Donatella Peressini, Monica Pin, Alessandro Sensidoni Dipartimento di Scienze degli Alimenti, Università di Udine, via Sondrio 2/A Udine

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Donatella Peressini, Monica Pin, Alessandro Sensidoni Dipartimento di Scienze degli Alimenti, Università di Udine, via Sondrio 2/A-33100 Udine"

Transcript

1 GLI INDICI QUALITATIVI DEL FRUMENTO: STUDIO DELLE RELAZIONI TRA CARATTERISTICHE COMPOSITIVE DEL FRUMENTO TENERO, CARATTERISTICHE REOLOGICHE DEGLI IMPASTI E PROPRIETA PANIFICATORIE Donatella Peressini, Monica Pin, Alessandro Sensidoni Dipartimento di Scienze degli Alimenti, Università di Udine, via Sondrio 2/A-331 Udine

2 QUALITA DELLA FARINA DI FRUMENTO TENERO DIVERSI LIVELLI DI QUALITA - MOLITORIA - TECNOLOGICA

3 RICERCA INTERNAZIONALE

4 FATTORI CHE INFLUENZANO LA QUALITA TECNOLOGICA DELLE FARINE GENOTIPO AMBIENTE TRATTAMENTI AGRONOMICI QUALITA TECNOLOGICA

5 RELAZIONE TRA QUALITA PANIFICATORIA E PROTEINE DELLA FARINA Volume pane Varietà migliore Proteine (%) La qualità panificatoria (volume del pane) è positivamente influenzata da un elevata quantità di proteine della farina e da un elevata quantità di glutenine ad alto peso molecolare

6 GLIADINE E GLUTENINE GLIADINE GLUTINE GLUTENINE

7 MICROSTRUTTURA DELL IMPASTO Elevata reticolazione del glutine Basso rapporto gliadine/glutenine Elevata quantità di proteine insolubili Bassa reticolazione del glutine Alto rapporto gliadine/glutenine Bassa quantità di proteine insolubili

8 CRESCITA DELLE BOLLE DI GAS NELL IMPASTO Tempo di lievitazione

9 FRAZIONI PROTEICHE IN SE-HPLC farine per panificazione a lunga lievitazione farina per biscotti PROTEINE SOLUBILI IN SDS glutenine HMW glutenine LMW gliadine PARAMETRI IMPORTANTI Rapporto gliadine/glutenine Proteine insolubili in SDS

10 PROTEINE INSOLUBILI IN SDS GMP GMP in soluzione di SDS SUP GMP Particelle Starch

11 VALUTAZIONE DELLA QUALITA DELLE FARINE DI FRUMENTO Glutenin fraction Dough microscopic structure Large and small deformation rheology Bread quality Glutenin Macro Polymer (GMP) CSLM TA GMP

12 PROPRIETA DI IMPASTAMENTO E MICROSTRUTTURA DELL IMPASTO Tempo (min) Tempo (min) Tempo (min)

13 PROPRIETA DI IMPASTAMENTO Curve farinografiche Stabilità 5 5 UBU P Indice di rammollimento 2 Tempo (min)

14 PROPRIETA DI IMPASTAMENTO Curve farinografiche 5 U P 5 U P 2 2 Tempo (min) Tempo (min) VARIETA DEBOLE tempo di sviluppo stabilità indice di rammollimento VARIETA FORTE tempo di sviluppo stabilità indice di rammollimento

15 PROPRIETA REOLOGICHE Alveografo di Chopin

16 PROPRIETA REOLOGICHE Curve alveografiche L impasto oppone una resistenza alla pressione d aria (tenacità o elasticità) Oltre una certa pressione l impasto si deforma permettendo lo sviluppo della bolla (estensibilità) Oltre una certa estensibilità rottura della bolla

17 PROPRIETA REOLOGICHE Curve alveografiche P (mm) W L (mm) P: indice di resistenza L: indice di estensibilità W: indice di forza

18 TEST DI ELONGAZIONE UNIASSIALE Texture Analyser Stress (kpa) 14 1 rpm mixing 3 4 2,,5 1, 1,5 2, 2,5 3, Henky strain (-)

19 PRODOTTI DA FORNO DEBOLI MEDIE FORTI BISCOTTERIA Gallette Biscotti secchi Wafers PASTICCERIA Sfoglia Tartine Bignè Frolle Cakes diretto indiretto PANIFICAZIONE Rosetta Maggiolino Ciabatta Baguette PASTE LIEVITATE Pandoro Panettone Colomba

20 QUANTITA DI PROTEINE a.a a.a Proteine (% s.s.) ŒE ³ Im Palazzolo Pasian di Prato Proteine (% s.s.) g Località: Pasian di Prato Bologna Bologna dic Capo Capo dic Renan Antonius min panificabile unica frazionata

21 QUALITA DEL GLUTINE (Palazzolo, AA 27-28) Log G' (Pa) A Bologna Capo Ludwig Renan Reologia fondamentale tan angolo di sfasamento (-) (Pa) B Deformazione (%) Bologna Capo Ludwig Renan Log frequenza (Hz) Log frequenza (Hz) Tempo (minuti)

22 QUALITA DEL GLUTINE (Palazzolo, AA 27-28) G' (Pa) Farina pane a lunga lievitazione Farina biscotti Bologna Capo Ludwig Renan Riferimenti Palazzolo Pasian di Prato Reologia fondamentale A tan angolo di sfasamento (-) B Riferimenti Palazzolo Pasian di Prato Deformazione max (%) Farina pane a lunga lievitazione Farina biscotti Bologna Capo Ludwig Renan Riferimenti Palazzolo Pasian di Prato Bologna e Capo-Pasian di Prato: presenza di un maggiore numero di catene polimeriche in grado di contribuire all elasticità del glutine. Situazioni molto critiche per Capo- Palazzolo e Ludwig-Pasian.

23 PROPRIETA REOLOGICHE DEGLI IMPASTI AA Analisi farinografica ed alveografica 15 3 ñniu N 25 NIˆy À INIÂ úni^ Stabilità (min) 1 5 W (x 1-4 J) Indice rammollimento a 2' (UP) Palazzolo Pasian di Prato XI ƒ Û dxiý XIy X Palazzolo Pasian di Palazzolo Pasian di Prato Ordine decrescente di forza tenendo conto delle 2 località: Bologna>Capo>Renan>Ludwig

24 Stabilità (min) PROPRIETA REOLOGICHE DEGLI IMPASTI AA Bologna Bologna dic Capo Capo dic Renan Antonius Analisi farinografica ed alveografica W (x 1-4 J) 3 F9IÉd x9i5dibol 25 F xbi I b 2 F Iª x I I unica frazionata unica frazionata Indice rammollimento a 2' (UP) Bologna Capo Renan unica Bologna dic Capo dic Antonius frazionata

25 STRUTTURA DEL PANE (AA 27-28) Bologna Capo Ludwig Renan PALAZZOLO Bologna Capo Ludwig Renan PASIAN DI PRATO

26 GIUDIZIO QUALITATIVO GLOBALE AA Campioni PALAZZOLO Bologna Capo Ludwig Renan PASIAN DI PR. Bologna Capo Ludwig Renan Proteine (%) Qualità glutine Reologia impasti Struttura pane Accett. pane fresco Giudizio globale

27 RINGRAZIAMENTI Sig.ra Ada Pinzano del Forno Arcano di Rive D Arcano (UD) Monica Pin Eva Marcuzzo Stefano Micolini Giulia Sambucco Alessandro Pizzutti Vanessa Manzon

Agenzia regionale per lo sviluppo rurale ERSA - Servizio Fitosanitario e Chimico 2

Agenzia regionale per lo sviluppo rurale ERSA - Servizio Fitosanitario e Chimico 2 Pubblicazione edita da Agenzia regionale per lo sviluppo rurale ERSA Via Montesanto, 17 Gorizia Partner Dipartimento di Scienze degli Alimenti - Università degli Studi di Udine Associazione produttori

Dettagli

Strutturazione di impasti per la produzione di pane e pasta contenenti sfarinati con alto valore funzionale

Strutturazione di impasti per la produzione di pane e pasta contenenti sfarinati con alto valore funzionale Progetto Responsabile: Dr.sa M.G.D Egidio (CRA-ISC Roma) Unità di ricerca Dipartimento di Scienze e Tecnologie Alimentari e Microbiologiche UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO Strutturazione di impasti per

Dettagli

1. LA CARIOSSIDE DEL FRUMENTO

1. LA CARIOSSIDE DEL FRUMENTO INDICI TECNOLOGICI :: Il frumento :: 1. La cariosside del frumento 2. Composizione chimica 3. Le proteine del frumento 4. Aspetti qualitativi del frumento 5. Qualità molitoria 6. Qualità tecnologica 7.

Dettagli

Dal Grano al Pane. Prof. Marco Binda 30 ottobre 2014

Dal Grano al Pane. Prof. Marco Binda 30 ottobre 2014 Dal Grano al Pane Prof. Marco Binda 30 ottobre 2014 Triticum durum o grano duro Triticum vulgare o grano tenero ATriticum durum -BTriticum aestivum var. Spada -CTriticum aestivum var. Brasilia La cariosside

Dettagli

PROGETTO Alimenti funzionali MARIA CORBELLINI. U.O. CRA Istituto Sperimentale per la Cerealicoltura Sezione di S. Angelo Lodigiano Roma 06/06/06

PROGETTO Alimenti funzionali MARIA CORBELLINI. U.O. CRA Istituto Sperimentale per la Cerealicoltura Sezione di S. Angelo Lodigiano Roma 06/06/06 PROGETTO Alimenti funzionali RICERCA Identificazione di frumenti idonei alla produzione di miscele panificabili con genotipi di cereali minori selezionati per caratteristiche biochimiche e qualitative

Dettagli

Qualità Globale Merceologica: caratteristiche fisiche della granella Tecnologica: quantità, qualità e caratteristiche delle proteine di riserva

Qualità Globale Merceologica: caratteristiche fisiche della granella Tecnologica: quantità, qualità e caratteristiche delle proteine di riserva FRUMENTO QUALITÀ 1 Qualità Globale Merceologica: caratteristiche fisiche della granella Tecnologica: quantità, qualità e caratteristiche delle proteine di riserva Sanitaria : salubrità dei prodotti alimentari

Dettagli

L Esperto risponde. ARGOMENTO: LA FORMAZIONE DEL GLUTINE Qual'è il processo che vede la formazione del glutine?

L Esperto risponde. ARGOMENTO: LA FORMAZIONE DEL GLUTINE Qual'è il processo che vede la formazione del glutine? L Esperto risponde ARGOMENTO: LA FORMAZIONE DEL GLUTINE Qual'è il processo che vede la formazione del glutine? Le proteine della farina, insolubili in acqua e in soluzioni saline, hanno la capacità di

Dettagli

...Veritas filia temporis *

...Veritas filia temporis * ...Veritas filia temporis * Vision ovvero il nostro modo di vedere le cose. La farina è un bene essenziale nella Storia dell Uomo. L antica arte della macinazione del grano si è sempre individuata come

Dettagli

SFORNATE TUTTO IL VOSTRO TALENTO

SFORNATE TUTTO IL VOSTRO TALENTO FARINE E SEMOLE SFORNATE TUTTO IL VOSTRO TALENTO Da quasi 2 secoli Grandi Molini Italiani (GMI) si dedica al vostro talento offrendo la migliore farina, la scelta più ampia, un servizio personalizzato.

Dettagli

GLUTINE COME USCIRE DAL LABIRINTO

GLUTINE COME USCIRE DAL LABIRINTO GLUTINE COME USCIRE DAL LABIRINTO EXPO 2015 MILANO L.M.Montalbano GLUTINE GRANO - ORZO SEGALE? CEREALI NELLA NOSTRA TAVOLA OGNI GIORNO MA DA DOVE PROVENGONO? COSTI IMPATTO AMBIENTALE Km ZERO Valorizzazione

Dettagli

Laboratorio di Didattica dell Agronomia e delle Coltivazioni Erbacee II (Prof. Teofilo Vamerali) Qualità delle farine per la panificazione

Laboratorio di Didattica dell Agronomia e delle Coltivazioni Erbacee II (Prof. Teofilo Vamerali) Qualità delle farine per la panificazione Laboratorio di Didattica dell Agronomia e delle Coltivazioni Erbacee II (Prof. Teofilo Vamerali) Qualità delle farine per la panificazione Programma del laboratorio N Lez. Modalità Titolo della lezione

Dettagli

I Cereali. - Frumento. - Mais. - Riso

I Cereali. - Frumento. - Mais. - Riso Introduzione ai CEREALI e alle FARINE I Cereali La parola cereali rappresenta una grandissima famiglia di specie botaniche appartenenti alle graminacee. I più diffusi sono - Frumento Produzione mondiale:

Dettagli

con germe di grano + vitamine + sali minerali + fibre + GUSTO

con germe di grano + vitamine + sali minerali + fibre + GUSTO con germe di grano + vitamine + sali minerali + fibre + GUSTO INFIBRA / cosa c'è nel sacco? + benessere INFIBRA permette di aggiungere meno grassi al prodotto finito grazie alle proprietà panificatorie

Dettagli

1. DETERMINAZIONE DELLA QUALITÀ DELLE FARINE DI FRUMENTO

1. DETERMINAZIONE DELLA QUALITÀ DELLE FARINE DI FRUMENTO Laboratorio 1 1. DETERMINAZIONE DELLA QUALITÀ DELLE FARINE DI FRUMENTO INDICE 1. COMPOSIZIONE E QUALITÀ DELLE CARIOSSIDI DI FRUMENTO 2 1.1. Composizione della cariosside 2 1.2. Caratteri qualitativi del

Dettagli

CATALOGO FARINE. Dal 1958 produciamo farine adatte a ogni vostra esigenza

CATALOGO FARINE. Dal 1958 produciamo farine adatte a ogni vostra esigenza CATALOGO FARINE Dal 1958 produciamo farine adatte a ogni vostra esigenza La nostra tradizione aziendale, da più di 50 anni, è sempre stata quella di acquistare grani di elevata qualità, privilegiando la

Dettagli

Il concetto di qualità di un prodotto alimentare è un concetto

Il concetto di qualità di un prodotto alimentare è un concetto I METODI ANALITICI PER LA MISURA DELLA QUALITÀ DEI CEREALI Maria Grazia D Egidio 1 e Marina Carcea 2 1 Consiglio per la Ricerca e Sperimentazione in Agricoltura (CRA-Unità di ricerca per la Valorizzazione

Dettagli

Unità Operativa FRUMENTO DURO: Responsabile M. G. D EgidioD

Unità Operativa FRUMENTO DURO: Responsabile M. G. D EgidioD Unità Operativa FRUMENTO DURO: Responsabile M. G. D EgidioD CRA - Istituto Sperimentale per la la Cerealicoltura - Roma Caratterizzazione Caratterizzazione materie materie prime prime e Definizione Definizionemiscele

Dettagli

Proteine e Glutine del Farro

Proteine e Glutine del Farro Proteine e Glutine del Farro Il frumento e tutti i cereali in genere mostrano una distribuzione percentuale di sostanze nutritive (macronutrienti) suddivisa in: 7-10% lipidi, 64-68% carboidrati, 12-15%

Dettagli

Farine per brevi lievitazioni Impasti diretti (2/6 ore)

Farine per brevi lievitazioni Impasti diretti (2/6 ore) Grandi Molini Italiani (GMI) è il primo gruppo molitorio italiano e tra i principali in Europa nella produzione di farine di grano tenero e semole di grano duro per uso domestico, per uso professionale

Dettagli

Pasta sfoglia rapida Pasta aromatizzata

Pasta sfoglia rapida Pasta aromatizzata Pasta sfoglia magra Pasta sfoglia classica Pasta sfoglia inversa Pasta sfoglia rapida Pasta aromatizzata Giambattista Montanari Ingredienti pasta sfoglia Farina Malto Materia grassa Burro, margarina, Liquidi

Dettagli

Triennio 2002 / 2004. (Attività di ricerca e sperimentazione agraria d'interesse regionale finanziata dalla Regione Marche ai sensi della L.R.

Triennio 2002 / 2004. (Attività di ricerca e sperimentazione agraria d'interesse regionale finanziata dalla Regione Marche ai sensi della L.R. Valutazione tossicologica, tecnologica e agronomica di cereali per lo sviluppo di genotipi a basso contenuto di fattori tossici connessi alla intolleranza al glutine Triennio 2002 / 2004 (Attività di ricerca

Dettagli

SCHEDA TECNICA DI PRODOTTO

SCHEDA TECNICA DI PRODOTTO Cod. 503 SOYA O, Granella di Soia integrale, Farina integrale di grano tenero, Farina integrale di soia, Destrosio, Farina di frumento maltato, Agenti di trattamento della farina: Enzimi, E 300 (acido

Dettagli

Test di compressione

Test di compressione Test di compressione La resistenza di un alimento alla compressione può essere misurata sia come grado di compressione determinato da una forza definita sia come forza necessaria per ottenere una deformazione

Dettagli

Superba FARINA ANTIGRUMI

Superba FARINA ANTIGRUMI FARINA ANTIGRUMI Superba Una preziosa alleata in cucina per rendere speciale ogni tipo di preparazione, dalla pizza alla pasta fresca, dai dolci al pane. Grazie alla sapiente miscelazione dei grani, frutto

Dettagli

il primo ingrediente CATALOGO GENERALE

il primo ingrediente CATALOGO GENERALE il primo ingrediente CATALOGO GENERALE Eravamo un piccolo molino a pietra sulla riva del Po e siamo diventati, passo dopo passo, il primo gruppo molitorio italiano, e tra i maggiori in Europa. il primo

Dettagli

Il Frumento. Tratto da: Alimentazione e Superstizione di Claudia Luoni e Antonio G. Traverso, Edizioni Ecosalute, 2007.

Il Frumento. Tratto da: Alimentazione e Superstizione di Claudia Luoni e Antonio G. Traverso, Edizioni Ecosalute, 2007. 1 2 3 4 5 Il Frumento Tratto da: Alimentazione e Superstizione di Claudia Luoni e Antonio G. Traverso, Edizioni Ecosalute, 2007. L'alimento che più consumiamo è sicuramente il frumento; pane, pasta, dolci,

Dettagli

Pasta frolla. Pasta sable. Pasta brise

Pasta frolla. Pasta sable. Pasta brise Pasta frolla Pari q.tà materia grassa e zucchero Pasta sable % maggiore di m. g. rispetto allo zucchero Pasta brise % di sale maggiore (0,80%) % di zucchero minore 2-3% Giambattista Montanari Farine Amidi

Dettagli

Aspetti tecnologici e nutrizionali della semola rimacinata di grano duro per la panificazione

Aspetti tecnologici e nutrizionali della semola rimacinata di grano duro per la panificazione Aspetti tecnologici e nutrizionali della semola rimacinata di grano duro per la panificazione G.B. Quaglia 1 1 Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione, Via Ardeatina, 546-00178 Roma

Dettagli

GENETICA DI UNA SPIGA DI QUALITA

GENETICA DI UNA SPIGA DI QUALITA LE SCIENZE AGRARIE Tra OGM e agricolture alternative Firenze, 19 Aprile 2013 GENETICA DI UNA SPIGA DI QUALITA Blanco Università degli Studi di Bari Aldo Moro A. La Dieta Mediterranea è caratterizzata dal

Dettagli

L evoluzione delle tecniche agronomiche e l opportunità dei cereali minori. Il problema

L evoluzione delle tecniche agronomiche e l opportunità dei cereali minori. Il problema Università degli Studi di Torino DISAFA L evoluzione delle tecniche agronomiche e l opportunità dei cereali minori Amedeo Reyneri, Debora Giordano SANA Bologna 8 settembre 2014 Dipartimento di Economia,

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI Dipartimento discienze Agronomiche e Genetica Vegetale Agraria Via E. De Nicola 07100 Sassari Tel. +39 079 229222/3 Fax +39 079 229222 e-mail agcess@uniss.it Partita IVA

Dettagli

Ogni giorno gettiamo il seme della qualità

Ogni giorno gettiamo il seme della qualità Ogni giorno gettiamo il seme della qualità La qualità scivola tra gesti semplici Una vocazione dalle radici profonde Ieri è già domani La molitura del grano è una preziosa tradizione che si tramanda di

Dettagli

APPENDICE 1.B5 CEREALI E PRODOTTI DA FORNO

APPENDICE 1.B5 CEREALI E PRODOTTI DA FORNO APPENDICE 1.B5 CEREALI E PRODOTTI DA FORNO (g/die) CONSUMI DEL CAMPIONE TOTALE 8 CEREALI E PRODOTTI DA FORNO Tabella 1.1- Media, deviazione standard, mediana, alti percentili del consumo giornaliero (g/die)

Dettagli

Effetti dell impiego di diversi dolcificanti sulle proprietà reologiche di impasti per prodotti da forno

Effetti dell impiego di diversi dolcificanti sulle proprietà reologiche di impasti per prodotti da forno Atti dell XI Convegno della Società Italiana di Reologia Effetti dell impiego di diversi dolcificanti sulle proprietà reologiche di impasti per prodotti da forno M. Mariotti, C. Alamprese DiSTAM (Dipartimento

Dettagli

APPENDICE 1.B6 CEREALI E PRODOTTI DA FORNO

APPENDICE 1.B6 CEREALI E PRODOTTI DA FORNO APPENDICE 1.B6 CEREALI E PRODOTTI DA FORNO (g/kg peso corporeo/die) CONSUMI DEL CAMPIONE TOTALE 4 CEREALI E PRODOTTI DA FORNO Tabella 1.1- Media, deviazione standard, mediana, alti percentili del consumo

Dettagli

Aspetti tecnologici di panetteria e pasticceria

Aspetti tecnologici di panetteria e pasticceria 1 Aspetti tecnologici di panetteria e pasticceria Le proprietà tecnologiche della farina La farina, come abbiamo già detto, è un prodotto ricavato dalla macinazione e successivo abburattamento del grano.

Dettagli

L evoluzione delle tecniche agronomiche e l opportunità dei cereali minori

L evoluzione delle tecniche agronomiche e l opportunità dei cereali minori Università degli Studi di Torino DISAFA L evoluzione delle tecniche agronomiche e l opportunità dei cereali minori Amedeo Reyneri Celiachia: nuove prospettive Grugliasco 21 marzo 2015 Dipartimento di Economia,

Dettagli

Prodotti da forno particolare attenzione al pane e ad alcuni prodotti dolciari della tradizione DM del 20 dicembre 1994

Prodotti da forno particolare attenzione al pane e ad alcuni prodotti dolciari della tradizione DM del 20 dicembre 1994 Prodotti da forno Oltre alle norme di carattere generale sull etichettatura, esistono diverse norme nazionali che regolamentano il settore dei prodotti da forno; la legislazione italiana presta particolare

Dettagli

FARINA PER PIZZA ITALIANA SCEGLI LA QUALITA AL GIUSTO PREZZO

FARINA PER PIZZA ITALIANA SCEGLI LA QUALITA AL GIUSTO PREZZO FARINA PER PIZZA ITALIANA SCEGLI LA QUALITA AL GIUSTO PREZZO il primo gruppo molitorio italiano Grandi Molini Italiani (GMI) è il primo gruppo molitorio italiano e tra i principali in Europa nella produzione

Dettagli

Università degli Studi di Padova

Università degli Studi di Padova Università degli Studi di Padova Facoltà di Medicina e Chirurgia CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN TECNICHE DELLA PREVENZIONE NELL AMBIENTE E NEI LUOGHI DI LAVORO TESI DI LAUREA Pane fresco e pane da impasti

Dettagli

L arte bianca. Materie prime e tecnologie per la panificazione. Dott. Luca Battistini. Consulente in scienze e tecnologie alimentari

L arte bianca. Materie prime e tecnologie per la panificazione. Dott. Luca Battistini. Consulente in scienze e tecnologie alimentari L arte bianca Materie prime e tecnologie per la panificazione Dott. Luca Battistini Consulente in scienze e tecnologie alimentari N.B. IL PRESENTE DOCUMENTO CONTIENE SOLO DEGLI SCHEMI DI PRESENTAZIONE

Dettagli

Dal seme alla farina: metodi tradizionali e innovativi per la tracciabilità genetica dei cereali

Dal seme alla farina: metodi tradizionali e innovativi per la tracciabilità genetica dei cereali Dal seme alla farina: metodi tradizionali e innovativi per la tracciabilità genetica dei cereali Chiara Delogu Lorella Andreani SCS- Centro per la sperimentazione e certificazione delle sementi SEME Materiale

Dettagli

STORIA E TRADIZIONE. Da allora Tradizione e Qualità sono rimasti il fiore all occhiello della Pasticceria Orlandi.

STORIA E TRADIZIONE. Da allora Tradizione e Qualità sono rimasti il fiore all occhiello della Pasticceria Orlandi. STORIA E TRADIZIONE La Pasticceria Orlandi nasce per volontà di Romano Orlandi che dopo una lunga gavetta nelle più famose pasticcerie milanesi, nel 1952 decide di mettersi in proprio aprendo il suo negozio

Dettagli

ERALDO ROSSI. Conoscenze specifiche dei prodotti alimentari

ERALDO ROSSI. Conoscenze specifiche dei prodotti alimentari ERALDO ROSSI 1979 Istituto Tecnico Industriale statale A. Volta Perugia Diploma di Chimico Industriale Capotecnico di laboratorio. Alcuni corsi professionali effettuati - Qualità Totale - I Sette strumenti

Dettagli

Il grano è l unica materia prima per ottenere semola e farina. Se aggiungiamo solo dell acqua otteniamo la pasta. Con l aggiunta anche del lievito

Il grano è l unica materia prima per ottenere semola e farina. Se aggiungiamo solo dell acqua otteniamo la pasta. Con l aggiunta anche del lievito Il grano è l unica materia prima per ottenere semola e farina. Se aggiungiamo solo dell acqua otteniamo la pasta. Con l aggiunta anche del lievito otteniamo il pane. Pane e pasta sono gli alimenti più

Dettagli

TECNICHE DI UTILIZZO DEL LIEVITO NATURALE IN IMPASTI PANARI

TECNICHE DI UTILIZZO DEL LIEVITO NATURALE IN IMPASTI PANARI TECNICHE DI UTILIZZO DEL LIEVITO NATURALE IN IMPASTI PANARI Capitolo 1 - Considerazioni preliminari Aspetti fondamentali della fermentazione panaria A cura di Fabrizio Nistri: fabrizio.nistri@nistriandrea.it

Dettagli

PROFILO PROFESSIONALE: TERZO ANNO DI QUALIFICA OPERATORE DELL INDUSTRIA DOLCIARIA

PROFILO PROFESSIONALE: TERZO ANNO DI QUALIFICA OPERATORE DELL INDUSTRIA DOLCIARIA INDIRIZZO ARTE BIANCA Qualifica operatore dell industria dolciaria (D.M. 2 dicembre 1994) PROFILO PROFESSIONALE: TERZO ANNO DI QUALIFICA OPERATORE DELL INDUSTRIA DOLCIARIA L operatore dell industria dolciaria

Dettagli

CATALOGO formato famiglia

CATALOGO formato famiglia ANTICO MOLINO DELLE FOLCI dal 1700 farine senza aggiunta di additivi la qualità della farina, la bontà del pane CATALOGO formato famiglia O LINO DEL MO LE LCI FO ANTI C dal 1700 La dedizione per la qualità

Dettagli

Interpretazione dei parametri alveografici ai fini della caratterizzazione merceologica delle farine di grano tenero

Interpretazione dei parametri alveografici ai fini della caratterizzazione merceologica delle farine di grano tenero Interpretazione dei parametri alveografici ai fini della caratterizzazione merceologica delle farine di grano tenero Damiano Carmelo Tomasello ibero professionista socio FOSAN Autore per corrispondenza

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FOGGIA BIOAGROMED CENTRO DI RICERCA INTERDIPARTIMENTALE

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FOGGIA BIOAGROMED CENTRO DI RICERCA INTERDIPARTIMENTALE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FOGGIA BIOAGROMED CENTRO DI RICERCA INTERDIPARTIMENTALE ACCORDO DI PROGRAMMA QUADRO IN MATERIA DI RICERCA SCIENTIFICA NELLA REGIONE PUGLIA PROGETTO STRATEGICO INNOVAZIONE DI PROCESSO

Dettagli

ALLEGATO 2) COMUNE DI PALERMO Settore Servizi Educativi

ALLEGATO 2) COMUNE DI PALERMO Settore Servizi Educativi ALLEGATO 2) COMUNE DI PALERMO Settore Servizi Educativi SERVIZIO ASII NIDO CARATTERISTICHE MERCEOLOGICHE ED IGIENICO- SANITARIE DI ALCUNI PRODOTTI FRESCHI DA FORNO IMPIEGATI, O DI POSSIBILE IMPIEGO, NEGLI

Dettagli

Farine / Semilavorati / Prodotti speciali

Farine / Semilavorati / Prodotti speciali Farine / Semilavorati / Prodotti speciali t r a d i z i o n e i t a l i a n a Farine 00 Farina 00 - Manitoba Farina 00 - Oro Farina 00 - Superiore Farina per pizza napoletana Farina di grano tenero proveniente

Dettagli

BIOLOGICA. L armonia tra natura, uomo e salute

BIOLOGICA. L armonia tra natura, uomo e salute BIOLOGICA L armonia tra natura, uomo e salute L esigenza di stili di vita salutari ed equilibrati porta a ricercare sempre di più prodotti che soddisfi no non solo la voglia di bontà e fragranza, ma anche

Dettagli

I DISCIPLINARI DEL MARCHIO QM

I DISCIPLINARI DEL MARCHIO QM 9 I DISCIPLINARI DEL MARCHIO QM PRINCIPALI REQUISITI DEL DISCIPLINARE FILIERA CEREALI Sezione prima FRUMENTO DURO, FRUMENTO TENERO E PRODOTTI DERIVATI Il disciplinare Filiera cereali, insieme a quello

Dettagli

Una vera passione. Il nostro laboratorio. Vienici a trovare! Basta seguire il profumo...

Una vera passione. Il nostro laboratorio. Vienici a trovare! Basta seguire il profumo... Una vera passione De Gustibus non disputandum est ovvero tutti i gusti sono gusti. Un antica frase latina mi ha inspirato per dare vita a questo laboratorio artigianale. La mia passione per la pasticceria

Dettagli

Introduzione. Agronomo Francese

Introduzione. Agronomo Francese 1 Sommario Premessa..... Introduzione.. La Mia Esperienza.... Storia Del Pane.. Classificazione Del Pane... Elementi Fondamentali Per Ottenere Il Pane - La Farina..... - Il Lievito - Il Sale.... - L Acqua...

Dettagli

DAL FRUMENTO AL PANE LA QUALITÀ DIIERI E DIOGGI

DAL FRUMENTO AL PANE LA QUALITÀ DIIERI E DIOGGI DAL FRUMENTO AL PANE LA QUALITÀ DIIERI E DIOGGI Mercato nazionale ed internazionale del frumento e situazione attuale delle coltivazioni nel nord Italia: problematiche di coltivazione nel convenzionale,

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Facoltà di Ingegneria

Università degli Studi di Bergamo Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Bergamo Facoltà di Ingegneria Geotecnica e Tecnica delle Fondazioni ESERCITAZIONE Docente: Daniela Giretti Studenti: Monica Bianchi Gabriele Gazzaniga Gabriele Ravizza Lorenzo

Dettagli

La produzione cerealicola mondiale nel 1995 è stata globalmente di 1.900 milioni di tonnellate, di cui il 25% è rappresentato dal frumento.

La produzione cerealicola mondiale nel 1995 è stata globalmente di 1.900 milioni di tonnellate, di cui il 25% è rappresentato dal frumento. I cereali sono senza dubbio i vegetali più largamente coltivati al mondo: si stima che circa i due terzi della superficie coltivabile sulla terra siano dedicati alla loro produzione. I prodotti della trasformazione

Dettagli

ALLA SCOPERTA DEL GLUTINE DAL CHICCO AL PANE

ALLA SCOPERTA DEL GLUTINE DAL CHICCO AL PANE Istituto Comprensivo Europa di Faenza - Scuola Media Europa - Classe 1ª C Docente coordinatore: Pia Molinari ALLA SCOPERTA DEL GLUTINE DAL CHICCO AL PANE 205 ISOLAMENTO DEL GLUTINE RELAZIONE DELL ESPERIMENTO

Dettagli

Lunedi 4 e Martedi 5 Maggio 2015 dalle 9,30 alle 17,00

Lunedi 4 e Martedi 5 Maggio 2015 dalle 9,30 alle 17,00 CORSO PRATICO SULLA BISCOTTERIA ARTIGIANALE Produzione di biscotti innovativi da proporre ai palati più esigenti oltre ai tanti classici della pasticceria italiana. Non mancheranno biscotti ai cereali

Dettagli

Sommario. Dal grano al pane 7. Valori nutrizionali e ingredienti 33. Scegliere quello amico della linea 67. Preparare il pane in casa 99

Sommario. Dal grano al pane 7. Valori nutrizionali e ingredienti 33. Scegliere quello amico della linea 67. Preparare il pane in casa 99 Sommario Le origini Dal grano al pane 7 Le sue virtù Valori nutrizionali e ingredienti 33 LA STORIA LA STORIA LE PROPRIETÀ I benefici Scegliere quello amico della linea 67 LA SALUTE Lavorazione Preparare

Dettagli

donna che schiaccia il grano - terracotta egiziana della sesta dinastia

donna che schiaccia il grano - terracotta egiziana della sesta dinastia Origine del pane Secondo la tradizione il pane è stato inventato in Egitto. Gli egiziani erano già in uso di frantumare i chicchi e produrre la farina, ma un giorno... Il Nilo in piena raggiunse i sacchi

Dettagli

Studi conformazionali di subunità gluteniniche ad alto peso molecolare del frumento mediante spettroscopia di dicroismo circolare

Studi conformazionali di subunità gluteniniche ad alto peso molecolare del frumento mediante spettroscopia di dicroismo circolare Studi conformazionali di subunità gluteniniche ad alto peso molecolare del frumento mediante spettroscopia di dicroismo circolare S. Fisichella 1, A. Palermo 1, A. Savarino 1 1 Dipartimento di Scienze

Dettagli

LA GESTIONE DEGLI ALLERGENI IN AUTOCONTROLLO

LA GESTIONE DEGLI ALLERGENI IN AUTOCONTROLLO LA GESTIONE DEGLI ALLERGENI IN AUTOCONTROLLO Enrico Pavoni Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell Emilia Romagna-Brescia Roma 25/09/2013 Ruolo degli IIZZSS Supporto agli organi di

Dettagli

L etichetta di panettone, pandoro, colomba, savoiardo, amaretto e amaretto morbido

L etichetta di panettone, pandoro, colomba, savoiardo, amaretto e amaretto morbido L etichetta di panettone, pandoro, colomba, savoiardo, amaretto e amaretto morbido Un disciplinare di produzione per alcuni prodotti da forno Il d.m. 22 luglio 2005, in vigore dal 29 gennaio 2006, definisce

Dettagli

I Mix Multicereali. Alta Qualità in Panificazione.

I Mix Multicereali. Alta Qualità in Panificazione. I Mix Multicereali Alta Qualità in Panificazione. I Mix Multicereali La Gamma Italmill è un azienda dinamica che opera nel mercato europeo dei prodotti da forno. Ed è Subito Pane, il brand Italmill dei

Dettagli

Disciplinare di produzione Regolamento d uso del Marchio Collettivo Pizzoccheri della Valtellina

Disciplinare di produzione Regolamento d uso del Marchio Collettivo Pizzoccheri della Valtellina Disciplinare di produzione Regolamento d uso del Marchio Collettivo Pizzoccheri della Valtellina Art. 1. Denominazione - marchio Il regolamento d uso del Marchio Collettivo per i Pizzoccheri della Valtellina

Dettagli

I lievitati tenuto dal Maestro Pasticciere Armando Palmieri

I lievitati tenuto dal Maestro Pasticciere Armando Palmieri Lunedì 2 e Martedì 3 Febbraio 2015 CORSO PRATICO amatoriale I lievitati Utilizzo delle diverse tipologie di lieviti e loro influenza sul bilanciamento delle ricette. Verranno illustrati i procedimenti

Dettagli

MINISTERO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE

MINISTERO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE MINISTERO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE DIREZIONE GENERALE PER L ARMONIZZAZIONE DEL MERCATO E LA TUTELA DEI CONSUMATORI L etichetta di panettone, pandoro, colomba, savoiardo, amaretto e amaretto morbido NOVITÀ

Dettagli

Normative sulla Tenuta dei Serramenti ad Aria, Acqua e Vento

Normative sulla Tenuta dei Serramenti ad Aria, Acqua e Vento UNI EN 12208 La tenuta all acqua di un serramento, descrive la sua capacità di essere impermeabile sotto l azione di pioggia battente e in presenza di una determinata velocità del vento. La norma, la UNI

Dettagli

farina serve ad indicare quella di grano semola

farina serve ad indicare quella di grano semola Cos è la farina? La farina è il prodotto ottenuto dalla macinazione di cereali o di altri prodotti (legumi, frutta a guscio, tuberi). Nell'uso comune quando non specificato il termine farina serve ad indicare

Dettagli

EVOLUZIONE DELLA QUALITA PANIFICATORIA IN GRANO DAL SECONDO DOPOGUERRA AD OGGI

EVOLUZIONE DELLA QUALITA PANIFICATORIA IN GRANO DAL SECONDO DOPOGUERRA AD OGGI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTA DI AGRARIA Dipartimento Agronomia Ambientale e Produzioni Vegetali TESI DI LAUREA IN SCIENZE E TECNOLOGIE AGRARIE EVOLUZIONE DELLA QUALITA PANIFICATORIA IN GRANO

Dettagli

Disciplinare di produzione PANE DI PELLEGRINA

Disciplinare di produzione PANE DI PELLEGRINA Disciplinare di produzione PANE DI PELLEGRINA Art. 1- Nome del Prodotto La Denominazione Pane di Pellegrina o la sua variante dialettale Pani i Pellegrina è riservata esclusivamente al prodotto che risponde

Dettagli

GLI STABILIMENTI. La produzione Barilla si svolge in 30 siti produttivi, distribuiti in nove diversi Paesi:

GLI STABILIMENTI. La produzione Barilla si svolge in 30 siti produttivi, distribuiti in nove diversi Paesi: La produzione si svolge in 30 siti produttivi, distribuiti in nove diversi Paesi: gli stabilimenti: 9 in Italia e 12 all estero i mulini: 4 in Italia e 1 all estero gli stabilimenti con mulino integrato:

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 PRODUZIONI ALIMENTARI Processo Trasformazione e produzione di farina, pasta e prodotti da forno Sequenza

Dettagli

Celiachia: ci salverà il lievito madre

Celiachia: ci salverà il lievito madre Celiachia: ci salverà il lievito madre La celiachia negli ultimi anni è entrata prepotentemente nelle nostre vite: è ormai quasi impossibile non conoscere qualcuno che sia affetto da tale forma di intolleranza

Dettagli

AMIDO (starch) CHO di riserva presente nei diversi alimenti in quantità variabili. Amilosio: catene lineari di glucosio con legami 1-4

AMIDO (starch) CHO di riserva presente nei diversi alimenti in quantità variabili. Amilosio: catene lineari di glucosio con legami 1-4 AMIDO (starch) CHO di riserva presente nei diversi alimenti in quantità variabili Alimento Contenuto di amido, % Mais granella 71-74 Avena 41-44 Riso 75-88 Grano 67-68 Orzo 67-68 Pisello semi 43-48 Patate

Dettagli

Proprietà meccaniche a trazione di compositi polimerici rinforzati con fibre lunghe di carbonio di interesse per il settore automotive

Proprietà meccaniche a trazione di compositi polimerici rinforzati con fibre lunghe di carbonio di interesse per il settore automotive ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITA' DI BOLOGNA SECONDA FACOLTA DI INGEGNERIA CON SEDE A CESENA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA MECCANICA Classe: L-9 Sede di Forlì ELABORATO FINALE DI LAUREA In Tecnologia

Dettagli

RICETTE CON IL PROGRAMMA: PANE BIANCO

RICETTE CON IL PROGRAMMA: PANE BIANCO Indice Scegliere la macchina del pane...................................... 2 Conosciamo gli ingredienti......................................... 2 Test per verificare la forza di una farina..............................

Dettagli

Molino F.lli Chiavazza «La cultura del frumento»

Molino F.lli Chiavazza «La cultura del frumento» Molino F.lli Chiavazza «La cultura del frumento» Opportunità e criticità della filiera cerealicola Molino F.lli Chiavazza «La cultura del frumento» Inizio attività: 1955 Azienda leader nella produzione

Dettagli

LIEVITI LIEVITO BIOLOGICO Prodotto Descrizione Confez. d.imp. /Kg NATURALE Lievito Biologico S.15kg S.T. 3,50 COADIUVANTI ANTIRAFFERMATIVI

LIEVITI LIEVITO BIOLOGICO Prodotto Descrizione Confez. d.imp. /Kg NATURALE Lievito Biologico S.15kg S.T. 3,50 COADIUVANTI ANTIRAFFERMATIVI COADIUVANTI TECNOLOGICI NO MOULD ANTIFILANTE Antifilante per prodotti da forno S.15kg 0,2% 1,95 MUFIL ANTIMUFFA Antifilante e Antimuffa S.15kg S.T. 2,40 LIEVITI LIEVITO BIOLOGICO NATURALE Lievito Biologico

Dettagli

Non è tutto oro. quello che lievita

Non è tutto oro. quello che lievita Non è tutto oro quello che lievita Nasce nel 1936 nella valle del Ticino e fa parte del mondo Le Farine Magiche Lo Conte. Il gruppo Campano già leader nel settore retail per le farine speciali. Con 4 stabilimenti

Dettagli

susanna neuhold responsabile area food - Firenze 30 marzo 2012

susanna neuhold responsabile area food - Firenze 30 marzo 2012 Come stare alla larga dal glutine: requisiti tecnici per le produzioni senza glutine Convention per l industria alimentare susanna neuhold responsabile area food - Firenze 30 marzo 2012 1 Cosa mangia il

