TRIBUNALE DI MILANO RITO COLLEGIALE SEZIONE I PENALE DOTT.SSA ICHINO GIOVANNA VERBALE DI UDIENZA REDATTO DA FONOREGISTRAZIONE. PAGINE VERBALE: n.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TRIBUNALE DI MILANO RITO COLLEGIALE SEZIONE I PENALE DOTT.SSA ICHINO GIOVANNA VERBALE DI UDIENZA REDATTO DA FONOREGISTRAZIONE. PAGINE VERBALE: n."

Transcript

1 TRIBUNALE DI MILANO RITO COLLEGIALE SEZIONE I PENALE DOTT.SSA ICHINO GIOVANNA DOTT.SSA BERTOJA ANTONELLA DOTT.SSA RIZZARDI BRUNA Presidente Giudice a latere Giudice a latere VERBALE DI UDIENZA REDATTO DA FONOREGISTRAZIONE PAGINE VERBALE: n. 94 PROCEDIMENTO PENALE N /09 R.G. A CARICO DI: BERNESCHI GIOVANNI ALBERTO + 20 UDIENZA DEL 25/11/2010 MI0005 Aula 1^ Penale Esito: RINVIO AL Caratteri:

2 INDICE ANALITICO PROGRESSIVO Deposizione Teste GRAIG FYNN... 3 Esame Difesa, Avv. Alleva... 4 Esame Difesa, Avv. Isolabella Controesame Pubblico Ministero Esame Tribunale Deposizione Teste GIANNI FRANCO Esame Difesa, Avv. Severino Controesame Pubblico Ministero Controesame Difesa, Avv. Borgogno Deposizione Teste TASCO GIAMPIERO Esame Difesa, Avv. Feno

3 TRIBUNALE DI MILANO - RITO COLLEGIALE SEZIONE I PENALE MI0005 Aula 1^ Penale Procedimento penale n /09 Udienza del 25/11/2010 DOTT.SSA ICHINO GIOVANNA DOTT.SSA BERTOJA ANTONELLA DOTT.SSA RIZZARDI BRUNA DOTT. ORSI LUIGI Presidente Giudice a latere Giudice a latere Pubblico Ministero SIG.RA TERRAVECCHIA CLAUDIA Sig.ra Quadraccia Ornella Ass. d'udienza Ausiliario tecnico PROCEDIMENTO A CARICO DI BERNESCHI GIOVANNI ALBERTO Alle ore 9.45 si apre il verbale Si dà atto che il Tribunale si avvale dell'ausilio della signora Madaschi Loredana in qualità di interprete, la quale dà lettura della dichiarazione impegnativa peritale. Si dà atto della presenza, su richiesta della Difesa, di una propria interprete inglese. Deposizione Teste GRAIG FYNN il quale dichiara di impegnarsi a dire la verità. Il Teste viene generalizzato in aula (nato il in Sudafrica, residente ad Hong Kong). PRESIDENTE Gli dica che per maggiore garanzia per tutti, noi 3

4 disponiamo la trascrizione solamente delle sua traduzione italiana, però la registrazione anche delle dichiarazioni in inglese, salvo poi richieste come è già capitato, quindi deve parlare a voce alta nel microfono anche lui e poi le traduce. Esame Difesa, Avv. Alleva AVV. ALLEVA Io cercherò di fare domande (inc. fuori microfono) Se posso cominciare, Presidente. PRESIDENTE Sì. AVV. ALLEVA Allora, innanzitutto vorrei chiedere al signor Graig quale fosse il suo ruolo in Deutsche Bank nell'anno 2005 e in particolare nel prima parte dell'estate del INTERPRETE "Ero consulente legale senior per le operazioni strategiche di capitale azionario". Era la denominazione in italiano dell'ufficio. AVV. ALLEVA Solo per precisare, siccome lei ha tradotto consulente, ma era dipendente di Deutsche Bank. INTERPRETE "Era l'avvocato interno". AVV. ALLEVA Ora, per inquadrare la (inc.) generale, vuole specificarci che cos'è dal punto di vista giuridico Deutsche Bank AG London branch? INTERPRETE "La Deutsche Bank AG è una banca tedesca, per London branch si intende la filiale praticamente londinese della Deutsche Bank e la focus proprio 4

5 dell'attività della filiale londinese è l'attività bancaria di investimento e l'attività bancaria commerciale della Deutsche Bank". AVV. ALLEVA La Deutsche Bank AG London branch è sottoposta alla vigilanza dell'autorità inglese, soltanto dell'autorità inglese o anche dell'autorità tedesca o soltanto dell'autorità tedesca? INTERPRETE "È soggetta alle disposizioni, regolamento delle autorità finanziarie del Regno Unito; chiaramente oltre a questo, essendo una banca tedesca, siamo soggetti anche al controllo e alla supervisione delle autorità tedesche. Siamo soggetti proprio in quanto tedeschi alla supervisione e alla regolamentazione dell'autorità cosiddetta BAFIN in Germania". AVV. ALLEVA La BAFIN, cioè l'autorità di vigilanza tedesca esercita anche controlli sulla (inc.) delle filiali estere della Deutsche Bank AG, quindi anche della Deutsche Bank AG London? INTERPRETE "Sì, il controllo è su tutta la banca, quindi su tutte le filiali presenti in tutto il mondo". AVV. ALLEVA Grazie. Considerato che, se non ho capito male, la Deutsche Bank AG London branch è sottoposta all'autorità della vigilanza centrale inglese cioè della FSA, può riferirci quali sono gli obblighi richiesti dall'autorità britannica, cioè dalla FSA in tema di 5

6 tutela del mercato in relazione ai temi di market abuse? INTERPRETE "L'autorità FSA del Regno Unito osserva un codice di condotte di mercato, questo codice di condotte di mercato richiede la supervisione di tutte le attività della banca e la supervisione anche di coloro che sono dipendenti della banca, affinché ci sia la conformità in tutti i principi che sono elencati nel codice di condotta di mercato. Con questi tre principi di questo codice c'è l'obbligo di non venire coinvolti in operazioni di manipolazione di mercato; richiede anche la proibizione di attività interne, di transazioni interne; mancanza di comunicazione di informazioni...". AVV. ALLEVA Misiuse mi pare abbia detto. INTERPRETE Misiuse quindi abuso. Ha ragione. Abuso di informazioni. AVV. ALLEVA Grazie. Questo significa, giusto per precisare, che oltre che la banca come istituzione anche ciascun singolo operatore della banca sul mercato è sottoposto direttamente al regime autorizzativo della FSA? INTERPRETE "Qualunque dipendente che sia autorizzato a trattare con la clientela". AVV. ALLEVA Grazie. Ora, stabilito questo quadro generale, vorrei sapere, se è possibile, se può riferirci se e come queste regole di carattere generale siano state recepite e applicate nell'ambito della Deutsche Bank AG London 6

7 branch. INTERPRETE - "La banca ha messo a punto delle politiche interne proprio per accertare e garantire la conformità di tutti i dipendenti con i principi dettati dall'autorità FSA; oltre a questo comunque la banca dispone di una serie di uffici interni che si occupano della verifica di questa conformità da parte del personale interno a queste disposizioni. Esiste per l'appunto un dipartimento di cosiddetta conformità, e questo dipartimento mette a punto delle procedure e oltre a questo ufficio centrale ci sono uno/due uffici che vanno a verificare la compliance, la conformità, che sono dedicati proprio ad uffici specifici all'interno della banca". AVV. ALLEVA - Solo per capire, signora... INTERPRETE Sì. AVV. ALLEVA - A me sembra che, vediamo se siamo d'accordo, mi sembra che lui abbia detto che ciascun dipartimento di business della banca ha oltre che quello centrale, un ufficio di compliance all'interno che controlla le procedure. Possiamo chiedere questo. INTERPRETE Sì, giusto. "Praticamente un funzionario addetto a verificare questa conformità, che dipende da questo dipartimento di conformità, va a verificare l'attività di ogni gruppo di lavoro all'interno della banca". 7

