L attivita della IICUAE inizia a Sharjah nel 1999 come accordo di programma Regione Piemonte ICE. Nel 2006 la IICUAE inizia il processo di

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L attivita della IICUAE inizia a Sharjah nel 1999 come accordo di programma Regione Piemonte ICE. Nel 2006 la IICUAE inizia il processo di"

Transcript

1

2 L attivita della IICUAE inizia a Sharjah nel 1999 come accordo di programma Regione Piemonte ICE. Nel 2006 la IICUAE inizia il processo di riconoscimento da parte del Governo Italiano come Camera di Commercio Italiana all estero, che termina il 17 Novembre Tra le iniziative di maggior prestigio della Camera si segnala l ideazione di Italian Lifestyle in the Emirates, l unica Fiera italiana nei Paesi del Golfo (Sharjah, ) e l Italian Festival Weeks in the UAE, giunta alla quinta edizione, un calendario di attività culturali ed economiche che si svolge nei tre principali Emirati di Abu Dhabi, Dubai e Sharjah. Dal 15 giugno 2010, la Camera ospita ufficialmente l ENIT nel Paese. A dicembre 2010 la Camera ha aperto il Desk Qatar. Lo staff della Camera e composto da 9 addetti: 7 negli EAU e 2 in Qatar.

3

4

5 Nome Emirati (االلا إممااررااتت االلععررببيي ةة االلممتت ححدد) Emirati Arabi Uniti Abu Dhabi, Dubai, Sharjah, Ajman, Umm Al Qaiwain, Ras Al Khaimah e Fujairah Governo Monarchia costituzionale Capitale Abu Dhabi Città principali Dubai / Sharjah Popolazione abitanti (di cui meno del 20% emiratini) Superficie km 2 Lingua ufficiale Arabo L i n g u a Inglese commerciale Moneta Dhiram Tasso di cambio fisso Dh/US$ - 3,67 Dh/ - 4,6 (Giugno 12) Religione ufficiale Musulmana. Esiste la totale libertà di culto Visti Per i cittadini italiani non è richiesto il visto per l ingresso nel Paese Dogana Non ci sono limitazioni sui movimenti di valuta né dazi doganali su effetti personali. Clima Da Dicembre a Marzo: min 15 max 28 Da Aprile a Novembre: min 22 max 48 Dalla domenica al giovedì. Venerdì e sabato festivi. Giorni lavorativi I centri commerciali, ristoranti e negozi sono aperti tutta la settimana escluso il venerdì mattina.

6 (e) PIL prezzi correnti (miliardi US $) Crescita reale del PIL (%) +5,1 + 3,9 + 3,1 +3,6 Inflazione (% prezzi al consumo) Volume Esportazioni beni e servizi (%) Volume Importazioni beni e servizi (%) + 0,87 + 0,66 + 1,58 +1,90 +10,51 +7,64 +6,30 +6,19 +10,10 +11,44 +5,49 +5,51 Fonti: International Monetary Fund IMF World Economic Outlook October 2012

7

8

9 Rischio Paese: La SACE colloca tutti gli Emirati nella categoria OCSE 2 su 7 (dove 0 rappresenta il rischio minore e 7 il rischio massimo). Il presidente degli EAU e governatore di Abu Dhabi, Khalifa bin Zayed al-nahyan, ha consolidato la sua posizione, confermando l orientamento liberale della politica economica. Gli Emirati Arabi Uniti godono di una stabilita politica interna che condiziona Il Presidente degli EAU ed Emiro di Abu Dhabi, Sheikh Khalifa bin Zayed Al Nahyan, e il Vice-Presidente ed Emiro di positivamente la sua economia e le previsioni Dubai, Sheikh Mohammed Bin Rashid Al Maktoum di crescita. La primavera araba e la crisi attraversata da alcuni Paesi del Nord Africa e Medio Oriente, oltre a riversare sugli Emirati flussi turistici e investimenti gia destinati all area, hanno spinto la dirigenza del Paese ad allargare la base elettiva del Federal National Council e a pianificare misure di rafforzamento della sicurezza nazionale.

10 Gli EAU sono il quinto produttore al mondo di petrolio e gas, e sono al terzo posto per riserve di idrocarburi. Nel 2012 gli EAU hanno registrato una crescita del 4% del PIL (fonte FMI) grazie agli elevati proventi petroliferi, ma anche grazie all'espansione dell economia non oil. In effetti, lungimiranti politiche di diversificazione economica hanno ridotto il contributo del settore petrolifero al 23% del PIL, mentre quello dei servizi supera ormai il 50%. Le recenti politiche economiche varate dal Governo mirano al consolidamento delle finanze pubbliche per porle al riparo dalla volatilita del prezzo del petrolio. Sebbene in lieve flessione, le previsioni permangono positive anche per il 2013 (+2,5% PIL). Positive sono le prospettive di crescita del settore non petrolifero. Indicatori di Buisness Climate Attuale Precedente Doing Business su su 183 Index of Economic Freedom su su 184 Corruption Perception Index su su 183 Fonte: SACE Scheda Paese

11 Il sistema bancario degli EAU e composto da 51 banche (23 nazionali, 28 straniere). Sono presenti nel Paese 6 banche islamiche, e le italiane San Paolo e Unicredit. Superata la crisi che aveva colpito nel 2009 la holding pubblica Dubai World, l Emirato di Dubai si conferma hub finanziario della regione. Dopo un 2012 in piena crescita (+33,5%) la borsa di Dubai DIFX - ha esperito una performance positiva nel 2013, con l indice FTSE-Nasdaq di Dubai in crescita del +36,9% nei primi sei mesi dell anno rispetto al +13,5% dello stesso semestre del Non vi sono progetti in corso con il Fondo Monetario Internazionale, ne con la Banca Mondiale. La valuta locale, Dhiram, e ancorata al dollaro (1AED = 3,673 US$) Nasdaq Dubai 1 Gen 2012 / 1 Gen 2013 Fonte: Nasdaq Dubai

12 Gli EAU godono di un efficiente e ben sviluppato sistema infrastrutturale. La rete stradale e moderna, ed integrata con eccellenti strutture portuali ed aeroportuali. Il sistema legale federale, sebbene sviluppato, risente di alcune differenze tra i vari Emirati, e della Shari a islamica. Il numero delle free zones in cui investitori stranieri hanno la possibilita di detenere al 100% il capitale della societa, e in costante aumento; tuttavia e in aumento anche il numero di joint ventures con partner locali, sistemi societari che permettono una piu agevole partecipazione alle gare d appalto. Fattore critico sul piano della stabilita permane quello relativo alla sicurezza nell area mediorientale, ed in particolare i rapporti con la vicina Repubblica Islamica dell Iran.

13 Abu Dhabi L Emirato di Abu Dhabi, la capitale, è il più prosperoso della regione, è anche il principale produttore di petrolio, con un PIL costituito per il 60% circa dall estrazione del greggio ed un attività economica concentrata prevalentemente in questo settore. Abu Dhabi, da sola, detiene il 90% delle risorse del sottosuolo e occupa l 80% del territorio. Il governo dell Emirato persegue una politica di sviluppo e diversificazione degli investimenti nota con il nome di Abu Dhabi Economic Vision Da segnalare: l apertura del Ferrari Park, il più grande parco a tema al coperto del mondo la realizzazione della Sadiyat Island, dove sorgerà il distretto culturale con il Museo Gugghenheim, il Louvre e il Museo Nazionale Sheikh Zayed Mazdar City, la prima città a zero emissioni di CO2 Raha Beach, zona turistica sul mare il circuito di F1 di Abu Dhabi

