La normativa EMIR e l obbligodireporting. Dott. S. Lo Giudice Responsabile dell Ufficio Post-Trading

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La normativa EMIR e l obbligodireporting. Dott. S. Lo Giudice Responsabile dell Ufficio Post-Trading"

Transcript

1 La normativa EMIR e l obbligodireporting Dott. S. Lo Giudice Responsabile dell Ufficio Post-Trading Roma, 23 gennaio 2014

2 L impianto normativo di EMIR Il Regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio entrato in vigore il 16 agosto 2012 Gli standard tecnici adottati dalla Commissione europea come regolamenti delegati e di esecuzione Le Q&A della Commissione e dell ESMA Page 2

3 I principali contenuti di EMIR (1) Page 3

4 L ambito di applicazione oggettivo CCP Strumenti finanziari Reporting (Trade repositories) Obbligo di compensazione e tecnichedimitigazionedel rischio Derivati Derivati OTC Page 4

5 L ambito di applicazione soggettivo CCP Trade Repositories Controparti Finanziarie Imprese di investimento enti creditizi compagnie di assicurazione e riassicurazione OICVM Enti pensionistici Fondi di investimento alternativi Controparti Non Finanziarie Controparti Non Finanziarie Qualificate Third country entities Page 5

6 I principali contenuti di EMIR (2) Contropartifinanziariee non finanziarie qualificate Obbligo di compensazione Tecniche di mitigazione del rischio Obbligo di segnalazione Contropartinon finanziarienon qualificate Obbligo di segnalazione Alcune tecniche di mitigazione del rischio di tipo operativo CCP Requisiti di regolamentazione Trade repositories Requisiti di regolamentazione Page 6

7 Controparti non finanziarie Le imprese stabilite nell Unione diverse dalle Controparti Finanziarie e dalle CCP Cos è impresa? Attività di natura economica = Offerta di beni e servizi sul mercato Anche l imprenditore persona fisica! Anche le no profit entities! Page 7

8 Obbligo di reporting (1) Flusso di reporting Derivati compensati Derivati non compensati Parte A Parte B Clearing Member CCP Clearing Member Trade Repository registrata o riconosciuta dall ESMA Page 8

9 Le TR registrate dall ESMA ad oggi DTCC Derivatives Repository Ltd. (DDRL), United Kingdom Regis-TR S.A., Luxembourg UnaVista Ltd, United Kingdom Krajowy Depozyt Papierów Wartosciowych S.A. (KDPW), Poland CME European Trade Repository (CME ETR), United Kingdom ICE Trade Vault Europe Ltd Page 9

10 Entrata in vigore Tipologia di contratto Data di entrata in vigore Condizioni Derivati su credito e IRS Non prima del 1 luglio 2014 Tutte le altre categorie di derivati 90 giorni dopo la registrazione di un TR ai sensi di EMIR* Non prima del 1 gennaio 2014 Tutte le categorie di derivati In assenza di TR registrate ai sensi di EMIR, dal 1 luglio 2015 Adempimento da assolversi tramite invio delle segnalazioni all ESMA Page 10

11 Termini per la segnalazione Tipologia di contratto Status del contratto al 16 agosto 2012 Status del contratto al 12 febbraio 2014 Termine ultimo per la segnalazione Derivati conclusi a partire dalla data in vigore dell obbligo entro il giorno successivo Outstanding outstanding 90 giorni Derivati conclusifino al 15 agosto 2012 compreso Outstanding non più outstanding Tre anni Derivati conclusi il 16 agosto 2012 o successivamente Outstanding 90 giorni? non più outstanding Tre anni Page 11

12 Proroga entrata in vigore Cfr. Regolamento di esecuzione n. 1247/2012, art. 5, comma 5 TR Q&A3 (b) Page 12

13 Delega adempimento A B A delega B A delega un soggetto terzo A e B delegano lo stesso soggetto terzo A e B delegano due soggetti terzi diversi Page 13

14 Chi è la controparte? Generalmente il fondo, a meno che il gestore non concluda il contratto in nome e per conto proprio (in tal caso l identificativo sarà quello del gestore) il cliente Page 14

15 Obbligo di reporting (2) A B A = EU counterparty soggetta ad EMIR B = Non-EU counterparty o EU counterparty non soggetta ad EMIR A è soggetta all obbligo di reporting A deve dare conto anche dell identità della sua controparte EMIR, articolo 9, comma 5 ESMA Q&A, Part IV: reporting to TRs Transactions scenarios Page 15

16 Scenari mondo ETD (1) Page 16

17 Scenari mondo ETD (2) Give-up Page 17

Maria Antonietta Scopelliti. Roma, 12 maggio 2014

Maria Antonietta Scopelliti. Roma, 12 maggio 2014 Maria Antonietta Scopelliti Divisione Mercati Roma, 12 maggio 2014 I mercati 1. Trading venue 2. Vigilanza ai sensi del Regolamento EMIR 3. Abusidimercato Roma, 12 maggio 2014 2 I mercati 1. Trading venue

Dettagli

Transaction Reporting Service: EMIR

Transaction Reporting Service: EMIR Transaction Reporting Service: EMIR Manuale del Servizio Gennaio 2014 Versione 1.0 Contents Indice 1.0 Storia delle revisioni 4 2.0 Introduzione 4 2.1 Scopo 5 2.2 Riferimenti 5 3.0 Trade Reporting nella

Dettagli

I regolamenti europei EMIR e REMIT

I regolamenti europei EMIR e REMIT I regolamenti europei EMIR e REMIT Implementazione pratica per un azienda NFC- Sommario I. L EMIR ed i suoi obblighi II. REMIT e i suoi obblighi III. EMIR: l implementazione pratica in azienda Che cos

Dettagli

NEWSLETTER GENNAIO 2014 SOMMARIO

NEWSLETTER GENNAIO 2014 SOMMARIO NEWSLETTER GENNAIO 2014 SOMMARIO 1. NORMATIVA, REGOLAMENTI ED INTERPRETAZIONI 1.1. Unione Europea - Direttiva 2013/58/UE 1.2. ESAs (European Supervisory Authorities) - Joint position of the European Supervisory

Dettagli

Aprile 2014. 2003/41/CE e 2009/65/CE e i Regolamenti (CE) n. 1060/2009 e (UE) n. 1095/2010.

