Regolamento Generale della Borsa Telematica del Recupero (adottato con decisione del Comitato di Borsa del 18/10/2001)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Regolamento Generale della Borsa Telematica del Recupero (adottato con decisione del Comitato di Borsa del 18/10/2001)"

Transcript

1 Regolamento Generale della Borsa Telematica del Recupero (adottato con decisione del Comitato di Borsa del 18/10/2001) Articolo 1- Ambito di applicazione Il presente Regolamento disciplina il funzionamento, la vigilanza, le modalità di coordinamento e l'utilizzo della Borsa Telematica del Recupero che ha lo scopo di favorire l'emersione del mercato dei rifiuti, dei materiali recuperati dai rifiuti e delle relative tecnologie impiegate, assicurando condizioni di trasparenza e terzietà per gli operatori. Articolo 2 - Borsa Telematica del Recupero La Borsa Telematica del Recupero è un mercato regolamentato accessibile per via telematica (www.borsadelrecupero.net) per assicurare un mezzo flessibile e trasparente di scambio e collegamento tra la domanda e l'offerta di rifiuti e beni di cui al successivo articolo 3 anche attraverso l'offerta di servizi di informazione sulle normative, sui materiali e sulle tecnologie di recupero. Articolo 3 - Negoziazione 1. Nell'ambito della Borsa Telematica del recupero, sono oggetto di negoziazione all'interno i seguenti materiali: Rifiuti, così come definiti dal D.Lgs. 22/97; Rifiuti recuperabili, ivi compresi quelli definiti dal D.M. 5/2/98; Materie prime, prodotti o materie prime seconde derivanti da operazioni di recupero; Beni a fine vita. I prodotti di cui alla lettera d) saranno oggetto di definizione nell'ambito delle rispettive Consulte di Filiera di cui al successivo articolo Nell'ambito della Borsa Telematica del Recupero sono oggetto di negoziazione i seguenti servizi: Recupero Smaltimento Trattamento Trasporto. 3. Possono essere utenti della Borsa Telematica del Recupero (di seguito utenti) Aziende produttrici di rifiuti o che riutilizzano rifiuti o materiali recuperabili nel loro ciclo di produzione; Aziende che svolgono attività di gestione rifiuti (smaltimento, recupero, trasporto) Intermediari di rifiuti; Comuni o loro Consorzi o altri enti pubblici produttori di rifiuti. Associazioni di Categoria ed altri Enti, a seguito di stipula di appositi accordi nazionali con l'unioncamere. Articolo 4 - Organi della Borsa Sono organi della Borsa Telematica del Recupero: a) il Comitato di Borsa; b) le Consulte di Filiera; c) le Camere di Commercio. Articolo 5- Il Comitato di Borsa 1. Il Comitato di Borsa, istituito presso l'unioncamere, è l'organismo che ha funzioni di direzione, vigilanza ed indirizzo generale della Borsa Telematica del Recupero. Il Comitato esercita le funzioni di coordinamento ed omogeneizzazione delle modalità di negoziazione sul territorio nazionale, nonché il ruolo di Osservatorio centrale per il funzionamento del mercato. A tal fine promuove anche le attività di informazione e formazione per i funzionari responsabili delle Camere di Commercio e delle Associazioni territoriali di categoria.

2 2. Il Comitato di Borsa è composto da 9 a 11 componenti, in rappresentanza del Ministero dell'ambiente e della Tutela del Territorio, del Ministero delle Attività Produttive, dell'unione Italiana delle Camere di Commercio (di seguito Unioncamere), delle Camere di Commercio, della Conferenza Stato - Regioni, dell'upi, dell'anci, dell'anpa, dell'osservatorio Nazionale Rifiuti, dell'albo Nazionale Gestori e dell'uni. E' invitato permanente alle riunioni un rappresentante del tavolo dei 10. La Segreteria Tecnica del Comitato è assicurata dall'unioncamere, anche in collaborazione con il Gestore Operativo della piattaforma telematica i cui al successivo articolo I componenti del Comitato restano in carica per il periodo di sperimentazione della Borsa Telematica e possono essere riconfermati: il Comitato nomina un Presidente tra i propri componenti con funzioni di rappresentanza del Comitato stesso. 4. Il Comitato di Borsa adotta le proprie decisioni a maggioranza dei suoi componenti in riferimento: all'adozione e modifica del presente "Regolamento Generale" della Borsa Telematica del Recupero; alla nomina, insediamento e coordinamento delle Consulte di Filiera; all'approvazione dei "Disciplinari di filiera" predisposti dalle Consulte di Filiera; alla determinazione delle cause di sospensione o esclusione degli operatori. Il Comitato di Borsa adotta altresì le proprie decisioni a maggioranza dei presenti su ogni altro argomento proposto all'ordine del giorno dal Presidente o da un componente il Comitato stesso. 5. Su argomenti di particolare interesse o comunque se ne ravvisi l'opportunità, il Comitato, anche usando lo strumento dell'audizione, potrà acquisire il parere dei rappresentanti delle associazioni di categoria e dei consorzi di filiera, con precedenza a quelle che hanno stipulato accordi di collaborazione con l'unioncamere per la sperimentazione dei servizi della Borsa Telematica del recupero. Articolo 6 - Consulte di filiera 1. Le Consulte di Filiera, di cui fanno parte da 6 a 9 operatori economici in rappresentanza della specifica filiera, sono nominate ed insediate dal Comitato Nazionale di Borsa, su proposta del Presidente della Camera di Commercio sede della Consulta di Filiera. Ai fini dell'individuazione dei componenti della Consulta di Filiera, il Presidente della Camera di Commercio si avvale della collaborazione delle associazioni di categoria e dei consorzi di filiera interessati. La Camera di Commercio sede della Consulta di Filiera ne cura la Segreteria Tecnica. 2. La Consulta di Filiera, a maggioranza dei propri membri: 1. propone al Comitato di borsa le norme standard esistenti per la caratterizzazione dei beni e per le modalità di scambio nelle singole filiere; 2. predispone e aggiorna, in assenza di norme esistenti, specifici "Disciplinari di filiera", redatti per singoli materiali o categorie di materiali, che vengono sottoposti all'approvazione del Comitato di Borsa; 3. monitora l'andamento del mercato, proponendo al Comitato di Borsa eventuali interventi correttivi. Articolo 7 - Camere di Commercio 1. La Gestione Operativa della Borsa Telematica del Recupero è affidata alle Camere di Commercio italiane che si avvalgono di un'unica piattaforma telematica al fine di garantire l'efficiente e omogenea offerta del servizio su tutto il territorio nazionale. 2. Le Camere di Commercio sono responsabili dell'accreditamento degli operatori. 3. Le Camere di Commercio possono delegare ad altri soggetti (di seguito Soggetti convenzionati) l'accreditamento, dietro stipula di apposito accordo nazionale tra l'unioncamere e la rappresentanza nazionale del Soggetto convenzionato. I Soggetti convenzionati sono, a titolo non esaustivo, associazioni di categoria, Consorzi Obbligatori di filiera, o altri soggetti, anche a partecipazione pubblica, che raggruppino aziende appartenenti a specifiche filiere produttive o categorie

3 imprenditoriali. I Soggetti convenzionati possono operare sulla Borsa del Recupero unicamente per conto degli operatori ad essi associati o consorziati che devono essere singolarmente accrediati con le modalità di cui ai successivi articoli. 4. L'elenco delle Camere di Commercio e dei Soggetti Convenzionati abilitati ad accreditare sarà pubblicizzato sul sito della Borsa Telematica del Recupero. Articolo 8 - Accreditamento degli operatori 1. Al fine di garantire la trasparenza del mercato, gli operatori per poter accedere alla Borsa Telematica del recupero dovranno essere accreditati, nel rispetto dei requisiti di seguito indicati: a. per le Aziende produttrici: Iscrizione nel Registro Imprese; b. per gli Intermediari: Iscrizione del Registro Imprese, Iscrizione nell'albo Gestori qualora operativo; c. per i Trasportatori: Iscrizione nel Registro Imprese; Iscrizione nell'albo Gestori; d. per i Recuperatori: (soggetti che svolgono le operazioni di recupero e pre-trattamento così come definite dal D.Lgs 22/97) Iscrizione al Registro Imprese; Iscrizione nel Registro provinciale ai sensi degli artt. 31 e 33 del predetto D.lgs. e/o Autorizzazione ex. artt. 27 e 28 del D.Lgs.22/97. e. per gli Smaltitori: (soggetti che svolgono le operazioni di smaltimento e pre-trattamento così come definite dal D.Lgs 22/97) Iscrizione al Registro Imprese; Autorizzazione ex. artt. 27 e 28 del D.Lgs.22/97. Articolo 9 - Procedura di accreditamento 1. La richiesta di accreditamento può essere effettuata unicamente per via telematica: l'invio della richiesta di accreditamento comporta la piena accettazione da parte dell'utente del presente regolamento e dei disciplinari di filiera. 2. Le Camere di Commercio e i Soggetti Convenzionati verificano, ciascuno per quanto di sua competenza, alla ricezione della richiesta di accreditamento, che: a. quanto dichiarato dall'operatore relativamente all'iscrizione nel Registro delle Imprese, corrisponda a quanto contenuto negli archivi camerali; b. quanto dichiarato dagli operatori che svolgono attività di gestione dei rifiuti, relativamente agli estremi delle autorizzazioni o comunicazioni, abbia riscontro nella documentazione presentata in sede di accreditamento, in particolare relativamente alle autorizzazioni concesse da Regione o Provincia e alle comunicazioni inviate alla Provincia per il recupero in forma agevolata come previsto dagli articoli 31 e 33 del D.Lgs. 22/ A seguito di tale verifica, le Camere di Commercio e i Soggetti Convenzionati, ciascuno per quanto di sua competenza, provvedono ad accreditare l'operatore: a conferma dell'accreditamento l'operatore ammesso alle negoziazioni riceve apposito codice utente, formato da user id e password o altre modalità di identificazione personale. Il codice utente è strettamente personale e non può essere rivelato o ceduto a terzi. Qualsiasi operazione compiuta con l'utilizzo di detto codice sarà comunque imputata all'operatore a cui lo stesso è stato assegnato. Al fine di favorire la sicurezza e la riservatezza degli scambi saranno utilizzate tecniche di firma digitale e l'utilizzo delle relative smart card. Articolo 10- Procedure di rifiuto, revoca e recesso dell'accreditamento 1. Qualora le Camere di Commercio o i Soggetti Convenzionati rilevino che le domande di accreditamento degli operatori sono incomplete, non veritiere o non corrette, potranno sospende la procedura di accreditamento e richiedere un supplemento di informazioni; qualora l'operatore non soddisfi la richiesta, le Camere di Commercio o i Soggetti Convenzionati potranno respingere la richiesta di accreditamento. 2. L'operatore è tenuto comunicare tempestivamente ogni modifica intervenuta nei dati precedentemente trasmessi. In caso di perdita dei requisiti dichiarati, le Camere di Commercio o i Soggetti Convenzionati possono sospendere l'operatore, richiedendo a quest'ultimo di fornire entro un periodo di tempo determinato, la documentazione idonea a regolarizzare l'accreditamento. In mancanza di presentazione di tale documentazione si provvederà alla revoca.

4 3. Il Comitato di Borsa in presenza di una violazione da parte dell'operatore delle disposizioni del presente regolamento o dei disciplinari di filiera, potrà revocare, previa comunicazione, l'accreditamento. 4. L'operatore accreditato può richiedere in qualsiasi momento di recedere dall'utilizzo dei servizi della Borsa Telematica del Recupero previo invio di comunicazione via posta elettronica all'indirizzo Con effetto immediato tutte le proposte inserite nel sistema e le opzioni fatte e/o ricevute dall'operatore verranno annullate. 5. Tutti gli scambi di informazioni tra le Camere di Commercio, i Soggetti convenzionati e gli operatori accreditati, avvengono per posta elettronica, all'indirizzo che il soggetto indicherà al momento dell'accreditamento. Articolo 11 - Obblighi del gestore della piattaforma telematica 1. Le Camere di Commercio e / o i Soggetti convenzionati utilizzeranno un'unica piattaforma telematica, gestita da Ecocerved s.r.l., società per l'ambiente delle Camere di Commercio (di seguito Gestore operativo) che si impegna a garantire: a. la costante manutenzione del servizio e delle sue funzionalità; b. la gestione della Banca Dati della Borsa Telematica del Recupero; c. il rilascio agli operatori delle chiavi univoche di accesso al sistema, consentendone l'utilizzo ai soli utenti accreditati; d. l'offerta agli operatori di servizi di assistenza e di servizi collaterali; e. la sicurezza del servizio e l'integrità e la riservatezza dei dati contenuti nella Borsa Telematica del Recupero; f. l'adeguamento del servizio alle indicazioni espresse dal Comitato di Borsa; Articolo 12- Procedure di accesso all'area scambi 1. L'area scambi sarà riservata ai soli utenti accreditati; ogni operatore potrà effettuare le sole operazioni consentite in base ai requisiti dichiarati in sede di procedura di accreditamento. 2. Ogni operatore accreditato potrà accedere a tutte le informazioni relative alle inserzioni di acquisto e vendita di beni e servizi, nonché alle opzioni esercitate e agli scambi conclusi, tranne a quelle relative ai dati anagrafici degli inserzionisti. Le operazioni da lui eseguite verranno riepilogate in una Cartella Personale. 3. La compilazione e l'inserimento nel sistema delle inserzioni di domanda o offerta di beni e servizi saranno possibili unicamente compilando l'apposito modulo telematico. 4. Le inserzioni devono contenere informazioni esaustive e rispondenti alla realtà in merito alle caratteristiche quali-quantitative dei beni e dei servizi richiesti o offerti. Non verranno accettate inserzioni prive dei dati che nel modulo telematico sono indicati come obbligatori. 5. Le Camere di Commercio e i Soggetti Convenzionati si riservano il diritto di cancellare inserzioni che contengono elementi qualitativi, quantitativi o economici giudicati eccessivi e sproporzionati rispetto al bene/servizio offerto/richiesto e di richiedere agli utenti di specificare meglio le informazioni relative ad essi, qualora le reputino non sufficienti. Articolo 13 - Operazioni di negoziazione 1. L'operatore accreditato, accedendo alla piattaforma telematica della Borsa Telematica del Recupero può: a. Inserire una domanda/offerta di materiali/servizi che verrà incrociata automaticamente con le migliori domande/offerte di materiali/ servizi presenti nel mercato telematico b. Consultare liberamente le inserzioni 2. Tramite le funzioni della piattaforma telematica, l'operatore accreditato interessato ad avviare una trattativa su un materiale/servizio domandato/offerto inserisce un'opzione, specificando la quantità, il prezzo, la durata ed ogni altra informazione necessaria a dettagliarla all'avvio della trattativa. Sino al

5 momento dell'effettuazione dell'opzione le inserzioni sono coperte da anonimato. All'avvio della trattativa ad entrambe le parti (opzionante/i e inserzionista), vengono comunicati i reciproci dati anagrafici d'azienda 3. Ai fini di proseguire la negoziazione, l'inserzionista e l'opzionante/i possono accedere ad un'area riservata (banco virtuale) all'interno della quale contrattare e scambiare ulteriori informazioni fino al formarsi dell'accordo. 4. La conclusione dello scambio è sancita dalla formulazione e dall'esplicita accettazione da parte di entrambi gli utenti di una proposta definitiva, che riprenda tutti gli elementi della negoziazione. 5. L'utente si impegna a comunicare tempestivamente al Gestore Operativo della Borsa Telematica del Recupero la cessata disponibilità. 6. L'utente può procedere alla cancellazione anticipata dell'inserzione ed immetterne una nuova; in ogni caso le inserzioni e le opzioni immesse nella Borsa Telematica del Recupero a cui non si sia registrato riscontro trascorsa la durata indicata al momento dell'inserzione stessa, verranno automaticamente cancellate dal sistema. Articolo 14 - Prezzo di riferimento 1. In caso di conclusione dello scambio nell'ambito della Borsa Telematica del recupero, secondo le modalità di cui al comma 4 del precedente articolo 13, i dati della transazione, utilizzati in forma anonima, concorreranno a determinare sia il presso medio di riferimento del bene negoziato che l'indice generale dell'andamento della Borsa; il prezzo medio e l'indice generale verranno costantemente aggiornati, a seguito di ogni transazione conclusa dagli utenti. 2. Successivamente alla conclusione telematica della negoziazione ogni operatore è tenuto a dichiarare l'esito finale della transazione, comunicando via telematica il prezzo e la quantità effettivamente scambiate. Tali informazioni verranno utilizzate in forma anonima per le attività di coordinamento e di vigilanza del Comitato di Borsa. Articolo 15 - Servizi Integrativi 1. Al fine di potenziare l'offerta di servizi collaterali che promuovano la trasparenza del mercato, la negoziazione dei materiali di riciclo e la circolazione dell'informazione l'unioncamere, su indicazione del Comitato di Borsa, sentite le Camere di Commercio, può siglare accordi con altri soggetti che eroghino servizi nel settore (di seguito terzi). 2. L'Unioncamere, pur esercitando la dovuta diligenza nella scelta dei terzi di cui al punto precedente, non assume responsabilità alcuna delle condizioni, della qualità e delle modalità di erogazione dei servizi forniti da questi nell'ambito della Borsa Telematica del recupero. Articolo 16 - Limitazione di responsabilità 1. La Borsa Telematica del Recupero è un servizio che le Camere di Commercio offrono agli operatori, che lo utilizzano sotto la propria esclusiva responsabilità. 2. Le Camere di Commercio ed il Gestore Operativo si impegnano a garantire il buon funzionamento della piattaforma telematica e la completezza delle informazioni trasmesse in sede di accreditamento dagli operatori relativamente ai dati anagrafici e al possesso dei requisiti richiesti. 3. Gli Organi della Borsa, i Soggetti convenzionati e il Gestore Operativo non svolgono attività di intermediazione e non possono essere ritenuti responsabili di alcun danno, sia esso diretto o indiretto, né di un mancato profitto subito dall'utente o da terzi in relazione all'utilizzo o al mancato utilizzo della Borsa Telematica del Recupero e dei servizi in esso contenuti. Gli organi della Borsa, i Soggetti convenzionati e il Gestore Operativo sono inoltre esonerati da qualsiasi responsabilità e obbligo che possa originarsi a loro carico in relazione alla correttezza dei dati inseriti dagli utenti nella Borsa Telematica del Recupero né possono essere chiamati a garantire la qualità dei beni e servizi domandati ed offerti, la veridicità delle informazioni inerenti alle inserzioni, l'affidabilità e la solvibilità degli operatori.

6 4. Gli Organi della Borsa, i Soggetti convenzionati e il Gestore Operativo non possono garantire l'esito positivo delle trattative e degli scambi avviati tramite il servizio della Borsa Telematica del Recupero né sono in alcun modo responsabili per difficoltà o impossibilità di accesso alla Borsa del recupero relative a problemi di connessione remota alla rete Internet o per i danni di qualsiasi specie e natura, derivanti dall'utilizzo della Borsa Telematica. Articolo 17 - Obblighi per gli operatori 1. Gli utenti, all'atto della domanda di accreditamento si impegnano a rispettare il presente Regolamento ed eventuali disciplinari redatti dalle Consulte di Filiera; il mancato rispetto di tali condizioni potrà essere causa di esclusione dall'utilizzo della Borsa Telematica del recupero. 2. Gli utenti si impegnano inoltre a mantenere una condotta improntata ai principi di correttezza, diligenza e professionalità nei rapporti con le controparti di mercato e in fase di trattativa; a non inserire nella Borsa Telematica del Recupero informazioni false o ingannevoli; ed al pagamento delle quote stabilite per l'accesso ai servizi. 3. Gli operatori si impegnano a tenere indenni gli Organi di Borsa, i Soggetti Convenzionati ed il Gestore Operativo da qualsiasi responsabilità, perdita, reclamo danno o onere rivendicati da terzi in base ad operazioni svolte dall'operatore tramite la Borsa Telematica del Recupero. 4. Gli operatori si impegnano a non divulgare o vendere, in modo parziale o totale, le informazioni contenute nella Borsa Telematica del Recupero per fini o scopi diversi da quelli della Borsa stessa; gli utenti si impegnano altresì a non porre a disposizione di altri l'accesso alla Borsa Telematica del Recupero e a non riprodurne il contenuti senza l'autorizzazione scritta dell'ente Gestore. Articolo 18 - Trattamento dei dati personali 1. Gli organi di Borsa, i Soggetti convenzionati ed il Gestore Operativo si impegnano a trattare con riservatezza i dati personali trasmessi dagli utenti della Borsa Telematica del recupero, a non rivelarli a persone non autorizzate, nè ad usarli per scopi diversi da quelli convenuti. 2. Per trattamento dei dati personali si intende la loro raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione e distruzione ovvero la combinazione di due o più di tali operazioni. Le modalità di trattamento dei dati personali dell'utente possono prevedere l'utilizzo di strumenti automatici idonei a collegare i dati stessi anche a dati di altri soggetti, in base a criteri qualitativi, quantitativi o temporali, ricorrenti o definibili di volta in volta. 3. Gli organi di Borsa, i Soggetti convenzionati ed il Gestore Operativo si riservano la facoltà di trasmettere i suddetti dati ai terzi incaricati di prestare servizi di cui al presente regolamento, ovvero ai soggetti da questi delegati, I dati verranno diffusi esclusivamente nei limiti di quanto necessario ai fini della prestazione dei servizi, previa conclusione tra gli organi di Borsa, i Soggetti convenzionati ed il Gestore Operativo ed i terzi incaricati della prestazione del servizio di un impegno di riservatezza. L'Utente prende atto ed accetta l'esistenza del log che sarà tenuto nella massima riservatezza e potrà essere esibito solo all'autorità giudiziaria o ad altri soggetti per legge autorizzati. L'utente gode dei diritti di cui agli articoli 10 e 13 della legge 675/1996 e successive modifiche del cui contenuto da atto di aver preso conoscenza e attenta visione. 4. Il titolare e responsabile della raccolta e del trattamento dei dati personali è Ecocerved srl. Articolo 19 - Modifiche Regolamentari 1. In caso di modifiche del presente Regolamento Generale e/o emanazione o modifica dei disciplinari di filiera, il nuovo testo, che sarà immediatamente efficace, verrà pubblicato nel sito della Borsa: tutti gli operatori accreditati verranno avvertiti. E' fatta salva la facoltà dell'operatore di recedere dal servizio entro e non oltre 20 giorni dalla pubblicazione del nuovo regolamento. Decorso tale periodo di tempo lo stesso si intenderà accettato. Articolo 20 - Controversie

7 1. Tutte le controversie che dovessero insorgere circa il presente Regolamento ed i disciplinari di filiera, comprese quelle relative alla loro validità, esecuzione e/o risoluzione saranno sottoposte alla procedura di conciliazione secondo il regolamento stabilito dalla Camera di Commercio di Roma 2. Le parti in caso di insuccesso del tentativo di conciliazione, di cui al punto precedente, si impegnano ad esperire una procedura arbitrale irrituale, seguendo le regole fissate dalla suddetta Camera di Commercio.

LA NEGOZIAZIONE DELLE MERCI Tipologia, natura e funzioni delle Borse di commercio gestite dalle Camere di Commercio

LA NEGOZIAZIONE DELLE MERCI Tipologia, natura e funzioni delle Borse di commercio gestite dalle Camere di Commercio LA NEGOZIAZIONE DELLE MERCI Tipologia, natura e funzioni delle Borse di commercio gestite dalle Camere di Commercio A cura di Claudio Venturi Sommario: - 1. Riferimenti normativi, natura e funzioni delle

Dettagli

Regolamento per l utilizzo del sistema informatico per le procedure telematiche di acquisto della Regione Autonoma della Sardegna.

Regolamento per l utilizzo del sistema informatico per le procedure telematiche di acquisto della Regione Autonoma della Sardegna. REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Regolamento per l utilizzo del sistema informatico per le procedure telematiche di acquisto della Regione Autonoma della Sardegna. Articolo 1 Definizioni 1. Ai sensi del

Dettagli

Regolamento. per l'accesso al. Portale Acquisti. di RFI S.p.A.

Regolamento. per l'accesso al. Portale Acquisti. di RFI S.p.A. Regolamento per l'accesso al Portale Acquisti di RFI S.p.A. pagina 1 di 10 INDICE Articolo 1 - Definizioni... 3 Articolo 2 - Accesso al Portale Acquisti... 4 Articolo 3 - Modalità di iscrizione ai Sistemi

Dettagli

REGOLAMENTO. per l'accesso al PORTALE ACQUISTI ITALFERR

REGOLAMENTO. per l'accesso al PORTALE ACQUISTI ITALFERR REGOLAMENTO per l'accesso al PORTALE ACQUISTI ITALFERR regolamento per l'accesso al portale acquisti italferr 20130618a.docx pagina 1 di 10 INDICE Articolo 1 - Definizioni... 3 Articolo 2 - Accesso al

Dettagli

CONVENZIONE TRA COMUNE DI PRATO E... PER IL COLLEGAMENTO TELEMATICO AGLI ARCHIVI/SERVIZI INFORMATICI DEL COMUNE DI PRATO

CONVENZIONE TRA COMUNE DI PRATO E... PER IL COLLEGAMENTO TELEMATICO AGLI ARCHIVI/SERVIZI INFORMATICI DEL COMUNE DI PRATO CONVENZIONE TRA COMUNE DI PRATO E... PER IL COLLEGAMENTO TELEMATICO AGLI ARCHIVI/SERVIZI INFORMATICI DEL COMUNE DI PRATO Il COMUNE DI PRATO, con sede in Prato, Piazza del Comune, 2, in persona della Dirigente

Dettagli

REGIONE BASILICATA. Accesso ai servizi online della Regione Basilicata. Condizioni Generali: DIPARTIMENTO PRESIDENZA

REGIONE BASILICATA. Accesso ai servizi online della Regione Basilicata. Condizioni Generali: DIPARTIMENTO PRESIDENZA Accesso ai servizi online della Regione Basilicata Condizioni Generali: La Regione Basilicata, al fine di rendere possibile l erogazione dei servizi on line solo a chi ne ha diritto e con un livello di

Dettagli

CONDIZIONI DI VENDITA

CONDIZIONI DI VENDITA CONDIZIONI DI VENDITA 1. DEFINIZIONI Con l'espressione "contratto di vendita online" si intende il contratto di compravendita relativo ai beni mobili materiali del Fornitore, stipulato tra questi e l'acquirente

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE

REGOLAMENTO GENERALE Allegato A alla delibera n. 294 del 13/12/2005 REGOLAMENTO GENERALE ART. 1 Costituzione La Borsa Immobiliare dell Umbria, istituita con deliberazione della Giunta Camerale n. 719 del 25/11/1991 e successivi

Dettagli

Regolamento di partecipazione

Regolamento di partecipazione PARTE I: PREMESSE, PRINCIPI GENERALI E DISPOSIZIONI COMUNI 1. PREMESSE E PRINCIPI GENERALI 1.1 La negoziazione dinamica consiste in un meccanismo di definizione per via elettronica di taluni elementi essenziali

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA SISTEMA ACQUISTI ON LINE ACI. Premesso:

ISTRUZIONE OPERATIVA SISTEMA ACQUISTI ON LINE ACI. Premesso: ISTRUZIONE OPERATIVA SISTEMA ACQUISTI ON LINE ACI Premesso: a) che oggetto della presente Istruzione Operativa Sistema Acquisti on line ACI sono le modalità operative per l abilitazione e la partecipazione

Dettagli

Condizioni e Termini di Utilizzo del Servizio concernente l'accesso alla rete Internet denominato Repubblica FreeInternet

Condizioni e Termini di Utilizzo del Servizio concernente l'accesso alla rete Internet denominato Repubblica FreeInternet Repubblica Free Internet Condizioni e Termini di Utilizzo del Servizio concernente l'accesso alla rete Internet denominato Repubblica FreeInternet PREMESSA Prima di assegnarle l'accesso gratuito al servizio

Dettagli

Condizioni generali di vendita Le seguenti Condizioni Generali di Vendita regolano l'offerta e la vendita di prodotti su questo sito web

Condizioni generali di vendita Le seguenti Condizioni Generali di Vendita regolano l'offerta e la vendita di prodotti su questo sito web Condizioni generali di vendita Le seguenti Condizioni Generali di Vendita regolano l'offerta e la vendita di prodotti su questo sito web www.led-eshop.it. Il Sito è di proprietà di Desioled s.r.l. con

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO SERVIZIO FATTURA PA

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO SERVIZIO FATTURA PA DEFINIZIONI Ai fini del presente contratto si intende per: - Contratto : indica le presenti Condizioni Generali di Contratto, la Richiesta di attivazione del Servizio (o Ordine), l Allegato tecnico ed

Dettagli

CONDIZIONI PER LA CESSIONE E LO SCAMBIO DI GAS NATURALE AL PUNTO DI SCAMBIO VIRTUALE

CONDIZIONI PER LA CESSIONE E LO SCAMBIO DI GAS NATURALE AL PUNTO DI SCAMBIO VIRTUALE CONDIZIONI PER LA CESSIONE E LO SCAMBIO DI GAS NATURALE AL PUNTO DI SCAMBIO VIRTUALE APPROVATE DALL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO CON DELIBERAZIONE 436/2015/R/GAS INDICE ARTICOLO

Dettagli

La scelta indicata non è esclusiva e non impedisce la partecipazione a una o più delle altre tipologie di evento gestite sul portale.

La scelta indicata non è esclusiva e non impedisce la partecipazione a una o più delle altre tipologie di evento gestite sul portale. CONTRATTO DI ADESIONE ALLE CONDIZIONI GENERALI DI PARTECIPAZIONE AGLI EVENTI SVOLTI SUL PORTALE PER LE GARE TELEMATICHE DI POSTE ITALIANE S.P.A.- SOCIETÀ CON SOCIO UNICO Il Contratto viene trasmesso per

Dettagli

Condizioni Generali dei Servizi

Condizioni Generali dei Servizi ISCANET INTERNET SERVICES S.R.L. (indicata di seguito come Iscanet) metterà a disposizione i servizi indicati secondo le caratteristiche dettagliate in fase di preventivazione. 1. Le presenti del Servizio

Dettagli

Credemfactor spa Via E. Che Guevara 4/b 42123 Reggio Emilia RE

Credemfactor spa Via E. Che Guevara 4/b 42123 Reggio Emilia RE Credemfactor SpA Gruppo Bancario Credito Emiliano Credem Società soggetta ad attività di direzione e coordinamento (ex. art. 2497 bis C.C. ) da parte di Credito Emiliano Spa Società per Azioni - Associata

Dettagli

REGOLAMENTO SPECIALE VINO A DENOMINAZIONE DI. ORIGINE CONTROLLATA e A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA E GARANTITA

REGOLAMENTO SPECIALE VINO A DENOMINAZIONE DI. ORIGINE CONTROLLATA e A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA E GARANTITA REGOLAMENTO SPECIALE CATEGORIA DI PRODOTTO: VINO A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA e A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA E GARANTITA Ultima modifica: 9/05/2006 SOTTO-COMITATO NAZIONALE DI VIGILANZA

Dettagli

PER L'UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA INFORMATICA DOL PER LA DOMANDA DI PRESTITO

PER L'UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA INFORMATICA DOL PER LA DOMANDA DI PRESTITO REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA INFORMATICA DOL PER LA DOMANDA DI PRESTITO REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA INFORMATICA DOL PER LA DOMANDA DI PRESTITO Articolo 1 - AMBITO DI APPLICAZIONE

Dettagli

REGOLE DEL SISTEMA DI E-PROCUREMENT DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

REGOLE DEL SISTEMA DI E-PROCUREMENT DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ALLEGATO 8 REGOLE DEL SISTEMA DI E-PROCUREMENT DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Pag. 1 di 49 Parte I Il Sistema di e-procurement della Pubblica Amministrazione... 4 Articolo 1 Definizioni... 4 Articolo 2

Dettagli

1. Definizioni. 2. Oggetto: descrizione del Servizio Smarthabitat.

1. Definizioni. 2. Oggetto: descrizione del Servizio Smarthabitat. 1. Definizioni. a) I seguenti termini (e tutte le loro declinazioni) sono usati nel Contratto con i significati di seguito riportati: Smarthabitat è la società proprietaria dell'applicazione TheBigEye;

Dettagli

MODULO DI RICHIESTA CERTIFICAZIONE PROFESSIONALE

MODULO DI RICHIESTA CERTIFICAZIONE PROFESSIONALE Compilare in stampatello e inviare via fax al n 0510343801 o all e-mail syndikos @virgilio.it con la prova dell avvenuto bonifico della quota d iscrizione di euro 150,00 (causale: ISCRIZIONE PROCEDURA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Remote Banking TELEMACO

FOGLIO INFORMATIVO. Remote Banking TELEMACO FOGLIO INFORMATIVO Remote Banking TELEMACO INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Credito Emiliano SpA Iscrizione in albi e/o registri Iscritta all Albo delle Banche (n.5350) e all Albo dei Gruppi bancari

Dettagli

CONDIZIONI PER LA CESSIONE E LO SCAMBIO DI GAS NATURALE AL PUNTO DI SCAMBIO VIRTUALE

CONDIZIONI PER LA CESSIONE E LO SCAMBIO DI GAS NATURALE AL PUNTO DI SCAMBIO VIRTUALE CONDIZIONI PER LA CESSIONE E LO SCAMBIO DI GAS NATURALE AL PUNTO DI SCAMBIO VIRTUALE INDICE ARTICOLO 1. Definizioni... 3 ARTICOLO 2. Oggetto... 6 ARTICOLO 3. Validità e durata... 6 ARTICOLO 4. Soggetti

Dettagli

REGOLE DEL SISTEMA DI E-PROCUREMENT DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. CONSIP S.p.A.

REGOLE DEL SISTEMA DI E-PROCUREMENT DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. CONSIP S.p.A. REGOLE DEL SISTEMA DI E-PROCUREMENT DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE CONSIP S.p.A. Indice Parte I Il Sistema di e-procurement della Pubblica Amministrazione...4 Articolo 1 Definizioni...4 Articolo 2 Il Sistema

Dettagli

Allegato 2. Contratto di adesione al mercato

Allegato 2. Contratto di adesione al mercato Allegato 2 Contratto di adesione al mercato Contratto di adesione al mercato, di cui all articolo 12, comma 12.1, lettera b), della Disciplina del mercato elettrico TRA Il Gestore dei Mercati Energetici

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. Articolo 1 Definizioni

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. Articolo 1 Definizioni CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Articolo 1 Definizioni Ai fini del presente contratto si intende per: "Venditore", la società BBang S.r.l. (P.IVA 02716060302), avente sede a Tavagnacco (fraz. Feletto Umberto)

Dettagli

Condizioni generali di contratto

Condizioni generali di contratto Condizioni generali di contratto Ai fini della sottoscrizione del contratto di fornitura di servizi con la Roomsalad A.P.S., gli utenti inserzionisti, gli utenti visitatori (di seguito collettivamente

Dettagli

CSI-PIEMONTE REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI PROCEDURE DI GARA ELETTRONICHE

CSI-PIEMONTE REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI PROCEDURE DI GARA ELETTRONICHE CSI-PIEMONTE REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI PROCEDURE DI GARA ELETTRONICHE SOMMARIO ART. 1 OGGETTO E AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 ART. 2 DEFINIZIONI... 3 ART. 3 RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO...

Dettagli

CONTRATTO PER LA VENDITA ON LINE DI BENI DI CONSUMO

CONTRATTO PER LA VENDITA ON LINE DI BENI DI CONSUMO CONTRATTO PER LA VENDITA ON LINE DI BENI DI CONSUMO L acquirente dichiara espressamente di compiere l acquisto per fini estranei all attività commerciale o professionale esercitata. Identificazione dei

Dettagli

IL SEGRETARIO GENERALE ai sensi del D.lgs. 30/03/2001 n. 165 e successive modificazioni ed integrazioni

IL SEGRETARIO GENERALE ai sensi del D.lgs. 30/03/2001 n. 165 e successive modificazioni ed integrazioni Determinazione dirigenziale n. 1 del 07/01/2013 Oggetto : Servizio di supporto alle attività di digitalizzazione dei flussi documentali dell'albo Gestori Ambientali. Affidamento all'unioncamere Molise

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA DEI SERVIZI L'ADIGE ON LINE

CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA DEI SERVIZI L'ADIGE ON LINE CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA DEI SERVIZI L'ADIGE ON LINE 1. DEFINIZIONI Ai fini delle presenti condizioni generali (nel prosieguo le Condizioni ) per: Catalogo si intende l elenco e la descrizione

Dettagli

Privacy policy. Obiettivo dell avviso

Privacy policy. Obiettivo dell avviso Privacy policy Obiettivo dell avviso La presente Privacy Policy ha lo scopo di descrivere le modalità di gestione del Sito web: http://www.reteivo.eu (di seguito anche il Sito ), in riferimento al trattamento

Dettagli

m) punto di commercializzazione, locale presso il quale è esercitata l attività di commercializzazione;

m) punto di commercializzazione, locale presso il quale è esercitata l attività di commercializzazione; Decreto del Direttore Generale dell Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato 21 marzo 2006 modificato ed integrato dal Decreto direttoriale 25 giugno 2007 Misure per la regolamentazione della raccolta

Dettagli

Condizioni generali per la fornitura del servizio Monitoraggio partecipativo SAW delle Organizzazioni

Condizioni generali per la fornitura del servizio Monitoraggio partecipativo SAW delle Organizzazioni Em.07 Pag. 1 Condizioni generali per la fornitura del servizio Monitoraggio partecipativo SAW delle Organizzazioni Io sottoscritto/a nato/a a il in qualità di legale rappresentante dell impresa/ organizzazione/ente

Dettagli

Trenitalia S.p.A. REGOLAMENTO PER L ACCESSO AL PORTALE ACQUISTI DI TRENITALIA

Trenitalia S.p.A. REGOLAMENTO PER L ACCESSO AL PORTALE ACQUISTI DI TRENITALIA Trenitalia S.p.A. REGOLAMENTO PER L ACCESSO AL PORTALE ACQUISTI DI TRENITALIA Piazza della Croce Rossa, 1-00161 Roma Trenitalia S.p.A. - Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane Società con socio unico soggetta

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Identità del fornitore Tenuta La Novella S.r.l. - Soc. Agr. Via Musignana n. 11, San Polo in Chianti 50022 Greve in Chianti, Firenze, Italia Tel. (+39) 055.8337749 Fax. (+39)

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI BELFOR ITALIA S.r.l. SERVIZIO P.I.A. SAFE WEB

CONDIZIONI GENERALI BELFOR ITALIA S.r.l. SERVIZIO P.I.A. SAFE WEB CONDIZIONI GENERALI BELFOR ITALIA S.r.l. SERVIZIO P.I.A. SAFE WEB Le presenti condizioni generali (di seguito, le Condizioni Generali ) si applicano al Servizio P.I.A. SAFE WEB (come di seguito definito)

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Oggetto Le presenti condizioni generali di vendita (di seguito Condizioni Generali ) sono applicabili a tutte le vendite di prodotti (di seguito Prodotti o Prodotto )

Dettagli

Oggetto del contratto Descrizione del Servizio Conclusione, durata e recesso Registrazione e accesso ai servizi

Oggetto del contratto Descrizione del Servizio Conclusione, durata e recesso Registrazione e accesso ai servizi IMPORTANTE: PRIMA DI EFFETTUARE L'ACCESSO AI SERVIZI DISPONIBILI SU QUESTO PORTALE, DEVONO ESSERE LETTI ATTENTAMENTE ED ACCETTATI I SEGUENTI TERMINI E CONDIZIONI. 1. Oggetto del contratto L'oggetto del

Dettagli

Informazione agli impianti di trattamento

Informazione agli impianti di trattamento dell'articolo 11, comma 1, o di conferimento gratuito senza alcun obbligo di acquisto per i RAEE di piccolissime dimensioni ai sensi dell'articolo 11, comma 3; c) gli effetti potenziali sull'ambiente e

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO SERVIZIO INDAGINI FINANZIARIE

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO SERVIZIO INDAGINI FINANZIARIE DEFINIZIONI Ai fini del presente contratto si intende per: - Contratto : denominato anche Contratto per l uso del Servizio Indagini Finanziarie indica le presenti Condizioni Generali di Contratto, la Richiesta

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI

CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI GetYourHero S.L., con sede legale in Calle Aragón 264, 5-1, 08007 Barcellona, Spagna, numero di identificazione fiscale ES-B66356767, rappresentata

Dettagli

REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELLE PROCEDURE DI GARA SUL SISTEMA TELEMATICO DI ACQUISTO DELL ACQUEDOTTO PUGLIESE S.P.A.

REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELLE PROCEDURE DI GARA SUL SISTEMA TELEMATICO DI ACQUISTO DELL ACQUEDOTTO PUGLIESE S.P.A. REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELLE PROCEDURE DI GARA SUL SISTEMA TELEMATICO DI ACQUISTO DELL ACQUEDOTTO PUGLIESE S.P.A. INDICE Premessa...3 Sezione I -Norme disciplinanti le procedure di scelta del contraente

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Remote Banking TELEMACOWEB

FOGLIO INFORMATIVO. Remote Banking TELEMACOWEB FOGLIO INFORMATIVO Remote Banking TELEMACOWEB INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Credito Emiliano SpA Iscrizione in albi e/o registri Iscritta all Albo delle Banche (n.5350) e all Albo dei Gruppi bancari

Dettagli

UUniversità San Raffaele

UUniversità San Raffaele UUniversità San Raffaele Roma via di Val Cannuta, 247 00166 Roma Tel. 06 5225 2552 www.unisanraffaele.com TRA Contratto con lo studente L, con sede legale in Roma, Via Val Cannuta 247, codice fiscale 97471900155

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO TELEMACO PER ACCESSO ALLA CONSULTAZIONE

CONDIZIONI GENERALI DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO TELEMACO PER ACCESSO ALLA CONSULTAZIONE CONDIZIONI GENERALI DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO TELEMACO PER ACCESSO ALLA CONSULTAZIONE 1. Definizioni 1.1 Camere di Commercio: gli enti pubblici che, attraverso la propria società consortile Infocamere,

Dettagli

1. Definizioni. 2. Oggetto: descrizione del Servizio Smarthabitat.

1. Definizioni. 2. Oggetto: descrizione del Servizio Smarthabitat. 1. Definizioni. a) I seguenti termini (e tutte le loro declinazioni) sono usati nel Contratto con i significati di seguito riportati: Smarthabitat è la società proprietaria del sito www.thebigeye.it; per

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE BORSA MERCI TELEMATICA ITALIANA

REGOLAMENTO GENERALE BORSA MERCI TELEMATICA ITALIANA REGOLAMENTO GENERALE DELLA BORSA MERCI TELEMATICA ITALIANA Approvato con delibera della Deputazione Nazionale nella riunione dell 11 gennaio 2007 2007 REGOLAMENTO GENERALE DELLA BORSA MERCI TELEMATICA

Dettagli

CONTRATTO TIPO B ( Contratto )

CONTRATTO TIPO B ( Contratto ) CONTRATTO TIPO B ( Contratto ) TRA - Consorzio Recupero Vetro - CO.RE.VE. (di seguito Co.Re.Ve. ), P.I. n. 05648781002, con sede legale in Roma, Via Barberini 67 e sede operativa in Milano, P.za Giovanni

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA Condizioni e norme di utilizzo del servizio di posta elettronica per gli utenti dell'ateneo (vers. 2.0) Indice 1. Oggetto...1 2. Condizioni d'uso...2 3. Riservatezza...2

Dettagli

CONTRATTO di ACQUISTO ONLINE

CONTRATTO di ACQUISTO ONLINE CONTRATTO di ACQUISTO ONLINE GLOSSARIO Azienda Mediadream S.r.l. con sede in via Belvedere 45, 22100 COMO (CO), codice fiscale e partita I.V.A. 02512420130 (di seguito l Azienda). La quale Azienda rappresenta

Dettagli

C o n d i z i o n i g e n e r a l i d i u t i l i z z o d i H E L P L I N G

C o n d i z i o n i g e n e r a l i d i u t i l i z z o d i H E L P L I N G C o n d i z i o n i g e n e r a l i d i u t i l i z z o d i H E L P L I N G HELPLING ITALIA S.r.l., con sede legale in Via Leonardo da Vinci 12, 39100 Bolzano (BZ) iscritta al Registro delle Imprese della

Dettagli

ACCETTAZIONE DELLE CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

ACCETTAZIONE DELLE CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI DI VENDITA I prodotti acquistati su www.lasalceta.it sono venduti direttamente da La Salceta sas, iscritta al Registro delle Imprese di Arezzo, C.F. e partita I.V.A. 02073310514, avente sede

Dettagli

PREMESSA Prima di ottenere gratuitamente l'accesso al servizio di Newsletter si inviata a leggere attentamente le seguenti "Condizioni e Termini Generali di utilizzo del Servizio Newsletter del Gruppo

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO TELEMACO PER ACCESSO ALLA CONSULTAZIONE

CONDIZIONI GENERALI DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO TELEMACO PER ACCESSO ALLA CONSULTAZIONE CONDIZIONI GENERALI DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO TELEMACO PER ACCESSO ALLA CONSULTAZIONE 1. Definizioni 1.1 Camere di Commercio: gli enti pubblici che, attraverso la propria società consortile Infocamere,

Dettagli

DISCIPLINARE DI PROCEDURA (GARA)

DISCIPLINARE DI PROCEDURA (GARA) DISCIPLINARE DI PROCEDURA (GARA) Premesso che a) Finpiemonte S.p.A. (da ora Finpiemonte) è l ente strumentale della Regione Piemonte e degli altri enti pubblici che costituiscono il suo capitale sociale;

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE BORSA MERCI TELEMATICA ITALIANA

REGOLAMENTO GENERALE BORSA MERCI TELEMATICA ITALIANA REGOLAMENTO GENERALE DELLA BORSA MERCI TELEMATICA ITALIANA Approvato con delibera della Deputazione Nazionale nella riunione dell 11 gennaio 2007 Aggiornato nelle riunioni del: 24 ottobre 2007, 18 novembre

Dettagli

Cosa è la Comunicazione Unica?

Cosa è la Comunicazione Unica? Cosa è la Comunicazione Unica? La Comunicazione Unica permette di assolvere tutti gli adempimenti amministrativi, fiscali, previdenziali ed assicurativi necessari all'avvio di un'attività imprenditoriale

Dettagli

DELIBERA N. 664/06/CONS

DELIBERA N. 664/06/CONS DELIBERA N. 664/06/CONS Regolamento recante disposizioni a tutela dell utenza in materia di fornitura di servizi di comunicazione elettronica mediante contratti a distanza (Proposta di modifiche) Articolo

Dettagli

Condizioni Generali di Vendita

Condizioni Generali di Vendita Condizioni Generali di Vendita L'offerta e la vendita di prodotti sul sito web www.espolegno.it sono regolate dalle seguenti Condizioni Generali di Vendita. La ESPOLEGNO Srl è iscritta al Registro delle

Dettagli

REGOLE DEL SISTEMA DI E-PROCUREMENT DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. CONSIP S.p.A.

REGOLE DEL SISTEMA DI E-PROCUREMENT DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. CONSIP S.p.A. REGOLE DEL SISTEMA DI E-PROCUREMENT DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE CONSIP S.p.A. Versione 2.0 Novembre 2014-1 - 1 STORIA DEL DOCUMENTO Nel corso della vigenza, il presente documento è stato oggetto delle

Dettagli

Regolamento d uso del Marchio Collettivo. Prosciutto Fiocco di Valtellina. Art.1 Oggetto del regolamento

Regolamento d uso del Marchio Collettivo. Prosciutto Fiocco di Valtellina. Art.1 Oggetto del regolamento Regolamento d uso del Marchio Collettivo Prosciutto Fiocco di Valtellina Art.1 Oggetto del regolamento Il presente regolamento definisce le condizioni e le modalità per il rilascio del marchio Prosciutto

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DEI SERVIZI DI CERTIFICAZIONE. Versione 4.0. CG43 Vers. 10/2012 2

CONDIZIONI GENERALI DEI SERVIZI DI CERTIFICAZIONE. Versione 4.0. CG43 Vers. 10/2012 2 InfoCert S.p.A., con sede legale in Roma, P.zza Sallustio n. 9, ufficio amministrativo in Roma, Via Marco e Marcelliano n. 45, Sede Operativa in Padova, Corso Stati Uniti 14, opera quale certificatore

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 6 maggio 2009 Disposizioni in materia di rilascio e di uso della casella di posta elettronica certificata assegnata ai cittadini. (09A05855) IL PRESIDENTE

Dettagli

REGOLAMENTO D'USO DEL MARCHIO COLLETTIVO "QUALITÀ TRENTINO" Articolo 1 Oggetto

REGOLAMENTO D'USO DEL MARCHIO COLLETTIVO QUALITÀ TRENTINO Articolo 1 Oggetto 1 REGOLAMENTO D'USO DEL MARCHIO COLLETTIVO "QUALITÀ TRENTINO" Articolo 1 Oggetto 1.1 Il presente regolamento definisce le condizioni generali per la concessione dell uso del marchio collettivo denominato

Dettagli

CRITERI PER IL RICONOSCIMENTO DEGLI ORGANISMI DI ABILITAZIONE

CRITERI PER IL RICONOSCIMENTO DEGLI ORGANISMI DI ABILITAZIONE Allegato parte integrante Criteri e modalità di riconoscimento degli organismi di abilitazione dei soggetti preposti al rilascio certificazioni energetiche CRITERI PER IL RICONOSCIMENTO DEGLI ORGANISMI

Dettagli

Presentazione alla CCIA I A

Presentazione alla CCIA I A Presentazione alla CCIAA 1 Compilazione Produttori Chi Cosa Come Produttori iniziali che, nella propria Unità Locale, producono non più di 7 rifiuti e, per ogni rifiuto, utilizzano non più di 3 trasportatori

Dettagli

Via Siena 37/23 Firenze ( Fi ) Tel. Magazzino/Ufficio: 055-791191-055/791129 Fax: 055/791061 P.Iva E C.F. 03952230484 sito web: www.ricci2.

Via Siena 37/23 Firenze ( Fi ) Tel. Magazzino/Ufficio: 055-791191-055/791129 Fax: 055/791061 P.Iva E C.F. 03952230484 sito web: www.ricci2. INFORMATIVA E CONSENSO PER L'UTILIZZO DEI DATI PERSONALI - D.Lgs. 30.06.2003 n.196, Art. 13 Questa Informativa si applica ai dati personali raccolti attraverso il presente sito. La presente non si applica

Dettagli

BORSA IMMOBILIARE DI PARMA - BIPAR

BORSA IMMOBILIARE DI PARMA - BIPAR BORSA IMMOBILIARE DI PARMA - BIPAR REGOLAMENTO GENERALE Articolo 1. Borsa Immobiliare di Parma Articolo 2. Norme generali Articolo 3. Definizioni Articolo 4. Finalità Articolo 5. Oggetto della negoziazione

Dettagli

Prot. N. 25559 cc/sa/ab. Collaborazioni tra intermediari - standard di accordo e Convenzione Aiba- Polizza Rc Professionale

Prot. N. 25559 cc/sa/ab. Collaborazioni tra intermediari - standard di accordo e Convenzione Aiba- Polizza Rc Professionale ASSOCIAZIONE ITALIANA BROKERS DI ASSICURAZIONI E RIASSICURAZIONI Circolare N. 1492 Prot. N. 25559 cc/sa/ab Alle Aziende Associate Loro sedi Roma, 23 aprile 2013 Collaborazioni tra intermediari - standard

Dettagli

COMUNE DI CARPENEDOLO PROVINCIA DI BRESCIA PIAZZA EUROPA 1-25013 CARPENEDOLO (BS) P.IVA 00576910988 C.F. 007508400175

COMUNE DI CARPENEDOLO PROVINCIA DI BRESCIA PIAZZA EUROPA 1-25013 CARPENEDOLO (BS) P.IVA 00576910988 C.F. 007508400175 COMUNE DI CARPENEDOLO PROVINCIA DI BRESCIA PIAZZA EUROPA 1-25013 CARPENEDOLO (BS) P.IVA 00576910988 C.F. 007508400175 REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALLA RETE INTERNET DEL COMUNE DI CARPENEDOLO approvato con

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA PIATTAFORMA PER IL BILANCIAMENTO DEL GAS (PB-GAS)

REGOLAMENTO DELLA PIATTAFORMA PER IL BILANCIAMENTO DEL GAS (PB-GAS) REGOLAMENTO DELLA PIATTAFORMA PER IL BILANCIAMENTO DEL GAS (PB-GAS) Approvato dall Autorità per l energia elettrica e il gas con Deliberazione ARG/gas 145/11 del 28 ottobre 2011, come successivamente modificato

Dettagli

REGOLAMENTO. Premessa

REGOLAMENTO. Premessa REGOLAMENTO RECANTE LE MODALITÀ PER L ACCREDITAMENTO E LA VIGILANZA SUI SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI CHE SVOLGONO ATTIVITÀ DI GESTIONE DEI SERVIZI DI REGISTRAZIONE E DI MESSA A DISPOSIZIONE DELLE CREDENZIALI

Dettagli

Condizioni generali di contratto Università degli Studi di Roma Unitelma Sapienza

Condizioni generali di contratto Università degli Studi di Roma Unitelma Sapienza Art. 1 Condizioni generali di contratto Università degli Studi di Roma Unitelma Sapienza Ai fini delle presenti condizioni generali, si intende per: Consumatore, la persona fisica che agisce per scopi

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE GARE ON LINE

REGOLAMENTO DELLE GARE ON LINE REPUBBLICA ITALIANA REGIONE PUGLIA UFFICIO DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO DELEGATO per l attuazione degli interventi per la mitigazione del rischio idrogeologico nella Regione Puglia previsti nell Accordo

Dettagli

Condizioni generali di vendita Soap

Condizioni generali di vendita Soap Condizioni generali di vendita Soap A. Definizioni Soap si intende Soap di Marco Borsani, con sede in Corso Roma 122, Cesano Maderno MB, tel. +39 347 5087246, P.Iva 07815570960, società proprietaria del

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA 1. Definizioni Ai fini del presente contratto si intende per: CNIPA, Centro Nazionale per l'informatica nella Pubblica Amministrazione:

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI A TUTELA DELL UTENZA IN MATERIA DI FORNITURA DI SERVIZI DI COMUNICAZIONE ELETTRONICA MEDIANTE CONTRATTI A DISTANZA

REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI A TUTELA DELL UTENZA IN MATERIA DI FORNITURA DI SERVIZI DI COMUNICAZIONE ELETTRONICA MEDIANTE CONTRATTI A DISTANZA ALLEGATO A Alla delibera n. REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI A TUTELA DELL UTENZA IN MATERIA DI FORNITURA DI SERVIZI DI COMUNICAZIONE ELETTRONICA MEDIANTE CONTRATTI A DISTANZA Art. 1 (Definizioni) 1. 1.