14 Sheikh Zayed Grand Mosque Progetti di sviluppo di Saadiyat Island Ferrari World e circuito di F1

15 Dubai Dubai è uno dei sette emirati che compongono la Federazione; conta una popolazione di abitanti (2011), aumentata di unita rispetto al 2010, raggiungendo cosi il suo massimo storico. Nel 2012 il PIL di Dubai e cresciuto del 3,5-4% confermando l Emirato quale fulcro commerciale degli EAU, grazie alla sua forte capacità esportativa, all ottima qualità delle infrastrutture e alla sua diversificazione industriale, relativamente alla quale si segnalano i seguenti settori: Turismo (nel 2011 Dubai ha ospitato 9,30 milioni di turisti, in aumento del 10% rispetto al 2010 e i ricavi del settore alberghiero hanno registrato una crescita del 20% rispetto all anno precedente) Telecomunicazioni, trasporti via aerea e mare (le infrastrutture emiratine si sono clasisficate le 8 migliori al mondo secondo il Global Competitiveness Index (GCI) e Jebel Ali e il 6 maggiore porto al mondo) Industria manifatturiera (es. Sono attive oltre 100 industrie di trasformazione alimentare) Settore finanziario (DIFC, ha concluso il 2011 con un incremento di societa registrate del 7% rispetto al 2010) Ristorazione (sono presenti oltre 100 ristoranti italiani) Free Zones (Dubai ha 25 Free Zones; nella sola Free Zone di Jebel Ali sono presenti circa aziende)

16 Ski Dubai, la pista da sci nel Mall of the Emirates Burj Al Arab e lungomare di Dubai Metropolitana di Dubai

17 Sharjah L Emirato di Sharjah si caratterizza per l attenzione rivolta alle aziende manifatturiere e al loro sviluppo; particolare attenzione è rivolta alle aziende di dimensioni medio-piccole (vi opera il 40% delle industrie manifatturiere degli EAU). Dal punto di vista commerciale, alcuni settori merceologici sono particolarmente presenti a Sharjah, come quello del mobile, della ricambistica auto e del marmo. Anche le Free zone (una all aeroporto e una sul mare), hanno costi maggiormente abbordabili rispetto a Dubai. L emirato si contraddistingue per una particolare attenzione alla cultura, con i suoi numerosissimi Musei. La maggiore risorsa come materia prima è il gas, di cui Sharjah rifornisce in parte gli altri Emirati.Una zona turistica di grande interesse per i sub e Khor Fakkan, il cui mare è ricco di pesci tropicali, tartarughe e si trova sulla costa dell Oceano Indiano; Sharjah è l unico emirato ad avere sbocco anche sul mare esterno oltre che sul Golfo Arabico. Anche in questo emirato si è avuto un forte sviluppo dell edilizia, senza arrivare agli estremi di Dubai e un attenzione al turismo. Di particolare rilevanza l opera di ristrutturazione e ampliamento della superstrada che collega Sharjah a Dubai, finita nel 2009, che ha raddoppiato le corsie di scorrimento e alleggerisce del 50% il volume del traffico.

18 Qanat al Qasba Il Souq Centrale Port Khalid

19 Il Governo di Dubai ha annunciato il proprio budget di spesa per il 2013, pari a 34,12 miliardi di AED (circa 7,5 miliardi di euro) che, accanto ad un aumento delle entrate dell 8% rispetto al 2012, ridurra il deficit di bilancio allo 0,5% del PIL. L aeroporto di Dubai prevede di raggiungere il numero di 66 milioni di passeggeri nel 2013, superando il record del 2012 (57 milioni), con una media di 5 milioni di passeggeri al mese e una crescita di circa il 13% su base annua Dopo l apertura del Burj Khalifa, il grattacielo piu alto al mondo, a Dubai sono stati ufficializzati altri due record: nel maggio 2012 la Princess Tower della societa Tameer, quale grattacielo a scopo residenziale piu alto al mondo, a dicembre 2012, il JW Marriott Marquis Dubai quale hotel piu alto al mondo. Dall 8 aprile 2012 il Dipartimento per lo Sviluppo Economico ad Abu Dhabi ha avviato il processo di rilascio delle trade licence per via telematica; le domande per l ottenimento delle licenze avranno solo formato elettronico.

20 Gli investimenti esteri diretti (IED) di Abu Dhabi hanno raggiunto i 43,2 miliardi di AED (oltre 9 miliardi di euro) con un aumento dell 11% nel 2011 rispetto al 2008, a riprova della bonta delle riforme a favore del business adottate recentemente dall Emirato, e del piano di sviluppo Abu Dhabi Economic Vision La prima parte del progetto di ADPC, Port Khalifa, sara operativa entro l ultimo trimestre 2012; il nuovo porto di Abu Dhabi avra una capacita di 2milioni di container TEU, e 12 milioni di tonnellate di carico generale. Entro il 2030 Port Khalifa potra gestire fino a 15 milioni di TEU e 35 milioni di tonnellate di merci varie. Il governo degli Emirati istituira in Asia centri di formazione per lavoratori non specializzati del settore edile. Gli EAU apriranno un ufficio in India a inizio 2013 per addestrare la forza lavoro; saranno formati lavoratori nel primo anno, nel 2014 e entro il Segura l apertura di altri centri in Pakistan e Bangladesh.

21 Accordi: Accordo contro le doppie imposizioni (1997) Accordo sulla promozione degli investimenti reciproci (1997) Accordo sui servizi aerei (1991) Accordo di cooperazione militare ratificato da entrambe le parti (2003). Memorandum sulle Consultazioni Rafforzate (2007). La commissione economica mista, prevista nell accordo di cooperazione economica tra Italia ed Emirati Arabi Uniti del 1986, è tornata a riunirsi nel novembre 2008 e nel giugno Accordo istitutivo di un Gruppo di Collaborazione interparlamentare (2009). Accordo tra l Istituto per l Oriente Carlo Alfonso Nallino e la Abu Dhabi Authority for Cultural Heritage per la traduzione in arabo dei principali testi della letteratura italiana (2009). È in corso la stesura di un accordo bilaterale nei settori dell'educazione e della ricerca scientifica e tecnologica. Inoltre, sta per essere siglato un accordo bilaterale per la collaborazione tra Italia ed Emirati Arabi Uniti in materia di protezione civile.

22 25 ANNI DI EXPORT ITALIANO NEGLI E.A.U Elaborazione dati ISTAT a cura della Camera di Commercio Italiana negli EAU

23 MONDO Miliardi (euro) EUROPA (U. E.) Miliardi (euro) India 7,839 1 Germania 2,684 Stati Uniti 6,337 2 ITALIA 2,088 Cina 5,587 3 Regno Unito 1,965 Giappone 3,569 4 Francia 1,384 5 Corea del Sud 6 Germania 2,684 2,744 5 Belgio 1,065 7 Turkey 2,521 8 ITALIA 2,088 Dati :UAE National Statistics Bureau a cura della Camera di Commercio (dati originalmente in AED, convertiti dalla Camera al tasso di cambio medio EURO=4.719AED (il dato non coincide con il valore ISTAT 2011)

24 Elaborazione dati Istat a cura della IICUAE # PAESE Dati ISTAT a cura della Camera di Commercio italiana negli EAU VALORE EXPORT 2012 (EURO) 1 Unione Europea USA Svizzera Turchia Federazione russa Cina Giappone Emirati Arabi Uniti Brasile Hong Kong Arabia Saudita India

25 Gen-Dic 2011 in Gen-Dic 2012 in VARIAZIONE % Gen-Giu 2013 (% su Gen-Giu 2012) EXPORT ITALIA IN E.A.U. ( ) EXPORT E.A.U. IN ITALIA ( ) , , (+6,4%) (-19,2%) Dati ISTAT elaborati a cura della Camera di Commercio italiana negli EAU

26 VARIAZIONE % Gen-Giu 2013 (% su Gen-Giu 2012) PIEMONTE , (+8,0%) VALLE D AOSTA , (+972,7%) LOMBARDIA , (-10,6%) LIGURIA , (+180,8%) VENETO , (+14,0%) TRENTINO ALTO ADIGE FRIULI VENEZIA GIULIA , (+4,5%) Dati ISTAT a cura della Camera di Commercio , (+148,1%)

27 VARIAZIONE % Gen-Giu 2013 (% su Gen-Giu 2012) TOSCANA , (+12,2%) EMILIA ROMAGNA , (-3,5%) UMBRIA , (+49,7%) LAZIO , (-22,1%) MARCHE , (+21,7%) Dati ISTAT a cura della Camera di Commercio CAMPANIA , (+5,5%)

28 VARIAZIONE % ABRUZZO ,96 MOLISE ,44 BASILICATA ,18 PUGLIA ,45 CALABRIA ,55 SARDEGNA ,99 Gen-Giu 2013 (% su Gen-Giu 2012) (-56,2%) (-22,6%) (-27,4%) (+4,64%) (+9,2%) (-74,1%) SICILIA , (-31,2%) Dati ISTAT a cura della Camera di Commercio

29

30 1 SETTORE MACCHINARI, APPARECCHIATURE, STRUMENTAZIONI Dati ISTAT a cura della Camera di Commercio EXPORT 2012 In VARIAZIONE % RISPETTO A GIOIELLERIA ,69 3 METALLI E LAVORATI IN METALLO , PRODOTTI DERIVANTI DALLA RAFFINAZIONE DEL PETROLIO APPARECCHIATURE ELETTRICHE E NON, PER USO DOMESTICO , ,66 6 ABBIGLIAMENTO E ACCESSORI ,77 7 MEZZI DI TRASPORTO NAVALI, AEREI, E SU STRADA ,48 8 COMPUTER ED ELETTRONICA ,34

31 SETTORE EXPORT 2012 in VARIAZIONE % RISPETTO A AGROALIMENTARE ,50 10 INTERIOR DESIGN ,03 11 MINERALI ,50 12 CHIMICO DETERGENTI, PROFUMI E COSMETICI ARTICOLI IN GOMMA E MATERIE PLASTICHE ,24 15 TESSILE ,77 16 FARMACEUTICO ,87 Dati ISTAT a cura della Camera di Commercio 17 ALTRO

32 ESPORTAZIONI ITALIANE NEGLI EAU GENNAIO GIUGNO 2013 SETTORE EXPORT I SEMESTRE 2013 VARIAZIONE % RISPETTO A GIOIELLERIA ,5% 2 MACCHINARI, APPARECCHIATURE, STRUMENTAZIONI ,0% 3 METALLI E LAVORATI IN METALLO ,8% 4 MEZZI DI TRASPORTO NAVALI, AEREI, E SU STRADA ,4% 5 ABBIGLIAMENTO E ACCESSORI ,5% 6 COMPUTER ED ELETTRONICA ,3% 7 APPARECCHIATURE ELETTRICHE E NON, PER USO DOMESTICO ,8% 8 PRODOTTI DERIVANTI DALLA RAFFINAZIONE DEL PETROLIO Dati ISTAT a cura della Camera di Commercio ,7% 9 CHIMICO ,3%

33 ESPORTAZIONI ITALIANE NEGLI EAU GENNAIO GIUGNO SETTORE EXPORT I VARIAZIONE % SEMESTRE 2013 RISPETTO A 2012 INTERIOR DESIGN ,8% AGROALIMENTARE ,0% MINERALI ,6% DETERGENTI, PROFUMI E COSMETICI ,3% ARTICOLI IN GOMMA E MATERIE PLASTICHE ,4% FARMACEUTICO ,7% TESSILE ,4% ALTRO ,3% TOTALE ,4% Dati ISTAT a cura della Camera di Commercio

34 Mese Fiere Settore Gennaio World Future Energy Summit Energie alternative e tecnologie pulite Febbraio Gulfood Alimentare Marzo The Dubai International Boat Show Nautica Maggio Arabian Travel Market Turismo Maggio Hardware & Tools Middle East Hardware & Componenti IT Maggio The Hotel Show Ospitalita & Tempo Libero Giugno Automechanika Middle East Automobile Settembre Cityscape Sviluppo Immobiliare Ottobre Gitex I.T. Ottobre INDEX Arredamento Novembre BIG 5 Edilizia Novembre Speciality Food & SEAFEX Alimentare Novembre ADIPEC Oil & Gas

35 I requisiti comuni a tutte le forme societarie sono: la registrazione dello statuto presso il Registro del Commercio l autorizzazione dell Emirato territorialmente competente la partecipazione alla società di soggetti con nazionalità EAU in quota non inferiore al 51% Apertura di una filiale Una società straniera può decidere di operare negli E.A.U. tramite una o più filiali grazie alle quali è possibile aggirare il limite che richiede il 51% di partecipazione da parte di imprese locali, in quanto la filiale è interamente posseduta dalla società madre. Tuttavia, la società madre dovrà individuare uno sponsor di nazionalità EAU o, nel caso di persona giuridica, un azienda a capitale interamente EAU.

36 Le Tax Free Zones All interno delle Free zones la società può essere detenuta al 100% da capitale straniero. Inoltre: libertà di trasferire capitali, inclusi dividendi e utili esenzione da dazi doganali sulle importazioni assenza di tassazione sulle persone fisiche piena rimpatriabilità di capitali e utili assenza di restrizioni valutarie Alcune Free zone: Abu Dhabi Airport Free Zone (ADAFZ); Khalifa Industrial Zone Abu Dhabi (KIZAD); ZonesCorp; Dubai Airport Free Zone (DAFZ); Dubai Car and Automotive City Free Zone (DUCAMZ); Dubai Biotechnology & Research Park; Dubai Flower Center; Dubai Gold and Diamond Park; Dubai Internet City (DIC); Dubai Silicon Oasis (DSO); Jebel Ali Free Zone (JAFZA); Hamriyah Free Zone (HFZ); Sharjah Airport International Free Zone (SAIF-zone); RAK Free Trade Zone (RAKFTZ); Fujairah Free Zone (FFZ)

37 1) Pre-indagine All azienda italiana viene inviata una scheda da compilare in inglese, quale presentazione della stessa e specifica del tipo di interlocutore emiratino da incontrare (distributore, dettagliante, partner ecc). Obbligatorio il sito in lingua inglese. La Camera effettua una ricerca di mercato tramite la presentazione della azienda italiana a operatori locali selezionati. Lo scopo e di valutare il livello di gradimento della proposta del prodotto/servizio e dei relativi prezzi di vendita, sul mercato degli UAE e regolarsi per il proseguimento o meno della missione. In caso di esito negativo verra trasmessa all azienda la lista degli operatori contattati con relativi commenti. In caso di esito positivo, si passa alla fase 2. Durata della pre-indagine 15 giorni dal ricevimento della scheda Company Profile.

38 2) Missione Organizzazione di almeno 5/6 incontri mirati con operatori locali selezionati. Gli operatori locali saranno precedentemente sensibilizzati e informati sulle caratteristiche del prodotto/servizio e dei relativi prezzi di vendita. Seguiranno una serie di contatti telefonici per verificarne il gradimento o meno. Gli incontri si terranno esclusivamente presso le sedi degli operatori locali, ad Abu Dhabi e/o Dubai e/o Sharjah. Viene fornita assistenza completa per la logistica (hotel, interpreti, affitto auto ecc.). La lista degli operatori interessati viene inviata dopo aver ricevuto il saldo del costo complessivo del servizio. L elenco degli operatori e visionato e valutato in anticipo dalle imprese italiane. La lista definitiva degli incontri (che si svolgono sempre in 2 giorni al massimo), con relativi orari, viene inviata 3-4 giorni prima dell inizio della missione. Durata complessiva per l organizzazione della missione, 30 giorni dal ricevimento della scheda Company Profile.

39 Grazie! Italian Industry & Commerce Office in the UAE Camera di Commercio Italiana negli EAU Shukran! Per informazioni: Tel : Fax: Web: Indirizzo: Al Batha Tower, 9 th Floor, Room #903, Buhairah Corniche P.o.Box 48558, Sharjah, United Arab Emirates

EAU 2015 PRESENTAZIONE PAESE MARHABAN! Fonte: Italian Industry & Commerce Office in the UAE

EAU 2015 PRESENTAZIONE PAESE MARHABAN! Fonte: Italian Industry & Commerce Office in the UAE EAU 2015 PRESENTAZIONE PAESE MARHABAN! Fonte: Italian Industry & Commerce Office in the UAE PANORAMICA GENERALE SUGLI EAU EMIRATI ARABI UNITI I SETTE EMIRATI Image source: http://polyglotlegend.blogspot.it/2015/07/united-arab-emirates-cool-facts-52.html

Dettagli

L attivita della IICUAE inizia a Sharjah nel 1999 come accordo di programma Regione Piemonte ICE -- Cna. Nel 2004 viene costituita la CCIE e

L attivita della IICUAE inizia a Sharjah nel 1999 come accordo di programma Regione Piemonte ICE -- Cna. Nel 2004 viene costituita la CCIE e L attivita della IICUAE inizia a Sharjah nel 1999 come accordo di programma Regione Piemonte ICE -- Cna. Nel 2004 viene costituita la CCIE e Confartigianato e co-fondatrice insieme a Cna. Nel 2007 la IICUAE

Dettagli

Operare con l estero: opportunità di business negli Emirati Arabi Uniti. Torino, 14 ottobre 2005 Centro Congressi Torino Incontra Sala Giolitti

Operare con l estero: opportunità di business negli Emirati Arabi Uniti. Torino, 14 ottobre 2005 Centro Congressi Torino Incontra Sala Giolitti Operare con l estero: opportunità di business negli Emirati Arabi Uniti Torino, 14 ottobre 2005 Centro Congressi Torino Incontra Sala Giolitti Opportunita di Business negli Emirati Arabi Uniti Visione

Dettagli

Nuovo ufficio Dubai. 48Burjgate.Downtown. Sheikh Zayed Road

Nuovo ufficio Dubai. 48Burjgate.Downtown. Sheikh Zayed Road Nuovo ufficio Dubai. 48Burjgate.Downtown. Sheikh Zayed Road L attivita della IICUAE inizia a Sharjah nel 1999 come accordo di programma Regione Piemonte ICE -- Cna. Nel 2004 viene costituita la CCIE e

Dettagli

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y EMIRATI ARABI UNITI NORMATIVA PER GLI INVESTIMENTI NEGLI EMIRATI ARABI UNITI di Avv. Francesco Misuraca Normativa sugli investimenti esteri e relativi incentivi Due leggi riguardano l ingresso nel paese

Dettagli

EMIRATI ARABI UNITI. Stefano Cruciani (matr. 40215) Michele Monachesi (matr. 38586) Alessandro Tommasi (matr. 40117)

EMIRATI ARABI UNITI. Stefano Cruciani (matr. 40215) Michele Monachesi (matr. 38586) Alessandro Tommasi (matr. 40117) EMIRATI ARABI UNITI Stefano Cruciani (matr. 40215) Michele Monachesi (matr. 38586) Alessandro Tommasi (matr. 40117) 1 LA NAZIONE Superficie: 83.600 kmq Popolazione: 6 milioni (stima 2009, 19% locali, 50%

Dettagli

FOCUS ON Emirati Arabi Uniti: l età dell oro continua

FOCUS ON Emirati Arabi Uniti: l età dell oro continua ON Emirati Arabi Uniti: l età dell oro continua A cura dell'ufficio Studi Economici EXECUTIVE SUMMARY L impegno emiratino verso una maggiore diversificazione economica offre opportunità oltre il solco

Dettagli

Turchia paese emergente dalle grandi prospettive

Turchia paese emergente dalle grandi prospettive Turchia paese emergente dalle grandi prospettive Questo rapporto è stato redatto da un gruppo di lavoro dell Area Studi, Ricerche e Statistiche dell Ex - ICE Coordinamento Gianpaolo Bruno Redazione Antonio

Dettagli

Quadro legislativo, normativa societaria e free zones

Quadro legislativo, normativa societaria e free zones Quadro legislativo, normativa societaria e free zones SEZIONE I. Normativa Societaria Le forme societarie riconosciute negli EAU Le filiali e gli uffici di rappresentanza Le licenze necessarie SEZIONE

Dettagli

Camera di Commercio di Genova Ufficio E-Commerce e Commercio Estero Sportello per l internazionalizzazione

Camera di Commercio di Genova Ufficio E-Commerce e Commercio Estero Sportello per l internazionalizzazione Camera di Commercio di Genova Ufficio E-Commerce e Commercio Estero Sportello per l internazionalizzazione ***************************INFORMAZIONI GENERALI SUPERFICIE 83.600Kmq POPOLAZIONE 4.104.695 (censimento

Dettagli

EAU: Struttura dell economia e rapporti commerciali e di investimento con l Italia Opportunità per le imprese clienti di CARIME

EAU: Struttura dell economia e rapporti commerciali e di investimento con l Italia Opportunità per le imprese clienti di CARIME EAU: Struttura dell economia e rapporti commerciali e di investimento con l Italia Opportunità per le imprese clienti di CARIME Luigi LANDONI Responsabile Ufficio di Rappresentanza UBI Banca a Dubai I

Dettagli

Ufficio Emirati Arabi Uniti. A cura di Cesare Maraglio

Ufficio Emirati Arabi Uniti. A cura di Cesare Maraglio Ufficio Emirati Arabi Uniti A cura di Cesare Maraglio PRESENTAZIONE PAESE EMIRATI ARABI UNITI Principali dati macroeconomici e interscambio con Italia 1. COLLOCAZIONE GEOGRAFICA E DATI GENERALI Superficie:

Dettagli

IL MERCATO DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI negli emirati arabi uniti

IL MERCATO DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI negli emirati arabi uniti IL MERCATO DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI negli emirati arabi uniti Incoming operatori esteri al CIBUS 2014 Parma 5-8maggio 2014 Questa indagine è stata realizzata dall ICE-Agenzia per la promozione all estero

Dettagli

EMIRATI ARABI UNITI DATI MARCOECONOMICI

EMIRATI ARABI UNITI DATI MARCOECONOMICI EMIRATI ARABI UNITI DATI MARCOECONOMICI Reddito pro-capite euro 39.215 Tasso di inflazione % 2,2 Tasso di disoccupazione % 4,2 Tasso di variazione del PIL (2014 su 2013) % 4,3 Previsione di crescita del

Dettagli

Istituto nazionale per il Commercio Estero AFFARI E COMMERCIO CON GLI EMIRATI ARABI UNITI

Istituto nazionale per il Commercio Estero AFFARI E COMMERCIO CON GLI EMIRATI ARABI UNITI Istituto nazionale per il Commercio Estero AFFARI E COMMERCIO CON GLI EMIRATI ARABI UNITI I. COSTITUIRE UN IMPRESA NEGLI EMIRATI ARABI UNITI. Prima del 1984, ogni Emirato, Dubai, Abu Dhabi, Sharjah, Ajman,

Dettagli

Dove siamo. I nostri uffici sono ubicati al 13 piano del Conrad Hotel Dubai. Distretto fieristico Dubai (World Trade Center).

Dove siamo. I nostri uffici sono ubicati al 13 piano del Conrad Hotel Dubai. Distretto fieristico Dubai (World Trade Center). MIME è una soluzione innovativa ed economica per le imprese che vogliono Incrementare la loro visibilità internazionale e le loro vendite nei fiorenti mercati del Gulf Area. MIME e' una realta' aziendale

Dettagli

Il Consorzio Qatar-Italia.

Il Consorzio Qatar-Italia. Il Consorzio Qatar-Italia. Strumento privilegiato per cogliere le opportunità di investimento in Qatar. Preparato da: ABC International SpA Aprile/Maggio 2007 1 Il Qatar: una realtà in via di formazione

Dettagli

Il peso del turismo nell economia Toscana

Il peso del turismo nell economia Toscana Turismo & Toscana Il turismo in Toscana: un modello export led alla prova della crisi Enrico Conti Firenze, 13 giugno 2014 Il peso del turismo nell economia Toscana Nel 2013 oltre 43 milioni di presenze

Dettagli

particolarmente indicata per le PMI Italiane che si pongono l obbiettivo di sviluppare la propria

particolarmente indicata per le PMI Italiane che si pongono l obbiettivo di sviluppare la propria La diffusione internazionale in una delle tante Free Zone degli Emirati Arabi, risulta particolarmente indicata per le PMI Italiane che si pongono l obbiettivo di sviluppare la propria presenza nei mercati

Dettagli

Ufficio ICE di Dubai EMIRATI ARABI UNITI

Ufficio ICE di Dubai EMIRATI ARABI UNITI Ufficio ICE di Dubai EMIRATI ARABI UNITI INTRODUZIONE Negli ultimi trenta anni gli Emirati Arabi Uniti (EAU) sono riusciti a costruire un immagine di progresso e modernita in tutto il Medio Oriente. Fin

Dettagli

Il settore della cantieristica da diporto negli EAU

Il settore della cantieristica da diporto negli EAU Il settore della cantieristica da diporto negli EAU Gli Emirati Arabi Uniti sono caratterizzati da 1,318km di costa e i suoi abitanti hanno una lunga tradizione legata al mare. Ne risulta che gli attracchi

Dettagli

Come costruire itinerari turistico responsabili

Come costruire itinerari turistico responsabili Come costruire itinerari turistico responsabili GIUSEPPE MELIS INTRODUZIONE AL CONVEGNO ITINERARI TURISTICO-RESPONSABILI: STRUMENTI PER ATTIVARE PERCORSI DI QUALITÀ ORISTANO, 27 MAGGIO 2008 AUDITORIUM

Dettagli

Hong Kong e Macao Introduzione generale Dati macroeconomici. Hong Kong porta d ingresso della Cina Analisi geo-economica e politica

Hong Kong e Macao Introduzione generale Dati macroeconomici. Hong Kong porta d ingresso della Cina Analisi geo-economica e politica Hong Kong e Macao Introduzione generale Dati macroeconomici Hong Kong porta d ingresso della Cina Analisi geo-economica e politica Perche investire a Hong Kong Analisi dei dati di import/export di Hong

Dettagli

Ambasciata di Turchia Ufficio Commerciale. Fare Affari con la Turchia : Prospettive Economiche, Clima Commerciale, Opportunità di investimento

Ambasciata di Turchia Ufficio Commerciale. Fare Affari con la Turchia : Prospettive Economiche, Clima Commerciale, Opportunità di investimento Ambasciata di Turchia Ufficio Commerciale Fare Affari con la Turchia : Prospettive Economiche, Clima Commerciale, Opportunità di investimento Roma, 29 aprile 2015 1 Sviluppi Economici Investimenti Diretti

Dettagli

LIBANO PARCO VETTURE NEL

LIBANO PARCO VETTURE NEL LIBANO PARCO VETTURE NEL 29 Febbraio 211 Dati aggiornati il 1 febbraio 211: - le nuove auto vendute nel 21 (pag. 5) - l interscambio Libano/Mondo 21 (pag. 5-6) Nel 29, il numero delle auto private circolante

Dettagli

Il mercato degli Stati Uniti

Il mercato degli Stati Uniti Il mercato degli Stati Uniti Introduzione Gli Stati Uniti rappresentano il principale partner commerciale dell Italia al di fuori dei paesi dell Ue e il terzo paese di destinazione delle esportazioni italiane,

Dettagli

Thesprotia ANALISI DEL MERCATO ESTERO EMIRATI ARABI UNITI

Thesprotia ANALISI DEL MERCATO ESTERO EMIRATI ARABI UNITI ANALISI DEL MERCATO ESTERO EMIRATI ARABI UNITI La presente relazione di Analisi del Mercato Estero è stata elaborata su dati e rilevazioni rese disponibili da: Ministero degli Affari Esteri Italiani ICE

Dettagli

IL MERCATO DELLA GIOIELLERIA NEGLI EMIRATI ARABI UNITI

IL MERCATO DELLA GIOIELLERIA NEGLI EMIRATI ARABI UNITI Ufficio ICE di Dubai IL MERCATO DELLA GIOIELLERIA NEGLI EMIRATI ARABI UNITI Situazione generale. La domanda di gioielli risente dei gusti differenti dei numerosi espatriati provenienti da Asia, Africa

Dettagli

Francesca Belinghieri. Novara, 11 giugno 2014

Francesca Belinghieri. Novara, 11 giugno 2014 Novara, 11 giugno 2014 "Il Nuovo SET (Servizio Emergenze Trasporti), uno strumento operativo per la gestione delle emergenze a supporto delle Autorità Pubbliche e delle Imprese". Francesca Belinghieri

Dettagli

Gli assicurati e gli infortuni sul lavoro. Adelina Brusco, Daniela Gallieri

Gli assicurati e gli infortuni sul lavoro. Adelina Brusco, Daniela Gallieri Gli assicurati e gli infortuni sul lavoro Adelina Brusco, Daniela Gallieri Ancona, 9 giugno 2009 Assicurati e Infortuni sul lavoro sono rilevati tramite il codice fiscale che individua il Paese di nascita

Dettagli

MISSIONE DUBAI e ABU-DHABI INAUGURAZIONE DI ASSONAUTICA DUBAI 28 novembre - 2 dicembre 2008

MISSIONE DUBAI e ABU-DHABI INAUGURAZIONE DI ASSONAUTICA DUBAI 28 novembre - 2 dicembre 2008 DUBAI MARITIME CITY A S S O N A U T I C A ASSOCIAZIONE NAZIONALE NAUTICA DA DIPORTO EMANAZIONE DI CAMERE DI COMMERCIO E DI UNIONCAMERE ASSONAUTICA PROVINCIALE DI TARANTO ASSONAUTICA REGIONALE DI PUGLIA

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E GLI ENTI COOPERATIVI OSSERVATORIO MPMI REGIONI LE MICRO, PICCOLE

Dettagli

McDONALD S E L ITALIA

McDONALD S E L ITALIA McDONALD S E L ITALIA Da una ricerca di SDA Bocconi sull impatto occupazionale di McDonald s Italia 2012-2015 1.24 McDONALD S E L ITALIA: IL NOSTRO PRESENTE Questo rapporto, frutto di una ricerca condotta

Dettagli

EXPO DUBAI 2020: TUTTE LE OPPORTUNITÀ DA NON PERDERE PER LE IMPRESE ITALIANE

EXPO DUBAI 2020: TUTTE LE OPPORTUNITÀ DA NON PERDERE PER LE IMPRESE ITALIANE EXPO DUBAI 2020: TUTTE LE OPPORTUNITÀ DA NON PERDERE PER LE IMPRESE ITALIANE Il recente successo ottenuto da Dubai, che si e aggiudicata l Expo 2020 il 27 novembre scorso, è destinato ad avere un enorme

Dettagli

Censimento delle strutture per anziani in Italia

Censimento delle strutture per anziani in Italia Cod. ISTAT INT 00046 AREA: Amministrazioni pubbliche e servizi sociali Settore di interesse: Assistenza e previdenza Censimento delle strutture per anziani in Italia Titolare: Dipartimento per le Politiche

Dettagli

Workshop Trade Finance 27 maggio 2014

Workshop Trade Finance 27 maggio 2014 Workshop Trade Finance 27 maggio 2014 1 1 Euler Hermes: Overview del Gruppo 2 Lo scenario economico: le insolvenze aziendali 3 La Partnership Euler Hermes Crédit Agricole 4 Le nostre offerte di prodotti

Dettagli

Fallimenti delle aziende in Italia Dati aggiornati a settembre 2014

Fallimenti delle aziende in Italia Dati aggiornati a settembre 2014 Fallimenti delle aziende in Italia Dati aggiornati a settembre 2014 Marketing CRIBIS D&B Agenda Analisi dei Fallimenti in Italia Company Profile Gli Strumenti Utilizzati e Metodologia 2 Tipologia di analisi

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONI. Emirati Arabi Uniti

INTERNAZIONALIZZAZIONI. Emirati Arabi Uniti INTERNAZIONALIZZAZIONI Emirati Arabi Uniti Lo studio Lo Studio Legale Associato Martinez & Novebaci ha sempre avuto come mission quella di affiancare l impresa nello svolgimento delle proprie attività,

Dettagli

Profilo spostato su fasce non di punta (F1= 10%; F2 e F3= 90%) (B) Servizio di maggior tutela (prezzi biorari transitori)

Profilo spostato su fasce non di punta (F1= 10%; F2 e F3= 90%) (B) Servizio di maggior tutela (prezzi biorari transitori) Consumo annuo (kwh) Scheda di confrontabilità per clienti finali domestici di energia elettrica Corrispettivi previsti dall offerta free di eni alla data del 01/02/2011, valida fino alla data del 15/04/2011

Dettagli

OBIETTIVO CRESCITA. Le sfide delle PMI nel contesto macroeconomico

OBIETTIVO CRESCITA. Le sfide delle PMI nel contesto macroeconomico OBIETTIVO CRESCITA Impresa, banca, territorio Le sfide delle PMI nel contesto macroeconomico I principali temi Crescita dimensionale Reti d impresa e altre forme di alleanza Innovazione e ricerca Capitale

Dettagli

EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE

EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE Scendono del 50% le richieste per l edilizia residenziale, -30% per quella non residenziale. Tengono gli immobili destinati all agricoltura (-12,9%),

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 14 DICEMBRE 2009 INDICE 1. Overview...6 1.1 La propensione all investimento dei POE...6 1.2 Analisi territoriale...13 1.3 Analisi

Dettagli

LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE

LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE 11 settembre 2014 II Trimestre 2014 LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE Nel secondo trimestre del 2014, rispetto ai tre mesi precedenti, le vendite di beni sui mercati esteri risultano in aumento per

Dettagli

CONGIUNTURA E COMMERCIO ESTERO

CONGIUNTURA E COMMERCIO ESTERO Italian Trade Commission - ICE Trade Promotion Section of the Italian Embassy Beirut Office LIBANO CONGIUNTURA E COMMERCIO ESTERO 2009-2010 GIUGNO 2010 ANDAMENTO CONGIUNTURALE Per il 2009 i dati indicano

Dettagli

Osservatorio sull internazionalizzazione del Lazio

Osservatorio sull internazionalizzazione del Lazio UNIONCAMERE LAZIO LUISS GUIDO CARLI Osservatorio sull internazionalizzazione del Lazio RAPPORTO 2007-2008 Competenze d impresa e sviluppo locale: un approccio sistemico per l analisi delle imprese multinazionali

Dettagli

1. Introduzione: una moderata crescita... 3 2. L economia reale... 8

1. Introduzione: una moderata crescita... 3 2. L economia reale... 8 Sommario 1. Introduzione: una moderata crescita... 3 2. L economia reale.... 8 Demografie delle imprese... 8 Le imprese artigiane in Sardegna... 9 La situazione economica e finanziaria delle imprese...

Dettagli

Gennaio Ottobre 2015. Gennaio. lavoro. mezzo di trasporto 62. In itinere Senza. Con mezzo di SUL LAVORO DI. In itinere.

Gennaio Ottobre 2015. Gennaio. lavoro. mezzo di trasporto 62. In itinere Senza. Con mezzo di SUL LAVORO DI. In itinere. OSSERVATORIOO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2015: aggiornamento al 31/10/ /2015 a cura dell Osservatorioo Sicurezza sul Lavoro

Dettagli

INDONESIA: UNA OPPORTUNITA NUOVA INDONESIA NEW MARKET OPPORTUNITIES

INDONESIA: UNA OPPORTUNITA NUOVA INDONESIA NEW MARKET OPPORTUNITIES INDONESIA: UNA OPPORTUNITA NUOVA INDONESIA NEW MARKET OPPORTUNITIES 1 Asia Crescita: 2011: 7,8 % 2012: 7,7 % Entro 2050: Pil: $148.000 Miliardi (45% dell output globale) Reddito pro-capite: $38.000 (superiore

Dettagli

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it unione nazionale r a p p r e s e n t a n t i autoveicoli esteri Analisi UNRAE delle immatricolazioni 2008 AUMENTA DI OLTRE 3 PUNTI LA QUOTA DI CITY CAR

Dettagli

Global Village 2013/2014 DUBAI (UAE) PADIGLIONE ITALIANO

Global Village 2013/2014 DUBAI (UAE) PADIGLIONE ITALIANO Global Village 2013/2014 DUBAI (UAE) PADIGLIONE ITALIANO Bab Marrakech Exhibition Organizing & Conference. Tel: 00971-4- 3713422. Fax: 00971-4- 371330. E- mail: info@italydubai.com. website: www.italydubai.com.

Dettagli

Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia

Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia Università degli Studi di Perugia, Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline

Dettagli

registrato banche locali e banche estere

registrato banche locali e banche estere La Banca centrale svolge un ruolo di versatile nell'economia nazionale degli Emirati Arabi Uniti. Oltre al "banca di tutte le banche del paese, è anche un banchiere e consulente finanziario al governo.

Dettagli

Gennaio. Luglio L 2015 472 383. In occasione. di lavoro. di trasporto 65 In itinere. mezzo di trasporto 61. di lavoro Senza mezzo.

Gennaio. Luglio L 2015 472 383. In occasione. di lavoro. di trasporto 65 In itinere. mezzo di trasporto 61. di lavoro Senza mezzo. OSSERVATORIOO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2015: aggiornamento al 31/0/ /2015 a cura dell Osservatorioo Sicurezza sul Lavoro

Dettagli

Il quadro socio- economico del Veneto e lo sviluppo sostenibile

Il quadro socio- economico del Veneto e lo sviluppo sostenibile Il quadro socio- economico del Veneto e lo sviluppo sostenibile Serafino Pitingaro Centro Studi Unioncamere Veneto CSR in rete: un modello per lo sviluppo sostenibile delle PMI vicentine Vicenza, 22 gennaio

Dettagli

Le opportunità di un mondo che cresce

Le opportunità di un mondo che cresce UNIONCAMERE EMILIA-ROMAGNA TEMPORARY EXPORT MANAGER 2014 Le opportunità di un mondo che cresce Camera di Commercio di Ravenna 26 marzo 2014 Dentro il tunnel Partire dai numeri nonostante quanto si dice

Dettagli

I dati Import-Export. 1 semestre 2014

I dati Import-Export. 1 semestre 2014 I dati Import-Export 1 semestre 2014 Import, Export e bilancia commerciale (valori in euro) Provincia di Mantova, Lombardia e Italia, 1 semestre 2014 (dati provvisori) import 2014 provvisorio export saldo

Dettagli

IL SETTORE DELLE COSTRUZIONI ED IMMOBILIARE NEGLI EMIRATI ARABI UNITI. 1 Situazione economica generale ed il settore delle costruzioni negli EAU

IL SETTORE DELLE COSTRUZIONI ED IMMOBILIARE NEGLI EMIRATI ARABI UNITI. 1 Situazione economica generale ed il settore delle costruzioni negli EAU Ufficio ICE di Dubai IL SETTORE DELLE COSTRUZIONI ED IMMOBILIARE NEGLI EMIRATI ARABI UNITI Periodo di riferimento: 2006 (Tutti I dati riportati nel presente studio si riferiscono all anno in questione,

Dettagli

Cina: il dare e l avere con il resto del mondo

Cina: il dare e l avere con il resto del mondo Cina: il dare e l avere con il resto del mondo ECONOMIA di Stefano Chiarlone e Francesco Giordano Circolano troppi luoghi comuni sulla potente locomotiva asiatica. Ci sono Paesi ad alta specializzazione

Dettagli

ANALISI DELL OCCUPAZIONE FEMMINILE IN ITALIA

ANALISI DELL OCCUPAZIONE FEMMINILE IN ITALIA ANALISI DELL OCCUPAZIONE FEMMINILE IN ITALIA novembre 04 Introduzione In base ai dati dell VIII Censimento su Industria e Servizi dell ISTAT è stata condotta un analisi dell occupazione femminile nelle

Dettagli

Emirati Arabi Uniti porta del Golfo Finanza, Petrolio e Opportunità di Mercato

Emirati Arabi Uniti porta del Golfo Finanza, Petrolio e Opportunità di Mercato MED&GULF EXECUTIVE BRIEFING Emirati Arabi Uniti porta del Golfo Finanza, Petrolio e Opportunità di Mercato Palazzo Clerici, 7 Ottobre 2013 Dossier a cura del Programma Mediterraneo dell ISPI L incontro

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Anno - Dati aggiornati al Maggio Casi di morte sul lavoro per Regione Regione % sul totale n casi Lombardia,9% 6 Emilia Romagna 9,9% Sicilia 9,% 9 Piemonte 9,% 9 Veneto,% Toscana 6,9% Campania 6,% Abruzzo,9%

Dettagli

Certificazione di affidabilità doganale e di sicurezza: L Operatore Economico Autorizzato (A.E.O.)

Certificazione di affidabilità doganale e di sicurezza: L Operatore Economico Autorizzato (A.E.O.) Certificazione di affidabilità doganale e di sicurezza: L Operatore Economico Autorizzato (A.E.O.) dott.ssa Cinzia Bricca Direttore Centrale Accertamenti e Controlli Agenzia delle Dogane Milano 25 marzo

Dettagli

Strumenti a sostegno dell internazionalizzazione delle imprese. Andrea Fiori Ufficio Internazionalizzazione Imprese

Strumenti a sostegno dell internazionalizzazione delle imprese. Andrea Fiori Ufficio Internazionalizzazione Imprese Strumenti a sostegno dell internazionalizzazione delle imprese Andrea Fiori Ufficio Internazionalizzazione Imprese Milano, 3 giugno 2014 Interscambio commerciale, settore Manifatturiero Italia 5 partner

Dettagli

DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel 2006

DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel 2006 DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel A cura della Camera di commercio di Milano Imprese attive nel settore

Dettagli

L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane

L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane Studi e ricerche sull economia dell immigrazione L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane Anno 2011 per l anno di imposta 2010 Avvertenze metodologiche p. 2 I principali risultati dello studio

Dettagli

MATCHING Brasile. San Paolo, 24-25 giugno 2013

MATCHING Brasile. San Paolo, 24-25 giugno 2013 MATCHING Brasile San Paolo, 24-25 giugno 2013 LE INFORMAZIONI GENERALI I settori* coinvolti sono : Agricolo, agroalimentare (food & beverage), agroindustriale Edilizia e impiantistica: materiali e prodotti

Dettagli

Gruppo SACE - Country Risk Map

Gruppo SACE - Country Risk Map FILIPPINE Capitale Manila Popolazione (milioni) 97,48 37/100 63/100 67/100 PIL nominale (miliardi USD PPP) 454,29 Mancato pagamento controparte sovrana Esproprio e violazioni contrattuali Mancato pagamento

Dettagli

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p.

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p. Gas: le Regioni Italiane con il maggior numero di consumi e quelle con il risparmio più alto ottenibile Indice: Indice. p. 1 Introduzione. p. 2 Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2 Il costo del

Dettagli

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 Analisi statistiche Giugno 2012 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI Anni 2009-2011 Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT

Dettagli

Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane. Consulenza strategica all impresa

Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane. Consulenza strategica all impresa Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane PREMESSA L economia italiana attraversa una fase di acuta recessione. Conseguentemente, le attività industriali produttive, eccetto quelle

Dettagli

COPERTURA BANDA LARGA IN ITALIA. (in rosso le aree in Digital Divide)

COPERTURA BANDA LARGA IN ITALIA. (in rosso le aree in Digital Divide) COPERTURA BANDA LARGA IN ITALIA (in rosso le aree in Digital Divide) AL VIA BANDI PER 900 MLN DI EURO PER AZZERARE DIGITAL DIVIDE E BANDA ULTRALARGA Internet veloce per 7 mln. di cittadini, 5000 nuovi

Dettagli

APPENDICE STATISTICA - VII RAPPORTO ANNUALE La Cultura serve al presente - 24 marzo 2011

APPENDICE STATISTICA - VII RAPPORTO ANNUALE La Cultura serve al presente - 24 marzo 2011 APPENDICE STATISTICA - VII RAPPORTO ANNUALE La Cultura serve al presente - 24 marzo 2011 I consumi culturali: La spesa delle famiglie italiane per la cultura e lo spettacolo rappresenta il 7% della loro

Dettagli

Il commercio estero della Toscana. III trimestre 2013

Il commercio estero della Toscana. III trimestre 2013 Il commercio estero della Toscana III trimestre 2013 Firenze, Dicembre 2013 Indice CAPITOLO 1: QUADRO GENERALE CAPITOLO 2: MERCATI E AREE DI SBOCCO CAPITOLO 3:ANDAMENTI SETTORIALI CAPITOLO 4: DINAMICHE

Dettagli

Il sistema economico toscano: imprese, giovani, lavoro. Agostino Apolito Responsabile Area Economia e Diritto d Impresa

Il sistema economico toscano: imprese, giovani, lavoro. Agostino Apolito Responsabile Area Economia e Diritto d Impresa Il sistema economico toscano: imprese, giovani, lavoro Agostino Apolito Responsabile Area Economia e Diritto d Impresa Confindustria Firenze 1. Identità associativa Imprese associate 1.551 IMPRESE ASSOCIATE

Dettagli

TAB 7.12 Numero di brevetti europei pubblicati dall'epo (European Patent Office) Valori pro capite per milione di abitanti (*)

TAB 7.12 Numero di brevetti europei pubblicati dall'epo (European Patent Office) Valori pro capite per milione di abitanti (*) TAB 7.12 Numero di brevetti europei pubblicati dall'epo (European Patent Office) Valori pro capite per milione di abitanti (*) Regioni e province 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 ABRUZZO 15,07 19,62

Dettagli

Missione negli Emirati Arabi Uniti Abu Dhabi, 8-9 maggio 2006

Missione negli Emirati Arabi Uniti Abu Dhabi, 8-9 maggio 2006 Missione negli Emirati Arabi Uniti Abu Dhabi, 8-9 maggio 2006 Documentazione di supporto CONTENUTO Dossier Emirati Arabi Uniti: presenza e operatività del sistema bancario italiano negli Emirati ed altri

Dettagli

Gli investimenti diretti esteri in entrata e in uscita

Gli investimenti diretti esteri in entrata e in uscita Gli investimenti diretti esteri in entrata e in uscita A cura del Centro Studi Confindustria Toscana Qualche dato generale Gli investimenti diretti dall estero in Italia Secondo i dati dell Ufficio Italiano

Dettagli

MARZO. Quaeris srl Piazza Italia, 13/d - 31030 Breda di Piave TV Tel 0422 600826 - Fax 0422 600907 www.quaeris.it - info@quaeris.

MARZO. Quaeris srl Piazza Italia, 13/d - 31030 Breda di Piave TV Tel 0422 600826 - Fax 0422 600907 www.quaeris.it - info@quaeris. 2015 MARZO Quaeris srl Piazza Italia, 13/d - 31030 Breda di Piave TV Tel 0422 600826 - Fax 0422 600907 www.quaeris.it - info@quaeris.it L opinione degli italiani: L UTILIZZO DEL TRASPORTO PUBBLICO IL CAMPIONE

Dettagli

I fondi europei per la coesione. passodopopasso

I fondi europei per la coesione. passodopopasso I fondi europei per la coesione >> passodopopasso FONDI EUROPEI 2014-2020 All Italia spettano 44 miliardi di Euro (22.2 miliardi alle Regioni del Sud) Sviluppo regionale Fondo Europeo di Sviluppo Regionale

Dettagli

I confidi e il credito alle piccole imprese durante la crisi

I confidi e il credito alle piccole imprese durante la crisi I confidi e il credito alle piccole imprese durante la crisi Valerio Vacca (Banca d Italia, ricerca economica Bari) Il laboratorio del credito, Napoli, 15 marzo 2012 La struttura del mercato in Cr (2010):

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DIPARTIMENTO PER L ISTRUZIONE Direzione Generale per il Personale scolastico

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DIPARTIMENTO PER L ISTRUZIONE Direzione Generale per il Personale scolastico Decreto del direttore generale per il personale scolastico n. 82 del 24 settembre 2012: indizione dei concorsi a posti e cattedre, per titoli ed esami, finalizzati al reclutamento del personale docente

Dettagli

Il ruolo delle Banche di Credito Cooperativo nei mercati locali del credito durante la crisi. Convegno REGIONI E SISTEMA CREDITIZIO

Il ruolo delle Banche di Credito Cooperativo nei mercati locali del credito durante la crisi. Convegno REGIONI E SISTEMA CREDITIZIO Il ruolo delle Banche di Credito Cooperativo nei mercati locali del credito durante la crisi Convegno REGIONI E SISTEMA CREDITIZIO Roma 2 dicembre 2014 AGENDA 1. INTRODUZIONE: IL CONTESTO 2. LE CARATTERISTICHE

Dettagli

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015)

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) La Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) 1 ECONOMIA IN ITALIA In Italia, dopo tre cali annuali consecutivi (2012-2,8%, 2013-1,7%, 2014-0,4%), il CSC prevede una crescita del PIL dell 1%. quest

Dettagli

Capitolo 14. Industria

Capitolo 14. Industria Capitolo 14 Industria 14. Industria Questo capitolo raccoglie informazioni sul settore dell industria in senso stretto, escluse cioè le costruzioni per le quali si rinvia all apposito capitolo. Un primo

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per la politica industriale, la competitività e le piccole e medie imprese ex DIV.VIII PMI e artigianato IL CONTRATTO DI RETE ANALISI QUANTITATIVA

Dettagli

VIAGGIO PREMIO. ARCHITETTURA ad ABU DHABI

VIAGGIO PREMIO. ARCHITETTURA ad ABU DHABI 1 VIAGGIO PREMIO ARCHITETTURA ad ABU DHABI 3 IL VIAGGIO Quattro giorni alla scoperta dell Emirato più affascinante dell UAE. Viaggi di Architettura vi guida attraverso le architetture futursitiche, i nuovi

Dettagli

IMMATRICOLAZIONI IN ITALIA (1950-2013) - Centro Studi Auto Aziendali -

IMMATRICOLAZIONI IN ITALIA (1950-2013) - Centro Studi Auto Aziendali - 1 IMMATRICOLAZIONI IN ITALIA (1950-2013) 3.000.000 2.500.000 2.490.570 2.159.465 2.000.000 1.749.740 1.500.000 1.304.345 1.000.000 2007-2013 calo 47,7 % 500.000 0 1950 1951 1952 1953 1954 1955 1956 1957

Dettagli

L Italia dei libri. Un anno, le stagioni, due trimestri a confronto. Gian Arturo Ferrari. 23 marzo 2012 Roma, Biblioteca Casanatense

L Italia dei libri. Un anno, le stagioni, due trimestri a confronto. Gian Arturo Ferrari. 23 marzo 2012 Roma, Biblioteca Casanatense L Italia dei libri Un anno, le stagioni, due trimestri a confronto Gian Arturo Ferrari 23 marzo 2012 Roma, Biblioteca Casanatense Il metodo L affidamento a L inserimento dei libri nel Panel Consumer 3000

Dettagli

Presentazione sintetica del Qatar e considerazioni sullo stato dell interscambio commerciale Italia/Qatar

Presentazione sintetica del Qatar e considerazioni sullo stato dell interscambio commerciale Italia/Qatar CAMERA DI COMMERCIO ITALIANA NEGLI EAU Desk QATAR website: www.iicuae.com Presentazione sintetica del Qatar e considerazioni sullo stato dell interscambio commerciale Italia/Qatar (A cura di Claudio Ciuffini

Dettagli

Scienza e Tecnologia in cifre

Scienza e Tecnologia in cifre Consiglio Nazionale delle Ricerche ISTITUTO DI RICERCA SULL IMPRESA E LO SVILUPPO 2013 AGGIORNAMENTI Scienza e Tecnologia in cifre STATISTICHE SULLA RICERCA E INNOVAZIONE ehjkhh Ottobre 2013 Aggiornamento

Dettagli

RAPPORTI ECONOMICI E COMMERCIALI

RAPPORTI ECONOMICI E COMMERCIALI RAPPORTI ECONOMICI E COMMERCIALI TRA L ITALIA E I PAESI DEL NORD AFRICA MAROCCO TUNISIA ALGERIA LIBIA EGITTO L Italia, grazie anche alla prossimità geografica ed a storici rapporti politici e culturali,

Dettagli

DOBBIAMO AVER PAURA DELLA PIOGGIA?

DOBBIAMO AVER PAURA DELLA PIOGGIA? Nuovo Rapporto Ance Cresme alluvioni con una scia ininterrotta di disastri, vittime e costi altissimi per i cittadini. Un territorio martoriato da Nord a Sud e L aggiornamento del rapporto Ance Cresme

Dettagli

Prefazione. di Adolfo Urso Vice Ministro allo Sviluppo Economico con delega al Commercio Estero

Prefazione. di Adolfo Urso Vice Ministro allo Sviluppo Economico con delega al Commercio Estero Prefazione di Adolfo Urso Vice Ministro allo Sviluppo Economico con delega al Commercio Estero Le opportunità che il nuovo scenario di riferimento dei paesi del Med-Golfo offre al sistema imprenditoriale

Dettagli

Conferenza delle Regioni: definiti i coordinamenti delle Commissioni

Conferenza delle Regioni: definiti i coordinamenti delle Commissioni Pagina 1 di 5 Conferenza delle Regioni: definiti i coordinamenti delle Commissioni giovedì 17 settembre 2015 Chiamparino: soddisfazione per una scelta condivisa, ora accelerazione nei confronti con il

Dettagli

Il Made in Italy in India PROGRAMMA STRAORDINARIO DI PROMOZIONE

Il Made in Italy in India PROGRAMMA STRAORDINARIO DI PROMOZIONE Il Made in Italy in India PROGRAMMA STRAORDINARIO DI PROMOZIONE promosso e finanziato dal IL MERCATO Il sistema economico indiano sta progressivamente cambiando forma: da economia rigidamente pianificata,

Dettagli

Il supporto alle aziende in Corea del Sud: l esperienza del Gruppo Intesa Sanpaolo

Il supporto alle aziende in Corea del Sud: l esperienza del Gruppo Intesa Sanpaolo Il supporto alle aziende in Corea del Sud: l esperienza del Gruppo Intesa Sanpaolo Augusto Scaglione Desk Asia Ufficio Internazionalizzazione Imprese Como, 25 marzo 2014 Le previsioni sulla crescita per

Dettagli

Il trasporto merci su strada: evoluzione del mercato e del parco circolante autocarri in Italia

Il trasporto merci su strada: evoluzione del mercato e del parco circolante autocarri in Italia Il trasporto merci su strada: evoluzione del mercato e del parco circolante autocarri in Italia Meeting Fabbricazione e Distribuzione Ricambi Autocarro 31 ottobre 2014 Trade Mondo e Italia Traffico merci

Dettagli

EMIRATI ARABI UNITI AGGIORNATO AL I SEMESTRE 2009

EMIRATI ARABI UNITI AGGIORNATO AL I SEMESTRE 2009 AGGIORNATO AL I SEMESTRE 20 EMIRATI ARABI UNITI 1. QUADRO MACROECONOMICO: a) Andamento congiunturale e rischio Paese Gli Emirati Arabi Uniti (E.A.U.) si sono costituiti in Stato nel 1971 e sono l unico

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Dipartimento per l'istruzione Direzione Generale per il Personale Scolastico

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Dipartimento per l'istruzione Direzione Generale per il Personale Scolastico TABELLA "A" Dotazioni organiche regionali COMPLESSIVE - anno scolastico 2014-2015 a.s. 2011/12 a.s. 2012/13 a.s. 2014/15 rispetto a.s. 2011/12 a b c d e=d-a Abruzzo 5.195 5.124 5.119 5.118-77 Basilicata

Dettagli

Ranking dei Paesi: dall 11mo al 40mo posto quelli che vanno monitorati con più attenzione

Ranking dei Paesi: dall 11mo al 40mo posto quelli che vanno monitorati con più attenzione Presentata la seconda edizione al Circolo del Commercio della Confcommercio milanese. Progetto svilluppato in collaborazione con l Università Cattolica di Milano I Paesi dove le imprese italiane possono

Dettagli