ASSONAVE. Lettera-Notiziario n * * Elaborata dall Ente Studi e Analisi Sistema Competitivo di Fincantieri

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ASSONAVE. Lettera-Notiziario n. 1 2013 * * Elaborata dall Ente Studi e Analisi Sistema Competitivo di Fincantieri"

Transcript

1 ASSONAVE Lettera-Notiziario n * * Elaborata dall Ente Studi e Analisi Sistema Competitivo di Fincantieri

2 ASSONAVE EXECUTIVE SUMMARY Andamento ordini Nel corso del primo trimestre del 2013, gli ordini di navi mercantili hanno totalizzato 8,1 milioni di tonnellate di stazza lorda compensata, una media di 2,7 milioni Tslc / mese leggermente superiore a quella registrata nel corso del 2012 (2,2 milioni Tslc / mese). Quasi la metà della domanda fa capo alle tipologie high tech, alimentata per un terzo dalle «other no cargo vessels» (in particolare jack-up e mezzi di supporto offshore). Nel segmento delle navi da crociera, nel primo trimestre non è stato perfezionato alcun ordine. Soltanto a fine maggio la RCL ha annunciato la firma di un contratto presso Meyer Werft per la costruzione di una terza unità della classe Quantum; le condizioni finanziarie sarebbero tuttavia ancora da definire. Il segmento dei traghetti ancora una volta è stato caratterizzato dall assenza di ordini sul mercato accessibile. Per il comparto offshore, nel campo delle unità destinate alla perforazione sono state finalizzate poche trattative dopo il record di ordinativi dell anno scorso (4 unità contro le 46 ordinate nell intero 2012). Per quanto riguarda la famiglia dei mezzi di supporto, la domanda si è orientata soprattutto verso la categoria degli offshore subsea construction vessel, in termini sia di unità sofisticate equipaggiate per la realizzazione di lavori sul fondo del mare e per attività di ispezione, manutenzione e riparazione di impianti sia di mezzi di costruzione particolarmente grandi. Nel comparto degli yachts sono stati perfezionati ordini per 10 yacht di lunghezza superiore ai 50 metri, di cui 3 yacht maggiori di 70 metri. Due delle tre unità sopra i 70 metri sono dei mezzi a vela. 2

3 ASSONAVE ORDINI MONDIALI Q2013 (1/3) Andamento ordini Q2013 per segmento Andamento ordini Q2013 per paese costruttore Tslc Mil. Crescita y-o-y +161% 41,6 0,9-20% -21% Tslc Mil. R.d.M. 41,6 4,7 33,3 Cruise High Tech 9,5 33,3 0,9 13,0 26,3 1,1 17,1 4,3 9,6 26,3 3,2 9,2 Standard 31,2 19,4 13,4 11,8 8,1 3,7 12,1 13,8 8,1 7,3 1,1 2,4 5,4 3,9 4,4 3,4 2,3 1,7 2,2 1,0 0,2 4,4 R.d.M. 11% 13% 12% 14% Navi Cruise Navi High Tech 2% 3% 4% -% 23% 39% 51% 46% Cina S. Corea Giappone 41% 29% 13% 29% 41% 12% 35% 28% 16% 30% 42% 12% Navi Standard 75% 58% 45% 54% Fonte : Lloyd s Fairplay, elaborazioni Fincantieri Europa 6% Nota: le statistiche del triennio sono state riviste per uniformare le evidenze agli aggiornamenti della banca dati Lloyd s Fairplay 5% 9% 2% 3

4 ASSONAVE ORDINI MONDIALI Q2013 (2/3) Trend ordini Andamento Q2013 per segmento (Tslc Mil.) Il primo trimestre del 2013 si apre con ordini per complessivi 8,1 milioni di Tslc (tonnellate di stazza lorda compensata), una media di 2,7 milioni Tslc / mese superiore a quella registrata nel corso del 2012 (2,2 milioni Tslc / mese). Totale 41,6 33,3 26,3 8,1 Navi standard: gli ordini di navi da trasporto standard si sono attestati su 4,4 milioni Tslc (54% del totale), sono costituiti per il 75% da commesse di bulk carriers e di navi containers, queste ultime maggiormente in domanda rispetto all anno passato. Navi high tech: tiene il comparto dell high-tech con ordinativi per 3,7 milioni di Tslc (46% del totale). Un terzo del mercato è rappresentato da other no cargo vessels (in particolare jack-up e mezzi di supporto offshore), a seguire le navi chimichiere i cui livelli di ordinativi nel primo trimestre hanno raggiunto 1,1 milione Tslc, lo stesso volume dell intero Numerose anche le commesse di LPG che pesano per il 21% degli ordini totali del comparto. Navi da crociera: nel corso del primo trimestre del 2013 non sono stati perfezionati ordini relativi a nuove navi da crociera. Standard High tech 13,4 13,0 9,5 3,7 Fonte : Lloyd s Fairplay, elaborazioni Fincantieri Nota: le statistiche del triennio sono state riviste per uniformare le evidenze agli aggiornamenti della banca dati Lloyd s Fairplay 4

