MILANO, 6 6 a edizione Dal 2310 Maggio Marzo ROMA, 4 4 a edizione Dal 910 Maggio Aprile 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MILANO, 6 6 a edizione Dal 2310 Maggio Marzo 2014. ROMA, 4 4 a edizione Dal 910 Maggio Aprile 2014"

Transcript

1 MILANO, 6 6 a edizione Dal 2310 Maggio Marzo 2014 ROMA, 4 4 a edizione Dal 910 Maggio Aprile 2014 Corso di Specializzazione per Responsabili della Vigilanza ex D.Lgs 231/01 EDIZIONE 2014

2 INTRODUZIONE AIIA e AODV 231 propongono per il 2014 una nuova edizione del corso di specializzazione per Responsabili della Vigilanza ex D.Lgs. 231/01. Un programma ricco, articolato in percorsi di approfondimento volti a soddisfare le diverse esigenze dei destinatari, nonché improntato a criteri di flessibilità in modo da recepire le continue evoluzioni normative che intervengono nella materia e gli orientamenti giurisprudenziali che indirizzano l operato dei professionisti del settore. L obiettivo del percorso formativo è di fornire strumenti di conoscenza specialistica e applicazione pratica calibrati sulle necessità dei singoli partecipanti, nonché di alimentare nel corso degli incontri un proficuo dibattito su temi di particolare interesse. Il corso rappresenta un opportunità di aggiornamento su specifici ambiti del contesto normativo di riferimento, focalizzandosi sulle progressive innovazioni introdotte dal D.Lgs. 231/01. Il progetto vuole essere la risposta al fabbisogno di sempre maggiori competenze, derivanti dall applicazione di una normativa dal contenuto molto ampio. Il corso viene riproposto per la sesta volta a Milano e la quarta a Roma con contenuti aggiornati alla luce delle novità normative e giurisprudenziali. Per iscrizioni e maggiori informazioni: 2

3 DESTINATARI Il programma formativo è rivolto a diverse tipologie di interlocutori, quali: - Componenti degli Organismi di Vigilanza ex D.Lgs 231/01 - Collegio Sindacale - Consiglio di Sorveglianza - Comitato per il Controllo della Gestione - Internal Auditor che operano a supporto dell OdV - Professionisti interessati a vario titolo alla tematica, quali avvocati, consulenti, dottori commercialisti e giuristi d impresa COMITATO TECNICO Per consentire il continuo miglioramento del programma didattico del corso, è stato costituito il Comitato Tecnico, che è composto dai seguenti docenti: Avv. Sara Agnello Avv. Umberto Caldarera Dott. Raffaello Ascensionato Carnà Avv. Iole Anna Savini COMITATO SCENTIFICO Dott. Renato Dalla Riva Responsabile Direzione Auditing Interno Intesa Sanpaolo; Presidente AIIA, Associazione Italiana Internal Auditors Avv. Bruno Giuffrè Presidente AODV 231 Associazione dei Componenti degli Organismi di Vigilanza ex D.Lgs. 231/2001; DLA Piper Studio Legale Tributario Associato Prof. Giovanni Maria Garegnani Vice Presidente AODV 231 Dottore Commercialista e Revisore Contabile Professore Straordinario di Economia Aziendale, Università LUM Jean Monnet Dott. Roberto Villa Dottore Commercialista e Revisore Contabile; Direttore Internal Audit Edipower S.p.A.; membro del Consiglio Direttivo AODV 231 3

4 DOCENTI E TESTIMONIANZE Docenze e testimonianze sono affidate ad accademici, manager e professionisti che applicano metodologie collaudate per la realizzazione di un programma completo e coerente, secondo un disegno didattico unitario. METODOLOGIA DIDATTICA Tutti gli argomenti del programma sono affrontati con taglio operativo quanto più possibile interattivo. Sono previsti: case history, a cura di professionisti aziendali, per fornire un confronto diretto con la realtà di diverse organizzazioni; esercitazioni sui temi trattati in aula per apprendere attraverso la pratica; analisi della giurisprudenza e delle relative implicazioni sui Modelli Organizzativi. MATERIALE DIDATTICO Ai partecipanti saranno distribuite dispense sui contenuti illustrati in aula dai docenti e documenti relativi a tematiche integrative di quelle trattate in aula. Al termine del percorso, i partecipanti riceveranno un CD contenente il materiale elaborato dai docenti. I partecipanti potranno inoltre consultare la biblioteca dell AIIA, che dispone di una vasta gamma di testi sull internal audit. ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE E CREDITI FORMATIVI Ai partecipanti verrà rilasciato un attestato di frequenza, relativo al percorso completo o al singolo modulo frequentato. Gli Ordini dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Milano e Roma hanno riconosciuto 1 CFP per ogni ora di lezione (72 CFP per il percorso completo). E in fase di accreditamento presso l Ordine degli Avvocati di Roma e Milano. Gli iscritti al percorso completo, alla fine del corso potranno effettuare un test per la verifica delle competenze specifiche (sotto forma di domande a multiple choice) al superamento del quale verrà rilasciato un attestato di completamento con successo del programma formativo e dell esame finale. 4

5 STRUTTURA E CALENDARIO Il percorso formativo si sviluppa su due moduli. La divisione in moduli offre il van taggio aggiuntivo della flessibilità, poiché ciascun partecipante può scegliere i temi cui è maggiormen te interessato. Modulo 1: Area Legale e Governance Aziendale Modulo 2: L Organismo di Vigilanza - il ruolo,i requisiti, le attività, le responsabilità STRUTTURA DEL PROGRAMMA DI SPECIALIZZAZIONE MODULO 1 MODULO 2 Milano 23 maggio 13 giugno 27 giugno 12 settembre 26 settembre 10 ottobre (mattina) 10 ottobre (pomeriggio) 24 ottobre 14 novembre 28 novembre Roma 9 maggio 6 giugno 20 giugno 4 luglio 19 settembre 3 ottobre (mattina) 3 ottobre (pomeriggio) 17 ottobre 7 novembre 21 novembre Quote di partecipazione Quote di partecipazione + 22% Iva Soci* Non Soci Corso completo e e Modulo 1 e e Modulo 2 e e * AIIA o AODV 231 offerta commerciale Advance booking Sconto del 15% per le iscrizioni pervenute entro il 17 aprile 2014 iscrizione multipla (Non cumulabile con l advance booking) Sconto del 15% per l'acquisto di 2 iscrizioni da parte della stessa Azienda/Ente. Sconto del 20% per l'acquisto di 3 o più iscrizioni da parte della stessa Azienda/Ente. SEDI Milano Associazione Italiana Internal Auditors Via S. Clemente, 1 - Milano Tel Roma c/o Regus Via Antonio Salandra, Roma ORARI 9:15-13:00 Pausa pranzo libera 14:00-18:00 5

6 I. Area Legale e Governance Aziendale PROGRAMMA Modulo 1 Elementi generali sulla responsabilità amministrativa degli enti e sulla costituzione dell OdV 1.1 Le origini della normativa e l applicazione dell istituto in ambito internazionale (cenni) 1.2 Dalla legge delega all attuale impianto normativo: progetti di riforma del D.lgs. 231/2001 (cenni) 1.3 Il ruolo del Codice Etico nel sistema della governance aziendale 1.4 Gli elementi fondanti la responsabilità amministrativa e le relative sanzioni 1.5 Il procedimento di accertamento dell illecito amministrativo ex D.Lgs. 231/ Il ruolo dei modelli e dell OdV Modulo 2 L Organismo di Vigilanza: costituzione, ruolo e requisiti 2.1 I requisiti oggettivi e soggettivi dell OdV tra disposizioni normative ed autoregolamentazione 2.2 La composizione e la nomina dell OdV anche alla luce della Legge n. 183 del sulle funzioni dell OdV e degli Organi di Controllo 2.3 Il ruolo e le funzioni dell OdV e l ambito dei suoi poteri 2.4 Il ruolo dell OdV nei gruppi: il perimetro di azione e le responsabilità Modulo 3 Il Modello di organizzazione, gestione e controllo: i contenuti necessari 3.1. Cenni generali: la specificità del MOG (l ente e la sua storia, il gruppo di riferimento, la governance dell ente, etc.) 3.2 I destinatari del Modello: quelli interni all ente e i terzi 3.3 L individuazione dei soggetti apicali 3.4 Il resoconto sull attività di costruzione del Modello e l indicazione delle aree sensibili 3.5 Il sistema sanzionatorio previsto dal MOG (profili disciplinari e giuslavoristici) 3.6 Comunicazione, diffusione e formazione: il ruolo dell Organo Dirigente Modulo 4 Il catalogo dei reati presupposto: profili normativi e giurisprudenziali. Descrizione dei singoli illeciti e relativa mappatura. 4.1 I reati contro la Pubblica Amministrazione ed il suo patrimonio e contro l Amministrazione della Giustizia, la corruzione tra privati 4.2 I reati societari e di market abuse, i reati transazionali e i reati associativi 4.3 I reati di ricettazione, riciclaggio e reimpiego e i reati informatici 4.4 I reati aventi finalità di terrorismo o di eversione dell ordine democratico, i reati contro la personalità individuale, il reato di pratiche di mutilazione degli organi genitali femminili, il delitto di impiego di cittadini di stati terzi il cui soggiorno è irregolare 6

