Offerta formativa 2006/2007 Informatica TP 1 e 2 semestre

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Offerta formativa 2006/2007 Informatica TP 1 e 2 semestre"

Transcript

1 Offerta formativa 2006/2007 Informatica TP 1 e 2 semestre Modulo M01008 Matematica di base e discreta M01002 Analisi e algebra lineare 1 M01003 Fisica e Matematica numerica 1 M01004 Fisica e matematica numerica 2 M02003 Fondamenti di informatica 1 Corso (C) /Esercitazione (E) Unità didattiche settimanali Semestre 1 2 C Matematica di base 6 C Matematica discreta 4 E Esercitazioni di matematica di base 2 C Analisi 1 4 C Algebra lineare 1 6 E Esercitazioni di matematica 2 C Fisica 1 3 C Matematica numerica 1 2 E Esercitazioni di fisica 1 E Esercitazioni di matematica numerica 2 C Fisica 2 3 C Matematica numerica 2 2 E Esercitazioni di fisica 1 E Esercitazioni di matematica numerica 2 C Fondamenti di Informatica 1 4 E Esercitazioni di informatica 2 ECT S M02004 C Fondamenti di informatica Fondamenti di informatica 2 E Esercitazioni di informatica 2 M02005 C Basi di dati Basi di dati M03006 C Architettura dei calcolatori Architettura dei calcolatori E Esercitazioni di architettura dei calcolatori 1 1 M05007 Inglese B2 M05101 Comunicazione 1 C Inglese C Comunicazione Dipartimento Tecnologie Innovative, Offerta formativa 2006/2007, Informatica TP, v 1.0,

2 Offerta formativa 2006/2007 Informatica TP 3 e 4 semestre Modulo M01005 Analisi e algebra lineare 2 M01006 Metodi matematici per l ingegnere Corso (C) /Esercitazione (E) Unità didattiche settimanali Semestre 3 4 C Analisi 2 2 C Algebra lineare 2 2 E Esercitazioni di matematica 2 C Analisi dei segnali 2 C Probablità e statistica 2 C Dinamica e stabilità 2 E Esercitazioni di analisi dei segnali 2 M01007 C Fisica e modellistica 2 2 Fisica e modellistica L Laboratorio di fisica e misure 2 2 ECTS M04007 Elettronica M06001 Telematica C Elettronica 4 L Laboratorio di elettronica 2 C Telematica 4 L Laboratorio di telematica M03007 Programmazione microcontrollori M02006 Algoritmi e strutture dati M02007 Sviluppo software C Programmazione microcontrollori 2 E Laboratorio di programmazione microcontrollori 2 C Algoritmi e strutture dati 4 E Esercitazioni di informatica 2 C Programmazione e linguaggi 2 C Programmazione orientata agli oggetti 2 C Progettazione del software 2 E Esercitazioni di informatica 1 2 M02008 C Programmazione a eventi e concorrente 4 Programmazione a eventi e concorrente E Esercitazioni di informatica 2 M02009 Sistemi e ambienti M05008 o M05009 o M05010 Lingue M05102 Comunicazione 2 C Sistemi di gestione di dati 2 C Ambienti operativi 2 E Esercitazioni di informatica 1 C Tedesco o Inglese C Comunicazione

3 Offerta formativa 2006/2007 Informatica TP 5 e 6 semestre Modulo Corso (C) /Esercitazione (E) / Laboratorio (L) / Progetto (P) Unità didattiche settimanali * 1, * 2 ECTS Semestre 5 6 M08001 C Programmazione orientata agli oggetti 4 Programmazione orientata agli oggetti E Esercitazioni di informatica 2 M02010 C Sistemi operativi 4 Sistemi operativi E Esercitazioni di informatica 2 M02011 C Ingegneria del software 2 2 Ingegneria del software E Esercitazioni di informatica 2 2 M07001 Economia aziendale M00001 Progetto semestrale M08002 Algoritmi e ottimizzazione M02012 Grafica computerizzata C Scienze aziendali 2 2 E Esercitazioni di scienze aziendali 2 2 P Progetto semestrale 6 6 C Algoritmi 4 C Ottimizzazione 2 E Esercitazioni 4 C Grafica computerizzata 4 C Colorimetria 1 E Esercitazioni di grafica computerizzata 3 M02013 o M06004 o M03008 o M04013 o M08003 C Approfondimenti in opzione 1 8 Approfondimento in opzione 1 L Laboratorio M02014 o M06007 o M03009 o M04014 o M09028 C Approfondiment1 in opzione 2 8 Approfondimento in opzione 2 L Laboratorio 4 7 M00002 Progetto di diploma P Progetto di diploma 14 * 1 Durante il sesto semestre i corsi si svolgono durante 10 settimane * 2 Il progetto di diploma ha una durata di 8 settiman 3

4 Approfondimenti in opzione Informatica Gli approfondimenti in opzione Gli approfondimenti in opzione offrono agli studenti la possibilità di profilare la propria formazione senza però mirare a una specializzazione. L approfondimento può facilitare l accesso al mondo professionale e/o a una successiva formazione nel campo, ma non pregiudica l accesso a un altro campo professionale. Prima di iniziare il quinto semestre lo studente indica quale approfondimento intende seguire operando una prima e una seconda scelta fra le opzioni previste dal piano degli studi I moduli relativi alle opzioni vengono organizzati solo se il numero di interessati raggiunge un valore minimo deciso di caso in caso dalla direzione. Anche il superamento di un numero massimo di interessati risultante dalle risorse disponibili può essere oggetto d intervento da parte della direzione. Gli approfondimenti previsti per il corso di laurea in informatica sono: - Architetture e sistemi software di rete (moduli M02013 e M02014) - Embedded Systems (moduli M03008 e M03009) - Tecnologie della comunicazione per informatici (moduli M06004 e M06007) - Meccatronica (moduli M04013 e M04014) - Produzione e logistica (moduli M08003 e M09028) Architetture e sistemi software di rete Introduzione L approfondimento affronta problemi inerenti alle tecnologie per realizzare software applicativo in rete. Le architetture e le tecnologie necessarie richiedono di operare in ambienti eterogenei, distribuiti, sicuri e basati su infrastrutture ICT complesse e su sistemi di data management evoluti. La problematica dello sviluppo e dell uso di applicazioni è affrontata quindi a molteplici livelli: dall accesso sicuro e l autorizzazione all uso di servizi applicativi in rete, alla progettazione della loro interfaccia grafica, fino alla progettazione ed all integrazione di sistemi di gestione di dati avanzati a cui le applicazioni accedono, ed in fine all infrastruttura tecnologica che ne supporta il funzionamento in contesti sofisticati che richiedono alta disponibilità e scalabilità. Obiettivi generali - Conoscere le modalità di accesso sicuro ai sistemi e ai servizi in rete - Imparare a progettare sistemi software di rete - Imparare a progettare l interfaccia grafica e a definire l interazione fra l'utente e computer - Imparare a progettare e a usare sistemi di basi di dati ad oggetti e object-relational in configurazioni complesse (distribuite, parallele, replicate) - Studiare le tecnologie per lo sviluppo di applicazioni webbased e distribuite Progetto di diploma Le conoscenze acquisite permettono di svolgere progetti di diploma in cui bisogna sviluppare sistemi software con architetture anche complesse e distribuite su reti di computer. Durante questa attività vengono impiegati strumenti di sviluppo di diverso tipo, dagli ambienti Java di vari fornitori e Open source fino agli ambienti.net di Microsoft. In particolare viene curata la progettazione del software. Sbocchi professionali L ingegneria del software è la più classica delle competenze richieste oggi ad un informatico. La complessità sempre maggiore degli ambienti operativi (sistemi, protocolli, reti, problemi di sicurezza, ecc.) rende l esercizio dell ingegnere del software sempre più articolato e complesso. Molte possibilità di lavoro si aprono nel campo dei sistemi sicuri e dello sviluppo di applicazioni distribuite. L apertura ad un mercato del lavoro a livello almeno europeo è necessaria 4