5 Trend per area ASSONAVE ORDINI MONDIALI Q2013 (3/3) Europa: quota di mercato ferma al 2%; la flessione è riconducibile prevalentemente all assenza di ordini per navi da crociera, produzione core dei grandi cantieri europei. La quota del 4% nell high-tech riguarda l acquisizione di offshore support vessels (OSV), barche da lavoro (pescherecci, rimorchiatori) e qualche ferry di piccola dimensione. Giappone: quota complessiva pari al 12%. Buono il livello di acquisizioni nello standard pari al 20%, costituite soprattutto da commesse di bulk carriers. Sempre più esigua invece la presenza nell high-tech con una quota del 4%, grazie a ordini di LPG e barche da lavoro. Quote di mercato Q2013 per paese costruttore (% in Tslc) Totale R.d.M. R.d.M. 11% 13% 12% 14% 41% 29% 46% 38% 29% 35% 30% 41% 28% 6% 7% 5% 42% 16% 13% 12% 6% 5% 9% 12% 2% 11% 49% 34% Corea: quota di mercato pari al 42%. I cantieri coreani hanno ottenuto la metà degli ordinativi di navi complesse in particolare chimichiere e LNG / LPG. Nel segmento standard la Corea ha acquisito il 35% degli ordini al pari della cantieristica cinese. Standard 34% 39% 18% 35% 28% 13% 1% 14% 2% 0% 20% Cina: quota del 30%. Nel comparto standard ha acquisito soprattutto bulk carriers che costituiscono il 54% delle Tslc. Mantiene una quota del 25% nell high-tech, in linea con quella del 2012, attraverso commesse di offshore support vessels, piattaforme di perforazione fisse e LPG. High tech R.d.M. 31% 28% 16% 23% 20% 17% 17% 25% 25% 47% 39% 50% Resto del Mondo: quota del 14%, maggiore nell high-tech (17%) rispetto alle produzioni standard (11%). 13% 12% 7% 8% 6% 8% 4% 4% Fonte : Lloyd s Fairplay, elaborazioni Fincantieri Nota: le statistiche del triennio sono state riviste per uniformare le evidenze agli aggiornamenti della banca dati Lloyd s Fairplay 5

6 ASSONAVE NAVI DA CROCIERA: ANDAMENTO ORDINI E CONSEGNE (1/2) Ordini navi da crociera > Tsl Ordini navi da crociera Q2013 Nel corso del primo trimestre 2013 sono proseguite le trattative commerciali avviate nel 2012 e non sono stati registrati nuovi ordini Sotto il profilo competitivo la profonda crisi finanziaria in cui versa STX Offshore & Shipbuilding e la sua controllante, STX Corp, potrebbe avere delle ripercussioni sull assetto proprietario dell intero gruppo. Una esigenza immediata di liquidità spingerebbe infatti l azionista coreano a vendere le società europee, STX France e STX Finland. In particolare per il cantiere finlandese il futuro sarebbe incerto non essendo appoggiato dal governo nazionale nella stessa misura della società francese (vedi TAV 20-22). Nonostante ciò il governo finlandese si è visto costretto ad intervenire per scongiurare l interruzione della costruzione delle due navi da crociera per TUI Cruises presso lo stabilimento di Turku a seguito di mancanza di liquidità ed ha acquistato il terreno su cui insiste il cantiere. Soltanto a fine maggio la Royal Caribbean ha annunciato la firma per il contratto di una terza unità della classe Quantum (ex Project Sunshine) assegnata a Meyer W, con consegna 2016, le cui condizioni finanziarie sarebbero tuttavia ancora da perfezionare. N di navi Ordini perfezionati 10 Ordini da perfezionare Consegne navi da crociera (2) N di navi Nel corso del primo trimestre 2013 sono state consegnate 2 navi per LB, nella rimanente parte del 2013 è attesa la consegna di altre 4 unità per ~ LB. Lower berth (1) Comprende i MOA firmati da Fincantieri con Carnival Corp (2 navi per due diversi brand del gruppo) e con Viking Ocean Cruises (2 navi) (2) Consegne prospettiche calcolate sulla base dell attuale portafoglio ordini 6

7 ASSONAVE NAVI DA CROCIERA > TSL : PORTAFOGLIO ORDINI (2/2) Portafoglio ordini per cantiere costruttore Quota di mercato (% Tslc) STX Europe STX Finland 8% (2 navi) STX France 10% (2 navi) Mitsubishi HI 10% (2 navi) Meyer Werft 29% (5 navi) Fincantieri 43% (11 navi) Al 31 marzo 2013, a seguito della consegna da parte di Meyer Werft / AidaStella e di STX France/MSC Preziosa, il portafoglio ordini ammonta a 22 navi per un totale di 2,5 Mil. Tslc. Tra aprile e maggio 2013 sono state consegnate 3 unità: la Norwegian Breakaway di NCL (Meyer Werft), l Europa 2 di Hapag Lloyd Cruises (STX France), la Royal Princess di Princess Cruise (Fincantieri); inoltre Meyer Werft ha perfezionato un contratto con Royal Caribbean per la costruzione della terza unità classe Quantum. A seguito di questi ultimi eventi, il portafoglio ordini agli inizi di giugno si attesta a 20 unità per un totale di 2,35 Mil. Tslc e Fincantieri detiene una quota del 40%, seguita da Meyer Werft con il 32%. Portafoglio ordini per armatore Quota di mercato (% Lower Berth) RCL 21,6% NCL 19,4% Carnival 43,9% Hapag-Lloyd Cruise 0,8% TUI 7,9% C. du Ponant 0,4% Viking Ocean Cruises 6,0% A fine marzo 2013 il portafoglio ordini espresso in lower berths ammonta a circa unità. Armatore leader è Carnival 8 navi per i diversi brand del Gruppo - con una quota pari al 43,9%. 7

