Riccardo Pannocchia - Responsabile Esercizio Rete - Sede Operativa: Strada di Busseto, Siena Tel Fax

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Riccardo Pannocchia - Responsabile Esercizio Rete - Sede Operativa: Strada di Busseto, 18-53100 - Siena Tel 0577 047 400 Fax 0577 227 525 E-mail:"

Transcript

1 Riccardo Pannocchia - Responsabile Esercizio Rete - Sede Operativa: Strada di Busseto, Siena Tel Fax

2 Composizione del Consorzio Terrecablate Il Consorzio Terrecablate è stato costituito nell aprile 2002 tra la Provincia di Siena e tutti i Comuni della provincia stessa, che ne detengono quote di partecipazione differenti: Provincia di Siena 20% Comune di Siena 20% Altri Comuni 60%

3 Vision Sviluppare una infrastruttura di rete in fibra ottica Definire un Modello replicabile Diffondere la larga banda nel territorio senese Sfruttare le sinergie con altre realtà locali Stimolare l innovazione e la ricerca di nuove tecnologie e servizi Attrarre investimenti in settori strategici per lo sviluppo

4 Mission Promozione, progettazione, realizzazione e gestione di servizi di TLC per enti pubblici e privati, imprese, associazioni, cittadini Progettazione, realizzazione e gestione di infrastrutture di rete di telecomunicazioni (TLC) a larga banda nel territorio della Provincia di Siena Promuovere lo studio e la ricerca nell area delle tecnologie informatiche e telematiche Promozione e gestione attività di formazione e aggiornamento nei settori delle reti e dei servizi telematici multimediali

5 I numeri di Terrecablate Provincia di Siena Superficie: km 2 Popolazione: ab. (circa famiglie) Unità Produttive: n. Comuni: 36 n. Estensione della rete in fibra ottica Backbone: 650 km Investimenti totali (72 milioni )

6 L offerta dei servizi a larga banda Per la Pub. Amministr. Per le Imprese Per i Cittadini Trasporto su rete a pacchetto (IP) Trasporto su reti a circuito (SDH) Connettività Internet VoIP (Voice over IP) Telefonia tradizionale Teleconferenza E-learning (formazione a distanza) Telemedicina Document management E-government Storage Trasporto su rete a pacchetto (IP) Trasporto su reti a circuito (SDH) Soluzioni di Disaster Recovery (C/DWDM) Connettività Internet Telefonia tradizionale Teleconferenza VoIP (Voice Over IP) E-learning (formazione a distanza) Storage IP Mobile Connetività Internet VoIP (Voice Over IP) Videocomunicazione Tv via cavo (analogico e digitale terrestre) Pay TV Video on Demand (VOD) Telelavoro Gaming Broadcasting TV E-learning (formazione a distanza) Telemedicina Una rete a larga banda aperta a tutti gli Operatori/Service Providers

7 La rete in fibra ottica del territorio Senese La Clientela sarà raggiunta con due piattaforme tecnologiche: Rete FTTH (Fiber To The Home) Istituzioni ed Attività Produttive RETE FTTB (Fiber To The Bulding) Clientela residenziale e SOHO

8 LA PIATTAFORMA DI RETE A LARGA BANDA FTTH (1/2) ISTITUZIONI E ATTVITA PRODUTTIVE Dominio d utente GigabitEthernet GIGABITEthernet FastEthernet 100Mbit/s Gigabitethernet 1000Mbit/s FiberChannel 2Gbit/s Terrecablate Backbone FibreChannel 2Gbit/s SDH/CWDM/DWDM CWDM/DWDM PDH 2,34Mbit/s SDH 155Mbit/s FastEthernet 100Mbit/s Gigabitethernet 1000Mbit/s

9 LA PIATTAFORMA DI RETE A LARGA BANDA FTTH (2/2) ATTIVITA PRODUTTIVE IN AREE INDUSTRIALI FastEthernet 100Mbit/s Gigabitethernet 1000Mbit/s FiberChannel 2Gbit/s Terrecablate Backbone Schelter Area Industriale POTS ISDN BRI Schelter Area Industriale LRE 15Mbit/s UP/DOWN < 900 metri

10 LA PIATTAFORMA DI RETE A LARGA BANDA FTTB (1/3) FAMIGLIE E SOHO Nodo Ottico HFC Terrecablate Backbone FTTB Distributire Ottico Nodo Ottico

11 LA PIATTAFORMA DI RETE A LARGA BANDA FTTB (2/3) FAMIGLIE E SOHO Digitale Terrestre (DTT) Satellitare digitale/analogico Pay-TV Video on demand Internet VideoComunicazione Telemedicina.. Al contatore condominiale 220/12 V Set Top Box TV Cable Data Modem VoIP Internet Gaming Telelavoro Impianto coassiale TV di edificio esistente Rete in fibra ottica

12 LA PIATTAFORMA DI RETE A LARGA BANDA FTTB (3/3) ASPETTI TECNOLOGICI CONFRONTO TRA SOLUZIONI FTTB E ADSL 5MHZ 65MHZ 862MHZ DOWN FTTB UP ADSL 1MHZ Video Analogico PAL (canalizzazione( 8MHZ) Video Numerico DVB-C C (canalizzazione( 8MHZ) Trasmissione Dati DOCSIS (canalizzazione( 6MHZ) ed EURODOCSIS (Canalizzazione( 8MHZ) DOCSIS 1.0 Upstream 5Mbit/s DownStream 38Mbit/s DOCSIS 1.1 Upstream 10Mbit/s DownStream 38Mbit/s DQoS DOCSIS 2.0 Upstream 30Mbit/s DownStream 38Mbit/s WideBand DOCSIS ( 640Mbit/s Sperimentazione con soluzione Cisco Systems) Protocolli di segnalazione per telefonia IP MGCP/NCS Specifiche Tecniche per applicazioni multimediali PacketCable Multimedia 1.0

