intesi.08 S Sintesi.08 Sintesi.08 Poste Italiane SpA Sede legale: Informazioni societarie: Sintesi.08

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "intesi.08 S Sintesi.08 Sintesi.08 Poste Italiane SpA Sede legale: Informazioni societarie: Sintesi.08"

Transcript

1

2 Sintesi.08

3

4 2 Indice Ad alta voce Lettera dell Amministratore Delegato 4 Uno sguardo all Azienda 6 Fatti salienti dell ultimo anno 8 I numeri del La responsabilità economica 12 La responsabilità sociale 14 La responsabilità ambientale 16 Attività e nuova identità 18 Un player internazionale 20 Lettere, pacchi e francobolli 21 Il salvadanaio degli italiani 22 Poste per la Pubblica Amministrazione 22 Polizze e servizi assicurativi 23 Lo sviluppo internazionale 23 La lotta ai crimini informatici 23 Il Gruppo in cifre 24 Le società del Gruppo 26 La performance dell EBIT 28 I ricavi delle linee di business 29 Risultati di gestione 30 Le partecipazioni 31

5 3 Priorità strategiche 32 La forza degli investimenti 34 L innovazione 35 Il Polo Tecnologico 35 Il Servizio Universale 37 La liberalizzazione alle porte 37 Una piattaforma per il Paese 37 Il Gruppo e gli organismi internazionali 37 Lo sviluppo sostenibile 38 Verso un modello di energia pulita 40 La flotta bifuel 40 Il progetto Green Post 41 Raccolta differenziata e riutilizzo 41 La Corporate Governance 42 Un modello tradizionale 44 Il Consiglio di Amministrazione 44 Il ruolo dei controllori 46 Il Codice Etico 48 L attenzione alle persone 50 La gestione delle risorse umane 52 Un azienda in rosa 55 Le relazioni industriali 56 La comunicazione interna 56 L importanza dell ascolto 58 La Carta della Qualità dei servizi 62 Le procedure di conciliazione 62 Il mondo dei fornitori 62 Sintesi.08

6 4 Ad alta voce Lettera dell Amministratore Delegato MASSIMO SARMI

7 5 L ultimo anno è stato contrassegnato da un radicale mutamento del sistema economico e fi nanziario globale, ma il cambio di scenario non ha infl uenzato la gestione di Poste Italiane, confermando cosi gli indirizzi strategici che il Gruppo intende perseguire per il periodo Un piano che mira a sostenere la crescita dei ricavi grazie all innovazione dei servizi e all apertura di nuovi canali di business. Un processo laborioso e avvincente che richiede capacità di creare valore aggiunto, mantenendo una costante attenzione sulla qualità dei prodotti e sull efficienza dei servizi. Per fare questo, nel corso del 2008 Poste Italiane ha gettato le fondamenta per affrontare alcune priorità, come la defi nitiva liberalizzazione del settore postale e la rapida trasformazione di un mercato che sempre più impone di investire in tecnologia. Questa sintesi illustra i fatti salienti dell ultimo anno e vuole essere uno strumento snello e agevole per avere un quadro d insieme dell attività di Poste Italiane, senza trascurare un elemento fondamentale: come intende evolversi Poste Italiane. Una mission che spinge e suggerisce di trasformare un grande Gruppo industriale in una infrastruttura capace di integrare servizi e prodotti abbinandoli alle sue attività più tradizionali. Un sistema multicanale a servizio del Paese e della Pubblica Amministrazione capace al tempo stesso di esportare soluzioni e competenze anche a livello internazionale. Il percorso è già stato avviato con alleanze, accordi e collaborazioni per presidiare mercati emergenti come quello della sicurezza informatica e delle frodi digitali, o quello per lo sviluppo dei pagamenti elettronici e dei servizi fi nanziari via cellulare. Poste Italiane ha, insomma, cambiato passo pur restando impegnata ad accrescere il dialogo e la comunicazione con i clienti e i cittadini. E a semplifi care loro la vita grazie alla tecnologia e all impegno dello straordinario capitale umano presente in Azienda. Abbiamo le competenze, le qualità e capacità per dare un contributo alla crescita del sistema economico italiano. Sintesi.08

8 6 Uno sguardo all Azienda Poste Italiane è stata protagonista di un profondo processo di rinnovamento. Un cambio di strategia e fi losofi a che, confermandone le caratteristiche di più grande azienda del Paese con oltre 155mila dipendenti, ha accompagnato il Gruppo verso un modello di attività che integra servizi di comunicazione, logistica e fi nanziari. Un processo attuato a livello capillare sul territorio nazionale grazie a una rete di 14mila Uffici Postali. Le scelte degli ultimi anni hanno consentito, da un lato, di consolidare il tradizionale presidio territoriale rafforzando servizi e prodotti per il cittadino, dall altro, di costituire una nuova infrastruttura tecnologica su scala nazionale in grado di garantire alla Pubblica Amministrazione una dorsale per servizi di rendicontazione e pagamento, così come la consegna di certifi cati sanitari e farmaci a domicilio, in sintonia con lo sviluppo dei processi di e-government. Nel tempo alla rete fi sica si è, dunque, aggiunta un importante infrastruttura ICT e un network di accesso multimediale ai principali Servizi Postali, Finanziari e Assicurativi. I Business su cui è focalizzato il Gruppo Poste Italiane Il servizio postale sovraintende le attività di corrispondenza, corriere espresso, pacchi e fi latelia. I Servizi Finanziari sono erogati attraverso BancoPosta (e Poste Tutela SpA) e coprono l offerta di conti correnti, pagamenti, prodotti di risparmio e finanziamento, nel mercato assicurativo e previdenziale il Gruppo opera attraverso Poste Vita SpA e Poste Assicura SpA. L infrastruttura tecnologica abbinata alla rete degli Uffici Postali permette a Poste Italiane di garantire alla Pubblica Amministrazione una piattaforma insostituibile per raggiungere il cittadino. Uno strumento di accesso ai servizi pubblici sia di carattere amministrativo, come nel caso del progetto Reti Amiche con oltre 6mila sportelli dedicati, sia sul versante dei servizi sociali, come l iniziativa Social Card. Poste Italiane svolge inoltre una serie di attività collaterali e complementari alle tre principali linee di Business. Ne fanno parte, tra le altre, società come BancoPosta Fondi SpA SGR, Egi SpA, PosteMobile SpA, PosteShop SpA, Poste Energia SpA. Nel 2008 i ricavi totali del Gruppo hanno raggiunto 17,8 miliardi di euro registrando una sostanziale tenuta (5,50 miliardi di euro, -0,8%) del settore postale, in un contesto in cui il mercato della corrispondenza è destinato a ridursi, e una lieve crescita (4,59 miliardi di euro, +2%) dei Servizi Finanziari, in uno scenario di difficoltà e crisi a livello internazionale. Buono lo sviluppo segnato dai Servizi Assicurativi che hanno garantito ricavi per 7,26 miliardi di euro (+7,7%). Un risultato che complessivamente ha consentito di archiviare il 2008 con un utile netto di 882,6 milioni di euro (+4,62%) in presenza di una congiuntura economica in forte rallentamento.

9 7 Uffici Postali Uffici Postali Filiali Sintesi.08

10 8 Fatti salienti dell ultimo anno Posta e dintorni Per il mercato della corrispondenza l attività del 2008 è stata caratterizzata dall estensione del servizio di Postino Telematico : i portalettere dotati di palmare e stampante che offrono a domicilio servizi postali e fi nanziari e di recapito on demand. Nel 2008 è stato, inoltre, sottoscritto il contratto di programma che regola i rapporti tra Poste Italiane e lo Stato per l erogazione del Servizio Postale Universale. La revisione ha reso più stringenti i vincoli del servizio e ne ha ridefi nito gli importi riconosciuti a Poste Italiane ogni tre anni dallo Stato. BancoPosta e il risparmio In uno scenario di rallentamento economico Poste Italiane ha registrato un boom della raccolta nel Risparmio postale che ha avuto un incremento del 26%. Nel corso dell anno è stato lanciato il nuovo conto corrente BancoPosta Click accessibile dal web e dal telefono. Il successo di Postepay, la carta prepagata scelta ormai da 5 milioni di clienti, ha confermato, inoltre, il ruolo di primo piano svolto dal Gruppo nella diffusione di nuovi strumenti di pagamento elettronici. Lo sviluppo dei servizi fi nanziari ha contribuito inoltre al processo di graduale integrazione della popolazione straniera di recente immigrazione. A questa fascia di clientela sono stati dedicati 13mila sportelli abilitati alle operazioni di trasferimento di denaro verso l estero, un servizio frutto di una partnership con MoneyGram. Previdenza e polizze Nel mercato della previdenza complementare Poste Vita ha ottenuto ottime performance da parte della clientela grazie al prodotto di previdenza integrativa Postaprevidenza Valore, che ha riconosciuto rendimenti netti sui versamenti superiori al benchmark di settore. Telefoni e pagamenti Nella telefonia la compagnia PosteMobile, consapevole del proprio ruolo di promotore di innovazione, ha trasformato il cellulare in un vero e proprio portafoglio elettronico grazie alla possibilità di effettuare direttamente pagamenti e trasferimenti di denaro. In diciotto mesi di attività ha raggiunto l obiettivo record di un milione di SIM vendute. Un successo che ha permesso a Poste Italiane di affermarsi come il primo operatore virtuale in Italia, con una quota di mercato pari al 50%.

11 9 Investimenti ed evoluzione tecnologica Nel corso del 2008 Poste Italiane ha mantenuto costante il livello di crescita degli investimenti (712 milioni di euro, +17%) in linea con la strategia e la mission aziendale. Sono state inaugurate le nuove sale controllo dei fl ussi logistici e sale controllo sicurezza che vanno ad affiancarsi alla sala di controllo dei servizi e dei sistemi. Novità che assegnano al Polo Tecnologico di Poste Italiane il ruolo di banco di prova per i servizi di ultima generazione destinati al mercato e alla Pubblica Amministrazione, tra cui l e-government e l e-commerce. Personale e Risorse Umane Italia Logistica, un nuovo player nel trasporto merci Proseguono l impegno e gli investimenti del Gruppo sul capitale umano: è stato siglato il nuovo accordo sul recapito e si è affermato Nel 2008 è stata costituita la joint venture tra ulteriormente il ricorso al telelavoro. È ormai consolidato l inserimento Poste Italiane e Ferrovie dello Stato per creare di personale multilingue negli Uffici Postali. Nel corso del 2008 l Azienda un polo di logistica integrata del trasporto e le Organizzazioni Sindacali sono state impegnate nella defi nizione merci che punta a diventare uno dei principali di importanti temi contrattuali, organizzativi, retributivi e sociali per operatori. assicurare un ulteriore fase di sviluppo e innovazione. Il sistema di relazioni industriali ha confermato uno spiccato carattere partecipativo anche attraverso la contrattazione decentrata e l operatività degli organismi paritetici. Il buon esito delle trattative condotte è l indicatore più signifi cativo dell attenzione nei confronti delle Organizzazioni Sindacali, considerando anche l elevato tasso di sindacalizzazione dei dipendenti (79% a dicembre 2008). Il dividendo del 2008 Il Consiglio di Amministrazione ha proposto all Assemblea degli Azionisti del 27 aprile 2009 di approvare il Bilancio di esercizio di Poste Italiane al 31 dicembre 2008 e di distribuire l utile di esercizio di euro come segue: alla Riserva legale ,00 euro; a utili portati a nuovo ,00 euro; agli Azionisti, a titolo di dividendo, ,00 euro, da pagarsi entro il mese di giugno Sintesi.08

12 10 I numeri del 2008 Uno sguardo rapido sull attività di un Gruppo che opera ogni giorno al servizio del Paese. Persone, impegno e tecnologie che rivelano le capacità, il lavoro e la dedizione di una grande realtà.

13 Una grande squadra al servizio del Paese 14mila Uffici Postali ATM Postamat 200 centri di smistamento pacchi e corrispondenza 60mila cassette di impostazione 43mila veicoli 140 Filiali in tutta Italia 22 milioni di invii postali al giorno 20 milioni di transazioni effettuate al giorno 2 milioni di bollettini al giorno 200mila pacchi al giorno 7 milioni di pensioni pagate al mese 1,5 milioni di clienti negli Uffici Postali ogni giorno 3,7 milioni di clienti registrati a 80mila chiamate gestite dal Call Center ogni giorno +4,62% la crescita dell utile netto Sintesi.08

14 12 La responsabilità economica Poste Italiane cresce e si rafforza anche in un contesto economico di contrazione dei mercati e dei consumi. Una gestione responsabile ha confermato il ruolo dell Azienda a sostegno del sistema economico del Paese, garantendo una grande infrastruttura di scambio e di comunicazione.

15 Gruppo Poste Italiane valori in milioni di euro Totale ricavi Capitale investito netto Patrimonio netto Risultato operativo Risultato prima delle imposte Oneri fi nanziari Numero medio dipendenti* Utile netto d esercizio Numero conti correnti (migliaia) Valore giacenza libretti postali * Il numero medio dei dipendenti (espresso in full time equivalent) comprende l organico fl essibile ed esclude il personale comandato e sospeso. Poste Italiane SpA valori in milioni di euro Totale ricavi Capitale investito netto Patrimonio netto Risultato operativo Risultato prima delle imposte Oneri fi nanziari Numero medio dipendenti* Utile netto d esercizio * Il numero medio dei dipendenti (espresso in full time equivalent) comprende l organico fl essibile ed esclude il personale comandato e sospeso. Sintesi.08

16 14 La responsabilità sociale Il più grande capitale di Risorse Umane del Paese ogni anno valorizza i talenti e investe sulla crescita professionale. I risultati di Poste Italiane sono frutto dell impegno e delle persone che lavorano con determinazione e condividono la mission dell Azienda.

17 Gruppo Poste Italiane valori in milioni di euro Valore aggiunto globale lordo Valore aggiunto distribuito Remunerazioni del personale Remunerazioni della PA Poste Italiane SpA valori in milioni di euro Valore aggiunto globale lordo Valore aggiunto distribuito Remunerazioni del personale Remunerazioni della PA Formazione del personale Totale giornate di formazione In aula A distanza (e-learning) Livelli di servizio Posta Prioritaria: consegna entro 1 giorno 90,6% 88,2% Sintesi.08

18 16 La responsabilità ambientale Una grande infrastruttura del Paese può e deve fare molto per attuare una politica di crescita e sviluppo sostenibile. Energia pulita proveniente da fonti rinnovabili, mezzi ecologici e il rispetto dell ambiente fanno già parte del linguaggio e del patrimonio culturale di Poste Italiane.

19 Consumi di energia Patrimonio immobiliare Fonte Consumi 2008 Tep* Consumi 2007 Tep* Δ Consumi Gasolio (litri - in migliaia) ,3% Elettricità (GWh) Energia certifi cata RECS (GWh) ,6% Gas naturale (knm 3 ) 25, , ,5% Totale TEP ,9% Unità di misura: GWh = Gigawatt/ora, knm 3 = Kilonewton/m 3 * Tep: tonnellate di petrolio equivalente. Emissione di CO 2 (tonnellate) Patrimonio immobiliare Consumi CO 2 emessa Consumi CO 2 emessa Δ CO 2 Fonte emessa Gasolio (litri - in migliaia) Elettricità (GWh) ,0 Energia certifi cata RECS (GWh) ,0 Gas naturale (knm 3 ) 25, , Totale CO 2 emessa ,5% Unità di misura: GWh = Gigawatt/ora, knm 3 = Kilonewton/m 3 Nel 2007 è stata costituita Poste Energia SpA con l obiettivo dell approvvigionamento di energia elettrica sul sistema elettrico nazionale a copertura del fabbisogno del Gruppo. Nel corso dell anno sono proseguite le attività avviate nel 2007 e fi nalizzate al raggiungimento degli obiettivi prefi ssati, principalmente per l acquisto di energia, per la gestione dei contratti e per l erogazione di servizi energetici a valore aggiunto. Sintesi.08

20 18 Ogni giorno nei 14mila Uffici Postali entrano oltre un milione e mezzo di clienti per acquistare prodotti di comunicazione, accedere a servizi fi nanziari e sottoscrivere polizze previdenziali e assicurative.

21 Attività e nuova identità Un infrastruttura a servizio del Paese Sintesi.08

22 20 Un player internazionale Poste Italiane ha realizzato un grande processo di rinnovamento: sono stati potenziati i servizi ed è stata ampliata la capacità di offerta dei prodotti. Grazie ai risultati ottenuti, il Gruppo Poste Italiane è entrato per la terza volta consecutiva tra le World s Most Admired Companies di Fortune, registrando una crescita di valutazione che gli ha permesso di scalare la classifi ca dei migliori operatori postali mondiali. Risultando così migliore di Royal Mail, La Poste e tallonando da vicino Deutsche e Japan Post. Anche Fitch ne ha apprezzato il modello di business e ha confermato il rating positivo (A+ e outlook positivo). Una valutazione in linea con il giudizio di Standard & Poor s, che ha inserito Poste Italiane tra i top runners del settore per la capacità di diversifi cazione del business. L Azienda è stata infatti il primo operatore postale a entrare nella telefonia mobile e nei servizi di pagamento con il cellulare.

23 21 Lettere, pacchi e francobolli Nel settore dei Servizi Postali in vista dell apertura del mercato il Gruppo punta a sviluppare e rinnovare le aree di business del Direct Marketing, dei servizi integrati e di quelli digitali. In particolare proseguirà l impegno per lanciare il prodotto Posta Time, dedicato ai grandi clienti con esigenza di certifi cazione di data e ora di consegna attraverso i palmari dei portalettere. Nel 2008 Poste Italiane ha rielaborato la nuova Carta della Qualità. Il Servizio Universale risponde del resto a stringenti standard di qualità ed efficienza, defi niti in termini di tempo di recapito sul territorio nazionale, verifi cati dal Ministero dello Sviluppo Economico. L International Post Corporation (IPC) svolge per la corrispondenza internazionale un controllo analogo a quello attuato dal Ministero. Nella fi latelia, oltre alle consuete serie legate ai diversi cicli tematici, saranno studiate nuove emissioni dedicate a personaggi, eventi e celebrazioni di rilievo. I servizi di Corriere Espresso e Pacchi saranno arricchiti e sono state previste nuove opzioni di spedizione più fl essibili secondo le esigenze della clientela. Sulle attività di corrispondenza e recapito vigila la nuova Logistic Room centralizzata, che monitora e coordina il lavoro di 11 strutture territoriali e delle sale di controllo gemelle che presidiano ciascuna Area Logistico Territoriale. Prosegue l impegno sul progetto Postino Telematico, il portalettere dotato di palmare che porta a domicilio sia i prodotti postali sia quelli fi nanziari. Una novità che consente di seguire e monitorare fi no all ultimo miglio il recapito della corrispondenza. Il postino hitech consente di spedire pacchi, pagare bollettini, effettuare bonifi ci e richiedere certifi cati anagrafi ci e sanitari a domicilio. Sintesi.08

24 22 Il salvadanaio degli italiani BancoPosta ha come obiettivo il consolidamento della leadership nei servizi fi nanziari con nuove offerte di servizi di conto corrente e proposte dedicate alle piccole e medie imprese. È in fase di lancio il prodotto Quinto BancoPosta riservato ai pensionati e sono stati pianifi cati nuovi servizi di prestito e fi nanziamento per la clientela. Sul fronte dei mutui sono previste nuove tipologie di prodotti anche utilizzando il canale on line. Poste Italiane punta sulla crescita dei sistemi di pagamento elettronici condividendo la guerra al contante. Complessivamente le carte di pagamento emesse alla fi ne del 2008 hanno superato quota 12 milioni, un risultato che colloca l Azienda in posizione di leader del settore in Europa, grazie anche a oltre 5 milioni di carte prepagate Postepay. In vista del recepimento delle nuove direttive UE in materia di e-money, Poste Italiane ha inoltre giocato un ruolo da fi rst mover nella monetica elettronica, nei sistemi di pagamento e nei servizi di trasferimento di denaro on line e via cellulare. Poste per la Pubblica Amministrazione L Azienda si è candidata da tempo e a pieno titolo come piattaforma integrata a servizio del Paese. Un infrastruttura unica a sostegno dei cittadini e della Pubblica Amministrazione che ha aderito al progetto Reti amiche promosso dal Ministero per la Pubblica Amministrazione e l Innovazione, mettendo a disposizione un supporto tecnologico e logistico. Un importante accordo che assegna a Poste Italiane attraverso circa 6mila Sportello Amico, il servizio di rilascio e rinnovo del passaporto e dei permessi di soggiorno, di riscossione dei contributi previdenziali e dei bollettini per l assicurazione contro gli infortuni domestici e dei servizi Inps Card, il rilascio di referti medici e di certifi cati anagrafi ci oltre che la riscossione dei ticket sanitari. Questo progetto si affianca alla gestione delle richieste di rilascio e rinnovo dei permessi di soggiorno (emersione dei lavoratori immigrati) frutto di una convenzione con il Ministero dell Interno. La Social Card Alla fi ne del 2008 presso Uffici Postali in collaborazione con il Ministero dell Economia e delle Finanze è stata avviata la consegna della Social Card, la Carta Acquisti destinata ai cittadini che hanno diritto a un sostegno governativo per effettuare spese alimentari e pagare le utenze domestiche. In totale è stato consegnato oltre mezzo milione di carte. La carta è ricaricabile e mette a disposizione di ciascun titolare una somma di 480 euro l anno, plafond cui si aggiungono convenzioni e sconti per l acquisto di alimenti e il pagamento di bollette. Per conto della Pubblica Amministrazione viene svolto il servizio di gestione documentale Mail Room, la raccolta e protocollazione centralizzata della corrispondenza. La vocazione dell Azienda verso i servizi dedicati al Paese ha permesso di sviluppare e consolidare il ruolo di principale rete di ascolto delle necessità e delle esigenze dei cittadini. A utilizzare le infrastrutture e le tecnologie di Poste Italiane è anche il Dipartimento della Protezione Civile che se ne avvale per la gestione delle emergenze. Notevole e tempestivo è stato l impegno in occasione del terremoto in Abruzzo di aprile 2009 con una task force dedicata e 17 Uffici Postali mobili che hanno garantito l erogazione di tutti i servizi senza alcuna sospensione.

25 23 Polizze e servizi assicurativi Nel mercato assicurativo l obiettivo è rafforzare la leadership nella raccolta dei prodotti Vita, aumentando l offerta del ramo Previdenza e introducendo prodotti e servizi destinati a specifi ci target di clientela. Oltre all impegno sul fronte dell offerta la strategia punta a rafforzare e aumentare le sinergie di Gruppo e il servizio post vendita. Lo sviluppo internazionale La capacità del Gruppo Poste Italiane di porsi come un modello di sviluppo a livello internazionale passa anche attraverso numerose alleanze e la costruzione di importanti collaborazioni con grandi players, a partire dall accordo con il gigante statunitense Ups, siglato per operare nel mercato internazionale del Corriere Espresso, uno dei settori del mondo della corrispondenza che evidenzia le maggiori possibilità di crescita e sviluppo grazie anche all e-commerce. Una storica alleanza è quella con Microsoft, testimoniata, non a caso, dal fatto che Poste Italiane è stato il primo operatore al mondo ad avere una propria icona sulla barra degli strumenti Office per spedire una raccomandata on line. Altri importanti rapporti di collaborazione e sviluppo delle infrastrutture sono stati raggiunti con Ibm, Hp, Cisco. Con Vodafone, uno dei principali gruppi di telefonia al mondo, è stato siglato un accordo per la fornitura dell infrastruttura di rete per i servizi di PosteMobile. Le competenze e la conoscenza delle soluzioni per elevare gli standard dei servizi hanno consentito all Azienda di trasferire know how anche ad altri operatori postali. In questa ottica è stato siglato l accordo per cedere la tecnologia di Poste Italiane al Governo di Tirana. Un intesa che garantisce all operatore Posta Shqiptare la possibilità di sviluppare e modernizzare il sistema postale albanese. I modelli di riferimento saranno l infrastruttura logistica e le sale di controllo hi-tech per il monitoraggio della sicurezza delle transazioni fi nanziarie e dei fl ussi postali. Con Finmeccanica è stata avviata con successo una partnership per sviluppare e fornire piattaforme tecnologiche e soluzioni per lo sviluppo di Egypt Post, con l obiettivo di aiutarne il processo di rinnovamento. La lotta ai crimini informatici Poste Italiane è tra i fondatori della prima task force europea per la sicurezza informatica internazionale. L Azienda ha siglato un accordo con US Secret Service (l Agenzia Governativa che si occupa della protezione del Presidente degli Stati Uniti d America e svolge attività di sicurezza e investigazione contro le frodi informatiche) e la Polizia. La task force avrà sede in Italia e proprio sotto la guida di Poste Italiane svilupperà la ricerca sulla sicurezza informatica per tutelare cittadini, istituzioni e imprese. Si tratta del primo accordo internazionale sulla CyberSecurity siglato fuori dagli Stati Uniti per la lotta ai furti di identità digitali, di dati, di informazioni e di denaro che avvengono sul web. Poste Italiane è stata la prima azienda europea a essere ammessa dalla US Secret Service a fare parte della New Electronic Task Force che ha la competenza di vigilare anche sulle transazioni e gli scambi a Wall Street, il principale mercato azionario del mondo. L intesa raggiunta con US Secret Service è il primo passo di Poste Italiane per diventare il più importante polo aggregante su scala mondiale per questo tipo di criticità, grazie alla già sperimentata competenza che le consente di monitorare fl ussi logistici, transazioni fi nanziarie e trasferimenti di dati sensibili. Lo sviluppo sul fronte della CyberSecurity è destinato a proseguire anche attraverso collaborazioni con il mondo accademico. Sintesi.08

26 24

27 Il Gruppo in cifre Il Gruppo postale leader nei servizi fi nanziari e di telefonia mobile Una grande realtà presente in ogni angolo del Paese, che arriva nelle case di tutti grazie a 43mila portalettere. Un azienda capace di garantire ogni giorno l offerta di oltre 3mila prodotti estremamente diversifi cati a 32 milioni di clienti. Sintesi.08

28 26 Le società del Gruppo Postel SpA Servizi di stampa e imbustamento della corrispondenza, servizi di Mass Printing, Direct Marketing, Door to Door e di e-procurement. SDA Express Courier SpA Partner di Poste Italiane nel segmento di business Corriere Espresso e Pacchi. 100% 100% 100% 51% Postel SpA Postecom SpA SDA Express Courier SpA 39% CLP ScpA 10% Poste Tributi ScpA 70% 10% 30% 5% Consorzio Poste Contact 70% Italia Logistica Srl 51% 100% PostelPrint SpA Consorzio Poste Welfare Chronopost International Italia SpA (in liquidazione) 15% 85% Docutel SpA Poste Link Scrl 70% 50% 51% 20% Uptime SpA 15% 5% Mistral Air Srl Europa Gestioni Immobiliari SpA Poste Tutela SpA 45% 100% Poste Vita SpA Poste Italiane Trasporti SpA Poste Assicura SpA PosteShop SpA 100% 100% 100% 100% BancoPosta Fondi SpA SGR 55% 100% 100% Poste Italiane Trasporti SpA Trasporto stradale su medie e lunghe distanze dei prodotti postali e gestione delle operazioni presso gli hub di Bologna e Roma. Mistral Air Srl Trasporto aereo di corrispondenza per Poste Italiane nell orario notturno. Charter cargo e passeggeri di giorno. Consorzio Logistica Pacchi ScpA Coordinamento, integrazione e controllo delle attività dei consorziati per attività strumentali di ripartizione, trazione e consegna del Servizio Pacchi.

29 27 Poste Tutela SpA Servizi relativi a movimento fondi, vigilanza fissa e mobile, sicurezza logica e tutela delle informazioni sensibili, gestione del servizio di trasporto e scorta di valori postali. BancoPosta Fondi SpA SGR SGR del Gruppo Poste Italiane. Gestione collettiva del risparmio e, su base individuale, di portafogli di investimento per conto terzi. Europa Gestioni Immobiliari SpA Gestione e valorizzazione del patrimonio immobiliare conferito dalla Capogruppo. 50% Docugest SpA 50% C-GLOBAL SpA 17% 51% 99,75% Address Software Srl 0,25% Postel do Brasil Ltda Postecom SpA Progettazione, sviluppo e gestione di servizi Internet, Intranet e Certifi cazione Digitale. PosteShop SpA Commercializzazione di beni di supporto al core business di Poste Italiane e di prodotti di fornitori esterni; servizi di corriere espresso e gestione documentale. Poste Energia PosteMobile 49% Consorzio per i Poste Voice Innovazione e servizi di telefonia SpA SpA mobile ScpA SpA Progetti ScpA 100% 100% 51% 100% 15% Poste Vita SpA Attività nel settore assicurativo Vita attraverso gli Uffici Postali della rete di Poste Italiane abilitati al collocamento delle polizze. Autorizzata a estendere l esercizio dell attività assicurativa a Infortuni e Malattia. PosteMobile SpA Attività nel settore delle telecomunicazioni con l obiettivo di sviluppare servizi innovativi, integrando le funzioni di mobilità con quelle di pagamento. Poste Energia SpA Approvvigionamento di energia elettrica sul sistema elettrico nazionale per la copertura del fabbisogno del Gruppo Poste Italiane in un ottica di risparmio energetico e progressivo ricorso a fonti rinnovabili. Sintesi.08

30 28 La performance dell EBIT Il Risultato operativo (EBIT) è aumentato di oltre 1,2 miliardi di euro, passando da 246 milioni di euro del 2002 a 1,47 miliardi di euro nel 2008, con una crescita media annua del 35%. La redditività d impresa colloca Poste Italiane al vertice della classifi ca degli operatori postali europei (12,6% nel 2008). EBIT per principali Aree di business (in milioni di euro) Servizi Postali Servizi Finanziari Servizi Assicurativi Benchmarking redditività 2008 (EBIT/Ricavi totali %) 12,6% Poste Italiane* 8,8% TNT Group 6,8% Danmark Post 6,7% Austrian Post 6,0% Sweden Post 4,3% 1,4% La Poste Royal Mail** -1,0% DP-DHL*** * Il margine EBIT/Ricavi totali di Poste Italiane è stato calcolato con dati gestionali ottenuti deconsolidando Poste Vita e BancoPosta Fondi (consolidamento a Equity). ** Per omogeneità di confronto il bilancio di Royal Mail è stato riclassifi cato. *** Nel 2008 i risultati di Postbank sono stati deconsolidati come attività destinate alla vendita. Il Gruppo tedesco nel 2008 ha sostenuto notevoli costi eccezionali (circa milioni di euro).

Scenario 1/4. Mercato Privati Area Centro Filiale Cagliari

Scenario 1/4. Mercato Privati Area Centro Filiale Cagliari febbraio 2013 Scenario 1/4 Poste Italiane ha realizzato, nell arco di poco più di un decennio, un profondo processo di rinnovamento innalzando la qualità dei servizi e ampliando la gamma dell offerta.

Dettagli

Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo

Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo Il Gruppo conferma la leadership nella raccolta del risparmio e dei premi assicurativi. Nel settore postale incide l onere per

Dettagli

Poste Italiane fra innovazione e tradizione

Poste Italiane fra innovazione e tradizione Poste Italiane fra innovazione e tradizione Poste Italiane negli ultimi anni ha avviato un profondo processo di rinnovamento con l obiettivo di innalzare la qualità dei servizi e di ampliare la gamma dell

Dettagli

Il Gruppo Poste Italiane verso il futuro

Il Gruppo Poste Italiane verso il futuro Il Gruppo Poste Italiane verso il futuro Poste Italiane è l infrastruttura logistica e tecnologica più grande e capillare del Paese che fornisce, oltre ai servizi postali, prodotti integrati di comunicazione,

Dettagli

UNA NUOVA STAGIONE DI CRESCITA. Presentazione Piano Strategico "Poste 2020"

UNA NUOVA STAGIONE DI CRESCITA. Presentazione Piano Strategico Poste 2020 UNA NUOVA STAGIONE DI CRESCITA Presentazione Piano Strategico "Poste 2020" Roma, 16 dicembre 2014 Il piano 2015-2019 Una nuova fase di sviluppo per il Gruppo in un nuovo contesto di mercato e tecnologico

Dettagli

Progetto Multicanalità Integrata. Contact Unit. Milano, 17 luglio 2014

Progetto Multicanalità Integrata. Contact Unit. Milano, 17 luglio 2014 Progetto Multicanalità Integrata Contact Unit Milano, 17 luglio 2014 La nostra formula per il successo Piano d Impresa 2014-2017 1 Solida e sostenibile creazione e distribuzione di valore Aumento della

Dettagli

Incontro seminario progetto @quem

Incontro seminario progetto @quem Incontro seminario progetto @quem ENEA, 29 ottobre 2007 Luciano Blasi Energy Manager - Gruppo Poste Italiane RE Energy Management Pag. 1 Poste Italiane: la gestione energetica Nell aprile 2004 Poste Italiane

Dettagli

1. BILANCIO CONSUNTIVO AL 31.12.2003 DELLA GESTIONE AMMINISTRATIVA DI PREVIAMBIENTE

1. BILANCIO CONSUNTIVO AL 31.12.2003 DELLA GESTIONE AMMINISTRATIVA DI PREVIAMBIENTE 1. BILANCIO CONSUNTIVO AL 31.12.2003 DELLA GESTIONE AMMINISTRATIVA DI PREVIAMBIENTE Il bilancio consuntivo al 31/12/03 di Previambiente è stato redatto con l ausilio tecnico del Collegio dei Revisori Contabili

Dettagli

Bilancio 2014 Car Server S.p.A.

Bilancio 2014 Car Server S.p.A. Car Server S.p.A. Sede legale 42124 Reggio Emilia, Via G. B. Vico, 10/c Capitale sociale: Euro 11.249.859 P. IVA e numero di Iscrizione Registro Imprese RE N 01610670356 Il presente bilancio è stato approvato

Dettagli

GRUPPO COFIDE: NEL 2014 RIDUCE PERDITA A 14,5 MLN ( 130,4 MLN NEL 2013)

GRUPPO COFIDE: NEL 2014 RIDUCE PERDITA A 14,5 MLN ( 130,4 MLN NEL 2013) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2014 GRUPPO COFIDE: NEL 2014 RIDUCE PERDITA A 14,5 MLN ( 130,4 MLN NEL 2013) Il risultato è influenzato dagli oneri

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2007:

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2007: COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2007: RICAVI AGGREGATI PRO-QUOTA * : 1.071,9 MLN DI EURO (+17%) RISULTATO OPERATIVO COMPRENSIVO DEI PROVENTI DA PARTECIPAZIONI: 164 MLN DI EURO;

Dettagli

E possibile migliorare il controllo e la governance delle imprese pubbliche? L esperienza del Comune di Roma

E possibile migliorare il controllo e la governance delle imprese pubbliche? L esperienza del Comune di Roma E possibile migliorare il controllo e la governance delle imprese pubbliche? L esperienza del Comune di Roma Marco Causi Facoltà di Economia Federico Caffè Università degli Studi Roma Tre L argomento della

Dettagli

Il Gruppo Poste Italiane e la Piattaforma PosteGov. Una Rete delle Reti per un reale contributo all efficientamento della Pubblica Amministrazione

Il Gruppo Poste Italiane e la Piattaforma PosteGov. Una Rete delle Reti per un reale contributo all efficientamento della Pubblica Amministrazione Il Gruppo Poste Italiane e la Piattaforma PosteGov Una Rete delle Reti per un reale contributo all efficientamento della Pubblica Amministrazione L azienda Poste Italiane Il Gruppo Posteitaliane si rivolge

Dettagli

POSTE ITALIANE: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RICAVI E RISULTATO OPERATIVO IN CRESCITA

POSTE ITALIANE: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RICAVI E RISULTATO OPERATIVO IN CRESCITA POSTE ITALIANE: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RICAVI E RISULTATO OPERATIVO IN CRESCITA Ricavi totali: 23,9 miliardi, +6,0% ( 22,6 miliardi al 30.09.2014) Risultato

Dettagli

Regolamento per la gestione del patrimonio

Regolamento per la gestione del patrimonio Regolamento per la gestione del patrimonio Approvato dall Organo di indirizzo nella seduta del 19 aprile 2013 Art. 1 (Ambito di applicazione) Il presente regolamento, adottato ai sensi dell'art. 6 dello

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INWIT: APPROVATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2015

COMUNICATO STAMPA INWIT: APPROVATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2015 COMUNICATO STAMPA INWIT: APPROVATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2015 Principali risultati al 30 giugno 2015 della neocostituita Infrastrutture Wireless Italiane S.p.A. RICAVI:

Dettagli

GRUPPO MEDIOLANUM Risultati 1 semestre 2012

GRUPPO MEDIOLANUM Risultati 1 semestre 2012 COMUNICATO STAMPA GRUPPO MEDIOLANUM Risultati 1 semestre 2012 UTILE NETTO: Euro 217,5 milioni, +125% MASSE AMMINISTRATE: Euro 49,1 miliardi, +5% RACCOLTA NETTA BANCA MEDIOLANUM: Euro 1.760 milioni CARLO

Dettagli

Comunicato stampa di Camfin SpA

Comunicato stampa di Camfin SpA Pagina 1 di 5 CAMFIN s.p.a. Comunicato stampa di Camfin SpA Approvata dal CdA la Relazione Semestrale del Gruppo CAMFIN SpA VENDITE: 137 MILIONI DI EURO, CONTRO 144,8 MILIONI DI EURO NEL PRIMO SEMESTRE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DELLA FONDAZIONE PESCARABRUZZO

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DELLA FONDAZIONE PESCARABRUZZO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DELLA FONDAZIONE PESCARABRUZZO Approvato dal Comitato di Indirizzo nella seduta del 20 marzo 2015 Sommario TITOLO I - PREMESSE... 3 1. Ambito di applicazione...

Dettagli

Cassa depositi e prestiti

Cassa depositi e prestiti Cassa depositi e prestiti Il Gruppo Cassa depositi e prestiti opera a sostegno della crescita del Paese ed impiega le sue risorse, prevalentemente raccolte attraverso il Risparmio Postale (Buoni fruttiferi

Dettagli

La privatizzazione della Borsa e il nuovo quadro normativo

La privatizzazione della Borsa e il nuovo quadro normativo La Privatizzazione della Borsa e il nuovo Quadro normativo Il processo di riorganizzazione e sviluppo dei mercati finanziari avviato con la legge 1/1991 - relativa alla disciplina dell attività di intermediazione

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ERGYCAPITAL S.P.A. APPROVA I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015 1

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ERGYCAPITAL S.P.A. APPROVA I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015 1 COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ERGYCAPITAL S.P.A. APPROVA I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015 1 Valore della produzione pari ad Euro 3,1 milioni in linea rispetto al corrispondente

Dettagli

Poste Italiane: la creazione di un modello di trasporto sostenibile nel settore del recapito della corrispondenza

Poste Italiane: la creazione di un modello di trasporto sostenibile nel settore del recapito della corrispondenza Poste Italiane: la creazione di un modello di trasporto sostenibile nel settore del recapito della corrispondenza Fabrizio Iovino Responsabile Gestione e Coordinamento Sicurezza sul Lavoro di Poste Italiane

Dettagli

NUMERO 1O l esperienza migliora il business

NUMERO 1O l esperienza migliora il business NUMERO 1O l esperienza migliora il business Dal 1986 al vostro fianco NUMERO 1O, a più di vent anni dalla sua nascita, rappresenta il polo di riferimento nell esperienza informatica legata al business.

Dettagli

Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS: Il Conto Economico e il Rendiconto finanziario. anno accademico 2007-2008 Valentina Lazzarotti

Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS: Il Conto Economico e il Rendiconto finanziario. anno accademico 2007-2008 Valentina Lazzarotti Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS: Il Conto Economico e il Rendiconto finanziario anno accademico 2007-2008 Valentina Lazzarotti 1 Il Conto Economico Il prospetto di CE può essere redatto:

Dettagli

L automazione dei servizi in Poste Italiane. Roma, aprile 07

L automazione dei servizi in Poste Italiane. Roma, aprile 07 L automazione dei servizi in Poste Italiane Roma, aprile 07 L automazione è diffusa tra i principali player dei servizi finanziari e postali Posizionamento iniziative di automazione Banche e Poste Estere

Dettagli

Linee di indirizzo per il Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi

Linee di indirizzo per il Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi 3 Linee di indirizzo per il Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi 1. Premessa Il Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi di Fiat S.p.A. (la Società ) costituisce elemento

Dettagli

Documento sulla politica di investimento. Redatto ai sensi della Deliberazione COVIP del 16 marzo 2012

Documento sulla politica di investimento. Redatto ai sensi della Deliberazione COVIP del 16 marzo 2012 Documento sulla politica di investimento Redatto ai sensi della Deliberazione COVIP del 16 marzo 2012 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 28 Marzo 2013 Sommario 1 PREMESSA...3 2 OBIETTIVI

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. NOEMALIFE: il CdA approva il Resoconto Intermedio di Gestione al 31 marzo 2013.

COMUNICATO STAMPA. NOEMALIFE: il CdA approva il Resoconto Intermedio di Gestione al 31 marzo 2013. COMUNICATO STAMPA NOEMALIFE: il CdA approva il Resoconto Intermedio di Gestione al 31 marzo 2013. Ricavi Operativi Consolidati pari a 15,1 milioni di Euro, +10% rispetto al primo trimestre 2012. EBITDA*

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI CAMPOBASSO: UN ENTE DIGITALE

CAMERA DI COMMERCIO DI CAMPOBASSO: UN ENTE DIGITALE CAMERA DI COMMERCIO DI CAMPOBASSO: UN ENTE DIGITALE La Camera di Commercio La Camera di Commercio è un ente autonomo di diritto pubblico che svolge, nell ambito della circoscrizione territoriale di competenza,

Dettagli

IL CDA DI CAMFIN SPA APPROVA I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2008:

IL CDA DI CAMFIN SPA APPROVA I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2008: CAMFIN s.p.a. COMUNICATO STAMPA IL CDA DI CAMFIN SPA APPROVA I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2008: RISULTATO NETTO CONSOLIDATO: -42 MLN DI EURO (+9,1 MLN DI EURO NEL PRIMO SEMESTRE 2007). IL DATO RISENTE DEL

Dettagli

rendiconto economico 2

rendiconto economico 2 rendiconto economico 034 rendiconto economico 2 In questa sezione del bilancio sociale Finpiemonte rappresenta, attraverso appositi prospetti, la dimensione economica e monetaria della gestione, secondo

Dettagli

(290,8 milioni il dato depurato dalle componenti non ricorrenti) Utile netto di periodo: 103,2 milioni (36,1 milioni al 30.6.2007)

(290,8 milioni il dato depurato dalle componenti non ricorrenti) Utile netto di periodo: 103,2 milioni (36,1 milioni al 30.6.2007) CREDITO BERGAMASCO: il Consiglio di Amministrazione approva la relazione finanziaria semestrale. Crescono i ricavi. Continua espansione dei prestiti a piccole e medie imprese e della raccolta diretta complessiva.

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Premessa PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Le recenti e numerose modifiche previste nell ambito del vasto progetto di riforma della P.A. impongono agli Enti Locali il controllo e la

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA ESAMINATI DAL CONSIGLIO I RISULTATI CONSOLIDATI DEL PRIMO TRIMESTRE GRUPPO ITALMOBILIARE: RICAVI: 1.386,4 MILIONI DI EURO (1.452,5 MILIONI NEL PRIMO TRIMESTRE

Dettagli

Agenzia ICE. Monitoraggio di primo livello di avvio del ciclo della performance per l anno 2014

Agenzia ICE. Monitoraggio di primo livello di avvio del ciclo della performance per l anno 2014 Agenzia ICE Monitoraggio di primo livello di avvio del ciclo della performance per l anno 2014 Allegati: 1 Scheda standard di monitoraggio 2 Informazioni di sintesi 1 Allegato 1: Scheda standard di monitoraggio

Dettagli

DEMATERIALIZZAZIONE, UNA FONTE NASCOSTA DI VALORE REGOLE E TECNICHE DI CONSERVAZIONE. Lucia Picardi. Responsabile Marketing Servizi Digitali

DEMATERIALIZZAZIONE, UNA FONTE NASCOSTA DI VALORE REGOLE E TECNICHE DI CONSERVAZIONE. Lucia Picardi. Responsabile Marketing Servizi Digitali DEMATERIALIZZAZIONE, UNA FONTE NASCOSTA DI VALORE REGOLE E TECNICHE DI CONSERVAZIONE Lucia Picardi Responsabile Marketing Servizi Digitali Chi siamo 2 Poste Italiane: da un insieme di asset/infrastrutture

Dettagli

Unione Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Catania

Unione Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Catania Dalla pianificazione dell investimento all avvio dell attività imprenditoriale INVENTALAVORO JOB 2011 Catania, Le Ciminiere 14, 15, 16 dicembre 2011 LA PIANIFICAZIONE DELL INVESTIMENTO La creazione di

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO APPROVATO DAL CONSIGLIO GENERALE NELL ADUNANZA DEL 28/06/2013 Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro 1 INDICE AMBITO DI APPLICAZIONE p. 3 TITOLO I: PRINCIPI

Dettagli

PIAGGIO: APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO 2006

PIAGGIO: APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO 2006 COMUNICATO STAMPA Riunito il Consiglio di Amministrazione PIAGGIO: APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO 2006 RICAVI 1.607,4 MLN (+10,7% SU 2005) EBITDA 204 MLN, PARI AL 12,7% DEL FATTURATO (+10,4% SU 2005)

Dettagli

Credex LA PIATTAFORMA PER LA GESTIONE DELLA CATENA ESTESA DEL VALORE DEL RECUPERO CREDITI. ABI Consumer Credit 2003. Roma, 27 marzo 2003

Credex LA PIATTAFORMA PER LA GESTIONE DELLA CATENA ESTESA DEL VALORE DEL RECUPERO CREDITI. ABI Consumer Credit 2003. Roma, 27 marzo 2003 LA PIATTAFORMA PER LA GESTIONE DELLA CATENA ESTESA DEL VALORE DEL RECUPERO CREDITI ABI Consumer Credit 2003 Roma, 27 marzo 2003 Questo documento è servito da supporto ad una presentazione orale ed i relativi

Dettagli

Liberalizzazione dei mercati dell energia: prime misure per tutelare e accompagnare gli utenti verso la totale apertura del mercato elettrico

Liberalizzazione dei mercati dell energia: prime misure per tutelare e accompagnare gli utenti verso la totale apertura del mercato elettrico Liberalizzazione dei mercati dell energia: prime misure per tutelare e accompagnare gli utenti verso la totale apertura del mercato elettrico La Direttiva 2003/54/CE prevede che gli Stati membri mettano

Dettagli

Sezione Elettronica ed Elettrotecnica

Sezione Elettronica ed Elettrotecnica Sezione Elettronica ed Elettrotecnica Assemblea 17 giugno, ore 11.30 Date: 2011-06-17 1 (11) Ericsson Internal Premessa La Sezione Elettronica ed Elettrotecnica intende rappresentare un importante elemento

Dettagli

Chi siamo. Governance e Compagine. 7000 Aziende Clienti. Crescita del fatturato (Valore in milioni di euro)

Chi siamo. Governance e Compagine. 7000 Aziende Clienti. Crescita del fatturato (Valore in milioni di euro) Company Profile Chi siamo Qui! Group S.p.A. è un gruppo made in Italy, leader nel mondo dei buoni pasto e dei titoli di servizio, dei sistemi di fidelizzazione, della monetica, degli strumenti di pagamento,

Dettagli

INFORMATIVA AL PUBBLICO STATO PER STATO. al 31 dicembre 2013. Gruppo Bancario Deutsche Bank

INFORMATIVA AL PUBBLICO STATO PER STATO. al 31 dicembre 2013. Gruppo Bancario Deutsche Bank Deutsche Bank S.p.A. INFORMATIVA AL PUBBLICO STATO PER STATO al 31 dicembre 2013 Gruppo Bancario Deutsche Bank Premessa Al fine di accrescere la fiducia dei cittadini dell Unione Europea nel settore finanziario,

Dettagli

PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI 2014-2017

PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI 2014-2017 PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI 2014-2017 n. elaborato: 7 CRITICITA' NEI SERVIZI AL CONSUMATORE file: data: agg.: marzo 2014 Acea Ato 2 S.p.A. PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI 7 Criticità nei servizi al consumatore

Dettagli

CHI SIAMO ESTRA ENERGIE S.R.L. È LA SOCIETÀ DEL GRUPPO ESTRA ATTIVA SUL MERCATO DELLA VENDITA DI GAS NATURALE ED ENERGIA ELETTRICA.

CHI SIAMO ESTRA ENERGIE S.R.L. È LA SOCIETÀ DEL GRUPPO ESTRA ATTIVA SUL MERCATO DELLA VENDITA DI GAS NATURALE ED ENERGIA ELETTRICA. CHI SIAMO ESTRA ENERGIE S.R.L. È LA SOCIETÀ DEL GRUPPO ESTRA ATTIVA SUL MERCATO DELLA VENDITA DI GAS NATURALE ED ENERGIA ELETTRICA. NATA NEL 2008 DALLA FUSIONE DI TRE IMPORTANTI AZIENDE DEL SETTORE, CONSIAGAS

Dettagli

I Fondi pensione negoziali

I Fondi pensione negoziali I Fondi pensione negoziali 45 I Fondi pensione negoziali sono forme pensionistiche complementari la cui origine, come suggerisce il termine negoziali, è di natura contrattuale. Essi sono destinati a specifiche

Dettagli

CBI 2003 - Roma 20 febbraio 2003

CBI 2003 - Roma 20 febbraio 2003 Tecnologie, Prodotti e Servizi per l Electronic Banking Dott.. Fausto Bolognini - Direttore Generale Punti chiave NECESSITÀ del mercato Cosa vogliono le aziende? Cosa offre il mondo web? Limiti dell attuale

Dettagli

FATTURAZIONE ELETTRONICA. La soluzione ad impatto zero per Imprese, PA e Banche

FATTURAZIONE ELETTRONICA. La soluzione ad impatto zero per Imprese, PA e Banche FATTURAZIONE ELETTRONICA La soluzione ad impatto zero per Imprese, PA e Banche FATTURAZIONE ELETTRONICA: LA SOLUZIONE AD IMPATTO ZERO RA Computer propone al mercato la soluzione per la gestione della fattura

Dettagli

ISA. svolge attività di supporto al Mipaaf nei procedimenti di erogazione delle agevolazioni relative ai contratti di filiera (L. 289/2002).

ISA. svolge attività di supporto al Mipaaf nei procedimenti di erogazione delle agevolazioni relative ai contratti di filiera (L. 289/2002). Commissione Agricoltura Senato - Roma, 25 Luglio 2013 Presentazione ISA è una società di intermediazione finanziaria, partecipata al 100% dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf),

Dettagli

Programma Operativo Regionale della Campania 2007-2013 Obiettivo Operativo 5.2 Regime di Aiuti per l Innovazione Organizzativa, di Processo e di Prodotto mediante l I.C.T. RELAZIONE TECNICO-ECONOMICA IMPRESA

Dettagli

Progetto Immobiliare: costituzione di una società di intermediazione immobiliare

Progetto Immobiliare: costituzione di una società di intermediazione immobiliare Progetto Immobiliare: costituzione di una società di intermediazione immobiliare Presentazione alle Organizzazioni Sindacali Milano, 4 maggio 2015 Agenda Inquadramento Progetto (contesto di riferimento

Dettagli

REVISIONE DELLA DISCIPLINA SECONDARIA IN MATERIA DI GESTIONE COLLETTIVA DEL RISPARMIO

REVISIONE DELLA DISCIPLINA SECONDARIA IN MATERIA DI GESTIONE COLLETTIVA DEL RISPARMIO Vigilanza bancaria e finanziaria REVISIONE DELLA DISCIPLINA SECONDARIA IN MATERIA DI GESTIONE COLLETTIVA DEL RISPARMIO MODIFICHE AL REGOLAMENTO SULLA GESTIONE COLLETTIVA DEL RISPARMIO IN MATERIA DI APPROVAZIONE

Dettagli

ENERGY MANAGEMENT Gruppo Monte dei Paschi di Siena

ENERGY MANAGEMENT Gruppo Monte dei Paschi di Siena ENERGY MANAGEMENT Gruppo Monte dei Paschi di Siena Ing. Francesco Pellegrino- Energy Manager PGI Milano, 12/11/2004 INDICE 1 LA BANCA MPS 2 LA POLITICA AMBIENTALE 3 IMMOBILIARI 4 ENERGY MANAGEMENT 2 1-

Dettagli

CDA TERNA: APPROVATI I RISULTATI AL 31 MARZO 2015

CDA TERNA: APPROVATI I RISULTATI AL 31 MARZO 2015 CDA TERNA: APPROVATI I RISULTATI AL 31 MARZO 2015 Ricavi a 513,3 milioni di euro (478 milioni nel 1Q14, +7,4%) EBITDA a 401,6 milioni di euro (390,2 milioni nel 1Q14, +2,9%) EBIT a 281,3 milioni di euro

Dettagli

ROAD SHOW 2008 Company Results

ROAD SHOW 2008 Company Results ROAD SHOW 2008 Company Results Milano, 24 marzo 2009 1 Relatori Luca Bronchi Direttore Generale Ugo Borgheresi Investor Relator 2 Agenda Company Highlights 31 Dicembre 2008 Linee Guida Piano Industriale

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 STRUMENTI FINANZIARI DELLA POLITICA DI COESIONE PER IL PERIODO 2014-2020 POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A dicembre 2013, il Consiglio dell Unione europea ha formalmente adottato le nuove normative e le

Dettagli

GRUPPO BANCO DESIO. al 30 settembre 2006 RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA

GRUPPO BANCO DESIO. al 30 settembre 2006 RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA GRUPPO BANCO DESIO RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 SETTEMBRE 2006 1 INDICE Prospetti contabili pag. 03 Note di commento ed osservazioni degli Amministratori pag. 04 Nota informativa pag. 04 La

Dettagli

Artigiancassa: : Progetto Key Woman. Roma, 08 aprile 2014

Artigiancassa: : Progetto Key Woman. Roma, 08 aprile 2014 Artigiancassa: : Progetto Key Woman Roma, 08 aprile 2014 La costante crescita di donne che scelgono di intraprendere l attività imprenditoriale è un fenomeno in continuo aumento e può costituire per il

Dettagli

CONSULTA D AMBITO DELL ATO OCCIDENTALE

CONSULTA D AMBITO DELL ATO OCCIDENTALE CONSULTA D AMBITO DELL ATO OCCIDENTALE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2015 2016 2017 1 allegato a) deliberazione del Consiglio di Amministrazione. n. /2015 PROGRAMMA TRIENNALE

Dettagli

Fondi Pensione Aperti

Fondi Pensione Aperti Fondi Pensione Aperti Massimo Nicoletti Milano 07 novembre, 2014 2 Cenni sulla Previdenza Fonte 3 Cenni sulla Previdenza Fonte Insurance Companies 4 FPA: elementi identificativi e modalità di costituzione

Dettagli

Periodo contabile Un periodo di tempo costante, come ad esempio un trimestre o un anno, utilizzato come riferimento per la redazione dei bilanci.

Periodo contabile Un periodo di tempo costante, come ad esempio un trimestre o un anno, utilizzato come riferimento per la redazione dei bilanci. Periodo contabile Un periodo di tempo costante, come ad esempio un trimestre o un anno, utilizzato come riferimento per la redazione dei bilanci. Debiti verso fornitori Importi dovuti ai fornitori. Crediti

Dettagli

Customer Services. Versione: 0.1 CNS Customer Services

Customer Services. Versione: 0.1 CNS Customer Services Customer Services Agenda 2 Il contesto competitivo La strategia del Customer Services Call Center Protezione Civile Il telelavoro Il servizio 186 Il contesto competitivo Il mercato dei Contact Center ha

Dettagli

INSIEME PER L IMPRESA. La forma e la sostanza.

INSIEME PER L IMPRESA. La forma e la sostanza. INSIEME PER L IMPRESA La forma e la sostanza. 2 La cultura d impresa è un patrimonio prezioso come i capitali e le buone consulenze. BANCA D IMPRESA SI NASCE ESPERIENZA, SPECIALIZZAZIONE E ORGANIZZAZIONE

Dettagli

COMUNICATO STAMPA LANDI RENZO S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009.

COMUNICATO STAMPA LANDI RENZO S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009. COMUNICATO STAMPA LANDI RENZO S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009. Fatturato oltre le attese e marginalità in forte miglioramento. Il quarto trimestre è in forte

Dettagli

Fondo Zenit Minibond. Fondo Minibond. La finanza italiana al servizio dell economia italiana

Fondo Zenit Minibond. Fondo Minibond. La finanza italiana al servizio dell economia italiana Fondo Minibond Fondo Zenit Minibond Fondo obbligazionario per investire nello sviluppo delle PMI italiane La finanza italiana al servizio dell economia italiana -Zenit SGR, i nostri valori INDIPENDENTI

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Nova Re: il CdA approva la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2009

COMUNICATO STAMPA. Nova Re: il CdA approva la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2009 COMUNICATO STAMPA Nova Re: il CdA approva la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2009 Milano, 6 agosto 2009 Il Consiglio di Amministrazione di Nova Re S.p.A., riunitosi in data odierna, ha approvato

Dettagli

COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI AL FONDO COMUNE D INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO ARMONIZZATO DENOMINATO BANCOPOSTA OBBLIGAZIONARIO FEBBRAIO 2014

COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI AL FONDO COMUNE D INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO ARMONIZZATO DENOMINATO BANCOPOSTA OBBLIGAZIONARIO FEBBRAIO 2014 COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI AL FONDO COMUNE D INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO ARMONIZZATO DENOMINATO BANCOPOSTA OBBLIGAZIONARIO FEBBRAIO 2014 LA SOSTITUZIONE DELLA SOCIETÀ GESTORE A partire dal 3 giugno

Dettagli

specialisti ALMAS RETE MUTUI E PRESTITI

specialisti ALMAS RETE MUTUI E PRESTITI specialisti ALMAS RETE MUTUI E PRESTITI ALMAS, anima, cuore, passione: un gruppo di lavoro che ha scelto la lealtà come obbligo primario nei confronti dei partner e dei clienti, in un momento in cui la

Dettagli

L azione organizzativa come leva per raggiungere gli obiettivi della digitalizzazione della PA. Bologna, 01 luglio 2014

L azione organizzativa come leva per raggiungere gli obiettivi della digitalizzazione della PA. Bologna, 01 luglio 2014 L azione organizzativa come leva per raggiungere gli obiettivi della digitalizzazione della PA Il Percorso intrapreso dalla Regione Emilia-Romagna Grazia Cesari Evento organizzato in collaborazione con

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL COMITATO ESECUTIVO. Art. 1 Finalità

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL COMITATO ESECUTIVO. Art. 1 Finalità REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL COMITATO ESECUTIVO Art. 1 Finalità Il presente Regolamento ha per oggetto le norme di funzionamento del Comitato Esecutivo di Slow Food Italia. Art. 2 Il Comitato Esecutivo.

Dettagli

COMUNICATO STAMPA (ai sensi della delibera CONSOB n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche ed integrazioni)

COMUNICATO STAMPA (ai sensi della delibera CONSOB n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche ed integrazioni) COMUNICATO STAMPA (ai sensi della delibera CONSOB n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche ed integrazioni) Il Consiglio di Amministrazione approva la Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno

Dettagli

RELAZIONE ECONOMICO - FINANZIARIA

RELAZIONE ECONOMICO - FINANZIARIA aggiornato al 24/10/2011 L.P. 13 dicembre 1999, n. 6, articolo 5 RICERCA APPLICATA PROCEDURA VALUTATIVA RELAZIONE ECONOMICO - FINANZIARIA per domande di agevolazione di importo fino a 1,5 milioni di euro

Dettagli

Raccolta di domande di ogni tipo (partendo dalle iscrizioni alle scuole ed alle università);

Raccolta di domande di ogni tipo (partendo dalle iscrizioni alle scuole ed alle università); Protocollo Operativo d Intesa tra il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca e Poste Italiane per il servizio di consegna dei libri di testo alle famiglie degli alunni della scuola secondaria

Dettagli

Viene confermata la focalizzazione della Banca sulla concessione del credito e sulla gestione delle

Viene confermata la focalizzazione della Banca sulla concessione del credito e sulla gestione delle COMUNICATO STAMPA Il Consiglio d Amministrazione di Banca del Mezzogiorno MedioCredito Centrale approva il nuovo Piano Industriale Triennale 2015 2017 e la Relazione Semestrale al 30 giugno 2015 Roma,

Dettagli

MANOVRA ANTICONGIUNTURALE 2009 INCENTIVI ALLE IMPRESE

MANOVRA ANTICONGIUNTURALE 2009 INCENTIVI ALLE IMPRESE MANOVRA ANTICONGIUNTURALE 2009 INCENTIVI ALLE IMPRESE In risposta alle sollecitazioni delle parti sociali, l aggiornamento e l attuazione della manovra anticrisi prevede le seguenti iniziative: A) INIZIATIVE

Dettagli

TERNIENERGIA: approvato il piano industriale del Gruppo 2015-2017 Fast on the smart energy road

TERNIENERGIA: approvato il piano industriale del Gruppo 2015-2017 Fast on the smart energy road TERNIENERGIA: approvato il piano industriale del Gruppo 2015-2017 Fast on the smart energy road Proposta l introduzione del voto maggiorato per favorire la crescita per linee esterne Rafforzamento dell

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA Deliberato dalla Giunta Comunale con atto n. 177 del 11.05.2001 Modificato ed integrato

Dettagli

COMUNE DI MONTICHIARI Provincia di Brescia

COMUNE DI MONTICHIARI Provincia di Brescia COMUNE DI MONTICHIARI Provincia di Brescia Programma triennale per la trasparenza e l integrità (Decreto Legislativo n. 33 del 14 marzo 2013) Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. del PREMESSA

Dettagli

Bilancio 2006. Presentazione alla Stampa. Roma, 26 Marzo 2007

Bilancio 2006. Presentazione alla Stampa. Roma, 26 Marzo 2007 Bilancio 2006 Presentazione alla Stampa Roma, 26 Marzo 2007 Agenda Highlights Gruppo Posteitaliane Strategia di Sviluppo 2 Highlights Ricavi totali di Gruppo oltre i 17 miliardi di euro Ricavi delle vendite

Dettagli

CODICE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE

CODICE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE CODICE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE 1 PREMESSA Il presente codice disciplina le procedure di ricerca, selezione ed inserimento di personale, che sono demandate alla Direzione Generale,

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA E CONFINDUSTRIA

PROTOCOLLO D INTESA TRA DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA E CONFINDUSTRIA PROTOCOLLO D INTESA TRA DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA E CONFINDUSTRIA Premesso che il programma di Governo ha previsto una legislatura caratterizzata da profonde riforme istituzionali; che tale

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO INDICE Art. 1 Ambito di applicazione TITOLO I PRINCIPI GENERALI Art. 2 Finalità del processo di gestione del patrimonio Art. 3 Fondo stabilizzazione erogazioni

Dettagli

SINTEMA retail services RETAIL

SINTEMA retail services RETAIL SINTEMA retail services RETAIL Servizi in outsourcing per lo sviluppo e la gestione di una rete di punti vendita: contabilità, paghe, bilanci, adempimenti fiscali e societari, servizi di controlling, legali,

Dettagli

CONAFI PRESTITO : APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2010

CONAFI PRESTITO : APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2010 CONAFI PRESTITO : APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2010 Margine di intermediazione consolidato pari a Euro 4,14 milioni (Euro 5,96 milioni al IH2009) Perdita netta di competenza del gruppo

Dettagli

Un impegno comune per la crescita

Un impegno comune per la crescita Un impegno comune per la crescita Intesa Sanpaolo e Confindustria Piccola Industria proseguono la collaborazione avviata con l Accordo del luglio 2009, rinnovata nel 2010, e condividono una linea d azione

Dettagli

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI comunicato stampa PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI Le due società, attive in Lazio da alcuni anni, presentano il loro Rendiconto Sociale. Il documento rappresenta

Dettagli

Introduzione. Introduzione. 1. I contenuti del Codice di Autodisciplina promosso da Borsa Italiana 2. Le modifiche approvate nel marzo 2010

Introduzione. Introduzione. 1. I contenuti del Codice di Autodisciplina promosso da Borsa Italiana 2. Le modifiche approvate nel marzo 2010 Oggetto: Sintetica descrizione del contenuto del Codice di Autodisciplina, promosso da Borsa Italiana S.p.A., approvato dal Comitato per la corporate governance nel marzo 2006 e successivamente modificato

Dettagli

Global Assicurazioni Garanzia di successo per i Partner

Global Assicurazioni Garanzia di successo per i Partner Global Assicurazioni Garanzia di successo per i Partner Global Assicurazioni è la Prima Agenzia Assicurativa italiana. La Società agisce su mandato di 17 compagnie leader nazionali ed internazionali e

Dettagli

Banca Finnat Euramerica I Risultati Economici al 31.12.2013 Il Piano Industriale 2014-2017. Milano, 25.03.2014

Banca Finnat Euramerica I Risultati Economici al 31.12.2013 Il Piano Industriale 2014-2017. Milano, 25.03.2014 Banca Finnat Euramerica I Risultati Economici al 31.12.2013 Il Piano Industriale 2014-2017 Milano, 25.03.2014 Agenda I Profilo del Gruppo II Dinamica delle attività III Risultati di esercizio al 31.12.2013

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ PREMESSA Le recenti e numerose modifiche normative nell ambito del vasto progetto di riforma della Pubblica Amministrazione impongono agli Enti Locali

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE ALTA VAL TAGLIAMENTO (Comuni di: Ampezzo, Forni di Sopra, Forni di Sotto, Preone, Sauris, Socchieve) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE

Dettagli

Azimut Holding: Semestrale al 30 giugno 2011

Azimut Holding: Semestrale al 30 giugno 2011 Azimut Holding: Semestrale al 30 giugno 2011 COMUNICATO STAMPA Nel 1H11: Ricavi consolidati: 174,0 milioni di euro (+1,4% sul 1H10) Utile ante imposte: 48,6 milioni di euro (+2,7% sul 1H10) Utile netto

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Attesa una crescita organica dei ricavi di Gruppo tra 3% ed il 4%

COMUNICATO STAMPA. Attesa una crescita organica dei ricavi di Gruppo tra 3% ed il 4% COMUNICATO STAMPA ILLUSTRATE ALLA COMUNITA FINANZIARIA LE STRATEGIE E GLI OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2006-2008 DEL GRUPPO TELECOM ITALIA E DELLA BUSINESS UNIT OPERATIONS Attesa una crescita organica dei

Dettagli

Business Process Management e Near shoring come elementi strategici per l efficientamento dei processi operativi

Business Process Management e Near shoring come elementi strategici per l efficientamento dei processi operativi Business Process Management e Near shoring come elementi strategici per l efficientamento dei processi operativi Giorgio Guerreschi, Direttore Generale C-Global, Gruppo Cedacri ABI Costi & Business 2010

Dettagli

Alcune persone guardano le cose accadere. Altre fanno in modo che accadano!

Alcune persone guardano le cose accadere. Altre fanno in modo che accadano! 2013 Alcune persone guardano le cose accadere. Altre fanno in modo che accadano! Nel mondo economico dei nostri tempi, la maggior parte delle organizzazioni spende migliaia (se non milioni) di euro per

Dettagli

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA LA RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2008

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA LA RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2008 COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA LA RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2008 IN CRESCITA LA REDDITIVITA OPERATIVA DEL GRUPPO CON UN ROS PARI A 8,4% (7,7%) FORTE INCREMENTO DEL PORTAFOGLIO

Dettagli

La Nuova Immagine snc Partita IVA 04297941009

La Nuova Immagine snc Partita IVA 04297941009 CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE pag 1. LIVELLO STRATEGICO 3 1.1 Politica della Qualità 3 1.2 Responsabilità della Direzione 4 1.3 Organizzazione orientata al Cliente 4 1.4 Coinvolgimento

Dettagli

I GRANDI VIAGGI Approvati i risultati del I semestre 2011 In miglioramento EBITDA ed EBIT nel primo semestre

I GRANDI VIAGGI Approvati i risultati del I semestre 2011 In miglioramento EBITDA ed EBIT nel primo semestre Comunicato Stampa I GRANDI VIAGGI Approvati i risultati del I semestre 2011 In miglioramento EBITDA ed EBIT nel primo semestre Ricavi a 24,5 milioni (26,3 mln nel 2010) EBITDA 1 a -2,3 milioni (-4,0 mln

Dettagli