N 9. RESPONSABLE DE PUBLICATION Joël Lust

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "N 9. RESPONSABLE DE PUBLICATION Joël Lust"

Transcript

1 ATALA DIRECTRICES Zoe Savignano et Chiara Petrone R RESPONSABLE DE PUBLICATION Joël Lust DIRECTRICE ARTISTIQUE Ginevra Antipasqua L'ATTENTE ecentemente, le Terminales S hanno passato diciotto ore in treno nell arco di due giorni, prima in direzione Milazzo (Sicilia), e poi indietro in direzione Roma Termini. Tutto il lungo viaggio era stato architettato con lo scopo di passare due giorni alle isole Eolie, dove avremmo lavorato sui loro vulcani per approfondire il nostro programma di geologia. Colpo di scena ; il giovedì della partenza le scuole chiudono per un allerta meteo (oltretutto inesistente a Roma), e, giunti a Milazzo, ci rendiamo conto che i traghetti non partono a causa della tempesta che sta imperversando sul Mediterraneo. Passiamo una notte in un albergo del posto, nella speranza che la mattina dopo l aliscafo sarebbe partito. Sveglia all alba senza frutti, dato che nemmeno venerdì è possibile navigare fino a Lipari. In fretta e furia, i professori sono miracolosamente riusciti a trovare un treno di ritorno, e a mezzogiorno eccoci tutti di nuovo seduti, mentre risaliamo lo stivale. Sarebbe lecito aspettarsi un cattivo umore generale, un levarsi di tutta quest attesa per niente! e di Viaggio interminabile e inutile! ma invece, a parte qualche giustificato segno di stanchezza, non appariamo né scontrosi né di Giulia Tudisco delusi. Forse ce lo aspettavamo un po tutti che non saremo mai arrivati a Lipari, e forse ci è andata bene così. Non vorrei ora Une chateaubriannaise de naissance nous livre ses questions existentielles sur cadere nel cliché del tipo pubblicità della Volkswagen ma la frase les mystères de notre école non è la destinazione che conta ma il viaggio si addice isto che sono a Chato da prima che imparassi a camminare e ho visto più perfettamente al nostro caso e alle lunghe ore trascorse negli spesso i miei professori che i miei familiari, mi sento in dovere di fare una scompartimenti dell Intercity a giocare in modo compulsivo a classifica spiegando le dieci cose che non capivo, che non capisco e che forse Briscola, Scopone e a l immancabile Loup Garou. In fondo, se ci non capirò mai di questa scuola. Non voglio istigare gli studenti a organizzare una pensiamo, siamo sempre in attesa di qualcosa. Può essere, come rivoluzione contro le stranezze chateaubriannaisi, la mia è soltanto sana ironia. suite p.2 nel nostro caso, l arrivo a Lipari, oppure le vacanze imminenti, una festa, un compleanno, Natale, l Estate, l università, il lavoro, l amore, il week end, la pensione, ma si tratta sempre di un evento che poniamo in un calendario (immaginario e reale) e che di Mélusine Lebret aspettiamo. E cos è il tempo che ci separa da quella data? Semplicemente un attesa. Nous oublions trop souvent que tous Monsieur Almanza, interviewé d après le questionnaire de Proust, se révèle à Atala ces jours considérés comme inutiles, monotones, qui ne passent jamais, ne sont rien d autre que notre vie qui s écoule. La grande onsieur Almanza, professeur d'histoire, majorité d entre nous tend à vivre dans le futur, et à s imaginer le géographie et histoire des arts au Lycée Chateaubriand de Rome est resté jusqu'à temps comme une frise chronologique d Histoire où les dates aujourd'hui un personnage mystérieux pour tous. importantes sont marquées en gras et séparées par des espaces blancs. Ce qu il faut se rappeler, c est que ces «trous» ne sont un Nous allons déceler son caractère à l aide d'un portrait chinois, un type de questionnaire ressemblant vide qu apparent, puisqu ils cachent une infinité d expériences, de très près au questionnaire de Proust, permettant de de fous rires, d accidents, de décisions importantes et de découvrir certains aspects de la personnalité d'un souvenirs. J ai appris à jouer à Briscola, ce qui se révélera individu. Les questions sont posées afin de placer la sûrement très utile (sérieusement), j ai au moins cinquante personne dans un contexte non plus académique mais nouveaux albums dans mon ipod, je connais les noms des stations imaginatif dans lequel il faut s'identifier à des de train de Termini à Milazzo, j ai traversé le canal de Sicile sur personnes, objets ou concepts universels définissant un bateau, je sais que le vent est parfois tellement fort que si on se sa propre manière d'être ou de penser. laisse tomber il nous soutient pour un moment, et, vraiment, j ai Et si en fin de compte vous ne connaissiez pas si bien rigolé jusqu à ce que mes joues me fassent mal. L attesa è valsa il que ça votre professeur d'histoire? Et si en fin de viaggio. compte vous vous étiez imaginé une toute autre Zoe Savignano et Chiara Petrone personne au fond? Lisez et découvrez! 10 COSE CHE NON HO MAI CAPITO DI CHATO V INTERVIEW À ALMANZA M C MES VACANCES BÉNÉVOLES di Maria Sforza et été j'ai passé un mois au Pérou. C'était la deuxième fois que j'y allais. Je suis partie le 21 juin et rentrée le 13 juillet. Cette année on était bien nombreux: nous étions un groupe de environ 60 jeunes et 6 consacrés, qui étaient les organisateurs du voyage. La première semaine on a construit un camp de football et un parc pour les enfant d'une école de Arequipa, une ville très pauvre à l'ouest du pays. On s'est amusés, on a commencé à nous connaître en collaborant tous en groupe, en faisant des chaînes de travail, en occupant chacun un rôle suite p.3 L IL CASO CUCCHI di Tommaso Mattiolo suite p.2 Un violento esempio dei limiti del nostro sistema giudiziario a sera del 15 ottobre 2009 il trentunenne Stefano Cucchi viene fermato dai carabinieri in possesso di 21 grammi di hashish e tre dosi di cocaina. All 1:30 del 16 ottobre, i militari gli perquisiscono casa (non trovando nulla) e lo pongono in custodia cautelare. E qui notiamo la prima stranezza ; la carcerazione preventiva è legittima in tre casi : se sussiste pericolo di fuga, pericolo di inquinamento delle prove o pericolo di ricommettere reati della stessa categoria. Secondo il verbale di arresto dei carabinieri, Cucchi era nato in Albania il , in Italia senza fissa dimora (invece Cucchi è nato a Roma nel 78), dichiarazione resa addirittura dopo la perquisizione della sua abitazione. suite p.4 1

