Reti di calcolatori. La comunicazione, i nomi e gli indirizzi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Reti di calcolatori. La comunicazione, i nomi e gli indirizzi"

Transcript

1 reti / reti di calcolatori La comunicazione, i nomi e gli indirizzi Se vi è una ituazione comunicativa (ad eempio l'aula colatica ) in cui vi è un emittente e molti poibili detinatari, il fatto che il detinatario abbia un nome (e che queto venga uato) garantice che eo comprenda che la comunicazione è diretta a lui. E' dunque importante che ogni poibile detinatario abbia un nome. Inoltre il fatto che eo ia univoco (che ia unico tra i poibili detinatari) permette di evitare ogni confuione. Se il detinatario non è preente, la comunicazione andrà traportata e dovrà raggiungerlo al uo indirizzo. In queto cao non bata apere il nome del detinatario, arà neceario conocerne l'indirizzo; cioè il luogo fiico dove è poibile raggiungerlo. E anche poibile che all indirizzo vi iano più poibili detinatari della comunicazione. In queto cao vi dovrà eere chi riceve le comunicazioni e le uddivide. E come quando in un condominio arriva il potino. Ci pena poi il portiere (o lo teo potino) a dividere la pota nelle caelle dei ingoli condomini. Alla fine anche l indirizzo dovrà eere univoco (cioè ogni meaggio dovrà avere un'unica detinazione). Reti di calcolatori L idea di mettere i calcolatori in comunicazione tra di loro, anche e ditanti, riale agli anni eanta, ad opera degli Stati Uniti. Vi era il timore che l Unione Sovietica, con un bombardamento nucleare a orprea, mettee fuori uo i principali centri trategici e bloccae la comunicazione con le bai militari non colpite impedendo coì la loro reazione. Viene tabilito di collegare tutti i computer delle bai militari in una rete continentale nella quale ogni calcolatore foe il grado di comunicare autonomamente con gli altri mediante una etea rete di cavi e un appoita procedura di traferimento dei dati. la guerra fredda la rete ARPANET nel 1974 Nel 1958, per realizzare queto progetto, il Governo degli Stati Uniti decie di creare un itituto di ricerca. Il progetto venne viluppato negli anni '60 in piena Guerra fredda con la collaborazione di varie univerità americane, e aveva lo copo di cotruire una rete di comunicazione militare in grado di reitere anche ad un attacco nucleare u vata cala. Ethernet e i protocolli TCP/IP e FTP Per rendere più affidabile la comunicazione tra i calcolatori, nei primi anni ettanta, venne finanziato lo viluppo di un inieme di protocolli di comunicazione* da utilizzari per lo viluppo di reti a commutazione di pacchetto**. I due protocolli più noti ono il TCP (Tranmiion Control Protocol) e l'ip (Internet Protocol) che mettono in comunicazione i computer mentre il protocollo FTP (File Tranfer Protocol) permette di realizzare uno cambio di file.

2 reti / reti di calcolatori * nel campo delle telecomunicazioni, per protocollo di rete i intende la definizione formale delle regole o meccanimi che due apparecchiature elettroniche collegate tra loro devono ripettare per realizzare un efficace comunicazione. Le apparecchiature poono eere hot, computer client, telefoni intelligenti, PDA, monitor, tampanti, enori ecc. In particolare un protocollo prevede la definizione dei linguaggi in cui vengono realizzati i meaggi cambiati, meaggi che devono eere interpretati correttamente. L'aderenza ai protocolli garantice che due oftware in eecuzione u divere macchine poano comunicare efficacemente. ** la commutazione di pacchetto diventa la bae dominante della tecnologia uata per il traferimento di voce e dati in tutto il mondo. Mediante queta tecnica i meaggi e le informazioni vengono uddivie in pacchetti di lunghezza fia e ogni ingolo pacchetto diventa un'unità a é tante, capace di viaggiare ulla rete in modo completamente autonomo. Non è importante che tutti i pacchetti che compongono un determinato meaggio rimangano uniti durante il percoro o arrivino nella equenza giuta. Le informazioni che ei convogliano al loro interno ono ufficienti per ricotruire, una volta arrivati a detinazione, l'eatto meaggio originale. Venne coì definita la tecnologia Ethernet; nome di un inieme di tecnologie per reti locali (LAN o Local Area Network) con determinate pecifiche tecniche a livello fiico (connettori, cavi, tipologia di tramiione ecc...) e di protocolli. Si tratta toricamente delle prime tipologie di reti informatiche realizzate al mondo utilizzabili anche, per emplicità di realizzazione e coti, da piccoli privati. upporti per l informazione i cavi UTP, preenti nella notra cuola, permettono una tramiione veloce, dei dati. La loro velocità di comunicazione varia da 10 Mbp a 100 Mbp (megabit per econdo) a econda della cheda di rete e del tipo di cavi utilizzati ma la loro lunghezza, e upera gli 100 metri, richiede delle apparecchiature per non perdere il egnale. Queti upporti ono lo trumento più utilizzato nelle piccole reti locali Nelle prime reti era molto frequente il collegamento a ditanza dei calcolatori utilizzando i cavi telefonici. In queti cai la tramiione richiede appoiti apparecchi, chiamati modem, che ono collegati al calcolatore mediante la porta eriale o la porta USB (vi ono però anche chede modem da inerire nel calcolatore). Il cavo telefonico, che contiene olo due fili, conente una tramiione lenta anche e, con moderni itemi di tramiione ADSL, ea viene velocizzata. Il problema di una tramiione veloce e a ditanza viene riolta oggi con i cavi in fibra ottica. Mentre nei cavi tradizionali abbiamo uno potamento di elettroni lungo un filo di rame, i cavi in fibra ottica ono realizzati con materiali vetroi e fatti in modo tale da permettere lo potamento, ma non l ucita, di raggi luminoi. Come nei cavi tradizionali a tramettere il egnale è l aenza o la preenza di elettroni, nella fibra ottica il egnale viene trameo mediante aenza o preenza di luce (fotoni). Alla partenza, un apparecchio riceve i egnali elettrici dai cavi UTP e invia corripondenti egnali luminoi ull ottico. All arrivo un altra apparecchiatura ervirà per convertire gli impuli luminoi in arrivo, in egnali elettrici che poi poano viaggiare ui cavi UTP. Oramai molto diffua è la tramiione wirele dove, per la tramiione dei dati, al poto dei cavi vengono utilizzate le onde radio. In una rete wirele il cavo UTP porta il egnale ad un tramettitore (antenna) da cui partono le onde radio. Quete poi poono eere ricevute da un ricevitore per eere reinerite in un cavo UTP. Più frequente è il cao in cui il ricevitore è inerito nell apparecchiatura che i collega alla rete (telefoni cellulari) Nomi e indirizzi Per i motivi che abbiamo vito all inizio, e vogliamo far comunicare i calcolatori tra di loro in una rete ognuno di ei dovrà avere un nome univoco ed un proprio indirizzo. Il nome del calcolatore (viene tabilito nel momento in cui i intalla il itema operativo e può eere modificato intervenendo u > pannello di controllo > itema > nome del computer L indirizzo del computer è compoto da quattro byte di otto bit ciacuno. Spetta all amminitratore della rete definire ia i nomi che gli indirizzi dei calcolatori che fanno parte di una rete in modo che iano univoci. cavi UTP con connettore RJ-45 2

3 La rete globale La nacita della rete globale Negli anni ottanta, grazie all'avvento dei peronal computer, vi fu un primo grande impulo alla diffuione della rete al di fuori degli ambiti militari. L uo della rete incominciò a diffonderi negli ambienti univeritari. Nacquero coì, pontaneamente, l' , la pota elettronica, i primi newgroup. Inoltre, con il paare del tempo, l'eercito i diintereò empre più del progetto (fino ad abbandonarlo nel 1990), che rimae otto il pieno controllo delle univerità, diventando un utile trumento per cambiare le conocenze cientifiche e per comunicare. Il CERN e il web L'Organizzazione Europea per la Ricerca Nucleare (in inglee European Organization for Nuclear Reearch), comunemente conociuta con l'acronimo CERN, è il più grande laboratorio al mondo di fiica delle particelle. Si trova al confine tra Svizzera e Francia alla periferia ovet della città di Ginevra. La convenzione che itituiva il CERN fu firmata il 29 ettembre 1954 da 12 tati membri. Il primo computer arrivò al CERN nel Vito che gli eperimenti producevano una mole di dati tale da rendere impoibile la ola elaborazione umana, i fiici ricorero all utilizzo di calcolatori e oftware per filtrare ed elaborare la montagna di dati alla ricerca degli eventi ritenuti ignificativi per l'eito degli eperimenti. Succeivamente i perimentò il collegamento di più calcolatori fra di loro: fu la volta della prima rete di computer. Coì nacque al CERN uno dei centri di calcolo più potenti in Europa, dedicato alle richiete empre più eigenti dei nuovi eperimenti e della capacità empre più pinta di acquiizione dati delle trumentazioni. Dal 1980 un informatico inglee Tim Berner-Lee aveva iniziato a lavorare u itemi in grado di immagazzinare e cambiare informazioni tra i centri di ricerca. Il 13 marzo 1989 preentò il documento Information Management: a Propoal. Alla ua bae vi era il progetto dello teo Berner-Lee e di un uo collega, Robert Cailliau, di elaborare un oftware per la condiviione di documentazione cientifica in formato elettronico indipendentemente dalla piattaforma informatica utilizzata, con il fine di migliorare la comunicazione, e quindi la cooperazione, tra i ricercatori dell'itituto. A lato della creazione del oftware, iniziò anche la definizione di tandard e protocolli per cambiare documenti u reti di calcolatori: il linguaggio HTML e il protocollo di rete HTTP. Queti tandard e protocolli upportavano inizialmente la ola getione di pagine HTML tatiche, vale a dire file ipertetuali preparati precedentemente e navigabili utilizzando opportune applicazioni (brower). Sir Timothy John Berner-Lee inieme con Robert Cailliau è coniderato l inventore del Web*, invenzione che ha aperto a tutti l'uo di Internet**. Il 15 aprile 2004 gli è tato aegnato il premio Millennium Technology per l'invenzione del World Wide Web e il 16 luglio 2004 è tato inignito del titolo di Knight Commander of the Britih Empire dalla regina Eliabetta II d'inghilterra. La data di nacita del World Wide Web viene comunemente indicata nel 6 agoto 1991, giorno in cui Berner-Lee pubblicò il primo ito web dando coì vita al fenomeno "WWW" (detto anche "della tripla W") di cui lui teo coniò il nome. Dopo i primi anni in cui era tato uato olo dalla comunità cientifica, il 30 aprile 1993 il CERN decie di mettere il WWW a dipoizione del pubblico rinunciando ad ogni diritto d'autore. Berner-Lee è empre tato otenitore di un web in cui tutti aveero diritto di acceo enza eere piati o controllati. Un web gratuito, aperto e neutrale. Per queto proponeva che il CERN promuovee, anche con fondi peciali di ricerca delle Commiioni Europee, l'idea del WWW e la ua promozione indutriale (i trattava di organizzare la rete mondiale e la getione dei protocolli di rete). * il World Wide Web (nome di origine inglee), in igla WWW, più peo abbreviato in Web, anche conociuto come Grande Rete Mondiale, è un ervizio di Internet che permette di navigare ed uufruire di un inieme vatiimo di contenuti multimediali e di ulteriori ervizi acceibili a tutti o ad una parte elezionata degli utenti di Internet. ** Internet (contrazione della locuzione inglee Interconnected Network, ovvero Reti Interconnee) è una rete di computer mondiale ad acceo pubblico, attualmente rappreentante il principale mezzo di comunicazione di maa, e che offre all'utente tutta una vata erie di poibili contenuti e ervizi. Tale interconneione è rea poibile da una uite di protocolli di rete chiamata TCP/IP dal nome dei due protocolli principali, il TCP e l'ip, che cotituicono la "lingua" comune con cui i computer connei ad Internet (hot) i interconnettono e comunicano tra loro indipendentemente dalla loro architettura hardware e oftware. 3

4 Il direttore del CERN, il fiico italiano Carlo Rubbia, otenne che non riteneva compito del CERN promuovere quella idea. Queto atteggiamento era la coneguenza del diimpegno italiano dalla ricerca ul nucleare. Tim Berner Lee accettò dunque l'offerta di traferire il proprio lavoro al MIT (Maachuett Intitute of Technology) di Boton preo cui, nel 1994, fondò il World Wide Web Conortium (W3C). L organizzazione della rete globale (il W3C e l ICANN) Nel World Wide Web (WWW), le riore diponibili ono u computer (denominati erver web) collegati in rete tra di loro. Sono organizzate econdo un itema di pagine, a cui i può accedere utilizzando appoiti programmi detti brower con cui è poibile navigare viualizzando file, teti, iperteti, uoni, immagini, animazioni, filmati. La facilità d'utilizzo, in coincidenza con una vata diffuione di computer per uo anche peronale, hanno aperto l'uo di Internet ad una maa di milioni di perone, anche al di fuori dell'ambito trettamente informatico, con una crecita in progreione eponenziale. La natura globale con la quale è tata concepita Internet ha fatto ì che oggi una enorme varietà di proceori, a volte anche incorporati in maniera inviibile in elettrodometici e in apparecchi dei più variati generi, abbiano tra le proprie funzionalità quella di connetteri ad Internet e attravero Internet a qualche ervizio di aggiornamento, di ditribuzione di informazione e dati; dal frigorifero, al televiore, all'impianto di allarme, al forno, alla macchina fotografica: ogni proceore oramai è abilitato a comunicare via Internet. Vi ono due organimi internazionali per la ua getione. Abbiamo già parlato del World Wide Web Conortium (abbreviato W3C) che ha lo copo di migliorare linguaggi per il Web e i protocolli con cui vengono organizzati i contenuti. Inoltre i occupa di viluppare tutte le ue potenzialità. la ditribuzione mondiale degli indirizzi IP L ICANN (Internet Corporation for Aigned Name and Number) ha, ulla rete globale, i compiti dell amminitratore di rete: aegnare e getire gli indirizzi IP e i protocolli di comunicazione in modo che la truttura della rete funzioni correttamente. E un ente internazionale no profit, itituito il 18 ettembre 1998 per proeguire in numeroi incarichi di getione relativi alla rete Internet che in precedenza erano demandati ad altri organimi. Nel Coniglio di Amminitrazione dell ICANN vi è una prevalenza tatunitene e queto ha determinato uno quilibrio nella ditribuzione degli indirizzi IP a favore degli USA. La rete globale e le reti locali L ICANN non i occupa di collegare direttamente alla rete globale i ingoli utenti. Gli indirizzi della rete globale vengono ceduti agli itituti univeritari o ad aziende private. Quete ultime (denominate Internet Provider) a loro volta i occupano di portare la conneione ad Internet e ai uoi ervizi ai ingoli utenti realizzando delle reti locali. rete locale rete locale Subito dopo la nacita di Internet, in Italia hanno iniziato a fornire ervizi di collegamento alla rete globale alcune aziende telefoniche (Telecom). Ee hanno realizzato reti locali utilizzando i cavi della rete telefonica. Sono orte anche nuove aziende che, per collegare i rete mondiale ingoli utenti, hanno poato dei nuovi cavi in fibra ottica (Fatweb, Colt, ). rete locale Vito che ogni computer preente ulla rete globale deve avere un indirizzo divero, in queti anni i è determinata una rarefazione degli indirizzi IP diponibili che ono diventati coì una riora rara e cotoa. 4

5 Il dominio, il uo indirizzo pubblico e la ua URL (nome) Con il termine dominio i indica qualiai realtà raggiungibile in rete. Per raggiungere un dominio, e dunque il computer collocato ulla rete globale che lo opita, biogna conocere il uo indirizzo IP. eempio di indirizzo IP aegnato ad un computer. E l indirizzo del calcolatore che opita il ito del Preidente della Repubblica Italiana Mentre crivendo nella barra degli indirizzi raggiungeremo la home page del Comune di Milano. Vito che tenere in mente gli indirizzi IP dei iti che ci intereano è una coa piuttoto complicata, l ICANN ha provveduto ad abbinare agli indirizzi IP delle equenze di caratteri, più facili da ricordare anche perché quai empre hanno un legame di ignificato con il ito che intendono indicare. L Uniform Reource Locator o URL è una equenza di caratteri che identifica univocamente l'indirizzo di una riora in Internet, tipicamente preente u un erver, come ad eempio un documento, un'immagine, un video, rendendola acceibile ad un client che ne fa richieta attravero l'utilizzo di un brower. è l URL aegnato al ito del Preidente della Repubblica -.it rappreenta il nome del dominio di primo livello. L ICANN ha infatti uddivio la rete globale in domini di primo livello (in genere a carattere nazionale) che amminitrano al proprio interno gli indirizzi di rete e i nomi dei domini di econdo livello -.quirinale è il nome del dominio di econdo livello. In Italia gli indirizzi IP e i nomi dei domini di econdo livello ono amminitrati dall'itituto di Informatica e Telematica (IIT) di Pia. Con oltre due milioni di domini attivi il dominio.it è il quinto d Europa e il ettimo del mondo. - www indica che il dominio è collocato ulla rete globale - indica il protocollo che viene utilizzato per realizzare il collegamento Il erver DNS (Domain Name Sytem) Il Domain Name Sytem (DNS) è il databae che contiene la corripondenza fra nomi di iti e gli indirizzi IP dei calcolatori che li opitano. nella notra rete di cuola l indirizzo del erver DNS coincide con l indirizzo del gateway. E infatti il gateway che viene utilizzato per accedere alla rete eterna. Queto ervizio è decentrato u vari calcolatori (erver DNS) che permettono di tradurre nei corripondenti indirizzi IP i nomi dei iti (URL) che l utente ha digitato. Dunque l acceo ai erver DNS è fondamentale per poter navigare in Internet. Per i computer della rete locale di Fatweb che vogliono accedere alla rete globale (e dunque anche per i notri) queto ervizio è volto dai computer di indirizzo e il vero indirizzo IP del erver DNS dei notri computer i ottiene con ipconfig/all ed è lo teo u tutta la rete locale di Fatweb Per conocere l indirizzo IP di un ito poiamo uare, ul Prompt di MS DOS, l ordine: nlookup eguito dall URL di un ito. Eo conulta il erver DNS e fornice l IP che corriponde a quell URL. Nell eempio l URL del Politecnico di Milano e il uo indirizzo IP. 5

6 Opitare più domini u un olo computer Se battiamo ulla finetra di MS-DOS l ordine: nlookup ci viene egnalato l indirizzo IP Con Otteniamo la pagina che compare opra. E quella del erver che getice il notro come molti altri iti. Il provider che opita il notro ito è Aruba, una ditta che ha ede nei prei di Arezzo e che tra i maggiori fornitori di ervizi u internet in Italia. I motori di ricerca Anche e è più emplice da ricordare, l operazione di memorizzare le URL dei iti che potrebbero eerci utili non è emplice. Soprattutto può eere difficile conocere u quali iti poiamo trovare le informazioni che ci intereano. Sono dunque orte appoite ocietà che hanno creato dei grandiimi archivi di dati dove ono raccolte molte informazioni che riguardano ciò che è in rete e dove è poibile trovarlo. Quete ocietà hanno creato appoiti iti dove, crivendo ciò che cerchiamo, è poibile trovare gli indirizzi dei iti dove ono preenti quelle informazioni. Approfondiremo meglio queti concetti nel notro lavoro ull HTML. Sono i coiddetti motori di ricerca, da cui è poibile ricercare contenuti nel Web in modo automatico ulla bae di parole chiave inerite dall'utente, e i coiddetti portali, iti da cui è poibile accedere ad ampie quantità di contenuti del Web elezionati dai redattori del portale web attravero l'utilizzo di motori di ricerca o u egnalazione dei redattori dei iti web. Lo cambio di dati tra client e erver web Google è il più diffuo motore di ricerca Come abbiamo vito Internet nace in ambiente univeritario e di ricerca e parte dalla neceità di rendere diponibili alla conultazione di altri i dati preenti ul proprio computer. Sempre nello teo ambiente di ricerca nace preto la neceità di permettere al computer client di non limitari alla conultazione dei contenuti del erver, ma anche di modificarli. In una rete locale queto è poibile, come abbiamo vito, condividendo le cartelle in cui ono collocati i file non olo per la lettura ma anche per la crittura. Anche in una piccola rete locale la condiviione con autorizzazione alla crittura è un'operazione delicata perché conente a chiunque di modificare i contenuti della cartella condivia. Dunque lo è ancora di più in Internet dove i poibili client ono miliardi. E' queto il motivo per cui i contenuti dei erver web, normalmente, ono viibili ai client olo per la lettura. L'amminitratore di un ito può comunque decidere di autorizzare ai client l'acceo per la crittura di una o più pagine con le modalità che lui ritiene opportune. Si poono coì creare quete due ituazioni: i client accedono ad uno pazio ul erver web u cui poono collocare (con divere modalità) teti, immagini e filmati (chat, web mail, facebook e vari ocial network) ui client vengono rei viibili al erver web (e dunque ai client ad eo collegati) degli pazi in cui ono collocati teti, immagini e filmati (cambio peer to peer) La poibilità di interagire con il erver web apre ai cittadini, grazie ai loro computer, di uufruire di molti ervizi (fare acquiti, ottenere dati dalla pubblica amminitrazione, fare operazioni bancarie, ecc...). 6

7 I contenuti del Web Dunque, oltre alla pubblicazione di contenuti multimediali, il Web permette di offrire ervizi particolari rei diponibili dagli tei uoi utenti. Queti ervizi ono innumerevoli, in pratica limitati olo dalla velocità della linea di telecomunicazioni con cui l'utente è collegato e dalla potenza di calcolo del uo computer. Di eguito quindi ono elencati olo quelli contradditinti da una denominazione generica: download: la ditribuzione di oftware web mail: la getione della caella di pota elettronica attravero il Web treaming: la ditribuzione di audio/video in tempo reale web TV: la televiione fruita attravero il Web web chat: la comunicazione tetuale in tempo reale tra più utenti di Internet, tramite pagine web L'interconneione continua e le "nuvole" Nell'ultimo decennio tutti gli Stati viluppati hanno invetito grandi capitali per potenziare la rete di Internet. Dovunque i cavi in fibra ottica tanno otituendo i cavi in rame ino all'interno delle abitazioni con un grande vantaggio ulla quantità di dati che i poono tramettere (i arriva a 40 gigabit al econdo). Utilizzando i tramettitori della rete telefonica cellulare, la connettività ad Internet i ta etendendo a tutto il territorio. Infatti il telefono cellulare i è traformato in martphone, uno trumento derivato dalla ua fuione con un computer palmare (PDA). Alcune pubbliche amminitrazioni tanno oramai offrendo ai cittadini l'acceo gratuito ad Internet tramite la rete wirele. La poibilità di connetteri empre ed ovunque rende coì poibile archiviare i propri dati in remoto u grandi erver mei e ono orte grandi erver farm (o webfarm) detinate a raccogliere enormi quantità di dati. Alcuni provider mettono a dipoizione pazi di memoria (gratuitamente e in quantità limitata). un immagine con cui Aruba pubblicizza le proprie "nuvole" con il termine inglee di cloud computing (nuvola informatica) i indica l'inieme di tecnologie che permettono ad un provider di offrire ervizi di archiviazione/elaborazione di dati grazie all'utilizzo di riore preenti in rete. 7

Impianti VAV di ultima generazione

Impianti VAV di ultima generazione PANORAMICA Impianti VAV di ultima generazione Prodotti all'avanguardia per la ventilazione regolabile u richieta! www.wegon.com La ventilazione regolabile u richieta garantice grande comfort e coti di

Dettagli

Messa a punto avanzata più semplice utilizzando Funzione Load Observer

Messa a punto avanzata più semplice utilizzando Funzione Load Observer Mea a punto avanzata più emplice utilizzando Funzione Load Oberver EMEA Speed & Poition CE Team AUL 34 Copyright 0 Rockwell Automation, Inc. All right reerved. Co è l inerzia? Tutti comprendiamo il concetto

Dettagli

CHAPTER 1 CINEMATICA. 1.1. Moto Rettilineo

CHAPTER 1 CINEMATICA. 1.1. Moto Rettilineo ESERCIZI DI FISICA CHAPTER 1 CINEMATICA 1.1. Moto Rettilineo Velocità media: vettoriale e calare. Exercie 1. Carl Lewi ha coro i 100m piani in circa 10, e Bill Rodger ha vinto la maratona (circa 4km)

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA PSICOGERIATRIA. anni di AIP. Relazione del Presidente in occasione del 10 Congresso Nazionale

ASSOCIAZIONE ITALIANA PSICOGERIATRIA. anni di AIP. Relazione del Presidente in occasione del 10 Congresso Nazionale ASSOCIAZIONE ITALIANA PSICOGERIATRIA anni di AIP Relazione del Preidente in occaione del 10 Congreo Nazionale Gardone Riviera (BS), 15 aprile 2010 Preidenti Onorari Mario Barucci Lodovico Frattola Pat

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Errori di misura. è ragionevole assumere che una buona stima del valore vero sia la media

Errori di misura. è ragionevole assumere che una buona stima del valore vero sia la media Errori di miura Se lo trumento di miura è abbatanza enibile, la miura rietuta della tea grandezza fiica darà riultati diveri fra loro e fluttuanti in modo caratteritico. E l effetto di errori cauali, o

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

ALU STAFFE IN ALLUMINIO SENZA FORI

ALU STAFFE IN ALLUMINIO SENZA FORI ALU STAFFE IN ALLUMINIO SENZA FORI Giunzione a compara in lega di alluminio per utilizzo in ambienti interni ed eterni (cl. di erv. 2) Preforata con ditanze ottimizzate per giunzioni ia u legno (chiodi

Dettagli

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento Reti Di cosa parleremo? - Definizione di Rete e Concetti di Base - Tipologie di reti - Tecnologie Wireless - Internet e WWW - Connessioni casalinghe a Internet - Posta elettronica, FTP e Internet Browser

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

BOZZA. Lezione n. 20. Stati limite nel cemento armato Stato limite ultimo per tensioni normali

BOZZA. Lezione n. 20. Stati limite nel cemento armato Stato limite ultimo per tensioni normali Lezione n. Stati limite nel cemento armato Stato limite ultimo per tenioni normali Determinazione elle configurazioni i rottura per la ezione Una volta introotti i legami cotitutivi, è poibile eterminare

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Appunti di Antonio Bernardo

Appunti di Antonio Bernardo Internet Appunti di Antonio Bernardo Cos è Internet Internet può essere vista come una rete logica di enorme complessità, appoggiata a strutture fisiche e collegamenti di vario tipo (fibre ottiche, cavi

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati Laboraorio di Algorimi e Sruure Dai Aniello Murano hp://people.na.infn.i people.na.infn.i/ ~murano/ 1 Algorimi per il calcolo di percori minimi u un grafo 1 Un emplice problema Pr oblema: Supponiamo che

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Problema 1: Una collisione tra meteoriti

Problema 1: Una collisione tra meteoriti Problema : Una colliione ra meeorii Problemi di imulazione della econda prova di maemaica Eami di ao liceo cienifico 5 febbraio 05 Lo udene deve volgere un olo problema a ua cela Tempo maimo aegnao alla

Dettagli

Lezione 4. Risposte canoniche dei sistemi del primo e del secondo ordine

Lezione 4. Risposte canoniche dei sistemi del primo e del secondo ordine Lezione 4 Ripoe canoniche dei iemi del primo e del econdo ordine Parameri caraeriici della ripoa allo calino Per ripoe canoniche i inendono le ripoe dei iemi dinamici ai egnali coiddei canonici (impulo,

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

ONDE ESERCIZI SVOLTI DAL PROF. TRIVIA GIANLUIGI

ONDE ESERCIZI SVOLTI DAL PROF. TRIVIA GIANLUIGI ONDE ESERCIZI SVOLTI DAL PROF. TRIVIA GIANLUIGI 1. Tipi di Onde Exercie 1. Un onda viaggia lungo una corda tea. La ditanza verticale dalla creta al ventre è di 13 c e la ditanza orizzontale dalla creta

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi I semestre 03/04 Inidirizzi IP e Nomi di Dominio Domain Name System Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client Versione 25.4.05 Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it)

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) In una rete TCP/IP, se un computer (A) deve inoltrare una richiesta ad un altro computer (B) attraverso la rete locale, lo dovrà

Dettagli

Liste di specie e misure di diversità

Liste di specie e misure di diversità Lte d pece e mure d dvertà Carattertche delle lte d pece I dat ono par, coè hanno molt valor null (a volte la maggoranza!) La gran parte delle pece preent è rara. I fattor ambental che nfluenzano la dtrbuzone

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello DigitPA Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello Versione 3.0 Dicembre 2010 Il presente documento fornisce le indicazioni e la modulistica necessarie alla registrazione,

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

PAOLO CAMAGNI RICCARDO NIKOLASSY. I linguaggi. Web. del. HTML, CSS, JavaScript, VBScript, ASP, PHP

PAOLO CAMAGNI RICCARDO NIKOLASSY. I linguaggi. Web. del. HTML, CSS, JavaScript, VBScript, ASP, PHP PAOLO CAMAGNI RICCARDO NIKOLASSY I linguaggi del Web HTML, CSS, JavaScript, VBScript, ASP, PHP Paolo Camagni Riccardo Nikolassy I linguaggi del Web HTML, CSS, JavaScript, VBScript, ASP, PHP EDITORE ULRICO

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail Xerox WorkCentre M118i Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail 701P42705 Questa guida fornisce un riferimento rapido per l'impostazione della funzione Scansione su e-mail su Xerox WorkCentre

Dettagli

Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER

Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER Contenuto Sunny Central Communication Controller è un componente integrale dell inverter centrale che stabilisce il collegamento tra l inverter

Dettagli

FS-1118MFP. Guida all'installazione dello scanner di rete

FS-1118MFP. Guida all'installazione dello scanner di rete FS-1118MFP Guida all'installazione dello scanner di rete Introduzione Informazioni sulla guida Informazioni sul marchio Restrizioni legali sulla scansione Questa guida contiene le istruzioni sull'impostazione

Dettagli

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

1. La storia di internet

1. La storia di internet 1. La storia di internet Paolo Giangrandi giangran@dimi.uniud.it Università degli Studi di Udine 18/05/2010 18/05/2010 Paolo Giangrandi 1 Sommario 1. La storia di internet... 1 1.1. Momento storico: guerra

Dettagli

FAQ. 1 Quali sono le differenze con un accesso telefonico?

FAQ. 1 Quali sono le differenze con un accesso telefonico? FAQ 1. Quali sono le differenze con un accesso telefonico? 2. Quali sono le differenze con un collegamento DSL? 3. Funziona come un collegamento Satellitare? 4. Fastalp utilizza la tecnologia wifi (802.11)?

Dettagli

Assistenza. Contenuto della confezione. Modem router Wi-Fi D6200B Guida all'installazione

Assistenza. Contenuto della confezione. Modem router Wi-Fi D6200B Guida all'installazione Assistenza Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero di serie riportato sull'etichetta del prodotto e utilizzarlo per registrare

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

CORSO RETI INFORMATICHE

CORSO RETI INFORMATICHE CORSO RETI INFORMATICHE Che cos è una rete Una rete è un sistema di interconnessione non gerarchico tra diverse unità. Nel caso dei computer la rete indica l insieme delle strutture hadware, tra cui anche

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

Raffinamenti dell equilibrio di Nash

Raffinamenti dell equilibrio di Nash Raffinamenti dell equilibrio di Nah equilibri perfetti nei ottogiohi (SPE) ed altro Appunti a ura di Fioravante PATRONE verione del: maggio ndie Equilibri perfetti nei ottogiohi (SPE) SPE problematii 4

Dettagli

PROBLEMI. 1) Calcolare il tempo impiegato dal suono per percorrere 8 Km. La velocità del suono nell aria è v = 340 m/s.

PROBLEMI. 1) Calcolare il tempo impiegato dal suono per percorrere 8 Km. La velocità del suono nell aria è v = 340 m/s. PROBLEMI 1) Calcolare il tempo impiegato dal uono per percorrere 8 Km. La velocità del uono nell aria è v = 340 m/. ) Dopo quanto tempo un onda onora emea da un punto ditante 400 m da una uperficie ripaa

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE

GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE Sommario DECODER CUBOVISION 1 TELECOMANDO 3 COLLEGAMENTO ALLA TV 4 COLLEGAMENTO A INTERNET 6 COLLEGAMENTO ANTENNA 8 COLLEGAMENTO ALLA RETE ELETTRICA 9 COLLEGAMENTO AUDIO

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone è pronto per le aziende. Supporta Microsoft Exchange ActiveSync, così come servizi basati su standard, invio e ricezione di e-mail, calendari

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA SEDE: ORDINE DEI MEDICI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI LECCE Via Nazario Sauro, n. 31 LECCE Presentazione Progetto: Dal 9 Novembre 2013

Dettagli

G e s t i o n e U t e n z e C N R

G e s t i o n e U t e n z e C N R u t e n t i. c n r. i t G e s t i o n e U t e n z e C N R G U I D A U T E N T E Versione 1.1 Aurelio D Amico (Marzo 2013) Consiglio Nazionale delle Ricerche - Sistemi informativi - Roma utenti.cnr.it -

Dettagli

Domini. Il Registro.it

Domini. Il Registro.it Domini. Il Registro.it Il contesto generale Il Registro italiano La natura del nome a dominio Le procedure alternative di risoluzione delle dispute: cenni L Istituto di Informatica e Telematica del CNR

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Questo dispositivo, inoltre, è modulare; è quindi possibile scegliere i moduli e personalizzare la configurazione più adatta per le proprie esigenze.

Questo dispositivo, inoltre, è modulare; è quindi possibile scegliere i moduli e personalizzare la configurazione più adatta per le proprie esigenze. MONITOR DEFIBRILLATORE LIFEPAK 12 Il Monitor Defibrillatore LIFEPAK 12 è un dispositivo medicale che nasce per l emergenza e resiste ad urti, vibrazioni, cadute, polvere, pioggia e a tutte quelle naturali

Dettagli

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione L Impresa Estesa come motore dell Innovazione VOIP e RFID Andrea Costa Responsabile Marketing Clienti Enterprise 0 1. Innovazione: un circolo virtuoso per l Impresa Profondità e latitudine (l azienda approfondisce

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Forum PA Webinar, 21 luglio 2015 Parleremo di: Il Gruppo e il network di Data Center Panoramica sul Cloud Computing Success Case: Regione Basilicata

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Guida all uso del portale dello studente

Guida all uso del portale dello studente Guida all uso del portale dello studente www.studente.unicas.it Versione 1.0 del 10/04/2010 Pagina 1 Sommario PREMESSA... 3 PROFILO... 7 AMICI... 9 POSTA... 10 IMPOSTAZIONI... 11 APPUNTI DI STUDIO... 12

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI

ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI GUIDA D INSTALLAZIONE E USO Contenuto della Confezione La confezione Alice Business Gate 2 plus Wi-Fi contiene il seguente

Dettagli

Il modo più semplice ed economico per creare Hot Spot Wi-Fi per luoghi aperti al pubblico. Internet nel tuo locale? facile come non mai!

Il modo più semplice ed economico per creare Hot Spot Wi-Fi per luoghi aperti al pubblico. Internet nel tuo locale? facile come non mai! Il modo più semplice ed economico per creare Hot Spot Wi-Fi per luoghi aperti al pubblico Internet nel tuo locale? facile come non mai! Il Prodotto WiSpot è il nuovo prodotto a basso costo per l'allestimento

Dettagli

Accordo d Uso (settembre 2014)

Accordo d Uso (settembre 2014) Accordo d Uso (settembre 2014) Il seguente Accordo d uso, di seguito Accordo, disciplina l utilizzo del Servizio on line 4GUEST, di seguito Servizio, che prevede, la creazione di Viaggi, Itinerari, Percorsi,

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

MANUALE D USO. Modem ADSL/FIBRA

MANUALE D USO. Modem ADSL/FIBRA MANUALE D USO Modem ADSL/FIBRA Copyright 2014 Telecom Italia S.p.A.. Tutti i diritti sono riservati. Questo documento contiene informazioni confidenziali e di proprietà Telecom Italia S.p.A.. Nessuna parte

Dettagli

Informatica. Scopo della lezione

Informatica. Scopo della lezione 1 Informatica per laurea diarea non informatica LEZIONE 1 - Cos è l informatica 2 Scopo della lezione Introdurre le nozioni base della materia Definire le differenze tra hardware e software Individuare

Dettagli

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Procedure per la scansione di sicurezza Versione 1.1 Release: settembre 2006 Indice generale Finalità... 1 Introduzione... 1 Ambito di applicazione dei

Dettagli

Tutela dei dati personali Vi ringraziamo per aver visitato il nostro sito web e per l'interesse nella nostra società. La tutela dei vostri dati privati riveste per noi grande importanza e vogliamo quindi

Dettagli

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM 1 Stato del combinatore direttamente sul display della Consolle XM Interrogazione credito residuo tramite SMS e inoltro SMS ricevuti Messaggi di allarme pre-registrati Completa integrazione con centrali

Dettagli

Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di

Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di Trapa L., IBN Editore, a cui si può fare riferimento per maggiori approfondimenti. Altri argomenti correlati

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

AVCP Generatore di XML

AVCP Generatore di XML AVCP Generatore di XML Perché è necessario... 2 Come Funziona... 3 Appalto... 3 Indice... 5 Anagrafiche... 6 Lotto... 7 Partecipanti... 9 Partecipante in Solitario (Partecipante)... 9 Partecipante in Raggruppamento...

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

Profilo Commerciale Collabor@

Profilo Commerciale Collabor@ Profilo Commerciale Collabor@ 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E REQUISITI Collabor@ è un servizio di web conferenza basato sulla piattaforma Cisco WebEx, che consente di organizzare e svolgere riunioni web,

Dettagli