Note di Rilascio Utente - SaaS Versione e successive

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Note di Rilascio Utente - SaaS Versione 12.20.00 e successive"

Transcript

1 AGGIIORNAMENTII Note di Rilascio Utente - SaaS Versione e successive CONTENUTO DI QUESTO DOCUMENTO Note di Rilascio Utente - Versione (da pagina 2) Note di Rilascio Utente - Versione (da pagina 42) Note di Rilascio Utente - Versione (da pagina 56)

2 Note di Rilascio Utente Versione Tutti gli Applicativi INFORMAZIONI AGGIORNAMENTO Eseguire il salvataggio degli archivi prima di procedere con l aggiornamento. La Release può essere utilizzata come aggiornamento della versione e successive. Manuali distribuiti con l aggiornamento CONTABILE Comun.Telematica delle operazioni over 3000 (nome file m1co3000.pdf ) Comunicazione Annuale Dati IVA (nome file m2coaiva.pdf ) Compilazione del Modello IVA Annuale (nome file m2mivaan.pdf ) FISCALE Gestione del Mode.730/ Redditi 2011 (nome file m2mod730.pdf ) PAGHE A.F.SI-Comun.dati Mod.730-4/ Passaggio dati (nome file m3m7304p.pdf ) Paghe-730-Paghe Come consultare la documentazione dalla Barra degli strumenti La documentazione consultabile in B.Point SOLUTION PLATFORM, è suddivisa in sezioni: **** ULTIMI DOCUMENTI RILASCIATI Posta nella parte superiore dell elenco, con tutti i documenti rilasciati con l aggiornamento **** GUIDE OPERATIVE Contiene le guide di riferimento di tipo operativo. **** MANUALI Suddivisi per aree di competenza: CONTABILE-FISCALE-PAGHE-AZIENDALE-STUDIO/ASSOCIAZIONI **** STORICO NOTE DI RILASCIO Posta a fondo elenco, con le note di rilascio distribuite a partire dalla release La suddivisione delle note di rilascio è per tipologia di utenza: NR TUTTI gli UTENTI - Ver xx NR STUDIO - Ver xx NR Utenti PAGHE - Ver xx NR Utenti AZIENDA - Ver xx Informazioni su Moduli utilizzati da tutti gli utenti Informazioni su Adempimenti a carattere CONTABILE, FISCALE e GESTIONE dello STUDIO Informazioni su Moduli utilizzati per la GESTIONE DEL PERSONALE Informazioni sul Modulo AZIENDALE WEB SEMINAR Per formare ed aggiornare il personale di Studio in tempi rapidi Comodamente dallo Studio, seguire il corso in diretta (possibilità di rivederlo in un momento successivo il corso è anche disponibile in modalità registrata) Subito operativi, i Web Seminar offrono una formazione puntuale, approfondita ed interattiva Filo diretto con WKI, i Web Seminar sono tenuti direttamente dagli esperti WKI ai quali, in modo interattivo, è possibile porre domande e chiedere chiarimenti durante l evento. Per saperne di più, consulta la Scheda Prodotto su CONTENUTO AGGIORNAMENTO Richiamo della documentazione dalla "barra degli strumenti" 2 Nuova maschera Manuali e Note di rilascio 2 Ricalcoli automatici 3 Modello Prospetto di Liquidazione (Modello 730-3) 3 Paghe Ripristino inizio anno 3 Diagnostici 3

3 Paghe - MUT Allineamento alle specifiche tecniche 3 Modulo Contabile 4 Aggiornamento PdC di riferimento 4 Stampa Contratti e Documenti associati 4 Controllo di avvenuta Comunicazione over Gestione Cespiti 5 PAC Punti di Accesso Controllato 5 Dichiarazione IVA Annuale 5 Funzione GC Gestione Credito 5 Comunicazione Black List 6 Abbinamento Intermediari 6 Limite minimo di 500,00 euro 6 Comunicazione Over Note di Variazione A/P 6 Adempimenti annualità Prospetto di Controllo su Excel 7 Assegnazione contratto e Causale Editoria - Registro delle Tirature 7 Funzione "Calcolo Modello" 7 Comunicazione beni concessi in godimento a soci o familiari 8 Telematico Entratel 8 Modello Travaso dalla procedura Paghe 8 "Input" da CUD 8 Gestione Incongruenze/Avvertenze 8 Allegati Modello 730/2 8 Stampe Ministeriali 8 Riepilogo versamenti 8 Modello Unico Persone Fisiche 9 Gestione Incongruenze/Avvertenze 9 Quadro RR - Farmacie: Contributi previdenziali per Collaboratori di Impresa Familiare 9 Modello Unico Società di Capitali 11 Gestione Modello Gestione dati società 11 "DG - Dati Generali" 11 Quadro RF Impresa Ordinaria 12 Quadro RS Prospetti vari 15 Funzione "RC Recupero Crediti" 21 Modello IRAP 22 Gestione dati Modello Avvertenza 22 Recupero dati da Contabilità e da Quadri redditi 23 Avvertenza 24 Quadro IQ Persone Fisiche 24 Quadro IP Società di Persone 24 Quadro IC Società di Capitali 25 Quadro IR Ripartizione della Base imponibile 25 Quadro IS Prospetti Vari 26 Selezione Regioni 28 Avvertenza 28 Rideterminazione Acconti 29 Imposta IMU 29 Nuova gestione IMU 29 Avvertenza 30 Aggiornamento aliquote IMU 30 Modello RED 32 Allineamento tracciato telematico alla ver Detrazione Carichi Familiari 33 Enti INPS & I.POST 33 Paghe e Stipendi / Co.Co.Co. 33 Comunicazione Mod Travaso dati CUD a Modello Paghe e Stipendi 33 Calcolo Costi e Deduzioni per IRAP 33 MUT Allineamento alle specifiche tecniche 34 Gestione dei nuovi campi richiesti dal MUT ConQuest - Aggiornamento Integrazione Tabellare 38 Aziendale Gestione Vendite 38 Emissione Documenti (per la versione grafica) 38 Associazione 39 Raccordo Pagamenti 39 Fatturazione c/terzi 40 Raccordo Pagamenti 40 Richiamo della documentazione dalla "barra degli strumenti" Nuova maschera Manuali e Note di rilascio Nuova grafica per la consultazione di note di rilascio, guide e manuali. La struttura ad albero, permette di ricercare velocemente un documento cliccando sulla voce di primo livello - esplicativa dell'adempimento e di ottenere l'esposizione dei documenti in essa contenuti. Con i bottoni [Comprimi tutto] e [Espandi tutto] è possibile visualizzare le sole intestazioni delle sezioni oppure, l'elenco di tutti i documenti. È possibile utilizzare il filtro per ricercare uno specifico documento. Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 2 di 40

4 Esempio di videata Ricalcoli automatici Modello Prospetto di Liquidazione (Modello 730-3) Allineati all annualità 2012 i calcoli del Modello 730 (730-3); allineati di conseguenza: i Messaggi Ministeriali la tabella delle aliquote IRPEF e delle esenzioni per il calcolo delle Addizionali comunali la procedura di Manipolazione del Prospetto di Liquidazione la funzione di simulazione del piano rate Dopo l installazione di questo aggiornamento, al primo accesso nel modulo Modello 730, tutte le dichiarazioni che sono state già azzerate vengono automaticamente ricalcolate. Paghe Ripristino inizio anno Per i dipendenti per i quali, in sede di conguaglio è stata applicata la detassazione a somme che, nel corso dell'anno erano state memorizzate come teoricamente detassabili (variazione in anagrafica dell'opzione <Detassazione Produtt. Lavoro> da "No" a "Si"), il "Ripristino inizio anno" non ha calcolato correttamente l imponibile "1^anno precedente" (Imponibile 2011) e riportato, dalla procedura, nella Gestione Dipendente sez. "SF Situazione detr.ratei.ffp", Dopo l installazione di questo aggiornamento, al primo accesso nel modulo PAGHE viene rieseguito il ricalcolo con il riporto in archivio del valore aggiornato. Al termine del ricalcolo viene stampato l'elenco dei dipendenti che rientrano in questa casistica. Diagnostici Paghe - MUT Allineamento alle specifiche tecniche Con la nuova versione del M.U.T è variata la gestione dei cantieri nella Denuncia. Tra le modifiche previste, al "nodo cantiere" sono stati eliminati i valori 3 e 4 del <Tipo committente>. Gli unici valori ammessi ora sono 1 Pubblico e 2 Privato. Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 3 di 40

5 Dopo l'installazione di questo aggiornamento, al primo accesso nel modulo PAGHE, viene eseguito un diagnostico per identificare i cantieri che hanno in questo campo, il valore 3 o 4. Al termine viene stampato l'elenco dei cantieri interessati per i quali occorre valorizzare opportunamente il codice <Tipo committente>. Modulo Contabile Aggiornamento PdC di riferimento Distribuita una nuova versione aggiornata del PdC di riferimento Imprese. Flusso operativo per l aggiornamento del PdC di riferimento Se è attivata, nella funzione Gestione Automatismi PdC, una delle opzioni Agg.automatico": 1) del Bilancio UE, 2) del modello Unico, 3) completo (1+2), la procedura aggiorna automaticamente gli indirizzamenti al Bilancio UE e/o alla Dichiarazione dei redditi, dei conti già presenti sul PdC utente prima dell installazione di questo aggiornamento. È possibile stampare gli allacciamenti dei conti alle voci del Bilancio UE ed i riferimenti ai redditi (anche in formato Excel), richiedendo il Tipo stampa: 2 Elenco sottoconti allacciati ai riferimenti quadri" nella scelta menu esterno "Stampa Indir. Conti Red.". La sincronizzazione degli abbinamenti può anche essere eseguita manualmente mediante le funzioni, del menu esterno Gestione Piano dei Conti, sottoscelta 7 - Aggiornamento da Piano dei Conti di Riferimento e: 2 - Indirizzamento Conti/Quadro redditi 3 - Abbinamento Conti/Voci Bilancio UE Funzione 2 - Indirizzamento Conti/Quadro redditi : È possibile stampare un tabulato diagnostico oppure, aggiornare automaticamente i riferimenti ai quadri di impresa o di lavoro autonomo delle dichiarazioni dei redditi, dell IRAP, degli Studi di Settore e, al termine di questa operazione stampare un report finale. Funzione 3 - Abbinamento Conti/Voci Bilancio UE : È analoga alla funzione precedente ma i riferimenti, sono alle Voci del Bilancio UE della struttura 3, compatibile con TuttoBilancio. Queste due funzioni in modalità aggiornamento : - non agiscono in alcun modo sui conti non abbinati al PdC di riferimento; - per i conti che risultano abbinati, sostituiscono automaticamente i riferimenti già presenti con quelli rilevati dal PdC di riferimento. Per verificare i nuovi conti presenti sul PdC di riferimento, ma non sul PdC utente, utilizzare la funzione: Scelta Gestione Piano dei Conti 7=Aggiornamento da Piano dei Conti di Riferimento 4=Inserimento nuovi conti Stampa Contratti e Documenti associati Scelta 11/12/ Contratti/Doc Associati È possibile stampare l elenco dei contratti e dei documenti associati a ciascuno di essi, in relazione all azienda selezionata. La stampa può essere richiesta nella modalità Excel. Controllo di avvenuta Comunicazione over In Prima Nota IVA è attivo un controllo per segnalare che è già stata effettuata l'elaborazione della Comunicazione over e la conseguente necessità di rieseguire l elaborazione della Comunicazione Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 4 di 40

6 tramite la funzione Calcolo Modello, qualora si aggiungano nuovi documenti o si modifichino i documenti già registrati. Gestione Cespiti PAC Punti di Accesso Controllato Previsti nuovi PAC che permettono di profilare gli operatori di studio in relazione alle funzioni di seguito indicate: Dati Costanti Studio DATCOSTU Test Utente per Gest. Civ TESTUTEN Test Gestionali Utenti TESTGEST Gruppi di Amm.to GRUPPIAM Specie di Amm.to SPECIEAM Categorie di Amm.to CATEGOAM Coefficienti di Amm.to COEFFIAM Rimoz.ne Man/Plu Estinte RIMOZMAN Duplicazione Cespiti DUPLICES Conv.Test Deduz. Integ. CONVTDED /8 Suddivis./Cancellaz. archivi operatore etroper Abilita Variaz. % Deduc. VARIADED Storicizz. Anagr. Diverse STORANAG Disabilita Gest.Civil. DISABCIV Recupera Dati RECUPDAT Destoricizzazione DESTORIC Variaz.Conti Pdc Diversi VARCONTI Dichiarazione IVA Annuale Funzione GC Gestione Credito L art.8, comma 18, del D.L.16/2012, ha stabilito l abbassamento a 5.000,00 euro del limite di compensabilità del credito IVA con il Modello F24, senza l obbligo di preventiva trasmissione telematica della Dichiarazione Annuale IVA (il precedente limite era di ,00 euro). In attesa di chiarimenti ufficiali da parte dell Agenzia delle Entrate, la norma sembra applicarsi alle compensazioni avvenute a partire dal 02/03/2012. In sintesi, il limite di compensazione in assenza di trasmissione della Dichiarazione Annuale IVA, è il seguente: euro fino al 01/03/2012; euro a partire dal 02/03/2012. Di conseguenza dovrebbero essere valide le compensazioni effettuate entro il 01/03/2012, di importo superiore a euro ma entro il limite di euro. Al fine di adeguare le procedure alla nuova normativa, è stata modificata la gestione delle compensazioni presente nella scelta GC Gestione Credito, i cui dati dovranno comunque essere verificati e riconfermati dall utente, in relazione a ciascuna azienda con IVA a credito. Secondo la stampa specializzata l'agenzia delle Entrate sembrerebbe intenzionata a non sanzionare eventuali compensazioni avvenute entro il 16/03/2012 o addirittura, anche successivamente (entro il 16/04/2012 o il 16/05/2012), attraverso la pubblicazione di un apposito Provvedimento. In mancanza di chiarimenti ufficiali si è ritenuto di applicare il nuovo limite di euro già dal presente aggiornamento; è possibile disattivare il controllo dalla nuova opzione <Controllo limite credito F24> presente nella funzione GC Gestione Credito : Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 5 di 40

7 Comunicazione Black List Abbinamento Intermediari Scelta Abbinamento Intermediari Abilitata la scelta esterna "Abbinamento Intermediari". Limite minimo di 500,00 euro L art.2, comma 8, del D.L.16/2012, ha introdotto una soglia minima di 500,00 al di sotto della quale non vi è l obbligo di comunicazione delle operazioni Black List. Come evidenziato dalla stampa specializzata, al momento non è chiaro se la suddetta verifica vada effettuata a livello di singolo documento, di singola comunicazione in relazione a ciascun cliente o fornitore, oppure con altri criteri. In attesa di chiarimenti dell Agenzia delle Entrate sulle modalità di verifica della suddetta soglia, la procedura non è stata modificata e dunque, elabora tutte le operazioni rilevanti ai fini della Comunicazione Black List indipendentemente dall importo, ritenendo comunque possibile e non sanzionabile, la trasmissione anche di operazioni Black List di importo inferiore al limite. Comunicazione Over Note di Variazione A/P Da quest anno è necessario indicare nella Comunicazione Over 3000 anche le Note di Variazione registrate nel 2011 ma relative a documenti trasmessi nella Comunicazione dell anno precedente (2010). Queste Note di Variazione vengono trasmesse autonomamente nei record 4 e 5 e non riducono l importo della fattura originaria, come invece avviene per quelle dell anno corrente. Adempimenti annualità 2011 L art.2, comma 6, del D.L.16/2012, ha previsto, al fine di superare le difficoltà operative segnalate dagli operatori economici e dalle loro associazioni di categoria, che dal 2012 la Comunicazione Over 3000 dovrà essere effettuata in riferimento all importo complessivo delle operazioni attive e passive, svolte nei confronti di un cliente o fornitore, relative all anno per il quale sussiste l obbligo della Comunicazione. Ad oggi non risulta chiarito se la Comunicazione dei dati relativi all annualità 2011 debba essere effettuata con le precedenti regole (e dunque con riferimento al tracciato record stabilito dal Provvedimento del 16/09/2011) oppure, con un nuovo Provvedimento da emanare. Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 6 di 40

