BRASILE. Analisi realizzata dall Ambasciata d Italia ad Abu Dhabi congiuntamente all Ufficio ICE di Dubai

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BRASILE. Analisi realizzata dall Ambasciata d Italia ad Abu Dhabi congiuntamente all Ufficio ICE di Dubai"

Transcript

1 BRASILE Alisi realizzata dall Ambasciata d Italia ad Abu Dhabi congiuntamente all Ufficio ICE di Luglio 2005

2 Alisi dei piani di sviluppo delle infrastrutture Priorità settoriali di intervento Opportunità per le imprese italiane Introduzione Il presente documento di alisi di inquadramento sull accesso al mercato degli appalti infrastrutturali è stato redatto dall Ufficio Commerciale dell Ambasciata, di concerto con l Ufficio ICE a, con l intento di fornire un quadro di riferimento utile alla realizzazione di missioni economiche italiane negli EAU focalizzate nei settori prioritari per questo mercato. A fronte di un interscambio commerciale ai massimi livelli per il nostro Paese rispetto all intera area del Medio Oriente, e di u presenza consolidata e proficua di alcune grandi imprese italiane 1 in settori-chiave, la penetrazione delle imprese italiane negli E.A.U presenta margini di miglioramento rispetto a quella di altri Paesi partners europei in alcune gare di appalto. L accesso a questo mercato per aziende italiane di piccole e medie dimensioni potrebbe pertanto giovarsi dell aggregazione in strutture consortili in grado di assicurare maggiore solidità, spesso determinte nelle scelte dei partners stranieri da parte delle Autorita emiratine, nonche ovviamente di u mirata azione di lobbying politico che richiede alla base un efficace diffusione delle informazioni per le imprese italiane. 1. Tendenze Negli ultimi anni gli Emirati, in particolare quello di, per diversificare la loro economia si sono fortemente impegti nello sviluppo dei settori non-oil, in prevalenza finziario, turistico, immobiliare e commerciale. Ciò che colpisce a prima vista l imprenditore straniero è la grande quantità di progetti multimiliori che vedono impegti le competenti Autorita politiche ed economiche dei 7 Emirati. L Emirato di, a causa della scarsità delle risorse petrolifere, ha svolto un ruolo guida nella differenziazione settoriale dell economia: ha cercato di creare le condizioni per attirare investimenti ad alta tecnologia offrendo particolari facilitazioni per le imprese straniere. Ne sono conferma alcuni importanti programmi di sviluppo, ad esempio lo sviluppo delle Free Zones (8 solo a ) che oltre a garantire incentivi quali l esenzione dalle tasse e dai dazi dogali, offrono la possibilita per gli stranieri di detenere il 100% della proprieta, o la creazione nell ottobre 2004 della Holding, compagnia che gestisce numerosi megaprogetti tematici ( Internet City, Media City, Healthcare City, land, Humanitarian City, Knowledge Village, Outsourcing Zone, Intertiol Properties, Industrial City, Studio City, DuBiotech, Energy). Proprio Holding intenderebbe, nell arco dei prossimi due anni, mettere sul 1 Smprogetti ha di recente acquisito u commessa di 1,42 milioni di dollari per la ristrutturazione della raffineria di Ruwais; Fisiaitalimpianti si e aggiudicata nei mesi scorsi u commessa del valore di 390 milioni di dollari, per la realizzazione dei desalinizzatori nel progetto di costruzione di alcuni mega impianti di produzione elettrica e di desalinizzazione assegto dall Abu Dhabi Water and Electricity Authority Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 2

3 mercato parte delle proprie azioni possedute in almeno due dei suoi progetti tematici. Cio rafforzerebbe la disponibilita di capitali per l espansione interziole di Holding, che negli ultimi mesi ha realizzato l acquisizione di pacchetti aziori di importanti societa multizioli (terzo azionista di Daimler-Chrysler e acquisizione del Gruppo Tussaud). L Emirato di Abu Dhabi ha fortemente accelerato, con l insediamento del nuovo Governo federale nel novembre 2004, il percorso di crescita e diversificazione economica. Ad alcuni grandi progetti nel settore delle infrastrutture e del turismo corrisponde un interessante processo di privatizzazione e diversificazione dell economia del principale Emirato del Paese, mantenuto tuttavia nel controllo govertivo (merita un cenno al riguardo il progetto - lanciato dallo Sceicco Hamed bin Zayed Al Nahyan, Capo del Dipartimento Economia e Sviluppo dell Emirato di Abu Dhabi - di istituzione di un Abu Dhabi Intertiol Business Council, che raggruppera le dirigenze delle comunita di affari straniere, organizzate in Business Councils o Business Groups). Le gare di appalto negli EAU, aperte anche alla partecipazione delle imprese straniere, riguarderanno nei prossimi mesi prevalentemente la realizzazione delle infrastrutture connesse ai grandi progetti di sviluppo, la progettazione di piani di sviluppo del trasporto urbano, marittimo ed aeroportuale (in particolare, nei prossimi mesi, l espansione degli aeroporti di ed Abu Dhabi e la costruzione della metropolita leggera a ), oltre a settori quali sanita, telecomunicazioni, elettricita, istruzione e informatica, oil & gas, trattamento acque. Tra le principali societa italiane del settore operanti negli EAU si ricordano l Italconsult, la Lucherini Associati, la Swissboring Overseas Piling, di proprieta del Gruppo Trevi, Belleli, Smprogetti, Saipem, Tecnosistemi, Pirelli Cavi, Fisia Italimpianti, Ansaldo, Saipem. Particolare attenzione va riservata alla dimica evoluzione del quadro normativo. Appare imminente (estate-autunno 2005) l emazione da parte delle Autorita locali della nuova legge di discipli delle imprese che consentira, per la prima volta, alle imprese straniere di detenere la quota di maggioranza in societa locali (superando quindi l attuale schema del 49/51%), misura che non manchera di incentivare la crescita degli investimenti diretti dall estero. 2. Appalti pubblici/gare I settori dove maggiormente vengono assegti contratti pubblici negli Emirati Arabi Uniti sono quelli dell energia e dell acqua, della sanita, delle telecomunicazioni, delle infrastrutture civili, delle Forze Armate, del petrolio/gas. Questi due ultimi seguono per alcuni aspetti logiche e procedure particolari vista la peculiarita della materia. Quadro normativo La normativa sugli appalti pubblici e regolata negli Emirati Arabi Uniti principalmente dal Federal Regulation of Conditions of Purchases, Tenders and Contracts (Fincial Order No 16 of 17 November 1975) e successive modificazioni, dove sono specificate le modalita e le condizioni che i Ministeri e gli Enti Pubblici devono osservare per l acquisto di beni e servizi e per l esecuzione di lavori. Le suddette direttive e decisioni indicano solo le condizioni di massima per gli appalti, mentre le direttive ed i requisiti più specifici dei singoli Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 3

4 prodotti e servizi richiesti vengono stabilite di volta in volta ed indicate poi negli annessi alla documentazione dei singoli bandi di gara. Principali caratteristiche delle commesse pubbliche Ministeri ed Enti Pubblici possono acquistare beni e servizi ed eseguire lavori tramite il Purchases Directorate del Ministero delle Finze mediante appositi tenders che possono essere pubblici o limitati. I primi mirano ad ottenere il maggior numero di offerte tra le quali seleziore la migliore e possono essere interni (pubblicizzati solo all interno del Paese) ed esterni (pubblicizzati anche all estero); i secondi (tenders limitati) sono effettuati invitando un numero limitato di fornitori o di contractors data la loro peculiare specializzazione professiole, i cui nomi sono registrati nell apposito Suppliers and Contractors Registry del Ministry of Fince and Industry. In casi particolari forniture e servizi possono essere richiesti dall Ente committente direttamente ai fornitori. Il contractor o il fornitore di beni e servizi deve essere un cittadino degli Emirati oppure u societa locale registrata presso la Camera di Commercio; gli stranieri possono partecipare alle gare attraverso il partner o l agente locale. I funziori che lavorano presso i dipartimenti dei ministeri o degli enti pubblici a qualunque titolo coinvolti nella emazione e nella gestione dei vari tenders non sono ammessi a presentare offerte. I tender devono contenere di regola le seguenti informazioni e richieste: le specifiche tecniche degli articoli richiesti e i disegni dei progetti per i lavori da eseguire la quantita richiesta di ciascun articolo per liste dettagliate la data entro la quale presentare l offerta il periodo di validita dell offerta i termini di pagamento e del tender bond che deve accompagre la offerta il luogo, la data e l orario della conseg delle merci con la specifica del modo di imballaggio le pelita e le compensazioni stabilite in caso di negligenza del fornitore o del contractor particolari condizioni stabilite di volta in volta Un caso classico sono i tender emessi dalla DEWA ( Electricity and Water Authority) che negli annunci sui quotidiani contengono sempre le seguenti indicazioni: dove e disponibile il capitolato, quando e dove e possibile reperirlo, il suo costo espresso in dirhams (da pagare in contanti oppure on line e comunque non rimborsabile il cambio di riferimento e 1 $USA=3,675 dirhams); la validita dell accettazione del tender (di regola 120 giorni dalla data di chiusura del tender stesso); la richiesta del Tender Bond che deve accompagre l offerta (normalmente il 5% del totale dell offerta, emesso da u banca locale e irrevocabile e incondizioto), essere valido per 150 giorni di calendario dalla data di scadenza di presentazione delle offerte ed essere rigorosamente in linea con lo specimen prescritto dalla DEWA stessa; la modalita di presentazione dell offerta (in busta non intestata, sigillata con cera rossa e con solo l indicazione del numero del tender e del destitario dell offerta); l indicazione della data ultima di presentazione delle offerte (ora, data e giorno della settima); la richiesta che i partecipanti alla gara indichino sempre il nome del loro partner/sponsor, che deve avere a sua volta u licenza commerciale in corso di validita (copia della stessa deve essere inclusa nella offerta). I dettagli sull oggetto della gara vengono poi esplicitati nel capitolato. Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 4

5 Valuta in cui esprimere la quotazione EMIRATI ARABI UNITI Riguardo i tenders interzioli e di norma indicato che le quotazioni devono essere in u forma universalmente riconosciuta, quali F.O.B., C&F o C.I.F. I prezzi indicati nelle offerte sono considerati fili ed irrevocabili senza alcu possibilita di modifica a seguito di fluttuazione dei costi, dei cambi, dei dazi dogali o di altre tasse e circostanze. Modalita di pubblicizzazione dei tenders I tenders vengono resi pubblici attraverso la Gazzetta Ufficiale e l affissione nell apposita bacheca presso il Ministero delle Finze e dell Industria e devono essere anche pubblicati in due quotidiani di larga diffusione per almeno due volte; e possibile che gli stessi vengano pubblicizzati anche su quotidiani o riviste straniere (ad es. su MEED Middle East Economic Digest). Il periodo di tempo che separa la pubblicazione del bando di gara dalla data di scadenza per la presentazione delle offerte e normalmente di tre/quattro settimane per forniture di beni e fino a due mesi per la realizzazione di progetti. La partecipazione ad u gara e subordita all acquisto della relativa documentazione attraverso il proprio rappresentante locale e non e consentito presentare offerte formulate e redatte sulla base di u copia non origile di tale documentazione; la lingua in cui presentare l offerta e sufficiente sia quella inglese anche se e spesso opportuno allegare anche la relativa traduzione in lingua araba. Standard e requisiti tecnici Se per u gara d appalto vengono richiesti determiti standards tecnici e di sicurezza, questi vengono di solito indicati nel capitolato di gara; gli standards maggiormente richiamati nei capitolati sono quelli inglesi, americani e tedeschi. Il contratto di agenzia Le societa straniere che intendono partecipare ad un tender lo possono fare attraverso un agente o partner locale; solo un cittadino emiratino o u societa residente puo avere u licenza commerciale e puo dunque acquistare e vendere anche all estero. Tutti i rapporti di rappresentanza, agenzia e franchising sono discipliti dalla legge n. 14 del 1988 e dalla legge n.18 del La normativa e la giurisprudenza indubbiamente difendono gli interessi delle ditte locali in misura maggiore di quelli del mandante straniero che concede l agenzia stessa. La rescissione del contratto con l agente locale puo avvenire anche avendone fissato determiti limiti di tempo, ma solo dietro suo consenso, o a causa di giustificato motivo. La legge non chiarisce in cosa consista la sussistenza di tale giustificato motivo e pertanto essa deve essere stabilita da u apposita Commissione istituita presso il Ministero dell Economia e del Piano e, successivamente, da un tribule locale. La Commissione, tradiziolmente, favorisce in modo marcato le ragioni della parte locale per quanto deboli e la causa, generalmente, si conclude con un indennizzo alla parte locale. Per tutta la durata del contenzioso le operazioni commerciali relative al prodotto oggetto di agenzia sono sospese. E abbastanza frequente che aziende locali, per il solo fatto di vendere un prodotto, si dichiarino agenti dell impresa straniera, senza esserlo giuridicamente. In calce al documento figurano i riferimenti per l accesso elettronico al sistema delle gare. Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 5

6 3. Priorità settoriali 3.1.Trasporti Il settore dei trasporti e strategico ed in forte espansione, per i prossimi 10 anni, sia per quanto riguarda la gestione dei collegamenti interzioli che per la mobilità urba Strade e trasporti su rotaie Il recente piano di sviluppo urbano della citta di Abu Dhabi prevede finziamenti iniziali di un centiio di miliardi di dirhams (27,5 miliardi di dollari USA), ed uno stanziamento complessivo di circa 68 miliardi di dollari USA in sette anni. In particolare, il piano di sviluppo dei trasporti presentato dalla Municipalità di Abu Dhabi (www.adm.gov.ae) comprende diversi mega progetti e prevede, tra l altro, la costruzione di nuovi ponti, fly-overs, sottopassaggi e tunnels. L ampliamento della Corniche (lungomare) con un investimento di 210 milioni di dollari verrà termito entro la fine del corrente anno. Il Dipartimento dei Lavori Pubblici è impegto nella progettazione della terza via di collegamento da e per l isola di Abu Dhabi che vedrà la realizzazione di un ponte lungo 850 metri, parallelo all esistente Maqta Bridge, su cui passerà un autostrada a 4 corsie. Per snellire il traffico proveniente dall aeroporto si sta costruendo un tunnel di 280 metri verso la zo industriale di Mussafah. A livello regiole e stata proposta, nell ambito del Summit dei Capi di Stato dei paesi GCC tenutosi in Bahrein lo scorso dicembre, la costruzione di u strada sopraelevata che dovrebbe collegare l Emirato di Abu Dhabi al Qatar via Doha, che evitando il passaggio nel territorio dell Arabia Saudita riduce in maniera significativa la durata del viaggio tra gli Emirati ed il Qatar. L Emirato di, che ha registrato nel 2004 un aumento del 15% dei veicoli in circolazione e la quadruplicazione del tempo di attraversamento della città nelle ore di punta, sta affrontando la riorganizzazione dei trasporti. L ente incaricato della gestione dei piani di sviluppo della mobilità sarà fino al 2020 la Municipalità di, che per l anno 2005 ha a disposizione 650 milioni di dollari, con previsioni in aumento per il 2006 ( link: Il progetto più innovativo è la costruzione di u metropolita leggera il cui appalto è stato assegto il 29 maggio 2005, al consorzio Rapid Link, guidato dalla Mitsubishi Heavy Industries e composto dalle giapponesi Obayashi, Kajima, Mitsubishi e dalla Turca Yapi Merkezi. Alla gara ha inizialmente partecipato anche la societa italia Ansaldo (per quanto riguarda la fornitura delle vetture e del sistema tecnologico), con un Consorzio guidato dalla francese Vinci. L improvviso ritiro della capofila francese ha determito l esclusione dell Ansaldo, la cui tecnologia era invece vista con favorevole disponibilita dal committente emiratino. Il progetto del valore di circa 2 miliardi di dollari prevede, nella prima fase, la costruzione di 35 km sui 77 previsti di percorso dall Aeroporto interziole di a quello di Jebel Ali, che sarà completato entro il La seconda fase, con un tracciato di 69 km, si snoderà nel centro città, in parte sottoterra, (18 km) e in parte sopraelevato (55 km). Sono previste lungo il percorso 55 stazioni. La seconda fase dovrebbe concludersi nel Altri progetti rilevanti sono: u nuova autostrada - Abu Dhabi via Al Ain, il tunnel Beirut e la strada di collegamento Bur -Deira che passerà sopra il ponte di Al Khor. Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 6

7 Bisog poi considerare che ogni qualvolta vengono avviati i progetti dei grandi poli tematici di attrazione vengono lanciate anche le gare d appalto per la realizzazione dei collegamenti stradali. In vista dell apertura dell aeroporto di Jebel Ali sono stati stipulati contratti d opera per la realizzazione delle strade di accesso per un valore di 50 milioni di dollari. U soluzione che sta incontrando pareri favorevoli tra le autorità locali per cercare di migliorare il traffico è quella di subordire l accesso delle automobili al centro citta al pagamento di un pedaggio, come già avviene in diverse metropoli europee. Ad aprile è stato assegto dalla Municipalita di un contratto per la realizzazione in via sperimentale del progetto che se portasse benefici concreti, potrebbe dettare l avvio dell installazione di un complesso sistema di varchi elettronici. Anche le Municipalità degli Emirati minori come Sharjah e Ras Al Khaimah si stanno organizzando per migliorare i collegamenti con le città principali, soprattutto in vista dell aumento della presenza dei turisti nei prossimi anni. La municipalità di Sharjah ha investito 400 milioni di dollari per la realizzazione della Ring Road, la strada di collegamento con, la cui prima fase è stata completata il 7 giugno. L Emirato di Ras Al Khaimah ha in programma un piano strutturale che prevede, entro il 2015, la realizzazione della Ring Road per Sharjah, e la costruzione della vie di collegamento ai nuovi quartieri residenziali di Al Murjan Island e Khor al Qurm Resort. Le imprese europee presenti nel settore sono: -la belga Bel Hasa Six Construct (progetto di costruzione del ponte sulla baia di Ras al Khor, vicino il Creek a ) -la britannica Dutco Balfour Beatty (strada Deira) Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 7

8 Investment Project Sharjah Ring Road (303 Aed Milliom), Sharjah Kalba Higway( 344 Million AED),Al Liya Road (200 AED Million) that will connetcts Al Khan to Emirates Road Investment Volume 1.4 Billion AED Fincing Agencies/ Responsible City Status Sharjah Government. Sharjah Municipality Sharjah In Progress Ajman Roads ( Sheikh Rashed Bin Humaid & Al Hamidiya Roads) Road network in al Khour area Department of Economy of Ajman Ajman 750 million AED Municipality Project of Development of two roads. In October work started to be completed in 2 years & it is divided to 3 phases: 1. Construction of a flyover in al Khour area a bridge linking Gharghoud to 5 roads in different directions. 3. Building of several interchanges to link Oud Mitha Road with Second Zaabil Road, Sheikh Zayed 7 Riyadh Road Aeroporti Il trasporto aereo negli Emirati Arabi svolge un ruolo preminente per il forte sviluppo del settore turistico e per la presenza di grandi società multizioli. Gli aeroporti interzioli sono 6 ed un settimo, il Jebel Ali Intertiol Airport, è in fase di realizzazione. Sono stati di recente annunciati investimenti per 15 miliardi di EURO da qui a 20 anni per l espansione degli aeroporti interzioli esistenti nel Paese. Abu Dhabi. Nell Emirato di Abu Dhabi sono presenti due aeroporti interzioli, l Abu Dhabi Intertiol Airport e l Al Ain Intertiol Airport. L aeroporto della capitale federale, nel 2004, ha fatto registrare 5 milioni di arrivi, con u crescita del 28% dei transiti, rispetto all anno precedente. Al momento vi operano 50 compagnie aeree, ma il numero è destito a crescere anche sulla base dei programmi di sviluppo della compagnia di bandiera Ettihad, di proprieta del Governo di Abu Dhabi, la cui flotta si attestera a 34 aerei entro la fine del corrente anno con, in previsione per tutto il 2006, la conseg di un nuovo aereo al mese. Il Dipartimento dell Aviazione Civile ha annunciato, il 3 maggio scorso, nuovi piani di espansione per raddoppiare la capacità dell aeroporto attraverso la costruzione di 4 km di nuove piste, per permettere l atterraggio dell A380, 18 nuovi stand per aeromobili e 4000 m 2 di aree di transito. Il termine per la presentazione delle offerte scadra alla fine di agosto; l appalto ha un valore di 6.8 milioni di dollari. Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 8

9 Lo stesso Dipartimento, competente anche per i piani di espansione dell aeroporto di Al Ain, ha stanziato 20 milioni di dollari per ampliare il termil di questo scalo e costruire u zo VIP.. L aeroporto interziole di, il più grande tra quelli esistenti, ha registrato nel 2004 l arrivo di 21 milioni di passeggeri qualificandosi al 16 posto nella classifica mondiale. Entro il 2010 sono previsti 60 milioni di arrivi, pertanto sono in corso di realizzazione i necessari piani di adeguamento infrastrutturale al fine di continuare a garantire un servizio di qualità. Per rispondere a questa esigenza nel 2004 il Dipartimento dell Aviazione Civile è stato trasformato nella Civil Aviation Authority, un ente pubblico autonomo competente per il finziamento dei progetti di espansione. ( ) I lavori di espansione attualmente in atto, e che dovrebbero termire nel 2007, costeranno 4.1 miliardi di dollari. I contratti di appalto sono stati assegti a diverse Joint Ventures, cui partecipano la Sud Africa Murray & Roberts Contractors Middle East, la Giapponese Takeka Corporation, le Britanniche Laing O Rourke e Dutco Balfour Beatty, la greca Consolidated Contractors Intertiol Company e la belga Besix. A 40 Km di distanza dall aeroporto interziole di, vicino alla zo franca e al porto di Jebel Ali, si sta costruendo l aeroporto di Jebel Ali, il più grande degli Emirati, attrezzato per permettere l atterraggio della nuova generazione di aeromobili, come l A380. I lavori, iniziati a febbraio, porteranno alla realizzazione di u zo integrata di servizi logistici-commerciali-turistici-finziari. L area di 140 km2 ospiterà, oltre all aeroporto, la Logistics City la più grande area del mondo di trasporti integrati aria, terra, mare -, la Commercial City l area finziaria e commerciale -, l Aviation City che ospiterà i quartieri generali delle compagnie aeree nel Medio Oriente, lo Science and Thecnology Park che offrirà servizi tecnologici alle industrie ed infine u cittadella residenziale con il più grande campo da golf della regione. Il progetto, interamente finziato dal governo di, prevede un volume di investimenti di 10 miliardi di dollari. Nelle vicinze del nuovo aeroporto sorgera anche la Industrial City, che attirera investimenti per 1 miliardo di Euro circa. La nuova citta industriale servira a dare un impulso al settore produttivo e manifatturiero. Sharjah. Lo Sharjah Intertiol Airport, il primo aeroporto costruito nel paese nel lontano 1932, ha fatto registrato negli ultimi anni un buon aumento del volume dei passeggeri che, si e attestato nel 2004, a 1,6 milioni. L aeroporto deve essere ampliato anche in ragione della crescita della linea aerea Air Arabia a basso costo dell Emirato di Sharjah che si e guadagta u discreta posizione regiole. Il progetto di espansione, annunciato lo scorso genio e assegto alla Bin Laden Group per u spesa di 50 milioni di dollari, prevede l ampliamento delle infrastrutture che portera ad u capacità di 8 milioni di passeggeri all anno. U volta completato avrà u nuova area di check-in, nuove zone di transito ed un Duty free ampliato. Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 9

10 Fujairah. Il Fujairah Intertiol Airport, unico scalo della costa orientale, ha registrato nel 2003 un aumento del 59% nell arrivo dei passeggeri anche a causa dello sviluppo turistico dell Emirato. Il piano di espansione prevede u prima fase che sarà conclusa a giugno ed u seconda nel L obiettivo è quello di ristrutturare l immagine dell aeroporto e portarlo a standard interzioli per quanto riguarda la sicurezza e la qualità dei servizi. Per questo e prevista la ristrutturazione delle aree di transito e dei sistemi di controllo. Il volume degli investimenti ammonta a 60 milioni di dollari. Lo scorso 25 maggio la tedesca Kush si è aggiudicata un contratto di 400 mila euro per la sostituzione dei seggiolini nelle sale di attesa. Ras Al Khaimah. Piccolo e moderno questo scalo ha u capacità di 10 mila passeggeri giorlieri. Il piano di espansione prevede la costruzione di 2 nuovi termils, un hotel, u zo franca, e il rinnovo dei servizi per i passeggeri. Investment Project Intertiol Airport Abu Dhabi Intertiol Airport Jebel Ali Airport Jebel Ali Container Termil Fujairah Airport Al Ain Intertiol Airport Jebel Ali Airport (Cargo & Charted Tourist Flight At the First Stage) Investment Volume 4.5 Billion US $ 25 Billion AED Billion AED 183 Million AED 75 Million AED 1 Bilion AED Fincing Agencies/ Responsible City Status Civil Aviation Abu Dhabi Civil Aviation Abu Dhabi Civil Aviation Ports, Customs &Free Zone Corporation Fujairah Government Fujairah Abu Dhabi Civil Avaition Civil Aviation Abu Dhabi Jebel Ali- the tenders went to Skidemore Oingins & Mirel (USA) to elaborate the new plan & Halkrow (UK ) consultancy. Phase 1 Aug. 05. End in 2009 Open bid in May 2005 till 11 June to price the contract of the construction of Jebel Ali Container Termil. Consultant is Han Padron Associates (part ofuk's Halcrow). prequalified are: UK/ Local based company Dutco balfour Beatty, Belgium/Local Hasa Six Construct; South Africa Murray& Roberts Contractors (Middle east); Netherland Interbeton & Geneva registered Archirodon Construction (Overseas). Completation is 2008 Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 10

11 Jebel Ali Airport & Accompanying City (residential & Commercial Resort) Sharjah Airport Expansion (Airport & Free Zone Expansion) Ras Al Khaimah Airport 10 billion US $ (36.7 Bill.DHs) milion US$ Civil Aviation Jebel Ali- Sharjah Airport Committee Sharjah Development done by GHDAustralian RAK Civil Aviation Department Ras Al Khaima Feasibility studies need to be approved by the Ruler of the Emirates before proceeding Porti ed infrastrutture marittime Gli Emirati Arabi, grazie alla loro posizione strategica sul Golfo Persico, sono da anni al centro dei traffici marittimi interzioli. I 15 porti commerciali della federazione hanno u capacità di 70 milioni di tonnellate di merci e sono la principale via di trasporto per l import-export di petrolio, materie prime, manifatturati da e per gli altri paesi del GCC, l Africa ed il subcontinente indiano. Il porto di Jebel Ali in particolare si è classificato tra i primi dieci nel mondo per la gestione di vi container in base alla lista pubblicata da Dy Liners. Abu Dhabi. Oltre alla presenza del termile Jabel Dhan / Ruwais per l esportazione di petrolio e gas, la capitale ospita il porto cargo Mi Zayed, le cui infrastrutture comprendono un milione di m2 di area di deposito. Il piano di espansione prevede due fasi che si concluderanno nel La prima prevede la costruzione entro il 2006 di nuovi depositi per i container, mentre la seconda rinnoverà i sistemi informatici di gestione e controllo di carico e scarico e realizzerà 4 nuovi moli.. La capacità portuale di si snoda tra Port Rashid ed il porto di Jebel Ali con un offerta di 100 punti di ancoraggio. In particolare l ultimo fornisce supporto ai cargo in entrata ed uscita dalla Zo Franca di Jebel Ali. La Ports Authority ( ), l ente govertivo per il controllo e lo sviluppo portuale, ha registrato nel 2004 un traffico di 6,25 milioni di tonnellate di merci, con un aumento del 25% rispetto all anno precedente. I piani di espansione già approvati prevedono un investimento di 1 milione di dollari nel porto di Jebel Ali per rispondere alla costante crescita del traffico. Lo scorso maggio è stata annunciata la prima gara di prequalificazione per l assegzione della gara di appalto per l espansione del termile dei container che, u volta termito nel 2008, permetterà di gestire un traffico di 8 milioni di tonnellate. Le imprese europee in gara sono: la britannica Dutco Balfour Beatty, la belga Bel Hasa Six Construct, l olandese Interbeton e la svizzera Archirodon Construction. Valore dell appalto: milioni di dollari. A breve distanza da Port Rashid è in fase di realizzazione la Maritime City, u penisola artificiale di 25 milioni di m2 collegata alla terraferma da un autostrada sospesa, che offrirà servizi integrati per il trasporto marittimo, dalle ricerche di mercato alla cantieristica, Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 11

12 dalla formazione del persole al tempo libero degli addetti. Il 26 giugno e scaduta la gara di appalto per la realizzazione di 3 km di banchine per u spesa di 50 milioni di dollari. Le imprese europee in gara sono: la svizzera Archirodon Construction, la belga Bel Hasa Six Construct, la britannica Dutco Balfour Beatty, la francese Soletanche Bachy, l olandese Van Oord Gulf FZE. Sharjah. I due porti principali dell emirato sono Mi Khalid nella città di Sharjah e Khor Fakkan sulla costa orientale. Il Mi Khalis sta sviluppando piani di espansione per rispondere alle esigenze delle zone franche dell aeroporto e di Hamriyah. Il porto di Khor usufruisce di u posizione strategica all ingresso dello stretto di Hormuz, collegato alle principali zone industriali da un efficiente sistema autostradale. È in progetto l ampliamento dell area di stoccaggio e l installazione di nuovi meccanismi di carico e scarico. R.A.K. L emirato è servito da porto Saqr, situato nell area industriale di Khor Khuwair e specializzato nel trasporto di materiali edili e marmi. Nel 2004 la società kuwaitia KGC si è aggiudicata un contratto di 45 milioni di dollari per ampliare, ammoderre e gestire il termile dei container nei prossimi 21 anni. Il governo ha previsto un investimento totale di 100 milioni di dollari, in diversi progetti ancora da assegre. Fujairah. La capacità attuale del porto di Fujairah è di 7.7 milioni di tonnellate di merce non oil e 8 milioni di tonnellate di petrolio in arrivo dal termile di VOPAK. Lo scorso marzo la Ports Intertiol si è aggiudicata la concessione trentenle per lo sviluppo del nuovo termile che richiederà un investimento di 155 milioni di dollari. Port & Maritime Infrastructure Investment Project Yacht Port Enhancement of Ras Al Khaimah Ports Capacity Investment Volume Fincing Agencies/ Responsible City Status Intertiol Capital 100 Million US $ Rak Government RAK launched in July 2004( state of art mari for yacht & it will include the purchase of 50 yachts. Already started Mi Saqr Port, RAK Harbour, Al Jazeerah Harbour Ferrovie I Ministri dei Trasporti dei Paesi membri del Consiglio di Cooperazione del Golfo (Gulf Cooperation Council) nel corso della riunione tenutasi in Kuwait lo scorso ottobre, hanno dato la loro approvazione per uno studio di fattibilita riguardante u rete ferroviaria (un progetto del valore stimato di circa 4,000/5,000 milioni di US$), di circa 2000 km che partendo dall Oman, attraverso gli EAU e l Arabia Saudita, dovrebbe termire in Kuwait: un altra opzione, piu costosa, prevede il collegamento integrale dei sei Paesi con un percorso che incorpora anche Qatar e Bahrein. Uno studio prelimire, realizzato dalla societa Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 12

13 kuwaitia Global Investment House insieme all inglese Parsons Brinkerhoff Intertiol, aveva dato positivi risultati. Investment Project Investment Volume Fincing Agencies/ Responsible City Status Railway between Sharjah & Sharjah Trannsport Sharjah light metro network 14.3 Billion AED Municipalities. Feasibility studies were done by Kuwait Global Investment Billion House & approved by the US $ Kuwaiti Minister GCC Railway network between GCC magnetic Train linking all UAE Emirates from RAK to Abu Dhabi Na Ministry of works & Housing UAE a report is being prepared. No news so far Rapid link led by Mustibishi won the first phase of the project offering Billion AED No news. Check if approved during GCC summit in Mama Studying stage no news so far. Transportation Services Investment Project Public Transportation in Sharjah Bus Services between UAE & the GCC Investment Volume Na Fincing Agencies/ Responsible Citry Status / Shrajah Transport Department Joint Committee between & Abu Dhabi Transport Departments Sharjah GCC Field surveys were conducted by a Singapour based company. No news so far. Feasibility Studies were undertaken on March 2004, Negotiation were undertaken with KSA. 3.2.Altre infrastrutture Settore energetico (reti gas, elettriche) La domanda di energia elettrica ed acqua negli Emirati è in costante crescita, spinta dal rapido sviluppo dei settori industriali ad alto consumo energetico e dai settori economici non-oil strategici nella diversificazione, come il turismo. Per garantire u adeguata offerta di acqua ed energia elettrica, fattore cruciale per lo sviluppo economico dei prossimi anni, il governo federale ha annunciato piani di ampio respiro per espandere la capacità di generare energia e per creare u rete ziole di distribuzione. Produzione di energia e fornitura di acqua procedono di pari passo, in quanto gli impianti di desalizione sono integrati alle centrali elettriche a gas da cui ne dipende il funziomento. Il governo ha stimato che nel 2015 la domanda di energia avrà raggiunto i 10 mila mw annui, con u crescita del 6% annuo. Al momento al produzione è garantita per il 97% da gas ed il rimanente 3% dal gasolio. Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 13

14 Gli Emirati di Abu Dhabi, e Sharjah contribuiscono al 90% della capacità produttiva, con u forte prevalenza del primo, dovuta alla ingente disponibilità di riserve di gas turali. La Union Water and Electricity Company ( UWEC ), istituita nel 2001 dal governo di Abu Dhabi come parte del programma per le infrastrutture federali, sta sviluppando progetti per incrementare la produzione negli Emirati del Nord. Per quanto riguarda l acqua il solo Emirato di Abu Dhabi nel 2004 ha registrato un consumo di miliardi di m3. Attualmente gli Emirati sono al terzo posto nella classifica mondiale di consumo pro capite di acqua. Abu Dhabi Istituita nel 1998 per ristrutturare il settore energetico e dell acqua e supervisiorne la privatizzazione, l Abu Dhabi Water and Electricity Authority ( ADWEA) ha creato diverse società responsabili per la produzione, la distribuzione e la fornitura. L ADWEA sin dalla sua fondazione si è anche impegta nello sviluppo di progetti indipendenti per l acqua e l energia elettrica ( IWPPS). Il primo lanciato nel 2001, Taweelah A2, ha visto la realizzazione di un impianto combito di desalizione ed energia elettrica, con u capacità di 700 MW annui. Nel 2003 è stata privatizzata la Umm al Nar Power Company. I nuovi proprietari, tra cui la Tokyo Electric Power Corporate, hanno in progetto la costruzione di un nuovo impianto capace di produrre 1000 MW di energia elettrica a partire dal La società di produzione Taweelah Power Company, e incaricata di gestire l impianto Taweelah B, uno dei progetti di privatizzazione piu grandi al mondo per capacita di produzione (al termine di lavori, nel 2008, avra u capacita di produzione di 2000 MW di elettricita e 160 mgd di acqua) e per entita del finziamento riferito ad un singolo progetto (2.5 miliardi di US$). Il contratto e stato assegto lo scorso genio ad un Consorzio guidato dalla giapponese Marubeni cui partecipa anche la Fisia Italimpianti per gli impianti di dissalazione (contratto del valore di 390 milioni di US$ per la realizzazione di un impianto composto da quattro unita di dissalazione). La Bainouh Power Company gestisce l impianto di desalizione, mentre la Umm al Nar Power company e competente per la centrale elettrica di Baniyas al Mirfa Power Company. Nonostante la quasi totalità dell acqua distribuita sul territorio emiratino sia ottenuta da procedimenti di desalizione, la Abu Dhabi Natiol Oil Company (ADNOC) gigante petrolifero statale, ha incaricato 2 società tedesche di esplorare il sottosuolo alla ricerca di falde acquifere. Inoltre è stato edificato un sistema integrato di 130 dighe per sfruttare l acqua dei fiumi stagioli. Con decreto del presidente degli EAU, sceicco Khalifa bin Zayed Al Nahyan, è stata creata l'abu Dhabi Natiol Power Company, denomita anche Taqa (in arabo "energia"). Il decreto ha assegto alla neo-costituita società un capitale di 4,1 miliardi di dirham (quasi un miliardo di euro) e la pre-esistente Abu Dhabi Water & Electricity Authority-Adwea prenderà le necessarie misure per la sua costituzione ad Abu Dhabi, con possibili succursali negli Emirati e all'estero. La società acquisterà azioni in progetti esistenti nei settori dell'energia, acqua, elettricità, petrolio e fornirà finziamenti a progetti e società.. La Electricity and Water Authority ( DEWA ), istituita nel 1997, è impegta nell espansione della capacità produttiva degli impianti esistenti per rispondere alla crescente domanda industriale. Nel 2003 la Mitsubishi e la Toshiba si sono aggiudicate u commissione di 1 miliardo di dollari per sviluppare l impianto L a Jebel Ali gia sviluppato Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 14

15 nelle fasi precedenti da Fisia Italimpianti. Le seconda fase del progetto è in fase di assegzione. L offerta per l appalto del valore di 5 miliardi di dollari è stata inoltrata da 6 società. La Municipalità di sta elaborando studi di fattibilità di progetti di raccolta delle acque piovane. Sharjah. La Sharjah Electicity and Water Authority (SEWA ) ha stanziato nel milioni di dollari per migliorare il sistema di distribuzione di acqua ed energia elettrica e 400 milioni di dollari per la produzione a Khor Fakkan e Kalib. Altri Emirati. La Federal Electicity and Water Authority si è impegta in diversi progetti per il miglioramento della rete elettrica negli Emirati del Nord. Reti zioli ed interzioli. A maggio 2004 è stato stipulato un contratto del valore di 221,2 milioni di dollari con 7 società interzioli e locali al fine di commissiore il progetto Emirates Natiol Grid (ENG) che dovrà garantire la realizzazione di u rete di distribuzione unica per tutto il territorio ziole. L ENG sarà parte integrante della rete elettrica che collegherà tutti i paesi del Golfo, il cui piano di realizzazione è stato approvato a maggio 2004 dai paesi del GCC. Il progetto prevede un investimento di 6 miliardi di dollari per realizzare u rete di collegamento tra i 6 Paesi in grado di rispondere ai picchi stagioli di domanda di energia di ognuno, sfruttando un sistema di compensazione. Il contratto per la realizzazione della seconda fase del progetto sarà assegto durante il corrente anno. Other Infrastructure: Energy, GAS, Electricity, Water & Sewage Investment Project IWPP( Independent Water & Power Project) will be sold for UAE tiols through IPO'S. Establishment of a Company to mage government Share in the privatise electrical & Water Companies t Energy & water Desalition Station Jebel Ali Electricity & Water Authority Dewa Capacity Expansion Investment Volume Capital of the New company 2 Billion AED. Fincing Agencies/ Responsible City Status Abu Dhabi Water & Electricity Authority Water & Electricity Authority.Consultancy Germany ( lehmayer intertiol) Abu Dhabi 20 Billion AED DEWA 6 IWPP generated 35 billion AED Station to produce 55 million gallons of water & production of 1200 mgwat. Tendering by mid Intertiol Companies have been shortlisted for the second phase of L station. Results expected to be announced in May or Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 15

16 Power Grid network between GCC 6 Billion US $ Gulf Cooperation Council GCC Nuclear Power Plant ADWEA Water Station SEWA Central Sewage System Project Abu Dhabi Al Hamiriya 300 Million AED (phase one) RAK Government RAK Plan of Sewage and Rian Draige projects Municipality Nuclear Power Plant Project The privatisation of Distribution companies in water & power sector Investment Volume Ministry of works & Housing Abu Dhabi June 2005 Fincing Agencies/ Responsible City Status Abu Dhabi Electricity &Water Authority (ADEWA) Abu Dhabi The Fujairah Power Station ADEWA Fujairah Project tendering beginning Work expected to be done on 2008 the study was out sourced to the Korean Ministry of Science & Technology expected to be finish in 2005 in order to double power generation in the Emirates & ADWEA is ready to invest 10 Billion U $ over the 5 next year luanched in 2004, the station is to be set within 2 years to start with the industrial areas & after that to residential areas. The first phase of the project was awarded to Jog Union Engineering LLC with negotiation on the 2nd & 3rd Phases the Municipality is studying those projects. Studying stage no news so far. Studying on January the possibility of privatising Abu Dhabi Distribution Co & Al Ain Distribution Co 6th Project in Power Privatisation. The expansion & privatisation is planned to be finished in 2008, till /June Companies participated in the tenders. ADEWA is studying them Petrolio e gas Gli Emirati Arabi hanno investito negli ultimi 5 anni 10 milioni di dollari nel settore petrolifero, per la maggior parte finziati dalla Abu Dhabi Natiol Oil Company ( la società statale che detiene il monopolio dell estrazione nell Emirato di Abu Dhabi. Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 16

17 Nonostante l impegno per ridurre la dipendenza economica dal settore petrolifero, esso occupa ancora il primo posto nella composizione del reddito federale. Le riserve sono state stimate a 97.8 milioni di barili, il che pone gli Emirati al quinto posto nella classifica mondiale dei produttori. Gli esperti hanno tuttavia stimato che i giacimenti ancora inesplorati dovrebbero contenere risorse doppie rispetto a quelle sfruttate fino ad oggi, ed e pertanto fondato stimare che nei prossimi anni saranno avviati innumerevoli progetti di esplorazione. Altra fonte turale di energia che sta trovando avendo un forte sviluppo negli ultimi anni è il gas turale. Le riserve stimate a 212 trilioni di metri cubi, 92% delle quali nel solo Emirato di Abu Dhabi, classificano gli Emirati al quinto posto nella classifica mondiale dei produttori. I giacimenti più importanti sono quelli all interno dei campi petroliferi di Umm Shaif e Abu Al Bukhoosh. La Abu Dhabi Gas Industries ( GASCO) si occupa degli impianti di estrazione onshore, mentre la Abu Dhabi Gas Liquefaction Company ( ADGAS) di quelli offshore, la cui produzione viene incalata a Das Island. La produzione di gas alimenta gli impianti di estrazione petrolifera, le centrali elettriche e gli impianti di desalinizzazione, oltre che ad altri impianti industriali minori, il che ha portato il consumo nel 2003 a 4 milioni di cf/d, previsti in aumento a 5 milioni negli anni a venire. L aumento della domanda ha spinto il Governo a ideare un progetto ambizioso di distribuzione che copra tutto il Paese e lo colleghi alle altre zioni GCC per poter servire energia ad u rete capillare di fruitori commerciali e domestici. Inoltre, la ADNOC Distribution ha commissioto un progetto pilota per impiegare taxi alimentati a gas nella capitale. L unica stazione di rifornimento si trova vicino al porto Mi Zayed. Si evidenzia che l Ufficio Commerciale dell Ambasciata e in queste settimane in contatto con le competenti Autorita dell Emirato di Abu Dhabi in relazione alla possibile partecipazione di imprese italiane del settore al progetto in questione. Abu Dhabi. I piani di sviluppo della ADNOC per i prossimi 28 anni prevedono l ottimizzazione dello sfruttamento delle risorse scoperte attraverso la massimizzazione del rapporto costi/vantaggi e l espansione dei giacimenti al fine di rispondere alla crescente domanda industriale. L investimento previsto ammonta a 10 miliardi di dollari per portare la produzione a 3.2 mb al giorno a partire dal Le riserve dell emirato di Abu Dhabi sono stimate a 92 milioni di barili, ossia il 94% di quelle emiratine, e l 8% di quelle mondiali. Il campo più grande è quello di Upper Zakum, la cui tecnologia estrattiva è in fase di ammodermento. Lo scorso Aprile la Exxon Mobil è stata scelta per le sua capacità tecnologica dall Abu Dhabi Supreme Petroleum Council come futuro patner nello sfruttamento di questo giacimento, il che le consentirà di divenire proprietaria del 28% delle quote societarie. La ZADCO, Zakum Development Company, nel frattempo ha incaricato la società nordamerica VECO di realizzare uno studio nello stesso impianto sulla possibilità di aumentare la produzione di acqua e di trasportarla dopo il trattamento sulla terraferma. Sono attesi a breve anche i risultati dello studio dell inglede JP Konny sulla fattibilità della sostituzione delle tubature per il trasporto del petrolio tra Zakum e Zurtu Island. Il piu importante progetto in fase di realizzazione è il Dolphin Gas, che prevede la realizzazione di un impianto di trasporto del gas turale dai giacimenti dal Nord Qatar ad Oman ed Emirati. La Dolphin Energy, società controllata al 51% da Mubadala Development Company (Governo di Abu Dhabi) e per il 49% da Total ed Oxy, si è aggiudicata tutti i migliori contratti. L ente responsabile per il controllo del progetto è l Emirates GeneralPpetroleum Corporation ( EMARAT). Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 17

18 Nel 2004 Oman e UAE hanno firmato un accordo per regolare la trasmissione del gas turale tra i due Paesi ed hanno gettato le basi per futuri accordi transfrontalieri nel settore energetico tra i GCC. Da genio la Dolphin Energy ha incominciato a ricevere 135 milioni di m3 al giorno di gas turale distribuendolo alla Union Water and Electricity Company in Fujairah. La Saipem si è aggiudicata un contratto di 350 milioni di dollari per la realizzazione delle tubature sommerse che collegano Ras Laffan ed il termile Taweelah. La Sm Progetti, che già nel 2000 aveva stipulato un contratto con la ADCO, l Abu Dhabi Company for Onshore Oil Operations, per la realizzazione di un impianto di desalinizzazione nel giacimento di Bu Hasa, lo scorso aprile si è aggiudicata il quarto pacchetto per la realizzazione della terza fase del progetto ONSHORE GAS DEVELOPMENT ( OGD-3) e della fase 2 dell ASAB DEVELOPMENT (AGD-2) per un valore di milioni di dollari. Il nuovo impianto dovrà aumentare la capacità estrattiva di gas turali liquidi a b/d Reflui urbani ( fogture ) Un consorzio regiole ICG/Tanqia ha firmato u concessione trentenle su basi BOT con il Governo di Fujairah, stimato a circa 100 milioni di US dollari per il sistema di trattamento delle acque reflue dell Emirato. Questo e il secondo progetto privato di trattamento delle acque nella Federazione dopo la costituzione della societa per la rete fogria di Ajman. 4. Altri settori prioritari di sviluppo del mercato degli EAU Appare opportuno sottolineare, in particolare per Abu Dhabi, che lo sviluppo delle infrastrutture sara sempre piu connesso allo nei settori dell edilizia e del turismo. In tale contesto, ulteriore dimismo al processo di sviluppo derivera dall introduzione, attesa entro alcune settimane al massimo, di u legislazione federale che consenta la proprieta immobiliare agli stranieri. Tale misura avra tra l altro l effetto di attirare investimenti dall estero (inclusi capitali arabi in aumento a causa del rialzo del prezzo del petrolio) verso un mercato, quello immobiliare, nel quale gli EAU e l Arabia Saudita pesano per l 80% sul totale dei Paesi del CCG. Lo sviluppo del settore immobiliare, particolarmente intenso ad Abu Dhabi e, crea u costante crescita degli indici delle Borse di Abu Dhabi e, ed il Governo federale intende, nelle prossime settimane, avviare un azione di prevenzione attraverso un maggiore controllo sull ingresso e quotazione in Borsa di societa per azioni tramite offerte pubbliche d acquisto di bolle speculative che potrebbero danneggiare soprattutto i piccoli investitori. Per quanto concerne l Emirato di Abu Dhabi si seglano in particolare: Il progetto del valore di 10 miliardi di Euro per la creazione di un nuovo insediamento urbano completo di servizi e infrastrutture sia residenziali che turistiche, nell area di Al Raha Beach, alla periferia di Abu Dhabi. La nuova citta avra u dimensione di 6.8 milioni di metri quadri, e prevede di poter ospitare fino a abitanti; Espansione della zo industriale della citta e sua incorporazione nella nuova Abu Dhabi Industrial City, attraverso u partnership pubblico-privato tra la Higher Corporation for Specialised Economic Zone, presieduta dallo Sceicco Hamed bin Zayed Al Nahyan (che dirige anche il Dipartimento Economia e Piano dell Emirato di Abu Dhabi) ed un consorzio (Elite Investment House) di imprese locali operanti ad Abu Dhabi; La previsione di investimenti dall estero di almeno 8 miliardi di Euro per il settore turistico ed il suo indotto. Lo sviluppo turistico verra gestito dalla recentemente istituita Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 18

19 Abu Dhabi Tourism Authority, guidata dallo Sceicco Sultan bin Tahnoon Al Nahyan, e si concentrera sia sulla citta, sia sulle circa 200 isole che circondano Abu Dhabi. Il Gruppo ALDAR Properties 2, parte del colosso Aldar to nel dicembre 2004 per il settore real estate e investimenti su impulso delle Autorita di investimento del Governo di Abu Dhabi, annuncera con cadenza mensile i singoli progetti sviluppati in campo edilizio. In particolare, si segla il progetto di ristrutturazione dell area del Central Market di Abu Dhabi, dove sorgeranno un centro commerciale, un suk arabo e servizi per la citta. Anche nell Emirato di si presentano significative opportunita, connesse allo sviluppo di grandi progetti residenziali e turistici. In aggiunta ai piani relativi allo sviluppo di aree tematiche gestiti da grandi gruppi quali Holding, Nakheel ed EMAAR, si seglano 2 progetti di costruzione di hotel di lusso con design a cura di noti stilisti italiani (Armani e Versace) 3. Si prefigura in merito u possibile partecipazione di imprese italiane specializzate nell arredamento e fornitura dei rivestimenti degli interni. Si elencano di seguito i principali progetti ed enti finziatori: Altri progetti in settori diversi negli EAU Specialised Zones Onshore Project Industrial City Investment Volume Fincing Agencies/ Responsible City Status 1 trillion Arab Industry Abroad Government Tecno Park JAFZA & NAKHEL Abu Dhabi Industrial Zone (Non oil Abu Dhabi Industrial base & Government HCSEZ Abu plans) 35 Billion AED / Abu Dhabi Gov. Dhabi World Class Industries. Ongoing Construction World Class Industrial Complex & a centre for Industry and High Tech. Manufacturing for local & Intertiol companies Administrative & legal work are achieved. HCSEZ is inviting Intertiol Manufacturers to come & direct invest. 2 Nel quadro del progetto di Al Raha Beach, a meta giugno il Gruppo ALDAR Properties ha venduto (in soli 45 minuti!) a 150 cittadini emiratini la prima tranche di case e ville (363 in tutto) realizzate nel sito residenziale di Al Raha Gardens Community, alla periferia di Abu Dhabi. 3 a) Realizzazione, ad opera della Emaar Properties (societa di cui il Goveno detiene il 32%), del progetto Armani Hotels and Resorts, articolato in sette alberghi di lusso e 3 resort. La Emaar Properties investira 1 miliardo di dollari e sara interamente responsabile per gli aspetti operativi, mentre il Gruppo Armani si occupera del design (interni inclusi) e delle forniture degli alberghi. Il primo dei sette hotel da realizzare dovrebbe essere iugurato entro aprile 2008, sara dotato di 175 tra camere e suites per u superficie complessiva di metri quadri, e fara parte del Burj, l edificio residenziale e commerciale piu alto del mondo, in via di costruzione a da parte della Emaar Properties. b) Realizzazione, annunciata a fine maggio 2005 dal Gruppo Gianni Versace S.p.A., del secondo Palazzo Versace Resort a (Arabian Bays, Creek) - il primo e stato aperto in Australia nel settembre 2000 attraverso u joint venture tra l australia Sunland Group Limited e la Emirates Intertiol Holdings, societa che ha acquistato dalla Properties, braccio immobiliare di Holding, il terreno ove sorgera l albergo di lusso. Palazzo Versace comprendera 215 suites, ristoranti, terme e 204 villette di lusso. L ideazione e la fornitura degli interni sara a cura del Gruppo Versace. I lavori dovrebbero cominciare all inizio del 2006, mentre l apertura e prevista nel Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 19

20 Industrial City Development Sharjah Industrial City 3 Billion AED Company ( ICDC KSA) Sharjah Exhibition City Project 8 Billion AED Holding DLC Logistics City. Airport logistics Civil Aviation Finish in 2007 Biotech Free Zone 1.5 billion AED (First Phase) Internet & Media City. Free Zone in Land 21 million sq.feet. The project was launched on it will start on 2006 Gold & Diamond Park -Phase 2 Emaar sports City Heritage Vision 7 Billion AED 450 Million AED Abdul Rahman Al Zarooni, Abdul Rahman Bukhater,Abdul Rahman Falakz. land Dutco Group land Al Shareq Investments & Co land Aqua AED 750 M Sunny Mountain Ski Dome AED 1B 32 Group land The Plantation Equestrian & Polo Club Autodrome Al Emarat Sports AED 100M AED 400 M AED 260 M Plantation Holdings land Union Properties PJSC land Liberty Investment Company land Design Centre Al Nakheel Construction Construction Projects Onshore Fincing Agency/Responsible City Status Project Investment Volume Jumeirah Islands (Free hold residential development ) 250 Million US $ Nakheel Jumeirah Lake Towers (mixed used residential & offices) 3000 Million US$ Nakheel land sq feet. Retail 7 offices, Offices with showrooms, Manufacturing. Comprehensive Sport City: Hockey, Cricket,Rugby,Tennis,3stadiums,h otel,residential, Villas sports themed retail,0ffices, family entertaiment Sound & light Show rrating History & heritage of, Traditiol & Cultural market,hotl, petting Zone 45 million Sq Feet SPA & Water Park entertaiment, educatiol, water game 2.7 Million Sq Feet Antartic -like Hotel & indoor Ski resort 1.4 Million Sq Feet An Equestrian & Polo Centre with Hotel & Ultra luxarious Villas.14.5 Million Sq Feet Million Sq feet Formula 1 grade Test track & associated business park. 32 Million Sq Feet Indoor & outdoor sports facilities. 1.5 Million Sq Feet 5 Millon sq meter House appliances-electronics & electricals. Expected to achieve work in 2006 Work is set to be completed in May 2005 All plots have been sold out to developers with each tower at various stage of tendering, the project is set to be opened in 2007 Redatto da: Ufficio Commerciale Ambasciata Abu Dhabi e Ufficio ICE 20

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y EMIRATI ARABI UNITI NORMATIVA PER GLI INVESTIMENTI NEGLI EMIRATI ARABI UNITI di Avv. Francesco Misuraca Normativa sugli investimenti esteri e relativi incentivi Due leggi riguardano l ingresso nel paese

Dettagli

Operare con l estero: opportunità di business negli Emirati Arabi Uniti. Torino, 14 ottobre 2005 Centro Congressi Torino Incontra Sala Giolitti

Operare con l estero: opportunità di business negli Emirati Arabi Uniti. Torino, 14 ottobre 2005 Centro Congressi Torino Incontra Sala Giolitti Operare con l estero: opportunità di business negli Emirati Arabi Uniti Torino, 14 ottobre 2005 Centro Congressi Torino Incontra Sala Giolitti Opportunita di Business negli Emirati Arabi Uniti Visione

Dettagli

Quadro legislativo, normativa societaria e free zones

Quadro legislativo, normativa societaria e free zones Quadro legislativo, normativa societaria e free zones SEZIONE I. Normativa Societaria Le forme societarie riconosciute negli EAU Le filiali e gli uffici di rappresentanza Le licenze necessarie SEZIONE

Dettagli

EMIRATI ARABI UNITI. Vicenza, 2 ottobre 2007. Dove sono:

EMIRATI ARABI UNITI. Vicenza, 2 ottobre 2007. Dove sono: EMIRATI ARABI UNITI Vicenza, 2 ottobre 2007 Dove sono: 1 Chi sono: Forma istituzionale: Confederazione di 7 Emirati costituita il 2 dicembre 1971 Abu Dhabi Dubai Sharjah Ajman Ras al Khaimah Fujairah Umm

Dettagli

RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO

RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO OTTOBRE 2010 a cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi e dell Ufficio Lavori all Estero e Relazioni Internazionali

Dettagli

Istituto nazionale per il Commercio Estero AFFARI E COMMERCIO CON GLI EMIRATI ARABI UNITI

Istituto nazionale per il Commercio Estero AFFARI E COMMERCIO CON GLI EMIRATI ARABI UNITI Istituto nazionale per il Commercio Estero AFFARI E COMMERCIO CON GLI EMIRATI ARABI UNITI I. COSTITUIRE UN IMPRESA NEGLI EMIRATI ARABI UNITI. Prima del 1984, ogni Emirato, Dubai, Abu Dhabi, Sharjah, Ajman,

Dettagli

Petrolio: l arte di farlo durare

Petrolio: l arte di farlo durare Petrolio: l arte di farlo durare ADNOC, la compagnia petrolifera di Stato di Abu Dhabi è impegnata in un massiccio programma di investimenti per ottimizzare il recupero dai giacimenti esistenti L estrazione

Dettagli

DUBAI. Economia. Sviluppo Immobiliare

DUBAI. Economia. Sviluppo Immobiliare DUBAI 2013 DUBAI Economia Dubai oggi è un importante centro che basa la propria economia sul commercio marittimo (grazie ai suoi due Porti), sul turismo (con oltre 60 milioni di turisti all anno), sul

Dettagli

Seminario di approccio al Mercato Emiratino Taranto, 13 Gennaio 2009

Seminario di approccio al Mercato Emiratino Taranto, 13 Gennaio 2009 Seminario di approccio al Mercato Emiratino Taranto, 13 Gennaio 2009 Cittadella delle Imprese Camera di Commercio di Taranto Ore 16,30 18,30 Programma Saluto del Presidente della Camera di Commercio di

Dettagli

Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane. Consulenza strategica all impresa

Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane. Consulenza strategica all impresa Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane PREMESSA L economia italiana attraversa una fase di acuta recessione. Conseguentemente, le attività industriali produttive, eccetto quelle

Dettagli

Middle East and North Africa Energy

Middle East and North Africa Energy Middle East and North Africa Energy Chatham House, London 25th January 2016 https://www.chathamhouse.org/conferences/middle-east-and-north-africa-energy Intervento dell AD Claudio Descalzi Signore e signori

Dettagli

Nota sui settori delle infrastrutture e dell edilizia

Nota sui settori delle infrastrutture e dell edilizia SINGAPORE Nota sui settori delle infrastrutture e dell edilizia 1 NOTA SUI SETTORI DELLE INFRASTRUTTURE E DELL EDILIZIA A SINGAPORE Negli ultimi anni i settori delle infrastrutture e dell edilizia hanno

Dettagli

S t ud io M a rt el li Ulissi & Partners

S t ud io M a rt el li Ulissi & Partners Studio Martelli Ulissi & Partners Il Kazakhstan conseguita l indipendenza dall'unione Sovietica e terminato il periodo di transizione con la ristrutturazione organizzativa, economica e legislativa ha dato

Dettagli

LA CAMERA DI COMMERCIO ITALIANA NEGLI EAU

LA CAMERA DI COMMERCIO ITALIANA NEGLI EAU LA CAMERA DI COMMERCIO ITALIANA NEGLI EAU In attività dal 1999, accordo di programma Regione Piemonte ICE Cna Riconoscimento ministeriale: 2009 Desk ENIT: 2010 Desk Qatar: 2010 2013 Desk Oman: 2015 Collaborazioni

Dettagli

Quadro generale Libia

Quadro generale Libia LIBIA Real estate Quadro generale Libia La Libia si estende per un area di circa 1.775.000 kmq quadrati. Ha delle ricche riserve petrolifere e depositi di acqua e gas naturali. Ha una popolazione di poco

Dettagli

MF INTERNATIONAL CINA BRASILE RUSSIA PAESI DEL GOLFO AFRICA

MF INTERNATIONAL CINA BRASILE RUSSIA PAESI DEL GOLFO AFRICA MF INTERNATIONAL Un iniziativa editoriale focalizzata sulle ECONOMIE IN FORTE CRESCITA: le opportunità di business per gli investitori e imprenditori italiani, attraverso testimonianze dirette di uomini

Dettagli

Fare Affari in Russia

Fare Affari in Russia Federazione Russa Fare Affari in Russia Investimenti Esteri Agenzia ICE Mosca Settembre 2014 3 INVESTIMENTI ESTERI La Russia ha ricevuto negli ultimi anni ingenti investimenti esteri. Nel 2013 gli investimenti

Dettagli

Report sul gas naturale

Report sul gas naturale Report sul gas naturale A) Focus Energia B) Produzione Gas Naturale C) Consumo Gas Naturale D) Riserve Gas Naturale E) Il Commercio Mondiale di Gas Naturale F) I prezzi G) Il Nord America H) L Europa I)

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

Politiche e programmi per promuovere gli investimenti in efficienza energetica

Politiche e programmi per promuovere gli investimenti in efficienza energetica Percorsi e strumenti finanziari per lo sviluppo degli investimenti in ambito ambientale e dell efficienza energetica per le Imprese Politiche e programmi per promuovere gli investimenti in efficienza energetica

Dettagli

EXPO DUBAI 2020: TUTTE LE OPPORTUNITÀ DA NON PERDERE PER LE IMPRESE ITALIANE

EXPO DUBAI 2020: TUTTE LE OPPORTUNITÀ DA NON PERDERE PER LE IMPRESE ITALIANE EXPO DUBAI 2020: TUTTE LE OPPORTUNITÀ DA NON PERDERE PER LE IMPRESE ITALIANE Il recente successo ottenuto da Dubai, che si e aggiudicata l Expo 2020 il 27 novembre scorso, è destinato ad avere un enorme

Dettagli

Q U A L I T Y M A K E S D I F F E R E N C E

Q U A L I T Y M A K E S D I F F E R E N C E Q U A L I T Y M A K E S D I F F E R E N C E CONCEPT Italia: culla del design e della creatività Bellezza, tradizione, arte, storia e cultura fanno dello stile italiano un sinonimo di eccellenza, da sempre

Dettagli

Progetto "Beograd na Vodi" (Belgrado sull'acqua) JV EMAAR PROPERTIES UAE - GOVERNO REP. DI SERBIA

Progetto Beograd na Vodi (Belgrado sull'acqua) JV EMAAR PROPERTIES UAE - GOVERNO REP. DI SERBIA Progetto "Beograd na Vodi" (Belgrado sull'acqua) JV EMAAR PROPERTIES UAE - GOVERNO REP. DI SERBIA E' un progetto molto importante che fa parte di una serie di investimenti UAE gia' concordati e realizzati

Dettagli

Lingua ufficiale. Shaykh Khalifa bin Zayed Al Nahayan Ingresso nell'onu 9 dicembre 1971. Popolazione totale 9.346.000. PIL pro capite 43 774 $

Lingua ufficiale. Shaykh Khalifa bin Zayed Al Nahayan Ingresso nell'onu 9 dicembre 1971. Popolazione totale 9.346.000. PIL pro capite 43 774 $ EMIRATI ARABI UNITI Lingua ufficiale Capitale Presidente Arabo Abu Dhabi Shaykh Khalifa bin Zayed Al Nahayan Ingresso nell'onu 9 dicembre 1971 Superficie totale 82.880 km² Popolazione totale 9.346.000

Dettagli

Come progettare un Programma Operativo Plurifondo per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio

Come progettare un Programma Operativo Plurifondo per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio Fondi strutturali 2014-2020 Guida pratica Come progettare un Programma Operativo Plurifondo per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio State progettando i Programmi Operativi che plasmeranno

Dettagli

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing PartnerWorld IBM Global Financing Straordinarie possibilità di crescita con IBM Global Financing Servizi finanziari per i Business Partner IBM ibm.com/partnerworld Accesso diretto a un avanzato servizio

Dettagli

DI DUBAI E SRM PRESENTANO LO STUDIO: ECONOMIC OUTLOOK

DI DUBAI E SRM PRESENTANO LO STUDIO: ECONOMIC OUTLOOK COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO-HUB DI DUBAI E SRM PRESENTANO LO STUDIO: ECONOMIC OUTLOOK: IL BUSINESS ITALIANO NEGLI EMIRATI ARABI UNITI LA DIRETTRICE MEDITERRANEO-SUEZ-GOLFO NUOVO ORIZZONTE DI CRESCITA

Dettagli

La Banca Mondiale per le energie rinnovabili Opportunità e Progetti Finanziabili per le Aziende Italiane

La Banca Mondiale per le energie rinnovabili Opportunità e Progetti Finanziabili per le Aziende Italiane Sintesi del seminario organizzato dall ICE il 22/03/2011 in Roma Le migliori aziende per le energie rinnovabili La Banca Mondiale per le energie rinnovabili Opportunità e Progetti Finanziabili per le Aziende

Dettagli

Ufficio ICE di Dubai EMIRATI ARABI UNITI

Ufficio ICE di Dubai EMIRATI ARABI UNITI Ufficio ICE di Dubai EMIRATI ARABI UNITI INTRODUZIONE Negli ultimi trenta anni gli Emirati Arabi Uniti (EAU) sono riusciti a costruire un immagine di progresso e modernita in tutto il Medio Oriente. Fin

Dettagli

UniCredit Banca a sostegno del fotovoltaico Stefano Rossetti Direttore Regionale Emilia Est e Romagna UniCredit Banca

UniCredit Banca a sostegno del fotovoltaico Stefano Rossetti Direttore Regionale Emilia Est e Romagna UniCredit Banca UniCredit Banca a sostegno del fotovoltaico Stefano Rossetti Direttore Regionale Emilia Est e Romagna UniCredit Banca 30 settembre 2007 Agenda La situazione della produzione di energia rinnovabile in Italia

Dettagli

Presentazione opportunità settore building&construction in Libia

Presentazione opportunità settore building&construction in Libia Presentazione opportunità settore building&construction in Libia Quadro generale Libia La Libia si estende per un area di circa 1.775.000 kmq quadrati. Ha delle ricche riserve petrolifere e depositi di

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0232-42-2015

Informazione Regolamentata n. 0232-42-2015 Informazione Regolamentata n. 0232-42-2015 Data/Ora Ricezione 10 Settembre 2015 15:36:22 MTA Societa' : SAIPEM Identificativo Informazione Regolamentata : 63014 Nome utilizzatore : SAIPEMN01 - Chiarini

Dettagli

ZONE FRANCHE ED AREE INDUSTRIALI NEL REGNO DI BAHRAIN

ZONE FRANCHE ED AREE INDUSTRIALI NEL REGNO DI BAHRAIN ZONE FRANCHE ED AREE INDUSTRIALI NEL REGNO DI BAHRAIN Il regno del Bahrain ha destinato ad aree residenziali e commerciali per gli investitori stranieri le seguenti zone: - Ahmed Al-Fateh District - Hoora

Dettagli

Scheda n. 3 PER COSA SARANNO UTILIZZATI I FONDI?

Scheda n. 3 PER COSA SARANNO UTILIZZATI I FONDI? Scheda n. 3 PER COSA SARANNO UTILIZZATI I FONDI? Il piano di investimenti per l Europa consisterà in un pacchetto di misure volte a sbloccare almeno 315 miliardi di euro di investimenti pubblici e privati

Dettagli

LA NOVITÀ NELL ENERGIA, DA 70 ANNI.

LA NOVITÀ NELL ENERGIA, DA 70 ANNI. LA NOVITÀ NELL ENERGIA, DA 70 ANNI. IL GRUPPO ERG UNA REALTÀ MULTIENERGY DA OLTRE 70 ANNI IL GRUPPO ERG È UN PUNTO DI RIFERIMENTO NEL MERCATO ENERGETICO ITALIANO Il Gruppo, dal 2002, si è articolato in

Dettagli

MISSIONE IN ROMANIA SETTORE LOGISTICA

MISSIONE IN ROMANIA SETTORE LOGISTICA MISSIONE IN ROMANIA SETTORE LOGISTICA OPPORTUNITÀ: Dato che il settore logistico in senso stretto (considerando cioè gli operatori di piattaforme o snodi di traffici merci dove vengono compiute operazioni

Dettagli

DELIBERA N. 221/00 L AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS. Nella riunione del 6 dicembre 2000,

DELIBERA N. 221/00 L AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS. Nella riunione del 6 dicembre 2000, DELIBERA N. 221/00 AVVIO DI ISTRUTTORIA CONOSCITIVA CONCERNENTE EVENTUALI EFFETTI INDOTTI DA INIZIATIVE ASSUNTE DALL ENEL SPA NEL SETTORE DELLE TELECOMUNICAZIONI SULLA PRODUZIONE E SULLA EROGAZIONE DEI

Dettagli

registrato banche locali e banche estere

registrato banche locali e banche estere La Banca centrale svolge un ruolo di versatile nell'economia nazionale degli Emirati Arabi Uniti. Oltre al "banca di tutte le banche del paese, è anche un banchiere e consulente finanziario al governo.

Dettagli

Il settore della cantieristica da diporto negli EAU

Il settore della cantieristica da diporto negli EAU Il settore della cantieristica da diporto negli EAU Gli Emirati Arabi Uniti sono caratterizzati da 1,318km di costa e i suoi abitanti hanno una lunga tradizione legata al mare. Ne risulta che gli attracchi

Dettagli

FOTOVOLTAICO: DOVE SIAMO E DOVE ANDREMO

FOTOVOLTAICO: DOVE SIAMO E DOVE ANDREMO FOTOVOLTAICO: DOVE SIAMO E DOVE ANDREMO Giovanni Simoni Chairman Assosolare Fiorano - 24 Ottobre 2012 Fotovoltaico in Italia: dove siamo Impianti fotovoltaici installati: 450.000 Potenza Totale: 16.000

Dettagli

Struttura di Università e Città

Struttura di Università e Città Sine Putimu. Università e città_allegati In occasione del quarto laboratorio tematico Sine Putimu. Università e Città, si inviano tutti i cittadini a partecipare alla costruzione del PUG (Piano Urbanistico

Dettagli

VIANINI LAVORI SpA. Maggio 2005

VIANINI LAVORI SpA. Maggio 2005 VIANINI LAVORI SpA Maggio 2005 IL GRUPPO CALTAGIRONE Il Gruppo Caltagirone opera in 3 principali settori di attività: Costruzioni, Cemento, Media Le vendite aggregate di Gruppo nel 2004 sono state pari

Dettagli

COLOMBIA INVESTIMENTI DIRETTI ESTERI MARZO 2014 ICE BOGOTA

COLOMBIA INVESTIMENTI DIRETTI ESTERI MARZO 2014 ICE BOGOTA COLOMBIA INVESTIMENTI DIRETTI ESTERI MARZO 2014 INVESTIMENTI DIRETTI ESTERI Per la normativa colombiana è considerato investimento estero ogni investimento di capitale effettuato nel Paese (anche in una

Dettagli

Il Programma Nazionale dello Sviluppo Rurale (PNDR) 2014-2020 all esame della Commissione Europea

Il Programma Nazionale dello Sviluppo Rurale (PNDR) 2014-2020 all esame della Commissione Europea Il Programma Nazionale dello Sviluppo Rurale (PNDR) 2014-2020 all esame della Commissione Europea Il Ministero dell Agricoltura e dello Sviluppo Rurale (MADR) ha trasmesso il 21 marzo alla Commissione

Dettagli

Elettrificazione rurale in Africa: opportunità di business per le aziende Italiane del comparto Energia

Elettrificazione rurale in Africa: opportunità di business per le aziende Italiane del comparto Energia Elettrificazione rurale in Africa: opportunità di business per le aziende Italiane del comparto Energia Workshop on the European Commission Electrification Financing Initiative (ElectriFI ) Rome, April

Dettagli

SULLE CONDIZIONI E SUI MODI PER ATTRARRE GLI INVESTIMENTI DIRETTI. ("Gazzetta Ufficiale della Repubblica Serbia nr. 56/2006 e 50/2007 e 70/2008 )

SULLE CONDIZIONI E SUI MODI PER ATTRARRE GLI INVESTIMENTI DIRETTI. (Gazzetta Ufficiale della Repubblica Serbia nr. 56/2006 e 50/2007 e 70/2008 ) DECRETO SULLE CONDIZIONI E SUI MODI PER ATTRARRE GLI INVESTIMENTI DIRETTI ("Gazzetta Ufficiale della Repubblica Serbia nr. 56/2006 e 50/2007 e 70/2008 ) Contenuto del decreto Art. 1 Con il presente decreto

Dettagli

COMUNICATO STAMPA SAIPEM: Previsioni riviste sui risultati del 2012 e previsioni per l esercizio 2013

COMUNICATO STAMPA SAIPEM: Previsioni riviste sui risultati del 2012 e previsioni per l esercizio 2013 COMUNICATO STAMPA SAIPEM: Previsioni riviste sui risultati del 2012 e previsioni per l esercizio 2013 Previsioni 2012 in leggero calo dopo l esame dell andamento e delle prospettive dei contratti in portafoglio

Dettagli

COOPERAZIONE FINANZIARIA NEL MEDITERRANEO E NEI BALCANI

COOPERAZIONE FINANZIARIA NEL MEDITERRANEO E NEI BALCANI COOPERAZIONE FINANZIARIA NEL MEDITERRANEO E NEI BALCANI Linee di credito agevolato a sostegno delle PMI della Serbia, dell Albania, della Tunisia e della Siria (Sintesi) stefano.formenti@esteri.it 1 COOPERAZIONE

Dettagli

BENVENUTI IN GEORGIA!

BENVENUTI IN GEORGIA! BENVENUTI IN GEORGIA! GEORGIA DEPARTMENT OF ECONOMIC DEVELOPMENT TORINO, Giugno 2013 ACCESSO GLOBALE: LOCALITÀ STRATEGICA IN UNA REGIONE CRESCENTE Regione del Sud-Est in crescita Il PIL della regione consistente

Dettagli

TANGER MED UNA PIATTAFORMA LOGISTICA ED INDUSTRIALE DI LIVELLO INTERCONTINENTALE

TANGER MED UNA PIATTAFORMA LOGISTICA ED INDUSTRIALE DI LIVELLO INTERCONTINENTALE TANGER MED UNA PIATTAFORMA LOGISTICA ED INDUSTRIALE DI LIVELLO INTERCONTINENTALE Agenzia Italiana per il Commercio Estero Sezione per la Promozione degli Scambi dell Ambasciata d Italia in Marocco 21,

Dettagli

San Paolo: multiple opportunità che danno un impulso ai tuoi affari

San Paolo: multiple opportunità che danno un impulso ai tuoi affari San Paolo: multiple opportunità che danno un impulso ai tuoi affari L importanza dell economia paulista trascende le frontiere brasiliane. Lo Stato è una delle regioni più sviluppate di tutta l America

Dettagli

Quadro giuridico per investire

Quadro giuridico per investire LIBIA Investimenti Quadro giuridico per investire La legge sugli investimenti, l. n. 9 del 2010 si caratterizza per gli aspetti di spiccata innovazione e attenzione rispetto all attrattività dei capitali

Dettagli

Missione imprenditoriale

Missione imprenditoriale Missione imprenditoriale Opportunità Dubai & middle east Supporto tecnico by: Missione imprenditoriale Presentazione e obiettivi Quando: dal 22 al 26 Maggio 2016 Dove: Dubai Partecipanti: imprenditori

Dettagli

La Struttura del Sistema Energetico e dei Meccanismi di Incentivo alle Fonti Rinnovabili Parte II

La Struttura del Sistema Energetico e dei Meccanismi di Incentivo alle Fonti Rinnovabili Parte II Corso di Formazione ESTATE La Struttura del Sistema Energetico e dei Meccanismi di Incentivo alle Fonti Rinnovabili Parte II Daniele Cocco Dipartimento di Ingegneria Meccanica Università degli Studi di

Dettagli

IL SETTORE DELLE COSTRUZIONI ED IMMOBILIARE NEGLI EMIRATI ARABI UNITI. 1 Situazione economica generale ed il settore delle costruzioni negli EAU

IL SETTORE DELLE COSTRUZIONI ED IMMOBILIARE NEGLI EMIRATI ARABI UNITI. 1 Situazione economica generale ed il settore delle costruzioni negli EAU Ufficio ICE di Dubai IL SETTORE DELLE COSTRUZIONI ED IMMOBILIARE NEGLI EMIRATI ARABI UNITI Periodo di riferimento: 2006 (Tutti I dati riportati nel presente studio si riferiscono all anno in questione,

Dettagli

Il leader nell efficienza energetica e ambientale

Il leader nell efficienza energetica e ambientale Il leader nell efficienza energetica e ambientale GDF SUEZ offre soluzioni energetiche innovative a privati, comunità e imprese, avvalendosi di: un portafoglio di approvvigionamento diversificato un parco

Dettagli

Gestione Finanziaria delle Imprese. private equity e venture capital

Gestione Finanziaria delle Imprese. private equity e venture capital GESTIONE FINANZIARIA DELLE IMPRESE Private Equity e Venture Capital Il private equity e il venture capital Anni 80 Con venture capital si definiva l apporto di capitale azionario, da parte di operatori

Dettagli

Risultati Alstom 2014/15

Risultati Alstom 2014/15 Comunicato stampa 6 maggio 2015 Risultati Alstom 2014/15 Nuovo record di ordini (10 miliardi di euro) e del portafoglio ordini (28 miliardi di euro) Utile operativo in aumento di circa il 20% Free cash

Dettagli

Lo sviluppo dei prodotti finanziari in Italia Carlo Maria Magni Gruppo di Lavoro Finanza

Lo sviluppo dei prodotti finanziari in Italia Carlo Maria Magni Gruppo di Lavoro Finanza Il solare fotovoltaico: la nascita di una nuova industria per il Mediterraneo Installare il sole: strumenti finanziari e assicurativi Lo sviluppo dei prodotti finanziari in Italia Carlo Maria Magni Zeroemission

Dettagli

Aspetti economici e strutturali del sistema produttivo veneto in relazione agli assi di trasporto europei

Aspetti economici e strutturali del sistema produttivo veneto in relazione agli assi di trasporto europei Il nuovo Piano nazionale della logistica 2011-2020: effetti sul territorio veneto Aspetti economici e strutturali del sistema produttivo veneto in relazione agli assi di trasporto europei Gian Angelo Bellati

Dettagli

ELENA. European Local Energy Assistance

ELENA. European Local Energy Assistance ELENA European Local Energy Assistance SOMMARIO 1. Obiettivo 2. Budget 3. Beneficiari 4. Azioni finanziabili 5. Come partecipare 6. Criteri di selezione 7. Contatti OBIETTIVI La Commissione europea e la

Dettagli

2012 Scenari Energetici al 2040

2012 Scenari Energetici al 2040 212 Scenari Energetici al Sommario Fondamentali a livello globale 2 Settore residenziale e commerciale 3 Settore dei trasporti 4 Settore industriale 5 Produzione di energia elettrica 6 Emissioni 7 Offerta

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 STRUMENTI FINANZIARI DELLA POLITICA DI COESIONE PER IL PERIODO 2014-2020 POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A dicembre 2013, il Consiglio dell Unione europea ha formalmente adottato le nuove normative e le

Dettagli

Maranhão: Progetto d investimento immobiliare

Maranhão: Progetto d investimento immobiliare Maranhão: Progetto d investimento immobiliare Premessa E noto a tutti come il Brasile rappresenti una delle grandi economie emergenti, caratterizzate da tassi di crescita elevati e relativamente stabili

Dettagli

8,5 7,9 7,3 6,3 5,7 5,1 5,2 4,2 2,4 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010-1,3

8,5 7,9 7,3 6,3 5,7 5,1 5,2 4,2 2,4 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010-1,3 Panoramica del settore delle energie rinnovabili in Romania La Romania si trova nel centro geografico d'europa (nel sud-ovest del centro Europa). Il paese ha 21,5 milioni di abitanti e si estende su una

Dettagli

Nei prossimi anni ingenti capitali saranno destinati al settore della green economy ; solo in Italia già oltre 3 miliardi di Euro nel 2010.

Nei prossimi anni ingenti capitali saranno destinati al settore della green economy ; solo in Italia già oltre 3 miliardi di Euro nel 2010. Note sul Piano di Azione Nazionale per le energie rinnovabili (PAN). Nei prossimi anni ingenti capitali saranno destinati al settore della green economy ; solo in Italia già oltre 3 miliardi di Euro nel

Dettagli

Discussione del Rapporto del Centro Studi Confindustria su. Infrastrutture, crescita e competitività

Discussione del Rapporto del Centro Studi Confindustria su. Infrastrutture, crescita e competitività Discussione del Rapporto del Centro Studi Confindustria su Infrastrutture, crescita e competitività Piero Casadio Confindustria, 15 dicembre 2011 1 Introduzione Il capitolo del Rapporto di Confindustria

Dettagli

MATCHING Brasile. San Paolo, 24-25 giugno 2013

MATCHING Brasile. San Paolo, 24-25 giugno 2013 MATCHING Brasile San Paolo, 24-25 giugno 2013 LE INFORMAZIONI GENERALI I settori* coinvolti sono : Agricolo, agroalimentare (food & beverage), agroindustriale Edilizia e impiantistica: materiali e prodotti

Dettagli

COSTRUIRE L HUB CAMERALE DEL CREDITO E DELLA FINANZA PIANO DI RIPOSIZIONAMENTO STRATEGICO PER IL TRIENNIO 2015-2017

COSTRUIRE L HUB CAMERALE DEL CREDITO E DELLA FINANZA PIANO DI RIPOSIZIONAMENTO STRATEGICO PER IL TRIENNIO 2015-2017 COSTRUIRE L HUB CAMERALE DEL CREDITO E DELLA FINANZA 1 PIANO DI RIPOSIZIONAMENTO STRATEGICO PER IL TRIENNIO 2015-2017 Premessa Le recenti iniziative varate dal Governo per il riordino del sistema camerale

Dettagli

PROGRAMMA DI CONCESSIONE DELLA CITTADINANZA AGLI INVESTITORI STRANIERI DELLO STATO DI ANTIGUA & BARBUDA

PROGRAMMA DI CONCESSIONE DELLA CITTADINANZA AGLI INVESTITORI STRANIERI DELLO STATO DI ANTIGUA & BARBUDA PROGRAMMA DI CONCESSIONE DELLA CITTADINANZA AGLI INVESTITORI STRANIERI DELLO STATO DI ANTIGUA & BARBUDA 1 JANIK PARTNERS Janik Partners è un azienda specializzata nei servizi di consulenza e supporto alla

Dettagli

ADRE HYDROPOWER! RASSEGNA STAMPA! OTTOBRE 2014

ADRE HYDROPOWER! RASSEGNA STAMPA! OTTOBRE 2014 ADRE HYDROPOWER!!! OTTOBRE 2014! ! RADIOCOR SOLE 24 ORE! SPECCHIO ECONOMICO! NOTIZIARIO ECONOMICO FARNESINA! STAFFETTA QUOTIDIANA! QUOTIDIANO ENERGIA! ECOSEVEN! IL SOLE 24 ORE! IL PICCOLO! AGENPARL! ASCA!

Dettagli

Vismara & Akthar Advocates & Business Advisers. Dubai - Milan

Vismara & Akthar Advocates & Business Advisers. Dubai - Milan Vismara & Akthar Advocates & Business Advisers Dubai - Milan Mission Aiutare le aziende italiane a creare entità giuridiche negli UAE ( Emirati Arabi Uniti ) per le loro Business Operations, individuando

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE VANNUCCI, BERSANI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE VANNUCCI, BERSANI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2113 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI VANNUCCI, BERSANI Agevolazioni per l arredo della prima casa di abitazione e dell ufficio,

Dettagli

Il Consorzio Qatar-Italia.

Il Consorzio Qatar-Italia. Il Consorzio Qatar-Italia. Strumento privilegiato per cogliere le opportunità di investimento in Qatar. Preparato da: ABC International SpA Aprile/Maggio 2007 1 Il Qatar: una realtà in via di formazione

Dettagli

Mini MBA in Doing Business in China

Mini MBA in Doing Business in China Indice: Mini MBA in Doing Business in China Mini MBA in Doing Business in Brazil Mini MBA in Doing Business in the Middle East Mini MBA in Doing Business in Japan Mini MBA in Starting a Business in Germany

Dettagli

Le Aziende del Distretto Green & High Tech presentano i loro progetti. Valorizzare le sinergie della rete per creare valore aggiunto

Le Aziende del Distretto Green & High Tech presentano i loro progetti. Valorizzare le sinergie della rete per creare valore aggiunto Le Aziende del Distretto Green & High Tech presentano i loro progetti Valorizzare le sinergie della rete per creare valore aggiunto BMS IMPIANTI S.r.l. Marco Colombo 10-15 Aprile 2014 APA Confartigianato

Dettagli

Seminario MARE, PORTO, CITTA : Un paradigma economico di sviluppo. Porto di Napoli: quali scenari per il futuro

Seminario MARE, PORTO, CITTA : Un paradigma economico di sviluppo. Porto di Napoli: quali scenari per il futuro Seminario MARE, PORTO, CITTA : Un paradigma economico di sviluppo Porto di Napoli: quali scenari per il futuro Napoli, 2 Marzo 2016 Arianna Buonfanti Researcher Maritime Economy Observatory SRM Il Mediterraneo

Dettagli

AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLA SARDEGNA ARPAS

AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLA SARDEGNA ARPAS AVVISO MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PRELIMINARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L ACQUISIZIONE IN LOCAZIONE O IN PROPRIETA DI UN IMMOBILE SITO NEL COMUNE DI ORISTANO, DESTINATO AD ACCOGLIERE UFFICI E LABORATORI

Dettagli

Nuove rotte per la crescita del Mezzogiorno:

Nuove rotte per la crescita del Mezzogiorno: Nuove rotte per la crescita del Mezzogiorno: Presentazione del 2 Rapporto Annuale Italian Maritime Economy Napoli, 5 giugno 2015 Sala delle Assemblee del Banco di Napoli SINTESI DELLA RICERCA UN MEDITERRANEO

Dettagli

CENTRO CORPORATE RICERCA & SVILUPPO

CENTRO CORPORATE RICERCA & SVILUPPO CENTRO CORPORATE RICERCA & SVILUPPO Nell ambito del processo di rinnovamento aziendale avviato negli ultimi anni, si inserisce un sempre maggiore impegno nella Ricerca & Sviluppo (R&S) sia come motore

Dettagli

FONDI EUROPEI 2007-2013

FONDI EUROPEI 2007-2013 FONDI EUROPEI 2007-2013 OPPORTUNITA PER LE IMPRESE ITALIANE IN POLONIA Torino, 20 ottobre 2008 La Polonia nella UE La Polonia è Paese Membro dell UE dal 1 maggio 2004 e negli anni 2007-2013 diventerà il

Dettagli

USA POLITICA ENERGETICA NAZIONALE

USA POLITICA ENERGETICA NAZIONALE USA POLITICA ENERGETICA NAZIONALE Francesca Conte, Roberta Righi INDICE National Energy Policy (NEP) Department of Energy, DOE Energy Policy Act (2003) Bibliografia The goal is to develop a national energy

Dettagli

Un azione di sistema a sostegno del business delle imprese italiane in Serbia

Un azione di sistema a sostegno del business delle imprese italiane in Serbia Un azione di sistema a sostegno del business delle imprese italiane in Serbia Ing. Renato Pujatti Pordenone, 9 giugno 2011 Obiettivi del progetto Costituire una rete di attori economici e istituzionali

Dettagli

Smart Society Day ICT e Smart Grid

Smart Society Day ICT e Smart Grid Smart Society Day ICT e Smart Grid Politecnico di Torino, 10 giugno 2015 Valeria Cantello New Business Development EnerGrid S.p.A., società italiana con sede a Torino e con filiali a Milano e Roma, opera

Dettagli

LA SCELTA DELLA FORMA DELL INVESTIMENTO

LA SCELTA DELLA FORMA DELL INVESTIMENTO LA SCELTA DELLA FORMA DELL INVESTIMENTO Le forme di investimento in Cina La normativa cinese sugli investimenti stranieri consente agli investitori stranieri di realizzare diversi tipi di societa. Una

Dettagli

Eni: Piano Strategico 2013-2016 Crescita e rendimenti sostenibili

Eni: Piano Strategico 2013-2016 Crescita e rendimenti sostenibili Eni: Piano Strategico 2013-2016 Crescita e rendimenti sostenibili E&P: eccezionali opportunità di crescita o Produzione di idrocarburi in crescita >4% medio annuo al 2016 G&P: posizionamento delle attività

Dettagli

Camera di Commercio Italiana in Qatar. www.ibcqatar.org

Camera di Commercio Italiana in Qatar. www.ibcqatar.org Camera di Commercio Italiana in Qatar www.ibcqatar.org PANORAMICA GENERALE DEL PAESE INDICATORI MACROECONIMICI 2011 2012 2013 PIL NOMINALE (MLN ) 124,658 138,392 150,306 VARIAZIONE DEL PIL REALE (%) 14,1

Dettagli

L industria immobiliare italiana 2012: opportunità per la crescita

L industria immobiliare italiana 2012: opportunità per la crescita L industria immobiliare italiana 2012: opportunità per la crescita GUALTIERO TAMBURINI ASSEMBLEA ANNUALE FEDERIMMOBILIARE ROMA, 18 GENNAIO 2012 Il quadro macroeconomico PIL ed occupazione (variazioni %

Dettagli

Nota di sintesi PROSPETTIVE DELLE COMUNICAZIONE DELL OCSE : EDIZIONE 2003. Overview. OECD Communications Outlook : 2003 Edition

Nota di sintesi PROSPETTIVE DELLE COMUNICAZIONE DELL OCSE : EDIZIONE 2003. Overview. OECD Communications Outlook : 2003 Edition Nota di sintesi PROSPETTIVE DELLE COMUNICAZIONE DELL OCSE : EDIZIONE 2003 Overview OECD Communications Outlook : 2003 Edition Prospettive delle comunicazioni dell'ocse : Edizione 2003 Le note di sintesi

Dettagli

Le rinnovabili in cifre

Le rinnovabili in cifre Le rinnovabili in cifre (Febbraio 2004) Le energie rinnovabili - il vento, l acqua, la biomassa, il sole e l energia geotermica costituiscono un enorme potenziale per la tutela del clima. Il nuovo Jahrbuch

Dettagli

UK: tassazione agevolata a chi deposita brevetti e conseguenze favorevoli per il mercato

UK: tassazione agevolata a chi deposita brevetti e conseguenze favorevoli per il mercato UK: tassazione agevolata a chi deposita brevetti e conseguenze favorevoli per il mercato Marina Mauro 24 Settembre 2012 Salone della Proprietà Industriale INTRODUZIONE CHI SIAMO MURGITROYD & COMPANY è

Dettagli

Le Domande e le Risposte sul Patentino dei Frigoristi 15 marzo 2013

Le Domande e le Risposte sul Patentino dei Frigoristi 15 marzo 2013 Le Domande e le Risposte sul Patentino dei Frigoristi 15 marzo 2013 A seguito delle numerose domande inerenti al Patentino dei Frigoristi, giunte in redazione nei giorni scorsi, riportiamo le FAQ (domande

Dettagli

PROGRAMMA INDUSTRIA 2015

PROGRAMMA INDUSTRIA 2015 Piattaforma Tecnologica Nazionale Marittima PROGRAMMA INDUSTRIA 2015 PROPOSTA DI Azioni Connesse sulle Tecnologie Marine {1} 4/09 L Italia e il Mare L Italia ha oltre 8.000 chilometri di coste ed una innata

Dettagli

AMBITO LEGALE DEI PROGETTI LEGATI ALLE FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI IN POLONIA

AMBITO LEGALE DEI PROGETTI LEGATI ALLE FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI IN POLONIA AMBITO LEGALE DEI PROGETTI LEGATI ALLE FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI IN POLONIA 1. ENERGIA RINNOVABILE IN POLONIA 2. BASE LEGISLATIVA 3. CHE COS È L ENERGIA RINNOVABILE? 4. CERTIFICATI DI ORIGINE 5. CONCESSIONI

Dettagli

ALLEGATO B. Protocollo d intesa

ALLEGATO B. Protocollo d intesa Protocollo d intesa per la determinazione del valore del canone di locazione delle stazioni radio base finalizzate all erogazione del servizio di telefonia mobile ALLEGATO B Protocollo d intesa per la

Dettagli

La scelta dei canali di entrata. Michela Floris micfloris@unica.it

La scelta dei canali di entrata. Michela Floris micfloris@unica.it La scelta dei canali di entrata Michela Floris micfloris@unica.it Una premessa Individuare il canale che, meglio degli altri può essere efficace per la propria attività nei mercati esteri non è semplice

Dettagli

Startup. Da: «Fondatori» Luca De Biase / Luca Tremolada Hoepli 2014

Startup. Da: «Fondatori» Luca De Biase / Luca Tremolada Hoepli 2014 Da: «Fondatori» Luca De Biase / Luca Tremolada Hoepli 2014 Nell ultimo decennio, nei paesi OCSE, le imprese nate da cinque anni o meno hanno generato quasi la metà di tutti i nuovi posti di lavoro, mentre

Dettagli

INFORMATIVA 02/2010. Il terzo Conto Energia: 2011-2013

INFORMATIVA 02/2010. Il terzo Conto Energia: 2011-2013 INFORMATIVA 02/2010 Il terzo Conto Energia: 2011-2013 Realizzato da: TIS Area Energia & Ambiente Data: Bolzano, 08/10/2010 TIS AREA ENERGIA & AMBIENTE 2 Indice 1 L attuale Conto Energia... 4 1.1 Introduzione...

Dettagli

Sfrutta appieno le potenzialità del software SAP in modo semplice e rapido

Sfrutta appieno le potenzialità del software SAP in modo semplice e rapido Starter Package è una versione realizzata su misura per le Piccole Imprese, che garantisce una implementazione più rapida ad un prezzo ridotto. E ideale per le aziende che cercano ben più di un semplice

Dettagli

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y QATAR DISCIPLINA IMPORT EXPORT IN QATAR di Avv. Francesco Misuraca Regole dell import-export in Qatar Licenza d importazione, iscrizione nel Registro Importatori, altre regole La legge doganale del Qatar,

Dettagli