Denuncia per stalking: quali conseguenze? Autore : Mariano Acquaviva. Data: 12/08/2019

Save this PDF as:
Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Denuncia per stalking: quali conseguenze? Autore : Mariano Acquaviva. Data: 12/08/2019"

Transcript

1 Denuncia per stalking: quali conseguenze? Autore : Mariano Acquaviva Data: 12/08/2019 Cosa succede dopo una denuncia per atti persecutori? Ammonimento del questore: cos è? Cosa fa il pubblico ministero dopo la querela? Il divieto di avvicinamento. Lo stalking è uno dei reati più pericolosi in assoluto, in quanto la reiterazione di condotte moleste o minacciose può portare la vittima all esasperazione, finanche a commettere gesti estremi. Come saprai, lo stalking consiste nel compiere atti

2 persecutori nei confronti di una persona, la quale, come conseguenza di tale condotta, è costretta a vivere in un grave stato di ansia o di paura ovvero nel timore per l'incolumità propria o di un prossimo congiunto, ovvero tale da costringere la stessa ad alterare le proprie abitudini di vita. Se accade ciò, la vittima può sporgere querela. Ti sei mai chiesto quali sono le conseguenze di una denuncia per stalking? Devi sapere, infatti, che la sola denuncia per stalking può comportare delle conseguenze importanti nei confronti della persona denunciata, anche se il processo non è stato ancora celebrato. Se ne vuoi sapere di più, prosegui nella lettura: vedremo cosa succede dopo una denuncia per stalking. Reato di stalking: cos è? Come anticipato nell introduzione, lo stalking consiste nel perseguitare una persona in modo da cagionare un perdurante e grave stato di ansia o di paura ovvero da ingenerare un fondato timore per l'incolumità propria o di un prossimo congiunto o di persona al medesimo legata da relazione affettiva ovvero da costringere lo stesso ad alterare le proprie abitudini di vita [1]. La pena prevista è la reclusione da un anno a sei anni e sei mesi. Secondo la giurisprudenza [2], per realizzarsi il reato di atti persecutori (cioè, di stalking) è sufficiente che la condotta molesta si ripeta anche solo due volte: pertanto, saranno sufficienti anche solamente due episodi di pedinamento, di minacce o di qualsiasi altra condotta molesta per far integrare il delitto di stalking, purché ovviamente siano idonee a cagionare una delle conseguenze negative sopra viste (timore per la propria o altrui incolumità; perdurante stato di ansia o di paura; peggioramento delle abitudini di vita). Stalking: cosa fare? In presenza di stalking, la vittima può rivolgersi alle autorità e sporgere denuncia/querela entro il termine di sei mesi dall ultimo atto persecutorio; in alternativa, prima ancora di giungere a tanto, la persona offesa può rivolgersi al questore affinché ammonisca lo stalker. Cosa vuol dire? Approfondiamo questi aspetti. Ammonimento del questore: cos è? L ammonimento del questore è uno speciale rimedio introdotto dalla legge [3] per

3 fronteggiare le condotte persecutorie sempre più diffuse. Secondo la legge, fino a quando non è proposta querela per stalking, la persona offesa può esporre i fatti all'autorità di pubblica sicurezza avanzando richiesta al questore di ammonimento nei confronti dell'autore della condotta. Il questore, assunte se necessario informazioni dagli organi investigativi e sentite le persone informate dei fatti, ove ritenga fondata l'istanza, ammonisce oralmente il soggetto nei cui confronti è stato richiesto il provvedimento, invitandolo a tenere una condotta conforme alla legge e redigendo processo verbale. Copia del processo verbale è rilasciata al richiedente l'ammonimento e al soggetto ammonito. Il questore valuta l'eventuale adozione di provvedimenti in materia di armi e munizioni. In pratica, la vittima di stalking, anziché sporgere una formale denuncia/querela al fine di far cominciare un vero e proprio procedimento penale, può scegliere una via più blanda, consistente nell avvertire il questore che atti persecutori sono compiuti nei propri confronti. Il questore, se ritiene fondata la segnalazione della persona offesa, invia allo stalker un formale avvertimento. Si tratta di una sorta di ultimatum perché, se egli continuerà con la persecuzione, verrà senz altro processato, senza nemmeno esserci bisogno di una successiva querela: dice infatti la legge che si procede d'ufficio quando lo stalking è commesso da soggetto già ammonito. Inoltre, in caso di condanna la pena è aumentata nei confronti di colui che aveva subito l avvertimento del questore. La denuncia/querela per stalking: cosa succede? La persona che ritiene di essere vittima di stalking può recarsi presso le forze dell ordine e denunciare gli episodi delittuosi senza necessità di passare per l avvertimento del questore. A seguito di denuncia, la legge [4] prevede che l autorità (polizia, carabinieri, ecc.) che abbia ricevuto la segnalazione deve darne immediatamente notizia al magistrato del pubblico ministero, anche in forma orale. A questo punto, il pubblico ministero assume informazioni dalla persona offesa e da chi ha presentato denuncia, querela o istanza, entro il termine di tre giorni dall'iscrizione della notizia di reato, salvo che sussistano imprescindibili esigenze di tutela di minori di anni diciotto o della riservatezza delle indagini, anche