8 Per l'annualità 2011, in attesa di chiarimenti dell Agenzia delle Entrate, è stata allineata la procedura con riferimento al predetto Provvedimento del 16/09/2011. Prospetto di Controllo su Excel Attivata una nuova funzionalità per esportare in Excel l esito del "Prospetto di Controllo" ( Stampa sintetica e Stampa con dettaglio della partita contabile ): L'esportazione in Excel avviene cliccando sull'apposito pulsante posto all interno del pannello di stampa: Assegnazione contratto e Causale 224 Attivata la funzione di "Assegnazione contratto" per la Causale 224 CORRISPETTIVO IN SOSPESO utilizzata per la registrazione dei corrispettivi delle farmacie (tasto funzione [F8 GESTIONE Contratti] posto in corrispondenza del campo <Imponibile> del castelletto IVA). Editoria - Registro delle Tirature Prevista, per il regime dell Editoria, l acquisizione automatica delle fatture presenti nel Registro delle Tirature. Funzione "Calcolo Modello" Prevista, all interno della funzione DG Dati Generali in corrispondenza del campo <Trattamento documenti (per controllo superamento limite)>, la nuova opzione: <I documenti vengono raggruppati (l eventuale contratto viene ignorato)>. Attivando questa opzione, la funzione CM Calcolo Modello verifica il superamento del limite in relazione a tutti i documenti del medesimo cliente/fornitore, indipendentemente dall associazione o meno degli stessi ad un contratto (risulta utile nel caso l associazione con i contratti sia stata parziale, per esempio nel caso siano stati associati solo alcuni documenti del medesimo cliente o fornitore). Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 7 di 40

9 Comunicazione beni concessi in godimento a soci o familiari Telematico Entratel Con questo aggiornamento non è stato possibile distribuire le procedure di generazione del Telematico Entratel, in quanto non risultano ancora disponibili le procedure di controllo SOGEI. Il tracciato attualmente approvato è strutturato in modo tale che l indicazione dei finanziamenti o delle capitalizzazioni, sia necessariamente associata ad un bene in riferimento al quale questi sono stati realizzati. Non è invece possibile fornire l indicazione del solo finanziamento o della capitalizzazione, di conseguenza è possibile che l Agenzia delle Entrate a breve, adegui opportunamente il tracciato (in conformità alla risposta fornita in occasione del forum che si è svolto il 18/01/2011 organizzato da Italia Oggi ed IPSOA). Modello 730 Travaso dalla procedura Paghe Allineata all annualità 2012 la procedura di travaso dall'applicativo PAGHE. "Input" da CUD Rilasciata la procedura di "input" da CUD. Gestione Incongruenze/Avvertenze Allineata all'anno 2012 la funzione delle Incongruenze/Avvertenze ed integrata con la nuova Incongruenza (bloccante) che rileva la presenza di oneri nella sezione III del quadro E, aventi anno spesa 2011 ed assenza dei dati catastali del relativo immobile nel quadro B dei fabbricati. In presenza di Incongruenza MANCATO RIPORTO SUL PL DEL REDDITO DA FABBRICATI è necessario richiamare e ripassare in Variazione, i fabbricati caricati nel quadro B. Allegati Modello 730/2 Allineata all'anno 2012 la gestione degli allegati Modello 730/2. Stampe Ministeriali Abilitata la stampa ministeriale del Modello 730/2012. Riepilogo versamenti Allineata all'anno 2012 la funzione "Riepilogo Versamenti". Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 8 di 40

10 Modello Unico Persone Fisiche Gestione Incongruenze/Avvertenze Allineata all'anno 2012 la funzione delle Incongruenze/Avvertenze ed integrata con la nuova Incongruenza (NON bloccante) che rileva la presenza di oneri nella sezione III del quadro RP, aventi anno spesa 2011 ed assenza dei dati catastali del relativo immobile nel quadro B dei fabbricati. In presenza di Incongruenza MANCATO RIPORTO SUL RN DEL REDDITO DA FABBRICATI è necessario richiamare e ripassare in Variazione, i fabbricati caricati nel quadro B. Quadro RR - Farmacie: Contributi previdenziali per Collaboratori di Impresa Familiare Normativa I titolari di Farmacie costituite come Imprese Familiari, non sono tenuti al pagamento dei contributi INPS in quanto iscritti alla cassa Farmacisti (ENPAF) mentre i collaboratori non farmacisti, devono iscriversi all'inps (ruolo intestato al farmacista). Flusso operativo Il titolare deve: compilare il quadro RR Sez. I, solo con gli importi relativi al collaboratore; abilita la Delega F24 solo con gli importi del collaboratore (Saldo e I Acconto a Giugno e II Acconto a Novembre); calcolare i Contributi Fissi (Maggio, Agosto, Novembre, Febbraio) ed abilitare la relativa Delega solo per gli importi Fissi del collaboratore. Funzione FR - Frontespizio Sia per il Titolare dell'impresa Familiare sia per il Collaboratore, valorizzare il campo <Posizione sanitaria = 2 Commercianti>. Funzione CO - Contributo IVS/INPS Sia per il Titolare dell'impresa Familiare sia per il Collaboratore, valorizzare il campo <Posizione sanitaria = 9 Farmacista> per la corretta compilazione della sezione I del quadro RR: Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 9 di 40

11 Quadro RR - sez. I La procedura genera la sezione I con i dati presenti nell'intestazione (codice azienda, attività particolari) relativi al Titolare ed un unico rigo di dettaglio, relativo al Collaboratore: Gestione calcolo acconti La procedura in questa funzione, valorizza tutti i campi relativi al titolare a ZERO (in quanto il titolare non deve versare alcun importo a titolo di acconto) e quelli relativi al collaboratore con gli importi calcolati (il collaboratore è tenuto al versamento degli acconti). Esempio di videata Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 10 di 40

12 Riporto Contributi Fissi in Delega F24 Scelta FISCALE Abilita fissi su F24 Con questa funzione si riportano nella Delega F24 i Contributi Fissi del solo Collaboratore. Modello Unico Società di Capitali Gestione Modello 2012 È disponibile la gestione di tutti i quadri della Dichiarazione Unico Società di Capitali 2012 ad eccezione del quadro RU Crediti d imposta. Gestione dati società Nella colonna Dichiarazioni è stata modificata la dicitura "IC Dichiarazione ICI" in "IM Dichiarazione IMU": "DG - Dati Generali" Tipo Dichiarazione Introdotta la nuova casella "Dichiarazione integrativa (art. 2, co. 8-ter, DPR. n. 322/98)". La casella deve essere barrata unicamente in caso di presentazione di una Dichiarazione Integrativa, nell ipotesi prevista dall art.2, comma 8-ter, del DPR n.322 del 1998, allo scopo di modificare la originaria richiesta di rimborso dell eccedenza d imposta esclusivamente per la scelta della compensazione, sempreché il rimborso stesso non sia stato già erogato anche in parte. Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 11 di 40

13 Eventi eccezionali Aggiornata la tabella relativa alle Agevolazioni fiscali previste da particolari disposizioni normative, emanate a seguito di calamità naturali o di altri eventi eccezionali: Altri dati Introdotta la nuova casella "Canone RAI". La casella deve essere compilata dai contribuenti titolari di un abbonamento speciale alla RAI, indicando il relativo codice (è presente un help di campo dei codici ammessi). Quadro RF Impresa Ordinaria Principali novità Rigo F1: nel rigo è stata inserita la nuova colonna "5 Esclusione compilazione INE ; deve essere barrata dai soggetti che non sono obbligati alla compilazione del Modello Studi di Settore e sono dispensati dalla presentazione del Modello "Indicatori di Normalità Economica". Le colonne del rigo hanno assunto una nuova numerazione ed è cambiato l elenco dei codici da indicare nelle stesse. In entrambi i campi sono visualizzate, in caselle combinate, le cause di esclusione ministeriali che l'operatore può selezionare: per i Parametri Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 12 di 40

14 per gli Studi di Settore Rigo RF32: il rigo, nel quale vanno indicate le variazioni in aumento diverse da quelle espressamente elencate, è stato allineato con le codifiche previste dal Modello Unico Nello specifico, sono state inserite le caselle 30,31, 32, 33 e 34: Rigo RF50: nel rigo sono state soppresse le caselle relative a "Tremonti-ter" e "Tremonti tessile". Col.2: l icona consente la gestione dettagliata del Bonus Capitalizzazione: Bonus capitalizzazione 2009: se è presente nell'archivio la dichiarazione, nel campo viene riportato il valore del rigo RF50,col.3 dell'unico 2010; Bonus capitalizzazione 2010: se è presente nell'archivio la dichiarazione, nel campo viene riportato il valore del rigo RF50,col.3 dell'unico 2011; Nel rigo RF50,col.2, nel caso di gestione Dettaglio viene riportata la somma di 1a) + 1b); in caso contrario, il campo è di inserimento manuale. RF50,col.3: il campo è di sola visualizzazione e corrisponde all'importo di rigo RS105,col.2. RF50 "Altre agevolazioni": campo di input; RF50,col.4: il campo è di sola visualizzazione e corrisponde alla somma dei campi precedenti. Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 13 di 40

15 Rigo RF54: il rigo, nel quale vanno indicate le variazioni in diminuzione diverse da quelle espressamente elencate, è stato allineato con le codifiche previste dalle istruzioni Unico Nello specifico, sono state inserite le caselle 30,31, 32: Rigo RF74: il rigo, inserito all'interno del "Prospetto per la verifica dell'operatività e per la determinazione del reddito imponibile minimo dei soggetti non operativi" è stato implementato con l'inserimento del campo col.2 "Soggetto in perdita sistematica. Questo campo deve essere barrato qualora il contribuente abbia presentato Dichiarazioni in perdita fiscale per tre anni consecutivi o se risulta, per due anni in perdita ed in uno con reddito inferiore al minimo. La nuova gestione delle società non operative entra in vigore l esercizio successivo a quello in corso al 17/9/2011 (solari 2012) e quindi è valida solo per le società a cavallo d anno con un esercizio che inizia il 18/9/2011. Un esempio di compilazione Nel caso in cui la casella di cui alla col.2 sia barrata e nella casella di cui alla col.6 sia presente un valore diverso da 2, devono essere compilate le colonne 4 e 5 dei righi da RF75 a RF83. Nel caso in cui l'opzione Conferma Adeguamento automatico su quadro di riepilogo sia valorizzata a (S), occorre compilare la Sez. XX del quadro IQ (aliquota IRES maggiorata). Prospetto Interessi Passivi NON deducibili Rigo RF119: il rigo è stato implementato con l'inserimento del campo col.3. Le colonne del rigo risultano così rinominate: F119 - col.1 Eccedenza di ROL dell'esercizio precedente F119 - col.2 ROL F119 - col.3 Interessi deducibili/30% ROL Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 14 di 40

16 Rigo RF120: il rigo è stato implementato con l'inserimento del campo col.1. Le colonne del rigo risultano così rinominate: F120 - col.1 di cui non trasferibili F120 - col.2 Consolidato F120 - col.3 IRES F120 - col.4 RHT Rigo RF122: nuovo rigo; deve essere indicata l'ulteriore quota di interessi passivi deducibili a seguito dell utilizzo dell eccedenza ROL riportata dal periodo d imposta precedente ed indicata nel rigo RF120, colonna 3, del Modello UNICO SC 2011, ai soli fini della determinazione dell Addizionale IRES, c.d. Robin Tax. Se è presente in archivio la dichiarazione dell'anno precedente, il dato viene recuperato dalla procedura. Rideterminazione Acconti Disattivata per questo rilascio, la funzione per l accesso ai dati per il Calcolo Acconti nel quadro RF Determinazione del reddito di impresa: Quadro RS Prospetti vari Novità di compilazione Eliminati i prospetti: Spese per motori e variatori di velocità; Incentivo fiscale (Tremonti TER); Bonus capitalizzazione; Incentivo fiscale (Tremonti tessile). Nuovi prospetti: Estremi identificativi rapporti finanziari; Canone RAI; Deduzione per capitale investito proprio (ACE); Garanzie prestate da soggetti NON residenti Rigo RS74: nel rigo è stato soppresso un campo rispetto al precedente periodo di imposta (da 4 a 3): Utili distribuiti da imprese estere partecipate e crediti imposta estero Rigo RS75: il prospetto risulta modificato in quanto sono stati soppressi alcuni campi inerenti gli "Utili distribuiti che non concorrono alla formazione del reddito", nello specifico, i campi relativi a: <Saldo iniziale>, <Reddito imputato> e <Saldo finale>. Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 15 di 40

17 La videata pertanto risulta così modificata: Spese di Riqualificazione Energetica Rigo RS84: tra le spese per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente, sono stati introdotti gli "Interventi di sostituzione di scaldacqua tradizionali". L'anno di sostenimento della spesa può essere solo 2012 e l'ammontare della stessa non può essere superiore ad euro Ricavi Rigo RS107: il rigo è stato implementato con l'inserimento del campo di cui alla col. 1. Assenza ricavi. Il campo deve essere barrato qualora la società non abbia conseguito ricavi nel periodo d imposta. La compilazione dei due campi è alternativa. In caso di riporto da contabilità, se i campi abbinati al rif.3 hanno saldo Zero, la casella viene barrata in automatico. Estremi identificativi rapporti finanziari Rigo RS110: nuovo rigo riservato all indicazione degli estremi identificativi dei rapporti con gli operatori finanziari di cui al citato art.7, sesto comma, del D.P.R. n.605 del 1973 (per esempio Banche, Società Poste italiane SPA, etc.) in essere nel periodo di imposta oggetto della presente dichiarazione. In particolare, nel rigo RS110 deve essere indicato: col.1- il codice fiscale dell operatore finanziario rilasciato dall Amministrazione Finanziaria italiana; col.2 - in alternativa alla col.1, il codice di identificazione fiscale estero; col.3 - la denominazione dell operatore finanziario; col.4 - il tipo di rapporto, utilizzando i codici presenti nella relativa tabella (cfr. Provvedimento del Direttore dell Agenzia delle Entrate del 20 dicembre valori selezionabili da 01 a 99). Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 16 di 40

18 Canone RAI Righi RS : nuovo prospetto, compilato dalle società o imprese che abbiano detenuto nell anno 2011, o che detengano per la prima volta nell anno 2012, uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radio televisive in esercizi pubblici, in locali aperti al pubblico o comunque fuori dell ambito familiare, o che li impiegano a scopo di lucro diretto o indiretto per i quali si è versato l importo, fissato annualmente per l abbonamento speciale alla Rai. Il contribuente deve compilare, qualora detenga più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radio televisive in unità locali diverse, un rigo per ogni singolo abbonamento speciale alla radio o alla televisione. In particolare, nei righi RS111 e RS112 deve essere indicato: col.1 - la denominazione dell intestatario dell abbonamento (solo se diverso dal soggetto dichiarante); col.2 - il numero di abbonamento speciale intestato al soggetto dichiarante; nelle col. da 3 a 7, rispettivamente, il Comune, la sigla della provincia, il codice catastale del comune, la frazione, la via, il numero civico, il codice di avviamento postale per cui è stipulato l'abbonamento; col.8 - la categoria di appartenenza ai fini dell applicazione della tariffa di abbonamento, desunta dalla relativa tabella (valori selezionabili A-B-C-D-E); col.9 - la data del primo versamento per un nuovo abbonamento speciale, qualora sia stato effettuato nell anno Deduzione per Capitale Investito Proprio (ACE) Rigo RS113: nuovo prospetto che deve essere compilato a decorrere dal periodo d imposta in corso al 31 dicembre 2011, al fine di determinare l importo ammesso in deduzione dal reddito complessivo netto, corrispondente al rendimento nozionale del nuovo capitale proprio. Il rendimento nozionale del nuovo capitale proprio è valutato mediante l applicazione dell aliquota del 3% alla variazione in aumento del capitale rispetto a quello esistente alla chiusura dell esercizio in corso al 31 dicembre La parte del rendimento nozionale che supera il reddito complessivo netto dichiarato è computata in aumento dell importo deducibile dal reddito dei periodi d imposta successivi. Il capitale proprio esistente alla chiusura dell esercizio in corso al 31 dicembre 2010 è costituito dal patrimonio netto risultante dal relativo bilancio, senza tener conto dell utile del medesimo esercizio. Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 17 di 40

