Trasparenza a chiacchiere,

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Trasparenza a chiacchiere,"

Transcript

1 Anno II - Numero Sabato 10 agosto 2013 Direttore: Francesco Storace Roma, via Giovanni Paisiello n. 40 ADESSO SI INVENTANO BANDI SU BENI E PATRIMONIO SU CUI NON VI È CERTEZZA NELLA FONDAZIONE AN SI STA DAVVERO ESAGERANDO Manovre che si ripetono mentre si eludono le nostre proposte DOPO LE INCREDIBILI DICHIARAZIONI DI SACCOMANNI PAGLIACCIATA SULL'IMU. I MINISTRI PDL TREMANO di Francesco Storace Trasparenza a chiacchiere, provocazione nei fatti. Quando giovedi' ho letto l'articolo di Antonio Buonfiglio sul nostro giornale, non volevo credere ai miei occhi; mi sono per questo messo a cercare sul sito della fondazione Alleanza nazionale e mi sono imbattuto in roba che auspico sia una maldestra imitazione di Scherzi a parte. Anziché attendere l'esito del giudizio civile sulle cosiddette determinazioni congressuali, grazie alle quali il patrimonio appartenente a centinaia di migliaia di iscritti prima al Msi e poi ai An si pretende che finisca nella disponibilità di quattordici maggiorenti; anziché mantenere la parola data al nostro comitato centrale di Orvieto di rispettare il nostro movimento politico; anziché rispondere alle numerose nostre proposte, formulate dall'avv. Romolo Reboa, di utilizzo dei fondi per dare un vitalizio alle famiglie dei Caduti del Msi, oppure per finanziare borse di studio per tesi di laurea sulla destra, la politica, la cultura e la storia; i solerti amministratori del patrimonio di tutti noi hanno avuto una bella pensata. Si sono visti di 23 luglio - il 25 in effetti sarebbe stato sfacciato - e hanno preso decisioni come se si La sede del MSI e di An in via della Scrofa, che ora ospita la Fondazione LA CRISI DE IL SECOLO D ITALIA Parla il direttore del giornale Marcello De Angelis: se la situazione è così critica la responsabilità è anche, se non soprattutto, della Fondazione An. Le divisioni interne all area hanno avuto forti ripercussioni su di noi. Intanto parte l appello da parte di tutti gli schieramenti politici: Salvare il giornale. Paolo Signorelli a pag. 2 trattasse di un affare privato, reso noto ad agosto inoltrato. In particolare, mettono "a bando", manco fosse un'amministrazione comunale, un milione di euro per iniziative di associazioni, enti, fondazioni (curioso: una fondazione che finanzia fondazioni...) che per qualcuno potrebbero essere sinonimo di correnti. La nebulosa e' talmente evidente che appare pure un elenco di attività svolte senza rendicontare alcuna cifra: ma come sono stati finora spesi i 26 milioni di cui si vocifera - speriamo non sia vero - nessuno lo dice. Altra idea per l'estate, e ben più grave, la "messa a reddito" del patrimonio immobiliare, come se ne fossero i veri proprietari o qualcuno avesse conferito loro delega vera e reale. Ovviamente, c'è anche la sede di via Paisiello. Ecco, questa manovra-provocazione ve la potevate proprio risparmiare. Se questa roba non la togliete di mezzo assieme alla vostra sconfinata presunzione di rappresentare quello che non vi appartiene, per quello che ci riguarda non si gioca affatto. La vostra prepotenza sarà facile da domare. Lo voglio dire con chiarezza: quei beni appartengono ad una comunita' di centinaia di migliaia di uomini e donne e non a quattordici membri di un consiglio di amministrazione alcuni dei quali aderenti addirittura al partito seminuovo di Berlusconi. Quei soldi possono e devono essere utilizzati in formazione di classe dirigente, cultura e attivitá politiche. Vogliamo entrare nella fondazione per fare cose importanti: 1) pubblicazione online di tutte le spese; 2) vitalizio per le famiglie dei Caduti del Msi; 3) borse di studio per gli universitari che discutono tesi sulla destra in chiave politica, storica e culturale; 4) intervento economico sui debiti contratti dalle forze politiche discendenti da An nelle campagne elettorali, rigorosamente documentati; 5) utilizzare gli immobili di propietà della Fondazione per continuare a fare politica nel solco dei valori del MSI/DN e di Alleanza Nazionale, liberando le nostre sedi dai partiti non appartenenti alla nostra storia, anche se alleati nelle competizioni elettorali; 6) utilizzo del simbolo libero per chi vuole continuare a crederci. Se la risposta e' la provocazione di fine luglio, e' evidente che la risposta sarà adeguata. Una comunità che ha pianto troppe lacrime per il sangue versato non si farà fermare da un circolo di arroganti. S accomanni agisce come un ribaldo che infierisce sul nemico inerme. Approfitta della sentenza Mediaset - che ha oggettivamente indebolito Berlusconi - e si permette di baloccare sull'imu. Ieri, dopo mesi, ho sentito il leader del Pdl. Non dimentico mai che siamo stati tanti anni a fianco, sono stato anche suo ministro, era doveroso fargli sentire una presenza in un momento di grande difficoltà. Detto questo, ho anche espresso con chiarezza quello che penso di questo governo e dei ministri codardi che lo rappresentano. Dovrebbero buttare giù i tavoli. Anche con i nostri voti - sicuramente più di quelli' di Samori' e di Miccicche' - costoro siedono sulle poltrone che contano. Ma non se ne staccano: sia che si tratti di un problema di democrazia (lo ha detto Lupi dopo la condanna di Silvio) sia che si tratti di un problema degli italiani come la tassa sulla casa (la cui abolizione stava nel programma che abbiamo presentato assieme). I giornali riferiscono che Berlusconi abbia detto ai suoi - i ministri - di alzare il tiro contro Saccomanni. Lo faranno - i ministri - solo a chiacchiere. Sull'Imu intanto interviene lui... Ma non sono ammessi giochi di prestigio. Se continuano così, in questo paese scoppia la rivoluzione e a Palazzo, a partire da quello più importante - il Colle - sembrano non accorgersene. Non credo di essere l'unico a pensarla così, mi sembra di aver capito... F.S. L amico di Fini Segreto istruttorio blindato per Corallo Il 5 agosto scorso, quindi all inizio di questa settimana, si è costituito Francesco Corallo, il re delle slot machine, dopo 14 mesi di latitanza. Gli inquirenti lo stanno interrogando da giorni, senza che nessuno ne parli. Nonostante l imprenditore sia uno degli uomini chiave degli intrecci d affari con i fratelli Tulliani e l ex Presidente della Camera. Non ultimo quello sulla famosa casa di Montecarlo. Micol Paglia a pag.3 Egitto Raid israeliano nel Sinai: 5 morti. Violenze al Cairo Una nuova spirale di violenza ha attraversato l Egitto ieri, in occasione della festa per la fine del Ramadan. I militanti pro- Morsi si sono scontrati con la polizia, che ha risposto aprendo il fuoco per disperdere la folla. Il bilancio è di 28 feriti. Nel Sinai, invece, Israele compie un raid contro una postazione lanciamissili. 5 morti. Federico Campoli a pag.6 Con l aumento da leader della Cgil si è gonfiato l attuale pensione: è bufera sul segretario del Pd Epifani, uno scatto non proprio di orgoglio di Robert Vignola Il traghettatore del Pd? Naviga nell oro. La notizia ha cominciato a circolare a primavera, dapprima esacerbando gli animi all interno della galassia Cgil. Poi l eco è giunta a il Fatto Quotidiano, e sembrava comunque destinata a disperdersi. Se non che i monelli di Libero l - hanno ritirata fuori, e dopo le sparate epifaniche su Berlusconi hanno gettato l ennesima ombra di fango su un Pd che di questo passo avrà molte difficoltà, a novembre o quando sarà, a chiedere i due euro per farsi le sue primarie. Guglielmo Epifani, insomma, si è fatto la nomea del furbetto. Tutto merito di una norma inserita negli ultimi anni del suo mandato da leader della Cgil, riguardante i parametri di riferimenti degli stipendi dei dirigenti del sindacato. A raccontarla tutta sarebbe roba 10 agosto 1907 Pechino-Parigi:16mila km di trionfo italiano in auto a pag. 4 Il segretario del Pd ed ex leader CGIL, Guglielmo Epifani Tragedia della montagna Morti due alpinisti sul Monte Bianco Barbara Fruch a pag. 8 degna di un topo da studio di commercialista, fatto sta che un aumento di stipendio di 800 euro mensili deciso allora gli consente oggi una pensioncina mica male: 3400 euro (netti!) al mese, per tredici mensilità. Che sono andati prima ad aggiungersi ai 4mila euro lordi al mese percepiti all immancabile fondazione, in questo caso l associazione Bruno Trentin. Poi, da marzo scorso, all indennità di deputato: 13mila e passa euro mensili lodi. Ovvio che non si parli di pensione d oro, ma nell insieme occorre dire che Epifani rappresenta un aziendina personale mica male, a fatturato. Negli ambiti interni alla Cgil, dove non corrono buone acque, la guerra sembra già cominciata, con bordate all indirizzo della segreteria Camusso (cui Epifani deve il passaggio alla associazione Trentin). Ad un livello più esterno, la faccenda rischia di diventare una questione morale nel Pd, giacché con l avvicinarsi del congresso gli animi si fanno più esacerbati. Al livello Paese, infine, Epifani, la Cgil, il Pd e compagnia cantante possono soltanto appellarsi all Assunta: se l opinione pubblica sarà sufficientemente distratta dal caldo e dagli impegni di Ferragosto, come accade del resto (tutto l anno ) alla stampa di regime, riusciranno a limitare i danni. Spesso, in passato, gli è andata bene. Ma se la fortuna girerà loro le spalle, si troveranno una Nazione che chiederà loro conto di come intendono chiedere più imposte e sacrifici agli italiani quando non esitano a costruire il proprio tesoretto personale con i contributi di lavoratori e pensionati. Non è certo quello di Epifani lo scatto di cui ha bisogno l Italia. L ultima novità del web Anche le opere d arte acquistabili su Amazon Carola Parisi a pag. 10 Alfano che ci ha ripensato? Il giallo al CdM sui provvedimenti anti no-tav spariti Fate la faccia feroce. Chissà se qualcuno ha davvero impartito quest ordine, dentro quella parte di Pdl che si è accomodata sugli scranni del governo Letta- Alfano. Se è successo, però, la raccomandazione dev essere arrivata da quell ambiente di partito ormai universalmente riconosciuto come delle colombe. Ebbene, una colomba che fa la faccia feroce riesce davvero difficile immaginarsela. Il dubbio, a questo punto, dovrebbe chiarirlo proprio il vicepremier. Perché è stato proprio Angelino Alfano ad annunciare urbi et orbi l esistenza, all interno del pacchetto di misure varato giovedì, di provvedimenti ad hoc per i No Tav che bloccano il cantiere in Val Susa. Ebbene, nelle bozze che circolano per l Italia di queste norme anti-no- Tav non c è traccia. Neanche sul sito del governo, che pure spiega per filo e per segno quanto approvato dal Consiglio dei Ministri. Non resta insomma che attendere la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. E se queste norme non ci saranno, sarà meglio che il Ministro degli Interni vada a comprarsi una maschera. Feroce o no, lo stabilisca lui. R.V.

2 2 Attualità Marcello De Angelis spiega la drammatica situazione economica dello storico quotidiano del MSI La crisi de Il Secolo d Italia : la parola al direttore Se le cose vanno male molto dipende anche dalle spaccature interne alla Fondazione An di Paolo Signorelli Direttore Marcello De Angelis come vanno realmente le cose al Secolo d Italia? Ammetto di essere preoccupato. Devo chiarire che dalla redazione, da dentro il giornale, la situazione è diversa da come la descrivono all esterno. Io sono direttore da due anni e parlo per la mia esperienza. Appena sono arrivato, due anni fa, la situazione già era al limite, con perdite eccessive quindi già dalla gestione di Flavia Perina. Si parlava, come si parla ora, di chiusura del giornale. Ma chi si poteva prendere la responsabilità di chiudere un quotidiano storico ed importante come il Secolo d Italia? Nessuno. Bisognava per forza trovare una soluzione. A tutti i costi. Le cose all interno del giornale come vanno? Il danno maggiore che abbiamo subito è stato ed è quello provocato dalle fatture interne. L area cui il giornale ha sempre fatto riferimento si è via via sempre più frammentata e disgregata. Più ci sono spaccature e più diventa difficile andare avanti. I giornalisti attualmente che lavorano qui sono 16 ed io ho il dovere di salvaguardarli, al di là delle faide. Tra questi, ci sono alcuni ex onorevoli, rientrati dall aspettativa parlamentare. Tornare a lavorare qui era un loro diritto. Ma purtroppo, ci ha creato Il direttore de Il Secolo d Italia, Marcello De Angelis un problema economico di grossa portata. Difficile da gestire. E la Fondazione? Se la situazione è così critica la responsabilità è anche (se non soprattutto) della Fondazione An. Le divisioni interne all area hanno avuto una ripercussione forte sul giornale. Ci sono processi in corso per stabilire come gestire i beni della Fondazione, che sono quasi tutti immobili. Certo non li si può vendere per pagare gli stipendi del giornale. Qui serve una soluzione derivante da una gestione virtuosa. Quando abbiamo abbandonato il cartaceo per passare alle edizione solo on-line, la situazione è migliorata. I costi sono diminuiti notevolmente, siamo arrivati a risparmiare circa 500 mila euro. Inizialmente siamo rimasti soddisfatti dai risultati ottenuti. Ma il problema principale è che adesso questi soldi risparmiati vanno a coprire solo in parte- le perdite e il tutto è stato vanificato. Siamo di nuovo in uno stato di crisi. All inizio della nuova avventura i risultati sono stati incoraggianti. Siamo anche arrivati a toccare picchi di 50mila visualizzazioni giornaliere. Andando avanti però l interesse è andato scemando. E questo perché, non si riesce a dare al quotidiano una linea editoriale precisa. Perché la proprietà è divisa e ogni scelta che viene fatta può essere gradita ai lettori ma non alle alte sfere e viceversa. Lei come pensa di affrontare questa crisi? Avevo lanciato la mia proposta. Ovvero quella di tagli oculati che determinassero un ridimensionamento delle spese, sempre con attenzione particolare al CORO UNANIME: DOBBIAMO SALVARE IL GIORNALE MOBILITAZIONE BIPARTISAN Anni di piombo. Anni 70. Se giravi con il Secolo d Italia eri per forza un fascista e, dunque, perseguitato. Se avevi in tasca una copia del Manifesto, eri un compagno, e, dunque, perseguitato un po meno. Anzi quasi per niente. Funzionava così. E chi aveva scelto una strada non allineata, metteva in preventivo di poter andare in contro a dei guai. Adesso, fortunatamente, le cose sono cambiate. Il giornale, cui Giorgio Almirante è stato direttore, sta però passando un periodo nero, di crisi. Come del resto tutto il nostro Paese. Il tempo della lotta è finito da un pezzo. Ed ecco che la classe politica italiana (e non solo) si sta mobilitando per cercare di salvare un quotidiano, amato o odiato a seconda dei propri schieramenti ed ideali, che rischia di fallire. Sono centinaia, tra intellettuali, parlamentari e giornalisti che si sono uniti sotto un unica bandiera. E l appello che tutti lanciano (firmato anche in una petizione) è uno solo: Salvare il Secolo d Italia. La cultura, si sa, molte volte fa da collante. Ed anche a sinistra (vedi Rosy Bindi e Luigi Berlinguer) gli attestati di stima per il lavoro svolto in tutti questi anni non sono mancati. Un riconoscimento importante nei confronti di un avversario storico. Chiudere il Secolo d Italia sarebbe una decisione troppo dolorosa, ha dichiarato l ex ministro della personale tanto che mi sono sempre imposto di chiedere gli ammortizzatori sociali. Ad un certo punto però sembrava proprio che non ci sarebbe stato più spazio per noi. Il merito di averci salvati va anche all intervento del sottosegretario Giovanni Legnini che ha trovato un accordo con il settore dell editoria. In modo tale che, risparmiando i costi della pubblicazione cartacea, riusciamo a fare il nostro lavoro sfruttando l unica frontiera possibile. Cioè il web. Questa mobilitazione bipartisan per salvare il Secolo è reale secondo lei? Devo dire di sì. È stata fatta Giorgia Meloni Gioventù e attuale leader di Fratelli d Italia, Giorgia Meloni. Dello stesso parere anche il segretario nazionale della Destra Francesco Storace che, preoccupato per le sorti del giornale, è convinto che le polemiche attorno al Secolo sono collegate alla gestione della fondazione An, anche perché i costi di un quotidiano online, come dimostra la bella esperienza del nostro Giornale d'italia, non sono certo enormi. Da via della Scrofa sostengono di non volere assolutamente chiudere il Secolo d Italia. Ma c è bisogno di fatti. Le parole non servono più adesso. P.S. una sorta di mozione contro la chiusura del Secolo. Sono rimasto sorpreso in positivo che a firmarla non sono stati solo i vecchi componenti di An o i classici amici di amici, bensì anche vecchi avversari politici. Tutti si sono movimentati a nostro favore e si sono dimostrati solidali. LE DICHIARAZIONI CHOC A NOVELLA 2000 L ex moglie di Bondi: Sandro mi picchiava Sandro Bondi come Dr. Jekyll e Mr. Hyde? A due giorni dall approvazione in Consiglio dei Ministri del decreto legge contro il femminicidio, l ex moglie del ministro Maria Gabriella Podestà lo accusa (un po in ritardo, per la verità), in un'intervista alla giornalista Marianna Aprile di 'Novella 2000, di essere stato un marito infedele e violento. Le botte. I tradimenti in pubblico. Le inadempienze col figlio. E la brama di potere indifferente a qualsiasi ideologia. Il racconto dell ex moglie disegna un Bondi molto diverso da quello che si dà con trasporto alla poesia amorosa. E per la donna che nel lontano 94 lo sposò, quell anima candida è soltanto : un uomo che ha sempre cercato solo il potere. Se glielo avessero offerto a sinistra, sarebbe tornato lì". Ma è anche una persona con problemi psicologici,- continua Maria Gabriella Podestà- "per tutta la vita succube dei genitori e adesso della nuova compagna (la deputata del Pdl Manuela Repetti ndr). Secondo la Podestà, nei primi anni Bondi è stato un buon marito, anche si sarebbe fatto mantenere da lei non avendo uno Maria Gabriella Podestà stipendio. Poi, qualche anno dopo, la svolta, che secondo l'ex moglie coincide con il trasferimento ad Arcore, quando Bondi decide di votarsi a Berlusconi. Da quel giorno, -continua- "mi metteva sotto il naso indizi di storie extraconiugali, come gli scontrini dello Chanel numero 5 che regalava alle sue amiche". Fino al momento in cui avrebbe addirittura portato la moglie in vacanza a casa di una sua amante, con tanto di tradimento notturno scoperto in flagranza. E poi le botte, le punizioni e gli schiaffi tra le mura domestiche. Eppure queste le parole che le dedicò in una poesie: Dolcissimo Padre/Amore unico/corazza dello spirito/roccia di lava/anima fuggitiva. C.P IL CDM APPROVA IL DECRETO LEGGE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE: "VIA DI CASA IL CONIUGE VIOLENTO Femminicidio e stalking, stretta del Governo Il provvedimento prevede querela irrevocabile, aggravanti per il marito o il compagno (anche non conviventi), processi più rapidi in casi di maltrattamenti e assistenza legale gratuita alle vittime di Carola Parisi L'avevamo promesso. Lo facciamo". Il premier Enrico Letta con un tweet esprime il suo orgoglio per il decreto approvato giovedì in Cdm contro il femminicidio. "Un decreto legge agile, solo 12 articoli. Avevamo promesso un intervento duro a contrasto tutto ciò che va sotto nome femminicidio - ha spiegato il premier-la promessa ora è mantenuta. Il cuore del decreto è questo, vogliamo dare un segno fortissimo di cambiamento radicale sul tema, un chiarissimo segnale di lotta senza quartiere". Anche il ministro dell'interno, Angelino Alfano, si è dichiarato soddisfatto dell'approvazione di "una serie di norme con tre obiettivi: prevenire la violenza di genere, punirla in modo certo e proteggere le vittime. Su questi obiettivi - ha detto Alfano - abbiamo organizzato una serie di norme che hanno lo scopo di intervenire tempestivamente prima, di proteggere la vittima, di punire il colpevole e di agire perché la catena persecutoria non arrivi all'omicidio". Questi i punti chiave del provvedimento: Arresto in flagranza e attenzione per gli stranieri. Arresto obbligatorio in flagranza per delitti di maltrattamento familiare e stalking: è uno dei punti più importanti del decreto sul femminicidio, illustrati dal ministro dell'interno. "Abbiamo deciso di concedere un permesso di soggiorno per motivi umanitari a quei soggetti che subiscono violenze e che siano stranieri", ha aggiunto Alfano, sottolineando un passo molto importante della nuova legge. Inoltre, ha spiegato, "alle forze di polizia viene dato di buttare fuori di casa il coniuge violento, se c'è un rischio per l'integrità fisica della donna. Dal punto di vista della prevenzione è importante, perché viene impedito a chi è violento in casa di avvicinarsi ai luoghi domestici". Corsia preferenziale e pene aumentate se ci sono minori. Altre misure comprendono l'apertura di una corsia preferenziale per i processi di femminicidio e gratuito patrocinio per le vittime. "Il gratuito patrocinio - ha precisato Alfano - è garantito alla vittima a prescindere dal reddito". Inoltre, "spesso la vittima prima non sapeva che fine facesse il processo a carico del colpevole. Ora deve essere continuamente informata sull'iter del procedimento". A questo si aggiunge che "quando a un processo di questo tipo è prevista la testimonianza di un minorenne o di un maggiorenne vulnerabile, questa persona sarà protetta". Il decreto prevede inoltre che la pena sia aumenta di un terzo se al reato "assiste un minore di 18 anni. Stesso aumento se la violenza viene commessa su una donna incinta", ha spiegato Alfano. Stessa aggravante anche per lo stalking. Altro cardine del decreto è la querela irrevocabile, ossia una volta che è stata presentata una denuncia, la denuncia diventa irrevocabile in modo da sottrarre la vittima dal rischio di una nuova intimidazione allo scopo di farla desistere. Una novità assoluta è la creazione di numeri d'emergenza atti ad accogliere le denunce di terzi che avranno la garanzia dell'anonimato.

3 3 Attualità L interrogatorio del re delle slot, legato all ex Presidente della Camera - Strano: non trapela nulla Il Corallo di Fini non è più in fondo al mare di Micol Paglia Ve lo ricordate un signore che si aggirava per le aule di Montecitorio, da Presidente della Camera? Quello stesso signore che puntava il dito contro Silvio Berlusconi (che lo aveva reso la III carica dello Stato) dicendo che fai mi cacci? Avete indovinato, stiamo parlando di Gianfranco Fini. L uomo che, da ex Segretario del Msi, è riuscito non solo a definire il fascismo come il male assoluto, ma anche a distruggere quasi completamente la sua area politica, quella di destra. Ecco, ora si occupa al massimo di scrivere il suo libro di memorie contro il Cavaliere, ma attorno alla sua figura continuano ad esserci non pochi elementi da chiarire. Quali nuove? Tanto per fare un esempio, parliamo di un inchiesta in corso e di cui si sa poco o niente. C è un gran silenzio sulla stampa nazionale rispetto alla costituzione (5 agosto) di Francesco Corallo. Si sa solo che lo stanno interrogando in gran segreto, ma stranamente non trapela nulla delle sue dichiarazioni. L imprenditore, legato al nucleo familiare Fini-Tulliani a doppio filo, già da un po di tempo viene interrogato dagli inquirenti per chiarire gli strani giri che hanno visto la cessione dell oramai leggendario appartamento di Montecarlo, lasciato in eredità dalla Contessa Colleoni, per la buona battaglia. Per quanti non ricordassero bene la vicenda, facciamo un passo indietro. Per gli smemorati Nel 2010 il Giornale fa uno scoop clamoroso. L anno precedente An, che all epoca esiste ancora, avrebbe venduto uno dei beni di proprietà del partito, una casa sita in boulevard princesse Charlotte, nel principato di Monaco. La società che acquista l appartamento è una off-shore e si chiama Printemps Ltd che lo rivende ad una seconda società, altrettanto off-shore, la Timara Ltd. Entrambe hanno sede nel paradiso fiscale di Santa Lucia, ai Caraibi e farebbero riferimento ad un losco figuro, James Walfenzao. Fin qui, la cosa sembra sospetta, ma non ancora sconcertante. Il Giornale scopre anche che il quartierino monegasco sarebbe finito nella totale disponibilità di Giancarlo Tulliani, il cognato del Presidente della Camera. Tutti negano, ma l evidenza e le polemiche sono più forti delle smentite. Si va bene, ma Corallo cosa c entra in tutta questa vicenda? Semplicissimo. Walfenzao non solo si occupa di società fantasma in paradisi fiscali, è anche rappresentante, nonché proprietario della quota di maggioranza della Atlantis World L ex Presidente della Camera Gianfranco Fini, durante una delle sue immersioni Group, la quale gestisce una quantità impressionante di sale scommesse tra i Caraibi e Santo Domingo. In Italia, l Atlantis cambia nome, prima si chiama Giocolegale Ldt (e ha sede a Londra), poi diventa Bplus. E fa capo, ovviamente, a Francesco Corallo, il quale diventa sostanzialmente il numero uno per quanto riguarda la gestione di slot machine e videopoker del Belpaese. Non proprio un attività di cui andar fieri, ma certamente molto redditizia. L inciucio Ok, tutto chiaro? Walfenzao e Corallo sono in affari insieme. E Fini? E Tulliani? Che centrano in tutta questa storia? Il leader di An e l imprenditore delle slot-machine si conoscono meglio di quanto non si pensi. L Espresso, infatti, nei giorni caldi dello scandalo di Montecarlo, pubblica le foto di una vacanza di Gianfranco, con l ex moglie Daniela, al Beach Plaza Hotel nelle Antille Olandesi, di proprietà dell Atlantis. Fini e signora vengono ritratti insieme a Corallo. L ex presidente della Camera si giustifica dicendo che sono li solo perché lui ama fare immersioni. Perché non credergli? Perché qualche tempo si verrà sapere che in viaggio con la nota coppia ed il dubbio imprenditore c era anche il sottosegretario agli impicci di An (questo il suo soprannome ufficiale a detta di chi era del giro), al secolo Francesco Checchino Cosimi Proietti. Tutto fare e uomo di fiducia di Gianfry, nonché amministratore delle finanze del leader di Alleanza nazionale. Bene, perché mai Fini si sarebbe dovuto portare dietro Checchino Proietti se era da Corallo per fare le immersioni? Non si sa, o forse sì. Perché quando la Guardia di Finanza, nel 2008, entra nello studio del re delle slot per una perquisizione (alla presenza dell avvocato-onorevole Giulia Buongiorno, legale del nucleo familiare Fini-Tulliani) trova anche le fotocopie dei passaporti dei fratelli Giancarlo ed Elisabetta (sì proprio lei, l attuale compagna di Fini), inviati via fax a Walfenzao. Non sarà mica la prova che la casa di Montecarlo è davvero nelle disponibilità del cognato più famoso d Italia? Perché, come si suol dire, sembrerebbe proprio la quadratura del cerchio. Giulio contro Gianfranco Per i meno attenti, poi, c è da raccontare anche un altro capitolo della tragicomica storiella di potere all italiana. Già, perché in una puntata di Ballarò di qualche tempo fa, su rai3 va in onda un siparietto niente male fra l ex Giulio Tremonti e Fini. Si parla della cacciata dell ex Ministro dell Economia dal suo incarico. E così la bomba esplode: No, tu mi hai mandato a casa per altri motivi, per i giochi e lo sai benissimo Corallo Pensavo fossi più prudente, poi ti spiego perché, ma te lo dico fuori. Il gelo cala sull ex Presidente della Camera. Le parole di Tremonti sono accuse pesanti, ben lontane da sembrare solo allusioni. Ed il discorso è chiarissimo. Da Ministro dell Economia, Giulio avrebbe ostacolato gli affari di Corallo e, tanto sarebbe bastato per convincere l allora fido braccio destro di Berlusconi a far cacciare Tremonti. Sorpresi? E perché mai? Questo è il modus operandi di Gianfranco Fini. Ora, vale la pena chiedersi che cosa stia raccontando Francesco Corallo agli inquirenti. La curiosità, quando si tratta di uomini vicini a Gianfranco Fini, è un imperativo categorico. Perché solo in questo modo si riuscirà a rivelare la vera natura dell uomo che ha distrutto la destra. E fino a che non si saprà tutto, la richiesta di chiarimenti deve essere implacabile. Cercateci e ci troverete ovunque. All indirizzo con un portale all news ed un giornale sfogliabile e scaricabile on-line. Siamo anche su Facebook all indirizzo Siamo anche abili cinguettatori, su Tutti i nostri video sul canale Youtube, Il giornale d Italia. Se volete scriverci, potete farlo all indirizzo

4 4 Anniversari Il 10 agosto del 1907 i protagonisti del Raid entrarono trionfanti nella capitale francese Pechino-Parigi: gli italiani che fecero l impresa Il principe Scipione Borghese con il giornalista Luigi Barzini ed il meccanico Ettore Guizzardi percorse oltre 16mila chilometri e vinse con la sua automobile la competizione internazionale di Paolo Signorelli Quello che dobbiamo dimostrare oggi è che dal momento che l'uomo ha l'automobile, egli può fare qualunque cosa ed andare dovunque. C'è qualcuno che accetti di andare, nell'estate prossima, da Pechino a Parigi in automobile?. Così, il 31 gennaio 1907, con un lapidario annuncio, il quotidiano francese Le Matin. Un invito che sembrò quasi una provocazione per tutti. Il Raid Pechino-Parigi. Una straordinaria avventura che lo stesso giornale francese definì come la più gigantesca prova di resistenza mai affrontata da un veicolo a motore. Una delle imprese sportive maggiori che la storia ricordi. Mediaticamente parlando, fu uno degli avvenimenti, che più coinvolse le persone e le principali testate giornalistiche europee e non solo. L idea nacque dal desiderio di affermare l automobile, non come un semplice lusso, valutato solo da oggetto sportivo, ma come un vero e proprio mezzo di trasporto. Da paragonare ai treni o addirittura agli aerei. L impresa non fu priva di imprevisti e deviazioni ma ciò non fece perdere l entusiasmo a tutti coloro che, incollati ai telegrafi, aspettavano notizie di questi pionieri. Il principe Borghese, il giornalista Luigi Barzini ed il meccanico Ettore Guizzardi. A bordo dell automobile Itala. Furono loro tre a scrivere la storia. Negli anni successivi la gloriosa automobile venne abbandonata dapprima in un angusto capannone e, successivamente, in un polveroso fienile, prima di approdare con tutti gli onori (nel 1931) nelle sale del Museo dell Automobile di Torino. 31 gennaio 1907 L automobile in quegli anni è ancora considerata quasi come un giocattolo meccanico. Per le strade vederle è raro. Sono un lusso che solo in pochi possono permettersi. E non sono di certo efficienti come oggi. Le strade, poi, non sono battute. Quasi in nessuna c è l asfalto. Comunicare è difficilissimo. Migliaia di chilometri (16 mila, per la precisione) da percorrere in auto senza sapere La mappa del percorso del Raid Il titolo de Il Giornale d Italia del 10 agosto 1907 quasi nulla di queste zone sembra una cosa impossibile. Con il rischio, quasi la certezza di un qualche guasto meccanico irreparabile. E poi ancora, i passi montani praticamente invalicabili. Tutti ostacoli che rendono l appello lanciato da Le Matin ancora più avvincente. L importante è soltanto accettare la sfida. Non importa come sarebbe andata a finire. Per i corridori è fondamentale partecipare. Pochi giorni dopo la pubblicazione dell annuncio-sfida, la redazione del giornale francese viene sommersa di richieste di partecipazioni tra le quali si evidenzia, per sinteticità e determinazione, la lettera del principe Scipione Borghese che scrive brevemente. Mi iscrivo alla vostra prova Pechino-Parigi con un automobile Itala, recita il telegramma del principe. Dopo un iniziale adesione di 40 equipaggi, se ne presentano alla partenza solamente cinque, che vengono trasportati via mare dall Europa fino a Pechino. Sulla griglia di partenza ci sono tre mezzi francesi, un triciclo Contal e due De Dion & Buton, l auto olandese Skiper e la possente Itala di Scipione Borghese. Giovane rampollo di una ricca famiglia aristocratica romana, il principe è un grande appassionato di viaggi e avventure in terre lontane. La possibilità di percorrere chilometri attraverso località sconosciute mai solcate fino ad allora da alcune veicolo a motore, rappresenta per lui un idea che stimola fortemente la sua fantasia. Non lo sconvolge affatto. Le defezioni arrivano soprattutto per motivi economici: la tassa da versare al Matin è di 2000 franchi (di allora), le spese di viaggio son notevoli e spengono l iniziale entusiasmo. Non quello di Scipione Borghese e dei suoi due accompagnatori. Ettore Guizzardi, autista, meccanico e factotum e Luigi Barzini, che non partecipa al raid in veste di sportivo, ma di giornalista del Corriere della Sera. Il direttore Luigi Albertini, infatti, appena saputo del raid, convoca immediatamente a via Solferino il giornalista, giovane inviato del giornale negli Stati Uniti. Deve subito venire qui, all istante, le parole di Abertini. Vada a Pechino e racconti ogni cosa. Passando per l America e il Pacifico, osserva tutto con attenzione: la fine del processo Thaw a New York, la ricostruzione di San Francisco, la situazione nipponica in Hawaii, il Giappone dopo la guerra. E qualunque cosa di interessante tu veda. La risposta del giovane, non ancora trentenne, arriva perentoria. Si signore, non la deluderò. Un compito duro, il viaggio era davvero complicato, pieno di insidie ed in tutto ciò doveva raccontarlo anche dal punto di vista giornalistico. Non facendolo, però, avrebbe perso una grande occasione professionale. Non può dire di no. Uscendo, Albertini si mette in contatto con il principe Borghese e gli dice soltanto: Incontratevi a Pechino il primo giugno, nient altro. Il raid è anche questo. La sfida nella sfida. La scommessa nella scommessa. Riuscire in questa impresa raccontando anche dei paesi visitati, dei problemi politici, della gente comune, di posti sconosciuti. Di tramonti e di deserti. Uno scoop giornalistico, insomma, che renderà celebre Luigi Barzini e darà ancora più lustro al Corriere della Sera. La competizione è completamente priva di regole e gli equipaggi devono arrangiarsi da soli. Nella foto, il momento dell arrivo trionfante di Itala Autonomamente, senza l aiuto di nessuno. Da ogni aspetto del viaggio, dai rifornimenti di benzina ai pezzi di ricambio, dalla pianificazione del percorso agli approvvigionamenti di cibo e acqua. Il viaggio A Pechino la macchina non la conosce nessuno, non l - hanno mai vista. Il popolo sembra addirittura spaventato alla vista di quegli attrezzi con le ruote. Prima della partenza viene ingaggiata una vera e propria battaglia diplomatica per avere tutti i permessi necessari per transitare. Alla fine tutto si risolve. Così il 10 giugno 1907, alle sette e trenta del mattino, i cinque equipaggi partono dalla capitale cinese alla volta di quella francese. Siete tutti pronti?, esclama Borghese al suo equipaggio. Pronti!, la perentoria risposta. Un ultimo sguardo all orologio e via verso un viaggio che durerà due lunghi mesi. Le vicissitudini sono molte. Troppe. L automobile Itala è troppo pesante e subisce trasformazioni non da poco: viene diminuito il peso della carrozzeria per renderla più veloce. Ma mai Borghese, né Barzini e né Guizzardi hanno la tentazione di abbandonare. Nemmeno quando gli ostacoli sembrano insormontabili. L impresa va avanti, macinando chilometri e obbligando Itala a sforzi incredibili. Ponte pericolanti, fango, boschi, strade, steppa, ore a passo d uomo. Fino a superare la Russia. Dopo aver attraversato Mosca il viaggio è tutto in discesa. Le insidie sono meno. Il sopravvento sugli altri è netto. La vittoria più vicina. Le altre 4 automobili, all orizzonte, non si vedono. Durante il viaggio c è anche qualche momento relativamente tranquillo durante il quale il principe si concede alla caccia di antilopi. Intanto il giovane giornalista annota tutto sul suo taccuino. Centinaia di osservazioni. L arrivo Il 10 agosto, intorno a mezzogiorno, un auto mal ridotta, con a bordo tre passeggeri dai volti anneriti e segnati dalla fatica, giunge nella capitale francese. Con ben venti giorni di anticipo sul secondo equipaggio (quello della Spyker). Un automobile nemmeno arriverà a destinazione: la Contal, si perde nel deserto e le persone a bordo si salveranno solo grazie all aiuto dei nomadi mongoli. L Itala, malandata e ridotta quasi allo sfascio, varca Parigi. Per prima e con una folla festante. Tutti la salutano. I bambini le corrono dietro. La vincitrice del raid Pechino-Parigi è la Itala di Borghese, Barzini e Guizzardi. È il trionfo, il ritorno di Borghese vincitore della Pechino-Parigi, titola Il Giornale d Italia. Abbiamo battuto i francesi. In casa loro. Un vero affronto, non c è che dire. Un traguardo storico. Un impresa, considerati i tempi, che ha dell incredibile. Come ha dell incredibile il modo con il quale Barzini accetta la sfida: la partenza all improvviso, quel telegramma a New York che lo spediva dall altra parte del mondo. La sua disponibilità e caparbietà totale, da vero, grande, giornalista di razza.

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI SPECIAL REPORT I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI Come assicurarti soldi e posto di lavoro nel bel mezzo della crisi economica. www.advisortelefonica.it Complimenti! Se stai leggendo

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi In mare aperto: intervista a CasAcmos Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi Nel mese di aprile la Newsletter ha potuto incontrare presso Casa Acmos un gruppo di ragazzi

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA MODULO I La norma giuridica Materiali prodotti nell ambito del progetto I care dalla prof.ssa Giuseppa Vizzini con la collaborazione della

Dettagli

Cose da sapere IL BOLLINO BLU

Cose da sapere IL BOLLINO BLU Cose da sapere IL BOLLINO BLU Il Bollino Blu è un certificato che dimostra l avvenuto controllo dei gas di scarico di un automobile, per i Comuni e le aree a traffico limitato delle città in cui questo

Dettagli

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti Roberto Denti La mia resistenza con la postfazione di Antonio Faeti 2010 RCS Libri S.p.A., Milano Prima edizione Rizzoli Narrativa novembre 2010 Prima edizione BestBUR marzo 2014 ISBN 978-88-17-07369-1

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore.

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore. Vincenzo Cerami* Sono venuto a questo confronto senza preparare nulla. Sentendo gli interventi di chi mi ha preceduto sono tornato con la mente agli anni dell università. Stavo ripensando a Roma. Gli operai

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi.

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. LA CENTRALE RISCHI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. Noi volevamo avere qualche informazione per un mutuo. Allora

Dettagli

Femminicidio, da Bongiorno e Carfagna proposta di legge per l ergastolo

Femminicidio, da Bongiorno e Carfagna proposta di legge per l ergastolo Femminicidio, da Bongiorno e Carfagna proposta di legge per l ergastolo Le parlamentari di Fli e Pdl propongono di modificare le aggravanti dell'omicidio quando la violenza nasce da un atteggiamento discriminatorio".

Dettagli

Un altro anno di crescita per Media Vending

Un altro anno di crescita per Media Vending edia Vending Un altro anno di crescita per edia Vending e i t e n d i v R l I e r c a t o d d e l V e n d i n g edia Vending è una dinamica rivendita che da alcuni anni opera con successo nella Provincia

Dettagli

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese della Riviera. L intervento del nostro leader in 20

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 14 Incontrare degli amici A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 Incontrare degli amici DIALOGO PRINCIPALE B- Ciao. A- Ehi, ciao, è tanto

Dettagli

I bambini vengono costretti a lavorare

I bambini vengono costretti a lavorare Un continente segnato dalle violenze, dai soprusi e dalle ingiustizie. Il destino di schiavitù che nei secoli scorsi ha colpito l'africa non si è esaurito nemmeno nel Terzo millennio. Nell'Ottocento, uomini

Dettagli

DA DUE A TRE. dall innamoramento, all amore, alla GENITORIALITÀ. Virginia Satir

DA DUE A TRE. dall innamoramento, all amore, alla GENITORIALITÀ. Virginia Satir DA DUE A TRE dall innamoramento, all amore, alla GENITORIALITÀ Voglio poterti amare senza aggrapparmi, apprezzarti senza giudicarti, raggiungerti senza invaderti, invitarti senza insistere, lasciarti senza

Dettagli

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano:

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano: Imparare a "guardare" le immagini, andando al di là delle impressioni estetiche, consente non solo di conoscere chi eravamo, ma anche di operare riflessioni e confronti con la vita attuale. Abitua inoltre

Dettagli

7 segreti per guadagnare una rendita dal tuo Immobile

7 segreti per guadagnare una rendita dal tuo Immobile 7 segreti per guadagnare una rendita dal tuo Immobile PRIMA PARTE: STRUTTURA DEL MODELLO DI AFFITTO CASA IN RENDITA 1. Devi sfruttare l evoluzione del mercato turistico, perché è più ricco e meno problematico

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA DEBITI P.A. decreto del fare Di Emanuele Bellano PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA L impegno che il Ministero dell Economia in particolare sta attuando con grande determinazione

Dettagli

Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu. Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini.

Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu. Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini. Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini. Il nuovo sondaggio politico che abbiamo realizzato nell'universo del nostro indirizzario

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

L AZIENDUCCIA. Personaggi: Cav. Persichetti, Agente 008, Cav. Berluscotti, Assunto.

L AZIENDUCCIA. Personaggi: Cav. Persichetti, Agente 008, Cav. Berluscotti, Assunto. L AZIENDUCCIA Analisi: Sketch con molte battute dove per una buona riuscita devono essere ben caratterizzati i personaggi. Il Cavalier Persichetti e il cavalier Berluscotti devono essere 2 industriali

Dettagli

Traduzione dal romeno

Traduzione dal romeno Traduzione dal romeno Ziua pag. 3 Il Presidente della Commissione per Problemi d Immigrazione del Parlamento italiano, Sandro Gozi, ammonisce che, se la situazione continua, l Italia adottera misure dure

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS Maria Luisa Cosso Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007 Via G. Verdi, 8 - Torino Magnifico Rettore, Signor Preside, Professor Conti, Signore e Signori,

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali)

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Al mare, verso gli undici anni, avevo fatto amicizia con un bagnino. Una cosa innocentissima, ma mia madre mi chiedeva

Dettagli

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI orecchio acerbo Premio Andersen 2005 Miglior libro 6/9 anni Super Premio Andersen Libro dell Anno 2005 Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta, Sognando la felicità Copyright 2014 Edizioni del Faro Gruppo Editoriale Tangram Srl Via Verdi, 9/A 38122 Trento www.edizionidelfaro.it info@edizionidelfaro.it

Dettagli

SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito

SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito Vediamo adesso i conti di due operazioni immobiliari che ho fatto con la strategia degli immobili gratis a reddito. Via Nevio Via Nevio è stata la

Dettagli

Mario Albertini. Tutti gli scritti IV. 1962-1964. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino

Mario Albertini. Tutti gli scritti IV. 1962-1964. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino Mario Albertini Tutti gli scritti IV. 1962-1964 a cura di Nicoletta Mosconi Società editrice il Mulino 822 Anno 1964 A Bernard Lesfargues Caro Bernard, Pavia, 28 novembre 1964 dato che non verrò a Lione

Dettagli

COME FARE SOLDI E CARRIERA RA NEGLI ANNI DELLA CRISI

COME FARE SOLDI E CARRIERA RA NEGLI ANNI DELLA CRISI SPECIAL REPORT COME FARE SOLDI E CARRIERA RA NEGLI ANNI DELLA CRISI Scopri i Segreti della Professione più richiesta in Italia nei prossimi anni. www.tagliabollette.com Complimenti! Se stai leggendo questo

Dettagli

Il mercato dei figli

Il mercato dei figli Il mercato dei figli È una realtà veramente inquietante che finora non riguarda direttamente l Italia almeno dal punto di vista legislativo e ci auguriamo ardentemente non arrivi MAI ad essere permessa.

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

Adotta anche Tu una legge per i bambini di Haiti. Presenta. Modificare la legge sulle adozioni e adottare in via d emergenza i

Adotta anche Tu una legge per i bambini di Haiti. Presenta. Modificare la legge sulle adozioni e adottare in via d emergenza i Adotta anche Tu una legge per i bambini di Haiti Presenta Modificare la legge sulle adozioni e adottare in via d emergenza i bambini dei paesi devastati da terremoti e altri disastri. Perché? Il terremoto

Dettagli

Cristiano Carli. BUON LAVORO. Se non puoi evitarlo, rendilo facile. Cristiano Carli about me cristiano.carli.copy@gmail.com. I ed.

Cristiano Carli. BUON LAVORO. Se non puoi evitarlo, rendilo facile. Cristiano Carli about me cristiano.carli.copy@gmail.com. I ed. Cristiano Carli BUON LAVORO. Se non puoi evitarlo, rendilo facile Cristiano Carli about me cristiano.carli.copy@gmail.com I ed. marzo 2014 Copertina: Giulia Tessari about me giulia.tessari@gmail.com DISCLAIMER

Dettagli

14 Barometro Vacanze Ipsos - Europ Assistance

14 Barometro Vacanze Ipsos - Europ Assistance Comunicato Stampa 14 Barometro Vacanze Ipsos - Europ Assistance La vacanza rimane sacra per gli Italiani: degli 80 euro del Governo 37 potrebbero essere investiti in viaggi. Il Belpaese meta europea preferita

Dettagli

Quale pensi sia la scelta migliore?

Quale pensi sia la scelta migliore? Quale pensi sia la scelta migliore? Sul nostro sito www.respect4me.org puoi vedere le loro storie e le situazioni in cui si trovano Per ogni storia c è un breve filmato che la introduce Poi, puoi vedere

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 6 SPEDIZIONI PACCHI A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 SPEDIZIONE PACCHI DIALOGO PRINCIPALE A- Ehi, ciao Marta. B- Ohh, Adriano come stai?

Dettagli

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Ciao da Matteo Nodari di Network Marketing Top Strategy! Come ti dicevo il network marketing è uno dei settori più controversi e fraintesi di tutti i tempi.

Dettagli

ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI

ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI EURO RUN: IL GIOCO www.nuove-banconote-euro.eu ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI Anna e Alex sono compagni di classe e amici per la pelle. Si trovano spesso coinvolti in avventure mozzafiato e anche

Dettagli

ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI

ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI EURO RUN: IL GIOCO www.nuove-banconote-euro.eu ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI - 2 - Anna e Alex sono compagni di classe e amici per la pelle. Si trovano spesso coinvolti in avventure mozzafiato e

Dettagli

Roberta Santi AZ200. poesie

Roberta Santi AZ200. poesie AZ200 Roberta Santi AZ200 poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Roberta Santi Tutti i diritti riservati T amo senza sapere come, né quando né da dove, t amo direttamente, senza problemi né orgoglio:

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

PLIDA. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana. Novembre 2010 PARLARE. Livello

PLIDA. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana. Novembre 2010 PARLARE. Livello PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana Novembre 2010 PARLARE Livello MATERIALE PER L INTERVISTATORE PLIDA 2 Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri

Dettagli

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Qui voglio fare un esempio per capire dove siamo arrivati col denaro: Ammettiamo che io non abbia a disposizione quasi nulla come denaro, ma voglio

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

Ciao a tutti! Volevo come scritto sul gruppo con questo file spiegarvi cosa è successo perché se non ho scelto la cucciola senza pedigree e controlli (e come sto per spiegare non solo) è anche grazie ai

Dettagli

APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO

APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO METODO CICLICO FS- BORSA ATTENZIONE: ATTENDI QUALCHE SECONDO PER IL CORRETTO CARICAMENTO DEL MANUALE APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO METODO CHE UTILIZZO PER LE MIE ANALISI - 1 - www.fsborsa.com NOTE SUL

Dettagli

Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Comunicazione. pubblicazioni@unicef.it www.unicef.it

Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Comunicazione. pubblicazioni@unicef.it www.unicef.it ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 pubblicazioni@unicef.it www.unicef.it Codice

Dettagli

COSA FARE PER NON CADERE IN QUESTA TRUFFA? Non fidarti degli sconosciuti che ti fermano per strada e non dare mai loro denaro, per nessun motivo.

COSA FARE PER NON CADERE IN QUESTA TRUFFA? Non fidarti degli sconosciuti che ti fermano per strada e non dare mai loro denaro, per nessun motivo. ATTENTO ALLA TRUFFA! Sei appena stata in Banca a ritirare denaro o in Posta per prendere la pensione. All uscita ti si avvicinano una o più persone sconosciute che ti mostrano un tesserino e ti dicono:

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Alberto Majocchi La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Dato che sono del tutto incompetente sul tema oggetto dell incontro odierno, sono

Dettagli

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE Rappresentazione teatrale degli Alunni dell'ic di San Cipirello Esplorazione della Memoria Alle radici del Primo Maggio A.S. 2014 / 15 Narratore È il primo maggio. Un'anziana

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

VENDERE BENE LA TUA CASA,

VENDERE BENE LA TUA CASA, 1 SCOPRI I SEGRETI PER VENDERE BENE LA TUA CASA, E LE AZIONI COMMERCIALI SBAGLIATE DA NON COMMETTERE. 2 Oggi il nostro compito è quello di proteggerti da tutto ciò che potrebbe trasformare Vendita di casa

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

LA GESTIONE DEL PORTAFOGLIO CREDITI 2002

LA GESTIONE DEL PORTAFOGLIO CREDITI 2002 Convegno LA GESTIONE DEL PORTAFOGLIO CREDITI 2002 Finanziamenti alle Imprese: nuove politiche di prezzo e nuove strategie commerciali delle Banche Perché la disciplina sul capitale di vigilanza delle banche

Dettagli

Reference 1-0,73% Coverage

Reference 1-0,73% Coverage - 1 reference coded [0,73% Coverage] Reference 1-0,73% Coverage Dove ti piacerebbe andare ma anche vivere sì, sì. All interno dell Europa, sicuramente. Però mi piacerebbe vedere anche

Dettagli

Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA

Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA Poi venne l aurora Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Ernesto Riggi Tutti i diritti riservati A tutti i giovani coraggiosi, capaci di lottare pur di realizzare

Dettagli

Guida didattica all unità 2 In libreria

Guida didattica all unità 2 In libreria Destinazione Italiano Livello 3 Guida didattica all unità 2 In libreria 1. Proposta di articolazione dell unità 1. Come attività propedeutica, l insegnante svolge un attività di anticipazione, che può

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario)

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA Cerchiamo il significato delle due parole: ADULTO CRISTIANO chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) colui che ha deciso di:

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

Anna e Alex alle prese con i falsari

Anna e Alex alle prese con i falsari Anna e Alex alle prese con i falsari Anna e Alex sono compagni di classe e amici per la pelle. Si trovano spesso coinvolti in avventure mozzafiato: insieme, ne hanno viste delle belle. Sono proprio due

Dettagli

Che cos è, dove si trova, e a cosa serve Internet? Possono sembrare domande banali, ma a pensarci bene la risposta non è tanto facile.

Che cos è, dove si trova, e a cosa serve Internet? Possono sembrare domande banali, ma a pensarci bene la risposta non è tanto facile. di Pier Francesco Piccolomini 1 Che cos è, dove si trova, e a cosa serve Internet? Possono sembrare domande banali, ma a pensarci bene la risposta non è tanto facile. Oggi attraverso questa gigantesca

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

Strumenti chiari e strategie efficaci per Vincere!

Strumenti chiari e strategie efficaci per Vincere! Luca d Alessandro COME VIVERE PROSPERANDO ATTRAVERSO L INVESTIMENTO IMMOBILIARE ----------- O ----------- Strumenti chiari e strategie efficaci per Vincere! 2 Titolo COME VIVERE PROSPERANDO ATTRAVERSO

Dettagli

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI INTERVENTO ON.LE BOBBA On. Presidente Boldrini, signori Ministri e membri del Governo,

Dettagli