2. Struttura economica.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "2. Struttura economica."

Transcript

1 2. Struttura economica. La Svizzera è una delle economie più liberali e competitive del mondo. Da sempre il Paese cura stretti rapporti economici con l estero. Dotata di un diritto chiaro e sicuro, garantisce agli investitori basi decisionali stabili nel lungo periodo, una densità normativa relativamente contenuta e una vicinanza alle istituzioni di ricerca che ne fanno un sito interessante in ambito europeo per impiantare attività di servizi e di produzione all avanguardia. 2.1 Prodotto interno lordo e struttura settoriale. La Svizzera si colloca al quarto posto a livello mondiale in termini di prodotto interno lordo pro capite. Nel 2010 il prodotto interno lordo pro capite ammontava a USD , ovvero nettamente superiore alla media UE. La Svizzera supera del 84 % il Regno Unito (UK), del 64 % la Germania e del 62 % la Francia. Circa il 72 % del prodotto interno lordo proviene dal settore dei servizi. Anche l industria è tuttavia un pilastro dell economia, con il 27 % del PIL. Comparti chiave sono la chimica, i beni d investimento e le banche. L economia svizzera è fortemente orientata all esportazione, il rapporto fra il volume degli scambi internazionali e il PIL è tra i più elevati del mondo. In questo contesto, un ruolo importante è quello dell UE (59,7 % delle esportazioni, 78,0 % delle importazioni). Le piccole e medie imprese (PMI) hanno un ruolo dominante per quanto riguarda la struttura dell economia svizzera. Più del 99 % delle imprese impiega meno di 250 persone a tempo pieno. L attaccamento dei dipendenti alla propria impresa è molto forte, motivazione e impegno verso quest ultima sono molto sentiti. Queste peculiarità si riflettono nel pensiero costante di garantire la qualità sia nel settore dell industria che in quello dei servizi. Anche per quanto riguarda l innovazione la Svizzera occupa i primi posti a livello internazionale. Fig. 8: Prodotto interno lordo pro capite (nominale), 2010 in USD 1 Lussemburgo Norvegia Qatar Svizzera Danimarca Stati Uniti Paesi Bassi Irlanda Austria Singapore Belgio Giappone Francia Germania Gran Bretagna Italia Hong Kong SAR Brasile Russia Cina India Fonte: IMD World Competitiveness Online

2 Fig. 9: Struttura settoriale e livelli di occupazione, 2011 Settore Occupazione (quarto trimestre 2011) in migliaia in % Totale (senza agricoltura e selvicoltura) 4 085,2 100 Settore II totale 1 035,7 25,00 Edilizia 317,3 7,77 Apparecchiature elettriche, dispositivi di 143,4 3,51 elaborazione dati, orologi Metallurgia, lavorazione dei metalli 101,0 2,47 Ingegneria meccanica 86,1 2,11 Industria del legno, della carta e stampa 76,8 1,85 Industria chimica e fabbricazione di materie 75,4 1,85 plastiche Industrie alimentari e delle bevande 66,8 1,64 Altre industrie manifatturiere 59,4 1,45 Approvvigionamento idrico ed energetico 40,6 0,99 Industria farmaceutica 37,6 0,92 Tessuti e abbigliamento 15,7 0,38 Industria automobilistica 15,6 0,38 Settore III totale 3 049,5 75,00 Commercio, manutenzione e riparazione 631,9 15,47 di veicoli motorizzati/beni di seconda mano Sanità e servizi sociali 510,0 12,48 Altri servizi 301,8 7,39 Educazione 275,7 6,75 Circolazione, poste e telecomunicazioni 268,8 6,58 Servizi finanziari e assicurativi 232,7 5,70 Settore alberghiero e ristorazione 231,6 5,67 Amministrazione pubblica 169,4 4,15 Servizi forniti alle imprese 148,2 3,63 Immobili 135,9 3,33 Attività informatiche 75,5 1,85 Arte, spettacoli e attività ricreative 47,4 1,16 Ricerca e sviluppo 20,6 0,50 Fonte: Ufficio federale di statistica UFS, Statistica dell occupazione (STATIMP) Fig. 10: Competitività internazionale, 2011 Global Competitiveness Index (GCI) 1 Svizzera Singapore Svezia Finlandia Stati Uniti Paesi Bassi Danimarca Giappone Gran Bretagna Hong Kong SAR Belgio Francia Lussemburgo Cina Irlanda Italia Brasile India Russia 4.21 Fonte: World Economic Forum, The Global Competitiveness Report Fig. 11: Indice dell innovazione globale, Svizzera 63,80 2 Svezia 62,10 3 Singapore 59,60 4 Hong Kong SAR 58,80 5 Finlandia 57,50 6 Danimarca 57,00 7 Stati Uniti 56,60 9 Paesi Bassi 56,30 10 Gran Bretagna 56,00 12 Germania 54,90 13 Irlanda 54,10 17 Lussemburgo 52,70 20 Giappone 50,30 22 Francia 49,30 24 Belgio 49,10 29 Cina 46,40 35 Italia 40,70 47 Brasile 37,80 56 Russia 35,90 62 India 34,50 Fonte: INSEAD, The Global Innovation Index

3 2.2 Rete internazionale. La Svizzera rappresenta un mercato di piccole dimensioni e possiede poche risorse nell ambito delle materie prime (con l eccezione dell acqua). Fin dalla rivoluzione industriale, le imprese svizzere sono state obbligate a cercare sbocchi all estero. Le esportazioni realizzano circa il 35 % del prodotto interno lordo. Di conseguenza, la Svizzera è diventato uno tra i principali Paesi esportatori, ricoprendo una posizione di vertice in entrambe le esportazioni di beni e servizi Scambi di beni e servizi L Europa è di gran lunga il cliente più importante della Svizzera. Gli scambi con l UE rappresentano quattro quinti delle merci importate e tre quinti di quelle esportate. La Germania è tradizionalmente il fornitore e il cliente più importante della Svizzera. Al secondo posto dei fornitori troviamo l'italia e al terzo la Francia. Tra i clienti più importanti, al secondo posto troviamo gli USA, seguiti da Italia e Francia. I Paesi emergenti e quelli in via di sviluppo assorbono il 20 % delle esportazioni e approssimativamente il 10 % delle importazioni. Fig. 12: Bilancia commerciale in % del PIL, Singapore 22,21 2 Svizzera 14,58 3 Qatar 13,96 4 Norvegia 12,85 5 Malesia 11,79 7 Lussemburgo 7,76 8 Paesi Bassi 7,66 9 Hong Kong SAR 6,58 12 Germania 5,66 13 Danimarca 5,54 14 Cina 5,21 15 Russia 4,77 20 Giappone 3,56 29 Belgio 1,37 33 Irlanda 0,74 38 Francia 2,05 40 Brasile 2,27 42 Gran Bretagna 2,49 44 India 3,02 47 Stati Uniti 3,21 Fonte: IMD World Competitiveness Online 2011 Le imprese svizzere che lavorano per l industria automobilistica ed aeronautica rappresentano ottimi esempi di settori esportatori di grande successo: esse costituiscono una rete relativamente poco conosciuta di fornitori di servizi altamente specializzati e di produttori di pezzi che lavorano nei settori della meccanica di precisione, della microtecnica, della tecnologia di materiali, delle materie sintetiche e dei tessili. Le imprese svizzere hanno potuto contraddistinguersi come fornitori affidabili, grazie ai loro prodotti di alta qualità e di grande precisione. La Svizzera è cofirmataria dell accordo che ha istituito l OMC. Concludendo accordi di libero scambio ha sempre promosso la liberalizzazione del mercato in qualità di Paese membro dell AELS e nel quadro di accordi bilaterali con l UE. Grazie alla sua coerente politica di apertura del mercato, la Svizzera è un efficiente centro di scambi e un mercato importante sotto il profilo economico, non soltanto in relazione alla dimensione del mercato. Fig. 13: Esportazioni e importazioni per blocchi economici, 2010, in miliardi di CHF 142,4 UE & AELS 120,1 Paesi industrializzati extraeuropei Paesi in transizione Paesi emergenti Paesi in via di sviluppo 14,9 32,6 9,5 11,8 8,0 22,5 8,6 16,5 Importazioni Esportazioni Fonte: 19