2 AFFAIRES INTERNES INTERVIEW À ALMANZA Notre professeur d'histoire répond à un questionnaire à la façon de Proust -Monsieur, et si vous étiez une ville? -Mélusine, je serais Carthage, bien certainement. -Et si vous étiez une œuvre d'art? -Je serais le Septième Sceau d'ingmar Bergman, inévitablement. -Et si vous étiez un objet? -Je serais un instrument à corde, indubitablement. -Et si vous étiez une note? -Je serais soit 11, soit 13, soit 15, soit 17, soit 19, assurément. -Et si vous étiez une discipline scolaire? -Je serais l'histoire, évidemment. -Évidemment. Si pour vous, certaines des réponses aux questions étaient évidentes, les raisons ne le sont peut-être pas... La raison pour laquelle Carthage a été choisie est très simple. Cette ville est une cité antique disparue. Tout ce qui se rapporte à ce thème est un sujet, selon notre cher professeur, passionnant et ensorcelant. Les ruines sont des restes de bâtiments, usés par le sable, le vent et le temps, qui ne font qu'émerveiller. Le motif pour lequel monsieur Almanza a choisi d'être un instrument à corde est pour le son qui en provient. De tous les objets existants, inexistants, non-inventés, ou imaginaires, notre professeur d'histoire choisit d'être n'importe quel instrument à corde depuis leur invention. Il a choisi d'être un violon, un banjo, un clavecin, une épinette, un virginal, un muselaar, un clavicytherium, un luth, une mandoline, un théorbe, une lyre, une sitar, une basse, un piano, un tympanon, un clavicorde, un santour, une guitare, une harpe... et bien d'autres. On peut supposer ici un passé de chanteur, ou de musicien ou même peut-être juste de passionné de musique et par conséquent de la beauté des sons émanés par les instruments à corde. Mystère... L'explication du fait que monsieur Almanza ait choisi les cinq notes: 11,13,15,17 et 19 est assez particulière. Ce professeur affirme aimer les chiffres impairs et confirme cependant vouloir rester au-dessus de la moyenne! Ne vous attendez pas à avoir un 20 avec lui. Réjouissez-vous plutôt d'avoir pris un chiffre impair audessus de la moyenne, vous pourrez être sûr que votre professeur aura pris plaisir à vous mettre cette note. Comme expliqué précédemment, Monsieur Almanza aime les nombres impairs, tel que le chiffre 7 par exemple. Son prénom, Guilhem, contient sept lettres. Son nom, Almanza, contient sept lettres. Un de ses films préférés et l'œuvre d'art à laquelle il s'identifie le plus est bien-sûr: le Septième Sceau. Ce film réalisé par Ingmar Bergman est le support cinématographique auquel Guilhem Almanza se rapporte pour se caractériser. La partie d'échecs avec la Mort, ici présentée de manière allégorique à l'époque du Moyen- ge, est une représentation de la vie absolument fascinante, un concept très bien trouvé, nous dit-il. Si monsieur Almanza était une matière, une discipline scolaire, que serait-il? L'Histoire, évidemment. L'Histoire dans toute sa splendeur, l'histoire qui est un grand savoir. L'Histoire, passionnante. Si la Grande Histoire n'est pas évidente, l'histoire de Monsieur Almanza ne l'est pas non plus. Ce dernier a faillit ne pas être professeur et partir vers une toute autre direction dans l'administration. Au lieu d'avoir une classe pleine d'élèves, il aurait eu une salle pleine d'adultes. Au lieu d'avoir des copies a corriger, il aurait eu des formulaires à compléter. Au lieu de parler du présent changeant en Géographie, du passé passionnant en Histoire ou en Histoire des Arts, il aurait parlé des problèmes et des plaintes dans une commune. Peu importe que les deux soient dans le même domaine, être professeur et être autre part dans l'administration sont deux choses complètement différentes en elles-mêmes. Ce sont deux opposés, deux extrêmes. Si monsieur Almanza avait choisi l'autre extrême, il ne serait pas devant nous aujourd'hui à nous faire cours, il n'aurait pas été professeur. Et bien-sûr, comme peut vous le confirmer lui-même Monsieur Almanza, les deux extrêmes ne se rejoignent absolument pas, et ne se rejoindront jamais. 10 COSE CHE NON HO MAI CAPITO DI CHATO 10- Il trauma delle elementari - deux par deux E se siamo dispari? Mi è successo, è inutile riderci sopra. Mi è successo di essere rimasta da sola e di essermi beccata la sgridata della maestra perche non avevo fatto in tempo a scegliermi un amico. Si, ed è stato traumatizzante. Credetemi, altrimenti non me lo ricorderei. 9- Il nuovo assetto della Caffet Perché c è una televisione regolarmente spenta? Un pacifico consiglio alla scuola: meglio investire nei bagni, è più apprezzato dagli studenti. 8- Il rapporto tra i professori e la febbre Dai ragazzi, oggi ho 39 di febbre, fate i bravi. L abbiamo sentita tutti una volta nella vita. Un appello ai professori: perché rischiare di attaccarci i vostri germi? Perche obbligarmi ad assistere ad una lezione sofferta, mentre alternate soffiate di naso e sbuffi? Restate a casa, lo diciamo per voi. 7- La sfiducia dei surveillants di Strohl- Fern Già venire a Villa Borghese col diluvio mi pare una prova schiacciante di amore e di buona volontà, ma se non si può fare EPS, fatemi tornare a casa. Vi giuro che vado a casa e che non mi metto a fare il bagno nelle pozzanghere o a farmi investire da un autobus. Dopo anni e anni, il dibattito è sempre lo stesso: sono quasi maggiorenne, fatemi uscire. 6- Gli zuccherini dell infirmière Capisco i cali di pressione, ma lo zuccherino dell infermière rimane un mistero. L unica cosa che lo renderebbe plausibile sarebbe se non fosse fatto solo di zucchero, ma contenesse antidolorifici aggiunti, altrimenti perché te lo darebbe per il mal di testa? 5- Appello dei surveillants : Lasciate stare l albero. Questa è l ultima moda dei surveillants a Malpighi: è vietato lasciare la cartella sotto l albero sulla destra. Anche qui, l unico motivo Mélusine Lebret 1 COMMÉMORATION 11 NOVEMBRE valido può essere che se l albero crolla sulla 1 novembre. Une date importante pour la France et non mia borsa mi rompe la calculette con tutte le seulement, une date dont il faut se souvenir: c est l armistice mie formule dentro. Attenzione, perché se vi qui marque la fin de la Première Guerre Mondiale. Comme ostinate a lasciarla sotto l albero, dovrete andare chaque année à cette occasion a eu lieu une cérémonie a riprenderla al bureau e subirvi pure una commémorative au cimetière militaire français de Monte Mario, à ramanzina molto strana. laquelle nous avons été conviés en tant qu élus du CVL. Cette cérémonie a été l'occasion pour la nouvelle ambassadrice de 4- L ultimo giorno di scuola Mme Catherine Colonna de nous rappeler à tous Veniamo a scuola in pigiama domani? Ok, France l'importance du sacrifice des soldats morts pour la patrie durant le sempre fatto, ma non ne ho mai capito il perché conflit mondial. C'est en effet à travers un discours qui reliait. La moda dell ultimo giorno è arrivare con notre passé à travers la Première et la Seconde Guerre Mondiale à pantaloni (o boxer) ridicoli o le tipiche notre présent avec les conflits et tensions actuelles de religion et magliette larghe con scritte ambigue. Vi giuro d'idées politiques que fut commémorée cette date qui mit fin à la che i professori non cambieranno l appréciation souffrance de nombreux hommes sur le front français en sulla pagella se venite a scuola in pigiama. L'ambassadrice de France ne s'est cependant pas limitée à évoquer ce lien : à travers l'appel à la paix, à l'entraide et à la solidarité d'un évêque et d'un imam, elle a souhaité mettre en 3- Il citofono Si vede proprio che i surveillants adorano dover valeur les similitudes de deux religions qu on a l habitude de voir premere il pulsante per aprire il portone di comme très différentes. La présence de ces deux représentants fut également symbolique puisque le cimetière regroupe malpighi ogni cinque secondi (specialmente religieux plus de 1200 musulmanes. all ora di pranzo). In effetti, per i nuovi arrivati Mis à part lestombes soldats représentants de l autorité, des élèves che non conoscono la mentalità contorta di de Saint Dominique etetdulesprimaire Chateaubriand étaient aux Chato, potrebbe risultare scandaloso dover dire cotés du CVL. Certains d entrede eux eurent le privilège nome e cognome per poter entrare, neanche d interpréter les hymnes français et italien. Une partie des enfants fossimo ad Azkaban. Ovviamente scherzi del présents se sont occupés également de lire de courts textes qui genere Chi è? Babbo Natale! sono sempre révélaient un travail non négligeable et émouvant sur la mémoire. ben accetti. La cérémonie fut suivie d'une exploration du cimetière militaire où reposent plus de 1700 soldats tombés durant la Campagne d' Italie à Sienne. 2- Il citofono e la telecamera In effetti, non capivo perché in due mesi hanno Un moment en tout et pour tout très émouvant d évocation du cambiato 72/4526/274 citofoni, ma ora è tutto souvenir mais surtout de recueil auprès des pierres qui les femmes et les hommes qui sont morts pour chiaro. Oltre a dire nome e cognome, guarda symbolisent préserver nos Patries et pour la paix. nell obiettivo e sorridi, sei su scherzi a parte. Clementina Tonci, Phileas Lebret et Margaux Marè 1- Il filo spinato di Malpighi Al primo posto non poteva esserci che lui, il famoso filo spinato. Posso capire che i computer hanno un loro valore, che i mosaici per le scale sono richiesti dai più grandi collezionisti d arte, ma toglietelo, per favore. Attivate un allarme quando chiudete, ma toglietelo. Non è il massimo arrivare a scuola senza aver dormito, di cattivo umore perche magari è pure Lunedì, alzare gli occhi per vedere il cielo azzurro e ritrovarsi un filo spinato arrugginito. Toglietelo. Vi chiediamo perfavore. Giulia Tudisco 2

