I SOGGETTI DI SPETTACOLO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I SOGGETTI DI SPETTACOLO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA"

Transcript

1 I SOGGETTI DI SPETTACOLO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA Censimento. Anno La ricerca ha come obiettivo quello di fotografare il sistema dello spettacolo nella Provincia di Ravenna, attraverso il monitoraggio dei soggetti presenti sul territorio provinciale. Sono stati presi in considerazione i dati relativi ad associazioni, istituzioni, società e fondazioni, soggetti eterogenei in quanto a forma giuridica, con sede legale nella provincia di Ravenna, la cui attività abbia un rilevante valore culturale, di qualificazione e diversificazione del sistema dello spettacolo. Inizialmente sono stati rilevati i dati già in possesso della Provincia, relativi ai soggetti finanziati ai sensi della Legge Regionale 13/99 in materia di Spettacolo triennio 2006/2008 sia tramite l Accordo provinciale che mediante convenzione diretta con la Regione Emilia- Romagna per attività di spettacolo o coordinamento e promozione di settori specifici dello spettacolo. Successivamente la ricerca è stata integrata con dati reperiti consultando gli albi delle associazioni riconosciute pubblicati sui siti di Provincia e Regione, l archivio online delle imprese italiane fornito della Camera di Commercio, i siti istituzionali dello spettacolo, il sito Cartellone della Regione Emilia Romagna. La scheda di rilevazione statistica è stata strutturata per raccogliere i dati anagrafici, la forma giuridica dei soggetti, il settore (musica, teatro, danza, attività interdisciplinari e agenzie di spettacolo) e la tipologia di attività (produzione, distribuzione, organizzazione), gli eventuali spazi gestiti, il personale, i finanziamenti pubblici. I dati raccolti confluiscono in un apposito Data-Base sul sito dipartimentale del Settore Cultura della Provincia di Ravenna, strumento di facile consultazione che permette la restituzione delle notizie in relazione alla tipologia delle informazioni ricercate. I dati analizzati nella stesura di questo report sono quelli relativi a settore, tipologia di attività e forma giuridica dei soggetti di spettacolo presi in considerazione. Mappatura dei soggetti: spettacolo dal vivo Nella provincia di Ravenna il settore dello spettacolo dal vivo è caratterizzato da una molteplicità di soggetti che si occupano della produzione culturale. Nel 2007 sono stati monitorati 49 soggetti che svolgono attività di spettacolo: 25 per il settore musicale, 12 per il teatro di prosa, 5 per la danza e il balletto, 5 per attività interdisciplinari e 2 agenzie di spettacolo.

2 All interno del territorio provinciale il settore musicale risulta trainante, superando il 50% dell intero comparto dello spettacolo dal vivo. La quota che spetta al settore teatrale si attesta intorno a 24%, quella relativa alla danza e al balletto sul 10%, dato incoraggiante rispetto al quadro nazionale 1, in cui l arte coreutica risulta ben più minoritaria. Il quadro è completato dalle agenzie di spettacolo (4%) e dai soggetti che si occupano di attività interdisciplinari (10%), in numero sempre crescente viste le nuove tendenze artistiche, legate alla contaminazione di più generi e linguaggi espressivi. ARTICOLAZIONE DEI SOGGETTI DI SPETTACOLO PER SETTORE 10% 4% 10% 52% 24% Musica Teatro Danza Attività interdisciplinari Agenzie di spettacolo Per una valutazione più particolareggiata del peso di ciascun settore all interno del territorio provinciale, sono stati presi in considerazione i dati relativi all articolazione territoriale dei soggetti di spettacolo nei singoli distretti di Faenza, Lugo e Ravenna. ARTICOLAZIONE TERRITORIALE DEI SETTORI DELLO SPETTACOLO Distretto di Ravenna Distretto di Lugo Distretto di Faenza Musica Teatro Danza Attività interdisciplinari Agenzie di spettacolo 1 Questo dato è ricavato dall Attività di monitoraggio dell Osservatorio Regionale dello Spettacolo dell Emilia- Romagna. Rapporto 2005.

3 Il distretto di Ravenna registra il più alto numero di soggetti di spettacolo, seguito da quello di Faenza, in cui il settore musicale risulta più consistente rispetto agli altri due ambiti territoriali. Nel distretto di Lugo vi è un numero inferiore di soggetti, tuttavia equamente distribuiti nei diversi settori dello spettacolo. Per quanto riguarda l assetto organizzativo dei soggetti presi in considerazione, si può rilevare che la forma giuridica nettamente maggioritaria è quella dell associazione culturale 2 (68%), che permette flessibilità nella gestione e nella progettualità. Significativa è la presenza di soggetti con forma giuridica societaria 3, che fonda la propria attività prevalentemente su risorse interne e che rappresenta il 22% dei soggetti. Da rilevare all interno di questa categoria è la forte presenza della realtà cooperativa, che ha come capisaldi i principi di mutualità e solidarietà, senza fini di speculazione privata. Una realtà in crescita è rappresentata dalle fondazioni 4, in linea con le tendenze nazionali che mostrano di preferire questa forma organizzativa per l esigenza di attrarre finanziamenti dal settore societario privato. Oltre ad associazioni e società di persone e capitali, le altre forme di impresa rappresentano circa il 2% dell intero comparto. ARTICOLAZIONE DEI SOGGETTI DI SPETTACOLO PER FORMA GIURIDICA 22% 2% 2% 6% 68% Associazioni Fondazioni Società Onlus Altro Musica Teatro Danza Attività Agenzie di interdiscip. spettacolo TOTALE Associazioni Fondazioni Società Onlus Altro Disciplinata nel Libro I, Titolo II del Codice Civile. 3 Disciplinata nel Libro V, Titolo V e VI del Codice Civile. 4 Disciplinata nel Libro I, Titolo II del Codice Civile (artt ).

4 Per avere una visione più particolareggiata dell assetto organizzativo degli organismi presi in considerazione, sono stati valutati i dati relativi ad ogni singolo settore dello spettacolo dal vivo. ARTICOLAZIONE DEI SETTORI DELLO SPETTACOLO PER FORMA GIURIDICA Agenzie di spettacolo Attività interdisciplinari Danza Teatro Musica Associazioni Fondazioni Società Onlus Altro E da rilevare che nel settore delle attività interdisciplinari sono particolarmente attive le Fondazioni e che tutti i soggetti che si occupano di coreutica sono costituiti in associazioni, dato che mostra lo scarso sviluppo aziendale di questo settore. L ultima analisi effettuata sui soggetti di spettacolo riguarda le tipologie di attività nei diversi settori dello spettacolo dal vivo, di prosa, musica, danza, attività interdisciplinari e agenzie di spettacolo. ARTICOLAZIONE DEI SOGGETTI DI SPETTACOLO PER TIPOLOGIA DI ATTIVITA' 14% 2% 29% 22% 4% 29% produzione organizzazione distribuzione prod/distr prod/organ cori/bande

5 ARTICOLAZIONE DEI SETTORI DELLO SPETTACOLO PER TIPOLOGIA DI ATTIVITA' Agenzie di spettacolo Attività interdisciplinari Danza Teatro v Musica 0% 20% 40% 60% 80% 100% produzione organizzazione distribuzione prod/distr prod/organ cori/bande Per quanto riguarda il comparto musicale la situazione complessiva evidenzia un intensa attività, articolata per generi e diversificata nell offerta. Una percentuale molto limitata del settore si occupa esclusivamente di produzione, perchè spesso i soggetti che si occupano di produzione sono attivi anche nel campo dell organizzazione di eventi e manifestazioni e della distribuzione di spettacoli. L attività prevalente risulta essere quella organizzativa. Molti sono gli enti che si occupano dell organizzazione di concerti, spettacoli e rassegne musicali. Alcuni soggetti operanti nel settore, tra cui le fondazioni, si occupano della programmazione di intere stagioni teatrali. Tra le attività collaterali troviamo l organizzazione di corsi, seminari e concorsi musicali. Estremamente diversificata l offerta musicale: dal patrimonio classico e pre-classico, alla musica antica, dal periodo barocco, alla musica lirica e sinfonica, dai concerti da camera, al jazz e al rock. Ai margini delle tipologie produttive, organizzative e di circuitazione si pone l attività concertistica corale e bandistica cui spetta il 30% dell intero settore e la cui attività, non rientrando nelle tipologie prese in considerazione, fa gruppo a sé stante nel panorama musicale. Ai fini di questo censimento, dalla totalità dei dati raccolti che restituiscono l immagine di una realtà estremamente composita, sono stati presi in considerazione solamente i cori costituiti regolarmente con atti o statuti e che svolgono attività continuativa da almeno due anni, e le bande finanziate dalla Legge Regionale 13/99. Il circuito teatrale della provincia è costituito da compagnie professionali, che si occupano in prevalenza di produzione e circuitazione di spettacoli teatrali, a livello locale, nazionale e internazionale. Nel territorio ravennate sono presenti realtà teatrali di grande rilievo, che propongono eventi e rassegne con spettacoli di qualità. Il settore teatrale è caratterizzato da una notevolissima diversificazione interna. Accanto al teatro di prosa, che attinge dalla tradizione classica fino alla sperimentazione più avanzata, abbiamo organismi che si occupano di teatro d improvvisazione, di teatro dialettale e della

6 divulgazione del patrimonio linguistico e culturale della Romagna, di commedia dell arte e del teatro di strada. Una realtà particolarmente sviluppata è quella del teatro di figura e, in generale, del teatro ragazzi. Alcuni Teatri stabili della provincia sono nati come Compagnie di Teatro Ragazzi e sono tuttora organismi stabili di produzione, programmazione, promozione e ricerca teatrale per l infanzia. Per il settore della danza e del balletto sono stati analizzati e aggiornati i dati ricavati dal Monitoraggio Regionale 5 realizzato nel triennio 2002/2004. Ai fini di questo report sono stati presi in considerazione esclusivamente le compagnie professionali con almeno tre anni di produzione e distribuzione di spettacoli, escludendo le compagnie giovani, le compagnie non professionali e i coreografi e danz autori professionisti indipendenti. I dati risultano così ridimensionati rispetto al quadro complessivo delineato nel corso del Monitoraggio Regionale, dal quale si evinceva che la realtà produttiva e organizzativa della danza è una realtà fortemente presente nel territorio provinciale, ma scarsamente regolamentata dal punto di vista giuridico. Come precedentemente evidenziato la realtà dei soggetti che offrono iniziative culturali legate a diverse discipline artistiche, dal cinema al teatro, dalla danza alla musica, dalla drammaturgia alle arti figurative, è in crescita. In prevalenza si tratta di soggetti che sono nati con una precisa caratterizzazione rispetto ad un settore specifico dello spettacolo: si occupavano prevalentemente di programmazione di rassegne e di stagioni musicali all interno dei Teatri della provincia, dell organizzazione e del coordinamento di festival e, con il tempo, anche attraverso coproduzioni, hanno assunto il carattere di interdisciplinarità che ora li contraddistingue. Un unico soggetto è nato con la vocazione all interdisciplinarietà e si occupa di eventi espositivi, mostre, è attivo nel campo dell editoria, delle arti figurative, dell illustrazione, della grafica e della produzione cinematografica, mentre per un altro ancora il carattere di interdisciplinarietà è dovuto alla collaborazione delle diverse associazioni che lo costituiscono, operanti in differenti ambiti dello spettacolo. Questo censimento nasce come strumento informativo sulle realtà che si occupano di ricerca e innovazione culturale nei settori di prosa, musica, danza, caratterizzate da un solido consolidamento professionale e che costituiscono il sistema economico dello spettacolo della provincia. Il monitoraggio non pretende quindi di fornire un quadro esaustivo sullo spettacolo dal vivo nella provincia di Ravenna. E necessario concludere con la precisazione che il panorama provinciale è arricchito da una molteplicità di soggetti minori, che si pongono al margine del settore professionale o che non sono costituiti come personalità giuridiche, ma che contribuiscono a conservare e differenziare il patrimonio culturale locale e che arricchiscono l offerta culturale provinciale. Per questi soggetti è stata necessaria la creazione di un altro data-base. 5 La danza contemporanea e di ricerca in Emilia-Romagna. Monitoraggio delle realtà produttive e organizzative della danza nel triennio 2002/2004.

7 Mappatura dei soggetti: cinema e audiovisivi Nella Provincia di Ravenna risultano attive 7 imprese di produzione operanti nel settore cinematografico, concentrate perlopiù nel distretto di Ravenna. Dal punto di vista dell assetto organizzativo la forma prevalente risulta essere quella della ditta individuale. L associazionismo, maggioritario negli altri settori dello spettacolo, è assente sotto il profilo artistico culturale in quello cinematografico, che si rivela essere un settore contraddistinto da un forte sviluppo imprenditoriale. Anche per il settore cinematografico esiste un altra serie di soggetti che lavorano nel campo, anche a livello non amatoriale, che non sono stati inseriti in questo monitoraggio perché non costituiti in personalità giuridica.