13 PROGETTAZIONE REALIZZAZIONE E stata realizzata: Lo stato dell arte Sono stati elaborati i progetti esecutivi per: la rete San di accesso delle Istituzioni nei Comuni di: Poggibonsi Colle Valdelsa Monteroni Gimignano Poggibonsi d Arbia- Buonconvento Monteriggioni Sovicille. larete di accesso delle aree industriali nei Comuni di: Siena - Poggibonsi Colle Valdelsa Colle Val Monteroni d Arbia- Buonconvento Monteriggioni Sovicille. la rete di accesso FTTB nei Comuni di: Poggibonsi Colle Valdelsa Monteroni d Arbia- Buonconvento Monteriggioni Sovicille. Casole d Elsa D elsa Monteriggioni Centrale Telecom Italia SI-Fontebecci la rete di trasporto in fibra ottica della Valdelsa (Comuni di Poggibonsi, Colle Valdelsa, Casole d Elsa, Monteriggioni e S. Gimignano), del Comune di Sovicille e dei Sovicille Comuni della Val d Arbia (Buonconvento e Monteroni d Arbia) per un totale di 170 km di cavo. Rosia la rete di accesso in fibra ottica del Comune di Siena per un di 40 km di cavo, costituita da 3 anelli da 100 FO. il collegamento Siena-Firenze con un cavo da 100 FO G655 per circa 97 km di cavo.

14 METRO ETHERNET RETI METROPOLITANE A LARGA BANDA BASATE SU PROTOCOLLO ETHERNET

15 COS E UNA RETE METRO ETHERNET GigabitEthernet RETE Operatore/SP Una rete che offre una interfaccia UNI di tipo Ethernet per il collegamento in ambito MAN/WAN di sedi cliente CWDM/DWDM Utilizza tecnologie trasmissive in grado fornire elevate capacità (es. GigabitEthernet, SDH, CWDM, DWDM)

16 CARATTERISTICHE DI UNA RETE METRO ETHERNET Una tipologia di interfaccia per collegamenti LAN/MAN/WAN Fortemente orientata al trasporto di servizi a pacchetto/ip Costi contenuti e flessibilità di offerta di capacità: 10/100/1000/10000Mbit/s Indipendente dalla distanza grazie al trasporto su reti ottiche metropolitane ed alla estensione in ambito geografico su reti IP/MPLS;

17 METRO ETHERNET e VPN L2 FR e ATM rappresentano un esempio di reti in grado di offrire servizi di VPN L2; Il Customer Equipment svolge tipicamente la funzione di terminatore di DLCI/PVC relativi ai collegamenti delle sedi d utente; L operatore/sp fornisce un servizio di trasporto di livello 2 La METRO ETHERNET e un altra soluzione per fornire servizi di VPN L2 dove l Operatore/SP svolge il semplice trasporto di trame ethernet

18 VPN L2 vs. VPN L3 (2/2) Soluzioni di VPN L2 sono richieste da clienti che necessitano di gestire autonomamente, policy di accesso a servizi, QoS, routing e dispongono del know-how interno per la gestione della rete; UNI

19 VPN L2 vs. VPN L3 (1/2) Soluzioni di VPN L3 sono preferite in contesti in cui il cliente affida la gestione della rete all Operatore/SP; UNI

20 Argomenti Dominio di Broadcast di una rete Ethernet; Dominio di Collisione di una rete Ethernet; Le VLAN VirtualLAN; Il protocollo di Trunking 802.1Q; Il protocollo di tunneling Q-in-Q; I protocolli di Bridging STP,PSTP,RSTP,MST; EoMPLS point-to-point EoMPLS multipoint-to-multipoint (VPLS) QoS;

21 Domini di Broadcast e di Collisione (1/2) IL PROBLEMA BUS Ethernet UNA SOLUZIONE POSSIBILE CSMA/CD BUS Ethernet LA SOLUZIONE Full Duplex Switch Ethernet

22 Domini di Broadcast e di Collisione (2/2) Pacchetto Broadcast Switch Ethernet Ridurre Il dominio di Broadcast Pacchetto Broadcast VLAN 10 VLAN 20 Switch Ethernet

23 L estensione di VLAN tra Switch Locali Pacchetto Broadcast Switch Ethernet Pacchetto Broadcast Switch Ethernet

24 Il protocollo Trunk 802.1Q 6B 6B 2B B 4B DA SA Length/Type Payload FCS 6B 6B 2B 2B 2B B 4B DA SA TPID TCI Length/Type Payload FCS Tag Control Identifier 3Bits 1Bits 12Bits COS VLAN ID (1-4096)

25 L estensione di VLAN tra Switch Remoti 802.1Q Rete Operatore Scarsa Scalabilità Scarsa Trasparenza Difficoltà di gestione per l operatore Costi di implementazione ridotti

26 L estensione di VLAN tra Switch Remoti 802.1Q 802.1Q Tunneling Rete Operatore Buona Trasparenza Semplice gestione per l operatore Costi di implementazione ridotti Scarsa flessibilità in ambito geografico

27 Il protocollo di Tunneling 802.1Q in 802.1Q - Q in Q - 6B 6B 2B B 4B DA SA Length/Type Payload FCS 6B 6B 2B 2B 2B B 4B DA SA TPID TCI Length/Type Payload FCS VLAN CLIENTE 6B 6B 2B 2B 2B 2B 2B B 4B DA SA TPID TCI TPID TCI Length/Type Payload FCS VLAN OPERATORE VLAN CLIENTE

28 Determinazione delle tabelle di forwarding FE0/3 FE0/4 A FE0/1 FE0/2 FE0/1 FE0/2 B FE0/1 MAC A FE0/1 MAC A A FE0/1 FE0/2 FE0/1 FE0/2 B FE0/1 MAC A FE0/2 MAC B FE0/1 MAC A FE0/2 MAC B

29 Collegamenti multipli tra switch ARP REQUEST A B E necessario un meccanismo di controllo per rimuovere i loop dalla rete. Spanning Tree Protocol

30 Spanning Tree Protocol IEEE 802.1D (1/4) A B A B

31 Argomenti Dominio di Broadcast di una rete Ethernet; Dominio di Collisione di una rete Ethernet; Le VLAN VirtualLAN; Il protocollo di Trunking 802.1Q; Il protocollo di tunneling Q-in-Q; I protocolli di Bridging STP,PSTP,RSTP,MST; EoMPLS point-to-point EoMPLS multipoint-to-multipoint (VPLS) QoS;

