30% = GENETICA 20% = SISTEMA SANITARIO 50% = STILE DI VITA alimentazione lavoro cultura fumo alcool stress sedentarietà

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "30% = GENETICA 20% = SISTEMA SANITARIO 50% = STILE DI VITA alimentazione lavoro cultura fumo alcool stress sedentarietà"

Transcript

1 RISCONTRI MEDICI CEREALI VARIETA ANTICHE BIODIVERSITA AGRARIA e ALIMENTARE SICUREZZA e QUALITA NUTRIZIONALE Venezia 21 OTTOBRE 2011 Pier Luigi Rossi Medico Specialista Scienza della Alimentazione Medicina Preventiva Esperto del Consiglio Superiore di Sanità

2 SANI PER SCELTA 30% = GENETICA 20% = SISTEMA SANITARIO 50% = STILE DI VITA alimentazione lavoro cultura fumo alcool stress sedentarietà

3 infinite volte fece anatomia, scorticando uomini per vedere il principio e legazioni dell'ossatura, muscoli, nerbi, vene e moti diversi, e tutte le positure del corpo umano Giorgio Vasari

4 SICUREZZA NUTRIZIONALE La difesa della salute pubblica non deve limitarsi alla sola sicurezza chimica, biologica e fisica degli alimenti, ma deve riguardare anche la sicurezza nutrizionale, volta ad assicurare la assunzione di principi nutritivi e nutrienti essenziali e a limitare, nel contempo, la assunzione di molecole costituenti o formatesi nella produzione agro alimentare e/o durante il processo tecnologico alimentare. ( Libro Bianco sulla Sicurezza Alimentare Bruxelles, COM (1999) 719 def. N )

5 SICUREZZA ALIMENTARE Sicurezza nutrizionale La sicurezza alimentare analizza gli inquinanti chimico-fisici e biologici contenuti negli alimenti destinati al consumo umano e animale. La sicurezza nutrizionale attiene alla molecole e ai principi nutritivi contenuti negli alimenti e condizionati dalle varie tecniche di produzione agro-alimentare. Gli alimenti possono rispondere a criteri di sicurezza alimentare ma non ai criteri di sicurezza e qualità nutrizionale. essendo in grado di generare patologie degenerative, infiammatorie, tumorali. La tecnologia alimentare può altresì modificare il contenuto dei principi nutritivi contenuti negli alimenti (in particolare minerali, proteine, lipidi, vitamine e molecole ad azione nutraceutica..)

6 SICUREZZA NUTRIZIONALE Produzione agro-alimentare La composizione chimica degli alimenti varia in rapporto alla diversa coltivazione, allevamento, manipolazione tecnologica, non sempre in linea con la prevenzione e mantenimento di un ottimale stato di salute. Lo sviluppo socio-ecomonico degli ultimi decenni ha assicurato una maggiore disponibilità e varietà di alimenti, prodotti con modalità di coltivazione, allevamento intensivo ed estensivo e con tecnologie agro-alimentari innovative non sempre adeguate alla fisiologia dell intestino umano e dell intero organismo. Si è venuto a generare un nuovo orizzonte epidemiologico e scientifico, clinico-patologico derivato dalla dissonanza tra gli alimenti prodotti e immessi nel mercato e la fisiologia del corpo umano. L intestino e l intero apparato gastro-enterico, epato-pancreatico mostrano limiti e incapacità a gestire numerosi alimenti, che pur indenni da contaminazioni chimiche, biologiche e fisiche, contengono molecole inquinanti l intero organismo.

7 QUALITA SICUREZZA NUTRIZIONALE QUALITA NUTRIZIONALE Possesso di attributi nutritivi definiti e quantificabili mediante specifici indicatori di qualità riferiti a singoli principi nutritivi e all intero alimento considerato. SICUREZZA NUTRIZIONALE Assenza di molecole e componenti intrinseche costituenti e/o formatesi nella produzione agro alimentare e durante il processo tecnologico alimentare, valutabile attraverso ricerca specifica di molecole responsabili di inquinamento nutrizionale nell alimento considerato.

8 SICUREZZA NUTRIZIONALE Glicazione proteine e lipidi La glicazione delle proteine e dei lipidi è causa di importanti e gravi patologie degenerative all interno dell organismo umano. La glicazione delle proteine e dei lipidi è una reazione non enzimatica in cui una molecola di glucosio o di fruttosio si lega ad una molecola di una proteina senza intervento di enzimi, danneggiandola. La unione tra glucosio e gruppo aminico di una proteina o lipoproteina è irreversibile con formazione di AGEs ( Advanced Glycation Endoproducts). Le molecole di AGEs formate sono irreversibili, si accumulano nei tessuti. Costituiscono la memoria metabolica di un organismo diagnosticabile con analisi ematiche e urinarie.

9 SICUREZZA NUTRIZIONALE Glicazione proteine e lipidi Gli AGEs sono stati identificati nelle derrate alimentari presenti nella comune alimentazione e in particolare nei cibi trattati termicamente. Oltre il 10 % degli AGEs di origine dietetica sono assorbiti dall intestino. L assunzione di AGEs di origine alimentare costituisce un importante fattore di rischio di danno tessutale. Le molecole che possono essere considerate come un indice dello stress glicossidativo sono la PENTOSIDINA, FUROSINA.. la EMOGLOBINA GLICOSILATA e una serie di composti carbonilici.

