Monitoraggio investimenti per la realizzazione delle Case della Salute

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Monitoraggio investimenti per la realizzazione delle Case della Salute"

Transcript

1 DIREZIONE GENERALE SANITÀ E OLITICHE SOCIALI Monitoraggio investimenti per la realizzazione delle Case della Salute Report EDIZIONE 2014

2

3 Monitoraggio investimenti per la realizzazione delle Case della Salute Report EDIZIONE 2014 A cura di: Clara Curcetti, Luisa arisini, Maria Chiara Tassinari Antonio Brambilla Responsabile Servizio Assistenza distrettuale, medicina generale, pianificazione e sviluppo dei servizi sanitari Fabio Rombini Responsabile Servizio Strutture sanitarie e sociosanitarie Si ringrazia per la collaborazione Adriana Sacchetti, Antonietta Cocchi, Claudia Ricci Servizio Strutture sanitarie e sociosanitarie Regione Emilia-Romagna Assessorato olitiche per la Salute Direzione Generale Sanità e olitiche Sociali Servizio Assistenza distrettuale, medicina generale, pianificazione e sviluppo dei servizi sanitari Area Governo e monitoraggio attività distrettuale Viale Aldo Moro, Bologna

4 La scelta di realizzare la Casa della Salute nasce dall idea forte che i cittadini possano avere una sede territoriale di riferimento alla quale rivolgersi in ogni momento della giornata, che rappresenti una certezza di risposta concreta, competente e adeguata ai diversi bisogni di salute e di assistenza La Casa della Salute rappresenta, inoltre, un contesto nel quale attuare interventi di prevenzione e di promozione della salute Si ringraziano le Aziende USL per la preziosa collaborazione. rogetto grafico e impaginazione a cura di Luisa arisini Servizio Assistenza distrettuale, medicina generale, pianificazione e sviluppo dei servizi sanitari Stampa Centro Stampa della Regione Emilia-Romagna Bologna, novembre 2014 Questo Report è consultabile sul portale Saluter del Servizio Sanitario Regionale della Regione Emilia-Romagna, 2

5 Indice Le Case della Salute le azioni intraprese dal 2010 al Il censimento aggiornato sulle Case della Salute (agosto 2014) 8 Stato complessivo investimenti per la realizzazione delle Case della Salute (2014) 14 o la rappresentazione regionale 15 o la ricognizione aziendale 23 Appendice 41 Il Gruppo regionale di monitoraggio e valutazione del rogetto La Casa della Salute 43 3

6 4

7 Le Case della Salute: le azioni intraprese dal 2010 al 2014 Le Case della Salute rappresentano una sfida per il sistema di prevenzione e cura distrettuale, per la capacità di intercettare i bisogni dei cittadini e di orientarli verso le forme di trattamento più appropriate rispetto alle loro esigenze assistenziali. Tali considerazioni hanno imposto una forte azione sinergica per portare avanti il processo di cambiamento avviato, realizzare compiutamente i contenuti assistenziali propri della Casa della Salute, sviluppare modalità di attivazione di progetti di salute integrati per la popolazione di riferimento territoriale; diverse le azioni che la Regione ha messo in campo per sostenere la progressiva realizzazione, in coerenza con le indicazioni regionali per la realizzazione e l organizzazione funzionale delle Case della Salute (DGR n. 291/2010): individuazione di obiettivi strategici nell ambito delle Linee di programmazione e finanziamento delle Aziende del SSR per gli anni 2010, 2011, 2012, 2014 (DGR n. 1544/2010, 732/2011, 653/2012, 217/2014 ); definizione di obiettivi nell ambito del rogramma di attività della Direzione Generale Sanità e olitiche sociali; monitoraggi annuali, a partire dal 2010, sulle Case della Salute funzionanti e programmate, per misurare il grado di evoluzione raggiunto e sui contenuti organizzativi ed assistenziali introdotti a livello aziendale; costituzione di un gruppo regionale strategico di valutazione e monitoraggio per promuovere e sostenere la realizzazione del rogetto La Casa della Salute (Determinazione DG n /2012, n /2012 e n /2014); costituzione di un gruppo di lavoro regionale sulla promozione e prevenzione della salute nelle Case della Salute (Determinazione DG n /2013); costituzione di un gruppo di lavoro regionale per modalità assistenziali e organizzative integrate tra il sistema delle cure primarie e il sistema della salute mentale-dipendenze patologiche nelle Case della salute (Determinazione DG n /2014); costituzione di un gruppo di lavoro regionale per la salute materno-infantile nelle Case della salute (Determinazione DG n. 9921/2014); incontri di audit a livello locale nelle Case della Salute funzionanti ad opera di un team regionale di professionisti, per approfondire gli aspetti qualitativi tramite interviste strutturate, mettere in evidenza le buone pratiche sul territorio e 5

8 facilitarne la disseminazione (Castel S.ietro Terme, Cesenatico, Copparo, Crevalcore, Fabbrico, Modigliana, Morciano, ievepelago). Dagli elementi fin qui esposti, appare utile riportare il trend delle Case della Salute funzionanti dal 2011 al 2014 e la mappatura delle 120 Case della Salute pianificate complessivamente sul territorio regionale nella loro collocazione geografica. Il trend

9

10 Il censimento aggiornato sulle Case della Salute (agosto 2014) Il più recente monitoraggio regionale (dati ad agosto 2014) effettuato dal Servizio Assistenza distrettuale, Medicina generale, ianificazione e sviluppo dei servizi sanitari ha consentito di fare il punto sulla pianificazione aziendale delle Case della Salute: programmate e funzionanti nei diversi contesti aziendali. La pianificazione aziendale delle Case della Salute (dati agosto 2014) Azienda USL CdS Funzionanti CdS rogrammate CdS ianificate M G TOTALE M G TOTALE M G TOTALE sede di: iacenza arma Reggio E Modena AV Emilia Nord Bologna Imola Ferrara AV Emilia Centrale Ravenna Forlì Cesena Rimini AUSL Romagna TOTALE Nota: l AUSL della Romagna è stata istituita con L.R. 22/2013 ed è attiva dal 1 gennaio 2014 I dati evidenziano una pianificazione aziendale complessiva di 120 Case della Salute di cui 61 Funzionanti e 59 rogrammate. er quanto riguarda, in particolare, le CdS funzionanti si rilevano, 26 CdS di tipologia iccola, 21 di tipologia Media e 14 di tipologia Grande. 8

11 Case della Salute funzionanti (dati agosto 2014) Azienda USL Distretto Tipologia DGR 291/2010 iccola Media Grande Totale iacenza iacenza 0 onente 0 Levante 1 0 TOTALE AUSL IACENZA arma 3 3 arma Fidenza Sud-Est Valli Taro-Ceno TOTALE AUSL ARMA Reggio Emilia 2 2 Correggio 1 1 Reggio Emilia Scandiano 1 1 Guastalla 3 3 Castelnuovo né Monti 0 Montecchio Emilia 1 1 TOTALE AUSL REGGIO EMILIA Modena 0 Mirandola 1 1 Sassuolo 1 1 Modena Castelfranco Emilia 1 1 Carpi 1 1 Vignola 0 avullo nel Frignano TOTALE AUSL MODENA TOTALE AREA VASTA EMILIA NORD Bologna Città di Bologna 2 2 ianura Est ianura Ovest 1 1 San Lazzaro di Savena 1 1 Casalecchio di Reno 1 1 orretta Terme 1 1 TOTALE AUSL BOLOGNA Imola Imola Ferrara TOTALE AUSL IMOLA Sud-Est 1 1 Ovest 0 Centro-Nord TOTALE AUSL FERRARA TOTALE AREA VASTA EMILIA CENTRALE