3 E AFFAIRES INTERNES NON È LA META CHE CONTA MA IL VIAGGIO ra da ormai un mese che si parlava del viaggio in Sicilia dei Terminales S. Un mese nel quale la frase per tirarci su il morale dopo interminabili verifiche era «Dai, tra poco partiamo!» e le parole più spesso rivolte ai nostri compagni delle altre séctions erano volte a farli rosicare per la nostra imminente partenza. E il 6 ottobre, ore 6.45, le due classi sono accompagnate da M. Ounis, Mme. Cheval e M. Cassel e ogni piccolo scienziato porta con sé la propria valigetta riempita di libri e d improvvisate scarpe da scalata per inerpicarsi sui vulcani siciliani. Aspettiamo il treno che ci avrebbe lasciati a Milazzo verso le 17. Dieci ore di treno possono sembrare eterne, ma vi posso assicurare che ci siamo ingegnati per passare il tempo in mille modi inaspettatamente molto creativi. Infatti, in ogni cabina si svolgeva un'attività diversa : in una si dormiva (i piccoli S erano riusciti a tappare ogni minima fessura con le felpe per sfuggire dai raggi luminosi), in un altra si leggeva o si studiava, in un altra si chiacchierava/urlava/cantava e nelle altre si giocava a carte o a Lupus in fabula. Il treno correva e, fermata dopo fermata, ora dopo ora, siamo finalmente arrivati a Milazzo. «Allerta meteo : Isole Eolie isolate per il forte vento. La situazione più critica si registra a Stromboli, Lipari e Vulcano» (cit. Ansa). Indovinate un po in quali isole dell arcipelago dovevamo andare? Guarda caso Lipari, Vulcano e Stromboli. Insomma, la fortuna ci assisteva. A Milazzo abbiamo aspettato l aliscafo per un paio di ore in un bar: i tavolini erano separati da muri di zaini e valigie e coperti da mazzi di carte francesi e napoletane. La speranza è l ultima a morire, ma noi eravamo sempre più consapevoli che saremmo rimasti una notte, se non di più, nella ridente Milazzo town, sperando, un giorno, di poter prendere il traghetto per le Eolie. Mme. Cheval, sempre positiva, ci raduna e ci conferma che dobbiamo rimanere qui a dormire ma che partiremo senz'altro l'indomani. Ci rechiamo all albergo, delusi e stanchi dopo una pesante giornata di viaggio. I voyages scolaires sono generalmente caratterizzati da alberghi o maisons de jeunesse spogli, dove il bagno in camera è un lusso per pochi. Invece, sfortunati con gli aliscafi, siamo stati fortunatissimi con l'albergo. Eccoci quindi piombare in 40 in un quattro stelle molto carino (sospettiamo l'unico al porto di Milazzo). Radunati in gruppi di quattro, ci siamo trascinati su nelle stanze come le pecore di un gregge, con gli occhi persi nel vuoto. Letti top, vista sul mare, tv con Sky per vedere X factor: sembrava tutto perfetto. Giorno dopo. Ore 5. Suona la sveglia. Scendiamo tutti nella hall, pensando ingenuamente, con l'ottimismo tipico degli adolescenti idealisti, che avremmo aspettato un oretta e che saremmo subito ripartiti per prendere il traghetto delle 6. Ovviamente, il traghetto delle 6 non parte. Si aspetta. Quello dopo neanche, e così via. I piccoli zombie, col passare del J tempo, si accasciano lentamente sui divani o per terra nella hall dell'hotel, sparsi in mucchietti o da soli in un angolo. Nel frattempo Mme. Cheval farà circa 25 volte avanti-indietro hotel-porto per vedere, ogni volta, se il traghetto seguente sarebbe partito. I siciliani però, evidentemente molto ottimisti anche loro, non fanno altro che risponderle C è un allerta meteo quindi questo traghetto non parte ma il prossimo dovrebbe. Intanto, avevamo tirato fuori i mazzi di carte e avevamo cominciato a giocare. Penso di aver giocato a carte in questi due giorni più che in tutta la mia vita. Eravamo presissimi da Scopone (alcuni hanno dovuto insegnare le regole del gioco ai compagni francesi e ai professori che non sapevano neanche dell esistenza delle carte napoletane), da Briscola, da Memory, da Président, da Loup garou e da Pouilleux. Alle 7.30, ci siamo visti apparire sotto gli occhi diversi piatti pieni di dolci e ci siamo fiondati su di loro come dei lupi affamati. L attesa genera grande appetito, evidentemente. Dopo aver riempito la panza, ci siamo risbracati sul divano ma questa volta il gioco dominante era Nome cose e città, anche chiamato con il fatidico nome di Petit Bac. Studenti che riflettevano, scherzavano, dormivano, stiravano, giocavano. Insomma, una hall ben diversa dal solito. Ore 9. L ultimo traghetto che potevamo prendere non parte. La decisione dei professori è presa: si torna a Roma. SI TORNA A ROMA DOPO NEANCHE 24 ORE IN SICILIA? Eh già, non si può fare altrimenti. Così, Mme. Cheval si adopera con altri studenti ad andare al supermercato a prendere 40 panini per il viaggio. Ci rechiamo in stazione. Ecco il treno. Si torna. Stavolta però, invece di avere scompartimenti, avevamo veri e propri sedili in fila. Se ci aveste visto, avreste sicuramente pensato che Hypnos (dio del sonno) ci avesse colpiti. Il vagone era ormai diventato il nostro habitat naturale e non potevamo neanche pensare all idea di doverlo abbandonare dopo qualche ora. La stanchezza però non era riuscita ad abbattere del tutto il nostro esprit mathématique : ormai a carte si giocava con il module di Spé maths. Intanto, Mme Cheval e M. Cassel si prendevano in giro sui TP di spé svt e spé chimie, ognuno dei due affermando che il proprio era il migliore. M. Ounis giocava a Memory con noi. Insomma, un viaggio pieno di avventure (delle menti se non delle gambe su per i vulcani). Così, siamo finalmente arrivati la sera a Roma, morti di stanchezza, ognuno con la propria valigetta (petit clin d oeil a chi l ha dimenticata a Milazzo) e con tanta voglia di dormire. Dopo tutti i saluti e gli applausi ai professori che ce l hanno veramente messa tutta affinché il viaggio proseguisse, ci siamo dati appuntamento per il giorno seguente: ore 5, binario 14, Roma-Milazzo, Milazzo-Lipari, vento di bonaccia. MES VACANCES BÉNÉVOLES 'ai appris qu'en travaillant tous pour la même bonne cause c'est facile de se connaître bien: on devient plus solidaire, non seulement avec les enfants auxquels on construit un camp pour jouer et s'amuser, mais aussi entre nous, volontaires. La deuxième semaine on s'est déplacés à Canete, un lieu encore plus pauvre. On travaillait en groupes de six personnes, chaque groupe devait construire deux maisons en six jours. Le travail a été lourd. Chaque jour j'apportais aux deux familles quelque chose à manger et quelque chose à boire. On pouvait voir dans leurs yeux, même des tous petits enfants, une joie immense. Mais la joie plus grande était de voir la maison qu'on avait construit ensemble finie. J ai regardé, après six jours, notre travail. C'était merveilleux. Une maison en bois, qui pourrait ne rien signifier pour d'autres personnes qui vivent dans de maisons immenses, mais qui pour eux et pour nous qui l'avions construite, avait une valeur inestimable. Je regardais les familles pleurer de joie et j'avais envie de pleurer avec eux. Ils n'arrêtaient pas de nous remercier, de nous embrasser. Pour eux cette maison n'était pas seulement un lieu où dormir, où se retrouver, mais une démonstration d'amour. Pour moi, c'était quelque chose de plus Marta Sacco grand encore. La troisième semaine nous sommes souvenir qui ne me laissera jamais. Il y avait un allés à Lima, l étape la plus intense; c'était impossible enfant dans l'orphelinat où nous sommes allés qui avait environ 10 ans. Il n'avait qu'une jambe et marchait à l'aide de deux béquilles, il était très doué. Avec les autres enfants, il a commencé à jouer au football. Je l'ai vu qui courait, et avait une énergie interminable. Mais, évidemment, il ne pouvait pas courir comme ses copains qui, au contraire, pouvaient utiliser les deux jambes. Il n'avait pas une jambe, il n'avait pas ses parents. Mais il était content. Tout simplement parce qu'il pouvait jouer à son sport préféré. Il y mettait toute son énergie, parce que ce qu'il avait lui suffisait. Je me suis regardée une seconde, je me suis rendue compte qu un enfant de 10 ans à peine m'avais appris une grande leçon. Il se remplissait de joie pour le peu qu'il avait et non pas de tristesse pour ce qu'il n'avait pas. Et même dans toute cette misère, dans cette injustice inexplicable, même dans toute cette douleur, il y avait quelque chose de cacher nos émotions. Nous sommes allés visiter d'infiniment beau. Je me suis finalement rendue des enfants malades de cancer, on les a fait jouer, puis compte qu'en donnant, on peut surtout recevoir. On on a fait de même avec les enfants d'un orphelinat et dit souvent que ces expériences nous font grandir, les enfants d'une école pour handicapés, en essayant nous ouvrent les yeux, à moi, ça m'a ouvert le cœur. de les soulager. De cette dernière semaine j'ai un Maria Sforza 3