19 In particolare, nel rigo RS113 deve essere indicato: col.1 - l importo degli incrementi del capitale proprio; col.2 - l importo dei decrementi del capitale; col.3 - l ammontare delle riduzioni pari agli acquisti di partecipazioni in società controllate ed agli acquisti di aziende o di rami di aziende; col.4 - nel campo, di sola visualizzazione, viene riportato l'importo dato dalla differenza tra l importo di colonna 1 e la somma degli importi di colonna 2 e di colonna 3; nel caso in cui il risultato sia pari o inferiore a zero, non è consentita la compilazione delle successive colonne; col.5 - l importo del patrimonio netto risultante dal bilancio dell esercizio, con esclusione dell utile dell esercizio stesso. Se il patrimonio netto assume valore negativo o zero, non è consentita la compilazione delle successive colonne; Se presente la contabilità, il dato è prelevabile dalla procedura. col.6 - nel campo, di sola visualizzazione, viene riportato il minore tra l importo di colonna 4 e quello di colonna 5; col.7 - nel campo, di sola visualizzazione, viene riportato l'importo (solo se > di Zero) relativo al rendimento nozionale del nuovo capitale proprio, pari al 3 per cento dell importo di colonna 6. I successivi campi: NON sono compilabili se nei Dati Generali l'opzione "Consolidato" è (S); sono compilabili le sole colonne "8 Codice Fiscale" e "9 Rendimento attribuito", nel caso in cui nei Dati Generali l'opzione "Trasparenza" sia valorizzata o nel caso in cui, il socio sia una società di persone. col.8 - il codice fiscale del soggetto partecipato ovvero, del Trust trasparente o misto di cui il dichiarante risulta beneficiario, che ha attribuito per trasparenza il rendimento nozionale eccedente il proprio reddito complessivo netto dichiarato; col.9 - importo reddito imputato dal partecipato; col.10 - nel campo, di sola visualizzazione, viene riportato l importo del rendimento nozionale complessivo pari alla somma tra l importo indicato in colonna 7 e quello indicato in colonna 9, di tutti i moduli compilati. Detto ammontare viene riportato, fino a concorrenza del reddito complessivo netto dichiarato, nel rigo RN6,col.3, e/o nel rigo PN4,col.1 ovvero, nel rigo GN6,col.3 ovvero, nel rigo TN4,col.3, nonché nel rigo RQ43,col.9 o nel rigo RQ64,col.4. Se il dichiarante ha optato per la Trasparenza (opzione 1 o 2 nei Dati Generali) ovvero, ha optato per Trust trasparente (opzione 2 nei Dati Generali), l ammontare del rendimento nozionale non utilizzato nei suddetti righi a scomputo del proprio reddito complessivo netto dichiarato, è attribuito a ciascun socio in misura proporzionale alla sua quota di partecipazione agli utili ovvero, ai beneficiari del Trust trasparente (righi TN17 e PN10). In caso di Trust misto la quota non utilizzata nel rigo PN4, colonna 1, e non attribuita ai beneficiari va riportata nel quadro RN. Se il dichiarante ha aderito al regime del Consolidato, l ammontare del rendimento nozionale non utilizzato nel rigo GN6 a scomputo del proprio reddito complessivo netto dichiarato è ammesso in deduzione dal reddito complessivo globale netto di gruppo, dichiarato fino a concorrenza dello stesso (rigo GN22). L eccedenza che non trova capienza nel suddetto reddito complessivo globale netto di gruppo, è computata in aumento dell importo deducibile dal reddito dei periodi d imposta successivi. col.11 - nel caso in cui nei Dati Generali l'opzione "Consolidato" è (S), il campo è di imputazione manuale; in caso contrario il campo è di sola visualizzazione e nello stesso, viene riportato l importo del rendimento nozionale di cui a colonna 10 meno RN6,col.3; col.12 - nel campo, di sola visualizzazione, viene riportato l importo del rendimento nozionale di cui a colonna 10 meno RQ43,col.9 (se presente prospetto XIA del quadro Q) oppure l importo del rendimento nozionale di cui a colonna 10 meno RQ64,col.4 (se presente prospetto XX del quadro Q) oppure l importo del rendimento nozionale di cui a colonna 10 meno RQ43,col.9 (se presenti entrambi i prospetti del quadro Q). Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 18 di 40

20 La normativa Perdite di impresa non compensate Nella Circolare n.53/e del 6 dicembre 2011 sono riportate le novità introdotte dalla manovra correttiva 2011 (DL 98/2011 che ha modificato i commi 1 e 2 dell art.84 del TUIR), sulla deducibilità delle perdite pregresse: Eliminato il vincolo del riporto entro il quinto anno Scomputo dai redditi prodotti negli esercizi successivi, limitato all 80% dell'imponibile. Le nuove regole si applicano a partire dal periodo d imposta in corso al 6 luglio 2011 (entrata in vigore del DL 98/2011). L utilizzo limitato all 80% dell imponibile è comunque applicabile anche alle perdite maturate nei periodi d imposta precedenti, non ancora scadute. La disciplina modificata si applica alle perdite risultanti dalla dichiarazione dei redditi relativa al periodo d imposta in corso al 6 luglio 2011 che, per i soggetti con esercizio coincidente con l anno solare, vuol dire le perdite realizzate negli esercizi Novità funzionali La nuova gestione delle perdite pregresse, con la distinzione tra perdite utilizzabili in compensazione per l'80% del reddito dichiarato e perdite utilizzabili in misura piena, comporta un cambiamento dei prospetti presenti sul quadro RS. La distinzione delle perdite non avviene più in base all anno di formazione ma in base alla limitazione di percentuale di utilizzo: le perdite pregresse (ante modifica con limitazione temporale) abbattono il reddito imponibile nella misura dell 80%; la parte di perdita non utilizzata viene portata avanti negli anni successivi, senza limiti temporali; le perdite pregresse (ante modifica senza limitazione temporale) abbattono il reddito imponibile nella misura del 100%. Per quanto riguarda la priorità di uso delle perdite pregresse, in considerazione del fatto che le perdite utilizzabili all 80% del reddito e le perdite utilizzabili al 100% del reddito possono venire utilizzate contemporaneamente, non esistendo più perdite a scadenza temporale, quindi la procedura opera con la seguente modalità: 1. prima utilizza le perdite limitate, cioè le perdite riportate nell anno fiscale 2011 e nate dal 2006 al 2010, al fine di abbattere il reddito per il suo 80%; 2. in abbattimento del reddito restante, utilizza le perdite illimitate, cioè le perdite nate nei primi tre periodi di imposta della società (quelle fino ad ora definite come "Perdite senza limiti di tempo"). Sezione SIIQ Rigo RS44 Saldo Iniziale: riporto della somma di RS45 + RS46 col. Anno Precedente di Unico 2011; Rigo RS44 1) di cui al presente periodo: riporto perdite di cui al presente periodo di imposta; Rigo RS44 Decremento: riporto utilizzo delle perdite di cui alle precedenti colonne in misura limitata all 80% del reddito da compensare; Rigo RS44 4) Totale perdite riportabili senza limite di tempo: Riporto del risultato dell'operazione: (Saldo Iniziale + Perdite presente periodo - Perdite utilizzate). La compilazione del rigo RS45 è invariata rispetto al rigo RS50 di Unico Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 19 di 40

21 Sezione Addizionale IRES Rigo RS44 Saldo Iniziale: riporto della somma di RS45 + RS46 + RS47 + RS48 + RS49 col. Anno Precedente di Unico 2011; Rigo RS44 Perdite istanza IRAP: riporto della somma di RS47 + RS48 + RS49 col. Rimborso IRAP di Unico 2011; Rigo RS44 2) di cui al presente periodo: riporto perdite di cui al presente periodo di imposta; Rigo RS44 Decremento: riporto utilizzo delle perdite di cui alle precedenti colonne in misura limitata all 80% del reddito da compensare; Rigo RS44 Totale perdite riportabili senza limite di tempo: Riporto risultato della seguente operazione: (Saldo Iniziale + Perdite istanza rimborso IRAP + Perdite presente periodo - Perdite utilizzate). La compilazione del rigo RS45 è invariata rispetto al rigo RS50 di Unico Sezione IRES Rigo RS44 Saldo Iniziale: riporto della somma di RS45 + RS46 + RS47 + RS48 + RS49 col. Anno Precedente di Unico 2011; Rigo RS44 Perdite istanza IRAP: riporto della somma di RS47 + RS48 + RS49 col. Rimborso IRAP di Unico 2011; Rigo RS44 2) di cui al presente periodo: riporto perdite di cui al presente periodo di imposta; Rigo RS44 Decremento: riporto utilizzo delle perdite di cui alle precedenti colonne in misura limitata all 80% del reddito da compensare; Rigo RS44 Totale perdite riportabili senza limite di tempo: Riporto risultato della seguente operazione: (Saldo Iniziale + Perdite istanza rimborso IRAP + Perdite presente periodo - Perdite utilizzate). La compilazione del rigo RS45 è invariata rispetto al rigo RS50 di Unico Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 20 di 40

22 Sezione Maggiorazione IRES La sezione relativa alla Maggiorazione IRES, di nuova istituzione, deve essere compilata a partire dalla dichiarazione relativa al primo periodo d imposta in cui il contribuente è assoggettato alla maggiorazione IRES del 10,5% di cui all art.2, comma 36-quinquies, del DL 13 agosto 2011, n.138, convertito, con modificazioni, dalla Legge 14 settembre 2011, n.148, al fine di evidenziare le perdite utilizzabili nei successivi periodi d imposta in diminuzione dell imponibile relativo alla predetta maggiorazione. Il primo esercizio d imposta in cui la sezione deve essere compilata è quello con data di inizio maggiore al 17/9/2011. Le predette colonne devono essere compilate anche con riferimento ai periodi d imposta in cui il contribuente non risulti tenuto ad applicare il citato art.2, comma 36-quinquies, del DL 138/2011. Rigo RS44 Saldo Iniziale: riporto della somma di RS45 + RS46 + RS47 + RS48 + RS49 col. Anno Precedente di Unico 2011; Rigo RS44 Perdite istanza IRAP: riporto della somma di RS47 + RS48 + RS49 col. Rimborso IRAP di Unico 2011; Rigo RS44 4) di cui al presente periodo: riporto perdite di cui al presente periodo di imposta; Rigo RS44 Decremento: riporto utilizzo delle perdite di cui alle precedenti colonne che viene effettuato nella sezione XX del quadro RQ; Rigo RS44 Totale perdite riportabili senza limite di tempo: Riporto risultato della seguente operazione: (Saldo Iniziale + Perdite istanza rimborso IRAP + Perdite presente periodo - Perdite utilizzate). La compilazione del rigo RS45 corrisponde a quella prevista per lo stesso rigo alla sezione IRES. Perdite istanza rimborso da IRAP col.1: accoglie i dati di cui alle colonne 1, 2 e 3 di Unico 2011 (Perdite 5, 4 e 3 periodo di imposta precedente; col.2: accoglie i dati di cui alla col.4 di Unico 2011 (Perdite riportabili senza limiti di tempo). Funzione "RC Recupero Crediti" La funzione "Recupero crediti", presente nel menu esterno Recuperi vari, è stata inserita anche nel menu interno alla Gestione dati società Utilità_1 (i dati recuperati sono gli stessi in entrambi le scelte). Menu interno: Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 21 di 40

23 Selezionando la funzione viene richiesto il recupero dei crediti imprese (quadro RU) ed il recupero di altri crediti: Menu esterno: Non è possibile recuperare un singolo credito con il tasto [Fx Recupero Crediti Utilizzati in Compensazione F24] se non è stato eseguito il recupero, almeno una volta, con la funzione "RC Recupero Crediti". Un esempio Utilizzo del tasto funzione [F7] attivo nel rigo RN20 prima di aver recuperato i crediti con il "RC Recupero Crediti": Modello IRAP Gestione dati Modello 2011 È disponibile la gestione dei quadri della Dichiarazione IRAP per l anno 2012, redditi 2011: Frontespizio Quadro IQ Persone Fisiche Quadro IP Società di Persone Quadro IC Società di Capitali Quadro IE Enti non Commerciali Quadro IK Amministrazioni ed Enti pubblici Quadro IR Ripartizione della base imponibile e dell imposta e dei dati concernenti il versamento Quadro IS Prospetti vari Avvertenza La Dichiarazione IRAP 2012 non deve essere presentata in forma unificata. Per facilitare l utente viene mantenuto il passaggio alla Dichiarazione IRAP dai Modelli Unico tramite la scelta IR ed il relativo campo all interno dei "DG Dati Generali". Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 22 di 40

24 Novità Fiscali 2012 Frontespizio: Introdotta la nuova casella "Dichiarazione integrativa (art.2, co.8-ter, DPR. n.322/98)". La casella deve essere barrata unicamente in caso di presentazione di Dichiarazione Integrativa, nell ipotesi prevista dall art.2, comma 8-ter, del DPR n.322/1998, allo scopo di modificare la originaria richiesta di rimborso dell eccedenza d imposta esclusivamente per la scelta della compensazione, sempreché il rimborso stesso non sia stato già erogato anche in parte. Aggiornata la Tabella eventi eccezionali. Quadro IP: nella sezione II sono stati inseriti i nuovi campi IP36 e IP42 relativi alle "Variazioni in aumento/diminuzione" derivanti dall'applicazione degli IAS/IFRS. Quadro IC, nella sezione II sono stati inseriti i nuovi campi IC48 e IC54 relativi alle "Variazioni in aumento/diminuzione" derivanti dall'applicazione degli IAS/IFRS". Quadro IR: nella sezione I è stata inserita la nuova col.4 relativa alle "Deduzioni Regionali" previste per le regioni Piemonte ed Umbria. soppresso il rigo IR23 "Credito d'imposta". Quadro IS, sezione I IS4 Spese per apprendisti, disabili.: il rigo è variato nella struttura in quanto è stato inserito il nuovo campo <2 di cui personale addetto alla ricerca e sviluppo". variata la struttura della sez. VII "Rideterminazione dell'acconto"; inserita la nuova sezione X "Affrancamento dei maggiori valori delle partecipazioni". La tabella delle aliquote applicabili, oltre all aggiornamento delle percentuali modificate da Leggi Regionali, contempla anche le aliquote statali e quelle maggiorate per effetto della manovra di luglio (articolo 23, comma 5, DL 98/2011), che interessano le imprese concessionarie diverse da quelle di costruzione e gestione di autostrade e trafori, le banche e gli altri enti e società finanziari, le imprese di assicurazione. Recupero dati da Contabilità e da Quadri redditi Per meglio descrivere la procedura di recupero dati, prendiamo in riferimento il recupero dalla contabilità al quadro IC del Modello IRAP Sez.I, di una Società di Capitali. Recupero da Contabilità: Rigo Righi dei componenti POSITIVI/NEGATIVI (Es: da rigo IC1 a IC14) Righi Variazioni AUMENTO DIMINUZIONE (Es: da rigo IC41 a IC56) Recupero da quadro RF - Unico SC: Righi Righi dei componenti POSITIVI/NEGATIVI (Es: da rigo IC1 a IC14) Righi Variazioni AUMENTO DIMINUZIONE (Es: da rigo IC41 a IC56) Descrizione Recupero importi Viene eseguito il riporto considerando la percentuale di deducibilità IRAP dei conti allacciati ai righi pari a 100. Viene eseguito il riporto considerando la percentuale di deducibilità IRAP indicata nei conti allacciati ai righi. Descrizione Recupero importi Non viene eseguito alcun riporto. Viene eseguito il riporto dal quadro RF ovvero, dai prospetti ICAD. In sintesi: "Prelevo i dati dalla Contabilità Ordinaria (S)" gli importi dei righi da IC1 a IC13, IC60, vengono prelevati dalla Contabilità Ordinaria (alcune variazioni vengono riportate anche nel quadro VA della Dichiarazione IRAP) e con il tasto funzione Fx Espandi Prospetto è possibile visualizzare i conti riportati. "Prelevo i dati dal Quadro F del Modello UNICO ALTRE SOCIETA (S)" la procedura preleva i dati dal quadro RF utili alla compilazione delle altre variazioni nel quadro VA della Dichiarazione IRAP. Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 23 di 40

25 "Prelevo Adeguamento agli Studi di Settore (S)" la procedura riporta il valore dell Adeguamento agli Studi di Settore. L importo presente nella parte Redditi (RF/ICAD) prevale su quello presente in Contabilità (CO) nel caso in cui venga richiesto contemporaneamente il prelievo dalla Contabilità e dai Redditi - per esempio al rigo IC44: Prelevo i dati dalla Contabilità Ordinaria (S) e Prelevo i dati dal quadro F del Modello Unico Altre Società (S). Avvertenza Il recupero dati dai quadri di impresa F, G ed E dei modelli Unico Persone Fisiche e Unico Società di Persone ai relativi quadri del Modello IRAP, verranno rilasciati con il prossimo aggiornamento. Quadro IQ Persone Fisiche Il quadro deve essere utilizzato dalle Persone Fisiche per la determinazione del Valore della produzione nell anno Il quadro è suddiviso in sei sezioni: nelle prime cinque sezioni, sono indicati i componenti positivi e negativi, rilevanti per le diverse categorie di soggetti, per la determinazione del Valore della produzione relativo all anno 2011; la sesta sezione attiene alla determinazione del Valore della produzione netta: Il rigo IQ65, invariato rispetto al precedente periodo di imposta, è suddiviso in 3 colonne: col.1: nel rigo deve essere indicata la quota di col.3 soggetta all aliquota dell 1,9% o alla diversa aliquota agricola prevista dalla normativa regionale; col.2: nel rigo deve essere indicata la quota di col.3 assoggettabile ad aliquota di cui all'art. 16 o ad altre aliquote previste dalla normativa regionale; col.3: nel rigo deve essere indicato il Valore della produzione netta corrispondente alla differenza tra l importo di rigo IQ60, colonna 3 e la somma degli importi dei righi IQ62, colonna 2, IQ63 e IQ64; in caso di risultato negativo, occorre indicare zero. Non si rilevano variazioni di compilazione del quadro rispetto allo scorso anno. Quadro IP Società di Persone Il quadro è suddiviso in sei sezioni: nelle prime cinque sezioni, sono indicati i componenti positivi e negativi rilevanti per le diverse categorie di soggetti, per la determinazione del Valore della produzione relativo all anno 2011; la sesta sezione attiene alla determinazione del Valore della produzione netta. Nei righi IP36 e IP42 "Variazioni in aumento/diminuzione derivanti dall'applicazione degli IAS/IFRS" è stato inserito il nuovo campo <di cui alla col.1> utilizzabile dai soggetti che applicano i principi contabili internazionali. Trattasi di componenti rilevanti ai fini IRAP, imputati direttamente al patrimonio netto o al prospetto delle altre componenti di conto economico complessivo (OCI), mai imputati a conto economico e che rilevano fiscalmente secondo le disposizioni che regolano l imposta regionale sulle attività produttive, indipendentemente dall imputazione al patrimonio netto ovvero ad OCI. Nel campo <di cui alla col.2>, per entrambi i righi, è prevista la gestione del dettaglio tramite l'icona ; l'importo inserito, sommato all'importo <di cui a col.1>, verrà riportato in col.2. Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 24 di 40