12 Azienda USL Distretto Tipologia DGR 291/2010 iccola Media Grande Totale Romagna Faenza 1 1 Lugo 3 3 Ravenna 1 1 Forlì Cesena - Valle del Savio 1 1 Rubicone Rimini 2 2 Riccione TOTALE AUSL ROMAGNA TOTALE REGIONE EMILIA-ROMAGNA Area Vasta Emilia Nord Area Vasta Emilia Centrale AUSL della Romagna 20% 57% 21% 29% 29% 29% 23% iccola Media Grande 50% iccola Media Grande 42% iccola Media Grande 10

13 Le sedi distrettuali delle Case della Salute FUNZIONANTI Azienda USL Distretto Denominazione della Casa della Salute Comune sede della CdS Tipologia ex DGR 291/2010: M G iacenza Levante odenzano odenzano Colorno Colorno G arma arma Centro arma G intor/molinetto arma G Fidenza San Secondo San Secondo.se G Claudio Carosino Busseto M arma Sud Est Valli Taro e Ceno Reggio Emilia Langhirano Langhirano G Collecchio Collecchio M Traversetolo Traversetolo M Monticelli Montechiarugolo Felino Felino Sala Baganza Sala Baganza Medesano Medesano M Bedonia Bedonia M Berceto Berceto Varsi Varsi ieve Modolena Reggio Emilia Spallanzani Reggio Emilia Correggio Fabbrico Fabbrico Centro Socio-Sanitario Brescello Brescello Reggio Emilia Guastalla Centro Socio-Sanitario Novellara Novellara Centro Amelia Sartoretti Reggiolo Montecchio Centro oliambulatoriale, NC e Medicina di Gruppo di S.Ilario S.Ilario d Enza M Scandiano Rubiera Rubiera Modena avullo Alto Frignano ievepelago Cimone Fanano M Castelfranco E Casa della Salute del Sorbara - "Dott. Roberto Bertoli" Bomporto 11

14 Azienda USL Distretto Denominazione della Casa della Salute Comune sede della CdS Tipologia ex DGR 291/2010: M G Mirandola Finale Emilia * Finale Emilia G Carpi Casa della Salute "Manuela Lorenzetti" sede operativa di: - Novi - Rovereto Novi Sassuolo Valli Dolo Dragone Secchia Montefiorino Bologna Casalecchio di Reno San Vitale San Donato Bologna M Borgo-Reno Bologna M Sasso Marconi Sasso Marconi ianura Ovest Barberini Crevalcore Crevalcore Bologna S. Lazzaro Loiano Loiano M ieve di Cento ieve di Cento M ianura Est S. ietro in Casale S. ietro in Casale G Budrio Budrio M orretta Terme Vergato Vergato M Imola Ferrara Romagna Imola Centro Nord Sud Est Castel S. ietro Castel S.ietro M Medicina Medicina ontelagoscuro Ferrara Terre e Fiumi Copparo G ortomaggiore Ostellato Ferrara Bagnacavallo Bagnacavallo M G Lugo Alfonsine Alfonsine M Massalombarda Conselice Massalombarda Conselice Ravenna Russi "Maccabelli" Russi M Faenza Brisighella Brisighella M Forlì redappio Valle Rabbi Modigliana Valle Tramazzo Forlimpopoli Bertinoro redappio Modigliana Forlimpopoli Meldola Meldola M M G G 12

15 Azienda USL Distretto Rubicone Cesena-Valle del Savio Rimini Riccione Denominazione della Casa della Salute Comune sede della CdS Tipologia ex DGR 291/2010: M G Casa della Costa Cesenatico G Casa della Rigossa Gambettola Rubicone Savignano G Casa Valsavio Mercato Saraceno G Santarcargelo di Romagna Santarcargelo di Romagna Bellaria Bellaria Valconca Morciano di Romagna Coriano Coriano M Nota: AUSL MO, CdS Finale Emilia: al termine degli interventi di recupero della struttura danneggiata dal terremoto del

16 Stato complessivo degli investimenti per la realizzazione delle Case della Salute (ottobre 2014) Tenuto conto della rilevanza strategica delle Case della Salute, è stata avviata, nel 2013, congiuntamente dal Servizio Assistenza distrettuale, Medicina generale, ianificazione e dal Servizio Sviluppo dei Servizi Sanitari, una ricognizione sugli investimenti complessivamente messi in campo per le CdS. Si è ritenuto importante proseguire l indagine nel 2014, al fine di aggiornare lo stato complessivo degli investimenti sulle CdS; i dati raccolti sono stati oggetto di analisi nell ambito di un gruppo ristretto, composto da: Fabio Rombini, Clara Curcetti, Luisa arisini, Adriana Sacchetti, Antonietta Cocchi e Claudia Ricci e, successivamente, elaborati da Luisa arisini, consentendo di avere una rappresentazione di sintesi regionale ed analitica per ciascuna Azienda USL. 14

17 LA RARESENTAZIONE REGIONALE 15

18 16

19 ROSETTO SINTESI INVESTIMENTI ER LA REALIZZAZIONE DELLE CASE DELLA SALUTE AZIENDA USL Regione E-R Stato (art.20, L.67/88) Finanziamenti Ministero Salute ex L.296/06 Azienda USL Importo Altri finanziamenti fonte Totale investimenti ricognizione 2014 Totale investimenti ricognizione 2013 IACENZA , , , , ,15 ARMA , , , ,70 Comuni: Bedonia, Montechiarugolo, Fontanellatio, Varsi , ,71 REGGIO EMILIA , , , , ,33 Fondi terremoto , ,07 MODENA , , , ,00 BOLOGNA * , , , ,82 Comune: Guiglia Fondi terremoto Donazioni Comune Casalecchio, capitali privati, assicurazione sisma , , , ,00 IMOLA , , , , ,89 FERRARA , , , , , ,00 ROMAGNA , , , ,44 RAVENNA , , , ,44 Fondo RER progetti modernizzazione Fondo RER progetti modernizzazione , , , ,00 sede di: FORLI' , , , , ,00 CESENA , , , ,73 RIMINI , , , ,00 TOTALE , , , , , , ,55 Nota: AUSL di Bologna per l'anno 2013 investimenti complessivi previsti per ,00 con copertura finanziaria per ,00; per l'anno 2014 investimenti complessivi previsti per ,95 con copertura finanziaria per ,95

20 Fonti finanziarie Altri finanziamenti ,29 29% Regione E-R ,57 16% Azienda USL ,50 21% Ministero Salute ex L.296/ ,13 4% Stato (art.20, L.67/88) ,05 30% Totale: ,54 Investimenti realizzati, in progettazione, programmati per la realizzazione delle Case della Salute AUSL Bologna ,95 AUSL Imola ,91 Cesena ,73 AUSL Ferrara ,03 Rimini ,00 AUSL Romagna ,17 AUSL Modena ,00 AUSL Reggio Emilia ,07 AUSL arma ,71 AUSL iacenza ,70 Forlì ,00 Ravenna ,44 18