4 AFFAIRES ETRANGÈRES IL CASO CUCCHI, UN ESEMPIO DEI LIMITI DEL NOSTRO SISTEMA GIUDIZIARIO Q ui la misura cautelare scatterebbe in conseguenza della difficile reperibilità del soggetto, il che spiega come mai il giudice abbia autorizzato la carcerazione preventiva. A Cucchi spettavano i domiciliari, che gli sono stati negati in seguito alle false dichiarazioni dei carabinieri, sminuite come meri errori, distrazioni che hanno portato alla sua morte. Ma anche ammettendo che si sia trattato effettivamente di un genuino errore, un diritto è stato effettivamente negato a un cittadino italiano. Un chirurgo che perfora un arteria sbagliata e causa danni a un paziente non deve forse rispondere del suo errore? I militari che arrestarono Cucchi non furono mai nemmeno indagati. Scattata la misura cautelare Cucchi viene portato in carcere, dove viene picchiato dalle guardie carcerarie. Il suo vicino di cella ha dichiarato che lo stesso gli ha confessato di essere stato picchiato. In seguito la detenuta Silvana Cappuccio testimoniò di aver visto gli agenti della polizia penitenziaria picchiare Cucchi. Le sofferenze patite da Cucchi sono tante. I C medici del Fatebenefratelli, ospedale nel quale viene portato dopo che il padre notò durante un udienza un gonfiore che non aveva la sera prima, gli riscontrano due vertebre fratturate. Se c è un responsabile della morte di Cucchi è la droga, sono le parole del sottosegretario di Stato Carlo Giovanardi. Sarebbe quindi la droga ad averlo selvaggiamente picchiato? La droga è quindi responsabile delle fratture alle vertebre, della vescica scoppiata, della disidratazione e dei lividi sparsi su tutto il corpo? Nel 2008, Giovanardi propose di rendere illegali le manifestazioni anti-proibizionismo, dichiarando che dobbiamo fermare la cultura della droga. La gravità da un punto di vista costituzionale di una tale affermazione non ha quasi bisogno di essere commentata : sarebbe un offesa gravissima alla libertà d espressione ed altri valori fondamentali della democrazia. Ma forse la cosa più scandalosa è quello che è successo dopo la morte di Stefano. Il giudizio di primo grado dichiarò colpevoli alcuni medici di omicidio colposo. Se furono dichiarati colpevoli è logico pensare che ci fossero prove a loro LE DIMANCHE onnaissez-vous ce jour de la semaine, qui arrive toujours trop tard mais trop tôt à la fois? C est bien lui, le dimanche. Ce jour, apparemment calme et serein, cache les plus dures épreuves que nous devons affronter chaque semaine. La journée du dimanche commence toujours tard, vers midi, quand enfin nous nous décidons à sortir du lit (il ne s agit donc que d une demijournée!) et c est ici que les arnaques commencent... Dans les heures qui suivent ce rude réveil nous attendent un nombre infini de tâches ingrates et ce sera bien loin d'être une partie de plaisir! Alors je me dois de dire que, mon cher Truffaut, le titre de ton film Vivement Dimanche! n est pas une opinion partagée par le plus grand nombre! Mais à quoi dédiez-vous votre journée du dimanche? Eh bien, toujours aux mêmes choses! On se prend pour un ours polaire en pleine hibernation ou bien on sprinte pour finir nos devoirs (comme d habitude, on s est encore réduits à la dernière minute), ou on se transforme en une larve vivant dont l habitat se réduit au canapé du salon ou bien on se rend, en retard évidemment, à l inévitable pranzo dai nonni (qui lui est généralement suivit d une cura dimagrante et de quelques heures de digestion). Mais n oublions pas de souligner la tenue vestimentaire typique du dimanche: il s agit bien sûr du pyjama, indispensable, indémodable et surtout très confortable! ( oui, mon futur dans Elle est assuré...) La torture du dimanche ne s'arrête pourtant pas là! Eh non, puisque qu il vous rappelle aussi que le lendemain il faudra que vous retourniez au lycée! Mais pourquoi les Anglais l ont appelé jour du soleil? Le soleil, moi, le dimanche, je ne le vois qu à travers la vitre de ma fenêtre, si au moins j ai fait l effort d ouvrir les persiennes Et puis le pire c est le dimanche soir, quand on réalise qu aucune intempérie ne va faire en sorte que le lycée soit fermé le lendemain et qu on doit vraiment finir nos devoirs. C est justement le fait que le dimanche marque la fin du week-end qui en fait un jour horrible. En effet, qui ne voudrait pas bénéficier de quelques jours de repos supplémentaires? Margaux Marè T carico. Eppure per la Corte d Appello non ci sono colpevoli. La vecchia assenza di prove. In Italia non esiste il reato di tortura. La Convenzione delle Nazioni Unite contro la tortura del 1984, ratificata dal nostro paese nel 1988, prevede che ogni stato si adoperi per perseguire penalmente quegli atti di tortura delineati all articolo 1 della Convenzione stessa. 25 anni dopo, nel nostro paese ancora non esiste questo reato. Esistono i reati di percosse e lesioni, ma non quello di tortura. Non abbiamo uno strumento giuridico capace di descrivere l uso strumentale della violenza. La verità è che ad aver ucciso Cucchi è stato il sistema giudiziario. Il codice penale in vigore in Italia è ancora quello istaurato nel 1930 sotto il fascismo, con occasionali modifiche avvenute nel corse degli anni. Le nostre leggi privilegiano ancora le forze dell ordine nei confronti del cittadino, il che ha legittimato la morte di Cucchi. Come ha dichiarato lo stesso Presidente del Senato, Grasso, Non si può tollerare che chi è in custodia dello Stato possa vedere annientata la propria vita. Tommaso Mattiolo OCCHIO ALLE OCHE nostri piumini facciamo subire queste ra poco, il grande freddo arriverà e molti di noi hanno già tirato fuori dal proprio armadio i loro caldi piumini o ne hanno già individuato uno che desiderano assolutamente comprare. Ma vi siete mai chiesti da dove proviene la piuma dei nostri soffici cappotti? Se è di anatra o di oca? E se esse sono state spiumate da vive o post mortem? Poche settimane fa, il programma di Rai3, Report, ha trasmesso un servizio che denunciava lo sfruttamento di questi animali e ne sono rimasta profondamente sconvolta. Infatti, pensavo che i nostri giacconi fossero riempiti di piuma di animali morti e invece ho scoperto con orrore che sono spiumati vivi (perchè la qualità della piuma dell animale è migliore e rende 4 volte di più)! Le oche e le anatre sono sottoposte a questa tortura più di quattro volte l anno perchè la loro muta stagionale non basta a raccogliere una quantità sufficiente di piume. Per i interminabili sofferenze a questi poveri esseri che, spesso, dopo essere stati spiumati muoiono o sono gravemente feriti. Ma tranquilli, meno male che ci sono le normative europee Infatti esse prevedono che il piumaggio sia raccolto con la pettinatura. Questa tecnica consiste nel pettinare le oche con un pettine di ferro usato per strappare le piume in modo indolore e senza causare traumi. Ma chi, con un allevamento di oche, si mette a pettinarle una ad una?! L altra cosa che mi ha colpita parecchio è che un azienda italiana molto famosa ha firmato un accordo con delle fattorie dell Est Europa dove questo processo, una vera e propria tortura per le oche, viene svolto. Spero che la commissione europea posso rendere effettiva la direttiva che eviti il maltrattamento di questi animali. Comunque per i regali di natale saprò bene cosa NON comprare... Mathilde Marè 4