26 Quadro IC Società di Capitali Il quadro è suddiviso in sei sezioni: nelle prime cinque sezioni, sono indicati i componenti positivi e negativi rilevanti per le diverse categorie di soggetti, per la determinazione del Valore della produzione lorda; la sesta sezione attiene alla determinazione del Valore della produzione netta. Nei righi IC48 e IC54 "Variazioni in aumento/diminuzione derivanti dall'applicazione degli IAS/IFRS" è stato inserito il nuovo campo <di cui alla col.1> utilizzabile dai soggetti che applicano i principi contabili internazionali. Trattasi di componenti rilevanti ai fini IRAP, imputati direttamente al patrimonio netto o al prospetto delle altre componenti di conto economico complessivo (OCI), mai imputati a conto economico e che rilevano fiscalmente secondo le disposizioni che regolano l imposta regionale sulle attività produttive, indipendentemente dall imputazione al patrimonio netto ovvero ad OCI. La gestione dei suddetti righi è analoga a quella descritta per i righi IP36 e IP42 del quadro IP. Quadro IR Ripartizione della Base imponibile Sezione I Ripartizione della Base imponibile determinata nei quadri IQ-IP-IC-IE-IK (sez. II e III): inserita la nuova col.4 relativa alle "Deduzioni Regionali" previste per le regioni Piemonte ed Umbria; i contribuenti che producono il valore della produzione nelle suddette regioni, potranno ridurre la base imponibile IRAP usufruendo della deduzione prevista per chi incrementa il numero dei lavoratori assunti a tempo indeterminato. Le deduzioni si desumono nella Tabella delle deduzioni regionali riportata in appendice delle istruzioni alla compilazione. Il caricamento e l'elaborazione dei dati ai fini della determinazione della Base imponibile viene effettuata nel dettaglio con la seguente modalità: (Valore della produzione) - (Valore della produzione negativo) + (Quota GEIE) - (Deduzioni regionali) Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 25 di 40

27 Le Deduzioni regionali vengono calcolate secondo le specifiche regionali in base ai dipendenti e al costo lavoro degli stessi e devono essere indicate nella videata relativa alla scelta delle Regioni (scelta SR - Selezione Regioni), opportunamente modificata: Sezione II Dati concernenti il versamento dell'imposta determinata nei quadri IQ-IP-IC- IE-IK (sez. II e III): è stato soppresso il rigo IR23 Credito d'imposta di conseguenza, i righi a seguire sono stati rinumerati. Quadro IS Prospetti Vari Sezione I Rigo IS1: è stata modificata la gestione relativa all'inail Lavoro Interinale; utilizzando il bottone di dettaglio in corrispondenza della col.2), si accede alla finestra che consente di selezionare il tipo di contabilità; in corrispondenza di ogni selezione è presente il bottone di dettaglio per l'accesso ai dati INAIL Lavoro Interinale e INAIL dipendenti. Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 26 di 40

28 Il nuovo campo INAIL interinale è recuperabile dalla Contabilità. Sezione I Rigo IS4: il rigo è variato nella struttura in quanto è stato inserito il nuovo campo 2 "di cui personale addetto alla ricerca e sviluppo". Il nuovo campo IS4 col.2 è un di cui del campo IS4 col.3. Sezione VII Rideterminazione dell'acconto - Rigo IS32: il rigo è variato nella struttura, come da seguente videata: Sezione X - Affrancamento dei maggiori valori delle partecipazioni: Sezione di nuova istituzione; accoglierà gli importi assoggettati ad imposta sostitutiva, a seguito dell esercizio dell opzione ex commi 10-bis e 10-ter dell articolo 15 del DL 185/2008, rispetto ai valori delle voci Avviamento, Marchi d impresa ed altre attività immateriali suscettibili di Affrancamento. Anno operazione: indicare il codice 1, 2 oppure 3, a seconda che l operazione straordinaria o traslativa, a seguito della quale è stata iscritta nel bilancio individuale la partecipazione per cui si esercita l opzione, sia stata effettuata: Tipo operazione: indicare il codice identificativo dell operazione straordinaria o traslativa (codice da "a" a "l") a seguito della quale, è stata iscritta nel bilancio individuale la partecipazione per cui si esercita l opzione: Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 27 di 40

29 Soggetto subentrato: va barrata qualora l opzione per il regime dell imposta sostitutiva è esercitata dal soggetto dichiarante subentrato, a seguito di fusione o scissione, ad uno dei soggetti di cui al comma 2 dell articolo 2 del Provvedimento che, se ancora esistente, avrebbe potuto esercitare tale opzione. Differenza contabile: deve essere imputata la differenza fra il valore contabile della partecipazione di controllo iscritto nel bilancio individuale a seguito di una delle operazioni di cui alla colonna 2 e, a seconda dei casi indicati nell articolo 3, commi da 2 a 4, del Provvedimento (elenco istruzioni ministeriali pag.76). Avviamento: indicare il corrispondente valore di Avviamento, in proporzione alla percentuale di partecipazione acquisita per effetto di una delle operazioni sopra richiamate. Marchi: indicare il corrispondente valore dei Marchi d'impresa, in proporzione alla percentuale di partecipazione acquisita per effetto di una delle operazioni sopra richiamate. Altre attività immateriali: indicare il corrispondente delle altre attività immateriali, in proporzione alla percentuale di partecipazione acquisita per effetto di una delle operazioni sopra richiamate. Determinazione dell'imponibile: nella col.8, di sola visualizzazione, viene riportato il minore tra l importo indicato nella colonna 4 e la somma degli importi indicati nelle colonne 5, 6 e 7; nella col.9, deve essere indicata la base imponibile da assoggettare all imposta sostitutiva, anche in misura parziale; l'importo non può essere superiore all importo di col.8. Il prospetto deve essere caricato sia nel quadro RQ sez. XIX del Modello UNICO, sia nel Modello IRAP; i dati già inseriti in UNICO. mediante l'utilizzo del bottone [Preleva dati], possono essere recuperati e quindi riportati nel presente prospetto. Selezione Regioni Nella funzione "SR Selezione Regioni" è stato aggiunto il bottone [Preleva dati] per il recupero dalla procedura PAGHE (regione per regione) dei seguenti dati: Ammontare retribuzioni Deduzioni regionali Avvertenza La funzione "SR Selezione Regioni" sarà attivata con il prossimo rilascio. Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 28 di 40

30 Rideterminazione Acconti Con questo rilascio risulta inibita la funzione "DA Dati per calcolo acconti": Imposta IMU Nuova gestione IMU Questo modulo SOSTITUISCE la GESTIONE ICI e contiene le procedure di calcolo della nuova imposta sugli immobili, Imposta Municipale Propria (cd. IMU), introdotta dall art.13 del Decreto Legge 6 dicembre 2011, n.201. La normativa Determinazione del VALORE degli IMMOBILI Per i fabbricati iscritti in catasto, il valore dell immobile è costituito da quello ottenuto applicando all ammontare delle RENDITE risultanti in catasto i seguenti moltiplicatori: 160 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale A e nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, con esclusione della categoria catastale A/10; 140 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale B e nelle categorie catastali C/3, C/4 e C/5; 80 per i fabbricati classificati nelle categorie catastali D/5 e A/10; 60 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale D, ad eccezione dei fabbricati classificati nella categoria catastale D/5 (moltiplicatore elevato a 65 a decorrere dal 1 gennaio 2013); 55 per i fabbricati classificati nella categoria catastale C/1. Per i terreni agricoli, il valore è costituito da quello ottenuto applicando all ammontare del REDDITO DOMINICALE risultante in catasto rivalutato del 25 per cento, un moltiplicatore pari a 130. Per i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola, il moltiplicatore è pari a 110. ALIQUOTE L aliquota di base dell imposta è pari allo 0,76%. I comuni possono modificare in aumento o in diminuzione, l aliquota di base sino a 0,3 punti percentuali. L aliquota è ridotta allo 0,4% per l abitazione principale e per le relative pertinenze. I comuni possono modificare in aumento o in diminuzione, la suddetta aliquota sino a 0,2 punti percentuali. L aliquota è ridotta allo 0,2% per i fabbricati rurali ad uso strumentale. I comuni possono ridurre la suddetta aliquota fino allo 0,1 per cento. I comuni possono inoltre ridurre l aliquota di base fino allo 0,4 per cento nel caso di immobili non produttivi di reddito fondiario, di immobili posseduti dai soggetti passivi dell Imposta sul Reddito delle Società o di immobili locati. DETRAZIONI Dall imposta dovuta per l unità immobiliare adibita ad abitazione principale del soggetto passivo e per le relative pertinenze, si detraggono, fino a concorrenza del suo ammontare, euro 200,00 rapportati al periodo dell anno durante il quale si protrae detta destinazione; se l unità immobiliare è adibita Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 29 di 40

31 ad abitazione principale da più soggetti passivi, la detrazione spetta a ciascuno di essi proporzionalmente alla quota per la quale la destinazione medesima si verifica. Per gli anni 2012 e 2013, la detrazione prevista dal primo periodo è maggiorata di 50 euro per ciascun figlio di età non superiore a ventisei anni, purché dimorante abitualmente e residente anagraficamente, nell unità immobiliare adibita ad abitazione principale. L importo complessivo della maggiorazione, al netto della detrazione di base, non può superare l importo massimo di euro 400,00. I comuni possono disporre l elevazione dell importo della detrazione, fino a concorrenza dell imposta dovuta: in questo caso il comune che ha adottato detta deliberazione non può stabilire un aliquota superiore a quella ordinaria per le unità immobiliari tenute a disposizione. Versamenti IMU Il versamento dell IMU può avvenire solo mediante Delega Unica F24. Il versamento mediante bollettini di conto corrente postale non è più ammesso. Interventi funzionali Scelta FISCALE Modifica TABELLE ICI Avvertenza Aggiornamento aliquote IMU In attesa di chiarimenti in merito all'applicazione delle aliquote per il versamento dell'acconto IMU (calcolo con applicazione delle aliquote base o delle aliquote eventualmente maggiorate/ridotte dai comuni con delibera comunale), la TABELLA delle ALIQUOTE IMU non è stata opportunamente allineata. I calcoli IMU rilasciati con questa versione NON sono dunque attendibili. Con questo aggiornamento le opzioni presenti nella tabella Limiti e Pertinenze vengono automaticamente impostati ad (S): Scelta FISCALE Allineati alle nuove disposizioni i moltiplicatori nella tabella Basi di calcolo IMU. Modifica Frontespizio dei Modelli 730, Unico ed ICI Poiché per i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola è stato individuato uno specifico moltiplicatore IMU, è stato modificato il Frontespizio dei Modelli Dichiarativi. Modello Frontespizio Note 730 Unico Persone Fisiche Unico Società di Persone IMU (ICI) Aggiunto il campo <Posizione sanitaria> Nessun intervento Aggiunto il campo <Impresa agricola> Nessun intervento Il campo può assumere i valori: 0 - Non mutuato 5 - Agricoltori Il campo <Posizione sanitaria> prevede già il valore 5 - Agricoltori Indicare (SI) se i soci sono iscritti nella Previdenza Agricola. Il campo viene rilasciato valorizzato con (NO). Il campo <Posizione sanitaria> prevede già il valore 5 - Agricoltori Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 30 di 40

32 Nuova tipologia di immobili Inserita la nuova tipologia di immobile RURALE STRUMENTALE Eliminate le opzioni Uso Gratuito e Test Esclusione. Videata Dati ICI Inserito il nuovo campo <% detrazione figli>; in presenza di abitazione principale il campo è valorizzato come il campo <% abitabilità>. Questo campo deve essere utilizzato per la gestione di abitazioni principali in comproprietà tra genitori e figli. Un esempio Se l abitazione principale è di proprietà al 50% del genitore e 50% del figlio, nell anagrafica del genitore deve essere valorizzata con 50 la percentuale di abitabilità e la <Detrazione per figli> con 100: Nuovo quadro FIGLI Al fine di calcolare correttamente le detrazioni per i figli presenti nel nucleo familiare, viene inserito un nuovo quadro denominato Figli : Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 31 di 40

33 Nel quadro vengono inseriti tutti i figli minori di 26 anni, residenti e dimoranti nell abitazione principale: Con il bottone [Recupera Familiari] si possono recuperare in automatico i figli dal quadro "Familiari a carico" dei Modelli 730 e/o Unico Persone Fisiche. Verificare la correttezza dei dati con riferimento ai mesi riportati in automatico nel quadro F (dell'imu) ed all effettiva residenza e dimora dei figli, nell abitazione principale. Eliminazione funzioni La nuova imposizione per il versamento dell'imposta IMU ha determinato l eliminazione delle seguenti scelte di menu: Comuni NO Bollettino CCP Tabulazione bollettini ICI Bollettini CCP Prospetto immobili e CCP Bollettini + Riepilogo laser menu a tendina Versamenti Bollettino CCP, Bollettino Laser Modello RED Allineamento tracciato telematico alla ver. 3 Allineato alla Versione 3 il tracciato telematico: Nuova tipologia RED: Rinuncia del coniuge a dichiarare i redditi Per gestire questa tipologia di RED accedere alla sezione "DC Dati certificati" del coniuge. Eliminate le tipologie RED: Dichiarazione NORMALE resa dal titolare e non da tutti i familiari richiesti e Dichiarazione NORMALE resa dai soli familiari. Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 32 di 40

34 Detrazione Carichi Familiari Enti INPS & I.POST Abilitata la gestione delle "Detrazioni per Carichi di famiglia" per gli enti INPS e I.POST. La gestione non ha subìto modifiche rispetto allo scorso anno. Paghe e Stipendi / Co.Co.Co. Comunicazione Mod Scelta PAGHE / ALTRI ADEMPIMENTI Il 31/03/2012 scade, per i sostituti d imposta pubblici e privati, il termine di presentazione della Comunicazione della sede telematica dove l Agenzia delle Entrate, renderà disponibili i risultati contabili dei modelli 730 ai fini del conguaglio fiscale sulle retribuzioni dei dipendenti. La procedura telematica è stata estesa a tutte le province quindi il modello di Comunicazione per la ricezione in via telematica dei dati relativi ai resi disponibili dall Agenzia delle Entrate dovrà essere trasmesso anche dai sostituti che negli anni scorsi hanno partecipato alla fase sperimentale del flusso telematico dei modelli attraverso i servizi telematici dell Agenzia delle Entrate. Il flusso telematico attraverso l Agenzia delle Entrate garantisce ai sostituti la provenienza dei risultati contabili delle Dichiarazioni 730 e consente, notevoli vantaggi economici in termini di risparmio di tempo e di risorse, potendo trasferire i dati relativi al conguaglio da effettuare direttamente nelle procedure, adibite alla preparazione delle buste paga dei dipendenti. I sostituti d imposta devono compilare il modello "Comunicazione per la ricezione in via telematica dei dati relativi ai mod resi disponibili dall Agenzia delle Entrate (pubblicazione sul sito indicando la sede telematica (Fisconline o Entratel) o l intermediario presso cui saranno resi disponibili i dati contabili del mod Sono obbligati alla presentazione i sostituti che NON hanno inviato la comunicazione 2011 e coloro che devono variare dati già comunicati. Nella Comunicazione viene richiesto il numero di protocollo che è stato attribuito, dall Agenzia delle Entrate, all ultima Dichiarazione Modello 770 Semplificato presentata nell anno precedente a quello di inoltro. Questa informazione viene prelevata in automatico dalla gestione Diario Forniture Telematico nel Modello 770. Nel caso in cui non sia presente il numero di protocollo nel Diario Forniture Telematico Modello 770 (perché non si è provveduto al caricamento manuale), è stata predisposta la procedura Caricamento Rapido Protocollo Modello 770 Semplificato (Scelta PAGHE ). Tutte le informazioni operative sulla procedura sono riportate nel manuale Assistenza Fiscale Sostituti D'Imposta Comunicazione per la ricezione dei dati Mod / Passaggio dati Paghe- 730-Paghe allineato a questo rilascio (nome file m3m7304p ). Travaso dati CUD a Modello 730 Scelta PAGHE / ALTRI ADEMPIMENTI Tutte le informazioni operative sulla procedura sono riportate nel manuale Assistenza Fiscale Sostituti D'Imposta Comunicazione per la ricezione dei dati Mod / Passaggio dati Paghe- 730-Paghe allineato a questo rilascio (nome file m3m7304p ). Paghe e Stipendi Calcolo Costi e Deduzioni per IRAP Scelta PAGHE A seguito di alcuni chiarimenti ricevuti dalla regione Piemonte in merito al calcolo delle deduzioni relative agli incrementi occupazionali, sono state apportate le seguenti modifiche alla procedura: Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 33 di 40