8 AVV. ALLEVA Questo significa che ciascun gruppo di lavoro, per ciascuna business unit esiste un ufficio di compliance. INTERPRETE "Sì. Ci sono altre funzioni di controllo, inoltre, che hanno dei loro specifici uffici che vengono dedicati proprio a business particolari, ad attività particolari. Ad esempio, il dipartimento legale di cui io faccio parte, poi abbiamo il dipartimento di controllo del credito, il dipartimento addetto al controllo del rischio di mercato, e poi c'è il dipartimento per il controllo dell'attività finanziaria, che controllo proprio la parte amministrativa delle attività svolte dalla banca". AVV. ALLEVA Giusto per precisare, questi diversi uffici di controllo secondo le diverse procedure che sono stabilite da F6 e che attengono ovviamente ad aspetti diversi, hanno uno specifico ruolo, esercitano uno specifico ruolo in relazione alle attività compiute? Per esempio nel caso che poi ci riguarderà, alle operazione, alle transazioni compiute dalla banca? Se sì, come questo meccanismo funziona. INTERPRETE "La compliance e tutto il principio della conformità delle funzioni di controllo vengono assolutamente richieste per l'esercizio di tutte le transazioni e le operazioni all'interno della banca. 8

9 Questo fa sì che le persone interessate al business, in particolare all'attività, propongano le loro operazioni, proprio per sottoporre queste operazioni alle attenzioni degli uffici addetti alla verifica della conformità del credito e degli aspetti legali e proprio per essere soggetti ai processi di conferimento dell'autorizzazione formale". AVV. ALLEVA Le persone di business, cioè quelli che poi proporranno alle approvazioni dei livelli di controllo la singola, sono a loro volta addestrati o dispongono di un manuale di compliance? Quindi un manuale che contiene le policies alle quali devono essere... INTERPRETE Scusi, queste persone di business a cui le fa riferimento, stiamo dicendo le persone che fanno la proposta dell'operazione. AVV. ALLEVA Certo, certo. Se dispongono di un manuale di compliance che contenga le procedure alle quali devono attenersi. INTERPRETE "Le persone addette al business hanno a diposizione questi manuale e questi manuali sono presenti anche in un sistema informatico, presenti a computer. Inoltre, ogni anno e ogni dipendente della banca è soggetto a della formazione in merito e parte della formazione del training è quello di partecipare a dei corsi che per l'appunto istruiscono su quelle che sono le 9

10 procedure interne di compliance. Queste attività sono monitorate, supervisionate dal dipartimento di compliance e sono comunque soggetti a revisione contabile da parte delle autorità BAFIN e FSA". AVV. ALLEVA Non mi pare abbia detto contabile, revisione, tout-court, le procedure. INTERPRETE La compliance, diciamo proprio la conformità alle procedure e anche diciamo ai processi di formazione ne sono soggetti alla revisione, al controllo da parte di BAFIN e FSA". AVV. ALLEVA Annuale mi pare abbia detto. INTERPRETE "Sì, su base annuale". AVV. ALLEVA A proposito della base annuale, può riferirci se l'autorità, in particolare l'autorità di controllo centrale britannica, cioè la F6 svolga un'ispezione annuale all'interno dell'istituto in quel di Londra? INTERPRETE "Viene effettuata una revisione annuale completa, totale, ed è parte proprio di questa revisione verificare se la banca dispone delle procedure corrette, se sono applicate correttamente. Così viene verificato se anche la formazione viene effettuata nel modo corretto". AVV. ALLEVA Se durante questa ispezione annuale della F6 rispetto a delle specifiche situazioni di business viene... Mi scusi. Se durante queste ispezioni annuali vengono esaminate specifiche situazioni di business e se 10

11 nell'ipotesi in cui la F6 rilevasse dei difetti di compliance questi vengano rilevati e con quali reazioni da parte dell'istituto di vigilanza. INTERPRETE - "È parte proprio dell'attività di audit, della revisione, selezionare un certo numero di operazioni che vengono svolte all'interno dei dipartimenti della banca. Vengono generalmente scelte delle operazioni rilevanti, ma anche una campionatura di transazioni assolutamente ordinarie e parte della revisione è quella di verificare se le transazioni sono conformi alle procedure interne di compliance e qualunque mancanza di conformità riscontrate. Per qualunque di questi casi viene innanzitutto chiesta spiegazione al personale e si richiede di intervenire sulla correzione delle procedure così come sono state applicate". AVV. ALLEVA Grazie. Ora io vorrei fare particolare riferimento all'oggetto di questa vicenda giudiziaria. In particolare mi interesserebbe conoscere quali siano state le procedure seguite, tanto ove si ricordi della transazione in oggetto, seguite in relazione alla transazione che ebbe per oggetto dei contratti di put & call relativi a partecipazioni nella banca italiana BNL e segnatamente conclusi con la Compagnia di Assicurazione italiana Unipol e che furono oggetto di comunicazione al mercato da parte della stessa Unipol in data 18 luglio 11

12 2005. INTERPRETE "In quella data, nel luglio 2005, avevamo delle procedure ben dettagliate che sono state applicate all'operazione conclusa in quell'epoca. Quindi l'operazione è stata soggetta a tutte le autorizzazioni delle procedure previste proprio per quel tipo di operazione". AVV. ALLEVA Ora io vorrei fare un passo di più, se possibile proprio specificamente tornando a quella transazione, per sapere in particolare se ricorda quali furono i passaggi di approvazione di quella operazione e quali furono le condizioni poste dagli uffici di compliance e legali interni all'istituto in relazione a quell'operazione, e quindi come si svolsero i fatti in relazione a quella operazione. INTERPRETE L'operazione Unipol del luglio 2005 era parte di un'operazione sicuramente complicata, complessa e generale che aveva lo scopo di finanziare Unipol. L'obbiettivo generale dell'operazione era quello di fornire a Unipol dei fondi per mettere Unipol nella condizione di pagare le azioni della BNL, come parte della pubblica offerta. C'erano sei parti coinvolte nell'operazione, ci fu un aumento di capitale da parte di Unipol; ci fu una conferma di conferimento di liquidità in termini di prestito Unipol per esattamente 550 milioni 12

13 di euro; terzo, ci fu un'emissione obbligazionaria da parte di Unipol; quarto, ci fu anche un'emissione subordinata, cosiddetta subordinata, di controllate di Unipol. Ci fu un accordo cosiddetto di backstop, e l'ultima parte di questo accordo furono queste opzioni call & put. Ognuna di queste parti coinvolte nella transazione andavano a coinvolgere diverse parti della banca, diversi uffici della banca; e ognuno di queste transazioni era soggetta a delle approvazioni specifiche. AVV. ALLEVA Thank you. In particolare a noi interessa, a me interessa in questo momento la transazione relativa ai put & call e vorrei che ci riferisse quale fu il percorso di approvazione, condizionamento, controllo e compliance di questa operazione e se vi furono delle condizioni poste dagli uffici di controllo e quali furono queste condizioni. INTERPRETE "Io ero personalmente coinvolto in questa operazione di put & call con Unipol, erano delle transazioni, delle operazioni di put & call che riguardavano il capitale, che richiedevano delle operazioni di mercato e alcune di queste, proprio a seconda della loro entità, richiedevano delle autorizzazioni molto specifiche, compresa appunto l'autorizzazione da parte del dipartimento di compliance, approvazioni specifiche da parte del dipartimento legale, 13

14 il dipartimento di credito, e anche l'autorizzazione da parte del dipartimento che era direttamente interessato in questo tipo di prodotto; il dipartimento di gestione di rischio del mercato perché era un'operazione che comportava dei rischi di mercato; e anche, diciamo così, l'area di business direttamente interessata al controllo della parte amministrativa di questo tipo di operazione e il dipartimento di supervisione e controllo interno. Io ero il responsabile del dipartimento legale, responsabile per questo tipo di operazione all'interno del dipartimento legale; io in particolare mi sono dedicato alla richiesta, all'imposizione di condizioni particolari per l'approvazione di questa operazione, e mi sono occupato anche della revisione di tutti gli accordi relativi all'operazione. Ho imposto quattro specifiche condizioni sull'operazione. La prima condizione era che la Deutsche Bank non fosse parte che esercitasse in concerto con Unipol per la pubblica offerta su BNL e il primo risultato è stato che tutte le persone direttamente coinvolte proprio nella negoziazione di questa operazione assolutamente non violassero questo criterio. La mia seconda condizione era che Unipol rilevasse interamente la pubblica offerta per la BNL, come avevamo detto che venisse palesato interamente l'operazione con Unipol; che queste operazioni fossero palesate alle autorità 14