4 nell'interesse della persona offesa [5]. Nel frattempo, la polizia giudiziaria procede senza ritardo al compimento degli atti di indagine delegati dal pubblico ministero, mettendo immediatamente a disposizione di quest ultimo la documentazione dell'attività svolta [6]. L assunzione di informazioni del pubblico ministero Come avrai compreso, la denuncia per stalking segue una corsia preferenziale, in quanto l autorità che riceve la querela è tenuto a comunicarla subito in Procura, in modo che la notizia di reato possa essere iscritta tempestivamente nell apposito registro e le indagini preliminari possano cominciare. A questo punto, poi, si presenta un assoluta novità introdotta dalla legge: il magistrato del pubblico ministero, entro il termine massimo di tre giorni, deve ascoltare ciò che ha da dire la persona offesa (o, comunque, il denunciante), potendo derogare a tale termine oppure all intero obbligo solamente se vi sia un rischio concreto per l incolumità di un minore o per la riservatezza delle indagini. V è da dire che la legge non chiarisce se l assunzione d informazioni debba avvenire direttamente da parte del pubblico ministero, o se tale dovere può essere delegato, insieme a tutti gli altri atti di indagine, alla polizia giudiziaria. Reato di avvicinamento alla persona offesa Da ultimo, il legislatore ha introdotto un nuovo strumento volto a tutelare le vittime di stalking. Se, a seguito di denuncia, il pubblico ministero lo ritiene opportuno, può chiedere al giudice di emettere un provvedimento con cui si vieta allo stalker di avvicinarsi ai luoghi abitualmente frequentati dalla persona offesa [7]. Mentre in passato la persona che aveva ricevuto il divieto di avvicinarsi ai posti frequentati dalla vittima rischiava, nel caso di trasgressione, di riceve soltanto una misura cautelare più afflittiva (tipo gli arresti domiciliari), ora la violazione di tale divieto rappresenta un reato autonomo. Secondo la legge [8], chiunque violi il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa (ma anche l obbligo di allontanarsi dalla casa familiare) è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni. In poche parole, lo stalker che sia stato denunciato e che, nelle more del

5 Powered by TCPDF ( procedimento, sia raggiunto da ordinanza del giudice col quale gli si vieta di avvicinarsi alla persona offesa, non può più infischiarsene del divieto: il rischio, infatti, non è soltanto quello di ricevere una nuova misura cautelare, più severa, ma quella di essere processato per un nuovo, autonomo reato. Note: [1] Art. 612-bis cod. pen. [2] Cass, sent. n. 6417/2010; Cass., sent. dell 8 maggio [3] Art. 8, l. n. 38/2009. [4] Art. 347, terzo comma, cod. proc. pen., così come modificato dalla legge n. 69 del 19 luglio 2019 in vigore dal 9 agosto [5] Art. 362, comma 1-ter, cod. proc. pen. [6] Art. 370, comma 2-bis, cod. proc. pen. [7] Art. 282-ter cod. proc. pen. [8] Art. 387-bis cod. pen. Autore immagine: Unsplash.com

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N Misure contro gli atti persecutori

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N Misure contro gli atti persecutori Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 1348 DISEGNO DI LEGGE presentato dal Ministro per le pari opportunità (CARFAGNA) e dal Ministro della giustizia (ALFANO) (V. Stampato Camera n. 1440) approvato

Dettagli

Misure contro gli atti persecutori

Misure contro gli atti persecutori Tribunale Bologna 24.07.2007, n.7770 - ISSN 2239-7752 Direttore responsabile: Antonio Zama Misure contro gli atti persecutori 20 Giugno 2008 Filodiritto editore Articolo 1 (Modifiche al codice penale).

Dettagli

ASPETTI LEGISLATIVI OBBLIGHI GIURIDICI E ACCOMPAGNAMENTO LEGALE DELLA DONNA Avv. Assunta Todini

ASPETTI LEGISLATIVI OBBLIGHI GIURIDICI E ACCOMPAGNAMENTO LEGALE DELLA DONNA Avv. Assunta Todini PROGETTO FORMATIVO ELETTRA contrasto alla violenza domestica e di genere - intervento integrato delle Istituzioni Pubbliche e del Privato Sociale - Azienda ULSS 17 ASPETTI LEGISLATIVI OBBLIGHI GIURIDICI

Dettagli

LE TUTELE GIURIDICHE

LE TUTELE GIURIDICHE LE TUTELE GIURIDICHE Art. 612 bis Atti Persecutori (c.d. legge Anti-Stalking) Dal 2009 le condotte moleste indicate nei paesi anglosassoni con il termine stalking sono previste come reato anche in Italia

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE NAZIONALE N. 10. presentata dai consiglieri. Frattolin, Bianchi, Dal Zovo, Sergo, Ussai

PROPOSTA DI LEGGE NAZIONALE N. 10. presentata dai consiglieri. Frattolin, Bianchi, Dal Zovo, Sergo, Ussai presentata dai consiglieri Frattolin, Bianchi, Dal Zovo, Sergo, Ussai ai sensi dell articolo 26 dello Statuto regionale Presentata il 3 maggio 2016 Gentili Consiglieri, è sempre più sentita la necessità

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione; Decreto Legge del 23 febbraio 2009, n. 11, pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 24/2/2009 n. 45. Misure urgenti in materia di sicurezza pubblica, di contrasto alla violenza sessuale e in tema di atti persecutori

Dettagli

1. col concorso di taluna delle circostanze indicate nel n. 2 dell'articolo 61;

1. col concorso di taluna delle circostanze indicate nel n. 2 dell'articolo 61; Modifiche normative Il decreto legge 23 maggio 2008, n. 92 (convertito nella l. 24 luglio 2008, n.125), nell introdurre misure urgenti in materia di sicurezza pubblica, ha recato alcune modifiche al codice

Dettagli

Decreto-legge 23 febbraio 2009, n. 11

Decreto-legge 23 febbraio 2009, n. 11 Decreto-legge 23 febbraio 2009, n. 11 "Misure urgenti in materia di sicurezza pubblica e di contrasto alla violenza sessuale, nonché in tema di atti persecutori" pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 407 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato CONTENTO Introduzione dell articolo 612-bis del codice penale e altre disposizioni per la

Dettagli

Cos è la violenza di genere? Una violenza (fisica, sessuale, psichica, economica ) indirizzata ad un essere umano in quanto appartenente ad un genere.

Cos è la violenza di genere? Una violenza (fisica, sessuale, psichica, economica ) indirizzata ad un essere umano in quanto appartenente ad un genere. Cos è la violenza di genere? Una violenza (fisica, sessuale, psichica, economica ) indirizzata ad un essere umano in quanto appartenente ad un genere. La violenza di genere più diffusa è quella contro

Dettagli

ART. 612 BIS C.P. «ATTI PERSECUTORI» - STALKING

ART. 612 BIS C.P. «ATTI PERSECUTORI» - STALKING ART. 612 BIS C.P. «ATTI PERSECUTORI» - STALKING Gli "atti persecutori", indicati gergalmente con la parola anglosassone stalking (letteralmente significa «atto di fare la posta alla preda"), sono un complesso

Dettagli

Norme in materia di maltrattamenti, violenza sessuale e persecutori

Norme in materia di maltrattamenti, violenza sessuale e persecutori Testo del decreto-legge 14 agosto 2013, n. 93 (in Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 191 del 16 agosto 2013), coordinato con la legge di conversione 15 ottobre 2013, n. 119 (in questa stessa Gazzetta

Dettagli

Maltrattamenti, minacce, stalking: non solo la violenza fisica, ma anche quella psicologica può essere denunciata. Vediamo quando.

