Seminario di avvio QUAL4T La cultura della qualità attraverso strumenti efficaci per insegnanti e formatori

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Seminario di avvio QUAL4T La cultura della qualità attraverso strumenti efficaci per insegnanti e formatori"

Transcript

1 Seminario di avvio QUAL4T La cultura della qualità attraverso strumenti efficaci per insegnanti e formatori

2 I Partners del progetto Landstede (LS) Zwolle, Paesi Bassi Margrieta Kroese, Anne Marie de Jong POLITEKNIKA IKASTEGIA TXORIERRI (PIT) Bilbao, Spagna Anabel Menica, Cherith Megaw Westminster Kingsway College (WKC) Londra, Regno Unito Angela Edwards, Nicole Barber Stichting ECABO (ECABO) Amersfoort, Paesi Bassi Hilde Bastiaannet, Sabine Schipper Julius-Maximilians-University (JMU) Wurzburg, Germania Regina Egetenmeyer CIOFS Formazione Professionale (CIOFS FP) Roma, Italia Francesca di Paolantonio IDEC SA (IDEC) Piraeus, Grecia Natassa Kazantzidou

3 Scopi e obiettivi - Fornire una borsa di strumenti e una guida/metodo pratico in sei lingue, contenente strumenti pronti all uso per insegnanti, formatori, operatori della qualità, tutor - Contribuire allo sviluppo della cultura della qualità, con la partecipazione attiva di insegnanti e formatori - Trasferire strumenti e migliori pratiche di assicurazione qualità - Mettere in relazione dirigenti e insegnanti attraverso la brochure di gestione

4 BENEFICIARI E SETTORI Beneficiari diretti: Operatori di Assicurazione Qualità Insegnanti/formatori Settori: Materiali disponibili per tutti i settori dell educazione e della formazione professionale Utenti finali : A lungo termine gli studenti che noteranno il miglioramento della qualità dei servizi formativi

5 PRODOTTI ATTESI 1. Calendario delle attività (Nov. 2013) 2. Piano di disseminazione del progetto (Gen. 2014) 3. Pieghevole (Mar. 2014) 4. Sito Web (Mar. 2014) 5. Piano di Valorizzazione del progetto (Lugl. 2014) 6. Piano Qualità (Nov. 2013) 7. Relazione Internazionale sui fabbisogni formativi (Mar. 2014) 8. Versione pilota Borsa degli strumenti Qualità (incl Man. Broch.) (Lugl. 2014) 9. Assortimento di questionari (Lugl. 2014) 10. Versione pilota Guida Qualità (Lugl. 2014) 11. Relazione Sperimentazione Internazionale prodotti (Giug. 2015) 12. Versione Finale Guida Qualità (Jul. 2015) 13. Versione Finale Borsa degli strumenti Qualità (Aug. 2015)

6 Incontri di progetto e sintesi Piano di lavoro 1) 1 Incontro Trasnazionale (11,12,13 Dicembre SPAGNA) Presentazione dei partner, pacchetto di avvio, preparazione per la fase di ricerca 2) Analisi dei Fabbisogni e prime relazioni nazionali (Novembre 2013 Gennaio 2014) 3) 2 Incontro Trasnazionale (19,20,21 February 2014 REGNO UNITO) Presentazione delle relazioni nazionali, dibattito sulla relazione internazionale, guida qualità e borsa degli strumenti qualità, preparazione di tutti i prodotti. 4) 3 Incontro Trasnazionale (18,19,20 Giugno GRECIA) Preceduto da una giornata di lavoro 17 giugno (3 partner UK, NL1, EL discuteranno sulla versione finale del prodotto WP9) Presentazione della relazione internazionale, presentazione delle versioni pilota della borsa degli strumenti e della guida, dibattito sul rapporto semestrale, preparazione del rapporto intermedio 5) Fase di pilotaggio/sperimentazione degli strumenti (Settembre 2014 Aprile 2015) 6) 4 Incontro Trasnazionale (27,28,29 Maggio ITALIA) Presentazione valutazione fase sperimentazione, valutazione rapporto intermedio, messa a punto dei prodotti finali. 7) 5 Incontro Trasnazionale (16,17,18 Settembre 2015 PAESI BASSI) Presentazione dei prodotti finali, ulteriore applicazione dei risultati, preparazione del rapporto finale.

7 Pacchetti di lavoro/compiti dei partner Ciascun partner è resposabile di almeno un pacchetto di lavoro (WP): WP1: GESTIONE PROGETTO - LS (NL) WP2: DISSEMINAZIONE IDEC (EL) WP3: VALORIZZAZIONE ECABO (NL2) WP4: GESTIONE PIANO QUALITÀ - LS (NL) WP5: ANALISI FABBISOGNI - JMU (DE) WP6: BORSA STRUMENTI QUALITÀ - PIT(ES) WP7: GUIDA QUALITÀ - JMU (DE) WP8: SPERIMENTAZIONE CIOFS-FP (IT) WP9: PRODOTTI FINALI WKC (UK)

8 WP1: Gestione del progetto PAESI BASSI1 Novembre 2013 Dicembre 2015 SCOPO: Coordinare e organizzare la gestione del progetto in maniera forte ed efficace PRINCIPALI ATTIVITÀ E COMPITI LS (Corridnatore Pacchetto Lavoro) Organizzare linee generali del progettto (processi/prodotti) Organizzare 5 incontri trasnazionali - promozione di ciascun seminario Gestione reportistica (report semestrale, report intermedio e finale, report finanziari semestrali e annuali) TUTTI I PARTNERS Fornire tutte le informazioni necessaria all elaborazione della reportistica Assicurare la partecipazione di un componente,responsabile nazionale del progetto, al comitato di pilotaggio Gestire le attività di progetto nel proprio paese e fornire ai partner i migliori dati secondo le tempistiche concordate STRUMENTI: Huddle, mail, skype, incontri RISULTATI: Calendario delle Attività del progetto (n 1)

9 WP2: Disseminazione GRECIA Novembre 2013 Ottobre 2015 SCOPO Mettere a disposizione delle parti interessate e dei gruppi target i risultati del progetto. PRINCIPALI ATTIVITÀ E COMPITI IDEC Scrivere il Piano di diffusione del progetto (versioni provvisoria e finale) Raccogliere e valutare le attività di diffusione (semestrali) e registrarle nel report per la Agenzia Nazionale TUTTI I PARTNERS Fornire risultati del progetto qualitativi e appropriati Portare avanti il Piano di Disseminazione nazionale (a livello interno, locale, regionale, nazionale e internazionale laddove possibile) Adottare una seconda Agenzia Nazionale per la diffusione via To adopt a second country N.A. for dissemination by Registrare le attività di divulgazione nel proprio modulo di registrazione (entro 2 settimane dall attività), e inviare i risultati di IDEC RISULTATI - Piano di Disseminazione del Progetto (n 2) - Pieghevole di Progetto (n 3) - Sito Web di Progetto (n 4)