8 ASSONAVE FERRIES: ANDAMENTO ORDINI E CONSEGNE (1/2) Andamento Ordini ferries > 150 m Q2013 Nei primi tre mesi del 2013 la domanda di ferries a livello mondiale è stata pari a circa Tslc. La maggior parte degli ordinativi riguarda mezzi di dimensione inferiore ai 150 metri di lunghezza. N di navi 10 4 Mercato non accessibile Mercato accessibile (1) Domanda ferries > 150 metri Sul mercato dei mezzi sopra i 150 metri si registrano ordini per 2 RoPax (LFT = 155,8 m e 200 pax) da parte del Turkmenistan al cantiere croato Uljanik. Il contratto fa parte del Programma di sviluppo del sistema di trasporti e comunicazioni e prevede opzioni per altre 4 unità. I ferries, di dimensioni idonee alla navigazione lungo il sistema fluviale russo, rientrerebbe in un accordo governativo tra Croazia e Turkmenistan, firmato 2 anni fa, comprendente anche l avvio di progetti di collaborazione nell ambito dello shipping e portuale. Sul mercato accessibile non sono stati emessi nuovi ordini. A zero gli ordini di cruise ferries di grande dimensione (LFT > 170 mt). A gennaio 2013 STX Finland è stato consegnato l ultimo cruise ferry in portafoglio ordini (vedi TAV. 8) Consegne ferries > 150 m (2) N di navi Tslc/Migl (1) Mercato accessibile; comprende la domanda espressa dagli armatori che operano in Mediterraneo, Baltico e Mare del Nord. Sono esclusi gli armatori del Far East. Quote calcolate in % su Tslc. (2) Consegne prospettiche calcolate sulla base del portafoglio ordini (sono escluse le commesse Scandlines in quanto sconosciuta al momento la data di consegna) 8

9 ASSONAVE FERRIES: PORTAFOGLIO ORDINI (2/2) Portafoglio ordini (% Tslc) (1) Descrizione Ferries (LFT > 150 m) per cantiere costruttore N - Bergen/Fosen 36% (2 navi) CRO - Uljanik 23% (2 navi) Al 31 marzo 2013 il portafoglio ordini dei traghetti > 150 metri ammonta a 6 unità per un totale di circa Tslc e risulta distribuito tra 3 società cantieristiche. D - P+S Werften (*) 41% (2 navi) (*) La società armatoriale Scandlines ha deciso di abbandonare la costruzione dei 2 traghetti presso P+S Werften. Il cantiere ad agosto 2012 ha dichiarato fallimento, inoltre sono emerse delle contestazioni da parte del cliente riguardo al peso delle navi. Il curatore fallimentare sta cercando di vendere le due unità, peraltro ad uno stadio avanzato di costruzione, mentre la società armatrice è intenzionata ad indire una nuova gara per la costruzione di 2 nuovi mezzi. (1) Mercato accessibile; comprende la domanda espressa dagli armatori che operano in Mediterraneo, Baltico e Mare del Nord. Sono esclusi gli armatori del Far East. Quote calcolate in % su Tslc 9

10 ASSONAVE DRILLSHIP + SEMISUB: ANDAMENTO ORDINI E CONSEGNE (1/2) Andamento Le rigs ordinate sul mercato internazionale nel corso dei primi tre mesi del 2013 sono 4 (2 DS (1) e 2 SSDR (2) ). Le opzioni ancora da esercitare da parte degli operatori sono pari a 19 mezzi (11 DS e 8 SSDR). Due dei quattro ordini espressi nel periodo di riferimento sono conferme di opzioni. Ordini floaters Q2013 N rigs Mkt mondiale (escluso Brasile) Brasile Il fabbisogno della oil company brasiliana Petrobras legato ai mezzi di perforazione da costruire in loco ha portato all emissione di ordinativi per 29 mezzi perfezionati tra il 2011 e il DS SSDR Per il futuro non è da escludere che ritardi nella consegna dei mezzi Petrobras da parte dei Consegne floaters cantieri domestici possano indurre la oil company a ricorrere al mercato del noleggio, N rigs 33 alimentando in questo modo un fabbisogno addizionale di nuovi mezzi Le unità previste in consegna nel 2013 sono 25, per la quasi totalità drillship (24 mezzi). Nel SSDR primo trimestre 2013 sono state consegnate solo 2 unità. DS (1) SSDR = Semi-submersible drilling rigs (2) DS = Drillships 10

11 ASSONAVE DRILLSHIP + SEMISUB: PORTAFOGLIO ORDINI (2/2) Portafoglio ordini incluso Brasile Descrizione PO per cantiere costruttore (% nr rigs) 100% = 97 rigs Brasile (1) 29,9% (29 rigs) Altri 15,5% (15 rigs) SK Samsung 22,6% (22 rigs) Il portafoglio ordini totale a marzo 2013 si attesta a 97 mezzi (76 DS + 21 SSDR). 29 delle unità in portafoglio sono costruite in Brasile e rientrano nel programma Petrobras di Exploration & Production. SK Hyundai 15,5% (15 rigs) SK Daewoo 16,5% (16 rigs) Il cantiere leader di mercato è Samsung: 22,6% di quota pari a 22 unità. Seguono Daewoo e Hyundai. (1) Estaleiro Atlantico Sul (7 rigs), Jurong/SembCorp Marine (7), Estaleiro Enseada do Paraguacu (6), Keppel (6),Estaleiro Rio Grande (3) 100% = 97 rigs PO per operatore e per paese operatore (% nr rigs) DK 4% (4 rigs) N 28% (27 rigs) Altri 7% (7 rigs) USA 30% (29 rigs) Brasile 31% (30 rigs) Primo operatore per mezzi in costruzione è la norvegese Seadrill con 7 rigs (7%), a seguire Noble Corp. con 5 unità (5%). Il portafoglio ordini per paese armatore escludendo la vicenda Brasile - è dominato da società statunitensi e norvegesi rispettivamente con 29 e 27 mezzi in costruzione, equivalenti al 58% del portafoglio ordini totale. 11

12 ASSONAVE OFFSHORE SUPPORT VESSELS: ANDAMENTO ORDINI (1/2) Andamento Ordini OSV Nel triennio , il mercato degli AHTS e PSV ha generato in media ordini pari a 250 unità l anno, un buon livello di domanda, ancorchè lontano dall anomalo picco (biennio ) di 350 unità / anno, motivato anche da una corsa all ordine a fronte di cambiamenti nelle normative. In dettaglio: - il comparto degli AHTS (1) ha registrato ordini per 324 unità (media di circa 108 mezzi l anno); - i PSV hanno totalizzato ordini per 438 mezzi, per una media annua pari a 146 navi. La richiesta di PSV è cresciuta sensibilmente attestandosi su valori più che doppi rispetto al Nel primo trimestre 2013 la domanda di mezzi di supporto in generale si è orientata soprattutto verso la categoria degli offshore subsea construction vessel, in termini sia di unità sofisticate equipaggiate per la realizzazione di lavori sul fondo del mare e per attività di ispezione, manutenzione e riparazione di impianti sia di mezzi di costruzione particolarmente grandi (es: ordine della Sealion Shipping per una unità tipo Ulstein Sea of Solutions X-Bow dotata di una gru da 900 ton, e commessa DOF per una un unità modello VARD OSCV-12, dotata di una gru da 900 ton). Nonostante il conseguimento di noli interessanti nell area del Mare del Nord per gli AHTS, la maggiore redditività garantita da questi mezzi ancora non si è tradotta in programmi di nuova costruzione. Anche il mercato dei PSV è stato fiacco. Sussiste una richiesta selettiva per mezzi specializzati ed innovati in termini di dotazioni per l espletamento di funzioni di salvataggio. N navi PSV AHTS Consegne OSV (3) N navi TOTALE PSV AHTS TOTALE (1) AHTS = Anchor Handling Tug Supply Vessel (2) PSV = Platform Supply Vessel 3) Nel prospetto delle consegne non vengono considerati i mezzi inferiori ai 50 m di lunghezza, gli AHTS sotto i BHP e i PSV inferiori a Tpl. Fonte : RS Platou Offshore Research May

13 ASSONAVE OFFSHORE SUPPORT VESSELS: PORTAFOGLIO ORDINI (2/2) Portafoglio ordini AHTS al 31 marzo 2013 Descrizione Portafoglio ordini AHTS per gamma potenza (BHP) (% nr navi) 100% = 169 mezzi bhp 8% (14 navi) bhp 13% (21 navi) > bhp 7% (12 navi) < bhp 10% (17 navi) bhp 62% (105 navi) Il portafoglio ordini al 31 marzo 2013 si attesta a 169 AHTS, di cui il 62% nel range di potenza tra i e i bhp. Portafoglio ordini PSV al 31 marzo 2013 Descrizione Portafoglio ordini PSV per range tpl 100% = 354 mezzi > tpl 40% (141 navi) < tpl 22% (78 navi) Il portafoglio ordini al 31 marzo 2013 si attesta a 354 PSV; i mezzi più grandi (tpl > 4.500) pesano per il 40% (% nr navi) tpl 38% (135 navi) 13

14 ASSONAVE YACHTS: ANDAMENTO ORDINI E COMPLETAMENTI (1/2) Yachts > 50 metri Ordini Q2013 Ordini Il primo trimestre del 2013 si è aperto con ordini complessivi per 10 yacht di lunghezza superiore ai 50 metri, di cui 3 yacht maggiori di 70 metri. N yacht MY m MY > 70 m 48 Due delle tre unità sopra i 70 metri sono dei mezzi a vela, di cui uno è un veliero di oltre 100 metri di lunghezza realizzato completamente in legno. Si tratta di un quadri-albero da 141 metri progettato da Dyskra & Partners in collaborazione con Ken Freivoh Proiezione completamenti N yacht Completamenti In base all attuale portafoglio ordini, gli anni registrano un profilo di consegne ancora elevato e pari a unità. Il numero dei completamenti si dimezza nel 2015 con 25 yacht in consegna

15 ASSONAVE YACHTS: PORTAFOGLIO ORDINI YACHTS > 70 METRI (2/2) Portafoglio ordini per cantiere costruttore Quota di mercato (% numero mezzi) (1) 100%= 50 yachts Fincantieri 2% (1 yacht) Altri 48% (24 yachts) Ferretti 6% (3 yachts) Lurssen 14% (7 yachts) Oceanco 10% (5 yachts) Feadship 8% (4 yachts) Abeking & Ras. 6% (3 yachts) Abu Dhabi Mar 6% (3 yachts) Descrizione Al 31 marzo 2013 il portafoglio ordini mondiale di yacht superiori ai 70 metri consta di 50 mezzi. Fincantieri, con una unità in costruzione, detiene una quota del 2%. Portafoglio ordini per cantiere costruttore Altri 43% Quota di mercato (% metri lineari) (1) 100%= metri Fincantieri 3% Ferretti 5% Lurssen 17% Oceanco 11% Feadship 8% Abu Dhabi Mar 8% Abeking & Ras. 5% Descrizione Al 31 marzo 2013 il portafoglio ordini mondiale di yacht superiori ai 70 metri calcolato in metri lineari è pari a circa Fincantieri, con una unità da 140 metri, detiene una quota del 3%. (1) Per il calcolo del portafoglio ordini vengono considerate anche le conversions 15

Stabile la movimentazione passeggeri via traghetto negli scali considerati attesa a fine 2015 (+0,32% sul 2014).