Maltrattamenti, minacce, stalking: non solo la violenza fisica, ma anche quella psicologica può essere denunciata. Vediamo quando. Vittima di violenza psicologica: che fare? Autore : Mariano Acquaviva Data: 24/01/2018 Maltrattamenti, minacce, stalking: non solo la violenza fisica, ma anche quella psicologica può essere denunciata.

Dettagli

STALKING CONOSCERLO PER DIFENDERSI LIBERA DI NON AVERE PAURA

STALKING CONOSCERLO PER DIFENDERSI LIBERA DI NON AVERE PAURA STALKING CONOSCERLO PER DIFENDERSI LIBERA DI NON AVERE PAURA WWW.BONAZZONRACHELE.COM IL TERMINE STALKING Termine di origine anglosassone: to stalk significa fare la posta, inseguimento, caccia in agguato.

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI DISEGNO DI LEGGE PRESENTATO DAL MINISTRO PER LE PARI OPPORTUNITÀ (CARFAGNA) E DAL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA (ALFANO)

CAMERA DEI DEPUTATI DISEGNO DI LEGGE PRESENTATO DAL MINISTRO PER LE PARI OPPORTUNITÀ (CARFAGNA) E DAL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA (ALFANO) Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1440 DISEGNO DI LEGGE PRESENTATO DAL MINISTRO PER LE PARI OPPORTUNITÀ (CARFAGNA) E DAL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA (ALFANO) Misure contro gli

Dettagli

DECRETO-LEGGE: Misure urgenti in materia di sicurezza pubblica e di contrasto alla violenza sessuale, nonchè in tema di atti persecutori.

DECRETO-LEGGE: Misure urgenti in materia di sicurezza pubblica e di contrasto alla violenza sessuale, nonchè in tema di atti persecutori. DECRETO-LEGGE: Misure urgenti in materia di sicurezza pubblica e di contrasto alla violenza sessuale, nonchè in tema di atti persecutori. Consiglio dei Ministri: 20/02/2009 Proponenti: Presidenza Status:

Dettagli

L ammonimento per gli atti persecutori (c.d. stalking) e per condotte di violenza di genere e violenza domestica

L ammonimento per gli atti persecutori (c.d. stalking) e per condotte di violenza di genere e violenza domestica L ammonimento per gli atti persecutori (c.d. stalking) e per condotte di violenza di genere e violenza domestica 1 La fattispecie penale astratta dello stalking Art. 612 bis c.p. Atti persecutori* 1.Salvo

Dettagli

DECRETO-LEGGE. Disposizioni urgenti in materia di sicurezza e per il contrasto della violenza di genere

DECRETO-LEGGE. Disposizioni urgenti in materia di sicurezza e per il contrasto della violenza di genere DECRETO-LEGGE Disposizioni urgenti in materia di sicurezza e per il contrasto della violenza di genere CAPO IV PREVENZIONE E CONTRASTO DI FENOMENI DI PARTICOLARE ALLARME SOCIALE Art. 14 Misura e prevenzione

Dettagli

Delitto di atti persecutori (Stalking) Aspetti generali presupposti Elementi costitutivi

Delitto di atti persecutori (Stalking) Aspetti generali presupposti Elementi costitutivi Delitto di atti persecutori (Stalking) Aspetti generali presupposti Elementi costitutivi Autore: Valenti Rosa In: Diritto penale Il reato di stalking derivante dall inglese to stalk (fare la posta alla

Dettagli

COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI TRIESTE Compagnia di Aurisina LE INDAGINI SULLE VIOLENZE DOMESTICHE: PROCEDURE E DIFFICOLTA

COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI TRIESTE Compagnia di Aurisina LE INDAGINI SULLE VIOLENZE DOMESTICHE: PROCEDURE E DIFFICOLTA COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI TRIESTE Compagnia di Aurisina LE INDAGINI SULLE VIOLENZE DOMESTICHE: PROCEDURE E DIFFICOLTA Cap. Luciano Summo 6 aprile 2016 Sommario Analisi statistica sulla violenza

Dettagli

I PERICOLI DEL WEB: i reati connessi

I PERICOLI DEL WEB: i reati connessi I PERICOLI DEL WEB: i reati connessi Il REATO INFORMATICO I reati informatici, o computer crimes, sono il risvolto negativo dello sviluppo tecnologico dell informatica e della telematica. Lo sviluppo delle

Dettagli

Aggiornamento al 6 marzo 2009 CODICE DI PROCEDURA PENALE

Aggiornamento al 6 marzo 2009 CODICE DI PROCEDURA PENALE Aggiornamento al 6 marzo 2009 CODICE DI PROCEDURA PENALE APPENDICE DI AGGIORNAMENTO AL 6 MARZO 2009 CODICE DI PROCEDURA PENALE 34. Incompatibilità determinata da atti compiuti nel procedimento 1. Il giudice

Dettagli

STALKING E IPOTESI DI CONFINE

STALKING E IPOTESI DI CONFINE STALKING E IPOTESI DI CONFINE Introduzione... XIII I GLI ELEMENTI COSTITUTIVI DEL DELITTO DI ATTI PERSECUTORI 1 L ALTERNATIVITÀ DELLE CONDOTTE. STALKING A DANNO DI PIÙ PERSONE La questione... 3 Analisi

Dettagli

1- Delitto di atti persecutori (Stalking) Aspetti generali presupposti Elementi costitutivi

1- Delitto di atti persecutori (Stalking) Aspetti generali presupposti Elementi costitutivi 1- Delitto di atti persecutori (Stalking) Aspetti generali presupposti Elementi costitutivi Di Rosa Valenti Il reato di stalking derivante dall inglese to stalk (fare la posta alla preda ) allude a condotte