10 WP 3: Valorizzazione PAESI BASSI2 Maggio 2014 Ottobre 2015 SCOPO Integrare i risultati del progetto ai gruppi target e per moltiplicare gli utenti finali PRINCIPALI ATTIVITÀ E COMPITI ECABO Redarre il Piano di Valorizzazione del Progetto (versioni provvisoria e finale) Raccogliere e valutare le attività di valorizzazione di tutti i partner (semestralmente) e verbalizzarle nelle relazioni intermedia e finale TUTTI I PARTNERS Fornire risultati del progetto qualitativi e appropriati Portare avanti il Piano di Valorizzazione nazionale (a livello interno, locale, regionale, nazionale e internazionale laddove possibile) Registrare le attività di valorizzazione nel proprio modulo di registrazione (entro 2 settimane dall attività), e informare il partner coordinatore NL2 STRUMENTI Piano di Valorizzazione e modulo di registrazione, Huddle RISULTATI Piano di Valorizzazione del Progetto (n 5)

11 WP 4: Gestione/Piano Qualità PAESI BASSI1 Novembre 2013 Ottobre 2015 SCOPO Garantire la qualità dei prodotti e dei processi, seguendo il ciclo PDCA. PRINCIPALI ATTIVITÀ E COMPITI LS Presentare un Piano Qualità Mantenere I contatti con il consulente dell Agenzia Nazionale Gestire la spesa di bilancio TUTTI I PARTNERS Approvare tutti i prodotti e risultati prima della loro pubblicazione (comitato direttivo) Compilare i questionari interni ed esterni per la valutazione degli incontri ECABO Produrre, elaborare, e valutare i questionari di gradimento delle riunioni interne e delle attività di sperimentazione pilota PIXEL (VALUTATORE ESTERNO) Produrre, elaborare, e valutare i questionari di gradimento delle riunioni esterne e annuali Redarre due verbali da inserire nei report per l Agenzia Nazionale STRUMENTI Huddle e.g.; Ciclo PDCA Questionari di gradimenti Interni ed esterni RISULTATI Piano Qualità del Progetto (n 6)

12 WP 5: Analisi dei Fabbisogni - GERMANIA Novembre 2013 Aprile 2014 SCOPO Svolgere le ricerche sulla percezione della qualità nei paesi partner PRINCIPALI ATTIVITÀ E COMPITI JMU Scrivere la bozza per la ricerca e per la relazione sulla base della proposta del coordinatore Compilare le prime relazioni nazionali e sintettizzarne le conclusioni Scrivere il primo Rapporto internazionale Produrre una presentazione PP sulla relazione internazionale TUTTI I PARTNERS Realizzare la ricerca nel proprio paese secondo le indicazioni del partner coordinatore Comunicare le conclusioni della ricerca ai portatori di interesse nel proprio Paese. RISULTATI Relazione Internazionale sull Analisi dei Fabbisogni (n 7)

13 WP 6: Borsa degli strumenti di qualità (versione sperimentale ) - ES Gennaio Luglio 2014 SCOPO Predisporre una borsa degli strumenti pronta all uso per operatori qualità, insegnanti e formatori PRINCIPALI ATTIVITÀ E COMPITI (PIT) Trasferire e progettare prodotti (attingendo anche a prodotti realizzati dagli altri partner) Riscrivere le migliori pratiche per uso generale TUTTI I PARTNERS Concordare le modalità di presentazione del prodotto (versione fruibile online e stampabile) RISULTATI: Pborsa degli strumenti versione sperimentale (n 8) Contenuti: almeno 10 strumenti (2 per partner e 1 o 2 extra per il partner coordinatore?); istruzioni/lineeguida per l uso di ciascuno strumento Oggetto: Cultura della Qualità; Messa in opera del ciclo della Qualità; Work based learning; Aggiornamento e sviluppo professionale; Innovazione nell AQ; (Valorizazione) Lingue: Versione sperimentale tradotta in spagnolo, inglese, olandese e italiano. Versione finale in tutte le lingue dei partner. Format: documenti on line e in cartaceo

14 WP 7: Guida Qualità (versione sperimentale) - DE Gennaio Luglio 2014 SCOPO Realizzare una guida qualità per insegnanti/formatori, operatori della qualità e dirigenti PRINCIPALI ATTIVITÀ E COMPITI JMU Scrivere I contenuti generali e completare la guida LS Definire la bozza dei soggetti/capitoli (sulla base delle decisioni prese nel corso della visita preparatoria e sui risultati del progetto QALLL) TUTTI I PARTNERS Descrivere le proprie pratiche migliori (e ulteriori dietro richiesta di JMU) RISULTATI: Versione speriimentale Guida Qualità (n 10) Lingue quelle di tutti i partner di progetto.

15 Contenuti della Guida Qualità, bozza di NL Capitoli (proposta): introduzione, perchè è importante il miglioramento della qualità dei servizi? cultura della qualità, ciclo della qualità (con il coinvolgimento di inprese e studenti ), sviluppo professionale degli operatori innovazioni nell Assicurazione Qualità, (connessione con la borsa degli strumenti) conclusioni.

16 WP8 Sperimentazione - ITALIA (1) Settembre 2014 Marzo 2015 SCOPO Sperimentare i prodotti con il gruppo target PRINCIPALI ATTIVITÀ E COMPITI CIOFS-FP Organizzare il programma dei due laboratori Organise ilo programma e i documenti della sperimentazione (inclusi i PP) Inventarsi una bozza per brevi relazioni dei laboratori Completare la relazione internazionale (di concerto con LS e con WKC) ECABO Sviluppare un assortimento di questionari di valutaizone per insegnanti, studenti e imprese (n 9) Raccogliere e valutare I questionari del settore lavoro nei Paesi Bassi PARTNERS CHE REALIZZERANNO LA SPERIMENTAZIONE (CIOFS-FP LS WKC PIT) Gestire i laboratori di avvio e di valutazione Sperimentare la borsa degli strumenti e la guida Raccolgiere e valutare i questionari dagli insegnanti e dagli studenti Scrivere una breve relazione sui laboratori Scrivere le relazioni nazionali

17 STRUMENTI WP8 Sperimentazione ITALIA (2) Settembre 2014 Marzo 2015 Versione pilota della borsa degli strumenti (n 8) Versione pilota Guida Qualità (n 10) RISULTATI Assortimento di questionari (n 9) Relazione Sperimentazione Internazionale (n 11)

18 WP 9: Versione finale dei prodotti - UK Maggio 2015 Settembre 2015 SCOPO: Ottimizzare e completare I prodotti del progetto. PRINCIPALI ATTIVITÀ E COMPITI WKC Riscrivere, di concerto con IDEC, I prodotti della borsa degli attrezzi (se necessario) e completarli (nel corso del 4 incontro trasnazionale con il supporto di NL1) Ideare una versione elettronica della borsa degli strumenti Tpreparare I prodotti e I testi per la valorizzazione sul sito di progetto e sul sito ADAM Correzione della versione inglese dei prodotti SUBBAPPALTI Stampa dei prodotti finali Traduzione finale nelle lingue dei partner RISULTATI Versione finale della Guida Qualità (n 12) Versione finale della borsa degli strumenti (n 13)