15 interessate al controllo di mercato...". AVV. ALLEVA Autorità di vigilanza, mi scusi, signora. INTERPRETE "Alle autorità di vigilanza". AVV. ALLEVA E al mercato mi pare abbia detto. INTERPRETE "E al mercato prima che le opzioni entrassero in vigore, fossero effettive. La terza condizione era che la Deutsche Bank acquistasse le azioni BNL per sostenere le opzioni, dopo l'annuncio della pubblica offerta al mercato. Avevo indicato una nota particolare proprio sulla mia approvazione dicendo che questo era essenziale per evitare un abuso di mercato e un commercio interno...". AVV. ALLEVA Insider trading va bene così, perché ormai è un termine tecnico. INTERPRETE - Sì. "In una prospettiva di insider trading. La quarta condizione era che la Deutsche Bank non prendesse le azioni BNL, cioè non raccogliesse le azioni in pegno...". AVV. ALLEVA Non prendesse in garanzia le azioni. In garanzia. INTERPRETE "Le prime tre condizioni sono state rappresentate proprio nella sostanza nell'accordo con Unipol". AVV. ALLEVA Grazie. Durante questo procedimento, diciamo così, di approvazione e di controllo della transazione con queste prospettive di evitare market abuse e insider 15

16 trading, ha ritenuto anche utile verificare la compliance, cioè la conformità di queste transazione sempre nella prospettiva del market abuse alla normativa italiana? E se sì attraverso quale specifica operazione? INTERPRETE "Come responsabile di questa operazione del dipartimento legale della banca, ho fatto sì che la conformità della banca fosse non solo con le disposizioni del BAFIN e FSA, ma anche con tutte le disposizioni vigenti in materia". AVV. ALLEVA Scusi, mi pare che abbia detto le leggi applicabili e la mia domanda successiva era quindi anche italiana, le transazioni in Italia, giusto per capire. INTERPRETE "Compresa la legge italiana. Ma sicuramente questo comprendeva anche la legge inglese, come la legge italiana. Proprio sulla base della mia prima condizione che era quella che la Deutsche Bank non agisse in concerto con Unipol per la pubblica offerta di BNL, la mia attenzione si rivolgeva al fatto che soprattutto non venissimo coinvolti in una situazione di concerto appunto con Unipol, che questi accordi non ci coinvolgerlo come parti in causa, di concerto con Unipol". AVV. ALLEVA Ecco, per intendersi, perché il contratto non fosse un contratto che automaticamente conducesse Deutsche Bank in una posizione di concerto secondo la legge italiana. 16

17 INTERPRETE "Sì, è corretto. Noi abbiamo fatto sì che proprio le disposizioni specifiche dell'accordo prevedessero questo non agire di concerto. Proprio a questo proposito ci siamo consultati con l'ufficio legale, famoso in Italia, Chiomenti, uno in particolare dei soci è il signor Roberto Ghio. Abbiamo discusso con il signor Ghio le richieste avanzate da Unipol; abbiamo ricevuto la consulenza del signor Ghio in merito soprattutto alle disposizioni che erano state richieste da Unipol. In particolare la Unipol aveva fatto richiesta che due disposizioni specifiche fossero incluse nel contratto, lo menziono solamente, poi ci faccio ritorno. La prima disposizione richiesta da Unipol fu quella che la Deutsche Bank non presentasse le azioni in un'offerta pubblica; la seconda condizione dettata da Unipol era che la Deutsche Bank accettasse un accordo di lock up per non conferire le azioni. Abbiamo ricevuto una consulenza particolare, specifica dal signor Ghio in merito a queste due disposizioni, in particolare in riferimento alla richiesta di non conferire le azioni in un'offerta pubblica. Quindi l'attenzione dell'avvocato Ghio era che la Consob non vedesse questi...". AVV. ALLEVA No, no, mi scusi. Mi pare abbia detto una cosa molto diversa da così. INTERPRETE "La Consob non avrebbe visto praticamente un 17

18 accordo, non avrebbe considerato un accordo di non conferire azioni in un'offerta pubblica come un patto parasociale. C'erano stati casi precedenti di accordi di questo tipo... e c'erano stati quindi dei casi precedenti per la Consob di non andare a visionare questi tipi di accordi come... AVV. ALLEVA (interloquisce in lingua inglese con il teste) Chiedo scusa, ma mi è venuto... INTERPRETE "Di non considerare. Secondo l'avvocato Ghio questo...". Scusatemi, mi sto emozionando e sto andando un attimo in confusione. Mi date un minuto, mi sono molto... PRESIDENTE Io pregherei l'avvocato Alleva, di cui ammiriamo la conoscenza della lingua inglese, per favore, di non intervenire. Allora, primo di non intervenire in inglese perché il processo si svolge in italiano. Se c'è qualche obiezione, gentilmente la pone ma senza mettere l'interprete in una situazione di emozione. INTERPRETE - No, no, ma guardi... PRESIDENTE Signora, si tranquillizzi. Lei sta interpretando benissimo. L'avvocato Alleva che conosce molto bene non solo il processo, lei non conosce il processo e quindi alcune cose che per noi sono più... AVV. ALLEVA Intanto chiedo scusa alla signora. PRESIDENTE Quindi la prego. L'avvocato Alleva conosce molto 18

19 bene il processo e soprattutto anche l'oggetto della testimonianza, quindi può interpretare meglio. Stia tranquilla. Basta, l'incidente è chiuso. Adesso comunque a garanzia della traduzione, il fatto che sia tutto trascritto e tutto registrato, farà sì che eventuali discrepanze o interpretazioni non corrette, verranno valutate poi dopo. AVV. ALLEVA Presidente, voglio soltanto... naturalmente chiedo, ripeto, le mie scuse alla signora. Non avevo nessuna intenzione polemica, assolutamente. PRESIDENTE No, no, no. AVV. ALLEVA Anzi, trovo che la traduzione sia molto accurata e mi completo. E per la verità si tratta semplicemente di termini tecnici, per cui mi è venuto istintivo solo... INTERPRETE - No, no... PRESIDENTE Signora, si tranquillizzi. Noi conosciamo alcuni dati di fatto che lei non conosce, quindi per noi alcune cose sono più facili, soprattutto poi per gli avvocati. Stia tranquilla. Anzi, se vuole... INTERPRETE No, grazie. Davvero. Scusate, ma ho preferito dirlo perché se no mi... Okay. "Quindi, secondo il suggerimento del dottor Ghio, la decisione di non conferire le azioni, l'accordo secondo cui non conferire le azioni in offerta pubblica sarebbe stato possibile per far sì che la Deutsche Bank fosse giudicata, ritenuta in 19

20 concerto con Unipol. Per quanto riguarda invece la seconda disposizione richiesta da Unipol, l'avvocato Ghio non si è mostrato ottimista in merito, e secondo l'avvocato Ghio l'accordo di non vendere azioni a terzi sarebbe stato considerato da Consob un patto parasociale e quindi il risultato, la conseguenza sarebbe stata quella di considerare la Deutsche Bank una parte in concerto. In conseguenza di questo, il 14 di luglio ho comunicato al business che non era possibile sottoscrivere un accordo di lock up e l'accordo con Unipol non avrebbe contenuto un accordo di lock up. In aggiunta a questo noi abbiamo ricevuto il 17 luglio dall'avvocato Ghio una conferma scritta della sua consulenza, del suo parere". AVV. ALLEVA Grazie. Lei ricorda... E poi io con questo credo di aver concluso il mio esame. Lei ricorda se sia stata posta anche la condizione che nel suo interesse l'accordo venisse comunicato al mercato prima di dare esecuzione al medesimo? Proprio in termini fattuali: prima di dare esecuzione. INTERPRETE "Avevo mandato esplicita indicazione che Unipol comunicasse la pubblica offerta e le operazioni venissero comunicate ai legislatori e al mercato prima che il contratto diventasse effettivo, entrasse in vigore". PRESIDENTE Avvocato, non ho capito se lei aveva chiesto 20