Dettagli

IL REATO DI ATTI PERSECUTORI

IL REATO DI ATTI PERSECUTORI Cendon / Book DIRITTO PENALE PROFESSIONAL IL REATO DI ATTI PERSECUTORI Maria Tangari Edizione GENNAIO 2015 Copyright MMXV KEY SRL VIA PALOMBO 29 03030 VICALVI (FR) P.I./C.F. 02613240601 ISBN 978-88-6959-013-9

Dettagli

Misure urgenti in materia di sicurezza pubblica e di contrasto alla violenza sessuale, nonché in tema di atti persecutori

Misure urgenti in materia di sicurezza pubblica e di contrasto alla violenza sessuale, nonché in tema di atti persecutori Tribunale Bologna 24.07.2007, n.7770 - ISSN 2239-7752 Direttore responsabile: Antonio Zama Misure urgenti in materia di sicurezza pubblica e di contrasto alla violenza sessuale, nonché in tema di atti

Dettagli

SERIE GENERALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Martedì, 24 febbraio 2009

SERIE GENERALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Martedì, 24 febbraio 2009 SERIE GENERALE Spediz. abb. post. 45% - art. 2, comma 20/b Legge 23-12-1996, n. 662 - Filiale di Roma GAZZETTA UFFICIALE PARTE PRIMA Misure urgenti in materia di sicurezza pubblica e di contrasto alla

Dettagli

Misure urgenti in materia di sicurezza pubblica e di contrasto alla violenza sessuale, nonchè in tema di atti persecutori

Misure urgenti in materia di sicurezza pubblica e di contrasto alla violenza sessuale, nonchè in tema di atti persecutori Decreto-legge 23 febbraio 2009, n. 11 Misure urgenti in materia di sicurezza pubblica e di contrasto alla violenza sessuale, nonchè in tema di atti persecutori IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Visti gli

Dettagli

DECRETO-LEGGE 23 febbraio 2009, n. 11

DECRETO-LEGGE 23 febbraio 2009, n. 11 DECRETO-LEGGE 23 febbraio 2009, n. 11 Misure urgenti in materia di sicurezza pubblica e di contrasto alla violenza sessuale, nonche' in tema di atti persecutori. (GU n. 45 del 24-2-2009 ) testo in vigore

Dettagli

VIOLENZA REATI E RIMEDI

VIOLENZA REATI E RIMEDI VIOLENZA REATI E RIMEDI STRUMENTI LEGALI UTILI NEI CASI DI MALTRATTAMENTO DOMESTICO A cura dell avv.ta Sara Gini Istituti Giuridici ambito civile Separazione e Divorzio; ricorso ai sensi dell'art. 148

Dettagli

Cosa si intende per querela, cosa la differenzia da una denuncia ed in quali casi, ed in che modo, è possibile rimettere o rinunciare alla querela.

Cosa si intende per querela, cosa la differenzia da una denuncia ed in quali casi, ed in che modo, è possibile rimettere o rinunciare alla querela. Differenza tra remissione e rinuncia alla querela Autore : Sabina Coppola Data: 31/12/2018 Cosa si intende per querela, cosa la differenzia da una denuncia ed in quali casi, ed in che modo, è possibile

Dettagli

Molestie e stalking Giovedì 23 Febbraio :32

Molestie e stalking Giovedì 23 Febbraio :32 Fino all entrata in vigore del decreto legge del 20.02.2009 raramente sono stati puniti quei comportamenti ripetuti, assillanti, petulanti, di controllo o di sorveglianza che, intrusivi della sfera intima

Dettagli

STALKING E IPOTESI DI CONFINE

STALKING E IPOTESI DI CONFINE STALKING E IPOTESI DI CONFINE Introduzione XIII I GLI ELEMENTI COSTITUTIVI DEL DELITTO DI ATTI PERSECUTORI 1 L'ALTERNATIVITÀ DELLE CONDOTTE. STALKING A DANNO DI PIÙ PERSONE La questione 3 Analisi dello

Dettagli

Scuola per la polizia locale del Friuli Venezia Giulia. VIOLENZA INTRAFAMILIARE e di GENERE: ASPETTI NORMATIVI e ATTIVITA' di POLIZIA GIUDIZIARIA

Scuola per la polizia locale del Friuli Venezia Giulia. VIOLENZA INTRAFAMILIARE e di GENERE: ASPETTI NORMATIVI e ATTIVITA' di POLIZIA GIUDIZIARIA Scuola per la polizia locale del Friuli Venezia Giulia VIOLENZA INTRAFAMILIARE e di GENERE: ASPETTI NORMATIVI e ATTIVITA' di POLIZIA GIUDIZIARIA Le dimensioni del fenomeno 55,4% donne età 14-59 hanno subito

Dettagli

pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 95 del 24 aprile 2009 Art. 1.

pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 95 del 24 aprile 2009 Art. 1. Legge 23 aprile 2009, n. 38 "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 23 febbraio 2009, n. 11, recante misure urgenti in materia di sicurezza pubblica e di contrasto alla violenza sessuale,

Dettagli

Denuncia a piede libero: cosa significa. Autore : Mariano Acquaviva. Data: 05/09/2018

Denuncia a piede libero: cosa significa. Autore : Mariano Acquaviva. Data: 05/09/2018 Denuncia a piede libero: cosa significa Autore : Mariano Acquaviva Data: 05/09/2018 Cos è una denuncia? Qual è la differenza con la querela? Quali sono le conseguenze di una denuncia? Cosa significa denunciare

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE NAZIONALE

PROPOSTA DI LEGGE NAZIONALE PROPOSTA DI LEGGE NAZIONALE approvata dal Consiglio regionale ai sensi dell articolo 26 dello Statuto speciale nella seduta pomeridiana n. 279 dell 1 febbraio 2017 ----- ----- Consiglio regionale Friuli

Dettagli

DISTURBO RUMORE, CONDOMINIO E VALORI IMMOBILIARI

DISTURBO RUMORE, CONDOMINIO E VALORI IMMOBILIARI Click to edit Master title style STRETTAMENTE RISERVATO DISTURBO RUMORE, CONDOMINIO E VALORI IMMOBILIARI Milano, 22 Settembre 2016 1 LO STALKING CONDOMINIALE IL REATO DI STALKING Introdotto dalla Legge

Dettagli

TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 23 febbraio 2009, n. 11. Avvertenza:

TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 23 febbraio 2009, n. 11. Avvertenza: TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 23 febbraio 2009, n. 11 Avvertenza: Testo del decreto-legge 23 febbraio 2009, n. 11 (in Gazzetta Ufficiale n. 45 del 24 febbraio 2009), coordinato con la legge di conversione

Dettagli

Corso nazionale di perfezionamento Amministratori di beni sequestrati e confiscati II^ edizione 2018

Corso nazionale di perfezionamento Amministratori di beni sequestrati e confiscati II^ edizione 2018 Corso nazionale di perfezionamento Amministratori di beni sequestrati e confiscati II^ edizione 2018 Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Milano Ordine dei Dottori Commercialisti ed

Dettagli

DEI DELITTI CONTRO LA PERSONA CODICE PENALE, LIBRO II, TITOLO XII, AGG. AL bis. Violenza sessuale.

DEI DELITTI CONTRO LA PERSONA CODICE PENALE, LIBRO II, TITOLO XII, AGG. AL bis. Violenza sessuale. DEI DELITTI CONTRO LA PERSONA CODICE PENALE, LIBRO II, TITOLO XII, AGG. AL 16.09.2010 609-bis. Violenza sessuale. Chiunque, con violenza o minaccia o mediante abuso di autorità, costringe taluno a compiere

Dettagli

CAPACCHIONE, CIRINNÀ, CUCCA, D ADDA, DALLA ZUANNA, FASIOLO, FAVERO, FILIPPIN, GINETTI, LO GIUDICE, LUMIA, PAGLIARI

CAPACCHIONE, CIRINNÀ, CUCCA, D ADDA, DALLA ZUANNA, FASIOLO, FAVERO, FILIPPIN, GINETTI, LO GIUDICE, LUMIA, PAGLIARI Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA N. 2932 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori PUGLISI, CAPACCHIONE, CIRINNÀ, CUCCA, D ADDA, DALLA ZUANNA, FASIOLO, FAVERO, FILIPPIN, GINETTI, LO GIUDICE, LUMIA,

Dettagli

Legge 23 aprile 2009, n. 38

Legge 23 aprile 2009, n. 38 Legge 23 aprile 2009, n. 38 Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 23 febbraio 2009, n. 11, recante misure urgenti in materia di sicurezza pubblica e di contrasto alla violenza sessuale,

Dettagli

Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE FOTI, BUTTI

Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE FOTI, BUTTI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati XVIII LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI CAMERA DEI DEPUTATI N. 1534 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI FOTI, BUTTI Modifiche al codice

Dettagli

CHE COSA SI PUO FARE

CHE COSA SI PUO FARE LE FORZE DI POLIZIA DALLA PARTE DEL CITTADINO ESSERE VITTIMA DI UN REATO: CHE COSA SI PUO FARE Subire un reato significa innanzitutto divenire vittima di un ingiustizia. Ad ognuno di noi può accadere di

Dettagli

LEGGE FERRARA SUL CYBER BULLISMO

LEGGE FERRARA SUL CYBER BULLISMO LEGGE FERRARA SUL CYBER BULLISMO LEGGE 29 MAGGIO 2017 N. 71 DISPOSIZIONI A TUTELA DEI MINORI PER LA PREVENZIONE ED IL CONTRASTO DEL FENOMENO DEL CYBERBULLISMO. ART. 1. FINALITA E DEFINIZIONI 1. LA PRESENTE

Dettagli

Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BARTOLOZZI, PRESTIGIACOMO, CARFAGNA

Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BARTOLOZZI, PRESTIGIACOMO, CARFAGNA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati XVIII LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI CAMERA DEI DEPUTATI N. 1003 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DELLE DEPUTATE BARTOLOZZI, PRESTIGIACOMO, CARFAGNA

Dettagli

In sede di conversione il Parlamento ha cancellato due disposizioni del decreto che prevedevano:

In sede di conversione il Parlamento ha cancellato due disposizioni del decreto che prevedevano: Decreto sicurezza: misure di contrasto alla violenza sessuale e stalking Decreto Legge, testo coordinato, 23.02.2009 n. 11, G.U. 24.04.2009 Carcere a vita in caso di omicidio commesso in occasione dei

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE POLLASTRINI, CONCIA, CUPERLO

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE POLLASTRINI, CONCIA, CUPERLO Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1231 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI POLLASTRINI, CONCIA, CUPERLO Misure contro gli atti persecutori e contro la discriminazione

Dettagli

La segnalazione alla Autorità giudiziaria Procura TM TO civile - GT

La segnalazione alla Autorità giudiziaria Procura TM TO civile - GT La Segnalazione Avv. Stefania Crema Specialista in criminologia, mediatore familiare e dei conflitti Docente normativa a Tutela delle Persone Università Cattolica Milano e Statale di Torino Presidente

Dettagli

Comando Provinciale Carabinieri Reggio Emilia Reparto Operativo Ten.Col. Alessandro Dimichino

Comando Provinciale Carabinieri Reggio Emilia Reparto Operativo Ten.Col. Alessandro Dimichino Comando Provinciale Carabinieri Reggio Emilia Reparto Operativo Ten.Col. Alessandro Dimichino Prevenzione e contrasto alla violenza contro le donne: soggetti diversi, responsabilità condivisa Reggio Emilia

Dettagli

LA VIOLENZA CONTRO LE DONNE Contrastare la violenza maschile contro le donne: legge e libertà femminile. mariavirgilio.wordpress.

LA VIOLENZA CONTRO LE DONNE Contrastare la violenza maschile contro le donne: legge e libertà femminile. mariavirgilio.wordpress. LA VIOLENZA CONTRO LE DONNE Contrastare la violenza maschile contro le donne: legge e libertà femminile mariavirgilio.wordpress.com Direttiva 2012/29/UE Norme minime in materia di diritti, assistenza e

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 856 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato PISICCHIO Introduzione dell articolo 612-bis del codice penale e altre disposizioni per la

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA Attesto che il Senato della Repubblica, il 17 luglio 2019, ha approvato il seguente disegno di legge, d iniziativa del Governo, già approvato dalla Camera dei deputati: Modifiche

Dettagli

CITTÀ DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SICUREZZA STRADALE Ufficio Studi e Formazione

CITTÀ DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SICUREZZA STRADALE Ufficio Studi e Formazione CITTÀ DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SICUREZZA STRADALE Ufficio Studi e Formazione CIRCOLARE N. 22 Informativa OGGETTO: Polizia Giudiziaria e di Sicurezza. Misure urgenti in materia di sicurezza

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE ASSISTENTI SOCIALI. Vademecum informativo legale

CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE ASSISTENTI SOCIALI. Vademecum informativo legale CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE ASSISTENTI SOCIALI Vademecum informativo legale INTRODUZIONE L Assistente Sociale, sempre più spesso chiamato a svolgere la propria attività professionale in contesti sociali

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE ASSISTENTI SOCIALI. Vademecum informativo

CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE ASSISTENTI SOCIALI. Vademecum informativo CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE ASSISTENTI SOCIALI Vademecum informativo INTRODUZIONE L Assistente Sociale, sempre più spesso chiamato a svolgere la propria attività professionale in contesti sociali in cui

Dettagli

DECRETO LEGGE - 23 febbraio 2009, n Gazzetta Ufficiale 24 febbraio 2009, n. 45

DECRETO LEGGE - 23 febbraio 2009, n Gazzetta Ufficiale 24 febbraio 2009, n. 45 DECRETO LEGGE - 23 febbraio 2009, n. 11 - Gazzetta Ufficiale 24 febbraio 2009, n. 45 TESTO VIGENTE EPIGRAFE DECRETO-LEGGE 23 febbraio 2009 n. 11 (in Gazz. Uff., 24 febbraio, n. 45). - Decreto convertito,

Dettagli

(Francisco Jose de Goya y Lucientes) Coordinamento Donne

(Francisco Jose de Goya y Lucientes) Coordinamento Donne (Francisco Jose de Goya y Lucientes) NAPOLI Coordinamento Donne (Francisco Jose de Goya y Lucientes) NAPOLI Coordinamento Donne Indice - Cosa dice la Legge? - Sei vittima di atti persecutori? - Chi è l

Dettagli

Stalking: la querela è irrevocabile se la condotta è posta in essere con minacce gravi

Stalking: la querela è irrevocabile se la condotta è posta in essere con minacce gravi Stalking: la querela è irrevocabile se la condotta è posta in essere con minacce gravi Autore: Badalamenti Domenico In: Diritto penale, Giurisprudenza penale, Note a sentenza La V^ Sezione penale della

Dettagli

Leonardo Degl Innocenti Stefano Tovani IL FEMMINICIDIO. Laurus

Leonardo Degl Innocenti Stefano Tovani IL FEMMINICIDIO. Laurus Leonardo Degl Innocenti Stefano Tovani w w w. L a u r u s. t v IL FEMMINICIDIO Laurus Indice PARTE PRIMA - LE MODIFICHE AL CODICE PENALE 1. La modifica dell art. 61 n. 11- quinquies 2. Le modifiche dell

Dettagli

Ostuni: bloccata dalla Polizia l'azione di uno stalker 43enne del posto

Ostuni: bloccata dalla Polizia l'azione di uno stalker 43enne del posto Ostuni: bloccata dalla Polizia l'azione di uno stalker 43enne del posto Dopo una serie di indagini e servizi di polizia giudiziaria, è stato individuato e bloccato il 43enne B. M., un assicuratore ritenuto

Dettagli

È STALKING RIDICOLIZZARE SISTEMATICAMENTE IL COLLEGA SUL LUOGO DI LAVORO

È STALKING RIDICOLIZZARE SISTEMATICAMENTE IL COLLEGA SUL LUOGO DI LAVORO È STALKING RIDICOLIZZARE SISTEMATICAMENTE IL COLLEGA SUL LUOGO DI LAVORO Differenza tra Stalking e Mobbing, in riferimento alla sentenza della Corte di Cassazione, 2 Maggio 2018, n. 18717. Roberta Fontanieri

Dettagli

Vademecum anti-stalking

Vademecum anti-stalking N A P O L I Unione Sindacale Territoriale Vademecum anti-stalking Indice - Cosa dice la Legge? - Sei vittima di atti persecutori? - Chi è l autore degli atti persecutori? - Cosa puoi fare? - L art. 612

Dettagli

Violenza maschile contro le donne. Vecchi e nuovi strumenti giuridici di contrasto

Violenza maschile contro le donne. Vecchi e nuovi strumenti giuridici di contrasto Violenza maschile contro le donne. Vecchi e nuovi strumenti giuridici di contrasto Si pone oggi con particolare forza l esigenza di ricostruire con chiarezza il panorama della normativa, presente nel nostro

Dettagli

Corso base: Conoscere fare volontariato

Corso base: Conoscere fare volontariato Corso base: Conoscere fare volontariato Storie di donne Relatori: Avv. Maria Pia Perisano, responsabile dello Sportello Anti-Violenza del CIF(Centro Italiano Femminile) di Salerno Avv. Anna Cefalo, volontaria

Dettagli

NUOVI PROFILI OPERATIVI PER L OPERATORE DI POLIZIA GIUDIZIARIA A SEGUITO DELL ENTRATA IN VIGORE DEL D.L. 14 AGOSTO 2013, N.93

NUOVI PROFILI OPERATIVI PER L OPERATORE DI POLIZIA GIUDIZIARIA A SEGUITO DELL ENTRATA IN VIGORE DEL D.L. 14 AGOSTO 2013, N.93 NUOVI PROFILI OPERATIVI PER L OPERATORE DI POLIZIA GIUDIZIARIA A SEGUITO DELL ENTRATA IN VIGORE DEL D.L. 14 AGOSTO 2013, N.93 A cura di Nicola Lalla PREMESSA In data 17 agosto 2013 è entrato in vigore

Dettagli

Codice penale. Libro II Dei delitti in particolare. Titolo XII Dei delitti contro la persona. Capo III Dei delitti contro la libertà individuale

Codice penale. Libro II Dei delitti in particolare. Titolo XII Dei delitti contro la persona. Capo III Dei delitti contro la libertà individuale Codice penale Libro II Dei delitti in particolare Titolo XII Dei delitti contro la persona Capo III Dei delitti contro la libertà individuale Sezione II Dei delitti contro la libertà personale Art. 609-bis.

