BRASILE. Analisi realizzata dall Ambasciata d Italia ad Abu Dhabi congiuntamente all Ufficio ICE di Dubai

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BRASILE. Analisi realizzata dall Ambasciata d Italia ad Abu Dhabi congiuntamente all Ufficio ICE di Dubai"

Transcript

1 BRASILE Alisi realizzata dall Ambasciata d Italia ad Abu Dhabi congiuntamente all Ufficio ICE di Luglio 2005

2 Alisi dei piani di sviluppo delle infrastrutture Priorità settoriali di intervento Opportunità per le imprese italiane Introduzione Il presente documento di alisi di inquadramento sull accesso al mercato degli appalti infrastrutturali è stato redatto dall Ufficio Commerciale dell Ambasciata, di concerto con l Ufficio ICE a, con l intento di fornire un quadro di riferimento utile alla realizzazione di missioni economiche italiane negli EAU focalizzate nei settori prioritari per questo mercato. A fronte di un interscambio commerciale ai massimi livelli per il nostro Paese rispetto all intera area del Medio Oriente, e di u presenza consolidata e proficua di alcune grandi imprese italiane 1 in settori-chiave, la penetrazione delle imprese italiane negli E.A.U presenta margini di miglioramento rispetto a quella di altri Paesi partners europei in alcune gare di appalto. L accesso a questo mercato per aziende italiane di piccole e medie dimensioni potrebbe pertanto giovarsi dell aggregazione in strutture consortili in grado di assicurare maggiore solidità, spesso determinte nelle scelte dei partners stranieri da parte delle Autorita emiratine, nonche ovviamente di u mirata azione di lobbying politico che richiede alla base un efficace diffusione delle informazioni per le imprese italiane. 1. Tendenze Negli ultimi anni gli Emirati, in particolare quello di, per diversificare la loro economia si sono fortemente impegti nello sviluppo dei settori non-oil, in prevalenza finziario, turistico, immobiliare e commerciale. Ciò che colpisce a prima vista l imprenditore straniero è la grande quantità di progetti multimiliori che vedono impegti le competenti Autorita politiche ed economiche dei 7 Emirati. L Emirato di, a causa della scarsità delle risorse petrolifere, ha svolto un ruolo guida nella differenziazione settoriale dell economia: ha cercato di creare le condizioni per attirare investimenti ad alta tecnologia offrendo particolari facilitazioni per le imprese straniere. Ne sono conferma alcuni importanti programmi di sviluppo, ad esempio lo sviluppo delle Free Zones (8 solo a ) che oltre a garantire incentivi quali l esenzione dalle tasse e dai dazi dogali, offrono la possibilita per gli stranieri di detenere il 100% della proprieta, o la creazione nell ottobre 2004 della Holding, compagnia che gestisce numerosi megaprogetti tematici ( Internet City, Media City, Healthcare City, land, Humanitarian City, Knowledge Village, Outsourcing Zone, Intertiol Properties, Industrial City, Studio City, DuBiotech, Energy). Proprio Holding intenderebbe, nell arco dei prossimi due anni, mettere sul 1 Smprogetti ha di recente acquisito u commessa di 1,42 milioni di dollari per la ristrutturazione della raffineria di Ruwais; Fisiaitalimpianti si e aggiudicata nei mesi scorsi u commessa del valore di 390 milioni di dollari, per la realizzazione dei desalinizzatori nel progetto di costruzione di alcuni mega impianti di produzione elettrica e di desalinizzazione assegto dall Abu Dhabi Water and Electricity Authority Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 2

3 mercato parte delle proprie azioni possedute in almeno due dei suoi progetti tematici. Cio rafforzerebbe la disponibilita di capitali per l espansione interziole di Holding, che negli ultimi mesi ha realizzato l acquisizione di pacchetti aziori di importanti societa multizioli (terzo azionista di Daimler-Chrysler e acquisizione del Gruppo Tussaud). L Emirato di Abu Dhabi ha fortemente accelerato, con l insediamento del nuovo Governo federale nel novembre 2004, il percorso di crescita e diversificazione economica. Ad alcuni grandi progetti nel settore delle infrastrutture e del turismo corrisponde un interessante processo di privatizzazione e diversificazione dell economia del principale Emirato del Paese, mantenuto tuttavia nel controllo govertivo (merita un cenno al riguardo il progetto - lanciato dallo Sceicco Hamed bin Zayed Al Nahyan, Capo del Dipartimento Economia e Sviluppo dell Emirato di Abu Dhabi - di istituzione di un Abu Dhabi Intertiol Business Council, che raggruppera le dirigenze delle comunita di affari straniere, organizzate in Business Councils o Business Groups). Le gare di appalto negli EAU, aperte anche alla partecipazione delle imprese straniere, riguarderanno nei prossimi mesi prevalentemente la realizzazione delle infrastrutture connesse ai grandi progetti di sviluppo, la progettazione di piani di sviluppo del trasporto urbano, marittimo ed aeroportuale (in particolare, nei prossimi mesi, l espansione degli aeroporti di ed Abu Dhabi e la costruzione della metropolita leggera a ), oltre a settori quali sanita, telecomunicazioni, elettricita, istruzione e informatica, oil & gas, trattamento acque. Tra le principali societa italiane del settore operanti negli EAU si ricordano l Italconsult, la Lucherini Associati, la Swissboring Overseas Piling, di proprieta del Gruppo Trevi, Belleli, Smprogetti, Saipem, Tecnosistemi, Pirelli Cavi, Fisia Italimpianti, Ansaldo, Saipem. Particolare attenzione va riservata alla dimica evoluzione del quadro normativo. Appare imminente (estate-autunno 2005) l emazione da parte delle Autorita locali della nuova legge di discipli delle imprese che consentira, per la prima volta, alle imprese straniere di detenere la quota di maggioranza in societa locali (superando quindi l attuale schema del 49/51%), misura che non manchera di incentivare la crescita degli investimenti diretti dall estero. 2. Appalti pubblici/gare I settori dove maggiormente vengono assegti contratti pubblici negli Emirati Arabi Uniti sono quelli dell energia e dell acqua, della sanita, delle telecomunicazioni, delle infrastrutture civili, delle Forze Armate, del petrolio/gas. Questi due ultimi seguono per alcuni aspetti logiche e procedure particolari vista la peculiarita della materia. Quadro normativo La normativa sugli appalti pubblici e regolata negli Emirati Arabi Uniti principalmente dal Federal Regulation of Conditions of Purchases, Tenders and Contracts (Fincial Order No 16 of 17 November 1975) e successive modificazioni, dove sono specificate le modalita e le condizioni che i Ministeri e gli Enti Pubblici devono osservare per l acquisto di beni e servizi e per l esecuzione di lavori. Le suddette direttive e decisioni indicano solo le condizioni di massima per gli appalti, mentre le direttive ed i requisiti più specifici dei singoli Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 3

4 prodotti e servizi richiesti vengono stabilite di volta in volta ed indicate poi negli annessi alla documentazione dei singoli bandi di gara. Principali caratteristiche delle commesse pubbliche Ministeri ed Enti Pubblici possono acquistare beni e servizi ed eseguire lavori tramite il Purchases Directorate del Ministero delle Finze mediante appositi tenders che possono essere pubblici o limitati. I primi mirano ad ottenere il maggior numero di offerte tra le quali seleziore la migliore e possono essere interni (pubblicizzati solo all interno del Paese) ed esterni (pubblicizzati anche all estero); i secondi (tenders limitati) sono effettuati invitando un numero limitato di fornitori o di contractors data la loro peculiare specializzazione professiole, i cui nomi sono registrati nell apposito Suppliers and Contractors Registry del Ministry of Fince and Industry. In casi particolari forniture e servizi possono essere richiesti dall Ente committente direttamente ai fornitori. Il contractor o il fornitore di beni e servizi deve essere un cittadino degli Emirati oppure u societa locale registrata presso la Camera di Commercio; gli stranieri possono partecipare alle gare attraverso il partner o l agente locale. I funziori che lavorano presso i dipartimenti dei ministeri o degli enti pubblici a qualunque titolo coinvolti nella emazione e nella gestione dei vari tenders non sono ammessi a presentare offerte. I tender devono contenere di regola le seguenti informazioni e richieste: le specifiche tecniche degli articoli richiesti e i disegni dei progetti per i lavori da eseguire la quantita richiesta di ciascun articolo per liste dettagliate la data entro la quale presentare l offerta il periodo di validita dell offerta i termini di pagamento e del tender bond che deve accompagre la offerta il luogo, la data e l orario della conseg delle merci con la specifica del modo di imballaggio le pelita e le compensazioni stabilite in caso di negligenza del fornitore o del contractor particolari condizioni stabilite di volta in volta Un caso classico sono i tender emessi dalla DEWA ( Electricity and Water Authority) che negli annunci sui quotidiani contengono sempre le seguenti indicazioni: dove e disponibile il capitolato, quando e dove e possibile reperirlo, il suo costo espresso in dirhams (da pagare in contanti oppure on line e comunque non rimborsabile il cambio di riferimento e 1 $USA=3,675 dirhams); la validita dell accettazione del tender (di regola 120 giorni dalla data di chiusura del tender stesso); la richiesta del Tender Bond che deve accompagre l offerta (normalmente il 5% del totale dell offerta, emesso da u banca locale e irrevocabile e incondizioto), essere valido per 150 giorni di calendario dalla data di scadenza di presentazione delle offerte ed essere rigorosamente in linea con lo specimen prescritto dalla DEWA stessa; la modalita di presentazione dell offerta (in busta non intestata, sigillata con cera rossa e con solo l indicazione del numero del tender e del destitario dell offerta); l indicazione della data ultima di presentazione delle offerte (ora, data e giorno della settima); la richiesta che i partecipanti alla gara indichino sempre il nome del loro partner/sponsor, che deve avere a sua volta u licenza commerciale in corso di validita (copia della stessa deve essere inclusa nella offerta). I dettagli sull oggetto della gara vengono poi esplicitati nel capitolato. Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 4

5 Valuta in cui esprimere la quotazione EMIRATI ARABI UNITI Riguardo i tenders interzioli e di norma indicato che le quotazioni devono essere in u forma universalmente riconosciuta, quali F.O.B., C&F o C.I.F. I prezzi indicati nelle offerte sono considerati fili ed irrevocabili senza alcu possibilita di modifica a seguito di fluttuazione dei costi, dei cambi, dei dazi dogali o di altre tasse e circostanze. Modalita di pubblicizzazione dei tenders I tenders vengono resi pubblici attraverso la Gazzetta Ufficiale e l affissione nell apposita bacheca presso il Ministero delle Finze e dell Industria e devono essere anche pubblicati in due quotidiani di larga diffusione per almeno due volte; e possibile che gli stessi vengano pubblicizzati anche su quotidiani o riviste straniere (ad es. su MEED Middle East Economic Digest). Il periodo di tempo che separa la pubblicazione del bando di gara dalla data di scadenza per la presentazione delle offerte e normalmente di tre/quattro settimane per forniture di beni e fino a due mesi per la realizzazione di progetti. La partecipazione ad u gara e subordita all acquisto della relativa documentazione attraverso il proprio rappresentante locale e non e consentito presentare offerte formulate e redatte sulla base di u copia non origile di tale documentazione; la lingua in cui presentare l offerta e sufficiente sia quella inglese anche se e spesso opportuno allegare anche la relativa traduzione in lingua araba. Standard e requisiti tecnici Se per u gara d appalto vengono richiesti determiti standards tecnici e di sicurezza, questi vengono di solito indicati nel capitolato di gara; gli standards maggiormente richiamati nei capitolati sono quelli inglesi, americani e tedeschi. Il contratto di agenzia Le societa straniere che intendono partecipare ad un tender lo possono fare attraverso un agente o partner locale; solo un cittadino emiratino o u societa residente puo avere u licenza commerciale e puo dunque acquistare e vendere anche all estero. Tutti i rapporti di rappresentanza, agenzia e franchising sono discipliti dalla legge n. 14 del 1988 e dalla legge n.18 del La normativa e la giurisprudenza indubbiamente difendono gli interessi delle ditte locali in misura maggiore di quelli del mandante straniero che concede l agenzia stessa. La rescissione del contratto con l agente locale puo avvenire anche avendone fissato determiti limiti di tempo, ma solo dietro suo consenso, o a causa di giustificato motivo. La legge non chiarisce in cosa consista la sussistenza di tale giustificato motivo e pertanto essa deve essere stabilita da u apposita Commissione istituita presso il Ministero dell Economia e del Piano e, successivamente, da un tribule locale. La Commissione, tradiziolmente, favorisce in modo marcato le ragioni della parte locale per quanto deboli e la causa, generalmente, si conclude con un indennizzo alla parte locale. Per tutta la durata del contenzioso le operazioni commerciali relative al prodotto oggetto di agenzia sono sospese. E abbastanza frequente che aziende locali, per il solo fatto di vendere un prodotto, si dichiarino agenti dell impresa straniera, senza esserlo giuridicamente. In calce al documento figurano i riferimenti per l accesso elettronico al sistema delle gare. Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 5

6 3. Priorità settoriali 3.1.Trasporti Il settore dei trasporti e strategico ed in forte espansione, per i prossimi 10 anni, sia per quanto riguarda la gestione dei collegamenti interzioli che per la mobilità urba Strade e trasporti su rotaie Il recente piano di sviluppo urbano della citta di Abu Dhabi prevede finziamenti iniziali di un centiio di miliardi di dirhams (27,5 miliardi di dollari USA), ed uno stanziamento complessivo di circa 68 miliardi di dollari USA in sette anni. In particolare, il piano di sviluppo dei trasporti presentato dalla Municipalità di Abu Dhabi (www.adm.gov.ae) comprende diversi mega progetti e prevede, tra l altro, la costruzione di nuovi ponti, fly-overs, sottopassaggi e tunnels. L ampliamento della Corniche (lungomare) con un investimento di 210 milioni di dollari verrà termito entro la fine del corrente anno. Il Dipartimento dei Lavori Pubblici è impegto nella progettazione della terza via di collegamento da e per l isola di Abu Dhabi che vedrà la realizzazione di un ponte lungo 850 metri, parallelo all esistente Maqta Bridge, su cui passerà un autostrada a 4 corsie. Per snellire il traffico proveniente dall aeroporto si sta costruendo un tunnel di 280 metri verso la zo industriale di Mussafah. A livello regiole e stata proposta, nell ambito del Summit dei Capi di Stato dei paesi GCC tenutosi in Bahrein lo scorso dicembre, la costruzione di u strada sopraelevata che dovrebbe collegare l Emirato di Abu Dhabi al Qatar via Doha, che evitando il passaggio nel territorio dell Arabia Saudita riduce in maniera significativa la durata del viaggio tra gli Emirati ed il Qatar. L Emirato di, che ha registrato nel 2004 un aumento del 15% dei veicoli in circolazione e la quadruplicazione del tempo di attraversamento della città nelle ore di punta, sta affrontando la riorganizzazione dei trasporti. L ente incaricato della gestione dei piani di sviluppo della mobilità sarà fino al 2020 la Municipalità di, che per l anno 2005 ha a disposizione 650 milioni di dollari, con previsioni in aumento per il 2006 ( link: Il progetto più innovativo è la costruzione di u metropolita leggera il cui appalto è stato assegto il 29 maggio 2005, al consorzio Rapid Link, guidato dalla Mitsubishi Heavy Industries e composto dalle giapponesi Obayashi, Kajima, Mitsubishi e dalla Turca Yapi Merkezi. Alla gara ha inizialmente partecipato anche la societa italia Ansaldo (per quanto riguarda la fornitura delle vetture e del sistema tecnologico), con un Consorzio guidato dalla francese Vinci. L improvviso ritiro della capofila francese ha determito l esclusione dell Ansaldo, la cui tecnologia era invece vista con favorevole disponibilita dal committente emiratino. Il progetto del valore di circa 2 miliardi di dollari prevede, nella prima fase, la costruzione di 35 km sui 77 previsti di percorso dall Aeroporto interziole di a quello di Jebel Ali, che sarà completato entro il La seconda fase, con un tracciato di 69 km, si snoderà nel centro città, in parte sottoterra, (18 km) e in parte sopraelevato (55 km). Sono previste lungo il percorso 55 stazioni. La seconda fase dovrebbe concludersi nel Altri progetti rilevanti sono: u nuova autostrada - Abu Dhabi via Al Ain, il tunnel Beirut e la strada di collegamento Bur -Deira che passerà sopra il ponte di Al Khor. Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 6

7 Bisog poi considerare che ogni qualvolta vengono avviati i progetti dei grandi poli tematici di attrazione vengono lanciate anche le gare d appalto per la realizzazione dei collegamenti stradali. In vista dell apertura dell aeroporto di Jebel Ali sono stati stipulati contratti d opera per la realizzazione delle strade di accesso per un valore di 50 milioni di dollari. U soluzione che sta incontrando pareri favorevoli tra le autorità locali per cercare di migliorare il traffico è quella di subordire l accesso delle automobili al centro citta al pagamento di un pedaggio, come già avviene in diverse metropoli europee. Ad aprile è stato assegto dalla Municipalita di un contratto per la realizzazione in via sperimentale del progetto che se portasse benefici concreti, potrebbe dettare l avvio dell installazione di un complesso sistema di varchi elettronici. Anche le Municipalità degli Emirati minori come Sharjah e Ras Al Khaimah si stanno organizzando per migliorare i collegamenti con le città principali, soprattutto in vista dell aumento della presenza dei turisti nei prossimi anni. La municipalità di Sharjah ha investito 400 milioni di dollari per la realizzazione della Ring Road, la strada di collegamento con, la cui prima fase è stata completata il 7 giugno. L Emirato di Ras Al Khaimah ha in programma un piano strutturale che prevede, entro il 2015, la realizzazione della Ring Road per Sharjah, e la costruzione della vie di collegamento ai nuovi quartieri residenziali di Al Murjan Island e Khor al Qurm Resort. Le imprese europee presenti nel settore sono: -la belga Bel Hasa Six Construct (progetto di costruzione del ponte sulla baia di Ras al Khor, vicino il Creek a ) -la britannica Dutco Balfour Beatty (strada Deira) Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 7

8 Investment Project Sharjah Ring Road (303 Aed Milliom), Sharjah Kalba Higway( 344 Million AED),Al Liya Road (200 AED Million) that will connetcts Al Khan to Emirates Road Investment Volume 1.4 Billion AED Fincing Agencies/ Responsible City Status Sharjah Government. Sharjah Municipality Sharjah In Progress Ajman Roads ( Sheikh Rashed Bin Humaid & Al Hamidiya Roads) Road network in al Khour area Department of Economy of Ajman Ajman 750 million AED Municipality Project of Development of two roads. In October work started to be completed in 2 years & it is divided to 3 phases: 1. Construction of a flyover in al Khour area a bridge linking Gharghoud to 5 roads in different directions. 3. Building of several interchanges to link Oud Mitha Road with Second Zaabil Road, Sheikh Zayed 7 Riyadh Road Aeroporti Il trasporto aereo negli Emirati Arabi svolge un ruolo preminente per il forte sviluppo del settore turistico e per la presenza di grandi società multizioli. Gli aeroporti interzioli sono 6 ed un settimo, il Jebel Ali Intertiol Airport, è in fase di realizzazione. Sono stati di recente annunciati investimenti per 15 miliardi di EURO da qui a 20 anni per l espansione degli aeroporti interzioli esistenti nel Paese. Abu Dhabi. Nell Emirato di Abu Dhabi sono presenti due aeroporti interzioli, l Abu Dhabi Intertiol Airport e l Al Ain Intertiol Airport. L aeroporto della capitale federale, nel 2004, ha fatto registrare 5 milioni di arrivi, con u crescita del 28% dei transiti, rispetto all anno precedente. Al momento vi operano 50 compagnie aeree, ma il numero è destito a crescere anche sulla base dei programmi di sviluppo della compagnia di bandiera Ettihad, di proprieta del Governo di Abu Dhabi, la cui flotta si attestera a 34 aerei entro la fine del corrente anno con, in previsione per tutto il 2006, la conseg di un nuovo aereo al mese. Il Dipartimento dell Aviazione Civile ha annunciato, il 3 maggio scorso, nuovi piani di espansione per raddoppiare la capacità dell aeroporto attraverso la costruzione di 4 km di nuove piste, per permettere l atterraggio dell A380, 18 nuovi stand per aeromobili e 4000 m 2 di aree di transito. Il termine per la presentazione delle offerte scadra alla fine di agosto; l appalto ha un valore di 6.8 milioni di dollari. Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 8

9 Lo stesso Dipartimento, competente anche per i piani di espansione dell aeroporto di Al Ain, ha stanziato 20 milioni di dollari per ampliare il termil di questo scalo e costruire u zo VIP.. L aeroporto interziole di, il più grande tra quelli esistenti, ha registrato nel 2004 l arrivo di 21 milioni di passeggeri qualificandosi al 16 posto nella classifica mondiale. Entro il 2010 sono previsti 60 milioni di arrivi, pertanto sono in corso di realizzazione i necessari piani di adeguamento infrastrutturale al fine di continuare a garantire un servizio di qualità. Per rispondere a questa esigenza nel 2004 il Dipartimento dell Aviazione Civile è stato trasformato nella Civil Aviation Authority, un ente pubblico autonomo competente per il finziamento dei progetti di espansione. ( ) I lavori di espansione attualmente in atto, e che dovrebbero termire nel 2007, costeranno 4.1 miliardi di dollari. I contratti di appalto sono stati assegti a diverse Joint Ventures, cui partecipano la Sud Africa Murray & Roberts Contractors Middle East, la Giapponese Takeka Corporation, le Britanniche Laing O Rourke e Dutco Balfour Beatty, la greca Consolidated Contractors Intertiol Company e la belga Besix. A 40 Km di distanza dall aeroporto interziole di, vicino alla zo franca e al porto di Jebel Ali, si sta costruendo l aeroporto di Jebel Ali, il più grande degli Emirati, attrezzato per permettere l atterraggio della nuova generazione di aeromobili, come l A380. I lavori, iniziati a febbraio, porteranno alla realizzazione di u zo integrata di servizi logistici-commerciali-turistici-finziari. L area di 140 km2 ospiterà, oltre all aeroporto, la Logistics City la più grande area del mondo di trasporti integrati aria, terra, mare -, la Commercial City l area finziaria e commerciale -, l Aviation City che ospiterà i quartieri generali delle compagnie aeree nel Medio Oriente, lo Science and Thecnology Park che offrirà servizi tecnologici alle industrie ed infine u cittadella residenziale con il più grande campo da golf della regione. Il progetto, interamente finziato dal governo di, prevede un volume di investimenti di 10 miliardi di dollari. Nelle vicinze del nuovo aeroporto sorgera anche la Industrial City, che attirera investimenti per 1 miliardo di Euro circa. La nuova citta industriale servira a dare un impulso al settore produttivo e manifatturiero. Sharjah. Lo Sharjah Intertiol Airport, il primo aeroporto costruito nel paese nel lontano 1932, ha fatto registrato negli ultimi anni un buon aumento del volume dei passeggeri che, si e attestato nel 2004, a 1,6 milioni. L aeroporto deve essere ampliato anche in ragione della crescita della linea aerea Air Arabia a basso costo dell Emirato di Sharjah che si e guadagta u discreta posizione regiole. Il progetto di espansione, annunciato lo scorso genio e assegto alla Bin Laden Group per u spesa di 50 milioni di dollari, prevede l ampliamento delle infrastrutture che portera ad u capacità di 8 milioni di passeggeri all anno. U volta completato avrà u nuova area di check-in, nuove zone di transito ed un Duty free ampliato. Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 9

10 Fujairah. Il Fujairah Intertiol Airport, unico scalo della costa orientale, ha registrato nel 2003 un aumento del 59% nell arrivo dei passeggeri anche a causa dello sviluppo turistico dell Emirato. Il piano di espansione prevede u prima fase che sarà conclusa a giugno ed u seconda nel L obiettivo è quello di ristrutturare l immagine dell aeroporto e portarlo a standard interzioli per quanto riguarda la sicurezza e la qualità dei servizi. Per questo e prevista la ristrutturazione delle aree di transito e dei sistemi di controllo. Il volume degli investimenti ammonta a 60 milioni di dollari. Lo scorso 25 maggio la tedesca Kush si è aggiudicata un contratto di 400 mila euro per la sostituzione dei seggiolini nelle sale di attesa. Ras Al Khaimah. Piccolo e moderno questo scalo ha u capacità di 10 mila passeggeri giorlieri. Il piano di espansione prevede la costruzione di 2 nuovi termils, un hotel, u zo franca, e il rinnovo dei servizi per i passeggeri. Investment Project Intertiol Airport Abu Dhabi Intertiol Airport Jebel Ali Airport Jebel Ali Container Termil Fujairah Airport Al Ain Intertiol Airport Jebel Ali Airport (Cargo & Charted Tourist Flight At the First Stage) Investment Volume 4.5 Billion US $ 25 Billion AED Billion AED 183 Million AED 75 Million AED 1 Bilion AED Fincing Agencies/ Responsible City Status Civil Aviation Abu Dhabi Civil Aviation Abu Dhabi Civil Aviation Ports, Customs &Free Zone Corporation Fujairah Government Fujairah Abu Dhabi Civil Avaition Civil Aviation Abu Dhabi Jebel Ali- the tenders went to Skidemore Oingins & Mirel (USA) to elaborate the new plan & Halkrow (UK ) consultancy. Phase 1 Aug. 05. End in 2009 Open bid in May 2005 till 11 June to price the contract of the construction of Jebel Ali Container Termil. Consultant is Han Padron Associates (part ofuk's Halcrow). prequalified are: UK/ Local based company Dutco balfour Beatty, Belgium/Local Hasa Six Construct; South Africa Murray& Roberts Contractors (Middle east); Netherland Interbeton & Geneva registered Archirodon Construction (Overseas). Completation is 2008 Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 10

11 Jebel Ali Airport & Accompanying City (residential & Commercial Resort) Sharjah Airport Expansion (Airport & Free Zone Expansion) Ras Al Khaimah Airport 10 billion US $ (36.7 Bill.DHs) milion US$ Civil Aviation Jebel Ali- Sharjah Airport Committee Sharjah Development done by GHDAustralian RAK Civil Aviation Department Ras Al Khaima Feasibility studies need to be approved by the Ruler of the Emirates before proceeding Porti ed infrastrutture marittime Gli Emirati Arabi, grazie alla loro posizione strategica sul Golfo Persico, sono da anni al centro dei traffici marittimi interzioli. I 15 porti commerciali della federazione hanno u capacità di 70 milioni di tonnellate di merci e sono la principale via di trasporto per l import-export di petrolio, materie prime, manifatturati da e per gli altri paesi del GCC, l Africa ed il subcontinente indiano. Il porto di Jebel Ali in particolare si è classificato tra i primi dieci nel mondo per la gestione di vi container in base alla lista pubblicata da Dy Liners. Abu Dhabi. Oltre alla presenza del termile Jabel Dhan / Ruwais per l esportazione di petrolio e gas, la capitale ospita il porto cargo Mi Zayed, le cui infrastrutture comprendono un milione di m2 di area di deposito. Il piano di espansione prevede due fasi che si concluderanno nel La prima prevede la costruzione entro il 2006 di nuovi depositi per i container, mentre la seconda rinnoverà i sistemi informatici di gestione e controllo di carico e scarico e realizzerà 4 nuovi moli.. La capacità portuale di si snoda tra Port Rashid ed il porto di Jebel Ali con un offerta di 100 punti di ancoraggio. In particolare l ultimo fornisce supporto ai cargo in entrata ed uscita dalla Zo Franca di Jebel Ali. La Ports Authority ( ), l ente govertivo per il controllo e lo sviluppo portuale, ha registrato nel 2004 un traffico di 6,25 milioni di tonnellate di merci, con un aumento del 25% rispetto all anno precedente. I piani di espansione già approvati prevedono un investimento di 1 milione di dollari nel porto di Jebel Ali per rispondere alla costante crescita del traffico. Lo scorso maggio è stata annunciata la prima gara di prequalificazione per l assegzione della gara di appalto per l espansione del termile dei container che, u volta termito nel 2008, permetterà di gestire un traffico di 8 milioni di tonnellate. Le imprese europee in gara sono: la britannica Dutco Balfour Beatty, la belga Bel Hasa Six Construct, l olandese Interbeton e la svizzera Archirodon Construction. Valore dell appalto: milioni di dollari. A breve distanza da Port Rashid è in fase di realizzazione la Maritime City, u penisola artificiale di 25 milioni di m2 collegata alla terraferma da un autostrada sospesa, che offrirà servizi integrati per il trasporto marittimo, dalle ricerche di mercato alla cantieristica, Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 11

12 dalla formazione del persole al tempo libero degli addetti. Il 26 giugno e scaduta la gara di appalto per la realizzazione di 3 km di banchine per u spesa di 50 milioni di dollari. Le imprese europee in gara sono: la svizzera Archirodon Construction, la belga Bel Hasa Six Construct, la britannica Dutco Balfour Beatty, la francese Soletanche Bachy, l olandese Van Oord Gulf FZE. Sharjah. I due porti principali dell emirato sono Mi Khalid nella città di Sharjah e Khor Fakkan sulla costa orientale. Il Mi Khalis sta sviluppando piani di espansione per rispondere alle esigenze delle zone franche dell aeroporto e di Hamriyah. Il porto di Khor usufruisce di u posizione strategica all ingresso dello stretto di Hormuz, collegato alle principali zone industriali da un efficiente sistema autostradale. È in progetto l ampliamento dell area di stoccaggio e l installazione di nuovi meccanismi di carico e scarico. R.A.K. L emirato è servito da porto Saqr, situato nell area industriale di Khor Khuwair e specializzato nel trasporto di materiali edili e marmi. Nel 2004 la società kuwaitia KGC si è aggiudicata un contratto di 45 milioni di dollari per ampliare, ammoderre e gestire il termile dei container nei prossimi 21 anni. Il governo ha previsto un investimento totale di 100 milioni di dollari, in diversi progetti ancora da assegre. Fujairah. La capacità attuale del porto di Fujairah è di 7.7 milioni di tonnellate di merce non oil e 8 milioni di tonnellate di petrolio in arrivo dal termile di VOPAK. Lo scorso marzo la Ports Intertiol si è aggiudicata la concessione trentenle per lo sviluppo del nuovo termile che richiederà un investimento di 155 milioni di dollari. Port & Maritime Infrastructure Investment Project Yacht Port Enhancement of Ras Al Khaimah Ports Capacity Investment Volume Fincing Agencies/ Responsible City Status Intertiol Capital 100 Million US $ Rak Government RAK launched in July 2004( state of art mari for yacht & it will include the purchase of 50 yachts. Already started Mi Saqr Port, RAK Harbour, Al Jazeerah Harbour Ferrovie I Ministri dei Trasporti dei Paesi membri del Consiglio di Cooperazione del Golfo (Gulf Cooperation Council) nel corso della riunione tenutasi in Kuwait lo scorso ottobre, hanno dato la loro approvazione per uno studio di fattibilita riguardante u rete ferroviaria (un progetto del valore stimato di circa 4,000/5,000 milioni di US$), di circa 2000 km che partendo dall Oman, attraverso gli EAU e l Arabia Saudita, dovrebbe termire in Kuwait: un altra opzione, piu costosa, prevede il collegamento integrale dei sei Paesi con un percorso che incorpora anche Qatar e Bahrein. Uno studio prelimire, realizzato dalla societa Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 12

13 kuwaitia Global Investment House insieme all inglese Parsons Brinkerhoff Intertiol, aveva dato positivi risultati. Investment Project Investment Volume Fincing Agencies/ Responsible City Status Railway between Sharjah & Sharjah Trannsport Sharjah light metro network 14.3 Billion AED Municipalities. Feasibility studies were done by Kuwait Global Investment Billion House & approved by the US $ Kuwaiti Minister GCC Railway network between GCC magnetic Train linking all UAE Emirates from RAK to Abu Dhabi Na Ministry of works & Housing UAE a report is being prepared. No news so far Rapid link led by Mustibishi won the first phase of the project offering Billion AED No news. Check if approved during GCC summit in Mama Studying stage no news so far. Transportation Services Investment Project Public Transportation in Sharjah Bus Services between UAE & the GCC Investment Volume Na Fincing Agencies/ Responsible Citry Status / Shrajah Transport Department Joint Committee between & Abu Dhabi Transport Departments Sharjah GCC Field surveys were conducted by a Singapour based company. No news so far. Feasibility Studies were undertaken on March 2004, Negotiation were undertaken with KSA. 3.2.Altre infrastrutture Settore energetico (reti gas, elettriche) La domanda di energia elettrica ed acqua negli Emirati è in costante crescita, spinta dal rapido sviluppo dei settori industriali ad alto consumo energetico e dai settori economici non-oil strategici nella diversificazione, come il turismo. Per garantire u adeguata offerta di acqua ed energia elettrica, fattore cruciale per lo sviluppo economico dei prossimi anni, il governo federale ha annunciato piani di ampio respiro per espandere la capacità di generare energia e per creare u rete ziole di distribuzione. Produzione di energia e fornitura di acqua procedono di pari passo, in quanto gli impianti di desalizione sono integrati alle centrali elettriche a gas da cui ne dipende il funziomento. Il governo ha stimato che nel 2015 la domanda di energia avrà raggiunto i 10 mila mw annui, con u crescita del 6% annuo. Al momento al produzione è garantita per il 97% da gas ed il rimanente 3% dal gasolio. Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 13

14 Gli Emirati di Abu Dhabi, e Sharjah contribuiscono al 90% della capacità produttiva, con u forte prevalenza del primo, dovuta alla ingente disponibilità di riserve di gas turali. La Union Water and Electricity Company ( UWEC ), istituita nel 2001 dal governo di Abu Dhabi come parte del programma per le infrastrutture federali, sta sviluppando progetti per incrementare la produzione negli Emirati del Nord. Per quanto riguarda l acqua il solo Emirato di Abu Dhabi nel 2004 ha registrato un consumo di miliardi di m3. Attualmente gli Emirati sono al terzo posto nella classifica mondiale di consumo pro capite di acqua. Abu Dhabi Istituita nel 1998 per ristrutturare il settore energetico e dell acqua e supervisiorne la privatizzazione, l Abu Dhabi Water and Electricity Authority ( ADWEA) ha creato diverse società responsabili per la produzione, la distribuzione e la fornitura. L ADWEA sin dalla sua fondazione si è anche impegta nello sviluppo di progetti indipendenti per l acqua e l energia elettrica ( IWPPS). Il primo lanciato nel 2001, Taweelah A2, ha visto la realizzazione di un impianto combito di desalizione ed energia elettrica, con u capacità di 700 MW annui. Nel 2003 è stata privatizzata la Umm al Nar Power Company. I nuovi proprietari, tra cui la Tokyo Electric Power Corporate, hanno in progetto la costruzione di un nuovo impianto capace di produrre 1000 MW di energia elettrica a partire dal La società di produzione Taweelah Power Company, e incaricata di gestire l impianto Taweelah B, uno dei progetti di privatizzazione piu grandi al mondo per capacita di produzione (al termine di lavori, nel 2008, avra u capacita di produzione di 2000 MW di elettricita e 160 mgd di acqua) e per entita del finziamento riferito ad un singolo progetto (2.5 miliardi di US$). Il contratto e stato assegto lo scorso genio ad un Consorzio guidato dalla giapponese Marubeni cui partecipa anche la Fisia Italimpianti per gli impianti di dissalazione (contratto del valore di 390 milioni di US$ per la realizzazione di un impianto composto da quattro unita di dissalazione). La Bainouh Power Company gestisce l impianto di desalizione, mentre la Umm al Nar Power company e competente per la centrale elettrica di Baniyas al Mirfa Power Company. Nonostante la quasi totalità dell acqua distribuita sul territorio emiratino sia ottenuta da procedimenti di desalizione, la Abu Dhabi Natiol Oil Company (ADNOC) gigante petrolifero statale, ha incaricato 2 società tedesche di esplorare il sottosuolo alla ricerca di falde acquifere. Inoltre è stato edificato un sistema integrato di 130 dighe per sfruttare l acqua dei fiumi stagioli. Con decreto del presidente degli EAU, sceicco Khalifa bin Zayed Al Nahyan, è stata creata l'abu Dhabi Natiol Power Company, denomita anche Taqa (in arabo "energia"). Il decreto ha assegto alla neo-costituita società un capitale di 4,1 miliardi di dirham (quasi un miliardo di euro) e la pre-esistente Abu Dhabi Water & Electricity Authority-Adwea prenderà le necessarie misure per la sua costituzione ad Abu Dhabi, con possibili succursali negli Emirati e all'estero. La società acquisterà azioni in progetti esistenti nei settori dell'energia, acqua, elettricità, petrolio e fornirà finziamenti a progetti e società.. La Electricity and Water Authority ( DEWA ), istituita nel 1997, è impegta nell espansione della capacità produttiva degli impianti esistenti per rispondere alla crescente domanda industriale. Nel 2003 la Mitsubishi e la Toshiba si sono aggiudicate u commissione di 1 miliardo di dollari per sviluppare l impianto L a Jebel Ali gia sviluppato Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 14

15 nelle fasi precedenti da Fisia Italimpianti. Le seconda fase del progetto è in fase di assegzione. L offerta per l appalto del valore di 5 miliardi di dollari è stata inoltrata da 6 società. La Municipalità di sta elaborando studi di fattibilità di progetti di raccolta delle acque piovane. Sharjah. La Sharjah Electicity and Water Authority (SEWA ) ha stanziato nel milioni di dollari per migliorare il sistema di distribuzione di acqua ed energia elettrica e 400 milioni di dollari per la produzione a Khor Fakkan e Kalib. Altri Emirati. La Federal Electicity and Water Authority si è impegta in diversi progetti per il miglioramento della rete elettrica negli Emirati del Nord. Reti zioli ed interzioli. A maggio 2004 è stato stipulato un contratto del valore di 221,2 milioni di dollari con 7 società interzioli e locali al fine di commissiore il progetto Emirates Natiol Grid (ENG) che dovrà garantire la realizzazione di u rete di distribuzione unica per tutto il territorio ziole. L ENG sarà parte integrante della rete elettrica che collegherà tutti i paesi del Golfo, il cui piano di realizzazione è stato approvato a maggio 2004 dai paesi del GCC. Il progetto prevede un investimento di 6 miliardi di dollari per realizzare u rete di collegamento tra i 6 Paesi in grado di rispondere ai picchi stagioli di domanda di energia di ognuno, sfruttando un sistema di compensazione. Il contratto per la realizzazione della seconda fase del progetto sarà assegto durante il corrente anno. Other Infrastructure: Energy, GAS, Electricity, Water & Sewage Investment Project IWPP( Independent Water & Power Project) will be sold for UAE tiols through IPO'S. Establishment of a Company to mage government Share in the privatise electrical & Water Companies t Energy & water Desalition Station Jebel Ali Electricity & Water Authority Dewa Capacity Expansion Investment Volume Capital of the New company 2 Billion AED. Fincing Agencies/ Responsible City Status Abu Dhabi Water & Electricity Authority Water & Electricity Authority.Consultancy Germany ( lehmayer intertiol) Abu Dhabi 20 Billion AED DEWA 6 IWPP generated 35 billion AED Station to produce 55 million gallons of water & production of 1200 mgwat. Tendering by mid Intertiol Companies have been shortlisted for the second phase of L station. Results expected to be announced in May or Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 15

16 Power Grid network between GCC 6 Billion US $ Gulf Cooperation Council GCC Nuclear Power Plant ADWEA Water Station SEWA Central Sewage System Project Abu Dhabi Al Hamiriya 300 Million AED (phase one) RAK Government RAK Plan of Sewage and Rian Draige projects Municipality Nuclear Power Plant Project The privatisation of Distribution companies in water & power sector Investment Volume Ministry of works & Housing Abu Dhabi June 2005 Fincing Agencies/ Responsible City Status Abu Dhabi Electricity &Water Authority (ADEWA) Abu Dhabi The Fujairah Power Station ADEWA Fujairah Project tendering beginning Work expected to be done on 2008 the study was out sourced to the Korean Ministry of Science & Technology expected to be finish in 2005 in order to double power generation in the Emirates & ADWEA is ready to invest 10 Billion U $ over the 5 next year luanched in 2004, the station is to be set within 2 years to start with the industrial areas & after that to residential areas. The first phase of the project was awarded to Jog Union Engineering LLC with negotiation on the 2nd & 3rd Phases the Municipality is studying those projects. Studying stage no news so far. Studying on January the possibility of privatising Abu Dhabi Distribution Co & Al Ain Distribution Co 6th Project in Power Privatisation. The expansion & privatisation is planned to be finished in 2008, till /June Companies participated in the tenders. ADEWA is studying them Petrolio e gas Gli Emirati Arabi hanno investito negli ultimi 5 anni 10 milioni di dollari nel settore petrolifero, per la maggior parte finziati dalla Abu Dhabi Natiol Oil Company ( la società statale che detiene il monopolio dell estrazione nell Emirato di Abu Dhabi. Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 16

17 Nonostante l impegno per ridurre la dipendenza economica dal settore petrolifero, esso occupa ancora il primo posto nella composizione del reddito federale. Le riserve sono state stimate a 97.8 milioni di barili, il che pone gli Emirati al quinto posto nella classifica mondiale dei produttori. Gli esperti hanno tuttavia stimato che i giacimenti ancora inesplorati dovrebbero contenere risorse doppie rispetto a quelle sfruttate fino ad oggi, ed e pertanto fondato stimare che nei prossimi anni saranno avviati innumerevoli progetti di esplorazione. Altra fonte turale di energia che sta trovando avendo un forte sviluppo negli ultimi anni è il gas turale. Le riserve stimate a 212 trilioni di metri cubi, 92% delle quali nel solo Emirato di Abu Dhabi, classificano gli Emirati al quinto posto nella classifica mondiale dei produttori. I giacimenti più importanti sono quelli all interno dei campi petroliferi di Umm Shaif e Abu Al Bukhoosh. La Abu Dhabi Gas Industries ( GASCO) si occupa degli impianti di estrazione onshore, mentre la Abu Dhabi Gas Liquefaction Company ( ADGAS) di quelli offshore, la cui produzione viene incalata a Das Island. La produzione di gas alimenta gli impianti di estrazione petrolifera, le centrali elettriche e gli impianti di desalinizzazione, oltre che ad altri impianti industriali minori, il che ha portato il consumo nel 2003 a 4 milioni di cf/d, previsti in aumento a 5 milioni negli anni a venire. L aumento della domanda ha spinto il Governo a ideare un progetto ambizioso di distribuzione che copra tutto il Paese e lo colleghi alle altre zioni GCC per poter servire energia ad u rete capillare di fruitori commerciali e domestici. Inoltre, la ADNOC Distribution ha commissioto un progetto pilota per impiegare taxi alimentati a gas nella capitale. L unica stazione di rifornimento si trova vicino al porto Mi Zayed. Si evidenzia che l Ufficio Commerciale dell Ambasciata e in queste settimane in contatto con le competenti Autorita dell Emirato di Abu Dhabi in relazione alla possibile partecipazione di imprese italiane del settore al progetto in questione. Abu Dhabi. I piani di sviluppo della ADNOC per i prossimi 28 anni prevedono l ottimizzazione dello sfruttamento delle risorse scoperte attraverso la massimizzazione del rapporto costi/vantaggi e l espansione dei giacimenti al fine di rispondere alla crescente domanda industriale. L investimento previsto ammonta a 10 miliardi di dollari per portare la produzione a 3.2 mb al giorno a partire dal Le riserve dell emirato di Abu Dhabi sono stimate a 92 milioni di barili, ossia il 94% di quelle emiratine, e l 8% di quelle mondiali. Il campo più grande è quello di Upper Zakum, la cui tecnologia estrattiva è in fase di ammodermento. Lo scorso Aprile la Exxon Mobil è stata scelta per le sua capacità tecnologica dall Abu Dhabi Supreme Petroleum Council come futuro patner nello sfruttamento di questo giacimento, il che le consentirà di divenire proprietaria del 28% delle quote societarie. La ZADCO, Zakum Development Company, nel frattempo ha incaricato la società nordamerica VECO di realizzare uno studio nello stesso impianto sulla possibilità di aumentare la produzione di acqua e di trasportarla dopo il trattamento sulla terraferma. Sono attesi a breve anche i risultati dello studio dell inglede JP Konny sulla fattibilità della sostituzione delle tubature per il trasporto del petrolio tra Zakum e Zurtu Island. Il piu importante progetto in fase di realizzazione è il Dolphin Gas, che prevede la realizzazione di un impianto di trasporto del gas turale dai giacimenti dal Nord Qatar ad Oman ed Emirati. La Dolphin Energy, società controllata al 51% da Mubadala Development Company (Governo di Abu Dhabi) e per il 49% da Total ed Oxy, si è aggiudicata tutti i migliori contratti. L ente responsabile per il controllo del progetto è l Emirates GeneralPpetroleum Corporation ( EMARAT). Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 17

18 Nel 2004 Oman e UAE hanno firmato un accordo per regolare la trasmissione del gas turale tra i due Paesi ed hanno gettato le basi per futuri accordi transfrontalieri nel settore energetico tra i GCC. Da genio la Dolphin Energy ha incominciato a ricevere 135 milioni di m3 al giorno di gas turale distribuendolo alla Union Water and Electricity Company in Fujairah. La Saipem si è aggiudicata un contratto di 350 milioni di dollari per la realizzazione delle tubature sommerse che collegano Ras Laffan ed il termile Taweelah. La Sm Progetti, che già nel 2000 aveva stipulato un contratto con la ADCO, l Abu Dhabi Company for Onshore Oil Operations, per la realizzazione di un impianto di desalinizzazione nel giacimento di Bu Hasa, lo scorso aprile si è aggiudicata il quarto pacchetto per la realizzazione della terza fase del progetto ONSHORE GAS DEVELOPMENT ( OGD-3) e della fase 2 dell ASAB DEVELOPMENT (AGD-2) per un valore di milioni di dollari. Il nuovo impianto dovrà aumentare la capacità estrattiva di gas turali liquidi a b/d Reflui urbani ( fogture ) Un consorzio regiole ICG/Tanqia ha firmato u concessione trentenle su basi BOT con il Governo di Fujairah, stimato a circa 100 milioni di US dollari per il sistema di trattamento delle acque reflue dell Emirato. Questo e il secondo progetto privato di trattamento delle acque nella Federazione dopo la costituzione della societa per la rete fogria di Ajman. 4. Altri settori prioritari di sviluppo del mercato degli EAU Appare opportuno sottolineare, in particolare per Abu Dhabi, che lo sviluppo delle infrastrutture sara sempre piu connesso allo nei settori dell edilizia e del turismo. In tale contesto, ulteriore dimismo al processo di sviluppo derivera dall introduzione, attesa entro alcune settimane al massimo, di u legislazione federale che consenta la proprieta immobiliare agli stranieri. Tale misura avra tra l altro l effetto di attirare investimenti dall estero (inclusi capitali arabi in aumento a causa del rialzo del prezzo del petrolio) verso un mercato, quello immobiliare, nel quale gli EAU e l Arabia Saudita pesano per l 80% sul totale dei Paesi del CCG. Lo sviluppo del settore immobiliare, particolarmente intenso ad Abu Dhabi e, crea u costante crescita degli indici delle Borse di Abu Dhabi e, ed il Governo federale intende, nelle prossime settimane, avviare un azione di prevenzione attraverso un maggiore controllo sull ingresso e quotazione in Borsa di societa per azioni tramite offerte pubbliche d acquisto di bolle speculative che potrebbero danneggiare soprattutto i piccoli investitori. Per quanto concerne l Emirato di Abu Dhabi si seglano in particolare: Il progetto del valore di 10 miliardi di Euro per la creazione di un nuovo insediamento urbano completo di servizi e infrastrutture sia residenziali che turistiche, nell area di Al Raha Beach, alla periferia di Abu Dhabi. La nuova citta avra u dimensione di 6.8 milioni di metri quadri, e prevede di poter ospitare fino a abitanti; Espansione della zo industriale della citta e sua incorporazione nella nuova Abu Dhabi Industrial City, attraverso u partnership pubblico-privato tra la Higher Corporation for Specialised Economic Zone, presieduta dallo Sceicco Hamed bin Zayed Al Nahyan (che dirige anche il Dipartimento Economia e Piano dell Emirato di Abu Dhabi) ed un consorzio (Elite Investment House) di imprese locali operanti ad Abu Dhabi; La previsione di investimenti dall estero di almeno 8 miliardi di Euro per il settore turistico ed il suo indotto. Lo sviluppo turistico verra gestito dalla recentemente istituita Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 18

19 Abu Dhabi Tourism Authority, guidata dallo Sceicco Sultan bin Tahnoon Al Nahyan, e si concentrera sia sulla citta, sia sulle circa 200 isole che circondano Abu Dhabi. Il Gruppo ALDAR Properties 2, parte del colosso Aldar to nel dicembre 2004 per il settore real estate e investimenti su impulso delle Autorita di investimento del Governo di Abu Dhabi, annuncera con cadenza mensile i singoli progetti sviluppati in campo edilizio. In particolare, si segla il progetto di ristrutturazione dell area del Central Market di Abu Dhabi, dove sorgeranno un centro commerciale, un suk arabo e servizi per la citta. Anche nell Emirato di si presentano significative opportunita, connesse allo sviluppo di grandi progetti residenziali e turistici. In aggiunta ai piani relativi allo sviluppo di aree tematiche gestiti da grandi gruppi quali Holding, Nakheel ed EMAAR, si seglano 2 progetti di costruzione di hotel di lusso con design a cura di noti stilisti italiani (Armani e Versace) 3. Si prefigura in merito u possibile partecipazione di imprese italiane specializzate nell arredamento e fornitura dei rivestimenti degli interni. Si elencano di seguito i principali progetti ed enti finziatori: Altri progetti in settori diversi negli EAU Specialised Zones Onshore Project Industrial City Investment Volume Fincing Agencies/ Responsible City Status 1 trillion Arab Industry Abroad Government Tecno Park JAFZA & NAKHEL Abu Dhabi Industrial Zone (Non oil Abu Dhabi Industrial base & Government HCSEZ Abu plans) 35 Billion AED / Abu Dhabi Gov. Dhabi World Class Industries. Ongoing Construction World Class Industrial Complex & a centre for Industry and High Tech. Manufacturing for local & Intertiol companies Administrative & legal work are achieved. HCSEZ is inviting Intertiol Manufacturers to come & direct invest. 2 Nel quadro del progetto di Al Raha Beach, a meta giugno il Gruppo ALDAR Properties ha venduto (in soli 45 minuti!) a 150 cittadini emiratini la prima tranche di case e ville (363 in tutto) realizzate nel sito residenziale di Al Raha Gardens Community, alla periferia di Abu Dhabi. 3 a) Realizzazione, ad opera della Emaar Properties (societa di cui il Goveno detiene il 32%), del progetto Armani Hotels and Resorts, articolato in sette alberghi di lusso e 3 resort. La Emaar Properties investira 1 miliardo di dollari e sara interamente responsabile per gli aspetti operativi, mentre il Gruppo Armani si occupera del design (interni inclusi) e delle forniture degli alberghi. Il primo dei sette hotel da realizzare dovrebbe essere iugurato entro aprile 2008, sara dotato di 175 tra camere e suites per u superficie complessiva di metri quadri, e fara parte del Burj, l edificio residenziale e commerciale piu alto del mondo, in via di costruzione a da parte della Emaar Properties. b) Realizzazione, annunciata a fine maggio 2005 dal Gruppo Gianni Versace S.p.A., del secondo Palazzo Versace Resort a (Arabian Bays, Creek) - il primo e stato aperto in Australia nel settembre 2000 attraverso u joint venture tra l australia Sunland Group Limited e la Emirates Intertiol Holdings, societa che ha acquistato dalla Properties, braccio immobiliare di Holding, il terreno ove sorgera l albergo di lusso. Palazzo Versace comprendera 215 suites, ristoranti, terme e 204 villette di lusso. L ideazione e la fornitura degli interni sara a cura del Gruppo Versace. I lavori dovrebbero cominciare all inizio del 2006, mentre l apertura e prevista nel Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 19

20 Industrial City Development Sharjah Industrial City 3 Billion AED Company ( ICDC KSA) Sharjah Exhibition City Project 8 Billion AED Holding DLC Logistics City. Airport logistics Civil Aviation Finish in 2007 Biotech Free Zone 1.5 billion AED (First Phase) Internet & Media City. Free Zone in Land 21 million sq.feet. The project was launched on it will start on 2006 Gold & Diamond Park -Phase 2 Emaar sports City Heritage Vision 7 Billion AED 450 Million AED Abdul Rahman Al Zarooni, Abdul Rahman Bukhater,Abdul Rahman Falakz. land Dutco Group land Al Shareq Investments & Co land Aqua AED 750 M Sunny Mountain Ski Dome AED 1B 32 Group land The Plantation Equestrian & Polo Club Autodrome Al Emarat Sports AED 100M AED 400 M AED 260 M Plantation Holdings land Union Properties PJSC land Liberty Investment Company land Design Centre Al Nakheel Construction Construction Projects Onshore Fincing Agency/Responsible City Status Project Investment Volume Jumeirah Islands (Free hold residential development ) 250 Million US $ Nakheel Jumeirah Lake Towers (mixed used residential & offices) 3000 Million US$ Nakheel land sq feet. Retail 7 offices, Offices with showrooms, Manufacturing. Comprehensive Sport City: Hockey, Cricket,Rugby,Tennis,3stadiums,h otel,residential, Villas sports themed retail,0ffices, family entertaiment Sound & light Show rrating History & heritage of, Traditiol & Cultural market,hotl, petting Zone 45 million Sq Feet SPA & Water Park entertaiment, educatiol, water game 2.7 Million Sq Feet Antartic -like Hotel & indoor Ski resort 1.4 Million Sq Feet An Equestrian & Polo Centre with Hotel & Ultra luxarious Villas.14.5 Million Sq Feet Million Sq feet Formula 1 grade Test track & associated business park. 32 Million Sq Feet Indoor & outdoor sports facilities. 1.5 Million Sq Feet 5 Millon sq meter House appliances-electronics & electricals. Expected to achieve work in 2006 Work is set to be completed in May 2005 All plots have been sold out to developers with each tower at various stage of tendering, the project is set to be opened in 2007 Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 20

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y QATAR DISCIPLINA IMPORT EXPORT IN QATAR di Avv. Francesco Misuraca Regole dell import-export in Qatar Licenza d importazione, iscrizione nel Registro Importatori, altre regole La legge doganale del Qatar,

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

2013-2018 ROMA CAPITALE

2013-2018 ROMA CAPITALE 2013-2018 ROMA CAPITALE Proposte per il governo della città Sintesi stampa IL VINCOLO DELLE RISORSE ECONOMICO-FINANZIARIE Il debito del Comune di Roma al 31/12/2011 ammonta a 12,1 miliardi di euro; di

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE

LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE Alessandro Clerici Chairman Gruppo di Studio WEC «World Energy Resources» Senior Corporate Advisor - CESI S.p.A. ATI--MEGALIA Conferenza

Dettagli

E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili

E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili «Pas du pétrole mais des idées..» Lucio IPPOLITO Fisciano, 12 maggio 2011 L. IPPOLITO 2011

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 La spesa complessiva

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

Finanziarizzazione delle risorse naturali.

Finanziarizzazione delle risorse naturali. La finanziarizzazione dell acqua. Scheda preparata da CRBM in occasione dell incontro Europeo For the construction of the European Network of Water Commons Napoli, 10-11 dicembre 2011 a cura di Antonio

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a Già negli anni precedenti, la nostra scuola si è dimostrata t sensibile alle problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a stage in aziende e in centri di ricerca

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN **

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN ** Il Consiglio di Amministrazione di Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna S.p.A. approva il Bilancio Consolidato Intermedio al 31 marzo 2015: Traffico passeggeri in crescita del 4,5% nel primo trimestre

Dettagli

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE Nuovo collegamento sottomarino a 500 kv in corrente continua SAPEI (Sardegna-Penisola Italiana) SCHEDA N. 178 LOCALIZZAZIONE CUP:

Dettagli

dott. Roberto Andreatta Trento, February 20 th, 2015

dott. Roberto Andreatta Trento, February 20 th, 2015 dott. Roberto Andreatta Trento, February 20 th, 2015 History Integrated Mobility Trentino Transport system TRANSPORTATION AREAS Extraurban Services Urban Services Trento P.A. Rovereto Alto Garda Evoluzione

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente.

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. Solar Impulse Revillard Rezo.ch Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. La visione di ABB ABB è orgogliosa della sua alleanza tecnologica e innovativa con Solar Impulse, l aereo

Dettagli

ZHEJIANG YUEJIN IMPORT & EXPORT CO. LTD - Cina. Data evasione. Rev. 1 Marzo 2010 FAC_COR098

ZHEJIANG YUEJIN IMPORT & EXPORT CO. LTD - Cina. Data evasione. Rev. 1 Marzo 2010 FAC_COR098 Vs. richiesta su ZHEJIANG YUEJIN IMPORT CO LTD - Cina Recte ZHEJIANG YUEJIN IMPORT & EXPORT CO. LTD - Cina Cliente ALFA SPA Data evasione Redattore E.L./FC Rev. 1 Marzo 2010 FAC_COR098 Zhejiang Yuejin

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

LA VALUTAZIONE PUBBLICA. Altri ponti. di Pierluigi Matteraglia

LA VALUTAZIONE PUBBLICA. Altri ponti. di Pierluigi Matteraglia LA VALUTAZIONE PUBBLICA Altri ponti di Pierluigi Matteraglia «Meridiana», n. 41, 2001 I grandi ponti costruiti recentemente nel mondo sono parte di sistemi di attraversamento e collegamento di zone singolari

Dettagli

ELENA. European Local Energy Assistance

ELENA. European Local Energy Assistance ELENA European Local Energy Assistance SOMMARIO 1. Obiettivo 2. Budget 3. Beneficiari 4. Azioni finanziabili 5. Come partecipare 6. Criteri di selezione 7. Contatti OBIETTIVI La Commissione europea e la

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza.

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza. Termini d uso aggiuntivi di Business Catalyst Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza. L uso dei Servizi Business Catalyst è soggetto

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

SMART MOVE: un autobus per amico

SMART MOVE: un autobus per amico SMART MOVE: un autobus per amico "SMART MOVE" è la campagna internazionale promossa dall'iru (International Road Transport Union) in tutti i Paesi europei con l'obiettivo di richiamare l'attenzione di

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

Presentato al CIO il Piano di base delle Olimpiadi di Tokyo I dettagli esplicativi sulle sedi di svolgimento delle gare saranno resi noti in futuro

Presentato al CIO il Piano di base delle Olimpiadi di Tokyo I dettagli esplicativi sulle sedi di svolgimento delle gare saranno resi noti in futuro Embassy of Italy, Tokyo Verso le Olimpiadi di Tokyo 2020:opportunità di business The4th March 2015 Presentato al CIO il Piano di base delle Olimpiadi di Tokyo I dettagli esplicativi sulle sedi di svolgimento

Dettagli

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile Approccio al Mercato - Brasile A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile 1 Brasile 6ª economia mondiale, previsione di 2,1% di crescita nel 2012. Mercato consumatore in crescita: 30 millioni sono entrati nella

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Partner Nome dell azienda SAIPEM Settore

Dettagli

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Energia Italia 2012 Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Anche il 2012 è stato un anno in caduta verticale per i consumi di prodotti energetici, abbiamo consumato: 3 miliardi

Dettagli

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI Tratto dalla rivista IPSOA Pratica Fiscale e Professionale n. 8 del 25 febbraio 2008 A cura di Marco Peirolo Gruppo di studio Eutekne L

Dettagli

Porta uno SMILE nella tua città

Porta uno SMILE nella tua città Co-Finanziato dal Programma di Cooperazione Territoriale MED SMart green Innovative urban Logistics for Energy efficient Newsletter 3 Siamo lieti di presentare la terza newsletter del progetto SMILE SMILE

Dettagli

Avviso di aggiudicazione di appalti Settori speciali. Sezione I: Ente aggiudicatore. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto

Avviso di aggiudicazione di appalti Settori speciali. Sezione I: Ente aggiudicatore. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto 1/ 14 ENOTICES_alessiamag 14/11/2011- ID:2011-157556 Formulario standard 6 - IT Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, L-2985 Luxembourg

Dettagli

Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa

Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa Manifesto dell'ecf per le elezioni al Parlamento Europeo del 2014 versione breve ECF gratefully acknowledges

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico COMUNICATO Energia: da aprile ancora in calo la bolletta elettricità, -1,1%, e forte riduzione per il gas -4,0% sull anno risparmi per 75 euro

Dettagli

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione Reliability Management La gestione del processo di Sviluppo Prodotto Ing. Andrea Calisti www.indcons.eu Chi sono... Andrea CALISTI Ingegnere meccanico dal 1995 al 2009 nel Gruppo Fiat Assistenza Clienti

Dettagli

Lezione Le Formule Gestionali delle Imprese Alberghiere a.a. 2008/09

Lezione Le Formule Gestionali delle Imprese Alberghiere a.a. 2008/09 Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Lettere e Filosofia Lezione Le Formule Gestionali delle Imprese Alberghiere a.a. 2008/09 Prof.ssa Claudia M. Golinelli Relazioni tra proprietà, gestione

Dettagli

Decisioni di finanziamento e mercati finanziari efficienti BMAS Capitolo 12

Decisioni di finanziamento e mercati finanziari efficienti BMAS Capitolo 12 Finanza Aziendale Decisioni di finanziamento e mercati finanziari efficienti BMAS Capitolo 12 Copyright 2003 - The McGraw-Hill Companies, srl 1 Argomenti Decisioni di finanziamento e VAN Informazioni e

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Scenario di riferimento Lo studio WETO (World energy, technology and climate policy

Dettagli

DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 404 PARTE PRIMA L E G G I - R E G O L A M E N T I DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Art. 2 (Finalità) 1. La Regione con la promozione della progettazione di qualità ed il ricorso alle procedure concorsuali,

Dettagli

QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020

QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 documento redatto sulla base del questionario CIO Candidature Acceptance Procedure Games of the XXXI Olympiad 2016 PREMESSA ESTRATTO

Dettagli

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres.

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. Regolamento attuativo dell articolo 9, commi da 26 a 34 della

Dettagli

1.Produzione e costo dell energia in Italia

1.Produzione e costo dell energia in Italia 1.Produzione e costo dell energia in Italia L Italia é ai primi posti in Europa per consumo energetico annuo dopo Germania, Regno Unito e Francia. Il trend dal 2000 al 2008 mostra un aumento del consumo

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Ing. Gaetano Trotta Responsabile Unico di Progetto Nata nel 1978, è una Società di Ingegneria

Dettagli

l_debellis@libero.it PUBBLICA AMMINSTRAZIONE - REGIONE MARCHE

l_debellis@libero.it PUBBLICA AMMINSTRAZIONE - REGIONE MARCHE CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome PASQUALE DE BELLIS Indirizzo Via Piave, nr. 20-60027 Osimo Stazione (AN) ITALIA Telefono 347 8228478 071 7819651 Fax E-mail pasquale.de.bellis@regione.marche.it

Dettagli

(Atti legislativi) DIRETTIVE

(Atti legislativi) DIRETTIVE 28.3.2014 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 94/1 I (Atti legislativi) DIRETTIVE DIRETTIVA 2014/23/UE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 26 febbraio 2014 sull aggiudicazione dei contratti

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

LO SVILUPPO SOSTENIBILE Il quadro generale di riferimento LA QUESTIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE La questione ambientale: i limiti imposti dall ambiente allo sviluppo economico Lo sviluppo sostenibile:

Dettagli

Real Consultant Srl Company Profile

Real Consultant Srl Company Profile Ooooo Real Consultant Srl Company Profile a company Regulated by RICS (The Royal Institution of Chartered Surveyors) Aprile, 2013 Indice REAL CONSULTANT - COMPANY PROFILE REAL CONSULTANT IL NOSTRO PROFILO

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

La nostra storia, il vostro futuro.

La nostra storia, il vostro futuro. La nostra storia, il vostro futuro. JPMorgan Funds - Corporate La nostra storia, il vostro futuro. W were e wer La nostra tradizione, la vostra sicurezza Go as far as you can see; when you get there, you

Dettagli

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 74/ 24 febbraio 2014 GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI L Istituto nazionale di statistica avvia la pubblicazione, con cadenza mensile, delle nuove serie degli indici dei prezzi

Dettagli

SICURo. DISCRETo. AFFIDABILE.

SICURo. DISCRETo. AFFIDABILE. SICURo. DISCRETo. AFFIDABILE. Le vostre esigenze. IL NOSTRO STILE. Gli specialisti della VIA MAT INTERNATIONAL vantano una pluriennale esperienza nell offrire ai nostri clienti servizi professionali di

Dettagli

PRESTIGIOUS VILLAS. 1201 beverly hills - los angeles

PRESTIGIOUS VILLAS. 1201 beverly hills - los angeles OLIVIERI Azienda dinamica giovane, orientata al design metropolitano, da più di 80 anni produce mobili per la zona giorno e notte con cura artigianale. Da sempre i progetti Olivieri nascono dalla volontà

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

PRIT: contesto e strategie

PRIT: contesto e strategie PRIT: contesto e strategie A cura di Paolo Ferrecchi Bologna, 23 novembre 2007 Cabina di regia per il coordinamento delle politiche di programmazione e per il PTR: incontro tematico su Mobilità e Infrastrutture

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Il REGIME FISCALE DEGLI STATI UNITI

Il REGIME FISCALE DEGLI STATI UNITI Il REGIME FISCALE DEGLI STATI UNITI Introduzione L imposta sul reddito delle persone fisiche Residenza Fiscale Aliquote 2004 L imposta sul reddito delle persone giuridiche (corporate tax) Aliquote 2004

Dettagli

Una holding per sviluppare sinergie Pag. 1. Il Gruppo e le sue attività Pag. 2. La filosofia della holding Pag. 4

Una holding per sviluppare sinergie Pag. 1. Il Gruppo e le sue attività Pag. 2. La filosofia della holding Pag. 4 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA Una holding per sviluppare sinergie Pag. 1 Il Gruppo e le sue attività Pag. 2 La filosofia della holding Pag. 4 Contact: Barabino & Partners Claudio Cosetti c.cosetti@barabino.it

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

HELPDESK PER LE AZIENDE. 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale?

HELPDESK PER LE AZIENDE. 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale? HELPDESK PER LE AZIENDE AZIENDE OSPITANTI 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale? E un tipo di formazione sul lavoro che si realizza in aziende di un Paese diverso da quello nel quale il giovane

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

La gestione dei servizi non core: il Facility Management

La gestione dei servizi non core: il Facility Management La gestione dei servizi non core: il Facility Management ing. Fabio Nonino Università degli studi di Udine Laboratorio di Ingegneria Gestionale Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Gestionale e Meccanica

Dettagli

LA CARTA DEGLI INVESTIMENTI

LA CARTA DEGLI INVESTIMENTI LA CARTA DEGLI INVESTIMENTI Articolo 1 Son fissati, conformemente alle disposizioni del secondo alinea dell art. 45 della Costituzione, gli obiettivi fondamentali dell azione delo Stato, per i prossimi

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

Protezione dal Fuoco. Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear

Protezione dal Fuoco. Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear Protezione dal Fuoco Vetri Resistenti al Fuoco Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear Chicago Art Istitute, Chicago (USA). Chi siamo Produciamo e trasformiamo vetro dal 1826. Questa

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

Gestione Servizi Doganali

Gestione Servizi Doganali Gestione Servizi Doganali GESTIONE SERVIZI DOGANALI Background La gestione delle attività dogali di import/export o transito richiede da sempre figure specializzate all interno delle aziende in grado di

Dettagli

Dal kw risorse per la competitività

Dal kw risorse per la competitività Dal kw risorse per la competitività Soluzioni di efficienza e ottimizzazione energetica dalla PMI alla grande impresa Salvatore Pinto AD Presidente Axpo Italia SpA Axpo Italia SpA Da fornitore a partner

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare CIRCOLARE Alla Conferenza delle regioni e delle province autonome All

Dettagli