21 Finanziamenti: quote regionali Milioni 5,00 4,50 AUSL RE ,14 4,00 3,50 AUSL R ,88 3,00 2,50 2,00 AUSL MO ,00 AUSL FE ,00 AUSL BO ,21 AUSL ROMAGNA ,85 1,50 1,00 AUSLIMOLA ,49 0,50 AUSL C ,00 - Totale: ,57 Finanziamenti: quote statali Milioni 12,00 10,00 8,00 6,00 4,00 2,00 - AUSL C AUSL R AUSL RE AUSL MO AUSL BO AUSL IMOLA AUSL FE AUSL ROMAGNA Stato (art.20, L.67/88) Ministero Salute ex L.296/06 Totale: ,18 19

22 Finanziamenti: quote aziendali AUSL IMOLA ,02 AUSL BO ,00 AUSL FE ,03 Rimini ,00 AUSL ROMAGNA ,73 AUSL MO ,00 Ravenna ,00 AUSL RE ,02 AUSL R ,00 AUSL C ,70 Cesena ,73 Forlì ,00 Totale: ,50 Finanziamenti: quote altri finanziamenti Milioni 24,00 22,00 23,53 20,00 18,00 16,00 14,00 12,00 10,00 8,00 7,72 6,00 4,00 2,81 2,00-0,14 AUSL C AUSL R AUSL RE AUSL MO AUSL BO AUSL IMOLA AUSL FE AUSL ROMAGNA 0,05 Totale: ,29 20

23 Fonti finanziarie Milioni 24,00 22,00 20,00 18,00 16,00 14,00 12,00 10,00 8,00 6,00 4,00 2,00 - AUSL C AUSL R AUSL RE AUSL MO AUSL BO AUSL IMOLA AUSL FE AUSL ROMAGNA Regione E-R Stato (art.20, L.67/88) Ministero Salute ex L.296/06 Azienda USL Altri finanziamenti Totale: ,54 Fonte dei finanziamenti 100% , ,44 90% , , , ,03 80% , , ,00-70% , , , ,40 60% ,00 50% , , , , % , , ,15 30% - 20% , , , , ,00 10% , , ,00 0% , ,21 AUSL C AUSL R AUSL RE AUSL MO AUSL BO AUSL IMOLA AUSL FE AUSL ROMAGNA Regione E-R Stato (art.20, L.67/88) Ministero Salute ex L.296/06 Azienda USL Altri finanziamenti 21

24 INVESTIMENTI ER LA REALIZZAZIONE DELLE CASE DELLA SALUTE: ROGRAMMATE, FUNZIONANTI AZIENDA USL TOTALE RISORSE ROGRAMMATE di cui per le CdS FUNZIONANTI IACENZA , , ,00 ARMA , , ,06 REGGIO EMILIA , , ,33 MODENA , , ,00 BOLOGNA , , ,00 IMOLA , ,91 FERRARA , , ,00 ROMAGNA , , ,17 RAVENNA , , ,44 sede di: FORLI' , ,00 CESENA , ,73 RIMINI , , ,00 TOTALE , , ,47 CdS FUNZIONANTI ,47 33% CdS ROGRAMMATE ,07 67% 22

25 LA RICOGNIZIONE AZIENDALE 23

26 24

27 Regione Emilia-Romagna ROSETTO SINTESI INVESTIMENTI ER LA REALIZZAZIONE DELLE CASE DELLA SALUTE SITUAZIONE AL 28/08/2014 Azienda Usl di iacenza rogrammata/ Funzionante Tipologia CdS Intervento Comune Regione Stato ex L.67/88 Azienda Fonte Altri finanziamenti importo specificare Totale Note M Realizzazione Case della Salute nei Distretti Borgonovo Val Tidone , ,00 F odenzano , ,00 investimenti conto capitale inverstimenti conto capitale , ,00 H.03 A.L. 185/08 Realizzazione Casa della Salute Distretto di Levante Carpaneto , ,00 investimenti conto capitale ,00 A.02 A.L. 120/13 M Cortemaggiore Cortemaggiore , ,40 Bettola Bettola ,75 di cui ,66 da alienazioni San Nicolò Rottofreno ,55 mezzi propri Comune di Rottofreno, mezzi propri , ,55 M Bobbio ex Ospedale Bobbio - Casa della Salute esistente in parte dei locali del residio Ospedaliero di Bobbio M Monticelli d'ongina Monticelli d'ongina ,00 mezzi propri ,00 Casa della Salute esistente presso l'ex Ospedale di Monticelli d'ongina. La somma di ,00 (una tantum) è prevista per lavori di adeguamento degli impianti e dei servizi Totale , , , ,70 Fonte dati: Aziende USL - Servizio Strutture Sanitarie e Socio sanitarie - Servizio Assistenza distrettuale, Medicina generale, ianificazione e sviluppo dei servizi sanitari

28 Regione Emilia-Romagna ROSETTO SINTESI INVESTIMENTI ER LA REALIZZAZIONE DELLE CASE DELLA SALUTE Azienda Usl di arma SITUAZIONE AL 31/08/2014 rogrammata/ Funzionante Tipologia CdS Intervento Comune Regione Stato ex L.67/88 Cofinanziamento Ministero Salute ex L.296/06 Azienda Altri finanziamenti importo fonte importo specificare Totale Note p Realizzazione Casa della Salute XXIV maggio e Centro dialisi territoriale arma (Lubiana- S.Lazzaro) , ,88 M.02 A.L. 115/13 F M Acquisizione e ristrutturazione locali destinati alla Casa della Salute di Collecchio (Distretto Sud-Est) Collecchio Distretto Sud-Est , ,00 L.6 A.L. 61/11 F G San Secondo.se San Secondo.se ,00 Mutuo ,00 F M Medesano Medesano ,00 Mutuo ,00 F Berceto Berceto ,00 Mutuo ,00 F G Langhirano Langhirano ,00 Mutuo ,00 F M Traversetolo Traversetolo ,00 Mutuo ,00 F Sala Baganza Sala Baganza ,00 Mutuo ,00 F Felino Felino ,00 Mutuo ,00 F M Busseto (Claudio Carosino) Busseto ,00 Mutuo ,00 F M Bedonia Bedonia ,00 Comune di Bedonia ,00 F G Colorno Colorno , ,36 F Monticelli Monticelli/ Montechiarugolo ,00 Comune di Montechiarugolo ,00 F G arma Centro (DUS) arma , ,00 arma - Cittadella- Montanara (Carmignani) arma , ,77 Delibera AUSL n. 377 del 18/06/2012 Delibera AUSL n. 377 del 18/06/2012 F G arma - intor arma ,00 mutuo ,00 Delibera AUSL n. 346 del 14/06/ Struttura in funzione - Interventi da completare Fonte dati: Aziende USL - Servizio Strutture Sanitarie e Socio sanitarie - Servizio Assistenza distrettuale, Medicina generale, ianificazione e sviluppo dei servizi sanitari

29 Regione Emilia-Romagna rogrammata/ Funzionante Tipologia CdS Intervento Comune Regione Stato ex L.67/88 Cofinanziamento Ministero Salute ex L.296/06 Azienda Altri finanziamenti importo fonte importo specificare Totale Note arma - ablo arma ,00 mutuo ,00 Delibera AUSL n. 346 del 14/06/ Intervento in fase di progettazione arma - S.Leonardo arma ,00 mutuo ,00 Delibera AUSl n. 346 del 14/06/ Intervento in fase di affidamento lavori intervento in fase di Sorbolo - Mezzani Sorbolo (R) - progettazione con risorse da individuare Fidenza Fidenza (R) Comune di Fidenza - in fase di progettazione intervento in fase di G Salsomaggiore Salsomaggiore (R) - progettazione con risorse da individuare intervento in fase di M Noceto Noceto (R) - progettazione con risorse da individuare Fontanellato Fontanellato (R) ,00 Comune di Fontanellato ,00 in fase di realizzazione G Borgo Val di Taro Borgo Val di Taro (R) mutuo/alienazioni - Delibera AUSL n. 346 del 14/06/ In fase di progettazione nell'ambito degli adeguamenti relativi alla vulnerabilità sismica intervento in fase di G Fornovo Fornovo (R) - progettazione con risorse da individuare F Varsi Varsi ,70 Comune di Varsi ,70 Sruttura in funzione Totale , , , , ,71 Nota: Cofinanziamento Ministero Salute ex L. 296/06, fondi anno 2008, progetti attuativi SN quota progetti nazionali. rogetto "Continuità assistenziale e H24" - DGR n.857/2010 e n.387/2011 Fonte dati: Aziende USL - Servizio Strutture Sanitarie e Socio sanitarie - Servizio Assistenza distrettuale, Medicina generale, ianificazione e sviluppo dei servizi sanitari

30 Regione Emilia-Romagna ROSETTO SINTESI INVESTIMENTI ER LA REALIZZAZIONE DELLE CASE DELLA SALUTE Azienda Usl di Reggio Emilia SITUAZIONE AL 12/09/2014 rogrammata/ Funzionante Tipologia CdS Intervento Comune Regione Stato ex L.67/88 Cofinanziamento Ministero Salute ex L.296/06 Azienda Altri finanziamenti importo fonte importo specificare Totale Note Realizzazione Casa della Salute Distretto di Reggio Emilia zona Nord Realizzazione Casa della Salute Distretto di Reggio Emilia zona Ovest Distretto di Reggio Emilia Zona Nord Distretto di Reggio Emilia Zona Ovest , , , , , ,00 A.14 A.L. 120/13 A.15 A.L. 120/13 M Acquisto e ristrutturazione edificio attività sanitarie territoriali a uianello (RE) Quattro Castella- uianello , , ,00 L. 8 A.L. 263/09 F Acquisto e ristrutturazione edificio attività sanitarie territoriali a Fabbrico (RE) Fabbrico , ,00 L. 9 A.L. 263/09 M Realizzazione Casa della Salute Castellarano (RE) Castellarano , , ,74 M.05 A.L. 29/10 F M S. Ilario d'enza S.Ilario d'enza - Struttura di proprietà dell'ausl. La trasformazione in Casa della Salute non ha richiesto costi aggiuntivi F Spallanzani Reggio Emilia - Stabile di proprietà dell'arcispedale S.Maria Nuova F ieve Modolena Reggio Emilia - Stabile di proprietà privata F Centro Amelia Sartoretti Reggiolo , ,92 residente RER in qualità di Commissario Delegato Ordinanza n. 002 del ; interventi provvisionti indifferibili ed urgenti di messa in sicurezza finalizzati a mitigare le conseguenze degli eventi sismici del 20 e del , richiesti dai Comuni, recepiti dalle pertinenti rovince e trasmessi al Commissario delegato, ai sensi dell'ordinanza commissariale n. 17 del ,33 Struttura di proprietà dell'ausl, individuata dopo il sisma di maggio 2012 che ha sostituito la precedente gravemente danneggiata Fonte dati: Aziende USL - Servizio Strutture Sanitarie e Socio sanitarie - Servizio Assistenza distrettuale, Medicina generale, ianificazione e sviluppo dei servizi sanitari

31 Regione Emilia-Romagna rogrammata/ Funzionante Tipologia CdS Intervento Comune Regione Stato ex L.67/88 Cofinanziamento Ministero Salute ex L.296/06 Azienda Altri finanziamenti importo fonte importo specificare Totale Note F Centro Socio Sanitario Brescello Brescello - F Centro Socio Sanitario Novellara - F Rubiera Rubiera - G Centro Distrettuale di revenzione e Medicina di Comunità di Montecchio Montecchio , , ,02 alienazioni patrimoniali ,00 Struttura di proprietà dell'ausl. La trasformazione in Casa della Salute non ha richiesto costi aggiuntivi Struttura di proprietà dell'ausl. La trasformazione in Casa della Salute non ha richiesto costi aggiuntivi Struttura di proprietà dell'ausl. La trasformazione in Casa della Salute non ha richiesto costi aggiuntivi H.10 A.L. 185/08 Delibera DGAUSL n. 118/2009 Atto di aggiudicazione R.S.T.. n. 204/2010 inizio lavori 11/05/2011; Delibera DGAUSL n. 154/2014 approv.perizia suppletiva variante n.1 Toano Toano - Villa Minozzo Villa Minozzo - Stabile di proprietà Comune di Toano, che richiederà interventi strutturali al momento non finanziati Stuttura di proprietà dell'ausl, che richiederà interventi strutturali al momento non finanziati Carpineti Carpineti - Struttura di proprietà dell'ausl. La trasformazione in Casa della Salute non dovrebbe richiedere costi aggiuntivi Busana Busana - Struttura di proprietà dell'ausl. La trasformazione in Casa della Salute non dovrebbe richiedere costi aggiuntivi Nota: Cofinanziamento Ministero Salute ex L. 296/06 fondi 2009, DGR n. 2044/2012 Totale , , , , , ,07 Fonte dati: Aziende USL - Servizio Strutture Sanitarie e Socio sanitarie - Servizio Assistenza distrettuale, Medicina generale, ianificazione e sviluppo dei servizi sanitari

32 Regione Emilia-Romagna ROSETTO SINTESI INVESTIMENTI ER LA REALIZZAZIONE DELLE CASE DELLA SALUTE SITUAZIONE AL 08/10/2014 Azienda Usl di Modena rogrammata/ Funzionante Tipologia CdS Intervento Comune Regione Stato ex L.67/88 Azienda Altri finanziamenti importo fonte importo specificare Totale Note F G AOC: Realizzazione di un nuovo centro di Cure rimarie c/o Ospedale di Finale Emilia, adeguamenti impiantistici e messa a norma Finale Emilia , , ,00 UNIOL Ord. 1 del L.R. 16/12 int.n ,00 L. 12 A.L. 263/09 (Attivazione parziale. Interventi provvisionali recupero post sisma in corso) AOC: Realizzazione di un nucleo di cure primarie strutturali a Modena Modena , , ,00 Fondi aziendali - INV2014/16 approvato con Dlb. 37/14 - mutuo da contrarre ,00 A.23 A.L. 120/13 art.20-2 str.-int.a23 - ammesso a finananziamento con Decr.Dir.Min.Sal. 03/09/14 AOC - Casa salute ex Ospedale Estense Modena , ,00 inserito in programmazione per il prossimo INV 2015/18 G AOC - Castelfranco Emilia Castelfranco Emilia - in fase di valutazione F AOC: Bomporto Bomporto - nessun costo previsto F AOS: Fanano ,00 Fanano AOS - Fanano 2 Stralcio ,00 Fondi aziendali in conto esercizio: INV 2014/16 approvato con Del.AUSL 103 del 18/06/2013 Fondi aziendali in conto esercizio - INV 2014/16 approvato con Del.AUSL 37/ , ,00 F AOS: Montefiorino Montefiorino ,00 Fondi aziendali per manut.straord ,00 F AOS: ievepelago ievepelago ,00 Fondi aziendali per manut.straord ,00 AOS - Guiglia Guiglia ,00 Fondi aziendali - mutuo - INV 2014/16 approvato con Del.AUSL 37/ ,00 Comune Guiglia ,00 mutuo da contrarre - in concessione gratuita presso struttura comunale Fonte dati: Aziende USL - Servizio Strutture Sanitarie e Socio sanitarie - Servizio Assistenza distrettuale, Medicina generale, ianificazione e sviluppo dei servizi sanitari

