Le problematiche della consulenza finanziaria

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le problematiche della consulenza finanziaria"

Transcript

1 L problmatich dlla consulnza finanziaria Anna Vizzari MIFID: una dirttiva a tutla di piccoli risparmiatori? MIFID è l acronimo di Markt in Financial Instrumnts Dirctiv. Individua una dirttiva dll Union uropa, la numro 39 dl 2004 succssiv modifich, rlativa ai mrcati dgli strumnti finanziari ch è stata rcpita nll ordinamnto italiano solo con il D.Lgs. 17 sttmbr 2007 n. 164 (molt disposizioni sono partit il 1 novmbr 2007; dunqu l Italia si è adguata quasi al fotofinish). L obittivo dlla dirttiva è duplic: crar una maggior intgrazion di mrcati finanziari a livllo uropo aumntar il livllo di tutla pr gli invstitori. L novità introdott riguardano gli invstitori, i mrcati gli intrmdiari. È stato abolito l obbligo di sguir l oprazioni ch hanno pr oggtto l azioni quotat sui mrcati rgolamntati (ma anch sul mrcato dgli scambi multilatrali attravrso i cosiddtti intrnalizzatori sistmatici dgli ordini). L obittivo è qullo di gnrar concorrnza anch tra i divrsi luoghi in cui è possibil sguir gli scambi. Pr qusto motivo, gli intrmdiari dovranno fornir ai clinti informazioni sulla stratgia di scuzion dgli ordini (la cosiddtta xcution policy) poi dovranno anch assicurar al clint ch la policy sguita fornisca il miglior risultato possibil (bst xcution), in trmini di costi przzi, rapidità di scuzion sicurzza dlla transazion. Il srvizio di consulnza finanziaria ntra a far part di srvizi dll attività di invstimnto, dunqu, potrà ssr svolto solo in via sclusiva da intrmdiari finanziari a ciò abilitati. Nl caso dl srvizio di consulnza finanziaria è ssnzial l applicazion da part dgli intrmdiari dl rgim di adguatzza. Il prodotto dv ssr offrto solo s è il più possibil adatto pr lo spcifico clint. Qusta important prcisazion è contnuta nll articolo 52 dlla Dirttiva 73/2006, quindi, nll articolo 1 dl TUF, oltr ch ssr riprsa nl Rgolamnto CONSOB n dl Un oprazion di invstimnto potrà ssr ritnuta adguata s soddisfa i sgunti critri: corrispond agli obittivi di invstimnto dl clint (in trmini di rndimnto richisto, orizzont tmporal rischiosità); è di natura tal ch il clint è finanziariamnt in grado di sopportar qualsiasi rischio connsso all invstimnto, compatibilmnt con i suoi obittivi; è di natura tal pr cui il clint possid l ncssari sprinz conoscnz pr comprndr i rischi inrnti all oprazion o alla gstion dl suo portafoglio (cfr. art. 35, paragrafo 1, dlla Dirttiva MIFID 2006/73/CE). Rivst, dunqu, un importanza fondamntal la raccolta di informazioni sulla Anna Vizzari Altroconsumo Associazion Indipndnt di Consumatori numro 2/2009 Mrcato 137

2 tipologia di invstitor da part dll intrmdiario. Divrsa è, invc, la valutazion di appropriatzza. In particolar, gli intrmdiari quando prstano srvizi di invstimnto divrsi dalla consulnza in matria di invstimnti o gstion dl portafoglio, chidono al clint di fornir informazioni in mrito all su conoscnz d sprinz in matria di invstimnti riguardo al tipo spcifico di prodotto o srvizio proposto o chisto, al fin di dtrminar s il srvizio o il prodotto in qustion è appropriato al clint (cfr. art. 19, paragrafo 5, dlla Dirttiva MIFID 2004/39/CE - art. 36, dlla Dirttiva MIFID 2006/73/CE). Si aumnta il livllo di tutla dgli invstitori prvdndo obblighi spcifici pr gli intrmdiari sull informativa ch dvono fornir agli invstitori in rlazion all imprsa, ai srvizi di invstimnto prstati, al tipo spcifico di strumnti finanziari proposti ai rischi connssi. Esist un obbligo di informativa a carico dll intrmdiario, ch dv fornir l informazioni sul prodotto consigliato anch in manira standardizzata. L obittivo è di consntir al clint una sclta pondrata informata sull invstimnto ch va a far. Inolr, vi è l obbligo di classificar la clintla usando un qustionario standard, di fornir informazioni al clint circa gli strumnti finanziari, di ottnr informazioni dal clint pr valutar l adguatzza o l appropriatzza dll opratività. 1 Alla tripartizion dlla clintla corrispond una tripartizion dlla tutla: al clint al dttaglio la massima applicazion dll norm di tutla; al clint profssional una parzial applicazion; alla contropart qualificata nssuna applicazion. La logica ch sta ditro qusta graduazion di tutla è molto chiara: i clinti al dttaglio sono qulli con la minor sprinza in tma di invstimnti, con l minori conoscnz ch quindi ncssitano dlla massima tutla sia in fas prcontrattual sia durant la prstazion dl srvizio. L inchista di Altroconsumo Fin qui l parol. Passiamo ai fatti: ch cosa trova ralmnt nll agnzi bancari un consumator ch sta crcando un consiglio su com invstir il suo dnaro? Nll prim du sttiman di giugno 2008, i rilvatori di Altroconsumo hanno visitato, com normali clinti, 93 agnzi bancari distribuit in 3 gross città italian: Roma, Milano Torino. Hanno chisto consiglio all banch su qual prodotto acquistar, tnuto conto dll loro spcifich signz di invstimnto. Sono stati, infatti, costruiti 4 divrsi profili di invstitor con Il qustionario MIFID srv all intrmdiario pr valutar il tipo di clint ch ha di front in tma di consulnza a offrirgli prodotti adguati appropriati. Contin, infatti, domand in tma di: finalità dll invstimnto (impigo dlla liquidità, capital garantito, crscita dl capital con rischio mdio, contnuto oppur alto in vista di alti rndimnti nl lungo priodo); orizzont tmporal (brv, mdio o lungo trmin); livllo di rischio ch si è disposti a sopportar (da minimo ad alto); conoscnza di prodotti finanziari; invstimnti già ralizzati ngli ultimi 5 anni; frqunza di invstimnto; capital invstito pr strumnto; livllo d istruzion (oppur comptnza in matri conomich pr attività lavorativa svolta); situazion finanziaria (livllo di rddito, tipologia di rddito, consistnza dl patrimonio). numro 2/2009 Mrcato

3 signz divrs in trmini di rischio da sopportar di orizzont tmporal dll invstimnto. L obittivo ultimo: vrificar quanto siano buoni i consigli di invstimnto dll banch. Sono stati valutati, inoltr, la durata dl colloquio, il matrial raccolto, la profssionalità dl consulnt, la vrifica dlla tipologia di invstitor da part dl consulnt. I risultati Primo profilo: basso rischio (profilo con orizzont tmporal di 18 msi). Età 50 anni, casa di proprità, ha altri invstimnti a mdio/lungo trmin uro di liquidità nlla propria banca, ha cambiato da poco lavoro ha una liquidazion di uro; può far a mno di soldi pr circa 18 msi (la figlia si sposa ni primi msi dl 2010). Il consiglio di Altroconsumo: titoli a brv (BOT, obbligazioni a 18 msi, conti di dposito). Fig. 1 I consigli dll banch pr il profilo 1 (basso rischio, 18 msi) 4 BOT 2 Pronti contro trmin 1 Librtto postal 1 Buoni postali 1 Nssun consiglio 7 Fondo comun montario 1 Obbligazioni bancari 1 Crtificato di dposito in yn 3 Fondo comun obbligazionario Font: Elaborazion Altroconsumo, inchista giugno In alcun agnzi sono stati dati più consigli d invstimnto. Sono stat visitat a Milano 20 agnzi bancari. Il colloquio è durato in mdia poco più di 17 minuti; la durata minima è stata di 10 minuti. Tmpo massimo ddicato: mzz ora. Nssun oprator ha parlato di dirttiva MIFID (l cui disposizioni in larga part sono ntrat in vigor a partir dal 1 novmbr 2007) nssuno ha fatto compilar un qustionario pr dfinir la tipologia di invstitor la sua propnsion al rischio (l banch avrbbro avuto tmpo fino al 30 giugno pr adguarsi). Solo in 3 agnzi sono stat fatt dll domand al clint, ma gnrich, dl tipo s avva altri invstimnti dov ra stato aprto un conto numro 2/2009 Mrcato 139

4 corrnt, domand non sufficinti a offrir un prodotto adguato. In 18 agnzi bancari non si è rcuprata nssuna documntazion sull invstimnto proposto; solo in du casi è stato consgnato il prosptto informativo dl prodotto. L Post hanno consigliato i buoni postali, ch purtroppo prò s tnuti mno di un anno non producono intrssi. Mglio il librtto postal. In 3 casi è stato consigliato un fondo obbligazionario ch, visti i prodotti in cui invst, sarbb più adatto pr orizzonti tmporali più lunghi. Un consulnt ha addirittura proposto un crtificato di dposito in yn. Dunqu un prodotto rischioso, visto ch il rndimnto è lgato all andamnto dlla valuta di rifrimnto. Il consulnt ha tralasciato, prò, di spigar qusto particolar; anzi ha affrmato ch il clint non rischia nulla prché il tasso è fisso ha aggiunto ch pr qualsiasi vnto ngativo è rsponsabil la banca. In un caso, il consulnt ha proposto obbligazioni bancari: un prodotto non crto adatto a chi vuol di prodotti con alta liquidità, vista la mancanza di un mrcato scondario. In un agnzia hanno proposto un fondo montario o, pr avr un rndimnto più lvato, un fondo obbligazionario di durata lunga in abbinamnto un prstito pr finanziar l sps a brv trmin. Il consulnt smbrava più intrssato a piazzar il finanziamnto ch il prodotto d invstimnto. Scondo profilo: mdio rischio (profilo con orizzont tmporal di 5 anni). Ha uro di liquidità, casa di proprità, ha altri invstimnti a mdio/ lungo trmin uro di liquidità nlla propria banca, n può far a mno pr qualch anno (intorno ai 5) poi vorrbb riavr la liquidità pr potr acquistar una nuova auto. Il consiglio di Altroconsumo: obbligazioni a mdio trmin in uro. Fig. 2 I consigli dll banch pr il profilo 2 (mdio rischio, 5 anni) 1 Fondo comun obbligazionario 5 Polizz indx linkd 4 BTP 13 Obbligazioni bancari 1 Fondo comun bilanciato Font: Elaborazion Altroconsumo, inchista giugno In alcun agnzi sono stati dati più consigli d invstimnto. 140 numro 2/2009 Mrcato

5 Sono stat visitat a Torino 21 agnzi bancari. Il tmpo ddicato alla consulnza è stato in mdia più alto: 26 minuti. Il tmpo minimo è stato 10 minuti, ma un consulnt ha ddicato addirittura un ora. In 3 casi il consulnt ha parlato di MIFID, ma solo uno ha fatto compilar un qustionario pr l idntificazion dl rischio. In 5 casi non è stato chisto nulla al consumator pr idntificar l su signz di invstimnto; ngli altri casi sono stat fatt domand sugli invstimnti passati, la situazion finanziaria, in manira più puntual risptto al profilo prcdnt. In 3 casi non è stata consgnata alcuna documntazion sul prodotto offrto. Solo in 7 casi sono stati rcuprati i prosptti informativi; in tutti gli altri casi, la documntazion data ra rapprsntata solo da dpliant pubblicitari schd sinttich con i soli rndimnti. In 4 casi sono stati consigliati i BTP, ch potrbbro ssr considrati un buon consiglio pr la rischiosità dll invstitor. In 5 casi sono stat, invc, offrt dll polizz indx linkd ch Altroconsumo sconsiglia vivamnt. C è stato un consulnt ch ha prospttato all invstitor di non invstir assolutamnt sul lungo trmin, ma di vivr alla giornata. Tstuali parol: «Allo stato attual di mrcati non consiglio alcun invstimnto a mdio/lungo trmin; vivr alla giornata». Trzo profilo: mdio rischio (profilo con orizzont tmporal di 10 anni). Ha uro di liquidità invstita su Conto Arancio, casa di proprità altra liquidità nlla propria banca ( uro) ch non vuol toccar prché srvono pr gli imprvisti, vorrbb qualcosa di più rdditizio. Può far a mno di soldi pr i prossimi 10 anni. Ha già invstito in passato in azioni. Il consiglio di Altroconsumo: 50% obbligazioni 50% azioni. Fig. 3 I consigli dll banch pr il profilo 3 (mdio rischio, 10 anni) 16 Obbligazioni bancari 1 Crtificato di dposito 1 BTP 3 Fondo obbligazionario 1 Fondo bilanciato 1 Nssun consiglio 10 Invstimnto divrsificato Font: Elaborazion Altroconsumo, inchista giugno In alcun agnzi sono stati dati più consigli d invstimnto. numro 2/2009 Mrcato 141

6 Sono stat visitat a Roma 32 agnzi bancari. Il colloquio è durato in mdia poco più di 14 minuti. In 31 casi non è stato in alcun modo vrificata la tipologia di invstitor ch il consulnt avva di front. In 5 agnzi hanno parlato di MIFID, ma nssuna ha fatto compilar il qustionario. In un caso la tipologia di invstitor è stata vrificata chidndo «ma a li piac il rischio?». Pr quanto riguarda la documntazion, in 22 casi non è stato consgnato nulla, s non di fogli scritti a pnna con l indicazioni di massima. In tsta ai consigli troviamo com al solito l obbligazioni bancari, subito dopo, gli invstimnti divrsificati. S anch il consiglio di Altroconsumo è qullo di divrsificar l invstimnto, in raltà in un solo caso è stato consigliato in banca di suddividr il portafoglio in azioni obbligazioni (il consiglio ch Altroconsumo ritin calzant pr il tipo di invstitor). In 3 casi la divrsificazion è ottnuta abbinando all obbligazioni o al fondo comun obbligazionario un pronti contro trmin, ch prò è un prodotto consigliabil soprattutto pr il brvissimo trmin non crto pr un orizzont di bn 10 anni. In 3 casi la divrsificazion è ottnuta abbinando all obbligazioni una polizza indx linkd, anch in qusto caso consigliando un prodotto molto costoso poco rdditizio. In un caso, è stato consigliato di invstir pr il 70% in obbligazioni pr il 30% in azioni, crando dunqu un portafoglio un po sbilanciato sull obbligazionario non adatto a un orizzont tmporal sufficintmnt lungo quali i 10 anni. Quarto profilo: alto rischio (profilo con orizzont tmporal di 20 anni). Trntnn con un buono stipndio con uro di liquidità disponibil a lungo trmin; ha la casa di proprità altra liquidità nlla propria banca ( uro), ch non vuol toccar prché srvono pr gli imprvisti. Vuol guadagnar il massimo. In passato ha già invstito in azioni. Il consiglio di Altroconsumo: azioni /o fondi azionari. Fig. 4 I consigli dll banch pr il profilo 4 (alto rischio, 20 anni) 1 Fondo obbligazionario 2 Fondo comun bilanciato 4 Nssun consiglio 1 Non invstir in azioni 1 Solo titoli di Stato 8 Invstimnto divrsificato 2 Obbligazioni strutturat 1 Polizz vita 142 Font: Elaborazion Altroconsumo, inchista giugno In alcun agnzi sono stati dati più consigli d invstimnto. numro 2/2009 Mrcato

7 Sono stat visitat a Milano 20 agnzi bancari. Il colloquio è durato in mdia 16 minuti. Quattro banch hanno parlato di MIFID, ma nssuna ha fatto compilar un qustionario pr vrificar la tipologia di rischio dll invstitor. In 6 agnzi non è stata posta nppur una domanda pr dfinir rischio durata dll invstimnto. In 10 casi non è stato consgnato nulla com documntazion pr il prodotto offrto/consigliato. Il consiglio di Altroconsumo (azioni o fondi azionari) non è stato confrmato da nssuna agnzia bancaria visitata. Eppur ra il consiglio prftto pr il rilvator ch avva di soldi in surplus ch potva impgnar pr 20 anni, volndo ottnr alti rndimnti potndo/volndo sopportar anch rischi lvati. In un caso, è stato sconsigliato di invstir proprio in azioni; in un altro, il consiglio è stato dl tutto opposto: invstir tutti i uro in titoli di Stato. Vanno pr la maggior anch in qusto profilo l obbligazioni bancari linkd l polizz vita. In 4 agnzi non è stato dato nssun consiglio prché prima occorrva aprir un conto corrnt. La consulnza è fornita solo ai clinti; com dir ch il clint dv aprir il conto solo dopo potrà valutar s il consiglio di invstimnto dlla banca lo può intrssar. Spunti di riflssion In bas all nuov disposizioni rcpit in Italia col Dcrto Lgislativo 164/2007 contnut nlla dirttiva MIFID risulta ch l oprator bancario ch offr consulnza finanziaria (d è qullo ch gli opratori di banca rano chiamati a far nl nostro tst pratico, cioè consigliar di prodotti di invstimnto) dv garantir il risptto di du principi fondamntali: obblighi informativi: l intrmdiario dv fornir l informazioni sul prodotto consigliato anch in manira standardizzata. Rintrano in qusto ambito il rilascio di documntazion a spigazion dl prodotto offrto la durata dl colloquio; principio di adguatzza: nll offrir srvizi di consulnza finanziaria l intrmdiario dv proporr al clint il prodotto più adguato all su carattristich. Un oprazion di invstimnto potrà ssr ritnuta adguata scondo l indicazioni dat dalla dirttiva di cui abbiamo parlato prima. Rivst dunqu un importanza fondamntal la raccolta di informazioni sulla tipologia di invstitor da part dll intrmdiario. Il tst pratico mtt proprio in luc i limiti di consulnti bancari: risulta ch non rispttano né gli obblighi informativi né il principio di adguatzza imposti dalla nuova normativa. Dal punto di vista dl mancato risptto dgli obblighi informativi risulta ch in bn 54 agnzi sull 93 complssiv dl tst, quindi nl 58% di casi, non è stata consgnata nssuna documntazion ch pur è ssnzial pr dscrivr prodotti a prson non sprt, soprattutto numro 2/2009 Mrcato 143

8 quando l offrta riguarda prodotti complssi. Così com si può affrmar snza dubbio ch pr potr dscrivr in manira sufficint l invstimnto, un colloquio dv durar almno 20 minuti: nl tst in bn 56 agnzi (quindi nl 60% di casi) sono stati ddicati mno di 20 minuti. Risptto al principio di adguatzza dl prodotto ritniamo ch, prché un prodotto di invstimnto possa ssr adguato pr il clint, il consulnt gli dbba far dll domand pr individuarn l carattristich in trmini di obittivi di invstimnto di conoscnza di prodotti. Anch in qusto caso, i risultati sono molto dludnti: in 59 casi non è stata posta nssuna domanda, pr cui il consiglio è stato dato assolutamnt alla cica: si tratta dl 63% dll agnzi visitat. Molti opratori di banca affrmano ch prima di offrir consulnza in tma di prodotti finanziari è ncssario ch chi hanno di front divnti loro clint aprndo un conto corrnt il dposito titoli. Dunqu, prima di conoscr l qualità dl consulnt, il clint dv già aprir il conto corrnt fidarsi alla cica di consigli di invstimnto ch la banca gli darà. Consigli ch spsso non sono adguati appropriati risptto al profilo di rischio dll invstitor. I consulnti di banca si dimostrano frttolosi, sbrigativi, poco prparati. Il momnto dlla consulnza dovrbb al contrario dfinir il grado di rischio dl soggtto ch si ha di front con la compilazion di un qustionario dttagliato, ch può risolvr alcuni di problmi di trasparnza di divario informativo ch l inchista ha msso in luc. L auspicio è ch l autorità di controllo sanzionino adguatamnt gli opratori scorrtti, altrimnti non c è MIFID ch tnga. 144 numro 2/2009 Mrcato

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale Il punto sulla libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Il punto di vista di Post Italian sul procsso di libralizzazion l implicazioni concorrnziali; l carattristich dl srvizio univrsal nll ambito

Dettagli

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO 132 13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO La prparazion complta dl calciator si ralizza sottoponndo il suo organismo, la sua prsonalità la sua potnzialità motoria, ad una gran quantità di stimoli ch

Dettagli

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa Convgno ABI Tavola rotonda L voluzioni dl Corporat Banking intrbancario in Italia in Europa 11 cmbr 2009 Luigi Prissich DG Confindustria Srvizi innovativi Tcnologici Il Progtto Italia Digital Costruir

Dettagli

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali L Rti Imprsa: asptti oprativi commrciali Stfano COCCHIERI Had of Soft Loans Contributions & Subsis Prugia, 21 Novmbr 2012 IL CONTRATTO DI RETE ll Contratto rapprsnta una forma aggrgativa ibrida aggiuntiva

Dettagli

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base La Formazion in Bilancio dll Unità Prvisionali di Bas Con la Lgg 3 april 1997, n. 94 sono stat introdott l Unità Prvisionali di Bas (di sguito anch solo UPB), ch rapprsntano un di aggrgazion di capitoli

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...)

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...) COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxlls, xxx COM (2001) yyy final Progtto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE dl (...) modificando la raccomandazion 96/280/CE rlativa alla dfinizion dll piccol mdi

Dettagli

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE a. STRATEGIE PER IL RECUPERO DESTINATARI Il Rcupro sarà rivolto agli alunni ch prsntano ancora difficoltà nll adozion di

Dettagli

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano Big Switch: prospttiv nl mrcato lttrico italiano Ottavio Slavio I mrcati lttrici libralizzati non smpr consntono ai consumatori finali di trarr vantaggio dalla concorrnza tra i produttori. Il caso ingls

Dettagli

Il credito al consumo

Il credito al consumo Il crdito al consumo Anna Vizzari Scnario di rifrimnto I lttori di ricordranno ch abbiamo ddicato il focus dl numro 2/2006 proprio al crdito al consumo. Oggi, a distanza di circa du anni, aggiorniamo i

Dettagli

730, Unico 2014 e Studi di settore

730, Unico 2014 e Studi di settore 730, Unico 2014 Stu sttor Pillol aggiornamnto N. 39 27.06.2014 Il prosptto Dati bilancio in Unico2014 ENC. La riconciliazion dati dllo Stato Patrimonial nl prosptto Dati bilancio. Catgoria: Dichiarazion

Dettagli

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta REDATTO: APPROVATO: APPROVATO: INTERNAL AUDITOR COMITATO DI CONTROLLO INTERNO C.D.A. Luogo Data Pr ricvuta INDICE 1.0 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE 2.0 RIFERIMENTI NORMATIVI 3.0 DEFINIZIONI 4.0 RUOLI

Dettagli

Scopi e principali caratteristiche del mercato Valutazione delle azioni Regolamentazione

Scopi e principali caratteristiche del mercato Valutazione delle azioni Regolamentazione MERCATO AZIONARIO A.A. 2015/2016 Prof. Albrto Drassi adrassi@units.it DEAMS Univrsità di Trist ARGOMENTI Scopi principali carattristich dl mrcato Valutazion dll azioni Rgolamntazion 2 1 Rapprsntano l intrss

Dettagli

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Cntro Rgional di Programmazion I n t r POR Sardgna FESR 2007/2013 - ASSE VI COMPETITIVITÀ Lina di attività 6.1.1.A Promozion

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA Informazioni rlativ ai piani di stock option di ITALMOBILIARE S.p.A. ITALCEMENTI S.p.A. già sottoposti alla dcision di rispttivi organi comptnti antcdntmnt

Dettagli

SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE PERSONALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO

SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE PERSONALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO Rvision n 3 25/06/2012 SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO Cognom Nom Unità Oprativa Valutator Data valutazion Da compilar s noassunto: Data inizio priodo di prova Data valutazion

Dettagli

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie.

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie. Rgimi di cambio In qusta lzion: Studiamo l conomia aprta nl brv nl mdio priodo. Studiamo l crisi valutari. Analizziamo brvmnt l Ar Valutari Ottimali. 279 Il mdio priodo Abbiamo visto ch gli fftti di politica

Dettagli

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida.

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida. INTRODUZIONE Pr la prdisposizion dl piano, è ncssario far rifrimnto all Lin Guida. Lo schma proposto di sguito è stato sviluppato nll ambito dl progtto Miglioramnto dll prformanc dll istituzioni scolastich

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17 Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 17 Lasing Lasing Finalità SOMMARIO Paragrafi 1 Ambito di applicazion 2-3 Dfinizioni 4-6 Classificazion dll oprazioni

Dettagli

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB In rlazion a quanto prvisto dall art.2120 C.C., dall norm di lgg dagli accordi collttivi vignti, convngono ch, in aggiunta alla casistica sprssamnt prvista, il dipndnt possa chidr la anticipazion dl proprio

Dettagli

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione Lzion 6 (BAG cap. 5) Mrcati finanziari aspttativ Corso di Macroconomia Prof. Guido Ascari, Univrsità di Pavia Schma Lzion Ruolo dll aspttativ nl dtrminar ii przzi di azioni obbligazioni Sclta fra tanti

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata PROTOCOLLO D INTESA tra Prfttura di Roma Univrsità di Roma La Sapinza Univrsità dgli Studi di Roma Tor Vrgata Univrsità dgli Studi Roma Tr 1 PREMESSO ch con dcrto dl Prsidnt dl Consiglio di Ministri dl

Dettagli

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza Sicurzza informativa: vrso l intgrazion di sistmi di gstion pr la sicurzza Convgno ABI Banch Sicurzza 2006 Roma, 7 Giugno 2006 Raoul Savastano, Rsponsabil Srvizi Sicurzza KPMG Irm Advisory Agnda Il problma

Dettagli

Documento tratto da La banca dati del Commercialista

Documento tratto da La banca dati del Commercialista Documnto tratto da La banca dati dl Commrcialista Intrnational Accounting Standards Board Intrnational Accounting Standards, n. 17 SCOPO E CONTENUTO DEL DOCUMENTO Lasing Il prsnt Principio sostituisc lo

Dettagli

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R.

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R. Attori in rt pr la mobilità di risultati dll apprndimnto Dirtta WEB, 6 dicmbr 2011 Progtto I CARE Progtto CO.L.O.R. Elmnti distintivi complmntarità Michla Vcchia Fondazion CEFASS gli obittivi Facilitar

Dettagli

Concorrenza e scelte informate nel settore Rc auto 1. Paolo Martinello

Concorrenza e scelte informate nel settore Rc auto 1. Paolo Martinello Concorrnza sclt informat nl sttor Rc auto 1 Paolo Martinllo I canali distributivi vincolati hanno limitato la concorrnza l informazioni a disposizion di consumatori nl mrcato dll polizz Rc auto. L rcnti

Dettagli

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici Il mrcato lttrico dopo la libralizzazion pr i clinti domstici Paolo Cazzaniga Introduzion: struttura dl mrcato lttrico dlla tariffa Dal 1 luglio 2007 la libralizzazion dl mrcato lttrico è compltata: anch

Dettagli

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO)

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) 10.11.2010 IT Gazztta ufficial dll'union uropa C 304 A/1 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) BANDO DI CONCORSI GENERALI EPSO/AST/109-110/10 CORRETTORI

Dettagli

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO REGIONE LAZIO Dirzion Rgional: Ara: SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITA PRODUTTIVE INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE N. G09834 dl 08/07/2014 Proposta n. 11437 dl 01/07/2014 Oggtto: Attuazion

Dettagli

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Pubblicità ingannvol: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Marco Di Toro Individuati tr sttori, la biglittria ara low cost, i viaggi il turismo, infin, il crdito al consumo, si è procduto alla

Dettagli

La ricchezza delle famiglie: confronto internazionale 1. Riccardo De Bonis

La ricchezza delle famiglie: confronto internazionale 1. Riccardo De Bonis La ricchzza dll famigli: confronto intrnazional 1 Riccardo D Bonis L articolo confronta la ricchzza dll famigli italian con qulla di altri si Pasi industrializzati. L famigli italian occupano una posizion

Dettagli

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Accordo quadro-oprativo ICE - Agnzia pr la promozion all stro l intrnazionalizzazion dll imprs italian RtImprsa, Agnzia Confdral pr l Rti di Imprsa L ICE - Agnzia pr la promozion all stro intrnazionalizzazion

Dettagli

Il paradosso dei carburanti in Italia. Marco Bulfon

Il paradosso dei carburanti in Italia. Marco Bulfon Consumatori in cifr Il paradosso di carburanti in Italia Marco Bulfon I carburanti hanno un norm incidnza sull inflazion gnral. È pr qusta ragion ch la dinamica di loro przzi è così important. Nl momnto

Dettagli

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità SERVIZIO LUCE 3 - Critri sostnibilità 1. Oggtto dll iniziativa La Convnzion ha com oggtto l attività acquisto dll nrgia lttrica, srcizio manutnzion dgli impianti illuminazion pubblica, nonché gli intrvnti

Dettagli

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci Consumatori in cifr Tariff dll prstazioni sanitari nll divrs rgioni italian Laura Filippucci La rcnt proposta dl Govrno di aggiornar il tariffario dll prstazioni sanitari di laboratorio ha sollvato un

Dettagli

Sepa sta per Single euro payments area

Sepa sta per Single euro payments area I consumatori gli strumnti di pagamnto: nuov opportunità Anna Vizzari Spa sta pr Singl uro paymnts ara: ara unica uropa di pagamnti. Dopo il passaggio dfinitivo alla monta unica nl 2002, la Spa intnd offrir

Dettagli

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n.

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n. Lcco Sp ciale congdi parntali Lgg 8 marzo2000 n. 53 Lgg sui congdi parntali La lgg rcntmnt approvata non si limita ad manar disposizioni spcifich pr il sostgno dlla matrnità dlla patrnità, pr il diritto

Dettagli

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno PROGETTO PONTE TRA ORDINI DI SCUOLA Pr favorir la continuità ducativo didattica nl momnto dl passaggio da un ordin di scuola ad un altro, si labora un pont, sul modllo di qullo sottolncato. TEMPI SOGGETTI

Dettagli

Liberalizzazioni, consumatori e produttori

Liberalizzazioni, consumatori e produttori Argomnti Libralizzazioni, consumatori produttori Francsco Silva Pr una più fficint qualificata offrta di srvizi è ncssario libralizzar, ma l libralizzazioni sono fficaci solo s sono molto mirat non dmagogich.

Dettagli

Multiproprietà: recepite le nuove regole

Multiproprietà: recepite le nuove regole Argomnti Multiproprità: rcpit l nuov rgol Valntina Apruzzi L introduzion di principi comunitari nl nostro ordinamnto mdiant il D.Lgs. n. 79/2011 mira a colmar l lacun dlla prcdnt normativa in matria di

Dettagli

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Una Esprinza di Trattamnto ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Rmo ANGELINO Dirttor SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO, Antonio POTOSNJAK I.P. SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO Prmssa La rlazion

Dettagli

Grazie per aver scelto un telecomando Meliconi.

Grazie per aver scelto un telecomando Meliconi. IT I Grazi pr avr sclto un tlcomando Mliconi. Consrvar il prsnt librtto pr futur consultazioni. Il tlcomando Facil 1 è stato studiato pr comandar un tlvisor. Grazi alla sua ampia banca dati è in grado

Dettagli

isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA

isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA prot2581_14.pdf http://www.istruzion.it/allgatì/2014/prot2581 M1URAOODGOS prot. 2581 Roma, 09/04/2014 isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA MATERNA ELftfctfTArtE H MEDIA «WALETTO (CTl Ai Dirttori Gnrali dgli

Dettagli

Marketing e Finanza. Strategie, marketing e innovazione finanziaria

Marketing e Finanza. Strategie, marketing e innovazione finanziaria Markting Multicanalità Stratgi, markting innovazion finanziaria Innovar attravrso la multicanalità: una sfida pr comptr nl mondo dl Privat Banking 4 Andra Ragaini, Banca Csar Ponti Giancarlo Cairoli, Banca

Dettagli

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr la Programmazion la gstion dll risors uman, finanziari strumntali Dirzion Gnral pr intrvnti in matria di dilizia scolastica, pr la gstion

Dettagli

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA CONCORSO DI PROGETTAZIONE UNA NUOVA VIVIBILITA PER IL CENTRO DI NONANTOLA PROCESSO PARTECIPATIVO INTEGRATO CENTRO ANCH IO! REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA ESITO DELLE VOTAZIONI RACCOLTE DURANTE LE

Dettagli

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero Mrcato global dll matri prim: il caso Frrro Mauro Fontana In un priodo di fort crisi, com qullo ch attualmnt stiamo vivndo, il vincolo dl potr di acquisto di consumatori assum un importanza fondamntal

Dettagli

ORGANO GOLD PIANO COMPENSI. E Facile, E semplice. E caffè. Italia

ORGANO GOLD PIANO COMPENSI. E Facile, E semplice. E caffè. Italia ORGANO GOLD PIANO COMPENSI E Facil, E smplic. E caffè. Italia INDICE Indic INTRODUZIONE...2 PIANO COMPENSI...3 DEFINIZIONI ED ACRONIMI.4 COME DIVENTARE UN INCARICATO ALLE VENDITE OG...5 I SETTE MODI PER

Dettagli

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering Europan Cntr for Rsarch in Earthquak Enginring Parr sulla vntual obbligatorità di un intrvnto di adguamnto sismico nll ambito dll intrvnto di ristrutturazion, adguamnto ampliamnto dlla Casa Albrgo pr Anziani

Dettagli

Corso di Alta Formazione/Specialist. Lead Auditor Sistemi di Gestione per la Sicurezza. (ISO 19011:2012 - OHSAS 18001:2007) (40 ore) ISTUM

Corso di Alta Formazione/Specialist. Lead Auditor Sistemi di Gestione per la Sicurezza. (ISO 19011:2012 - OHSAS 18001:2007) (40 ore) ISTUM Corso di Alta Formazion/Spcialist Lad Auditor Sistmi di Gstion pr la Sicurzza (ISO 19011:2012 - ) (40 or) ISTUM ISTITUTO DI STUDI DI MANAGEMENT Corso riconosciuto 40 or Augusto di Prima Porta (particolar

Dettagli

Focus. Crisi finanziaria e tutela del risparmiatore. Emilio Barucci

Focus. Crisi finanziaria e tutela del risparmiatore. Emilio Barucci Crisi finanziaria tutla dl risparmiator Emilio Barucci La crisi pon tr problmi sul front dlla tutla dl risparmiator: il limit dll attual asstto di tutla fondato sulla trasparnza-rsponsabilità, il salto

Dettagli

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio Argomnti Tlfonia controvrsi: rgolamnto Agcom Chiara Faracchio Controvrsi in matria di comunicazioni lttronich: l Autorità pr l garanzi nll comunicazioni ha introdotto nuovi critri di calcolo pr la dtrminazion

Dettagli

La pubblicazione del Prospetto d offerta non comporta alcun giudizio della CONSOB sull opportunità dell investimento proposto.

La pubblicazione del Prospetto d offerta non comporta alcun giudizio della CONSOB sull opportunità dell investimento proposto. Offrta al pubblico di CREDEMVITA COLLECTION PRO prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linkd (Assicurazion a vita intra d a prmi libri - Codic Tariffa 60083) Si raccomanda la lttura dlla Part I

Dettagli

-LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI - MERCATI FINANZIARI E BASE ASPETTATIVE

-LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI - MERCATI FINANZIARI E BASE ASPETTATIVE 1 -LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI BASE - MERCATI FINANZIARI E ASPETTATIVE DUE DEFINIZIONI PER IL TASSO DI INTERESSE Il tasso di intrss in trmini di monta è chiamato tasso di intrss nominal (i). Il tasso di

Dettagli

Politiche fiscali per la famiglia

Politiche fiscali per la famiglia Politich fiscali pr la famiglia Tatiana Onta Lo Stato social fonda l su radici nlla Costituzion: infatti, compito dllo Stato è il sostgno alla famiglia alla matrnità, 1 utilizzando l ntrat gnrat da un

Dettagli

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga Provvdimnto di Prdisposizion dl Programma Annual dll'srcizio finanziario 2014 Il Dsga Visto Il Rgolamnto crnnt l istruzioni gnrali sulla gstion amministrativotabil dll Istituzioni scolastich Dcrto 01 Fbbraio

Dettagli

L impatto delle liberalizzazioni sull economia delle famiglie

L impatto delle liberalizzazioni sull economia delle famiglie Consumatori in cifr L impatto dll libralizzazioni sull conomia dll famigli Michl Cavuoti Marco Pirani Uno dgli asptti pr i quali si è fino a ora cotraddistinto il scondo Govrno Prodi è qullo dl rilancio

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE

CRITERI DI VALUTAZIONE CRITERI DI VALUTAZIONE Poiché nl nostro prcorso si darà ampio spazio all mtodologi finalizzat a sviluppar l comptnz dgli allivi ( attravrso la dattica laboratorio, l sprinz in contsti applicativi, l analisi

Dettagli

Big Switch: un nuovo gruppo d acquisto nel mercato elettrico britannico

Big Switch: un nuovo gruppo d acquisto nel mercato elettrico britannico Argomnti Big Switch: un nuovo gruppo d acquisto nl mrcato lttrico britannico Pt Moory Il Big Switch ralizzato da Which? - organizzazion di consumatori ingls - è la dimostrazion ch un gruppo d acquisto

Dettagli

Banda larga: su tecnologia e innovazione si gioca il futuro del Paese

Banda larga: su tecnologia e innovazione si gioca il futuro del Paese Banda larga: su tcnologia innovazion si gioca il futuro dl Pas Antonllo Bustto Quando facciamo rifrimnto alla cosiddtta crisi conomica è bn inquadrar chiaramnt il fnomno. S guardiamo la Fig. 1 possiamo

Dettagli

Sanità e federalismo fiscale. Maria Flavia Ambrosanio

Sanità e federalismo fiscale. Maria Flavia Ambrosanio Sanità fdralismo fiscal Maria Flavia Ambrosanio Qusto contributo illustra l voluzion dlla spsa sanitaria a livllo rgional i principali fattori ch l hanno dtrminata, l diffrnz, talvolta anch profond, ch

Dettagli

AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I

AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I Comun di Forlì COMUNE DI RAVENNA Convnzion pr la promozion dlla lgalità fiscal abitativa dgli studnti dll Univrsità di Bologna Poli Romagna pr il rilascio

Dettagli

Parcheggi e altre rendite aeroportuali

Parcheggi e altre rendite aeroportuali Argomnti Parchggi altr rndit aroportuali Marco Ponti Elna Scopl La rgolamntazion dl sistma aroportual italiano fino al 2007 non ha vitato la formazion di rndit ingiustificat. In particolar l attività non-aviation,

Dettagli

Collegio dei Periti Industriali e Periti Industriali Laureati della provincia di Bergamo

Collegio dei Periti Industriali e Periti Industriali Laureati della provincia di Bergamo Corso: Crtificatori Enrgtici dgli difici La crtificazion nrgtica in accordo con l procdur dlla rgion Lombardia Corso in fas di accrditamnto CENED Sriat (BG) maggio/giugno 2015 Corso organizzato da: In

Dettagli

IPOTESI ESEMPLIFICATIVA DI ORGANIZZAZIONE DEI CONTENUTI DELLA PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO. PRIMO BIENNIO/SECONDO BIENNIO e ULTIMO ANNO

IPOTESI ESEMPLIFICATIVA DI ORGANIZZAZIONE DEI CONTENUTI DELLA PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO. PRIMO BIENNIO/SECONDO BIENNIO e ULTIMO ANNO IPOTESI ESEMPLIFICATIVA DI ORGANIZZAZIONE DEI CONTENUTI DELLA PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO PRIMO BIENNIO/SECONDO BIENNIO ULTIMO ANNO In cornza con i critri di validazion dlla programmazion di ass (o

Dettagli

Tecniche per la ricerca delle primitive delle funzioni continue

Tecniche per la ricerca delle primitive delle funzioni continue Capitolo 4 Tcnich pr la ricrca dll primitiv dll funzioni continu Nl paragrafo.7 abbiamo dato la dfinizion di primitiva di una funzion f avnt pr dominio un intrvallo I; abbiamo visto ch s F 0 è una primitiva

Dettagli

Task Force deleghe al territorio Secondo incontro

Task Force deleghe al territorio Secondo incontro 1 Task Forc dlgh al trritorio Scondo incontro Roma 03 novmbr 2008 2 Immobili acquisti Esignz rilvat Strumnti gstionali Stratgia intrvnto Attività di gruppi lavoro trritoriali Prossimi Ambiti Analisi: S&S

Dettagli

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione Committnt /o Rsponsabil di lavori Imprsa affidataria, Imprs scutrici Lavoratori autonomi 1 Committnt CHI E : soggtto pr conto dl qual l intra opra vin ralizzata, indipndntmnt da vntuali frazionamnti dlla

Dettagli

Fornitura di energia elettrica e clausole vessatorie

Fornitura di energia elettrica e clausole vessatorie Argomnti Fornitura di nrgia lttrica clausol vssatori Eliana Romano 1 La rcnt libralizzazion dl mrcato dll nrgia lttrica pr gli utnti domstici dl luglio 2007 impon all socità fornitrici dl srvizio particolar

Dettagli

Valore della posizione individuale (euro) Comparto. Dettaglio delle operazioni effettuate dall' 1/1/2014 al 31/12/2014 Entrate Datore di

Valore della posizione individuale (euro) Comparto. Dettaglio delle operazioni effettuate dall' 1/1/2014 al 31/12/2014 Entrate Datore di In caso di mancato rcapito rstituir a: Via V. Pisani 19 20124 Milano Codic Fiscal 97207290152 Iscritto all albo di fondi pnsion con il numro 61 DCOOS1412 COM L0001804490-P696-D3-1/6 0-0-0-0 70001804490157735

Dettagli

Opuscolo sui sistemi. Totogoal

Opuscolo sui sistemi. Totogoal Opuscolo sui sistmi Totogoal Più info Conoscnz calcistich pr vincr Jackpot alti Informazioni dttagliat costantmnt aggiornat sul Totogoal, sui programmi Toto sui risultati rpribili su Tltxt, a partir dalla

Dettagli

L acqua del rubinetto è buona, ma non ci fidiamo

L acqua del rubinetto è buona, ma non ci fidiamo Argomnti L acqua dl rubintto è buona, ma non ci fidiamo Massimo Labra Maurizio Casiraghi Ch rapporto hanno gli italiani con l acqua? Molti prfriscono qulla in bottiglia. Cosa li guida nlla sclta? Il gusto

Dettagli

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015 Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr il sistma ducativo di istruzion formazion Dirzion Gnral pr gli ordinamnti scolastici la valutazion dl sistma nazional di istruzion Circolar

Dettagli

Il Codice di deontologia in tema di crediti al consumo

Il Codice di deontologia in tema di crediti al consumo Il Codic di dontologia in tma di crditi al consumo Fabio Picciolini La rfrnza crditizia riguarda tutti i cittadini l imprs poiché, a front di ogni richista di aprtura di un rapporto crditizio, gli opratori

Dettagli

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti L politich pr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti Politich pr ottnr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti (BP = + MK = 0) nl lungo priodo BP 0 non è sostnibil prchè In cambi fissi S BP0 si sauriscono

Dettagli

emercato Pendolari in ferrovia e danni esistenziali Argomenti La prima sentenza piacentina Umberto Fantigrossi

emercato Pendolari in ferrovia e danni esistenziali Argomenti La prima sentenza piacentina Umberto Fantigrossi Pndolari in frrovia danni sistnziali Umbrto Fantigrossi Il pndolar è un utnt particolar di srvizi frroviari subisc più dl viaggiator occasional l consgunz ngativ di dissrvizi cronici. Paradossalmnt, prò,

Dettagli

Quanto (non) sanno gli italiani di Rc auto

Quanto (non) sanno gli italiani di Rc auto Quanto (non) sanno gli italiani di Rc auto Barbara Baggi Lornzo Zucchi La conoscnza dll assicurazion pr la rsponsabilità civil dgli autovicoli prsnta luci ombr. Grazi a un inchista statistica di Altroconsumo

Dettagli

Generali operative. Ausiliario Sui compiti Semplice Interne con pochi soggetti. Di tipo indiretto. Discreta ampiezza delle soluzioni.

Generali operative. Ausiliario Sui compiti Semplice Interne con pochi soggetti. Di tipo indiretto. Discreta ampiezza delle soluzioni. ,352),/,352)(66,21$/,1(*/,(17,/2&$/,813266,%,/(02'(//2', '(6&5,=,21('(//$9252 GL5LFFDUGR*LRYDQQHWWL&H3$±/,8& A distanza di circa quattro anni dalla introduzion dl nuovo sistma di inquadramnto dl prsonal

Dettagli

ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENTE

ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENTE Esrcitazioni dl corso di trasmissioni numrich - Lzion 4 6 Fbbraio 8 ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENE I du sgnali passa basso di figura sono utilizzati pr la trasmission di simboli binari quiprobabili

Dettagli

Marketing e Finanza. Strategie, marketing e innovazione finanziaria

Marketing e Finanza. Strategie, marketing e innovazione finanziaria Markting Finanza Stratgi, markting innovazion finanziaria Innovazion finanziaria La social businss transformation nl sttor bancario, assicurativo finanziario. L innovazion nll ra social. 6 Srgio Spaccavnto,

Dettagli

Marketing SI? Marketing NO?

Marketing SI? Marketing NO? Markting SI? Markting NO? Prché siamo qui Oggi non vinc chi è più fort ma chi è più vloc ad adattarsi al mrcato Vloc com: pnsiro, vision, cratività, iniziativa C è smpr chi è più vloc di noi ci mangia

Dettagli

Banche e responsabilità sociale. Angela Tanno

Banche e responsabilità sociale. Angela Tanno Banch rsponsabilità social Angla Tanno Da tmpo l ABI sta promuovndo prsso i suoi mmbri progtti ch mirano a sollcitar una maggior attnzion trasparnza vrso i loro clinti, al fin di accrscr la crdibilità

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO Distrtto Scolastico N 53 Nocra Infrior (SA) SCUOLA MEDIA STATALE Frsa- Pascoli Vial Europa ~ 84015 NOCERA SUPERIORE (SA) Tl. 081 933111-081 931395- fax: 081 936230 C.F.: 94041550651 Cod: Mcc.: SAMM28800N

Dettagli

Aspettative, produzione e politica economica

Aspettative, produzione e politica economica Lzion 18 (BAG cap. 17) Aspttativ, produzion politica conomica Corso di Macroconomia Prof. Guido Ascari, Univrsità di Pavia 2 1 L aspttativ la curva IS Dividiamo il tmpo in du priodi: 1. un priodo corrnt

Dettagli

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 CANTON z j J COMUNE DI CASLANO CONFEDERAZIONE SVIZZERA - TICINO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 Modifica parzial dii art. 56 di Rgolamnto organico i dipndnti comunali (ROD) con l insrimnto di nuov funzioni

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA, L UNIVERSITA IUAV DI VENEZIA, L UNIVERSITA CA FOSCARI E L AZIENDA REGIONALE PER

Dettagli

POR Calabria 2014-2020

POR Calabria 2014-2020 POR Calabria 20142020 Obittivo Tmatico 9 PROMUOVERE L INCLUSIONE SOCIALE, COMBATTERE LA POVERTÀ E OGNI FORMA DI DISCRIMINAZIONE Priorità 9 PROMUOVERE L INCLUSIONE SOCIALE, COMBATTERE LA POVERTÀ E OGNI

Dettagli

Conciliazione delle controversie: il ruolo delle associazioni di consumatori 1

Conciliazione delle controversie: il ruolo delle associazioni di consumatori 1 Argomnti Conciliazion dll controvrsi: il ruolo dll associazioni di consumatori 1 Pitro Pradri Il CNCU (Consiglio Nazional di Consumatori Utnti) ha approvato il documnto con il qual si chid al Ministro

Dettagli

17 settembre 2008 Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna Dott. Fabrizio Zecchin SCS Azioninnova S.p.A.

17 settembre 2008 Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna Dott. Fabrizio Zecchin SCS Azioninnova S.p.A. I SGSL il Modllo Organizzativo L lin guida INAIL la OHSAS 18001: carattristich spcificità 17 sttmbr 2008 Palazzo dlla Cultura di Congrssi di Bologna Dott. Fabrizio Zcchin SCS Azioninnova S.p.A. OBIETTIVO

Dettagli

Oltre la Sepa: il futuro dei pagamenti al dettaglio 1. Daniela Russo

Oltre la Sepa: il futuro dei pagamenti al dettaglio 1. Daniela Russo Oltr la Spa: il futuro di pagamnti al dttaglio 1 Danila Russo Il progtto Spa (Singl uro paymnts ara) prsgu l obittivo di crar strumnti di pagamnto comuni, altrnativi al contant, nll ara dll uro, dstinati

Dettagli

Ulteriori esercizi svolti

Ulteriori esercizi svolti Ultriori srcizi svolti Effttuar uno studio qualitativo dll sgunti funzioni ) 4 f ( ) ) ( + ) f ( ) + 3) f ( ) con particolar rifrimnto ai sgunti asptti: a) trova il dominio di f b) indica quali sono gli

Dettagli

IL TESTO UNICO. Decreto Legislativo del 9 Aprile 2008 n 81. Modificato dal. Decreto Legislativo del 3 Agosto 2009 n 106. Obiettivi principali

IL TESTO UNICO. Decreto Legislativo del 9 Aprile 2008 n 81. Modificato dal. Decreto Legislativo del 3 Agosto 2009 n 106. Obiettivi principali Dcrto Lgislativo n. 81/08 Miglioramnto sut sicurzza di lavoratori Dvrto Lgislativo N 106/09 Attuazion dll articolo 1 lgg 3 agosto 2007 n 123 in matria di tutla sut sicurzzani luoghi di lavoro Dirttiva

Dettagli

COMUNE DI PALERMO. c.a.p. 90133 c.f. 80016350821. la quale - seppure la scrivente continui a ritenere strategico il potenziamento

COMUNE DI PALERMO. c.a.p. 90133 c.f. 80016350821. la quale - seppure la scrivente continui a ritenere strategico il potenziamento COMUNE DI PALERMO Ara dll Politich di Sviluppo Fondi Strutturali Palazzo Calltti - Piazza Marìna, n.46-90133 PALERMO Tl.0917406363 Sito inlrnt h h h.comun.!alrmo it c.a.p. 90133 c.f. 80016350821 Al Sig.

Dettagli

In vista dell organizzazione di un seminario dal tema: Comprendere l India: opportunità e strumenti di business per le aziende Italiane.

In vista dell organizzazione di un seminario dal tema: Comprendere l India: opportunità e strumenti di business per le aziende Italiane. In vista dll organizzazion di un sminario dal tma: Comprndr l India: opportunità strumnti di businss pr l azind Italian. Taranto, 22 Gnnaio 2009 Si chid la manifstazion d intrss con la compilazion dl sgunt

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA

ISTRUZIONE OPERATIVA Documnto: OPQTA20120001 ISTRUZIONE OPERATIVA Data: 19/03/2012 Prparato: Ufficio CPI Guida di rifrimnto rapido compilazion FORMAT COMAP pr PMI La prsnt guida dscriv l modalità di dtrminazion di costi orari

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO Rprtorio n. 712/2014 Prot. n. 39292/X/4 dl 19.12.2014 Oggtto: dtrminazioni in ordin al subntro dll Univrsità di Brgamo, mdiant la cssion dl contratto disciplinata dal cod.civ. artt. 1406 sgg., ni contratti

Dettagli

Comunicazione periodica agli iscritti per l anno 2012

Comunicazione periodica agli iscritti per l anno 2012 Comunicazion priodica agli iscritti pr l anno 2012 La prsnt comunicazion, rdatta dal Fondo pnsion PREVIMODA scondo lo Schma prdisposto dalla COVIP, vin trasmssa ai soggtti ch risultano iscritti al 31 dicmbr

Dettagli

I rifiuti vanno gestiti, non rimossi

I rifiuti vanno gestiti, non rimossi I rifiuti vanno gstiti, non rimossi Antonio Massarutto La gstion di rifiuti è un attività smpr più complssa costosa. Essa coinvolg i produttori di bni, i consumatori gli addtti alla rimozion smaltimnto

Dettagli

Altroconsumo Finanza: 10 anni di indice della fiducia dei risparmiatori

Altroconsumo Finanza: 10 anni di indice della fiducia dei risparmiatori Altroconsumo Finanza: 10 anni di indic dlla fiducia di risparmiatori Pitro Cazzaniga L indic Altroconsumo Finanza sulla fiducia di risparmiatori è nato nl 2002 all intrno dll associazion consumristica

Dettagli

Linee guida. Eventi di formazione di primo livello per le specialità di Simulazione e Trucco

Linee guida. Eventi di formazione di primo livello per le specialità di Simulazione e Trucco CROCE ROSSA ITALIANA ISPETTORATO NAZIONALE PIONIERI Lin guida Evnti di formazion di primo livllo pr l spcialità di Simulazion Trucco Mod. TS I livllo Rv. 0 dl giugno 2007 ISPETTORATO NAZIONALE PIONIERI

Dettagli

3 Corso di Formazione per Operatori Volontari per Centri di Primo Soccorso e Centri di Recupero Animali Selvatici Feriti o in difficoltà.

3 Corso di Formazione per Operatori Volontari per Centri di Primo Soccorso e Centri di Recupero Animali Selvatici Feriti o in difficoltà. Corpo di Polizia Provincial 3 Corso di Formazion pr Opratori Volontari pr Cntri di Primo Soccorso Cntri di Rcupro Animali Slvatici Friti o in difficoltà. (Opratori da impigar prsso il Cntro di Rcupro Animali

Dettagli