Dettagli

Condizioni generali di contratto SERVIZIO DI CONDIVISIONE VOLONTARIA DI VIAGGI - CONDIZIONI GENERALI DI SERVIZIO

Condizioni generali di contratto SERVIZIO DI CONDIVISIONE VOLONTARIA DI VIAGGI - CONDIZIONI GENERALI DI SERVIZIO Condizioni generali di contratto SERVIZIO DI CONDIVISIONE VOLONTARIA DI VIAGGI - CONDIZIONI GENERALI DI SERVIZIO 1. PREMESSA 1.1 Le condizioni contrattuali sotto riportate si riferiscono al servizio offerto

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA ON LINE

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA ON LINE CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA ON LINE Le presenti condizioni generali di vendita regolano i contratti a distanza stipulati tra BYOU S.r.l.a socio unico, società con sede in Sarcedo (VI), Via dell Industria

Dettagli

Nelle presenti Condizioni Generali, i seguenti termini hanno il significato di seguito specificato:

Nelle presenti Condizioni Generali, i seguenti termini hanno il significato di seguito specificato: CONDIZIONI GENERALI Premessa Le condizioni generali di contratto sotto riportate (di seguito "Condizioni Generali" o "CGS") si applicano al Servizio (di seguito "il Servizio") fornito da Seat Pagine Gialle

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Articolo 1 - Definizioni 1. Ai fini del presente contratto si intende per: - Produttore, la società Calligaris S.p.A. con sede a Manzano (UD) in via Trieste 12, P. IVA 05617370969;

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

Regolamento per il funzionamento delle vetrine telematiche

Regolamento per il funzionamento delle vetrine telematiche Premessa: Regolamento per il funzionamento delle vetrine telematiche Caro Associato, caro Cliente, l ACMO ha provveduto ad installare un sistema informatico che consentirà ai propri Associati ed agli Utenti

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO SERVIZIO LEGALINVOICE PA

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO SERVIZIO LEGALINVOICE PA DEFINIZIONI Ai fini del presente contratto si intende per: - Contratto : indica le presenti Condizioni Generali di Contratto, la Richiesta di attivazione del Servizio (o Ordine), l Allegato tecnico ed

Dettagli

Contratto per la vendita on line di beni di consumo

Contratto per la vendita on line di beni di consumo Contratto per la vendita on line di beni di consumo Identificazione del Fornitore I beni oggetto delle presenti condizioni generali sono posti in vendita dalla Art Production di Albanese Vincenzo con sede/filiale

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI PAGAMENTO PRONTO PREMIUM E PER I SERVIZI DEL PORTALE WWW.PRONTOPREMIUM.IT

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI PAGAMENTO PRONTO PREMIUM E PER I SERVIZI DEL PORTALE WWW.PRONTOPREMIUM.IT CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI PAGAMENTO PRONTO PREMIUM E PER I SERVIZI DEL PORTALE WWW.PRONTOPREMIUM.IT 1. Definizioni Ai fini delle presenti condizioni generali dovrà intendersi

Dettagli

MODULO D ISCRIZIONE AL CORSO CF.MED.FAM CORSO DI FORMAZIONE PER MEDIATORI FAMILIARI. *Nato/a il: *a (Prov. ) *Residenza: Via n *CAP: *Città (Prov.

MODULO D ISCRIZIONE AL CORSO CF.MED.FAM CORSO DI FORMAZIONE PER MEDIATORI FAMILIARI. *Nato/a il: *a (Prov. ) *Residenza: Via n *CAP: *Città (Prov. Compilare in stampatello. Inviare via fax al n 0432508066 oppure alla e-mail sicome@sicome.it oppure alla pec: sicome.sc@pec.it con distinta di bonifico della quota d iscrizione di euro 300,00 + Iva (IBAN:

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL MERCATO ORGANIZZATO E DELLA PIATTAFORMA DI REGISTRAZIONE DEGLI SCAMBI BILATERALI DELLE GARANZIE DI ORIGINE

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL MERCATO ORGANIZZATO E DELLA PIATTAFORMA DI REGISTRAZIONE DEGLI SCAMBI BILATERALI DELLE GARANZIE DI ORIGINE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL MERCATO ORGANIZZATO E DELLA PIATTAFORMA DI REGISTRAZIONE DEGLI SCAMBI BILATERALI DELLE GARANZIE DI ORIGINE Positivamente verificato dalla Direzione Mercati dell Autorità

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Art. 1. Introduzione Le presenti condizioni di vendita (di seguito "Condizioni Generali") disciplinano la vendita dei corsi e dei servizi di formazione erogati da CorsiAssicurativi.it,

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DEL CONTRATTO PRIMI POSTI Pag. 1 di 6

CONDIZIONI GENERALI DEL CONTRATTO PRIMI POSTI Pag. 1 di 6 CONDIZIONI GENERALI DEL CONTRATTO PRIMI POSTI Pag. 1 di 6 1. Validità di premesse ed allegati Premesse ed allegati fanno patto. 2. Definizioni Ove non espressamente specificato, i seguenti termini avranno

Dettagli

ORGANISMO DI MEDIAZIONE FORENSE DI ROMA ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ROMA Accreditato al n. 127 dal Ministero della Giustizia

ORGANISMO DI MEDIAZIONE FORENSE DI ROMA ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ROMA Accreditato al n. 127 dal Ministero della Giustizia ORGANISMO DI MEDIAZIONE FORENSE DI ROMA ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ROMA Accreditato al n. 127 dal Ministero della Giustizia Regolamento Art. 1 - Oggetto e principi generali Il presente Regolamento dell Organismo

Dettagli

Egr. Signor/Spett.le società,

Egr. Signor/Spett.le società, INFORMATIVA A TUTELA DELLE PERSONE E DI ALTRI SOGGETTI RISPETTO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DEL CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI INFORMATIVA E TRATTAMENTO DEI DATI AI SENSI

Dettagli

Disposizioni in materia di rilascio e di uso della casella di posta elettronica certificata assegnata ai cittadini.

Disposizioni in materia di rilascio e di uso della casella di posta elettronica certificata assegnata ai cittadini. D.P.C.M. 6 maggio 2009 1 e 2 Disposizioni in materia di rilascio e di uso della casella di posta elettronica certificata assegnata ai cittadini. IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Visto il decreto

Dettagli

CONDIZIONI PER LA CESSIONE E LO SCAMBIO DI GAS NATURALE AL PUNTO DI SCAMBIO VIRTUALE

CONDIZIONI PER LA CESSIONE E LO SCAMBIO DI GAS NATURALE AL PUNTO DI SCAMBIO VIRTUALE CONDIZIONI PER LA CESSIONE E LO SCAMBIO DI GAS NATURALE AL PUNTO DI SCAMBIO VIRTUALE INDICE ARTICOLO 1. Definizioni... 3 ARTICOLO 2. Oggetto... 5 ARTICOLO 3. Validità e durata... 6 ARTICOLO 4. Soggetti

Dettagli