Data di avvio Data di conclusione. Durata (in mesi) 31/1/2010

Data di avvio Data di conclusione. Durata (in mesi) 31/1/2010 WP n.1 Titolo: Analisi dei bisogni e fattibilità Obiettivi: - Collegare le diverse analisi dei bisogni del gruppo target per individuare, definire e condividere le principali criticità registrate nei diversi

Dettagli

COACH BOT Modular e-course with virtual coach tool support

COACH BOT Modular e-course with virtual coach tool support Modular e-course with virtual coach tool support PROGRAMMA DI APPRENDIMENTO PERMANENTE LEONARDO da VINCI Coordinato da FOR.COM CORSO PER PROFESSIONISTI DELL'ASSISTENZA SANITARIA DOMICILIARE PROGETTO "COACH

Dettagli

BANDO DI CONCORSO ERASMUS+ 2015 RISERVATO AGLI STUDENTI ISCRITTI AI CORSI DI LAUREA DI PRIMO LIVELLO

BANDO DI CONCORSO ERASMUS+ 2015 RISERVATO AGLI STUDENTI ISCRITTI AI CORSI DI LAUREA DI PRIMO LIVELLO BANDO DI CONCORSO ERASMUS+ 2015 valido per mobilità da svolgersi nell a.a. 2015-16 RISERVATO AGLI STUDENTI ISCRITTI AI CORSI DI LAUREA DI PRIMO LIVELLO Nell ambito del Programma Comunitario ERASMUS+ la

Dettagli

Progetto Leonardo ARGO. Promozione del progetto

Progetto Leonardo ARGO. Promozione del progetto Progetto Leonardo ARGO Promozione del progetto Obiettivi di Progetto Il progetto Leonardo ARGO si pone i seguenti obiettivi: Garantire il diritto all apprendimento quale condizione dell occupabilità; Favorire

Dettagli

CORSO DI EUROPROGETTAZIONE DOTT. GIANLUCA COPPOLA. Direttore generale - Responsabile Progetti Europei

CORSO DI EUROPROGETTAZIONE DOTT. GIANLUCA COPPOLA. Direttore generale - Responsabile Progetti Europei CORSO DI EUROPROGETTAZIONE DOTT. GIANLUCA COPPOLA Direttore generale - Responsabile Progetti Europei 1 COME SI GESTISCE UN PROGETTO APPROVATO 2 COME SI GESTISCE UN PROGETTO APPROVATO L importanza della

Dettagli

F.2.4 SISTEMA DI MONITORAGGIO E VALUTAZIONE SCHEDA DI INDICATORI PER IL MONITORAGGIO E LA VALUTAZIONE DEL PROGETTO

F.2.4 SISTEMA DI MONITORAGGIO E VALUTAZIONE SCHEDA DI INDICATORI PER IL MONITORAGGIO E LA VALUTAZIONE DEL PROGETTO «AU-DELA DE L APPRENTISSAGE FORMEL» LLP-LDV/TOI/10/IT/499 F.2.4 SISTEMA DI MONITORAGGIO E VALUTAZIONE SCHEDA DI PER IL MONITORAGGIO E LA VALUTAZIONE DEL PROGETTO Il presente è finanziato con il sostegno

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER BORSE DI MOBILITÀ ALL ESTERO Bando Invernale 2015/2016

BANDO DI CONCORSO PER BORSE DI MOBILITÀ ALL ESTERO Bando Invernale 2015/2016 BANDO DI CONCORSO PER BORSE DI MOBILITÀ ALL ESTERO Bando Invernale 2015/2016 Università partner in tutto il mondo USA EUROPE polito ASIA SOUTH AMERICA AFRICA OCEANIA Mobilità Internazionale: attività Extra

Dettagli

REGIONE ABRUZZO/ARAEN

REGIONE ABRUZZO/ARAEN / Dott. Ing. Alessandra Santini SEE Sustainable Energy Europe CAMPAGNA ENERGIA SOSTENIBILE PER L EUROPA Energia sostenibile per l'europa è un'iniziativa della Commissione europea varata nel quadro del

Dettagli

Servizi lavoro e Stage in Regno Unito

Servizi lavoro e Stage in Regno Unito Anno 2013 - Brochure Stage e Lavoro All Things London Servizi lavoro e Stage in Regno Unito Come All Things London può aiutare a collocarti nel mercato inglese, con un lavoro pagato o con uno stage per

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DEI REPORT

LINEE GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DEI REPORT 06/09/2012 A CURA DELL ASSOCIAZIONE TECLA LINEE GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DEI REPORT progetti2012@azioneprovincegiovani.it 1. Report di Monitoraggio Entro il mese successivo alla metà del progetto Es.

Dettagli

Avviso Master J. Definizione di Master Master universitario di I o II Livello, attivato ai sensi dell'articolo 3, punto 9 del decreto MIUR 270/2004.

Avviso Master J. Definizione di Master Master universitario di I o II Livello, attivato ai sensi dell'articolo 3, punto 9 del decreto MIUR 270/2004. Avviso Master J Allegato 1 Requisiti minimi per l accreditamento Iniziative Accademiche ad elevata occupabilità in favore dei giovani figli e orfani di iscritti e di pensionati dell INPS - Gestione Ex

Dettagli

FORMAZIONE PROFESSIONALE

FORMAZIONE PROFESSIONALE Montessori in VET Un nuovo approccio per la FORMAZIONE PROFESSIONALE Guida per l insegnante Questo progetto è stato finanziato con il supporto della Commissione Europea. Questa pubblicazione riflette il

Dettagli

TRANSPORT LEARNING Corsi di formazione rivolti ad amministratori pubblici ed agenzie per l energia

TRANSPORT LEARNING Corsi di formazione rivolti ad amministratori pubblici ed agenzie per l energia TRANSPORT LEARNING Corsi di formazione rivolti ad amministratori pubblici ed agenzie per l energia istockphoto Contenuti Caro Lettore, Breve presentazione dei nostri servizi... 2 Creare una base di conoscenze

Dettagli

Progetto Q4ECEC. 'Awareness-raising on Quality and Institutional Commitment in Early Childhood Education and Teaching

Progetto Q4ECEC. 'Awareness-raising on Quality and Institutional Commitment in Early Childhood Education and Teaching Progetto Q4ECEC 'Awareness-raising on Quality and Institutional Commitment in Early Childhood Education and Teaching Reference: 550472-LLP-1-2013-1-IT-KA1-KA1ECETA Progetto Q4ECEC 'Awareness-raising on

Dettagli

AZIONE PROVINCEGIOVANI

AZIONE PROVINCEGIOVANI AZIONE PROVINCEGIOVANI iniziativa promossa da UPI e finanziata da Ministero della Gioventù (Protocollo d Intesa UPI-Dipartimento) finalizzata a promuovere interventi integrati in materia di politiche giovanili

Dettagli

La partnership e il nucleo del team progettuale

La partnership e il nucleo del team progettuale PROGRAM DAPHNE III " Tripudium - WOMAN IN THE DANCE OF EUROPEAN CULTURE " ****** La partnership e il nucleo del team progettuale Il progetto prevede: Costruzione di una rete stabile e sinergica livello

