Dinamica dei flussi finanziari

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dinamica dei flussi finanziari"

Transcript

1 Finanza Aziendale Analisi e valutazioni per le decisioni aziendali Dinamica dei flussi finanziari Capitolo 4

2 Indice degli argomenti 1. Il modello a quattro aree 2. Flusso di cassa della gestione corrente 3. Flusso di cassa della gestione degli investimenti 4. Flusso di cassa della gestione finanziaria 5. Flusso di cassa della gestione accessoria 6. Variazione delle disponibilità liquide 7. Conclusioni 2

3 Le ragioni per lo studio dei flussi Le riclassificazioni di dati economici e patrimoniali dipingono un quadro statico dello stato di salute aziendale; L analisi dei flussi finanziari accoglie invece una prospettiva dinamica. Il rendiconto finanziario è un documento di riconciliazione delle uscite ed entrate di cassa di periodo che determinano la variazione della posizione finanziaria netta a fine esercizio. I risultati economici possono non coincidere con i flussi di cassa di periodo perché le logiche di costruzione dei prospetti contabili e finanziari sono completamente diverse. 3

4 Le ragioni per lo studio dei flussi La logica contabile impone di inserire nei prospetti (contabili) di sintesi i ricavi e i costi di pertinenza del periodo di riferimento. Principio di competenza La logica finanziaria (o monetaria) invece considera unicamente i movimenti di moneta (flussi di cassa) in entrata e in uscita durante un definito arco temporale, prescindendo dal momento in cui ha avuto luogo l operazione. Principio di cassa I soli criteri di riclassificazione economico-patrimoniale non descrivono le implicazioni di liquidità. Occorre calcolare, aggregare e interpretare i flussi. 4

5 Il modello a quattro aree Le aree di provenienza e destinazione dei flussi sono comparti di attività che possono generare o assorbire moneta nel periodo di osservazione. Secondo una ripartizione sintetica i flussi generati o assorbiti dalle diverse aree sono: 1. Flusso di cassa della gestione corrente 2. Flusso di cassa della gestione investimenti 3. Flusso di cassa della gestione finanziaria 4. Flusso di cassa della gestione accessoria 5

6 Indice degli argomenti 1. Il modello a quattro aree 2. Flusso di cassa della gestione corrente 3. Flusso di cassa della gestione degli investimenti 4. Flusso di cassa della gestione finanziaria 5. Flusso di cassa della gestione accessoria 6. Variazione delle disponibilità liquide 7. Conclusioni 6

7 Flusso di cassa della gestione corrente La tipica attività di acquisto, trasformazione e vendita può generare oppure assorbire risorse monetarie, in funzione di una serie di variabili tra cui: stadio del ciclo di vita aziendale, posizione competitiva, efficienza produttiva. La gestione corrente libera risorse monetarie quando le entrate eccedono le uscite ad essa imputabili. Viceversa, assorbe liquidità quando il saldo (cioè il flusso) è negativo. ENTRATE e USCITE MOVIMENTI DI LIQUIDITÀ CHE SI MANIFESTANO CONCRETAMENTE IN UN CERTO PERIODO DI RIFERIMENTO distinte da RICAVI e COSTI MONETARI IMPLICANO PERCEZIONE E CORRESPONSIONE DI RISORSE LIQUIDE, MA POTREBBERO NON DAR LUOGO A TRASFERIMENTI MONETARI NEL PERIODO DI OSSERVAZIONE (es. Fatturato) RICAVI e COSTI NON MONETARI NON SI ACCOMPAGNANO MAI AD ALCUNA MANIFESTAZIONE MONETARIA (es. Ammortamenti) 7

8 Flusso di cassa della gestione corrente La capacità di generare (o assorbire) risorse monetarie da parte della gestione corrente è più complessa rispetto alla verifica della liquidità generata (o assorbita) in altre aree. Merita un approfondimento. FLUSSO DI CASSA DELLA GESTIONE CORRENTE = FLUSSO DI CIRCOLANTE DELLA GESTIONE CORRENTE - CCNC AUTOFINANZIAMENTO REALE: risorse derivanti dalla gestione caratteristica dell esercizio AUTOFINANZIAMENTO POTENZIALE: risorse monetarie che nel corso dell esercizio sarebbero state generate (o assorbite) dalla gestione corrente, se non vi fossero stati ulteriori assorbimenti (o liberazioni) di risorse attraverso dilatazioni (o contrazioni) del capitale circolante 8

9 Flusso di cassa della gestione corrente È possibile calcolare il flusso di circolante della gestione corrente seguendo due logiche: LOGICA TOP DOWN Margine operativo lordo (EBITDA) - Imposte di esercizio = Flusso di circolante della gestione corrente LOGICA BOTTOM UP Reddito netto + Interessi passivi + Ammortamenti +/- Plusvalenze/minusvalenze realizzate su disinvestimenti operativi = Flusso di circolante della gestione corrente 9

10 Flusso di cassa della gestione corrente Il flusso di circolante della gestione corrente non fornisce una misura del flusso finanziario complessivamente generato o assorbito dalla gestione corrente. Infatti i costi e i ricavi operativi in esso inclusi non per forza coincidono con l effettivo denaro pagato o incassato nel corso dell esercizi Per determinare il flusso di cassa della gestione corrente sono necessarie delle rettifiche relative a: - ricavi; - costi operativi monetari; - variazione delle rimanenze di prodotti finiti e semilavorati; - imposte di esercizio. 10

11 Rettifiche Ricavi Misura reddituale Rettifiche Misura finanziaria Fatturato - Aumento dei crediti verso clienti + Riduzione dei crediti verso clienti Costi operativi monetari = Flusso di cassa in entrata Misura reddituale Rettifiche Misura finanziaria Costi operativi monetari connessi all acquisto di materie prime e altri costi esterni fornitori - Aumento dei debiti verso fornitori + riduzione dei debiti verso fornitori + aumento delle rimanenze di materie prime - Riduzione delle rimanenze di materie prime = Flusso di cassa in uscita 11

12 Rettifiche Variazione rimanenze prodotti finiti e semilavorati Schema di riclassificazione a produzione e valore aggiunto Misura reddituale Rettifiche Misura finanziaria Fatturato +/- Variazione delle rimanenze di prodotti finiti e semilavorati = Produzione dell esercizio =Margine operativo lordo (EBITDA) - Aumento dei crediti verso cliente + Riduzione dei crediti verso cliente - Aumento delle rimanenze di prodotti finiti e semilavorati + Riduzione delle rimanenze di prodotti finiti e semilavorati - Aumento dei debiti verso fornitori + Riduzione dei debiti verso fornitori + Aumento delle rimanenze di MP - Riduzione delle rimanenze di MP = Flusso di cassa in entrata = Flusso di casa in uscita 12

13 Rettifiche Schema di riclassificazione a fatturato e costo del venduto Misura reddituale Rettifiche Misura finanziaria Fatturato - Costi operativi monetari del venduto = Margine operativo lordo (EBITDA) - Aumento dei crediti verso clienti + Riduzione dei crediti verso clienti - Aumento dei debiti verso fornitori +Riduzione dei debiti verso fornitori + Aumento delle rimanenza di MP - Riduzione delle rimanenze di MP - Aumento delle rimanenze di prodotti finiti e semilavorati + Riduzione delle rimanenze di prodotti finiti e semilavorati = Flusso di cassa in entrata = Flusso di cassa in uscita 13

14 Rettifiche Imposte di esercizio Variazione posizione fiscale netta = Variazione del fondo imposte + Variazione dei debiti verso l erario - Variazione dei crediti verso l erario Misura reddituale Rettifiche Misura finanziaria Imposte di esercizio - Aumento della posizione fiscale netta + Diminuzione della posizione fiscale netta = Flusso di cassa in uscita 14

15 Flusso di cassa della gestione corrente Determinazione del flusso di cassa della gestione corrente di conto economico a produzione e valore aggiunto attraverso la logica top-down: Misura reddituale Rettifiche Misura finanziaria Fatturato +/- Variazione delle rimanenze di prodotti finiti e semilavorati = Produzione dell esercizio = Margine operativo lordo (EBITDA) = Flusso di circolante della gestione corrente - Aumento dei crediti verso cliente + Riduzione dei crediti verso cliente - Aumento delle rimanenze di prodotti finiti e semilavorati + Riduzione delle rimanenze di prodotti finiti e semilavorati - Aumento dei debiti verso fornitori + Riduzione dei debiti verso fornitori + Aumento delle rimanenze di MP - Riduzione delle rimanenze di MP - Aumento della posizione fiscale netta + Diminuzione della posizione fiscale netta - Variazione del capitale circolante netto commerciale = Flusso di cassa in entrata = Flusso di casa in uscita = Flusso di cassa della gestione corrente 15

16 Indice degli argomenti 1. Il modello a quattro aree 2. Flusso di cassa della gestione corrente 3. Flusso di cassa della gestione degli investimenti 4. Flusso di cassa della gestione finanziaria 5. Flusso di cassa della gestione accessoria 6. Variazione delle disponibilità liquide 7. Conclusioni 16

17 Flusso di cassa della gestione investimenti Questa area accoglie le operazioni relative alle attività patrimoniali non appartenenti al capitale circolante: Flusso di cassa della gestione degli investimenti Flusso di cassa generato dalle attività di disinvestimento - Flusso di cassa generato dalle attività di investimento Tale flusso equivale al saldo tra le uscite finanziarie sostenute per acquistare nuove immobilizzazioni operative - investimenti operativi- e le entrate originate dalla cessazione di immobilizzazioni operative disinvestimenti operativi. 17

18 Flusso di cassa della gestione investimenti Il flusso è determinato dalla variazione di periodo delle immobilizzazioni operative al lordo del fondo ammortamento, procedendo come segue: Variazione immobilizzazioni operative lorde = Variazione immobilizzazioni operative nette + Ammortamenti di periodo Variazione positiva delle immobilizzazioni flusso negativo Variazione negativa delle immobilizzazioni flusso positivo 18

19 Flusso di cassa della gestione investimenti Tuttavia, i dati contabili possono differire da queli moetari per due ragioni: 1. minusvalenze/plusvalenze derivanti dalla cessione delle immobilizzazioni; 2. rettifiche patrimoniali a cui non corrisponde alcun movimento di cassa (es. rivalutazioni monetarie). Pertanto: Flusso di cassa della gestione degli investimenti +/ Variazione delle immobilizzazioni lorde Plusvalenze da cessioni immobilizzazioni operative Minusvalenze da cessione immobilizzazioni operative Svalutazioni di immobilizzazioni operative Rivalutazioni di immobilizzazioni operative 19

20 Indice degli argomenti 1. Il modello a quattro aree 2. Flusso di cassa della gestione corrente 3. Flusso di cassa della gestione degli investimenti 4. Flusso di cassa della gestione finanziaria 5. Flusso di cassa della gestione accessoria 6. Variazione delle disponibilità liquide 7. Conclusioni 20

21 Flusso di cassa della gestione finanziaria È il flusso monetario riferibile ai piani di rimborso del capitale e alla gestione dei nuovi finanziamenti. Poiché il reperimento di nuove risorse finanziarie non trova rappresentazione in conto economico,per determinate tale flusso è necessario considerare altre voci oltre al risultato della gestione finanziaria, così come segue: Flusso di cassa della gestione finanziaria +/ Risultato della gestione finanziaria Accensione di nuovi debiti Rimborso di debiti in scadenza Aumenti di capitale sociale a pagamento e vendita di azioni proprie Rimborsi di capitale sociale, riacquisto di azioni proprie e pagamento di dividendi 21

22 Indice degli argomenti 1. Il modello a quattro aree 2. Flusso di cassa della gestione corrente 3. Flusso di cassa della gestione degli investimenti 4. Flusso di cassa della gestione finanziaria 5. Flusso di cassa della gestione accessoria 6. Variazione delle disponibilità liquide 7. Conclusioni 22

23 Flusso di cassa della gestione accessoria Nella gestione accessoria vengono considerati tutti i movimenti monetari estranei all attività corrente o operativa dell impresa. Pertanto ad essa sono riconducibili i flussi finanziari relativi alle variazioni patrimoniali non operative. Flusso di cassa della gestione accessoria +/- - +/- Risultato della gestione accessoria Variazione del capitale circolante netto non operativo Flusso di cassa della gestione degli investimenti non operativi 23

24 Indice degli argomenti 1. Il modello a quattro aree 2. Flusso di cassa della gestione corrente 3. Flusso di cassa della gestione degli investimenti 4. Flusso di cassa della gestione finanziaria 5. Flusso di cassa della gestione accessoria 6. Variazione delle disponibilità liquide 7. Conclusioni 24

25 Variazione delle disponibilità liquide Il flusso di cassa, generato o assorbito nel corso dell esercizio, può essere individuato facilmente nella variazione intervenuta durante il periodo della voce cassa. Operativamente, la variazione delle disponibilità liquide è pari alla somma algebrica dei flussi generati e assorbiti dalle quattro aree di gestione. Variazione delle disponibilità liquide +/- +/- +/- +/- Flusso di cassa della gestione corrente Flusso di cassa della gestione degli investimenti Flusso di cassa della gestione finanziaria Flusso di cassa della gestione accessoria 25

26 Indice degli argomenti 1. Il modello a quattro aree 2. Flusso di cassa della gestione corrente 3. Flusso di cassa della gestione degli investimenti 4. Flusso di cassa della gestione finanziaria 5. Flusso di cassa della gestione accessoria 6. Variazione delle disponibilità liquide 7. Conclusioni 26

27 Conclusioni L analisi finanziaria determina le dimensioni dei flussi liberati o assorbiti da ciascuna delle quattro aree; Flusso di cassa della gestione corrente Flusso di cassa della gestione investimenti Flusso di cassa della gestione finanziaria Il rendiconto finanziario, consentendo il passaggio da un analisi statica ad una dinamica, permette di comprendere i legami tra strategia reale e strategia finanziaria. Flusso di cassa della gestione accessoria 27

L analisi finanziaria

L analisi finanziaria L analisi finanziaria Sebastiano Di Diego - Fabrizio Micozzi 1 L analisi dei flussi Profili generali 1 Le ragioni per uno studio dei flussi (1) Le riclassificazioni di dati economici e patrimoniali e lo

Dettagli

Comunicato stampa Documento Allegato

Comunicato stampa Documento Allegato Edison Spa Ufficio Stampa Tel. +39 02 6222.7331 Foro Buonaparte, 31 Fax. +39 02 6222.7379 20121 Milano - MI ufficiostampa@edison.it Comunicato stampa Documento Allegato Stato patrimoniale consolidato Si

Dettagli

L equilibrio finanziario

L equilibrio finanziario L equilibrio finanziario La dinamica finanziaria Il Rendiconto Finanziario Analisi Economico-Finanziaria delle P.M.I. Prof. Andrea Calabrò E-mail: andrea.calabro@uniroma2.it La divergenza fra risultato

Dettagli

Commento al tema di Economia aziendale. Nelle imprese industriali possiamo individuare le seguenti attività:

Commento al tema di Economia aziendale. Nelle imprese industriali possiamo individuare le seguenti attività: Commento al tema di Economia aziendale Il tema proposto per la prova di Economia aziendale negli Istituti Tecnici è incentrato sulla scomposizione del reddito di esercizio nei risultati parziali generati

Dettagli

Corso di FINANZIAMENTI DI AZIENDA anno accademico 2007/2008

Corso di FINANZIAMENTI DI AZIENDA anno accademico 2007/2008 Corso di FINANZIAMENTI DI AZIENDA anno accademico 2007/2008 Alcuni pre-requisiti Oggetto di attività di tutoraggio precedente l inizio delle lezioni 1 Riclassificazione dei dati di bilancio Il primo dei

Dettagli

IL RENDICONTO FINANZIARIO. Prof. Luca Fornaciari

IL RENDICONTO FINANZIARIO. Prof. Luca Fornaciari IL RENDICONTO FINANZIARIO Prof. Luca Fornaciari 1 SOMMARIO 1. Finalità e Normativa di riferimento 2. Ruolo del Rendiconto nel Bilancio d esercizio 3. Contenuto, Struttura e Metodi d analisi 4. Logiche

Dettagli

Divergenza tra risultato economico e finanziario

Divergenza tra risultato economico e finanziario L analisi della dinamica finanziaria (Capitolo VI) 1 2 Divergenza tra risultato economico e finanziario L analisi della dinamica finanziaria RENDICONTO FINANZIARIO Prospetto simile al CE che consente di

Dettagli

IL RENDICONTO FINANZIARIO.

IL RENDICONTO FINANZIARIO. IL RENDICONTO FINANZIARIO. Lezione 3 Castellanza, 3 Ottobre 2007 2 Il Rendiconto Finanziario Il Rendiconto Finanziario costituisce per l analisi della dinamica finanziaria ciò che il conto economico rappresenta

Dettagli

Analisi di Bilancio per flussi

Analisi di Bilancio per flussi Analisi di Bilancio per flussi Premessa L analisi della situazione economica, patrimoniale e finanziaria dell azienda attraverso il bilancio si conclude con l analisi dei movimenti di risorse finanziarie

Dettagli

La riclassificazione del bilancio d esercizio

La riclassificazione del bilancio d esercizio La riclassificazione del bilancio d esercizio Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani), Mc Graw-Hill 2001, cap. 4 1 Il bilancio pubblico. Il sistema informativo di bilancio secondo

Dettagli

Conto economico. Prospetti contabili infrannuali 2007 62. (importi in migliaia di euro)

Conto economico. Prospetti contabili infrannuali 2007 62. (importi in migliaia di euro) Prospetti contabili infrannuali della Capogruppo per il semestre chiuso al 30 giugno 2007 Conto economico 1 semestre 2007 1 semestre 2006 Ricavi verso terzi 14.025 8.851 Ricavi parti correlati 2.772 3.521

Dettagli

FONDAMENTI DI ECONOMIA AZIENDALE E IMPIANTISTICA INDUSTRIALE

FONDAMENTI DI ECONOMIA AZIENDALE E IMPIANTISTICA INDUSTRIALE FONDAMENTI DI ECONOMIA AZIENDALE E IMPIANTISTICA INDUSTRIALE Proff.. Alberto Baggini Marco Melacini A.A. 2008/2009 La contabilità esterna Il conto economico La redazione del documento finale di bilancio

Dettagli

Obbiettivi dell analisi di bilancio ELEMENTI FONDAMENTALI DELL ANALISI FINANZIARIA. La riclassificazione dello Stato patrimoniale

Obbiettivi dell analisi di bilancio ELEMENTI FONDAMENTALI DELL ANALISI FINANZIARIA. La riclassificazione dello Stato patrimoniale Obbiettivi dell analisi di bilancio ELEMENTI FONDAMENTALI DELL ANALISI FINANZIARIA RICLASSIFICAZIONE DI BILANCIO E ANALISI PER FLUSSI I bilanci, di per sé, non rappresentano uno specchio ottimale delle

Dettagli

LE PRINCIPALI INNOVAZIONI DEL DOCUMENTO OIC

LE PRINCIPALI INNOVAZIONI DEL DOCUMENTO OIC S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO IL PRINCIPIO OIC 10 SUL RENDICONTO FINANZIARIO LE PRINCIPALI INNOVAZIONI DEL DOCUMENTO OIC IDA D ALESSIO 24 APRILE 2015 Rispetto al precedente OIC 12: Cambiamenti

Dettagli

L analisi del bilancio di esercizio

L analisi del bilancio di esercizio L analisi del bilancio di esercizio 1 Le Fasi A. Raccolta dei dati di bilancio B. Riclassificazione del bilancio C. Determinazione ed utilizzo di uno schema di analisi D. Interpretazione dei risultati

Dettagli

OIC 10 Rendiconto finanziario

OIC 10 Rendiconto finanziario Daniela Toscano (Dottore Commercialista in Cuneo) OIC 10 Rendiconto finanziario 1 Il Principio contabile OIC 10, pubblicato il 4 agosto 2014 e applicabile ai bilanci al 31 dicembre 2014, è dedicato allo

Dettagli

! " # $ % $ & !"# $" " * * %& % % & '$"() '$" + + " " $" '%(")""* +, %( " " "-* ". / ) ( " & " ) '$" " 0%( $%( " " " $" % ) " ) '$" '$" %, ) " 1 " 0"2 03-"( 0 $ $"! #! # ',' " )! # ) * ) % % % + " - %

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

Comunicato stampa SEMESTRE RECORD PER INTERPUMP GROUP: RICAVI NETTI +35% A 434 MILIARDI L UTILE OPERATIVO CONSOLIDATO CRESCE DEL 29% A 78,1 MILIARDI

Comunicato stampa SEMESTRE RECORD PER INTERPUMP GROUP: RICAVI NETTI +35% A 434 MILIARDI L UTILE OPERATIVO CONSOLIDATO CRESCE DEL 29% A 78,1 MILIARDI Comunicato stampa SEMESTRE RECORD PER INTERPUMP GROUP: RICAVI NETTI +35% A 434 MILIARDI L UTILE OPERATIVO CONSOLIDATO CRESCE DEL 29% A 78,1 MILIARDI FORTE CRESCITA DEL CASH FLOW OPERATIVO (+87%) A 74,3

Dettagli

ANALISI E PIANIFICAZIONE FINANZIARIA

ANALISI E PIANIFICAZIONE FINANZIARIA L ANALISI FINANZIARIA Prof. Francesco Albergo Docente di PIANIFICAZIONE E CONTROLLO Corso di Laurea in Economia Aziendale Curriculum in Gestione Aziendale Organizzata UNIVERSITA degli Studi di Bari DOTTORE

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

FANCY PIXEL SRL. Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro

FANCY PIXEL SRL. Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro FANCY PIXEL SRL Sede in VIA SARAGAT N.1 FERRARA FE Codice Fiscale 01910420387 - Numero Rea P.I.: 01910420387 Capitale Sociale Euro 20.000 Forma giuridica: SOCIETA' A RESPONSABILITA' LIMITATA Settore di

Dettagli

Analisi per flussi Il rendiconto finanziario

Analisi per flussi Il rendiconto finanziario Analisi per flussi Il rendiconto finanziario Ruolo dei flussi finanziari nelle analisi di bilancio Forniscono nuovi elementi per la valutazione dell assetto economico globale Permettono una migliore interpretazione

Dettagli

C. PROVENTI E ONERI FINANZIARI 15) proventi da partecipazioni 16) altri proventi finanziari 17) interesse e altri oneri finanziari

C. PROVENTI E ONERI FINANZIARI 15) proventi da partecipazioni 16) altri proventi finanziari 17) interesse e altri oneri finanziari C. PROVENTI E ONERI FINANZIARI 15) proventi da partecipazioni 16) altri proventi finanziari 17) interesse e altri oneri finanziari Ha contenuto più ampio di quello che ci si attenderebbe dall espressione

Dettagli

I FLUSSI DI CASSA E IL RENDICONTO FINANZIARIO

I FLUSSI DI CASSA E IL RENDICONTO FINANZIARIO I FLUSSI DI CASSA E IL RENDICONTO FINANZIARIO L ANALISI DEI FLUSSI MONETARI AZIENDALI RIGUARDA ESSENZIALMENTE IL TRATTAMENTO DA RISERVARE ALLE TRE TIPOLOGIE DI FLUSSI CHE COMPONGONO IL FLUSSO FINANZIARIO

Dettagli

L analisi economico-finanziaria del bilancio Indici e flussi

L analisi economico-finanziaria del bilancio Indici e flussi Università Politecnica delle Marche Dipartimento di Management Sergio Branciari s.branciari@univpm.it Simone Poli s.poli@univpm.it L analisi economico-finanziaria del bilancio Indici e flussi San Benedetto

Dettagli

UNIVERSITA degli STUDI di PAVIA Facoltà di Economia CORSO DI ANALISI DI BILANCIO PARTE SECONDA (SALVO ERRATA CORRIGE) Docente Letizia Ubbiali

UNIVERSITA degli STUDI di PAVIA Facoltà di Economia CORSO DI ANALISI DI BILANCIO PARTE SECONDA (SALVO ERRATA CORRIGE) Docente Letizia Ubbiali UNIVERSITA degli STUDI di PAVIA Facoltà di Economia CORSO DI ANALISI DI BILANCIO PARTE SECONDA (SALVO ERRATA CORRIGE) Docente Letizia Ubbiali Professore a contratto Dottore di ricerca in Economia Aziendale

Dettagli

Concetti base. Le attività, tra loro integrate, formano i processi produttivi (o di trasformazione).

Concetti base. Le attività, tra loro integrate, formano i processi produttivi (o di trasformazione). Concetti base Tutti i beni che acquistiamo sono il risultato di un attività aziendale di produzione, cioè di ottenimento di prodotti e servizi attraverso l impiego di risorse. Le attività, tra loro integrate,

Dettagli

OIC 10: La redazione del rendiconto finanziario Sintesi delle principali novità

OIC 10: La redazione del rendiconto finanziario Sintesi delle principali novità OIC 10: La redazione del rendiconto finanziario Sintesi delle principali novità L OIC ha deciso di dedicare al rendiconto finanziario un apposito principio contabile tenuto conto della sua valenza informativa.

Dettagli

Nota integrativa al Bilancio chiuso al 31-12-2014

Nota integrativa al Bilancio chiuso al 31-12-2014 Nota integrativa al Bilancio chiuso al 31-12-2014 Nota Integrativa parte iniziale Ai sensi delle disposizioni del codice civile in tema di bilancio si forniscono le informazioni seguenti ad integrazione

Dettagli

Esercitazione n. 24. Lidia Sorrentino

Esercitazione n. 24. Lidia Sorrentino Esercitazioni svolte 2010 Scuola Duemila 1 Esercitazione n. 24 Analisi per flussi: il rendiconto finanziario Conoscenza: componenti di reddito monetari e componenti di reddito non monetari; flussi corrispondenti

Dettagli

Bilancio al 31/12/2014

Bilancio al 31/12/2014 Informazioni generali sull impresa Denominazione: Dati anagrafici Sede: Capitale sociale: 0,00 Capitale sociale interamente versato: Codice CCIAA: FONDAZIONE OAGE PIAZZA SAN MATTEO 18 GENOVA GE sì Partita

Dettagli

L ANALISI DI BILANCIO: I FLUSSI FINANZIARI

L ANALISI DI BILANCIO: I FLUSSI FINANZIARI Salvatore Nucci, gennaio 2011 L ANALISI DI BILANCIO: I FLUSSI FINANZIARI L analisi dei flussi finanziari ha la finalità di evidenziare e interpretare le variazioni intervenute nella situazione patrimoniale

Dettagli

FONDAZIONE DELL'ORDINE DEGLI INGEGNERI. Relazione sulla gestione alla relazione economico patrimoniale al 31/12/2014

FONDAZIONE DELL'ORDINE DEGLI INGEGNERI. Relazione sulla gestione alla relazione economico patrimoniale al 31/12/2014 FONDAZIONE DELL'ORDINE DEGLI INGEGNERI Sede in VIA CEFALONIA 70-25100 BRESCIA (BS) Fondo di Dotazione dell Ordine degli Ingegneri di Brescia Euro 51.661,00 I.V. Relazione sulla gestione alla relazione

Dettagli

CONTABILITÀ ECONOMICA

CONTABILITÀ ECONOMICA CONTABILITÀ ECONOMICA PREVISIONE LIQUIDAZIONE RILEVAZIONE DEI MOVIMENTI MONETARI RICLASSIFICAZIONE DEI MOVIMENTI MONETARI IN BASE ALLA CAUSALE ECONOMICA: DI CAPITALE FINANZIARIO E DI REDDITO RILEVAZIONE

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie contenute nello stato patrimoniale e nel conto economico

Dettagli

Elaborazioni svolte di consolidamento (di Francesco Sotti)

Elaborazioni svolte di consolidamento (di Francesco Sotti) Elaborazioni svolte di consolidamento (di Francesco Sotti) Assestamento di una partecipazione di controllo Primo anno di consolidamento...2 Assestamento di una partecipazione di controllo secondo anno

Dettagli

fac simile di Relazione Illustrativa ad un BUSINESS PLAN Periodo n I dati contenuti nei prospetti sono casuali

fac simile di Relazione Illustrativa ad un BUSINESS PLAN Periodo n I dati contenuti nei prospetti sono casuali fac simile di Relazione Illustrativa ad un BUSINESS PLAN Periodo n I dati contenuti nei prospetti sono casuali INDICE ELABORATO 1) Illustrazione delle ipotesi alla base del Business Plan 2) Analisi sintetica

Dettagli

Immobili 7.000 5.000 20 anni Terreni 5.000 4.000 - Magazzino 5.000 5.500 -

Immobili 7.000 5.000 20 anni Terreni 5.000 4.000 - Magazzino 5.000 5.500 - SOLUZIONI ESERCIZIO 1 Bilancio consolidato In data 01/01/X la società ALFA acquista una partecipazione del 70% in BETA al prezzo di 21.000. Il patrimonio netto contabile di BETA alla data dell operazione

Dettagli

CONSORZIO ENERGIA LIGURIA Bilancio al 31/12/2014 CONSORZIO ENERGIA LIGURIA

CONSORZIO ENERGIA LIGURIA Bilancio al 31/12/2014 CONSORZIO ENERGIA LIGURIA CONSORZIO ENERGIA LIGURIA Sede legale: VIA PESCHIERA 16 GENOVA (GE) Iscritta al Registro Imprese di GENOVA C.F. e numero iscrizione 01323550994 Iscritta al R.E.A. di Genova n. 400879 Capitale Sociale sottoscritto

Dettagli

La vendita di beni e la prestazione di servizi competenza temporale rilevare nel momento in cui i beni sono consegnati ovvero i servizi sono resi

La vendita di beni e la prestazione di servizi competenza temporale rilevare  nel momento in cui i beni sono consegnati ovvero i servizi sono resi La vendita di beni e la prestazione di servizi L operazione di vendita, analogamente all operazione di acquisto, è caratterizzata da uno schema di svolgimento tipico composto in particolare dalle seguenti

Dettagli

ASSOCIAZIONE BAMBINI SENZA SBARRE ONLUS

ASSOCIAZIONE BAMBINI SENZA SBARRE ONLUS ASSOCIAZIONE BAMBINI SENZA SBARRE ONLUS Sede in Via Baldissera 1 - Milano Codice Fiscale 97317430151 - Numero Rea MILANO P.I.: 04337620969 Capitale Sociale Euro - i.v. Forma giuridica: ONLUS Società in

Dettagli

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IFRS)

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IFRS) TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IFRS) (DOCUMENTO SOGGETTO A VERIFICA, IN CORSO, DA PARTE DELLA SOCIETA DI REVISIONE) Nel 2002 l Unione europea ha adottato il regolamento n. 1606 in base

Dettagli

L 261/184 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea

L 261/184 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 261/184 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea 13.10.2003 PRINCIPIO CONTABILE INTERNAZIONALE (RIVISTO NELLA SOSTANZA NEL 1993) Effetti delle variazioni dei cambi delle valute estere Il presente Principio

Dettagli

Lezione 8. Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale

Lezione 8. Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale Lezione 8 Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale L AZIENDA SVOLGE UN PROCESSO DI TRASFORMAZIONE RISORSE PROCESSO DI PRODOTTI E SERVIZI TRASFORMAZIONE Valore di mercato delle risorse impiegate

Dettagli

IL BILANCIO DI ESERCIZIO

IL BILANCIO DI ESERCIZIO IL BILANCIO DI ESERCIZIO Mette in evidenza il risultato della gestione annuale e deriva dal sistema contabile il cui scopo è la registrazione di tutti i fatti gestionali che hanno effetti sulle variazioni

Dettagli

BIKI TECHNOLOGIES SRL

BIKI TECHNOLOGIES SRL BIKI TECHNOLOGIES SRL Sede in Via XX Settembre 33/10, Genova Codice Fiscale 02258470992 - Rea GE 472644 P.I.: 02258470992 Capitale Sociale Euro 10.000 i.v. Forma giuridica: Società a responsabilità limitata

Dettagli

GLI SCHEMI DI BILANCIO Il conto economico

GLI SCHEMI DI BILANCIO Il conto economico GLI SCHEMI DI BILANCIO Il conto economico La riclassificazione gestionale del C.E. Struttura e forma del C.E. secondo il codice civile ed il principio contabile n.12 Università degli Studi Bari " Aldo

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Sessione ordinaria 2012 Seconda prova scritta Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca M730 - ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: GIURIDICO ECONOMICO

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE DI NUORO BILANCIO di previsione triennale per gli anni 2014/2016

AZIENDA SANITARIA LOCALE DI NUORO BILANCIO di previsione triennale per gli anni 2014/2016 Allegato 22: Bilancio di Previsione Triennale Stato patrimoniale previsionale attivo 2014 2015 2016 A) Immobilizzazioni I. Immateriali 1) Costi di impianto e di ampliamento 2) Costi di ricerca, di sviluppo

Dettagli

CRITERI DI RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA DELLO STATO PATRIMONIALE

CRITERI DI RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA DELLO STATO PATRIMONIALE CRITERI DI RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA DELLO STATO PATRIMONIALE ATTIVITA : RAGGRUPPARE GLI ELEMENTI ATTIVI DEL CAPITALE IN RELAZIONE ALLA LORO ATTITUDINE A PROCURARE MEZZI DI PAGAMENTO, ATTRAVERSO LA

Dettagli

13.10.2003 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea

13.10.2003 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 261/31 35. Informazioni sui valori contabili contenuti in differenti classificazioni di rimanenze e l ammontare delle variazioni in queste voci di attività è utile per gli utilizzatori del bilancio.

Dettagli

Commento al tema di Economia aziendale

Commento al tema di Economia aziendale Commento al tema di Economia aziendale Il tema di Economia aziendale proposto negli Istituti Tecnici è incentrato sulla crisi finanziaria ed è articolato in una parte obbligatoria e tre percorsi alternativi

Dettagli

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE LE SCRITTURE DI RETTIFICA E ASSESTAMENTO 1 LA COSTRUZIONE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO Dalla raccolta delle informazioni contabili alla loro sintesi L esercizio La competenza

Dettagli

Lezione n. 3. Le determinanti della dinamica finanziaria

Lezione n. 3. Le determinanti della dinamica finanziaria FINANZA AZIENDALE Lezione n. 3 Le determinanti della dinamica finanziaria 1 SCOPO DELLA LEZIONE Comprendere i principali fenomeni in grado di influenzare la dinamica finanziaria aziendale Sviluppare un

Dettagli

Bilancio al 31/12/2014

Bilancio al 31/12/2014 Informazioni generali sull impresa Denominazione: Dati anagrafici Sede: Capitale sociale: 10.000,00 Capitale sociale interamente versato: Codice CCIAA: DOCCIA SERVICE S.R.L. PIAZZA VITTORIO VENETO 1 SESTO

Dettagli

CONSORZIO MEDIO TIRRENO IN LIQUIDAZIONE

CONSORZIO MEDIO TIRRENO IN LIQUIDAZIONE CONSORZIO MEDIO TIRRENO IN LIQUIDAZIONE Sede in TORRE EUROPA - VIA ANNOVAZZI, 00053 CIVITAVECCHIA (RM) Codice Fiscale 03908900586 - Numero Rea RM 911152 P.I.: 01259061008 Capitale Sociale Euro - i.v. Forma

Dettagli

LE OPERAZIONI DELLA GESTIONE AZIENDALE SONO ALL ORIGINE DEL FLUSSO DELLE INFORMAZIONI CHE DESCRIVONO L ATTIVITA DELL AZIENDA

LE OPERAZIONI DELLA GESTIONE AZIENDALE SONO ALL ORIGINE DEL FLUSSO DELLE INFORMAZIONI CHE DESCRIVONO L ATTIVITA DELL AZIENDA LE OPERAZIONI DELLA GESTIONE AZIENDALE SONO ALL ORIGINE DEL FLUSSO DELLE INFORMAZIONI CHE DESCRIVONO L ATTIVITA DELL AZIENDA IL TRATTAMENTO CONTINUATIVO E SISTEMATICO DEL FLUSSO INFORMATIVO CONSENTE L

Dettagli

CONTO ECONOMICO CONTABILE CONTO ECONOMICO CONTABILE

CONTO ECONOMICO CONTABILE CONTO ECONOMICO CONTABILE CONTO ECONOMICO CONTABILE CONTO ECONOMICO CONTABILE Struttura Criterio di di classificazione Costi, ricavi e rimanenze Per natura Per natura Forma A sezioni contrapposte I LIMITI DELLA STRUTTURA A COSTI

Dettagli

LA VALUTAZIONE AZIENDALE E DEGLI INVESTIMENTI INDUSTRIALI

LA VALUTAZIONE AZIENDALE E DEGLI INVESTIMENTI INDUSTRIALI LA VALUTAZIONE AZIENDALE E DEGLI INVESTIMENTI INDUSTRIALI 1 LA STRATEGIA ECONOMICO-FINANZIARIA LA STRATEGIA ECONOMICO-FINANZIARIA DECISIONI RILEVANTI: DI UN AZIENDA COMPRENDE TRE DECISIONI DI DIVIDENDO

Dettagli

RAPPORTO ANNUALE AI DECISORI (SOCI, AZIONISTI, CORRISPONDENTI, PUBBLICO, ecc.)

RAPPORTO ANNUALE AI DECISORI (SOCI, AZIONISTI, CORRISPONDENTI, PUBBLICO, ecc.) RAPPORTO ANNUALE AI DECISORI (SOCI, AZIONISTI, CORRISPONDENTI, PUBBLICO, ecc.) A - DOCUMENTI DI BASE 1 - stato patrimoniale 2 - conto economico 3 - note integrativa al bilancio B - PROSPETTI SUPPLEMENTARI

Dettagli

ATTIVO: struttura finanziaria

ATTIVO: struttura finanziaria ATTIVO: Voci bilancio civilistico Riclassificazione SP secondo struttura finanziaria A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti, con separata indicazione della parte già richiamata - Quote non

Dettagli

L ANALISI DI BILANCIO: I FLUSSI FINANZIARI

L ANALISI DI BILANCIO: I FLUSSI FINANZIARI Prof. Luigi Trojano L ANALISI DI BILANCIO: I FLUSSI FINANZIARI L analisi dei flussi finanziari ha la finalità di evidenziare e interpretare le variazioni intervenute nella situazione patrimoniale e finanziaria

Dettagli

COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012)

COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012) COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012) La Holding chiude il 2013 con un utile di 0,5 milioni (perdita

Dettagli

Corso di Ragioneria Canale A - L Anno Accademico 2008 2009 Prof.ssa Sabrina Pucci. La riclassificazione del conto economico civilistico

Corso di Ragioneria Canale A - L Anno Accademico 2008 2009 Prof.ssa Sabrina Pucci. La riclassificazione del conto economico civilistico Corso di Ragioneria Canale A - L Anno Accademico 2008 2009 Prof.ssa Sabrina Pucci La riclassificazione del conto economico civilistico Sommario 1. Il conto economico per l analisi della gestione 2. Il

Dettagli

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA FIAT: BILANCIO 2012 E CONVOCAZIONE DELL ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA FIAT: BILANCIO 2012 E CONVOCAZIONE DELL ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA FIAT: BILANCIO 2012 E CONVOCAZIONE DELL ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI Il Consiglio di Amministrazione della Fiat S.p.A., riunitosi oggi a Torino, ha: approvato il Bilancio

Dettagli

L interpretazione e l analisi del rendiconto finanziario: il punto di vista dei finanziatori.

L interpretazione e l analisi del rendiconto finanziario: il punto di vista dei finanziatori. S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO IL PRINCIPIO OIC 10 SUL RENDICONTO FINANZIARIO L interpretazione e l analisi del rendiconto finanziario: il punto di vista dei finanziatori. GIULIANO SOLDI

Dettagli

QUEIROLO & ASSOCIATI SRL

QUEIROLO & ASSOCIATI SRL QUEIROLO & ASSOCIATI SRL Codice Fiscale 11401930158 - Rea GE11401930158 P.I.: 11401930158 Capitale Sociale Euro 65000 i.v. Bilancio al 31/12/2012 Gli importi presenti sono espressi in Euro Bilancio al

Dettagli

LE IMPOSTE SUL REDDITO

LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO Il risultato che scaturisce dal bilancio redatto in base alla normativa del codice civile rappresenta il valore di partenza a cui fa riferimento la disciplina

Dettagli

5/12/2014 CRITERIO DEL PATRIMONIO NETTO CRITERI DI VALUTAZIONE. Scritture contabili SOLO PER PARTECIPAZIONI IN IMPRESE CONTROLLATE E COLLEGATE

5/12/2014 CRITERIO DEL PATRIMONIO NETTO CRITERI DI VALUTAZIONE. Scritture contabili SOLO PER PARTECIPAZIONI IN IMPRESE CONTROLLATE E COLLEGATE CRITERI DI VALUTAZIONE CRITERIO DEL PATRIMONIO NETTO Art. 2426 c.c. SOLO PER PARTECIPAZIONI IN IMPRESE CONTROLLATE E COLLEGATE LA PARTECIPAZIONE E VALUTATA PER UN IMPORTO PARI ALLA CORRISPONDENTE FRAZIONE

Dettagli

L ANALISI PER FLUSSI E LA COSTRUZIONE DEL RENDICONTO FINANZIARIO

L ANALISI PER FLUSSI E LA COSTRUZIONE DEL RENDICONTO FINANZIARIO L ANALISI PER FLUSSI E LA COSTRUZIONE DEL RENDICONTO FINANZIARIO L ANALISI PER FLUSSI Oggetto di studio: Analizza le VARIAZIONI intervenute in un FONDO da un esercizio all altro impieghi FLUSSI fonti Aggregato

Dettagli

Esercitazioni del corso di Ragioneria generale ed applicata Corso 50-99

Esercitazioni del corso di Ragioneria generale ed applicata Corso 50-99 Esercitazioni del corso di Ragioneria generale ed applicata Corso 50-99 ESERCITAZIONE N 2 ARGOMENTI CONSIDERATI: Fase di diritto e fase di fatto delle registrazioni contabili Registrazione dei finanziamenti

Dettagli

Risultati ed andamento della gestione

Risultati ed andamento della gestione Risultati ed andamento della gestione L esercizio 2011 si chiude con un risultato economico positivo, in quanto la distribuzione dei dividendi di Equitalia Nord ha consentito - insieme ai benefici fiscali

Dettagli

Riclassificazione del bilancio d esercizio

Riclassificazione del bilancio d esercizio Esercitazioni svolte 2014 Scuola Duemila 1 Esercitazione n. 9 Riclassificazione del bilancio d esercizio Marcella Givone COMPETENZE ABILITÀ CONOSCENZE Individuare e accedere alla normativa pubblicistica,

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE ENERGIA E SERVIZI A.T.E.S. S.R.L.

AZIENDA TERRITORIALE ENERGIA E SERVIZI A.T.E.S. S.R.L. AZIENDA TERRITORIALE ENERGIA E SERVIZI A.T.E.S. S.R.L. Sede in VIA ROMA 1 20056 TREZZO SULL'ADDA MI Codice Fiscale 05064840969 - Numero Rea Milano 1793521 P.I.: 05064840969 Capitale Sociale Euro 80.000

Dettagli

NOVITA BILANCIO DI ESERCIZIO 2014

NOVITA BILANCIO DI ESERCIZIO 2014 NOVITA BILANCIO DI ESERCIZIO 2014 a cura di Maria Chiara Ronzani - Area Fiscale APINDUSTRIA VICENZA 30/01/2015 - Sala Convegni Apindustria Vicenza 1 Sommario DEPOSITO BILANCIO E NOTA INTEGRATIVA IN FORMATO

Dettagli

GENOVA CAR SHARING SPA

GENOVA CAR SHARING SPA Sede in GENOVA - PIAZZA DANTE 8/1 Codice Fiscale 01405760990 - Rea 1045760990 407161 P.I.: 01405760990 Capitale Sociale Euro 400000 i.v. Forma giuridica: SPA Bilancio al 31/12/2011 Gli importi presenti

Dettagli

CAPRIS S.R.L. Bilancio al 31/12/2012 Redatto in forma abbreviata

CAPRIS S.R.L. Bilancio al 31/12/2012 Redatto in forma abbreviata Reg. Imp. 08635330015 Rea 988433 CAPRIS S.R.L. Sede in VIA SANTA MARIA N.1-10100 TORINO (TO) Capitale sociale Euro 60.000,00 i.v. Bilancio al 31/12/2012 Redatto in forma abbreviata Stato patrimoniale attivo

Dettagli

Srl La predisposizione del piano finanziario

Srl La predisposizione del piano finanziario Srl La predisposizione del piano finanziario 1 Srl stato patrimoniale al 31/12/24 Attività Passività Software e licenze 55., 22., Impianti generici 15., 28., Mobili ed arredi 124., 12., Macchine elettroniche

Dettagli

BILANCIO DELLE IMPRESE BANCARIE E INDUSTRIALI di Lucia BARALE

BILANCIO DELLE IMPRESE BANCARIE E INDUSTRIALI di Lucia BARALE Tema d esame BILANCIO DELLE IMPRESE BANCARIE E INDUSTRIALI di Lucia BARALE ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 MATERIE AZIENDALI (classe 5 a ITC) Il tema proposto è articolato in tre parti, di cui l ultima con tre alternative

Dettagli

ANALISI DELLA DINAMICA FINANZIARIA: COSTRUZIONE E INTERPRETAZIONE DEL RENDICONTO FINANZIARIO

ANALISI DELLA DINAMICA FINANZIARIA: COSTRUZIONE E INTERPRETAZIONE DEL RENDICONTO FINANZIARIO ANALISI DELLA DINAMICA FINANZIARIA: COSTRUZIONE E INTERPRETAZIONE DEL RENDICONTO FINANZIARIO 1 COSTRUZIONE DEL RENDICONTO FINANZIARIO E UNO STRUMENTO CHE INDIVIDUA LE DINAMICHE DEL CAPITALE METTENDO IN

Dettagli

PEDEMONTANA DISTRIBUZIONE GAS S.R.L.

PEDEMONTANA DISTRIBUZIONE GAS S.R.L. PEDEMONTANA DISTRIBUZIONE GAS S.R.L. Sede in VIA PADRE ROBERTO 50-36055 NOVE (VI) Codice Fiscale 03843940242 - Numero Rea VI 000000358668 P.I.: 03843940242 Capitale Sociale Euro 55.000 i.v. Forma giuridica:

Dettagli

PIACENZA INFRASTRUTTURE S.P.A.

PIACENZA INFRASTRUTTURE S.P.A. Sede in PIAZZA MERCANTI, 2-29121 PIACENZA Codice Fiscale 01429460338 - Rea 161575 P.I.: 01429460338 Capitale Sociale Euro 20800000 i.v. Forma giuridica: S.P.A. Bilancio al 31/12/2013 Gli importi presenti

Dettagli

Le basi della contabilità economico patrimoniale: gli obiettivi e gli strumenti

Le basi della contabilità economico patrimoniale: gli obiettivi e gli strumenti Le basi della contabilità economico patrimoniale: gli obiettivi e gli strumenti Tommaso Agasisti, Politecnico di Milano Dipartimento di Ingegneria Gestionale tommaso.agasisti@polimi.it Agenda 1.Il bilancio

Dettagli

FUNIVIE GRAN PARADISO S.P.A.

FUNIVIE GRAN PARADISO S.P.A. FUNIVIE GRAN PARADISO S.P.A. Sede in COGNE (AO) RUE LAYDETRE' 29 CAP 11012 Codice Fiscale 00048470074 - Rea 00048470074 AO - 0031157 P.I.: 00048470074 Capitale Sociale Euro 1845849 i.v. Forma giuridica:

Dettagli

Capitolo VI. MODELLI DI RAPPRESENTAZIONE DELL ECONOMICITA

Capitolo VI. MODELLI DI RAPPRESENTAZIONE DELL ECONOMICITA Capitolo VI. MODELLI DI RAPPRESENTAZIONE DELL ECONOMICITA 1 CONOSCERE PER DECIDERE I soggetti coinvolti nella vita dell azienda hanno il diritto e il dovere di conoscere le condizioni del suo svolgimento,

Dettagli

BILANCIO CONSUNTIVO 2014

BILANCIO CONSUNTIVO 2014 BILANCIO CONSUNTIVO 2014 AGENZIA LOCALE MOBILITA' E TRASPORTO SRL Sede in REGGIO EMILIA Codice Fiscale 02558190357 - Numero Rea REGGIO EMILIA 292594 P.I.: 02558190357 Capitale Sociale Euro 3.000.000 i.v.

Dettagli

I processi di finanziamento (segue)

I processi di finanziamento (segue) I processi di finanziamento (segue) Finanziamenti a titolo di capitale + capitale proprio Finanziamenti a titolo di credito + debiti a breve e a lungo termine Realizzi derivanti dalle vendite di prodotti/servizi

Dettagli

ESERCITAZIONE DI PREPARAZIONE ALL ESAME SCRITTO. Data una SpA con le seguenti situazioni patrimoniali negli anni 2006 e 2007

ESERCITAZIONE DI PREPARAZIONE ALL ESAME SCRITTO. Data una SpA con le seguenti situazioni patrimoniali negli anni 2006 e 2007 ESERCITAZIONE DI PREPARAZIONE ALL ESAME SCRITTO Esercizio n 1: Data una SpA con le seguenti situazioni patrimoniali negli anni 2006 e 2007 STATO PATRIMONIALE AL 31/12/2006 STATO PATRIMONIALE AL 31/12/2007

Dettagli

INDIRIZZO ECONOMICO GIURIDICO CLASSE A017 - n. 2

INDIRIZZO ECONOMICO GIURIDICO CLASSE A017 - n. 2 INDIRIZZO ECONOMICO GIURIDICO CLASSE A017 - n. 2 l) Le riserve di capitale: a) costituiscono autofinanziamento per l impresa b) derivano da sottovalutazione di elementi dell attivo c) costituiscono una

Dettagli

Introduzione alla contabilità economicopatrimoniale

Introduzione alla contabilità economicopatrimoniale Introduzione alla contabilità economicopatrimoniale Il metodo della partita Dott. Angelo Erbacci, Politecnico di Milano angelo.erbacci@polimi.it 2 Introduzione alla COEP La contabilità economico-patrimoniale

Dettagli

EEMSItaliaS.P.A. _ProspetiContabilidiEEMSItaliaS.P.A.al30giugno2006 _TransizioneaiPrincipiContabiliInternazionali(IFRSs)

EEMSItaliaS.P.A. _ProspetiContabilidiEEMSItaliaS.P.A.al30giugno2006 _TransizioneaiPrincipiContabiliInternazionali(IFRSs) EEMSItaliaS.P.A. _ProspetiContabilidiEEMSItaliaS.P.A.al30giugno2006 _TransizioneaiPrincipiContabiliInternazionali(s) EEMS Italia S.p.A PROSPETTI CONTABILI DI EEMS ITALIA S.P.A AL 30 GIUGNO 2006 Premessa

Dettagli

bilancio sintetico a stati comparati, Rendiconto finanziario, portafoglio sbf

bilancio sintetico a stati comparati, Rendiconto finanziario, portafoglio sbf Temi in preparazione alla maturità Analisi di bilancio, bilancio sintetico a stati comparati, Rendiconto finanziario, decisioni aziendali, portafoglio sbf di Rossana MANELLI ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 MATERIA:

Dettagli

L equilibrio finanziario

L equilibrio finanziario L equilibrio finanziario Gli indici di bilancio Prof. Andrea Calabrò E-mail: andrea.calabro@uniroma2.it GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie

Dettagli

PEGASO 03 S.R.L. Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro

PEGASO 03 S.R.L. Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro PEGASO 03 S.R.L. Sede in VIA CAGLIERO N. 3/I-3/L CARIGNANO TO Codice Fiscale 08872320018 - Numero Rea TO 1006893 P.I.: 08872320018 Capitale Sociale Euro 1.000.000 i.v. Settore di attività prevalente (ATECO):

Dettagli

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA FIAT: BILANCIO 2010 E CONVOCAZIONE DELL ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA FIAT: BILANCIO 2010 E CONVOCAZIONE DELL ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA FIAT: BILANCIO 2010 E CONVOCAZIONE DELL ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI Il Consiglio di Amministrazione della Fiat S.p.A., riunitosi oggi a Torino, ha: approvato il Bilancio

Dettagli

IECINQUE SRL. Bilancio al 31/12/2010 Gli importi presenti sono espressi in Euro. Bilancio al 31/12/2010 Pag. 1 di 6

IECINQUE SRL. Bilancio al 31/12/2010 Gli importi presenti sono espressi in Euro. Bilancio al 31/12/2010 Pag. 1 di 6 Sede in 09100 CAGLIARI (CA) VIA ALGHERO 40 Codice Fiscale 11069660154 - Rea 11069660154 192564 P.I.: 02389200920 Capitale Sociale Euro 10330 i.v. Forma giuridica: SOCIETA' A RESPONSABILITA' LIMITATA (SR)

Dettagli

Corso di Analisi di Bilancio Prof. Piero Mella ANALISI DI BILANCIO PER IL MERITO CREDITIZIO

Corso di Analisi di Bilancio Prof. Piero Mella ANALISI DI BILANCIO PER IL MERITO CREDITIZIO Università di Pavia Facoltà di Economia a. a. 2012-2013 Corso di Analisi di Bilancio Prof. Piero Mella ANALISI DI BILANCIO PER IL MERITO CREDITIZIO SEMINARIO TENUTO DAL DOTTOR MARIO SPALTINI 10 dicembre

Dettagli