5 CULTURE LUOGHI DI ROMA U Il Mercato Trionfale na palla di vetro di quelle con la neve dentro, comprata al duty free di un aeroporto: un piccolo Colosseo, una microscopica Tour Effeil, un allegro paesino svizzero delle dimensioni di una pallina da tennis, cosi descriverei il Mercato Trionfale in qualche riga. Non tanto per le sue dimensioni, certo è piccolo rispetto ai supermercati a cui siamo abituati, ma soprattutto per la sua atemporalità. Mi spiego: una palla di vetro che racchiude una cittadina campagnola degli anni 60 resta uguale anche quando nel 2014 la cittadina si è coperta di strade e palazzi. Cosi, il mercato Trionfale resta là, tra via Andrea Doria e via Tolemaide, come un piccolo angolo di mondo dimenticato dal tempo e da quella globalizzazione di cui sentiamo parlare fino alla nausea. Di Sabato, verso mezzogiorno, il mercato è aperto e al massimo dello splendore: Comprate sti carciofi mo che so no spettacolo!, Pane fresco! L ha fatto mo mi moje, è na meravija, giuro!, e poi la settantenne romana, con il carrellino della spesa portata da casa, che soppesa una melanzana storce il naso Ma sicuro che so bone? Li valgono sti cinque euri?. Camminando tra i banchi sembra di essere tornati indietro nel tempo, anzi, di essere entrati in un posto dove il tempo non è il benvenuto. Se dovessi fare una boule de Neige del mercato trionfale, ci metterei Giulio, il macellaio, che tiene il suo banco da quando ha tredici anni e che il lavoro lo ha ereditato dal nonno, che ora non c è più. O anche la signora del pane che fa certe torte di polenta da far venire le lacrime agli occhi. E quel tipo grasso e simpatico che dice di essere il re del panino co a mortazza. Forse dovrei mettercele tutte, queste persone che non si arrendono, che alla fine ogni mese ce la fanno, che non cercano di venderti un etto di olive a peso d oro e che, insieme, riescono a tenere in vita un posto cosi speciale. Nina Savignano " DA GUERCINO A CARAVAGGIO Da Guercino a exceptionnelles d oeuvres Caravaggio: l arte italiana del XVII secolo, avant d'être présentée dans la ville Éternelle à Palazzo Barberini (du 26 septembre au 8 février), a connu un énorme succes à l Ermitage en Russie. Dans les deux mois de l'ouverture, du 12 Juillet to 8 Septembre 2013, l'exposition organisée au musée de l'ermitage à Saint-Pétersbourg a enregistré plus de 900 mille visiteurs, avec une moyenne de 16 mille par jour! 97 pourcent de la population totale a exprimé une opinion très positive grâce à la qualité et le niveau de l'information relative aux travaux. Ces personnes ont visité l exposition surtout pour admirer les peintures des maîtres italiens. La Galleria Nazionale d'arte Antica à Palais Barberini ouvre ses portes à l exposition Da Guercino a Caravaggio: l arte italiana del XVII secolo : un événement culturel qui souligne l âge d or de l Italie et de Rome en particulier, celui du baroque. L'exposition a été conçue directement par Mahon, un chercheur de cette période artistique de renommée internationale. Son intention était de célébrer ses 100 années avec les oeuvres qui l' avaient accompagné tout au long de sa vie. Mais, mis à part les chefs-d oeuvre de sa collection qu il avait déjà fournit aux plus prestigieuses institutions internationales, on fait, en visitant cette exposition, des découvertes LES CLASSEMENTS Spécial nouvelles sorties de de Guercino, de Caravage, Poussin.. Dans de nombreux cas, les études de Sir Denis Mahon ont conduit à l'attribution de peintures à certains artiste et ont expliqué leur méthode de travail. L'exposition présente plus de 45 oeuvres, non seulement appartenant à la collection de Mahon: on y trouve aussi d autres chefs-d'oeuvre du musée de l'ermitage Saint-Pétersbourg, tels que ceux de Poussin, Guercino, Carracci. Mais pour avoir une vision à 360 degrés de cette époque, chers lecteurs d Atala passionés d art, il faut aussi envisager une visite à l exposition à Villa Medici I bassifondi del Barocco. La Roma del vizio e della miseria, qui présente une deuxième face de la même médaille. Teresa Canale I nterstellar, un film tourné par Christopher Nolan, science-fiction, En un monde qui ne veut plus de vous, un monde qui se venge de la légèreté Humaine, un groupe de voyageurs et scientifiques sont partis chargés de trouver une nouvelle Terre, pour franchir la prochaine limite de l'humanité: la conquête des étoiles. Si vous avez aimez Inception, chargé de mystères, de réflections sur nous-mêmes, le tout entouré par une histoire au delà du fantastique, vous resterez éblouis par ce film où les effets spéciaux se mélangent à une histoire merveilleuse. La science fiction à votre portée, basée sur des théories actuelles de l univers... cusate se Esisto, un film de Riccardo Milani, comédie, Qu elle est belle la vie lorsque le travail fait est apprécié à un niveau international! Mais il arrive qu à force d'être ainsi au dessus du monde on a envie de revenir à la maison: c est le cas de Serena qui, architecte reconnue, revient à Rome Non l avesse mai fatto /N y eut-elle jamais pensé, la beauté de la ville natale disparaît vite devant la dévalorisation de son travail car elle est femme Mais! Surprise! Avec un nouvel ami, devenu d un jour à l autre architecte, elle se moque de ce monde machiste en se faisant passer pour la secrétaire du brillant architecte Monsieur Bruno Des fous rires assurés! Joel Guerrazzi S Il Sale della Terra, de Wim Wenders. All'una di notte di un fine settimana piovigginoso e non meglio identificato una delle direttrici chiama l'altra : "Noooooonono, non hai capito! Devi assolutamente vedere il sale della Terra!" L'altra, che dormiva fino a 5 secondi prima, risponde, sconvolta e leggermente irritata : "E che è, un programma di cucina?" La prima è indignata: "No, stupida, è un documentario sulla vita e le foto di Sebastiao Salgado, il fotografo. E' veramente bello, ho pianto tutto il tempo, anche se alla fine del film non sono riuscita a fare a meno di sorridere." "Perché?" "Non so come dirti. Mostra l'umanità in tutto il suo orrore, in tutto il suo squallore, ma allo stesso tempo anche nella sua bellezza e immensa forza. Trovo che sia commovente." "Senti, ma concretamente, di che parla?" "Dei viaggi di Sebastiao Salgado che l hanno portato nei luoghi più remoti del pianeta, in quelli più pericolosi e più abbandonati da ogni forma di speranza, in quegli angoli della terra che sono tutt ora uguali a com erano il giorno della Genesi. I suoi viaggi lo hanno portato tra le etnie più pure nel senso di primitive e tra gli animali più esotici, insomma, lontano dal mondo comodo, asettico e standardizzato in cui viviamo noi. Parla di come un uomo ha catturato con le sue fotografie la fame, la guerra, l'amore, la sofferenza, la morte, il lavoro dell uomo, l'eleganza della Terra, e tutto ciò che si trova nel mezzo. Di come ciò di cui gli occhi e il cuore sono testimoni può stancare l'anima e di come far rinascere una foresta in un prato arido può resuscitarla. Insomma, di fotografia, si, ma soprattutto di vita." Zoe Savignano e Chiara Petrone 5