Dettagli

802859 Set 15 capsule di pane in 5 gusti

802859 Set 15 capsule di pane in 5 gusti 802859 Set 15 capsule di pane in 5 gusti Pane bianco Puro Preparazione per pane di tipo 1. Farina di grano tenero (94%) tipo 1, sale iodato, lievito secco, destrosio, proteine di frumento, maltodestrina,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CIVILE, EDILE E AMBIENTALE (DICEA) CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA PER L AMBIENTE ED IL TERRITORIO CARATTERIZZAZIONE FISICO-MECCANICA

Dettagli

CRACKER DI FARRO E KAMUT SENZA LIEVITO CON OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA

CRACKER DI FARRO E KAMUT SENZA LIEVITO CON OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA CRACKER DI FARRO E KAMUT SENZA LIEVITO CON OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA 230 250 12 CRACKERS DI FARRO E ROSMARINO SENZA LIEVITO Ingredienti: Farina di farro tipo 0, farina di riso, olio extravergine, sale

Dettagli

Schweizerische Brotinformation SBI Postfach 7957 3001 Bern

Schweizerische Brotinformation SBI Postfach 7957 3001 Bern INFORMAZIONI TECNICHE SUL PANE SVIZZERO PER SAPERNE DI PIÙ SUL GLUTINE: COME SI CREA E COME AGISCE Dr. sc. nat. Stephanie Baumgartner Perren, nutrizionista, infood GmbH, Brugg Il glutine è dato da una

Dettagli

Il pane. Ha un posto fondamentale

Il pane. Ha un posto fondamentale Il pane Il pane (dal latino panis) è un prodotto alimentare ottenuto dalla lievitazione e successiva cottura in forno di un impasto di farina di cereali, acqua e condimenti vari. Ha un posto fondamentale

Dettagli

!!!!!!!!! DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEL PANETTONE TIPICO DELLA TRADIZIONE ARTIGIANA MILANESE! 1

!!!!!!!!! DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEL PANETTONE TIPICO DELLA TRADIZIONE ARTIGIANA MILANESE! 1 DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEL PANETTONE TIPICO DELLA TRADIZIONE ARTIGIANA MILANESE 1 Articolo 1. Denominazione La denominazione di Panettone Tipico della Tradizione Artigiana Milanese è riservata al prodotto

Dettagli

Tegral Puravita Rusticano. Ricettario

Tegral Puravita Rusticano. Ricettario Ricettario TEGRAL PURAVITA RUSTICANO Gusto, salute e versatilità in un unico prodotto Le nuove proposte I sostitutivi del pane sono sempre più apprezzati dagli italiani, occupando un peso sempre maggiore

Dettagli

Con un chicco di GRANO... Scuola Primaria classe 3^F

Con un chicco di GRANO... Scuola Primaria classe 3^F Con un chicco di GRANO... Scuola Primaria classe 3^F Grano = Frumento Ecco i protagonisti del nostro viaggio: Un nome, tante differenze. Le varietà di frumento si possono classificare in due grandi categorie:

Dettagli

PANETTONE TERRA DI SAN MARINO

PANETTONE TERRA DI SAN MARINO DISCIPLINARE DI PRODUZIONE PANETTONE TERRA DI SAN MARINO ARTICOLO 1 La denominazione Panettone Terra di San Marino è riservato esclusivamente al prodotto ottenuto da imprese che abbiano la sede e l azienda

Dettagli

Le ricette del pane in collaborazione con Emile-Henry

Le ricette del pane in collaborazione con Emile-Henry Le ricette del pane in collaborazione con Emile-Henry IL PANE Fare il pane in casa è molto più che una moda salutista o di una scelta economica, significa riappropriarsi di capacità manuali e modalità

Dettagli

Bitumi modificati AGIP ELIFLEX

Bitumi modificati AGIP ELIFLEX Bitumi modificati AGIP ELIFLEX Refining & Marketing Bitumi modificati AGIP ELIFLEX 3 Una qualificata risposta alle molteplici esigenze degli operatori del settore stradale Tra le esigenze del settore

Dettagli

Cos è il farro? farro

Cos è il farro? farro La Storia Il farro è un antico grano le cui origini si possono far risalire a oltre 5000 anni fa in Medio Oriente vicino a quello che ora è l Iran. Coltivato diffusamente fino al principio del XX secolo

Dettagli

SOMMARIO. 1 Dolci, Pane e Pizza di Giuliano Pediconi

SOMMARIO. 1 Dolci, Pane e Pizza di Giuliano Pediconi SOMMARIO RICETTE BASE...2 CAKES ALL ARANCIA...2 CIAMBELLA PAESANA...3 DOLCE DEL NONNO...3 PLUM CAKE...4 TORTA AL CAFFÈ...4 TORTA ALLE ALBICOCCHE CON GRANELLONA...5 TORTA ALLE NOCI...6 TORTA GERBAUD...7

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONCORSO

REGOLAMENTO DEL CONCORSO Sigep International Bakery Cup Bread in the city Rimini, 23 27 Gennaio 2016 REGOLAMENTO DEL CONCORSO SOMMARIO Pagina 3 Comitato organizzativo e contatti Pagina 4 I concorrenti, le squadre, abbigliamento

Dettagli

MIX DOLCI. Qualità e versatilità al servizio della pasticceria creativa

MIX DOLCI. Qualità e versatilità al servizio della pasticceria creativa Qualità e versatilità al servizio della pasticceria creativa DOLCI DA FORNO BIOCAKE AMORPOLENTA - Speciale per amorpolenta, torte varie e biscotteria. - Assicura un risultato dal sapore delizioso, struttura

Dettagli

NEW NUOVA RICETTA. QUALITÀ E SICUREZZA per il trattamento delle malattie METABOLICHE CONGENITE

NEW NUOVA RICETTA. QUALITÀ E SICUREZZA per il trattamento delle malattie METABOLICHE CONGENITE NEW NUOVA RICETTA QUALITÀ E SICUREZZA per il trattamento delle malattie METABOLICHE CONGENITE PASTA Ancora PIÙ BUONA e gustosa Ottimo profilo nutrizionale: PIÚ RICCA IN FIBRE 7,3 g / 100 g Meno proteine

Dettagli