21 questa domanda che era già stata fatta, oppure se poi gli risultasse che era... AVV. ALLEVA Infatti era questo il punto. PRESIDENTE Ecco. Allora, forse, la domanda aveva una seconda parte. AVV. ALLEVA Volevo sapere, così mi aggancio poi al discorso, se poi in concreto, al di là delle richieste e delle condizioni che erano state poste, lui abbia potuto verificare che le condizioni, quindi anche questa condizione, siano state effettivamente rispettate nel caso di specie e se esistano, e questo è l'ultimo pezzo di domanda, dei controlli successivi che il sistema di compliance effettuato ai fini della verifica del rispetto delle condizioni proposte dagli uffici addetti. INTERPRETE "Io ho verificato personalmente il 18 di luglio che le condizioni erano state soddisfatte; ho verificato proprio la bozza del comunicato stampa e il comunicato stampa finale che fu poi inviato al mercato e poi ho parlato con i nostri traders proprio per autorizzare diciamo l'acquisto delle azioni. Proprio perché inoltre avevo una serie di condizioni specificate in merito a questa operazione, il sistema di autorizzazione e approvazione di questo tipo di operazione, praticamente ho ricevuto questa richiesta proprio anche da parte del sistema autorizzato ad andare a dare conferma che tutte 21

22 queste condizioni erano state soddisfatte. Questo avviene successivamente, alcuni mesi dopo, normalmente due mesi dopo, però c'è stato questo invito e l'ho eseguito". AVV. ALLEVA Questo avviene per tutte le transazioni rispetto alle quali ci siano state delle specifiche condizioni poste dal compliance o dal (inc.)? INTERPRETE "Richiesto per questo specifico tipo di operazione". AVV. ALLEVA Grazie. Io non ho altre domande. PRESIDENTE Chi è che vuole fare il controesame del teste? AVV. ISOLABELLA È un altro esame. PRESIDENTE Ah, scusi. Esame Difesa, Avv. Isolabella AVV. ISOLABELLA Buongiorno. Isolabella difensore di Rafael Gil-Alberdi. INTERPRETE Di chi scusi? AVV. ISOLABELLA Di Rafael Gil-Alberdi. Alcune brevi precisazioni. Volevo sapere quando per la prima volta Deutsche Bank è stata coinvolta, è stata messa a parte di questa operazione, quella di cui ha parlato fino adesso. INTERPRETE "Con questa particolare operazione?". AVV. ISOLABELLA È corretto. INTERPRETE "Io personalmente ne sono venuto a conoscenza la mattina del mercoledì 13 luglio. E per quello che ne so io, uno dei miei colleghi dovrebbe essere venuto a 22

23 conoscenza il giorno prima". AVV. ISOLABELLA Lei prima ha riferito di un parere offerto dall'avvocato Ghio dello Studio Chiomenti. Quando per la prima volta l'avvocato Ghio si è espresso nei termini da lei descritti dicendo che il patto di non conferire le azioni in un'offerta pubblica non avrebbe conseguito patto parasociale, quando questo è avvenuto per la prima? INTERPRETE (sta traducendo) AVV. ISOLABELLA In un'offerta pubblica. INTERPRETE "La prima volta che io ho parlato con l'avvocato Ghio è stato il 13 luglio e la sua opinione fu espressa quel giorno in quell'occasione. Mi ha fornito anche in quell'occasione una bozza del suo parere, però questa bozza scritta non era sufficientemente specifica e quindi ne abbiamo parlato ancora proprio perché ampliasse, fosse più specifica in merito. Comunque non c'è stata differenza tra quello che lui ha espresso oralmente e quello che noi abbiamo inteso su quello che effettivamente era permesso e non permesso." AVV. ISOLABELLA Quindi è corretto ritenere che il parere che ha poi espresso in termini scritti il 17 di luglio riflettesse quello che l'avvocato Ghio aveva riferito al lei il 13 luglio? INTERPRETE "Sì, è corretto". AVV. ISOLABELLA Chiedo scusa, avvocato Fynn, quando per la 23

24 prima volta il dottor Rafael Gil-Alberdi è stato direttamente coinvolto in questa operazione? INTERPRETE "Quando io sono venuto a conoscenza per la prima volta il 13 luglio, il signor Gil-Alberdi non lo era ancora. Ricordo molto bene questo particolare perché discussi con lui di un'altra cosa e lui era in un viaggio di lavoro in Spagna e ricordo questo particolare. Per quello che ricordo io, la prima volta che il signor Gil-Alberdi è venuto a conoscenza di questa operazione è stato il venerdì 15 luglio quando gli è stata fornita una bozza dell'accordo con Unipol. Per quello che so io l'unico motivo per cui lui non era venuto a conoscenza perché anche i suoi colleghi erano in giro per viaggi di lavoro e quindi non c'è stata la possibilità di venire in Italia e di venire a conoscenza dell'operazione. Per quello che so io, i colleghi, senior diciamo, di Gil-Alberdi chiesero al signor Gil-Alberdi se gli era possibile nel week-end venire in Italia dalla Spagna per poter parlare dell'operazione perché nessun altro era disponibile". AVV. ISOLABELLA Il dottor Gil-Alberdi, che lei sappia o si ricordi, volò dove? In quale città si recò? INTERPRETE "Per quello che ne so io, il signor Gil-Alberdi non ebbe la possibilità di recarsi a Bologna, di trovare un volo per Bologna il sabato, dove si trovavano gli 24

25 altri e quindi volò direttamente a Roma la domenica 17 luglio". AVV. ISOLABELLA Chiedo scusa, io non me ne sono accorto, che forse c'è stato un (inc.) nella traduzione in relazione alla domanda precedente e cioè quando ho chiesto quando il dottor Graig Fynn ha spiegato le ragioni per cui venne coinvolto il dottor Gil-Alberdi, venne chiesto a lui di venire in Italia. Se potesse farsi rispiegare le ragioni per cui il dottor Gil-Alberdi venne chiamato, coinvolto e invitato a venire in Italia. INTERPRETE "Il signor Gil-Alberdi era parte praticamente del gruppo che si occupa delle operazioni strategiche di capitale e lui era uno specialista diciamo nella strutturazione di questi particolari tipi di accordi, di contratti, con particolare riferimento all'economia di questa tipologia di contratti, di accordi. E semplicemente gli era stato chiesto di presenziare perché nessuno dei suoi colleghi poteva farlo". AVV. ISOLABELLA Un'altra cosa, l'ultima credo. Mi sembra che in qualche modo abbia già risposto, ma mi interessava chiarire. Il dottor Gil-Alberdi come gli altri uomini del business presenti a Roma in quei giorni, ad esempio Filippi De Nicolais, avevano il potere di concludere l'accordo con Unipol e di sottoscrivere il contratto senza chiedere la previa specifica approvazione della 25

26 Banca? E del caso, prima sottoscrivere il contratto, chiesero l'approvazione della banca? INTERPRETE "Né il signor Gil-Alberdi né il signor De Nicolais avevano l'autorizzazione, internamente non disponevano dell'autorizzazione a poter stipulare da sé un contratto di questo tipo. Prima di poter sottoscrivere questo tipo di accordo è stato comunque richiesto loro di ottenere una autorizzazione, una approvazione dettagliata dalla banca. Siccome erano in viaggio di lavoro, chiesero praticamente ai colleghi di Londra di poter ricevere questa autorizzazione dettagliata, e chiaramente confermare che questo tipo di autorizzazione era stata realmente ottenuta". AVV. ISOLABELLA Prima di firmare il contratto, quindi è corretto ritenere, ma mi sembra che lo abbia detto prima nella specificazione ultima, che abbiano mostrato il comunicato stampa alla banca, quindi l'approvazione venne ottenuta dopo che la banca lesse il comunicato stampa. È corretto? INTERPRETE "È corretto e mi ricordo di aver discusso la bozza del comunicato stampa per telefono con il signor Gil-Alberdi prima che venisse ufficializzato l'accordo". AVV. ISOLABELLA In cui lei confermò che il comunicato stampa era corretto secondo la sua opinione? Per corretto intendo comunicarsi in maniera corretta il contenuto 26