Stabile la movimentazione passeggeri via traghetto negli scali considerati attesa a fine 2015 (+0,32% sul 2014). COMUNICATO STAMPA ADRIATIC SEA FORUM: al via oggi a Dubrovnik la seconda edizione di Adriatic Sea Forum cruise, ferry, sail & yacht, evento internazionale itinerante dedicato ai settori del turismo via

Dettagli

LE PETROLIERE DELL ULTIMA GENERAZIONE

LE PETROLIERE DELL ULTIMA GENERAZIONE MEZZI PETROLIERE LE PETROLIERE DELL ULTIMA GENERAZIONE L evoluzione delle navi cisterna in termini di sicurezza contro i rischi di inquinamento ha subito negli ultimi anni una forte accelerazione che ha

Dettagli

Fincantieri. Accelera sulle navi da crociera. 19 novembre 2014. Nota societaria. Inizio di copertura. Intesa Sanpaolo Direzione Studi e Ricerche

Fincantieri. Accelera sulle navi da crociera. 19 novembre 2014. Nota societaria. Inizio di copertura. Intesa Sanpaolo Direzione Studi e Ricerche Accelera sulle navi da crociera Fincantieri è il più grande gruppo cantieristico occidentale e il quarto al mondo per dimensioni. Il Gruppo è presente con 21 cantieri navali e impianti produttivi in 13

Dettagli

Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015

Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015 GRAND SOLEIL CUP CALA GALERA 2015 Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015 Il Circolo Nautico e della Vela Argentario, in collaborazione con il Marina Cala Galera, il Cantiere del Pardo,

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DEL 15 MAGGIO 2015

COMUNICATO STAMPA DEL 15 MAGGIO 2015 COMUNICATO STAMPA DEL 15 MAGGIO 2015 Nel 2014 la raccolta premi complessiva realizzata dalle imprese di assicurazione italiane e dalle rappresentanze in Italia di imprese extra europee continua il trend

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Irepa Informa. Anno 2 Numero 2 2 Trimestre 2009. Analisi trimestrale per il settore della pesca e acquacoltura

Irepa Informa. Anno 2 Numero 2 2 Trimestre 2009. Analisi trimestrale per il settore della pesca e acquacoltura Irepa Informa Anno 2 Numero 2 2 Trimestre Analisi trimestrale per il settore della pesca e acquacoltura Le dinamiche congiunturali del secondo trimestre Nel secondo trimestre, i principali indicatori congiunturali

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI 2014 CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA

OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI 2014 CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA CRESME RICERCHE SPA OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA Cantiermacchine-ASCOMAC Comamoter-FEDERUNACOMA Ucomesa-ANIMA NELL AMBITO DI FEDERCOSTRUZIONI

Dettagli

PROSPETTO INFORMATIVO

PROSPETTO INFORMATIVO Emittente Finaval S.p.A. PROSPETTO INFORMATIVO relativo all Offerta Globale e all ammissione a quotazione sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. di azioni ordinarie

Dettagli

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile Approccio al Mercato - Brasile A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile 1 Brasile 6ª economia mondiale, previsione di 2,1% di crescita nel 2012. Mercato consumatore in crescita: 30 millioni sono entrati nella

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO

SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO Presentazione del corso Istituzionale Il broker marittimo: la figura professionale Lo Shipbroker, in italiano mediatore marittimo, è colui che media fra il proprietario

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

Le cadute dall alto per l attività di lavoro marittimo: studio della casistica nosologica ed ipotesi di interventi preventivi

Le cadute dall alto per l attività di lavoro marittimo: studio della casistica nosologica ed ipotesi di interventi preventivi Le cadute dall alto per l attività di lavoro marittimo: studio della casistica nosologica ed ipotesi di interventi preventivi Navigazione Edizione 2013 Pubblicazione realizzata con il contributo del Ministero

Dettagli

PREVISIONI APPRODI NAVI DA CROCIERA Autorità Portuale di Palermo Porti di Palermo e Termini Imerese. Anno 2015

PREVISIONI APPRODI NAVI DA CROCIERA Autorità Portuale di Palermo Porti di Palermo e Termini Imerese. Anno 2015 Gennaio 01/01/2015 08:00 17:00 NORWEGIAN JADE MANCUSO CAGLIARI NAPOLI NORWEGIAN LINE 05/01/2015 09:00 19:00 AIDA MAR S. TAGLIAVIA PALMA DE MALLORCA NAPOLI COSTA 06/01/2015 12:00 18:00 SPLENDIDA MSC CIVITAVECCHIA

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

www.ipaper.com/europe Questa brochure è stata stampata su carta IP Pro-Design, certificata PEFC

www.ipaper.com/europe Questa brochure è stata stampata su carta IP Pro-Design, certificata PEFC www.ipaper.com/europe Questa brochure è stata stampata su carta IP Pro-Design, certificata PEFC Gestione forestale sostenibile Tutto quello che bisogna sapere Sommario 1. Che cosa si intende per gestione

Dettagli

Lo scenario economico provinciale 2011-2014: il bilancio della crisi

Lo scenario economico provinciale 2011-2014: il bilancio della crisi 2011-2014: iill biillanciio delllla criisii 2011-2014: iill biillanciio delllla criisii . 2011-2014: il bilancio della crisi Il volume è stato realizzato a cura dell Ufficio Studi della Camera di Commercio

Dettagli

LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE

LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE Alessandro Clerici Chairman Gruppo di Studio WEC «World Energy Resources» Senior Corporate Advisor - CESI S.p.A. ATI--MEGALIA Conferenza

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Forse non tutto si può misurare ma solo ciò che si può misurare si può migliorare

Forse non tutto si può misurare ma solo ciò che si può misurare si può migliorare Forse non tutto si può misurare ma solo ciò che si può misurare si può migliorare Se non siamo in grado di misurare non abbiamo alcuna possibilità di agire Obiettivo: Misurare in modo sistematico gli indicatori

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Stima delle presenze irregolari. Vari anni

Stima delle presenze irregolari. Vari anni Stima delle presenze irregolari. Vari anni Diciottesimo Rapporto sulle migrazioni (FrancoAngeli). Fondazione Ismu. Dicembre 2012 Capitolo 1.1: Gli aspetti statistici Tab. 1 - La presenza straniera in Italia.

Dettagli

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 La BRI, in collaborazione con le banche centrali e le autorità monetarie di tutto il mondo, raccoglie e diffonde varie serie di dati sull attività

Dettagli

PROVINCIA DI SAVONA NAVIGAZIONE

PROVINCIA DI SAVONA NAVIGAZIONE PROVINI DI SVON NVIGZIONE ESME PER L ERTMENTO DELL IDONEIT PROFESSIONLE PER L ESERIZIO DELL TTIVITÀ DI ONSULENZ PER L IROLZIONE DEI MEZZI DI TRSPORTO 1 Qual'è la definizione di navigazione da diporto:

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

ASSICURARE LA BARCA - TUTTI I SEGRETI PER SCEGLIERE BENE

ASSICURARE LA BARCA - TUTTI I SEGRETI PER SCEGLIERE BENE ASSICURARE LA BARCA - TUTTI I SEGRETI PER SCEGLIERE BENE 6,00 DICEMBRE 2014 GENNAIO 2015 mensile - anno 93 www.velaemotore.it IN VENDITA ANCHE SU dal 1923 PROVE Lürssen Solandge Azimut 50 Bavaria Sport

Dettagli

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Partner Nome dell azienda SAIPEM Settore

Dettagli

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Mergers & Acquisitions Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Di Michael May, Patricia Anslinger e Justin Jenk Un controllo troppo affrettato e una focalizzazione troppo rigida sono la

Dettagli

2nd Conference on Liquefied Natural Gas for Transport Italy and the Mediterranean Area Andrea Stegher, Head of Business Development

2nd Conference on Liquefied Natural Gas for Transport Italy and the Mediterranean Area Andrea Stegher, Head of Business Development 2nd Conference on Liquefied Natural Gas for Transport Italy and the Mediterranean Area Andrea Stegher, Head of Business Development Roma, 10-11 aprile 2014 snam.it «Small-scale LNG»: un interesse in crescita

Dettagli

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente LA DECOLONIZZAZIONE Nel 1939 quasi 4.000.000 km quadrati di terre e 710 milioni di persone (meno di un terzo del totale) erano sottoposti al dominio coloniale di una potenza europea. Nel 1941, in piena

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

1. Proteggere il lavoro ed esprimere il potenziale delle aziende clienti

1. Proteggere il lavoro ed esprimere il potenziale delle aziende clienti Ufficio Stampa Jacobacci & Partners DATASTAMPA Simonetta Carbone Via Tiepolo, 10-10126 Torino, Italy Tel.: (+39) 011.19706371 Fax: (+39) 011.19706372 e-mail: piemonte@datastampa.it torino milano roma madrid

Dettagli

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza ADVISORY Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza Analisi dei bilanci bancari kpmg.com/it Indice Premessa 4 Executive Summary 6 Approccio metodologico 10 Principali trend 11

Dettagli

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte IMPORT & EXPORT DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA 1 semestre 2013 A cura di: Vania Corazza Ufficio Statistica e Studi Piazza Mercanzia, 4 40125 - Bologna Tel. 051/6093421 Fax 051/6093467 E-mail: statistica@bo.camcom.it

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Rapporto annuale Giugno 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. scpa Committente:

Dettagli

OSSERVATORIO CONGIUNTURALE SULL'INDUSTRIA DELLE COSTRUZIONI. a cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi

OSSERVATORIO CONGIUNTURALE SULL'INDUSTRIA DELLE COSTRUZIONI. a cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi OSSERVATORIO CONGIUNTURALE SULL'INDUSTRIA DELLE COSTRUZIONI a cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Luglio 2014 L Osservatorio congiunturale sull industria delle costruzioni è curato dalla

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

Guida al Naviglio ed alla Proprietà Navale

Guida al Naviglio ed alla Proprietà Navale Capitaneria di Porto Guardia Costiera Genova Guida al Naviglio ed alla Proprietà Navale edizione 2005 a cura del C.F.(CP) Claudio MOLLICA 2 Guida al Naviglio ed alla Proprietà Navale L Ordinamento, com

Dettagli

D. Da quali paesi ed in che modo la normativa ISPM15 viene già applicata?

D. Da quali paesi ed in che modo la normativa ISPM15 viene già applicata? CON-TRA S.p.a. Tel. +39 089 253-110 Sede operativa Fax +39 089 253-575 Piazza Umberto I, 1 E-mail: contra@contra.it 84121 Salerno Italia Internet: www.contra.it D. Che cosa è la ISPM15? R. Le International

Dettagli

Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia

Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia Università degli Studi di Perugia, Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline

Dettagli

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Energia Italia 2012 Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Anche il 2012 è stato un anno in caduta verticale per i consumi di prodotti energetici, abbiamo consumato: 3 miliardi

Dettagli

Studio di settore 03. Gas naturale. Marzo 2013. Il mercato del gas naturale. Cassa depositi e prestiti. in Italia: lo sviluppo. delle infrastrutture

Studio di settore 03. Gas naturale. Marzo 2013. Il mercato del gas naturale. Cassa depositi e prestiti. in Italia: lo sviluppo. delle infrastrutture Cassa depositi e prestiti Gas naturale Marzo 2013 Il mercato del gas naturale in Italia: lo sviluppo delle infrastrutture nel contesto europeo Studio di settore 03 Cassa depositi e prestiti Gas naturale

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

LA VALUTAZIONE PUBBLICA. Altri ponti. di Pierluigi Matteraglia

LA VALUTAZIONE PUBBLICA. Altri ponti. di Pierluigi Matteraglia LA VALUTAZIONE PUBBLICA Altri ponti di Pierluigi Matteraglia «Meridiana», n. 41, 2001 I grandi ponti costruiti recentemente nel mondo sono parte di sistemi di attraversamento e collegamento di zone singolari

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate

Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate 6.1 Metodi per lo sviluppo di nuovi prodotti (MSNP) Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate Questo capitolo presenta alcune metodologie per gestire al meglio

Dettagli

2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 2014

2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 2014 Indice 1 2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 214 RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI EDIZIONE 214 ISBN 978-88-458-1784-7 214 Istituto nazionale di statistica

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Obiettivi strategici del Consiglio federale per la sua partecipazione alla RUAG Holding SA (strategia basata sul rapporto di proprietà 2011 2014)

Obiettivi strategici del Consiglio federale per la sua partecipazione alla RUAG Holding SA (strategia basata sul rapporto di proprietà 2011 2014) Obiettivi strategici del Consiglio federale per la sua partecipazione alla RUAG Holding SA (strategia basata sul rapporto di proprietà 2011 2014) Introduzione L'obiettivo primario della società di partecipazione

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

TITOLO VI ALTRI USI TITOLO VI

TITOLO VI ALTRI USI TITOLO VI TITOLO VI 167 Capitolo primo PRESTAZIONI D OPERA VARIE E DI SERVIZIO (nessun uso accertato) Capitolo secondo USI MARITTIMI (nessun uso accertato) 169 Capitolo terzo USI NEI TRASPORTI TERRESTRI TRASPORTI

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

Le Risorse Energetiche Mondiali ed il caso Italia

Le Risorse Energetiche Mondiali ed il caso Italia Le Risorse Energetiche Mondiali ed il caso Italia Alessandro Clerici Presidente Onorario WEC Italia Delegato ANIE 1 CONTENUTO Survey of energy resources del WEC Nucleare: il caso Finlandia Il costo dell

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

INIZIATIVA DI STUDIO SULLA PORTUALITA ITALIANA

INIZIATIVA DI STUDIO SULLA PORTUALITA ITALIANA Ufficio per gli investimenti di rete e i servizi di pubblica utilità Servizio per le Infrastrutture e la regolazione dei servizi di pubblica utilità Presidenza del Consiglio dei Minis INIZIATIVA DI STUDIO

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni)

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni) ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Gli immobili in Italia - 2015 ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Nel presente capitolo è analizzata la distribuzione territoriale

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

1. La situazione economica e del mercato del lavoro

1. La situazione economica e del mercato del lavoro 1. La situazione economica e del mercato del lavoro Per la lettura dei dati non si può prescindere dal considerare l impatto dei molteplici fattori che hanno mutato radicalmente il mondo del lavoro a causa

Dettagli

Earned Value e monitoring del progetto

Earned Value e monitoring del progetto IT Project Management Lezione 8 Earned Value Federica Spiga A.A. 2009-2010 1 Aspetti economico-finanziari (1) Costi C Fine progetto T Tempo La curva a S è chiamata baseline dei costi risultato dell aggregazione

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

WORLD ENERGY OUTLOOK 2012 SINTESI. Italian translation

WORLD ENERGY OUTLOOK 2012 SINTESI. Italian translation WORLD ENERGY OUTLOOK 2012 SINTESI Italian translation SINTESI WORLD ENERGY OUTLOOK 2012 Il World Energy Outlook (WEO) 2012 è uno strumento indispensabile per i decision maker della politica e dell industria

Dettagli

Presentazione di alcuni casi di successo. Paolo Piffer 28 Maggio 2007

Presentazione di alcuni casi di successo. Paolo Piffer 28 Maggio 2007 Presentazione di alcuni casi di successo Paolo Piffer 28 Maggio 2007 AZIENDA 1 DEL SETTORE CERAMICO Il problema presentato L azienda voleva monitorare il fatturato in raffronto ai 2 anni precedenti tenendo

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

Classificazioni dei sistemi di produzione

Classificazioni dei sistemi di produzione Classificazioni dei sistemi di produzione Sistemi di produzione 1 Premessa Sono possibili diverse modalità di classificazione dei sistemi di produzione. Esse dipendono dallo scopo per cui tale classificazione

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Introduzione al corso. Mario Parisi. Università di Macerata Facoltà di Economia

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Introduzione al corso. Mario Parisi. Università di Macerata Facoltà di Economia Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Introduzione al corso 1 Inquadramento del corso 1996: Gruppo di ricerca sulle metodologie di analisi, sugli

Dettagli

Obiettivi Europa 2020 e Indicatori di Posizione della Sardegna e dell'italia Valori degli indicatori aggiornati all'ultimo anno disponibile

Obiettivi Europa 2020 e Indicatori di Posizione della Sardegna e dell'italia Valori degli indicatori aggiornati all'ultimo anno disponibile Obiettivi Europa 2020 e Indicatori di Posizione della e dell'italia Valori degli indicatori aggiornati all'ultimo anno disponibile Fonti: Eurostat - Regional statistic; Istat - Politiche di Sviluppo e

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

LA PENSIONE DI VECCHIAIA

LA PENSIONE DI VECCHIAIA Le pensioni di vecchiaia e di invalidità specifica per i lavoratori dello spettacolo (Categorie elencate nei numeri da 1 a 14 dell art. 3 del Dlgs CPS n.708/1947) Questa scheda vuole essere un primo contributo

Dettagli

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI LE SOSPENSIONI DEI LAVORI 10.1- Profili generali della sospensione dei lavori. 10.2- Le sospensioni legittime dipendenti da forza maggiore. Casi in cui si tramutano in illegittime. 10.3- Le sospensioni

Dettagli

Corso di Matematica finanziaria

Corso di Matematica finanziaria Corso di Matematica finanziaria modulo "Fondamenti della valutazione finanziaria" Eserciziario di Matematica finanziaria Università degli studi Roma Tre 2 Esercizi dal corso di Matematica finanziaria,

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Proposto un dividendo di 8 centesimi di euro per azione (6 centesimi nel 2013)

COMUNICATO STAMPA. Proposto un dividendo di 8 centesimi di euro per azione (6 centesimi nel 2013) COMUNICATO STAMPA Conferma della solida patrimonializzazione del Gruppo: Common Equity Tier 1 ratio phased in al 31 dicembre 2014: 12,33% 1 (13% al 30/09/2014) Common Equity Tier 1 ratio pro forma stimato

Dettagli

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa QUANT Bond Perché investire nel QUANT Bond? 1 Logica di investimento innovativa Partiamo da cose certe Nel mercato obbligazionario, una equazione è sempre vera: Rendimento = Rischio E possibile aumentare

Dettagli

Lo shipping e la portualità nel Mediterraneo: opportunità e sfide per l Italia

Lo shipping e la portualità nel Mediterraneo: opportunità e sfide per l Italia Lo shipping e la portualità nel Mediterraneo: opportunità e sfide per l Italia Arianna Buonfanti 1 1 SRM Riassunto Scopo di questo paper è delineare l andamento e i possibili futuri scenari logistici nel

Dettagli

E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili

E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili «Pas du pétrole mais des idées..» Lucio IPPOLITO Fisciano, 12 maggio 2011 L. IPPOLITO 2011

Dettagli

in evidenza 2013-2014

in evidenza 2013-2014 in evidenza 2013-2014 Liberty of the Seas, la nave più incredibile del Mediterraneo A inaugurare gli imbarchi da Napoli sarà Liberty of the Seas, una nave straordinaria in partenza per la prima volta dall

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

Reti, Accordi e Cooperazioni interaziendali a.a. 2008-2009 INDICE

Reti, Accordi e Cooperazioni interaziendali a.a. 2008-2009 INDICE INDICE 1. Crescita aziendale e contesto esterno 2. Crescita aziendale e contesto interno 3. Crescita quantitativa e sviluppo qualitativo 4. Le dimensioni rilevanti dello sviluppo qualitativo 5. Le modalità

Dettagli

COMMISSIONE EUROPEA. Bruxelles, 15.01.2010 C (2010) 7

COMMISSIONE EUROPEA. Bruxelles, 15.01.2010 C (2010) 7 COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 15.01.2010 C (2010) 7 Oggetto: Aiuto di Stato N 540/2009 - Francia Proroga dell aiuto NN 155/2003 Realizzazione di un servizio sperimentale di autostrada ferroviaria e Aiuto

Dettagli

Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te

Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te Lo spettacolo di una vecchia fatiscente imbarcazione da diporto, sia in decomposizione nel suo ormeggio che mezza affondata con gli alberi che spuntano dall acqua

Dettagli

10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese grande 4

10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese grande 4 I SUSSIDI ALLE ESPORTAZIONI NELL AGRICOLTURA E NEI SETTORI AD ALTA TECNOLOGIA 10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole

Dettagli

I dati Import-Export. 1 semestre 2014

I dati Import-Export. 1 semestre 2014 I dati Import-Export 1 semestre 2014 Import, Export e bilancia commerciale (valori in euro) Provincia di Mantova, Lombardia e Italia, 1 semestre 2014 (dati provvisori) import 2014 provvisorio export saldo

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO ANZIANITÀ DI SERVIZIO QUESITO (posto in data 11 luglio 2013) Sono Dirigente Medico di primo livello dal marzo del 2006 e di ruolo, senza interruzioni di servizio, dal luglio 2007. Mi hanno già

Dettagli