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA FESR 2007-2013 CCI N 2007 IT 161 PO 008 (Aprile 2013) 1/373 Sperimentale secondo le modalità previste dalla Comunicazione

Dettagli

LA VALUTAZIONE E GESTIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO-CORRELATO: DALLO SVILUPPO ALL IMPLEMENTAZIONE

LA VALUTAZIONE E GESTIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO-CORRELATO: DALLO SVILUPPO ALL IMPLEMENTAZIONE LA VALUTAZIONE E GESTIONE DEL RISCHIO DA STRESS LAVORO-CORRELATO: DALLO SVILUPPO ALL IMPLEMENTAZIONE Sergio Iavicoli INAIL Dipartimento Medicina del Lavoro Roma 12 ottobre 2011 IMPLEMENTAZIONE DELL ACCORDO

Dettagli

WP3 Definizione di un quadro di competenze per l Assistente Familiare professionale

WP3 Definizione di un quadro di competenze per l Assistente Familiare professionale Contratto n.: 2011-3643 / 001-001 Progetto n.: 518388-LLP-1-2011-1-IT-LEONARDO-LMP Progetto finanziato dalla Commissione Europea: WP3 Definizione di un quadro di competenze per l Assistente Familiare professionale

Dettagli

AVVISO. INPS - Gestione Dipendenti Pubblici. ricerca e seleziona, per il loro accreditamento

AVVISO. INPS - Gestione Dipendenti Pubblici. ricerca e seleziona, per il loro accreditamento Direzione Centrale Credito e Welfare AVVISO Nell ambito delle iniziative Homo Sapiens Sapiens, azioni in favore della formazione universitaria, post universitaria e professionale, quale strumento di inserimento

Dettagli

LEADERSHIP EDUCATIVA

LEADERSHIP EDUCATIVA LEADERSHIP EDUCATIVA Corso per Dirigenti Scolastici Programma realizzato in convenzione con Ufficio scolastico regionale per la Lombardia da dirigenti scolastici in collaborazione con la Fondazione IBM

Dettagli

Programma Didattico lezioni in aula "EUROPROGETTAZIONE: NOZIONI, METODI E STRUMENTI INTERATTIVI PER UNA NUOVA CARRIERA" Date:

Programma Didattico lezioni in aula EUROPROGETTAZIONE: NOZIONI, METODI E STRUMENTI INTERATTIVI PER UNA NUOVA CARRIERA Date: Programma Didattico lezioni in aula "EUROPROGETTAZIONE: NOZIONI, METODI E STRUMENTI INTERATTIVI PER UNA NUOVA CARRIERA" Date: - Modulo 1: 17-18 Gennaio 2015 - Modulo 2: 31-01 Febbraio 2015 - Modulo 3:

Dettagli

Bando per il Master Universitario di 2 livello in METODOLOGIA CLINICA E BIOSTATISTICA APPLICATA AI CLINICAL TRIALS

Bando per il Master Universitario di 2 livello in METODOLOGIA CLINICA E BIOSTATISTICA APPLICATA AI CLINICAL TRIALS Bando per il Master Universitario di 2 livello in METODOLOGIA CLINICA E BIOSTATISTICA APPLICATA AI CLINICAL TRIALS L Università degli Studi di Camerino, Anno accademico 2013/2014 VISTO lo Statuto, emanato

Dettagli

PROGRAMMA ERASMUS+ Traineeship A.A. 2014-2015 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI 10 BORSE DI MOBILITÀ PER TIROCINIO

PROGRAMMA ERASMUS+ Traineeship A.A. 2014-2015 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI 10 BORSE DI MOBILITÀ PER TIROCINIO PROGRAMMA ERASMUS+ Traineeship A.A. 2014-2015 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI 10 BORSE DI MOBILITÀ PER TIROCINIO I contributi assegnati dal presente bando sono relativi al progetto Erasmus Plus

Dettagli

Istituto Comprensivo di Positano e Praiano C.A.F. 2014

Istituto Comprensivo di Positano e Praiano C.A.F. 2014 ARTICOLAZIONE DEL PERCORSO CAF E TEMPI Avvio attività processo AV Processo AV Predisposizione Piano di miglioramento Periodo di riferimento 8 mesi GLI STEP DEL VIAGGIO CAF FASI PROCESSO AUTOVALUTAZIONE

Dettagli

TITOLO. Risultati Work Package 2 e 3: Task di responsabilità Comune di Firenze. Parma, 8 Aprile 2009. Progetto IQuEL

TITOLO. Risultati Work Package 2 e 3: Task di responsabilità Comune di Firenze. Parma, 8 Aprile 2009. Progetto IQuEL Progetto IQuEL Risultati Work Package 2 e 3: Task di responsabilità Comune di Firenze TITOLO Parma, 8 Aprile 2009 Sommario WP2: Attività A2P3: strumenti e metodologia di rilevazione qualitativa e quantitativa

Dettagli

UFFICIO RELAZIONI INTERNAZIONALI BANDO DI CONCORSO PROGRAMMA ERASMUS+ A.A. 2016/2017

UFFICIO RELAZIONI INTERNAZIONALI BANDO DI CONCORSO PROGRAMMA ERASMUS+ A.A. 2016/2017 UFFICIO RELAZIONI INTERNAZIONALI BANDO DI CONCORSO PROGRAMMA ERASMUS+ A.A. 2016/2017 PROGETTO ERASMUS + 2016/2017 1 BANDO DI CONCORSO PER LA MOBILITA A FINI DI STUDIO ERASMUS+ Gli studenti sono invitati

Dettagli

ACTION D.1: Piano di comunicazione del progetto e materiale divulgativo

ACTION D.1: Piano di comunicazione del progetto e materiale divulgativo D. Public awareness and dissemination of results ACTION D.1: Piano di comunicazione del progetto e materiale divulgativo Il piano di comunicazione definirà la grafica da adottare nei vari strumenti di

Dettagli

Piano Sicurezza PMI. Elaborazione dati questionario ex post progetti finanziati

Piano Sicurezza PMI. Elaborazione dati questionario ex post progetti finanziati Elaborazione dati questionario ex post progetti finanziati 1/14 Premessa Il questionario di valutazione ex post è stato somministrato ai soggetti attuatori dei progetti partecipanti al Piano Sicurezza

Dettagli

In-Diversity Newsletter 3

In-Diversity Newsletter 3 Newsletter 3 APRILE 2012 This project has been funded with support from the European Commission. This communication reflects the views only of the authors, and the Commission cannot be held responsible

Dettagli

FORMULARIO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI FORMATIVI PER LA PARTECIPAZIONE AL GRAN PRIX DELLA FORMAZIONE EDIZIONE N 5 ANNO 2015

FORMULARIO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI FORMATIVI PER LA PARTECIPAZIONE AL GRAN PRIX DELLA FORMAZIONE EDIZIONE N 5 ANNO 2015 FORMULARIO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI FORMATIVI PER LA PARTECIPAZIONE AL GRAN PRIX DELLA FORMAZIONE EDIZIONE N 5 ANNO 2015 TITOLO DEL PROGETTO: ENTE/IMPRESA PROPONENTE 1 Alla GIURIA DEL GRAN PRIX

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 12

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 12 MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 12 INDICE RESPONSABILITÀ DELLA DIREZIONE Impegno della Direzione Attenzione focalizzata al cliente Politica della Qualità Obiettivi della Qualità Soddisfazione del cliente

Dettagli

(AZIONE D.4) PIANO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE

(AZIONE D.4) PIANO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE (AZIONE D.4) PIANO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO LIFE11 ENV/IT/000243 LIFE RII RIQUALIFICAZIONE INTEGRATA IDRAULICO-AMBIENTALE DEI RII APPARTENENTI ALLA FASCIA PEDEMONTANA

Dettagli

DELEGATI ERASMUS DI FACOLTÀ (Departmental Coordinators) per informazioni sulla didattica

DELEGATI ERASMUS DI FACOLTÀ (Departmental Coordinators) per informazioni sulla didattica 1 aggiornato il 15/01/2015 2 I NOSTRI CONTATTI Mobilità Internazionale UFFICIO ERASMUS Università Politecnica delle Marche Via Oberdan n. 12 60122 Ancona ingresso in Via Palestro Tel: 071 2202450 / 071

Dettagli

PIANO DI VALUTAZIONE MONITORAGGIO. RING TransferRING Supports for Caregivers IT-0446

PIANO DI VALUTAZIONE MONITORAGGIO. RING TransferRING Supports for Caregivers IT-0446 This project has been funded with support from the European Commission. This publication [communication] reflects the views only of the author, and the Commission cannot be held responsible for any use

Dettagli

La Governance partenariale

La Governance partenariale La Governance partenariale Sommario Introduzione... 1 1. Modello di governance del partenariato per il Programma di cooperazione MED 2014-2020... 2 1.1. Introduzione... 2 1.2. Codice europeo di condotta

Dettagli

Programma annuale Come la PAC raccoglie le sfide della strategia di Lisbona Sintesi

Programma annuale Come la PAC raccoglie le sfide della strategia di Lisbona Sintesi Programma annuale Come la PAC raccoglie le sfide della strategia di Lisbona Sintesi Il programma annuale nel suo complesso prevede: - Un evento di apertura costituito da un seminario internazionale di

Dettagli

I RISULTATI DEL PROGETTO Strategie di gestione integrata per la lotta al cambiamento climatico

I RISULTATI DEL PROGETTO Strategie di gestione integrata per la lotta al cambiamento climatico I RISULTATI DEL PROGETTO Strategie di gestione integrata per la lotta al cambiamento climatico Marzio Marzorati Coordinamento Agende 21 locali italiane Orsola Bolognani - Ambiente Italia Rimini, 10 novembre

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE LIFE+_Climate change-r

PIANO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE LIFE+_Climate change-r BOZZA VERSIONE ZERO (29/11/2013_fp) PIANO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE LIFE+_Climate change-r LIFE12 ENV/IT/000404 Summary 1. Premessa 2. Scopo del piano di comunicazione e diffusione (PCD) 3. Principali

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL CONTRAENTE: UNIVERSITÀ TELEMATICA GUGLIELMO MARCONI

PRESENTAZIONE DEL CONTRAENTE: UNIVERSITÀ TELEMATICA GUGLIELMO MARCONI PRESENTAZIONE DEL CONTRAENTE: UNIVERSITÀ TELEMATICA GUGLIELMO MARCONI Università Pubblica Non Statale istituita e attivata con decreto del MIUR del 1 marzo 2004 (G.U. 18 marzo 2004, n.65) Sede Legale:

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO I.C. ALBERTO MANZI

MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO I.C. ALBERTO MANZI Modello per la proposta di progetti d Istituto Titolo progetto Anno scolastico di realizzazione Scuola: sede o plesso Responsabile del progetto: solo un nominativo Destinatari: classi o gruppi (non meno

Dettagli

AVVISO PER LA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER IL COFINANZIAMENTO A PROGETTI STRATEGICI DI R&S IN MATERIA DI ICT E MECCANICA AVANZATA RELAZIONE TECNICA

AVVISO PER LA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER IL COFINANZIAMENTO A PROGETTI STRATEGICI DI R&S IN MATERIA DI ICT E MECCANICA AVANZATA RELAZIONE TECNICA AVVISO PER LA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER IL COFINANZIAMENTO A PROGETTI STRATEGICI DI R&S IN MATERIA DI ICT E MECCANICA AVANZATA RELAZIONE TECNICA AVVERTENZA AI FINI DELLA COMPILAZIONE: La presente

Dettagli

1. Premessa 2. Obiettivi Generali

1. Premessa 2. Obiettivi Generali 1. Premessa Il Progetto riguarda la creazione di un Laboratorio ambientale da realizzare sul territorio della Comunità Montana Versante Tirrenico Meridionale diffuso sul territorio montano, a partire dalle

Dettagli

Commissione Didattica Paritetica Linee guida per la Relazione Annuale

Commissione Didattica Paritetica Linee guida per la Relazione Annuale Commissione Didattica Paritetica Linee guida per la Relazione Annuale 12 ottobre 2015 1 QUALITA 2 IL PROCESSO AVA DELLA DIDATTICA.. Un circolo virtuoso Programmazione 2 Valutazione Monitoraggio Corso di

Dettagli

MOTIS MObility Training on Internationalisation of SMEs

MOTIS MObility Training on Internationalisation of SMEs SELEZIONA 30 BENEFICIARI PER UN PERIODO DI FORMAZIONE IN MOBILITÁ TRANSNAZIONALE NELL AMBITO DEL: LIFELONG LEARNING PROGRAMME Programma settoriale LEONARDO DA VINCI Azione Mobilità call 2011 Progetto MOTIS

Dettagli

Piano di Comunicazione Progetto DIVIN

Piano di Comunicazione Progetto DIVIN Piano di Comunicazione Progetto DIVIN 1 3. IL PIANO DI COMUNICAZIONE: UN QUADRO DI RIFERIMENTO 1. 2. Il presente Piano di Comunicazione costituisce uno degli outputs del progetto DIVIN, nello specifico

Dettagli

Diploma di Laurea in Lingue e Letterature Straniere Diploma di Maturità Scientifica

Diploma di Laurea in Lingue e Letterature Straniere Diploma di Maturità Scientifica CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome MAURO Angela Data di nascita 29/10/1967 Qualifica Esperto amministrativo e di supporto DG3 Amministrazione Provincia di Monza e della Brianza Incarico attuale

Dettagli

D. E. O. R. DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS. Disseminazione e valorizzazione dei risultati

D. E. O. R. DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS. Disseminazione e valorizzazione dei risultati D. E. O. R. DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS Disseminazione e valorizzazione dei risultati La Diffusione e Valorizzazione dei risultati si riferisce all utilizzo e all applicazione pratica dei

Dettagli

ALLEGATO 3 SCHEDA DI OPERAZIONE

ALLEGATO 3 SCHEDA DI OPERAZIONE ALLEGATO 3 SCHEDA DI OPERAZIONE AZIONI 4.2.2 E 4.4.2 (LETTERE E-F) DEL PPA ASSE IV POR FESR PUGLIA 2007-2013 A Notizie generali Denominazione del SAC Beneficiario dell operazione [Denominazione, indirizzo]

Dettagli

C2.1) Carta di Qualità dell offerta formativa

C2.1) Carta di Qualità dell offerta formativa C2.1) Carta di Qualità dell offerta formativa Politica della Qualità L IIS A. Petrocchi adotta un sistema interno di gestione della qualità per garantire l efficacia e il continuo miglioramento dei servizi.

Dettagli

Preparazione Relazione Annuale

Preparazione Relazione Annuale UNIVERSITA TELEMATICA PEGASO SEMINARIO RIUNIONE CONGIUNTA COMMISSIONE PARITETICA DOCENTI-STUDENTI DIPARTIMENTO SCIENZE UMANE COMMISSIONE PARITETICA DOCENTI-STUDENTI DIPARTIMENTO SCIENZE GIURIDICHE ED ECONOMICHE

Dettagli

Regionale Lombardia. Provinciale Milano. Comunale Milano

Regionale Lombardia. Provinciale Milano. Comunale Milano Regionale Lombardia Provinciale Milano Comunale Milano IL PROGETTO LE INIZIATIVE Il progetto AVISxEXPO. Nutriamo la vita!, che verrà realizzato durante il periodo Expo 2015 da AVIS Nazionale, l Associazione

Dettagli

QSN 2007-2013 ****** Piano di Comunicazione. del. Programma Operativo Interregionale. Attrattori culturali, naturali e turismo.

QSN 2007-2013 ****** Piano di Comunicazione. del. Programma Operativo Interregionale. Attrattori culturali, naturali e turismo. QSN 2007-2013 ****** Piano di Comunicazione del Programma Operativo Interregionale Attrattori culturali, naturali e turismo (POIn - FESR) 1 Indice 1 Premessa...3 2 Quadro Strategico della Comunicazione...4

Dettagli

Moodle per la formazione a distanza dei professionisti dei beni culturali: l esperienza del Progetto Europeo Linked Heritage

Moodle per la formazione a distanza dei professionisti dei beni culturali: l esperienza del Progetto Europeo Linked Heritage Moodle per la formazione a distanza dei professionisti dei beni culturali: l esperienza del Progetto Europeo Linked Heritage Antonella Zane Centro di Ateneo per le Biblioteche (CAB) Università degli studi

Dettagli

Scheda progetto. Titolo del progetto LOVE YOUR HEART. Oggetto:

Scheda progetto. Titolo del progetto LOVE YOUR HEART. Oggetto: Scheda Titolo del Oggetto: Capofila Ente finanziatore Durata: Paesi partner del Strategia LOVE YOUR HEART (codice: 2 ord./0087/0) Cooperazione transfrontaliera Adriatica nel settore socio-sanitario per

Dettagli

WP1: Struttura e tecnologia del Portale, Logo

WP1: Struttura e tecnologia del Portale, Logo Open SoundS WP1: Struttura e tecnologia del Portale, Logo Informazioni sul progetto Titolo del progetto: Peer education on the internet for social sounds Area di riferimento: Educazione musicale attraverso

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2013 2015

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2013 2015 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2013 2015 (ai sensi dell art. 11 del decreto Legislativo 27 ottobre 2009, n. 150/2009) Premessa Il Liceo M. Gioia di Piacenza realizza le proprie finalità

Dettagli

REGIONE ABRUZZO/ARAEN

REGIONE ABRUZZO/ARAEN / IEE BIOGAS REGIONS Seminario per tecnici e consulenti SEE Sustainable Energy Europe CAMPAGNA ENERGIA SOSTENIBILE PER L EUROPA 2005-2008 Energia sostenibile per l'europa è un'iniziativa della Commissione

Dettagli

DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS

DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS AGENDA Il contesto la strategia europea Significati e definizioni Disseminazione:quando e come, a beneficio di chi? Youthpass Link e materiali di disseminazione

Dettagli

Report Conclusivo Azione WP4 CBA

Report Conclusivo Azione WP4 CBA Report Conclusivo Azione WP4 CBA Indice 1. Obiettivi della Work Package Costruzione e sperimentazione di un sistema di monitoraggio dei processi formativi a garanzia della qualità in accordo con le raccomandazioni

Dettagli

ALL APPRENDIMENTO NELLA CURA DEGLI ANZIANI

ALL APPRENDIMENTO NELLA CURA DEGLI ANZIANI IQEA: UN PROGET TO PER DARE VALORE ALL APPRENDIMENTO NELLA CURA DEGLI ANZIANI GIANFRANCO MASSA - EXFOR Alcuni temi centrali per il welfare Assicurare qualità dell assistenza basata sulle competenze delle

Dettagli

MANAGEMENT PLAN. SITO DI PROGETTO: SIC IT1343502 Parco della Magra Vara - Provincia della Spezia

MANAGEMENT PLAN. SITO DI PROGETTO: SIC IT1343502 Parco della Magra Vara - Provincia della Spezia MANAGEMENT PLAN TITOLO PROGETTO: Petromyzon And River Continuity ACRONIMO: P.A.R.C. SITO DI PROGETTO: SIC IT1343502 Parco della Magra Vara - Provincia della Spezia BENEFICIARIO COORDINATORE: Ente Parco

Dettagli

Women In Development UN MODELLO EUROPEO PER LO SVILUPPO LOCALE GENDER ORIENTED PIANO DI COMUNICAZIONE

Women In Development UN MODELLO EUROPEO PER LO SVILUPPO LOCALE GENDER ORIENTED PIANO DI COMUNICAZIONE Women In Development UN MODELLO EUROPEO PER LO SVILUPPO LOCALE GENDER ORIENTED PIANO DI COMUNICAZIONE Introduzione Il progetto W.In D. (Women In Development) si inserisce nelle attività previste e finanziate

Dettagli

AZIONI DI COMUNICAZIONE

AZIONI DI COMUNICAZIONE AZIONI DI COMUNICAZIONE OBIETTIVI E ATTIVITA' A cura di Anna Maria Calabrese Con la collaborazione di Donato Sileo e Katia Gioscio Coordinamento di Donato Pafundi e Pasquale Salerno Indice 1 PREMESSA...pag.

Dettagli

Intesa sul sistema di formazione del personale A.T.A.