7 4.5 I reati di falsità in monete, in carte di pubblico credito e in valori di bollo e in strumenti o segni di riconoscimento, i reati contro l industria e il commercio, i reati in materia di violazione del diritto d autore 4.6 I reati di omicidio colposo e di lesioni gravi e gravissime commessi in violazione delle norme a tutela della salute e sicurezza sul lavoro 4.7 I reati ambientali 7

8 II. L Organismo di Vigilanza Il ruolo, i requisiti, le attività, le responsabilità PROGRAMMA Modulo 1 L attività dell Organismo di Vigilanza: pianificazione e operatività 1.1 L organizzazione dell attività e l adozione del regolamento 1.2 La documentazione delle attività svolte e la verbalizzazione 1.3 Le attività di verifica e la gestione post intervento 1.4 L archiviazione della documentazione e la tracciabilità delle attività 1.5 La valutazione di adeguatezza del M.O.G. propedeutica alla sua attuazione 1.6 La coerenza del Modello con l assetto organizzativo aziendale 1.7 La diffusione del MOG e la relativa formazione: il ruolo dell OdV 1.8 I rischi 231 in relazione ai processi sensibili, ai processi strumentali ed ai processi di provvista 1.9 Il piano d azione per l attuazione del MOG ed il relativo impatto sui criteri organizzativi e sulle procedure operative dell ente 1.10 La tracciabilità delle attività di verifica Modulo 2 L esercizio dell attività di vigilanza sul funzionamento del M.O.G. 2.1 I presidi di controllo organizzativi e gestionali: il ruolo e l architettura dei sistemi informativi 2.2 Il supporto delle funzioni aziendali: internal audit, compliance officer, controller, preposti 2.3 L applicazione delle sanzioni previste dal MOG 2.4 La verifica dell effettiva attuazione del MOG e i pareri di conformità al Modello 2.5 La costante attività di aggiornamento del MOG Modulo 3 L analisi dell attività di vigilanza e del sistema dei controlli interni deputati alla mitigazione dei rischi 231/ Il compliance auditing: analisi del processo analisi del sistema di controllo analisi dei comportamenti conclusioni remediation plan issue track report Modulo 4 L Organismo di Vigilanza e gli organi societari e di controllo 4.1 Il rapporto dell OdV con gli organi societari (il Consiglio di Amministrazione, l Amministratore Delegato, il Direttore Generale, etc.) 4.2 Il rapporto dell OdV con gli organi societari di controllo (Collegio Sindacale, Dirigente Preposto) e le funzioni aziendali preposte (Internal Audit, Revisori, Servizio Prevenzione e Protezione, Privacy, Risorse Umane, Legale, ecc.) 4.3 Il reciproco accesso ai verbali degli organi societari e di controllo 4.4 I flussi informativi tra gli organismi societari e di controllo 8

9 Modulo 5 La gestione dei flussi informativi e delle segnalazioni verso l OdV 5.1 I flussi informativi verso l OdV 5.2 Le segnalazioni all OdV: la gestione e la tutela della riservatezza (whistleblowing) 5.3 I flussi informativi dall OdV verso le strutture aziendali 5.4 Le relazioni periodiche al vertice dell ente ed agli Organi sociali Modulo 6 Le responsabilità dell Organismo di Vigilanza, verso l Ente e verso l esterno 6.1 Gli autonomi poteri di iniziativa e controllo dell OdV 6.2 La culpa in vigilando e la culpa in eligendo 6.3 La responsabilità per omessa o insufficiente vigilanza verso l ente e verso l esterno 6.4 La responsabilità civile e l azione di rivalsa da parte dell ente 6.5 Il ruolo dell OdV secondo la normativa antiriciclaggio 6.6 Le responsabilità dell OdV derivanti dalla normativa antiriciclaggio Modulo 7 Analisi di un caso aziendale e simulazione della risposta dell OdV a emergenze processuali 9

10 DOCENTI E TESTIMONIANZE Avv. Sara Agnello Senior Counsel Fiat S.p.A. Avv. Prof. Bruno Assumma Titolare delle IV cattedra di diritto penale dell università Federico II di Napoli. Presidente della Commissione di Confindustria per le linee guida delle associazioni di categoria. Direttore scientifico della NOIKOS NIKE Istituto di ricerca. Avv. Sandro Bartolomucci LS Lexjus Sinacta Docente LUISS Business School, Pubblicista, Presidente e Componente di Organismi di Vigilanza Avv. Michele Bonsegna penalista Studio Legale Bonsegna Presidente e membro di OdV Dott. Flaviano Bruno Attuario Consigliere di Amministrazione S2C Assicurazioni SpA. Consulente Anticorruzione e D.L.231/01 Unioncamere e CAMCOM U.M. scarl Avv. Umberto Caldarera Studio legale Caldarera Membro del Consiglio Direttivo AODV 231 Avv. Giuseppe Cammaroto Penalista d impresa e membro di Organismi di Vigilanza Partner di 4 Value Avv. Antonio Carino DLA Piper Studio Legale Tributario Associato Presidente e Componente di OdV Dott. Ascensionato Raffaello Carnà, Ph.D. Dottore Commercialista e Revisore Contabile Presidente e Componente di Organismi di Vigilanza Consulente Tecnico d Ufficio e di Parte Avv. Giuseppe Catalano Direttore Affari Legali e Societari Indesit Company S.p.A. Avv. Rosa Cervellione Augello Studio Legale Cervellione Augello Avv. Renato Colavolpe di impresa Esperto in controllo legale dei conti, diritto societario e diritto tributario Presidente e membro di OdV, anche in società quotate Dott.ssa Diana D Alterio Head of Compliance Aviva Italia Holding S.p.A. Membro Organismi di Vigilanza Gruppo Aviva in Italia Avv. Marco Dell Antonia Partner - Orrick, Herrington & Sutcliffe Presidente e Componente di Organismi di Vigilanza Avv. Marcello Elia Studio legale Elia Dott. Massimo Fossati Carnà & Partners Esperto in compliance, risk management e controllo interno Presidente e componente di Organismi di Vigilanza Avv. Prof. Guglielmo Giordanengo Studio Giordanengo Avvocati Associati Docente di Diritto Penale Commerciale presso l Università del Piemonte Orientale Avv. Ugo Lecis Presidente e componente di Organismi di Vigilanza LCG - Lecis Cannella Grassi Studio Legale Associato Avv. Andrea Milani penalista Studio Legale Milani-Papuzzi Presidente e membro di OdV Membro del Consiglio Direttivo AODV 231 Ing. Gianluca Nardelotto Direttore Salute, Sicurezza, Ambiente ed Energia di Luigi Lavazza S.p.A. Dott. Alessandro Orlandini Responsabile Internal Audit / C.S.R. Gruppo FNM SpA Membro OdV 231 Avv. Valeria Pece penalista Consulente in materia di responsabilità amministrativa degli enti ai sensi del D.lgs. 231/2001 Avv. Raffaella Quintana Partner DLA Piper Studio Legale Tributario Associato Presidente e Componente di OdV Dott. Roberto Russo Direttore Internal Audit Banca del Mezzogiorno - MedioCredito Centrale S.p.A. Avv. Iole Anna Savini Studio legale Savini Membro del Consiglio Direttivo AODV 231 Avv. Andrea Scafidi DLA Piper Studio Legale Tributario Associato Membro di OdV di società industriali e di servizi Avv. Silvia Tozzoli Partner Legance Avvocati Associati Collaboratore Università di Milano Dott. Roberto Villa Dottore Commercialista e Revisore Contabile Direttore Internal Audit Edipower S.p.A. Membro del Consiglio Direttivo AODV 231 Avv. Piergiorgio Weiss Penalista Presidente di Organismi di Vigilanza 10

11 QUOTE DI PARTECIPAZIONE Soci AIIA e AODV 231 Modulo 1 e (soci) e (non soci) Modulo 2 e (soci) e (non soci) Completo 4.000,00 + IVA (soci) 5.000,00 + IVA (non soci) MODALITA DI ISCRIZIONE Come iscriversi: Dal sito internet: MODALITA DI PAGAMENTO Pagamento tramite: Bonifico bancario, intestato ad Associazione Italiana Internal Auditors, da effettuarsi presso Banca Intesa SanPaolo, IBAN: IT 59 O Carta di credito VISA, Mastercard. La transazione va effettuata collegandosi al sito formazione/corsi-di-specializzazione I FONDI PARITETICI INTERPROFESSIONALI La formazione AIIA può essere finanziata, in parte o integralmente, mediante l utilizzo dei fondi paritetici interprofessionali, organismi di natura associativa promossi dalle organizzazioni di rappresentanza delle Parti Sociali attraverso specifici Accordi Interconfederali stipulati dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori maggiormente rappresentative sul piano nazionale. Ogni impresa può scegliere il fondo a cui aderire; quelle aziende che non fossero in grado di gestire le relative attività possono rivolgersi all Associazione. Un consulente specializzato provvederà in via preliminare ad effettuare un analisi della posizione dell azienda (fondi di destinazione degli accantonamenti e disponibilità dei propri fondi) e sulle opportunità formative offerte dai Fondi. In seguito alla definizione e all approvazione del progetto formativo e dell offerta economica (che includerà sia il corso che le attività del consulente rivolte all ottenimento dei finanziamenti) verrà fornita assistenza nelle fasi successive relative alla domanda di finanziamento, al monitoraggio didattico e finanziario e alla rendicontazione dell intervento formativo. DISDETTA La disdetta di partecipazione dovrà essere comunicata per iscritto entro gli otto giorni solari precedenti l iniziativa via fax o via mail. In caso contrario verrà trattenuta l intera quota di iscrizione. L Associazione si riserva la facoltà di modificare le date e i docenti. 11

12 aodv 231 Associazione dei Componenti degli Organismi di Vigilanza ex D.Lgs. 231/2001 via Gabrio Casati, Milano T F Associazione Italiana Internal Auditors via San Clemente, Milano T F

Edizione 2013. Corso di Specializzazione per Responsabili della Vigilanza ex D.Lgs 231/01

Edizione 2013. Corso di Specializzazione per Responsabili della Vigilanza ex D.Lgs 231/01 Edizione 2013 Corso di Specializzazione per Responsabili della Vigilanza ex D.Lgs 231/01 Roma, dal 10 maggio al 15 novembre 2013 Milano, dal 24 maggio al 30 novembre 2013 programma aggiornato Introduzione

Dettagli

Corso Alta Formazione di I e II livello ex D.Lgs 231/01

Corso Alta Formazione di I e II livello ex D.Lgs 231/01 Corso Alta Formazione di I e II livello ex D.Lgs 231/01 2015 Rilascio N.15 Crediti Formativi validi ai fini dell aggiornamento professionale continuo Delibera del 01/09/2015 Ente autorizzato dal CNI n.

Dettagli

Corso di Specializzazione per componenti degli Organismi di Vigilanza ex D.Lgs 231/01 e altri Responsabili dei Controlli

Corso di Specializzazione per componenti degli Organismi di Vigilanza ex D.Lgs 231/01 e altri Responsabili dei Controlli Corso di Specializzazione per componenti degli Organismi di Vigilanza ex D.Lgs 231/01 e altri Responsabili dei Controlli Milano, dall 8 maggio 2009 FORMULA PART-TIME 13 WEEKEND NON CONSECUTIVI Introduzione

Dettagli

Corso di formazione Il ruolo e l adeguatezza dei modelli organizzativi previsti D. Lgs 231/2001. Presentazione

Corso di formazione Il ruolo e l adeguatezza dei modelli organizzativi previsti D. Lgs 231/2001. Presentazione Corso di formazione Il ruolo e l adeguatezza dei modelli organizzativi previsti D. Lgs 231/2001 Presentazione Il decreto legislativo 8 giugno 2001 n. 231 Disciplina della responsabilità amministrativa

Dettagli

Temi. Marco Frey Scuola Superiore Sant Anna e IEFE Università Bocconi

Temi. Marco Frey Scuola Superiore Sant Anna e IEFE Università Bocconi I sistemi di gestione ambientale EMAS e ISO 14001, la presunzione di conformità del modello organizzativo ex D. Lgs. 231/2001 e le indicazioni emergenti dall esperienza dell art. 30 del D. Lgs. 81/2008.

Dettagli

D.lgs. 231/01: approfondimenti in tema di organismo di vigilanza, modelli organizzativi e reati presupposto nella prospettiva degli intermediari

D.lgs. 231/01: approfondimenti in tema di organismo di vigilanza, modelli organizzativi e reati presupposto nella prospettiva degli intermediari D.lgs. 231/01: approfondimenti in tema di organismo di vigilanza, modelli organizzativi e reati presupposto nella prospettiva degli intermediari Milano, 21 maggio 2014 In partnership con Un occasione di

Dettagli

LE LINEE GUIDA ANTICORRUZIONE DELL ANAC PER LE SOCIETA IN CONTROLLO PUBBLICO O PARTECIPATE DALLA PA

LE LINEE GUIDA ANTICORRUZIONE DELL ANAC PER LE SOCIETA IN CONTROLLO PUBBLICO O PARTECIPATE DALLA PA LE LINEE GUIDA ANTICORRUZIONE DELL ANAC PER LE SOCIETA IN CONTROLLO PUBBLICO O PARTECIPATE DALLA PA Mercoledì 27 maggio 2015 Milano, Via Chiossetto n. 20 Spazio Chiossetto DESTINATARI Il workshop è rivolto

Dettagli

Corso di qualifica per Auditor 231, componente OdV 231 ed Esperto 231

Corso di qualifica per Auditor 231, componente OdV 231 ed Esperto 231 Corso di qualifica per Auditor 231, componente OdV 231 ed Esperto 231 dedicato all Un percorso formativo che permette di certificare il possesso di requisiti e competenze necessarie a realizzare, gestire

Dettagli

Meda 26-27 novembre 2014. Gruppo Poltrona Frau. Il Decreto Legislativo 231/2001: la Responsabilità amministrativa degli Enti

Meda 26-27 novembre 2014. Gruppo Poltrona Frau. Il Decreto Legislativo 231/2001: la Responsabilità amministrativa degli Enti Meda 26-27 novembre 2014 Gruppo Poltrona Frau Il Decreto Legislativo 231/2001: la Responsabilità amministrativa degli Enti Agenda Prima parte Il D.Lgs. n. 231/2001 1. La norma 2. Le misure sanzionatorie

Dettagli

GLI APPROFONDIMENTI SULLE RIFORME E LE NOVITÀ CON GLI ESPERTI DEL SOLE 24 ORE

GLI APPROFONDIMENTI SULLE RIFORME E LE NOVITÀ CON GLI ESPERTI DEL SOLE 24 ORE www.professionisti24.formazione.ilsole24ore.com MASTER24 DIRITTO GLI APPROFONDIMENTI SULLE RIFORME E LE NOVITÀ CON GLI ESPERTI DEL SOLE 24 ORE 4 INCONTRI PER AVVOCATI E GIURISTI D IMPRESA 16 CREDITI FORMATIVI

Dettagli

Il Decreto 231: quadro di riferimento e guida interpretativa - seconda parte

Il Decreto 231: quadro di riferimento e guida interpretativa - seconda parte S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO SISTEMI DI COMPLIANCE E DECRETO LEGISLATIVO 231 DEL 2001 Il Decreto 231: quadro di riferimento e guida interpretativa - seconda parte Stefano Bonetto e Francesco

Dettagli

Esperti tecnici (consulenti) Auditor / Lead auditor Componenti Organismi di Vigilanza ai sensi del D.Lgs. 231/01

Esperti tecnici (consulenti) Auditor / Lead auditor Componenti Organismi di Vigilanza ai sensi del D.Lgs. 231/01 MINERVA GROUP SERVICE società consortile cooperativa per azioni Sede legale e operativa: Corso Buenos Aires 47 (20124) MILANO Telefono (+39) 02 29404720 www.minervagroupservice.it - formazione@minervagroupservice.it

Dettagli

MODELLO 231/01 TRA PREVENZIONE, RESPONSABILITÀ PENALE E GESTIONE D IMPRESA

MODELLO 231/01 TRA PREVENZIONE, RESPONSABILITÀ PENALE E GESTIONE D IMPRESA www.formazione.ilsole24ore.com MODELLO 231/01 TRA PREVENZIONE, RESPONSABILITÀ PENALE E GESTIONE D IMPRESA MASTER DI APPROFONDIMENTO PER PROFESSIONISTI CON GLI ESPERTI DEL SOLE 24 ORE FORMULA WEEK END Vicenza,

Dettagli

Risk management, compliance e attività di verifica

Risk management, compliance e attività di verifica Percorso specialistico confidi SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI Risk management, compliance e attività di verifica Sei alla ricerca di una formazione sui sistemi interni di controllo? Hai bisogno di migliorare

Dettagli

EUROPEAN SCHOOL OF ECONOMICS DIRITTO PENALE DELL ECONOMIA E DELL IMPRESA

EUROPEAN SCHOOL OF ECONOMICS DIRITTO PENALE DELL ECONOMIA E DELL IMPRESA EUROPEAN SCHOOL OF ECONOMICS DIRITTO PENALE DELL ECONOMIA E DELL IMPRESA MARZO MAGGIO 2010 n. 8 GIORNATE (DA 3 ORE CADAUNA) + 1 GIORNATA CONCLUSIVA (DA 6 ORE) Direzione: Avv. Maurizio Arena, Avvocato penalista

Dettagli

Applicazione del D.Lgs. 231/2001 al terzo settore

Applicazione del D.Lgs. 231/2001 al terzo settore Scuola di Specializzazione in Enti non Commerciali Modulo Applicazione del D.Lgs. 231/2001 al terzo settore 3 incontri dal 9/11/2015 al 30/11/2015 09.00-13.00 coordinatore: Marino Pron 12 c.f.p. (di cui

Dettagli

PRIVACY CORPORATE COMPLIANCE FORUM

PRIVACY CORPORATE COMPLIANCE FORUM PRIVACY CORPORATE COMPLIANCE FORUM mercoledì 28 e giovedì 29 ottobre 2015 Milano, Via Chiossetto n. 20 Spazio Chiossetto DESTINATARI Il workshop è rivolto alle imprese di tutti i settori, con specifico

Dettagli

la vigilanza bancaria

la vigilanza bancaria la vigilanza bancaria alla luce della riforma del Testo Unico Bancario Decreto legislativo 12 maggio 2015, n. 72. Attuazione CRD IV. Milano, 15 ottobre 2015 Centro Congressi Palazzo Stelline KEy WORDS

Dettagli

RESPONSABILITÀ DI IMPRESA (D.L. 231/01) E PRIVACY AREA LAZIO E AREA MARCHE

RESPONSABILITÀ DI IMPRESA (D.L. 231/01) E PRIVACY AREA LAZIO E AREA MARCHE RESPONSABILITÀ DI IMPRESA (D.L. 231/01) E PRIVACY AREA LAZIO E AREA MARCHE D&D srl offre servizi di consulenza per la responsabilità d impresa (D. Lgs. n. 231/01) e la privacy agli Enti, alle PMI e alle

Dettagli

Diritto Penale dell Impresa - MiDPI

Diritto Penale dell Impresa - MiDPI Master di II livello in Diritto Penale dell Impresa - MiDPI Tavole rotonde e seminari della II edizione A.A. 2013 2014 Titolari del potere gestorio: miti e realtà dei consigli di amministrazione Seminario

Dettagli

VERBALE DELL ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DELL ASSOCIAZIONE DEGLI ORGANISMI DI VIGILANZA AODV 231

VERBALE DELL ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DELL ASSOCIAZIONE DEGLI ORGANISMI DI VIGILANZA AODV 231 VERBALE DELL ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DELL ASSOCIAZIONE DEGLI ORGANISMI DI VIGILANZA AODV 231 L Assemblea dei Soci dell AODV 231 Associazione dei Componenti degli Organismi di Vigilanza ex D.Lgs. 231/2001

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo

Modello di organizzazione, gestione e controllo Modello di organizzazione, gestione e controllo Decreto legislativo 8 giugno 2001 n. 231 SINTESI principi e regole del sistema del Modello di organizzazione e gestione Le ragioni di adozione del modello

Dettagli

SICUREZZA DEL LAVORO E RESPONSABILITA DELLE IMPRESE

SICUREZZA DEL LAVORO E RESPONSABILITA DELLE IMPRESE www.formazione.ilsole24ore.com A M B I E N T E / D I R I T T O SICUREZZA DEL LAVORO E RESPONSABILITA DELLE IMPRESE VENEZIA MARGHERA 1, 2 e 7 OTTOBRE 2009 1 OTTOBRE 2009 Il Testo Unico sulla sicurezza del

Dettagli

VERONA, 20 Settembre 2010. Ing. Flavia Lepore Senior Inspector HSE. - Copyright Bureau Veritas

VERONA, 20 Settembre 2010. Ing. Flavia Lepore Senior Inspector HSE. - Copyright Bureau Veritas Il modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ai sensi del D.Lgs 231/01 e il reato connesso ad omicidio o lesioni personali gravi e gravissime in violazione di norme sulla prevenzione degli infortuni

Dettagli

FORUM BANCHE E INTERMEDIARI IL RECEPIMENTO DELLA CRD IV

FORUM BANCHE E INTERMEDIARI IL RECEPIMENTO DELLA CRD IV FORUM BANCHE E INTERMEDIARI IL RECEPIMENTO DELLA CRD IV Dlgs. n. 72 del 12.5.2015 Gazzetta Ufficiale n. 134 del 12.6.2015 Circolare Banca d Italia n. 285 aggiornamento del 21.7.2015 I REQUISITI E LE COMPENTENZE

Dettagli

NORMATIVA PREVENTIVA DEL FENOMENO DEL RICICLAGGIO E DEL FINANZIAMENTO DEL TERRORISMO. 7, 11 e 12 settembre 2012 Assogestioni Via Andegari, 18 - Milano

NORMATIVA PREVENTIVA DEL FENOMENO DEL RICICLAGGIO E DEL FINANZIAMENTO DEL TERRORISMO. 7, 11 e 12 settembre 2012 Assogestioni Via Andegari, 18 - Milano NORMATIVA PREVENTIVA DEL FENOMENO DEL RICICLAGGIO E DEL FINANZIAMENTO DEL TERRORISMO Adempimenti, sistemi organizzativi e di controllo, registrazione e segnalazione di operazioni sospette 7, 11 e 12 settembre

Dettagli

Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ai sensi del D.Lgs. 231/01

Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ai sensi del D.Lgs. 231/01 MODELLO ORGANIZZATIVO 231 Pagina 1 di 16 Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ai sensi del D.Lgs. 231/01 Documento: MOG Modello organizzativo di gestione e controllo Approvato da: AU Rosa Fidanzia

Dettagli

L organismo di vigilanza e l audit del sistema di prevenzione

L organismo di vigilanza e l audit del sistema di prevenzione I modelli organizzativi di prevenzione nelle cooperative e i nuovi reati del D.Lgs. 231/01 L organismo di vigilanza e l audit del sistema di prevenzione Paolo Maestri Unilab Consulenze Aziendali 9 aprile

Dettagli

NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO

NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO OBBLIGHI RESPONSABILITÀ E SANZIONI DELLE IMPRESE ASSICURATIVE REGOLAMENTO IVASS N. 5 DEL 21/7/2014 in collaborazione: HOTEL PARCO DEI PRINCIPI 3 ottobre 2014 BARI AMBROSIANEUM

Dettagli

CORPORATE PRIVACY COMPLIANCE FORUM

CORPORATE PRIVACY COMPLIANCE FORUM CORPORATE PRIVACY COMPLIANCE FORUM MODELLI E STRUMENTI DI PRESIDIO AZIENDALE DEL RISCHIO PRIVACY LE RESPONSABILITA DI IMPRESE E DIPENDENTI PER LE VIOLAZIONI DEL CODICE DELLA PRIVACY Milano, mercoledì 20

Dettagli

Convegno Nazionale. Milano, 7 luglio 2011 Touring Club Italiano, Corso Italia 10. In collaborazione con

Convegno Nazionale. Milano, 7 luglio 2011 Touring Club Italiano, Corso Italia 10. In collaborazione con Convegno Nazionale Pianificazione fiscale e responsabilità penaltributaria Governance fiscale e gestione del rischio nell esperienza operativa delle imprese Milano, 7 luglio 2011 Touring Club Italiano,

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 231 DEL 2001. LA RESPONSABILITA AMMINISTRATIVA DELLE PERSONE GIURIDICHE, DELLE SOCIETA E DEGLI ENTI

DECRETO LEGISLATIVO 231 DEL 2001. LA RESPONSABILITA AMMINISTRATIVA DELLE PERSONE GIURIDICHE, DELLE SOCIETA E DEGLI ENTI ISTITUTO DI CERTIFICAZIONE DELLA QUALITÀ Corso di formazione DECRETO LEGISLATIVO 231 DEL 2001. LA RESPONSABILITA AMMINISTRATIVA DELLE PERSONE GIURIDICHE, DELLE SOCIETA E DEGLI ENTI Unitelma Sapienza e

Dettagli

ECONOMIA E LEGISLAZIONE ANTIRICICLAGGIO. In sigla Master 42

ECONOMIA E LEGISLAZIONE ANTIRICICLAGGIO. In sigla Master 42 Master di 1 Livello Inserito nell Offerta Formativa Interregionale: ID 6889 Discipline economico-statistiche, giuridiche, politico-sociali Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) ECONOMIA E LEGISLAZIONE

Dettagli

Avv. Carlo Autru Ryolo

Avv. Carlo Autru Ryolo Gestione della responsabilità amministrativa L'apparato organizzativo della D.Lgs. 231/01 e il Sistema di Gestione della Responsabilità Amministrativa L'APPARATO ORGANIZZATIVO DELLA D.LGS. 231/01 Disciplina

Dettagli

Modello di Organizzazione Gestione e Controllo ex D.Lgs. n. 231/2001

Modello di Organizzazione Gestione e Controllo ex D.Lgs. n. 231/2001 Studio Bolzoni Modello di Organizzazione Gestione e Controllo ex D.Lgs. n. 231/2001 Introduzione Il decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231 ha introdotto nell ordinamento italiano la responsabilità degli

Dettagli

NOVITÀ IN MATERIA DI ANTIRICICLAGGIO

NOVITÀ IN MATERIA DI ANTIRICICLAGGIO NOVITÀ IN MATERIA DI ANTIRICICLAGGIO E ANTITERRORISMO: GLI IMPATTI SUGLI ADEMPIMENTI DI BANCHE, SIM, SGR E ASSICURAZIONI Milano 24 25 settembre 2009 Seminario: un aggiornamento sulle novità introdotte

Dettagli

17 Corso di Formazione in Finanza d Impresa

17 Corso di Formazione in Finanza d Impresa con il patrocinio di e in collaborazione con: 17 Corso di Formazione in Finanza d Impresa Rilascio del diploma Aiaf di Consulente in Finanza d Impresa Evento accreditato all ODCEC di Modena Modena, dal

Dettagli

Il Decreto Legislativo 231/01: Impatti sulla Governance aziendale

Il Decreto Legislativo 231/01: Impatti sulla Governance aziendale Il D.Lgs 231/01 : riflessi sul ruolo dell' OdV e del Collegio Sindacale ndacale Il Decreto Legislativo 231/01: Impatti sulla Governance aziendale 27 febbraio 2012 Prof. Daniele Gervasio Università degli

Dettagli

I SERVIZI DI AQM PER PROGETTAZIONE E ASSISTENZA PER LA REALIZZAZIONE DEL MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AI SENSI DEL D.

I SERVIZI DI AQM PER PROGETTAZIONE E ASSISTENZA PER LA REALIZZAZIONE DEL MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AI SENSI DEL D. I SERVIZI DI AQM PER PROGETTAZIONE E ASSISTENZA PER LA REALIZZAZIONE DEL MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AI SENSI DEL D. LGS. 231/2001 ( RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA D IMPRESA) La norma

Dettagli

BREVE SINTESI DEL MOGC

BREVE SINTESI DEL MOGC BREVE SINTESI DEL MOGC 1. Il d.lgs. 231/01 Con il decreto legislativo 231 del 2001 è stata introdotta la responsabilità amministrativa degli enti in conseguenza di reati commessi o tentati, da soggetti

Dettagli

Osservatorio D.Lgs.231

Osservatorio D.Lgs.231 Osservatorio D.Lgs.231 Benchmark D.Lgs. 231/01 nei diversi settori economici bancario assicurativo manifatturiero utilities telecomunicazioni/media aprile 2006 Osservatorio D.Lgs.231 Benchmark D.Lgs.231/01

Dettagli

LA RESPONSABILITA AMMINISTRATIVA DEGLI ENTI (D.lgs. n. 231/01)

LA RESPONSABILITA AMMINISTRATIVA DEGLI ENTI (D.lgs. n. 231/01) LA RESPONSABILITA AMMINISTRATIVA DEGLI ENTI (D.lgs. n. 231/01) L AGGIORNAMENTO DEL MODELLO ORGANIZZATIVO ALLA LUCE DEI NUOVI REATI PRESUPPOSTO E DELLA RECENTE GIURISPRUDENZA Torino, 26 gennaio 2012 Casa

Dettagli

TAVOLI DI LAVORO 231 PROGRAMMA DEI LAVORI. PLENUM Consulting Group S.r.l.

TAVOLI DI LAVORO 231 PROGRAMMA DEI LAVORI. PLENUM Consulting Group S.r.l. TAVOLI DI LAVORO 231 PROGRAMMA DEI LAVORI N. 1559 UNI EN ISO 9001:2008 PLENUM Consulting Group S.r.l. Via San Quintino, 26/A 10121 TORINO -ITALY Tel +39 011 812 47 05 Fax +39 011 812 70 70 E-mail: plenum@plenum.it

Dettagli

PROGRAMMA DEI CORSI NOVARK 2015

PROGRAMMA DEI CORSI NOVARK 2015 PROGRAMMA DEI CORSI NOVARK 2015 Catalogo dei corsi di formazione individuale 1 Modalità di erogazione dei corsi Novark, in qualità di ente attuatore di Fondoprofessioni, il Fondo Paritetico Interprofessionale

Dettagli

D. Lgs. n. 231/2001: Modelli di Organizzazione e Gestione, Auditor ed Esperti 231, Membri degli Organismi di Vigilanza

D. Lgs. n. 231/2001: Modelli di Organizzazione e Gestione, Auditor ed Esperti 231, Membri degli Organismi di Vigilanza D. Lgs. n. 231/2001: Modelli di Organizzazione e Gestione, Auditor ed Esperti 231, Membri degli Organismi di Vigilanza Milano, 25-26-27 novembre (Mod. A) Milano, 3-4 dicembre 2015 (Mod. B) presso AICQ

Dettagli

Diritto penale dell impresa

Diritto penale dell impresa Diritto penale dell impresa MiDPI Ma ste rcattolica f a C o L T à D I g I u r I s p r u D e n z a a. a. 2 0 1 5 / 2 0 1 6 - I V e d i z i o n e Milano, dicembre 2015 - novembre 2016 Master universitario

Dettagli

Sisthema & Analisi S.r.l. Titolo

Sisthema & Analisi S.r.l. Titolo Titolo LA RESPONSABILITA AMMINISTRATIVA DELLE SOCIETA E I MODELLI ORGANIZZATIVI D. Lgs. 231/01 e s.m.i., CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA SICUREZZA SUL LAVORO E AGLI ILLECITI AMBIENTALI Viterbo, 09/02/2012

Dettagli

Il controllo interno delle imprese

Il controllo interno delle imprese Corso di International Accounting Università degli Studi di Parma - Facoltà di Economia (Modulo 1 e Modulo 2) LAMIB Il controllo interno delle imprese Anno Accademico 2009-2010 1 SISTEMA DI CONTROLLO IL

Dettagli

Master di II livello in Diritto Penale dell Impresa - MiDPI Tavole rotonde e seminari della I edizione.

Master di II livello in Diritto Penale dell Impresa - MiDPI Tavole rotonde e seminari della I edizione. Master di II livello in Diritto Penale dell Impresa - MiDPI Tavole rotonde e seminari della I edizione. A.A. 2012 2013 Personalità della responsabilità penale e strutture complesse: posizioni di garanzia

Dettagli

IL SISTEMA GIURIDICO ITALIANO

IL SISTEMA GIURIDICO ITALIANO Studio Legale Associato Tosello & Partners Modello D.Lgs. 231/01 integrato con l art. 30 D.Lgs. 81/08 La responsabilità degli amministratori per mancata adozione del Modello 231 secondo la giurisprudenza

Dettagli

RESPONSABILITÀ CIVILI E PENALI DEL COMMERCIALISTA, DELL AMMINISTRATORE, DEI SINDACI E DEL REVISORE

RESPONSABILITÀ CIVILI E PENALI DEL COMMERCIALISTA, DELL AMMINISTRATORE, DEI SINDACI E DEL REVISORE CHECKPOINT RESPONSABILITÀ CIVILI E PENALI DEL COMMERCIALISTA, DELL AMMINISTRATORE, DEI SINDACI E DEL REVISORE MONZA Sale convegni ODCEC MB Via Laurio, 15 ORARIO 9.00-13.00 / 14.00-18.00 Giovedì Venerdì

Dettagli

L utilizzo strategico dei Big Data: impatti e benefici Milano, 31 ottobre 2014

L utilizzo strategico dei Big Data: impatti e benefici Milano, 31 ottobre 2014 L utilizzo strategico dei Big Data: impatti e benefici Milano, 31 ottobre 2014 Un corso per illustrare le linee guida di utilizzo dei big data, gli obiettivi strategici e le modalità di prevenzione dei

Dettagli

Modello di Organizzazione, gestione e controllo Sintesi

Modello di Organizzazione, gestione e controllo Sintesi Adottato ai sensi del Decreto Legislativo 231 del 2001 Approvato dall Amministratore Unico il 20/04/2015 Indice Sommario Premessa e note introduttive alla lettura del documento...2 1. Il Decreto Legislativo

Dettagli

Casi pratici di vigilanza del Collegio sindacale

Casi pratici di vigilanza del Collegio sindacale Scuola di Specializzazione per Sindaci di Società Quarto modulo Casi pratici di vigilanza del Collegio sindacale 5 incontri dal 14/09/2015 al 1/12/2015 14.30-18.30 coordinatori: Daniele Bernardi, Claudio

Dettagli

Responsabilità Amministrativa delle Imprese Decreto Legislativo 231/2001 e s.m.i. III Edizione Realizzato da

Responsabilità Amministrativa delle Imprese Decreto Legislativo 231/2001 e s.m.i. III Edizione Realizzato da Responsabilità Amministrativa delle Imprese Decreto Legislativo 231/2001 e s.m.i. III Edizione Realizzato da Indice Introduzione Formazione Parte 1 Cosa prevede la legge Principali riferimenti legislativi

Dettagli

LA REVISIONE E L ARMONIZZAZIONE CONTABILE NEGLI ENTI LOCALI: come strutturare i controlli a fronte della nuova architettura contabile

LA REVISIONE E L ARMONIZZAZIONE CONTABILE NEGLI ENTI LOCALI: come strutturare i controlli a fronte della nuova architettura contabile Corso di formazione 2014 LA REVISIONE E L ARMONIZZAZIONE CONTABILE NEGLI ENTI LOCALI: come strutturare i controlli a fronte della nuova architettura contabile Ferrara 3 e 10 ottobre 2014 Iscrizioni entro

Dettagli

LA RESPONSABILITA DEGLI ENTI E DELLE SOCIETA EX D. LGS. 231/2001. 28 aprile 2009

LA RESPONSABILITA DEGLI ENTI E DELLE SOCIETA EX D. LGS. 231/2001. 28 aprile 2009 LA RESPONSABILITA DEGLI ENTI E DELLE SOCIETA EX D. LGS. 231/2001 28 aprile 2009 Relatore: Co-relatore: Avv. Riccardo Nalin Ing. Andrea Semino D. LGS. 231/2001 Responsabilità Amministrativa Persone Giuridiche

Dettagli

Il ruolo dell Organismo di Vigilanza

Il ruolo dell Organismo di Vigilanza 1 Il ruolo dell Organismo di Vigilanza Perché l Organismo di Vigilanza? 2 L Organismo di Vigilanza èunelemento indispensabile di un Modello 231 che abbia, come finalità ultima, l esonero dalla responsabilità

Dettagli

High Value Audit Communiti - Milano, 16 aprile 2010 Protiviti - Via Tiziano, 32 - Milano

High Value Audit Communiti - Milano, 16 aprile 2010 Protiviti - Via Tiziano, 32 - Milano Il ruolo dell Internal Audit nei processi di gestione e verifica dei Modelli organizzativi ex D. Lgs. 231/01, anche sottoposti al vaglio della Magistratura: l esperienza Impregilo High Value Audit Communiti

Dettagli

MODELLI DI ORGANIZZAZIONE E GESTIONE

MODELLI DI ORGANIZZAZIONE E GESTIONE Presentazione MODELLI DI ORGANIZZAZIONE E GESTIONE ex D.Lgs. 231/01 Pag 1 di 6 PREMESSA Con l introduzione nell ordinamento giuridico italiano del D.Lgs. 8 giugno 2001, n.231 qualsiasi soggetto giuridico

Dettagli

LE NUOVE DISPOSIZIONI DI BANCA D ITALIA SUL GOVERNO SOCIETARIO E SULLE REMUNERAZIONI

LE NUOVE DISPOSIZIONI DI BANCA D ITALIA SUL GOVERNO SOCIETARIO E SULLE REMUNERAZIONI LE NUOVE DISPOSIZIONI DI BANCA D ITALIA SUL GOVERNO SOCIETARIO E SULLE REMUNERAZIONI Circolare n. 285 del 17.12.2013 Aggiornamento del 6.5.2014 Milano, mercoledì 28 e giovedì 29 maggio 2014 Spazio Chiossetto,

Dettagli

Implementare un sistema di analisi e gestione del rischio rende efficace e concreto il modello 231

Implementare un sistema di analisi e gestione del rischio rende efficace e concreto il modello 231 RISK MANAGEMENT & BUSINESS CONTINUITY Il Risk Management a supporto dell O.d.V. Implementare un sistema di analisi e gestione del rischio rende efficace e concreto il modello 231 PER L ORGANISMO DI VIGILANZA

Dettagli

L attuazione del D. Lgs. 231/01 in un gruppo bancario L esperienza Intesa Sanpaolo. Gabriella Cazzola Direzione Legale e Contenzioso

L attuazione del D. Lgs. 231/01 in un gruppo bancario L esperienza Intesa Sanpaolo. Gabriella Cazzola Direzione Legale e Contenzioso L attuazione del D. Lgs. 231/01 in un gruppo bancario L esperienza Intesa Sanpaolo Gabriella Cazzola Direzione Legale e Contenzioso Paradigma - 24 maggio 2013 L esperienza di Intesa Sanpaolo Problemi applicativi

Dettagli

D.Lgs. 231/01 & Internal Auditing

D.Lgs. 231/01 & Internal Auditing D.Lgs. 231/01 & Internal Auditing Corso di Audit & Governance Dipartimento di Scienze Aziendali. Economiche e Metodi Quantitativi UNIBG 16 dicembre 2015 Cosa e la 231 Normativa in materia di Responsabilita

Dettagli

- limiti al cumulo degli incarichi. - i whistleblowing - outsourcing

- limiti al cumulo degli incarichi. - i whistleblowing - outsourcing KEy WOrDS - d.lgs. 12 maggio 2015, n. 72 - requisiti di competenza e correttezza dei manager - autovalutazione - tempo adeguato all espletamento dell incarico - limiti al cumulo degli incarichi - i whistleblowing

Dettagli

RISK MANAGEMENT E SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI IN BANCA

RISK MANAGEMENT E SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI IN BANCA www.formazione.ilsole24ore.com RISK MANAGEMENT E SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI IN BANCA MILANO 2 a EDIZIONE DAL 21 MARZO 2014 MASTER DI SPECIALIZZAZIONE FORMULA PART TIME 5 weekend non consecutivi I WEEKEND

Dettagli

CARPANEDA & ASSOCIATI. Il ruolo del modello organizzativo e gestionale ex 231 nelle società di factoring. Michele Carpaneda 16 maggio 2006

CARPANEDA & ASSOCIATI. Il ruolo del modello organizzativo e gestionale ex 231 nelle società di factoring. Michele Carpaneda 16 maggio 2006 Il ruolo del modello organizzativo e gestionale ex 231 nelle società di factoring Michele Carpaneda 16 maggio 2006 Corporate Governance La Corporate Governance è l insieme dei processi per indirizzare

Dettagli

PROFESSIONISTI E AZIENDE. Corsi di specializzazione

PROFESSIONISTI E AZIENDE. Corsi di specializzazione www.formazione.ilsole24ore.com/diritto-societa D I R I T TO I Corsi dell area LEGALE contratti - societario FORMAZIONE per PROFESSIONISTI E AZIENDE marzo - NOVEMBRE 2009 Corsi di specializzazione Diritto

Dettagli

Corso di qualifica per Auditor 231, componente OdV 231 ed Esperto 231

Corso di qualifica per Auditor 231, componente OdV 231 ed Esperto 231 Corso di qualifica per Auditor 231, componente OdV 231 ed Esperto 231 Un percorso formativo che permette di certificare il possesso di requisiti e competenze necessarie a realizzare, gestire e auditare

Dettagli

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE.

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. Casi pratici sulla corretta registrazione delle operazioni attinenti la gestione collettiva del risparmio

Dettagli

Corso di aggiornamento per coordinatori della sicurezza

Corso di aggiornamento per coordinatori della sicurezza Corso di aggiornamento per coordinatori CEFAS 13 febbraio 2013 Ing. Giancarlo Napoli e Dott. Sandro Celli Corso di aggiornamento per coordinatori della sicurezza Responsabilità amministrativa delle persone

Dettagli

Coordinamento, sinergie e flussi informativi tra l OdV, gli organi di controllo interno e le funzioni di assurance: uno schema di analisi

Coordinamento, sinergie e flussi informativi tra l OdV, gli organi di controllo interno e le funzioni di assurance: uno schema di analisi L importanza della comunicazione Coordinamento, sinergie e flussi informativi tra l OdV, gli organi di controllo interno e le funzioni di assurance: uno schema di analisi FAbio ACCARDi se nella ricerca

Dettagli

1/2 (e non può comunque essere superiore ad Euro 103.291,38)

1/2 (e non può comunque essere superiore ad Euro 103.291,38) FAQ sul MOG 1. Che cos è il D. Lgs. 231/2001? Il D. Lgs. 231/2001 entrato in vigore il 4 luglio 2001, individua le disposizioni normative concernenti la disciplina della responsabilità amministrativa delle

Dettagli

DELLA SICUREZZA SUL LAVORO

DELLA SICUREZZA SUL LAVORO Master Specialistico MASTER in DIRITTO DELLA SICUREZZA SUL LAVORO Analisi teorico pratica della normativa, della giurisprudenza italiana ed estera e dei principi e delle regole della scienza dell amministrazione

Dettagli

M A S T E R DIRITTO ED ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI E ASSICURATIVI FACOLTÀ DI ECONOMIA. Anno Accademico 2011/2012.

M A S T E R DIRITTO ED ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI E ASSICURATIVI FACOLTÀ DI ECONOMIA. Anno Accademico 2011/2012. FACOLTÀ DI ECONOMIA Anno Accademico 2011/2012 M A S T E R di I livello in DIRITTO ED ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI E ASSICURATIVI Attivato ai sensi del D.M. 509/99 e D.M. 270/2004 Iª EDIZIONE

Dettagli

PRIVACY CONSULTANT E DATA PROTECTION OFFICER

PRIVACY CONSULTANT E DATA PROTECTION OFFICER -------------------------------------------------------------------------------- AREA TAX E LEGAL PRIVACY CONSULTANT E DATA PROTECTION OFFICER -------------------------------------------------------------------------------Formula

Dettagli

PERCORSO FORMATIVO DIGITAL & LAW MILANO, 27-29 MAGGIO; 10-11 GIUGNO 2014 ABI, VIA OLONA, 2. Agenda delle giornate.

PERCORSO FORMATIVO DIGITAL & LAW MILANO, 27-29 MAGGIO; 10-11 GIUGNO 2014 ABI, VIA OLONA, 2. Agenda delle giornate. PERCORSO FORMATIVO DIGITAL & LAW MILANO, 27-29 MAGGIO; 10-11 GIUGNO 2014 ABI, VIA OLONA, 2 Agenda delle giornate Orario Programma 27 maggio 2014 Docenti 9.30 9.40 Presentazione del Percorso ABIFormazione

Dettagli

La responsabilità amministrativa delle persone giuridiche: i Modelli Organizzativi ex D. Lgs. 231/01

La responsabilità amministrativa delle persone giuridiche: i Modelli Organizzativi ex D. Lgs. 231/01 La responsabilità amministrativa delle persone giuridiche: i Modelli Organizzativi ex D. Lgs. 231/01 Studio Legale avv. Paolo Savoldi Bergamo, Via G. Verdi 14 Oggetto del Decreto 231/01 Il Decreto 231/01

Dettagli

Circolare informativa: settore consulenza aziendale - tributaria

Circolare informativa: settore consulenza aziendale - tributaria Bosin & Maas & Stocker Wirtschaftsberatung Steuerrecht Arbeitsrecht Revisoren dottori commercialisti consulenti del lavoro revisori dr. F. J. S c h ö n w e g e r dr. M a n f r e d B o s i n dr. G o t t

Dettagli

Governance: la responsabilità amministrativa. Energy Marine Business Assurance Transport & Infrastructures ENVIRONMENT & SUSTAINABILITY

Governance: la responsabilità amministrativa. Energy Marine Business Assurance Transport & Infrastructures ENVIRONMENT & SUSTAINABILITY Governance: la responsabilità amministrativa INNOVATION Energy Marine Business Assurance Transport & Infrastructures ENVIRONMENT & SUSTAINABILITY Corporate Governance delle Imprese (D.Lgs.231/2001) L introduzione

Dettagli

LA RIFORMA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI

LA RIFORMA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI LA RIFORMA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI Decreto MEF n. 53/2015 Circolare Banca d Italia n. 288/2015 giovedì 25 giugno 2015 Milano, Via Chiossetto n. 20 Spazio Chiossetto DESTINATARI Il workshop è rivolto

Dettagli

ANTIRICICLAGGIO E VOLUNTARY DISCLOSURE

ANTIRICICLAGGIO E VOLUNTARY DISCLOSURE edizioni e formazione srl ANTIRICICLAGGIO E VOLUNTARY DISCLOSURE ADEGUATA VERIFICA E RESPONSABILITÀ DELLE BANCHE E DELLA FUNZIONE ANTIRICICLAGGIO. RIENTRO DI CAPITALI E INTRODUZIONE DEL REATO DI AUTORICICLAGGIO

Dettagli

CURRICULUM VITAE Avv. Massimiliano LEI

CURRICULUM VITAE Avv. Massimiliano LEI CURRICULUM VITAE Avv. Massimiliano LEI 1 CURRICULUM VITAE Massimiliano LEI Avvocato Nato ad Anzio (RM), il 14 novembre 1972 ed ivi residente. Diploma di laurea in Giurisprudenza, conseguito nel 1997 presso

Dettagli

BANCA CR FIRENZE Tina Cassano Direzione Auditing e Controlli di Gruppo

BANCA CR FIRENZE Tina Cassano Direzione Auditing e Controlli di Gruppo Business International La Compliance nelle Banche Italiane: compiti e responsabilità della funzione compliance alla luce delle Istruzioni della Banca d Italia BANCA CR FIRENZE Tina Cassano Direzione Auditing

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 8 giugno 2001 n. 231 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 140 del 19 giugno 2001)

DECRETO LEGISLATIVO 8 giugno 2001 n. 231 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 140 del 19 giugno 2001) DECRETO LEGISLATIVO 8 giugno 2001 n. 231 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 140 del 19 giugno 2001) Disciplina della responsabilita' amministrativa delle persone giuridiche, delle societa' e delle

Dettagli

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO. DI TRENITALIA S.p.A. Sintesi

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO. DI TRENITALIA S.p.A. Sintesi MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO DI TRENITALIA S.p.A. Sintesi Luglio 2014 Il Consiglio di Amministrazione di Trenitalia S.p.A. ha approvato con delibera del 23 febbraio 2005 il Modello di

Dettagli

http://it.linkedin.com/in/marialberto Napoli 07/06/2013 - Alberto Mari (Sicev 265 - Apco CMC 0512-A)

http://it.linkedin.com/in/marialberto Napoli 07/06/2013 - Alberto Mari (Sicev 265 - Apco CMC 0512-A) 1 Seminario Aggiornamento Valutatori SICEV Intervento Dai Sistemi di Gestione al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo secondo il DLgs. 231/2001 Napoli 07/06/2013 - Alberto Mari (Sicev 265 -

Dettagli

OFFERTA FUORI SEDE DI PRODOTTI FINANZIARI E ASSICURATIVI

OFFERTA FUORI SEDE DI PRODOTTI FINANZIARI E ASSICURATIVI OFFERTA FUORI SEDE DI PRODOTTI FINANZIARI E ASSICURATIVI Milano, 3 luglio 2014 In partnership con Una giornata di approfondimento sull offerta fuori sede anche alla luce dei recenti interventi giurisprudenziali

Dettagli

CORSO IL BILANCIO: STRUMENTO PER LA DIAGNOSI, PROGNOSI E TERAPIA AZIENDALE per. Avvocati. Giuristi d impresa. Dottori Commercialisti

CORSO IL BILANCIO: STRUMENTO PER LA DIAGNOSI, PROGNOSI E TERAPIA AZIENDALE per. Avvocati. Giuristi d impresa. Dottori Commercialisti CORSO IL BILANCIO: STRUMENTO PER LA DIAGNOSI, PROGNOSI E TERAPIA AZIENDALE per Avvocati Giuristi d impresa Dottori Commercialisti Consulenti e Quadri aziendali Milano, 14 e 15 febbraio 2013 Sede: I Chiostri

Dettagli

Orario: 9.00-14.00 - Unione Industriali Savona, via Gramsci 10 - Savona

Orario: 9.00-14.00 - Unione Industriali Savona, via Gramsci 10 - Savona Via Aurelia 3-17047 Vado Ligure (SV) Tel. 019 2160034 - Fax 800 233 922 www.dataconsultsrl.it Alla c.a. del TITOLARE Vado Ligure, 30 settembre 2008 OGGETTO: Programma formativo fiscale del 2 semestre 2008

Dettagli

Allegato al Codice di Condotta del Gruppo Ricoh valevole per Ricoh Italia Srl ai fini del D. Lgs 231/2001

Allegato al Codice di Condotta del Gruppo Ricoh valevole per Ricoh Italia Srl ai fini del D. Lgs 231/2001 Allegato al Codice di Condotta del Gruppo Ricoh valevole per Ricoh Italia Srl ai fini del D. Lgs 231/2001 Allegato al Codice Comportamento Aziendale.docV. 1.1 del 01/07/2013 1 Introduzione Il Codice di

Dettagli

Dlgs D.lgs. 231/01. e Modelli di organizzazione, gestione e controllo

Dlgs D.lgs. 231/01. e Modelli di organizzazione, gestione e controllo Dlgs D.lgs. 231/01 Responsabilità amministrativa delle società e Modelli di organizzazione, gestione e controllo 1 D.lgs. 231/2001: introduce 2 grandi novità per l ordinamento italiano (Necessità di allinearsi

Dettagli

Procedura GESTIONE DENUNCE

Procedura GESTIONE DENUNCE Procedura GESTIONE DENUNCE Torino, 23 dicembre 2004 INDICE PARTE GENERALE 1 PREMESSA...3 2 NORMATIVA ESTERNA E INTERNA APPLICABILE...3 3 COMPITI E RESPONSABILITÀ...3 4 PROCESSO...4 5 CONTROLLO...4 6 COMITATO

Dettagli

Rendiconto al 31 dicembre 2013

Rendiconto al 31 dicembre 2013 Rendiconto al 31 dicembre 2013 Via Gabrio Casati, 1 20123 Milano Telefono: +39 02 80618 333 Fax: +39 02 80618 201 E-mail: info@aodv231.it www.aodv231.it Partita IVA n. 06561480960 - Codice fiscale n. 97488030152

Dettagli

NOTIZIARIO 21/2009 SOMMARIO

NOTIZIARIO 21/2009 SOMMARIO Ente pubblico non economico Torino, 5 novembre 2009 NOTIZIARIO 21/2009 SOMMARIO CONVEGNO DI STUDI: IL D.LGS. 231/2001 ED I MODELLI DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO ALLA LUCE DELLE RECENTI NOVITA

Dettagli

Giovedì 5 Novembre 2015 Circolo del Commercio Palazzo Bovara - Corso Venezia 51, Milano

Giovedì 5 Novembre 2015 Circolo del Commercio Palazzo Bovara - Corso Venezia 51, Milano LA REVISIONE DELLA MIFID I recenti sviluppi di MiFID II Le regole di condotta per gli intermediari Il nuovo regimi degli incentivi Le tecniche di attenuazione del rischio La distribuzione di prodotti complessi

Dettagli

FORMAZIONE AVANZATA. Risk management Internal auditing e governance dei processi per il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

FORMAZIONE AVANZATA. Risk management Internal auditing e governance dei processi per il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali FORMAZIONE AVANZATA Risk management Internal auditing e governance dei processi per il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali INDICE 1. Obiettivi didattici pag. 3 2. Destinatari pag. 3 3. Coordinamento

Dettagli

Corso Governance Prof. Alberto Nobolo, Prof.Daniele Bernardi. Università degli studi d i Milano Bicocca- Dott. Daniele Bernardi

Corso Governance Prof. Alberto Nobolo, Prof.Daniele Bernardi. Università degli studi d i Milano Bicocca- Dott. Daniele Bernardi Corso Governance Prof. Alberto Nobolo, Prof.Daniele Bernardi 1 NORMATIVA A D.LGS. 231/01 Modello Organizzativo - Codice Etico- Organismo di Vigilanza Agenda 2 DEFINIZIONE D.LGS. 231/2001 SOGGETTI COINVOLTI

Dettagli

IL FINANZIAMENTO DELLE OPERAZIONI DI ACQUISIZIONE SOCIETARIA

IL FINANZIAMENTO DELLE OPERAZIONI DI ACQUISIZIONE SOCIETARIA IL FINANZIAMENTO DELLE OPERAZIONI DI ACQUISIZIONE SOCIETARIA DEBITO BANCARIO VS DEBITO OBBLIGAZIONARIO STRUTTURA DELL EMISSIONE OBBLIGAZIONARIA IBLOR TRADIZIONALE E TRASPARENTE IL TRATTAMENTO FISCALE Milano,

Dettagli

FORUM ASSICURAZIONI LA DIRETTIVA SOLVENCY II E LA GOVERNANCE AZIENDALE. LA SEMPLIFICAZIONE NEI RAPPORTI CONTRATTUALI (Reg. IVASS n. 8 del 3.3.

FORUM ASSICURAZIONI LA DIRETTIVA SOLVENCY II E LA GOVERNANCE AZIENDALE. LA SEMPLIFICAZIONE NEI RAPPORTI CONTRATTUALI (Reg. IVASS n. 8 del 3.3. FORUM ASSICURAZIONI LA DIRETTIVA SOLVENCY II E LA GOVERNANCE AZIENDALE LA SEMPLIFICAZIONE NEI RAPPORTI CONTRATTUALI (Reg. IVASS n. 8 del 3.3.2015) LA DEMATERIALIZZAZIONE DEI CONTRATTI E DEGLI ATTESTATI

Dettagli