Dettagli

Introduzione p. 3. Cosa dice la legge? p. 5. Subisci atti persecutori? p. 7. Chi è l autore degli atti persecutori? p. 10. Cosa puoi fare? p.

Introduzione p. 3. Cosa dice la legge? p. 5. Subisci atti persecutori? p. 7. Chi è l autore degli atti persecutori? p. 10. Cosa puoi fare? p. Indice Introduzione p. 3 Cosa dice la legge? p. 5 Subisci atti persecutori? p. 7 Chi è l autore degli atti persecutori? p. 10 Cosa puoi fare? p. 12 Istruzioni per la richiesta di Ammonimento p. 14 Introduzione

Dettagli

Come costituirsi parte civile. Autore : Mariano Acquaviva. Data: 01/04/2018

Come costituirsi parte civile. Autore : Mariano Acquaviva. Data: 01/04/2018 Come costituirsi parte civile Autore : Mariano Acquaviva Data: 01/04/2018 Danneggiato e vittima del reato: chi può costituirsi parte civile nel processo penale? Entro quale termine? Cosa decide il giudice?

Dettagli

REATO E ORGANO DI POLIZIA GIUDIZIARIA. ATTIVITA DI P.G. DI INFORMAZIONE. REATO E PUBBLICO UFFICIALE

REATO E ORGANO DI POLIZIA GIUDIZIARIA. ATTIVITA DI P.G. DI INFORMAZIONE. REATO E PUBBLICO UFFICIALE REATO E ORGANO DI POLIZIA GIUDIZIARIA. ATTIVITA DI P.G. DI INFORMAZIONE. REATO E PUBBLICO UFFICIALE AUTORE: MAGG. GIOVANNI PARIS ART. 56 C.P.P. ART. 56 C.P.P. Servizi e sezioni di polizia giudiziaria.

Dettagli

Legge n. 154 del 5 Aprile 2001 "Misure contro la violenza nelle relazioni familiari"

Legge n. 154 del 5 Aprile 2001 Misure contro la violenza nelle relazioni familiari Legge n. 154 del 5 Aprile 2001 "Misure contro la violenza nelle relazioni familiari" (pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 98 del 28 aprile 2001) Art. 1. (Misura cautelare dell allontanamento dalla casa

Dettagli

"Misure contro la violenza nelle relazioni familiari"

Misure contro la violenza nelle relazioni familiari Legge n. 154 del 5 Aprile 2001 "Misure contro la violenza nelle relazioni familiari" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 98 del 28 aprile 2001 Art. 1. (Misura cautelare dell allontanamento dalla casa

Dettagli

Denuncia, querela ed esposto: quali differenze?

Denuncia, querela ed esposto: quali differenze? Denuncia, querela ed esposto: quali differenze? Autore : Maria Elena Casarano Data: 30/10/2013 Spesso i termini denuncia e querela vengono utilizzati come sinonimi: in realtà hanno contenuti e significati

Dettagli

FEDELI, LANZILLOTTA, ALBANO, BENCINI, BOCCHINO, BORIOLI, CONTE, CUOMO, GAMBARO, PADUA, PALERMO, PEGORER, PEZZOPANE, PIGNEDOLI,

FEDELI, LANZILLOTTA, ALBANO, BENCINI, BOCCHINO, BORIOLI, CONTE, CUOMO, GAMBARO, PADUA, PALERMO, PEGORER, PEZZOPANE, PIGNEDOLI, Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA N. 2041 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori SAGGESE, FEDELI, LANZILLOTTA, ALBANO, BENCINI, BOCCHINO, BORIOLI, CONTE, CUOMO, GAMBARO, PADUA, PALERMO, PEGORER,

Dettagli

OBBLIGHI DI SEGNALAZIONE PER I SERVIZI: POSSIBILI RISVOLTI PENALI

OBBLIGHI DI SEGNALAZIONE PER I SERVIZI: POSSIBILI RISVOLTI PENALI OBBLIGHI DI SEGNALAZIONE PER I SERVIZI: POSSIBILI RISVOLTI PENALI L amministratore di Sostegno: tra diritti, obblighi ed opportunità! Verona, 31 gennaio 2019 REATI PERSEGUIBILI D UFFICIO: quelli tutelati

Dettagli

SCUOLA E CYBERBULLISMO. Un modello di governance

SCUOLA E CYBERBULLISMO. Un modello di governance SCUOLA E CYBERBULLISMO Un modello di governance Definizione di reato FATTO FORMALMENTE PREVISTO DA UNA LEGGE PENALE DELLO STATO e trattato dall'autorità giudiziaria penale (P.M. e Giudice) avvalendosi

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA Corso di Laurea in Servizio Sociale. Diritto privato e di famiglia

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA Corso di Laurea in Servizio Sociale. Diritto privato e di famiglia UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA Corso di Laurea in Servizio Sociale Diritto privato e di famiglia A.A. 2016/17 prof. Luca VILLA 1 1 Art. 357. Nozione del pubblico ufficiale. Agli effetti della

Dettagli

I DELITTI DI VIOLENZA SESSUALE

I DELITTI DI VIOLENZA SESSUALE FONDAZIONE FORENSE BOLOGNESE 26.1.2011 I DELITTI DI VIOLENZA SESSUALE MATERIALI NORMATIVI proposti da Maria (Milli) Virgilio Maria.virgilio@unibo.it avv.virgilio@studiovirgilio.com 1. Gli interventi legislativi

Dettagli

Tribunale per i Minorenni de L Aquila e Cyberbullismo. A cura della dott.ssa Carmen Fedele

Tribunale per i Minorenni de L Aquila e Cyberbullismo. A cura della dott.ssa Carmen Fedele Tribunale per i Minorenni de L Aquila e Cyberbullismo A cura della dott.ssa Carmen Fedele TRIBUNALE PER MINORENNI SI OCCUPA DI PROCEDIMENTI RELATIVI A SITUAZIONE DI DISAGIO PER I MINORI IN AMBITO CIVILE

Dettagli

Persona offesa in un processo penale. Autore : Mariano Acquaviva. Data: 15/03/2019

Persona offesa in un processo penale. Autore : Mariano Acquaviva. Data: 15/03/2019 Persona offesa in un processo penale Autore : Mariano Acquaviva Data: 15/03/2019 Persona offesa dal reato: chi è e cosa può fare all interno del procedimento penale? Quali sono i diritti della persona

Dettagli

Aggravante per i reati contro donne e minori - Stalking

Aggravante per i reati contro donne e minori - Stalking Aggravante per i reati contro donne e minori - Stalking Tutela penale, sostanziale e processuale rafforzata per le donne e i minori vittime di violenza sessuale e stalking; tutela sostanziale: la pena

Dettagli

DECRETO LEGGE 23 FEBBRAIO 2009, n. 11

DECRETO LEGGE 23 FEBBRAIO 2009, n. 11 CONSAP SEGRETERIA TOSCANA UFFICIO STUDI DECRETO LEGGE 23 FEBBRAIO 2009, n. 11 Misure urgenti in materia di sicurezza pubblica e di contrasto alla violenza sessuale, nonché in tema di atti persecutori (Gazzetta

Dettagli

INFORMATIVA SUL CODICE ROSSO

INFORMATIVA SUL CODICE ROSSO INFORMATIVA SUL CODICE ROSSO La Legge 19/07/2019 n.69 Modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e altre disposizioni in materia di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere

Dettagli

CITTA' DI TORINO DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione

CITTA' DI TORINO DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione CITTA' DI TORINO DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione CIRCOLARE N. 74 Informativa. OGGETTO: Polizia giudiziaria e di sicurezza. Stalking.

Dettagli

Prescrizione del reato di guida in stato di ebbrezza

Prescrizione del reato di guida in stato di ebbrezza Prescrizione del reato di guida in stato di ebbrezza Autore : Mariano Acquaviva Data: 30/12/2017 Il reato di guida in stato di ebbrezza si prescrive in quattro anni, oltre all aumento dovuto da eventuali

Dettagli

Pietro Pollidori. Stalking, atti vessatori e molestie. La tutela dei soggetti deboli

Pietro Pollidori. Stalking, atti vessatori e molestie. La tutela dei soggetti deboli A12 352 Pietro Pollidori Stalking, atti vessatori e molestie La tutela dei soggetti deboli Copyright MMXI ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133/A

Dettagli

PACCHETTO SICUREZZA: IL QUADRO DEFINITIVO DELINEATO DALLA LEGGE DI CONVERSIONE DEL D.L. 11/2009 di Pietro Di Troia

PACCHETTO SICUREZZA: IL QUADRO DEFINITIVO DELINEATO DALLA LEGGE DI CONVERSIONE DEL D.L. 11/2009 di Pietro Di Troia PACCHETTO SICUREZZA: IL QUADRO DEFINITIVO DELINEATO DALLA LEGGE DI CONVERSIONE DEL D.L. 11/2009 di Pietro Di Troia Il c.d. "Decreto sicurezza" 2009, approvato con Decreto Legge 23 febbraio 2009, n. 11

Dettagli

Trasmesso dal Presidente della Camera dei deputati alla Presidenza l 8 aprile 2019

Trasmesso dal Presidente della Camera dei deputati alla Presidenza l 8 aprile 2019 Senato della Repubblica LEGISLATURA N. 200 DISEGNO DI LEGGE presentato dal Ministro della giustizia (BONAFEDE) di concerto con il Ministro dell interno (SALVINI) con il Ministro della difesa (TRENTA) con

Dettagli

Le indagini preliminari, definizione e disciplina giuridica

Le indagini preliminari, definizione e disciplina giuridica Le indagini preliminari, definizione e disciplina giuridica Autore: Concas Alessandra In: Diritto processuale penale Le indagini preliminari sono state introdotte nel codice di procedura penale dall'art.

Dettagli

Ecco come tutelarsi e denunciare nel caso di truffa online. È possibile anche denunciare via web.

Ecco come tutelarsi e denunciare nel caso di truffa online. È possibile anche denunciare via web. Truffa su internet: come fare denuncia Autore : Mariano Acquaviva Data: 12/01/2018 Ecco come tutelarsi e denunciare nel caso di truffa online. È possibile anche denunciare via web. Oggi i contratti non

Dettagli

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato;

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato; LEGGE 19 luglio 2019, n. 69 Modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e altre disposizioni in materia di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere. (19G00076) (GU n.173 del

Dettagli

*** ATTO COMPLETO ***

*** ATTO COMPLETO *** LEGGE 19 luglio 2019, n. 69 Modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e altre disposizioni in materia di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere. (19G00076) (GU n.173 del

Dettagli

LEGGE 19 luglio 2019, n. 69. (GU n.173 del )

LEGGE 19 luglio 2019, n. 69. (GU n.173 del ) LEGGE 19 luglio 2019, n. 69 Modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e altre disposizioni in materia di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere. (19G00076) (GU n.173 del

Dettagli

LEGGE 19 luglio 2019, n. 69. (GU n.173 del )

LEGGE 19 luglio 2019, n. 69. (GU n.173 del ) LEGGE 19 luglio 2019, n. 69 Modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e altre disposizioni in materia di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere. (19G00076) (GU n.173 del

Dettagli

LEGGE 19 luglio 2019, n. 69. (GU n.173 del )

LEGGE 19 luglio 2019, n. 69. (GU n.173 del ) LEGGE 19 luglio 2019, n. 69 Modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e altre disposizioni in materia di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere. (19G00076) (GU n.173 del

Dettagli

LEGGE 19 luglio 2019, n. 69

LEGGE 19 luglio 2019, n. 69 LEGGE 19 luglio 2019, n. 69 Modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e altre disposizioni in materia di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere. (19G00076) (GU n.173 del

Dettagli