5 Embedded Systems Introduzione L approfondimento affronta problemi dove lo sviluppo di software richiede una conoscenza approfondita delle componenti hardware è indispensabile. I sistemi embedded sono sistemi che comprendono una CPU (processore) e le periferiche necessarie a svolgere un compito specifico. L utente di un embedded system non ha la percezione di dialogare con un calcolatore: la CPU è nascosta e l interfaccia uomo-macchina è tagliata su misura dell applicazione e della categoria di utenti. I sistemi embedded sono diffusissimi nelle telecomunicazioni (telefoni digitali, GSM, UMTS...), nella telematica (router, switch...), nella biomedicina, nella strumentazione (spectrum-analyzer...), nell'intrattenimento (giochi elettronici, walkman, lettori MP3...), nell'automotive (centraline delle automobili...), nell'informatica tascabile (palmari, agende...) e in molti altri campi. Si percepisce la misura della diffusione dei sistemi embedded quando si considera che nel 2000 il 98% degli 8 miliardi di processori venduti è diventato il cuore di un embedded system, mentre solo il 2% è stato usato per costruire computer (server o desktop). Obiettivi generali - Acquisire le basi necessarie per capire, progettare, realizzare e mantenere aggiornato un embedded system sia per quanto riguarda l hardware che il software. - Studiare i componenti che concorrono alla realizzazione di un sistema integrato. - Acquisire dimestichezza con l approccio di sistema misto hard- e software per la risoluzione di problemi posti da aree disciplinari molto varie. Progetto di diploma Le conoscenze acquisite permettono di svolgere progetti di diploma in cui bisogna sviluppare sistemi embedded. Esempi di progetti svolti: - Prototipo di sensore con ZigBee e TinyOS - Realizzazione di protocolli ed applicazioni di comunicazione Ethernet e CAN per H8S. - Realizzazione di schede a microprocessore che possono essere considerate dei sistemi embedded (mini web-server, centraline di comando per pannelli solari...) Sbocchi professionali Il campo degli embedded system è senz'altro uno dei più dinamici nel panorama industriale locale e internazionale. L esperto in sistemi embedded è la persona chiave per tutte le discipline applicative che cercano soluzioni integrate con equilibrio e interazione fra Hardware e Software. Capacità di ragionare a livello di sistema, con apertura multidisciplinare e perizia operativa nel proprio settore rendono il diplomato una figura indispensabile quando il sistema embedded non è più banale. Possibilità di impiego ove approfondire professionalmente ed applicare le conoscenze acquisite sui microprocessori e sui sistemi SoPC (System-on-Programmable-Chip) si trovano in: meccatronica, bioelettronica, avionica e tecnologie spaziali, telecomunicazioni, fisica, chimica, medicina, monitoraggio ambientale, strumentazione, ecc. Tecnologie della comunicazione per informatici Introduzione L approfondimento affronta problemi inerenti alle tecnologie hardware e software necessarie per realizzare il trasporto di informazione efficiente e sicuro. Oggi la tecnologia ci permette forme sempre più avanzate di comunicazione e ci stiamo muovendo verso la realizzazione di un mondo dove sia possibile e necessario comunicare per chiunque, ovunque si trovi e in qualsiasi momento. Telecomunicazione significa radio frequenze, modulatori e demodulatori, protocolli di trasmissione, ottimizzazione del segnale e dell'interfaccia radio (design antenne), ottimizzazione della copertura data dal sistema (reti radiocellulari GSM UMTS), problemi di interferenza fra sistemi adiacenti (WLAN, Bluetooth), generazione di radiazioni non ionizzanti (elettrosmog) e altro ancora. Tutti questi campi di elevata attualità vengono trattati teoricamente ma anche e soprattutto attraverso dei progetti mirati in laboratorio nei quali lo studente potrà simulare, progettare integralmente, realizzare misurare/collaudare i vari dispositivi. Obiettivi generali Conoscere i principi che stanno alla base della trasmissione di segnali analogici e digitali, i metodi di modulazione classici, le fibre ottiche. Particolare accento viene posto sui protocolli base e su quelli necessari per il funzionamentodi reti radiomobili e più in generale reti wireless, ad hoc e sensoriali. Vengono trattati anche i fondamenti della sicurezza in sistemi cablati e wireless. Progetti di diploma Durante lo svolgimento gli studenti lavorano a stretto contatto con iricercatori collaborando spesso in progetti industriali nazionali e internazionali. Esempi di progetti svolti: - Sistema di monitoraggio dei parametri per ottimizzare una soluzione di always-on Sbocchi professionali Il campo delle telecomunicazioni è oggi in forte espansione. Oggi la quasi totalità dei prodotti sul mercato necessitan di sistemi di telecomunicazione facendo spesso riferimento a moduli ottimizzati wireless. Le competenze acquisite in questo approfondimento permettono quindi un rapido inserimento in aziende che operano in questo campo o più in generale in quello dell informatica tecnica 5

6 Meccatronica Introduzione La meccatronica è una disciplina che integra conoscenze di meccanica, elettronica e informatica con tecniche di controllo. Obiettivi generali - Comprendere le potenzialità offerte dalle soluzione meccatroniche che usano approcci interdisciplinari e che permettono sia miglioramenti funzionali e/o riduzione dei costi di produzione - Conoscere la metodologia di progetto di sistemi meccatronici - Imparare a risolvere problemi meccatronici tramite l uso di sensori, attuatori, algoritmi di controllo soluzioni informatiche e elettroniche Progetto di diploma Le conoscenze acquisite permettono di svolgere progetti di diploma in campi inerenti alla meccatronica. Esempi di temi svolti: - Equilibratura automatica di una mola (due studenti di informatica) - Controllo di una piccola centrale idroelettrica (due studenti di elettronica). Produzione e logistica Introduzione L approfondimento affronta problemi inerenti all organizzazione e all ottimizzazione dei processi produttivi. L opzione offre la possibilità di completare la preparazione tecnico-scientifica con approfondimenti specifici in ambito economico organizzativo, allo scopo di acquisire una formazione intersettoriale che fornisca capacità di gestione e di visione sistemica dei processi aziendali. Obiettivi generali - Imparare ad analizzare sistemi e processi economicoproduttivi complessi utilizzando un approccio interdisciplinare - Conoscere il potenziale impatto innovativo delle tecnologie acquisite durante il ciclo di studio. - Imparare a progettare e prendere decisioni in ambienti in cui le problematiche economiche, gestionali ed organizzative interagiscono con quelle tecnologiche. Progetto d idiploma Esempio - Analisi e gestione dei flussi delle informazioni e dei beni Sbocchi professionali Il campo della meccatronica è tipico dell industria locale. Infatti oggi molti prodotti sono sviluppati con il contributo di diverse discipline (dal connettore alle macchine per l elettroerosione, all ascensore, al motorino elettrico, al sistema di comunicazione per autoveicoli, alla batteria,...) 6

7 M Progetto semestrale - Responsabile del modulo: Responsabile di unità - Semestre: Quinto - Crediti ECTS: 6 Corso No. Lezioni Progetto Lavoro autonomo Progetto semestrale C TOTALE Imparare ad affrontare e risolvere problemi di competenza dell'ingegnere nell ambito di un progetto strutturato - Applicare le conoscenze professionali e le tecniche di progettazione - Esercitare le tecniche di documentazione e di presentazione Prerequisiti per l iscrizione - Aver acquisito un numero minimo di 90 crediti nei moduli riconosciuti per il corso di laurea (Criterio e Peso) Svolgimento fasi di progetto Comprensione dei compiti, pianificazione 1 Analisi dei requisiti e definizione delle specifiche (funzioni, prestazioni, vincoli) 1 Design, definizione modalità realizzative 2 Realizzazione 2 Integrazione, test e validazione 2 Metodo di lavoro Creatività, iniziativa, autonomia esecutiva 1 Ricerca, analisi, valutazione e scelta solutioni 1 Sistematicità, ordine 1 Comunicazione nel gruppo / con i relatori 1 Risultati Coincidenza prodotto con il quaderno dei compiti 2 Presentazione orale Struttura, chiarezza, essenzialità 2 Documentazione scritta Struttura del documento 1 Completezza e esattezza del contenuto 1 Espressione e stile 1 Riassunto (abstract) 1 Progetto semestrale C Attività pratica di progettazione, sviluppo, documentazione e presentazione 7

8 M Progetto di diploma - Responsabile del modulo: Responsabile di unità - Semestre: Sesto - Crediti ECTS: 14 Corso No. Progetto Esercitazioni Lavoro autonomo Progetto di diploma C TOTALE Esercitare lo sviluppo e la realizzazione di un progetto di competenza dell ingegnere. - Esercitare le attività di documentazione e di esposizione inerenti a un progetto. Osservazioni - L accento principale viene posto sul metodo con cui si affronta un progetto nelle sue fasi caratteristiche. - I temi affrontati fanno riferimento in generale alle opzioni scelte Prerequisiti per la formazione Aver acquisito un numero minimo di 140 crediti nei moduli validi per i corsi di laurea (Criterio/Peso) Svolgimento fasi di progetto Comprensione dei compiti, pianificazione 1 Analisi prerequisiti, definizione delle funzioni, delle prestazioni e dei vincoli 1 Design, definizione modalità realizzative 2 Realizzazione 2 Integrazione, test e validazione 2 Metodo di lavoro Creatività, iniziativa, autonomia esecutiva 1 Ricerca, analisi, valutazione e scelta soluzioni 1 Sistematicità, ordine 1 Comunicazione nel gruppo / con i relatori 1 Risultati Coincidenza prodotto con il quaderno dei compiti 2 Presentazione orale Struttura, chiarezza, essenzialità 1 Documentazione scritta 1 Struttura del documento 1 Completezza e esattezza del contenuto 1 Espressione e stile 1 Riassunto (abstract) 1 Progetto di diploma C Contenuti dei corsi - Attività pratica di progettazione assistita 8