32 Spanning Tree Protocol IEEE 802.1D (2/4) BPDU - Utilizzo di Bridge Protocol Data Unit (Configuration e Topology Change) per la costruzione ed il mantenimento della topologia loop free; Root Bridge è il Bridge/Switch posizionato alla radice dell albero a seguito di un processo di elezione basato sul BID più basso; Path Cost determinazione dei cammini a costo mimino per connettere gli switch al route bridge I ruoli assegnati alle porte degli switch Root Port, Designated Port, Non-designated Port; Gli stati assegnati alle porte degli switch Disabled, Blocking, Listening, Learing, Forwarding;

33 Spanning Tree Protocol IEEE 802.1D (1/4) BRIDGE ID 2B 6B Priority MAC Address 4bit 12bit Priority Extended System ID MAC Address Il Root Bridge è quello con il BID più piccolo

34 Spanning Tree Protocol IEEE 802.1D (1/5) Determinazione della Topologia Loop Free RP ROUTE BRIDGE!!!!! DP BID= DP DP DP DP DP BID= RP B DP? RP? DP B BID= TIE BREAK!!!! Lowest RBID Lowest PathCost Lowest Sender BID Lowest PortID DP? RP RP RP B DP DP? DP BID= BID= TIE BREAK!!!! Lowest RBID Lowest PathCost Lowest Sender BID Lowest PortID

35 Spanning Tree Protocol PVST+ Definisce una istanza di Spanning Tree per ogni VLAN; Root Bridge su base VLAN Consente di bilanciare il traffico all interno della rete attribuendo costi specifici a ciascuna VLAN all interno di un trunk 802.1Q

36 Spanning Tree Protocol PVST+ Cisco Enhancement 20 sec MAX AGE 15 Forward Delay 15 Forward Delay 50 Sec Blocking Listening Learning Forwarding PortFast UplinkFast BackBoneFast Appena il Link è UP Appena rilevato Link down 30 Sec Query-Resp BackboneFast Inferior BPDU Listening Learning UplinkFast Forwarding PortFast

37 Spanning Tree Protocol IEEE 802.1W RSTP (1/2) Tempi di convergenza ridotti; Meccanismo di sincronizzazione degli switch basato sullo scambio di Messaggi Proposal/Agreement Utilizzo delle BPDU come meccanismo di Keepalive tra switch adiacenti (BPDU generate localmente e non semplice forwarding di BPDU generate dal ROOT BRIDGE) I ruoli assegnati alle porte degli switch Root Port, Designated Port, Alternate Port, BackUP Port; Gli stati assegnati alle porte degli switch Disabled, Discarding, Learning, Forwarding;

38 Spanning Tree Protocol IEEE 802.1W RSTP (2/3) Proposal - Agreement ROUTE BRIDGE!!!!! BID= Proposal RP RP Agreement Proposal - Agreement BID= Agreement RP Proposal Agreement RP RP Proposal BID= Agreement RP Agreement Proposal RP? RP BID= ProposalBID= TIE BREAK!!!! Lowest RBID Lowest PathCost Lowest Sender BID Lowest PortID

39 Spanning Tree Protocol IEEE 802.1W RSTP (3/3) Discarding Learning Forwarding Transizione immediata delle designated port nello stato di Forwarding nel caso di Link di tipo Point-to-Point (full duplex) Notifica di cambiamento delle topologia dopo 3 hello delay time Rimozione immediata di tutte le informazioni contenute nella tabella di forwarding Link Type Point-to-point TC TC TC TC

40 Spanning Tree Protocol IEEE 802.1S MST (1/2) Consente di ridurre il numero di istanze Spanning Tree all interno della rete attraverso il raggruppamento di VLAN; Riduzione del carico CPU degli Switch; Compatibile con i protocolli 802.1D, PVST+ e RSTP; Suddivisione della rete in regioni fino a 16 istanze di MST in una regione; Meccanismi di convergenza basati su RSTP;

41 Spanning Tree Protocol IEEE 802.1S MST (2/2) A B VLAN 2 VLAN 3 VLAN 4 VLAN 5 VLAN 6 Istanza 1: VLAN 2,3,4 Route Bridge A Istanza 2: VLAN 5,6 Route Bridge B

42 Spanning Tree Protocol su rete Metro Ethernet Problematiche di scalabilità e gestione delle singole VLAN del dominio d utente e del relativo STP; E necessario un meccanismo di tunneling del STP del dominio utente ed una adeguata protezione della rete dell operatore; Metro Core Rete Operatore Metro Distribution Metro Access CPE Sito B CPE Sito A CPE Sito C

43 DVS Directed VLAN service Numero di VLAN per cliente Limitato Utilizzato prevalentemente per interconnettere Router D utente Possibilità di disattivazione dello STP Metro Core Rete Operatore Metro Distribution Metro Access 802.1Q 802.1Q 802.1Q CPE CPE CPE Sito B Sito A Sito C

44 TLV Trasparent VLAN Service Numero di VLAN per cliente indipendente dall operatore Utilizzato per interconnettere Router/Switch d utente) Utilizzo di STP (MST/RSTP) all interno della rete dell operatore Route Bridge Operatore Rete Operatore Route Bridge Operatore Metro Core Metro Distribution Q-in-Q Q-in-Q Q-in-Q 802.1Q 802.1Q 802.1Q CPE Sito B Route Bridge Rete d utente CPE Sito A CPE Sito C Metro Access

45 Interconnessione di reti MAN La limitazione a 4096 VLAN impone l utilizzo di meccanismi di trasporto alternativi (come l MPLS) per la realizzazione di servizi di connettività di L2 (ethernet) che si estendono tra reti metropolitane distinte; Sono oggi disponibili servizi di trasporto di L2 su reti MPLS sia in modalità punto-punto che multipunto (VPLS Virtual Private Lan Services); L architettura di rete è quindi costituita da una rete metropolitana realizzata con switch L2/L3 ed una dorsale di tipo MPLS sulla quale convergono tutti i servizi; PE Rete IP/MPLS Rete Metro #3 Rete Metro #1 Rete Metro #2

46 Argomenti Dominio di Broadcast di una rete Ethernet; Dominio di Collisione di una rete Ethernet; Le VLAN VirtualLAN; Il protocollo di Trunking 802.1Q; Il protocollo di tunneling Q-in-Q; I protocolli di Bridging STP,PSTP,RSTP,MST; EoMPLS point-to-point EoMPLS multipoint-to-multipoint (VPLS) QoS

47 Introduzione alla tecnica MPLS (1/3) Tecnica di forwarding basata sull utilizzo di LABEL; 20bit 3bit 1bit 8bit Label EXP S TTL 4byte Utilizzo del protocollo LDP(Label Distibution Protocol) Label Allocation - indipendent control Il label switch router assegna una label per ogni prefisso IGP presente all interno della propria tabella di routing; Label Distribution- unsolicited downstream il label switch router una volta assegnata la label la distribuisce a tutti Gli LSR con i quali ha stabilito una adiacenza via LDP; Label storage liberal retention mode tutte le label sono memorizzate all interno del label switch router. Solo La label ricevuta dal router downstream sarà utilizzata nelle tabelle di forwarding

48 Introduzione alla tecnica MPLS (2/3)

49 Introduzione alla tecnica MPLS (3/3) / / / / / / /24 SA: DA: / /32 SA: DA: LDP RIB /24 NH LIB /24 SA: DA: OSPF 24 NH NH local LFIB /24 24 NH

50 Ethernet over MPLS (1/2) - Point to Point Martini Draft - Creazione di un collegamento punto-punto tra i due PE di competenza per il trasporto di trame ethernet; Creazione di una sessione LDP tra i due PE che terminano il collegamento; Allocazione di una LABEL di identificazione del Collegamento (Virtual Channel) da parte di entrambi i PE e distribuzione via LDP; Associazione del VC con la VLAN della rete metro ethernet di competenza; Utilizzo di una doppia label per l inoltro delle trame tra le due reti Metro Ethernet;

51 Ethernet over MPLS (2/2) - Point to Point Martini Draft / / / / / / /24 VC Label:40 SA: DA: / /32 SA: DA: LDP SA: DA: OSPF RIB /32 NH LIB / NH NH local LFIB /32 VC Label:40 28 NH

52 Ethernet Wire Service EWS Point-to to-point 802.1Q Q-in-Q Rete IP/MPLS CPE Sito A Metro Core Rete MetroEthernet Metro Distribution Q-in-Q Q-in-Q 802.1Q 802.1Q CPE Sito B CPE Sito C Metro Access

53 Ethernet Relay Service ERS Point-to to-point 802.1Q Q-in-Q Rete IP/MPLS CPE Sito A Metro Core Rete MetroEthernet Metro Distribution Metro Access 802.1Q 802.1Q CPE CPE Sito C Sito B

54 Ethernet over MPLS (1/7) - Ethernet Multipoint Service - Creazione di istanze di switching virtuali (SVI) a livello di Provider Edge (PE); Creazione di collegamenti virtuali (PWI pseudo Wire Interface) tra le istanze di switching virtuali associate alla stessa VLAN attraverso BGP/LDP; Semplificazione del provisiong attraverso l utilizzo di server esterni; Meccanismi automatici di discovery delle SVI; Adozione di architetture di rete gerarchiche per la riduzione del numero di PWI ME-H-VPLS; EE-H-VPLS;

55 Ethernet over MPLS (2/7) - draft-ietf ietf-l2vpn-ldp ldp Q LDP label-mapping-message Rete IP/MPLS SVI LDP PWI PWI LDP PWI SVI SVI LDP CPE Sito A Metro Core Q-in-Q Rete MetroEthernet Metro Distribution Metro Access 802.1Q 802.1Q CPE CPE Sito C Sito B

56 Ethernet over MPLS (3/7) - Split Horizon - Le trame ricevute attraverso uno PWI non vengono inoltrate attraverso altri PWI; E il meccanismo di loop avoidance per architetture di rete FLAT VPLS; Non è previsto l inoltro di BPDU all interno della rete MPLS;

57 Ethernet over MPLS (4/7) - Flat VPLS -

58 Ethernet over MPLS (5/7) - Flat VPLS -

59 Ethernet over MPLS (6/7) - Flat VPLS -

60 Ethernet over MPLS (7/7) - Flat VPLS -

61 Ethernet over MPLS (1/4) - Hierachical VPLS (EE-H-VPLS) - E necessario ridurre il numero di sessioni LDP attraverso architetture di rete gerarchiche che limitano il numero di PE; Es: 100 PE, 10 SWI N LDP Session=[100x(100-1)/2]= PE, 100 SWI N LDP Session=[10x(10-1)/2]= 450 Non è economicamente conveniente estendere la rete MPLS fino al CE; Ethernet Edge Hierachical- Virtual Private Lan Service Rete di accesso metropolitana realizzata con Switch L2/L3; Estensione della rete metropolitana su rete MPLS;

62 Ethernet over MPLS (2/4) - Hierachical VPLS (EE-H-VPLS) -

63 Ethernet over MPLS (3/4) - Hierachical VPLS (EE-H-VPLS) - Le BPDU non vengono inoltrate dalla rete MPLS consentendo di separare i domini STP delle aree metropolitane incrementando la scalabilità della soluzione; E necessario il filtraggio del traffico nel collegamento inter-pe (solo BPDU); I collegamento tra i N-PE deve essere ridondato (es.etherchannel) per evitare che eventuali failure del collegamento possano compromettere la funzionalità della rete (LOOP);

64 Ethernet over MPLS (4/4) -Multipoint Hierachical VPLS (EE-H-VPLS) - In alternativa al filtraggio è possibile configurare la rete attraverso pseudo-n-pe (n-pe con identico indirizzo IP) risolvendo i problemi di loop via LDP;

65 Argomenti Dominio di Broadcast di una rete Ethernet; Dominio di Collisione di una rete Ethernet; Le VLAN VirtualLAN; Il protocollo di Trunking 802.1Q; Il protocollo di tunneling Q-in-Q; I protocolli di Bridging STP,PSTP,RSTP,MST; EoMPLS point-to-point EoMPLS multipoint-to-multipoint (VPLS) QoS

66 Quality of Service Necessaria per il trasporto di traffico multimediale (vode,video,dati) con qualità garantita e differenziata per applicazione/servizio; Parametri di QoS (Delay, Delay Variation, Frame Loss, Bandwidth) che caratterizzano il servizio di trasporto; Caratterizzazione del traffico (dipendente dal modello matematico); Banda media; Banda di picco; Lunghezza del Burst; Long range dependence; Controllo della QoS end-to-end flowbased (IntServ) vs Hop by Hop class based (DiffServ); Strumenti di controllo della QoS (Classification, Policing, Marking, Queuing, Congestion Management, Congestion Avoidance);

67 DiffServ - Better than Best Effort - E il modello implementato dalla maggior parte degli operatori/isp; Ciascun apparato di rete opera in modo indipendente decidendo in modo autonomo il trattamento delle classi di traffico; Non esistono meccanismi di allocazione dinamica delle risorse di rete; Attenta Progettazione ed implementazione di rete; MPLS DiffServAware Traffic Engineering;

68 DiffServ - DSCP Bits - TOS IP PRECEDENCE DSCP CLASS Selector DROP Precedence

69 DiffServ -PHB- Assured Forwarding Class; Expedite Forwarding Class (DSCP );

70 DiffServ - Metro Ethernet Q Q-in-Q Rete IP/MPLS EXP BIT! CPE Sito A Metro Core Rete MetroEthernet NO DSCP! COS Q-in-Q Q-in-Q 802.1Q 802.1Q CPE Sito B DSCP! CPE Sito C Metro Access

71 DiffServ (1/2) -PHB to CoS mapping- E necessario definire una mappatura tra le informazioni di QoS di L2 ed L3; CPE TOS IP PACKET 6B 6B 2B 2B 2B 2B 2B B 4B DA SA TPID TCI TPID TCI Length/Type Payload FCS VLAN OPERATORE VLAN CLIENTE 20bit 3bit 1bit 8bit Label EXP S TTL 4byte Rete IP/MPLS

72 DiffServ (2/2) -PHB to CoS mapping- Definizione classi di traffico e PHB Classi di Traffico PHB COS Real Time (voice e video) DSCP(decimale)=46 (binario)= EF 5 Control (Rounting/Signalling) DSCP (decinale)=63 (binario)= Critical Data 1 DSCP(decimale)=34 (binario)= AF41 4 Critical Data 2 DSCP(decimale)=26 (binario)= AF31 3 Critical Data 3 DSCP(decimale)= 18 (binario)= AF21 2 Best Effort DSCP(decimale)= 0 (binario)= BE 0

73 DiffServ -Strumenti di controllo della QoS- Classification definizione delle classi di traffico; Marking attribuzione di un DSCP a ciascuna classe di traffico; Policing verifica della conformità del traffico generato con lo SLA per ciascuna classe di traffico; Queuing/Congestion Management attribuzione delle code di uscita alle classi di traffico e gestione della congestione (FIFO, Priority Queuing, Weighted Round Robin, Class Based Weighted Fair Queuing, Low Latency Queuing); Congestion Avoidance prevenzione della congestione sulle code di uscita Weighted Random Early Detection;

74 DiffServ - Metro Ethernet Q Q-in-Q Rete IP/MPLS CPE Sito A Metro Core (Classification, Queuing) Rete MetroEthernet Metro Distribution (Classification, Queuing) Q-in-Q Q-in-Q 802.1Q 802.1Q CPE Sito B CPE Sito C Metro Access (Classification, Marking, Policing, queing)

75 DiffServ TE - Modello Funzionale - Control Plane DS-TE Forwarding Plane DS CPE PE P

76 DiffServ TE (1/2) - Estensione della rete Metro Ethernet - Utilizzo di un protocollo di routing dinamico che tenga conto dello stato dei singolo link (es.ospf, ISIS) Constrained Based Routing; Creazione di Tunnel tra PE per tipologia di traffico via RSVP-TE (assegnazione di una label dedicata al tunnel downstream ondemand ); Classificazione del traffico in FEC (Forwarding Equivalent Class); Instradamento delle FEC nei corrispondenti tunnel; Mantenimento dei tunnel e ridimensionamento in funzione dello stato della rete; Implementare la QOS sul piano di Forwarding; Associazione della VLAN della rete Metro Ethernet al tunnel;

77 DiffServ TE (2/2) - Estensione della rete Metro Ethernet - RSVP-PATH RSVP-RESRV / / / / / / /24 PBR SA: DA: / /32 SA: DA: SA: LDP DA: Tunnel Label:28 VC Label:40

78

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa Cosa è MPLS MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa L idea di base consiste nell associare a ciascun pacchetto un breve identificativo

Dettagli

Qualità di Servizio - Tutorial - Mauro Campanella INFN-GARR Mauro.Campanella@garr.it

Qualità di Servizio - Tutorial - Mauro Campanella INFN-GARR Mauro.Campanella@garr.it Qualità di Servizio - Tutorial - Mauro Campanella INFN-GARR Mauro.Campanella@garr.it Agenda - Introduzione alla Qualità di Servizio - Definizione quantitativa della QoS - Architetture di QoS - QoS : compiti

Dettagli

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi:

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Routing (instradamento) in Internet Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Stub AS: istituzione piccola Multihomed AS: grande istituzione (nessun ( transito Transit AS: provider

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

Imola Prontuario di configurazioni di base

Imola Prontuario di configurazioni di base Imola Prontuario di configurazioni di base vers. 1.3 1.0 24/01/2011 MDG: Primo rilascio 1.1. 31/01/2011 VLL: Fix su peso rotte 1.2 07/02/2011 VLL: snmp, radius, banner 1.3 20/04/2011 VLL: Autenticazione

Dettagli

Mai più offline. viprinet. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub

Mai più offline. viprinet. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub viprinet Mai più offline. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub Adatti per la connettività Internet e reti VPN Site-to-Site Bounding effettivo delle connessioni WAN (fino a sei) Design modulare

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

GLI ELEMENTI BASE PER LA CREAZIONE DI UNA RETE...

GLI ELEMENTI BASE PER LA CREAZIONE DI UNA RETE... GUIDA ALLE RETI INDICE 1 BENVENUTI... 4 2 GLI ELEMENTI BASE PER LA CREAZIONE DI UNA RETE... 5 2.1 COMPONENTI BASE DELLA RETE... 5 2.2 TOPOLOGIA ETHERNET... 6 2.2.1 Tabella riassuntiva... 7 2.3 CLIENT E

Dettagli

IL FUTURO DELLA RETE FISSA HA UN CUORE ANTICO

IL FUTURO DELLA RETE FISSA HA UN CUORE ANTICO 4 NETWORK IL FUTURO DELLA RETE FISSA HA UN CUORE ANTICO Giancarlo Lepidi, Roberto Giuseppe Opilio 5 La rete di Telecom Italia ha un cuore antico e il suo futuro, con la sua capacità di innovarsi e di rimanere

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

COME NON CADERE NELLA RETE. Guida alla progettazione di un cablaggio strutturato per le scuole secondarie superiori

COME NON CADERE NELLA RETE. Guida alla progettazione di un cablaggio strutturato per le scuole secondarie superiori COME NON CADERE NELLA RETE Guida alla progettazione di un cablaggio strutturato per le scuole secondarie superiori Come non cadere nella rete guida alla progettazione di un cablaggio strutturato per le

Dettagli

Introduzione alle VLAN Autore: Roberto Bandiera 21 gennaio 2015

Introduzione alle VLAN Autore: Roberto Bandiera 21 gennaio 2015 Introduzione alle VLAN Autore: Roberto Bandiera 21 gennaio 2015 Definizione Mentre una LAN è una rete locale costituita da un certo numero di pc connessi ad uno switch, una VLAN è una LAN VIRTUALE (Virtual

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

Access point wireless Cisco Small Business serie 500

Access point wireless Cisco Small Business serie 500 Scheda tecnica Access point wireless Cisco Small Business serie 500 Connettività Wireless-N, prestazioni elevate, implementazione semplice e affidabilità di livello aziendale Caratteristiche principali

Dettagli

Introduzione alle reti e all architettura TCP/IP

Introduzione alle reti e all architettura TCP/IP Introduzione alle reti e all architettura TCP/IP Indice dei contenuti: 1) Introduzione alle reti Topologia di Internet e topologie di rete I mezzi fisici Il software di rete: architetture a livelli Reti

Dettagli

CATALOGO CORSI. Information & Communication Technology. Innovazione e Formazione

CATALOGO CORSI. Information & Communication Technology. Innovazione e Formazione CATALOGO CORSI Information & Communication Technology 2012 Innovazione e Formazione INDICE PRESENTAZIONE Mission Scuola ICT.... 2 Guida alla consultazione del catalogo. 3 I CORSI NETWORKING Networking

Dettagli

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento Reti Di cosa parleremo? - Definizione di Rete e Concetti di Base - Tipologie di reti - Tecnologie Wireless - Internet e WWW - Connessioni casalinghe a Internet - Posta elettronica, FTP e Internet Browser

Dettagli

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 NB: alcune domande hanno risposta multipla: si richiede di identificare TUTTE le risposte corrette.

Dettagli

Elementi di rete che permettono lo scambio dei messaggi di segnalazione

Elementi di rete che permettono lo scambio dei messaggi di segnalazione SEGNALAZIONE Segnalazione e sistemi di segnalazione Segnalazione Messaggi tra elementi di una rete a commutazione di circuito (apparecchi di utente e centrali o fra le varie centrali) che permettono la

Dettagli

Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di

Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di Trapa L., IBN Editore, a cui si può fare riferimento per maggiori approfondimenti. Altri argomenti correlati

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Sicurezza delle reti wireless Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Concetti di base IEEE 802.11: famiglia di standard tra cui: 802.11a, b, g: physical e max data rate spec. 802.11e: QoS (traffic

Dettagli

Cisco SPA 122 ATA con router

Cisco SPA 122 ATA con router Data Sheet Cisco SPA 122 ATA con router Servizio VoIP (Voice over IP) conveniente e ricco di funzionalità Caratteristiche Qualità vocale e funzionalità telefoniche e fax associate al servizio VoIP (Voice

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

Considerazioni generali nella progettazione di una rete

Considerazioni generali nella progettazione di una rete Considerazioni generali nella progettazione di una rete La tecnologia che ormai costituisce lo standard per le reti LAN è l Ethernet per cui si sceglie di realizzare una LAN Ethernet 100BASE-TX (FastEhernet)

Dettagli

PROVE POWERLINE. Cablaggio di rete:

PROVE POWERLINE. Cablaggio di rete: Di Simone Zanardi Cablaggio di rete: offre la casa La tecnologia Powerline consente di sfruttare l impianto elettrico domestico per collegamenti Ethernet; un alternativa alla posa dei cavi Utp e alle soluzioni

Dettagli

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it)

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) In una rete TCP/IP, se un computer (A) deve inoltrare una richiesta ad un altro computer (B) attraverso la rete locale, lo dovrà

Dettagli

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof.

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof. Interfacce di Comunicazione Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica I semestre 03/04 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ 2 Trasmissione

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

TRASMISSIONE DATI SU RETE TELEFONICA. 1 Fondamenti Segnali e Trasmissione

TRASMISSIONE DATI SU RETE TELEFONICA. 1 Fondamenti Segnali e Trasmissione TRASMISSIONE DATI SU RETE TELEFONICA Fondamenti Segnali e Trasmissione Trasmissione dati su rete telefonica rete telefonica analogica ISP (Internet Service Provider) connesso alla WWW (World Wide Web)

Dettagli

Redatto da Product Manager info@e4company.com. Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com

Redatto da Product Manager info@e4company.com. Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com Redatto da Product Manager info@e4company.com Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com 2 SOMMARIO 1 INTRODUZIONE... 4 2 SOLUTION OVERVIEW... 5 3 SOLUTION ARCHITECTURE... 6 MICRO25... 6 MICRO50...