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

Esercito della salvezza, filiale di Zurigo

Esercito della salvezza, filiale di Zurigo Esercito della salvezza, filiale di Zurigo Karin Wüthrich, pedagoga sociale, Esercito della salvezza Quando, nell autunno 2008, il signor K. è stato messo in malattia, il responsabile dell Esercito della

Dettagli

COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 NOVEMBRE

COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 NOVEMBRE COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 NOVEMBRE 2011 I. D. N. S.n.c. Istituto Dattilografico Nuorese di Uscidda Agostina & Co. Sede legale: Via Mannironi, 125 /FAX 0784/203726 Sede operativa: Via Nonnis,

Dettagli

TRIBUNALE DI MILANO RITO COLLEGIALE SEZIONE I PENALE VERBALE DI UDIENZA REDATTO DA FONOREGISTRAZIONE. PAGINE VERBALE: n. 134

TRIBUNALE DI MILANO RITO COLLEGIALE SEZIONE I PENALE VERBALE DI UDIENZA REDATTO DA FONOREGISTRAZIONE. PAGINE VERBALE: n. 134 TRIBUNALE DI MILANO RITO COLLEGIALE SEZIONE I PENALE DOTT.SSA ICHINO DOTT.SSA BERTOJA DOTT.SSA RIZZARDI Presidente Giudice a latere Giudice a latere VERBALE DI UDIENZA REDATTO DA FONOREGISTRAZIONE PAGINE

Dettagli

TRIBUNALE DI MILANO RITO COLLEGIALE SEZIONE I PENALE DOTT.SSA ICHINO GIOVANNA VERBALE DI UDIENZA REDATTO DA FONOREGISTRAZIONE. PAGINE VERBALE: n.

TRIBUNALE DI MILANO RITO COLLEGIALE SEZIONE I PENALE DOTT.SSA ICHINO GIOVANNA VERBALE DI UDIENZA REDATTO DA FONOREGISTRAZIONE. PAGINE VERBALE: n. TRIBUNALE DI MILANO RITO COLLEGIALE SEZIONE I PENALE DOTT.SSA ICHINO GIOVANNA DOTT.SSA BERTOJA ANTONELLA DOTT.SSA RIZZARDI BRUNA Presidente Giudice a latere Giudice a latere VERBALE DI UDIENZA REDATTO

Dettagli

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Comune di Agrigento Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Ordine del Giorno 1. Designazione scrutatori; 2. Relazione previsionale e programmatica 2013 2015. Bilancio di Previsione 2013. Bilancio

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

TRIBUNALE DI MILANO RITO COLLEGIALE SEZIONE I PENALE VERBALE DI UDIENZA REDATTO DA FONOREGISTRAZIONE. PAGINE VERBALE: n. 163

TRIBUNALE DI MILANO RITO COLLEGIALE SEZIONE I PENALE VERBALE DI UDIENZA REDATTO DA FONOREGISTRAZIONE. PAGINE VERBALE: n. 163 TRIBUNALE DI MILANO RITO COLLEGIALE SEZIONE I PENALE DOTT.SSA ICHINO DOTT.SSA BERTOJA DOTT.SSA RIZZARDI Presidente Giudice a latere Giudice a latere VERBALE DI UDIENZA REDATTO DA FONOREGISTRAZIONE PAGINE

Dettagli

Regione Molise -25- Resoconti Consiliari

Regione Molise -25- Resoconti Consiliari Regione Molise -25- Resoconti Consiliari RISPOSTA ALL INTERPELLANZA, A FIRMA DEI CONSIGLIERI FUSCO PERRELLA, LATTANZIO, CAVALIERE,IORIO, AD OGGETTO: "CONVENZIONE TRA LE FORZE DI POLIZIA E TRENITALIA -

Dettagli

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI MENGHI E MUNAFO DEL COMITATO ANNA MENGHI IN MERITO AL PROGETTO DEL PERCORSO PEDONALE MECCANIZZATO NELLA GALLERIA DEL COMMERCIO.

Dettagli

TRIBUNALE DI MILANO RITO COLLEGIALE SEZIONE I PENALE VERBALE DI UDIENZA REDATTO DA FONOREGISTRAZIONE. PAGINE VERBALE: n. 190

TRIBUNALE DI MILANO RITO COLLEGIALE SEZIONE I PENALE VERBALE DI UDIENZA REDATTO DA FONOREGISTRAZIONE. PAGINE VERBALE: n. 190 TRIBUNALE DI MILANO RITO COLLEGIALE SEZIONE I PENALE DOTT.SSA ICHINO DOTT.SSA BERTOJA DOTT.SSA RIZZARDI Presidente Giudice a latere Giudice a latere VERBALE DI UDIENZA REDATTO DA FONOREGISTRAZIONE PAGINE

Dettagli

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori?

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Le proposte emerse dai gruppi di RLS 1 Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Il RLS consulta il documento di valutazione dei rischi e verifica se il rischio

Dettagli

Camera dei Deputati 449 Senato della Repubblica. xiv legislatura disegni di legge e relazioni documenti

Camera dei Deputati 449 Senato della Repubblica. xiv legislatura disegni di legge e relazioni documenti Camera dei Deputati 449 Senato della Repubblica Camera dei Deputati 450 Senato della Repubblica Camera dei Deputati 451 Senato della Repubblica Camera dei Deputati 452 Senato della Repubblica Camera dei

Dettagli

IL LINGUAGGIO DELLA VENDITA

IL LINGUAGGIO DELLA VENDITA IL LINGUAGGIO DELLA VENDITA 1 -Che fare, se non si nasce Venditori? Non necessariamente si nasce venditori. Non necessariamente a chi non nasce venditore, però, è impedito di imparare a vendere. Certo,

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo.

In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo. In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo. Vi consiglio di seguire l intervista senza le didascalie 1

Dettagli

www.iluss.it - Italiano online Scheda grammaticale

www.iluss.it - Italiano online Scheda grammaticale Discorso indiretto - o n 1 Trasformare il discorso diretto in indiretto 1. "Che cosa fai?". Mi chiese che cosa. 2. "Sono venuto a saperlo per caso". Disse a saperlo per caso. 3. "Per favore, telefoni a

Dettagli

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Alcuni quesiti per chiarire dubbi interpretativi sulla formazione dei lavoratori prevista dal Testo Unico: cosa significa collaborare con gli

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/6 MISSIONE IN CALABRIA 11 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 15.00. PRESIDENTE. Buongiorno. La Commissione la ringrazia. Ci scusiamo, ma come sempre siamo in

Dettagli

RISPOSTE A DOMANDE FREQUENTI. 1 = Sono un vecchio pensionato: devo comunicarvi la mia PEC (Posta Elettronica Certificata)?

RISPOSTE A DOMANDE FREQUENTI. 1 = Sono un vecchio pensionato: devo comunicarvi la mia PEC (Posta Elettronica Certificata)? RISPOSTE A DOMANDE FREQUENTI 1 = Sono un vecchio pensionato: devo comunicarvi la mia PEC (Posta Elettronica Certificata)? Secondo il testo recentemente aggiornato dell art.207 Legge Fall. richiamato dall

Dettagli

www.saveriotommasi.it Silvio Berlusconi e la Mafia

www.saveriotommasi.it Silvio Berlusconi e la Mafia www.saveriotommasi.it Silvio Berlusconi e la Mafia 66 Silvio Berlusconi e la mafia LA BOMBA DI MANGANO Trascrizione della telefonata intercettata dalla Polizia, nella quale Berlusconi e Dell Utri parlano

Dettagli

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Rischia di slittare la proclamazione degli eletti al Consiglio Regionale della Puglia a causa della scorretta trascrizione e conseguente

Dettagli

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio:

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio: allegato 1) PUNTO N. 3 all O.d.G.: Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina meccanica. Cedo la parola al Sindaco. MARCO FABBRI Sindaco: Sì, grazie

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 12 AL NEGOZIO A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 AL NEGOZIO DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno. A- Posso aiutarla? B- Ma,

Dettagli

Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea

Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea Enzo De Maio, datore di lavoro Nella mia funzione di case manager e consulente HR della Direzione generale delle dogane, ho ricevuto una comunicazione

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano:

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano: Imparare a "guardare" le immagini, andando al di là delle impressioni estetiche, consente non solo di conoscere chi eravamo, ma anche di operare riflessioni e confronti con la vita attuale. Abitua inoltre

Dettagli

TRIBUNALE DI MILANO RITO COLLEGIALE SEZIONE I PENALE DOTT.SSA ICHINO GIOVANNA VERBALE DI UDIENZA REDATTO DA FONOREGISTRAZIONE. PAGINE VERBALE: n.

TRIBUNALE DI MILANO RITO COLLEGIALE SEZIONE I PENALE DOTT.SSA ICHINO GIOVANNA VERBALE DI UDIENZA REDATTO DA FONOREGISTRAZIONE. PAGINE VERBALE: n. TRIBUNALE DI MILANO RITO COLLEGIALE SEZIONE I PENALE DOTT.SSA ICHINO GIOVANNA DOTT.SSA BERTOJA ANTONELLA DOTT.SSA RIZZARDI BRUNA Presidente Giudice a latere Giudice a latere VERBALE DI UDIENZA REDATTO

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

COLLOQUIO DI SELEZIONE ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI

COLLOQUIO DI SELEZIONE ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI COLLOQUIO DI SELEZIONE ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI 1. Qual è lo scopo del colloquio di selezione? Lo scopo del colloquio di selezione è: CAPIRE L INVESTIMENTO CHE DOVREMO FARE SULLA PERSONA IN

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

LA MEDIAZIONE CIVILE NELL INTERPRETAZIONE DEI GIUDICI

LA MEDIAZIONE CIVILE NELL INTERPRETAZIONE DEI GIUDICI RITA BEVACQUA LA MEDIAZIONE CIVILE NELL INTERPRETAZIONE DEI GIUDICI L istituto della Mediazione civile quale strumento alternativo di giustizia è stato introdotto dal Decreto Legislativo 4 marzo 2010,

Dettagli

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni In una riunione del Comitato di direzione, la nostra direzione

Dettagli

Esame lingua d interpretariato

Esame lingua d interpretariato Certificato INTERPRET d interprete interculturale: Test modello Gennaio 2014 Esame lingua d interpretariato Contenuto Introduzione pagina 2 Composizione dell esame pagina 3 Parte 1 dell esame: colloquio

Dettagli

facile Daoraè più Accordo ANIA Associazioni dei Consumatori Conciliazione RC Auto

facile Daoraè più Accordo ANIA Associazioni dei Consumatori Conciliazione RC Auto Accordo ANIA Associazioni dei Consumatori Conciliazione RC Auto Daoraè più facile Hai avuto un incidente? Aspetti un risarcimento? Scegli la conciliazione. E più semplice, è più rapida. Da oggi sono finiti

Dettagli

APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO

APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO METODO CICLICO FS- BORSA ATTENZIONE: ATTENDI QUALCHE SECONDO PER IL CORRETTO CARICAMENTO DEL MANUALE APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO METODO CHE UTILIZZO PER LE MIE ANALISI - 1 - www.fsborsa.com NOTE SUL

Dettagli

TRIBUNALE DI MILANO RITO COLLEGIALE SEZIONE I PENALE VERBALE DI UDIENZA REDATTO DA FONOREGISTRAZIONE. PAGINE VERBALE: n. 146

TRIBUNALE DI MILANO RITO COLLEGIALE SEZIONE I PENALE VERBALE DI UDIENZA REDATTO DA FONOREGISTRAZIONE. PAGINE VERBALE: n. 146 TRIBUNALE DI MILANO RITO COLLEGIALE SEZIONE I PENALE DOTT.SSA ICHINO DOTT.SSA BERTOJA DOTT.SSA RIZZARDI Presidente Giudice a latere Giudice a latere VERBALE DI UDIENZA REDATTO DA FONOREGISTRAZIONE PAGINE

Dettagli

Dott.ssa GIULIA CANDIANI. (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo)

Dott.ssa GIULIA CANDIANI. (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo) Dott.ssa GIULIA CANDIANI (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo) Innanzitutto due parole di presentazione: Altroconsumo è una associazione indipendente di consumatori, in cui io lavoro

Dettagli

i dossier MONTE PASCHI STORY 20 anni di storia www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta

i dossier MONTE PASCHI STORY 20 anni di storia www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta 297 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com MONTE PASCHI STORY 20 anni di storia Il Pci/Pds/Ds/Pd ci deve spiegare 24 gennaio 2013 a cura di Renato Brunetta 2 25 giugno 1999 - Monte dei

Dettagli

TRIBUNALE DI MILANO RITO COLLEGIALE SEZIONE I PENALE VERBALE DI UDIENZA REDATTO DA FONOREGISTRAZIONE. PAGINE VERBALE: n. 109

TRIBUNALE DI MILANO RITO COLLEGIALE SEZIONE I PENALE VERBALE DI UDIENZA REDATTO DA FONOREGISTRAZIONE. PAGINE VERBALE: n. 109 TRIBUNALE DI MILANO RITO COLLEGIALE SEZIONE I PENALE DOTT.SSA ICHINO DOTT.SSA BERTOJA DOTT.SSA RIZZARDI Presidente Giudice a latere Giudice a latere VERBALE DI UDIENZA REDATTO DA FONOREGISTRAZIONE PAGINE

Dettagli

Indice. 1 Il monitoraggio del progetto formativo --------------------------------------------------------------- 3. 2 di 6

Indice. 1 Il monitoraggio del progetto formativo --------------------------------------------------------------- 3. 2 di 6 LEZIONE MONITORARE UN PROGETTO FORMATIVO. UNA TABELLA PROF. NICOLA PAPARELLA Indice 1 Il monitoraggio del progetto formativo --------------------------------------------------------------- 3 2 di 6 1 Il

Dettagli

Esame lingua d interpretariato

Esame lingua d interpretariato Certificato INTERPRET d interprete interculturale: Test modello 1 Febbraio 2015 Esame lingua d interpretariato Contenuto Introduzione pagina 2 Composizione dell esame pagina 3 Parte 1 dell esame: colloquio

Dettagli

Nel nome. I libri di S. Novantacento edizioni

Nel nome. I libri di S. Novantacento edizioni Nel nome del padre sono 23 gli interrogatori di massimo ciancimino, il figlio di don vito. E una valanga i pizzini che riscrivono la storia dei misteri d italia da gladio, alle stragi del 92, sino ai politici

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

A tutti i Presidenti dei Collegi dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati. A tutti i componenti del CIG. A tutti i componenti del CdA

A tutti i Presidenti dei Collegi dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati. A tutti i componenti del CIG. A tutti i componenti del CdA PROT.81790/U/31.07.2012 A tutti i Presidenti dei Collegi dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati A tutti i componenti del CIG A tutti i componenti del CdA Roma, martedì 31 luglio 2012

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

L oro : Grafico 1: oro in $ dal 2007

L oro : Grafico 1: oro in $ dal 2007 Commentto merrccatti i Cffi i Advissorrss dell 2 lugll lio 2011,, a ccurra dii Ida I I. Pagnottttel lla IN I QUESTO NUMERO:: LL ORO :: NON SI COMPRA SE SI CREDE CHE TUTTO ANDRA BENE ALLA FINE! MOLTI INVESTITORI

Dettagli

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra BG Ingénieurs Conseil, Ginevra Diego Salamon, datore di lavoro Su incarico dell AI la Cadschool, istituto di formazione per la pianificazione e l illustrazione informatica, ci ha chiesto se potevamo assumere

Dettagli

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione OLIVIERO TOSCANI SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione D. Quando si nasce e si cresce in una famiglia dove si respira fotografia, diventare fotografo è un atto dovuto o può rappresentare, in ogni

Dettagli

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona?

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Nel Western Australia, la legge permette di redigere una dichiarazione anticipata di trattamento per stabilire quali cure si vogliono

Dettagli

Ricerca attiva del lavoro

Ricerca attiva del lavoro Ricerca attiva del lavoro La ricerca attiva in tre fasi 1 3 2 CONSAPEVOLEZZA STRUMENTI INFORMAZIONI Fase 1: Consapevolezza Io cosa offro? Bilancio di competenze Strumenti: Domande individuali: cosa so

Dettagli

IL MIO CARO AMICO ROBERTO

IL MIO CARO AMICO ROBERTO IL MIO CARO AMICO ROBERTO Roberto è un mio caro amico, lo conosco da circa 16 anni, è un ragazzo sempre allegro, vive la vita alla giornata e anche ora che ha 25 anni il suo carattere non tende a cambiare,

Dettagli

IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008

IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008 IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008 Prima della visita Ho iniziato la preparazione della mia visita partecipando a quattro sessioni di

Dettagli

MANDATO D AMMINISTRAZIONE. «Cognome_e_Nome_1» «Tipo» «Cognome_e_Nome_2» ("il Mandante") EXTRAFID SA, Lugano ("il Gestore").

MANDATO D AMMINISTRAZIONE. «Cognome_e_Nome_1» «Tipo» «Cognome_e_Nome_2» (il Mandante) EXTRAFID SA, Lugano (il Gestore). MANDATO D AMMINISTRAZIONE conferito da «Cognome_e_Nome_1» «Tipo» «Cognome_e_Nome_2» ("il Mandante") a EXTRAFID SA, Lugano ("il Gestore"). 1. Con il presente Mandato il Mandante conferisce al Gestore l

Dettagli

Il telefono in Pediatria:

Il telefono in Pediatria: Il telefono in Pediatria: criteri di efficacia nella comunicazione e nella relazione Mario Maresca mario.maresca@nexolution.it www.nexolution.it Relazione e Comunicazione La comunicazione è un processo

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20.

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20. 1/5 MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 11.20. PRESIDENTE. Buongiorno. Innanzitutto la ringraziamo e ci scusiamo del ritardo, ma stiamo finendo

Dettagli

Presidente Ringrazio il consigliere Beretta. Ha chiesto la parola la consigliera Cercelletta, ne ha facoltà.

Presidente Ringrazio il consigliere Beretta. Ha chiesto la parola la consigliera Cercelletta, ne ha facoltà. CONSIGLIO COMUNALE DEL 16.12.2013 Interventi dei Sigg.ri Consiglieri Sistema Bibliotecario dell Area Metropolitana di Torino, Area Ovest (SBAM Ovest) Approvazione della bozza di convenzione e della bozza

Dettagli

www.internetbusinessvincente.com

www.internetbusinessvincente.com Come trovare nuovi clienti anche per prodotti poco ricercati (o che necessitano di essere spiegati per essere venduti). Raddoppiando il numero di contatti e dimezzando i costi per contatto. Caso studio

Dettagli

Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE

Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE All inizio del mese di Febbraio abbiamo chiesto ai bambini di procurarsi delle buste da lettera nuove. Quando tutti le hanno portate a

Dettagli

PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per

PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per finanziamento lavori realizzazione sezione asilo nido rione Borgo, chi illustra? Romani, assessore Romani per

Dettagli

III C O R T E D I A S S I S E R O M A

III C O R T E D I A S S I S E R O M A III C O R T E D I A S S I S E R O M A PROC. PEN. N 1/99 R.G. A CARICO DI BARTOLUCCI LAMBERTO + 3.- LA CORTE 1 - DOTT. GIOVANNI MUSCARÀ PRESIDENTE 2 - DOTT. GIOVANNI MASI G. a L. DOTT.SSA MARIA MONTELEONE

Dettagli

Regione Molise -34- Resoconti Consiliari

Regione Molise -34- Resoconti Consiliari Regione Molise -34- Resoconti Consiliari RISPOSTA ALL INTERROGAZIONE, A FIRMA DEL CONSIGLIERE MICONE, AD OGGETTO: DELIBERAZIONE DI GIUNTA REGIONALE N. 576 DEL 3 NOVEMBRE 2013 E N. 607 DEL 18 NOVEMBRE 2013.

Dettagli

Seconda parte Trovami

Seconda parte Trovami Seconda parte Trovami Dal diario di Mose Astori, pagina 1 Dovrei iniziare questo diario inserendo la data in cui sto scrivendo, e poi fare lo stesso per ogni capitolo successivo, in modo da annotare il

Dettagli

PROGETTO LEONARDO M.A.R.IO. Mercato Azienda Riorganizzazione Internazionale Operativa A.S. 2013/2014

PROGETTO LEONARDO M.A.R.IO. Mercato Azienda Riorganizzazione Internazionale Operativa A.S. 2013/2014 PROGETTO LEONARDO M.A.R.IO Mercato Azienda Riorganizzazione Internazionale Operativa A.S. 2013/2014 FRANCOFORTE 18/07/2014-22/08/2014 Alessandra Io ho lavorato presso un ufficio di consulenza commerciale

Dettagli

OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI

OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI www.previsioniborsa.net di Simone Fanton (trader indipendente) Disclaimer LE PAGINE DI QUESTO REPORT NON COSTITUISCONO SOLLECITAZIONE AL

Dettagli

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto 330 ELENA ARMILLEI musica e si univano miracolosamente. - - caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- - occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto - informare sullo stato di tua

Dettagli

Credito d'imposta in Puglia - Richiesta di differimento del termine d'invio delle domande

Credito d'imposta in Puglia - Richiesta di differimento del termine d'invio delle domande Gentili Colleghe e Cari colleghi, sono ben conscio che forse vi sto tediando fin troppo su di un argomento che probabilmente non vi vede tutti quanti ugualmente partecipi, ma ormai ne ho fatto una questione

Dettagli

Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA. La gioia di vendere

Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA. La gioia di vendere Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA La gioia di vendere Il nostro processo comunicativo 1) 2) 3) 4) 5) 6) 7) 8) 9) 10) Presentazione Personale Feeling Motivo dell'incontro Conferma consulenza Analisi

Dettagli

Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona

Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona Congresso Commissioni giuridiche ACI- Napoli - Riflessioni su : Patente di guida

Dettagli

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO Danilo Toneguzzi Psichiatra, psicoterapeuta direttore dell Istituto Gestalt di Pordenone "INformazione Psicologia Psicoterapia Psichiatria", n 41-42, settembre - dicembre

Dettagli

CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO

CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO Sommario Questo capitolo l aiuterà a pensare al suo futuro. Ora che è maggiormente consapevole dei suoi comportamenti di gioco e dell impatto che l azzardo

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

VIAGGIO A BRUXELLES STRASBURGO LUSSEMBURGO DAL 05 FEBBRAIO AL 10 FEBBRAIO 2013 Classe 4^ B I.T.E. P.F. Calvi Belluno

VIAGGIO A BRUXELLES STRASBURGO LUSSEMBURGO DAL 05 FEBBRAIO AL 10 FEBBRAIO 2013 Classe 4^ B I.T.E. P.F. Calvi Belluno VIAGGIO A BRUXELLES STRASBURGO LUSSEMBURGO DAL 05 FEBBRAIO AL 10 FEBBRAIO 2013 Classe 4^ B I.T.E. P.F. Calvi Belluno DIARIO DI BORDO Martedì 5 febbraio siamo partiti alle ore 6.20 dalla stazione di Belluno

Dettagli

Reference 1-0,73% Coverage

Reference 1-0,73% Coverage - 1 reference coded [0,73% Coverage] Reference 1-0,73% Coverage Dove ti piacerebbe andare ma anche vivere sì, sì. All interno dell Europa, sicuramente. Però mi piacerebbe vedere anche

Dettagli

Buongiorno vi ringrazio nuovamente per avermi invitato sono molto lieto di assistervi nella vendita della vostra casa

Buongiorno vi ringrazio nuovamente per avermi invitato sono molto lieto di assistervi nella vendita della vostra casa A ACQUISIZIONE INCARICO PRESENTAZIONE DA 1 MINUTO Buongiorno vi ringrazio nuovamente per avermi invitato sono molto lieto di assistervi nella vendita della vostra casa Posso dare un occhiata veloce alla

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

Risultati parziali - su 1580 partecipanti

Risultati parziali - su 1580 partecipanti Risultati parziali - su 1580 partecipanti 1. PARTECIPANTI AL SONDAGGIO 69,81% ETA' 24,50% Partecipanti al sondaggio 19-24 anni 25-29 anni Figura 1: Giovani partecipanti al sondaggio per fascia d età REGIONE

Dettagli

Allegato 1 prospetti di bilancio PURICELLI CONTO ECONOMICO 2006

Allegato 1 prospetti di bilancio PURICELLI CONTO ECONOMICO 2006 PURICELLI S.p.A. Al termine di una lunga discussione con i suoi principali collaboratori, il dr. Rossini -amministratore unico della PURICELLI S.p.A. - aveva deciso di acquistare nuovi macchinari e di

Dettagli

REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991)

REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991) REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991) CAPO I DELLA COSTITUZIONE E DEL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO NAZIONALE ART. 1 Insediamento del Consiglio - Entrata in carica

Dettagli

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ CAPITOLO XV L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO IL TERZO TENTATIVO SI SOLLEVÒ, SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ NELLA CAMERA. VEDENDO IL LETTO,

Dettagli

Capitolo 4 AMMETTI QUANDO SBAGLI UNA STORIA VERA

Capitolo 4 AMMETTI QUANDO SBAGLI UNA STORIA VERA Capitolo 4 AMMETTI QUANDO SBAGLI UNA STORIA VERA Nel libro Trading Is a Business ho mostrato come molte persone rifiutino di ammettere quando sbagliano in un trade. Di seguito è riportata la storia di

Dettagli

Collegio di Milano. Decisione N. 436 del 02 marzo 2011. composto dai signori: - Prof. Avv. Antonio Gambaro Presidente

Collegio di Milano. Decisione N. 436 del 02 marzo 2011. composto dai signori: - Prof. Avv. Antonio Gambaro Presidente Collegio di Milano composto dai signori: - Prof. Avv. Antonio Gambaro Presidente - Prof.ssa Cristiana Maria Schena Membro designato dalla Banca d Italia - Prof. Avv. Emanuele Lucchini Guastalla Membro

Dettagli

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire? Ha chiesto la parola il consigliere Vinciguerra, ne ha facoltà.

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire? Ha chiesto la parola il consigliere Vinciguerra, ne ha facoltà. CONSIGLIO COMUNALE DEL 18.12.2014 Interventi dei Sigg. consiglieri Nuovo regolamento per la disciplina dell attività e spettacolo viaggiante, circhi e simili. Abbiamo il quarto punto che è: Nuovo regolamento

Dettagli

Perché un libro di domande?

Perché un libro di domande? Perché un libro di domande? Il potere delle domande è la base per tutto il progresso umano. Indira Gandhi Fin dai primi anni di vita gli esseri umani raccolgono informazioni e scoprono il mondo facendo

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

C O M U N E D I M O N T E V A G O PROVINCIA DI AGRIGENTO

C O M U N E D I M O N T E V A G O PROVINCIA DI AGRIGENTO Città Termale C O M U N E D I M O N T E V A G O PROVINCIA DI AGRIGENTO Originale di Deliberazione del Consiglio Comunale N 79 del Registro Delibere Data 06.11.2009 OGGETTO: Parco Eolico ed energie alternative.

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N. 3 LA SCUOLA CORSI DI ITALIANO PER STRANIERI A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa - 2011 DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno, sono

Dettagli

facile Daoraè più Accordo ANIA Associazioni dei Consumatori Conciliazione RC Auto

facile Daoraè più Accordo ANIA Associazioni dei Consumatori Conciliazione RC Auto Accordo ANIA Associazioni dei Consumatori Conciliazione RC Auto Daoraè più facile Hai avuto un incidente? Aspetti un risarcimento? Scegli la conciliazione. E più semplice, è più rapida. Da oggi sono finiti

Dettagli

FUSIONE TRA CVS E POLESINE ACQUE: UN PROGETTO PER GARANTIRE CHE L ACQUA RESTI BENE COMUNE

FUSIONE TRA CVS E POLESINE ACQUE: UN PROGETTO PER GARANTIRE CHE L ACQUA RESTI BENE COMUNE PROGETTO DI FUSIONE CVS POLESINE ACQUE 26/08/2015 FUSIONE TRA CVS E POLESINE ACQUE: UN PROGETTO PER GARANTIRE CHE L ACQUA RESTI BENE COMUNE Avviata la gara per la due diligence, fotografia dello stato

Dettagli

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per Verbale di Consiglio del 25 gennaio 2012 INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI PERNIGOTTI E OLIVERI IN MERITO AGLI STRUMENTI DA ADOTTARE PER COMUNICARE CON I PAESI EMERGENTI ED ECONOMICAMENTE FORTI COME LA CINA

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 4 GLI UFFICI COMUNALI A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa - 2011 GLI UFFICI COMUNALI DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno. A- Scusi

Dettagli

COMMISSIONE SUL CICLO RIFIUTI BOZZA NON CORRETTA 1/6

COMMISSIONE SUL CICLO RIFIUTI BOZZA NON CORRETTA 1/6 1/6 MISSIONE IN SICILIA 29 SETTEMBRE 2009 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 15.53. PRESIDENTE. Buongiorno. La ringraziamo per la presenza e segnaliamo che dell audizione

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

PROCEDIMENTO PENALE NR. 8/08 CORTE D ASSISE E NR. 9066/2007 R.G.N.R. ELENCO DELLA DIFESA DI SOLLECITO RAFFAELE

PROCEDIMENTO PENALE NR. 8/08 CORTE D ASSISE E NR. 9066/2007 R.G.N.R. ELENCO DELLA DIFESA DI SOLLECITO RAFFAELE PROCEDIMENTO PENALE NR. 8/08 CORTE D ASSISE E NR. 9066/2007 R.G.N.R. ELENCO DELLA DIFESA DI SOLLECITO RAFFAELE TRASCRIZIONI INTERCETTAZIONI TELEF. Nr. 16 Data. 05.11.2007 Ora 18.34 Intercettazioni telefoniche

Dettagli

Rendite da 32.400 al mese!

Rendite da 32.400 al mese! Giacomo Bruno Rendite da 32.400 al mese! NOTA: puoi ripubblicare gratis questo ebook sul tuo sito o blog, a patto di non modificare il testo, nè l'autore. Mandalo gratis ai tuoi amici. Puoi modificare

Dettagli

Trascrizione dell intervento del presidente Boeri all Assemblea Generale di Unindustria Treviso del 10 ottobre 2015

Trascrizione dell intervento del presidente Boeri all Assemblea Generale di Unindustria Treviso del 10 ottobre 2015 Trascrizione dell intervento del presidente Boeri all Assemblea Generale di Unindustria Treviso del 10 ottobre 2015 Mi faccia dire innanzitutto, che è davvero molto bello entrare in questa gigantesca tensostruttura

Dettagli

\ CENTRO INTERNAZIONALE SERVIZI EDITORIALI

\ CENTRO INTERNAZIONALE SERVIZI EDITORIALI \ CENTRO INTERNAZIONALE SERVIZI EDITORIALI Il Centro Internazionale Servizi Editoriali (CISE) è una società che nasce con lo scopo di riunire le case editrici e fornire loro tutti i servizi necessari,

Dettagli