9 M Analisi e algebra lineare 1 - Responsabile del modulo: Andrea Graf - Semestre: Secondo - Crediti ECTS: 9 Analisi 1 C Algebra lineare 1 C TOTALE Trattare in modo approfondito i temi fondamentali del calcolo infinitesimale e le sue applicazioni - Sviluppare la capacitä di affrontare problemi complessi tramite l analisi matematica - Acquisire solide basi del calcolo matriciale e comprendere le possibili applicazioni dell algebra lineare - Affinare l approccio algebrico a problemi geometrici e sviluppare la visione spaziale Prerequisiti per l iscrizione Corso di laurea in Elettronica Frequenza in parallelo o prima del modulo - Matematica di base (M01001) Corso di laurea in Informatica Frequenza in parallelo o prima del modulo - Matematica di base e discreta (M01008) Corso di laurea Tecnologie delle macchine Frequenza in parallelo o prima del modulo - Matematica di base e numerica (M01013) o Matematica di base (M01001) - Due test scritti in Analisi - Due test scritti in Algebra lineare - Esame scritto e orale Analisi 1 C Limiti di funzioni - Calcolo differenziale e applicazioni - Calcolo integrale - Sviluppo di Taylor Algebra lineare 1 C Approfondimenti di trigonometria - Prodotto vettoriale e misto - Geometria analitica - Matrici - Applicazioni lineari e trasformazioni geometriche - Determinanti - Pseudoinversa e metodo dei minimi quadrati. 9

10 M Fisica e matematica numerica 1 - Responsabile del modulo: Andrea Graf - Semestre: Primo - Crediti ECTS: 6 Fisica 1 C Matematica numerica 1 C TOTALE Conoscere i fenomeni fisici fondamentali e le loro applicazioni tecniche più importanti - Comprendere i metodi di descrizione matematica della realtà - Approfondire il metodo sperimentale esercitando l osservazione, la misura, la descrizione matematica e la simulazione di fenomeni fisici - Apprendere i fondamenti delle moderne tecniche di calcolo numerico che permettono di modellare processi e di verificare l evoluzione temporale di fenomeni fisici Prerequisiti per la formazione Conoscenze corrispondenti ai requisiti di sufficienza previsti dalla maturità professionale tecnica in - Fisica - Matematica Corso di laurea in Informatica Frequenza in parallelo (o prima) del modulo - Fondamenti di informatica 1 (M02003) Corso di laurea in Elettronica Frequenza in parallelo (o prima) del modulo - Programmazione strutturata (M02001) - Tre test scritti in Fisica - Due test scritti in Matematica numerica Fisica 1 C Contenuti dei corsi - Proprietà termiche della materia - Leggi dei gas - Calorimetria - Conduzione e irraggiamento - Passaggi di stato - Cinematica - Principi della dinamica Matematica numerica 1 C Contenuti dei corsi - Rappresentazioni dei numeri interi e reali nei calcolatori - Operazioni aritmetiche - Metodi di soluzione delle equazioni non lineari. 10

11 M Fisica e matematica numerica 2 - Responsabile del modulo: Andrea Graf - Semestre: Secondo - Crediti ECTS: 6 Fisica 2 C Matematica numerica 2 C TOTALE Conoscere i fenomeni fisici fondamentali e le loro applicazioni tecniche più importanti - Comprendere i metodi di descrizione matematica della realtà - Approfondire il metodo sperimentale esercitando l osservazione, la misura, la descrizione matematica e la simulazione di fenomeni fisici - Apprendere i fondamenti delle moderne tecniche di calcolo numerico che permettono di modellare processi e di verificare l evoluzione temporale di fenomeni fisici Prerequisiti per l iscrizione Frequenza in parallelo o prima del modulo - Fisica e Matematica numerica 1 (M01003). - Due test scritti in Fisica - Un test scritto in Matematica numerica - Valutazione delle esercitazioni - Esame scritto e eventualmente orale Fisica 2 C Moti a più dimensioni - Gravitazione ed elettrostatica - Lavoro ed energia - Quantità di moto Matematica numerica 2 C Metodi di risoluzione dei sistemi lineari - Metodi di interpolazione - Metodi di integrazione. 11

12 M Analisi e algebra lineare 2 - Responsabile del modulo: Andrea Graf - Semestre: terzo - Crediti ECTS: 5 Analisi 2 C Algebra lineare 2 C TOTALE Trattare in modo approfondito i temi fondamentali del calcolo infinitesimale e le sue applicazioni - Sviluppare la capacitä di affrontare problemi complessi tramite l analisi matematica - Acquisire solide basi del calcolo matriciale e comprendere le possibili applicazioni dell algebra lineare - Affinare l approccio algebrico a problemi geometrici e sviluppare la visione spaziale Prerequisiti per l iscrizione Valutazione superiore o uguale FX nel modulo - Analisi e algebra lineare 1 (M01002). - Un test scritto in Analisi - Un test scritto in Algebra lineare - Esame scritto Analisi 2 C Applicazioni del calcolo integrale - Equazioni differenziali - Funzioni a più variabili Algebra lineare 2 C Autovalori e autovettori - Applicazioni degli autovalori - Norme matriciali - Coordinate omogenee. 12

13 M Metodi matematici per l ingegnere - Responsabile del modulo: Andrea Graf - Semestre: terzo e quarto - Crediti ECTS: 6 Corso No. Lezioni 3 sem 4 sem Esercitazioni 3 sem 4 sem Lavoro autonomo Analisi dei segnali C Probabilità e statistica C Dinamica e stabilità C TOTALE Apprendere metodi matematici che trovano forte applicazione in determinati rami della tecnica - Studiare i fondamenti di probabilità e statistica necessari per comprendere alcune loro applicazioni nella tecnica - Studiare le trasformate integrali applicandole alla teoria dei segnali - Saper modellare, analizzare e comprendere il comportamento di sistemi dinamici Prerequisiti per l iscrizione Valutazione superiore o uguale FX nel modulo - Analisi e algebra lineare 1 (M01002). Frequenza in parallelo o prima dei moduli - Analisi e algebra lineare 2 (M01005). - Un test scritto in Analisi dei segnali - Un test scritto in Probabilità e statistica - Un test scritto in Dinamica e stabilità - Esame scritto Analisi dei segnali C Contenuti dei corsi - Serie di Fourier - Trasformate integrali - Trasformate discrete - Applicazioni delle trasformate all analisi dei segnali Probabilità e statistica C Contenuti dei corsi - Ripetizione teoria insiemi e calcolo combinatorio - Eventi, spazio campionario, probabilità - Probabilità condizionata - Statistica descrittiva: indici di posizione e misure di dispersione - Correlazione - Distribuzioni di probabilità - Applicazioni pratiche. Dinamica e stabilità C Contenuti dei corsi - Sistemi dinamici, stato, linearità e tempo-invarianza, rappresentazioni varie: equazioni differenziali, rappresentazioni di stato, funzioni di trasferimento, soluzioni nel tempo, modi, poli - Equilibrio e traiettoria - Stabilità, stabilità asintotica, instabilità - Controllo ad anello aperto, controllo ad anello chiuso - Controllori polinomiali - Sistemi non lineari, approssimazioni lineari, nonlinearità inverse - Sistemi discreti nel tempo e relative rappresentazioni 13

14 M Fisica e modellistica - Responsabile del modulo: Andrea Graf - Semestre: Terzo, Quarto - Crediti ECTS: 6 Corso No. Lezioni 3 sem 4 sem Esercitazioni 3 sem 4 sem Lavoro autonomo Fisica e modellistica C TOTALE Conoscere i fenomeni fisici fondamentali e le loro applicazioni tecniche più importanti - Comprendere i metodi di descrizione matematica della realtà - Approfondire il metodo sperimentale esercitando l osservazione, la misura, la descrizione matematica e la simulazione di fenomeni fisici - Imparare a eseguire misure, acquisire e elaborare dati, valutare gli errori di misura e determinarne l'influenza sui risultati - Esercitare le tecniche di presentazione scritta e orale dell attività svolta e dei risultati raggiunti durante un esercitazione di laboratorio - Prerequisiti per la formazione Valutazioni superiore o uguale FX nei moduli - Fisica e matematica numerica 2 (M01004) - Analisi e algebra lineare 1 (M01002) - Almeno due test scritti - Valutazione delle esercitazioni di laboratorio - Esame scritto e eventualmente orale Fisica e modellistica C Contenuti dei corsi - Complementi di elettrostatica - Fenomeni magnetici - Ottica geometrica - Teoria delle onde: interferenza e diffrazione - Polarizzazione Esercitazioni di laboratorio: - Esperimenti nei campi della o Termica o Meccanica o Elettricità o Ottica e onde di laboratorio 14

15 M Matematica di base e discreta - Responsabile del modulo: Andrea Graf - Semestre: Primo - Crediti ECTS: 9 Matematica di base C Matematica discreta C TOTALE Conoscere gli strumenti e i concetti fondamentali della matematica del continuo e del discreto - Sviluppare le capacità d astrazione e d analisi - Esercitare la capacità d esposizione scritta ed orale di concetti matematici - Sviluppare dimestichezza nell affrontare problemi legati al calcolo matematico Prerequisiti per la formazione Conoscenze corrispondenti ai requisiti di sufficienza in matematica previsti per la maturità professionale tecnica - Tre test scritti in Mmatematica di base - Due test in Matematica discreta Matematica di base C Contenuti dei corsi - Proprietà dei numeri reali - Funzioni reali - Richiami di trigonometria - Calcolo con i numeri complessi - Successioni e serie - Curve piane - Calcolo vettoriale Matematica discreta C Contenuti dei corsi - Calcolo combinatorio - Teoria dei grafi e algoritmi - Aritmetica delle congruenze - Crittografia - Teoria dei codici. 15

16 M Fondamenti di informatica 1 - Responsabile del modulo: Renato Pamini - Semestre: Primo - Crediti ECTS: 6 Fondamenti di informatica 1 C TOTALE Conoscere l evoluzione storica dell informatica e delle sue tecnologie - Analizzare un problema e tradurlo in un programma informatico - Conoscere e esercitare l uso di un linguaggio di programmazione moderno Prerequisiti per l iscrizione nessuno - Due test scritti - Valutazione delle esercitazioni svolte Fondamenti di informatica 1 C Cenni storici dello sviluppo dell informatica - Funzioni delle componenti di un elaboratore - Evoluzione dei sistemi operativi e programmi applicativi fondamentali - Metodi d analisi di problemi e progettazione delle soluzioni - Il linguaggio ADA: tipi di dati, costanti e variabili, istruzioni, operatori - Codifica di algoritmi 16

17 M Fondamenti di informatica 2 - Responsabile del modulo: Renato Pamini - Semestre: Secondo - Crediti ECTS: 6 Fondamenti di informatica 2 C TOTALE Sviluppare programmi in diversi ambienti operativi - Conoscere e capire i metodi della programmazione strutturata e modulare - Conoscere le tecniche di test usati durante lo sviluppo - Applicare le tecniche apprese a problemi di complessità crescente Prerequisiti per l iscrizione Frequenza in parallelo o prima del modulo - Fondamenti di informatica 1 (M02003) - Un test scritto - Valutazione delle esercitazioni svolte - Esame scritto e orale Fondamenti di informatica 2 C Studio dei comandi di base di alcuni sistemi operativi - Sviluppo di programmi con particolare riguardo alla loro portabilità - Tecniche di test e di debugging - Pregi e difetti delle piattaforme informatiche a confronto - Esempi di algoritmi, eccezioni - Il linguaggio ADA: modularità, package, genericità, file esterni - Test di funzionalità ed efficienza 17

18 M Basi di dati - Responsabile del modulo: Renato Pamini - Semestre: Primo, Secondo - Crediti ECTS: 5 Corso No. Lezioni 1 sem 2 sem Esercitazioni 1 sem 2 sem Lavoro autonomo Basi di dati C TOTALE Capire i metodi di progettazione di una base di dati - Esercitare lo sviluppo di basi di dati di complessità crescente Prerequisiti per l iscrizione Frequenza in parallelo (o in precedenza) dei moduli - Fondamenti di informatica 1 (M02003) - Fondamenti di informatica 2 (M02004) - Un test scritto per semestre - Esame scritto Basi di dati C Progettazione di una base di dati - Progettazione concettuale :modello entità-relazione - Progettazione logica: modello relazionale e normalizzazione - Progettazione fisica - Progettazione fisica - Vincoli di integrità - Il linguaggio SQL - definizione dei dati (DDL) - interrogazioni e manipolazioni dei dati (DML) - Indici integrate 18

19 M Algoritmi e strutture dati - Responsabile del modulo: Renato Pamini - Semestre: Terzo - Crediti ECTS: 6 Algoritmi e strutture dati C TOTALE Capire gli algoritmi classici e le strutture dati associate usati nei diversi campi dell informatica - Analizzare e elaborare algoritmi di complessità crescente - Esaminare e valutare algoritmi in base a diversi criteri - Programmare e testare algoritmi Prerequisiti per l iscrizione Valutazione superiore o uguale FX nel modulo - Fondamenti di informatica 2 (M02004) Frequenza in parallelo o prima del modulo - Sviluppo software (M02007). - Un test - Valutazione delle esercitazioni - Esame scritto e orale Algoritmi e strutture dati C Algoritmi di ordinamento e di ricerca - Algoritmi con strutture dati dinamiche: liste e alberi - Algoritmi di compressione - Spline non interpolanti - Metodi di risoluzione numerica per le equazioni differenziali ordinarie - Programmazione e test di algoritmi 19

20 M Sviluppo software - Responsabile del modulo: Renato Pamini - Semestre: Terzo, quarto - Crediti ECTS: 8 Corso No. Lezioni 3 sem 4 sem Esercitazioni 3 sem 4 sem Lavoro autonomo Programmazione e linguaggi C Programmazione orientata agli oggetti C Progettazione del software C TOTALE Capire le tecniche di programmazione basate sui paradigmi classici - Conoscere i più importanti paradigmi di programmazione relativi alla programmazione "in grande": modularità, astrazione sui dati e programmazione a oggetti - Sviluppare programmi in C - Sviluppare programmi mediante un linguaggio di programmazione orientato agli oggetti - Sviluppare la capacità di pianificazione e di analisi strutturata e a oggetti - Imparare ad affrontare progetti di complessità crescente con particolare attenzione alla loro gestione in team Prerequisiti per l iscrizione Valutazione superiore o uguale FX nel modulo - Fondamenti di informatica 2 (M02004). - Un test in Programmazione e linguaggi - Un test in programmazione orientata agli oggetti - Un test in Progettazione del software - Valutazione delle esercitazioni svolte - Esame scritto e orale Programmazione e linguaggi C Introduzione al linguaggio C - Confronti con il linguaggio Ada - Utilizzo delle librerie - Utilizzo avanzato dei puntatori - Modularizzazione e astrazione dei dati - Strutture di dati complesse integrate Programmazione orientata agli oggetti C Dalla modularizzazione alla programmazione a oggetti - Il linguaggio Java - Utilizzo delle classi di biblioteca - Gestione degli eventi in Java - Elementi di interfaccia grafica integrate Progettazione del software C Definizione di software e progetto software - Cicli di vita del software - Unified Modeling Language - Casi di Uso - Diagrammi delle Classi - Diagrammi di Collaborazione - Diagrammi di Stato e di Attività - Descrizione dell architettura - Descrizione dell implementazione - Studi di caso integrate 20

Offerta formativa 2009/2010 Corso di laurea Ingegneria Informatica TP

Offerta formativa 2009/2010 Corso di laurea Ingegneria Informatica TP Offerta formativa 2009/2010 Corso di laurea Ingegneria Informatica TP Dipartimento Tecnologie Innovative, Informatica TP (2009/2010), OFFERTE FORMATIVA, v 0, 10.2009 Elenco dei moduli in offerta formativa

Dettagli

Offerta formativa 2010/11 Corso di laurea Ingegneria Informatica. (curriculum Parallelo all Attività Professionale)

Offerta formativa 2010/11 Corso di laurea Ingegneria Informatica. (curriculum Parallelo all Attività Professionale) Offerta formativa 2010/11 Corso di laurea Ingegneria Informatica (curriculum Parallelo all Attività Professionale) Dipartimento Tecnologie Innovative, Ingegneria Elettronica (2010/2011), v 1.0, 12.2010

Dettagli

Offerta formativa 2010/11 Corso di laurea Ingegneria Informatica (curriculum a Tempo Pieno)

Offerta formativa 2010/11 Corso di laurea Ingegneria Informatica (curriculum a Tempo Pieno) Offerta formativa 2010/11 Corso di laurea Ingegneria Informatica (curriculum a Tempo Pieno) Dipartimento Tecnologie Innovative, Ingegneria Elettronica (2010/2011), v 1.0, 12.2010 Elenco dei moduli in offerta

Dettagli

ISTRUZIONE TECNICA SETTORE TECNOLOGICO. Indirizzo Elettronica ed Elettrotecnica

ISTRUZIONE TECNICA SETTORE TECNOLOGICO. Indirizzo Elettronica ed Elettrotecnica ISTRUZIONE TECNICA SETTORE TECNOLOGICO Indirizzo Elettronica ed Elettrotecnica L indirizzo Elettronica ed Elettrotecnica propone una formazione polivalente che unisce i principi, le tecnologie e le pratiche

Dettagli

Specializzazione Elettronica ed Elettrotecnica Articolazione Automazione. Elettronica ed Elettrotecnica - Classe 3^

Specializzazione Elettronica ed Elettrotecnica Articolazione Automazione. Elettronica ed Elettrotecnica - Classe 3^ Specializzazione Elettronica ed Elettrotecnica Articolazione Automazione Elettronica ed Elettrotecnica - Classe 3^ Elettrotecnica Tipologie di segnali Unità di misura delle grandezze elettriche Simbologia

Dettagli

Articolazione Elettronica. Specializzazione Elettronica ed Elettrotecnica Articolazione Elettronica. Elettronica ed Elettrotecnica - Classe 3^

Articolazione Elettronica. Specializzazione Elettronica ed Elettrotecnica Articolazione Elettronica. Elettronica ed Elettrotecnica - Classe 3^ Articolazione Elettronica Specializzazione Elettronica ed Elettrotecnica Articolazione Elettronica Elettronica ed Elettrotecnica - Classe 3^ Elettrotecnica Tipologie di Segnali Unità di misura delle grandezze

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE. SETTORE TECNOLOGICO Indirizzo: Elettrotecnica ed Elettronica

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE. SETTORE TECNOLOGICO Indirizzo: Elettrotecnica ed Elettronica ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Basilio Focaccia via Monticelli (loc. Fuorni) - Salerno PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE SETTORE TECNOLOGICO Indirizzo: Elettrotecnica ed Elettronica Anno scolastico:

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE

TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI

Dettagli

FACOLTÀ di INGEGNERIA - Corso di laurea in Ingegneria Informatica Classe L-8 Ingegneria dell informazione REGOLAMENTO DIDATTICO Parte generale

FACOLTÀ di INGEGNERIA - Corso di laurea in Ingegneria Informatica Classe L-8 Ingegneria dell informazione REGOLAMENTO DIDATTICO Parte generale FACOLTÀ di INGEGNERIA - Corso di laurea in Ingegneria Informatica Classe L-8 Ingegneria dell informazione REGOLAMENTO DIDATTICO Parte generale Art. 1. Premessa e ambito di competenza Il presente Regolamento,

Dettagli

DISCIPLINA TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE DI SISTEMI INFORMATICI E DI TELECOMUNICAZIONI

DISCIPLINA TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE DI SISTEMI INFORMATICI E DI TELECOMUNICAZIONI DISCIPLINA TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE DI SISTEMI INFORMATICI E DI TELECOMUNICAZIONI INDIRIZZO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ARTICOLAZIONE TELECOMUNICAZIONI Utilizzare consapevolmente gli strumenti

Dettagli

Informatica Documentale

Informatica Documentale Informatica Documentale Ivan Scagnetto (scagnett@dimi.uniud.it) Stanza 3, Nodo Sud Dipartimento di Matematica e Informatica Via delle Scienze, n. 206 33100 Udine Tel. 0432 558451 Ricevimento: giovedì,

Dettagli

Ambiente di apprendimento

Ambiente di apprendimento ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA MAIO LINO, PALUMBO GAETANO 3EET Settembre novembre Saper risolvere un circuito elettrico in corrente continua, e saperne valutare i risultati. Saper applicare i teoremi dell

Dettagli

DIDATTICA PROGRAMMATA A.A. 2015/2016 REGOLAMENTO DIDATTICO PARTE SPECIALE COORTE 2015/2018 INGEGNERIA MECCANICA L-9 SP

DIDATTICA PROGRAMMATA A.A. 2015/2016 REGOLAMENTO DIDATTICO PARTE SPECIALE COORTE 2015/2018 INGEGNERIA MECCANICA L-9 SP DIDATTICA PROGRAMMATA A.A. 2015/2016 REGOLAMENTO DIDATTICO PARTE SPECIALE COORTE 2015/2018 INGEGNERIA MECCANICA 32846 LINGUA INGLESE (CDL) 3 VER. CONOSC. LINGUA STRANIERA Per la Conoscenza di Almeno Una

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca. Liceo Tecnologico. Indirizzo Informatico, Grafico e Comunicazione

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca. Liceo Tecnologico. Indirizzo Informatico, Grafico e Comunicazione Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Liceo Tecnologico Indirizzo Informatico, Grafico e Comunicazione Percorso Informatico e Comunicazione Indicazioni nazionali per i Piani di Studio

Dettagli

Programmazione Disciplinare: ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONE Classi: 3^-4^-5^

Programmazione Disciplinare: ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONE Classi: 3^-4^-5^ Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Programmazione Disciplinare: ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONE Classi: 3^-4^-5^ I Docenti della Disciplina Salerno, lì 10/11 settembre 2013 Finalità

Dettagli

Modulo 1 Concetti generali 4 settimane

Modulo 1 Concetti generali 4 settimane OBIETTIVI SPECIFICI DEL PRIMO BIENNIO - CLASSE PRIMA settore ECONOMICO: NUCLEI FONDANTI, CONOSCENZE E COMPETENZE NB per ciascuno dei moduli di insegnamento/apprendimento viene indicato il tempo di trattazione

Dettagli

Programmazione modulare

Programmazione modulare Programmazione modulare Indirizzo: ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA Disciplina: ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA Docenti: Erbaggio Maria Pia e Iannì Gaetano Classe: IV A e settimanali previste: 6 Prerequisiti

Dettagli

Anno Scolastico: 2014-2015. Indirizzo: Sistemi Informativi Aziendali. Classe: quinta. Disciplina: Informatica. prof. Silvia Tondo

Anno Scolastico: 2014-2015. Indirizzo: Sistemi Informativi Aziendali. Classe: quinta. Disciplina: Informatica. prof. Silvia Tondo Anno Scolastico: 2014-2015 Indirizzo: Sistemi Informativi Aziendali Classe: quinta Disciplina: Informatica prof. Silvia Tondo Competenze disciplinari: 1. Utilizzare le reti e gli strumenti informatici

Dettagli

INFORMATICA CORSI DELL'INDIRIZZO TECNICO CLASSI PRIME AMMINISTRAZIONE - FINANZA E MARKETING

INFORMATICA CORSI DELL'INDIRIZZO TECNICO CLASSI PRIME AMMINISTRAZIONE - FINANZA E MARKETING INFORMATICA CORSI DELL'INDIRIZZO TECNICO CLASSI PRIME AMMINISTRAZIONE - FINANZA E MARKETING Modulo propedeutico Le lezioni teoriche sono sviluppate sui seguenti argomenti: Struttura dell elaboratore: CPU,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16

PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16 PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16 SECONDO BIENNIO Disciplina: INFORMATICA La disciplina Informatica concorre a far conseguire allo

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (MB) PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo : LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENTIFICO Scienze Applicate LICEO TECNICO ISTITUTO TECNICO

Dettagli

Tel. +41 (0)58 666 65 11 Fax +41 (0)58 666 65 17 mail: tthf@supsi.ch. Tecnologie per la comunicazione e sistemi RF/ wireless. A.

Tel. +41 (0)58 666 65 11 Fax +41 (0)58 666 65 17 mail: tthf@supsi.ch. Tecnologie per la comunicazione e sistemi RF/ wireless. A. 1 Introduzione Oggi la tecnologia ci permette forme sempre più avanzate di comunicazione e ci stiamo muovendo verso la realizzazione di un mondo dove sia possibile e necessario Comunicare con chiunque,

Dettagli

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione.

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. COMPETENZE MINIME- INDIRIZZO : ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE 1) CORSO ORDINARIO Disciplina: ELETTROTECNICA

Dettagli

Corso di laurea Bachelor: introduzione

Corso di laurea Bachelor: introduzione Corso di laurea Bachelor: introduzione La Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI), come le altre SUP svizzere, svolge tre compiti strettamente legati tra loro: - la formazione

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia Direzione Generale

Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia Direzione Generale Unione Europea Regione Sicilia Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia Direzione Generale ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE G. MARCONI EDILIZIA ELETTRONICA e

Dettagli

Elettronica Introduzione

Elettronica Introduzione Elettronica Introduzione Valentino Liberali Dipartimento di Fisica Università degli Studi di Milano valentino.liberali@unimi.it Elettronica Introduzione 4 marzo 2015 Valentino Liberali (UniMI) Elettronica

Dettagli

Lezioni frontali. Riprendere i concetti basilari del processore utilizzato e la programmazione a basso livello

Lezioni frontali. Riprendere i concetti basilari del processore utilizzato e la programmazione a basso livello Istituto Istruzione Superiore di Baronissi ind. tecnico PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2012-2013 Classe 4^ MODULI CONTENUTI OBIETTIVI METODOLOGIE

Dettagli

3 Capitolo primo Informatica e calcolatori

3 Capitolo primo Informatica e calcolatori I n d i c e 3 Capitolo primo Informatica e calcolatori 7 Capitolo secondo La rappresentazione delle informazioni 11 2.1 La codifica dei caratteri 2.1.1 Il codice ASCII, p. 11-2.1.2 Codifiche universali,

Dettagli

INFORMATICA COMPETENZE

INFORMATICA COMPETENZE INFORMATICA Docente: Sandra Frigiolini Finalità L insegnamento di INFORMATICA, nel secondo biennio, si propone di: potenziare l uso degli strumenti multimediali a supporto dello studio e della ricerca

Dettagli

1 MODULO: Visual basic.net Dati strutturati. Finalità: Gestione di dati strutturati

1 MODULO: Visual basic.net Dati strutturati. Finalità: Gestione di dati strutturati Istituto di Istruzione Superiore via Salvini 24 Roma Liceo M. Azzarita Liceo delle scienze applicate Materia:Informatica Programmazione a.s. 2015-2016 Classi 4 e Obiettivi disciplinari secondo biennio

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE "L. EINAUDI" ALBA

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE L. EINAUDI ALBA ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE "L. EINAUDI" ALBA CLASSE 5H Docenti: Raviola Giovanni Moreni Riccardo Disciplina: Sistemi elettronici automatici PROGETTAZIONE DIDATTICA ANNUALE COMPETENZE FINALI Al termine

Dettagli

corrispondente server Web (l applicazione server) viene inviata una richiesta, alla quale il server normalmente risponde inviando la pagina HTML che

corrispondente server Web (l applicazione server) viene inviata una richiesta, alla quale il server normalmente risponde inviando la pagina HTML che Prefazione In questo volume completiamo l esplorazione del linguaggio Java che abbiamo iniziato in Java Fondamenti di programmazione. I due testi fanno parte di un percorso didattico unitario, come testimoniano

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica. Insegnamenti III anno erogati nel 2013-14

Corso di Laurea in Informatica. Insegnamenti III anno erogati nel 2013-14 Corso di Laurea in Informatica Insegnamenti III anno erogati nel 2013-14 3 anno insegnamenti erogati nell a.a. 2013-2014 Insegnamenti obbligatori Tipologia Attività Formativa (TAF) E3101Q113 - Analisi

Dettagli

Corso di laurea Bachelor: introduzione

Corso di laurea Bachelor: introduzione Corso di laurea Bachelor: introduzione La Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI), come le altre SUP svizzere, svolge tre compiti strettamente legati tra loro: - la formazione

Dettagli

Conoscere la terminologia di base attraverso la presentazione delle principali componenti hardware di un computer.

Conoscere la terminologia di base attraverso la presentazione delle principali componenti hardware di un computer. Classe 3^ Istituto Istruzione Superiore di Baronissi ind. tecnico PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI Sistemi e Reti Articolazione: Informatica Anno scolastico 2012-2013 MODULI CONTENUTI OBIETTIVI METODOLOGIE

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE "L. EINAUDI" ALBA

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE L. EINAUDI ALBA ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE "L. EINAUDI" ALBA CLASSE 5H Docenti: Raviola Giovanni Moreni Riccardo Disciplina: Sistemi elettronici automaticih PROGETTAZIONE DIDATTICA ANNUALE COMPETENZE FINALI Al termine

Dettagli

Corso di laurea Bachelor: introduzione

Corso di laurea Bachelor: introduzione Corso di laurea Bachelor: introduzione La Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI), come le altre SUP svizzere, svolge tre compiti strettamente legati tra loro: - la formazione

Dettagli

ITI M. FARADAY Programmazione modulare a.s. 2014-2015

ITI M. FARADAY Programmazione modulare a.s. 2014-2015 Indirizzo: INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI Disciplina: Informatica Docente:Maria Teresa Niro Classe: Quinta B Ore settimanali previste: 6 (3 ore Teoria - 3 ore Laboratorio) ITI M. FARADAY Programmazione

Dettagli

Art. 4. Curricula Il corso di laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni è articolato in unico curriculum.

Art. 4. Curricula Il corso di laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni è articolato in unico curriculum. FACOLTÀ di INGEGNERIA - Corso di laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni Classe L-8 Ingegneria dell informazione REGOLAMENTO DIDATTICO Parte generale Art. 1. Premessa e ambito di competenza Il presente

Dettagli

PIANO DI LAVORO (a.s. 2014/2015) Prof.ssa Andrea Luppichini Prof. Marco Fiorentini DISCIPLINA Informatica

PIANO DI LAVORO (a.s. 2014/2015) Prof.ssa Andrea Luppichini Prof. Marco Fiorentini DISCIPLINA Informatica lllo Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO (a.s.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE DOCENTE: Evangelista Antonella MATERIA: Informatica CLASSE: 4 Q Sistemi Informativi Aziendali Anno scolastico 2012-2013 N. ore settimanali nella classe : 5 h

Dettagli

Nell ambito dei vari corsi caratterizzanti l indirizzo saranno promosse attività di gruppo e seminariali.

Nell ambito dei vari corsi caratterizzanti l indirizzo saranno promosse attività di gruppo e seminariali. Indirizzi Laurea Magistrale in Matematica INDIRIZZO di LOGICA MATEMATICA L indirizzo logico si propone un duplice obiettivo: 1) la formazione di un laureato in grado di affrontare problemi di natura combinatoriale,

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Cigna Baruffi Garelli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Cigna Baruffi Garelli Attività svolta 1. UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1: INTRODUZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE 1.1. Introduzione ai sistemi numerici: Sistema numerico decimale e binario. Conversioni binario-decimale e decimale binario.

Dettagli

PIANO DI LAVORO (a.s. 2014/2015) Prof.Andrea Luppichini Prof. Marco Fiorentinini DISCIPLINA Informatica

PIANO DI LAVORO (a.s. 2014/2015) Prof.Andrea Luppichini Prof. Marco Fiorentinini DISCIPLINA Informatica Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO (a.s. 2014/2015)

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014/2015. LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VOLTA Via Juvarra, 14 - Torino

ANNO SCOLASTICO 2014/2015. LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VOLTA Via Juvarra, 14 - Torino ANNO SCOLASTICO 2014/2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VOLTA Via Juvarra, 14 - Torino Obiettivi minimi Informatica Prime Conoscere il sistema di numerazione binaria e la sua importanza nella codifica delle

Dettagli

1. FINALITA DELLA DISCIPLINA

1. FINALITA DELLA DISCIPLINA Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca LICEO SCIENTIFICO STATALE Donato Bramante Via Trieste, 70-20013 MAGENTA (MI) - MIUR: MIPS25000Q Tel.: +39 02 97290563/4/5 Fax: 02 97220275 Sito:

Dettagli

Art. 4. Curricula Il corso di laurea è articolato in un unico curriculum.

Art. 4. Curricula Il corso di laurea è articolato in un unico curriculum. FACOLTÀ di INGEGNERIA - Corso di laurea in Ingegneria Elettronica e Tecnologie dell Informazione Classe L-8 Ingegneria dell informazione REGOLAMENTO DIDATTICO Parte generale Art. 1. Premessa e ambito di

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LO SVILUPPO DEL SOFTWARE

TECNICO SUPERIORE PER LO SVILUPPO DEL SOFTWARE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER LO SVILUPPO DEL SOFTWARE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE

Dettagli

DIPARTIMENTO DI MATEMATICA Liceo scientifico e liceo scientifico delle scienze applicate

DIPARTIMENTO DI MATEMATICA Liceo scientifico e liceo scientifico delle scienze applicate 1. Profilo generale DIPARTIMENTO DI MATEMATICA Liceo scientifico e liceo scientifico delle scienze applicate PRIMO BIENNIO L insegnamento di matematica nel primo biennio ha come finalità l acquisizione

Dettagli

Sistemi Operativi. Funzioni e strategie di progettazione: dai kernel monolitici alle macchine virtuali

Sistemi Operativi. Funzioni e strategie di progettazione: dai kernel monolitici alle macchine virtuali Modulo di Sistemi Operativi per il corso di Master RISS: Ricerca e Innovazione nelle Scienze della Salute Unisa, 17-26 Luglio 2012 Sistemi Operativi Funzioni e strategie di progettazione: dai kernel monolitici

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI E LE TECNOLOGIE INFORMATICHE

TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI E LE TECNOLOGIE INFORMATICHE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI E LE TECNOLOGIE INFORMATICHE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI

Dettagli

Anno Scolastico: 2014/2015. Indirizzo: Sistemi informativi aziendali. Classe quarta AS. Disciplina: Informatica. prof.

Anno Scolastico: 2014/2015. Indirizzo: Sistemi informativi aziendali. Classe quarta AS. Disciplina: Informatica. prof. Anno Scolastico: 2014/2015 Indirizzo: Sistemi informativi aziendali Classe quarta AS Disciplina: Informatica prof. Competenze disciplinari: Secondo biennio 1. Identificare e applicare le metodologie e

Dettagli

Lezione 1. Introduzione e Modellazione Concettuale

Lezione 1. Introduzione e Modellazione Concettuale Lezione 1 Introduzione e Modellazione Concettuale 1 Tipi di Database ed Applicazioni Database Numerici e Testuali Database Multimediali Geographic Information Systems (GIS) Data Warehouses Real-time and

Dettagli

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Algoritmi e basi di dati Modulo Basi di dati a.a. 2010-2011

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Algoritmi e basi di dati Modulo Basi di dati a.a. 2010-2011 Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Algoritmi e basi di dati Modulo Basi di dati a.a. 2010-2011 2011 Docente: Gigliola Vaglini Docente laboratorio: Alessandro Lori 1 Obiettivi del corso Imparare

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE

TECNICO SUPERIORE PER IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE DELLA

Dettagli

ISTITUTO STATALE ISTRUZIONE SUPERIORE ZENALE E BUTINONE

ISTITUTO STATALE ISTRUZIONE SUPERIORE ZENALE E BUTINONE pag.1 ISTITUTO STATALE ISTRUZIONE SUPERIORE ZENALE E BUTINONE Vale la pena di insegnare un argomento solo se si ritiene di poterlo approfondire ad un punto tale da poter formulare domande non banali con

Dettagli

Introduzione ai sistemi operativi

Introduzione ai sistemi operativi Introduzione ai sistemi operativi Che cos è un S.O.? Shell Utente Utente 1 2 Utente N Window Compilatori Assembler Editor.. DB SOFTWARE APPLICATIVO System calls SISTEMA OPERATIVO HARDWARE Funzioni di un

Dettagli

Il software: natura e qualità

Il software: natura e qualità Sommario Il software: natura e qualità Leggere Cap. 2 Ghezzi et al. Natura e peculiarità del software Classificazione delle qualità del software Qualità del prodotto e del processo Qualità interne ed esterne

Dettagli

OBIETTIVI MINIMI MATEMATICA PER IL LICEO SCIENTIFICO E PER IL LICEO SCIENTIFICO INDIRIZZO SCIENZE APPLICATE CLASSE I Operare con gli insiemi, operare

OBIETTIVI MINIMI MATEMATICA PER IL LICEO SCIENTIFICO E PER IL LICEO SCIENTIFICO INDIRIZZO SCIENZE APPLICATE CLASSE I Operare con gli insiemi, operare OBIETTIVI MINIMI MATEMATICA PER IL LICEO SCIENTIFICO E PER IL LICEO SCIENTIFICO INDIRIZZO SCIENZE APPLICATE CLASSE I Operare con gli insiemi, operare negli insiemi numerici N, Z, Q, calcolare espressioni,

Dettagli

Programmazione modulare a. s. 2014-2015

Programmazione modulare a. s. 2014-2015 Programmazione modulare a. s. 201-2015 Indirizzo:Informatica Disciplina : Telecomunicazioni Classe: A B Informatica Ore settimanali previste:3 (di cui 2 di laboratorio) Libro di testo: TELECOMUNICAZIONI-Ambrosini,

Dettagli

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO AMBROGIO FUSINIERI VICENZA PROGRAMMAZIONE ATTIVITA' DIDATTICA A.S. 2014-2015 MATERIA: TECNOLOGIE DELLA COMUNICAZIONE

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO AMBROGIO FUSINIERI VICENZA PROGRAMMAZIONE ATTIVITA' DIDATTICA A.S. 2014-2015 MATERIA: TECNOLOGIE DELLA COMUNICAZIONE ISTITUTO TECNICO ECONOMICO AMBROGIO FUSINIERI VICENZA Via G. D Annunzio, 15-36100 VICENZA Tel. 0444563544 Fax 0444962574 sito web: www.itcfusinieri.eu E-mail: protocollo@itcfusinieri.it - vitd010003@pec.istruzione.it

Dettagli

IL NUOVO INDIRIZZO ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA

IL NUOVO INDIRIZZO ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA IL NUOVO INDIRIZZO ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA Itis Galilei di Roma - 9 novembre 2009 - SI ARTICOLA NELLE TRE AREE OPZIONALI DI APPROFONDIMENTO: ELETTRONICA ELETTROTECNICA AUTOMAZIONE VI CONFLUISCONO

Dettagli

Calcolo numerico e programmazione. Sistemi operativi

Calcolo numerico e programmazione. Sistemi operativi Calcolo numerico e programmazione Sistemi operativi Tullio Facchinetti 25 maggio 2012 13:47 http://robot.unipv.it/toolleeo Sistemi operativi insieme di programmi che rendono

Dettagli

DEFINIZIONI FONDAMENTALI

DEFINIZIONI FONDAMENTALI Consorzio per la formazione e la ricerca in Ingegneria dell'informazione DEFINIZIONI FONDAMENTALI Per vincere ci vuole una buona partenza... Docente: Cesare Colombo CEFRIEL colombo@cefriel.it http://www.cefriel.it

Dettagli

Struttura di un sistema operativo. Struttura dei Sistemi Operativi. Servizi per l utente generico. Servizi per l utente generico

Struttura di un sistema operativo. Struttura dei Sistemi Operativi. Servizi per l utente generico. Servizi per l utente generico Impossibile visualizzare l'immagine. Struttura di un sistema operativo Struttura dei Sistemi Operativi Servizi di un sistema operativo Interfaccia Utente Capitolo 2 -- Silberschatz Chiamate di sistema

Dettagli

ISIS C.Facchinetti Sede: via Azimonti,5-21053 Castellanza Modulo Gestione Qualità. DISCIPLINA Informatica A.S. 2014-2015 X di dipartimento

ISIS C.Facchinetti Sede: via Azimonti,5-21053 Castellanza Modulo Gestione Qualità. DISCIPLINA Informatica A.S. 2014-2015 X di dipartimento DISCIPLINA Informatica A.S. 2014-2015 X di dipartimento individuale dei docenti LACQUANITI e DE BERNARDI 1) PREREQUISITI per le classi 5^ Inf /Serale Conoscenza di almeno un linguaggio di programmazione

Dettagli

Basi di Dati. Introduzione ai sistemi di basi di dati. K.Donno - Introduzione ai sistemi di basi di dati

Basi di Dati. Introduzione ai sistemi di basi di dati. K.Donno - Introduzione ai sistemi di basi di dati Basi di Dati Introduzione ai sistemi di basi di dati Introduzione ai sistemi di basi di dati Gestione dei Dati Una prospettiva storica File system verso DBSM Vantaggi di un DBMS Modelli dei dati Utenti

Dettagli

Introduzione ai sistemi di basi di dati

Introduzione ai sistemi di basi di dati Basi di Dati Introduzione ai sistemi di basi di dati Alessandro.bardine@gmail.com alessandro.bardine@iet.unipi.it Introduzione ai sistemi di basi di dati Gestione dei Dati Una prospettiva storica File

Dettagli

PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO

PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO Anno Scolastico2015/2016 Istituto Tecnico Tecnologico E. Barsanti Via dei Carpani 19/B 31033 Castelfranco V. ( TV ) Pag. 1 di 10 PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO Disciplina SISTEMI E AUTOMAZIONE Classe

Dettagli

1. BASI DI DATI: GENERALITÀ

1. BASI DI DATI: GENERALITÀ 1. BASI DI DATI: GENERALITÀ BASE DI DATI (DATABASE, DB) Raccolta di informazioni o dati strutturati, correlati tra loro in modo da risultare fruibili in maniera ottimale. Una base di dati è usualmente

Dettagli

Novità di Visual Studio 2008

Novità di Visual Studio 2008 Guida al prodotto Novità di Visual Studio 2008 Introduzione al sistema di sviluppo di Visual Studio Visual Studio Team System 2008 Visual Studio Team System 2008 Team Foundation Server Visual Studio Team

Dettagli

Evoluzione dei sistemi operativi (5) Evoluzione dei sistemi operativi (4) Classificazione dei sistemi operativi

Evoluzione dei sistemi operativi (5) Evoluzione dei sistemi operativi (4) Classificazione dei sistemi operativi Evoluzione dei sistemi operativi (4) Sistemi multiprogrammati! più programmi sono caricati in contemporaneamente, e l elaborazione passa periodicamente dall uno all altro Evoluzione dei sistemi operativi

Dettagli

Definizione Parte del software che gestisce I programmi applicativi L interfaccia tra il calcolatore e i programmi applicativi Le funzionalità di base

Definizione Parte del software che gestisce I programmi applicativi L interfaccia tra il calcolatore e i programmi applicativi Le funzionalità di base Sistema operativo Definizione Parte del software che gestisce I programmi applicativi L interfaccia tra il calcolatore e i programmi applicativi Le funzionalità di base Architettura a strati di un calcolatore

Dettagli

Dettaglio dei corsi in aula

Dettaglio dei corsi in aula L offerta formativa Dettaglio dei corsi in aula Software Engineering Object Oriented Analysis and Design: fondamenti e principi dell object orientation. Dall analisi alla progettazione. I Design Pattern.

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO opzione delle scienze applicate MATEMATICA LICEO SCIENTIFICO MATEMATICA

LICEO SCIENTIFICO opzione delle scienze applicate MATEMATICA LICEO SCIENTIFICO MATEMATICA LICEO SCIENTIFICO MATEMATICA PROFILO GENERALE E COMPETENZE Al termine del percorso liceale lo studente dovrà padroneggiare i principali concetti e metodi di base della matematica, sia aventi valore intrinseco

Dettagli

Dipartimento Disciplinare di Informatica (Classi di concorso A042 e C351) Curricolo delle Discipline Informatiche

Dipartimento Disciplinare di Informatica (Classi di concorso A042 e C351) Curricolo delle Discipline Informatiche Dipartimento Disciplinare di Informatica (Classi di concorso A042 e C351) Curricolo delle Discipline Informatiche TECNOLOGIE INFORMATICHE (1 anno) INFORMATICA (3-4 -5 anno) TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE DI

Dettagli

Obiettivi di apprendiment 2/7

Obiettivi di apprendiment 2/7 TIM - TECNICO DELLE INDUSTRIE MECCANICHE --- Programmi MINISTERIALI di insegnamento delle discipline Area di indirizzo corso TIM (approvati con DM 15 aprile 1994 e pubblicati sulla GU dell 1-7-1994 - Supplemento

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO opzione delle scienze applicate MATEMATICA

LICEO SCIENTIFICO opzione delle scienze applicate MATEMATICA LICEO SCIENTIFICO opzione delle scienze applicate MATEMATICA PROFILO GENERALE E COMPETENZE Al termine del percorso liceale lo studente dovrà padroneggiare i principali concetti e metodi di base della matematica,

Dettagli

Architetture Applicative

Architetture Applicative Alessandro Martinelli alessandro.martinelli@unipv.it 6 Marzo 2012 Architetture Architetture Applicative Introduzione Alcuni esempi di Architetture Applicative Architetture con più Applicazioni Architetture

Dettagli

PIANO DI LAVORO. a.s. 2014 / 2015

PIANO DI LAVORO. a.s. 2014 / 2015 PIANO DI LAVORO a.s. 2014 / 2015 Materia: INFORMATICA Classe: quinta A Data di presentazione: 7/10/2014 DOCENTI FIRMA Cerri Marta Bergamasco Alessandra Posta elettronica: itisleon@tin.it - Url: www.itdavinci.it

Dettagli

Dopo il diploma in Elettrotecnica Elettronica

Dopo il diploma in Elettrotecnica Elettronica !! !!!#! %&! (#%) Dopo il diploma in Elettrotecnica Elettronica Sbocchi lavorativi Progettista e installatore di impianti elettrici civili e industriali Progettista e installatore di impianti fotovoltaici

Dettagli

ISTITUTO TECNICO DEI TRASPORTI E LOGISTICA NAUTICO SAN GIORGIO NAUTICO C.COLOMBO. CLASSE 3 A sez. 3CI

ISTITUTO TECNICO DEI TRASPORTI E LOGISTICA NAUTICO SAN GIORGIO NAUTICO C.COLOMBO. CLASSE 3 A sez. 3CI CLASSE 3 A sez. 3CI MATERIA: Elettrotecnica, laboratorio 1. Contenuti del corso DOCENTI: SILVANO Stefano FERRARO Silvano Unità didattica 1: Gli strumenti di misura Il concetto di misura, errori di misura

Dettagli

Componenti di una applicazione. Un programma applicativo è strutturato come un insieme organizzato di tre componenti funzionali:

Componenti di una applicazione. Un programma applicativo è strutturato come un insieme organizzato di tre componenti funzionali: Componenti di una applicazione Un programma applicativo è strutturato come un insieme organizzato di tre componenti funzionali: Un sottosistema di interfaccia con l utente (IU, user interface o anche presentation

Dettagli

Liceo Tecnologico. Indirizzo Elettrico Elettronico. Indicazioni nazionali per Piani di Studi Personalizzati

Liceo Tecnologico. Indirizzo Elettrico Elettronico. Indicazioni nazionali per Piani di Studi Personalizzati Indicazioni nazionali per Piani di Studi Personalizzati Obiettivi Specifici d Apprendimento Discipline con attività di laboratorio 3 4 5 Fisica 99 Gestione di progetto 132 99 *Tecnologie informatiche e

Dettagli

PROGRAMMA DI INFORMATICA CLASSE TERZA SEZ. A. CORSO Amministrazione Finanza e Marketing. DOCENTE: Noto Giancarlo

PROGRAMMA DI INFORMATICA CLASSE TERZA SEZ. A. CORSO Amministrazione Finanza e Marketing. DOCENTE: Noto Giancarlo PROGRAMMA DI INFORMATICA CLASSE TERZA SEZ. A CORSO Amministrazione Finanza e Marketing DOCENTE: Noto Giancarlo ANNO SCOLASTICO 2014/2015 MODULO 0 L ARCHITTETURA DEL COMPUTER - L informatica - Il computer

Dettagli

Indice. Ringraziamenti dell Editore

Indice. Ringraziamenti dell Editore Prefazione Autori Ringraziamenti dell Editore XVII XXI XXIII 1 Introduzione 1 1.1 Sistemi informativi, informazioni e dati 1 1.2 Basi di dati e sistemi di gestione di basi di dati 3 1.3 Modelli dei dati

Dettagli

CAPITOLO 5 - Sistemi Operativi Moderni

CAPITOLO 5 - Sistemi Operativi Moderni CAPITOLO 5 - Sistemi Operativi Moderni PRESENTAZIONE DI INSIEME Vedremo ora come si è evoluta nel tempo la struttura di un sistema operativo, per passare dalle vecchie strutture di tipo normalmente modulari,

Dettagli

INFORMATICA FINALITA COMPETENZE

INFORMATICA FINALITA COMPETENZE INFORMATICA DOCENTE: CAVALLO Serena Classi: I G A.S.: 2013-2014 FINALITA L insegnamento di INFORMATICA nel primo biennio si propone di: sostenere efavorire il processo di astrazione stimolando la capacità

Dettagli

Sistemi Operativi. Struttura astratta della memoria. Gerarchia dei dispositivi di. Memoria centrale. Memoria secondaria (di massa)

Sistemi Operativi. Struttura astratta della memoria. Gerarchia dei dispositivi di. Memoria centrale. Memoria secondaria (di massa) Struttura astratta della memoria Memoria centrale il solo dispositivo di memoria al quale la CPU puo accedere direttamente Memoria secondaria (di massa) Estensione della memoria centrale che fornisce grande

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE EDOARDO AMALDI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE INFORMATICA

LICEO SCIENTIFICO STATALE EDOARDO AMALDI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE INFORMATICA LICEO SCIENTIFICO STATALE EDOARDO AMALDI CLASSI PRIME ORE SETTIMANALI: 2 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE INFORMATICA :: MACROARGOMENTI CHE VERRANNO TRATTATI NEL CORSO DEL CORRENTE ANNO SCOLASTICO MOD. 1 Concetti

Dettagli

Perito Informatico. Dipartimento Informatica. I.S. Ascanio Sobrero Casale Monferrato (AL) Presentazione del corso di studio

Perito Informatico. Dipartimento Informatica. I.S. Ascanio Sobrero Casale Monferrato (AL) Presentazione del corso di studio Perito Informatico Presentazione del corso di studio 19/11/2008 Perito Informatico 1 Chi è il Perito in Il perito Industriale per l è in grado di conoscere, valutare, dimensionare e gestire le tecnologie

Dettagli

Introduzione e descrizione Bachelor

Introduzione e descrizione Bachelor Introduzione e descrizione Bachelor La Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana (SUPSI), come le altre SUP svizzere, svolge tre compiti strettamente legati tra loro: - la formazione triennale

Dettagli

ISTITUTO TECNICO AERONAUTICO A. FERRARIN - CATANIA

ISTITUTO TECNICO AERONAUTICO A. FERRARIN - CATANIA ISTITUTO TECNICO AERONAUTICO A. FERRARIN - CATANIA A. S. 2012-2013 ELETTROTECNICA, ELETTRONICA, AUTOMAZIONE CLASSE 3 Sez. C Prof. Fiorio Walter - Prof. Distefano Antonino LIVELLO DI PARTENZA: La classe

Dettagli

MATERIA: TECNOLOGIE ELETTRICO-ELETTRONICHE ED APPLICAZIONI

MATERIA: TECNOLOGIE ELETTRICO-ELETTRONICHE ED APPLICAZIONI MATERIA: TECNOLOGIE ELETTRICO-ELETTRONICHE ED APPLICAZIONI PROGRAMMA SVOLTO ANNO SCOLASTICO: 2014-2015 INSEGNANTE: MARCO LAGASIO CLASSE: V A MANUTENTORI FINALITA DELLA DISCIPLINA: Il corso si è proposto

Dettagli

INGEGNERIA DEL SOFTWARE. Prof. Paolo Salvaneschi

INGEGNERIA DEL SOFTWARE. Prof. Paolo Salvaneschi Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Informatica INGEGNERIA DEL SOFTWARE Prof. Paolo Salvaneschi 1 Obiettivi Scopi del corso: - Fornire gli elementi di base della disciplina,

Dettagli

Architettura degli Elaboratori e delle Reti

Architettura degli Elaboratori e delle Reti Architettura degli Elaboratori e delle Reti CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INFORMATICA PER LE TELECOMUNICAZIONI A. A. 2006-2007 Cristina Silvano Università degli Studi di Milano Dipartimento di Informatica

Dettagli

DIPARTIMENTO DI INFORMATICA BIENNIO E TRIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015

DIPARTIMENTO DI INFORMATICA BIENNIO E TRIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 DIPARTIMENTO DI INFORMATICA BIENNIO E TRIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I percorsi liceali come recita la normativa, devono fornire allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione

Dettagli

Sommario della lezione

Sommario della lezione Sistemi Operativi Docente: Ugo Erra ugoerr+so@dia.unisa.it 2 LEZIONE STRUTTURE DEI SISTEMI OPERATIVI CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INFORMATICA UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA Sommario della lezione

Dettagli

CORSO DI SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI ELETTRONICA A.S. 2014-2015 CLASSE III ELN

CORSO DI SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI ELETTRONICA A.S. 2014-2015 CLASSE III ELN 1. ATOMO MODULI Modelli atomici; Bohr-Sommerfield; Teoria delle bande e classificazione dei materiali; 2. CORRENTE, TENSIONE, RESISTENZA Corrente elettrica; Tensione elettrica; Resistenza elettrica, resistori,

Dettagli

A.S. 2014/2015- Programma svolto di INFORMATICA ITCG E. Fermi Tivoli classe V C SIA. Programma svolto di. Informatica. classe VC S.I.A a.s.

A.S. 2014/2015- Programma svolto di INFORMATICA ITCG E. Fermi Tivoli classe V C SIA. Programma svolto di. Informatica. classe VC S.I.A a.s. Programma svolto di Informatica classe VC S.I.A a.s. 2014/2015 MODULO 1 I SISTEMI OPERATIVI U.D. 1 Organizzazione dei Sistemi Operativi U.D. 2 Struttura e funzionamento di un Sistema Operativo U.D. 3 Tipi

Dettagli