4 2.2.2 Investimenti diretti La Svizzera non è soltanto ben inserita nei mercati internazionali di beni e di servizi. Data la sua posizione geografica, la mancanza di risorse naturali e le piccole dimensioni del mercato interno è molto impegnata anche negli investimenti all estero. Ne è la dimostrazione il rapporto esistente tra il valore degli investimenti diretti svizzeri all estero e il prodotto interno lordo nominale, che a fine 2009 si attestava al 164 %. A livello mondiale, la Svizzera è al sesto posto per quanto riguarda gli investimenti diretti all estero. Si classifica al sesto posto come investitore diretto negli USA; il 19,2 % ovvero milioni di CHF di tutti gli investimenti diretti svizzeri si fanno negli Stati Uniti. Inoltre la Svizzera è una piazza economica interessante per investitori esteri, soprattutto per quelli provenienti dall area UE (83,6 %, milioni di CHF) e dagli Stati Uniti. Lo stock di capitale degli investitori statunitensi in Svizzera ammonta al 14,4 % ovvero a milioni di CHF. Fig. 14: Investimenti diretti a fine Stock di capitali a fine anno (2009) Investimenti diretti svizzeri all estero in milioni in % di CHF Investimenti diretti esteri in Svizzera in milioni in % di CHF Totale , ,0 Unione Europea , ,6 Gran Bretagna , ,3 Germania , ,5 Paesi Bassi , ,4 Lussemburgo , ,1 Francia , ,6 Italia , ,1 Spagna , ,7 Austria , ,6 Il resto dell Europa , ,1 Centri finanziari offshore ,4 0,0 Federazione Russa ,7 0,0 Nord America , ,4 Stati Uniti , ,4 Canada ,9 83 0,0 America Centrale e del Sud , ,3 Brasile ,5 n.d. n.d. Centri finanziari offshore , ,1 Asia, Africa, Oceania , ,2 Giappone , ,1 Singapore ,4 n.d. n.d. Cina ,9 n.d. n.d. Hong Kong SAR ,5 n.d. n.d. Taiwan ,1 n.d. n.d. India ,4 n.d. n.d. Australia ,7 n.d. n.d. Fonte: BNS, investimenti diretti

5 2.3 Importanti cluster economici. Dal punto di vista economico, i cluster si possono definire reti di produttori, fornitori, istituti di ricerca (ad es. università), fornitori di servizi (ad es. studi di design e ingegneria) e istituzioni connesse (ad es. camere di commercio) che hanno una certa vicinanza regionale tra di loro e vengono costituite tramite rapporti di scambio comuni lungo una catena di valore aggiunto (ad es. produzione di automobili). I fornitori sono in collegamento tra di loro tramite rapporti di fornitura o di concorrenza oppure interessi comuni. Si parla di cluster nel momento in cui una massa critica di imprese, le cui attività lungo una o più catene di valore aggiunto si integrano tra di loro o sono affini, sono geograficamente vicine. Soltanto una volta soddisfatte queste condizioni è possibile che si crei un pool di sviluppo in grado di attirare anche fornitori e fornitori di servizi specializzati, creando per tutte le aziende interessate vantaggi competitivi. nell area intorno al Lago di Ginevra e in misura minore nel Ticino sono nati dei cosiddetti cluster biotecnologici. Alla fne del 2010, il settore comprendeva 174 ditte di sviluppo biotecnologico e 63 ditte fornitrici di biotecnologia per un totale di circa lavoratori. Tale densità di imprese di biotecnologia è unica al mondo. Oltre la metà delle ditte svizzere di biotecnologia sono imprese piccolissime che hanno meno di 20 dipendenti. Traggono profitto dalla vicinanza geografica alle grosse strutture sia in Svizzera che nei Paesi limitrofi. Rinomati attori globali con sede in Svizzera che occupano una posizione di spicco a livello europeo sono ad es. Actelion, Amgen, Biogen Idec, Crucell e Merck Serono. Biotecnologia in Svizzera Lingua: inglese In Svizzera si trovano diversi cluster settoriali di questo genere, rilevanti anche a livello internazionale. Nelle prossime pagine saranno presentati in sintesi i cluster settoriali più importanti della Svizzera. Le cifre riportate fungono soltanto da punti di riferimento e vanno prese con le dovute riserve, dato che i cluster in parte si sovrappongono. Associazione svizzera per l industria chimica, farmaceutica e biotecnologica Lingue: tedesco, inglese, francese Chimica/farmaceutica e biotecnologia I grandi gruppi mondiali di successo come Novartis, Roche, Syngenta e aziende di dimensioni inferiori nella Svizzera nordoccidentale formano un cluster industriale unico che fa di tale regione e della città di Basilea un sito preferito a livello sia nazionale che internazionale per quanto riguarda i settori farmaceutico e chimico. L industria chimico-farmaceutica svizzera opera quasi esclusivamente nel settore delle specialità chimiche ed è molto orientata a livello internazionale. Circa tre quarti del portafoglio prodotti riguardano i cosiddetti prodotti «Life Science», vale a dire i prodotti che intervengono nei processi metabolici degli organismi viventi, ed il 98 % delle vendite è realizzato all estero. Con il 4 % delle esportazioni mondiali di prodotti chimico-farmaceutici, la Svizzera si colloca al settimo posto tra i più grandi esportatori del mondo. Le aziende dell industria chimico-farmaceutica svizzera ricoprono una posizione leader a livello mondiale in molti settori di mercato e danno lavoro a circa persone. Il settore rappresenta il 4 % del PIL ed è superato soltanto dall industria metallurgica e meccanica. Grazie alla grande attrazione da parte dei giganti del settore farmaceutico Novartis e Roche, in quattro regioni, ossia Basilea, Zurigo, Tecnologia medica Anche la densità di imprese della tecnologia medica in Svizzera è straordinariamente elevata. Fanno parte del settore della tecnologia medica circa 220 ditte produttrici e 520 fornitori, nonché oltre 600 ditte commerciali e di distribuzione che risiedono principalmente nell area di Ginevra, Berna, Basilea e l area metropolitana di Zurigo. Il 63 % di tutti i prodotti svizzeri vengono poi esportati, rappresentanti il 5 % di tutte le esportazioni svizzere. Le vendite nette nel 2009 sono state pari a circa 11,2 miliardi di CHF. Gli investimenti a livello di ricerca e sviluppo, i tassi di crescita e la redditività sono superiori alla media. In totale nel settore della tecnologia medica sono impiegati circa 49'000 dipendenti, che rappresenta l 1,4 % della forza lavoro, una percentuale maggiore di qualsiasi altro Paese (Germania: 0,3 %, Gran Bretagna/UE/ Stati Uniti: 0,2 %). Il maggiore datore di lavoro è Synthes seguito dal settore diagnostica di Roche e J&J Medical. Altre imprese globali svizzere sono Ypsomed, Sonova (apparecchi acustici) e Straumann (impianti dentali). Tra i grandi gruppi stranieri vanno menzionati Zimmer, Medtronic B. Braun e Stryker. 21

