMILIANE COLPITE DAL TERREMOTO: INTERVENTI IN FASE DI EMERGENZA. Arianna Pesci 1 e Elena Bonali 2 ESPERIENZE DI RILIEVO LASER SCANNING NELLE ZONE EMILIANE COLPITE DAL TERREMOTO: INTERVENTI IN FASE DI EMERGENZA 1 Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. 2 Università degli Studi di Bologna, DAPT.

Dettagli

IL LASER SCANNER E IL TERRITORIO: applicazioni, metodologie operative, potenzialità del rilevamento con laser-scanner terrestre

IL LASER SCANNER E IL TERRITORIO: applicazioni, metodologie operative, potenzialità del rilevamento con laser-scanner terrestre INN.TEC. srl Consorzio per l Innovazione Tecnologica Università degli Studi di Brescia IL LASER SCANNER E IL TERRITORIO: applicazioni, metodologie operative, potenzialità del rilevamento con laser-scanner

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti PROVVEDITORATO INTERREGIONALE PER LE OPERE PUBBLICHE EMILIA ROMAGNA - MARCHE - SEDE COORDINATA DI ANCONA - UFFICIO 7 TECNICO OO.MM. CAPITOLATO TECNICO LOTTO

Dettagli

GPS? SINTETICAMENTE STRUTTURA WGS 84 TECNICHE DI MISURAZIONE RILIEVO TOPOGRAFICO PRECISIONE E FONTI DI ERRORE RETE GPS

GPS? SINTETICAMENTE STRUTTURA WGS 84 TECNICHE DI MISURAZIONE RILIEVO TOPOGRAFICO PRECISIONE E FONTI DI ERRORE RETE GPS GPS GPS? SINTETICAMENTE STRUTTURA WGS 84 TECNICHE DI MISURAZIONE RILIEVO TOPOGRAFICO PRECISIONE E FONTI DI ERRORE RETE GPS GPS Global Positioning System è costituito da una costellazione di satelliti NAVSTAR

Dettagli

RILIEVO LASER SCANNER RILIEVO DEGLI EDIFICI STORICI AMBIENTE E TERRITORIO

RILIEVO LASER SCANNER RILIEVO DEGLI EDIFICI STORICI AMBIENTE E TERRITORIO RILIEVO LASER SCANNER RILIEVO DEGLI EDIFICI STORICI AMBIENTE E TERRITORIO Il laser a scansione terrestre opera in modalità totalmente automatica ed è in grado di acquisire centinaia o migliaia di punti

Dettagli

SCANNER 3D: dispositivo che

SCANNER 3D: dispositivo che DEFINIZIONI SCANNER 3D: dispositivo che - acquisisce coordinate 3D, - in modo automatico, - con elevata densità. Non esiste una definizione univoca: classificazioni in base alle modalità di misura della

Dettagli

ANALISI DEL DISSESTO IN TOSCANA ED APPLICAZIONE DEL LASER SCANNER IN AREE SOGGETTE A FENOMENI DI CROLLO

ANALISI DEL DISSESTO IN TOSCANA ED APPLICAZIONE DEL LASER SCANNER IN AREE SOGGETTE A FENOMENI DI CROLLO ANALISI DEL DISSESTO IN TOSCANA ED APPLICAZIONE DEL LASER SCANNER IN AREE SOGGETTE A FENOMENI DI CROLLO Domenico Morini Dirigente Servizio Geologico Regione Toscana Stefano Romanelli La.m.m.a. Regione

Dettagli

Consiglio Nazionale delle Ricerche. Report di approfondimento relativo all attuale stato di attività del fenomeno franoso di Montaguto febbraio 2011

Consiglio Nazionale delle Ricerche. Report di approfondimento relativo all attuale stato di attività del fenomeno franoso di Montaguto febbraio 2011 Consiglio Nazionale delle Ricerche ISTITUTO DI RICERCA PER LA PROTEZIONE IDROGEOLOGICA CENTRO DI COMPETENZA DEL DIPARTIMENTO DI PROTEZIONE CIVILE PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Report di approfondimento

Dettagli

RILIEVO E RAPPRESENTAZIONE DEL TERRITORIO

RILIEVO E RAPPRESENTAZIONE DEL TERRITORIO Corsi di Laurea in: - Gestione tecnica del territorio agroforestale e Sviluppo rurale - Scienze forestali e ambientali - Costruzioni rurali e Topografia RILIEVO E RAPPRESENTAZIONE DEL TERRITORIO 5. Fotogrammetria

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI FACOLTÀ DI SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GEO-CARTOGRAFICHE, ESTIMATIVE ED EDILIZIE TECNICHE DI MODELLAZIONE 3D A PARTIRE DA DATI RILEVATI

Dettagli

SERVIZIO SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE

SERVIZIO SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE ASSESSORATO ENTI LOCALI FINANZE ED URBANISTICA Direzione generale della pianificazione territoriale urbanistica e della vigilanza edilizia S E T T O R E SERVIZIO SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE

Dettagli

APPLICAZIONI IN AMBITO IMPIANTISTICO ED INDUSTRIALE

APPLICAZIONI IN AMBITO IMPIANTISTICO ED INDUSTRIALE Università degli Studi di Brescia Prof. Giorgio Vassena APPLICAZIONI IN AMBITO IMPIANTISTICO ED INDUSTRIALE La tecnologia Laser Scanner La tecnologia si basa su uno strumento, denominato laser scanner,

Dettagli

SISTEMI A SCANSIONE 3D Dicembre 2011

SISTEMI A SCANSIONE 3D Dicembre 2011 SISTEMI A SCANSIONE 3D Dicembre 2011 DEFINIZIONE E PRINCIPI DI FUNZIONAMENTO Uno scanner 3D può essere definito come uno strumenti in grado di registrare coordinate tridimensionali di punti regolarmente

Dettagli

RILIEVO LASER SCANNER PARETE MARMOREA XXXXXXXXXXXXX

RILIEVO LASER SCANNER PARETE MARMOREA XXXXXXXXXXXXX RILIEVO LASER SCANNER PARETE MARMOREA XXXXXXXXXXXXXXXXXX PROVA n. 3651/XX Committente: Relatore: XXXXXXXXXXXXX ing. Georg Schiner Vista della parete di intarsio marmoreo XX/88/09/mt Bolzano, 9 Settembre

Dettagli

Università degli studi di Brescia Facoltà di Ingegneria Corso di Topografia A Nuovo Ordinamento. La misura della distanza

Università degli studi di Brescia Facoltà di Ingegneria Corso di Topografia A Nuovo Ordinamento. La misura della distanza Università degli studi di Brescia Facoltà di Ingegneria Corso di Topografia A Nuovo Ordinamento La misura della distanza Metodi di misura indiretta della distanza Stadia verticale angolo parallattico costante

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE Dall ottico al radar. Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione Generale per la Difesa del Suolo

CORSO DI FORMAZIONE Dall ottico al radar. Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione Generale per la Difesa del Suolo Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione Generale per la Difesa del Suolo Fornitura di Dati, Sistemi e Servizi per la Realizzazione del Sistema Informativo del Piano Straordinario

Dettagli

E FENOMENI FRANOSI: UTILIZZO INTEGRATO DI TECNICHE A SCANSIONE LASER E POSIZIONAMENTO GEODETICO

E FENOMENI FRANOSI: UTILIZZO INTEGRATO DI TECNICHE A SCANSIONE LASER E POSIZIONAMENTO GEODETICO IRPI Consiglio Nazionale delle Ricerche ISTITUTO DI RICERCA PER LA PROTEZIONE IDROGEOLOGICA GRUPPO DI GEOMONITORAGGIO - TORINO IL MONITORAGGIO DI CORSI D ACQUA E FENOMENI FRANOSI: UTILIZZO INTEGRATO DI

Dettagli

Workshop droni e tecnologie innovative Alex Fabbro At-To drones S.r.l.

Workshop droni e tecnologie innovative Alex Fabbro At-To drones S.r.l. Workshop droni e tecnologie innovative Alex Fabbro At-To drones S.r.l. Aerofotogrammetria Dettagli costruttivi Aerofotogrammetria con SAPR Introduzione Al-To Drones Srl 2 Introduzione Lunghezza focale

Dettagli

1. PREMESSA... 3 2. MODALITÀ DI ESECUZIONE DEL RILIEVO... 4. 2.1 Area industriale AFP (Area A)... 5. 2.2 Area Lama Castello (Aree B)...

1. PREMESSA... 3 2. MODALITÀ DI ESECUZIONE DEL RILIEVO... 4. 2.1 Area industriale AFP (Area A)... 5. 2.2 Area Lama Castello (Aree B)... SOMMARIO 1. PREMESSA... 3 2. MODALITÀ DI ESECUZIONE DEL RILIEVO... 4 2.1 Area industriale AFP (Area A)... 5 2.2 Area Lama Castello (Aree B)... 6 2.3 L area destinata ad insediamento residenziale C3 (Area

Dettagli

Rilievo morfologico del manto stradale

Rilievo morfologico del manto stradale Rilievo morfologico del manto stradale Federico Ferrari L utilizzo del Laser Scanner D Cyrax System nel campo dell incidentistica stradale per perizie legali è collocabile all interno dei programmi di

Dettagli

Aggiornamento speditivo dello stato di attuazione delle aree di espansione produttiva in provincia di Piacenza per mezzo di immagini Ikonos-PAN.

Aggiornamento speditivo dello stato di attuazione delle aree di espansione produttiva in provincia di Piacenza per mezzo di immagini Ikonos-PAN. Amministrazione Provinciale di Piacenza Area Programmazione territoriale Infrastrutture Ambiente Ufficio Staff Supporto alla Pianificazione e alla Progettazione Via Garibaldi 50, 29100 PIACENZA, tel. 0523/7951

Dettagli

3D Laser Scanner SPS ZOOM 300 SPS ZOOM 300

3D Laser Scanner SPS ZOOM 300 SPS ZOOM 300 3D Laser Scanner 3D Laser Scanner Il laser scanner 3D è un dispositivo che raccoglie precisi dati spaziali di oggetti o ambienti. La nuvola di punti raccolta può quindi essere utilizzata per la costruzione

Dettagli

Laboratorio di restauro Topografia e rilevamento. Lezione n.6 : Strumenti topografici per la misura di distanze e angoli

Laboratorio di restauro Topografia e rilevamento. Lezione n.6 : Strumenti topografici per la misura di distanze e angoli Laboratorio di restauro Topografia e rilevamento Dott. Andrea Piccin andrea_piccin@regione.lombardia.it Lezione n.6 : Strumenti topografici per la misura di distanze e angoli Breve storia degli strumenti

Dettagli

I servizi di posizionamento di precisione a supporto della gestione del territorio: la rete RESNAP-GPS e sue possibili applicazioni

I servizi di posizionamento di precisione a supporto della gestione del territorio: la rete RESNAP-GPS e sue possibili applicazioni I servizi di posizionamento di precisione a supporto della gestione del territorio: la rete RESNAP-GPS e sue possibili applicazioni M. Crespi, V. Baiocchi, A. Mazzoni, G. Reina Area di Geodesia e Geomatica

Dettagli

Display a colori ad alta definizione Possibilità immediata di visualizzazione dei dati in diverse modalità

Display a colori ad alta definizione Possibilità immediata di visualizzazione dei dati in diverse modalità P a n n e l l o d i c o n t r o l l o integrato Il display touch screen a colori permette di operare in maniera intuitiva. All interno del menù si trova anche il manuale operativo. Fotocamera i-cam rotante

Dettagli

definizione P o s s i b i l i t à i m m e d i a t a d i visualizzazione dei dati in diverse modalità

definizione P o s s i b i l i t à i m m e d i a t a d i visualizzazione dei dati in diverse modalità P a n n e l l o d i c o n t r o l l o integrato Il display touch screen a colori permette di operare in maniera intuitiva. All interno del menù si trova anche il manuale operativo. Un menù semplice e chiaro

Dettagli

ALLEGATO TECNICO 2 ELENCO DEI PRODOTTI EROGABILI. Pagina 1 di 15

ALLEGATO TECNICO 2 ELENCO DEI PRODOTTI EROGABILI. Pagina 1 di 15 ALLEGATO TECNICO 2 ELENCO DEI PRODOTTI EROGABILI Pagina 1 di 15 Indice Matrice dei prodotti erogabili a supporto della pianificazione e monitoraggio delle discariche...3 Analisi e Monitoraggio delle aree

Dettagli

IL RILIEVO TOPOGRAFICO CON LASER SCANNER

IL RILIEVO TOPOGRAFICO CON LASER SCANNER IL RILIEVO TOPOGRAFICO CON LASER SCANNER fb.m. s.r.l. 1 Il continuo sviluppo della tecnica di rilievo e la ricerca continua del miglior risultato ore-lavoro, ha prodotto la strumentazione per il rilievo

Dettagli

Tratto da Facility Management Italia n. 7. Autori: Enzo Scudellari, Marco Storchi.

Tratto da Facility Management Italia n. 7. Autori: Enzo Scudellari, Marco Storchi. Tratto da Facility Management Italia n. 7. Autori: Enzo Scudellari, Marco Storchi. Le attività per la progettazione, l attuazione ed il controllo delle attività che attengono alla gestione di un patrimonio,

Dettagli

Metodi di Posizionamento

Metodi di Posizionamento Metodi di Posizionamento Modi di posizionamento Determinazione di una posizione mediante GPS dipende: Accuratezza del dato ricercato Tipo di ricettore GPS Modi: Posizionamento assoluto Posizionamento relativo

Dettagli

Informa(ca grafica e tecniche di rilievo archite4onico ad alta definizione

Informa(ca grafica e tecniche di rilievo archite4onico ad alta definizione Informa(ca grafica e tecniche di rilievo archite4onico ad alta definizione Ing. Simone Garagnani, Ph. D. Ing. Simone Garagnani, Ph.D. UNA BREVE INTRODUZIONE COMPUTER GRAPHICS disciplina che studia le tecniche

Dettagli

Laser Scanner e GPS -STOP & Go

Laser Scanner e GPS -STOP & Go Laser Scanner e GPS -STOP & Go, Italy Key words: Laser Scanner, GNSS, Surveyng, Mobile SUMMARY New methodology for Classic Surveying of the territory with terrestrial laser scanner 3D, in combination with

Dettagli

-Rilievo diretto Laboratori -Rilievo Aula 9 edificio A. Alessio Tirapelle Mirko Mondini Daniel Colombelli Irene Gregori

-Rilievo diretto Laboratori -Rilievo Aula 9 edificio A. Alessio Tirapelle Mirko Mondini Daniel Colombelli Irene Gregori -Rilievo diretto Laboratori -Rilievo Aula 9 edificio A Alessio Tirapelle Mirko Mondini Daniel Colombelli Irene Gregori Operazioni di misura a diretto contatto con l oggetto da rilevare; è possibile il

Dettagli

Tecniche di rilevamento tridimensionale tramite laser scanner Volume 1 Introduzione generale. A cura di Matteo Sgrenzaroli e Giorgio P. M.

Tecniche di rilevamento tridimensionale tramite laser scanner Volume 1 Introduzione generale. A cura di Matteo Sgrenzaroli e Giorgio P. M. Tecniche di rilevamento tridimensionale tramite laser scanner Volume 1 Introduzione generale A cura di Matteo Sgrenzaroli e Giorgio P. M. Vassena Alla stesura del volume hanno collaborato: Costante Bonacina,

Dettagli

La Cartografia e l'uso di G.P.S. nella Protezione Civile

La Cartografia e l'uso di G.P.S. nella Protezione Civile La Cartografia e l'uso di G.P.S. nella Protezione Civile Obiettivi Introdurre il concetto di carta come rappresentazione dello spazio che ci circonda; Familiarizzare con le caratteristiche costitutive

Dettagli

Materia: Tecnologie e Tecniche di Rappresentazione Grafica Classi PRIME Insegnanti: G. Lombardi, L. Nieri

Materia: Tecnologie e Tecniche di Rappresentazione Grafica Classi PRIME Insegnanti: G. Lombardi, L. Nieri PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE A. S. 2014/2015 Materia: Tecnologie e Tecniche di Rappresentazione Grafica Classi PRIME Insegnanti: G. Lombardi, L. Nieri Nuclei fondamentali di LE BASI DELLA RAPPRESENTAZIONE

Dettagli

Produzione e collaudo di cartografia tecnica numerica verso i DB topografici

Produzione e collaudo di cartografia tecnica numerica verso i DB topografici Ufficio Cartografico Servizio Cartografia e Gis della Provincia di Brescia Produzione e collaudo di cartografia tecnica numerica verso i DB topografici Ing. Antonio Trebeschi L attività dell Ufficio Cartografico

Dettagli

Stazione Totale e Laser Scanner. nella ricostruzione dei sinistri stradali

Stazione Totale e Laser Scanner. nella ricostruzione dei sinistri stradali Stazione Totale e Laser Scanner nella ricostruzione dei sinistri stradali Sommario Il rilievo ai fini della ricostruzione Uso e caratteristiche della Stazione Totale Uso e caratteristiche del Laser Scanner

Dettagli

Nota tecnica sintetica per la comprensione del dato satellitare PSiNSAR TM

Nota tecnica sintetica per la comprensione del dato satellitare PSiNSAR TM Nota tecnica sintetica per la comprensione del dato satellitare PSiNSAR TM Alessio Colombo, Carlo Troisi La presente nota riassume brevemente i principi del metodo PSInSAR tm, i limiti dello stesso e la

Dettagli

Prima giornata di studio sulla GEOINFORMAZIONE Roma 11, aprile 2003

Prima giornata di studio sulla GEOINFORMAZIONE Roma 11, aprile 2003 GRS Charter Dottorato di Ricerca in GEOINFORMAZIONE AES Charter in collaborazione con Associazione Laureati in Ingegneria Università Tor Vergata Roma Prima giornata di studio sulla GEOINFORMAZIONE Roma

Dettagli

Lynx Mobile Mapper La nuova tecnologia laser per il rilievo del Catasto delle Strade

Lynx Mobile Mapper La nuova tecnologia laser per il rilievo del Catasto delle Strade Lynx Mobile Mapper La nuova tecnologia laser per il rilievo del Catasto delle Strade LYNX MOBILE MAPPER È UNA INNOVATIVA STRUMENTAZIONE LASER SCANNER CHE HA MOLTEPLICI POSSIBILITÀ DI IMPIEGO TRA I QUALI

Dettagli

PERICOLOSITA IDRAULICA NEL TERRITORIO MONTANO ITALIANO ED APPLICAZIONE DELLA DIRETTIVA EUROPEA ALLUVIONI

PERICOLOSITA IDRAULICA NEL TERRITORIO MONTANO ITALIANO ED APPLICAZIONE DELLA DIRETTIVA EUROPEA ALLUVIONI PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Dipartimento Risorse Forestali e Montane Servizio Bacini Montani PERICOLOSITA IDRAULICA NEL TERRITORIO MONTANO ITALIANO ED APPLICAZIONE DELLA DIRETTIVA EUROPEA ALLUVIONI Valutazione

Dettagli

Informazioni Tecniche riguardo a PhoToPlan

Informazioni Tecniche riguardo a PhoToPlan Informazioni Tecniche riguardo a PhoToPlan Le seguenti pagine forniranno una visione dettagliata dei possibili utilizzi di PhoToPlan Q1 Cosa significa Fotoraddrizzamento? Q2 Come si effettua un fotoraddrizzamento?

Dettagli

Sineco, Società del gruppo ASTM

Sineco, Società del gruppo ASTM cave & cantieri Lynx Mobile Mapper Strumentazione hi-tech di nuova generazione in cava Sineco, Società del gruppo ASTM (Autostrada Torino-Milano), opera nel campo del controllo e monitoraggio delle infrastrutture

Dettagli

3DE Modeling Color. E il modulo che si occupa della costruzione di modelli 3D con tessitura a colori.

3DE Modeling Color. E il modulo che si occupa della costruzione di modelli 3D con tessitura a colori. 3DE Modeling Color E il modulo che si occupa della costruzione di modelli 3D con tessitura a colori. E spesso necessario che alle informazioni geometriche di forma siano abbinate informazioni di colore

Dettagli

RILIEVO CON TECNOLOGIA LASER SCANNER

RILIEVO CON TECNOLOGIA LASER SCANNER RILIEVO CON TECNOLOGIA LASER SCANNER LA SCANSIONE LASER 3D CONSENTE DI PENSARE IN UN MODO NUOVO ALLE ATTIVITA DI ACQUISIZIONE, ANALISI ED ARCHIVIAZIONE DATI, INDIPENDENTEMENTE DAL SETTORE APPLICATIVO IN

Dettagli

RILIEVO E MODELLAZIONE 3D PER I BENI CULTURALI

RILIEVO E MODELLAZIONE 3D PER I BENI CULTURALI RILIEVO E MODELLAZIONE 3D PER I BENI CULTURALI PERCHE' 3D? Documentazione e analisi di contesti archeologici Conservazione digitale e tutela Divulgazione (filmati / realtà virtuale) GIS RILIEVO 3D Misura

Dettagli

PROGETTO Ser.P.I.Co. (Servizi Permanenti Informativi Comunali)

PROGETTO Ser.P.I.Co. (Servizi Permanenti Informativi Comunali) PROGETTO Ser.P.I.Co. (Servizi Permanenti Informativi Comunali) PREMESSA Esigenza prioritaria ed urgente a suo tempo manifestata dal BIM Adige di Verona era quella di utilizzare parte delle risorse derivanti

Dettagli

Introduzione CAPITOLO 1

Introduzione CAPITOLO 1 CAPITOLO 1 Introduzione Il termine Telerilevamento deriva dall unione della parola greca tele, ovvero da lontano e del termine rilevamento, che indica genericamente un processo di acquisizione di informazioni:

Dettagli

NOTA SINTETICA PER LA COMPRENSIONE DEL DATO SATELLITARE PSInSAR E SqueeSAR

NOTA SINTETICA PER LA COMPRENSIONE DEL DATO SATELLITARE PSInSAR E SqueeSAR NOTA SINTETICA PER LA COMPRENSIONE DEL DATO SATELLITARE PSInSAR E SqueeSAR La presente nota riassume sinteticamente i principi del metodo PSInSAR e del recente SqueeSAR, limiti e vantaggi dei due prodotti

Dettagli

Soluzioni low cost di rilievo 3D e ortofoto ad altissima risoluzione per interi centri storici Dott. Stefano Picchio

Soluzioni low cost di rilievo 3D e ortofoto ad altissima risoluzione per interi centri storici Dott. Stefano Picchio Workshop regionale SMARTINNO 23 Ottobre 2014 Edifici storici e Città Soluzioni low cost di rilievo 3D e ortofoto ad altissima risoluzione per interi centri storici Dott. Stefano Picchio IL RILIEVO DELLA

Dettagli

L analisi spaziale. Indici statistici geospaziali

L analisi spaziale. Indici statistici geospaziali L analisi spaziale Uno degli scopi principali dei GIS e quello di offrire strumenti concettuali e metodologici per studiare analiticamente le relazioni nello spazio L analisi spaziale ha come obbiettivo

Dettagli

MODERNE TECNICHE TOPOGRAFICHE DI CONTROLLO E COLLAUDO DELLE INFRASTRUTTURE FERROVIARIE

MODERNE TECNICHE TOPOGRAFICHE DI CONTROLLO E COLLAUDO DELLE INFRASTRUTTURE FERROVIARIE MODERNE TECNICHE TOPOGRAFICHE DI CONTROLLO E COLLAUDO DELLE INFRASTRUTTURE FERROVIARIE Laser scanner GBC5000 batteria a colonna Leica GPS Leica TPS Profiler 100 FX Colonna portaprisma GPC100 Radio modem

Dettagli

Filtraggio di dati LiDAR con GRASS: procedure, risultati e confronti

Filtraggio di dati LiDAR con GRASS: procedure, risultati e confronti Filtraggio di dati LiDAR con GRASS: procedure, risultati e confronti Maria Antonia Brovelli, Sara Lucca Politecnico di Milano, DIIAR maria.brovelli@polimi.it, sara.lucca@mail.polimi.it Il LiDAR Sistema

Dettagli

Haiti: l IREA-CNR ottiene una particolare misura degli spostamenti co-sismici utilizzando immagini COSMO ad alta risoluzione

Haiti: l IREA-CNR ottiene una particolare misura degli spostamenti co-sismici utilizzando immagini COSMO ad alta risoluzione Haiti: l IREA-CNR ottiene una particolare misura degli spostamenti co-sismici utilizzando immagini COSMO ad alta risoluzione A seguito del violento terremoto che ha colpito l isola di Haiti il 12 Gennaio

Dettagli

Corso di Telerilevamento Lezione 3

Corso di Telerilevamento Lezione 3 Corso di Telerilevamento Lezione 3 Strumenti di ripresa Risoluzioni Satelliti per il telerilevamento Caratteri i una immagine digitale raster I valori relativi a ciascun pixel (DN = Digital Number) indicano

Dettagli

Tecniche di rilievo degli immobili Tecnologia Laser Scan

Tecniche di rilievo degli immobili Tecnologia Laser Scan Tecniche di rilievo degli immobili Tecnologia Laser Scan Relatore: Gino Dardanelli Sommario Introduzione alla tecnica Laser Scanner Laser Scanner Terrestre Rilievi di Immobili Pubblici: casi applicativi

Dettagli

GIUSEPPE PERRUCCI VINCENZO MARTIMUCCI 1. Grotta di Lamalunga: rilievo topografico e restituzione tridimensionale 2

GIUSEPPE PERRUCCI VINCENZO MARTIMUCCI 1. Grotta di Lamalunga: rilievo topografico e restituzione tridimensionale 2 GIUSEPPE PERRUCCI VINCENZO MARTIMUCCI 1 Grotta di Lamalunga: rilievo topografico e restituzione tridimensionale 2 Premessa Nell ambito della realizzazione del progetto SARASTRO (Sistema teleoperato integrato

Dettagli

r x P fig.1 coordinate cartesiane e polari nel piano

r x P fig.1 coordinate cartesiane e polari nel piano Posizione di un punto su un piano Come è noto, per definire la posizione di un punto su un piano, si usa introdurre una coppia di assi cartesiani ortogonali. Ognuno dei assi è messo in corrispondenza biunivoca

Dettagli

Attenzione. Allerta. Allarme. da adottare nel monitoraggio del movimento di versante per il

Attenzione. Allerta. Allarme. da adottare nel monitoraggio del movimento di versante per il Individuazione delle soglie di Attenzione Allerta Allarme da adottare nel monitoraggio del movimento di versante per il Piano di Protezione Civile di S. Maria Maddalena di Ripoli in comune di San Benedetto

Dettagli

1. Very Long Baseline Interferometry (VLBI), 2. Satellite Laser Ranging (SLR)

1. Very Long Baseline Interferometry (VLBI), 2. Satellite Laser Ranging (SLR) Geodesia Dal greco Γεωδαισια: divisione della Terra Discipline collegate alla geodesia: 1. studio della forma del pianeta; 2. studio del campo di gravità del pianeta. Misure geodetiche: misure legate e

Dettagli

Programma del corso di Tecniche di Telerilevamento (Prof. P. Ciavola)

Programma del corso di Tecniche di Telerilevamento (Prof. P. Ciavola) Programma del corso di Tecniche di Telerilevamento (Prof. P. Ciavola) Concetti fondamentali sul Telerilevamento. Sensori e sistemi di telerilevamento: le caratteristiche dell'oggetto e dell'immagine. Le

Dettagli

Il rilievo GPS e il posizionamento in tempo reale

Il rilievo GPS e il posizionamento in tempo reale Primo Corso Regionale in Lombardia su Servizi GPS di Posizionamento per il Territorio e il Catasto Il rilievo GPS e il posizionamento in tempo reale Giovedì 16 Febbraio 2006 prof.. Giorgio Vassena Schema

Dettagli

Cartografia di base per i territori

Cartografia di base per i territori Cartografia di base per i territori L INFORMAZIONE GEOGRAFICA I dati dell informazione geografica L Amministrazione Regionale, nell ambito delle attività di competenza del Servizio sistema informativo

Dettagli

TOPOGRAFIA E CARTOGRAFIA. 4. Cenni di fotogrammetria

TOPOGRAFIA E CARTOGRAFIA. 4. Cenni di fotogrammetria Università degli studi di Firenze Facoltà di Lettere e Filosofia TOPOGRAFIA E CARTOGRAFIA a.a. 2010-2011 4. Cenni di fotogrammetria Camillo Berti camillo.berti@gmail.com Argomenti Definizioni e scopi della

Dettagli

LASER TUNNEL LASERTECH. Tunnel Scanner System (TSS 360)

LASER TUNNEL LASERTECH. Tunnel Scanner System (TSS 360) Tunnel Scanner System (TSS 360) Il Tunnel Scanner System è una strumentazione di elevato standard tecnologico che consente, grazie all impiego congiunto di raggi infrarossi e laser, di ottenere simultaneamente

Dettagli

IL PIANO ENERGETICO-AMBIENTALE PER LA PROVINCIA DI GROSSETO

IL PIANO ENERGETICO-AMBIENTALE PER LA PROVINCIA DI GROSSETO IL PIANO ENERGETICO-AMBIENTALE PER LA PROVINCIA DI GROSSETO Allegato A2.11 ANALISI DELLE POTENZIALITA DI SVILUPPO DI PRODUZIONE EOLICA Riferimento al capitolo 3.3 della Relazione di sintesi PEAP GR A cura

Dettagli

ARCHITETTURA. Rubrica Infografica

ARCHITETTURA. Rubrica Infografica RICOSTRUZIONE/Empler 26-07-2007 13:06 Pagina 47 PROGETTARE ARCHITETTURA Tommaso Empler* Rubrica Infografica Ricostruzione infografica di una situazione ambientale urbana Dopo aver illustrato le procedure

Dettagli

3DCARTO: GESTIONE DEL MONDO VIRTUALE IN 3D

3DCARTO: GESTIONE DEL MONDO VIRTUALE IN 3D 3DCARTO: GESTIONE DEL MONDO VIRTUALE IN 3D La base di partenza per la creazione del mondo virtuale è l aerofotogrammetria e/o I rilievi fotografici con scansioni laser. Il prodotto così ottenuto, è lo

Dettagli

Acquisizioni 2005 da sensori satellitari ed aereotrasportati. Massimo Vincini CRAST - Università Cattolica del Sacro Cuore

Acquisizioni 2005 da sensori satellitari ed aereotrasportati. Massimo Vincini CRAST - Università Cattolica del Sacro Cuore Acquisizioni 2005 da sensori satellitari ed aereotrasportati Massimo Vincini CRAST - Università Cattolica del Sacro Cuore Attività generali le finalità del centro saranno perseguite mediante le seguenti

Dettagli

Algoritmo Nazionale per il GSM

Algoritmo Nazionale per il GSM Algoritmo Nazionale per il GSM Storia (1) Esistono numerosi metodi per la pianificazione e la copertura dei sistemi di telefonia cellulare. Ogni operatore sceglie quello che ritiene più opportuno anche

Dettagli

Mobile Laser scanner - Soluzione Riegl / Microgeo e Geosoft

Mobile Laser scanner - Soluzione Riegl / Microgeo e Geosoft Mobile Laser scanner - Soluzione Riegl / Microgeo e Geosoft Microgeo Srl Via Petrarca 42 Campi Bisenzio Firenze Tel 055 8954766 cel 335 6471882 www.microgeo.it Geosoft Srl Viale Lino Zanussi 8/d - 33170

Dettagli

CAPITOLO VII USO DELLA CARTA TOPOGRAFICA

CAPITOLO VII USO DELLA CARTA TOPOGRAFICA CAPITOLO VII USO DELLA CARTA TOPOGRAFICA LA CARTA TOPOGRAFICA 88. La carta topografica è una rappresentazione grafica di una parte più o meno ampia della superficie terrestre in una determinata scala.

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER I RILEVAMENTI TERRITORIALI INFORMATIZZATI

TECNICO SUPERIORE PER I RILEVAMENTI TERRITORIALI INFORMATIZZATI ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE EDILIZIA TECNICO SUPERIORE PER I RILEVAMENTI TERRITORIALI INFORMATIZZATI STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE PER I

Dettagli

IL RILIEVO CON LASER SCANNER 3D

IL RILIEVO CON LASER SCANNER 3D IL RILIEVO CON LASER SCANNER 3D La diffusione delle tecniche laser a scansione è abbastanza recente e certamente è una delle tecnologie che troverà una più grande espansione nel prossimo futuro. Le maggiori

Dettagli

Lettura targhe con telecamere MOBOTIX

Lettura targhe con telecamere MOBOTIX Lettura targhe con telecamere MOBOTIX Premessa Le telecamere MOBOTIX non hanno a bordo un software in grado di effettuare la lettura dei caratteri della targa (OCR Optical Character Recognition) ma possono

Dettagli

Corso SIRI 2014. Dott. Ing. Stefano Tonello

Corso SIRI 2014. Dott. Ing. Stefano Tonello Corso SIRI 2014 Dott. Ing. Stefano Tonello IT+Robotics Spin-off dell Università di Padova fondata nel 2005 IAS-LAB (Intelligent and Autonomous Systems Laboratory) Attiva nei campi della robotica e visione

Dettagli

Esperienze di rilievo laser scanner di impianti industriali

Esperienze di rilievo laser scanner di impianti industriali Esperienze di rilievo laser scanner di impianti industriali Gabriella Caroti, Andrea Piemonte Dipartimento di Ingegneria Civile, Università di Pisa, Largo Lucio Lazzarino 1 56123 PISA tel, 050 221 7770,

Dettagli

L ERA DELLA CONDIVISIONE TOTALE

L ERA DELLA CONDIVISIONE TOTALE S O F T W A R E P E R C O N T R O L L E R L ERA DELLA CONDIVISIONE TOTALE S O F T W A R E P E R C O N T R O L L E R Piattaforma Android Comandi multi-touch Processore Dual Core 1GHz Fotocamera 5MP Dettatura

Dettagli

La Paleofrana di Aulla: uno studio comparato dei modelli geologici, geomorfologici e di resistività

La Paleofrana di Aulla: uno studio comparato dei modelli geologici, geomorfologici e di resistività UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea Specialistica in Geologia Applicata Centro di GeoTecnologie La Paleofrana di Aulla: uno studio comparato

Dettagli

CNR - Istituto di Scienza e Tecnologie dell Informazione Alessandro Faedo (ISTI)

CNR - Istituto di Scienza e Tecnologie dell Informazione Alessandro Faedo (ISTI) IL RILIEVO DIGITALE TRIDIMENSIONALE, UN NUOVO STRUMENTO DI ANALISI E DOCUMENTAZIONE PER IL RESTAURO Roberto Scopigno CNR - Istituto di Scienza e Tecnologie dell Informazione Alessandro Faedo (ISTI) Il

Dettagli

Il Reverse Engineering al servizio dell Arte

Il Reverse Engineering al servizio dell Arte Il Reverse Engineering al servizio dell Arte CRP Technology realtà italiana leader da oltre trentanni nel settore del Race Engineering, Rapid Prototyping e Rapid Manufacturing ha messo a disposizione dell

Dettagli

IF CRASC 12 II CONVEGNO DI INGEGNERIA FORENSE V CONVEGNO SU CROLLI, AFFIDABILITÀ STRUTTURALE, CONSOLIDAMENTO Pisa, 15-17 novembre 2012

IF CRASC 12 II CONVEGNO DI INGEGNERIA FORENSE V CONVEGNO SU CROLLI, AFFIDABILITÀ STRUTTURALE, CONSOLIDAMENTO Pisa, 15-17 novembre 2012 IF CRASC 12 II CONVEGNO DI INGEGNERIA FORENSE V CONVEGNO SU CROLLI, AFFIDABILITÀ STRUTTURALE, CONSOLIDAMENTO Pisa, 15-17 novembre 2012 IL RILIEVO GEOMETRICO CON LASER SCANNER COME SUP- PORTO CONOSCITIVO

Dettagli

LE PAROLE DEL PIANO ALLUVIONI: UN GLOSSARIO PER CAPIRSI

LE PAROLE DEL PIANO ALLUVIONI: UN GLOSSARIO PER CAPIRSI LE PAROLE DEL PIANO ALLUVIONI: UN GLOSSARIO PER CAPIRSI Ing. Irma Bonetto, Geol. Fabio Giuriato, Dott. Matteo Bisaglia Livenza, Piave, Brenta- Bacchiglione Ing. Nicola Gaspardo Regione del Veneto Alluvione

Dettagli

4. TELERILEVAMENTO DELLA VEGETAZIONE CON IL SENSORE MIVIS

4. TELERILEVAMENTO DELLA VEGETAZIONE CON IL SENSORE MIVIS 4. TELERILEVAMENTO DELLA VEGETAZIONE CON IL SENSORE MIVIS La vegetazione, può essere studiata con tecniche di rilevamento a terra e con sensori remoti. Nel passato, i dati raccolti a terra mediante misure

Dettagli

Multi Positioning System. Multi Positioning Software

Multi Positioning System. Multi Positioning Software O F F I C E Multi Positioning System Multi Positioning Software XPAD MPS Multi Positioning System Una nuova concezione di software per il trattamento dei dati topografici con una vera integrazione di informazioni

Dettagli

15. Lettura Carte Topografiche Scala cartografica: rapporto tra le distanze sulla carta e le rispettive distanze sul terreno

15. Lettura Carte Topografiche Scala cartografica: rapporto tra le distanze sulla carta e le rispettive distanze sul terreno 15. Lettura Carte Topografiche Scala cartografica: rapporto tra le distanze sulla carta e le rispettive distanze sul terreno La distanza planimetrica fra due punti di una carta può essere letta direttamente

Dettagli

Genova 22/24 settembre 2015

Genova 22/24 settembre 2015 Genova 22/24 settembre 2015 ELABORAZIONI DELLA C.T.R.: DTM E CARTE DERIVATE Rappresentazione della morfologia del territorio in Regione Liguria QUALCHE DEFINIZIONE DTM (Digital Terrain Model) o DEM (Digital

Dettagli

Strumenti innovativi a basso costo per l acquisizione di informazioni territoriali

Strumenti innovativi a basso costo per l acquisizione di informazioni territoriali POLITECNICO DI TORINO Dipartimento di Ingegneria dell Ambiente, del Territorio e delle Infrastrutture Strumenti innovativi a basso costo per l acquisizione di informazioni territoriali Andrea LINGUA Marco

Dettagli

FENOMENI FRANOSI. Nomenclatura delle frane

FENOMENI FRANOSI. Nomenclatura delle frane FENOMENI FRANOSI I fenomeni franosi o movimenti di versante sono movimenti di materiale (roccia, detrito, terra) lungo un versante. Essi rientrano nella categoria più generale dei movimenti di massa, ovvero

Dettagli

3. Per il progetto MUSINT: Rilievo con laser scanner a triangolazione e fasi di elaborazione dei modelli 3D

3. Per il progetto MUSINT: Rilievo con laser scanner a triangolazione e fasi di elaborazione dei modelli 3D 3. Per il progetto MUSINT: Rilievo con laser scanner a triangolazione e fasi di elaborazione dei modelli 3D Daniela Cini Laboratorio di Geomatica per la Conservazione e la Comunicazione dei Beni Culturali

Dettagli

Report tecnico-informativo sulle immagini Quick Bird acquisite dalla Provincia di Piacenza con finanziamento della Regione E_R

Report tecnico-informativo sulle immagini Quick Bird acquisite dalla Provincia di Piacenza con finanziamento della Regione E_R Amministrazione Provinciale di Piacenza Area Programmazione Territoriale Infrastrutture-Ambiente Servizio Programmazione Territoriale Urbanistica Miglioramento Carta Geografica Unica Report tecnico-informativo

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

All. B al capitolato speciale di appalto

All. B al capitolato speciale di appalto G289 PROCEDURA APERTA, SUDDIVISA IN LOTTI, PER LA FORNITURA DI ATTREZZATURE PER LA MESSA IN FUNZIONE DI DUE LABORATORI MODELLI PRESSO IL DIPARTIMENTO DI ARCHITETTURA. All. B al capitolato speciale di appalto

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL AQUILA. Corso di Pianificazione Territoriale Corso di Tecnica Urbanistica Prof. Bernardino ROMANO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL AQUILA. Corso di Pianificazione Territoriale Corso di Tecnica Urbanistica Prof. Bernardino ROMANO UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL AQUILA Corso di Pianificazione Territoriale Corso di Tecnica Urbanistica Prof. Bernardino ROMANO LEZIONE 6 Dott. PhD. Alessandro Marucci LA CARTOGRAFIA PER L ANALISI TERRITORIALE

Dettagli

3D Scanning and Augmented Reality. Multimedia

3D Scanning and Augmented Reality. Multimedia and Augmented Reality Di cosa si tratta? Si vuole campionare, attraverso una nuvola di punti (point cloud), la superficie dell oggetto / soggetto. Cosa si fa con la nuvola di punti? (Quali applicazioni)

Dettagli

Misura delle proprietà di trasmissione e assorbimento della luce da parte dei materiali mediante spettrofotometro

Misura delle proprietà di trasmissione e assorbimento della luce da parte dei materiali mediante spettrofotometro Misura delle proprietà di trasmissione e assorbimento della luce da parte dei materiali mediante spettrofotometro Apparato sperimentale: Spettrofotometro digitale SPID HR (U21830) con software di acquisizione,

Dettagli