ATTIVITA CULTURALI EX- L.R. 68/1981. Criteri e priorità per la ripartizione dei contributi

ATTIVITA CULTURALI EX- L.R. 68/1981. Criteri e priorità per la ripartizione dei contributi ATTIVITA CULTURALI EX- L.R. 68/1981 Criteri e priorità per la ripartizione dei contributi Ai fini dell'individuazione dei soggetti e delle iniziative da ammettere alla ripartizione dei contributi previsti

Dettagli

o da potenziali Sponsor, con conseguente possibilità di attuare economie di scala e di esperienza e di diminuire i costi dei servizi offerti, pur

o da potenziali Sponsor, con conseguente possibilità di attuare economie di scala e di esperienza e di diminuire i costi dei servizi offerti, pur Accademia Perduta/Romagna Teatri è stata annoverata, nell ambito di una ricerca realizzata per conto della Fondazione Cariplo, fra i casi più significativi, a livello nazionale, di valorizzazione del patrimonio

Dettagli

La Città della Musica Una risorsa per Milano

La Città della Musica Una risorsa per Milano La Città della Musica Una risorsa per Milano Sandro Lecca Milano - 16 dicembre 2008 Obiettivi della ricerca Una prima rappresentazione di Milano Città della Musica Individuare alcune possibili linee di

Dettagli

Profilo delle scuole universitarie di teatro (SUT)

Profilo delle scuole universitarie di teatro (SUT) 4.3.3.1.4. Profilo delle scuole universitarie di teatro (SUT) del 10 giugno 1999 1. Statuto Le scuole universitarie di teatro (SUT) rientrano nella categoria delle scuole universitarie professionali. Sono

Dettagli

IV Edizione 2014-2015. Bando di Concorso

IV Edizione 2014-2015. Bando di Concorso IV Edizione 2014-2015 Bando di Concorso Soggetti promotori del bando Federgat (Federazione Gruppi Attività Teatrali) Fondazione Comunicazione e Cultura Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali della

Dettagli

omissis (2) omissis (3)

omissis (2) omissis (3) 9(1(72 /HJJHUHJLRQDOHVHWWHPEUHQ%85Q 1250(,10$7(5,$',35202=,21((',))86,21(',$77,9,7 $57,67,&+(086,&$/,7($75$/,(&,1(0$72*5$),&+( 7LWROR, 2JJHWWRHILQDOLWjGHOODOHJJH $UW3ULQFLSLJHQHUDOL La Regione Veneto promuove

Dettagli

Annuario Statistico della Sardegna

Annuario Statistico della Sardegna Annuario Statistico della Sardegna CULTURA Attività culturali e sociali varie Il dominio di riferimento delle statistiche culturali è definito e articolato sulla base del quadro generale raccomandato dall

Dettagli

Liceo Carducci Pisa Liceo Musicale

Liceo Carducci Pisa Liceo Musicale Liceo Carducci Pisa Liceo Musicale ARTISTICO CLASSICO LINGUISTICO I nuovi Licei riforma Gelmini I sei licei: MUSICALE E COREUTICO SCIENTIFICO (opzione SCIENZE APPLICATE) SCIENZE UMANE (opzione ECONOMICO-SOCIALE)

Dettagli

FONDAZIONE FITZCARRALDO

FONDAZIONE FITZCARRALDO FONDAZIONE FITZCARRALDO INDAGINE SUL PUBBLICO DEI FESTIVAL DI PIEMONTE DAL VIVO ABSTRACT DELLA RICERCA Gli obiettivi della ricerca La popolazione di riferimento dell indagine è quella del pubblico dei

Dettagli

SOCIO. de laverdi. per la musica per la cultura per Milano

SOCIO. de laverdi. per la musica per la cultura per Milano SOCIO de laverdi per la musica per la cultura per Milano laverdi è nata e vive grazie ai Soci Grazie ai Soci (persone, aziende, enti) si è costituita e sviluppata laverdi Partecipare a laverdi significa

Dettagli

SITI e PORTALI PER ARTISTI

SITI e PORTALI PER ARTISTI SITI e PORTALI PER ARTISTI ARCHITETTURA e DESIGN Art on Line - Sito dedicato alle arti visive, con specifica sezione su concorsi artistici suddivisi in: architettura, design, arte contemporanea, arti decorative,

Dettagli

Linee guida della Commissione Consultiva Teatro per la valutazione dei Teatri Nazionali e dei Teatri di rilevante interesse culturale

Linee guida della Commissione Consultiva Teatro per la valutazione dei Teatri Nazionali e dei Teatri di rilevante interesse culturale Roma, 17 febbraio 2015 Linee guida della Commissione Consultiva Teatro per la valutazione dei Teatri Nazionali e dei Teatri di rilevante interesse culturale Premessa generale In relazione al DM 1 luglio

Dettagli

proposta di legge n. 420

proposta di legge n. 420 REGIONE MARCHE 1 ASSEMBLEA LEGISLATIVA proposta di legge n. 420 a iniziativa del Consigliere Marangoni presentata in data 18 giugno 2014 PROMOZIONE, SOSTEGNO E VALORIZZAZIONE DELLA MUSICA POPOLARE E AMATORIALE:

Dettagli

LM65-Classe delle lauree magistrali in Scienze dello spettacolo e produzione multimediale SCIENZE DELLO SPETTACOLO

LM65-Classe delle lauree magistrali in Scienze dello spettacolo e produzione multimediale SCIENZE DELLO SPETTACOLO LM65-Classe delle lauree magistrali in Scienze dello spettacolo e produzione multimediale SCIENZE DELLO SPETTACOLO A.A. 2015/16 Presidente: Prof. ssa Paola Valentini Delegato Erasmus-Socrates: Prof. Alessandro

Dettagli

Avviso pubblico per la concessione di contributi di coproduzione ad opere audiovisive, teatrali e musicali. (ex DGR 961 del 05.06.

Avviso pubblico per la concessione di contributi di coproduzione ad opere audiovisive, teatrali e musicali. (ex DGR 961 del 05.06. Assessorato al Turismo e ai Beni Culturali Area Genarale di Coordinamento Settore Sviluppo e Promozione Turismo Servizio Produzioni Cinematografiche e Multimediali Avviso pubblico per la concessione di

Dettagli

REGIONE CAMPANIA. LEGGE REGIONALE n. 6 del 15 giugno 2007. Disciplina degli interventi regionali di promozione dello spettacolo

REGIONE CAMPANIA. LEGGE REGIONALE n. 6 del 15 giugno 2007. Disciplina degli interventi regionali di promozione dello spettacolo REGIONE CAMPANIA LEGGE REGIONALE n. 6 del 15 giugno 2007 Disciplina degli interventi regionali di promozione dello spettacolo TITOLO I PRINCIPI, DEFINIZIONI E FUNZIONI Art. 1 Principi generali 1. La regione

Dettagli

Orientamento per il successo scolastico e formativo. PIANO REGIONALE ORIENTAMENTO 2010-2011 USR Lombardia Ufficio X - Bergamo

Orientamento per il successo scolastico e formativo. PIANO REGIONALE ORIENTAMENTO 2010-2011 USR Lombardia Ufficio X - Bergamo Orientamento per il successo scolastico e formativo PIANO REGIONALE ORIENTAMENTO 2010-2011 USR Lombardia Ufficio X - Bergamo 2 I nuovi Licei 3 I nuovi licei LA STRUTTURA DEL PERCORSO QUINQUENNALE Il percorso

Dettagli

RENDICONTO GESTIONALE ESERCIZIO 2012

RENDICONTO GESTIONALE ESERCIZIO 2012 RENDICONTO GESTIONALE ESERCIZIO 2012 Fondazione Teatro Rossini - Piazzale Cavour, 17 48022 Lugo (RA) Partita iva e codice fiscale: 02073240398 Soci fondatori: Comune di Lugo Fondazione Cassa di Risparmio

Dettagli

PROGRAMMAZIONE IN AMBITO DI CULTURA, SPETTACOLO ED EVENTI 2014.

PROGRAMMAZIONE IN AMBITO DI CULTURA, SPETTACOLO ED EVENTI 2014. Comune di Genova GENOVA - EVENTI 2014 PROGRAMMAZIONE IN AMBITO DI CULTURA, SPETTACOLO ED EVENTI 2014. Periodo: maggio dicembre 2014 Lo Scenario La Civica Amministrazione promuove ed organizza annualmente

Dettagli

Indice. I modelli organizzativi delle imprese: le forme di gestione dei teatri dei piccoli centri. Premessa pag. 3

Indice. I modelli organizzativi delle imprese: le forme di gestione dei teatri dei piccoli centri. Premessa pag. 3 Indice I modelli organizzativi delle imprese: le forme di gestione dei teatri dei piccoli centri Premessa pag. 3 La struttura organizzativa» 4 La struttura del budget» 4 La programmazione ed il rapporto

Dettagli

Premessa metodologica

Premessa metodologica Premessa metodologica L analisi che segue è il risultato di un lavoro di ricerca svolto attraverso il censimento di associazioni, istituzioni, cooperative/società e fondazioni operanti in Emilia-Romagna

Dettagli

CARATTERISTICHE DEL SETTORE DELLO SPETTACOLO DAL VIVO di Stefano Russo

CARATTERISTICHE DEL SETTORE DELLO SPETTACOLO DAL VIVO di Stefano Russo CARATTERISTICHE DEL SETTORE DELLO SPETTACOLO DAL VIVO di Stefano Russo Le aziende che compongono il settore dello spettacolo dal vivo (performing arts) hanno il fine di soddisfare bisogni di svago attraverso

Dettagli

REGIONE Avviso Unico Cultura 2014

REGIONE Avviso Unico Cultura 2014 BANDO LOMBARDIA REGIONE Avviso Unico Cultura 2014 Progetti di promozione Beneficiari educativa e culturale di preminente interesse Enti locali, Università, soggetti pubblici e soggetti privati no regionale

Dettagli

Dipartimento di BENI CULTURALI

Dipartimento di BENI CULTURALI Università del Salento Dipartimento di BENI CULTURALI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO DI DURATA ANNUALE (AI SENSI DELL ART. 3, COMMA 9 E DELL ART. 7, COMMA 4 DEL D.M. N. 270/2004) in PROFESSIONI DELLO

Dettagli

-=[ Innaugurazione della Biblioteca della Casa della M... http://www.info.roma.it/evento_dettaglio.asp?eventi=1472

-=[ Innaugurazione della Biblioteca della Casa della M... http://www.info.roma.it/evento_dettaglio.asp?eventi=1472 1 di 6 28/12/2009 21.50 Eventi a Roma Convenzioni Gli eventi convenzionati con Info.roma.it Principali Eventi Principali: I più importanti eventi in programma a Roma Artie Eventi artistici: Le esposizioni

Dettagli

LA DIMENSIONE DELLO SPETTACOLO COREUTICO

LA DIMENSIONE DELLO SPETTACOLO COREUTICO 1 La danza in Italia: la produzione e la fruizione di balletti e concerti dal 2008 al 2010 La produzione e la fruizione dei balletti classici, moderni e dei concerti è classificata dalla S.I.A.E. (Società

Dettagli

CRITERI GENERALI DI VALUTAZIONE 2014

CRITERI GENERALI DI VALUTAZIONE 2014 CRITERI GENERALI DI VALUTAZIONE 014 I seguenti criteri di valutazione costituiscono parametri di riferimento applicabili a tutti i titoli artistici. LUOGO: Con ciò si intende dove è stata realizzata l

Dettagli

Università degli Studi di Verona. Master di I livello Organizzazione e gestione di eventi Teatro musicale (GEM)

Università degli Studi di Verona. Master di I livello Organizzazione e gestione di eventi Teatro musicale (GEM) Università degli Studi di Verona Master di I livello Organizzazione e gestione di eventi Teatro musicale (GEM) Obiettivo. Questo Master universitario si propone di formare figure professionali addette

Dettagli

gennaio 2010 ORIENTAMENTI PER UNA STRATEGIA DI SVILUPPO ECONOMICO DELLA PROVINCIA DI MACERATA

gennaio 2010 ORIENTAMENTI PER UNA STRATEGIA DI SVILUPPO ECONOMICO DELLA PROVINCIA DI MACERATA gennaio 2010 ORIENTAMENTI PER UNA STRATEGIA DI SVILUPPO ECONOMICO DELLA PROVINCIA DI MACERATA SCENARI STRATEGIE POLITICHE PROGETTI PER LA PROVINCIA DI MACERATA Questo studio fa parte di un itinerario di

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU24 13/06/2013

REGIONE PIEMONTE BU24 13/06/2013 REGIONE PIEMONTE BU24 13/06/2013 Codice DB1813 D.D. 24 aprile 2013, n. 230 Espressione del parere di cui all'articolo 5, comma 2, lettera b) del Decreto del Ministro per i Beni e le Attivita' Culturali

Dettagli

Benchmarking della società dell informazione in Emilia-Romagna

Benchmarking della società dell informazione in Emilia-Romagna Benchmarking della società dell informazione in Emilia-Romagna Diffusione e modalità di utilizzo dello Sportello Unico per le Attività Produttive online (SUAP) Settembre 2015 Il presente documento è stato

Dettagli

LM 65-Classe delle lauree magistrali in Scienze dello spettacolo e produzione multimediale SCIENZE DELLO SPETTACOLO

LM 65-Classe delle lauree magistrali in Scienze dello spettacolo e produzione multimediale SCIENZE DELLO SPETTACOLO LM 65-Classe delle lauree magistrali in Scienze dello spettacolo e produzione multimediale SCIENZE DELLO SPETTACOLO Presidente: Prof. ssa Paola Valentini Delegato Erasmus-Socrates: Prof. Alessandro Nigro

Dettagli

INTERVENTO A SOSTEGNO DELLA PRODUZIONE TEATRALE A TORINO E IN PIEMONTE

INTERVENTO A SOSTEGNO DELLA PRODUZIONE TEATRALE A TORINO E IN PIEMONTE INTERVENTO A SOSTEGNO DELLA PRODUZIONE TEATRALE A TORINO E IN PIEMONTE PREMESSA La Regione Piemonte e la Città di Torino, al fine di promuovere nella produzione teatrale la qualità, l innovazione, la ricerca,

Dettagli

Danzatore - Coreografo

Danzatore - Coreografo Spettacolo Danzatore - Coreografo Artisti in grado di eseguire danze classiche o moderne sulla base di una coreografia e di una partitura musicale. o o Profili professionali: Danzatore Coreografo Formazione

Dettagli

PROGETTO DI VALORIZZAZIONE DELL OFFICINA DEI RAGAZZI

PROGETTO DI VALORIZZAZIONE DELL OFFICINA DEI RAGAZZI Comune di Tempio Pausania Provincia di Olbia Tempio Settore dei Servizi alla Persona ed alle Imprese PROGETTO DI VALORIZZAZIONE DELL OFFICINA DEI RAGAZZI OBIETTIVI GENERALI Pagina 1 di 5 L'Amministrazione

Dettagli

ATTIVITA INDIRETTA TIPO A ESTRATTO REGOLAMENTO, FAC SIMILE MODULISTICA DA COMPILARE ON LINE

ATTIVITA INDIRETTA TIPO A ESTRATTO REGOLAMENTO, FAC SIMILE MODULISTICA DA COMPILARE ON LINE ATTIVITA INDIRETTA TIPO A ESTRATTO REGOLAMENTO, FAC SIMILE MODULISTICA DA COMPILARE ON LINE ART. 2 - ATTIVITA INDIRETTA DI TIPO A Per attività indiretta di tipo A si intende quella attinente alla realizzazione

Dettagli

C O M E CAMBIA IL SISTEMA SCOL A S T I C O E FORMATIVO: IPOTESI DI P E R C O R S I

C O M E CAMBIA IL SISTEMA SCOL A S T I C O E FORMATIVO: IPOTESI DI P E R C O R S I C O M E CAMBIA IL SISTEMA SCOL A S T I C O E FORMATIVO: IPOTESI DI P E R C O R S I P O S S I BI L I A partire dall anno scolastico 2010/2011, la scuola secondaria di secondo grado avrà un nuovo assetto.

Dettagli

SINTESI DEL PROGETTO

SINTESI DEL PROGETTO Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero per i Beni e le Attività Culturali Società di Cultura La Biennale di Venezia ALLEGATO I PROGETTO PER LA PROMOZIONE E DIFFUSIONE DELL ARTE CONTEMPORANEA

Dettagli

DISTRETTI CULTURALI: IL SISTEMA METROPOLITANO DI GOVERNANCE CULTURALE Aggiornamento: maggio 2015

DISTRETTI CULTURALI: IL SISTEMA METROPOLITANO DI GOVERNANCE CULTURALE Aggiornamento: maggio 2015 DISTRETTI CULTURALI: IL SISTEMA METROPOLITANO DI GOVERNANCE CULTURALE Aggiornamento: maggio 2015 Descrizione del progetto Il progetto intende consolidare il sistema metropolitano dei distretti culturali

Dettagli

Disegno di legge Disciplina degli interventi regionali di promozione dello spettacolo. Titolo I Principi, definizioni e funzioni.

Disegno di legge Disciplina degli interventi regionali di promozione dello spettacolo. Titolo I Principi, definizioni e funzioni. Disegno di legge Disciplina degli interventi regionali di promozione dello spettacolo. Titolo I Principi, definizioni e funzioni. Art. 1 Principi generali 1. La Regione Campania riconosce ogni forma di

Dettagli

DELIB.G.R. 7 MARZO 2006, N. 161 L.R. N. 45/2000 - DIRETTIVE PER L'APPLICAZIONE DEL PIANO REGIONALE DELLO SPETTACOLO PER L'ANNO 2006.

DELIB.G.R. 7 MARZO 2006, N. 161 L.R. N. 45/2000 - DIRETTIVE PER L'APPLICAZIONE DEL PIANO REGIONALE DELLO SPETTACOLO PER L'ANNO 2006. DELIB.G.R. 7 MARZO 2006, N. 161 L.R. N. 45/2000 - DIRETTIVE PER L'APPLICAZIONE DEL PIANO REGIONALE DELLO SPETTACOLO PER L'ANNO 2006. ------------------------ Pubblicata nel B.U. Toscana 29 marzo 2006,

Dettagli

1. COMPETITIVITÀ DEL SISTEMA REGIONALE E CAPITALE UMANO

1. COMPETITIVITÀ DEL SISTEMA REGIONALE E CAPITALE UMANO 1. COMPETITIVITÀ DEL SISTEMA REGIONALE E CAPITALE UMANO 1.10 Valorizzazione e qualificazione dell offerta e del patrimonio culturale In questi anni la Regione ha assicurato un consistente finanziamento

Dettagli

Frammenti Teatro Festival. Nuove voci dagli scenari contemporanei

Frammenti Teatro Festival. Nuove voci dagli scenari contemporanei Frammenti Teatro Festival Nuove voci dagli scenari contemporanei 16 20 Settembre 2009 BANDO DI PARTECIPAZIONE Frammenti Teatro è un festival teatrale dedicato alle nuove voci del panorama teatrale contemporaneo.

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE MAD EVENTI. ARTICOLO 1 - E costituita l associazione di promozione sociale di

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE MAD EVENTI. ARTICOLO 1 - E costituita l associazione di promozione sociale di STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE MAD EVENTI ARTICOLO 1 - E costituita l associazione di promozione sociale di tipo culturale denominata MAD EVENTI con sede in Lucca, frazione Monte San Quirico, Via

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

BANDO RASSEGNE TEATRALI - ANNO 2015

BANDO RASSEGNE TEATRALI - ANNO 2015 PREMESSA Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, data la presenza attiva sul territorio di Associazioni impegnate nell organizzazione e gestione di Rassegne teatrali, intende sollecitare i soggetti interessati

Dettagli

Pur nella consapevolezza che le risorse assegnate al settore non sono in grado di assecondare

Pur nella consapevolezza che le risorse assegnate al settore non sono in grado di assecondare SETTORI RILEVANTI: ARTE, ATTIVITA E BENI CULTURALI Pur nella consapevolezza che le risorse assegnate al settore non sono in grado di assecondare impegni finanziari e progettuali di rilevante entità, anche

Dettagli

A cura di Ciro Annicchiarico e Francesca Crescioli

A cura di Ciro Annicchiarico e Francesca Crescioli A cura di Ciro Annicchiarico e Francesca Crescioli Giugno 2010 Sistema Statistico nazionale Ufficio Comunale di Statistica Direzione Risorse Tecnologiche Servizio Statistica e Toponomastica Dirigente Riccardo

Dettagli

1 edizione. Introduzione

1 edizione. Introduzione 1 edizione Introduzione La compagnia Teatro dei Venti, in collaborazione con ATI Teatro dei Segni di Modena, Officinae Efesti di Napoli e Eruzioni Festival organizza la prima edizione di Trasparenze. Trasparenze

Dettagli

STRUTTURA E EVOLUZIONE DELL INDUSTRIA LEGNO-ARREDO IN TICINO

STRUTTURA E EVOLUZIONE DELL INDUSTRIA LEGNO-ARREDO IN TICINO 3. Legno e arredo STRUTTURA E EVOLUZIONE DELL INDUSTRIA LEGNO-ARREDO IN TICINO Maggio 211 Giubiasco, 3 maggio 211 I COMPARTI ANALIZZATI SETTORE SECONDARIO 1. EDILIZIA E COSTRUZIONI 2. CHIMICA E FARMACEUTICA

Dettagli

Banca Popolare di Spoleto Spa. Iniziative per la Cultura

Banca Popolare di Spoleto Spa. Iniziative per la Cultura Banca Popolare di Spoleto Spa Iniziative per la Cultura La Banca Popolare di Spoleto sostiene tutti gli eventi che valorizzano il patrimonio artistico, musicale, culturale e gastronomico dell Umbria, favorendo

Dettagli

STATUTO DELLA FONDAZIONE ORCHESTRA DI PADOVA E DEL VENETO

STATUTO DELLA FONDAZIONE ORCHESTRA DI PADOVA E DEL VENETO STATUTO DELLA FONDAZIONE ORCHESTRA DI PADOVA E DEL VENETO Art. 1 - Natura e fondatori La Fondazione Orchestra di Padova e del Veneto (di seguito indicata come Fondazione) è un istituzione di alta cultura,

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 40/33 DEL 7.8.2015

DELIBERAZIONE N. 40/33 DEL 7.8.2015 Oggetto: Norme per lo sviluppo del cinema in Sardegna. Programma di spesa. Esercizio finanziario 2015. Euro 3.410.000. L.R. n. 20 settembre 2006, n. 15, art. 24, comma 1. L Assessore della Pubblica Istruzione,

Dettagli

SCHEDA PROGETTO L Settore Spettacolo

SCHEDA PROGETTO L Settore Spettacolo SCHEDA PROGETTO L Settore Spettacolo 1. Figura: Attore L attore (teatrale, cinematografico, radiotelevisivo, ecc.) è colui che è chiamato ad interpretare un ruolo in una produzione artistica (teatrale,

Dettagli

L IMPATTO DI UN FESTIVAL SULLA CITTÀ. Il caso del festival MITO SettembreMusica a Milano

L IMPATTO DI UN FESTIVAL SULLA CITTÀ. Il caso del festival MITO SettembreMusica a Milano L IMPATTO DI UN FESTIVAL SULLA CITTÀ Il caso del festival MITO SettembreMusica a Milano Centro ASK Università L. Bocconi - 11 Marzo 2008 La cultura come asse di sviluppo territoriale La cultura non è elemento

Dettagli

Master in critica giornalistica Teatro Cinema Televisione Musica a.a. 2010/2011

Master in critica giornalistica Teatro Cinema Televisione Musica a.a. 2010/2011 Art. 1 Master in critica giornalistica Teatro Cinema Televisione Musica a.a. 2010/2011 Per l anno accademico 2010/2011, è istituito, presso l Accademia Nazionale d Arte Drammatica Silvio D Amico, il master

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE VK28U ATTIVITÀ 90.01.01 ATTIVITÀ NEL CAMPO DELLA RECITAZIONE ATTIVITÀ 90.02.02 ATTIVITÀ NEL CAMPO DELLA REGIA Giugno 2013 Documento non definitivo PREMESSA L evoluzione dello Studio di

Dettagli

La musica che ho in mente

La musica che ho in mente SOCIETA FILARMONICA DI BUSSOLENO La musica che ho in mente Concorso per le scuole materne, elementari, medie e liceo del territorio di Bussoleno, Chianocco, Foresto. Concorso dedicato e gestito dalla Società

Dettagli

Arti Sceniche in Compagnia Last Edition.

Arti Sceniche in Compagnia Last Edition. Con questa edizione si conclude il ciclo di sostegno della Compagnia alle Performing Arts attraverso il bando Arti Sceniche. Il nostro prossimo impegno sarà quindi di rimodulare questo strumento d intervento

Dettagli

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008 a cura di Francesco Linguiti Luglio 2011 Premessa* In questa nota vengono analizzati i dati sulla struttura

Dettagli

Il quadro degli strumenti per la promozione del cinema in Emilia-Romagna

Il quadro degli strumenti per la promozione del cinema in Emilia-Romagna Supplemento 4.2006 39 Il quadro degli strumenti per la promozione del cinema in Emilia-Romagna Maria Giulia Bellesia* Sommario 1. Premessa. 2. La legge regionale 5 luglio 1999, n. 13, Norme in materia

Dettagli

progetto di educazione al teatro e allo spettacolo

progetto di educazione al teatro e allo spettacolo A TEATRO CONSAPEVOLI progetto di educazione al teatro e allo spettacolo Il progetto di educazione al teatro e allo spettacolo rivolto al mondo della scuola mira a far conoscere l arte teatrale in tutti

Dettagli

Il cinema e i cinema del prossimo futuro

Il cinema e i cinema del prossimo futuro Il cinema e i cinema del prossimo futuro Leggi regionali di sostegno alle strutture e alle attività del cinema (con esclusione dell adeguamento alla tecnologia digitale) LIGURIA Legge regionale 3 maggio

Dettagli

Note per la lettura dei report

Note per la lettura dei report Note per la lettura dei report Report strutturali 0. IMPRESE REGISTRATE PER STATO DI ATTIVITÀ. ANNO 2012 E TASSO DI CRESCITA 2012 Contiene la distribuzione dell insieme delle imprese registrate, ovvero

Dettagli

M a s t e r d i P r i m o L i v e l l o a p p r o v a t o c o n n o t a M U R - A F A M p r o t. 4 3 9 d e l 4 l u g l i o 2 0 0 6

M a s t e r d i P r i m o L i v e l l o a p p r o v a t o c o n n o t a M U R - A F A M p r o t. 4 3 9 d e l 4 l u g l i o 2 0 0 6 Regione Puglia I s t i t u t o d i A l t a F o r m a z i o n e M u s i c a l e e A r t i s t i c a CON IL CONTRIBUTO DEL FSE, DELLO STATO E DELLA REGIONE PUGLIA POR PUGLIA 2000-2006 Ob.1 Mis. 3.7 Formazione

Dettagli

Promosso da: Con la collaborazione di:

Promosso da: Con la collaborazione di: Promosso da: Con la collaborazione di: Premessa Dopo una lunga riflessione sull offerta culturale di Trieste e più specificatamente sulle possibilità che i giovani hanno per emergere e far notare la propria

Dettagli

http://www.info.roma.it/evento_dettaglio.asp?eventi=16915

http://www.info.roma.it/evento_dettaglio.asp?eventi=16915 Page 1 of 6 Eventi a Roma Convenzioni Gli eventi convenzionati con Info.roma.it Principali Eventi Principali: I più importanti eventi in programma a Roma Artie Eventi artistici: Le esposizioni delle galleria

Dettagli

EVENTI TVLIVECINEMATEATROMARKETING

EVENTI TVLIVECINEMATEATROMARKETING EVENTI TVLIVECINEMATEATROMARKETING RiDENS Passione, competenza tecnica ed esperienza sono gli ingredienti che hanno portato RIDENS in breve tempo ad essere il punto di riferimento nel mondo della comicità

Dettagli

Sinnea International Srl Castelmaggiore (BO) (Italia)

Sinnea International Srl Castelmaggiore (BO) (Italia) Attività di supporto all individuazione di un modello condiviso di analisi del fenomeno della creatività come fattore strategico di sviluppo, nell individuare le filiere della creatività sul territorio

Dettagli

Attuazione Asse VI SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE avviso seconda fase Incontri tecnici Catania, 15 marzo 2010 Palermo, 16 marzo 2010

Attuazione Asse VI SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE avviso seconda fase Incontri tecnici Catania, 15 marzo 2010 Palermo, 16 marzo 2010 Attuazione Asse VI SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE avviso seconda fase Incontri tecnici Catania, 15 marzo 2010 Palermo, 16 marzo 2010 Assessorato Beni Culturali e Identità Siciliana Dipartimento Beni Culturali

Dettagli

Promuovere l accesso allo spettacolo e alle arti dal vivo

Promuovere l accesso allo spettacolo e alle arti dal vivo 5. Promuovere l accesso allo spettacolo e alle arti dal vivo Promuovere l accesso allo spettacolo e alle arti dal vivo Il problema I frequentatori abituali dei luoghi deputati alle attività artistiche

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra

PROTOCOLLO D INTESA. tra PROTOCOLLO D INTESA Puglia Promozione con sede legale in Piazza Moro 33/A 70121 Bari, C.F. 93402500727 e Consorzio Teatro Pubblico Pugliese (di seguito denominato TPP) con sede legale in via Imbriani,

Dettagli

IL GOVERNO DEI GIOVANI GUIDA PRATICA ALLE MISURE PER I GIOVANI ITALIANI NEI PRIMI DUE ANNI DEL GOVERNO BERLUSCONI

IL GOVERNO DEI GIOVANI GUIDA PRATICA ALLE MISURE PER I GIOVANI ITALIANI NEI PRIMI DUE ANNI DEL GOVERNO BERLUSCONI IL GOVERNO DEI GIOVANI GUIDA PRATICA ALLE MISURE PER I GIOVANI ITALIANI NEI PRIMI DUE ANNI DEL GOVERNO BERLUSCONI introduzione del Presidente Silvio Berlusconi e del Ministro Giorgia Meloni 2010: PARTE

Dettagli

Mappatura delle imprese: spettacolo dal vivo

Mappatura delle imprese: spettacolo dal vivo Mappatura delle imprese: spettacolo dal vivo Il sistema delle imprese nel settore delle performing arts operanti sul territorio regionale è caratterizzato da molteplicità e ricchezza di soggetti e di modelli

Dettagli

WORLD FEST-FEST 2015 8 Edizione del FESTIVAL INTERNAZIONALE DELLE FESTE

WORLD FEST-FEST 2015 8 Edizione del FESTIVAL INTERNAZIONALE DELLE FESTE Regolamento WORLD FEST-FEST 2015 8 Edizione del FESTIVAL INTERNAZIONALE DELLE FESTE REGOLAMENTO GENERALE 1. Premessa 1.1. Il Fest Fest e la sua edizione 2015 intitolata WORLD FEST-FEST (Festival internazionale

Dettagli

1. Chi può partecipare

1. Chi può partecipare ALLEGATO A BANDO DEL PREMIO PROSPETTIVA DANZA 2014, QUINTA EDIZIONE Settore attività culturali del Comune di Padova PROGETTO DI RESIDENZE COREOGRAFICHE PREMIO PROSPETTIVA DANZA 2014 (3 4 maggio 2014) Padova,

Dettagli

Master in Critica Giornalistica Teatro Cinema Televisione Musica a.a. 2012/2013

Master in Critica Giornalistica Teatro Cinema Televisione Musica a.a. 2012/2013 Art. 1 Master in Critica Giornalistica Teatro Cinema Televisione Musica a.a. 2012/2013 Per l anno accademico 2012/2013, è istituito, presso l Accademia Nazionale d Arte Drammatica Silvio D Amico, il Master

Dettagli

La Ricerca e Sviluppo in Italia nel 2006

La Ricerca e Sviluppo in Italia nel 2006 24 novembre 2008 La Ricerca e Sviluppo in Italia nel 2006 L Istat diffonde i risultati delle rilevazioni sulla Ricerca e Sviluppo intra-muros (R&S) in Italia, riferiti alle imprese, alle istituzioni pubbliche

Dettagli

Progetti di iniziativa regionale :

Progetti di iniziativa regionale : All. A) Direzione Generale COMPETITIVITA DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE Area di Coordinamento Cultura PIANO INTEGRATO DELLA CULTURA 2008-2010 (L.R. 27/06) Attuazione anno 2012 Progetti

Dettagli

I PRESÌDI CULTURALI IL DOCUMENTO

I PRESÌDI CULTURALI IL DOCUMENTO I PRESÌDI CULTURALI Non può esistere democrazia se non esiste crescita culturale. Non può esistere crescita culturale se non si insegna alle persone a conoscere, capire, apprezzare la Cultura in tutte

Dettagli

NOVARA. citta per la cultura. La cultura e una risposta all umana ricerca di conoscenza

NOVARA. citta per la cultura. La cultura e una risposta all umana ricerca di conoscenza NOVARA la La e una risposta all umana ricerca di conoscenza PER VALORIZZARE IL PATRIMONIO E INVESTIRE NELLA CONOSCENZA E NEL RISPETTO DELLA PROPRIA STORIA: Nuovo Spazio la Cultura PICCOLO COCCIA Nella

Dettagli

PER IL SOSTEGNO DI ASILI NIDO, SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA E SCUOLE PER L INFANZIA (ENTI PARITARI GESTITI DAL PRIVATO SOCIALE)

PER IL SOSTEGNO DI ASILI NIDO, SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA E SCUOLE PER L INFANZIA (ENTI PARITARI GESTITI DAL PRIVATO SOCIALE) 1 BANDO N. 2 ANNO 2014 PER IL SOSTEGNO DI ASILI NIDO, SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA E SCUOLE PER L INFANZIA (ENTI PARITARI GESTITI DAL PRIVATO SOCIALE) SETTORI DI INTERVENTO: ASSISTENZA SOCIALE EDUCAZIONE,

Dettagli

Parco dei Talenti Creativi e Innovativi

Parco dei Talenti Creativi e Innovativi Parco dei Talenti Creativi e Innovativi Bando 2011 CHE COS'È IL PARCO DEI TALENTI CREATIVI Fondazione Milano con la sua area Milano Progetti promuove il Parco dei Talenti Creativi e Innovativi: un insieme

Dettagli

STATUTO DELLA FONDAZIONE TEATRO BESOSTRI. 1) Per iniziativa del Comune di Mede, è costituita la Fondazione Teatro Besostri.

STATUTO DELLA FONDAZIONE TEATRO BESOSTRI. 1) Per iniziativa del Comune di Mede, è costituita la Fondazione Teatro Besostri. Articolo 1 COSTITUZIONE SEDE STATUTO DELLA FONDAZIONE TEATRO BESOSTRI 1) Per iniziativa del Comune di Mede, è costituita la Fondazione Teatro Besostri. 2) La Fondazione ha sede in Mede, Piazza della Repubblica

Dettagli

Provincia di Latina. Settore Politiche Sociali e Cultura Servizio Cultura

Provincia di Latina. Settore Politiche Sociali e Cultura Servizio Cultura Provincia di Latina Settore Politiche Sociali e Cultura Servizio Cultura Bando per gli interventi a sostegno delle attività culturali nella Provincia di Latina per gli anni 2014 e 2015, finanziati ai sensi

Dettagli

FONDAZIONE DI COMUNITÀ VICENTINA PER LA QUALITÀ DI VITA ONLUS. con sede in Montecchio Precalcino - via Europa Unita, 2 Codice Fiscale N.

FONDAZIONE DI COMUNITÀ VICENTINA PER LA QUALITÀ DI VITA ONLUS. con sede in Montecchio Precalcino - via Europa Unita, 2 Codice Fiscale N. FONDAZIONE DI COMUNITÀ VICENTINA PER LA QUALITÀ DI VITA ONLUS con sede in Montecchio Precalcino - via Europa Unita, 2 Codice Fiscale N. 00946860244 RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SUL BILANCIO

Dettagli

BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15)

BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15) BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15) La Regione, allo scopo di favorire lo sviluppo e la diffusione nel territorio della cultura cinematografica, sostiene gli organismi pubblici

Dettagli

COMUNICAZIONE E DIDATTICA DELL ARTE. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

COMUNICAZIONE E DIDATTICA DELL ARTE. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano COMUNICAZIONE E DIDATTICA DELL ARTE Accademia di Belle Arti di Brera - Milano La Scuola di Didattica dell arte dell Accademia di Brera risponde ad un vuoto formativo sulle culture del contemporaneo e dei

Dettagli

Bando per le attività annuali dello Spettacolo dal vivo in Piemonte, Liguria e Valle d Aosta

Bando per le attività annuali dello Spettacolo dal vivo in Piemonte, Liguria e Valle d Aosta RASSEGNE Piemonte Liguria Valle d Aosta STAGIONI MUSICA DANZA TEATRO Bando per le attività annuali dello Spettacolo dal vivo in Piemonte, Liguria e Valle d Aosta CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE AL BANDO 2014

Dettagli

Corso superiore di recitazione

Corso superiore di recitazione Corso superiore di recitazione Laboratorio propedeutico all'avviamento professionale 3 ore al giorno per 3 volte alla settimana 3 nuovi modi di vivere la nostra scuola: AGILITA', PROFESSIONALITA' E COMPLETEZZA

Dettagli

Alcuni dati sui servizi educativi a favore dei minori stranieri

Alcuni dati sui servizi educativi a favore dei minori stranieri Città di Torino Divisione Servizi Educativi Settore Integrazione educativa Alcuni dati sui servizi educativi a favore dei minori stranieri a cura di Carla Bonino Gli interventi che la Divisione Servizi

Dettagli

Accademia di Belle Arti di Palermo. ordinamenti didattici dei corsi triennali di primo livello in corso di autorizzazione ministeriale

Accademia di Belle Arti di Palermo. ordinamenti didattici dei corsi triennali di primo livello in corso di autorizzazione ministeriale Accademia di Belle Arti di Palermo ordinamenti didattici dei corsi triennali di primo livello in corso di autorizzazione ministeriale ORDINAMENTI DIDATTICI DEI CORSI TRIENNALI DI PRIMO LIVELLO DIPARTIMENTO

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE. MACULA - Centro Internazionale di Cultura Fotografica

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE. MACULA - Centro Internazionale di Cultura Fotografica STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE MACULA - Centro Internazionale di Cultura Fotografica Art. 1. È costituita l Associazione culturale denominata MACULA - Centro Internazionale di Cultura Fotografica.

Dettagli

Obiettivi strategici 2016 2020 del Consiglio federale per la fondazione Pro Helvetia

Obiettivi strategici 2016 2020 del Consiglio federale per la fondazione Pro Helvetia Obiettivi strategici 2016 2020 del Consiglio federale per la fondazione Pro Helvetia 1 Situazione iniziale 1.1 Basi Pro Helvetia è una fondazione di diritto pubblico dotata di personalità giuridica e contabilità

Dettagli

CRITICA TEATRALE IN RETE - WEB WRITER E WEB EDITOR

CRITICA TEATRALE IN RETE - WEB WRITER E WEB EDITOR CRITICA TEATRALE IN RETE - WEB WRITER E WEB EDITOR MASTER 2013 Tecnologie digitali e metodologie sullo spettacolo direttore scientifico da Antonella Ottai Il Centro Teatro Ateneo, insieme con il Dipartimento

Dettagli

Capitolo 1. Lavoro autonomo, attività d impresa: alcune nozioni fondamentali

Capitolo 1. Lavoro autonomo, attività d impresa: alcune nozioni fondamentali Capitolo 1 Lavoro autonomo, attività d impresa: alcune nozioni fondamentali Il termine imprenditore esprime un concetto economico prima ancora che giuridico. L imprenditore è, infatti, colui che si pone

Dettagli

CAPITOLO 2. Esecuzioni musicali "dal vivo" o a mezzo apparecchi sonori o videosonori in occasione di TRATTENIMENTI DANZANTI

CAPITOLO 2. Esecuzioni musicali dal vivo o a mezzo apparecchi sonori o videosonori in occasione di TRATTENIMENTI DANZANTI CAPITOLO 1 realizzate "dal vivo" a mezzo strumenti musicali o con l'uso di apparecchi sonori o videosonori, diffuse con la funzione di MUSICA D'AMBIENTE La misura dei compensi è fissata come riportato

Dettagli

COMUNE DI NOVARA Area Servizi Sociali Servizi Educativi

COMUNE DI NOVARA Area Servizi Sociali Servizi Educativi Progetto La ComuneArte Premesse L del Comune di Novara, con il decisivo contributo della Provincia di Novara, attraverso il Progetto La ComuneArte ha intenzione di proporre un percorso di formazione triennale

Dettagli

ART.1 REQUISITI DI AMMISSIBILITÀ...4 ART.2 ARTICOLAZIONE...4 ART.3 MODALITÀ DI ISCRIZIONE...4

ART.1 REQUISITI DI AMMISSIBILITÀ...4 ART.2 ARTICOLAZIONE...4 ART.3 MODALITÀ DI ISCRIZIONE...4 Regolamento INDICE PREMESSA...3 ART.1 REQUISITI DI AMMISSIBILITÀ...4 ART.2 ARTICOLAZIONE...4 ART.3 MODALITÀ DI ISCRIZIONE...4 Art.3.1 Spettacoli...5 Art.3.2 Teatri/Spazi...6 Art.3.3 Organizzatori...6 Art.3.3

Dettagli