10 Exogenous sources of AGEs: dietary glycotoxins Cigarette or Tobacco Smoke Dehydration High Amounts of Sugar Browned Foods Fermented Foods Broiled Foods Barbequed Foods Fried Foods Grilled Foods Roasted Nuts Roasted Foods Microwaved Food How we prepare our food may be as important as the food itself when it comes to our health and well being

11 Alcune classi di composti volatili generati nella reazione di Maillard

12 SICUREZZA NUTRIZIONALE Glicazione proteine e lipidi alimenti La restrizione nella assunzione di AGEs con la alimentazione risulta quindi un fattore di prevenzione delle patologie croniche degenerative. La disponibilità di dati sul contenuto di prodotti terminali della glicosilazione delle proteine e lipidi nella alimentazione è estremamente scarsa. Si può eseguire analisi su carni di tutti i tipi sia crude sia cotte, e su tutti prodotti alimentari in commercio esposti ad alte temperature durante la loro preparazione.

13 SICUREZZA NUTRIZIONALE Glicazione proteine pasta alimentare Ho già iniziato ricerca della FUROSINA presso l Istituto Superiore di Sanità nei vari tipi di pasta alimentare in commercio. Il valore della FUROSINA varia in modo netto in relazione a caratteri della farina usata e delle modalità di produzione tecnologica della stessa pasta. Le analisi eseguite stanno ad indicare che il valore di FUROSINA varia da 61mg / 100g proteine a 582 mg / 100 g proteine.

14 SICUREZZA NUTRIZIONALE Glicazione proteine pasta alimentare La ricerca di FUROSINA nei vari tipi di pasta o AGEs in altri alimenti è una scelta di medicina preventiva al fine di arrivare ad un processo di tecnologia alimentare compatibile con la fisiologia e la salute del nostro intestino e a limitare l inquinamento irreversibile di AGEs all interno del nostro organismo. Scegliendo materia prima di qualità e passaggi tecnologici migliori si può ridurre o meglio eliminare la formazione di FUROSINA, di AGEs negli alimenti.

15 SICUREZZA NUTRIZIONALE Glicazione proteine pasta alimentare Riporto valutazioni capaci di condizionare il contenuto di FUROSINA e di AGEs nella pasta: 1- Concentrazione di carboidrati e gruppi aminici liberi 2- Grado di essicazione della pasta 3- Temperatura di esposizione dell impasto 4- Tempo di trattamento termico impasto 5- Umidità aria ambiente di lavorazione 6- Uso di sfarinati di qualità ( misurabili con attività amilasica ridotta) 7- Scelta di lavorazione che limita il danneggiamento meccanico dei granuli di amido e la disponibilità di carboidrati riducenti) 8- Granulometria elevata della semola 9- Umidità della pasta ( suo valore di attività dell acqua aw al momento del trattamento termico impasto 10 - Aw intermedi ( ) favorisce glicazione proteine 15% valori inferiori di umidità 11 Fasi finali del ciclo di essiccamento con alte temperature con bassi valori di umidità del prodotto

16 SICUREZZA NUTRIZIONALE Glicazione proteine e lipidi negli alimenti Gli AGEs sono stati identificati nelle derrate alimentari presenti nella moderna dieta dei paesi occidentali e in particolare nei cibi trattati termicamente. Recentemente studi condotti sull uomo confermano che più del 10% degli AGEs di origine dietetica sono assorbiti nell intestino, immessi nel circolo sanguigno e trasportati nei diversi organi del corpo dove si depositano e si accumulano nel corso degli anni. L assunzione di AGEs di origine alimentare costituisce un importante fattore di rischio di danno tissutale. Lattuale diagnostica è in grado di quantificare l inquinamento di AGEs di un organismo, introdotti con gli alimenti e formatisi all interno delle cellule.

17 SICUREZZA NUTRIZIONALE Le tecnologia e la produzione agro- alimentare intensiva ed estensiva porta sul piatto alimenti non adeguati per la sicurezza nutrizionale: eccesso di proteine e glutine su pasta alimentare e alimenti composti con farina di grano eccesso di omega-6 negli alimenti di origine animale uso di integratori a base di metionina negli animali da carne e da latte eccesso di nitrati e nitriti nei prodotti vegetali riduzione acqua libera negli alimenti.

18 SICUREZZA NUTRIZIONALE Tecnologia alimentare Lo sviluppo della tecnologia alimentare è superiore alla capacità di adattamento biologico del corpo umano. La divaricazione tra tecnologia agro-alimentare e la capacità fisiologica dell intestino e dell intero organismo di metabolizzare le molecole contenute negli alimenti genera nel corpo umano patologie degenerative invalidanti, pur non introducendo alcun inquinante chimico fisico. Il cibo stesso prodotto con innovative tecniche agroalimentare può diventare un inquinante la salute e l integrità morfo-strutturale del corpo umano.

19 SICUREZZA NUTRIZIONALE Etichetta nutrizionale I consumatori manifestano un crescente attenzione per il valore e il rischio nutrizionale degli alimenti che acquistano. Si avverte sempre di più la necessità di fornire informazioni corrette sugli alimenti consumati ogni giorno. L attuale ricerca scientifica, clinico- patologica è ormai in grado di fornire linee guida per la sicurezza nutrizionale degli alimenti, nonché indicatori di qualità nutrizionale al fine di realizzare la etichettatura nutrizionale, come auspicato dallo stesso Libro Bianco sulla Sicurezza Alimentare (107).

20 QUALITA NUTRIZIONALE etichetta nutrizionale L etichetta nutrizionale è un importante veicolo attraverso il quale i produttori alimentari possono comunicare informazioni essenziali sul valore nutrizionale e sulla composizione dei loro prodotti. L etichetta nutrizionale è la carta di identità degli alimenti e deve costituire una modalità di facile e immediata lettura per garantire una scelta sana e motivata della propria alimentazione giornaliera. La etichettatura nutrizionale è normata dal Regolamento (CE) n. 1924/2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 24 Dicembre 2006 relativo alle indicazioni nutrizionali e sulla salute fornita sui prodotti alimentari.

21 QUALITA NUTRIZIONALE etichetta nutrizionale INDICAZIONI NUTRIZIONALI NUTRICTION CLAIMS INDICAZIONI NUTRIZIONALI RELATIVE ALLA SALUTE NUTRICTION CLAIMS RIDUZIONE DEL RISCHIO MALATTIA DISEASE RISK REDUCTION CLAIMS

22 SICUREZZA E QUALITA NUTRIZIONALE ETICHETTATURA ASSICURA UNA SCELTA PERSONALE DI ALIMENTAZIONE CONSAPEVOLE

23

24 AUTUNNO MELATONINA

25

26 LA FARINA e I GRANI

27 BIODIVERSITA AGRARIA e ALIMENTARE GRANI ANTICHI E MODERNI

28

29 RIPARTIAMO DAL PANE

30 Fibra Flavonoidi Polifenoli Tocoferoli e tocotrienoli Folati COMPOSIZIONE DELLA Acidi fenolici: acido ferulico Carotenoidi CARIOSSIDE

31 CONFRONO NUTRIZIONALI GRANI VARIETA MODERNE (6) Mieti (PS), Bolero (P), Nobel (P), Eureka (B), Palesio (PS), Bilancia (P) VARIETA ANTICHE (16) Andriolo, Autonomia A and B, Sieve, Marzuolo d Acqui, Benco, Frassineto, Verna, Inallettabile, Gentil rosso, Gentil rosso mutico, Canove, Bianco nostrale, Marzuolo Val Pusteria, Carosello, Gentil bianco

32 NUTRIENTI CONTENUTI NEI GRANI nelle 6 varietà moderne sono stati rilevati 22 composti su 35 (62%) nelle 16 varietà antiche 33 su 35 (94%)

33 NUTRIENTI CONTENUTI NEI GRANI nelle 6 varietà moderne sono stati rilevati 22 composti su 35 (62%) nelle 16 varietà antiche 33 su 35 (94%)

34 FIBRA ALIMENTARE Frumento tenero Cv.antiche Cv.moderne TDF SDF IDF Frumento duro Cv.antiche Cv.moderne Fibre (%) AMIDO RESISTENTE Frumento tenero Cv.antiche Cv.moderne Frumento duro Cv.antiche Cv.moderne Amido resistente (% di amido totale)

35 CEREALI: COMPOSTI BIOATTIVI Acidi fenolici Lignani Polifenoli Flavonoidi Legati, liberi Fitosteroli FUNZIONE di PROTEZIONE SALUTE CORPO UMNANO Carotenoidi Fibre (inulina, amidi Resistenti) Solubili, insolubili Tocoferoli, tocotrienoli

36 PROTEINE DEI CEREALI CLASSIFICAZIONE DI OSBORNE Solubili in acqua..albumine Solubili in soluzioni saline.. GLOBULINE Solubili in Etanolo 70% GLIADINE Solubili in acidi, basi o detergenti.glutenine

37 PROTEINE del FRUMENTO PROTEINE CITOPLASMATICHE (15-20%) PROTEINE di RISRRVA (80-85%) ALBUMINE GLOBULINE GLIADINE GLUTENINE Proteine funzionali ω gliadine α gliadine β gliadine γ gliadine Proteine di riserva

38 PAGE ELETTROFORESI DELLE GLIADINE

39 SDS - PAGE ELETTROFORESI DELLE GLUTENINE 2* T2 7 8 HMW glu LMW glu

40 CONSUMO CARIOSSIDE INTERA (Whole grain) Azione salutare in malattie croniche Malattie cardiovascolari Diabete mellito tipo 2 Azione protettiva dell intestino

41 Sostanze biologicamente attive presenti negli alimenti di origine vegetale flavonoidi isoflavoni POLIFENOLI acidi fenolici flavoni flavonoli Sostanze fitochimiche GLUCOSINOLATI stilbeni antociani lignani flavanoli CAROTENOIDI flavanoni FITOESTROGENI

42 HEALTHY EATING PYRAMID Harvard School of Public Health

43

44

45 IL GLUTINE La parola GLUTINE deriva dal latino GLUTEN -GLUTENIS: COLLA! La farina contiene due proteine separate tra loro: GLIADINA E GLUTENINA, che unite all acqua nell impasto manuale o meccanico, formano una nuova proteina dalla loro unione: IL GLUTINE.