6 CULTURE I AM METH My Name: "Is Meth" I destroy homes, I tear family's apart, take your children, and that's just the start. I'm more costly than diamonds, more precious than gold, The sorrow I bring is a sight to behold. If you need me, remember I'm easily found, I live all around you - in schools and in town I live with the rich; I live with the poor, I live down the street, and maybe next door. I'm made in a lab, but not like you think, I can be easily made under the kitchen sink; In your child's closet; even in the woods, If this scares you to death, it certainly should. I have many names, but there's one you know best, I'm sure you've heard of me, my name is meth. My power is awesome; try me you'll see, But if you do, you may never break free. Just try me once and I might let you go, But try me twice, and I'll own your soul. When I possess you, you'll steal and you'll lie, You do what you have to -- just to get high. The crimes you'll commit for my narcotic charms Will be worth the pleasure you'll feel through your lungs, nose, and arms. You'll lie to your mother; you'll steal from your dad, When you see their tears, you should feel sad. But you'll forget your morals and how you were raised, I'll be your conscience, I'll teach you my ways. I take kids from parents, and parents from kids, I turn people from God, and separate friends. I'll take everything from you, your looks and your pride, I'll be with you always -- right by your side. You'll give up everything - your family, your home, Your friends, your money, then you'll be alone. I'll take and take, till you have nothing more to give, When I'm finished with you, you'll be lucky to live. If you try me be warned - this is no game, If given the chance, I'll drive you insane. I'll ravish your body, I'll control your mind, I'll own you completely, your soul will be mine. The nightmares I'll give you while lying in bed, The voices you'll hear, from inside your head. The sweats, the shakes, the visions you'll see, I want you to know, these are all gifts from me. But then it's too late, and you'll know in your heart, That you are mine, and we shall not part. You'll regret that you tried me, they always do, But you came to me, not I to you. You knew this would happen, many times you were told, But you challenged my power, and chose to be bold. You could have said no, and just walked away, If you could live that day over, now what would you say? I'll be your master, you will be my slave, I'll even go with you, when you go to your grave. Now that you have met me, what will you do? Will you try me or not? It's all up to you. I can bring you more misery than words can tell, Come take my hand, let me lead you to hell. Davide Capasso Responsable de publication Directrices Directrice Artistique Ont collaboré à ce numéro Joël Lust ATALA Zoe Savignano et Chiara Petrone Ginevra Antipasqua Teresa Canale Joel Guerrazzi Diane Bouteille Carlo Caracciolo Mélusine Lebret Mathilde Marè Davide Capasso Philéas Lebret Margaux Marè Giulia Tudisco Clementina Tonci Nina Savignano Anahita De Vito Marta Sacco Julien Gagnon Tommaso Mattiolo Nous remercions de cœur toute la vie scolaire pour le soutien et la disponibilité fournis. ATALA, Via di Villa Patrizi 9,00161 Roma atalachato.wordpress.com et C RUBRIQUE DE CHIMIE est lors de sa recherche sur la manière dont le corps humain extrait l'énergie du glucose, que Boris Belousov, un chimiste russe des années soixante, a découvert une réaction chimique très particulière : la solution qu il étudiait passait de transparente à colorée et inversement de manière indéfinie. Ses étonnants résultats ne furent cependant pas publiés car considérés impossibles et en totale contradiction avec les lois de la physique. Mais pourquoi la plupart des scientifiques de l'époque étaient-ils sceptiques par rapport aux découvertes de Belousov? La réponse est en réalité très simple et réside dans le fait que jusqu alors la vision commune de l univers était une vision Newtonienne. Or l expérience du chimiste russe reposait sur son imprévisibilité et appartenait donc à un monde qui n était pas gouverné par les lois physique qu avait proposé Newton. Le modèle jusqu alors irréfutable, avait permis d expliquer tout l univers, des nuages dans le ciel jusqu à l atterrissage de l homme sur la Lune. C est d ailleurs dans la même année de la première mission vers la Lune, qu un groupe de scientifiques, Newtoniens convaincus, découvrit que quelque chose ne marchait pas, une incohérence qui éteignit définitivement le rêve Newtonien en nous plongeant littéralement dans le «chaos», un système totalement décrit par des équations mathématiques, mais au même temps capable d être imprévisible système qui sera l objet de la rubrique de chimie du prochain numéro d Atala! Veronica Pagnoni 6

"Il Mondo Che Vorrei", Laura Pausini

Il Mondo Che Vorrei, Laura Pausini "Il Mondo Che Vorrei", Laura Pausini Quante volte ci ho su, Il mio sta cadendo giù Dentro un pieno di follie, Ipocrisie. Quante volte avrei voluto anch'io questo mondo mio, Per tutti quelli che stanno

Dettagli

Il Molo. 1 Per me al mondo non v ha un più caro e fido. 2 luogo di questo. Dove mai più solo. 3 mi sento e in buona compagnia che al molo

Il Molo. 1 Per me al mondo non v ha un più caro e fido. 2 luogo di questo. Dove mai più solo. 3 mi sento e in buona compagnia che al molo Il Molo 1 Per me al mondo non v ha un più caro e fido 2 luogo di questo. Dove mai più solo 3 mi sento e in buona compagnia che al molo 4 San Carlo, e più mi piace l onda a il lido? 5 Vedo navi il cui nome

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi In mare aperto: intervista a CasAcmos Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi Nel mese di aprile la Newsletter ha potuto incontrare presso Casa Acmos un gruppo di ragazzi

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Ventinove

U Corso di italiano, Lezione Ventinove 1 U Corso di italiano, Lezione Ventinove U Oggi, facciamo un altro esercizio M Today we do another exercise U Oggi, facciamo un altro esercizio D Noi diciamo una frase in inglese e tu cerca di pensare

Dettagli

TEST ITALIEN D ENTRÉE EN FORMATION

TEST ITALIEN D ENTRÉE EN FORMATION MERCI DE NOUS RENVOYER VOTRE TEST A : info@soft-formation.com TEST ITALIEN D ENTRÉE EN FORMATION SOCIETE : RESPONSABLE FORMATION : TELEPHONE : FAX : NOM DU STAGIAIRE : PRENOM DU STAGIAIRE : TELEPHONE :

Dettagli

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013 TEATRO COMUNALE CORSINI giovedì 28 febbraio 2013 Credo che tutti i ragazzi in questa fase di età abbiamo bisogno di uscire con gli amici e quindi di libertà. Credo che questo spettacolo voglia proprio

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

ANNEE SCOLAIRE 2013-2014 ACADEMIE D AIX-MARSEILLE. Evaluations en fin de classe de troisième lv2 ITALIEN DOCUMENT PROFESSEUR

ANNEE SCOLAIRE 2013-2014 ACADEMIE D AIX-MARSEILLE. Evaluations en fin de classe de troisième lv2 ITALIEN DOCUMENT PROFESSEUR ANNEE SCOLAIRE 2013-2014 ACADEMIE D AIX-MARSEILLE Evaluations en fin de classe de troisième lv2 ITALIEN DOCUMENT PROFESSEUR Compréhension de l oral CONSIGNES Début de l épreuve : Appuyez sur la touche

Dettagli

PROVA D ITALIANO Collège Sismondi 1ITC

PROVA D ITALIANO Collège Sismondi 1ITC COGNOME :... NOME :... DATA :... CLASSE :... PUNTI :.../ pts ENSEIGNANT : Iacoviello P. PROVA D ITALIANO Collège Sismondi 1ITC 1) Completa il dialogo tra un cliente e un cameriere con le parole riportate

Dettagli

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA.