Intesa sul sistema di formazione del personale A.T.A. Intesa sul sistema di formazione del personale A.T.A. L anno 2004, il giorno 20 del mese di luglio, presso il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (di seguito indicato Miur), ai sensi

Dettagli

Linee Guida Comitato Traduzione Letteratura

Linee Guida Comitato Traduzione Letteratura Linee Guida Comitato Traduzione Letteratura Queste linee guida non intendono essere definitive, ma il riflesso di un lavoro in corso: intendono riportare le esperienze acquisite rimanendo aperte a quelle

Dettagli

Materiali: business kit, fornito da IGS, contenente le linee guida per la creazione del laboratorio d impresa

Materiali: business kit, fornito da IGS, contenente le linee guida per la creazione del laboratorio d impresa Destinatari: studenti degli istituti superiori del terzo, quarto e quinto anno: protagonisti indiscussi del programma che, grazie al confronto con il Trainer IGS, saranno guidati nella realizzazione e

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 300 PIANIFICAZIONE DELLA REVISIONE CONTABILE DEL BILANCIO

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 300 PIANIFICAZIONE DELLA REVISIONE CONTABILE DEL BILANCIO PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 300 PIANIFICAZIONE DELLA REVISIONE CONTABILE DEL BILANCIO (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano

Dettagli

Il sistema di web learning della Regione Toscana

Il sistema di web learning della Regione Toscana Il sistema di web learning della Regione Toscana 1di34 Origini e sviluppo TRIO (Tecnologia, Ricerca, Innovazione, Orientamento) nasce alla fine del 1998 come programma di interventi sperimentali e innovativi

Dettagli

FAQ BANDO Erasmus+ Mobilità per studio

FAQ BANDO Erasmus+ Mobilità per studio Area Studenti Ufficio Programmi Europei per la mobilità studentesca FAQ BANDO Erasmus+ Mobilità per studio A.A. 2014/2015 1. IL PROGRAMMA ERASMUS Cos è l ERASMUS? L'ERASMUS permette allo studente di Istituti

Dettagli

IL PORTFOLIO DEGLI ALUNNI NEGLI ALTRI PAESI EUROPEI

IL PORTFOLIO DEGLI ALUNNI NEGLI ALTRI PAESI EUROPEI IL PORTFOLIO DEGLI ALUNNI NEGLI ALTRI PAESI EUROPEI dalle risposte al quesito alla rete Eurydice Luglio 2004 A cura dell AUSTRIA Non esiste in Austria un esperienza di portfolio analoga a quella italiana.

Dettagli

Programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Francia Marittimo 2007-2013

Programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Francia Marittimo 2007-2013 PO Italia-Francia Marittimo 2007-2013 Formulario Progetti Programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Francia Marittimo 2007-2013 Programme de coopération transfrontalière Italie-France Maritime

Dettagli

Bando per il Master Universitario di 2 livello in METODOLOGIA CLINICA E BIOSTATISTICA APPLICATA AI CLINICAL TRIALS

Bando per il Master Universitario di 2 livello in METODOLOGIA CLINICA E BIOSTATISTICA APPLICATA AI CLINICAL TRIALS Bando per il Master Universitario di 2 livello in METODOLOGIA CLINICA E BIOSTATISTICA APPLICATA AI CLINICAL TRIALS L Università degli Studi di Camerino, Anno accademico 2012/2013 VISTO lo Statuto, emanato

Dettagli

Accesso al Micro Credito per Immigrati Modena 16/03/2011

Accesso al Micro Credito per Immigrati Modena 16/03/2011 Progetto co-finanziato dall Unione Europea Ministero dell Interno Fondo Europeo per l Integrazione di Cittadini di Paesi Terzi Accesso al Micro Credito per Immigrati Modena 16/03/2011 Finalità sperimentare

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE

PIANO DI COMUNICAZIONE PIANO DI COMUNICAZIONE PROGETTO Agro-Med Quality Plateforme Méditerranéenne pour la Qualité dans l Agriculture et l Agroalimentaire 1 INDICE 1.INTRODUZIONE..3 1.1 SINTESI DEL PROGETTO AGRO-MED QUALITY

Dettagli

PROMETEUS PROmoting Mobility Expertise of Teachers of EU Students. WORKPLAN Primo incontro transnazionale Sassari, 12-13 Aprile 2012

PROMETEUS PROmoting Mobility Expertise of Teachers of EU Students. WORKPLAN Primo incontro transnazionale Sassari, 12-13 Aprile 2012 PROMETEUS PROmoting Mobility Expertise of Teachers of EU Students LLP-LDV-TOI-11-IT-743 1 PROMETEUS PROmoting Mobility Expertise of Teachers of EU Students WORKPLAN Primo incontro transnazionale Sassari,

Dettagli

LearnIT project PL/08/LLP-LdV/TOI/140001

LearnIT project PL/08/LLP-LdV/TOI/140001 LearnIT project PL/08/LLP-LdV/TOI/140001 Caro lettore, Siamo lieti di presentare l'ultimo - ottavo numero della newsletter LearnIT. In questo numero ci piacerebbe presentare le novità e il progresso del

Dettagli

POLO FORMATIVO IFTS: MESOGHEA. Soggetto Gestore: AS.FOR.IN. C.Uff. 02

POLO FORMATIVO IFTS: MESOGHEA. Soggetto Gestore: AS.FOR.IN. C.Uff. 02 POLI FORMATIVI PER L ISTRUZIONE E LA FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE AZIONE DI SISTEM N.4 MONITORAGGIO E VALUTAZIONE DELLE ATTIVITA DI RETE E DEI SINGOLI PARTENARIATI POLO FORMATIVO IFTS: MESOGHEA Soggetto

Dettagli

Web 2.0 SEE. Presentazione del progetto. 7 Novembre 2011

Web 2.0 SEE. Presentazione del progetto. 7 Novembre 2011 Web 2.0 SEE Presentazione del progetto 7 Novembre 2011 Identikit del progetto Fonte di finanziamento: DG: Education and culture Programma: Lifelong Learning Programme (LLP) Programma trasversale: KA3,

Dettagli

Progetto partecipativo per la riprogettazione di spazi, tempi e modalità di accesso ai servizi socio-educativi comunali della Bassa Reggiana DOPO IL

Progetto partecipativo per la riprogettazione di spazi, tempi e modalità di accesso ai servizi socio-educativi comunali della Bassa Reggiana DOPO IL Progetto partecipativo per la riprogettazione di spazi, tempi e modalità di accesso ai servizi socio-educativi comunali della Bassa Reggiana DOPO IL TERREMOTO: PIU VICINI - PIU SICURI - PIU SICURI - PIU

Dettagli

Verbale della riunione del 07/09/2009

Verbale della riunione del 07/09/2009 Tipo Comm Informatica 1 / 9 della riunione del 07/09/2009 Componente Presenza 1. Adami Ing. Paolo NO 2. Alberto Brignoli Ing. Mauro SI 3. Benaglia Ing. Nicola SI 4. D Avanzo Ing. Sergio SI 5. Fidigatti

Dettagli

PROGRAMMA Scientiam Inquirendo Discere SID

PROGRAMMA Scientiam Inquirendo Discere SID PROGRAMMA Scientiam Inquirendo Discere SID Documenti di base a cura di Anna Lepre, Isabella Marini, Silvia Zanetti e Anna Pascucci 1 PROGRAMMA Scientiam Inquirendo Discere SID Documenti di base INTRODUZIONE

Dettagli

LearnIT project PL/08/LLP-LdV/TOI/140001

LearnIT project PL/08/LLP-LdV/TOI/140001 LearnIT project PL/08/LLP-LdV/TOI/140001 Caro Lettore, Siamo lieti di presentare il sesto numero della newsletter LearnIT. In questo numero spiegheremmo lo sviluppo del i corsi LearnIT, la selezione dei