46 GLUTINE E INTESTINO TENUE La quantità di glutine contenuto negli alimenti amidacei varia in rapporto al contenuto delle due proteine: gliadina e glutenina. Più è alta la loro dose, più glutine sarà contenuto nell alimento. Il glutine ingerito con gli alimenti è digerito nell intestino tenue. In condizione di maldigestione, disbiosi dell intestino tenue, alterazione degli enzimi pancreatici, variazione dl ph del tenue, il glutine non viene metabolizzato. L eccesso di glutine viene in contatto con la mucosa del tenue, Ileo, digiuno) provocando alterazioni nell assorbimento dei nutrienti ingeriti, processi infiammatori della stessa mucosa intestinale, intolleranze alimentari e variazione della permeabilità intestinale.

47 VILLI INTESTINALI

48 . ATROFIA DEI VILLI INTESTINALI IPERTROFIA DELLE CRIPTE AUMENTO DEI LINFOCITI EPITELIALI ALTERAZIONE ENZIMATICA DIGESTIVA ALTERAZIONE ASSORBIMENTO NUTRIENTI ALTERAZIONE PERMEABILITA MUCOSA DEL TENUE LESIONI MUCOSA INTESTINALE DA GLUTINE NON DIGERITO

49

50 CELIACHIA Sintomi e segni clinici Diarrea (steatorrea) Perdita di peso anemia sideropenica (megaloblastica) Ipoalbuminemia Ipoproteinemia Ipocolesterolemia Ipergammaglobulinemia IgA o deficit di IgA Aumento netto transaminasi HLA - DQ2 HLA-DQ8

51 CELIACHIA Ricerca anticorpi La diagnosi della malattia celiaca si basa sulla ricerca nel sangue di particolari anticorpi: > VERSO I COMPONENTI DEI CEREALI anticorpi ANTI GLIADINA (AGA) > VERSO I TESSUTI INTESTINALI anticorpi anti edomisio (EMA) > VERSO ENZIMI INTESTINALI anticorpi anti-transglutaminasi (ttg)

52 GLUTEN SENSITIVITY Sintomi e segni clinici simili alla celiachia, senza avere anticorpi positivi al morbo celiaco. Alterato assorbimento minerali, in particolare calcio e ferro, iodio e vitamine, in particolare vitamina D e vitamina B12 Patologie ossee, ematologiche, tiroidee, neurologiche..

53 ZONULINA permeabilità villi intestinali E una specie di chiave che apre la porta tra una cellula e l altra della parete intestinale. L intestino è coperto da un singolo stato di cellule, che formano una barriera formidabile contro attacchi esterni. Quando c è troppa zonulina, questa barriera cede in alcuni punti, permettendo l entrata di molecole con funzioni di antigene. L aumento di permeabilità intestinale, causata dalla zonulina, permette il passaggio di molecole dall ambiente esterno che inducono il processo autoimmunitario.

54 GLUTEN SENSITIVITY Sintomi e segni clinici Diarrea (steatorrea) Perdita di peso Anemia sideropenica megaloblastica) Ipoalbuminemia Ipoproteinemia Ipocolesterolemia Ipergammaglobulinemia IgA o deficit di IgA Aumento netto transaminasi

55 GLUTEN SENSITIVITY

56 GLUTEN SENSITIVITY NEUROLOGIA Atassia cerebellare Neuropatia periferica Disturbi del comportamento I sintomi migliorano con la privazione del glutine dalla dieta

57 GLUTEN SENSITIVITY NEUROLOGIA Atassia cerebellare Neuropatia periferica Disturbi del comportamento I sintomi migliorano con la privazione del glutine dalla dieta

58 CHECK-UP TIROIDE TSH ft4 ft3 ANTICORPI ANTI TIROIDE (anti TG, anti TPO, anti TR) CALCITONINA ECOGRAFIA TIROIDEA TEMPERATURA CORPOREA (36.2 C 36.8 C)

59

60 RIPARTIAMO dal GRANO e dal PANE

61 GRANI VARIETA ANTICHE

62

63

64

65

66

67

68 GRANO e PANE VERNA

69

70 PANE VERNA

71 GRANO FRASSINETO

72

73 GRANO ANDRIOLO

74 GRANO INALETTABILE

75

76

77

78 Conviene davvero assumere integratori e fitofarmaci? Queste ampie e diffuse ricerche confermano le conclusioni raggiunte da James Joseph studiando gli effetti neuroprotettivi di antiossidanti vegetali: Le molecole nutrienti con azione anti ossidate sono utili se assunte in forma di sistemi complessi, cioè con i cibi o nel rispetto delle proporzioni naturalmente presenti negli alimenti naturali, assunti come singolo nutriente può non svolgere alcun effetto oppure può essere tossico.

79 Conviene davvero assumere integratori e fitofarmaci? E. BERGAMINI I nutraceutici: un bene prezioso da usare con attenzione; Nutraceuticals: a valuable aid to be used cautiously G GERONTOL 2010;58: LEE KW, KANG NJ, ROGOZIN EA, KIM HG, CHO YY, BODE AM, et al. Myricetin is a novel natural inhibitor of neoplastic cell transformation and MEK1. Carcinogenesis 2007;9: MAYERS JR, ILIFF BW, SWOAP S. Resveratrol treatment in mice does not elicit the bradycardia and hypothermia associated with calorie restriction. FASEB J 2009;23: STRANIERO S, CAVALLINI G, DONATI A, BERGAMINI E. I limiti del resveratrolo: per una sicura azione antiossidante è necessaria la co-presenza dei polifenoli del vino rosso. G Gerontol 2010;58: MISTACKA R, RIMANDO AM, IGNATOWCZ E. Antioxidant effect of trans-resveratrol, pterostilbene, quercetin and their combinations in human erythrocytes in vitro.

80 IL CIBO E UN SISTEMA COMPLESSO Il resveratrolo è una fitoalessina, cioè una sostanza che (al pari dell interferone nel caso delle cellule animali) è utile ma solo in condizioni emergenza. Alla lunga alte dosi di resveratrolo potrebbero avere effetti tossici. Se non è somministrato insieme ai polifenoli che sempre lo accompagnano in natura, il resveratrolo può favorire, anziché contrastare, il danno ossidativo. Conviene quindi che la formulazione degli integratori rispetti le composizioni e gli equilibri tra costituenti presenti in natura. I vantaggi dell associazione del resveratrolo con i polifenoli risultano ancor più evidenti quando si consideri che nella miscela di polifenoli dell uva rossa si trovano quantità significative di sostanze bioattive, quali catechine, rutina e miricetina, dotate di effetti benefici importanti e additivi a quello del resveratrolo. Il cibo ha un valore nutrizionale superiore ai suoi singoli principi nutritivi

81

82 Pieve di Arezzo Calendario Agricolo 1216 Rappresentazione grano monococco

83 IPPOCRATE di KOS ιαιτήµασί τε χρήσοµαι ἐπ' ὠφελεί ῃ καµνόντων κατ ὰ δύναµιν κα ὶ κρίσιν ἐµ ὴν, κρίσιν ἐµ ὴν, ἐπ ὶ δηλήσει δ ὲ κα ὶ ἀδικί ῃ εἴρξειν. ἐπ ὶ δηλήσει δ ὲ κα ὶ ἀ ἴ ιαιτήµασί τε χρήσοµαι ἐπ' ὠφελεί ῃ καµνόντων κατ ὰ δύναµιν κα ὶ Fa che il cibo sia la tua medicina e la medicina si tuo cibo.

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Agosto 2013 Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Dr. Richard A. Bailey, Poultry Health Scientist Sommario Introduzione Flora Intestinale Mantenere in equilibrio la salute intestinale Conclusioni

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono essere soddisfatti i fabbisogni di nutrienti necessari

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO LA SALUTE VIEN MANGIANDO PERCHÉ MANGIAMO? Il nostro organismo per sopravvivere e stare in buona salute, per crescere, per svolgere attività fisica, per riparare le parti del corpo danneggiate e sostituire

Dettagli

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico Innovativa formulazione LIQUIDA ad elevata biodisponibilità L acido a lipoico è una sostanza naturale che ricopre un ruolo chiave nel metabolismo energetico cellulare L acido a lipoico mostra un effetto

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa quantità

Dettagli

IL CELIACO: UNA PERSONA, UN PAZIENTE, UN TARGET. Una vita senza glutine

IL CELIACO: UNA PERSONA, UN PAZIENTE, UN TARGET. Una vita senza glutine IL CELIACO: UNA PERSONA, UN PAZIENTE, UN TARGET Una vita senza glutine Programma Scienziati in Azienda - XI Edizione Stresa, 27 settembre 2010 12 luglio 2011 A cura di: Andrea Finco, Antonella Galeotafiore,

Dettagli

Da dove prendono energia le cellule animali?

Da dove prendono energia le cellule animali? Da dove prendono energia le cellule animali? La cellula trae energia dai legami chimici contenuti nelle molecole nutritive Probabilmente le più importanti sono gli zuccheri, che le piante sintetizzano

Dettagli

ANEMIE DEL II GRUPPO

ANEMIE DEL II GRUPPO ANEMIE DEL II GRUPPO Per incapacità dell eritrone midollare di produrre normalmente eritrociti a causa di difetti della: Proliferazione cellulare ESALTATA ERITROPOIESI INEFFICACE (ERITROBLASTOLISI MIDOLLARE)

Dettagli

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio -

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio - nutrizione & composizione corporea fisioterapia & recupero funzionale medicina d alta quota piani di allenamento articoli, studi, ricerche dal mondo della Nutrizione, delle Terapie Fisiche, delle Neuroscienze

Dettagli

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die);

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); VITAMINE Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); hanno funzioni specifiche e funzioni comuni, tra cui: - agiscono

Dettagli

ANEMIE MEGALOBLASTICHE II GRUPPO

ANEMIE MEGALOBLASTICHE II GRUPPO ANEMIE MEGALOBLASTICHE II GRUPPO SONO DOVUTE A ESALTATA ERITROPOIESI INEFFICACE CON ERITROBLASTOLISI INTRAMIDOLLARE IL MIDOLLO E RICCHISSIMO DI ERITROBLASTI CHE NON RIESCONO A MATURARE E MUOIONO NEL MIDOLLO

Dettagli

farro medio o farro dicocco o semplicemente farro (Triticum dicoccum);

farro medio o farro dicocco o semplicemente farro (Triticum dicoccum); Farro Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Il farro, nome comune usato per tre differenti specie del genere Triticum, rappresenta il più antico tipo di frumento coltivato, utilizzata dall'uomo come nutrimento

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity SALUTE: definizione Nel 1948, la World Health Assembly ha definito la salute come a state of complete physical, mental, and social well-being and not merely the absence of disease or infirmity. Nel1986

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni )

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa

Dettagli

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Proteine: 1-1,2 g/kg/die; Calorie: 20-30/kg/die Es.: anziano di 60 kg 60-72 g di proteine; 1200-1800

Dettagli

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D)

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D) DAI Diagnostica di Laboratorio - Laboratorio Generale - Direttore Dr. Gianni Messeri Gentile Collega, negli ultimi anni abbiamo assistito ad un incremento delle richieste di dosaggio di vitamina D (25-

Dettagli

Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale?

Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale? Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale? Questo vecchio slogan pubblicitario riconduce ad una parziale verità scientifica, oggi più che attuale. E risaputo che parlare di zucchero

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

I METALLI PESANTI NEL LATTE

I METALLI PESANTI NEL LATTE I METALLI PESANTI NEL LATTE di Serraino Andrea Dipartimento di Sanità Pubblica Veterinaria e Patologia Animale - Facoltà Medicina Veterinaria - Università di Bologna - Alma Mater Studiorum. I metalli sono

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

NUTRACEUTICA Corpo come Arte

NUTRACEUTICA Corpo come Arte NUTRACEUTICA Corpo come Arte efficacia sinergia RESVERA-VITIS 60 cps Antiossidante Riossigenante Tessutale Integratore a base di Resveratrolo e OPC ad alto dosaggio (in 1 cps 585 mg di Vitis Vinifera 17.000

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO GELATO SENZA GLUTINE: RISCHIO O SICUREZZA?

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO GELATO SENZA GLUTINE: RISCHIO O SICUREZZA? UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO Facoltà di Scienze Agrarie e Alimentari Corso di Laurea Triennale in Scienze e Tecnologie Alimentari GELATO SENZA GLUTINE: RISCHIO O SICUREZZA? Relatore: Prof. Salvatore

Dettagli

-Composti organici essenziali per la vita

-Composti organici essenziali per la vita -Composti organici essenziali per la vita -La maggior parte dei vertebrati (tra cui l uomo) non sono in grado di sintetizzarle (come gli amminoacidi essenziali) -Sono assunte con la dieta -Alcune malattie

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

Alimentazione Così si può migliorare l efficienza alimentare

Alimentazione Così si può migliorare l efficienza alimentare Ancora dal convegno di Copenaghen. Questo parametro, nell allevamento delle bovine da latte, può crescere. E non solo perfezionando il razionamento. Ma anche intervenendo su diversi altri fattori, come

Dettagli

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage da Norda una Novità nel Mondo del Beverage Benessere da Bere una Carica di Energia Prima in Italia, Norda lancia sul mercato, una Linea INNOVATIVA di Bevande Funzionali che è già un Grande Successo negli

Dettagli

DIPARTIMENTO DI FISICA E CHIMICA, LABORATORI prof. M. Brai PROGETTO DIMESA: TRATTAMENTI OLII NEI NOSTRI LABORATORI

DIPARTIMENTO DI FISICA E CHIMICA, LABORATORI prof. M. Brai PROGETTO DIMESA: TRATTAMENTI OLII NEI NOSTRI LABORATORI DIPARTIMENTO DI FISICA E CHIMICA, LABORATORI prof. M. Brai PROGETTO DIMESA: TRATTAMENTI OLII NEI NOSTRI LABORATORI scopo del lavoro: Confronto tra oli EVO addizionati con estratti di capperi campionati

Dettagli

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'acqua è il principale costituente del nostro corpo. Alla nascita il 90% del nostro peso è composto di acqua: nell'adulto è circa il 75% e nelle persone anziane circa il 50%; quindi

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Funzioni principali della vit D Stimolazione dell'assorbimento del calcio e del fosforo a livello intestinale; Regolazione, in sinergia con l'ormone paratiroideo,

Dettagli

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona MAN- GIAR BENE vivere sani 3 Mantenere il corpo in buona salute ha la sua base in una corretta alimentazione. Essa si basa sull apporto equilibrato di acqua, carboidrati (zuccheri e amidi), proteine, grassi

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine VITAMINA D: SINTESI, METABOLISMO E CARENZA Il 40-50% della

Dettagli

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae Benessere olistico del viso 100% natura sulla pelle 100% trattamento olistico 100% benessere del viso La natura restituisce......cio che il tempo sottrae BiO-REVITAL il Benessere Olistico del Viso La Natura

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

Fonti alimentari di Inositolo

Fonti alimentari di Inositolo Fonti alimentari di Inositolo Agrumi Cereali integrali Frutta secca(arachidi) Semi(germe di grano) Legumi(fagioli) Lievito di birra Gli alimenti freschi contengono molto più Inositolo rispetto ai prodotti

Dettagli

12.200 i nuovi casi di tumore al pancreas ogni anno in Italia

12.200 i nuovi casi di tumore al pancreas ogni anno in Italia Come prevenire il tumore del pancreas insieme contro il cancro Il pancreas e il tumore Il pancreas è un organo dalla forma simile a quella di una pera o di una lingua, situato in profondità nella cavità

Dettagli

La corretta alimentazione

La corretta alimentazione La corretta alimentazione www.salute.gov.it 2 Tutta la comunità scientifica è d accordo sul fatto che esista uno stretto legame tra una corretta alimentazione e una vita in buona salute. Per mantenersi

Dettagli

Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione

Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione 3 Maggio 2012 Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione Emanuele Miraglia del Giudice Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Pediatria

Dettagli

Relazione annuale al Parlamento sulla celiachia

Relazione annuale al Parlamento sulla celiachia Direzione Generale per l Igiene e la Sicurezza degli Alimenti e la Nutrizione Relazione annuale al Parlamento sulla celiachia Anno 2013 MINISTERO DELLA SALUTE* REGISTRO NAZIONALE* ALIMENTO SENZA GLUTINE

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata Perché invecchiamo? La selezione naturale opera in maniera da consentire agli organismi con i migliori assetti genotipici di tramandare i propri geni alla prole attraverso la riproduzione. Come si intuisce

Dettagli

Finalmente chiarezza sull'originale fermentato da Carica papaya studiato da Luc Montagnier

Finalmente chiarezza sull'originale fermentato da Carica papaya studiato da Luc Montagnier RICERCA APPLICATA / Stress ossidativo, invecchiamento e malattie degenerative Finalmente chiarezza sull'originale fermentato da Carica papaya studiato da Luc Montagnier A cura del Dipartimento Scientifico

Dettagli

I PRINCIPI NUTRITIVI SICUREZZA ALIMENTARE PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI

I PRINCIPI NUTRITIVI SICUREZZA ALIMENTARE PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI I PRINCIPI NUTRITIVI PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI SICUREZZA ALIMENTARE DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI ALTRI RISCHI LEGATI AL CONSUMO DI ALIMENTI I PRINCIPI NUTRITIVI I principi

Dettagli

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale 2.1 Vitamine & antiossidanti 2.2 Elementi in traccia ed enzimi STRESS OSSIDATIVO & BILANCIO NUTRIZIONALE R Alimentazione : vitamine e carotenoidi, Antiossidanti : lipofilici Vitamine & antiossidanti ZVIT

Dettagli

Esperienza 3: clonaggio di un gene in un plasmide

Esperienza 3: clonaggio di un gene in un plasmide Esperienza 3: clonaggio di un gene in un plasmide Il clonaggio molecolare è una delle basi dell ingegneria genetica. Esso consiste nell inserire un frammento di DNA (chiamato inserto) in un vettore appropriato

Dettagli

Le «contaminazioni» nella dieta senza glutine

Le «contaminazioni» nella dieta senza glutine Le «contaminazioni» nella dieta senza glutine La contaminazione con glutine di cibi che ne sono apparentemente privi è tema molto sentito e resta tuttora vivo il dibattito su come «gestire» le informazioni

Dettagli

Quali danni può provocare il consumo eccessivo di alcol?

Quali danni può provocare il consumo eccessivo di alcol? alcol Qual è la dimensione del problema? L alcol è una sostanza tossica per la quale non è possibile identificare livelli di consumo sicuri, anche a causa delle differenze individuali legate al metabolismo

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Ruolo biologico: Messaggero del segnale cellulare Molecola regolatoria nel sistema cardiovascolare Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Componente

Dettagli

Introduzione. Alessandro Centi

Introduzione. Alessandro Centi Introduzione La PEDIATRICA SPECIALIST nasce nel 2012 e si avvale dell esperienza e del know-how formulativo di Pediatrica, consolidata azienda del settore parafarmaceutico da sempre orientata ai bisogni

Dettagli

Fabbisogni vitaminici: ci sono le basi per ri-valutare le specifiche delle diete?

Fabbisogni vitaminici: ci sono le basi per ri-valutare le specifiche delle diete? Fabbisogni vitaminici: ci sono le basi per ri-valutare le specifiche delle diete? Tratto da Vitamin requirements: is there basis for re-evaluating dietary specifications? S. LEESON 1 Tradotto, adattato

Dettagli

DIFFERENZE TRA SPIRULINA E KLAMATH

DIFFERENZE TRA SPIRULINA E KLAMATH DIFFERENZE TRA SPIRULINA E KLAMATH La Klamath è da preferire ad altre verdi-azzurre per la sua ricchezza di nutrienti completamente naturali e perfettamente bilanciati. Inoltre svolge un'azione stimolante

Dettagli

19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO. a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma

19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO. a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma 19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma ISBN 978-88-96646-46-5 2015 - Clio S.p.A., Lecce www.clioedu.it Proprietà

Dettagli

VITAMINA D : Nuove evidenze per una vitamina poco conosciuta

VITAMINA D : Nuove evidenze per una vitamina poco conosciuta - WELKOME FITNESS 2013 Evoluzione e ricerca nel mondo degli integratori Vitamina D3: aggiornamenti e nuove applicazioni Dott Marco Neri: Comitato Tecnico Nazionale FIPCF/CONI Comitato scientifico Federazione

Dettagli

C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia

C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia VINCENZO FEDELE E GIOVANNI ANNICCHIARICO C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia Stalla Pascolo DECIDE L ALLEVATORE DECIDE L ANIMALE Scelta alimenti Scelta alimenti (Vegetazione) Quantità (limitata)

Dettagli

ASPETTI NUTRIZIONALI DELLA DIETA SENZA GLUTINE

ASPETTI NUTRIZIONALI DELLA DIETA SENZA GLUTINE COELIAC FORUM EDIZIONE NR 02_2010 IN PRIMO PIANO AGGIORNAMENTO RICERCA ASPETTI NUTRIZIONALI DELLA DIETA SENZA GLUTINE La terapia nutrizionale è l unico trattamento universalmente accettato per la celiachia,

Dettagli

Educazione alimentare e del gusto nella scuola primaria

Educazione alimentare e del gusto nella scuola primaria PIÙ ORTAGGI, LEGUMI E FRUTTA Educazione alimentare e del gusto nella scuola primaria Manuale per la formazione dell insegnante Progetto MiPAAF Qualità Alimentare (approvato con D.M. 591/7303/02 del 23/12/2002)

Dettagli

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G. PRIMO TRIMESTRE 2014 Il presente rapporto è stato realizzato dalla Direzione Generale per l'igiene e la Sicurezza degli Alimenti e la Nutrizione Direttore

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Conferenza Stampa Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Lunedì 6/07/2015 ore 11.00 Sala Riunioni - Direzione Generale AUSL Strada del Quartiere 2/A - Parma Alla Conferenza Stampa

Dettagli

Biochimica della Nutrizione

Biochimica della Nutrizione Università di Roma Tor Vergata - Scienze della Nutrizione Umana Biochimica della Nutrizione Prof.ssa Luciana Avigliano 2011 VITAMINA C VITAMINA E VITAMINA C: FUNZIONA DA AGENTE RIDUCENTE Donatore monoelettronico

Dettagli

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA IL COLESTEROLO BENVENUTI NEL PROGRAMMA DI RIDUZIONE DEL COLESTEROLO The Low Down Cholesterol DELL American Heart Association ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA www.unicz.it/cardio

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

alcoliche alcoliche: Bevande se sì, solo in quantità controllata

alcoliche alcoliche: Bevande se sì, solo in quantità controllata 7. alcoliche alcoliche: Bevande se sì, solo in quantità controllata 53 7. Bevande alcoliche: se sì, solo in quantità controllata 1. DEFINIZIONE DI UNITÀ ALCOLICA (U.A.) Una Unità Alcolica (U.A.) corrisponde

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

VLT. Aminoacidi Caffeina Derivati botanici Vitamine idrosolubili.

VLT. Aminoacidi Caffeina Derivati botanici Vitamine idrosolubili. VLT VLT (leggi Volt) è un gel energizzante il cui effetto si fonda sulla combinazione e sinergia d azione propria dei componenti in esso contenuti. In VLT si ritrovano, difatti, molteplici principi attivi

Dettagli

Antiossidanti endogeni. fotoprotezione

Antiossidanti endogeni. fotoprotezione Pietro Santoianni Professore Emerito di Dermatologia Docente nel Dottorato di Ricerca in Dermatologia Sperimentale Dipartimento di Patologia sistematica, Sezione di Dermatologia Università di Napoli Federico

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

INFIAMMAZIONE. L infiammazione è strettamente connessa con i processi riparativi! l agente di malattia e pone le basi per la

INFIAMMAZIONE. L infiammazione è strettamente connessa con i processi riparativi! l agente di malattia e pone le basi per la INFIAMMAZIONE Risposta protettiva che ha lo scopo di eliminare sia la causa iniziale del danno cellulare (es. microbi, tossine etc), sia i detriti cellulari e le cellule necrotiche che compaiono a seguito

Dettagli

Tratto dal libro "Guarire con la nuova medicina integrata".

Tratto dal libro Guarire con la nuova medicina integrata. 1. Mantenersi snelli. Il peso corporeo dev essere un valore da tenere nei ranghi. E a suggerirci i ranghi previsti è un parametro chiamato indice di massa corporea (BMI, da Body Mass Index). Si calcola

Dettagli

L agricoltura nell Europa industrializzata

L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura delle società industrializzate europee si differenzia da quella dell età moderna per gli attrezzi, le fonti di energia, i macchinari utilizzati

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI PRANZO PRIMA SETTIMANA LUNEDI': MARTEDI': MERCOLEDI': GIOVEDI': VENERDI': PASTA AL

Dettagli

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale)

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) 1. Definisco l obiettivo e la relazione epidemiologica che voglio studiare 2. Definisco la base dello studio in modo che vi sia massimo contrasto

Dettagli

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante.

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante. Ozono (O 3 ) Che cos è Danni causati Evoluzione Metodo di misura Che cos è L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere

Dettagli

PROGRAMMAZIONE. Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA

PROGRAMMAZIONE. Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA PROGRAMMAZIONE Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA Classe: 4^ LTS/A - SALUTE Insegnante: Claudio Furioso Ore preventivo: 132 SCANSIONE MODULI N TITOLO MODULO set ott nov dic gen feb

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

Gestione delle avversità in agricoltura biologica

Gestione delle avversità in agricoltura biologica Gestione delle avversità in agricoltura biologica Anna La Torre Consiglio per la ricerca in agricoltura e l analisi dell economia agraria Centro di ricerca per la patologia vegetale «Noi ereditiamo la

Dettagli

STANCHI, FIACCHI, SENZA ENERGIA CARENZA DI FERRO?

STANCHI, FIACCHI, SENZA ENERGIA CARENZA DI FERRO? STANCHI, FIACCHI, SENZA ENERGIA CARENZA DI FERRO? Allestimento e produzione dell opuscolo da parte di Mediscope AG. www.mediscope.ch Indice 1. Prefazione Prof. Dr. Dr. med. Walter A. Wuillemin, ematologo,

Dettagli