Aprile 2014. 2003/41/CE e 2009/65/CE e i Regolamenti (CE) n. 1060/2009 e (UE) n. 1095/2010. Aprile 2014 Recepimento della AIFMD in Italia e spunti EMIR Laura Francazi, Allen & Overy Il decreto legislativo 1 che recepisce in Italia le disposizioni della direttiva europea sui gestori di fondi di

Dettagli

del 24 ottobre 2014 2) EMIR: aggiornate le Q&A dell ESMA

del 24 ottobre 2014 2) EMIR: aggiornate le Q&A dell ESMA AGGIORNAMENTO NORMATIVO N. 38/2014 del 24 ottobre 2014 1) Direttiva Prospetto: aggiornate le Q&A dell ESMA 2) EMIR: aggiornate le Q&A dell ESMA 3) Commissione europea: nuove norme di dettaglio sui contributi

Dettagli

Transazioni in derivati OTC Obblighi di clearing e di trading Derivati su merci Requisiti di trasparenza

Transazioni in derivati OTC Obblighi di clearing e di trading Derivati su merci Requisiti di trasparenza Transazioni in derivati OTC Obblighi di clearing e di trading Derivati su merci Requisiti di trasparenza Martina Tambucci Consob, Divisione Mercati Le opinioni espresse sono a titolo personale e non impegnano

Dettagli

La posizione dell Italia nel processo di revisione della MiFID

La posizione dell Italia nel processo di revisione della MiFID La posizione dell Italia nel processo di revisione della MiFID Milano, 20 marzo 2013 Avv. Roberto Ciciani La relazione è svolta a titolo personale e non impegna l Amministrazione di appartenenza Il processo

Dettagli

Master Regolazione dell attività e dei mercati finanziari. Operativitàin derivati. Marialaura Napoli

Master Regolazione dell attività e dei mercati finanziari. Operativitàin derivati. Marialaura Napoli Master Regolazione dell attività e dei mercati finanziari Operativitàin derivati Marialaura Napoli 2 Agenda I contratti derivati nell attuale quadro normativo Novità introdotte dalla Dir. 2004/39 Le sedi

Dettagli

ANALISI REGOLAMENTI DERIVATI OTC, TRADE REPOSITORY E CCP

ANALISI REGOLAMENTI DERIVATI OTC, TRADE REPOSITORY E CCP ANALISI REGOLAMENTI DERIVATI OTC, TRADE REPOSITORY E CCP A seguire, suddiviso per numero regolamento, l analisi di sintesi dei regolamenti pubblicati sulla gazzetta ufficiale dell Unione Europea. Regolamento

Dettagli

Legislazione bancaria e finanziaria 7 aprile 2014. Francesca Mattassoglio

Legislazione bancaria e finanziaria 7 aprile 2014. Francesca Mattassoglio Legislazione bancaria e finanziaria 7 aprile 2014 Francesca Mattassoglio La crisi economico finanziaria La crisi bancaria del 2007 - il contesto socio economico in cui matura; - la scintilla mutui americani

Dettagli

Post Trade event London Stock Exchange Group

Post Trade event London Stock Exchange Group Post Trade event Agenda - L offerta di Monte Titoli e T2S - I progetti di CC&G: EMIR e CCP su ICSDs - UnaVista Trade Repository service London Stock Exchange Group 24 giugno 2013 Page 2 L offerta di Monte

Dettagli

Obblighi futuri di reportistica secondo il regolamento REMIT

Obblighi futuri di reportistica secondo il regolamento REMIT EMIR e REMIT: giornata di studio EFET sulla regolamentazione finanziaria dei mercati energetici Obblighi futuri di reportistica secondo il regolamento REMIT Biagio De Filpo Direzione Mercati Autorità per

Dettagli

AGGIORNAMENTO NORMATIVO N. 19/2014

AGGIORNAMENTO NORMATIVO N. 19/2014 AGGIORNAMENTO NORMATIVO N. 19/2014 del 23 maggio 2014 1) Poteri dell EIOPA e dell ESMA: pubblicata in Gazzetta Ufficiale dell Unione Europa la Direttiva 2014/51/UE 2) CRR e CRD IV: pubblicate in Gazzetta

Dettagli

L active management - spinte regolamentari e opportunità di business. ABI -24 giugno 2015

L active management - spinte regolamentari e opportunità di business. ABI -24 giugno 2015 L active management - spinte regolamentari e opportunità di business ABI -24 giugno 2015 Agenda Introduzione Active management I principali Impatti Active management Le innovazioni Active management Un

Dettagli

LA RISPOSTA DELLA REGOLAMENTAZIONE FINANZIARIA: LE CENTRAL COUNTERPARTIES (CCP)

LA RISPOSTA DELLA REGOLAMENTAZIONE FINANZIARIA: LE CENTRAL COUNTERPARTIES (CCP) Dipartimento di IMPRESA E MANAGEMENT Cattedra FINANZA AZIENDALE AVANZATA LA RISPOSTA DELLA REGOLAMENTAZIONE FINANZIARIA: LE CENTRAL COUNTERPARTIES (CCP) RELATORE Prof. Ernesto Monti CANDIDATO Gabriele

Dettagli

ESMA Colla tera l e Va luation Guida per l utente

ESMA Colla tera l e Va luation Guida per l utente DTCC Product Ma na gement ESMA Colla tera l e Va luation Guida per l utente DTCC GTR Collateral e Valuation Guida per l utente M a ggio 2 0 1 4 L Autorità Europea degli Strumenti Finanziari e dei Mercati

Dettagli

intermediari Discussion

intermediari Discussion CONSOB Presentazione della Relazione per il 2013 Roma, 12 maggio 2014 La vigilanza sui mercati e sugli intermediari Discussion Giovanni Petrella Università Cattolica, Milano giovanni.petrella@unicatt.it

Dettagli

Gli impatti della MiFID II nell Asset Management: una prospettiva

Gli impatti della MiFID II nell Asset Management: una prospettiva Financial Services Gli impatti della MiFID II nell Asset Management: una prospettiva Crisi Finanziaria/ Impegni del G20 Impatti della tecnologia Integrazioni Comunitarie Nuovo schema di vigilanza EU www.pwc.com/it

Dettagli

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO BANCHIERI SVIZZERI DAL 1873 POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO GIUGNO 2012 La presente politica intende definire la strategia di esecuzione degli ordini di negoziazione inerenti a strumenti

Dettagli

Workshop sulle Misure di Livello 2

Workshop sulle Misure di Livello 2 Workshop sulle Misure di Livello 2 della MiFID II/MiFIR La disciplina dei Mercati Martina Mosco Ufficio Vigilanza Infrastrutture di Mercato CONSOB 14 luglio 2014 * Le presenti slide rappresentano una sintesi

Dettagli

La nuova direttiva sui servizi di investimento 2004/39/CE (MiFID)

La nuova direttiva sui servizi di investimento 2004/39/CE (MiFID) La nuova direttiva sui servizi di investimento 2004/39/CE (MiFID) (e relative norme di 2 livello: Direttiva 2006/73/CE e Regolamento 1287/2006) Regulation & Post Trading Division Fabrizio Plateroti Elena

Dettagli

NEWSLETTER n. 27 MARZO 2015 SOMMARIO

NEWSLETTER n. 27 MARZO 2015 SOMMARIO NEWSLETTER n. 27 MARZO 2015 SOMMARIO 1. NOVITÀ NORMATIVE... 3 1.1. BANCA DI ITALIA - ultimo aggiornamento alla Circolare n. 154 in materia di segnalazioni di vigilanza... 3 1.2. BANCA DI ITALIA - Operazioni

Dettagli

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY)

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) 15.11.2013 La presente politica intende definire la strategia di esecuzione degli ordini di negoziazione inerenti a strumenti finanziari

Dettagli

DTCC GTR OTC Lite Guida per l utente

DTCC GTR OTC Lite Guida per l utente GTR l utente DTCC GTR OTC Lite Guida per l utente Febbraio 2014 L autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (ESMA) non ha approvato o sanzionato le informazioni contenute in questo documento.

Dettagli

Workshop sulla revisione della MiFID: Novità e impatti. Norton Rose Fulbright. Gianluigi Gugliotta

Workshop sulla revisione della MiFID: Novità e impatti. Norton Rose Fulbright. Gianluigi Gugliotta Workshop sulla revisione della MiFID: Novità e impatti Norton Rose Fulbright Gianluigi Gugliotta Milano, 11 giugno 2014 MiFID (2004/39/CE) PRINCIPALI OBIETTIVI Favorire ulteriormente l integrazione, la

Dettagli

Supplemento alla Guida Utente

Supplemento alla Guida Utente User Guide Supplemento alla Guida Utente Iniziativa: Global Trade Repository Requisiti European Markets Infrastructure Regulation ( EMIR ) Service - Descrizione Campo per Campo L Autorità Europea degli

Dettagli

ISSN: 2279 9737 Rivista di Diritto Bancario La nuova Cross-Border Regulation of Swaps/Derivatives : il documento CFTC dell 11 luglio 2013

ISSN: 2279 9737 Rivista di Diritto Bancario La nuova Cross-Border Regulation of Swaps/Derivatives : il documento CFTC dell 11 luglio 2013 ISSN: 2279 9737 Rivista di Diritto Bancario Agosto 2013 La nuova Cross-Border Regulation of Swaps/Derivatives : il documento CFTC dell 11 luglio 2013 Alessandro Simionato 1. Premessa. La Commodity Futures

Dettagli

Orientamenti per le autorità competenti e le società di gestione di OICVM

Orientamenti per le autorità competenti e le società di gestione di OICVM Orientamenti per le autorità competenti e le società di gestione di OICVM Orientamenti su questioni relative agli ETF e ad altri OICVM 18.12.2012 ESMA/2012/832IT Data: 18.12.2012 ESMA/2012/832IT Indice

Dettagli

(Atti legislativi) REGOLAMENTI

(Atti legislativi) REGOLAMENTI 27.7.2012 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 201/1 I (Atti legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 648/2012 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 4 luglio 2012 sugli strumenti derivati

Dettagli

U n o r d i n e s u m i s u r a p e r o g n i t a g l i a. Le funzionalità Cross Order e Block Trade Facilities sui mercati cash

U n o r d i n e s u m i s u r a p e r o g n i t a g l i a. Le funzionalità Cross Order e Block Trade Facilities sui mercati cash U n o r d i n e s u m i s u r a p e r o g n i t a g l i a Le funzionalità Cross Order e Block Trade Facilities sui mercati cash Introduzione I Cross Order e i Block Trade Facilities (BTF) sono due nuove

Dettagli

Ordinanza FINMA sull infrastruttura del mercato finanziario

Ordinanza FINMA sull infrastruttura del mercato finanziario 20 agosto 2015 Ordinanza FINMA sull infrastruttura del mercato finanziario Rapporto esplicativo Laupenstrasse 27, 3003 Bern Tel. +41 (0)31 327 91 00, Fax +41 (0)31 327 91 01 www.finma.ch / Sommario Punti