Dettagli

Catalogo 2015 dei corsi di Cesvor

Catalogo 2015 dei corsi di Cesvor Catalogo 2015 dei corsi di Cesvor Cesvor Piazza IV Novembre, 4-20124 Milano, Italy (MM 2-3, Centrale) Tel.: +39 02 67165 307 - Fax: +39 02 67165 266 Cesvor è un marchio comunitario depositato (n 008906661)

Dettagli

Il progetto. T- T- Story Story NEWSLETTER

Il progetto. T- T- Story Story NEWSLETTER T- T- Story Story NEWSLETTER November June 2013 2013 Edition N. 1 Newsletter ufficiale del progetto europeo T-Story - Storytelling applicato all educazione, sostenuto dal programma Key Activity 3 Tecnologie

Dettagli

INAIL Formazione Elearning e nuove tecnologie. e-learning INAIL. dai CBT al Collaborative Learning

INAIL Formazione Elearning e nuove tecnologie. e-learning INAIL. dai CBT al Collaborative Learning e-learning INAIL dai CBT al Collaborative Learning Elearning : direttive, linee guida e accordi 2000 Commissione Europea lancia l iniziativa: < E-learning Pensare l istruzione di domani > 2001 Direttiva

Dettagli

STAKEHOLDERS INTERESSI RISORSE/POTERI PROBLEMI Migliorare la formazione Budget influenza politica

STAKEHOLDERS INTERESSI RISORSE/POTERI PROBLEMI Migliorare la formazione Budget influenza politica Progetto di Formazione Docenti Studio di caso di Valentina Mariano Perché del progetto La Legge di Riforma della Scuola richiede al personale docente maggiori competenze per attuare le numerose innovazioni

Dettagli

1 Elenco a titolo di esempio, dimensione e composizione non obbligatorie, adattare alla realtà dell Ateneo

1 Elenco a titolo di esempio, dimensione e composizione non obbligatorie, adattare alla realtà dell Ateneo Denominazione del Corso di Studio : Comunicazione linguistica e interculturale - 1323714 Classe: L-12 Sede: Bari, Via Garruba 6/B (Dipartimento di Lettere Lingue Arti. Italianistica e culture comparate)

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Come viene valutato un progetto nell ambito del programma Europe-Aid

Come viene valutato un progetto nell ambito del programma Europe-Aid Come viene valutato un progetto nell ambito del programma Europe-Aid Principi generali e metodologia M. Flavia Di Noto - 9 dicembre 2010 Venezia Fasi di una proposta di progetto presentata a Europe-Aid

Dettagli

STRUMENTO DI AUTO VALUTAZIONE DELLA CERTIFICAZIONE DI QUALITA BASATO SULLO STANDARD DI SCUOLA ELOS

STRUMENTO DI AUTO VALUTAZIONE DELLA CERTIFICAZIONE DI QUALITA BASATO SULLO STANDARD DI SCUOLA ELOS Come usare lo strumento di auto-valutazione della Certificazione di Qualità La scuola sarà valutata sulla base della raccolta e dell analisi delle prove scritte seguite o dalla visita della scuola, intervista

Dettagli

Servizio urgente e Per grandi volumi (fino a 300 cartelle al giorno per cliente) in 140 combinazioni linguistiche

Servizio urgente e Per grandi volumi (fino a 300 cartelle al giorno per cliente) in 140 combinazioni linguistiche Traduzioni Servizi Legali di Traduzione Tributarie Professionali 2011 in 100 lingue I nostri numeri CHI SIAMO Agostini, a Welocalize company è leader in Italia nei servizi linguistici di traduzione B2B

Dettagli

Rapporto di Riesame. Gruppo di Riesame

Rapporto di Riesame. Gruppo di Riesame Rapporto di Riesame Denominazione del Corso di Studio : Laurea Triennale in Matematica Classe : L-35 Sede : Dipartimento di Matematica e Informatica, Università degli Studi di Perugia Primo anno accademico

Dettagli

ORIENTAMENTI OPERATIVI PER LE ATTIVITÀ DI OSSERVAZIONE IN CLASSE

ORIENTAMENTI OPERATIVI PER LE ATTIVITÀ DI OSSERVAZIONE IN CLASSE ORIENTAMENTI OPERATIVI PER LE ATTIVITÀ DI OSSERVAZIONE IN CLASSE La proposta sperimentale di tutoring in classe utilizza principalmente i seguenti due filoni di ricerca: - la peer review intesa come apprendimento

Dettagli

SCHEDA PROGETTO/ SERVIZIO/INTERVENTO per la realizzazione di azioni nelle aree di intervento previste dall obiettivo 3 delle linee guida dei PdZ

SCHEDA PROGETTO/ SERVIZIO/INTERVENTO per la realizzazione di azioni nelle aree di intervento previste dall obiettivo 3 delle linee guida dei PdZ SCHEDA PROGETTO/ SERVIZIO/INTERVENTO per la realizzazione di azioni nelle aree di intervento previste dall obiettivo 3 delle linee guida dei PdZ Per progetto si intende qualsiasi azione volta al perseguimento

Dettagli

DIONISO. European Virtual Academy For The Improvement Of The Wine And Gastronomic Culture

DIONISO. European Virtual Academy For The Improvement Of The Wine And Gastronomic Culture DIONISO European Virtual Academy For The Improvement Of The Wine And Gastronomic Culture (Progetto LdV Pilota Procedura B - I/05/B/F/PP- 154133) PRESENTAZIONE SOGGETTO CONTRAENTE IAL Cisl Emilia Romagna

Dettagli

Biblioteca estense universitaria

Biblioteca estense universitaria Biblioteca estense universitaria, Modena Progetto Qualità 2009 19/11/2008 P. 1 / 11 Ministero per i beni e le attività culturali Biblioteca estense universitaria Modena PIANO DI MIGLIORAMENTO GESTIONALE

Dettagli

Salute: Preparativi per le vacanze viaggiate sempre con la vostra tessera europea di assicurazione malattia (TEAM)?

Salute: Preparativi per le vacanze viaggiate sempre con la vostra tessera europea di assicurazione malattia (TEAM)? MEMO/11/406 Bruxelles, 16 giugno 2011 Salute: Preparativi per le vacanze viaggiate sempre con la vostra tessera europea di assicurazione malattia (TEAM)? Non si sa mai. Pensate di recarvi in un paese dell'ue,

Dettagli

24. SPORTELLO INTERNET / SERVIZI PER STUDENTI

24. SPORTELLO INTERNET / SERVIZI PER STUDENTI 24. SPORTELLO INTERNET / SERVIZI PER STUDENTI Gli studenti possono accedere ai servizi Internet, disponibili alla pagina web dell Università www.unibg.it/sportellostudenti, digitando il nome utente e la

Dettagli

PROGETTO REWIND. Padova, 4 ottobre 2013. Rewind

PROGETTO REWIND. Padova, 4 ottobre 2013. Rewind PROGETTO REWIND Padova, 4 ottobre 03 UNA COMUNITA DI PRATICHE (SINDACALE E NON) AL SERVIZIO DEL CICLO DI VITA DI UN ATTIVITA FORMATIVA (DALL ANALISI DEL FABBISOGNO ALLA PROGETTAZIONE, DALLA CONDIVISIONE

Dettagli