Industria del lusso, nuove regole nella gestione del cliente

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Industria del lusso, nuove regole nella gestione del cliente"

Transcript

1 Industria del lusso, nuove regole nella gestione del cliente Gli importanti cambiamenti in atto nei processi di acquisto ed uso dei beni e servizi di lusso impongono alle aziende del settore di adeguare metriche, strumenti e processi a presidio della relazione con il cliente Busacca & Associati N ei settori del lusso oggi le aziende si trovano a dover fronteggiare numerosi e importanti cambiamenti nei processi di scelta e acquisto della clientela. I temi dello sviluppo e della retention della base clienti, spesso considerati estranei ai marchi esclusivi e propri solo per i settori di massa, oggi entrano a pieno titolo nell agenda dei manager di questi settori. Questo articolo illustra i modelli, i percorsi organizzativi e le best practices adottati dalle più brillanti aziende a livello internazionale in grado di incrementare drasticamente le capacità di sviluppo e retention della clientela nell industria dei beni e dei servizi di lusso. Nella categoria dei beni e dei servizi di lusso vengono compresi gli acquisti ad elevato valore unitario dove risultino forti le componenti emozionali, esperienziali e di esclusività. A titolo di esempio non esaustivo la figura seguente propone una classificazione di massima 1. 1 Adattamento da Forbes The Cost Of Living Extremely Well Index (CLEWI). 8

2 Industria del lusso, nuove regole nella gestione del cliente La mappa dei settori del lusso Durevoli Auto di lusso Yacht Aerei privati Arte e antiquariato Gioielli e orologi Lusso Beni Di consumo Abbigliamento Calzature Accessori Vini e liquori Tabacchi Profumi Alimentari pregiati Servizi Viaggi e vacanze Ristorazione di lusso Private Banking Servizi sanitari privati Scuole e università private L industria dei beni e dei servizi di lusso è caratterizzata dal fatto di comprendere settori merceologici fra loro molto diversi, accomunati dal fatto di condividere un mercato target comune, ovvero gli individui dotati di un elevato patrimonio e, di conseguenza, con una superiore capacità di spesa 2. In questo modo, a differenza di tutti i settori verticali, il settore del lusso, per la natura stessa dei prodotti e dei servizi che ne fanno parte, è definibile solo indirettamente in termini merceologici, ma più correttamente in termini di processi e motivazioni di acquisto. La crescita del settore, l emergere dei nuovi mercati dell Est e il parallelo sviluppo di nuovi competitor estremamente aggressivi hanno reso attuale il tema della retention e della loyalty della clientela migliore. In realtà, da molto tempo nell industria del lusso una grande importanza viene correttamente attribuita alla capacità di fidelizzazione e di sviluppo del marchio. I marchi vengono acquistati e venduti con quotazioni elevate e diversi fondi di private equity si pongono come obiettivo primario proprio quello di creare una sorta di bouquet di marchi del lusso, nella convinzione che la forza d attrazione di quei marchi possa sostan- 2 High Net Worth Individuals (HNWI) definiti come soggetti dotati di una ricchezza finanziaria, al netto del patrimonio immobiliare, superiore a 1 milione di dollari. 9

3 CARTESIO zialmente bastare da sola a fare da traino all acquisizione di nuova clientela, oltre che a blindare quella esistente. Ciò è sempre vero, ma l efficacia del solo marchio tende a diminuire per due circostanze che, combinate, moltiplicano il loro effetto. La prima è l emergere di nuovi marchi di lusso, creati sostanzialmente dal nulla, che occupano senza soggezione spazi un tempo riservati unicamente a marchi dal blasone antico. Nel settore delle auto di lusso Lexus si pone e raggiunge l obiettivo di insidiare, presso alcuni segmenti di clientela, la fascia alta delle più prestigiose marche europee. Nel settore dell orologeria il mercato dei grandi marchi svizzeri viene eroso da nuovi marchi derivati da altri settori o da nomi del tutto nuovi. La seconda circostanza è l arrivo di nuove fasce di benestanti poco condizionati dai grandi marchi e alla ricerca di espressioni spesso più vistose e appariscenti. Il mercato dei beni e dei servizi di lusso Il mercato di riferimento dei beni e servizi di lusso è costituito dai cosiddetti High Net Worth Individuals (HNWI) o benestanti. In realtà tutte o quasi le aziende che operano nei settori del lusso si rivolgono direttamente, con linee di prodotto più economiche, o indirettamente, tramite accordi di licensing del proprio marchio, anche ai mercati di massa, ma di questo non ci occuperemo in questo articolo. Qui ci interessa fornire qualche spunto su quali siano le best practice adottate dalle aziende leader internazionali per sviluppare e trattenere la clientela primaria di riferimento, ovvero gli acquirenti dei prodotti o servizi che costituiscono il loro core business. Il mercato mondiale dei beni e servizi di lusso è cresciuto negli ultimi dieci anni ad un tasso annuo composto del 7,6%, passando dai 4,5 milioni di individui nel 1996 agli attuali 7,6 milioni 3. In termini monetari la ricchezza complessiva dei benestanti è passata dai miliardi di dollari del 96 ai miliardi di dollari del 2005, con un tasso di crescita annuo composto dell 8%. Il valore 3 CapGemini-Merrill Linch, World Wealth Report

4 Industria del lusso, nuove regole nella gestione del cliente medio della ricchezza finanziaria di un benestante è rimasto sostanzialmente costante attorno ai 3,7 milioni di dollari. Se accettiamo l ipotesi che un benestante spenda annualmente in beni e servizi di lusso una somma pari al 3,5% della propria ricchezza finanziaria, avremo che il mercato mondiale dei beni e dei servizi di lusso è stimabile per il 2005 in circa miliardi di dollari, con un tasso annuo di crescita che oscilla fra il 7 e l 8%. Benestanti nel mondo e relativa ricchezza CAGR Ricchezza finanziaria ($x10 12 ) 16,6 19,1 21,6 25,5 27,0 26,2 26,7 28,5 30,7 33,3 8,0% Numero di HNWI nel mondo (milioni) 4,5 5,2 5,9 7,0 7,2 7,1 7,3 7,7 8,2 8,7 7,6% Fonte: CapGemini-Merrill Linch, World Wealth Report Se tuttavia osserviamo la distribuzione e il tasso di crescita dei benestanti nelle diverse aree del mondo troviamo, come ci si aspetterebbe, la maggior parte di questi in Europa e Nord America, ma i tassi di crescita più importanti in Medio Oriente, Sud America e Africa. Infatti: il 32% dei benestanti è localizzato in Europa e cresce ad un ritmo del 4,5%, il 33% è in Nord America e cresce al ritmo del 6,9%, il 27% è nell area Asia/Pacifico e cresce ad un tasso del 7,3%, il 3,5% è in Sud America e cresce del 9,7%, il 3,5% è in Medio Oriente e cresce ad un ritmo del 9,8% e infine l 1,1% è in Africa e cresce dell 11,7%. La figura che segue illustra graficamente quanto esposto. La mappa dei settori del lusso Distribuzione Tasso di crescita Europa Nord America Asia-Pacifico America Latina Medio Oriente Africa 11

5 CARTESIO Si tratta quindi di un mercato quantitativamente importante, in fase di netta crescita ma caratterizzato da un numero relativamente esiguo di soggetti acquirenti: ne deriva la grande importanza che in tutti questi settori riveste la loyalty della clientela. Non è un caso che nei settori del lusso più che in qualunque altro si dedichi una grande attenzione al marchio e alla sua gestione. In realtà un marchio di successo altro non è che la concretizzazione del concetto di loyalty, per i valori di appartenenza e identificazione che riesce a generare nella clientela fedele. A tutto ciò si aggiunga come il processo di acquisto di quasi tutti questi prodotti sia caratterizzato da valenze fortemente emozionali e soprattutto relazionali, con una conseguente ulteriore rilevanza delle competenze e della strumentazione connesse allo sviluppo e alla retention della clientela migliore. Il cambiamento nei processi d acquisto In generale pressoché in tutti i settori del lusso si assiste oggi ad alcuni importanti cambiamenti nei processi di acquisto e d uso, cambiamenti provocati dall emergere di quattro macro-trend: riduzione dell intervallo di riacquisto; ingresso di nuove fasce di acquirenti; richiesta di soluzioni tutto incluso; ricerca dell uso al posto del possesso. Riduzione dell intervallo di riacquisto. Si tratta di una tendenza che si verifica per i beni durevoli e semi-durevoli, una sorta di consumerizzazione di beni un tempo tradizionalmente di investimento, da lasciare rigorosamente ai figli e anche ai nipoti. Parliamo dello yachting, delle auto di lusso, degli oggetti d arte e antiquariato ma anche dei gioielli e degli orologi di pregio. I tempi medi di riacquisto di uno yacht a motore, ad esempio, oggi sono scesi sotto i tre anni, con una conseguente nuova e più forte pressione sulla capacità delle aziende di fidelizzare la clientela per non perderne il riacquisto. Ingresso di nuove fasce di acquirenti. I mercati emergenti, come Russia, India, Cina e Brasile portano alle aziende del lusso nuove fasce di benestanti che si accostano per la prima volta ai loro prodotti. Sono clienti caratterizzati da una 12

6 Industria del lusso, nuove regole nella gestione del cliente ridotta competenza in merito ai processi di acquisto di prodotti più complessi, dove maggiore è la componente di status nell ambito delle motivazioni di acquisto e dove, di conseguenza, si manifestano richieste maggiormente inusuali e intervalli di riacquisto più brevi. In maniera del tutto parallela, nelle aree geografiche più tradizionali, emergono nuove fasce di clientela fortemente time sensitive (professionisti, top manager, personaggi dello spettacolo) che manifestano una chiara richiesta di servizio e di personalizzazione. Richiesta di soluzioni tutto incluso. Sono le nuove fasce di acquirenti a guidare questa tendenza. La minore competenza e la forte sensibilità al tempo portano a un aumento dell esigenza di assistenza pre-post vendita, allo scopo di minimizzare gli imprevisti che possono verificarsi nei processi di acquisto, di familiarizzazione e d uso. Se tale tendenza risulta evidente nei settori durevoli e semidurevoli, meno chiara ma altrettanto presente la possiamo riscontrare anche per settori di consumo come i prodotti alimentari gourmet o le bevande di pregio. Qui infatti alcune aziende iniziano a creare ambienti di fruizione orientati a massimizzare la qualità dell esperienza. Anche questo trend contribuisce ad accrescere l importanza strategica della strumentazione di customer relationship management nelle aziende del lusso. Ricerca dell uso al posto del possesso. La crescente complessità nell acquisto e nella gestione di numerosi prodotti di lusso spinge un numero sempre maggiore di clienti a chiedere una sorta di trasformazione dei prodotti tangibili in altrettanti servizi di uso. Tale tendenza porta da un lato alla nascita di strutture dedicate a questa esigenza, ma genera anche, nelle aziende tradizionalmente presenti nei settori del lusso, la creazione di divisioni dedicate al servizio di ownership. Troviamo casi di questo tipo nel settore delle auto di lusso, dello yachting ma anche nell abbigliamento o nelle calzature. 13

7 CARTESIO Le best practice Ai quattro macro-trend descritti fanno riscontro nelle aziende altrettante aree di intervento: modelli e metriche sul cliente; strumenti e processi a presidio della relazione; servizio pre-post vendita. Modelli e metriche sul cliente. La diversificazione dei processi e delle motivazioni di acquisto e d uso rende progressivamente più arduo il compito dei marketing manager nelle industrie del lusso. Per segmentare accuratamente clientela attuale e prospect a scopo di retention e sviluppo, le aziende leader realizzano modelli di analisi e metriche specifiche in grado di definire e monitorare ogni cliente in termini di variabili descrittive, comportamentali e predittive quali il potenziale commerciale, il grado di soddisfazione e la propensione all abbandono. I modelli di segmentazione tendono a spostarsi da quelli più tradizionali, basati sui prodotti acquistati, a quelli più efficaci, basati sulla stima del potenziale commerciale del singolo acquirente o del suo nucleo familiare. In tal modo si ottiene un efficacia della rete di vendita doppia o tripla in funzione del settore, grazie alla maggiore focalizzazione che è possibile imprimere all attività commerciale. Strumenti e processi a presidio della relazione. La qualità della relazione con la clientela attuale e con i prospect in fase di scelta e di decisone diventa uno dei fattori di successo maggiormente critici. In questo scenario le aziende del lusso più brillanti mettono in atto processi in grado di garantire un efficace presidio diretto di tutti i momenti di relazione, si dotano di strumenti per un ascolto integrato del cliente, adottano il CRM come robusta infrastruttura relazionale, utilizzano gli eventi come principale fonte di lead generation e conferiscono, ai fini del presidio relazionale, una grande importanza al contact center. In breve affiancano al tradizionale focus sul prodotto, sulle sue caratteristiche e sui suoi connotati di esclusività, una nuova attenzione al cliente, alla sua posizione nel ciclo di vita, alla sua capacità di agire da decisore di acquisto nei confronti del proprio nucleo familiare o da influenzatore nella propria cerchia di amici. Si adottano nuovi modelli di marketing basati sulle relazioni pregresse del cliente, quali il viral marketing o il buzz marketing. 14

8 Industria del lusso, nuove regole nella gestione del cliente Servizio pre-post vendita. In misura ancora maggiore rispetto al mass market, la clientela benestante non acquista prodotti o servizi ma sempre e soltanto soluzioni a esigenze, siano esse emozionali, estetiche, di possesso, di investimento, di tranquillità o di immagine. In sintesi, questo tipo di clientela acquista qualità per il proprio tempo. Le aziende di successo del settore soddisfano queste esigenze ponendo nei fatti una grande attenzione al tempo del cliente. L integrazione del prodotto core con rilevanti quote di servizio nelle fasi di scelta e acquisto così come in quelle di familiarizzazione e di normale uso rappresenta frequentemente il discriminante fra una clientela fedele ed una base clienti scarsamente legata. In altre parole, le aziende più brillanti hanno compreso che è nel sogno e nell esperienza il loro vero business, la loro vera missione, più che nel prodotto in sé. In realtà la riflessione che anche le migliori aziende del lusso fanno è che i modelli, i processi, le metriche e i sistemi di reporting oggi maggiormente sviluppati e utilizzati si riferiscono ai risultati (i costi, il fatturato, il patrimonio e le fonti di finanziamento). Le cause (la loyalty e la soddisfazione dei clienti) vengono spesso gestite soltanto in termini intuivi. In quest ottica, le aziende del settore che si distinguono per eccellenza e continuità nei risultati affrontano e risolvono in maniera efficace il tema dello sviluppo e della retention della clientela dotandosi di modelli e strumenti in grado di agire concretamente su alcuni temi specifici: acquisiscono, organizzano e utilizzano le informazioni descrittive, comportamentali e predittive sui propri clienti attuali e prospect; adottano un modello per definire il potenziale commerciale, o LifeTime Value del cliente; sono in grado di stimare, con metriche adeguate, il grado di fedelizzazione di ciascun cliente; dispongono di un modello per descrivere il ciclo di vita del cliente e lo utilizzano per la gestione della gamma e la creazione dei servizi pre-post vendita; dispongono di un modello per stimare e misurare la soddisfazione della clientela; adottano modelli di classificazione e segmentazione della clientela basati sul potenziale commerciale e sul grado di fidelizzazione; utilizzano modelli di segmentazione e scoring per la gestione e l ottimizzazione dei crediti commerciali; 15

9 CARTESIO utilizzano processi basati sull esperienza del cliente per mantenere allineati i profili di offerta alle esigenze della clientela; utilizzano un mix bilanciato di canali fisici e virtuali per gestire la relazione con il cliente; adottano un infrastruttura informativa snella ed efficace per supportare la gestione dei contatti con la clientela, non si imbarcano in progetti senza fine; dispongono di processi per avere un efficace feed-back dalla clientela; rilevano con regolarità il grado di soddisfazione del personale; adottano un sistema di valutazione e incentivazione del personale legato alla soddisfazione e alla fedeltà della clientela; adottano un modello per la valutazione della soddisfazione e della fedeltà degli azionisti, degli investitori e della collettività. Conciliare esclusività e competizione Un ultimo tema, per nulla marginale nella gestione dello sviluppo e della retention di un azienda operante nel lusso, è come conciliare l esigenza di preservare un connotato di esclusività del marchio e dei prodotti associati con le attività di sviluppo e di retention che spesso, nella percezione del management di alcune di queste aziende, coincidono con uno svilimento dell immagine del brand. Si tratta di una quadratura del cerchio che, ovviamente, non ha una ricetta univoca ma che deve fare riferimento alle specificità di ciascun marchio e di ciascun mercato; tuttavia alcune linee di riflessione possono essere di aiuto. Estensione controllata della gamma. Il primo e più naturale percorso di sviluppo consiste, per prodotti ad elevata fedeltà al marchio, nel cercare di incrementare la loyalty presso la clientela già fedele. Si tratta quindi di cercare di conquistare la maggiore quota di spesa dei clienti attuali, per sé e per altri componenti della famiglia. Può essere letta in questo modo l estensione di gamma, che tanto ha fatto discutere, ma che si è rivelata un grande successo, operata dalla Porsche con i modelli Boxter e Cayenne. In definitiva, per un affezionato della 911 la Boxter può essere vista come l auto per il figlio e la Cayenne per la moglie o per l uso familiare. 16

10 Industria del lusso, nuove regole nella gestione del cliente Viral o buzz marketing. Consiste nel trasformare scientemente i propri clienti in altrettanti ambasciatori o addirittura venditori del proprio prodotto o servizio. Fa leva sulla ben nota disponibilità dei possessori di un oggetto esclusivo di cui sono soddisfatti a parlarne e a vantarsene. Concedere loro un percorso preferenziale nel processo di scelta e acquisto di un modello simile per un parente o un amico può consentire il più sottile e ambìto dei piaceri nel mondo dei beni di lusso: poter dire ti presento io, a me riservano un trattamento diverso!. Rimozione delle barriere preconcette. Molti beni e servizi del lusso non vengono acquistati da ampie fasce di clientela che potenzialmente avrebbero la capacità di spesa necessaria e l attitudine all uso. Ciò accade per barriere percettive preconcette: Non comprerei mai un auto sportiva, troppo appariscente! ; Non comprerei mai un motoscafo d altura, pericoloso! ; Non andrei mai in crociera, si soffre il mal di mare!. Campagne mirate a questi specifici segmenti possono aprire ampi spazi di mercato in aree tradizionalmente considerate mature. 17

Clienti davvero fedeli ecco come fare

Clienti davvero fedeli ecco come fare Clienti davvero fedeli ecco come fare Che avere clienti fedeli sia un balsamo per i risultati aziendali nessuno lo mette in dubbio. Il problema è che la fedeltà dei clienti, soprattutto quelli migliori,

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

Project Management Office per centrare tempi e costi

Project Management Office per centrare tempi e costi Project Management Office per centrare tempi e costi Il Project Management Office (PMO) rappresenta l insieme di attività e strumenti per mantenere efficacemente gli obiettivi di tempi, costi e qualità

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

PLAYBOOK EMAIL REMARKETING. Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI

PLAYBOOK EMAIL REMARKETING. Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI PLAYBOOK OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI EMAIL REMARKETING Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. EMAIL REMARKETING Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti

Dettagli

Business Intelligence. Il data mining in

Business Intelligence. Il data mining in Business Intelligence Il data mining in L'analisi matematica per dedurre schemi e tendenze dai dati storici esistenti. Revenue Management. Previsioni di occupazione. Marketing. Mail diretto a clienti specifici.

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Nel regno degli esseri viventi non esistono cose, ma solo relazioni Gregory Bateson

Nel regno degli esseri viventi non esistono cose, ma solo relazioni Gregory Bateson Le Tecnologie della Relationship Management e l interazione con le funzioni ed i processi aziendali Angelo Caruso, 2001 Relationship Management Nel regno degli esseri viventi non esistono cose, ma solo

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Un sistema integrato di Business Intelligence consente all azienda customer oriented una gestione efficace ed efficiente della conoscenza del

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Prof. Like you. Prof. Like you. Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01. Email info@zerounoinformatica.it / Web www.hottimo.

Prof. Like you. Prof. Like you. Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01. Email info@zerounoinformatica.it / Web www.hottimo. Pag. 1/7 Prof. Like you Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01 Email / Web / Social Pag. 2/7 hottimo.crm Con CRM (Customer Relationship Management) si indicano tutti gli aspetti di interazione

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali

Corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Lezione 8 Le strategie dell internazionalizzazione: gli investimenti diretti esteri Che cosa comporta realizzare un IDE? Costituisce di norma la

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS.

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. SMS: usali per raggiungere i tuoi contatti... con un click! Guida pratica all utilizzo degli sms pubblicitari L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. 2 SMS: usali

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco Il canale distributivo Prima e dopo Internet Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco La distribuzione commerciale Il canale distributivo è un gruppo di imprese

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

La Valutazione degli Asset Intangibili

La Valutazione degli Asset Intangibili La Valutazione degli Asset Intangibili Chiara Fratini Gli asset intangibili rappresentano il patrimonio di conoscenza di un organizzazione. In un accezione ampia del concetto di conoscenza, questo patrimonio

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Ecco come farsi ascoltare dai clienti

Ecco come farsi ascoltare dai clienti Ecco come farsi ascoltare dai clienti L 80% dei clienti non guarda la pubblicità, il 70% rifiuta le chiamate di vendita, il 44% non apre le email: il cliente ha chiuso la porta. La soluzione al problema

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Edizione italiana a cura di G. Soda Capitolo 6 La progettazione della struttura organizzativa: specializzazione e coordinamento Jones, Organizzazione

Dettagli

DISPENSA SULLA GESTIONE DELLE RELAZIONI CON LA CLIENTELA di Gennaro Iasevoli

DISPENSA SULLA GESTIONE DELLE RELAZIONI CON LA CLIENTELA di Gennaro Iasevoli DISPENSA SULLA GESTIONE DELLE RELAZIONI CON LA CLIENTELA di Gennaro Iasevoli Cap. 21 del testo, Marketing. Il Management orientato al mercato, A. Mattiacci & A. Pastore, HOEPLI, 2013 G. Iasevoli Indice

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment

Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment Esperienze di successo per un vantaggio competitivo 27 ottobre 2011 Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment Raffaella Graziosi Project & Portfolio Manager ACRAF SpA Gruppo Angelini

Dettagli

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15,

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, info@camponovoam.com La Gestione Patrimoniale Un felice connubio fra tradizione, tecnologia e

Dettagli

La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio.

La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio. Un complesso avvio delle policy di sostegno alle rinnovabili La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio. Inefficace

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014 Milano, Settembre 2014 la nostra promessa Dialogare con centinaia, migliaia o milioni di persone. Una per una, interattivamente. 10/1/2014 2 la nostra expertise YourVoice è il principale operatore italiano

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

DISPENSA N. 18 MARKETING

DISPENSA N. 18 MARKETING 1 E PIANIFICAZIONE Per marketing si intende l'insieme di attività che servono per individuare a chi vendere, che cosa vendere e come vendere, con l'obiettivo di soddisfare í bisogni e i desideri del consumatore,

Dettagli

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione BNPP L1 Equity Best Selection Euro/Europe: il tuo passaporto per il mondo 2 EUROPEAN LARGE CAP EQUITY SELECT - UNA

Dettagli

Classificazioni dei sistemi di produzione

Classificazioni dei sistemi di produzione Classificazioni dei sistemi di produzione Sistemi di produzione 1 Premessa Sono possibili diverse modalità di classificazione dei sistemi di produzione. Esse dipendono dallo scopo per cui tale classificazione

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

QUELLO CHE SAREMO DOMANI NASCE DALL ENERGIA DI OGGI.

QUELLO CHE SAREMO DOMANI NASCE DALL ENERGIA DI OGGI. QUELLO CHE SAREMO DOMANI NASCE DALL ENERGIA DI OGGI. I NUMERI DELLA NOSTRA SOLIDITÀ PRESENTE IN 22 PAESI DI 4 CONTINENTI 76 MILA PERSONE DI 12 CULTURE OLTRE 1.000 CENTRALI NEL MONDO + 78% DI PRODUZIONE

Dettagli

UN CASO CONCRETO DI VALUTAZIONE DELLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

UN CASO CONCRETO DI VALUTAZIONE DELLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE Tratto dal corso Ifoa UN CASO CONCRETO DI VALUTAZIONE DELLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE Recentemente, si sono sviluppati numerosi modelli finalizzati a valutare e a controllare il livello di soddisfazione

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

Prosegue il percorso di riflessione

Prosegue il percorso di riflessione strategie WEB MARKETING. Strategie di Customer Journey per la creazione di valore Il viaggio del consumatore in rete Come le aziende possono calarsi nell esperienza multicanale del cliente per costruire

Dettagli

Criteri per la definizione e valutazione di un nuovo prodotto Aspetti di base ed elementi di discussione a cura di Michele Tamma

Criteri per la definizione e valutazione di un nuovo prodotto Aspetti di base ed elementi di discussione a cura di Michele Tamma Criteri per la definizione e valutazione di un nuovo prodotto Aspetti di base ed elementi di discussione a cura di Michele Tamma Aprile 2005 Definire un nuovo prodotto: Metterne a fuoco il concept, ovvero

Dettagli

COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO

COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO Tutte le aziende ed attività economiche hanno bisogno di nuovi clienti, sia per sviluppare il proprio business sia per integrare tutti quei clienti, che

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL

Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL SAP Customer Success Story Prodotti Industriali Raffineria Metalli Capra Raffineria Metalli Capra. Utilizzata con concessione dell autore. Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL Partner

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 5. La catena del valore IN SINTESI La catena del valore elaborata dall Ismea ha il fine di quantificare la suddivisione del valore dei beni prodotti dal settore

Dettagli

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Ing. Stefano Molino Investment Manager Innogest SGR SpA Torino, 31 Marzo 2011 Venture Capital: che cos è? L attività di investimento istituzionale

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 2014 Catalogo formativo Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 Internet Training Program Email Marketing Negli ultimi anni l email è diventata il principale strumento di comunicazione aziendale

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie Mobile Marketing Interattivo QR Code Inside Active Mailing Interattivo Interattivo Chi Siamo Interactive Advertising si avvale di un network di manager

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network Di cosa parliamo? La Borsa delle Idee è la soluzione per consentire alle aziende di coinvolgere attivamente le persone (dipendenti, clienti,

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile Approccio al Mercato - Brasile A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile 1 Brasile 6ª economia mondiale, previsione di 2,1% di crescita nel 2012. Mercato consumatore in crescita: 30 millioni sono entrati nella

Dettagli

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala.

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala. Fo oto Erio Piccaglian ni Teatro alla S Scala L opera italiana nel panorama mondiale Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014 ASK: CHI, PERCHE, COSA Siamo

Dettagli

CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi

CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi CIO Survey 2014 NetConsulting 2014 1 INDICE 1 Gli obiettivi della Survey...

Dettagli

Mai più senza smartphone.

Mai più senza smartphone. Mai più senza smartphone. Il telefonino ha superato il pc come mezzo di consultazione del web: 14,5 milioni contro 12,5 milioni.* Sempre più presente, lo smartphone è ormai parte integrante delle nostre

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management GESTIRE CON SUCCESSO UNA TRATTATIVA COMMERCIALE di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management OTTENERE FIDUCIA: I SEI LIVELLI DI RESISTENZA Che cosa comprano i clienti? Un prodotto? Un servizio?

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi

Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi La globalizzazione indica un fenomeno di progressivo allargamento della sfera delle relazioni sociali sino

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale LGT l assistenza professionale per i suoi investimenti Le

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale Freight&Shipping www.sp1.it marittimo AEREO VIA TERRA dogana magazzino doganale business intelligence SP1, il Freight & Shipping entra spedito nel futuro SP1 è un nuovo applicativo web. Non si installa

Dettagli

[La catena del valore]

[La catena del valore] [La catena del valore] a cura di Antonio Tresca La catena del valore lo strumento principale per comprendere a fondo la natura del vantaggio competitivo è la catena del valore. Il vantaggio competitivo

Dettagli