Dettagli

Orientamenti per le autorità competenti e le società di gestione di OICVM

Orientamenti per le autorità competenti e le società di gestione di OICVM Orientamenti per le autorità competenti e le società di gestione di OICVM Orientamenti su questioni relative agli ETF e ad altri OICVM 01.08.2014 ESMA/2014/937IT Data: 01.08.2014 ESMA/2014/937IT Indice

Dettagli

Finanziamenti a medio termine e rischio tasso di interesse

Finanziamenti a medio termine e rischio tasso di interesse Finanziamenti a medio termine e rischio tasso di interesse Milano 12 marzo Fondazione Ambrosianeum Via delle Ore 3 Un Azienda ha la necessità di finanziare la sua attività caratteristica per un importo

Dettagli

Documento di consultazione 03/2012. Possibili contributi del GME agli adempimenti previsti dagli articoli 4 ed 8 del Regolamento (UE) n.

Documento di consultazione 03/2012. Possibili contributi del GME agli adempimenti previsti dagli articoli 4 ed 8 del Regolamento (UE) n. Documento di consultazione 03/2012 Possibili contributi del GME agli adempimenti previsti dagli articoli 4 ed 8 del Regolamento (UE) n. 1227/2011 I. Premessa Il Regolamento (UE) n. 1227/2011 del Parlamento

Dettagli

FINMA Rapporto annuale 2013. Appendice

FINMA Rapporto annuale 2013. Appendice 102 Categorizzazione della vigilanza su banche e assicurazioni 104 Regolamentazione dei mercati finanziari: progetti in corso 106 Statistiche 110 Memorandum of Understanding a livello internazionale 110

Dettagli

AIFMD NOVITÀ INTRODOTTE CON I DECRETI ATTUATIVI: AMBITI DI APPLICAZIONE E PROFILI DI GOVERNANCE

AIFMD NOVITÀ INTRODOTTE CON I DECRETI ATTUATIVI: AMBITI DI APPLICAZIONE E PROFILI DI GOVERNANCE AIFMD NOVITÀ INTRODOTTE CON I DECRETI ATTUATIVI: AMBITI DI APPLICAZIONE E PROFILI DI GOVERNANCE Partner di: Private Equity LAB Associato a: Shadow Banking e AIFMD G20 Pittsburgh 2009 Rivedere l intero

Dettagli

Master Regolazione dell attività e dei mercati finanziari

Master Regolazione dell attività e dei mercati finanziari Master Regolazione dell attività e dei mercati finanziari Operatività in derivati Marialaura Napoli 2 Agenda I contratti derivati nell attuale quadro normativo Novità introdotte dalla Dir. 2004/39 Le sedi

Dettagli

Monte Titoli. Procedura di gestione delle insolvenze. Descrizione della procedura

Monte Titoli. Procedura di gestione delle insolvenze. Descrizione della procedura Monte Titoli Procedura di gestione delle insolvenze Descrizione della procedura Versione 1.0 9 aprile 2013 PREMESSA L obiettivo del documento è quello di descrivere la procedura di gestione dell insolvenza

Dettagli

News Ambientale n. 13

News Ambientale n. 13 Studio Legale Perrelli & Associés member of News Ambientale n. 13 La Legge di stabilità italiana 2015 e l applicabilità del reverse charge allo scambio di quote di emissione di gas ad effetto serra, comparazioni

Dettagli

DOCUMENTO PER LA QUOTAZIONE DI OICR COMUNITARI ARMONIZZATI NEW MILLENNIUM

DOCUMENTO PER LA QUOTAZIONE DI OICR COMUNITARI ARMONIZZATI NEW MILLENNIUM DOCUMENTO PER LA QUOTAZIONE DI OICR COMUNITARI ARMONIZZATI NEW MILLENNIUM Ammissione alle negoziazioni delle Azioni di classe L dei seguenti Comparti della New Millennium, società di investimento a capitale

Dettagli

POSITION PAPER. 23 novembre 2007

POSITION PAPER. 23 novembre 2007 Risposta ABI alla consultazione della CONSOB sulla Comunicazione contenente chiarimenti di natura applicativa in merito al Regolamento Mercati adottato in attuazione della MiFID 23 novembre 2007 POSITION

Dettagli

Seminario FIN.T.E.MA. 2011 La proposta di riforma del mercato dei derivati OTC Prevedibile impatto su domanda e offerta

Seminario FIN.T.E.MA. 2011 La proposta di riforma del mercato dei derivati OTC Prevedibile impatto su domanda e offerta Per informazioni CAREFIN Centre for Applied Research in Finance Tel 02 5836.5908 La partecipazione è gratuita. Iscrizioni online all indirizzo www.unibocconi.it/eventi CAREFIN Centre for Applied Research

Dettagli

Obiettivi e quadro normativo di FATCA

Obiettivi e quadro normativo di FATCA Obiettivi e quadro normativo di FATCA Il Foreign Account Tax Compliance Act (FATCA), è una legge statunitense il cui obiettivo è la comunicazione annuale all autorità fiscale statunitense (IRS Internal

Dettagli

D.M. 166/2014 MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE. Visto il decreto 10 maggio 2007 n. 62, adottato dal Ministero dell economia e delle finanze

D.M. 166/2014 MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE. Visto il decreto 10 maggio 2007 n. 62, adottato dal Ministero dell economia e delle finanze MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 2 settembre 2014, n. 166 (G.U. 13 novembre 2014, n.264) Regolamento di attuazione dell articolo 6, comma 5-bis del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n.

Dettagli

Politica di Trasmissione ed Esecuzione degli ordini

Politica di Trasmissione ed Esecuzione degli ordini Politica di Trasmissione ed Esecuzione degli ordini Consiglio di Amministrazione del 18 dicembre 2014 INDICE PREMESSA... 3 1 AMBITO DI RIFERIMENTO... 3 2 FATTORI DETERMINANTI PER L INDIVIDUAZIONE DEI NEGOZIATORI...

Dettagli

Indice. 1. Le fonti del diritto dei mercati e degli intermediari finanziari. 2. Regolamentazione e vigilanza. Prefazione, di Piergaetano Marchetti

Indice. 1. Le fonti del diritto dei mercati e degli intermediari finanziari. 2. Regolamentazione e vigilanza. Prefazione, di Piergaetano Marchetti Indice Prefazione, di Piergaetano Marchetti Introduzione XI XV 1. Le fonti del diritto dei mercati e degli intermediari finanziari di Paolo Sfameni 1 1.1. Introduzione. Le fonti 1 1.2. Le fonti comunitarie

Dettagli

La Gestione del Rischio attuata dalla Controparte Centrale Cassa di Compensazione e Garanzia SpA (CC&G)

La Gestione del Rischio attuata dalla Controparte Centrale Cassa di Compensazione e Garanzia SpA (CC&G) La Gestione del Rischio attuata dalla Controparte Centrale Cassa di Compensazione e Garanzia SpA (CC&G) Renato Tarantola Consigliere d Amministrazione della Cassa di Compensazione e Garanzia SpA Università

Dettagli

Legge del 1988 relativa agli Organismi d Investimento Collettivi a Valori Mobiliari (OICVM) Parte I

Legge del 1988 relativa agli Organismi d Investimento Collettivi a Valori Mobiliari (OICVM) Parte I Legge del 1988 relativa agli Organismi d Investimento Collettivi a Valori Mobiliari (OICVM) Parte I I. Introduzione Sommario II. III. IV. Obiettivo dell investimento Gli investitori Le differenti strategie

Dettagli

Opzione di consegna fisica sul mercato IDEX

Opzione di consegna fisica sul mercato IDEX Opzione di consegna fisica sul mercato IDEX Incontro con gli Operatori Assolombarda Milano Confindustria - Roma Data: 24/11/2009 Fabrizio Plateroti Director of Regulation & Post Trading Ennio Arlandi Energy

Dettagli

DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 297/2014/R/EEL

DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 297/2014/R/EEL DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 297/2014/R/EEL VALORIZZAZIONE DELLE PARTITE ECONOMICHE RELATIVE ALL EMISSIONS TRADING SYSTEM PER GLI IMPIANTI DI PRODUZIONE ESSENZIALI IN REGIME DI REINTEGRAZIONE DEI COSTI

Dettagli

CREDIT DEFAULT SWAPS E CENTRAL CLEARING PARTIES

CREDIT DEFAULT SWAPS E CENTRAL CLEARING PARTIES LIBERA UNIVERSITÀ INTERNAZIONALE DEGLI STUDI SOCIALI LUISS - GUIDO CARLI DIPARTIMENTO DI IMPRESA E MANAGEMENT Corso di laurea in Economia e Management Economia e mercati finanziari CREDIT DEFAULT SWAPS

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 17/12/2014 1 Indice 1. Introduzione 3 1.1 Quadro Normativo di Riferimento 3 1.2 Gestioni di Quaestio Capital

Dettagli

BANCA CENTRALE EUROPEA

BANCA CENTRALE EUROPEA 19.6.2012 Gazzetta ufficiale dell Unione europea C 175/11 III (Atti preparatori) BANCA CENTRALE EUROPEA PARERE DELLA BANCA CENTRALE EUROPEA del 25 aprile 2012 in merito alla proposta di regolamento del

Dettagli

Relazione al Parlamento e al Governo. Roma, giugno 2011

Relazione al Parlamento e al Governo. Roma, giugno 2011 Relazione al Parlamento e al Governo Roma, giugno 2011 anno 2010 Relazione al Parlamento e al Governo Roma, giugno 2011 Banca d Italia, 2011 Indirizzo Via Nazionale, 91 00184 Roma - Italia Telefono +39

Dettagli

recepimento della Direttiva MiFID (2004/39/CE)

recepimento della Direttiva MiFID (2004/39/CE) Le principali novità introdotte con il recepimento della Direttiva MiFID (2004/39/CE) Direttiva 2004/39/CE ( dirett. di 1 livello ) Markets in Financial Instruments Directive o MiFID Direttiva 2006/73/CE

Dettagli

Fornitura di Energia Integrata a Servizi di Efficienza Energetica per le PMI

Fornitura di Energia Integrata a Servizi di Efficienza Energetica per le PMI Fornitura di Energia Integrata a Servizi di Efficienza Energetica per le PMI ComoNEXT, 27 Marzo 2014 Electra Italia S.p.A. Agenda 1. Electra Italia e il Gruppo BKW 2. L esigenza del Cliente 3. Il modello

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI ICCREA BANCA S.P.A. FEBBRAIO 2008 INDICE 1. PREMESSA 4 2. RIFERIMENTI NORMATIVI 6 ARTICOLAZIONE DEL DOCUMENTO 8 3. Sezione Prima

Dettagli

*** Terzo pilastro dell accordo di Basilea II / Basilea III

*** Terzo pilastro dell accordo di Basilea II / Basilea III Informativa al pubblico in materia di adeguatezza patrimoniale, l esposizione ai rischi e le caratteristiche generali dei sistemi preposti all identificazione, alla misurazione e alla gestione di tali

Dettagli

Le riforme delle strutture delle sedi di negoziazione: profili evolutivi

Le riforme delle strutture delle sedi di negoziazione: profili evolutivi Scuola di Economia e Management DISAG- Dipartimento di Studi aziendali e Giuridici Corso di Diritto Europeo della Banca e della Finanza (EGIF) Prof.ssa Antonella Brozzetti a.a. 2015-2016 Le riforme delle

Dettagli

NOTA DI SINTESI. Informazioni generali sugli Emittenti e sul Garante. Emittenti:

NOTA DI SINTESI. Informazioni generali sugli Emittenti e sul Garante. Emittenti: NOTA DI SINTESI La presente nota di sintesi deve essere letta come introduzione a questo Prospetto di Base e qualsiasi decisione di investire nei Titoli dovrebbe essere basata sull esame da parte dell

Dettagli

comunica e dichiara quanto segue

comunica e dichiara quanto segue Stampare su carta intestata dell Operatore. Compilare gli spazi vuoti e barrare le caselle interessate; apporre la firma del Rappresentante Legale o del Rappresentante Contrattuale ed inviare in originale

Dettagli

11 DISTRIBUZIONE DI PRODOTTI FINANZIARI COMPLESSI ALLA CLIENTELA RETAIL: CONSOB

11 DISTRIBUZIONE DI PRODOTTI FINANZIARI COMPLESSI ALLA CLIENTELA RETAIL: CONSOB 1 2 OBBLIGHI DI SEGNALAZIONE STATISTICA DELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE: PUBBLICATO NELLA GAZZETTA UFFICIALE DELL UNIONE EUROPEA IL NUOVO REGOLAMENTO OICVM: L ESMA PONE IN CONSULTAZIONE UN DISCUSSION PAPER

Dettagli

FONDO PENSIONE NAZIONALE PER IL PERSONALE DELLE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI ED ARTIGIANE

FONDO PENSIONE NAZIONALE PER IL PERSONALE DELLE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI ED ARTIGIANE FONDO PENSIONE NAZIONALE PER IL PERSONALE DELLE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI ED ARTIGIANE Iscritto al n 1386 dell Albo dei Fondi Pensione SOLLECITAZIONE PUBBLICA DI OFFERTA PER LA GESTIONE

Dettagli

Indice. Prefazione, di Piergaetano Marchetti. Introduzione

Indice. Prefazione, di Piergaetano Marchetti. Introduzione Prefazione, di Piergaetano Marchetti Introduzione XI XV 1. Le fonti del diritto dei mercati e degli intermediari Ànanziari, di Paolo Sfameni 1 1.1. Introduzione 1 1.1.1. Le fonti comunitarie 3 1.1.2. L

Dettagli

INFORMATIVA AL PUBBLICO AI SENSI DELLE NUOVE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI VALUTAZIONE AZIENDALE DELL ADEGUATEZZA PATRIMONIALE PER I GRUPPI DI SIM

INFORMATIVA AL PUBBLICO AI SENSI DELLE NUOVE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI VALUTAZIONE AZIENDALE DELL ADEGUATEZZA PATRIMONIALE PER I GRUPPI DI SIM INFORMATIVA AL PUBBLICO AI SENSI DELLE NUOVE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI VALUTAZIONE AZIENDALE DELL ADEGUATEZZA PATRIMONIALE PER I GRUPPI DI SIM (Circolare Banca d Italia n.285 del 17 dicembre 2013, Titolo

Dettagli

RISCHIO DI LIQUIDITÀ E DI CONTROPARTE: INTERCONNESSIONI E PROBLEMATICHE OPERATIVE

RISCHIO DI LIQUIDITÀ E DI CONTROPARTE: INTERCONNESSIONI E PROBLEMATICHE OPERATIVE RISCHIO DI LIQUIDITÀ E DI CONTROPARTE: INTERCONNESSIONI E PROBLEMATICHE OPERATIVE Intervento: Dr. Francesco Germini - Resp. Segreteria Tecnica e Middle Office ICCREA BANCA Dr. Massimo Proietti Resp. Soluzioni

Dettagli

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 1247/2012 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 1247/2012 DELLA COMMISSIONE L 352/20 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 21.12.2012 REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 1247/2012 DELLA COMMISSIONE del 19 dicembre 2012 che stabilisce norme tecniche di attuazione per quanto riguarda

Dettagli

La trasversalità della funzione di convalida interna, applicata al framework complessivo del Credit e del Counterparty Risk

La trasversalità della funzione di convalida interna, applicata al framework complessivo del Credit e del Counterparty Risk La trasversalità della funzione di convalida interna, applicata al framework complessivo del Credit e del Counterparty Risk Milano, 14 febbraio 2012 Group Internal Validation UniCredit CRO AGENDA Overview

Dettagli

Giugno 2012. Avv. Ubaldo Caracino e Avv. Federica Pavesi, Zitiello e Associati Studio Legale

Giugno 2012. Avv. Ubaldo Caracino e Avv. Federica Pavesi, Zitiello e Associati Studio Legale Giugno 2012 ETF: i nuovi scenari regolamentari Avv. Ubaldo Caracino e Avv. Federica Pavesi, Zitiello e Associati Studio Legale L acronimo ETF ha acquisito una forza evocativa tale nel mercato finanziario

Dettagli

L e-commerce: un opportunità di sviluppo per l economia italiana

L e-commerce: un opportunità di sviluppo per l economia italiana 9 febbraio 05, Roma Roberto Liscia Presidente Netcomm L e-commerce: un opportunità di sviluppo per l economia italiana I temi Il nuovo consumatore digitale Evoluzioni in Italia I mercati internazionali

Dettagli

Modalità operative di trasmissione degli ordini

Modalità operative di trasmissione degli ordini Modalità operative di trasmissione degli ordini 18/06/2012 INDICE 1. PREMESSA 3 1.1 Scopo 4 1.2 Riferimenti Normativi 4 1.3 Definizioni 4 2. QUALITÀ DELL ESECUZIONE 6 3. FATTORI DI ESECUZIONE 7 3.1 Eccezioni

Dettagli

GESTIRE GLI ONERI NORMATIVI:

GESTIRE GLI ONERI NORMATIVI: GESTIRE GLI ONERI NORMATIVI: LA NECESSITÀ DI VISIBILITÀ IN TEMPO REALE IN CONFORMITA AI BIG DATA EXECUTIVE SUMMARY I responsabili delle normative stanno investendo milioni nella tecnologia a supporto di

Dettagli

CRITERI PER LA DETERMINAZIONE DEGLI IMPEGNI ASSUNTI NELLA GESTIONE DEL FONDO IN RELAZIONE A OPERAZIONI IN STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI

CRITERI PER LA DETERMINAZIONE DEGLI IMPEGNI ASSUNTI NELLA GESTIONE DEL FONDO IN RELAZIONE A OPERAZIONI IN STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI CRITERI PER LA DETERMINAZIONE DEGLI IMPEGNI ASSUNTI NELLA GESTIONE DEL FONDO IN RELAZIONE A OPERAZIONI IN STRUMENTI FINANZIARI DERIVATI SEZIONE I PREMESSA ( 1 ) Per il calcolo dell esposizione complessiva

Dettagli

RILEVAZIONE SULLE ESPOSIZIONI RILEVANTI Risposte a quesiti di interesse generale

RILEVAZIONE SULLE ESPOSIZIONI RILEVANTI Risposte a quesiti di interesse generale RILEVAZIONE SULLE ESPOSIZIONI RILEVANTI Risposte a quesiti di interesse generale 1. Modalità di rilevazione delle quote di OICR Q. In merito al trattamento delle quote di OICR sono fornite indicazioni

Dettagli

REGISTRO REMIT QUESTION & ANSWER

REGISTRO REMIT QUESTION & ANSWER REGISTRO REMIT QUESTION & ANSWER Aggiornate al: 11 settembre 2015 1 REMIT Q&A Definizioni 1. ACER: Agenzia per la cooperazione fra i regolatori nazionali dell energia. 2. REMIT: Regolamento (UE) n. 1227/2011

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI. Approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 29/07/2015

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI. Approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 29/07/2015 STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 29/07/2015 1 Indice 1. Introduzione 3 1.1 Quadro Normativo di Riferimento 3 1.2 Gestioni di Quaestio Capital

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Il quadro normativo comunitario

Il quadro normativo comunitario VI 1 La disciplina in materia di mercati La revisione della Direttiva MiFID Nel gennaio 2014 il Consiglio dell Unione Europea ha raggiunto un accordo politico di massima con il Parlamento europeo sui testi

Dettagli

Legge federale sulle infrastrutture del mercato finanziario e il comportamento sul mercato nel commercio di valori mobiliari e derivati

Legge federale sulle infrastrutture del mercato finanziario e il comportamento sul mercato nel commercio di valori mobiliari e derivati Decisioni del Consiglio nazionale del 17.6.2015 Proposta della Commissione del Consiglio degli Stati del 17.6.2015: adesione Legge federale sulle infrastrutture del mercato finanziario e il comportamento

Dettagli

AGREX Futures sul Grano Duro

AGREX Futures sul Grano Duro AGREX Futures sul Grano Duro Roma, 18 Maggio 2012 18 maggio 2012, Roma Agenda Banca IMI Market Hub Il Mercato del Grano duro 2 Banca IMI Market Hub Banca IMI Market Hub Banca IMI Presenza Internazionale

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO RECANTE ATTUAZIONE DELLA DIRETTIVA 2011/61/UE, SUI GESTORI DI FONDI DI INVESTIMENTO ALTERNATIVI, CHE MODIFICA

DECRETO LEGISLATIVO RECANTE ATTUAZIONE DELLA DIRETTIVA 2011/61/UE, SUI GESTORI DI FONDI DI INVESTIMENTO ALTERNATIVI, CHE MODIFICA DECRETO LEGISLATIVO RECANTE ATTUAZIONE DELLA DIRETTIVA 2011/61/UE, SUI GESTORI DI FONDI DI INVESTIMENTO ALTERNATIVI, CHE MODIFICA LE DIRETTIVE 2003/41/CE E 2009/65/CE E I REGOLAMENTI (CE) N. 1060/2009

Dettagli

I DERIVATI: QUALCHE NOTA CORSO PAS. Federica Miglietta Bari, luglio 2014

I DERIVATI: QUALCHE NOTA CORSO PAS. Federica Miglietta Bari, luglio 2014 I DERIVATI: QUALCHE NOTA CORSO PAS Federica Miglietta Bari, luglio 2014 GLI STRUMENTI DERIVATI Gli strumenti derivati sono così denominati perché il loro valore deriva dal prezzo di una attività sottostante,

Dettagli

Insight. Direttiva 2009/65/EC - UCITS IV: verso il Mercato Unico Europeo degli OICVM. Introduzione. N. 33 Maggio 2011

Insight. Direttiva 2009/65/EC - UCITS IV: verso il Mercato Unico Europeo degli OICVM. Introduzione. N. 33 Maggio 2011 Insight N. 33 Maggio 2011 Direttiva 2009/65/EC - UCITS IV: verso il Mercato Unico Europeo degli OICVM Introduzione Il 13 gennaio 2009 il Parlamento Europeo ha approvato la Direttiva UCITS IV (Undertakings

Dettagli

Un ordine su misura per ogni taglia

Un ordine su misura per ogni taglia Un ordine su misura per ogni taglia Le funzionalità Cross Order e Block Trade Facilities sui mercati cash Cross Order e BTF Introduzione I Cross Order e la Block Trade Facilities (BTF) sono due nuove tipologie

Dettagli

Legge federale sull'infrastruttura del mercato finanziario

Legge federale sull'infrastruttura del mercato finanziario Legge federale sull'infrastruttura del mercato finanziario (Legge sull'infrastruttura finanziaria, LInfFin) (Avamprogetto) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 95 e 98

Dettagli

Efficienza Energetica: un nuovo paradigma nel mercato dell energia Mario Mauri

Efficienza Energetica: un nuovo paradigma nel mercato dell energia Mario Mauri Efficienza Energetica: un nuovo paradigma nel mercato dell energia Mario Mauri Milano, 13 giugno 2013 Uso: Confidential Enel oggi Operatore energetico internazionale Presenza in 40 paesi Capacità installata

Dettagli

26.11.2013 Lugano Fund Forum

26.11.2013 Lugano Fund Forum AIFMD DIRECTIVE opportunità per i gestori di fondi alternativi Relatori: Margherita Balerna Bommartini Head of Operations & Branch Manager, Casa4Funds SA rita.bommartini@casa4funds.com Lawyer specialized

Dettagli

Cam era dei D eputati - 1 2 9 - S en a to della R epubblica XVII LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI DOC. XXVIII N.

Cam era dei D eputati - 1 2 9 - S en a to della R epubblica XVII LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI DOC. XXVIII N. Cam era dei D eputati - 1 2 9 - S en a to della R epubblica XVII LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI DOC. XXVIII N. 1 Cam era dei D eputati - 1 3 0 - S en a to della R epubblica Riquadro

Dettagli

Utilizzo e ristrutturazione dei prodotti derivati nelle imprese italiane

Utilizzo e ristrutturazione dei prodotti derivati nelle imprese italiane Utilizzo e ristrutturazione dei prodotti derivati nelle imprese italiane Convegno ODC Milano Milano 26 gennaio 2006 Intervento di Emanuele Facile e.facile@fin-innovations.com 1 Agenda 1. Introduzione:

Dettagli

Quotazione delle SIIQ e degli investimenti immobiliari: le prospettive nell attuale mercato finanziario Dr. Massimiliano Lagreca (Borsa Italiana)

Quotazione delle SIIQ e degli investimenti immobiliari: le prospettive nell attuale mercato finanziario Dr. Massimiliano Lagreca (Borsa Italiana) Quotazione delle SIIQ e degli investimenti immobiliari: le prospettive nell attuale mercato finanziario Dr. Massimiliano Lagreca (Borsa Italiana) SIIQ, SICAF E FONDI IMMOBILIARI Evoluzione degli strumenti

Dettagli

Aperitivo per le banche e i commercianti di valori mobiliari

Aperitivo per le banche e i commercianti di valori mobiliari www.pwc.ch/banken Pronti per il 2014 Un evento dell Academy di per le banche e i commercianti di valori mobiliari Aperitivo per le banche e i commercianti di valori mobiliari Agenda 17:00 Saluto Glenda

Dettagli

DOCUMENTO PER LA QUOTAZIONE DI OICR COMUNITARI ARMONIZZATI NEW MILLENNIUM

DOCUMENTO PER LA QUOTAZIONE DI OICR COMUNITARI ARMONIZZATI NEW MILLENNIUM DOCUMENTO PER LA QUOTAZIONE DI OICR COMUNITARI ARMONIZZATI NEW MILLENNIUM Ammissione alle negoziazioni delle Azioni di classe L dei seguenti Comparti della New Millennium, società di investimento a capitale

Dettagli

TASK FORCE ASSOGESTIONI PER L ATTUAZIONE IN ITALIA DELLA UCITS IV. Documento conclusivo

TASK FORCE ASSOGESTIONI PER L ATTUAZIONE IN ITALIA DELLA UCITS IV. Documento conclusivo TASK FORCE ASSOGESTIONI PER L ATTUAZIONE IN ITALIA DELLA UCITS IV Documento conclusivo Febbraio 2011 Task force assogestioni per l attuazione in italia della ucits IV Documento conclusivo Febbraio 2011

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata

Dettagli

La vigilanza sui mercati

La vigilanza sui mercati I 1 I mercati regolamentati Nel corso del 2013, a seguito dell andamento positivo dei corsi azionari, la capitalizzazione delle società quotate in Borsa è cresciuta del 22 per cento rispetto all anno precedente,

Dettagli

Imprese di assicurazione: pubblicate le nuove norme BCE sugli obblighi di segnalazione statistica

Imprese di assicurazione: pubblicate le nuove norme BCE sugli obblighi di segnalazione statistica Legislazione e Regolamentazione europea e internazionale Dicembre 2014 www.simmons-simmons.com Indice Banca Centrale Europea Imprese di assicurazione: pubblicate le nuove norme BCE sugli obblighi di segnalazione

Dettagli

2. LE BASI DEL SISTEMA DI SOSTEGNO ALL INTERNAZIONALIZZAZIONE

2. LE BASI DEL SISTEMA DI SOSTEGNO ALL INTERNAZIONALIZZAZIONE SOMMARIO 1. DOPO LA CRISI: IL MADE IN ITALY IN UN MERCATO INTERNAZIONALE CHE CAMBIA RAPIDAMENTE 1.1. Introduzione... 3 1.1.1 Le PMI fra definizione e realtà... 3 1.2. Cause e conseguenze della crisi...

Dettagli

(Testo rilevante ai fini del SEE) visto il trattato sul funzionamento dell Unione europea, in particolare l articolo 114,

(Testo rilevante ai fini del SEE) visto il trattato sul funzionamento dell Unione europea, in particolare l articolo 114, L 173/84 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 12.6.2014 REGOLAMENTO (UE) N. 600/2014 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 15 maggio 2014 sui mercati degli strumenti finanziari e che modifica il

Dettagli