33 Regione Emilia-Romagna rogrammata/ Funzionante Tipologia CdS Intervento Comune Regione Stato ex L.67/88 Azienda Altri finanziamenti importo fonte importo specificare Totale Note AON - Cavezzo 1 stralcio ,00 Cavezzo Fondi aziendali in conto esercizio - INV 2013/14 approvato con Del.AUSL 103 del 18/06/ ,00 donazioni dlb n.150/13 e 152/ ,00 AON - Cavezzo 2 stralcio ,00 Fondi aziendali- mutuo - INV 2014/16 approvato con Del.AUSL 37/ ,00 AON - Concordia Concordia - poliambulatorio esistente da implementare (edificio di proprietà AUSL) - in fase di valutazione F AON - Rovereto di Novi Rovereto di Novi - AON - Novi Novi - in uso gratuito presso struttura comunale e di volontariato - nessun costo previsto in convenzione presso struttura comunale in affitto - nessun costo previsto M/G AON - Mirandola Mirandola ,00 ord.rer n.37/13 donazione "Nomadi" ,00 Totale , , , , ,00 Nota: AOC Area Operativa Centro AOS Area Operativa Sud AON Area Operativa Nord Fonte dati: Aziende USL - Servizio Strutture Sanitarie e Socio sanitarie - Servizio Assistenza distrettuale, Medicina generale, ianificazione e sviluppo dei servizi sanitari

34 Regione Emilia-Romagna ROSETTO SINTESI INVESTIMENTI ER LA REALIZZAZIONE DELLE CASE DELLA SALUTE Azienda Usl di Bologna SITUAZIONE AL 08/09/2014 e 21/10/2014 rogrammata/ Funzionante Tipologia CdS Casa della Salute Comune Regione Stato ex art. 20 L.67/88 Azienda Altri finanziamenti importo fonte importo fonte Totale Note G Area est (alagi) Bologna ,00 da finanziare ,00 capitali privati ,00 l'ipotesi di finanziamento con capitali privati è in corso di valutazione e quindi non definitiva F F M M Chersich (S.Vitale- S.Donato) Borgo anigale (Borgo- Reno) Bologna - lavori conclusi Bologna , ,00 lavori conclusi G rogetto Navile Bologna , , ,82 capitali privati ,95 M Saragozza Bologna ,00 da finanziare ,00 A.38 A.L. 120/13 gara in corso M orretta orretta Terme , ,00 Casa della Salute interna al nuovo ospedale - lavori conclusi F M Vergato Vergato , ,00 lavori conclusi M Castiglione Castiglione dei epoli - lavori conclusi Vado/Monzuno Vado ,00 G Casalecchio Casalecchio di Reno ,00 F Sasso Sasso Marconi ,00 attrezzature e arredi - mutuo 2014 di cui mutuo, alienazione ,00 capitali privati - concessione Comune di Casalecchio ,00 capitali privati - concessione appalto in corso ,00 lavori in corso ,00 fondi comunali ,00 lavori conclusi M Bazzano Bazzano - Zola redosa Zola redosa ,00 capitali privati - concessione ,00 capitali privati medesima concessione di Vado Monzuno gara in corso M San Giovanni San Giovanni in ersiceto - F p Crevalcore (Barberini) Crevalcore , ,00 (arredi, tec. San e tec. Inf. Mutuo 2014) ,00 assicurazione sisma ,00 appalto in corso fondi ESF fondi OO RER assicurazione sisma M Molinella Molinella ,00 da finanziare ,00 F M ieve di Cento ieve di Cento ,00 da finanziare ,00 F M Budrio Budrio ,00 mutuo ,00 lavori conclusi Fonte dati: Aziende USL - Servizio Strutture Sanitarie e Socio sanitarie - Servizio Assistenza distrettuale, Medicina generale, ianificazione e sviluppo dei servizi sanitari

Gli Sportelli Sociali in Emilia Romagna:

Gli Sportelli Sociali in Emilia Romagna: Gli Sportelli Sociali in Emilia Romagna: Esiti del primo monitoraggio Marzo 2010 Gli Sportelli Sociali in Emilia-Romagna: Esiti del primo monitoraggio Marzo 2010 1 Il Rapporto è a cura del Servizio Programmazione

Dettagli

Ordinanza n. 27 del 12 marzo 2013

Ordinanza n. 27 del 12 marzo 2013 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 27 del 12 marzo 2013 Controllo dei progetti

Dettagli

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 1 giugno 2012 Sospensione, ai sensi dell'articolo 9, comma 2, della legge 27 luglio 2000, n. 212, dei termini per l'adempimento degli obblighi tributari

Dettagli

IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO

IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO dopo il TERREMOTO IL PIANO CASA PER LA TRANSIZIONE E L AVVIO DELLA RICOSTRUZIONE GUIDA PER IL CITTADINO Assicurare la ricostruzione di case e imprese secondo tempi certi e procedure snelle, garantendo

Dettagli

Maggio 2013. A cura di

Maggio 2013. A cura di DOSSIER SUI COMUNI DELL EMILIA ROMAGNA COLPITI DAL SISMA Maggio 2013 A cura di INDICE Premessa: il quadro attuale ad un anno dal terremoto 3 1. I Comuni colpiti dal sisma: alcuni dati 5 2. Analisi comparata

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

MODALITA DI PRENOTAZIONE

MODALITA DI PRENOTAZIONE DIPARTIMENTO DI SANITA PUBBLICA MEDICINA DELLO SPORT MODALITA DI PRENOTAZIONE U.O.C.- CENTRO DI MEDICINA DELLO SPORT DI 2 LIVELL O CASALECCHIO DI RENO AMBULATORI DI 1 LIVELLO Per prenotare le visite di

Dettagli

EMILIA ROMAGNA. Natura giuridica. Contatti Via Piero Maroncelli, 40 47014 Meldola, Forlì Cesena. Terapie avanzate nell ambito dell oncologia medica

EMILIA ROMAGNA. Natura giuridica. Contatti Via Piero Maroncelli, 40 47014 Meldola, Forlì Cesena. Terapie avanzate nell ambito dell oncologia medica Altri Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico IRCCS (area di ricerca oncologica) presenti sul territorio nazionale, suddivisi per area geografica Gli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere

Dettagli

Bando Tipologia A (20 tirocini)

Bando Tipologia A (20 tirocini) Bando Tipologia A (20 tirocini) Destinazioni e periodo di realizzazione dei tirocini: Irlanda - 5 tirocini Regno Unito - 2 tirocini Spagna - 8 tirocini Germania - 3 tirocini Francia - 2 tirocini L'esperienza

Dettagli

INFORMAZIONI SUL CONTRAENTE PER LA VALUTAZIONE

INFORMAZIONI SUL CONTRAENTE PER LA VALUTAZIONE INFORMAZIONI SUL CONTRAENTE PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO RCT/RCO Parma, ottobre 2013 2 INFORMAZIONI DI CARATTERE GENERALE Ragione sociale Pedemontana Sociale - Azienda Territoriale per i Servizi alla

Dettagli

Project Work. La campagna di sensibilizzazione sull affido familiare

Project Work. La campagna di sensibilizzazione sull affido familiare Project Work La campagna di sensibilizzazione sull affido familiare Autori Barbara Gastaldin, Elisabetta Niccolai, Federica Lodolini Servizi ASP Seneca Distretto Pianura Ovest, Servizio Sociale Minori

Dettagli

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza Dipartimento di Sanità Pubblica S a l u t e è S a p e r e Azioni di Prevenzione n. 2 28 Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Indice Presentazione Strutture Sanitarie Introduzione Contesto Risultati

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/60 del 12 novembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Servizio Idrico Integrato - Approvazione della revisione tariffaria

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIAROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/71 del 30 dicembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Proroga delle scadenze temporali previste dall'art. 12 del "Regolamento

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

COMITATO REGIONALE EMILIA ROMAGNA. Stagione Sportiva 2011/2012 Comunicato Ufficiale N 17 del 26/10/2011 ATTIVITA DEL SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO

COMITATO REGIONALE EMILIA ROMAGNA. Stagione Sportiva 2011/2012 Comunicato Ufficiale N 17 del 26/10/2011 ATTIVITA DEL SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti COMITATO REGIONALE EMILIA ROMAGNA Via Alcide De Gasperi, 42-40132 BOLOGNA (BO) Tel. 051 3143.806 Fax: 051 3143.881 sito internet: www.figc-dilettanti-er.it

Dettagli

GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA

GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Progr.Num. 1388/2013 GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Questo giorno lunedì 30 del mese di settembre dell' anno 2013 si è riunita nella residenza di la Giunta regionale con l'intervento dei Signori:

Dettagli

Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna

Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei Servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei Servizi La presente Carta dei servizi è stata realizzata a cura di: - Qualità e Accreditamento dell

Dettagli

DOSSIER di REGGIO NELL EMILIA

DOSSIER di REGGIO NELL EMILIA ATLANTE NAZIONALE DEL TERRITORIO RURALE DOIER di REGGIO NELL EMILIA NELL EMILIA REGGIO DOIER di istema Locale di REGGIO NELL EMILIA Regione Emilia Romagna - Provincia di Reggio nell Emilia Comuni di: Albinea,

Dettagli

DIRETTORE SANITARIO. Legale e Risk Management.

DIRETTORE SANITARIO. Legale e Risk Management. DIRETTORE SANITARIO OGGETTO: liquidazione dei compensi del 1 trimestre 2015 spettanti ai Medici delle Commissioni per il riconoscimento della disabilità, operanti presso la Medicina Legale e Risk Management.

Dettagli

ALLEGATO "C" ALLA DELIBERAZIONE 7/12/2011 N 10

ALLEGATO C ALLA DELIBERAZIONE 7/12/2011 N 10 ALLEGATO "C" ALLA DELIBERAZIONE 7/12/2011 N 10 ARTICOLAZIONE TARIFFARIA DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO NELL'AMBITO TERRITORIALE OTTIMALE N. 7 RAVENNA IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2012 COMUNE DI RAVENNA BACINO

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare

Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare STRUTTURE, SPESA, ATTIVITÀ Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare PROGRAMMI LE STRUTTURE, LA SPESA, LE ATTIVITÀ AL 31.12.2008 I PROGRAMMI, I MODELLI ORGANIZZATIVI MODELLI

Dettagli

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara PROMECO Progettazione e intervento per la prevenzione Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara Aprile 2006 Premessa Punti di forza, obiettivi raggiunti Elementi su cui

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

DIALOGHI SUL COMPORRE

DIALOGHI SUL COMPORRE TORRI DELL ACQUA 2 workshop di composizione assistita da computer. Seminari, lezioni e concerti dal 28 al 30 dicembre presso le Torri dell'acqua di Budrio Il fondamentale ruolo interpretato dalle Torri

Dettagli

MODALITA DI ACCESSO AGLI HOSPICE AUSL DELLA ROMAGNA - RAVENNA

MODALITA DI ACCESSO AGLI HOSPICE AUSL DELLA ROMAGNA - RAVENNA Dr. Montanari Luigi Responsabile Unità OperaAva Semplice di Cure PalliaAve Infermiere Ama3 Piero Coordinatore InfermierisAco e Tecnico Hospice Lugo Infermiera Cima6 Maria Giulia Coordinatore InfermierisAco

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/61 del 12 novembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: REGOLAZIONE DEL SERVIZIO DI SMALTIMENTO DEI RIFIUTI URBANI PER L ANNO

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

Verifica dei Risultati 2012

Verifica dei Risultati 2012 CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE CASTELLARANO Verifica dei Risultati 2012 e Piano Annuale Attività 2013 Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Castellarano Via Roma N. 58 42014 CASTELLARANO (RE) Partita

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

Linee guida regionali per l utilizzo dell ICD 10 nei Servizi per le dipendenze

Linee guida regionali per l utilizzo dell ICD 10 nei Servizi per le dipendenze PROGRAMMA REGIONALE DIPENDENZE Linee guida regionali per l utilizzo dell ICD 10 nei Servizi per le dipendenze 1 a versione anno 2010 Regione Emilia-Romagna Linee guida regionali per l utilizzo dell ICD

Dettagli

NORME GENERALI SULL'ORGANIZZAZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE

NORME GENERALI SULL'ORGANIZZAZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE 1 1 LEGGE REGIONALE 23 dicembre 2004, n. 29 #LR-ER-2004-29# NORME GENERALI SULL'ORGANIZZAZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE Testo coordinato con le modifiche apportate da: L.R.

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER LA PARTECIPAZIONE AI PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE DELL EMILIA - ROMAGNA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER LA PARTECIPAZIONE AI PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE DELL EMILIA - ROMAGNA AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER LA PARTECIPAZIONE AI PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE DELL EMILIA - ROMAGNA Premesso che sulla base di quanto previsto dalla Legge Regionale n. 0/003 e successive

Dettagli

PRIT: contesto e strategie

PRIT: contesto e strategie PRIT: contesto e strategie A cura di Paolo Ferrecchi Bologna, 23 novembre 2007 Cabina di regia per il coordinamento delle politiche di programmazione e per il PTR: incontro tematico su Mobilità e Infrastrutture

Dettagli

Pronto Soccorso e Sistema 118

Pronto Soccorso e Sistema 118 PROGETTO PRONTO SOCCORSO E SISTEMA 118 Ministero della Salute Progetto Mattoni SSN Pronto Soccorso e Sistema 118 Ricognizione della normativa, delle esperienze, delle sperimentazioni, relativamente a emergenza

Dettagli

3. POLITICA, OBIETTIVI E ATTIVITA

3. POLITICA, OBIETTIVI E ATTIVITA Regione Siciliana Azienda Ospedaliera 17 3. POLITICA, OBIETTIVI E ATTIVITA 3.3 18 Le attività da svolgere per soddisfare i requisiti relativi alla politica, obiettivi ed attività consistono nella definizione:

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DEI SERVIZI 2013

CARTA DEI SERVIZI DEI SERVIZI 2013 CARTA DEI CARTA SERVIZI DEI SERVIZI Sede Legale e Amministrativa Strada Sant Anna, 210 41122 Modena (MO) Tel. +39 059 416711 Telefax +39 059 416850 E-mail: protocollo@setaweb.it Posta Elettronica Certificata

Dettagli

OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA BRISIGHELLA

OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA BRISIGHELLA OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA BRISIGHELLA DISCIPLINARE DI PRODUZIONE Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 228 del 29/9/95 (Pag.38) Articolo 1 Denominazione La denominazione di origine controllata olio

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati?

Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati? Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati? Patrizia Carletti, Osservatorio sulle Diseguaglianze nella Salute / ARS Marche Giovanna Valentina De Giacomi, Ares 118 Lazio Norma Barbini,

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE dott. Renato Mason, nominato con D.P.G.R. n. 245 del 31.12.2007

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE dott. Renato Mason, nominato con D.P.G.R. n. 245 del 31.12.2007 Servizio Sanitario Nazionale - Regione del Veneto AZIENDA UNITÀ LOCALE SOCIO - SANITARIA N. 8 Sede Legale: Via Forestuzzo, 41 Asolo (TV) Comuni: Altivole, Asolo, Borso del Grappa, Caerano di San Marco,

Dettagli

n 6 di mercoledì 20/05/2015 Sommario settimana dal 20/05/2015 al 26/05/2015 Riassunto

n 6 di mercoledì 20/05/2015 Sommario settimana dal 20/05/2015 al 26/05/2015 Riassunto Fattori comprensoriali comuni Fonti di approvvigionamento idriche Sommario settimana dal 20/05/2015 al 26/05/2015 Riassunto Fiume PO portata presso località Pontelagoscuro - Fiume PO livello presso opera

Dettagli

Ordinanza n.20 dell 8 Maggio 2015

Ordinanza n.20 dell 8 Maggio 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n.20 dell 8 Maggio 2015 Approvazione delle

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2013/37 del 30 dicembre 2013 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Servizio Idrico Integrato: tariffa per gli anni 2012 e 2013 - applicazione

Dettagli

ESENZIONE 048:LE PRINCIPALI CRITICITA PER LA SUA APPLICAZIONE

ESENZIONE 048:LE PRINCIPALI CRITICITA PER LA SUA APPLICAZIONE ESENZIONE 048:LE PRINCIPALI CRITICITA PER LA SUA APPLICAZIONE Fare clic per modificare lo stile del sottotitolo dello schema I CAS DELLE AZIENDE OSPEDALIERE DOTT. A. CAPALDI I.R.C.C.s Candiolo Regione

Dettagli

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli

Ministero, della Salute

Ministero, della Salute Ministero, della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III MORTE O GRAVE DANNO CONSEGUENTI

Dettagli

n 9 di mercoledì 10/06/2015 Sommario settimana dal 10/06/2015 al 16/06/2015 Riassunto

n 9 di mercoledì 10/06/2015 Sommario settimana dal 10/06/2015 al 16/06/2015 Riassunto Fattori comprensoriali comuni Fonti di approvvigionamento idriche Sommario settimana dal 10/06/2015 al 16/06/2015 Riassunto Fiume PO portata presso località Pontelagoscuro - Fiume PO livello presso opera

Dettagli

COMUNE DI FINALE EMILIA

COMUNE DI FINALE EMILIA COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA DETERMINAZIONE N. 922 DEL 12/11/2013 PROPOSTA N. 191 Centro di Responsabilità: Servizi Sociali, Istruzione, Associazionismo, Cultura, Promozione del Territorio

Dettagli

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PIANO DISTRETTUALE DEGLI INTERVENTI del Distretto socio-sanitario di Corigliano Calabro Rif. Decreto Regione Calabria n. 15749 del 29/10/2008 ANALISI DELBISOGNO

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014 Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE v. 1.6 16 giugno 2014 Indice Indice...2 1. Introduzione...3 1.1 Il debito informativo del Co.Ge.A.P.S....3 1.2 Il debito informativo regionale...3

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23

GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23 GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23 domenica 7 Ottobre 2012 - ore 9.45 GORLE - BERGAMO ARRIVEDERCI alla 42a Settimana Ciclistica Bergamasca dal 2 al 7 settembre 2013 REGOLAMENTO SPECIALE DI CORSA SU STRADA

Dettagli

OFFERTA TECNICA LOTTO 2 SERVIZIO DI FACCHINAGGIO E TRASLOCO

OFFERTA TECNICA LOTTO 2 SERVIZIO DI FACCHINAGGIO E TRASLOCO OFFERTA TECNICA LOTTO 2 SERVIZIO DI FACCHINAGGIO E TRASLOCO INDICE A. STRUTTURA ORGANIZZATIVA 1 A.1. Di m e n s i o na m e n t o d e l l a s t r u t t u r a d e d i cata a l l a g e s t i o n e d e l l

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

VI Rapporto su enti locali e terzo settore

VI Rapporto su enti locali e terzo settore COORDINAMENTO Michele Mangano VI Rapporto su enti locali e terzo settore A cura di Francesco Montemurro, con la collaborazione di Giulio Mancini IRES Lucia Morosini Roma, marzo 2013 2 Indice 1. PREMESSA...

Dettagli

Pagina 1 di 6. Dipartimento Amministrativo e Tecnico Centrale Servizio Acquisti e Logistica

Pagina 1 di 6. Dipartimento Amministrativo e Tecnico Centrale Servizio Acquisti e Logistica Pagina 1 di 6 Dipartimento Amministrativo e Tecnico Centrale Servizio Acquisti e Logistica OGTTO: Adesione al Lotto n. 5 della convenzione denominata AUSILI DISABILI 2, per la fornitura di Sollevatori

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

PAT PAT. Distretto di Castelnovo ne Monti. Il Programma delle Attività. Territoriali (PAT) Territoriali (PAT)

PAT PAT. Distretto di Castelnovo ne Monti. Il Programma delle Attività. Territoriali (PAT) Territoriali (PAT) PAT Il Programma delle Attività Territoriali (PAT) Distretto di Castelnovo ne Monti 2006 Il Buon Samaritano a ricordo dell On. Prof. Pasquale Marconi, fondatore dell Ospedale S. Anna. Autore Suor Gemma

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

ATTIVITA DELLA REGIONE LIGURIA NELL AMBITO DEGLI STUDI E INDAGINI SULLA MICROZONAZIONE SISMICA

ATTIVITA DELLA REGIONE LIGURIA NELL AMBITO DEGLI STUDI E INDAGINI SULLA MICROZONAZIONE SISMICA STUDI DI MICROZONAZIONE SISMICA: TEORIA ED APPLICAZIONI AOSTA, Loc. Amérique Quart (AO), 18-19 Ottobre 2011 Assessorato OO.PP., Difesa Suolo e Edilizia Residenziale Pubblica - Servizio Geologico ATTIVITA

Dettagli

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus -ijp ASLLanusei Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6 Organigramma DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus DIREZIONE SANITARIA Direttore: dott. Maria Valentina Marras DIREZIONE AMMINISTRATIVA

Dettagli

Convegno. riflessioni PRESENTAZIONE. Copernico, 38. Via. Rev. 0 del 19/10/2010. pag. 1 di 6

Convegno. riflessioni PRESENTAZIONE. Copernico, 38. Via. Rev. 0 del 19/10/2010. pag. 1 di 6 Convegno AL TERMINE DI TELEMACO riflessioni a margine dell esperienza svolta www.telemaco.regione.lombardia.it Codice evento: SDSS 10092/AE VENERDI 12 NOVEMBRE 2010, ore 10.000 18.00 Politecnico di Milano

Dettagli

Linee PER LO SVILUPPO DI ATTIVITA VOLTE A CONTRASTARE LA SOLITUDINE E L ISOLAMENTO DELLE PERSONE ANZIANE

Linee PER LO SVILUPPO DI ATTIVITA VOLTE A CONTRASTARE LA SOLITUDINE E L ISOLAMENTO DELLE PERSONE ANZIANE AGENZIA SANITARIA E SOCIALE REGIONALE DIREZIONE GENERALE SANITÀ E POLITICHE SOCIALI SERVIZIO DELL INTEGRAZIONE SOCIO SANITARIA E DELLE POLITICHE PER LA NON AUTOSUFFICIENZA AREA INNOVAZIONE SOCIALE Linee

Dettagli

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza AN001 Centro di Ateneo di Documentazione - Polo Villarey - Facoltà

Dettagli

Rassegna del 10/04/2015

Rassegna del 10/04/2015 Rassegna del 10/04/2015 SANITA' REGIONALE 10/04/15 Gazzetta del Sud 19 Si alla seconda Cardiochirurgia Calabretta Betti 1 10/04/15 Gazzetta del Sud 21 Donna morta in ospedale, assolti due medici D.m 3

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 1 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TELATTIN PIERLUIGI Indirizzo V.le Stadio 24/a 23100- SONDRIO (Italy) Telefono 0039/0342/201666; 0039/338/6421337

Dettagli

nasconde un identità Plastica Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI

nasconde un identità Plastica Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI nasconde un identità Plastica si spacciava per una lattina FRequentaVa VetRi ROtti lo chiamavano Faccia di latta chi l i ha Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI

Dettagli

TOT SEDE ASSEGNATA PUNTI 1 DSGA QUATTRINI ROBERTA 581 I.I.S. CAVAZZI PAVULLO N/F FIGLI INF ANNI 6

TOT SEDE ASSEGNATA PUNTI 1 DSGA QUATTRINI ROBERTA 581 I.I.S. CAVAZZI PAVULLO N/F FIGLI INF ANNI 6 1 DSGA QUATTRINI ROBERTA 581 I.I.S. CAVAZZI PAVULLO N/F 1 DSGA CARIDI MASSIMO 24 16 40 DD 1 CIRCOLO MODENA 2 DSGA LERA GIORGIO FRANCESCO 24 24 IC SAN CESARIO S/P 3 DSGA PETRUZZO ANTONIETTA 24 24 IC FERRARI

Dettagli

DEFINIZIONE DI UN INDICE DI QUALITA DELL ARIA PER L EMILIA-ROMAGNA

DEFINIZIONE DI UN INDICE DI QUALITA DELL ARIA PER L EMILIA-ROMAGNA DEFINIZIONE DI UN INDICE DI QUALITA DELL ARIA PER L EMILIA-ROMAGNA Centro Tematico Regionale Ambiente e Salute Direzione Tecnica Eccellenza Valutazione e Gestione della Qualità dell Aria Servizione Idro-Meteo-Clina

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

FRONTESPIZIO PROTOCOLLO GENERALE

FRONTESPIZIO PROTOCOLLO GENERALE FRONTESPIZIO PROTOCOLLO GENERALE REGISTRO: NUMERO: DATA: OGGETTO: Protocollo generale 0034297 11/04/2014 09:15 Procedura Aperta nr. 70/2014 per fornitura del servizio di help desk informatico e gestione

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

Previsione di impatto acustico relativa a:

Previsione di impatto acustico relativa a: PROVINCIA DI MODENA COMUNE DI FIORANO M. Previsione di impatto acustico relativa a: nuovo capannone uso deposito ditta Atlas Concorde Spa ubicato in Via Viazza I Tronco - Fiorano M. (MO) Settembre 2012

Dettagli

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE Deliberazione Giunta Regionale 14 novembre 2014 n. 10/2637 Determinazioni in ordine a: "Promozione e coordinamento dell'utilizzo del patrimonio mobiliare dismesso dalle strutture sanitarie e sociosanitarie

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Servizio Sanitario Nazionale - Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE UMBRIA N. 2 Sede Legale Provvisoria: Viale Donato Bramante 37 Terni Codice Fiscale e Partita IVA 01499590550 DETERMINAZIONE

Dettagli

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013 STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA Aggiornamento dicembre 2013 1 ASPETTI DI SISTEMA 2 PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE

Dettagli

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Delibera di Giunta - N.ro 1999/1378 - approvato il 26/7/1999 Oggetto: DIRETTIVA PER L' INTEGRAZIONE DI PRESTAZIONI SOCIALI E SANITARIE ED A RILIEVO SANITARIO A FAVORE DI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI ASSISTITI

Dettagli

II - COMPETENZE DELLA REGIONE E DEGLI ENTI LOCALI IN MATERIA DI TUTELA DELL'AMBIENTE DALL'INQUINAMENTO ACUSTICO

II - COMPETENZE DELLA REGIONE E DEGLI ENTI LOCALI IN MATERIA DI TUTELA DELL'AMBIENTE DALL'INQUINAMENTO ACUSTICO Legge Regionale n 12 del 20/03/1998 Disposizioni in materia di inquinamento acustico emanata da: Regione Liguria e pubblicata su: Bollettino. Uff. Regione n 6 del 15/04/1998

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI 3 EDIZIONE dati 2012 CHI L I HA Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI NASCONDE UN IDENTITÀ PLASTICA FREQUENTAVA VETRI ROTTI si spacciava per una lattina

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE

REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE Approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 13 maggio 2013 - Delibera n. 35 INDICE: Articolo

Dettagli

Ordinanza n. 16 del 30 Aprile 2015

Ordinanza n. 16 del 30 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO ai sensi dell art. 1 comma 2 del D.L.N. 74/2012 convertito con modificazioni dalla legge n. 122/2012 Ordinanza n. 16 del 30 Aprile 2015 Modifiche all Ordinanza

Dettagli

Lun 18/05. Ven 22/05 COLORNO. Mer 20/05. Gio 21/05. Mer 20/05. Ven 22/05. Gio 21/05 20.30 170. Gio 21/05. Ven 22/05 21.00 PRO CELLA.

Lun 18/05. Ven 22/05 COLORNO. Mer 20/05. Gio 21/05. Mer 20/05. Ven 22/05. Gio 21/05 20.30 170. Gio 21/05. Ven 22/05 21.00 PRO CELLA. CENTRO SPORTIVO ITALIANO CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO PROVINCIALE DI P A R M A P.le Matteotti, 9-43100 PARMA Telefono 0521281226-0521289870 Fax 0521.236626 e-mail: csi@csiparma.it web: www.csiparma.it

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE MODULO DOMANDA / NUOVO CAS-SISMA MAGGIO 2012 DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE (Dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà resa ai sensi degli artt. 46 e 47

Dettagli

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 Nuovo Piano Casa Regione Lazio Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 AMBITO DI APPLICAZIONE (Art. 2) La Legge si applica agli edifici: Legittimamente realizzati

Dettagli

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti INFORMAZIONI PERSONALI Paolo Degl Innocenti POSIZIONE RICOPERTA Responsabile di U.O. Agenzia del Demanio ESPERIENZA PROFESSIONALE Dal 1/7/2012 7/2006-6/2012 11/2005-7/2006 4/2004-10/2005 Responsabile Servizi

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA Attesto che il Senato della Repubblica, l 8 luglio 2015, ha approvato, con modificazioni, il seguente disegno di legge, già approvato dalla Camera dei deputati in un testo risultante

Dettagli

LEADER EUROPEO. Blocchi e Solai in Legno Cemento. Struttura antisismica testata e collaudata

LEADER EUROPEO. Blocchi e Solai in Legno Cemento. Struttura antisismica testata e collaudata LEADER EUROPEO Blocchi e Solai in Legno Cemento Struttura antisismica testata e collaudata Come da Linee Guida del Ministero LLPP Luglio 2011 TERREMOTO IN EMILIA 2012 Asilo a Ganaceto (MO) Intervento a

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli