Fase di Analisi Diagramma delle classi e Specifica delle classi, Diagramma degli Use Case e Specifica degli Use Case

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Fase di Analisi Diagramma delle classi e Specifica delle classi, Diagramma degli Use Case e Specifica degli Use Case"

Transcript

1 Fase di Analisi Diagramma delle classi e Specifica delle classi, Diagramma degli Use Case e Specifica degli Use Case Esercizio 9: Officine

2 Esercizio 9 Officine (cont.) (continua l esercizio 6) Le officine riparano i veicoli. Di ogni officina interessano il nome, l indirizzo, il numero di dipendenti, i dipendenti (con l'informazione su quanti anni di servizio ciascun dipendente ha svolto presso l officina), ed il direttore (unico). Si noti che un dipendente lavora presso una ed una sola officina, e che un direttore dirige una ed una sola officina, e non è anche un dipendente (e vice-versa). Dei dipendenti e dei direttori interessano: il codice fiscale, l'indirizzo ed il numero telefono. Dei direttori interessa anche l'età. Di ogni riparazione interessa: il codice, l officina presso cui è eseguita, il veicolo oggetto della riparazione, l ora e la data di accettazione, e, per le riparazioni portate a termine, l ora e la data di riconsegna. Di ogni veicolo interessano: il modello, il tipo, la targa, l anno di immatricolazione, ed il proprietario. Dei proprietari interessa codice fiscale, l indirizzo, ed il numero telefono. Si noti che il proprietario di un veicolo riparato può essere anche un dipendente o il direttore di un officina. Data una officina, gli utenti del sistema vogliono conoscere quali sono i suoi dipendenti, chi è il direttore, quali sono le riparazioni effettuate. Inoltre per ogni direttore è necessario poter risalire alla officina diretta. Infine, dato un veicolo si vuole conoscere il suo proprietario, e data una riparazione si vogliono conoscere il veicolo ed il proprietario. Completare il Class Diagram precedente aggiungendo le operazioni di interesse e fornire la specifica della classe Officina, della classe Riparazione e della classe Direttore.

3 Soluzione 9: Class Diagram Persona CodFis : String Indirizzo : String NumTel : String {disjoint} Riparazione Codice : String DataAccett : Date OraAccett : hour calcolaveicolo() : Veicolo 1..* 0..* Direttore Eta : Integer CalcolaOfficina() : Officina 1 direzione effettua Dipendente Cliente 1..* 1 lavora anniservizio : Integer RipTerminata OraRicons : hour DataRicons : Date riguardante 1 Veicolo Modello : String Tipo : String Targa : String AnnoImm : Integer 1..* 1 Nome : String Indirizzo : String NumDip : Integer 1 1 Officina calcoladipendenti() : Insieme(Dipendenti) calcolariparazioni() : Insieme(Riparazioni) calcoladirettore() : Direttore proprietario calcolaproprietario() : Cliente

4 Soluzione 9: Specifica Classi SpecificaClasse Officina CalcolaDipendenti(): Insieme(Dipendenti) post: result è l'insieme delle istanze di Dipendenti che sono coinvolti in link di tipo lavora con this CalcolaRiparazioni(): Insieme(Riparazioni) post: result è l'insieme delle istanze di RipTerminata che sono coinvolti in link di tipo effettua con this CalcolaDirettore(): Direttore post: result è l'istanza d di Direttore tale che <d,this> è un link di tipo direzione

5 Soluzione 9: Specifica Classi (cont.) SpecificaClasse Riparazione CalcolaVeicolo(): Veicolo post: result è l istanza x di Veicolo tale che <x,this> è un link (unico possibile per this) di tipo riguardante SpecificaClasse Direttore CalcolaOfficina(): Officina post: result è l istanza o di Officina tale che <o,this> è un link (unico possibile per this) di tipo direzione

6 Soluzione 9: Specifica Classi (cont.) SpecificaClasse Veicolo CalcolaProprietario(): Cliente post: result è l'istanza c di Cliente tale che <c,this> è un link (unico possibile per this) di tipo proprieta

7 Esercizio 10 Officine (cont.) (continua l esercizio 9) Le officine riparano i veicoli. Di ogni officina interessano il nome, l indirizzo, il numero di dipendenti, i dipendenti (con l'informazione su quanti anni di servizio ciascun dipendente ha svolto presso l officina), ed il direttore (unico). Si noti che un dipendente lavora presso una ed una sola officina, e che un direttore dirige una ed una sola officina, e non è anche un dipendente (e vice-versa). Dei dipendenti e dei direttori interessano: il codice fiscale, l'indirizzo ed il numero telefono. Dei direttori interessa anche l'età. Di ogni riparazione interessa: il codice, l officina presso cui è eseguita, il veicolo oggetto della riparazione, l ora e la data di accettazione, e, per le riparazioni portate a termine, l ora e la data di riconsegna. Di ogni veicolo interessano: il modello, il tipo, la targa, l anno di immatricolazione, ed il proprietario. Dei proprietari interessa codice fiscale, l indirizzo, ed il numero telefono. Si noti che il proprietario di un veicolo riparato può essere anche un dipendente o il direttore di un officina. Data una officina, gli utenti del sistema vogliono conoscere quali sono i suoi dipendenti, chi è il direttore, quali sono le riparazioni effettuate. Inoltre per ogni direttore è necessario poter risalire alla officina diretta. Infine, dato un veicolo si vuole conoscere il suo proprietario, e data una riparazione si vogliono conoscere il veicolo ed il proprietario. Tracciare il diagramma degli Use Case e fornire la specifica di ogni Use Case

8 Soluzione 10: Use Case Diagram OfficinaDaDirettore Utente InfoOfficina ProprietarioVeicolo DatiRiparazione

9 Soluzione 10: Specifica Use Case SpecificaUseCase ProprietarioVeicolo proprietarioveicolo(v: Veicolo): Cliente post: result è pari a v.calcolaproprietario() SpecificaUseCase DatiRiparazione SpecificaUseCase DatiRiparazione datiriparazione(r: Riparazione): <Veicolo,Proprietario> post: definiamo v come il veicolo v=r.calcolaveicolo() result è pari alla coppia <v,proprietarioveicolo(v)>

10 Soluzione 10: Specifica Use Case SpecificaUseCase InfoOfficina dipendentiofficina(o: Officina): Insieme(Dipendenti) post: result è pari a o.calcoladipendenti() direttoreofficina(o: Officina): Direttore post: result è pari a o.calcoladirettore() elencoripeffettuate (o: Officina): Insieme(Riparazioni) post: result è pari a o.calcolariparazioni()

11 Soluzione 10: Specifica Use Case SpecificaUseCase OfficinaDaDirettore officinadadirettore(d: Direttore): Direttore post: result è pari a d.calcolaofficina()

Fase di Analisi Class Diagram. Esercizi

Fase di Analisi Class Diagram. Esercizi Fase di Analisi Class Diagram Esercizi Nota Iniziale Esercizi e 2 : possono essere svolti dopo l introduzione del concetto di attributo nelle associazioni nei class diagram Esercizi 3, 4, 5 e 6: possono

Dettagli

Corso di Sistemi di Elaborazione delle Informazioni I Anno 2005/2006. Esercizi entità relazione risolti. a cura di Angela Campagnaro 802749

Corso di Sistemi di Elaborazione delle Informazioni I Anno 2005/2006. Esercizi entità relazione risolti. a cura di Angela Campagnaro 802749 Corso di Sistemi di Elaborazione delle Informazioni I Anno 2005/2006 Esercizi entità relazione risolti a cura di Angela Campagnaro 802749 Indice: Esercizio 1: Un insieme di officine 1.1 Testo esercizio.3

Dettagli

Traccia di soluzione dell esercizio del 25/1/2005

Traccia di soluzione dell esercizio del 25/1/2005 Traccia di soluzione dell esercizio del 25/1/2005 1 Casi d uso I casi d uso sono in Figura 1. Ci sono solo due attori: il Capo officina e il generico Meccanico. Figura 1: Diagramma dei casi d uso. 2 Modello

Dettagli

Progettazione del Software

Progettazione del Software L4.4 Progettazione del Software Emiliano Casalicchio Dipartimento di Informatica e Sistemistica SAPIENZA Università di Roma Sede di Rieti http://www.ce.uniroma2.it/courses/psw Seconda Parte La fase di

Dettagli

Esercitazione 5 Progettazione Concettuale e logica

Esercitazione 5 Progettazione Concettuale e logica Esercitazione 5 Progettazione Concettuale e logica Basi di dati - prof. Silvio Salza - a.a. 2014-2015 E5-1 Officine: specifica Descrivere lo schema concettuale corrispondente ad una applicazione riguardante

Dettagli

a.a. 2012/13 12 Novembre 2012 Preparazione al Test in itinere, Compito A 1. Modellare tramite uno schema entità- relazione la seguente base di dati:

a.a. 2012/13 12 Novembre 2012 Preparazione al Test in itinere, Compito A 1. Modellare tramite uno schema entità- relazione la seguente base di dati: Gestione dei dati e della conoscenza, a.a. 2012/13 12 Novembre 2012 Preparazione al Test in itinere, Compito A 1. Modellare tramite uno schema entità- relazione la seguente base di dati: Si vuole modellare

Dettagli

29/10/2012 Via Palermo, n.21/c. Riga Articolo Descrizione Importo 1 0000005308 MANUT. E RIPARAZIONE AUTOMEZZI MOTOMEZZI

29/10/2012 Via Palermo, n.21/c. Riga Articolo Descrizione Importo 1 0000005308 MANUT. E RIPARAZIONE AUTOMEZZI MOTOMEZZI Provincia di Perugia P.zza Italia, 11 MECCANICA F.LLI TIBERI SNC TODI Data ordine 29/10/2012 Indirizzo spedizione 29/10/2012 Via Palermo, n.21/c Impegno: 2012/IM1271 2012/IM844 Capitolo: U20400 Totale

Dettagli

Composizione. Tipo. Pubblicità. Numero ripetizioni. (1,N) (1,1) Composizione. Tipo. Messaggio promozionale. Codice. Azienda. Prodotto.

Composizione. Tipo. Pubblicità. Numero ripetizioni. (1,N) (1,1) Composizione. Tipo. Messaggio promozionale. Codice. Azienda. Prodotto. Diagramma ER Giorno Ora fine Composizione Palinsesto Informazione Fiction Spettacolo Giornalista Restrizione Messaggio promozionale spazio Interruzione allocazione Azienda Posizione Pubblicità Prodotto

Dettagli

CORSO I.F.T.S. "TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE E LA GESTIONE DI DATABASE. Matricola 2014LA0033 DISPENSE DIDATTICHE MODULO DI PROGETTAZIONE SOFTWARE

CORSO I.F.T.S. TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE E LA GESTIONE DI DATABASE. Matricola 2014LA0033 DISPENSE DIDATTICHE MODULO DI PROGETTAZIONE SOFTWARE CORSO I.F.T.S. "TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE E LA GESTIONE DI DATABASE Matricola 2014LA0033 DISPENSE DIDATTICHE MODULO DI PROGETTAZIONE SOFTWARE Dott. Imad Zaza Lezione del 16/07/2014 Page 1 Ristorante

Dettagli

Progetto PI.20050704, passo A.2 versione del 6 febbraio 2007

Progetto PI.20050704, passo A.2 versione del 6 febbraio 2007 Università degli Studi di Roma La Sapienza Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale Corso di Progettazione del Software Proff. Toni Mancini e Monica Scannapieco Progetto PI.20050704,

Dettagli

Progettazione del Software A.A.2008/09

Progettazione del Software A.A.2008/09 Laurea in Ing. Informatica ed Ing. dell Informazione Sede di latina Progettazione del Software A.A.2008/09 Domenico Lembo* Dipartimento di Informatica e Sistemistica A. Ruberti SAPIENZA Università di Roma

Dettagli

Progettazione del Software, Laurea in Ingegneria Gestionale Progettazione del Software Laurea in Ing. Gestionale

Progettazione del Software, Laurea in Ingegneria Gestionale Progettazione del Software Laurea in Ing. Gestionale Progettazione del Software Laurea in Ing. Gestionale Prof. Toni Mancini & Prof. Monica Scannapieco Dipartimento di Informatica e Sistemistica Università di Roma La Sapienza Esercitazione E.A.1 Primi esercizi

Dettagli

Termine Descrizione Sinonimo Collegamenti Lettore Una persona che prende in Utente

Termine Descrizione Sinonimo Collegamenti Lettore Una persona che prende in Utente Capitolo 7 Esercizio 7.1 Si desidera automatizzare il sistema di prestiti di una biblioteca. Le specifiche del sistema, acquisite attraverso un intervista con il bibliotecario, sono quelle riportate in

Dettagli

Fase di Analisi Class Diagram. Esercizi

Fase di Analisi Class Diagram. Esercizi Fase di Analisi Class Diagram Esercizi Nota Iniziale Esercizi 1 e 2 : possono essere svolti dopo l introduzione del concetto di attributo nelle associazioni nei class diagram Esercizi 3, 4, 5 e 6: possono

Dettagli

Database. Appunti di Amaranto Oronzo e Giancane Diego Lezione dell Ing. Lucia Vaira 24/04/2014

Database. Appunti di Amaranto Oronzo e Giancane Diego Lezione dell Ing. Lucia Vaira 24/04/2014 Database Appunti di Amaranto Oronzo e Giancane Diego Lezione dell Ing. Lucia Vaira 24/04/2014 Cos'è un database? È una struttura di dati composta da tabelle a loro volta composte da campi. Caratteristiche

Dettagli

Sistemi ICT per il Business Networking

Sistemi ICT per il Business Networking Corso di Laurea Specialistica Ingegneria Gestionale Sistemi ICT per il Business Networking Unified Modelling Language (UML) Class Diagram Docente: Massimo Cossentino Slide adattate dagli originali di:

Dettagli

Fasi del ciclo di vita del software (riassunto) Progetto: generalità. Progetto e realizzazione (riassunto)

Fasi del ciclo di vita del software (riassunto) Progetto: generalità. Progetto e realizzazione (riassunto) Università degli Studi di Roma La Sapienza Facoltà di Ingegneria Sede di Latina Laurea in Ingegneria dell Informazione Fasi del ciclo di vita del software (riassunto) Corso di PROGETTAZIONE DEL SOFTWARE

Dettagli

Premessa: L applicativo web WEBMECC della Servizi Auto on Line, è un portale dedicato esclusivamente per l invio dei preventivi di manutenzione

Premessa: L applicativo web WEBMECC della Servizi Auto on Line, è un portale dedicato esclusivamente per l invio dei preventivi di manutenzione WebMecc Premessa: L applicativo web WEBMECC della Servizi Auto on Line, è un portale dedicato esclusivamente per l invio dei preventivi di manutenzione ordinaria e straordinaria di meccanica e piccola

Dettagli

Ingegneria del Software: UML Class Diagram

Ingegneria del Software: UML Class Diagram Ingegneria del Software: UML Class Diagram Due on Mercoledì, Aprile 1, 2015 Claudio Menghi, Alessandro Rizzi 1 Contents Ingegneria del Software (Claudio Menghi, Alessandro Rizzi ): UML Class Diagram 1

Dettagli

Obiettivi dell esercitazione. Requisiti (cont.) Requisiti. Università di Roma La Sapienza A.A. 2008-2009. Facoltà di Ingegneria Sede di Latina

Obiettivi dell esercitazione. Requisiti (cont.) Requisiti. Università di Roma La Sapienza A.A. 2008-2009. Facoltà di Ingegneria Sede di Latina Università di Roma La Sapienza A.A. 2008-2009 Facoltà di Ingegneria Sede di Latina Laurea in Ingegneria Informatica ed Ingegneria dell Informazione Corso di PROGETTAZIONE DEL SOFTWARE Esercitazione sulla

Dettagli

Gestione pratiche ALD AUTOMOTIVE. Aprire Wincar 10.0,

Gestione pratiche ALD AUTOMOTIVE. Aprire Wincar 10.0, Gestione pratiche ALD AUTOMOTIVE Aprire Wincar 10.0, CONFIGURAZIONE PER IMPORTAZIONE DENUNCE (SOLO PRIMO UTILIZZO) Per poter attivare le nuove funzionalità richieste da ALD, la prima volta sarà necessario

Dettagli

La progettazione concettuale: il modello ER. 17/12/2007 Unità di Apprendimento A2 1

La progettazione concettuale: il modello ER. 17/12/2007 Unità di Apprendimento A2 1 La progettazione concettuale: il modello ER 17/12/2007 Unità di Apprendimento A2 1 1 La progettazione concettuale Prima di procedere con la progettazione concettuale è necessario effettuare un analisi

Dettagli

Corso di Basi di Dati A.A. 2013/2014

Corso di Basi di Dati A.A. 2013/2014 Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale Sapienza - Università di Roma Corso di Basi di Dati A.A. 2013/2014 8 - Progettazione Concettuale Tiziana Catarci, Andrea Marrella Ultimo aggiornamento : 27/04/2014

Dettagli

Polizza Auto SestoSenso KM

Polizza Auto SestoSenso KM Polizza Auto SestoSenso KM Dedicata a chi fa pochi chilometri e vuole risparmiare Paghi solo in base ai chilometri percorsi Assistenza satellitare inclusa SestoSenso KM Convenienza e protezione viaggiano

Dettagli

A.S. 2010/2011 M070 - ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

A.S. 2010/2011 M070 - ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE A.S. 200/20 M070 - ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECICO IDUSTRIALE CORSO DI ORDIAMETO Indirizzo: IFORMATICA (Simulazione del) Tema di: IFORMATICA GEERALE E APPLICAZIOI TECICO- SCIETIFICHE Realtà di interesse:

Dettagli

REGIONE BASILICATA. utilizzati per fini istituzionali, dei quali risultino proprietari dagli archivi del P.R.A. le

REGIONE BASILICATA. utilizzati per fini istituzionali, dei quali risultino proprietari dagli archivi del P.R.A. le REGIONE BASILICATA DIRETTIVA PER LA CONCESSIONE DELL ESENZIONE DALL OBBLIGO DI PAGAMENTO DELLA TASSA AUTOMOBILISTICA REGIONALE PER I VEICOLI DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO E LE ORGANIZZAZIONI NON

Dettagli

Esercitazione su UML Ingegneria del Software - San Pietro

Esercitazione su UML Ingegneria del Software - San Pietro Esercitazione su UML Ingegneria del Software - San Pietro Veicolo Un Veicolo è composto da un Motore Veicolo: ha una targa e numero di telaio Motore: ha una cilindrata definita su n pistoni Un Pullman

Dettagli

OLANDESI. Le targhe temporanee rilasciate dai Paesi Bassi hanno una validità di 14 giorni.

OLANDESI. Le targhe temporanee rilasciate dai Paesi Bassi hanno una validità di 14 giorni. NL LE TARGHE TEMPORANEE OLANDESI NL PREMESSA Le cosiddette targhe temporanee, dette anche targhe doganali, vengono rilasciate alle persone non residenti, per un tempo strettamente limitato, allo scopo

Dettagli

Database 3 affitto veicoli. Testo del quesito

Database 3 affitto veicoli. Testo del quesito Database 3 affitto veicoli Testo del quesito La società salento trasporti dispone di diversi tipi di veicoli (moto, auto, furgoni, camion, ) che affitta ai propri clienti. La società vuole informatizzare

Dettagli

Linguaggi di Programmazione I Lezione 6

Linguaggi di Programmazione I Lezione 6 Linguaggi di Programmazione I Lezione 6 Prof. Marcello Sette mailto://marcello.sette@gmail.com http://sette.dnsalias.org 8 aprile 2008 Analisi di oggetti e classi 3 Introduzione............................................................

Dettagli

Realizzazione di una classe con un associazione

Realizzazione di una classe con un associazione Realizzazione di una classe con un associazione Nel realizzare una classe che è coinvolta in un associazione, ci dobbiamo chiedere se la classe ha responsabilità sull associazione. Diciamo che una classe

Dettagli

Progetto ingegneria del software: la torre di Hanoi

Progetto ingegneria del software: la torre di Hanoi Progetto ingegneria del software: la torre di Hanoi Docente: Rosario Culmone Studente: Edmondo Barocci Matr. 078426 1 Indice 1. Analisi 3 1.1 Analisi del testo 3 1.2 Vocabolario dei termini 4 1.3 Use case

Dettagli

CITROEN RIMBORSI Campagna Freni e Campagna Pneumatici

CITROEN RIMBORSI Campagna Freni e Campagna Pneumatici CITROEN RIMBORSI Campagna Freni e Campagna Pneumatici Guida Utenti Come funziona il sito CITROËN RIMBORSI? Cosa? Il sito CITROËN RIMBORSI ti consente di registrare gli interventi effettuati in campagna

Dettagli

Progettazione ad oggetti

Progettazione ad oggetti Progettazione ad oggetti Gli elementi reali vengono modellati tramite degli oggetti Le reazioni esistenti nel modello reale vengono trasformate in relazioni tra gli oggetti Cos'è un oggetto? Entità dotata

Dettagli

GOLDWEB- REQUISTI Utente - ISBS-RQU-GW-01

GOLDWEB- REQUISTI Utente - ISBS-RQU-GW-01 GOLDWEB- REQUISTI Utente - ISBS-RQU-GW-01 3 Requisti UTENTE 3.1 Situazione attuale Il Laboratorio Orafo Emilio s.r.l. opera come fornitore di servizi per le gioiellerie al dettaglio, eseguendo per loro

Dettagli

Esercitazione di Basi di Dati

Esercitazione di Basi di Dati Esercitazione di Basi di Dati Corso di Fondamenti di Informatica 15/22 Aprile 2004 Progettazione di un Database (DB) Marco Pennacchiotti pennacchiotti@info.uniroma2.it Tel. 0672597334 Ing.dell Informazione,

Dettagli

Il seguente esempio ha lo scopo di illustrare i 3 tipi di relazione 1:1,1:N,N:N. Tabella Conto: Tabella Conto:

Il seguente esempio ha lo scopo di illustrare i 3 tipi di relazione 1:1,1:N,N:N. Tabella Conto: Tabella Conto: Il seguente esempio ha lo scopo di illustrare i 3 tipi di relazione 1:1,1:N,N:N. Tabella Conto: Tabella Conto: Tabella Cliente: Tabella NumTel: Tabella Dati_Cliente: L'esempio è per ragioni di chiarezza

Dettagli

Organizzazione degli archivi

Organizzazione degli archivi COSA E UN DATA-BASE (DB)? è l insieme di dati relativo ad un sistema informativo COSA CARATTERIZZA UN DB? la struttura dei dati le relazioni fra i dati I REQUISITI DI UN DB SONO: la ridondanza minima i

Dettagli

Esempio ordini 08UMLEX1.1

Esempio ordini 08UMLEX1.1 Esempio ordini 08UMLEX1.1 Sommario Specifiche del sistema di gestione ordini Specifiche Use Case Use Case Specifiche del diagramma delle classi Diagramma delle classi Specifiche per lo scenario della richiesta

Dettagli

Progettazione del Software

Progettazione del Software Progettazione del Software Analisi: Introduzione ad UML & UML Class Diagrams Domenico Lembo Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti SAPIENZA Università di Roma Corso di Laurea in Ingegneria

Dettagli

Invio SMS via e-mail MANUALE D USO

Invio SMS via e-mail MANUALE D USO Invio SMS via e-mail MANUALE D USO FREDA Annibale 03/2006 1 Introduzione Ho deciso di implementare la possibilità di poter inviare messaggi SMS direttamente dal programma gestionale di Officina proprio

Dettagli

Business Process Modeling and Notation e WebML

Business Process Modeling and Notation e WebML Business Process Modeling and Notation e WebML 24 Introduzione I Web Service e BPMN sono standard de facto per l interoperabilità in rete a servizio delle imprese moderne I Web Service sono utilizzati

Dettagli

Progettazione di un DB....in breve

Progettazione di un DB....in breve Progettazione di un DB...in breve Cosa significa progettare un DB Definirne struttura,caratteristiche e contenuto. Per farlo è opportuno seguire delle metodologie che permettono di ottenere prodotti di

Dettagli

Network Licensing Read Me

Network Licensing Read Me Network Licensing Read Me Trimble Navigation Limited Engineering and Construction Division 935 Stewart Drive Sunnyvale, California 94085 U.S.A. Telefono: +1-408-481-8000 +1-800-874-6253 (numero verde per

Dettagli

Modello per l attivazione della trasmissione telematica dei soggetti deceduti al sistema informativo del casellario (SIC)

Modello per l attivazione della trasmissione telematica dei soggetti deceduti al sistema informativo del casellario (SIC) Allegato1 DECRETO19marzo2014delMinisterodellaGiustizia(Art.3) Modello per l attivazione della trasmissione telematica dei soggetti deceduti al sistema informativo del casellario (SIC) A.DATICOMUNE SEDE:

Dettagli

UML: Class Diagram. Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it

UML: Class Diagram. Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it UML: Class Diagram Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania Class Diagram Forniscono una vista strutturale

Dettagli

Progetto PC.20070711 versione del 11 luglio 2007

Progetto PC.20070711 versione del 11 luglio 2007 Università degli Studi di Roma La Sapienza Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale Corso di Progettazione del Software Proff. Toni Mancini e Monica Scannapieco Progetto PC.20070711

Dettagli

Contratto di vendita di un veicolo usato Per l acquirente

Contratto di vendita di un veicolo usato Per l acquirente Contratto di vendita di un veicolo usato Per l acquirente Proprietario del veicolo Modello Targa del veicolo Numero libretto di circolazione Numero certificato di proprietà prossima revisione (mese/anno)

Dettagli

LA MODULISTICA NELLE VARIE FASI DI LAVORO DALL ACCETTAZIONE ALLA RICONSEGNA DEL VEICOLO: IL CASO DI BIANCO MOTO NICOLA PITTAVINO ENAIP CUNEO

LA MODULISTICA NELLE VARIE FASI DI LAVORO DALL ACCETTAZIONE ALLA RICONSEGNA DEL VEICOLO: IL CASO DI BIANCO MOTO NICOLA PITTAVINO ENAIP CUNEO LA MODULISTICA NELLE VARIE FASI DI LAVORO DALL ACCETTAZIONE ALLA RICONSEGNA DEL VEICOLO: IL CASO DI BIANCO MOTO NICOLA PITTAVINO ENAIP CUNEO Corso Tecnico riparatore veicoli a motore L azienda Bianco Moto

Dettagli

GUIDA DEL SERVIZIO SUPPORT PER UTENTI INTERNI a cura dello staff della Rete Civica

GUIDA DEL SERVIZIO SUPPORT PER UTENTI INTERNI a cura dello staff della Rete Civica 4 Controlla segnalazione Presentazione Si tratta di un software prodotto dallo staff Rete Civica che consente ai cittadini e servizi dell'ente di inviare segnalazioni, avanzare richieste e fare domande

Dettagli

Testo Esercizio. Un modello è ragionevole quando contiene queste tre caratteristiche.

Testo Esercizio. Un modello è ragionevole quando contiene queste tre caratteristiche. Testo Esercizio Un negozio di musica vende anche libri e riviste musicali. Si intende automatizzare l intero processo, dall approvvigionamento alla vendita. Si analizzino i requisiti e se ne rappresentino

Dettagli

GUIDA DI IMPLEMENTAZIONE TRANSAZIONE "AVVISO RICEVIMENTO"

GUIDA DI IMPLEMENTAZIONE TRANSAZIONE AVVISO RICEVIMENTO http://www.moda-ml.org GUIDA DI IMPLEMENTAZIONE TRANSAZIONE "AVVISO RICEVIMENTO" Versione: 2013-1 Data di rilascio: 18/11/2011 Codice documento: G025 Repository XML Schema: http://www.moda-ml.org/modaml/repository/schema/v2013-1/default.asp

Dettagli

Campagna Usura e Manutenzione, Spazzole e Parabrezza. Guida Utenti

Campagna Usura e Manutenzione, Spazzole e Parabrezza. Guida Utenti Campagna Usura e Manutenzione, Spazzole e Parabrezza Guida Utenti Come funziona? Cosa? La campagna «Usura e Manutenzione, Spazzole e Parabrezza» ti consente di registrare gli interventi. Come? Ti basterà

Dettagli

Project work: Confronto tra metodi di lavoro all interno di due officine meccaniche

Project work: Confronto tra metodi di lavoro all interno di due officine meccaniche Project work: Confronto tra metodi di lavoro all interno di due officine meccaniche CORSO: Tecnico Riparatore Veicoli a motore En.A.I.P. CUNEO ALLIEVO: Bellini Matteo A.f. 2012/2013 INTRODUZIONE Mi chiamo

Dettagli

Officina Meccanica. Analisi, progetto e sviluppo

Officina Meccanica. Analisi, progetto e sviluppo Officina Meccanica Analisi, progetto e sviluppo Definizione del problema e specifica dei requisiti Un officina meccanica dispone di un magazzino in cui tiene parti di ricambio per automobili. Ogni parte

Dettagli

Data Base. Master "Bio Info" Reti e Basi di Dati Lezione 5

Data Base. Master Bio Info Reti e Basi di Dati Lezione 5 Data Base Master "Bio Info" Reti e Basi di Dati Lezione 5 Sommario I concetti fondamentali Database e DBMS Tipi di Database Database Relazionale Attributi, Tupla, Vincoli di integrità, Chiavi, Vincolo

Dettagli

Corso sul linguaggio SQL

Corso sul linguaggio SQL Corso sul linguaggio SQL Modulo L2B (SQL) 2.2 Comandi sulle tabelle 1 Prerequisiti Introduzione ai DB Tabelle, relazioni e attributi Chiave primaria Chiave esterna Vincoli di integrità 2 1 Introduzione

Dettagli

Servizio CLOUD - HowTo Bilanciatori di Carico (load balancers) Versione 1.0 del 2013-11-21

Servizio CLOUD - HowTo Bilanciatori di Carico (load balancers) Versione 1.0 del 2013-11-21 Servizio CLOUD - HowTo Bilanciatori di Carico (load balancers) Versione 1.0 del 2013-11-21 Indice: In questo documento vengono affrontati i seguenti temi: Cosa è un bilanciatore Costi del servizio Le regole

Dettagli

Basi di dati. Le funzionalità del sistema non vanno però ignorate

Basi di dati. Le funzionalità del sistema non vanno però ignorate Basi di dati La progettazione di una base di dati richiede di focalizzare lo sforzo su analisi, progettazione e implementazione della struttura con cui sono organizzati i dati (modelli di dati) Le funzionalità

Dettagli

SUDDIVISO IN DUE LOTTI PER IL SERVIZIO, DI MANUTENZIONE, RIPARAZIONE, CONTROLLO E Pagina 1/6

SUDDIVISO IN DUE LOTTI PER IL SERVIZIO, DI MANUTENZIONE, RIPARAZIONE, CONTROLLO E Pagina 1/6 DI MANUTENZIONE, RIPARAZIONE, CONTROLLO E Pagina 1/6 VEICOLARE A QUANTITA INDETERMINATA CONDIZIONI PARTICOLARI TECNICHE SUDDIVISO IN DUE LOTTI PER IL SERVIZIO DI MANUTENZIONE, RIPARAZIONE, CONTROLLO E

Dettagli

Architetture software e dei dati. Secci Stefano matr 756610 Magno Giuseppe matr 712568 Valenziano Simone matr 735660

Architetture software e dei dati. Secci Stefano matr 756610 Magno Giuseppe matr 712568 Valenziano Simone matr 735660 Architetture software e dei dati Secci Stefano matr 756610 Magno Giuseppe matr 712568 Valenziano Simone matr 735660 INTRODUZIONE Analisi del problema Abstract Definizione di un sistema di gestione delle

Dettagli

SAPIENZA Università di Roma, Facoltà di Ingegneria

SAPIENZA Università di Roma, Facoltà di Ingegneria SAPIENZA Università di Roma, Facoltà di Ingegneria Corso di PROGETTAZIONE DEL SOFTWARE Laurea in Ingegneria Informatica Prof. E.Casalicchio A.A. 2008/09 QUARTA PARTE: LA FASE DI REALIZZAZIONE La fase di

Dettagli

Basi di Dati. Conversione Modello ER in Modello Relazionale. K. Donno - Conversione Modello ER in Modello Relazionale

Basi di Dati. Conversione Modello ER in Modello Relazionale. K. Donno - Conversione Modello ER in Modello Relazionale Basi di Dati Conversione Modello ER in Modello Relazionale Il Modello Relazionale che rappresenta la realtà di interesse può essere ricavato direttamente dal Modello ER attraverso una sequenza di operazioni

Dettagli

Polizza Auto SestoSenso KM

Polizza Auto SestoSenso KM Polizza Auto SestoSenso KM Dedicata a chi fa pochi chilometri e vuole risparmiare Paghi solo in base ai chilometri percorsi Assistenza satellitare inclusa SestoSenso KM Convenienza e protezione viaggiano

Dettagli

Sistemi Informativi I Caso di studio con applicazione di UML

Sistemi Informativi I Caso di studio con applicazione di UML 9 CASO DI STUDIO CON APPLICAZIONE DI UML...2 9.1 IL CASO DI STUDIO...2 9.1.1 Il sistema attuale...2 9.2 IL PROBLEM STATEMENT...3 9.2.1 Formulazione del Problem statement per il caso proposto...3 9.3 USE

Dettagli

Progettazione del Software

Progettazione del Software Progettazione del Software Analisi: UML Use Cases & Documenti di Specifica Domenico Lembo Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti SAPIENZA Università di Roma Corso di Laurea in Ingegneria

Dettagli

BIOCASE: Funzionamento di base

BIOCASE: Funzionamento di base BIOCASE: Funzionamento di base Descrizione completa dell'installazione al link: http://ww3.bgbm.org/bps2/installation http://wiki.bgbm.org/bps/index.php/installation Lavorare con biocase Una volta completata

Dettagli

SQL. Storia e standard

SQL. Storia e standard SQL Lorenzo Sarti 2009 Basi di Dati 1 Storia e standard Lorenzo Sarti 2009 Basi di Dati 2 SQL-2 È ricco e complesso e nessun sistema commerciale lo implementa in maniera completa Sono definiti 3 livelli

Dettagli

Cancellazione da ML. Collegarsi al sito www.list.unipg.it ed effettuare il login con le stesse credenziali utilizzate per la posta istituzionale

Cancellazione da ML. Collegarsi al sito www.list.unipg.it ed effettuare il login con le stesse credenziali utilizzate per la posta istituzionale Cancellazione da ML Collegarsi al sito www.list.unipg.it ed effettuare il login con le stesse credenziali utilizzate per la posta istituzionale Una volta effettuato il login compare una schermata con l'elenco

Dettagli

Progettazione del Software

Progettazione del Software Progettazione del Software Simulazione di esame Domenico Fabio Savo Dipartimento di Ingegneria Informatica, Automatica e Gestionale Antonio Ruberti Sapienza Università di Roma Anno Accademico 2015/2016

Dettagli

COMUNE DI SAREGO Provincia di Vicenza

COMUNE DI SAREGO Provincia di Vicenza COMUNE DI SAREGO Provincia di Vicenza Mod. 2 - Privati EVENTO EMERGENZIALE IN DATA 21 /07/2012 MODULO PER PRIVATI SEGNALAZIONE DANNI RIPORTATI DA BENI IMMOBILI E MOBILI Termine di consegna dei moduli entro

Dettagli

Introduzione...3. Homepage...4. Servizi per le imprese...5. Registrazione...6. Informativa sul trattamento dati personali...7. Inserimento dati...

Introduzione...3. Homepage...4. Servizi per le imprese...5. Registrazione...6. Informativa sul trattamento dati personali...7. Inserimento dati... Versione 3.0 Indice Introduzione...3 Homepage...4 Servizi per le imprese...5 Registrazione...6 Informativa sul trattamento dati personali...7 Inserimento dati... 7 Inserimento password...8 Casi di omonimia...9

Dettagli

Fondamenti di Informatica T-1. Costruttori Ereditarietà

Fondamenti di Informatica T-1. Costruttori Ereditarietà Costruttori Ereditarietà 2 Costruttori Si occupano della creazione e dell'allocazione in memoria degli oggetti. public class Persona{ //Variabili di istanza private String nome; private String cognome;

Dettagli

Basi di Dati Prof. L. Tanca e F. A. Schreiber APPELLO DEL 12 FEBBRAIO 2015 PARTE 1

Basi di Dati Prof. L. Tanca e F. A. Schreiber APPELLO DEL 12 FEBBRAIO 2015 PARTE 1 Basi di Dati Prof. L. Tanca e F. A. Schreiber APPELLO DEL 12 FEBBRAIO 2015 PARTE 1 Si consideri il seguente schema di base di dati che vuole tenere traccia delle attività di un autofficina. MECCANICO (CodiceFiscale,

Dettagli

Unità B2.2. Diagrammi E-R

Unità B2.2. Diagrammi E-R Dare una breve descrizione dei termini introdotti: (A) CONOSCENZA TERMINOLOGICA Relazioni n-arie Relazioni ricorsive Cardinalità Relazioni uno a uno Relazioni uno a molti Relazioni molti a molti Attributi

Dettagli

Progettare una basi di dati vuole dire progettare la struttura dei dati e le applicazioni

Progettare una basi di dati vuole dire progettare la struttura dei dati e le applicazioni LA PROGETTAZIONE DI BASI DI DATI Progettare una basi di dati vuole dire progettare la struttura dei dati e le applicazioni La progettazione dei dati è l attività più importante Per progettare i dati al

Dettagli

Dipartimento per i Trasporti, la Navigazione e i Sistemi Informativi e Statistici Direzione Generale per la Motorizzazione Centro Elaborazione Dati

Dipartimento per i Trasporti, la Navigazione e i Sistemi Informativi e Statistici Direzione Generale per la Motorizzazione Centro Elaborazione Dati Dipartimento per i Trasporti, la Navigazione e i Sistemi Informativi e Statistici Direzione Generale per la Motorizzazione Centro Elaborazione Dati MANUALE UTENTE PRENOTA IMMATRICOLAZIONE M.O. IDENTIFICATIVO

Dettagli

ALLEGATI. alla. Proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio:

ALLEGATI. alla. Proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio: CMMISSINE EURPEA Bruxelles, 18.7.2014 CM(2014) 476 final ANNEXES 1 to 2 ALLEGATI alla Proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio: intesa ad agevolare lo scambio transfrontaliero di informazioni

Dettagli

Ottava Esercitazione. introduzione ai thread java mutua esclusione

Ottava Esercitazione. introduzione ai thread java mutua esclusione Ottava Esercitazione introduzione ai thread java mutua esclusione Agenda Esempio 1 Concorrenza in Java: creazione ed attivazione di thread concorrenti. Esercizio 2 da svolgere Concorrenza in Java: sincronizzazione

Dettagli

1) Descrivere dettagliatamente a quale problema di scheduling corrisponde il problema.

1) Descrivere dettagliatamente a quale problema di scheduling corrisponde il problema. Un veicolo viene utilizzato da una società di trasporti per trasportare beni a partire da un unico deposito verso prefissate località di destinazione. Si supponga che occorre trasportare singolarmente

Dettagli

CITTA DI FINALE LIGURE SETTORE SICUREZZA URBANA

CITTA DI FINALE LIGURE SETTORE SICUREZZA URBANA R E P U B B L I C A I T A L I A N A CITTA DI FINALE LIGURE SETTORE SICUREZZA URBANA Servizio di Polizia Municipale DISCIPLINARE per l accesso e la sosta all interno delle Zone a Traffico Limitato approvato

Dettagli

Servizio Motorizzazione Civile

Servizio Motorizzazione Civile Servizio Motorizzazione Civile FUNZIONI DEL SERVIZIO (attività transitate alla Regione Friuli Venezia Giulia con D.Lgs. 111/04 ed alla Provincia di Pordenone con L.R. 23/07 dal 1 gennaio 2008): Gestione

Dettagli

LINEE GUIDA ICBI 2012

LINEE GUIDA ICBI 2012 Allegato al Regolamento per la costituzione ed il funzionamento dell Ufficio operativo della Convenzione di Comuni Iniziativa Carburanti a Basso Impatto REQUISITI E MODALITA OPERATIVE PER L EROGAZIONE

Dettagli

Passo 2: avviare Access e creare una tabella per ogni tipo di entità Costruire la tabella per l entità cliente.

Passo 2: avviare Access e creare una tabella per ogni tipo di entità Costruire la tabella per l entità cliente. Realizzare un database con Access Di Antonio Bernardo e Mario Bochicchio Esercizio Una catena di supermercati vuole tener traccia dei prodotti acquistati dai clienti. Di ogni cliente si vuole conoscere

Dettagli

Compute engine generici in RMI

Compute engine generici in RMI Compute engine generici in RMI Esempio: Calcolo del prodotto scalare Un unico server offre il servizio di calcolo del prodotto scalare tra vettori di interi Un client richiede al server il calcolo del

Dettagli

Spettabile COMUNE DI SANLURI VIA CARLO FELICE 09025 SANLURI (VS)

Spettabile COMUNE DI SANLURI VIA CARLO FELICE 09025 SANLURI (VS) Spettabile COMUNE DI SANLURI Gentile COMUNE DI SANLURI, benvenuto! Lei è entrato nel mondo PuntoPro. Il nostro lavoro è rivolto alla Sua totale soddisfazione e per questo vorremmo farle conoscere la Professionalità

Dettagli

Oggetto: Apertura Campagna Incentivi liberiamo l Aria 2009 - Comune di Ravenna.

Oggetto: Apertura Campagna Incentivi liberiamo l Aria 2009 - Comune di Ravenna. Oggetto: Apertura Campagna Incentivi liberiamo l Aria 2009 - Comune di Ravenna. Gentili imprenditori, con la presente siamo a comunicarvi che, a partire dal 19 maggio 2009, si sono riaperti gli incentivi

Dettagli

Progettazione orientata agli oggetti Introduzione a UML

Progettazione orientata agli oggetti Introduzione a UML Progettazione orientata agli oggetti Introduzione a UML Claudia Raibulet raibulet@disco.unimib.it Il processo di sviluppo software Rappresenta un insieme di attività per la specifica, progettazione, implementazione,

Dettagli

EVENTO EMERGENZIALE IN DATA 02 03/11/2010 MODULO PER PRIVATI RICHIESTA DI CONTRIBUTO A SEGUITO DEI DANNI RIPORTATI DA BENI IMMOBILI E MOBILI

EVENTO EMERGENZIALE IN DATA 02 03/11/2010 MODULO PER PRIVATI RICHIESTA DI CONTRIBUTO A SEGUITO DEI DANNI RIPORTATI DA BENI IMMOBILI E MOBILI MODULO PER PRIVATI RICHIESTA DI CONTRIBUTO A SEGUITO DEI DANNI RIPORTATI DA BENI IMMOBILI E MOBILI Il termine di scadenza per la presentazione della richiesta sarà determinato in modo esatto nel momento

Dettagli

La fase di realizzazione. La fase di realizzazione (cont.) Traduzione in Java del diagramma degli use case

La fase di realizzazione. La fase di realizzazione (cont.) Traduzione in Java del diagramma degli use case Università degli Studi di Roma La Sapienza Corso di Laurea in Ingegneria dell Informazione Sede di Latina Corso di Laurea in Ingegneria dell Informazione Consorzio Nettuno La fase di realizzazione si occupa

Dettagli

I Sistemi Informativi

I Sistemi Informativi I Sistemi Informativi Definizione Un Sistema Informativo è un mezzo per acquisire, organizzare, correlare, elaborare e distribuire le informazioni che riguardano una realtà che si desidera descrivere e

Dettagli

Data di ri-pubblicazione bando: 25/01/2008

Data di ri-pubblicazione bando: 25/01/2008 Data di ri-pubblicazione bando: 25/01/2008 BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ACQUISTO DI AUTOVEICOLI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE E PER LA CONVERSIONE DEI SISTEMI DI ALIMENTAZIONE. 1 Oggetto e

Dettagli

Manuale Utente Procedura. SosT@R. Sospensioni Tasse Automobilistiche Regionali. Rivenditore. Pagina 1 di 18

Manuale Utente Procedura. SosT@R. Sospensioni Tasse Automobilistiche Regionali. Rivenditore. Pagina 1 di 18 Manuale Utente Procedura SosT@R Sospensioni Tasse Automobilistiche Regionali Rivenditore Pagina 1 di 18 Sommario 1 Accesso all'applicazione... 3 2 Tasti funzione ed icone... 5 3 Funzioni abilitate... 6

Dettagli

Programmazione a Oggetti e JAVA. Prof. B.Buttarazzi A.A. 2012/2013

Programmazione a Oggetti e JAVA. Prof. B.Buttarazzi A.A. 2012/2013 Programmazione a Oggetti e JAVA Prof. B.Buttarazzi A.A. 2012/2013 Relazioni tra classi Ereditarietà Generalizzazione Specializzazione Aggregazione Composizione Dipendenza Associazione Sommario Relazioni

Dettagli

Sistemi Automazione (specialistica) Si consideri un convoglio composto da vagoni di massa m connessi da molle con constante elastica K.

Sistemi Automazione (specialistica) Si consideri un convoglio composto da vagoni di massa m connessi da molle con constante elastica K. Sistemi Automazione (specialistica) Si consideri un convoglio composto da vagoni di massa m connessi da molle con constante elastica K. Il candidato descriva il modello matematico del sistema, le metodologie

Dettagli

PROGETTAZIONE CONCETTUALE

PROGETTAZIONE CONCETTUALE Fasi della progettazione di basi di dati PROGETTAZIONE CONCETTUALE Parte V Progettazione concettuale Input: specifiche utente Output: schema concettuale (astrazione della realtà) PROGETTAZIONE LOGICA Input:

Dettagli

Dichiarazione sulle modalita del sinistro con veicolo

Dichiarazione sulle modalita del sinistro con veicolo Dichiarazione sulle modalita del sinistro con veicolo Alla Provincia di Lucca Cortile Carrara 55100 Lucca FAX 0583.417326 Il sottoscritto denunciante cognome nome nato a provincia il / / residente a :

Dettagli

Informatica (Basi di Dati)

Informatica (Basi di Dati) Corso di Laurea in Biotecnologie Informatica (Basi di Dati) Modello Entità-Relazione Anno Accademico 2009/2010 Da: Atzeni, Ceri, Paraboschi, Torlone - Basi di Dati Lucidi del Corso di Basi di Dati 1, Prof.

Dettagli

Comune di Montegranaro EVENTI ALLUVIONALI DEL 02.03.2011 PRIMA SEGNALAZIONE E QUANTIFICAZIONE DEI DANNI RIPORTATI A BENI IMMOBILI E MOBILI

Comune di Montegranaro EVENTI ALLUVIONALI DEL 02.03.2011 PRIMA SEGNALAZIONE E QUANTIFICAZIONE DEI DANNI RIPORTATI A BENI IMMOBILI E MOBILI Comune di Montegranaro Provincia di Fermo C.A.P. 63812 ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI E MANUTENZIONI Tel. 0734/897947 C.F. 00132100439 mail: urbanistica@pec.comune.montegranaro.fm.it Fax 0734/893504 EVENTI

Dettagli

Operazioni Tecniche fuori sede

Operazioni Tecniche fuori sede Manuale per Agenzie ed Imprese Versione 2.0 INDICE Definizioni... 3 Introduzione... 3 Operazioni Tecniche fuori sede... 4 Processo Operazioni Tecniche fuori sede... 5 Gestione Operazioni Tecniche fuori

Dettagli