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. COME AL SOLITO CI SIAMO MESSI IN CERCHIO ABBIAMO ASCOLTATO LA FIABA DEI Mille

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Ventotto

U Corso di italiano, Lezione Ventotto 1 U Corso di italiano, Lezione Ventotto M I would like to eat a portion of spaghetti U Vorrei mangiare una porzione di spaghetti M I would like to eat a portion of spaghetti U Vorrei mangiare una porzione

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1 Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 3 ottobre 2011 LIVELLO A1 1. Completa le frasi con gli articoli determinativi (il, lo, la, l, i,

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

TESTO SCRITTO DI INGRESSO

TESTO SCRITTO DI INGRESSO TESTO SCRITTO DI INGRESSO COGNOME NOME INDIRIZZO NAZIONALITA TEL. ABITAZIONE/ CELLULARE PROFESSIONE DATA RISERVATO ALLA SCUOLA LIVELLO NOTE TOTALE DOMANDE 70 TOTALE ERRORI Test Livello B1 B2 (intermedio

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

Lezione. SEQUENZA 1 la mia giornata

Lezione. SEQUENZA 1 la mia giornata Lezione SEQUENZA 1 la mia giornata Lunedì 7 settembre Coller fiches «L'alfabeto italiano» «Il serpente di parole». Les mots à retrouver sont : mano, serpente, nove, orecchi, piedi, coniglio, occhio, gomma,

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

Fare: to do/to make. io faccio. voi date. io vado. chap. 2A irregular are verbs.notebook. August 14, 2013. noi andiamo. gli amici. stanno. Front.

Fare: to do/to make. io faccio. voi date. io vado. chap. 2A irregular are verbs.notebook. August 14, 2013. noi andiamo. gli amici. stanno. Front. chap. 2A irregular are verbs.notebook August 14, 2013 Fate Ora: Complete each sentence with the correct word/verb from the choices given. 1. Mi piace a calcio con i miei amici. (gioco, giochiamo, giocare)

Dettagli

Compiti (students going from level 2 to level 3 in August)

Compiti (students going from level 2 to level 3 in August) Compiti (students going from level 2 to level 3 in August) (Before doing this homework, you might want to review the blendspaces we used in class during level 2 at https://www.blendspace.com/classes/87222)

Dettagli

Esercizi il condizionale

Esercizi il condizionale Esercizi il condizionale 1. Completare secondo il modello: Io andare in montagna. Andrei in montagna. 1. Io fare quattro passi. 2. Loro venire da noi. 3. Lui prendere un caffè 4. Tu dare una mano 5. Noi

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

1. E indispensabile da sapere! Les must 1. Sì, è piacevole cominciare con la parola di assenso: sì Oui 2. A volte però non c è scelta, e siamo

1. E indispensabile da sapere! Les must 1. Sì, è piacevole cominciare con la parola di assenso: sì Oui 2. A volte però non c è scelta, e siamo 1. E indispensabile da sapere! Les must 1. Sì, è piacevole cominciare con la parola di assenso: sì Oui 2. A volte però non c è scelta, e siamo costretti a dire no... chi vi sente capisce subito che per

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002 . Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno 5 marzo 2002 Ho comunicato ai bambini che avremo

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Le bambine devono poter giocare, sognare, leggere favole: Dico basta quando sento che in India una mia coetanea è morta per abusi

Le bambine devono poter giocare, sognare, leggere favole: Dico basta quando sento che in India una mia coetanea è morta per abusi Basta, ricominciamo. Sara Masi, III H Dico basta a tutti quei fatti di violenza sulle donne Anziane, madri o bambine e persino neonate. Desidero che la vita di ciascuna sia rispettata In tutte le sue forme.

Dettagli

200 Opportunities to Discover ITALIAN. www.second-language-now.com

200 Opportunities to Discover ITALIAN. www.second-language-now.com BASIC QUESTIONS 200 Opportunities to Discover ITALIAN Basic Questions Italian INDICE 1. SEI CAPACE DI?...3 2. TI PIACE?...4 3. COME?...5 4. QUANDO?...6 5. CHE?...7 6. COSA?...8 7. QUALE?...9 8. QUANTO?...10

Dettagli

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione -

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - PROVA DI ITALIANO DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - Molti anni fa vivevo con la mia famiglia in un paese di montagna. Mio padre faceva il medico, ma guadagnava poco perché i suoi malati erano poveri

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

ANNÉE SCOLAIRE 2014-2015 ACADÉMIE D AIX- MARSEILLE

ANNÉE SCOLAIRE 2014-2015 ACADÉMIE D AIX- MARSEILLE ANNÉE SCOLAIRE 2014-2015 ACADÉMIE D AIX- MARSEILLE Évaluations en fin de classe de cinquième LV1 ITALIEN DOCUMENT PROFESSEUR 1/5 a. Compréhension de l écrit Durée de l épreuve : 20 minutes Corrigé Document

Dettagli

TEST I (Unità 1, 2 e 3)

TEST I (Unità 1, 2 e 3) TEST I (Unità 1, 2 e 3) 1) Indica la frase che non ha lo stesso significato delle altre. (1) a) Compro una macchina per l espresso, perché voglio il caffè come quello del bar. b) Compro una macchina per

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Tutto ciò che sappiamo di noi due

Tutto ciò che sappiamo di noi due Colleen Hoover Tutto ciò che sappiamo di noi due Traduzione di Giulia De Biase Proprietà letteraria riservata Copyright 2012 by Colleen Hoover Italian language rights handled by Agenzia Letteraria Italiana,

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

RECITA MUSICALE DELLA PACE 4 ottobre 2007

RECITA MUSICALE DELLA PACE 4 ottobre 2007 ATTORI: 3B RECITA MUSICALE DELLA PACE 4 ottobre 2007 CANTANTI: 4B Narratrice Valentina Massimo Re sì Re no Orsetto Farfalla Uccellino Cerbiatto Lepre Popolo del paese sì Popolo del paese no Sophie Dana

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners ( Section I Listening) Transcript Familiarisation Text Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai? Ehh Francesco! Sono stata

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Reference 1-0,73% Coverage

Reference 1-0,73% Coverage - 1 reference coded [0,73% Coverage] Reference 1-0,73% Coverage Dove ti piacerebbe andare ma anche vivere sì, sì. All interno dell Europa, sicuramente. Però mi piacerebbe vedere anche

Dettagli

http://www.sprachkurse-hochschule.de

http://www.sprachkurse-hochschule.de Lingua: Italiana Livello: A1/A2 1. Buongiorno, sono Sandra, sono di Monaco. (a) Buongiorno, sono Sandra, sono da Monaco. Buongiorno, sono Sandra, sono in Monaco. 2. Mia sorella chiama Kerstin. (a) Mia

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Ventidue

U Corso di italiano, Lezione Ventidue 1 U Corso di italiano, Lezione Ventidue U Oggi, facciamo un altro esercizio M Today we do another exercise U Oggi, facciamo un altro esercizio D Noi diciamo una frase in inglese e tu cerca di pensare a

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

Dai, domanda! 6. Vita romana

Dai, domanda! 6. Vita romana Italiano per Sek I e Sek II Dai, domanda! 6. Vita romana 9:46 minuti Olivia: Edward: Margherita Un vecchio proverbio dice che tutte le strade portano a Roma. E finalmente sono venuto qua, giusto in tempo

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Diciassette

U Corso di italiano, Lezione Diciassette 1 U Corso di italiano, Lezione Diciassette U Oggi, facciamo un esercizio M Today we do an exercise U Oggi, facciamo un esercizio D Noi diremo una frase in inglese e tu cerca di pensare a come dirla in

Dettagli

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone.

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone. La nuova adozione a distanza della Scuola Secondaria di Primo Grado di Merone. Riflessione sull Associazione S.O.S. INDIA CHIAMA L' India è un' enorme nazione, suddivisa in tante regioni (circa 22) ed

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΑΝΩΤΕΡΗΣ ΚΑΙ ΑΝΩΤΑΤΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΥΠΗΡΕΣΙΑ ΕΞΕΤΑΣΕΩΝ ΠΑΓΚΥΠΡΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ 2008

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΑΝΩΤΕΡΗΣ ΚΑΙ ΑΝΩΤΑΤΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΥΠΗΡΕΣΙΑ ΕΞΕΤΑΣΕΩΝ ΠΑΓΚΥΠΡΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ 2008 ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΑΝΩΤΕΡΗΣ ΚΑΙ ΑΝΩΤΑΤΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΥΠΗΡΕΣΙΑ ΕΞΕΤΑΣΕΩΝ ΠΑΓΚΥΠΡΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ 2008 Μάθημα: Ιταλικά Ημερομηνία και ώρα εξέτασης: Σάββατο, 14 Ιουνίου 2008 11:00 13:30

Dettagli

LA MIA VENEZIA Reportage di un viaggio con la mia classe

LA MIA VENEZIA Reportage di un viaggio con la mia classe LA MIA VENEZIA Reportage di un viaggio con la mia classe Nei giorni 11 e 12 aprile sono andata in gita scolastica a Venezia. Prima di questo viaggio, nel mio immaginario, Venezia era una città triste,

Dettagli

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Benvenuto/a o bentornato/a Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Non pensare di trovare 250 pagine da leggere,

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!!

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! Test your Italian This is the entrance test. Please copy and paste it in a mail and send it to info@scuola-toscana.com Thank you! BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! TEST DI INGRESSO Data di inizio del corso...

Dettagli

COME SUPERARE MOMENTI DIFFICILI!

COME SUPERARE MOMENTI DIFFICILI! COME SUPERARE MOMENTI DIFFICILI! sono un ragazzo di sedici anni trasferito da quasi due anni in Germania e ho avuto la strana idea di esporre un libro sulla vita di ognuno di noi.. A me personalmente non

Dettagli

Programma: Giovedì 2 Ottobre: Arrivo dei partecipanti; 20.30: Cocktail e buffet di benvenuto.

Programma: Giovedì 2 Ottobre: Arrivo dei partecipanti; 20.30: Cocktail e buffet di benvenuto. I BALLO INTERNAZIONALE DELL I.P.A. MONTECARLO Dal 02 al 05 Ottobre 2008 La Sezione I.P.A. di Monaco organizza il 4 Ottobre 2008 il grande Ballo Internazionale, che avrà luogo a Monte Carlo, nel cuore del

Dettagli

Epreuve d Italien MANAGEMENT. Année 2005. Concours d entrée en 1 ère année. Coefficient : 6. Traitez les trois exercices suivants :

Epreuve d Italien MANAGEMENT. Année 2005. Concours d entrée en 1 ère année. Coefficient : 6. Traitez les trois exercices suivants : MANAGEMENT Année 2005 Concours d entrée en 1 ère année Epreuve d Italien Durée : 4 heures Coefficient : 6 Traitez les trois exercices suivants : I - VERSION : 5 points II - THEME : 5 points III - QUESTIONS

Dettagli

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN 1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN Aprile 2013 ESAME FINALE LIVELLO 3 Nome: Cognome: E-mail & numero di telefono: Numero tessera: 1 2 1. Perché Maria ha bisogno di un lavoro? PROVA DI ASCOLTO

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Trenta

U Corso di italiano, Lezione Trenta 1 U Corso di italiano, Lezione Trenta M Two cousins meet in the street U Due cugini si incontrano in strada M Two cousins meet in the street U Due cugini si incontrano in strada F Hi Osman, what are you

Dettagli

Document 1 : A scuola

Document 1 : A scuola Cognome : Nome : Classe : a. Compréhension de l écrit Document 1 : A scuola Associe chaque image à son texte. È mezzogiorno! È l ora di andare a mangiare con i compagni. Il cuoco della mensa prepara dei

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Quindici

U Corso di italiano, Lezione Quindici 1 U Corso di italiano, Lezione Quindici U Buongiorno, anche in questa lezione iniziamo con qualche dialogo formale M Good morning, in this lesson as well, let s start with some formal dialogues U Buongiorno,

Dettagli

Lasciatevi incantare

Lasciatevi incantare Lasciatevi incantare Rita Pecorari LASCIATEVI INCANTARE favole www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Rita Pecorari Tutti i diritti riservati Tanto tempo fa, io ero ancora una bambina, c era una persona

Dettagli

Stress sul posto di lavoro. Signali e cause. Stress-Check personale

Stress sul posto di lavoro. Signali e cause. Stress-Check personale Stress sul posto di lavoro Signali e cause Stress-Check personale (Versione 04.2014) Questo Stress-Check la aiuterà a identificare lo stress vissuto personalmente e a deteminarne le cause. Poi, sulla base

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

A.S. 2007/08 INS. Martinis Margherita Mazza Giuseppina SCUOLA DELL INFANZIA COLLODI

A.S. 2007/08 INS. Martinis Margherita Mazza Giuseppina SCUOLA DELL INFANZIA COLLODI A.S. 2007/08 INS. Martinis Margherita Mazza Giuseppina SCUOLA DELL INFANZIA COLLODI Proseguire il lavoro svolto lo scorso anno scolastico sulle funzioni dei numeri proponendo ai bambini storie-problema

Dettagli

Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12. Livello A1

Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12. Livello A1 Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ Completa con gli articoli (il, lo, la, l, i, gli, le) TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 30 gennaio

Dettagli

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore.

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore. Vincenzo Cerami* Sono venuto a questo confronto senza preparare nulla. Sentendo gli interventi di chi mi ha preceduto sono tornato con la mente agli anni dell università. Stavo ripensando a Roma. Gli operai

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli

Test d entrée en Sconde Section Internationale Italien. Mercredi 13 mai 2009. Una situazione imbarazzante

Test d entrée en Sconde Section Internationale Italien. Mercredi 13 mai 2009. Una situazione imbarazzante Test d entrée en Sconde Section Internationale Italien Mercredi 13 mai 2009 1. Lire attentivement le texte suivant et répondre aux questions sur les feuilles 3 à 6 Una situazione imbarazzante Una mattina,

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2 Volto che sfugge, nebbia di idee, 9 tu sei solo una grossa bugia! SIb7+ Ti dicono tutti che hai dei talenti, LA9 in fondo ci speri che così sia! RITORNO ALLA CAVA RAP Questo è il mio mondo, qui sono il

Dettagli

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1)

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Cos è il virtu@le? Un giorno entrai di fretta e molto affamato in un ristorante. Scelsi un tavolo lontano da tutti,

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto 330 ELENA ARMILLEI musica e si univano miracolosamente. - - caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- - occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto - informare sullo stato di tua

Dettagli

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti Roberto Denti La mia resistenza con la postfazione di Antonio Faeti 2010 RCS Libri S.p.A., Milano Prima edizione Rizzoli Narrativa novembre 2010 Prima edizione BestBUR marzo 2014 ISBN 978-88-17-07369-1

Dettagli

Progetto Guggenheim: Arte segni e parole. I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici

Progetto Guggenheim: Arte segni e parole. I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici Progetto Guggenheim: Arte segni e parole I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici Composizione di segni Prove di scrittura Disegnare parole e frasi Coltivare

Dettagli

COMUNITA LA CRISALIDE

COMUNITA LA CRISALIDE COMUNITA LA CRISALIDE Via Aquila 144 80143 Napoli Tel. Fax. 081 269834 cell: 335235916 e-mail: ass.margherita@fastwebnet.it sito: www.casafamiglialacrisalide.it LA FALSA DOMANDA Quante volte abbiamo detto,

Dettagli

Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati

Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati *Dopo il primo incontro con la monaca buddista Doyu Freire, i bambini sono stati invitati a raccontare liberamente l esperienza, appena fatta,

Dettagli

L ESERCITO DEI BISCOTTI

L ESERCITO DEI BISCOTTI L ESERCITO DEI BISCOTTI Siamo gli alunni del Convitto Nazionale Paolo Diacono, un Istituzione Educativa dello Stato, presente a Cividale del Friuli dal 1876. L offerta formativa del Convitto comprende:

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

LE NUOVE REGOLE IN MATERIA DI SUCCESSIONE IN EUROPA: IL REGOLAMENTO 650/2012. Studio Mauro MICHELINI

LE NUOVE REGOLE IN MATERIA DI SUCCESSIONE IN EUROPA: IL REGOLAMENTO 650/2012. Studio Mauro MICHELINI LE NUOVE REGOLE IN MATERIA DI SUCCESSIONE IN EUROPA: IL REGOLAMENTO 650/2012 CONVENZIONE TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA FRANCESE PER EVITARE LE DOPPIE IMPOSIZIONI

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli