Università degli Studi di Sassari III Divisione Studenti

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Università degli Studi di Sassari III Divisione Studenti"

Transcript

1 III Divisione Studenti Decreto n Prot. n del 30/07/2008 Anno 2008 Titolo III Classe 2 Fascicolo 2007-III/2.47 IL RETTORE VISTO VISTO lo Statuto dell Università degli Studi di Sassari il D.M. 509 del 999 del regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli atenei; VISTO la legge 26 febbraio 999 n. 42 e 0 agosto n. 25; VISTA la delibera della Facoltà di medicina e Chirurgia del /02/2008; VISTA la delibera del Senato Accademico del 7/02/2005; VISTA la delibera del Consiglio di Amministrazione del 22/02/2005. DECRETA Art. Norme generali Per l anno accademico 2007/2008 l Ateneo avvia la procedura di riconoscimento dei titoli pregressi. Sono stabilite le modalità e termini per il riconoscimento di titoli acquisiti secondo ordinamenti previgenti il D.M. 509/99 e successive modificazioni, come previsto nelle Norme relative ai singoli corsi di laurea allegate e che costituiscono parte integrante del presente bando, alle seguenti lauree triennali dell area sanitaria: Corso di laurea triennale Classe di appartenenza N. posti Fisioterapia (classe SNT/2 professioni sanitarie della riabilitazione) 50 Infermieristica (classe SNT/ professioni sanitarie infermieristiche e 50 professione sanitaria ostetrica) Ostetricia (classe SNT/ professioni sanitarie infermieristiche e 50 Professione sanitaria ostetrica) Logopedia (classe SNT/2 professioni sanitarie della riabilitazione) 50 Igiene dentale (classe SNT/3 professioni sanitarie tecniche) 50 Tecniche audiometriche (classe SNT/3 professioni sanitarie tecniche) 50 Tecniche di laboratorio biomedico (classe SNT/3 professioni sanitarie tecniche) 50

2 Art. 2 Modalità di riconoscimento Possono far richiesta di riconoscimento della carriera pregressa ai fini della relativa Laurea triennale per le professioni sanitarie della Facoltà di Medicina e Chirurgia attivate ai sensi del D.M. 509/99 e successive modificazioni secondo le Norme relative ai singoli corsi di laurea deliberate dalla Facoltà di Medicina e Chirurgia, gli appartenenti alle professioni sanitarie (di cui alle leggi 26 febbraio 999, n. 42 e 0 agosto 2000, n. 25) che sono in possesso di un titolo universitario o regionale conseguito in base alla normativa precedente. La domanda di riconoscimento, redatta su apposito modulo da ritirarsi presso la Segreteria Studenti della Facoltà di Medicina e Chirurgia e scaricabile dal sito indirizzata al Magnifico Rettore dell'università degli Studi Sassari, dovrà essere presentata all Ufficio Protocollo Piazza Università 2 Sassari -, oppure spedita a mezzo raccomandata postale con avviso di ricevimento all indirizzo Università degli Studi di Sassari Piazza Università Sassari, entro il termine perentorio del giorno 0 ottobre NON FA FEDE LA DATA DEL TIMBRO POSTALE. Nella domanda il candidato dovrà dichiarare, ai sensi dell art. 46 del D.P.R , n. 445, sotto la propria responsabilità: titolo di scuola media superiore; titolo pregresso oggetto del riconoscimento, con l indicazione dei relativi esami e voti e del voto finale nonché della data e della sede di conseguimento (nel caso non voglia avvalersi dell autocertificazione, dovrà essere allegato il relativo certificato in bollo). Verranno, inoltre, valutati i titoli scientifici, didattici e professionali conseguiti successivamente al diploma se allegati alla domanda e opportunamente documentati. Art. 3 Commissione giudicatrice e graduatorie L ufficio Coordinamento Segreterie Studenti provvederà a trasmettere tali documentate istanze ad una apposita Commissione nominata con decreto rettorale su proposta del Consiglio di Facoltà di Medicina e Chirurgia, che sulla base delle norme precedentemente stabilite per i singoli corsi di laurea, provvederà a redigere le graduatorie. Le predette graduatorie verranno rese note tramite apposito avviso affisso all Albo ufficiale della Segreteria Studenti entro il 30 dicembre 2008 e pubblicate sul sito Art. 4 iscrizione e tasse I candidati che si saranno collocati in posizione utile per l ammissione al corso di laurea richiesto, fino alla concorrenza del numero di posti messi a disposizione per ogni corso di laurea, dovranno presentare all ufficio Coordinamento Segreterie Studenti via Macao, 32 - la domanda di iscrizione redatta su apposito modulo, entro il termine di 0 giorni dalla pubblicazione della graduatoria nel sito suindicato. I candidati ammessi ai corsi sono tenuti al pagamento di una tassa come previsto dalle normative vigenti in materia di tasse universitarie. I candidati che non ottempereranno a quanto sopra entro il termine stabilito saranno considerati rinunciatari. Concluse le operazioni di iscrizione dei vincitori, i posti resisi vacanti saranno messi a disposizioni dei candidati classificatisi successivamente nella graduatoria di merito che dovranno perfezionare l iscrizione, a pena di esclusione, entro i sei giorni successivi al ricevimento della comunicazione effettuata con raccomandata da parte degli uffici. Il Rettore ( Prof. Alessandro Maida) 2

3 NORME RELATIVE AL CORSO DI LAUREA in FISIOTERAPIA (classe SNT/2 professioni sanitarie della riabilitazione) REQUISITI PER L AMMISSIONE: viene consentito l'accesso alla Laurea in Fisioterapia ai candidati in possesso di diplomi acquisiti in precedenti corsi professionalizzanti, riconosciuti validi in base alla vigente normativa ai fini concorsuali per la professione di Fisioterapista. Verranno prese in considerazione le domande prodotte con idonea documentazione, utile alla valutazione del debito formativo, verranno valutati anche i titoli scientifici, didattici e professionali conseguiti successivamente al diploma se allegati alla domanda e opportunamente documentati. I criteri di formulazione della graduatoria sono i seguenti: viene data la precedenza ai fisioterapisti docenti a tempo pieno, delle attività tecnico-pratiche dei C.d.L. in Fisioterapia, tenendo conto, nella stesura della graduatoria, delle ore di didattica svolte; in subordine i fisioterapisti docenti che abbiano svolto docenze presso i previgenti D.U. per Fisioterapista, tenendo conto, nella stesura della graduatoria, delle ore di didattica svolte; successivamente vengono ammessi i fisioterapisti che abbiano prestato opera di tutorato presso i corsi di D.U. e C.d.L. per Fisioterapista o altri corsi universitari; si terrà conto, nella stesura della graduatoria dell entità oraria di tutorato svolto. i fisioterapisti in possesso del titolo secondo la seguente griglia: ) Diploma Universitario per Fisioterapista (D.M ); 2) Diploma Universitario per Terapista della Riabilitazione (D.M ); 3) Scuole dirette a fini speciali per Terapista della Riabilitazione (DPR 0 marzo 982, n.62) e Scuole Regionali per Terapista della Riabilitazione (DM ); 4) Tutti i titoli equipollenti conseguiti secondo normative previgenti. A parità di punteggio sarà ammesso il candidato di minor età anagrafica e, in caso di persistente parità, sarà considerato il voto di diploma. : la Commissione determinerà, sulla base delle seguenti tabelle di conversione, i crediti che verranno riconosciuti al candidato ed il debito formativo che lo stesso dovrà colmare. Gli iscritti dovranno sostenere l'esame finale per il conseguimento della Laurea discutendo una tesi davanti alla Commissione d'esame 3

4 per il conseguimento della Laurea di FISIOTERAPISTA per i detentori del titolo di Fisioterapista DIPLOMA UNIVERSITARIO per FISIOTERAPISTA (D.M ) Discipline demoetnoantropologiche/ compresa la psicologia e la bioetica Primo soccorso GLOBALE 2 Relativamente alla tabella sopraindicata i diplomati Fisioterapisti presso Diplomi Universitari hanno l'obbligo di compiere il percorso didattico integrativo e di sostenere l'esame finale di laurea. dall'apposita Commissione del Consiglio di Corso di Laurea di Fisioterapia. per il conseguimento della Laurea di FISIOTERAPISTA per i detentori del Diploma di Terapista Della Riabilitazione DIPLOMA UNIVERSITARIO PER TERAPISTA DELLA RIABILITAZIONE (D.M G.U. 232 dd ) Discipline demoetnoantropologiche/ compresa la psicologia e la bioetica Primo soccorso Riabilitazione e discipline medico chirurgiche 2 Tecniche riabilitative GLOBALE 5 Relativamente alla tabella sopraindicata i diplomati Terapisti della Riabilitazione presso Diplomi Universitari hanno l'obbligo di compiere il percorso didattico integrativo e di sostenere l'esame finale di laurea. dall'apposita Commissione del Consiglio di Corso di Laurea di Fisioterapia. 4

5 per il conseguimento della Laurea di FISIOTERAPISTA per i detentori del titolo di Terapista Della Riabilitazione SCUOLE DIRETTE A FINI SPECIALI per Terapista della Riabilitazione(D.P.R. 0 marzo 982 n. 62) SCUOLE REGIONALI per Terapista della Riabilitazione(D.M G.U. 97 dd ) Discipline demoetnoantropologiche/ compresa la psicologia e la bioetica Statistica Primo soccorso Riabilitazione e discipline medico chirurgiche 3 Tecniche riabilitative 3 GLOBALE 9 Relativamente alla tabella sopraindicata i detentori del titolo di Terapista della Riabilitazione conseguito presso scuole regionali triennali, hanno l'obbligo di compiere il percorso didattico integrativo e di sostenere l'esame finale di laurea. dall'apposita Commissione del Consiglio di Corso di Laurea di Fisioterapia. 5

6 NORME RELATIVE AL CORSO DI LAUREA In INFERMIERISTICA (classe SNT/ - professioni sanitarie infermieristiche e professione sanitaria ostetrica) REQUISITI PER L'AMMISSIONE: viene consentito l'accesso alla Laurea in Infermieristica ai candidati in possesso di diplomi acquisiti in precedenti corsi professionalizzanti, riconosciuti validi in base alla vigente normativa ai fini concorsuali per la professione di Infermiere. Verranno prese in considerazione le domande prodotte con idonea documentazione, utile alla valutazione del debito formativo, verranno valutati anche i titoli scientifici, didattici e professionali conseguiti successivamente al diploma se allegati alla domanda e opportunamente documentati. I criteri di formulazione della graduatoria sono i seguenti: viene data la precedenza agli Infermieri docenti a tempo pieno, delle attività tecnico-pratiche del C.d.L. in Infermieristica, tenendo conto, nella stesura della graduatoria, delle ore di didattica svolte; in subordine gli Infermieri docenti che abbiano svolto docenze presso i previgenti D.U. per Infermiere o altri corsi universitari, tenendo conto, nella stesura della graduatoria, delle ore di didattica svolte; successivamente vengono ammessi gli Infermieri che abbiano prestato opera di tutorato presso i corsi di D.U. e C.d.L. per Infermiere; si terrà conto, nella stesura della graduatoria dell'entità oraria di tutorato svolto. Gli Infermieri in possesso del titolo secondo la seguente griglia: ) Diploma Universitario in Infermiere (D.M ); 2) Diploma Universitario in Scienze Infermieristiche (DM ); 3) Scuole professionali per Infermiere (DL 5 agosto 925 n. 832 convertito in legge 8 marzo 926 n. 562, pubblicato sulla GU n. 257 del 5 novembre 925 e successive riqualificazioni, Direttiva del Consiglio 27 giugno 977, GU Comunità Europee del 5 luglio 977 n. 76/ e successivi). A parità di punteggio sarà ammesso il candidato di minor età anagrafica e, in caso di persistente parità, sarà considerato il voto di diploma. : la Commissione determinerà, sulla base delle seguenti tabelle di conversione, i crediti che verranno riconosciuti al candidato ed il debito formativo che lo stesso dovrà colmare. I candidati ammessi dovranno sostenere l'esame finale per il conseguimento della Laurea discutendo una tesi davanti alla Commissione d'esame. 6

7 per il conseguimento della Laurea di Infermieristica per i detentori del titolo di diplomato in Infermiere DIPLOMA UNIVERSITARIO per Infermiere (D.M ) DISCIPLINA CFU Infermieristica preventiva e di comunità Infermieristica clinica GLOBALE 2 Relativamente alla tabella sopraindicata i diplomati Infermieri presso Diplomi Universitari hanno l'obbligo di compiere il percorso didattico integrativo e di sostenere l'esame finale di laurea. dall'apposita Commissione del Consiglio di Corso di Laurea in Infermieristica. per il conseguimento della Laurea di Infermieristica per i detentori del titolo di diplomato in Scienze Infermieristiche DIPLOMA UNIVERSITARIO IN SCIENZE INFERMIERISTICHE (D.M G.U. 232 dd ) DISCIPLINA CFU Discipline demoetnoantropologiche/compresa la psicologia e la bioetica Infermieristica preventiva e di comunità Tecniche Infermieristiche Infermieristica clinica e discipline medico-chirurgiche 2 GLOBALE 5 Relativamente alla tabella sopraindicata i diplomati in Scienze Infermieristiche presso Diplomi Universitari hanno l'obbligo di compiere il percorso didattico integrativo e di sostenere l'esame finale di laurea. dall'apposita Commissione del Consiglio dì Corso di Laurea in Infermieristica. 7

8 per il conseguimento della Laurea di Infermieristica per i detentori del titolo di diplomato infermiere professionale DIPLOMA IN INFERMIERE PROFESSIONALE SCUOLE PROFESSIONALI PER INFERMIERE (DL 5 agosto 925 n. 832 convertito in legge 8 marzo 926 n. 562, pubblicato sulla GU n. 257 del 5 novembre 925, Direttiva del Consiglio 27 giugno 977 (GU Comunità Europee del 5 Luglio 977 n. 76/) e successive riqualificazioni) DISCIPLINA CFU Discipline demoetnoantropologiche/ compresa la psicologia e la bioetica -2* Infermieristica preventiva e di comunità Scienze Biomediche -5* Tecniche Infermieristiche 3-2* Infermieristica clinica e discipline medico-chirurgiche 3-2* Educazione Sanitaria, Sanità pubblica e organizzazione sanitaria 2-4* Economia Sanitaria GLOBALE Da 22 a 65* * - La variabilità del debito sarà in relazione all anno di acquisizione del titolo di diploma. Relativamente alla tabella sopraindicata i diplomati in Infermiere professionale presso scuole Regionali, hanno l'obbligo di compiere il percorso didattico integrativo e di sostenere l'esame finale di laurea. dall'apposita Commissione del Consiglio di Corso di Laurea di Infermieristica. 8

9 NORME RELATIVE AL CORSO DI LAUREA In OSTETRICIA (classe SNT/ - professioni sanitarie infermieristiche e professione sanitaria ostetrica) REQUISITI PER L'AMMISSIONE: viene consentito l'accesso alla Laurea in Ostetricia ai candidati in possesso di diplomi acquisiti in precedenti corsi professionalizzanti, riconosciuti validi in base alla vigente normativa ai fini concorsuali per la professione di Ostetrica. Verranno prese in considerazione le domande prodotte con idonea documentazione, utile alla valutazione del debito formativo, verranno valutati anche i titoli scientifici, didattici e professionali conseguiti successivamente al diploma se allegati alla domanda e opportunamente documentati. GRADUATORIA: una apposita Commissione, nominata dal Rettore, stilerà la graduatoria in base alla valutazione del titolo posseduto e delle certificazioni allegate alla domanda. I criteri di formulazione della graduatoria sono i seguenti: viene data la precedenza alle Ostetriche docenti a tempo pieno, coordinatori delle attività tecnico-pratiche del C.d.L. in Ostetricia, tenendo conto, nella stesura della graduatoria, delle ore di didattica svolte; in subordine le Ostetriche/i docenti che abbiano svolto docenze presso i previgenti D.U. per Osterica/o, tenendo conto, nella stesura della graduatoria, delle ore di didattica svolte; successivamente vengono ammesse le Osteriche/i che abbiano prestato opera di tutorato presso i corsi di D.U. per Ostetrica/o; si terrà conto, nella stesura della graduatoria dell'entità oraria di tutorato svolto. Le Osteriche/i in possesso del titolo secondo la seguente griglia: ) Diploma Universitario in Ostetricia (D.M ); 2) Diploma Universitario in Ostetrica/o (3+2); 3) Diploma universitario in Ostetrica/o (2+2). A parità di punteggio sarà ammesso il candidato di minor età anagrafica e, in caso di persistente parità, sarà considerato il voto di diploma. : la Commissione determinerà, sulla base delle seguenti tabelle di conversione, i crediti che verranno riconosciuti al candidato ed il debito formativo che lo stesso dovrà colmare. I candidati ammessi dovranno sostenere l'esame finale per il conseguimento della Laurea discutendo una tesi davanti alla Commissione d'esame. 9

10 per il conseguimento della Laurea di OSTETRICIA per i detentori del titolo di Ostetriche/i DIPLOMA UNIVERSITARIO per OSTETRICA/O(D.M ) Scienze Infermieristiche ostetrico-ginecologiche 2 GLOBALE 2 Relativamente alla tabella sopraindicata i diplomati Ostetrici presso Diplomi Universitari hanno l'obbligo di compiere il percorso didattico integrativo e di sostenere l'esame finale di laurea. dall'apposita Commissione del Consiglio di Corso di Laurea in Ostetricia.a. per il conseguimento della Laurea di OSTETRICIA per i detentori del titolo di diplomato in Ostetrica/o DIPLOMA UNIVERSITARIO in OSTETRICA/O (3+2) Endocrinologia ginecologica Diritto e Management sanitario 2 Medicina dell età prentale Fisiopatologia della riproduzione umana Ginecologia oncologica Inglese scientifico 2 Scienze infermieristiche Ostetrico-ginecologiche 2 DEBITO FORMATICO GLOBALE 9 Relativamente alla tabella sopraindicata i diplomati in Ostetrica/o presso Diplomi Universitari hanno l'obbligo di compiere il percorso didattico integrativo e di sostenere l'esame finale di laurea. dall'apposita Commissione del Consiglio di Corso di Laurea in Ostetricia.. 0

11 per il conseguimento della Laurea di OSTETRICIA per i detentori del titolo di Diploma in OSTETRICA/O (2+2) Endocrinologia ginecologica Medicina dell età prenatale Fisiopatologia della riproduzione umana Ginecologia oncologica Diritto e management sanitario 2 Inglese scientifico 2 Scienze infermieristiche Ostetrico-ginecologiche 2 GLOBALE 9 La variabilità del debito sarà in relazione all anno di acquisizione del titolo di diploma Relativamente alla tabella sopraindicata i diplomati in Ostetrica/o presso Diplomi Universitari, hanno l'obbligo di compiere il percorso didattico integrativo e di sostenere l'esame finale di laurea. dall'apposita Commissione del Consiglio di Corso di Laurea di Ostetricia..

12 NORME RELATIVE AL CORSO DI LAUREA In LOGOPEDIA (classe SNT/2 - professioni sanitarie della riabilitazione) REQUISITI PER L'AMMISSIONE: viene consentito l'accesso alla Laurea in Logopedia ai candidati in possesso di diplomi acquisiti in precedenti corsi professionalizzanti, riconosciuti validi in base alla vigente normativa ai fini concorsuali per la professione di Logopedista. Verranno prese in considerazione le domande prodotte con idonea documentazione, utile alla valutazione del debito formativo, verranno valutati anche i titoli scientifici, didattici e professionali conseguiti successivamente al diploma se allegati alla domanda e opportunamente documentati. GRADUATORIA: una apposita Commissione, nominata dal Rettore, stilerà la graduatoria in base alla valutazione del titolo posseduto e delle certificazioni allegate alla domanda. I criteri di formulazione della graduatoria sono i seguenti: viene data la precedenza ai Logopedisti docenti a tempo pieno, coordinatori delle attività tecnicopratiche del C.d.L. in Logopedia, tenendo conto, nella stesura della graduatoria, delle ore di didattica svolte; in subordine i Logopedisti docenti che abbiano svolto docenze presso i previgenti D.U. per Logopedista, tenendo conto, nella stesura della graduatoria, delle ore di didattica svolte; successivamente vengono ammessi i Logopedisti che abbiano prestato opera di tutorato presso i corsi di D.U. per Logopedia; si terrà conto, nella stesura della graduatoria dell'entità oraria di tutorato svolto. I Logopedisti in possesso del titolo secondo la seguente griglia: ) Diploma Universitario per Logopedista (D.M ); 2) Diploma Universitario per Logopedista (D.M ); 3) Scuole dirette a fini speciali per Terapista della riabilitazione (DPR 0/03/982 n.62) e Scuole Regionali per Terapista della riabilitazione (DM 0/02/974), 4) Tutti i titoli equipollenti conseguiti secondo normative previgenti. A parità di punteggio sarà ammesso il candidato di minor età anagrafica e, in caso di persistente parità, sarà considerato il voto di diploma. : la Commissione determinerà, sulla base delle seguenti tabelle di conversione, i crediti che verranno riconosciuti al candidato ed il debito formativo che lo stesso dovrà colmare. I candidati ammessi dovranno sostenere l'esame finale per il conseguimento della Laurea discutendo una tesi davanti alla Commissione d'esame. 2

13 per il conseguimento della Laurea di LOGOPEDISTA per i detentori del titolo di Logopedista DIPLOMA UNIVERSITARIO per LOGOPEDISTA (D.M ) Discipline demoetnoantropologiche compresa la Psicologia e la Bioetica Primo soccorso GLOBALE 2 Relativamente alla tabella sopraindicata i diplomati Logopedisti presso Diplomi Universitari hanno l'obbligo di compiere il percorso didattico integrativo e di sostenere l'esame finale di laurea. dall'apposita Commissione del Consiglio di Corso di Laurea in Logopedia.. per il conseguimento della Laurea di LOGOPEDISTA per i detentori del titolo di diplomato in Logopedia DIPLOMA UNIVERSITARIO PER TERAPISTA DELLA RIABILITAZIONE (D.M G.U. 232 dd 02/0/992) Discipline demoetnoantropologiche compresa la Psicologia e la Bioetica Primo soccorso Riabilitazione Logopedia e discipline medio chirurgiche 2 Tecniche logopediche DEBITO FORMATICO GLOBALE 5 Relativamente alla tabella sopraindicata i diplomati in Terapisti della Riabilitazione presso Diplomi Universitari hanno l'obbligo di compiere il percorso didattico integrativo e di sostenere l'esame finale di laurea. dall'apposita Commissione del Consiglio di Corso di Laurea in Logopedia.. 3

14 NORME RELATIVE AL CORSO DI LAUREA In IGIENE DENTALE (classe SNT/3 - professioni sanitarie tecniche) REQUISITI PER L'AMMISSIONE: viene consentito l'accesso alla Laurea in Igiene dentale ai candidati in possesso di diplomi acquisiti in precedenti corsi professionalizzanti, riconosciuti validi in base alla vigente normativa ai fini concorsuali per la professione di Igienista dentale. Verranno prese in considerazione le domande prodotte con idonea documentazione, utile alla valutazione del debito formativo, verranno valutati anche i titoli scientifici, didattici e professionali conseguiti successivamente al diploma se allegati alla domanda e opportunamente documentati. GRADUATORIA: una apposita Commissione, nominata dal Rettore, stilerà la graduatoria in base alla valutazione del titolo posseduto e delle certificazioni allegate alla domanda. I criteri di formulazione della graduatoria sono i seguenti: viene data la precedenza agli Igienisti dentali docenti a tempo pieno, coordinatori delle attività tecnico-pratiche del C.d.L. in Igienista dentale, tenendo conto, nella stesura della graduatoria, delle ore di didattica svolte; in subordine gli Igienisti dentali docenti che abbiano svolto docenze presso i previgenti D.U. per Igienista dentale, tenendo conto, nella stesura della graduatoria, delle ore di didattica svolte; successivamente vengono ammessi gli Igienisti dentali che abbiano prestato opera di tutorato presso i corsi di D.U. per Igienista dentale; si terrà conto, nella stesura della graduatoria dell'entità oraria di tutorato svolto. Gli Igienisti dentali in possesso del titolo secondo la seguente griglia: ) Diploma Universitario per Igienista dentale (D.M ); 2) Tutti i titoli equipollenti conseguiti secondo normative previgenti. A parità di punteggio sarà ammesso il candidato di minor età anagrafica e, in caso di persistente parità, sarà considerato il voto di diploma. : la Commissione determinerà, sulla base delle seguenti tabelle di conversione, i crediti che verranno riconosciuti al candidato ed il debito formativo che lo stesso dovrà colmare. I candidati ammessi dovranno sostenere l'esame finale per il conseguimento della Laurea discutendo una tesi davanti alla Commissione d'esame. 4

15 per il conseguimento della Laurea di IGIENISTA DENTALE per i detentori del titolo di Igienista dentale DIPLOMA UNIVERSITARIO per IGIENISTA DENTALE (D.M ) Discipline demoetnoantropologiche compresa la Psicologia e la Bioetica Primo soccorso GLOBALE 2 Relativamente alla tabella sopraindicata i diplomati Igienisti dentali presso Diplomi Universitari hanno l'obbligo di compiere il percorso didattico integrativo e di sostenere l'esame finale di laurea. dall'apposita Commissione del Consiglio di Corso di Laurea in Igiene dentale.. per il conseguimento della Laurea di IGIENE DENTALE per i detentori del titolo di diplomato in Igiene dentale DIPLOMA UNIVERSITARIO per IGIENE DENTALE (DM GU 232 dd ) Discipline demoetnoantropologiche compresa la Psicologia e la Bioetica Primo soccorso Tecniche di Igiene dentale Malattie odontostomatologiche e Igiene dentale 2 DEBITO FORMATICO GLOBALE 5 Relativamente alla tabella sopraindicata i diplomati in Igiene dentale presso Diplomi Universitari hanno l'obbligo di compiere il percorso didattico integrativo e di sostenere l'esame finale di laurea. dall'apposita Commissione del Consiglio di Corso di Laurea in Igiene dentale.. 5

16 per il conseguimento della Laurea di IGIENE DENTALE per i detentori del titolo di Igienista dentale SCUOLE DIRETTE A FINI SPECIALI (D.P.R 0/03/982n.62) SCUOLE REGIONALI (DM GU n.97 dd ) Discipline demoetnoantropologiche compresa la Psicologia e la Bioetica Statistica Primo soccorso Tecniche di igiene dentale 3 Malattie odontostomatologiche e igiene dentale 3 GLOBALE 9 Relativamente alla tabella sopraindicata i detentori del titolo di Igienista dentale conseguito presso scuole regionali triennali, hanno l obbligo di compiere il percorso didattico integrativo e di sostenere l'esame finale di laurea. dall'apposita Commissione del Consiglio di Corso di Laurea di Igiene dentale. 6

17 NORME RELATIVE AL CORSO DI LAUREA In TECNICHE AUDIOMETRICHE (classe SNT/3 - professioni sanitarie tecniche) REQUISITI PER L'AMMISSIONE: viene consentito l'accesso alla Laurea in Tecniche Audiometriche ai candidati in possesso di diplomi acquisiti in precedenti corsi professionalizzanti, riconosciuti validi in base alla vigente normativa ai fini concorsuali per la professione di Tecnico Audiometrista. Verranno prese in considerazione le domande prodotte con idonea documentazione, utile alla valutazione del debito formativo, verranno valutati anche i titoli scientifici, didattici e professionali conseguiti successivamente al diploma se allegati alla domanda e opportunamente documentati. GRADUATORIA: una apposita Commissione, nominata dal Rettore, stilerà la graduatoria in base alla valutazione del titolo posseduto e delle certificazioni allegate alla domanda. I criteri di formulazione della graduatoria sono i seguenti: viene data la precedenza ai Tecnici audiometristi docenti a tempo pieno, coordinatori delle attività tecnico-pratiche del C.d.L. in Tecniche Audiometriche, tenendo conto, nella stesura della graduatoria, delle ore di didattica svolte; in subordine i Tecnici audiometristi docenti che abbiano svolto docenze presso i previgenti D.U. per Tecnico audiometrista, tenendo conto, nella stesura della graduatoria, delle ore di didattica svolte; successivamente vengono ammessi i Tecnici audiometristi che abbiano prestato opera di tutorato presso i corsi di D.U. per Tecnico Audiometrista; si terrà conto, nella stesura della graduatoria dell'entità oraria di tutorato svolto. I Tecnici Audiometristi in possesso del titolo secondo la seguente griglia: ) Diploma Universitario per Igienista dentale (D.M ); 2) Tutti i titoli equipollenti conseguiti secondo normative previgenti. A parità di punteggio sarà ammesso il candidato di minor età anagrafica e, in caso di persistente parità, sarà considerato il voto di diploma. : la Commissione determinerà, sulla base delle seguenti tabelle di conversione, i crediti che verranno riconosciuti al candidato ed il debito formativo che lo stesso dovrà colmare. I candidati ammessi dovranno sostenere l'esame finale per il conseguimento della Laurea discutendo una tesi davanti alla Commissione d'esame. 7

18 per il conseguimento della Laurea di TECNICHE AUDIOMETRICHE per i detentori del titolo di Tecnico Audiometrista DIPLOMA UNIVERSITARIO per TECNICO AUDIOMETRISTA (D.M ) Discipline demoetnoantropologiche compresa la Psicologia e la Bioetica Audiologia clinica GLOBALE 2 Relativamente alla tabella sopraindicata i diplomati Tecnici Audiometristi presso Diplomi Universitari hanno l'obbligo di compiere il percorso didattico integrativo e di sostenere l'esame finale di laurea. dall'apposita Commissione del Consiglio di Corso di Laurea in Tecniche Audiometriche.. per il conseguimento della Laurea di TECNICHE AUDIOMETRICHE per i detentori del titolo di diplomato in Tecnico Audiometrista DIPLOMA UNIVERSITARIO per TECNICO AUDIOMETRISTA (DM GU 232 dd ) Discipline demoetnoantropologiche compresa la Psicologia e la Bioetica Audiologia clinica Audioprotesi 2 Audiometria clinica DEBITO FORMATICO GLOBALE 5 Relativamente alla tabella sopraindicata i diplomati Tecnici Audiometristi presso Diplomi Universitari hanno l'obbligo di compiere il percorso didattico integrativo e di sostenere l'esame finale di laurea. dall'apposita Commissione del Consiglio di Corso di Laurea in Tecniche Audiometriche.. 8

19 per il conseguimento della Laurea di TECNICHE AUDIOMETRICHE per i detentori del titolo di Tecnico Audiometrista SCUOLE DIRETTE A FINI SPECIALI (D.P.R 0/03/982 n.62) SCUOLE REGIONALI (DM GU n.97 dd ) Discipline demoetnoantropologiche compresa la Psicologia e la Bioetica Statistica Audiologia clinica Audioprotesi 3 Audiometria clinica 3 GLOBALE 9 Relativamente alla tabella sopraindicata i detentori del titolo di Tecnico Audiometrista conseguito presso scuole regionali triennali, hanno l obbligo di compiere il percorso didattico integrativo e di sostenere l'esame finale di laurea. dall'apposita Commissione del Consiglio di Corso di Laurea di Tecniche Audiometriche.. 9

20 NORME RELATIVE AL CORSO DI LAUREA In TECNICHE DI LABORATORIO BIOMEDICO (classe SNT/3 - professioni sanitarie tecniche) REQUISITI PER L'AMMISSIONE: viene consentito l'accesso alla Laurea in Tecniche di laboratorio biomedico ai candidati in possesso di diplomi acquisiti in precedenti corsi professionalizzanti, riconosciuti validi in base alla vigente normativa ai fini concorsuali per la professione di Tecnico di Laboratorio Biomedico. Verranno prese in considerazione le domande prodotte con idonea documentazione, utile alla valutazione del debito formativo, verranno valutati anche i titoli scientifici, didattici e professionali conseguiti successivamente al diploma se allegati alla domanda e opportunamente documentati. GRADUATORIA: una apposita Commissione, nominata dal Rettore, stilerà la graduatoria in base alla valutazione del titolo posseduto e delle certificazioni allegate alla domanda. I criteri di formulazione della graduatoria terranno conto dei titoli richiesti e documentati e, a parità, verrà data precedenza: Ai Tecnici di laboratorio biomedico docenti a tempo pieno, coordinatori delle attività tecnicopratiche del C.d.L. in Tecniche di laboratorio biomedico, tenendo conto, nella stesura della graduatoria, delle ore di didattica svolte; Ai tecnici di laboratorio biomedico docenti che abbiano svolto docenze tecnico-pratiche presso i previgenti D.U. per Tecnico di laboratorio biomedico, tenendo conto, nella stesura della graduatoria, delle ore di didattica svolte; Ai tecnici di laboratorio biomedico che abbiano prestato opera di tutorato presso i corsi di D.U. per Tecnico di laboratorio biomedico; si terrà conto, nella stesura della graduatoria delle ore dedicate e degli argomenti affrontati durante lo svolgimento del tutorato suddetto. I Tecnici di laboratorio biomedico in possesso del titolo secondo la seguente griglia: ) Diploma Universitario per Tecnico di laboratorio biomedico (D.M ); 2) Diploma universitario per tecnico di laboratorio biomedico (D.M GU 232 dd ), 3) Scuole dirette ai fini speciali (D.P.R. 0/03/982 n. 62), 4) Scuole regionali (D.M GU 97 dd ). A parità di punteggio sarà ammesso il candidato di minor età anagrafica e, in caso di persistente parità, sarà considerato il voto di diploma. : la Commissione determinerà, sulla base delle seguenti tabelle di conversione, i crediti che verranno riconosciuti al candidato ed il debito formativo che lo stesso dovrà colmare. I candidati ammessi dovranno sostenere l'esame finale per il conseguimento della Laurea discutendo una tesi davanti alla Commissione d'esame. I candidati con un debito formativo superiore a 60 CFU non potranno essere ammessi 20

21 per il conseguimento della Laurea in TECNICHE DI LABORATORIO BIOMEDICO per i detentori del titolo di Tecnico Sanitario di Laboratorio Biomedico DIPLOMA UNIVERSITARIO per TECNICO SANITARIO DI LABORATORIO BIOMEDICO (D.M ) Discipline demoetnoantropologiche compresa la Psicologia e la Bioetica Primo Soccorso Tecniche di laboratorio e Scienze Biomediche 4* GLOBALE 6 * - La variabilità del debito sarà in relazione all anno di acquisizione del titolo di diploma. Relativamente alla tabella sopraindicata i diplomati Universitari in Tecnico Sanitario di laboratorio Biomedico (secondo il D.M ) hanno l'obbligo di compiere il percorso didattico integrativo e di sostenere l'esame finale di laurea. dall'apposita Commissione del Consiglio di Corso di Laurea in Tecniche di Laboratorio Biomedico.. per il conseguimento della Laurea in TECNICHE DI LABORATORIO BIOMEDICO PER I Diplomati Universitari DIPLOMA UNIVERSITARIO per TECNICO DI LABORATORIO BIOMEDICO (DM GU 232 dd ) Discipline demoetnoantropologiche compresa la Psicologia e la Bioetica Primo Soccorso Tecniche di laboratorio e Scienze Biomediche 0* DEBITO FORMATICO GLOBALE 22 * - La variabilità del debito sarà in relazione all anno di acquisizione del titolo di diploma. Relativamente alla tabella sopraindicata coloro i quali sono in possesso del Diploma Universitario in Tecnico di laboratorio biomedico (D.M GU 232 dd ) hanno l'obbligo di compiere il percorso didattico integrativo e di sostenere l'esame finale di laurea. dall'apposita Commissione del Consiglio di Corso di Laurea in Tecniche di laboratorio biomedico. 2

22 per il conseguimento della Laurea in TECNICHE DI LABORATORIO BIOMEDICO per coloro i quali hanno conseguito il titolo di Tecnico di Laboratorio Biomedico presso SCUOLE DIRETTE A FINI SPECIALI (D.P.R 0/03/982 n.62) SCUOLE REGIONALI (DM GU n.97 dd ) Discipline demoetnoantropologiche compresa la Psicologia e la Bioetica Statistica Primo Soccorso Tecniche di laboratorio e Scienze Biomediche 25* DEBITO FORMATICO GLOBALE 38 * - La variabilità del debito sarà in relazione all anno di acquisizione del titolo di diploma. Per coloro che sono in possesso del titolo di diploma di cui al punto c), un apposita Commissione del Consiglio di Corso di Laurea di Tecnico di Laboratorio Biomedico determinerà sulla base delle tabelle di conversione, i crediti che verranno riconosciuti al candidato ed il debito formativo che lo stesso dovrà colmare. I candidati ammessi avranno l obbligo di compiere il percorso didattico integrativo e di sostenere l esame finale di laurea.. dall'apposita Commissione del Consiglio di Corso di Laurea in Tecniche di laboratorio biomedico.. 22

Università Politecnica delle Marche

Università Politecnica delle Marche D.R n. 492 Del 22/07/2014 IL RETTORE VISTA RAVVISATA VISTE VISTA ACCERTATA la Legge n. 264 del 02.08.1999 contenente le norme in materia di accessi ai corsi universitari; la necessità di fissare, per l

Dettagli

EDUCATORE PROFESSIONALE SANITARIO

EDUCATORE PROFESSIONALE SANITARIO Facoltà di Medicina e Chirurgia BANDO CONTENENTE LE MODALITÀ PER IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI PREVIGENTI IL D.M. 509/99 AI FINI DEL CONSEGUIMENTO DELLA LAUREA DI PRIMO LIVELLO IN EDUCATORE PROFESSIONALE

Dettagli

PERCORSO STRAORDINARIO

PERCORSO STRAORDINARIO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA CORSO DI LAUREA IN DIETISTICA PERCORSO STRAORDINARIO Finalizzato al conseguimento della Laurea triennale in Dietistica e

Dettagli

PERCORSO STRAORDINARIO

PERCORSO STRAORDINARIO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA CORSO DI LAUREA IN DIETISTICA PERCORSO STRAORDINARIO Finalizzato al conseguimento della Laurea triennale in Dietistica e

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER IN TEORIE E METODI DELLE ATTIVITÀ MOTORIE PREVENTIVE E ADATTATE II EDIZIONE A.A. 2005/2006 MASTER UNIVERSITARIO

Dettagli

Università degli studi di Palermo

Università degli studi di Palermo Università degli studi di Palermo Prot. N. 7451 del 04.02.2010 IL RETTORE VISTA la delibera del Senato Accademico del 9 novembre 2004; Decreto N. 371/2010 VISTO il D.M. 509 del 3 novembre 1999 ed in particolare

Dettagli

Università degli studi di Palermo

Università degli studi di Palermo Università degli studi di Palermo Prot. N. 7446 del 04.02.2010 IL RETTORE VISTA la delibera del Senato Accademico del 9 novembre 2004; Decreto N. 370/2010 VISTO il D.M. 509 del 3 novembre 1999 ed in particolare

Dettagli

IL RETTORE DECRETA. Ufficio Segreteria Studenti Facoltà di Medicina e Chirurgia UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II

IL RETTORE DECRETA. Ufficio Segreteria Studenti Facoltà di Medicina e Chirurgia UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II Ufficio Segreteria Studenti Facoltà di Medicina e Chirurgia IL RETTORE VISTO lo Statuto di Ateneo; VISTO il Regolamento Didattico d Ateneo, emanato con D. R. n. 2440 del 16 luglio 2008; VISTO il Regolamento

Dettagli

Scienza dell Alimentazione

Scienza dell Alimentazione Università degli Studi di Palermo Titolo VI Classe 4 Fascicolo n 38101 del 17/05/2012 UOR formav CC RPA Lo Presti Decreto n 2052/2012 IL RETTORE VISTA VISTA il D.P.R. 10 Marzo 1982, n. 162, concernente

Dettagli

IL RETTORE. VISTO il Regolamento di funzionamento dei Corsi di Perfezionamento emanato con D.R. n. 2120 del 17/06/2010;

IL RETTORE. VISTO il Regolamento di funzionamento dei Corsi di Perfezionamento emanato con D.R. n. 2120 del 17/06/2010; VISTO lo Statuto dell Ateneo; IL RETTORE VISTO l artt. 15 del vigente Regolamento Didattico di Ateneo; VISTO il Regolamento di funzionamento dei Corsi di Perfezionamento emanato con D.R. n. 2120 del 17/06/2010;

Dettagli

IL RETTORE DECRETA ART. 1

IL RETTORE DECRETA ART. 1 IL RETTORE n. 1/11187 del 10/07/2007 VISTO lo Statuto dell Università di Pisa, emanato con DR 1196/94 e successive modifiche; VISTO il Regolamento Didattico d'ateneo emanato con DR 951/98 e successive

Dettagli

"La gestione integrata multidisciplinare delle patologie di interesse endocrinologico nel bambino e nell'adolescente"

La gestione integrata multidisciplinare delle patologie di interesse endocrinologico nel bambino e nell'adolescente BANDO DI AMMISSIONE CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO INTERATENEO DI II LIVELLO IN "La gestione integrata multidisciplinare delle patologie di interesse endocrinologico nel bambino

Dettagli

IL RETTORE. VISTO il Regolamento Didattico d Ateneo, emanato con D. R. n. 2440 del 16 luglio 2008;

IL RETTORE. VISTO il Regolamento Didattico d Ateneo, emanato con D. R. n. 2440 del 16 luglio 2008; Ufficio Segreteria Studenti Facoltà di Medicina e Chirurgia IL RETTORE lo Statuto di Ateneo; il Regolamento Didattico d Ateneo, emanato con D. R. n. 2440 del 16 luglio 2008; VISTA il Regolamento di funzionamento

Dettagli

IL RETTORE. Visto il Decreto Ministeriale 30 aprile 1999, con cui è stato emanato il Regolamento in materia di dottorato di ricerca;

IL RETTORE. Visto il Decreto Ministeriale 30 aprile 1999, con cui è stato emanato il Regolamento in materia di dottorato di ricerca; Decreto Rettorale n. 72 IL RETTORE Visto lo Statuto di autonomia della Luiss Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli, emanato con Decreto Rettorale del 2 febbraio 2004 e pubblicato

Dettagli

IL RETTORE D E C R E T A

IL RETTORE D E C R E T A Facoltà di Medicina e Chirurgia Ufficio Segreteria Studenti IL RETTORE 3204 VISTO il D. M. n. 509/1999, con il quale è stato approvato il regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL'AQUILA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL'AQUILA Decreto Rettorale Protocollo n. 31221 Repertorio n. 2561-2007 ISTITUZIONE E ATTIVAZIONE DEI DI I E II LIVELLO DELLA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA ANNO ACCADEMICO 2007/2008 IL RETTORE VISTA la legge 9

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER IN DIRITTO IMMOBILIARE A.A. 2006/2007 MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO Prot. n.33628 OBIETTIVI FORMATIVI Il Master,

Dettagli

ARTICOLO 2 (Requisiti per l ammissione)

ARTICOLO 2 (Requisiti per l ammissione) Segreteria Studenti Area didattica Medicina e Chirurgia IL RETTORE VISTO il vigente Regolamento Didattico di Ateneo; VISTO il Regolamento di funzionamento dei Corsi di Perfezionamento emanato con D. R.

Dettagli

18ª EDIZIONE Sede di Castellanza

18ª EDIZIONE Sede di Castellanza REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL AREA DELLE PROFESSIONI INFERMIERISTICHE/DELLA PROFESSIONE OSTETRICA/DELLE PROFESSIONI RIABILITATIVE/DELLE PROFESSIONI

Dettagli

tutto ciò premesso REQUISITI PER L AMMISSIONE

tutto ciò premesso REQUISITI PER L AMMISSIONE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BRESCIA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA BANDO DI AMMISSIONE CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN BIOTECNOLOGIE MEDICHE AFFERENTE ALLA CLASSE DELLE LAUREE LM-9 ANNO ACCADEMICO 2013/2014

Dettagli

Il Rettore. Decreto n. 44409 (352) Anno 2015

Il Rettore. Decreto n. 44409 (352) Anno 2015 Il Rettore Decreto n. 44409 (352) Anno 2015 VISTI gli articoli 16 e 17 del decreto del Presidente della Repubblica n. 162/82 e l articolo 6 della legge n. 341/90; VISTO l articolo 32 del Regolamento Didattico

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA PIAZZA DELL ATENEO NUOVO, 1-20126 MILANO

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA PIAZZA DELL ATENEO NUOVO, 1-20126 MILANO Area Segreterie Studenti /FTB/RT Concessione nulla osta per trasferimenti ad anni successivi al primo - a.a. 2013/14. Corsi di Laurea Magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e Protesi

Dettagli

Possono iscriversi i laureati o gli studenti che conseguiranno la laurea entro il 30 novembre 2015.

Possono iscriversi i laureati o gli studenti che conseguiranno la laurea entro il 30 novembre 2015. Scuola di Economia e Scienze Politiche Avviso di ammissione, anno accademico 2015-2016 Corso di Laurea Magistrale in lingua inglese Human Rights and Multi-level Governance - Classe LM-52 - Classe delle

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA FACOLTÀ DI ECONOMIA FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER INTERFACOLTÀ sulle AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE M.IF.A.P. VI EDIZIONE - A.A. 2009/2010 MASTER UNIVERSITARIO

Dettagli

Dipartimento di ECONOMIA e STATISTICA. UniversitàdegliStudidiParma F a c o l t à d i E c o n o m i a

Dipartimento di ECONOMIA e STATISTICA. UniversitàdegliStudidiParma F a c o l t à d i E c o n o m i a Dipartimento di ECONOMIA e STATISTICA UniversitàdegliStudidiParma F a c o l t à d i E c o n o m i a RIAPERTURA DEI TERMINI Ferma restando la validità del seguente Bando, si comunica che sono stati riaperti

Dettagli

Roma 29 marzo 2011. L'applicazione del DM 270 del 2004 nella formazione universitaria dell'infermiere: sviluppi, criticità e aspettative

Roma 29 marzo 2011. L'applicazione del DM 270 del 2004 nella formazione universitaria dell'infermiere: sviluppi, criticità e aspettative Roma 29 marzo 2011 L'applicazione del DM 270 del 2004 nella formazione universitaria dell'infermiere: sviluppi, criticità e aspettative Prof. ROSARIA ALVARO Associato Scienze Infermieristiche Università

Dettagli

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE 27 giugno 2012 SENATO ACCADEMICO 17 luglio 2012 DECRETO RETTORALE DI EMANAZIONE:

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE 27 giugno 2012 SENATO ACCADEMICO 17 luglio 2012 DECRETO RETTORALE DI EMANAZIONE: Università degli Studi di Ferrara REGOLAMENTO DIDATTICO DI MEDICINA E CHIRURGIA E DEI CORSI DI STUDIO AFFERENTI Regolamento per i corsi di studio attivi in base al D.M. 270/04 ANNO ACCADEMICO 2012-2013

Dettagli

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I P A R M A

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I P A R M A U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I P A R M A Bando per il riconoscimento di attività formative svolte nei corsi di diploma universitario o titoli equipollenti IL RETTORE VISTO il Decreto Ministeriale

Dettagli

BANDO DI AMMISSIONE CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN. Tecnologie Farmaceutiche ed Attività Regolatorie

BANDO DI AMMISSIONE CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN. Tecnologie Farmaceutiche ed Attività Regolatorie BANDO DI AMMISSIONE CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN Tecnologie Farmaceutiche ed Attività Regolatorie Istituito ai sensi del D.M. 22/10/2004 n. 270, realizzato

Dettagli

I L R E T T O R E. d e c r e t a

I L R E T T O R E. d e c r e t a D. R. n. 3861 REG. XVS I L R E T T O R E VISTO il "Regolamento Recante Norme Concernenti l'autonomia Didattica degli Atenei" approvato con Decreto dal Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE PER TITOLI E COLLOQUIO PER LA COPERTURA DI SEI INCARICHI DI TUTORATO PRESSO LA SCUOLA DI LETTERE E BENI CULTURALI

BANDO DI SELEZIONE PER TITOLI E COLLOQUIO PER LA COPERTURA DI SEI INCARICHI DI TUTORATO PRESSO LA SCUOLA DI LETTERE E BENI CULTURALI Rep. n. 275/2015, Prot. 1449 del 5/10/2015 Tit. V/1 Fasc. 2015 V/1.2.14 BANDO DI SELEZIONE PER TITOLI E COLLOQUIO PER LA COPERTURA DI SEI INCARICHI DI TUTORATO PRESSO LA SCUOLA DI LETTERE E BENI CULTURALI

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Dipartimento Formazione Post Lauream Servizio Alta Formazione Settore III

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Dipartimento Formazione Post Lauream Servizio Alta Formazione Settore III UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Dipartimento Formazione Post Lauream Servizio Alta Formazione Settore III I L R E T T O R E D.R. n. 527 - Visto il D.P.R. n. 162 del 10.03.1982, pubblicato nel supplemento

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MESSINA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MESSINA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MESSINA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA BANDO DI AMMISSIONE AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE E TECNICHE DELLE ATTIVITA' MOTORIE PREVENTIVE E ADATTATE -CLASSE LM 67- ANNO

Dettagli

Divisione Attività Istituzionali e del Personale Settore Servizi agli Studenti e Progetti per la Didattica Ufficio Accreditamento e Qualità

Divisione Attività Istituzionali e del Personale Settore Servizi agli Studenti e Progetti per la Didattica Ufficio Accreditamento e Qualità \ Divisione Attività Istituzionali e del Personale Settore Servizi agli Studenti e Progetti per la Didattica Ufficio Accreditamento e Qualità SO/fm Decreto del Rettore Repertorio n. 296/2007 Prot. n. 18543

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA PIAZZA DELL ATENEO NUOVO, 1-20126 MILANO

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA PIAZZA DELL ATENEO NUOVO, 1-20126 MILANO Area della Formazione e dei Servizi agli Studenti /FTB/RT Concessione nulla osta per trasferimenti ad anni successivi al primo - a.a. 2015/2016. Corsi di Laurea Magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia,

Dettagli

Ufficio protocollo Azienda U.S.L. 2, Centro Direzionale, Monte S. Quirico, 55100 Lucca. aziendausl2lucca@postacert.toscana.it

Ufficio protocollo Azienda U.S.L. 2, Centro Direzionale, Monte S. Quirico, 55100 Lucca. aziendausl2lucca@postacert.toscana.it prot n 8775 /11-3-1025 Allegato A) alla delibera DG n 98/9-3-2015 AZIENDA U.S.L. 2 Lucca BANDO di SELEZIONE PUBBLICA PER ATTIVITA DI DOCENZA CORSI OSS FORMAZIONE COMPLEMENTARE IN ASSISTENZA SANITARIA 400

Dettagli

Università degli Studi di Sassari

Università degli Studi di Sassari Decreto n. 1690 del 10/11/2006 Prot. n 33469 Università degli Studi di Sassari III Divisione Studenti Ufficio Scuole di Specializzazione e Dottorati di ricerca Anno 2006 Titolo III Classe 3 Fascicolo III/3.8

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI CAGLIARI

UNIVERSITA' DEGLI STUDI CAGLIARI UNIVERSITA' DEGLI STUDI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO Settore Post Lauream Scuole di Specializzazione D.R. n. 219 del 02.12.2013 Bando concorso per l'ammissione alla Scuola di Specializzazione

Dettagli

CELLULE STAMINALI EMATOPOIETICHE E MEDICINA RIGENERATIVA

CELLULE STAMINALI EMATOPOIETICHE E MEDICINA RIGENERATIVA BANDO DI AMMISSIONE CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN CELLULE STAMINALI EMATOPOIETICHE E MEDICINA RIGENERATIVA Istituito ai sensi del D.M. 22/10/2004 n. 270,

Dettagli

LA RIFORMA DEL LAVORO PUBBLICO: NUOVI MODELLI DI ORGANIZZAZIONE E DI GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

LA RIFORMA DEL LAVORO PUBBLICO: NUOVI MODELLI DI ORGANIZZAZIONE E DI GESTIONE DELLE RISORSE UMANE GESTIONE EX INPDAP BANDO DI AMMISSIONE AL CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE LA RIFORMA DEL LAVORO PUBBLICO: NUOVI MODELLI DI ORGANIZZAZIONE E DI GESTIONE DELLE RISORSE UMANE Prot. n. 32122-I/7 Rep.

Dettagli

Università per Stranieri di Siena I L R E T T O R E

Università per Stranieri di Siena I L R E T T O R E Università per Stranieri di Siena Decreto n.454.12 Prot. 11753 I L R E T T O R E - Viste Leggi sull Istruzione Superiore; - Vista la Legge n. 204 del 17/02/1992; - Visto il D.M. n. 509 del 03/11/1999;

Dettagli

TRASFERIMENTI DA ALTRI ATENEI A.A. 2015/16 NORME DI CARATTERE GENERALE

TRASFERIMENTI DA ALTRI ATENEI A.A. 2015/16 NORME DI CARATTERE GENERALE TRASFERIMENTI DA ALTRI ATENEI A.A. 2015/16 NORME DI CARATTERE GENERALE Per i trasferimenti ad anni successivi al primo a corsi di studio a numero programmato NAZIONALE o LOCALE è necessario che l interessato

Dettagli

Seconda Università degli Studi di Napoli

Seconda Università degli Studi di Napoli Segreteria Studenti Facoltà di Psicologia Titolo III Classe 5 IL DIRIGENTE DELLA RIPARTIZIONE STUDENTI il D.R. n. 712 del 25/03/2011 con il quale è stata demandata ai Dirigenti Responsabili di Ripartizioni..l

Dettagli

Art. 1 Posti disponibili

Art. 1 Posti disponibili REGOLAMENTO PER IL TRASFERIMENTO DAL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN MEDICINA E CHIRURGIA E IN ODONTOIATRIA E PROTESI DENTARIA E DAL CORSO DI LAUREA IN IGIENE DENTALE, DI ALTRO ATENEO ALLO

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti All. B al bando di ammissione pubblicato in data 15/10/2015 ART. 1 - TIPOLOGIA L Università degli studi di Pavia attiva, per l a.a. 2015-16, il Master Universitario di I livello in Esperto in comunicazione

Dettagli

BANDO DI AMMISSIONE CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN IMPLANTOLOGIA

BANDO DI AMMISSIONE CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN IMPLANTOLOGIA BANDO DI AMMISSIONE CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN IMPLANTOLOGIA Istituito ai sensi del D.M. 22/10/2004 n. 270, realizzato ai sensi dell art. 7 del Regolamento

Dettagli

D E C R E T A. Dipartimento Risorse Umane e Organizzazione Area Reclutamento Settore V Oggetto: bando concorso ammissione C.L.M. in Psicologia clinica

D E C R E T A. Dipartimento Risorse Umane e Organizzazione Area Reclutamento Settore V Oggetto: bando concorso ammissione C.L.M. in Psicologia clinica Decreto n.5315 IL RETTORE VISTA la legge 9.5.1989, n. 168; VISTA la legge 7.8.1990, n. 241 e successive modificazioni ed integrazioni; VISTA la legge 5.2.1992, n.104, così come modificata dalla legge 28

Dettagli

BANDO. Master Universitario di primo livello. in Management e Funzioni di Coordinamento per le Professioni Sanitarie - MaPS 2 EDIZIONE.

BANDO. Master Universitario di primo livello. in Management e Funzioni di Coordinamento per le Professioni Sanitarie - MaPS 2 EDIZIONE. BANDO Master Universitario di primo livello in Management e Funzioni di Coordinamento per le Professioni Sanitarie - MaPS 2 EDIZIONE Sede di Nuoro Con il patrocinio di: Pag. 1 di 11 1. Il Master L Università

Dettagli

VISTO il Regolamento Didattico di Ateneo, emanato con D.R. n. 2440 del 16.07.2008;

VISTO il Regolamento Didattico di Ateneo, emanato con D.R. n. 2440 del 16.07.2008; SEGRETERIA STUDENTI FACOLTÀ DI ARCHITETTURA 2676 IL RETTORE VISTO lo Statuto di Ateneo; VISTO il Regolamento Didattico di Ateneo, emanato con D.R. n. 2440 del 16.07.2008; VISTO VISTO il Regolamento per

Dettagli

IL RETTORE DECRETA. Direzione Generale e Credito Welfare. Prot n.29892-i77 Foggia, 10/12/2013. Rep. A.U.A. n.412-2013

IL RETTORE DECRETA. Direzione Generale e Credito Welfare. Prot n.29892-i77 Foggia, 10/12/2013. Rep. A.U.A. n.412-2013 Direzione Generale e Credito Welfare Prot n.29892-i77 Foggia, 10/12/2013 Rep. A.U.A. n.412-2013 Area Didattica, Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Pubblicato all Albo Ufficiale d Ateneo il giorno 06/12/2005 BANDO PER L AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN MARKETING E COMUNICAZIONE INTERCULTURALE A.A. 2005/2006 L Università degli Studi

Dettagli

Il Rettore. Università degli Studi di Palermo Titolo VI Classe 5 Fascicolo. 64570 Del 24/09/2014. Decreto n. 3304/2014

Il Rettore. Università degli Studi di Palermo Titolo VI Classe 5 Fascicolo. 64570 Del 24/09/2014. Decreto n. 3304/2014 Università degli Studi di Palermo Titolo VI Classe 5 Fascicolo 64570 Del 24/09/2014 UOR Post-lauream CC RPA Lo Presti Decreto n. 3304/2014 Il Rettore Visto Visto Visto Visti il Decreto del Ministero dell

Dettagli

Rep. n. 312/2015, Prot. 1612 del 19/10/2015 Tit. V/1 Fasc. 2015 V/1.2.23

Rep. n. 312/2015, Prot. 1612 del 19/10/2015 Tit. V/1 Fasc. 2015 V/1.2.23 Rep. n. 312/2015, Prot. 1612 del 19/10/2015 Tit. V/1 Fasc. 2015 V/1.2.23 BANDO DI SELEZIONE PER TITOLI E COLLOQUIO PER LA COPERTURA DI UN INCARICO DI TUTORATO PRESSO LA SCUOLA DI LETTERE E BENI CULTURALI

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Parthenope

Università degli Studi di Napoli Parthenope Università degli Studi di Napoli Parthenope Pos. AG Decreto n. 877 IL RETTORE VISTO il Decreto Ministeriale n. 270 del 22 ottobre 2004; VISTO VISTA VISTE PRESO ATTO CONSIDERATO PRESO ATTO ATTESA VISTO

Dettagli

Università degli Studi di Perugia DR n. 1447

Università degli Studi di Perugia DR n. 1447 Università degli Studi di Perugia DR n. 1447 Il Rettore Oggetto: Trasferimenti ad anni successivi al primo da stesso corso di altro Ateneo - Corsi di laurea delle Professioni Sanitarie A.A. 2015/16 Il

Dettagli

Divisione Segreterie Studenti Area Studenti

Divisione Segreterie Studenti Area Studenti Divisione Segreterie Studenti Area Studenti Rep. 2130/2008 Prot. 27151 Anno Accademico 2008/2009 BANDO PER L AMMISSIONE FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE IL RETTORE VISTA La Legge 2 Agosto 1999, n. 264

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA BANDO DI AMMISSIONE LAUREE DELLE PROFESSIONI SANITARIE ANNO ACCADEMICO 2013/2014

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA BANDO DI AMMISSIONE LAUREE DELLE PROFESSIONI SANITARIE ANNO ACCADEMICO 2013/2014 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA BANDO DI AMMISSIONE LAUREE DELLE PROFESSIONI SANITARIE ANNO ACCADEMICO 2013/2014 VISTA la legge 2 agosto 1999, n. 264 (G.U. n. 183 del 06/08/1999) recante "norme in materia

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE. Pos. SS Decreto n. 535 I L R E T T O R E

REPUBBLICA ITALIANA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE. Pos. SS Decreto n. 535 I L R E T T O R E REPUBBLICA ITALIANA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE Pos. SS Decreto n. 535 I L R E T T O R E VISTO VISTO VISTA VISTA RITENUTO VISTO la deliberazione assunta dal Senato Accademico nella seduta

Dettagli

Università degli Studi di Sassari

Università degli Studi di Sassari Bando di concorso per l ammissione al Master Universitario di II livello in Diritto della integrazione europea delle Autonomie Droit des collectivités territoriales - Orientation professionnelle A. A.

Dettagli

Master di I livello in. Disturbi del linguaggio e della comunicazione da lesioni cerebrali: assesment e riabiltazione STATUTO

Master di I livello in. Disturbi del linguaggio e della comunicazione da lesioni cerebrali: assesment e riabiltazione STATUTO PROPOSTA DI ATTIVAZIONE Master di I livello in Disturbi del linguaggio e della comunicazione da lesioni cerebrali: assesment e riabiltazione Art. 1 Attivazione del Master STATUTO L Università degli Studi

Dettagli

Il Rettore. Decreto n. 120000 (1053) Anno 2015

Il Rettore. Decreto n. 120000 (1053) Anno 2015 Pubblicato sull'albo Ufficiale (n. 5765) dal 21 settembre 2015 al 13 novembre 2015 Il Rettore Decreto n. 120000 (1053) Anno 2015 VISTI gli articoli 16 e 17 del decreto del Presidente della Repubblica n.

Dettagli

SOLO per il profilo IF Infermiere

SOLO per il profilo IF Infermiere Valutazione del punteggio del titolo di accesso SOLO per il profilo IF Infermiere Il titolo di studio richiesto per l accesso è: Laurea in scienze infermieristiche o altro titolo ritenuto valido dalla

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE (ROMA)

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE (ROMA) REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE (ROMA) Art. 1 Istituzione del Master di primo livello per le funzioni di coordinamento

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA PIAZZA DELL ATENEO NUOVO, 1 20126 - MILANO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA PIAZZA DELL ATENEO NUOVO, 1 20126 - MILANO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA PIAZZA DELL ATENEO NUOVO, 06 - MILANO VALUTAZIONE DELLA CARRIERA PREGRESSA AI FINI DEL CONSEGUIMENTO DELLA LAUREA IN TERAPIA DELLA NEURO E PSICOMOTRICITÀ DELL ETÀ

Dettagli

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA DI BOLOGNA SEDE DI BOLOGNA. Concorso per l ammissione al CORSO DI ALTA FORMAZIONE TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA DI BOLOGNA SEDE DI BOLOGNA. Concorso per l ammissione al CORSO DI ALTA FORMAZIONE TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA DI BOLOGNA SEDE DI BOLOGNA Concorso per l ammissione al CORSO DI ALTA FORMAZIONE TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA codice: 018-05/06 Bando A.A. 2005/06 1 Art. 1 Indicazioni

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI G. d ANNUNZIO CHIETI-PESCARA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI G. d ANNUNZIO CHIETI-PESCARA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI G. d ANNUNZIO CHIETI-PESCARA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA BANDO DI CONCORSO RICONVERSIONE CREDITIZIA PROFESSIONI SANITARIE A.A. 2011-2012 SCADENZA 29 FEBBRAIO 2012 Riservato ai

Dettagli

OGGETTO Bando ammissione CdLM - Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate. IL RETTORE

OGGETTO Bando ammissione CdLM - Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate. IL RETTORE Prot.n. 20069 III/2 Data 05.08.2015 Rep. D.R. n 977/2015 Coordinamento Amministrativo Responsabile Dott. Matteo Di Trani Settore Didattica, Servizi agli Studenti Responsabile Dott. Tommaso Campagna Ufficio

Dettagli

IL RETTORE. vista la legge 9 maggio 1989, n. 168, concernente l istituzione del Ministero dell Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica;

IL RETTORE. vista la legge 9 maggio 1989, n. 168, concernente l istituzione del Ministero dell Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica; D.R. 27/7/2010 n.125 recante valutazione comparativa per il conferimento di n. 1 assegno per la collaborazione ad attività di ricerca della LUISS Guido Carli, nell area scientifico disciplinare DIRITTO

Dettagli

I Facoltà di Medicina e Chirurgia. Master di II Livello in. Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica

I Facoltà di Medicina e Chirurgia. Master di II Livello in. Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica I Facoltà di Medicina e Chirurgia Master di II Livello in Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica (Codice Corso di Studio da inserire nel bollettino di immatricolazione:

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Parthenope

Università degli Studi di Napoli Parthenope Università degli Studi di Napoli Parthenope AG Decreto n. 860 IL RETTORE VISTO il Decreto Ministeriale n. 509 del 3 novembre 1999; VISTO il Regolamento dei corsi di perfezionamento, di aggiornamento professionale

Dettagli

Oggetto Bando di ammissione al Corso di Perfezionamento in Biostatistica per la pratica clinica e la ricerca biomedica A.A. 2015-2016.

Oggetto Bando di ammissione al Corso di Perfezionamento in Biostatistica per la pratica clinica e la ricerca biomedica A.A. 2015-2016. Prot n. 1103-I/7 Foggia, 11.01.2016 Rep. A.U.A. n. 01-2016 Area Didattica, Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile dott. Tommaso

Dettagli

Alma Mater Studiorum Università di Bologna Scuola di Lingue e Letterature, Traduzione e Interpretazione Vice Presidenza di Bologna

Alma Mater Studiorum Università di Bologna Scuola di Lingue e Letterature, Traduzione e Interpretazione Vice Presidenza di Bologna Decreto rep. n. 73/2015 Prot. n. 929 Alma Mater Studiorum Università di Bologna Allegato A IL VICEPRESIDENTE VISTO l art. 23 co. 2 della L. 240/2010; VISTO il Decreto Rettorale n 418/2011 Regolamento di

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Parthenope

Università degli Studi di Napoli Parthenope Università degli Studi di Napoli Parthenope Pos. A.G. decreto n. 247 IL RETTORE VISTO PRESO ATTO VISTA VISTE PRESO ATTO VISTA VISTO il D.M. n. 198/2003 Fondo per il sostegno dei giovani e per favorire

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata Coordinamento Generale delle Segreterie Studenti Settore III Scuole di specializzazione Area Sanitaria IL RETTORE VISTO lo Statuto dell Università degli Studi

Dettagli

Al corso sono attribuiti 60 CFU.

Al corso sono attribuiti 60 CFU. U N I V E R S I T A' D E G L I S T U D I D I G E N O V A DIPARTIMENTO GESTIONE E FORMAZIONE STUDENTI ED ATTIVITA INTERNAZIONALI SERVIZIO ALTA FORMAZIONE SETTORE VIII D.R.n. 78 IL RETTORE Visto l art. 31

Dettagli

DIVISIONE ATTIVITA ISTITUZIONALI

DIVISIONE ATTIVITA ISTITUZIONALI DIVISIONE ATTIVITA ISTITUZIONALI Ufficio Dottorati di Ricerca e Scuole di Specializzazione AT/fm Decreto del Rettore Repertorio n. 354-2006 Prot. n. 18687 del 26.07.2006 Tit. III cl. 2 Oggetto: Istituzione

Dettagli

AMMISSIONE AL CORSO DI STUDIO MAGISTRALE ARCHITETTURA (CLASSE LM-4) ANNO ACCADEMICO 2015-16

AMMISSIONE AL CORSO DI STUDIO MAGISTRALE ARCHITETTURA (CLASSE LM-4) ANNO ACCADEMICO 2015-16 AMMISSIONE AL CORSO DI STUDIO MAGISTRALE ARCHITETTURA (CLASSE LM-4) ANNO ACCADEMICO 2015-16 IL DIRETTORE - Vista la legge 2 agosto 1999 n. 264 recante Norme in materia di accessi ai corsi Universitari

Dettagli

CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO

CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO BANDO DI AMMISSIONE CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN Medicina e Biostatistica: fondamenti di metodologia della ricerca Istituito ai sensi del D.M. 22/10/2004

Dettagli

REGOLAMENTO TRASFERIMENTI DA ALTRI ATENEI AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA

REGOLAMENTO TRASFERIMENTI DA ALTRI ATENEI AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA REGOLAMENTO TRASFERIMENTI DA ALTRI ATENEI AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA Approvato dal Consiglio di corso di laurea in Medicina e Chirurgia nella seduta del 20/07/2015 Approvato

Dettagli

Innovazioni legislative, autonomia e status giuridico delle professioni sanitarie. Relatore Luca Benci

Innovazioni legislative, autonomia e status giuridico delle professioni sanitarie. Relatore Luca Benci Innovazioni legislative, autonomia e status giuridico delle professioni sanitarie Relatore Luca Benci Le professioni sanitarie nel XX secolo Medico Speziale Levatrice La dominanza medica: gli elementi

Dettagli

D.R. n. 787 IL RETTORE

D.R. n. 787 IL RETTORE 787 IL RETTORE la legge 19 novembre 1999, n. 341, ed in particolare l art. 6; VISTA VISTE ACQUISITO il Decreto Ministeriale 22 Ottobre 2004, n. 270, Modifiche al Regolamento recante norme concernenti l

Dettagli

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2013/2014

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2013/2014 Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2013/2014 Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative Dipartimento di Patologia Umana X MASTER UNIVERSITARIO DI

Dettagli

Il Rettore DECRETA. Art.1 Numero dei partecipanti

Il Rettore DECRETA. Art.1 Numero dei partecipanti Università degli Studi di Perugia Il Rettore Oggetto: D.R. n. 2627 Bando Master I livello in Progettazione, coordinamento e valutazione di interventi integrati di promozione ed educazione alla salute A.A.

Dettagli

ALLEGATO A al DR n. 1082 del 3.08.2007

ALLEGATO A al DR n. 1082 del 3.08.2007 ALLEGATO A al DR n. 1082 del 3.08.2007 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DEL MOLISE FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN MANAGEMENT INFERMIERISTICO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO in MANAGEMENT IN TECNICHE DELLA PREVENZIONE E SICUREZZA SUL LAVORO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA All. F al bando di ammissione del 8 settembre 2011 - I gruppo Art. 1 - Tipologia L Università degli studi di Pavia attiva, per l a.a. 2011/2012, presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia, Dipartimento

Dettagli

BANDO PER ATTIVITA TUTORIALI AI SENSI DEL D.M. 198/2003 a.a. 2014/2015

BANDO PER ATTIVITA TUTORIALI AI SENSI DEL D.M. 198/2003 a.a. 2014/2015 Prot. n. 685/14 DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE - Visto il comma 6 dell art. 7 del DL 165/01; - Visto il DL 9.5.2003 n. 105, convertito in Legge n. 170 dell 11.7.2003; - Visto l art. 2 del DM 23.10.2003

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA Amministrazione centrale Area uffici didattica Settore master DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA Amministrazione centrale Area uffici didattica Settore master DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA Amministrazione centrale Area uffici didattica Settore master Rep. n. 189-013 - Prot. n. 31 del 19/09/013 Allegati / Anno 013 tit. III cl. 5 fasc.9 DIPARTIMENTO DI SCIENZE

Dettagli

AMMISSIONE AL CORSO DI STUDIO IN ARCHITETTURA MAGISTRALE (CLASSE LM-4) ANNO ACCADEMICO 2014-15

AMMISSIONE AL CORSO DI STUDIO IN ARCHITETTURA MAGISTRALE (CLASSE LM-4) ANNO ACCADEMICO 2014-15 AMMISSIONE AL CORSO DI STUDIO IN ARCHITETTURA MAGISTRALE (CLASSE LM-4) ANNO ACCADEMICO 2014-15 IL DIRETTORE - Vista la legge 2 agosto 1999 n. 264 recante Norme in materia di accessi ai corsi Universitari

Dettagli

Terapia del dolore e cure palliative: il modello biopsicosociale

Terapia del dolore e cure palliative: il modello biopsicosociale UNIVERSITA DEGLI STUDI DI URBINO CARLO BO FACOLTA DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE Bando di selezione per l ammissione al Corso di perfezionamento in: Terapia del dolore e cure palliative: il modello biopsicosociale

Dettagli

BANDO DI AMMISSIONE CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN INTERNATIONAL BUSINESS

BANDO DI AMMISSIONE CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN INTERNATIONAL BUSINESS BANDO DI AMMISSIONE CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN INTERNATIONAL BUSINESS Istituito ai sensi del D.M. 22/10/2004 n. 270, realizzato ai sensi dell art. 7 del

Dettagli

DIPARTIMENTO PER GLI STUDENTI E LA FORMAZIONE POST LAUREA

DIPARTIMENTO PER GLI STUDENTI E LA FORMAZIONE POST LAUREA DIPARTIMENTO PER GLI STUDENTI E LA FORMAZIONE POST LAUREA AVVISO RELATIVO ALLE MODALITA DI ESPLETAMENTO DELLA PROVA D ESAME PER L AMMISSIONE ALLA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER LE PROFESSIONI LEGALI A.

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER TITOLI E COLLOQUIO. Collaboratore Professionale Sanitario/Ostetrica categoria D

AVVISO PUBBLICO PER TITOLI E COLLOQUIO. Collaboratore Professionale Sanitario/Ostetrica categoria D REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N 8 - ASOLO (TV) AVVISO PUBBLICO PER TITOLI E COLLOQUIO Protocollo 27 marzo 2015, n 14502 (pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER L AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN SCIENZE UMANISTICHE PER LA COMUNICAZIONE (CLASSE L -20) COMUNICAZIONE E SOCIETA (CLASSE L 20)

BANDO DI CONCORSO PER L AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN SCIENZE UMANISTICHE PER LA COMUNICAZIONE (CLASSE L -20) COMUNICAZIONE E SOCIETA (CLASSE L 20) Div. III-1 BANDO DI CONCORSO PER L AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN SCIENZE UMANISTICHE PER LA COMUNICAZIONE (CLASSE L -20) COMUNICAZIONE E SOCIETA (CLASSE L 20) ANNO ACCADEMICO 2015/2016 IL RETTORE VISTA

Dettagli

Il Rettore. Decreto n. 120621 (1071) Anno 2015

Il Rettore. Decreto n. 120621 (1071) Anno 2015 Pubblicato sull'albo Ufficiale (n. 5771) dal 21 settembre 2015 al 15 ottobre 2015 Il Rettore Decreto n. 120621 (1071) Anno 2015 VISTI gli articoli 16 e 17 del decreto del Presidente della Repubblica n.

Dettagli

Il Rettore. Decreto n. 163651 (1611) Anno 2015

Il Rettore. Decreto n. 163651 (1611) Anno 2015 Il Rettore Decreto n. 163651 (1611) Anno 2015 VISTI gli articoli 16 e 17 del decreto del Presidente della Repubblica n. 162/82 e l articolo 6 della legge n. 341/90; VISTO l articolo 32 del Regolamento

Dettagli

Studi di Bari, indetto con D.R. n. 3468 del 27/08

Studi di Bari, indetto con D.R. n. 3468 del 27/08 D. R. n. 3652 IL RETTORE Modifica e riapertura termini del bando di concorso per l ammissione al corso di laurea magistrale in Formazione e gestione delle risorse umane (LM-51 e LM-57) presso il Dipartimento

Dettagli

NORME PER L AMMISSIONE

NORME PER L AMMISSIONE Facoltà di Psicologia NORME PER L AMMISSIONE Corso di Laurea Magistrale: Psicologia degli interventi clinici nei contesti sociali (Classe LM-51) 120 Posti Sede di Brescia Anno Accademico 2015/2016 CHI

Dettagli

Divisione Didattica e Studenti

Divisione Didattica e Studenti Divisione Didattica e Studenti Settore Servizi agli Studenti e Progetti per la Didattica Progetti per la Didattica Decreto del Rettore Repertorio n. 306/2010 Prot. n. 16328 del 22/07/2010 Tit. III Cl.

Dettagli