35 Gli importi di deduzione per incremento occupazionale non vengono più riproporzionati in base alla percentuale part-time del dipendente. I dipendenti cessati il 31/12/2011 ovvero l ultimo giorno dell anno di bilancio in corso al 31 dicembre 2011, se non coincidente con l anno solare, non vengono ora conteggiati nel calcolo dell incremento occupazionale per l anno Rieseguire l'elaborazione IRAP delle ditte che rientrano in queste casistiche. MUT Allineamento alle specifiche tecniche La nuova versione del M.U.T contiene le indicazioni della Circolare CNCE nr.482/2012 in materia di congruità. Le variazioni riguardano soprattutto la gestione dei cantieri nella Denuncia ed il passaggio definitivo alla modalità di Denuncia con dettaglio delle ore lavorate per cantiere. Interventi funzionali Nodo Denuncia: Inserito il nuovo campo <SL_ PEC>. Inserito il nuovo campo <SO_ PEC>. Nodo Cantiere: Ampliata la dimensione del campo <CA_NumeroProgr>. Inserito il nuovo campo <CA_CodiceIndentificativoMUT>. Eliminato il campo <CA_DenominazioneCommittente_1> sostituito dalle informazioni nella sezione Dati Appalto. Eliminato il campo <CA_DenominazioneCommittente_2> sostituito dalle informazioni nella sezione Dati Appalto. Modificata la tabella di riferimento, campo <CA_TipoCommittente>. Inserito il nuovo campo <CA_TipoLavoro>. Modificata la sezione "DatiAppalto" - nuove istruzioni di utilizzo. Inserito il nuovo campo <AP_DenominazioneAppaltatore>. Inserita la sezione "DatiOpera" con informazioni relative alla struttura del cantiere. Inserito il nodo "CNCE_Subappalti". I campi identificativi del committente e dell appaltatore sono stati rimossi dalla sezione "DatiAppalto" e spostati, ridenominati, nella sezione principale. Nodo Lavoro Cantiere: Ampliata la dimensione del campo <LC_NumCantiere>. Eliminato il campo <LC_CantPrevalente>. Nodo CNCE_LavoratoreNonDipendente: Il nuovo nodo è utilizzato per dichiarare ore lavorate su ciascun cantiere da parte di soci, titolari, lavoratori autonomi ed altri soggetti, che operano nel cantiere ma non sono tenuti all iscrizione presso la Cassa Edile. Gestione dei nuovi campi richiesti dal MUT Nodo Denuncia Entrambi gli indirizzi di Posta Elettronica Certificata (PEC) sono valorizzati con l'indirizzo indicato in corrispondenza dell'indirizzo della sede legale della ditta (Scelta PAGHE Tasto Funz.[F4]). Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 34 di 40

36 Nodo Cantiere Gestione Dati Cantieri Scelta PAGHE Campo Cantiere Codice Identificativo Tipo committente Tipo Lavoro Dati dell'opera Valore complessivo Importo lavori edili Data presunta fine lavoro Descrizione Nr. progressivo cantiere - Aumentata la dimensione del campo da 3 a 5 caratteri numerici. Codice identificativo del cantiere. Valori ammessi: 1-Pubblico 2-Privato Non sono più ammessi i codici 3 e 4 (vedere paragrafo Diagnostici). Valori ammessi: 1-Lavori in appalto 2-Lavori in subappalto 3-Lavori in proprio 4-Somministrazione/distacco 5-Affidamento Valore all'unità di euro Valore all'unità di euro Data nella forma gg/mm/aaaa Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 35 di 40

37 Gestione Dati Appalti Scelta PAGHE I campi <Codice CIP>, <Protocollo> e <Data> sono stati inseriti nell'apposita sezione "Dati appalto pubblico" e sono stati resi facoltativi in quanto, è stato specificato che sono obbligatori per soli i committenti pubblici. Nel caso in cui questi dati non siano valorizzati, durante l'elaborazione mensile viene segnalato se l'appalto è collegato ad un cantiere con <Tipo committente = 1-Pubblico>. I dipendenti ad esso collegati non vengono elaborati. Gestione Dati Subappaltatori (Nuova gestione) Scelta PAGHE Campo Ditta Codice Cassa Edile (APE) Cantiere Subappaltatore Dati Subappaltatore Denominazione Codice Fiscale Descrizione Indicare il codice della ditta che effettua l'appalto dei lavori. Indicare il codice APE in cui verranno svolti i lavori. Indicare il codice del cantiere in cui verranno svolti i lavori. Da 1 a Indicare il numero progressivo del subappaltatore. Da 1 a Dati anagrafici del soggetto Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 36 di 40

38 Campo Indirizzo e num.civico Località Descrizione Lavori Importo Lavori Data inizio e fine lavori Descrizione Descrizione libera. Indicare l'importo all'unità di euro. Data nella forma gg/mm/aaaa. Gestione Lavoratori non Dipendenti (Nuova gestione) Scelta PAGHE Campo Descrizione Ditta Indicare il codice della ditta che effettua i lavori. Codice Cassa Edile (APE) Indicare il codice APE in cui verranno svolti i lavori. Matricola lavoratore non dipendente Campo non obbligatorio. Indicare, se presente, la matricola del lavoratore non dipendente (es. titolare, socio, collaboratore ecc.) che svolge attività lavorativa all'interno del cantiere. Codice anagrafico Campo richiesto solo se il precedente campo <Matricola lavoratore lavoratore non non dipendente> è stato confermato uguale a zero. dipendente Se il lavoratore non dipendente è già presente all'interno del data base anagrafico di B.Point, è possibile richiamarlo con il tasto funzione [F2] o in alternativa, con Ricerca per cognome o codice fiscale; in caso contrario è possibile caricarlo dall'interno di questa gestione. Per ritornare al campo <matricola> utilizzare il tasto [ESC]. Dati anagrafici lavoratore non dipendente Tipo lavoratore Valori ammessi: 1-Titolare 2-Socio 3-Collaboratore 4-Lavoratore autonomo Data inizio e fine lavoro Data nella forma gg/mm/aaaa. Indicare le date di inizio e fine dei lavori. Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 37 di 40

39 Gestione NC Lavoratori non Dipendenti per cantiere (Nuova gestione) Scelta PAGHE Sez. NC Per i mesi in cui è presente una prestazione di lavoro, di lavoratori non dipendenti, l'utente deve richiamare le matricole/codici anagrafici caricati nella gestione precedente (Gestione Lavoratori non Dipendenti) e caricare, per singolo cantiere, le ore di lavoro prestato dal soggetto che ha lavorato. ConQuest - Aggiornamento Integrazione Tabellare Sono stati aggiornati i dati tabellari previsti dai rinnovi dei contratti collettivi fino al periodo Maggio Selezionando il modulo PAGHE e STIPENDI, in presenza di ConQuest, è possibile aggiornare automaticamente (se non già aggiornati con il precedente rilascio) le tabelle interessate ed ottenere la stampa con il dettaglio dei contratti ed i relativi valori modificati. Aziendale Gestione Vendite Emissione Documenti (per la versione grafica) Scelte AZIENDALE Emissione Documenti Avviso di mancata selezione "descrizione alternativa" Causali Contabili In "Emissione documenti", in corrispondenza del pulsante [Contabile], appare un semaforo di colore "GIALLO" se per la causale utilizzata non è stata selezionata la descrizione tra quelle alternative gestite per la causale richiamata. L'avviso non è bloccante e non appare se non sono state gestite descrizioni alternative per le Causali Contabili. Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 38 di 40

40 Esercizio Co.Ge. a "cavallo d anno" Nel caso di Azienda con esercizio Co.Ge. a "cavallo d anno", nel campo <Data Documento> è stato abilitato il tasto funzione [Cambio esercizio IVA] che consente di selezionare l esercizio IVA. Anteprima di stampa È attivo il bottone [Anteprima di stampa] per visualizzare il documento da stampare prima di confermare la stampa. In caso di anteprima (solo per i documenti grafici) viene riportata sul lato del modulo, in verticale, la scritta ANTEPRIMA DI STAMPA. Associazione Raccordo Pagamenti Scelta ASSOCIAZIONE Nuova funzione di raccordo dei codici di pagamento tra l applicativo ASSOCIAZIONE e la gestione delle Partite Aperte. Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 39 di 40

41 Caricando i raccordi dei codici di pagamento tra i due applicativi ed impostando l'opzione <Automat. Partite da P.N. Contabile = S> (presente nella sezione Generazioni Varie dei Costanti Partite Aperte, scelta menu CONTABILE ), è possibile travasare in Contabilità le fatture senza dover confermare i dati presenti nella videata delle Partite Aperte, per ogni fattura. Con l introduzione della nuova scelta di menu, le funzioni Automatismi prestazioni sono state spostate in ASSOCIAZIONE 09.Tabelle precaricate 08.Automatismi prestazioni. Fatturazione c/terzi Raccordo Pagamenti Scelta ASSOCIAZIONE/STUDIO Nuova funzione di raccordo dei codici di pagamento tra l applicativo Fatturazione c/terzi e la gestione delle Partite Aperte. Caricando i raccordi dei codici di pagamento tra i due applicativi ed impostando l'opzione <Automat. Partite da P.N. Contabile = S> (presente nella sezione Generazioni Varie dei Costanti Partite Aperte, scelta menu CONTABILE ), è possibile travasare in Contabilità le fatture senza dover confermare i dati presenti nella videata delle Partite Aperte, per ogni fattura. Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 40 di 40

42 Note di Rilascio Utente Versione Tutti gli Applicativi INFORMAZIONI AGGIORNAMENTO Eseguire il salvataggio degli archivi prima di procedere con l aggiornamento. La FIX può essere utilizzata come aggiornamento della versione e successive. Manuali distribuiti con l aggiornamento CONTABILE Gestione di Casi Particolari (nome file m1casipa.pdf ) Comunicazione Corrispettivi Over (nome file m1co3000.pdf ) FISCALE Richiesta Rimborso/utilizzo in compensazione (nome file m2mivatr.pdf ) del Credito IVA Trimestrale (mod. IVA TR) PAGHE Costi per Deduzioni IRAP (nome fil 'm3cmodan.pdf ) Come consultare la documentazione dalla Barra degli strumenti La documentazione consultabile in B.Point SOLUTION PLATFORM, è suddivisa in sezioni: **** ULTIMI DOCUMENTI RILASCIATI Posta nella parte superiore dell elenco, con tutti i documenti rilasciati con l aggiornamento **** GUIDE OPERATIVE Contiene le guide di riferimento di tipo operativo. **** MANUALI Suddivisi per aree di competenza: CONTABILE-FISCALE-PAGHE-AZIENDALE-STUDIO/ASSOCIAZIONI **** STORICO NOTE DI RILASCIO Posta a fondo elenco, con le note di rilascio distribuite a partire dalla release La suddivisione delle note di rilascio è per tipologia di utenza: NR TUTTI gli UTENTI - Ver xx NR STUDIO - Ver xx NR Utenti PAGHE - Ver xx NR Utenti AZIENDA - Ver xx Informazioni su Moduli utilizzati da tutti gli utenti Informazioni su Adempimenti a carattere CONTABILE, FISCALE e GESTIONE dello STUDIO Informazioni su Moduli utilizzati per la GESTIONE DEL PERSONALE Informazioni sul Modulo AZIENDALE WEB SEMINAR Per formare ed aggiornare il personale di Studio in tempi rapidi Comodamente dallo Studio, seguire il corso in diretta (possibilità di rivederlo in un momento successivo il corso è anche disponibile in modalità registrata) Subito operativi, i Web Seminar offrono una formazione puntuale, approfondita ed interattiva Filo diretto con WKI, i Web Seminar sono tenuti direttamente dagli esperti WKI ai quali, in modo interattivo, è possibile porre domande e chiedere chiarimenti durante l evento. Per saperne di più, consulta la Scheda Prodotto su CONTENUTO AGGIORNAMENTO Diagnostici 2 Modelli 730 / Unico Persone Fisiche - Addizionali comunali 2 Immobili (IMU) - Figli che dimorano o risiedono con i genitori per parte dell'anno 2 Ricalcoli automatici 2 Immobili (IMU) / Mod.730 / Mod. Unico - Aggiornamento Tabelle 2 Versamenti Unificati (Delega F24) 3 Nuovo Modello F24 Accise 3 Comunicazione Over

43 Note di Rilascio Utente - Tutti gli Applicativi Puntualizzazioni sull adempimento relativo all annualità Note di Variazione A/P 3 Dichiarazione IVA Annuale 3 Modello IVA TR Modulo ICAD 4 ACE e calcolo delle imposte anticipate 4 Trasformazione imposte anticipate in crediti di imposta 4 Immobili (IMU) 5 Aggiornamento Tabelle 5 Detrazione per figli 5 Tabulato ASCII 7 Modello ISEE 7 Richieste Social Card -!SOCARD65! e!socard3! 7 Paghe e Stipendi 7 Cooperative di Facchinaggio - Trasmissione on line con Regolazione Trimestri 7 Calcolo Costi e Deduzioni per IRAP 10 Cassa Edile - Dati cantieri Cassa Edile 11 ConQuest - Aggiornamento Integrazione Tabellare 11 Aziendale Gestione Vendite 11 Incasso in contanti (per la versione grafica) 11 Associazione 12 Incasso in contanti (per la versione grafica) 12 Parcellazione 13 Incasso in contanti (per la versione grafica) 13 Fatturazione c/terzi 14 Diagnostici Modelli 730 / Unico Persone Fisiche - Addizionali comunali Aggiornamento tabelle di calcolo delle Addizionali comunali per i comuni: Concesio, Travagliato, Bosco Chiesanuova e Paderno Franciacorta Dopo l installazione di questo aggiornamento, al primo accesso nei moduli Modello 730 e/o Unico Persone Fisiche, viene eseguito un diagnostico per identificare le dichiarazioni con Domicilio fiscale in uno dei comuni sopra indicati. Le dichiarazioni soggette alla modifica NON ancora stampate, vengono ricalcolate dalla procedura. Al termine del diagnostico, viene stampato l'elenco delle dichiarazioni interessate alla modifica che risultano GIÀ stampate e per le quali occorre procedere al ricalcolo manuale. Immobili (IMU) - Figli che dimorano o risiedono con i genitori per parte dell'anno Per il calcolo del versamento IMU sono state previste detrazioni spettanti per i figli che abbiano risieduto o dimorato stabilmente nell'abitazione principale dei genitori per l'intero anno o per un periodo inferiore all'anno. Dopo l'installazione di questo aggiornamento, al primo accesso nel modulo Immobili, viene eseguito un diagnostico per identificare le anagrafiche che risultano con figli residenti o dimoranti per meno di 12 mesi. Al termine del diagnostico, viene stampato l'elenco delle dichiarazioni interessate per le quali occorre verificare il corretto periodo di dimora o residenza dei figli. Ricalcoli automatici Immobili (IMU) / Mod.730 / Mod. Unico - Aggiornamento Tabelle Dopo l'installazione di questo aggiornamento, al primo accesso nei moduli Immobili e/o 730 e/o Unico PF/SP/SC, vengono allineate le tabelle per il calcolo dell'imposta IMU e ricalcolate tutte le anagrafiche presenti nell'archivio IMU. La durata delle conversioni e del successivo ricalcolo dipende dalla grandezza dell'archivio e dal Sistema Operativo utilizzato. Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 2 di 14

44 Versamenti Unificati (Delega F24) Nuovo Modello F24 Accise Note di Rilascio Utente - Tutti gli Applicativi L Agenzia delle Entrate ha approvato una nuova versione del Modello F24 Accise, da utilizzare a partire dal 10/4/2012. Il nuovo modello di pagamento F24 Accise introduce i campi Codice ufficio, Codice atto e Rateazione. Secondo la motivazione indicata nel Provvedimento, il nuovo F24 accise consente una più efficiente gestione dei versamenti eseguiti dai contribuenti nel caso di pagamento rateale delle somme dovute anche a seguito di avviso di accertamento, avviso di irrogazione sanzioni o atto di contestazione delle sanzioni, accertamento con adesione, conciliazione giudiziale ed altri istituti deflativi del contenzioso. Quando la data di stampa è maggiore/uguale al 10/4/2012, la procedura stampa il nuovo modello. La compilazione manuale dei nuovi campi sarà consentita con un prossimo rilascio in quanto, al momento, non sono ancora state definite le specifiche di utilizzo del campo rateazione. Comunicazione Over Puntualizzazioni sull adempimento relativo all annualità 2011 L art.2, c.8, del D.L.16/2012, ha previsto, al fine di superare le difficoltà operative segnalate dagli operatori economici e dalle loro associazioni di categoria, che la Comunicazione dal 2012 dovrà essere effettuata in riferimento all importo complessivo delle operazioni attive e passive svolte nei confronti di un cliente o fornitore riferite all anno per il quale sussiste l obbligo di Comunicazione. L Agenzia delle Entrate ha precisato sul proprio sito internet, che per il 2011 si applicano le precedenti regole dunque con riferimento al tracciato record stabilito dal Provvedimento del 16/09/2011 (http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/nsilib/nsi/home/cosadevifare/comunicaredati/operazi oni+rilevanti+fini+iva/scheda+informativa+comunicazione+operazioni+iva/operazioni+effettuate+dal /) La procedura è già conforme alle indicazioni contenute nel Provvedimento citato. Note di Variazione A/P Da quest anno è necessario inserire nella Comunicazione anche le Note di Variazione registrate nel 2011, ma relative a documenti trasmessi nella Comunicazione dell anno precedente (2010). Queste Note di Variazione vengono trasmesse autonomamente nei record 4 e 5 e non riducono l importo della fattura originaria, come invece avviene per quelle dell anno corrente. Qualora siano stati inseriti gli estremi della fattura di riferimento, a partire dal presente aggiornamento la procedura gestisce in modo automatico le suddette Note di Variazione. Dichiarazione IVA Annuale Modello IVA TR 2012 Con Provvedimento del Direttore dell Agenzia delle Entrate del 20/03/2012 è stato approvato il Modello IVA TR 2012, che dovrà essere utilizzato a decorrere dalle richieste di rimborso relative al primo trimestre del Novità del Modello 2012 righi TA11 e TB11 aliquota 21% in sostituzione del 20% nuovo rigo TD5 relativo alle operazioni non soggette rigo TE sez 1 in colonna 2 prevista la nuova lettera F rigo TE sez 2 eliminati i righi relativi alle eccedenze società di gruppo periodi precedenti. Novità Istruzioni 2012 Contabilità presso terzi è stato precisato che si deve fare riferimento alle operazioni attive e passive registrate nel trimestre stesso. Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 3 di 14

45 Note di Rilascio Utente - Tutti gli Applicativi Rigo TD5 possono beneficiare del rimborso infrannuale anche i contribuenti che effettuano prevalentemente operazioni non soggette ad IVA (articoli da 7 a 7-septies del D.P.R.633/1972) per un importo superiore al 50% dell ammontare di tutte le operazioni effettuate. Rigo TD7 la compensazione del credito è limitata ad importi superiori a euro. Interventi al software Allineate le procedure alla nuova modulistica e istruzioni. La generazione del file telematico per Entratel sarà possibile quando saranno disponibili i Controlli SOGEI. Modulo ICAD ACE e calcolo delle imposte anticipate A decorrere dal periodo d imposta in corso al 31 dicembre 2011 i soggetti, che si avvalgono delle disposizioni previste dall articolo 1, del DL 201/2011 (convertito dalla L.214/2011), determinano l importo ammesso in deduzione dal reddito complessivo netto, pari al rendimento nozionale del nuovo capitale proprio. L importo del rendimento nozionale che non è stato possibile utilizzare in deduzione dal reddito complessivo netto dichiarato nel quadro RN (ovvero negli altri modelli dichiarativi in presenza di tassazioni di gruppo o per trasparenza), contribuisce alla formazione di imposte anticipate. In attesa che venga predisposto un apposito prospetto ICAD per la gestione dell'ace, per quest'anno è possibile calcolare le imposte anticipate sull importo del rigo RS113, col.11 utilizzando il prospetto AV Altre Variazioni con le seguenti modalità: 1) compilare un rigo del prospetto indicando: 2011, Aum., Ant., Unico, digitare l'importo di cui al rigo RS113, col.11, Anno Rias: 2015, R.I.=N, Descrizione: "RS113, col.11" (utilizzare la descrizione esatta) e poi confermare il rigo; 2) posizionarsi sul rigo di cui sopra, attivare il tasto funzione "F7 Riporto qd. RF" (per disabilitare il riporto nel quadro RF) e poi riconfermare l'intero rigo. Trasformazione imposte anticipate in crediti di imposta L art.2, c.55 del DL 225/2010 ha previsto, a determinate condizioni e per determinate tipologie di soggetti, la possibilità di trasformare il credito per imposte anticipate in credito d imposta. Le condizioni previste dalla norma sono le seguenti: vi sia un esercizio in perdita nel quale compaiono crediti per imposte anticipate; le imposte anticipate devono essere state iscritte a fronte di deduzione di avviamento ad altre immaterialità in misura fiscale minore rispetto all ammortamento civilistico. L importo massimo delle imposte anticipate convertibili è dato da: (Perdita esercizio) x (Attività per imposte anticipate) / (Patrimonio netto al lordo della perdita) La Risoluzione 94/E del 22/09/2011 ha esteso questa possibilità a tutte le Società di Capitali. Dal punto di vista contabile occorrerà effettuare una scrittura contabile con la quale: si chiuderanno in AVERE i conti dell attivo patrimoniale relativi ai Crediti per IRES/IRAP anticipata, limitatamente alla quota di importo trasformabile in quanto relativa ad attività immateriali; si aprirà in DARE il conto dell attivo patrimoniale relativo al Credito di imposta. A livello di procedura ICAD è sufficiente cancellare gli elementi extracontabili relativi alle attività immateriali che avevano generato le imposte anticipate ora trasformate in Credito di imposta. L utilizzo del Credito di imposta va segnalato (a cura dell utente) nel quadro RU sez XIX, rigo 98, codice 80. Il Codice Tributo per la compensazione nel Modello F24 è Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 4 di 14

46 Immobili (IMU) Aggiornamento Tabelle Note di Rilascio Utente - Tutti gli Applicativi Modificata la tabella delle aliquote e delle detrazioni IMU in riferimento alla aliquote base previste dall art.13 del Decreto Legge 6 dicembre 2011, n.201: Descrizione Tipologia ANCI Aliquota (%) Detrazione Abitazione principale e relative pertinenze 1 0,40 200,00 Base 2 0,76 0 Fabbricati rurali ad uso strumentale 3 0,20 0 Terreni agricoli e aree fabbricabili 1 0,76 0 Il campo <Limiti di versamento> di ogni comune viene azzerato dalla procedura. Le tabelle degli applicativi interessati dall'imposta IMU sono allineate in automatico e tutte le anagrafiche presenti nel modulo IMU sono ricalcolate (paragrafo Ricalcoli automatici) dopo l'installazione di questo aggiornamento. Detrazione per figli Per gli anni 2012/2013 la detrazione prevista è maggiorata di 50,00 euro per ciascun figlio di età non superiore di ventisei anni, purché dimorante abitualmente e residente anagraficamente nell'unità immobiliare adibita ad abitazione principale (art.13 cap.10, DL 201/2011). Casistiche particolari di composizione del nucleo familiare: CASO 1 - Nuclei familiari nei quali solo alcuni componenti sono figli naturali di entrambi i genitori Nel campo <Percentuale detrazione figli> (Dati generali FA Fabbricati) è presente il bottone [Assegna % detrazione per figlio] per indicare la percentuale spettante per ogni figlio. Questa funzione permette di gestire, in presenza di abitazioni principali in comproprietà, ulteriori casistiche particolari, come abitazioni principali riferite a nuclei familiari nei quali alcuni componenti sono figli naturali di uno solo dei genitori. Un esempio Abitazione principale in comproprietà tra marito e moglie al 50%. Nel nucleo risiedono e dimorano abitualmente i seguenti componenti: Figlio 1 (figlio di entrambi i comproprietari) Figlio 2 (figlio solo del dichiarante) Nella scheda [Dati ICI/IMU] del dichiarante, indicare: <% possesso> = 50 (comproprietà) <% abitabilità> = 50 (utilizzo congiunto dell abitazione principale da parte dei comproprietari) <% detrazione figli> attivare il bottone [Assegna % detrazione figli] ed indicare 100 nella colonna "Percentuale" corrispondente al primo figlio (essendo figlio solo del dichiarante) e 50 in corrispondenza del secondo figlio (di entrambi) Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 5 di 14

47 Note di Rilascio Utente - Tutti gli Applicativi Alla conferma dell'assegnazione % (Salva Esci), viene calcolata la media e riportato il risultato nel campo <% detrazione figli>. Accedendo nuovamente nella funzione di calcolo - bottone [Assegna % detrazione figli] - le percentuali visualizzate sono quelle della media calcolata e non corrispondenti ai valori originariamente inseriti. CASO 2 - Nuclei familiari nei quali i figli hanno dimorato e risieduto nel nucleo familiare solamente per parte dell anno Nella maschera di caricamento "FIGLI dimoranti e residenti nell'abitazione principale" (Dati generali F Figli) indicare il periodo nel quale si è protratta la dimora/residenza del soggetto: Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 6 di 14

48 Note di Rilascio Utente - Tutti gli Applicativi Un diagnostico identifica e stampa le anagrafiche con figli residenti o dimoranti per meno di 12 mesi (paragrafo Diagnostici). Tabulato ASCII Il tabulato ASCII dettagliato riporta anche le seguenti informazioni: Opzione CEDOLARE SECCA (S/N) Imponibile IRPEF Totale CEDOLARE Modello ISEE Richieste Social Card -!SOCARD65! e!socard3! Allineati all'annualità 2012 i moduli di stampa ministeriale relativi alla richiesta delle social card. Non ci sono novità di rilievo rispetto allo scorso anno. Paghe e Stipendi Cooperative di Facchinaggio - Trasmissione on line con Regolazione Trimestri Tutte le cooperative di facchinaggio con PAT attive per gli anni dal 2007 al 2011, sono tenute alla Comunicazione degli elenchi trimestrali delle presenze dei soci di cooperativa, utilizzando il nuovo servizio telematico. Gli elenchi relativi agli anni devono essere inviati entro il 31 marzo 2012, pena la sanzione ai sensi della Legge n.388/2000, art.116, c.8, fermo restando che in caso di mancata presentazione degli elenchi saranno disposti controlli d'ufficio. A partire dal 2012, la Comunicazione degli elenchi trimestrali deve essere effettuata entro trenta giorni dalla scadenza del trimestre di riferimento esclusivamente con modalità telematica e a tal fine, è stato realizzato il nuovo servizio telematico "Regolazione trimestri, disponibile in "Punto Cliente" sezione "Polizze facchini". Possono accedere al servizio le cooperative, titolari di Codice ditta, i loro intermediari ed i Consorzi di società cooperative, abilitati in base alla normativa vigente. Con la Nota n.1850 del 13 marzo 2012 l INAIL ha reso noto che, in seguito alle oggettive difficoltà operative segnalate per la presentazione telematica degli elenchi per la regolazione dei premi speciali relativi alle polizze facchini per gli anni , il termine è stato prorogato al 31 marzo L'invio degli elenchi per gli anni resta invece in agenda per il prossimo 31 marzo 2012 utilizzando il nuovo servizio telematico "Regolazione trimestri. Anche coloro che hanno già provveduto ad inviare gli elenchi trimestrali con la modulistica cartacea non più in uso o con il vecchio tracciato record, devono inviare nuovamente la Comunicazione con le modalità attuali, per consentire all'istituto il conteggio del premio dovuto a titolo di regolazione. Ai lavoratori soci di cooperative e di organismi associativi anche di fatto, che svolgono attività di facchinaggio, si applica un premio speciale unitario per singolo socio. Ai soci di cooperative che svolgono funzioni (attività) amministrative e per i c.d. "avventizi" (lavoratori dipendenti), si applica il regime ordinario. L'INAIL, informa che per consentire il calcolo del dovuto a titolo di regolazione, le organizzazioni assicuranti devono inviare all'istituto gli elenchi trimestrali delle presenze dei soci (con i relativi Codici Fiscali), con indicate le date di inclusione di nuovi soci o di uscita in caso di soci cessati, nonché le relative retribuzioni. Elaborazione Dati Scelta PAGHE Questa funzione consente la generazione dell'archivio che contiene le informazioni richieste nel tracciato telematico. Dopo la consueta selezione delle aziende viene richiesto: Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 7 di 14

49 Note di Rilascio Utente - Tutti gli Applicativi Il codice della PAT per la quale si vogliono elaborare i dati (richiesto solo in caso di selezione di un'unica azienda). Il trimestre da elaborare (è possibile elaborare in un'unica soluzione gli elenchi trimestrali dal 2007 al 2011). La procedura non dispone delle informazioni per selezionare automaticamente le ditte interessate, pertanto è necessario selezionare manualmente, esclusivamente quelle soggette all'invio dell'elenco trimestrale Facchini. Se nell'azienda interessata vi sono delle PAT che non devono essere considerate ai fini della generazione degli elenchi trimestrali "Polizze Facchini", occorre elaborare singolarmente l'azienda richiamando le sole PAT interessate alla generazione di detti elenchi. Gestione dati Scelta PAGHE I dati presenti all'interno di questa gestione sono generati automaticamente dalla procedura "Elaborazione Dati": Campo Codice ditta Anno/Trimestre Matricola Codice PAT Tipologia di contratto Codice Ditta Data Ingresso Descrizione Codice della ditta interessata all'invio dell'elenco trimestrale "Polizze facchini". Con il tasto funzione [F7] è possibile ottenere l'elenco generale dell'archivio. Nella forma (aaaa/t) Anno e Trimestre per il quale si intende gestire i dati. Matricola del dipendente interessato. Numero progressivo della PAT interessata. Identifica la tipologia del contratto di lavoro relativa al trimestre e PAT riguardante la matricola selezionata. Sono ammessi i seguenti valori: DI - Dipendente PS - Parasubordinato PT - Part-Time (sia verticale che orizzontale) La procedura valorizza l'opzione "DI-Dipendenti" per tutte le matricole presenti ad esclusione delle seguenti casistiche: "PS-Parasubordinati" vengono identificati tramite il campo <Collab./Ass.in part.> con valore diverso da "N"; "PT-Part-Time" vengono identificati tramite il campo <Part-Time> con valore uguale a "S". Dato in sola visualizzazione e corrisponde al codice ditta INAIL caricato all'interno dell'autoliquidazione INAIL sez. DD. Data di ingresso del socio nella forma gg/mm/aaaa Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 8 di 14

50 Note di Rilascio Utente - Tutti gli Applicativi Campo Data recesso Retribuzioni effettive giornaliere Retribuzione effettiva oraria Numero ore lavorate Descrizione Valorizzata in funzione della data di assunzione presente nella "Gestione dipendente"; nel caso in cui il socio abbia iniziato la propria attività lavorativa in un trimestre precedente, rispetto a quello per il quale si stanno dichiarando le retribuzioni, la data deve essere valorizzata con 01/01/0001. Data di uscita del socio nella forma gg/mm/aaaa Valorizzata in funzione della data di cessazione presente nella "Gestione dipendente"; nel caso in cui il socio prosegua la sua attività lavorativa oltre il termine del trimestre per il quale si stanno dichiarando le retribuzioni, la data deve essere valorizzata con 01/01/0001. Valorizzato solo per le tipologie di lavoratori: DI - Dipendente PS - Parasubordinato Viene calcolato il valore medio giornaliero del trimestre: Imponibile INAIL diviso 26 o 25 a seconda se si tratta di lavoratore dipendente o parasubordinato. La retribuzione giornaliera così determinata viene raffrontata al limite minimo e massimo (in questo caso solo per i parasubordinati) previsto per il periodo di riferimento. I limiti di retribuzione minimo e massimo, a partire dall'anno 2007, sono stati inseriti all'interno dell'apposita tabella Min./Massimali (scelta PAGHE ). Valorizzato solo per la tipologia di lavoratore: PT - Part-Time Viene calcolato il valore medio della retribuzione oraria determinata con le consuete modalità. Valorizzato solo per la tipologia di lavoratore: PT - Part-Time. Viene calcolato il valore medio giornaliero del trimestre: <Ore Settimanali Dipendente> (tabella part-time) diviso 6 Il valore viene esposto in base sessagesimale (ore e minuti). Stampa Dati Scelta PAGHE Stampa dei dati presenti nella "Gestione Dati". Dopo la consueta selezione delle aziende viene richiesto: Il codice della PAT per la quale si vuole ottenere la stampa (richiesto solo in caso di selezione di un'unica azienda). Il trimestre da stampare (è possibile stampare in un'unica soluzione gli elenchi riferiti a più trimestri). E' disponibile anche la stampa in Excel. Scarico Telematico Scelta PAGHE Creazione del file telematico da inviare all'inail. Dopo la consueta selezione delle aziende viene richiesto: Il codice della PAT per la quale si vuole ottenere il file telematico (richiesto solo in caso di selezione di un'unica azienda). Il trimestre per il quale si vuole ottenere il file telematico (è possibile ottenere un unico file telematico riferito a più trimestri). Al termine della generazione viene visualizzata la finestra di dialogo in cui è possibile definire la cartella di deposito il file: Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 9 di 14

51 Note di Rilascio Utente - Tutti gli Applicativi Il file deve essere compresso ed inviato nel formato ZIP (utilizzando 'WinZip'). Calcolo Costi e Deduzioni per IRAP Scelta PAGHE Dati per Regioni (Saldo e Acconto) Nelle sezioni "Dati per Regioni (Saldo e Acconto) dell'azienda e dei dipendenti, è presente il nuovo campo <Retribuzioni per ripartizione base imponibile> necessario per valorizzare il campo <Ammontare retribuzioni> della sezione "Regioni" del modulo IRAP. Il valore del nuovo campo viene determinato in funzione del <Totale Salari e Stipendi> della sezione "Costo del Lavoratore". Per le ditte per le quali l'elaborazione IRAP era già stata eseguita, il nuovo campo è stato ricalcolato automaticamente dalle procedure di conversione e pertanto, non è necessaria alcuna operazione da parte dell'utente. La stampa "Deduzioni Regionali" è stata aggiornata con il nuovo campo <Retribuzioni per ripartizione base imponibile>. Regione Umbria - Deduzione per Incrementi Occupazionali La recente Sentenza n.50/2012, del 9 marzo u.s. della Corte Costituzionale, nega alla Regione Umbria la possibilità di prevedere un aliquota agevolata per le imprese che incrementino il numero di dipendenti assunti con contratto a tempo indeterminato. Istruzioni per l eventuale annullamento degli effetti del calcolo delle deduzioni riconosciute ai dipendenti interessati dalla sentenza. Scelta PAGHE Tabella Deduzioni Regionali Nel campo <Anno> confermare il valore proposto 2011 ed inserire in corrispondenza del campo <Codice regione> il codice 19 relativo alla regione UMBRIA. Cancellare la tabella con il tasto funzione [Shift+F4] o l'apposita icona : Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 10 di 14

52 Note di Rilascio Utente - Tutti gli Applicativi Scelta PAGHE Elaborazione IRAP Regionale Scelta PAGHE Elaborazione IRAP Per annullare la deduzione regionale che è stata riconosciuta dalla precedente elaborazione, per le ditte interessate e dopo avere effettuato la cancellazione della tabella deduzione regionale UMBRIA, occorre rieseguire nell'ordine le scelte: Elaborazione IRAP Regionale Elaborazione IRAP Al momento non vi sono sentenze in merito alla deduzione regionale per gli Incrementi Occupazionali della regione Piemonte. Cassa Edile - Dati cantieri Cassa Edile Scelta PAGHE Da questo rilascio, l'imponibile contributivo INPS è possibile calcolarlo per ogni singolo cantiere in funzione delle seguenti opzioni: Le opzioni possono essere impostate solo se NON è stato indicato un codice accumulatore nell'apposito campo. In caso di selezione della modalità 3 - Percentuale su cantiere, in fase di emissione del cedolino è possibile indicare all'interno dei dati cantiere la percentuale che dovrà essere utilizzata per la determinazione dell'imponibile INPS del cantiere. Eventuali differenze fra la sommatoria degli imponibili dei singoli cantieri e l'imponibile complessivo INPS vengono sommate nel cantiere principale. ConQuest - Aggiornamento Integrazione Tabellare Sono stati aggiornati i dati tabellari previsti dai rinnovi dei contratti collettivi fino al periodo Giugno Selezionando il modulo PAGHE e STIPENDI, in presenza di ConQuest, è possibile aggiornare automaticamente le tabelle interessate ed ottenere la stampa con il dettaglio dei contratti ed i relativi valori modificati. Aziendale Gestione Vendite Incasso in contanti (per la versione grafica) Scelte AZIENDALE Emissione Documenti Implementate le funzioni ("Emissione documenti") con un nuovo controllo nei casi in cui l incasso in contanti, sia uguale o superiore a 1.000,00 e con la visualizzazione di un'avvertenza (NON bloccante): Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 11 di 14

53 Note di Rilascio Utente - Tutti gli Applicativi Il controllo è attivo per emissione di Fatture, DDT (con causale contabile diversa da zero) e Ricevute Fiscali quando nel campo <Tipo pagamento> è impostato il valore Contanti Associazione Incasso in contanti (per la versione grafica) \ Implementate le funzioni ("Servizio di cassa", "Emissione Fatture Immediate", "Manutenzione Proforma" e "Variazione Documenti") con un nuovo controllo nei casi in cui l incasso in contanti, sia uguale o superiore a 1.000,00 e con la visualizzazione di un'avvertenza (NON bloccante): Servizio di Cassa Scelta ASSOCIAZIONE Servizio di cassa e 06 Servizio cassa Grafica Il controllo è attivo se nel campo <Modalità di pagamento> è impostato il valore Contanti Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 12 di 14

54 Note di Rilascio Utente - Tutti gli Applicativi Emissione Fatture Immediate, Manutenzione Proforma Variazione Documenti Scelta ASSOCIAZIONE Fatturazione Immediata Grafica Scelta ASSOCIAZIONE Manutenzione Proforma e 11 Trasformazione Proforma Scelta ASSOCIAZIONE Variazione Documenti Il controllo è attivo, indipendentemente dal tipo di documento emesso, se nella tabella "Pagamenti" al campo <Pagamento> è impostata l'opzione "Immediato=SI". Scelta ASSOCIAZIONE Tabella Pagamenti Parcellazione Incasso in contanti (per la versione grafica) Scelta PARCELLAZIONE Fatturazione Immediata e 08 Fatturazione Immediata Grafica Scelta PARCELLAZIONE Manutenzione Proforma e 11 Trasformazione Proforma Scelta PARCELLAZIONE Variazione Documenti Implementate le funzioni "Emissione Fatture Immediate", "Manutenzione Proforma" e "Variazione Documenti" con un nuovo controllo nei casi in cui l incasso in contanti, sia uguale o superiore a 1.000,00 e con la visualizzazione di un'avvertenza (NON bloccante): Il controllo è attivo, indipendentemente dal tipo di documento emesso, se nella tabella "Pagamenti" al campo <Pagamento> è impostata l'opzione "Immediato=SI". Scelta ASSOCIAZIONE Tabella Pagamenti Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 13 di 14

55 Note di Rilascio Utente - Tutti gli Applicativi Fatturazione c/terzi Scelta FATTURAZIONE c/terzi 01.Gestione Fatturazione IF Inserimento Fatture Scelta FATTURAZIONE c/terzi 01.Gestione Fatturazione VA Variazione Fatture Implementate le funzioni "Inserimento Fatture" e "Variazione Fatture" con un nuovo controllo nei casi in cui l incasso in contanti, sia uguale o superiore a 1.000,00 e con la visualizzazione di un'avvertenza (NON bloccante): Il controllo è attivo, indipendentemente dal tipo di documento emesso, se nella tabella "Pagamenti" al campo <Pagamento> è impostata l'opzione "Immediato=SI". Scelta ASSOCIAZIONE Tabella Pagamenti Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 14 di 14

56 Note di Rilascio Utente Versione Tutti gli Applicativi INFORMAZIONI AGGIORNAMENTO Eseguire il salvataggio degli archivi prima di procedere con l aggiornamento. La FIX può essere utilizzata come aggiornamento della versione Manuali distribuiti con l aggiornamento CONTABILE Comunicazione Corrispettivi Over (nome file m1co3000.pdf ) Come consultare la documentazione dalla Barra degli strumenti La documentazione consultabile in B.Point SOLUTION PLATFORM, è suddivisa in sezioni: **** ULTIMI DOCUMENTI RILASCIATI Posta nella parte superiore dell elenco, con tutti i documenti rilasciati con l aggiornamento **** GUIDE OPERATIVE Contiene le guide di riferimento di tipo operativo. **** MANUALI Suddivisi per aree di competenza: CONTABILE-FISCALE-PAGHE-AZIENDALE-STUDIO/ASSOCIAZIONI **** STORICO NOTE DI RILASCIO Posta a fondo elenco, con le note di rilascio distribuite a partire dalla release La suddivisione delle note di rilascio è per tipologia di utenza: NR TUTTI gli UTENTI - Ver xx NR STUDIO - Ver xx NR Utenti PAGHE - Ver xx NR Utenti AZIENDA - Ver xx Informazioni su Moduli utilizzati da tutti gli utenti Informazioni su Adempimenti a carattere CONTABILE, FISCALE e GESTIONE dello STUDIO Informazioni su Moduli utilizzati per la GESTIONE DEL PERSONALE Informazioni sul Modulo AZIENDALE WEB SEMINAR Per formare ed aggiornare il personale di Studio in tempi rapidi Comodamente dallo Studio, seguire il corso in diretta (possibilità di rivederlo in un momento successivo il corso è anche disponibile in modalità registrata) Subito operativi, i Web Seminar offrono una formazione puntuale, approfondita ed interattiva Filo diretto con WKI, i Web Seminar sono tenuti direttamente dagli esperti WKI ai quali, in modo interattivo, è possibile porre domande e chiedere chiarimenti durante l evento. Per saperne di più, consulta la Scheda Prodotto su CONTENUTO AGGIORNAMENTO Modulo Contabile 2 Brogliaccio movimenti IVA e Comunicazione Over Comunicazione Black List 2 Limite minimo di 500,00 euro 2 Comunicazione Over Comunicato Stampa del 05/04/2012: Chiarimenti "Spesometro Causale 219 CESSIONE COMPENSATIVA CORRISP. 3 Prospetto di Controllo 3 Dichiarazione IVA Annuale 3 Controlli SOGEI Modello IVA TR Paghe e Stipendi 4 Stampa Fondo TFR 4 Elaborazione IRAP 4 Cassa Edile - Dati cantieri Cassa Edile 4 Cassa Edile - Gestione Dati Mensili 5

57 Modulo Contabile Brogliaccio movimenti IVA e Comunicazione Over Note di Rilascio Utente - Tutti gli Applicativi Nella funzione "BI Brogliaccio movimenti Iva", nella maschera "Selezione parametri" è presente una nuova opzione per stampare i soli movimenti non inclusi nella Comunicazione Over In questo modo sarà possibile produrre l elenco delle fatture che non sono state riportate nell adempimento dalla funzione CM Calcolo Modello. Comunicazione Black List Limite minimo di 500,00 euro In attesa di chiarimenti dell Agenzia delle Entrate circa le modalità di verifica della soglia di 500,00 euro (introdotta dall art.2, c.8, del D.L.16/2012), la procedura non è stata modificata ed elabora tutte le operazioni rilevanti ai fini della Comunicazione Black List, indipendentemente dall importo delle stesse. In assenza di specifici chiarimenti, si ritiene comunque possibile la trasmissione anche di operazioni Black List di importo inferiore al limite. Comunicazione Over Comunicato Stampa del 05/04/2012: Chiarimenti "Spesometro 2011 Con il Comunicato Stampa del 05/04/2012, denominato Spesometro 2011: chiarimenti, l Agenzia delle Entrate, ha chiarito che: la Comunicazione da trasmettere entro il termine del 30/04/2012 deve essere effettuata utilizzando il tracciato record attualmente disponibile sul sito internet dell'agenzia; al fine di rendere più agevole l'imminente invio, in previsione dell'entrata in vigore del nuovo adempimento previsto dall'art.2, c.6, del Decreto Legge n.16 del 2012 (nuovo spesometro), il software di trasmissione è stato opportunamente modificato consentendo l'invio di operazioni di importo inferiore alla soglia stabilita. In merito a quest ultimo chiarimento non si rileva alcuna novità sostanziale, in quanto: rimane fermo il limite minimo di euro al di sotto del quale non risulta obbligatoria la trasmissione delle fatture; viene confermato quanto già risultava possibile ovvero, la facoltà di non tener conto del limite minimo di euro e di inviare documenti anche al di sotto del suddetto limite (le procedure di controllo SOGEI erano state modificate in tal senso già lo scorso anno). Di conseguenza le attuali funzionalità della procedura risultano già conformi alle specifiche tecniche previste per l adempimento e non sono previste modifiche atte a consentire l invio di tutti i documenti. Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 2 di 5

58 Note di Rilascio Utente - Tutti gli Applicativi Per semplificare l operatività suggeriamo di prendere visione delle opzioni presenti nella funzione DG Dati Generali, adottando quella più coerente alla propria operatività: Causale 219 CESSIONE COMPENSATIVA CORRISP. Al fine di agevolare l operatività nelle situazioni in cui il corrispettivo è stato certificato sia da scontrino che da apposita fattura contenente gli estremi dello scontrino stesso (ricordiamo che per la trasmissione dei corrispettivi l obbligo è scattato dal 01/07/2011), è stata modificata la funzione CM Calcolo Modello, considerando anche le registrazioni effettuate con Causale 219 CESSIONE COMPENSATIVA CORRISP.. I corrispettivi certificati anche con fattura registrata con causale 219 CESSIONE COMPENSATIVA CORRISP., non devono più essere indicati all interno della funzione CF Soggetti NON titolari di P.I.. Prospetto di Controllo Il Prospetto di Controllo (sia su carta che per Excel) è stato integrato con l informazione relativa alla tipologia di operazione (fattura Cliente/Fornitore). È possibile così raffrontare in modo puntuale e con il medesimo ordinamento, i dati presenti sul Prospetto di Controllo con quelli riportati dalla funzione CM Calcolo Modello all interno delle gestioni PI/FP/NR/CF. Il Prospetto di Controllo per Excel, che permette di effettuare i controlli con ordinamento dei dati personalizzabile, si attiva dall apposito pulsante posto all interno del pannello di stampa: Dichiarazione IVA Annuale Controlli SOGEI Modello IVA TR 2012 Rilascio dei Controlli SOGEI integrati nella procedura "Modello IVA TR 2012". Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 3 di 5

59 Note di Rilascio Utente - Tutti gli Applicativi Ricordiamo che le funzionalità di generazione del telematico Entratel sono già disponibili dalla precedente Fix Paghe e Stipendi Stampa Fondo TFR Scelta PAGHE /05 Nella Stampa Fondo TFR eseguita con fine periodo 31/01/AAAA, non viene più esposto il campo <Mat. TFR mese C/Ditta>; lo stesso campo viene esposto nelle stampe eseguite con fine periodo diverso dal 31/01/AAAA con l'indicazione della differenza tra quanto maturato del periodo elaborato rispetto al mese precedente. Elaborazione IRAP Scelta PAGHE Per le ditte con Esercizio fiscale non coincidente con l'anno solare, l'elaborazione IRAP non generava correttamente l'importo del Trattamento di fine rapporto del rigo corrispondente al 31/12 dell'anno di elaborazione - sezione "Dati Dipendente Costo del Lavoratore". L'importo non risultava corretto anche nella Stampa Fondo TFR se eseguita da "Inizio periodo di imposta" al "31/12/AAAA". Cassa Edile - Dati cantieri Cassa Edile Scelta PAGHE Errata corrige pag. 11 Note di Rilascio Utente - Tutti gli Applicativi L'imponibile contributivo INPS è possibile calcolarlo per ogni singolo cantiere in funzione delle seguenti opzioni: Le opzioni possono essere impostate solo se NON è stato indicato un codice accumulatore nell'apposito campo. Selezionando la modalità "3 - Percentuale su cantiere", in fase di emissione del cedolino, è possibile indicare all'interno dei dati cantiere la percentuale che dovrà essere utilizzata per la determinazione dell'imponibile INPS del cantiere. L'Imponibile Cassa Edile è possibile calcolarlo per ogni singolo cantiere in funzione delle seguenti opzioni: Per eseguire il calcolo occorre accedere nella gestione "Tabella dip. per cantiere", impostare a zero il campo <Tipo paga per imponibile contributivo> ed inserire nel nuovo campo <Riproporziona Imponibile CE>, una delle possibili opzioni. Selezionando la modalità "3 - Percentuale su cantiere", in fase di emissione del cedolino, è possibile indicare all'interno dei dati cantiere la percentuale che dovrà essere utilizzata per la determinazione dell'imponibile INPS del cantiere. Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 4 di 5

60 Note di Rilascio Utente - Tutti gli Applicativi Cassa Edile - Gestione Dati Mensili Scelta PAGHE Nella Gestione Dati Mensili, sezione "DC Dipendente per cantiere", è stato inserito il nuovo campo <Imponibile INPS> nel quale viene riportato, dall'elaborazione Mensile, l'imponibile dipendente del cantiere. Modificando il campo, alla conferma, viene richiesto: Rispondendo [Sì], viene aggiornato il campo <Retribuzione imponibile> della sezione CA. Wolters Kluwer Italia Versione Pagina 5 di 5

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

Circolare n. 12/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 3 maggio 2013

Circolare n. 12/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 3 maggio 2013 Circolare n. 12/E Direzione Centrale Normativa Roma, 3 maggio 2013 OGGETTO: Commento alle novità fiscali - Decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dall articolo 1, comma 1,

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008 CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 febbraio 2008 OGGETTO: Profili interpretativi emersi nel corso della manifestazione Telefisco 2008 del 29 Gennaio 2008 e risposte ad

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri

Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri HELP DESK Nota Salvatempo 0006 MODULO Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri Quando serve La normativa Termini presentazione Consente la rilevazione automatica sui registri IVA dell adeguamento agli

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel 730: Reddito lavoro dipendente Punto

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti

Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti Suite Contabile Fiscale 08 novembre 2013 Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti 1) Domanda: Come posso verificare i codici fiscali errati delle anagrafiche

Dettagli

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Come noto la Legge finanziaria del 2008 ha profondamente modificato

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale MODELLO 730/204 redditi 203 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Mod. N. Gli importi devono essere indicati in unità di Euro CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

INTEGRAZIONE E DEFINIZIONE PER GLI ANNI PREGRESSI DEFINIZIONE DEI RITARDATI OD OMESSI VERSAMENTI

INTEGRAZIONE E DEFINIZIONE PER GLI ANNI PREGRESSI DEFINIZIONE DEI RITARDATI OD OMESSI VERSAMENTI 2003 AGENZIA DELLE ENTRATE INTEGRAZIONE E DEFINIZIONE PER GLI ANNI PREGRESSI DEFINIZIONE DEI RITARDATI OD OMESSI VERSAMENTI artt. 8, 9, 9-bis e 14 della legge 27 dicembre 2002, n. 289, e successive modificazioni

Dettagli

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA punto 94: ammontare corrisposto nel 2007: - al netto di quanto corrisposto in anni precedenti casella 95; - ridotto

Dettagli

Disciplina delle società «non operative» e «in perdita sistematica»

Disciplina delle società «non operative» e «in perdita sistematica» S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO DICHIARAZIONE DEI REDDITI 2013 Disciplina delle società «non operative» e «in perdita sistematica» Gianluca Cristofori 31 maggio 2013 Sala Orlando - Corso

Dettagli

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 OGGETTO DELL IMU L IMU sostituisce l ICI e, per la componente immobiliare, l IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali, dovute

Dettagli

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti:

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: Benvenuto su RLI WEB L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: richieste di registrazione dei contratti di locazione di beni immobili e affitto fondi rustici;

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA Attesto che il Senato della Repubblica, il 21 dicembre 2007, ha approvato il seguente disegno di legge, d iniziativa del Governo, già approvato dal Senato e modificato dalla Camera

Dettagli

UNICO 01 FASCICOLO 1. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 2. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO

UNICO 01 FASCICOLO 1. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 2. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO PERIODO D IMPOSTA 2014 genzia ntrate UNICO Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 2 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 02 FASCICOLO 2 Quadro RH Quadro RL Quadro RM Quadro RT Quadro RR Redditi di partecipazione in

Dettagli

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015 CIRCOLARE N. 22/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 giugno 2015 OGGETTO: Modifiche alla disciplina dell IRAP Legge di Stabilità 2015 2 INDICE Premessa... 3 1) Imprese operanti in concessione e a tariffa...

Dettagli

ACE: le novità 2014 per i soggetti IRES

ACE: le novità 2014 per i soggetti IRES Circolare Monografica 12 maggio 2014 n. 1971 DICHIARAZIONI ACE: le novità 2014 per i soggetti IRES Le istruzioni per i soggetti IRES di Ivan Cemerich Il 2014 è un anno di svolta per l'applicazione dell'aiuto

Dettagli

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U COMUNICAZIONE POLIVALENTE (Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA (art. 21 decreto legge n. 78/2010) - Comunicazione delle operazioni legate al turismo effettuate in contanti in deroga all

Dettagli

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012 CIRCOLARE N.3/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 febbraio 2012 OGGETTO: Articolo 24, comma 31, del decreto-legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011,

Dettagli

1 Soggetti obbligati alla presentazione del Modello UNICO Enti non commerciali ed equiparati 7 2 Compilazione del frontespizio 10

1 Soggetti obbligati alla presentazione del Modello UNICO Enti non commerciali ed equiparati 7 2 Compilazione del frontespizio 10 genzia ntrate UNICO Enti non commerciali ed equiparati 2014 Dichiarazione degli enti non commerciali residenti e delle società ed enti non residenti equiparati soggetti all Ires - Periodo d imposta 2013

Dettagli

GUIDA ALLO SPESOMETRO IN SUITE NOTARO 4.1 SP4A

GUIDA ALLO SPESOMETRO IN SUITE NOTARO 4.1 SP4A GUIDA ALLO SPESOMETRO IN SUITE NOTARO 4.1 SP4A Comunicazione Spesometro 2 Attivazione 2 Configurazioni 3 Classificazione delle Aliquote IVA 3 Dati soggetto obbligato 4 Opzioni 5 Nuovo adempimento 6 Gestione

Dettagli

Risposte alle domande più frequenti (FAQ)

Risposte alle domande più frequenti (FAQ) COMUNICAZIONE DEI DATI DEI BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI DELL IMPRENDITORE E DEI FINANZIAMENTI E CAPITALIZZAZIONI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL IMPRESA

Dettagli

l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti

l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti 1 2008 l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti 1 2008 l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014 SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI Bologna, 22 luglio 2014 INQUADRAMENTO NORMATIVO FISCALE La nuova disciplina sulle società tra professionisti non contiene alcuna norma in merito

Dettagli

Il riporto delle perdite nelle società cooperative e la deducibilità degli interessi sul prestito sociale

Il riporto delle perdite nelle società cooperative e la deducibilità degli interessi sul prestito sociale Il riporto delle perdite nelle società cooperative e la deducibilità degli interessi sul prestito sociale Sebastiano Di Diego Sebastiano Di Diego Il regime fiscale delle perdite La disciplina generale

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2015 (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della legge n. 141/1992

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

CIRCOLARE N. 18/E. Roma, 28 aprile 2015

CIRCOLARE N. 18/E. Roma, 28 aprile 2015 CIRCOLARE N. 18/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 aprile 2015 OGGETTO: Addizionale IRES per il settore energetico (c.d. Robin Hood Tax) - Articolo 81, commi 16, 17 e 18, del decreto legge 25 giugno

Dettagli

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA Una circolare dell Agenzia delle entrate chiarisce il trattamento fiscale delle spese di rappresentanza Con la circolare in oggetto, l Agenzia delle

Dettagli

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Credito annuale IVA 2014 al via la compensazione fino ad 5.000,00 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che dal 1 gennaio 2015, è possibile procedere

Dettagli

Uscita dal regime dei minimi

Uscita dal regime dei minimi Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 08 03.03.2014 Uscita dal regime dei minimi A cura di Devis Nucibella Categoria: Regimi speciali Sottocategoria: Contribuenti minimi Dopo

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Legnano, 21/04/2015 Alle imprese assistite Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Come noto, ai sensi dell art. 1, D.Lgs. n. 175/2014, Decreto c.d. Semplificazioni,

Dettagli

Contratti di Solidarietà Difensivi

Contratti di Solidarietà Difensivi Manuale Operativo Contratti di Solidarietà Difensivi (SOL) UR1206125000 Wolters Kluwer Italia S.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES)

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 I REQUISITI... 3 I SOGGETTI PASSIVI.....4 LA PROPORZIONALITÀ

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO PERIODO D IMPOSTA 2014 genzia ntrate UNICO Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 FASCICOLO 1 02 FASCICOLO 2 03 FASCICOLO 3 MODELLO GRATUITO I SERVIZI PER L ASSISTENZA FISCALE

Dettagli

Roma, 30 dicembre 2014. OGGETTO: Commento alle novità fiscali - Decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175. Primi chiarimenti. Circolare n.

Roma, 30 dicembre 2014. OGGETTO: Commento alle novità fiscali - Decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175. Primi chiarimenti. Circolare n. Circolare n. 31/E Direzione Centrale Normativa Roma, 30 dicembre 2014 OGGETTO: Commento alle novità fiscali - Decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175. Primi chiarimenti. PREMESSA... 5 CAPITOLO I:

Dettagli

Aiuto alla crescita economica (ACE) e suo utilizzo

Aiuto alla crescita economica (ACE) e suo utilizzo Aiuto alla crescita economica (ACE) e suo utilizzo G ennaio 2015 L ACE L articolo 1 del decreto Salva Italia (D.L. n. 201 del 6 dicembre 2011, convertito con modificazioni nella L. n. 214 del 2011) ha

Dettagli

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI 1. Aspetti fiscali generali Gli enti di tipo associativo, di cui fanno parte anche le associazioni sportive dilettantistiche, sono assoggettate

Dettagli

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3 FAQ 2015 Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 A cura di Raffaella Pompei, dottore commercialista, funzionario dell Ufficio fiscale Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 Il Decreto Renzi ha ampliato i casi in cui è necessario

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

CIRCOLARE N. 26/E. Roma, 01 giugno 2011

CIRCOLARE N. 26/E. Roma, 01 giugno 2011 CIRCOLARE N. 26/E Direzione Centrale Normativa Roma, 01 giugno 2011 Oggetto: Cedolare secca sugli affitti Articolo 3 del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23 (Disposizioni in materia di federalismo

Dettagli

CIRCOLARE N. 6/E. Roma, Roma 19 febbraio 2015 Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 6/E. Roma, Roma 19 febbraio 2015 Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 6/E Roma, Roma 19 febbraio 2015 Direzione Centrale Normativa 1.1 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Chiarimenti interpretativi relativi a quesiti posti in occasione degli eventi Videoforum

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

Modello 730/2015. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 01 INTRODUZIONE ASPETTI GENERALI

Modello 730/2015. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 01 INTRODUZIONE ASPETTI GENERALI Modello 730/2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 INTRODUZIONE 1. Perché conviene il Modello 730 2 2. Modello 730 precompilato 2 3. Modello 730 ordinario (non precompilato) 4 4.

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

SVALUTAZIONI E PERDITE SU CREDITI. Dott. Gianluca Odetto

SVALUTAZIONI E PERDITE SU CREDITI. Dott. Gianluca Odetto Dott. Gianluca Odetto ART. 33 DL 83/2012 Novità Inserimento del piano di ristrutturazione del debito tra le procedure concorsuali. Inserimento tra le ipotesi di non sopravvenienza attiva della riduzione

Dettagli

COMUNE DI MORGONGIORI. I.M.U. anno 2012

COMUNE DI MORGONGIORI. I.M.U. anno 2012 COMUNE DI MORGONGIORI PROVINCIA DI ORISTANO IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U. anno 2012 VADEMECUM ILLUSTRATIVO Con l art. 13 del D.L. 6 dicembre 2011, n. 201, convertito in Legge 22 dicembre 2011, n. 214

Dettagli

Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015

Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015 ALLEGATO A Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015 per i redditi di lavoro dipendente/assimilati e di lavoro autonomo/provvigioni e diversi Specifiche tecniche

Dettagli

LE IMPOSTE SUL REDDITO

LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO Il risultato che scaturisce dal bilancio redatto in base alla normativa del codice civile rappresenta il valore di partenza a cui fa riferimento la disciplina

Dettagli

LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI DEI RESIDENTI ALL ESTERO

LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI DEI RESIDENTI ALL ESTERO LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI DEI RESIDENTI ALL ESTERO COME COMPILARE IL MODELLO UNICO E PAGARE LE IMPOSTE INDICE 1. I NON RESIDENTI 2 Chi sono i non residenti 2 Il domicilio fiscale in Italia dei non residenti

Dettagli

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE RIFERIMENTI NORMATIVI: Decreto legge n. 66 del 24 aprile 2014 Circolare Agenzia delle Entrate, 8/E/2014 ASPETTI GENERALI: Il DL 66/2014

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013 UNA SOLUZIONE INNOVATIVA Businesspass è la soluzione Cloud Computing, usufruibile anche tramite Tablet, ipad, iphone o Smartphone, per gestire l intero processo amministrativo e gestionale dello Studio,

Dettagli

Lavoro. Le istruzioni per adeguarsi al nuovo obbligo utilizzando il calendario parzialmente o totalmente sfasato rispetto alla maturazione

Lavoro. Le istruzioni per adeguarsi al nuovo obbligo utilizzando il calendario parzialmente o totalmente sfasato rispetto alla maturazione Rassegna stampa del 02 Febbraio 2009 Fonte Il sole 24 ore Lavoro. Le istruzioni per adeguarsi al nuovo obbligo utilizzando il calendario parzialmente o totalmente sfasato rispetto alla maturazione Il libro

Dettagli

I CONGUAGLI DI FINE ANNO 2013

I CONGUAGLI DI FINE ANNO 2013 Dicembre 2013 I CONGUAGLI DI FINE ANNO 2013 Con l approssimarsi della fine dell anno abbiamo ritenuto opportuno predisporre, a supporto degli Utenti, una specifica circolare riepilogativa sugli aspetti

Dettagli

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Numero circolare 3 Data 16/03/2011 Abstract: OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Entrano a regime le modalità per la compensazione delle somme iscritte a ruolo per debiti erariali,

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

Compensi agli amministratori

Compensi agli amministratori Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 23 ottobre 2009 Le società ed il bilancio Dividendi e compensi agli amministratori aspetti fiscali e contributivi Compensi

Dettagli

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME ABSTRACT ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME Con l inizio del periodo d imposta pare opportuno soffermarsi sulla disciplina degli elenchi INTRASTAT, esaminando le novità in arrivo e ripercorrendo

Dettagli

RISOLUZIONE N. 13/E. Roma, 20 gennaio 2009

RISOLUZIONE N. 13/E. Roma, 20 gennaio 2009 RISOLUZIONE N. 13/E Roma, 20 gennaio 2009 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Istanza di interpello Art. 11 Legge 27 luglio 2000, n. 212 Gestore dei Servizi Elettrici, SPA Dpr 26 ottobre

Dettagli

SETTORE POLITICHE FINANZIARIE BILANCIO E TRIBUTI VADEMECUM TASI

SETTORE POLITICHE FINANZIARIE BILANCIO E TRIBUTI VADEMECUM TASI SETTORE POLITICHE FINANZIARIE BILANCIO E TRIBUTI Che cos'è la TASI VADEMECUM TASI E' il tributo dovuto per la copertura dei servizi indivisibili. Il presupposto E' il possesso o la detenzione a qualsiasi

Dettagli

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale Prot. n. 2012/140335 Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base

Dettagli

CIRCOLARE N. 40/E. OGGETTO: Articolo 13-ter del DL n. 83 del 2012 - Disposizioni in materia di responsabilità solidale dell appaltatore - Chiarimenti

CIRCOLARE N. 40/E. OGGETTO: Articolo 13-ter del DL n. 83 del 2012 - Disposizioni in materia di responsabilità solidale dell appaltatore - Chiarimenti CIRCOLARE N. 40/E Direzione Centrale Normativa Roma, 8 ottobre 2012 OGGETTO: Articolo 13-ter del DL n. 83 del 2012 - Disposizioni in materia di responsabilità solidale dell appaltatore - Chiarimenti Premessa

Dettagli

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO SERVIZIO DECENTRAMENTO E ASSISTENZA AMMINISTRATIVA AI PICCOLI COMUNI SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE ATTIVITA TURISTICHE E SPORTIVE www.provincia.torino.gov.it FORUM IN MATERIA DI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

Dettagli

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI Comune di Cerignola Provincia di Foggia Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art. 8 - Art. 9

Dettagli

MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI

MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI 2 MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI Indice MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI 3 MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI 3 1 MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI L'elenco prevede 5 sezioni

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo

Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo Come noto, l'imu sostituisce, in caso di immobili non locati, l'irpef e relative addizionali riguardanti i redditi fondiari. Il Mod. 730/2013, è stato di conseguenza

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. 2015/4790 Approvazione della Certificazione Unica CU 2015, relativa all anno 2014, unitamente alle istruzioni di compilazione, nonché del frontespizio per la trasmissione telematica e del quadro

Dettagli

l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI

l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI 5 2008 l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI INDICE 1. IL REDDITO DA LAVORO DIPENDENTE 2 La definizione 2 I redditi assimilati al lavoro dipendente

Dettagli

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO.

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO. Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

= Circolare n. 9/2013

= Circolare n. 9/2013 = Scadenze + 27 dicembre + Invio degli elenchi INTRA- STAT mensili versamento acconto IVA mediante Mod. F24 + 30 dicembre + Stampa dei libri contabili dell'anno 2012 (libro giornale, registri IVA, libro

Dettagli

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO RISOLUZIONE N. 42/E Direzione Centrale Normativa Roma, 27 aprile 2012 OGGETTO: Interpello (art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212) - Chiarimenti in merito alla qualificazione giuridica delle operazioni

Dettagli

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero 1 Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero sistema e sui servizi a disposizione sia in qualità

Dettagli