6 Export platform Medtech Lingue: inglese Cluster per tecnologia medica Lingue: tedesco, inglese a livello globale, vi sono numerosi istituti attivi a livello regionale e specializzati. Sono presenti anche 150 banche straniere. Il 54 % delle partecipazioni in titoli investiti in Svizzera proviene da clienti stranieri. Fanno parte dei principali fattori di successo e delle condizioni quadro per il settore assicurativo: un reddito pro capite e una necessità di sicurezza elevati, un sistema previdenziale per la vecchiaia ben strutturato, una piazza assicurativa aperta e dalle connessioni internazionali, un contesto normativo credibile e un know-how internazionale di riassicurazione. Swiss Finance Institute Dachverband der Schweizerischen Handels- und Industrievereinigung der Medizintechnik (Federazione delle associazioni svizzere del commercio e dell industria della tecnologia medica) Lingue: tedesco, francese Servizi finanziari La piazza fnanziaria svizzera riveste grande rilevanza a livello economico e rappresenta un cluster di prim ordine a livello mondiale. In Svizzera vi sono circa 320 banche, 250 assicurazioni e casse pensioni. La maggior parte degli stabilimenti finanziari si trovano a Zurigo, Ginevra, Basilea e Lugano. Nel 2009, il valore aggiunto diretto delle banche e delle assicurazioni ammontava a circa 60 miliardi di CHF, dei quali circa 37 miliardi di CHF dovuti alle banche e 23 miliardi di CHF alle assicurazioni, che corrisponde a circa l 11 % del PIL di tutta la Svizzera. Circa persone sono occupate nel settore finanziario, ossia pressoché il 6 % di tutti gli occupati della Svizzera. Di questi, nel settore bancario, in quello assicurativo e il resto in altre imprese del settore finanziario. L importanza del settore finanziario si riflette anche nei corsi offerti dalle università. Con la creazione del «Swiss Finance Institute» una cooperazione di istituti finanziari e università svizzere leader nel settore vengono assicurate sia l educazione che la ricerca nel settore finanziario. Lingua: inglese Industria metalmeccanica ed elettrica L industria metalmeccanica ed elettrica (MEM) rappresenta il settore industriale maggiore e con dipendenti occupa una posizione chiave nell economia svizzera. Nel 2010 l industria MEM ha contribuito con il 19 % al prodotto interno lordo e con il 9 % al valore aggiunto. Innumerevoli imprese del settore MEM svizzero hanno un ruolo di primo piano a livello internazionale nei loro sotto-settori. Circa l 80 % dei prodotti dell industria MEM viene esportato. Nel complesso l industria MEM contribuisce con il 35 % a tutte le esportazioni svizzere. Le grosse imprese del settore metalmeccanico con nomi importanti come Saurer, Rieter, Schindler o ABB sono presenti in quasi tutti i cantoni. Soprattutto nei cantoni di Zurigo/Argovia, Ticino/ Vallese, nella Valle del Reno e nella Svizzera centrale troviamo un dinamismo che garantisce il top anche nel confronto internazionale. La maggior parte delle aziende punta sull innovazione e sulla qualità per continuare ad essere competitive o diventarlo maggiormente a livello di posizione sul mercato mondiale rispetto a siti dai costi più contenuti. Oggi questo settore industriale, grazie all avanzatissimo cambiamento strutturale e alle nuove tecnologie utilizzate, è competitivo a livello internazionale. Nel confronto internazionale, la Svizzera come piazza bancaria gode di un ottima reputazione e risulta estremamente competitiva. La competenza principale è la gestione patrimoniale per clienti privati. Oltre alle due grandi banche UBS e Credit Suisse operanti 22

7 Associazione dell industria metalmeccanica ed elettrica svizzera Lingue: tedesco, inglese, francese, italiano Federazione dell industria orologiera svizzera FH Lingue: inglese, francese Industria dell orologeria Il centro dell industria dell orologeria svizzera si trova nell Arco giurassiano da Ginevra a Sciaffusa, con singoli siti nel Mittelland, Ticino e Vallese. L industria dell orologeria svizzera realizza prodotti il cui progresso tecnologico è talmente elevato da manifestarsi in una forte suddivisione dei compiti. Ne risulta che i rappresentanti del settore in generale sono PMI (in media circa 70 dipendenti per impresa). Nelle circa 600 imprese lavorano quasi persone (situazione al 2010). Il 92 % di tutti i dipendenti e aziende operano nei sette cantoni dell Arco giurassiano, motivo per cui si può parlare di un vero e proprio cluster. Per il segmento di lusso in particolare, la posizione sul mercato mondiale dei produttori di orologi svizzeri è eccellente. Il 95 % di tutti gli orologi vengono esportati; il valore complessivo delle esportazioni di orologi svizzeri nel 2008 era di 17,0 miliardi di CHF. Sulla base della concentrazione geografica dell industria orologiera è sorto un vero e proprio «cluster della precisione», che si trova lungo il Giura, dalla regione di Basilea fino a nord del canton Vaud e Ginevra. Ginevra, Bienne e La Chaux-de-Fonds sono tre metropoli dell orologeria. Imprese come Swatch Group, Rolex SA, Richemont SA oppure LVMH Group hanno qui la propria sede. La presenza di un grande know-how e di personale altamente qualificato hanno fatto sì che in seguito si stabilisse un numero sempre maggiore di industrie (estranee al settore), che per quanto riguarda la propria produzione hanno bisogno di tecnologie simili. Vi rientrano soprattutto le tecnologie mediche, che negli ultimi anni hanno esteso ampiamente la propria presenza in questa regione. Un cluster fortemente orientato alla micromeccanica e all ottica è sorto inoltre nella Svizzera orientale e nella regione di Berna Tecnologie dell'informazione La Svizzera è molto ben posizionata per quanto riguarda lo sviluppo di infrastrutture informatiche. Secondo l OCSE è al terzo posto nel mondo dopo l Olanda e la Danimarca con il 35,7 % degli abitanti che hanno una connessione Internet ad alta velocità. L 82,1 % della popolazione sopra i 14 anni utilizza Internet. Il World Economic Forum «Networked Readiness Index 2010/11» ha posizionato la Svizzera al quarto posto dietro Svezia, Singapore e Finlandia. Secondo le statistiche ufficiali, il settore IT in Svizzera comprende più di imprese, pari al cinque per cento del numero totale di tutte le imprese. Il settore IT impiega più di 160'000 persone, che corrisponde al quattro per cento di tutti i dipendenti. Nell area di Zurigo/Lago di Costanza, intorno al Politecnico federale di Zurigo, agli istituti di ricerca e all Università di Zurigo si sono stabilite rinomate imprese del settore delle tecnologie dell informazione, ad esempio IBM, Google e Microsoft. Decisiva a tale proposito è stata la vicinanza alle università. Altri centri di tecnologie dell informazione sono nati a Berna e Lucerna. Imprese IT svizzere come Oerlikon e Kudelski sono leader di settore nei loro mercati. Alcuni dei maggiori datori di lavori del settore sono imprese straniere come Siemens, EDS Corporation, Dell, HP, Reuters e Orange. Un criterio importante per le ditte IT straniere a favore del loro insediamento in Svizzera è costituito dai lavoratori in possesso di una formazione eccellente, molto competenti sotto il profilo tecnico, e spesso multilingue. Ufficio federale delle comunicazioni Lingue: tedesco, inglese, francese, italiano 23

8 Associazione mantello dell informatica e delle telecomunicazioni Lingue: tedesco, francese Rete per il trasferimento della scienza e della tecnologia nei settori dell ambiente e dell energia Lingua: tedesco Cleantech Cleantech comprende le tecnologie, i processi, i beni e i servizi che hanno l'obiettivo di ridurre l'impatto ambientale e di consentire l'utilizzo sostenibile dei sistemi e delle risorse naturali. Si applicano in tutti i settori dell'economia e interessano l'intera catena del valore aggiunto. Essendo un piccolo Paese con limitate risorse del territorio, la Svizzera si è dedicata ben presto alla protezione ambientale. La raccolta dei rifiuti, gli standard Minergie, il collegamento ad impianti di depurazione, il recupero energetico dai rifiuti, ecc., sono delle cose ovvie per la popolazione svizzera. Le leggi e i regolamenti di alto livello hanno portato a trovare delle soluzioni industriali e a guadagnare molti anni di preziosa esperienza. Questo produce costantemente nuovi sviluppi e innovazioni. Oggigiorno il settore delle tecnologie rinnovabili impiega circa , il 4,5 % di tutti i lavoratori. Il valore aggiunto lordo stimato è di miliardi di CHF e corrisponde al 3,5 % del PIL. Il 38 % delle ditte svizzere di tecnologie pulite esporta prodotti e servizi. Il contesto aziendale eterogeneo è caratteristico per il settore, che si estende dalla formazione/scorporo dell impresa fino a grandi gruppi multinazionali. Informazioni ufficiali su Cleantech Lingue: tedesco, inglese, francese, italiano Banca dati aziendale Cleantech Commercio delle materie prime La Svizzera è una delle piattaforme commerciali più importanti al mondo per le materie prime. Circa un terzo del commercio globale dei prodotti petroliferi avviene a Ginevra. Ginevra è anche la capitale mondiale per quanto concerne il commercio di cereali, della colza e del cotone, mentre è al primo posto in Europa per il commercio dello zucchero, mentre Zugo è il centro del commercio dei prodotti minerari. Questa posizione dominante a prima vista sorprende, dato che si tratta di un Paese intercluso che ha scarse materie prime proprie. Come nodo stradale di vari tragitti commerciali, la Svizzera è stata presto inserita nel commercio internazionale del caffè e del cotone. Soprattutto per i classici vantaggi come sede della piazza finanziaria svizzera, in seguito è riuscita a trasformarsi in un vero crocevia del commercio internazionale. Oltre al carico fiscale relativamente basso, le società commerciali apprezzano la posizione centrale, le buone infrastrutture e il collegamento con l estero. Importante per l economia svizzera sono anche i numerosi servizi che vi si sono stabiliti nel contesto del commercio delle materie prime, quali ad es. la copertura assicurativa, gli studi legali, le imprese di consulenza, i fiduciari e le ditte di trasporti e addette alla sicurezza. Le grandi banche svizzere e quelle cantonali nonché varie banche straniere si sono specializzate nei centri regionali sul finanziamento del commercio di materie prime. Finanziano l acquisto di materie prime, garantiscono la gestione priva di difficoltà delle transazioni ed offrono protezione contro rischi operativi e creditizi. In totale il commercio delle materie prime è pari al 2,5 % del PIL del Paese. > Banca dati aziendale Lingue: tedesco, inglese, francese Federazione svizzera del commercio Lingue: tedesco, inglese, francese 24

9 Associazione di Ginevra per il commercio e le spedizioni (GTSA) Lingue: inglese Negli ultimi anni, il commercio delle materie prime ha guadagnato costantemente importanza. Nella classifica delle 1'000 imprese svizzere più grandi, tra le prime 20 sono presenti 6 imprese attive nel commercio delle materie prime: Glencore al primo posto, seguita da Trafigura (terza), Xstrata (settima) e Petroplus (tredicesima), situate al centro della Svizzera, e Mercuria Energy Trading e Cargill International (ottava e undicesima), situate nella Svizzera occidentale (cantone di Ginevra) Funzioni di Headquarter La Svizzera svolge la funzione di Headquarter globale e regionale di ditte straniere. Mentre le ditte europee vi stabiliscono la propria sede centrale globale, quelle statunitensi in Svizzera trovano piuttosto un Headquarter regionale. Negli ultimi anni è aumentato il numero delle imprese che vi hanno portato la propria sede centrale. Secondo un analisi condotta dalla ditta di consulenza Arthur D. Little, dal 2003 alla metà del 2011, più di 300 imprese hanno stabilito la propria sede centrale in Svizzera. Il 53 % di queste imprese sono statunitensi, il 31 % europee e l 11 % asiatiche. Esempi importanti quali ebay, Bombardier, Yahoo, Google, IBM o Kraft sono testimoni dell attrattività della Svizzera per stabilire la sede centrale di una ditta. I criteri chiave per la scelta della sede sono ad es. la disponibilità di personale qualificato, il contesto fiscale favorevole, l elevata qualità di vita nonché l eccezionale posizione geografica. Importante è anche la neutralità sotto il profilo economico: una centrale svizzera viene accettata anche da tutti i grandi mercati europei. Nella lista mondiale delle località più attraenti per quanto riguarda gli investimenti, la Svizzera è al quarto posto (Swiss Attractiveness Survey 2011). Ottiene un punteggio elevato anche per quanto concerne la stabilità, la certezza del diritto e la sicurezza delle persone e dell ambiente. Altri vantaggi sono la vicinanza ai centri di ricerca e ai clienti, e l'affidabilità delle convenzioni sulla doppia imposizione. La Svizzera si presta inoltre in modo ottimale come mercato su cui effettuare la sperimentazione, dato che in uno spazio piccolissimo è in grado di offrire la massima varietà. 25

ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI SERVIZI. www.prochile.gob.cl

ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI SERVIZI. www.prochile.gob.cl ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI SERVIZI www.prochile.gob.cl Il Cile sorprende per la sua geografia diversificata. Le sue montagne, valli, deserti, boschi e migliaia di chilometri di costa

Dettagli

Manuale dell investitore. Impiantare un impresa in Svizzera. Edizione aprile 2012 invest-in-switzerland.com

Manuale dell investitore. Impiantare un impresa in Svizzera. Edizione aprile 2012 invest-in-switzerland.com Manuale dell investitore. Impiantare un impresa in Svizzera. Edizione aprile 2012 invest-in-switzerland.com Dati di pubblicazione Editore Osec, Comunicazine e Marketing, Zurigo Testo Generis AG, Sciaffusa

Dettagli

ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI INDUSTRIA. www.prochile.gob.cl

ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI INDUSTRIA. www.prochile.gob.cl ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI INDUSTRIA www.prochile.gob.cl Il Cile sorprende per la sua geografia diversificata. Le sue montagne, valli, deserti, boschi e migliaia di chilometri di

Dettagli

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE 8 luglio 2013 Anno 2012 OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE Nel 2012 gli operatori che hanno effettuato vendite di beni all estero sono 207.920, in lieve aumento (+0,3%) rispetto al 2011. Al netto dei

Dettagli

La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale

La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale Import/export La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale di Alfonso Ghini (*) Un analisi della situazione di importazione ed esportazione dei paesi più importanti, mette in

Dettagli

Statistica sulla domanda di turismo alberghiero in Ticino GIUGNO 2012

Statistica sulla domanda di turismo alberghiero in Ticino GIUGNO 2012 Statistica sulla domanda di turismo alberghiero in Ticino GIUGNO 2012 LUGANO, 06.08.2012 Ticino, forte calo nella domanda alberghiera in giugno Le statistiche provvisorie fornite dall Ufficio federale

Dettagli

Le opportunità di un mondo che cresce

Le opportunità di un mondo che cresce UNIONCAMERE EMILIA-ROMAGNA TEMPORARY EXPORT MANAGER 2014 Le opportunità di un mondo che cresce Camera di Commercio di Ravenna 26 marzo 2014 Dentro il tunnel Partire dai numeri nonostante quanto si dice

Dettagli

Anni 2009-2011 STRUTTURA, PERFORMANCE E NUOVI INVESTIMENTI DELLE MULTINAZIONALI ITALIANE ALL ESTERO

Anni 2009-2011 STRUTTURA, PERFORMANCE E NUOVI INVESTIMENTI DELLE MULTINAZIONALI ITALIANE ALL ESTERO 16 dicembre 2011 Anni 2009-2011 STRUTTURA, PERFORMANCE E NUOVI INVESTIMENTI DELLE MULTINAZIONALI ITALIANE ALL ESTERO Nel biennio 2010-2011, i principali gruppi multinazionali italiani mostrano una significativa

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE I DATI RELATIVI AL 2014 Nel 2014 l economia mondiale ha mantenuto lo stesso ritmo di crescita (+3,1%) dell anno precedente (+3,1%).

Dettagli

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia)

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia) L Italia in Russia I numeri della presenza italiana in Russia Esportazioni (2008): 10, miliardi (3% del totale export Italia) La Russia è il 7 paese cliente dell Italia (dopo Germania, Francia, Spagna,

Dettagli

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007)

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) CRS PO-MDL 1 GLI SCENARI ECONOMICI Prima di affrontare una qualsiasi analisi del mercato del lavoro giovanile, è opportuno soffermarsi sulle caratteristiche

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ

INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ Se confrontata con i principali paesi europei, l Italia si colloca nella fascia bassa, per quanto riguarda la presenza di imprese estere sul proprio territorio.

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

I T A L I A Geografie del nuovo Made in Italy

I T A L I A Geografie del nuovo Made in Italy Fondazione Edison - Symbola I T A L I A Geografie del nuovo Made in Italy Intervento di Marco Fortis (vice presidente Fondazione Edison) Assolombarda, 7 ottobre 2009 Bilancia commerciale di alcuni Paesi

Dettagli

9. Piazza finanziaria e mercato dei capitali.

9. Piazza finanziaria e mercato dei capitali. 9. Piazza finanziaria e mercato dei capitali. Con un valore aggiunto del 11 % del prodotto interno lordo e circa 210 000 lavoratori attivi (6 % della popolazione attiva in Svizzera), il settore finanziario

Dettagli

Le aree di Innovazione per la crescita

Le aree di Innovazione per la crescita Le aree di Innovazione per la crescita I Sistemi nazionali di Innovazione vengono caratterizzati dal grado di specializzazione tecnologica dei diversi settori produttivi: la capacità di sviluppare innovazione

Dettagli

Statistica sulla domanda di turismo alberghiero in Ticino LUGLIO 2014

Statistica sulla domanda di turismo alberghiero in Ticino LUGLIO 2014 Statistica sulla domanda di turismo alberghiero in Ticino LUGLIO 2014 LUGANO, 05.09.2014 Ticino, il maltempo di luglio continua a frenare il turismo Rispetto ai dati del 2013, le statistiche provvisorie

Dettagli

OECD Science, Technology and Industry: Scoreboard 2005. Scienza, Tecnonologia e Industria: Quadro di valutazione OCSE 2005. Sommario Esecutivo

OECD Science, Technology and Industry: Scoreboard 2005. Scienza, Tecnonologia e Industria: Quadro di valutazione OCSE 2005. Sommario Esecutivo OECD Science, Technology and Industry: Scoreboard 2005 Summary in Italian Scienza, Tecnonologia e Industria: Quadro di valutazione OCSE 2005 Riassunto in italiano Sommario Esecutivo Prosegue la tendenza

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 L INDUSTRIA MONDIALE DELLA MACCHINA UTENSILE 8

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 L INDUSTRIA MONDIALE DELLA MACCHINA UTENSILE 8 L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 I DATI RELATIVI AL 2011 2 LE ESPORTAZIONI 4 LE CARATTERISTICHE STRUTTURALI 6 La macchina utensile 6 La robotica 7 L INDUSTRIA

Dettagli

L'UNIONE EUROPEA E I SUOI PARTNER COMMERCIALI

L'UNIONE EUROPEA E I SUOI PARTNER COMMERCIALI L'UNIONE EUROPEA E I SUOI PARTNER COMMERCIALI Primo esportatore mondiale di beni e servizi e principale fonte globale di investimenti esteri diretti, l'ue occupa una posizione dominante nel mercato globale.

Dettagli

Aprile 2015 www.sif.admin.ch. Piazza finanziaria svizzera Indicatori

Aprile 2015 www.sif.admin.ch. Piazza finanziaria svizzera Indicatori Aprile 2015 www.sif.admin.ch Piazza finanziaria svizzera Indicatori 1 Importanza economica della piazza finanziaria svizzera Negli ultimi dieci anni, il contributo delle assicurazioni alla creazione di

Dettagli

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema Aspen Institute Italia Studio curato da: Servizio Studi e Ricerche, Intesa Sanpaolo ISTAT IMT Alti Studi, Lucca Fondazione Edison LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE Prima

Dettagli

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014 FEDERAZIONE NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DEI PRODUTTORI DI BENI STRUMENTALI E LORO ACCESSORI DESTINATI ALLO SVOLGIMENTO DI PROCESSI MANIFATTURIERI DELL INDUSTRIA E DELL ARTIGIANATO IL SETTORE DEI BENI

Dettagli

14. Interscambio commerciale

14. Interscambio commerciale 14. Interscambio commerciale La crescita economica del Veneto è sempre stata sostenuta, anche se non in via esclusiva, dall andamento delle esportazioni. La quota del valore totale dei beni esportati in

Dettagli

Situazione economica internazionale... 2. Situazione economica Lazio... 4 PIL... 4. Regional Competitiveness Index... 6. Mercato del Lavoro...

Situazione economica internazionale... 2. Situazione economica Lazio... 4 PIL... 4. Regional Competitiveness Index... 6. Mercato del Lavoro... Indice Situazione economica internazionale... 2 Situazione economica Lazio... 4 PIL... 4 Regional Competitiveness Index... 6 Mercato del Lavoro... 7 Cassa Integrazione Guadagni... 10 Il credito alle imprese...

Dettagli

6. ITALIA E INVESTIMENTI INTERNAZIONALI DI PORTAFOGLIO

6. ITALIA E INVESTIMENTI INTERNAZIONALI DI PORTAFOGLIO 92 6. ITALIA E INVESTIMENTI INTERNAZIONALI DI PORTAFOGLIO Nel corso degli anni Ottanta e Novanta si è registrata una crescita rilevante dei flussi internazionali di capitali, sia sotto forma di investimenti

Dettagli

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale Dossier Ottobre 2012 A cura di Panorama competitivo del turismo internazionale nel mondo

Dettagli

Ambasciata di Turchia Ufficio Commerciale. Fare Affari con la Turchia : Prospettive Economiche, Clima Commerciale, Opportunità di investimento

Ambasciata di Turchia Ufficio Commerciale. Fare Affari con la Turchia : Prospettive Economiche, Clima Commerciale, Opportunità di investimento Ambasciata di Turchia Ufficio Commerciale Fare Affari con la Turchia : Prospettive Economiche, Clima Commerciale, Opportunità di investimento Roma, 29 aprile 2015 1 Sviluppi Economici Investimenti Diretti

Dettagli

Ottobre 2015 www.sif.admin.ch. Piazza finanziaria svizzera Indicatori

Ottobre 2015 www.sif.admin.ch. Piazza finanziaria svizzera Indicatori Ottobre 2015 www.sif.admin.ch Piazza finanziaria svizzera Indicatori 1 Importanza economica della piazza finanziaria svizzera Negli ultimi dieci anni, il contributo delle assicurazioni alla creazione di

Dettagli

Benevento. Settembre 2013. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Benevento. Settembre 2013. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche Benevento Settembre 213 Principali indicatori Società, lavoro e ricchezza indicatori Indicatori strutturali La provincia nella regione Economia e competitività Indicatori strutturali Valore aggiunto e

Dettagli

Schweizerischer Verband der Telekommunikation Association Suisse des Télécommunications Swiss Telecommunications Association

Schweizerischer Verband der Telekommunikation Association Suisse des Télécommunications Swiss Telecommunications Association Schweizerischer Verband der Telekommunikation Association Suisse des Télécommunications Swiss Telecommunications Association Svizzera ben posizionata sul mercato dei Data Center dossierpolitica 19 novembre

Dettagli

Ottobre 2009. 10 buoni motivi per investire in Francia

Ottobre 2009. 10 buoni motivi per investire in Francia Ottobre 2009 10 buoni motivi per investire in Francia Keys to understanding the new France 2 1 Un economia di carattere mondiale 23.000 sedi di imprese estere presenti, con 2,8 milioni di dipendenti, di

Dettagli

Manuale dell investitore. Impiantare un impresa in Svizzera. Edizione aprile 2012 invest-in-switzerland.com

Manuale dell investitore. Impiantare un impresa in Svizzera. Edizione aprile 2012 invest-in-switzerland.com Manuale dell investitore. Impiantare un impresa in Svizzera. Edizione aprile 2012 invest-in-switzerland.com Dati di pubblicazione Editore Osec, Comunicazine e Marketing, Zurigo Testo Generis AG, Sciaffusa

Dettagli

Economia, lavoro e società

Economia, lavoro e società Introduzione L export della piccola impresa Daniele Nicolai 1 2 L export realizzato dalle piccole imprese (< 20 addetti) rappresenta il 13,6% del totale delle esportazioni italiane e ammonta ad oltre 38

Dettagli

GLI STRANIERI SONO TORNATI A INVESTIRE IN ITALIA

GLI STRANIERI SONO TORNATI A INVESTIRE IN ITALIA GLI STRANIERI SONO TORNATI A INVESTIRE IN ITALIA Purtroppo, però, rimaniamo ancora poco attrattivi =================== Nel 2014 gli Ide (Investimenti diretti esteri) in entrata nel nostro paese ammontavano

Dettagli

1 551 020 1 531 598-19 422-1,3 TICINO Totale 17 400 091 17 769 842 369 751 2,1

1 551 020 1 531 598-19 422-1,3 TICINO Totale 17 400 091 17 769 842 369 751 2,1 Industria alberghiera e altre infrastrutture. Pernottamenti Fonte TS 2013 2014 Differenza Assoluta Differenza % ET Lago Maggiore 6 593 021 6 1 7 2 6 4,5 Gambarogno Turismo 1 357 144 1 366 558 9 414 0,7

Dettagli

Fallimenti e costituzioni di imprese nella prima metà del 2012

Fallimenti e costituzioni di imprese nella prima metà del 2012 Studio sui fallimenti aziendali e la costituzione d imprese 24. 7. 2012 A cura di: Dun & Bradstreet (Schweiz) AG Grossmattstrasse 9 8902 Urdorf Telefono 044 735 61 11 www.dnb.ch/stampa Fallimenti e costituzioni

Dettagli

Q4 2006. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q4 2006. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q4 26 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q4/6 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

Fatti & Tendenze - Economia 3/2008 IL SETTORE DELLA ROBOTICA IN ITALIA NEL 2007

Fatti & Tendenze - Economia 3/2008 IL SETTORE DELLA ROBOTICA IN ITALIA NEL 2007 Fatti & Tendenze - Economia 3/2008 IL SETTORE DELLA ROBOTICA IN ITALIA NEL 2007 luglio 2008 1 IL SETTORE DELLA ROBOTICA NEL 2007 1.1 L andamento del settore nel 2007 Il 2007 è stato un anno positivo per

Dettagli

1.3. La nuova geografia economica mondiale

1.3. La nuova geografia economica mondiale 28 A cavallo della tigre 1.3. La nuova geografia economica mondiale Internet, elettronica, auto: da Occidente a Oriente Negli ultimi tre-cinque anni si sono verificati mutamenti molto profondi nell importanza

Dettagli

è Conoscenza più Servizio più Prodotti

è Conoscenza più Servizio più Prodotti è Conoscenza più Servizio più Prodotti Regolazione e controllo del vapore e dei fluidi industriali CONOSCENZA Quasi un secolo di esperienza a disposizione dei clienti 35 centri di formazione ed addestramento

Dettagli

Il consumo di energia elettrica e il Pil in alcune economie. (anno 2009; % sul totale mondo) 8,7 5,7 3,7 3,8 4,6 1,8 1,9 2,6 3,0 5,6

Il consumo di energia elettrica e il Pil in alcune economie. (anno 2009; % sul totale mondo) 8,7 5,7 3,7 3,8 4,6 1,8 1,9 2,6 3,0 5,6 35 3 Il consumo di energia elettrica e il Pil in alcune economie (anno 29; % sul totale mondo) 28,3 25 2 15 16,4 18,2 24,1 22, 1 5 5,7 3,7 3,8 4,6 1,8 1,9 2,6 3, Regno Unito 5,6 8,7 Francia Germania Giappone

Dettagli

Federici Assicurazioni Agenzia di Milano Atradius Credit Insurance N.V.

Federici Assicurazioni Agenzia di Milano Atradius Credit Insurance N.V. Federici Assicurazioni Agenzia di Milano Atradius Credit Insurance N.V. Una forza trainante nelle assicurazioni del credito e delle cauzioni Atradius - page 1 Una partnership solida Con decenni di esperienza

Dettagli

L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita

L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita Facoltàdi Economia, Università degli studi di Trento 19 novembre 2009 Anagni, Istituto Tecnico Commerciale G. Marconi IL MONDO E CAMBIATO

Dettagli

ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO

ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO Roma 30 luglio 2014 INDICE DEI CONTENUTI Il turismo in Italia: gli andamenti recenti. Il turismo in Italia: i primi risultati 2014. Le previsioni

Dettagli

NOTE DI APPROFONDIMENTO

NOTE DI APPROFONDIMENTO Fondazione Manlio Masi Osservatorio nazionale per l internazionalizzazione e gli scambi NOTE DI APPROFONDIMENTO Nota 3 Il posizionamento dei prodotti italiani nei paesi nordeuropei A cura di Roberta Mosca

Dettagli

ANCE Sicilia Smobilizzo crediti con le PP.AA. Ristrutturazione del debito Sistema di Gestione Resp. Amministrativa Il Gruppo Atradius

ANCE Sicilia Smobilizzo crediti con le PP.AA. Ristrutturazione del debito Sistema di Gestione Resp. Amministrativa Il Gruppo Atradius ANCE Sicilia Smobilizzo crediti con le PP.AA. Ristrutturazione del debito Sistema di Gestione Resp. Amministrativa Il Gruppo Atradius Giulio Longobardi Direttore commerciale Atradius Italia Palermo 14

Dettagli

Anno 2012, nuovi investimenti 2013-2014 STRUTTURA, PERFORMANCE E NUOVI INVESTIMENTI DELLE MULTINAZIONALI ITALIANE ALL ESTERO

Anno 2012, nuovi investimenti 2013-2014 STRUTTURA, PERFORMANCE E NUOVI INVESTIMENTI DELLE MULTINAZIONALI ITALIANE ALL ESTERO 15 dicembre 2014 Anno 2012, nuovi investimenti 2013-2014 STRUTTURA, PERFORMANCE E NUOVI INVESTIMENTI DELLE MULTINAZIONALI ITALIANE ALL ESTERO Nel 2012, la presenza delle multinazionali italiane all estero

Dettagli

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009 LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 9 "Non importa quante volte cadi. Quello che conta è la velocità con cui ti rimetti

Dettagli

Turchia paese emergente dalle grandi prospettive

Turchia paese emergente dalle grandi prospettive Turchia paese emergente dalle grandi prospettive Questo rapporto è stato redatto da un gruppo di lavoro dell Area Studi, Ricerche e Statistiche dell Ex - ICE Coordinamento Gianpaolo Bruno Redazione Antonio

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

Reggio Emilia. Settembre 2013. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Reggio Emilia. Settembre 2013. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche Reggio Emilia Settembre 213 Principali indicatori Società, lavoro e ricchezza indicatori Indicatori strutturali La provincia nella regione Economia e competitività Indicatori strutturali Valore aggiunto

Dettagli

LUGANO COMMODITY TRADING ASSOCIATION - LCTA -

LUGANO COMMODITY TRADING ASSOCIATION - LCTA - COMUNICATO STAMPA PRESENTAZIONE DELLA LUGANO COMMODITY TRADING ASSOCIATION (LCTA) Introduzione La Lugano Commodity Trading Association (LCTA) è un associazione senza scopo di lucro con sede a Lugano nata

Dettagli

Ranking dei Paesi: dall 11mo al 40mo posto quelli che vanno monitorati con più attenzione

Ranking dei Paesi: dall 11mo al 40mo posto quelli che vanno monitorati con più attenzione Presentata la seconda edizione al Circolo del Commercio della Confcommercio milanese. Progetto svilluppato in collaborazione con l Università Cattolica di Milano I Paesi dove le imprese italiane possono

Dettagli

6 marzo 2015. Andamento del valore aggiunto totale e dei servizi (Numero indice I trim. 2008 = 100, valori concatenati)

6 marzo 2015. Andamento del valore aggiunto totale e dei servizi (Numero indice I trim. 2008 = 100, valori concatenati) Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

Comunicato. I ticinesi campioni svizzeri nella tutela del clima

Comunicato. I ticinesi campioni svizzeri nella tutela del clima Comunicato I ticinesi campioni svizzeri nella tutela del clima Zurich Svizzera www.zurich.ch Zurigo Compagnia di Assicurazioni SA Zurigo Compagnia di Assicurazioni sulla Vita SA Media Relations Thurgauerstrasse

Dettagli

L immigrazione: un importante fonte di nuove leve per l economia

L immigrazione: un importante fonte di nuove leve per l economia Avvocati e notai Lawyers Newsletter Zurigo, gennaio 2013 L immigrazione: un importante fonte di nuove leve per l economia A partire dal 2002 è stata progressivamente introdotta la libera circolazione delle

Dettagli

Le imprese a controllo nazionale residenti all estero Anno 2007

Le imprese a controllo nazionale residenti all estero Anno 2007 31 maggio 2010 Le imprese a controllo nazionale residenti all estero Anno 2007 L Istat rende disponibili per la prima volta i principali risultati dell indagine sulla struttura e le attività delle affiliate

Dettagli

Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane

Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane A. Alivernini, M. Gallo, E. Mattevi e F. Quintiliani Conferenza Turismo internazionale: dati e risultati Roma, Villa Huffer, 22 giugno 2012 Premessa:

Dettagli

L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI

L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI Ottobre 2012 1 L ATLANTE DEL MADE IN ITALY Le rotte dell export italiano prima e durante la crisi La crisi dell economia

Dettagli

Il credito ai fornitori non è mai stato tanto amato le aziende pagano le fatture con un ritardo medio di 19,5 giorni

Il credito ai fornitori non è mai stato tanto amato le aziende pagano le fatture con un ritardo medio di 19,5 giorni Statistica sul comportamento di pagamento delle Statistica sul comportamento di pagamento delle aziende in Svizzera aziende in Svizzera A cura di: Dun & Bradstreet (Schweiz) AG Grossmattstrasse 9 892 Urdorf

Dettagli

La Svizzera in cifre. Attività lavorativa 2006. Edizione 2007. La Svizzera in cifre

La Svizzera in cifre. Attività lavorativa 2006. Edizione 2007. La Svizzera in cifre Attività lavorativa 2006 ab 3. Settore e. Settore 2. Settore a 8,2 2,0 h g f 6,,8 a 6,9 b c d 8,6 e,9 La Svizzera in cifre d c b 29,4 Addetti per settori Settore primario Agricoltura Settore secondario

Dettagli

Il mercato internazionale dei prodotti biologici

Il mercato internazionale dei prodotti biologici Marzo 2014 Il mercato internazionale dei prodotti biologici In sintesi Il presente Report sintetizza i principali dati internazionali diffusi di recente in occasione della Fiera Biofach di Norimberga.

Dettagli

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA Hannover Messe 2014 Walking Press Conference, 8 Aprile 2014 L industria Elettrotecnica ed Elettronica in Italia ANIE rappresenta da sessant anni l industria

Dettagli

I dati Import-Export. 1 semestre 2014

I dati Import-Export. 1 semestre 2014 I dati Import-Export 1 semestre 2014 Import, Export e bilancia commerciale (valori in euro) Provincia di Mantova, Lombardia e Italia, 1 semestre 2014 (dati provvisori) import 2014 provvisorio export saldo

Dettagli

Analisi delle esportazioni settoriali e degli investimenti diretti italiani in Cina

Analisi delle esportazioni settoriali e degli investimenti diretti italiani in Cina Analisi delle esportazioni settoriali e degli investimenti diretti italiani in Cina novembre 2012 INDICE 1. ANALISI SETTORIALE DELLE ESPORTAZIONI ITALIANE 3 1.1 Meccanica e componenti 4 1.2 Semilavorati

Dettagli

Le rinnovabili in cifre

Le rinnovabili in cifre Le rinnovabili in cifre (Febbraio 2004) Le energie rinnovabili - il vento, l acqua, la biomassa, il sole e l energia geotermica costituiscono un enorme potenziale per la tutela del clima. Il nuovo Jahrbuch

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

3L economia saluta con favore questo accordo. 3La Cina è diventata in pochi anni il terzo mercato. 3Sono ancora possibili dei miglioramenti, in

3L economia saluta con favore questo accordo. 3La Cina è diventata in pochi anni il terzo mercato. 3Sono ancora possibili dei miglioramenti, in Accordo di libero scambio con la Cina: un passo importante per le imprese esportatrici dossierpolitica 6 luglio 2013 Numero 10 Libero scambio La ratifica dell accordo di libero scambio tra la Svizzera

Dettagli

Sensori induttivi miniaturizzati. Riduci le dimensioni e aumenta le prestazioni!

Sensori induttivi miniaturizzati. Riduci le dimensioni e aumenta le prestazioni! Sensori induttivi miniaturizzati Riduci le dimensioni e aumenta le prestazioni! AZIENDA Grazie alla sua visione per l innovazione e la valorizzazione tecnologica, Contrinex continua a fissare nuovi standard

Dettagli

Q1 2008. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2008. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 28 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/8 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

La Svizzera non ha bisogno di una politica industriale dossierpolitica

La Svizzera non ha bisogno di una politica industriale dossierpolitica La Svizzera non ha bisogno di una politica industriale dossierpolitica 6 maggio 201 Numero 8 Politica industriale Dopo lo scoppio della crisi finanziaria, si rincorrono ripetutamente voci che affermano

Dettagli

12. Formazione e ricerca.

12. Formazione e ricerca. 12. Formazione e ricerca. Per un Paese povero di materie prime come la Svizzera, lavoratori ben formati e un innovazione continua sono il capitale più importante. La politica della formazione e della ricerca

Dettagli

Aiutandovi a raggiungere obiettivi globali. Aiutando lo sviluppo PRECISE. PROVEN. PERFORMANCE.

Aiutandovi a raggiungere obiettivi globali. Aiutando lo sviluppo PRECISE. PROVEN. PERFORMANCE. Aiutandovi a raggiungere obiettivi globali Aiutando lo sviluppo PRECISE. PROVEN. PERFORMANCE. Cosa ci rende differenti? Moore Stephens International è un associazione multinazionale di società professionali

Dettagli

www.sviluppoeconomico.gov.it PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy

www.sviluppoeconomico.gov.it PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy INTRODUZIONE Un economia sempre più internazionalizzata: l export è il principale volano per la crescita dell economia italiana,

Dettagli

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

Nel turismo è la Spagna il paese più competitivo

Nel turismo è la Spagna il paese più competitivo Nel turismo è la Spagna il paese più competitivo Mentre i cugini iberici conquistano la vetta del Travel & Tourism Competitiveness Index, l Italia si accontenta di un ottava posizione, dopo Francia, Germania

Dettagli

COMMERCIO ESTERO E INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE

COMMERCIO ESTERO E INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE 15 COMMERCIO ESTERO E INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE Nel 2014, in un contesto mondiale in cui gli scambi di beni sono in crescita contenuta rispetto al 2013 (+0,6 per cento), l Italia registra un

Dettagli

ANDAMENTO ECONOMICO DEL SETTORE PELLETTERIA: PRE CONSUNTIVO 2012

ANDAMENTO ECONOMICO DEL SETTORE PELLETTERIA: PRE CONSUNTIVO 2012 ANDAMENTO ECONOMICO DEL SETTORE PELLETTERIA: PRE CONSUNTIVO 2012 Prosegue la corsa dell export di settore anche nella parte finale del 2012: + 21,8% nei primi 10 mesi dell anno. La conferma del dato a

Dettagli

Indice dei prezzi alla produzione e all importazione

Indice dei prezzi alla produzione e all importazione 05 Prezzi 983-1100 Indice dei prezzi alla produzione e all importazione Neuchâtel, 2011 Che cos è l indice dei prezzi alla produzione e all importazione? L indice dei prezzi alla produzione (IPP) misura

Dettagli

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO AMBASCIATA D ITALIA BERLINO ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO PRINCIPALI DATI MACROECONOMICI (Fonti: Istat, Destatis, Ministero federale delle Finanze, Ministero Economia e Finanze, Ministero

Dettagli

Anno 2011, nuovi investimenti 2012-2013 STRUTTURA, PERFORMANCE E NUOVI INVESTIMENTI DELLE MULTINAZIONALI ITALIANE ALL ESTERO

Anno 2011, nuovi investimenti 2012-2013 STRUTTURA, PERFORMANCE E NUOVI INVESTIMENTI DELLE MULTINAZIONALI ITALIANE ALL ESTERO 13 dicembre 2013 Anno 2011, nuovi investimenti 2012-2013 STRUTTURA, PERFORMANCE E NUOVI INVESTIMENTI DELLE MULTINAZIONALI ITALIANE ALL ESTERO La presenza delle imprese italiane all estero si conferma rilevante

Dettagli

FILIERA MULTIMEDIALE

FILIERA MULTIMEDIALE FILIERA MULTIMEDIALE Aggiornamento dati a Dicembre 2010 DEFINIZIONE DELLA FILIERA MULTIMEDIALE Definizione delle filiera Multimediale HARDWARE E ASSISTENZA TECNICA CANALE INDIRETTO SERVIZI E APPARATI DI

Dettagli

3Cleantech comprende tutti i settori economici. 3Tuttavia, esse non possono costituire il. 3Le Cleantech sapranno svilupparsi e affermarsi

3Cleantech comprende tutti i settori economici. 3Tuttavia, esse non possono costituire il. 3Le Cleantech sapranno svilupparsi e affermarsi Cleantech: un'opportunità per l'economia svizzera dossierpolitica 16 agosto 2011 Numero 10 Cleantech L economia verde ha il vento in poppa ovunque nel mondo e le tecnologie Cleantech offrono un grande

Dettagli

LE PROSPETTIVE DI MERCATO PER IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI

LE PROSPETTIVE DI MERCATO PER IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI Conegliano, 20 febbraio 2014 DENIS PANTINI Direttore Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma spa LE PROSPETTIVE DI MERCATO PER IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI I temi di approfondimento

Dettagli

L ESPORTAZIONE DI VINO 1

L ESPORTAZIONE DI VINO 1 L ESPORTAZIONE DI VINO 1 Premessa L Italia, come è noto, è uno dei principali produttori di vino, contendendo di anno in anno alla Francia, a seconda dell andamento delle vendemmie, la leadership mondiale.

Dettagli

Fare Affari in Russia

Fare Affari in Russia Federazione Russa Fare Affari in Russia Investimenti Esteri Agenzia ICE Mosca Settembre 2014 3 INVESTIMENTI ESTERI La Russia ha ricevuto negli ultimi anni ingenti investimenti esteri. Nel 2013 gli investimenti

Dettagli

ECONOMIA DEL MARE - BLUE ECONOMY

ECONOMIA DEL MARE - BLUE ECONOMY Camera Italiana di Commercio e Industria di Santa Catarina (Organo riconosciuto dal Governo Italiano Decreto Mise29/7/2009) Tel.: +55 48 3027 2710 www.brasileitalia.com.br ECONOMIA DEL MARE - BLUE ECONOMY

Dettagli

Le imprese del farmaco motore della rete dell hi-tech in Italia

Le imprese del farmaco motore della rete dell hi-tech in Italia Le imprese del farmaco motore della rete dell hi-tech in Italia La farmaceutica è un patrimonio manifatturiero che il Paese non può perdere La farmaceutica e il suo indotto 174 fabbriche 62.300 addetti

Dettagli

IL PROGETTO emarketservices

IL PROGETTO emarketservices Centro Studi SCiNT IL PROGETTO emarketservices Otranto, 14 giugno 2003 emarket Services Italia 5^modulo d.ssa S. Mussolino (ICE) Scaletta intervento 1. Cos è il progetto emarket Services 2. Ruolo degli

Dettagli

Extranet VPN. Extranet VPN. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line

Extranet VPN. Extranet VPN. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line Extranet VPN Extranet VPN Soluzioni Tecnologiche per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Extranet VPN Seminario sulle Soluzioni Tecnologiche per le aziende 3. Benvenuto 4. Obiettivi 5. Interazioni

Dettagli

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3 IL QUADRO AGGREGATO Come già avvenuto nel primo trimestre dell anno, anche nel secondo il prodotto interno lordo ha conosciuto una accelerazione sia congiunturale che tendenziale. Tra aprile e giugno dell

Dettagli

Università Commerciale Luigi Bocconi Econpubblica Centre for Research on the Public Sector SHORT NOTES SERIES

Università Commerciale Luigi Bocconi Econpubblica Centre for Research on the Public Sector SHORT NOTES SERIES Università Commerciale Luigi Bocconi Econpubblica Centre for Research on the Public Sector SHORT NOTES SERIES L ltalia è un Paese con alto costo del lavoro? Giampaolo Arachi Massimo D Antoni Short note

Dettagli

Il Ticino si confronta: Metodologia & Analisi dell International Benchmarking Programme di BAKBASEL

Il Ticino si confronta: Metodologia & Analisi dell International Benchmarking Programme di BAKBASEL Il Ticino si confronta: Metodologia & Analisi dell International Benchmarking Programme di BAKBASEL Bellinzona, 22 novembre 2012 Martin Eichler, Vice Capo Economista Contenuti 2 Cos è Il Benchmarking?

Dettagli

Discover Opportunities

Discover Opportunities Hong Kong & Macao: Discover Opportunities Ottobre 2012 Agenda Hong Kong e Macao Introduzione generale Dati macroeconomici Hong Kong porta d ingresso della Cina Analisi geo-economica e politica Perche investire

Dettagli

INDIA: ASCESA DI UN GIGANTE DEMOCRATICO Convegno di studi. Interscambio commerciale e Programmi ICE in India

INDIA: ASCESA DI UN GIGANTE DEMOCRATICO Convegno di studi. Interscambio commerciale e Programmi ICE in India Istituto nazionale per il Commercio Estero INDIA: ASCESA DI UN GIGANTE DEMOCRATICO Convegno di studi * * * * * Interscambio commerciale e Programmi ICE in India Vigevano, 22 aprile 2008 Esportazioni indiane

Dettagli

Istituto nazionale per il Commercio Estero. Nota Congiunturale URUGUAY

Istituto nazionale per il Commercio Estero. Nota Congiunturale URUGUAY Istituto nazionale per il Commercio Estero Nota Congiunturale URUGUAY Maggio 2011 L'economia uruguaiana, nel 2010, ha registrato una significativa crescita del PIL dell 8,5% rispetto al 2009 e, nel primo

Dettagli

Primi 20 paesi al mondo per flussi di IDE in entrata nel 2013. (mld di dollari)

Primi 20 paesi al mondo per flussi di IDE in entrata nel 2013. (mld di dollari) Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

I DATI SIGNIFICATIVI IL CONTO TECNICO

I DATI SIGNIFICATIVI IL CONTO TECNICO L ASSICURAZIONE ITALIANA Continua a crescere ad un tasso elevato la raccolta premi complessiva, in particolare nelle assicurazioni vita. L esercizio si chiude in utile soprattutto grazie alla gestione

Dettagli

I PAESI ALPINI (Noemy Seddone)

I PAESI ALPINI (Noemy Seddone) I PAESI ALPINI (Noemy Seddone) IL TERRITORIO I paesi alpini in Europa sono sette: Italia, Francia, Austria, Germania, Slovenia,Croazia. Completamente all interno delle Alpi troviamo la Svizzera, l Austria

Dettagli