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA Allegato 1 al bando di gara SCUOLA TELECOMUNICAZIONI FF.AA. CHIAVARI REQUISITO TECNICO OPERATIVO MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA MASTER DI 2 LIVELLO 1. DIFESA

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Guida Utente TD-W8960N. Modem Router ADSL2+ Wireless N 300Mbps 1910010952 REV1.0.0

Guida Utente TD-W8960N. Modem Router ADSL2+ Wireless N 300Mbps 1910010952 REV1.0.0 Guida Utente TD-W8960N Modem Router ADSL2+ Wireless N 300Mbps 1910010952 REV1.0.0 TP-LINK TECHNOLOGIES CO., LTD COPYRIGHT & TRADEMARKS Le specifiche sono soggette a modifiche senza obbligo di preavviso.

Dettagli

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai Articolo Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai INDICE Introduzione 3 Dieci cose che il vostro fornitore

Dettagli

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory FILE SYSTEM : INTERFACCIA 8.1 Interfaccia del File System Concetto di File Metodi di Accesso Struttura delle Directory Montaggio del File System Condivisione di File Protezione 8.2 Concetto di File File

Dettagli

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Microsoft Innovation Center Roma Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Il MIC Roma Cos è Uno dei risultati dei protocolli di intesa tra il Ministero della Pubblica Amministrazione e l

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows Progettare network AirPort con Utility AirPort Mac OS X v10.5 + Windows 1 Indice Capitolo 1 3 Introduzione a AirPort 5 Configurare un dispositivo wireless Apple per l accesso a Internet tramite Utility

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

QUADRO INTRODUTTIVO ALLA GARA MULTIFORNITORE

QUADRO INTRODUTTIVO ALLA GARA MULTIFORNITORE Centro Nazionale per l informatica nella Pubblica Amministrazione Allegato 2a alla lettera d invito QUADRO INTRODUTTIVO ALLA GARA MULTIFORNITORE GARA A LICITAZIONE PRIVATA PER L APPALTO DEI SERVIZI DI

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

ALLEGATO 1. Prodotti/ Servizi presenti in Convenzione

ALLEGATO 1. Prodotti/ Servizi presenti in Convenzione ALLEGATO 1 Prodotti/ Servizi presenti in Convenzione SOMMARIO 1 PRODOTTI E SERVIZI PRESENTI IN CONVENZIONE...3 1.1 SERVIZI TEMPORANEI DI RETE E COPERTURE AD HOC...3 1.1.1 Servizi di copertura temporanei...

Dettagli

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Tobia Castaldi Alessandro Amirante Lorenzo Miniero Simon Pietro Romano Giorgio Ventre 02/10/2009 GARR 2009 "Network

Dettagli

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese.

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione Promelit ipecs MG. Descrizione del Sistema: L azienda di oggi deve saper anche essere estesa : non confinata in

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

Architettura SPC e porta di dominio per le PA

Architettura SPC e porta di dominio per le PA Libro bianco sulla SOA v.1.0 Allegato 2_1 Architettura SPC e porta di dominio per le PA vs 02 marzo 2008 Gruppo di Lavoro SOA del ClubTI di Milano Premessa L architettura SPC e la relativa porta di dominio

Dettagli

ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI

ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI GUIDA D INSTALLAZIONE E USO Contenuto della Confezione La confezione Alice Business Gate 2 plus Wi-Fi contiene il seguente

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

Comunicazioni video Avaya

Comunicazioni video Avaya Comunicazioni video Avaya Video ad alta definizione per singoli e gruppi a livello aziendale. Facile utilizzo. Ampiezza di banda ridotta. Scelta di endpoint e funzionalità. Le soluzioni video Avaya sfatano

Dettagli

Introduzione alle reti radiomobili. Meglio wireless o wired???

Introduzione alle reti radiomobili. Meglio wireless o wired??? GSM - GPRS Introduzione alle reti radiomobili Wireless Vs Wired L unica differenza sembra consistere nel mezzo trasmissivo radio, eppure: Le particolari caratteristiche del mezzo trasmissivo hanno un grosso

Dettagli

Man in the Middle Attacks: cos è, come ottenerlo, come prevenirlo, come sfruttarlo. Versione 1.0

Man in the Middle Attacks: cos è, come ottenerlo, come prevenirlo, come sfruttarlo. Versione 1.0 ITBH Technical White Paper Italian Black Hats Association - Associazione Italiana Black Hats Man in the Middle Attacks: cos è, come ottenerlo, come prevenirlo, come sfruttarlo. Versione 1.0 Marco Valleri

Dettagli

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei secondo il produttore di Storage Qsan Milano, 9 Febbraio 2012 -Active Solution & Systems, società attiva sul mercato dal 1993, e da sempre alla

Dettagli

COORDINAMENTO PER MATERIE SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA

COORDINAMENTO PER MATERIE SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA Pagina 1 di 5 COORDINAMENTO PER MATERIE SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA AREA DISCIPLINARE : Indirizzo Informatica e Telecomunicazioni, articolazione Informatica.

Dettagli

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Listino Gennaio 2001 pag. 1 Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Profilo aziendale Chi è il Gruppo Queen.it Pag. 2 Listino connettività Listino Connettività RTC Pag. 3 Listino Connettività

Dettagli

EPICENTRO. Software Manual

EPICENTRO. Software Manual EPICENTRO Software Manual Copyright 2013 ADB Broadband S.p.A. Tutti i diritti riservati. Questo documento contiene informazioni confidenziali e di proprietà di ADB. Nessuna parte di questo documento può

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

Dati GSM e GPRS: sistema e servizi

Dati GSM e GPRS: sistema e servizi Torino, novembre 2003 Reti e sistemi telematici - 2 Dati GSM e GPRS: sistema e servizi Gruppo Reti TLC giancarlo.pirani@telecomitalia.it http://www.telematica.polito.it/ GIANCARLO PIRANI TELECOM ITALIA

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Adattatore telefonico Cisco SPA 112 a due porte

Adattatore telefonico Cisco SPA 112 a due porte Data Sheet Adattatore telefonico Cisco SPA 112 a due porte VoIP (Voice over IP) conveniente e ricco di funzionalità Caratteristiche Qualità vocale e funzionalità telefoniche e fax associate al servizio

Dettagli

Routers and Routing process explanation through the Network Address Translation

Routers and Routing process explanation through the Network Address Translation Routers and Routing process explanation through the Network Address Translation 0x100 Router 0x110 Cos è? Quello che nel gergo informatico viene chiamato Router (o Switch Router) è un dispositivo di rete

Dettagli

Web Conferencing and Collaboration tool

Web Conferencing and Collaboration tool Web Conferencing and Collaboration tool La piattaforma Meetecho Piattaforma di Web Conferencing e Collaborazione on line in tempo reale Caratteristiche generali Soluzione client-server progettata per essere

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

Oscilloscopi serie WaveAce

Oscilloscopi serie WaveAce Oscilloscopi serie WaveAce 60 MHz 300 MHz Il collaudo facile, intelligente ed efficiente GLI STRUMENTI E LE FUNZIONI PER TUTTE LE TUE ESIGENZE DI COLLAUDO CARATTERISTICHE PRINCIPALI Banda analogica da

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY Interfaccia Full Ascii Con questa interfaccia è possibile inviare i dati al Server utilizzando solo caratteri Ascii rappresentabili e solo i valori che cambiano tra un sms e l altro, mantenendo la connessione

Dettagli

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete.

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete. Premessa. La traccia di questo anno integra richieste che possono essere ricondotte a due tipi di prove, informatica sistemi, senza lasciare spazio ad opzioni facoltative. Alcuni quesiti vanno oltre le

Dettagli

Voice Over IP NAT Traversal

Voice Over IP NAT Traversal Voice Over IP Traversal Giorgio Zoppi zoppi@cli.di.unipi.it Tecnologie di Convergenza su IP a.a.2005/2006 VoIP Traversal 1 57 Tecnologie di Convergenza su IP Che cosa è il (Network Address Translation?

Dettagli

ALLEGATO 6 CAPITOLATO TECNICO SERVIZI DI TELEFONIA MOBILE AI SENSI DELL ART. 26 LEGGE N. 488/1999 E DELL ART. 58 LEGGE N.

ALLEGATO 6 CAPITOLATO TECNICO SERVIZI DI TELEFONIA MOBILE AI SENSI DELL ART. 26 LEGGE N. 488/1999 E DELL ART. 58 LEGGE N. ALLEGATO 6 CAPITOLATO TECNICO SERVIZI DI TELEFONIA MOBILE AI SENSI DELL ART. 26 LEGGE N. 488/1999 E DELL ART. 58 LEGGE N. 388/2000 LOTTO 1 Allegato 6 Capitolato Tecnico Lotto 1 pag. 1 di 100 INDICE 1 PREMESSA...

Dettagli

Web Conferencing Open Source

Web Conferencing Open Source Web Conferencing Open Source A cura di Giuseppe Maugeri g.maugeri@bembughi.org 1 Cos è BigBlueButton? Sistema di Web Conferencing Open Source Basato su più di quattordici componenti Open-Source. Fornisce

Dettagli

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive 1 MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive Cos è un servizio di e-learning SaaS, multimediale, interattivo

Dettagli

Appunti di Antonio Bernardo

Appunti di Antonio Bernardo Internet Appunti di Antonio Bernardo Cos è Internet Internet può essere vista come una rete logica di enorme complessità, appoggiata a strutture fisiche e collegamenti di vario tipo (fibre ottiche, cavi

Dettagli

PAOLO CAMAGNI RICCARDO NIKOLASSY. I linguaggi. Web. del. HTML, CSS, JavaScript, VBScript, ASP, PHP

PAOLO CAMAGNI RICCARDO NIKOLASSY. I linguaggi. Web. del. HTML, CSS, JavaScript, VBScript, ASP, PHP PAOLO CAMAGNI RICCARDO NIKOLASSY I linguaggi del Web HTML, CSS, JavaScript, VBScript, ASP, PHP Paolo Camagni Riccardo Nikolassy I linguaggi del Web HTML, CSS, JavaScript, VBScript, ASP, PHP EDITORE ULRICO

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

Il Data Center è al centro di ogni strategia IT. È una strategia complessa, decisa da esigenze di spazio fisico, dati, limiti delle reti,

Il Data Center è al centro di ogni strategia IT. È una strategia complessa, decisa da esigenze di spazio fisico, dati, limiti delle reti, Data Center ELMEC Il Data Center è al centro di ogni strategia IT. È una strategia complessa, decisa da esigenze di spazio fisico, dati, limiti delle reti, alimentazione e condizionamento. Con il nuovo

Dettagli

DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intel igente per control are i punti vendita: sorveglianza IP

DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intel igente per control are i punti vendita: sorveglianza IP DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intelligente per controllare i punti vendita: sorveglianza IP Guida descrittiva dei vantaggi dei sistemi di gestione e di sorveglianza IP per i responsabili dei punti vendita

Dettagli

Introduzione alle applicazioni di rete

Introduzione alle applicazioni di rete Introduzione alle applicazioni di rete Definizioni base Modelli client-server e peer-to-peer Socket API Scelta del tipo di servizio Indirizzamento dei processi Identificazione di un servizio Concorrenza

Dettagli

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Sommario Premessa Definizione di VPN Rete Privata Virtuale VPN nel progetto Sa.Sol Desk Configurazione Esempi guidati Scenari futuri Premessa Tante Associazioni

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione L Impresa Estesa come motore dell Innovazione VOIP e RFID Andrea Costa Responsabile Marketing Clienti Enterprise 0 1. Innovazione: un circolo virtuoso per l Impresa Profondità e latitudine (l azienda approfondisce

Dettagli

Determinare la grandezza della sottorete

Determinare la grandezza della sottorete Determinare la grandezza della sottorete Ogni rete IP possiede due indirizzi non assegnabili direttamente agli host l indirizzo della rete a cui appartiene e l'indirizzo di broadcast. Quando si creano

Dettagli

Modulo 11. Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice

Modulo 11. Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice Pagina 1 di 14 Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice servizi del livello trasporto multiplexing/demultiplexing trasporto senza connesione: UDP principi del trasferimento dati affidabile trasporto

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Esperti nella gestione dei sistemi informativi e tecnologie informatiche Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Docente: Email: Sito: Eduard Roccatello eduard@roccatello.it http://www.roccatello.it/teaching/gsi/

Dettagli