RELAZIONE ANNUALE CONSUNTIVA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RELAZIONE ANNUALE CONSUNTIVA"

Transcript

1 RELAZIONE ANNUALE CONSUNTIVA PROGRAMMA DI RICERCA SETTORE Legge 449/97 SETTORE: Strumenti, Ambienti e Applicazioni per la Società dell Informazione PROGETTO: SP1 Reti Internet: efficienza, integrazione e sicurezza U.O.: Dipartimento di Matematica, Università di Roma Tor Vergata Responsabile U.O.: Prof. Maurizio Talamo 1. Finanziamenti previsti per il 2004 (secondo anno) ,16 2. Titolo della ricerca Azione 3: Servizi di sicurezza di architetture applicative per la cooperazione in ambiente Internet. 3. Obiettivi previsti nell anno di attività 2004 La UO dell Università di Roma Tor Vergata era coinvolta nel secondo anno di attività nei seguenti WP: WP 0: Coordinamento e gestione dell azione WP 2: Sicurezza nella cooperazione tra sistemi di servizio intra- ed inter-organizzazione WP 5: Validazione delle Soluzioni Architetturali Compito del WP0 è assicurare che le varie linee di ricerca dell Azione 3 siano portati avanti in modo omogeneo ed armonico. Compito del WP2 è investigare gli aspetti della sicurezza nella cooperazione tra sistemi di servizio, in modo coordinato con le attività svolte nell ambito della sicurezza dei servizi di comunicazione e della sicurezza dei documenti, al fine di sincronizzare le varie iniziative nell ottica dell obiettivo globale dell azione. Compito del WP5 è condurre un attività di validazione delle soluzioni architetturali definite, condotta ai vari livelli investigati nel corso dell azione.

2 3.1. WP2.4 e WP2.6 Sperimentazione modelli e metodi Nelle attività effettuate durante il primo anno di attività sono state definiti degli scenari interorganizzativi e cooperativi. Oltre ai problemi già presentati, come organizzazioni che devono cooperare per raggiungere degli obiettivi comuni o la presenza di applicazioni informatiche di tipo legacy, un grande problema inerente a contesti di tipo interorganizzativo e cooperativo è quello che riguarda le griglie computazionali. In tale ambito, le differenti organizzazioni vogliono sia poter condividere un insieme di risorse (hardware e software), con le altre organizzazioni, che avere la necessità di controllare ed eventualmente proteggere l accesso a determinate risorse. La sperimentazione di modelli e metodi per la cooperazione in contesti come quello delle griglie computazionali, dove i concetti di interorganizzazione e cooperazione sono alla base dell architettura, è un interessante lavoro. Le architetture che utilizzano griglie computazionali sono un interessante ambito di sperimentazione in quanto i problemi di sicurezza, interorganizzazione e cooperazione sono tutti presenti e, comunque, correlati tra loro WP2.5 Sperimentazione di meccanismi di tracciamento di workflow Come è stato evidenziato nella rendicontazione scientifica del primo anno, nel contesto dell erogazione di servizi in processi di cooperazione, i processi di workflow determinano come i membri delle varie organizzazioni coinvolte interagiscono e se vengono rispettati i requisiti di sicurezza o qualità del servizio (QoS). La definizione di meccanismi di tracciamento di workflow diventa, quindi, un esigenza fondamentale sia dal punto di vista della cooperazione sia da quello della sicurezza. Nell ambito della cooperazione verificare un insieme di workflow significa verificare se venga rispettato o meno un accordo di cooperazione (cooperation agreement) tra i vari membri delle organizzazioni. Nell ambito della sicurezza verificare un insieme di workflow significa verificare che siano presenti solamente i cammini appartenenti all insieme dei workflow consentiti. In modo più specifico, all interno di questi WP erano previsti i seguenti obiettivi per il secondo anno: 1. Rapporto finale sullo stato di avanzamento delle attività di ricerca 2. Sperimentare modelli e metodi ed effettuare il loro raffinamento 3. Sperimentazione di meccanismi di workflow ed effettuazione del loro raffinamento 4. Rapporto finale di valutazione delle soluzioni architetturali proposte a tutti i livelli di operatività dell azione

3 4. Risultati ottenuti L obiettivo 1 è stato pienamente conseguito mediante la preparazione della documentazione di rendicontazione dell Azione 3 alla fine del secondo anno di progetto. L obiettivo 2 è stato pienamente raggiunto sperimentando i modelli e i metodi in diversi contesti reali, sia di ricerca che in ambito industriale (Pubblica Amministrazione). In particolare, la sperimentazione ha riguardato il settore di ricerca nell ambito delle griglie computazionali. In un contesto come questo, dove le virtual organization che si vengono a creare sono estremamente dinamiche ed eterogenee, i modelli e i metodi proposti hanno mostrato la loro efficacia in confronto ad approcci basati su PKI (Public Key Infrastructure). Le soluzioni adottate permettono di considerare i vari membri della virtual organization allo stesso livello, a differenza degli approcci basati su PKI, e permettono di gestire in modo efficace delle situazioni dove la virtual organization che si viene a creare è dinamico e non nota a priori nel tempo. La sperimentazione ha evidenziato l efficacia delle soluzioni adottate ed è stata molto positiva in quanto i risultati sono stati ottenuti in un ambiente come quello delle griglie computazionali, dove il concetto di cooperazione è usato nella sua interezza. [Rif. 8] Per quanto riguarda l ambito industriale, i metodi e i modelli sono stati sperimentati e raffinati in contesti di cooperazione della Pubblica Amministrazione, in particolare nell ambito della sperimentazione della carta d identità elettronica (CIE). Anche in questo caso, la sperimentazione ha portato a degli ottimi risultati, considerando anche che il contesto in cui ci siamo posti è un contesto reale ed operativo. L obiettivo 3 è stato conseguito realizzando un sistema di tracciamento di workflow nell ambito della sperimentazione della carta d identità elettronica. In questo contesto è stata definita un architettura basata su un sistema di agenti i quali risiedono sulle varie postazioni comunali che attraverso dei sensori rilevano i workflow che vengono memorizzati. Successivamente, viene fatta un analisi dei dati mirata ad analizzare i workflow memorizzati. In base ad un insieme di macchine a stati finiti che analizzano la legalità dei workflow vengono segnalati dei possibili allarmi. L architettura e i meccanismi di tracciatura di workflow è stata implementata ed è operante sul territorio nell ambito della sperimentazione della carta d identità elettronica (CIE). Anche in questo caso, la sperimentazione in un ambiente reale ed operativo ha evidenziato l efficacia del sistema di tracciamento ed analisi dei workflow ; in particolare è emersa la capacità di tracciare e segnalare eventuali anomalie. [Rif. 7,9] L obiettivo 4 è stato raggiunto organizzando un convegno internazionale sulla Sicurezza e la Certificazione dei Servizi su Rete (CSES 02 International Workshop on Certification and Security in E-Services) [Rif.10]. L analisi delle soluzioni architetturali proposte dall intera Azione ha evidenziato le problematiche che le attuali architetture di sicurezza comportano. In particolare, è emerso come architetture basate su PKI necessitano di modifiche e integrazioni (ad esempio la presenza di server di Attribute Authorithy); comunque, in tutte le soluzioni proposte è emersa la necessità di avere dei meccanismi per la certificazioni delle applicazioni su rete (certificazione

4 temporale, certificazioni di processi). Tutte queste problematiche sono state affrontate sia in ambito mono-organizzativi che intra- e inter-organizzativi. 5. Prodotti della ricerca È stato definito un modello per la sicurezza nella cooperazione nell ambito del progetto GRID.IT e nell ambito della sperimentazione della CIE basato sul Sistema d Interscambio. È stata definita ed implementata un architettura per la tracciatura di workflow nell ambito della sperimentazione della CIE. 6. Pubblicazioni 6.1 Pubblicazioni su Rivista Internazionale: [Rif.1] F.Arcieri, G.Melideo, E.Nardelli, M.Talamo: A Reference Architecture for the Certification of E-Services in a Digital Government Infrastructure, Distributed and Parallel Databases, 12: , Pubblicazioni sugli Atti di Convegno Internazionale con Referee [Rif.2] F.Arcieri, F.Fioravanti, E.Nardelli, M.Talamo: Inter-Organizational E-Services Accounting Management, The 3rd IFIP Conference on E-Commerce, E-Business and E-Government (I3E2003). [Rif.3] F.Arcieri, G.Melideo, E.Nardelli, M.Talamo: Experiences and Issues in the Realization of E-Government Services,12th Int. Workshop on Research Issues on Data Engineering: Engineering E-Commerce/E-Business Systems (RIDE'02), San Jose, California, USA, IEEE Computer Society Press, [Rif.4] F.Arcieri, F.Fioravanti, E.Nardelli, M.Talamo: Monitoring Performance of Cooperative Services in a Digital Government Framework, 3rd International Symposium on Applications and the Internet (SAINT'03), Orlando, Florida, USA, IEEE Computer Society Press, [Rif.5] M.Talamo: E-Government Services: Certification and Security, International Workshop on Security in E-Services (CSES 02), Montreal, Canada, 5-14, 2002, Kluwer Academic Publishers [Rif.6] F.Arcieri, R.Giaccio: E-Government Services: Certification and Security Overlay, International Workshop on Security in E-Services (CSES 02), Montreal, Canada, , Kluwer Academic Publishers [Rif.7] Franco Arcieri, Fabio Fioravanti, Enrico Nardelli, Maurizio Talamo: Reliable Peer-to-Peer Access for Italian Citizens to Digital Government Services on the Internet. EGOV 2004: [Rif.8] Franco Arcieri, Fabio Fioravanti, Enrico Nardelli, Maurizio Talamo: A Specification for Security Services on Computational Grids. GSEM 2004:

5 [Rif.9] Franco Arcieri, Fabio Fioravanti, Enrico Nardelli, Maurizio Talamo: A Layered IT Infrastructure for Secure Interoperability in Personal Data Registry Digital Government Services. RIDE 2004: Atti di Convegno Internazionale [Rif.10] E.Nardelli, S.Posadziejewski, M.Talamo: Certification and Security in E-Services: From E-Government to E-Business, TC-11 International Workshop on Security in E-Services, 17th IFIP World Computer Congress, Kluwer Academic Publishers

RELAZIONE ANNUALE CONSUNTIVA

RELAZIONE ANNUALE CONSUNTIVA 1 RELAZIONE ANNUALE CONSUNTIVA PROGRAMMA DI RICERCA SETTORE Legge 449/97 SETTORE: Strumenti, Ambienti e Applicazioni per la Società dell Informazione PROGETTO: P1 Reti Internet: efficienza, integrazione

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

Attenzione! il valore della Rimodulazione è superiore alla cifra di Negoziazione

Attenzione! il valore della Rimodulazione è superiore alla cifra di Negoziazione Riepilogo Dipartimento ICT Dipartimento ICT nel 2005 diretta nel terzi fondi diretta Reti in Tecnologia Wireless 434.890 79.788 712.457 94.953 578.280 351.500 94.000 Internet di prossima generazione 639.484

Dettagli

Un modello di Workflow Decentralizzato e sua implementazione relativa ad una problematica di Governo Elettronico

Un modello di Workflow Decentralizzato e sua implementazione relativa ad una problematica di Governo Elettronico Riassunto della Tesi: Un modello di Workflow Decentralizzato e sua implementazione relativa ad una problematica di Governo Elettronico Relatore: Prof. E. Bertino Correlatore: Prof. V. Atluri Il crescente

Dettagli

DEMATERIALIZZAZIONE, UNA FONTE NASCOSTA DI VALORE REGOLE E TECNICHE DI CONSERVAZIONE. Lucia Picardi. Responsabile Marketing Servizi Digitali

DEMATERIALIZZAZIONE, UNA FONTE NASCOSTA DI VALORE REGOLE E TECNICHE DI CONSERVAZIONE. Lucia Picardi. Responsabile Marketing Servizi Digitali DEMATERIALIZZAZIONE, UNA FONTE NASCOSTA DI VALORE REGOLE E TECNICHE DI CONSERVAZIONE Lucia Picardi Responsabile Marketing Servizi Digitali Chi siamo 2 Poste Italiane: da un insieme di asset/infrastrutture

Dettagli

Reti di Calcolatori GRIGLIE COMPUTAZIONALI

Reti di Calcolatori GRIGLIE COMPUTAZIONALI D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 10-1 Reti di Calcolatori GRIGLIE COMPUTAZIONALI D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 10-2 Griglie Computazionali Cosa è il Grid Computing? Architettura Ambienti Globus

Dettagli

GRIGLIE COMPUTAZIONALI

GRIGLIE COMPUTAZIONALI Reti di Calcolatori GRIGLIE COMPUTAZIONALI D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 10-1 Griglie Computazionali Cosa è il Grid Computing? Architettura Ambienti Globus D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL

Dettagli

ICT Information &Communication Technology

ICT Information &Communication Technology ICT Information &Communication Technology www.tilak.it Profile Tilak Srl, azienda specializzata in soluzioni in ambito Communication Technology opera nell ambito dei servizi di consulenza, formazione e

Dettagli

Modello dell Infrastruttura per il Fascicolo Sanitario Elettronico (InfFSE) Progetto: Infrastruttura tecnologica del Fascicolo Sanitario Elettronico

Modello dell Infrastruttura per il Fascicolo Sanitario Elettronico (InfFSE) Progetto: Infrastruttura tecnologica del Fascicolo Sanitario Elettronico Dipartimento per la digitalizzazione della PA e l innovazione Consiglio Nazionale delle Ricerche Dipartimento delle Tecnologie dell Informazione e delle Comunicazioni Modello dell Infrastruttura per il

Dettagli

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale 1. Livello infrastrutturale Il Cloud, inteso come un ampio insieme di risorse e servizi fruibili da Internet che possono essere dinamicamente

Dettagli

BOZZA DEL 06/09/2011

BOZZA DEL 06/09/2011 ARTICOLAZIONE: INFORMATICA Disciplina: COMPLEMENTI DI MATEMATICA (C4) Il docente di Complementi di matematica concorre a far conseguire allo studente, al termine del percorso quinquennale, i seguenti risultati

Dettagli

Paolo Michele Soru Amministratore Delegato ACTALIS SpA. Come i certificati digitali possono incrementare il business aziendale

Paolo Michele Soru Amministratore Delegato ACTALIS SpA. Come i certificati digitali possono incrementare il business aziendale Paolo Michele Soru Amministratore Delegato ACTALIS SpA Come i certificati digitali possono incrementare il business aziendale La sicurezza informatica oggi più che mai diviene necessità. L Italia è infatti

Dettagli

Big data ed eventi: quasi un tutorial. Prof. Riccardo Melen melen@disco.unimib.it

Big data ed eventi: quasi un tutorial. Prof. Riccardo Melen melen@disco.unimib.it Big data ed eventi: quasi un tutorial Prof. Riccardo Melen melen@disco.unimib.it Big Data Monitoraggio di reti e infrastrutture IT performance: data center, SOA/ESB, infrastrutture virtuali, configurazione

Dettagli

Organizzazioni nel Grid Computing

Organizzazioni nel Grid Computing Il ruolo delle Organizzazioni nel Grid Computing Un primo sguardo a Globus - Parte 5 Organizzazioni di Grid Computing Panoramica sui prodotti software Primo sguardo a Globus Dott. Marcello CASTELLANO La

Dettagli

ATTIVITÀ SCIENTIFICA Prof. ing. Leonarda CARNIMEO

ATTIVITÀ SCIENTIFICA Prof. ing. Leonarda CARNIMEO ATTIVITÀ SCIENTIFICA Prof. ing. Leonarda CARNIMEO Nella propria attività di ricerca la prof. Leonarda Carnimeo collabora con Docenti e Ricercatori appartenenti ad altre sedi universitarie in vari Programmi

Dettagli

LA GESTIONE DELLA SICUREZZA CON IBM Security Identity Governance

LA GESTIONE DELLA SICUREZZA CON IBM Security Identity Governance LA GESTIONE DELLA SICUREZZA CON IBM Security Identity Governance IDENTITY & ACCESS MANAGEMENT L approccio Engineering ai progetti Fa parte del contesto più ampio delle tematiche legate alla sicurezza (secure

Dettagli

1- Corso di IT Strategy

1- Corso di IT Strategy Descrizione dei Corsi del Master Universitario di 1 livello in IT Governance & Compliance INPDAP Certificated III Edizione A. A. 2011/12 1- Corso di IT Strategy Gli analisti di settore riportano spesso

Dettagli

S o c i e t à s p e c i a l i z z a t a i n s e r v i z i d i c o n s u l e n z a e d i S y s t e m I n t e g r a t o r p e r P. A e P. M.

S o c i e t à s p e c i a l i z z a t a i n s e r v i z i d i c o n s u l e n z a e d i S y s t e m I n t e g r a t o r p e r P. A e P. M. S o c i e t à s p e c i a l i z z a t a i n s e r v i z i d i c o n s u l e n z a e d i S y s t e m I n t e g r a t o r p e r P. A e P. M. I C o n s u l e n z a S e t t o r e I T - C o n s u l e n z a

Dettagli

Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli obiettivi delle attività previste in

Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli obiettivi delle attività previste in PROGRAMMA STRATEGICO TRIENNALE 2011-2013 Per La Realizzazione Del Sistema Informativo Regionale Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli

Dettagli

TECNOLOGIE REALTIME DATA INTEGRATION

TECNOLOGIE REALTIME DATA INTEGRATION TECNOLOGIE REALTIME DATA INTEGRATION I sistemi ICT a supporto dell automazione di fabbrica sono attualmente uno dei settori di R&S più attivi e dinamici, sia per la definizione di nuove architetture e

Dettagli

La certificazione ISO/IEC 20000-1:2005: casi pratici

La certificazione ISO/IEC 20000-1:2005: casi pratici La certificazione ISO/IEC 20000-1:2005: casi pratici L esperienza DNV come Ente di Certificazione ISO 20000 di Cesare Gallotti e Fabrizio Monteleone La ISO/IEC 20000-1:2005 (che recepisce la BS 15000-1:2002

Dettagli

Istituti Tecnici - Settore tecnologico Indirizzo Informatica e telecomunicazioni Articolazione Informatica

Istituti Tecnici - Settore tecnologico Indirizzo Informatica e telecomunicazioni Articolazione Informatica Linee guida Secondo ciclo di istruzione Istituti Tecnici - Settore tecnologico Indirizzo Informatica e telecomunicazioni Quadro orario generale 1 biennio 2 biennio 5 anno 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Sistemi e reti**

Dettagli

48 IEEE International Carnahan Conference on Security Technology. Roma, 13-16 Ottobre 2014

48 IEEE International Carnahan Conference on Security Technology. Roma, 13-16 Ottobre 2014 48 IEEE International Carnahan Conference on Security Technology Roma, 13-16 Ottobre 2014 L International Carnahan Conference on Security Technology è di gran lunga la conferenza sulla security più antica

Dettagli

1 Open source expo think open

1 Open source expo think open 1 Open source expo think open Incontro nel mondo professionale Open Source con Imprese e Pubblica Amministrazione Rovigo 26-27 - 28 settembre 2007 Presentazione 1 Open Source Expo - Think Open si svolgerà

Dettagli

A passo sicuro nel mondo IT

A passo sicuro nel mondo IT A passo sicuro nel mondo IT A passo sicuro nel mondo IT Le scelte effettuate, le esperienze acquisite e la capacità di applicarle nella realizzazione dei progetti hanno fatto sì che, nel corso degli anni,

Dettagli

Convegno di studio La biometria entra nell e-government. Le attività del CNIPA nel campo della biometria: le Linee guida

Convegno di studio La biometria entra nell e-government. Le attività del CNIPA nel campo della biometria: le Linee guida Convegno di studio La biometria entra nell e-government Le attività del CNIPA nel campo della biometria: le Linee guida Alessandro Alessandroni Cnipa alessandroni@cnipa.it Alessandro Alessandroni è Responsabile

Dettagli

Servizi Avanzati in Ambiente Distribuito NESSI - Grid

Servizi Avanzati in Ambiente Distribuito NESSI - Grid Università degli Studi di Messina Facoltà di Ingegneria Servizi Avanzati in Ambiente Distribuito NESSI - Grid Autore: ing. Giulio De Meo Indice degli argomenti Piattaforme Tecnologiche Europee NESSI Grid

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16

PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16 PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16 SECONDO BIENNIO Disciplina: INFORMATICA La disciplina Informatica concorre a far conseguire allo

Dettagli

INDIRIZZO Informatica e Telecomunicazioni

INDIRIZZO Informatica e Telecomunicazioni ISTRUZIONE TECNICA INDIRIZZO Informatica e Telecomunicazioni L indirizzo Informatica e Telecomunicazioni ha lo scopo di far acquisire allo studente, al termine del percorso quinquennale, specifiche competenze

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DEL DIPARTIMENTO DI MATERIA DIPARTIMENTO DI INFORMATICA INDIRIZZO TECNICO SCIENTIFICO NUCLEI FONDAMENTALI DI CONOSCENZE

PIANO DI LAVORO ANNUALE DEL DIPARTIMENTO DI MATERIA DIPARTIMENTO DI INFORMATICA INDIRIZZO TECNICO SCIENTIFICO NUCLEI FONDAMENTALI DI CONOSCENZE Pag. 1 di 3 ANNO SCOLASTICO 2014/2015 DIPARTIMENTO DI INFORMATICA INDIRIZZO TECNICO SCIENTIFICO CLASSI CORSI AFM, RIM, SIA BIENNIO TRIENNIO DOCENTI: PAGETTI, GOI NUCLEI FONDAMENTALI DI CONOSCENZE I QUADRIMESTRE

Dettagli

CURRICULUM VITAE DI ANGIUS ING. DAVIDE

CURRICULUM VITAE DI ANGIUS ING. DAVIDE CURRICULUM VITAE DI ANGIUS ING. DAVIDE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo ANGIUS DAVIDE 10, VIA DON MINZONI - 09036 GUSPINI (VS) Telefono 070 9760231 E-mail area.innovazione@comune.guspini.vs.it Nazionalità

Dettagli

CLOUD COMPUTING REFERENCE ARCHITECTURE: LE INDICAZIONI DEL NATIONAL INSTITUTE OF STANDARDS AND TECHNOLOGY. Prima parte: Panoramica sugli attori

CLOUD COMPUTING REFERENCE ARCHITECTURE: LE INDICAZIONI DEL NATIONAL INSTITUTE OF STANDARDS AND TECHNOLOGY. Prima parte: Panoramica sugli attori ANALISI 11 marzo 2012 CLOUD COMPUTING REFERENCE ARCHITECTURE: LE INDICAZIONI DEL NATIONAL INSTITUTE OF STANDARDS AND TECHNOLOGY Nella newsletter N 4 abbiamo già parlato di Cloud Computing, introducendone

Dettagli

INFORMATION SECURITY. AXXEA Srl Via Francesco Soave, 24 I - 20135 Milano I SERVIZI DI CONSULENZA. www.axxea.it info@axxea.it

INFORMATION SECURITY. AXXEA Srl Via Francesco Soave, 24 I - 20135 Milano I SERVIZI DI CONSULENZA. www.axxea.it info@axxea.it INFORMATION SECURITY I SERVIZI DI CONSULENZA. AXXEA Srl Via Francesco Soave, 24 I - 20135 Milano www.axxea.it info@axxea.it INDICE 1. SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI... 3 1.1 ANALISI DELLO STATO DELL ARTE...

Dettagli

Estratto dal verbale della Commissione giudicatrice riunitasi alle ore 10.30 del giorno martedì 19 aprile 2016.

Estratto dal verbale della Commissione giudicatrice riunitasi alle ore 10.30 del giorno martedì 19 aprile 2016. Procedura selettiva per un posto di professore universitario di seconda fascia ex art. 18 legge 30 dicembre 2010 n. 240, presso il Dipartimento di giurisprudenza (sede di Roma), settore scientifico disciplinare

Dettagli

Adobe. La Sicurezza delle Informazioni e dei Documenti nel rispetto del Codice della Amministrazione Digitale

Adobe. La Sicurezza delle Informazioni e dei Documenti nel rispetto del Codice della Amministrazione Digitale Adobe La Sicurezza delle Informazioni e dei Documenti nel rispetto del Codice della Amministrazione Digitale La Sicurezza informatica nella P.A.: strumenti e progetti Roma, 9 Maggio 2005 Andrea Valle Business

Dettagli

Circ.237/ ITT CV Cervignano del Friuli 07/05/2016

Circ.237/ ITT CV Cervignano del Friuli 07/05/2016 Circ.237/ ITT CV Cervignano del Friuli 07/05/2016 A tutti i docenti della classe 3ATL 3BTL A tutto il personale ATA ITT A. Malignani Cervignano del Friuli Oggetto: aggiornamento UDA per le classi 3ATL

Dettagli

COMPETENZE IN ESITO (5 ANNO) ABILITA' CONOSCENZE

COMPETENZE IN ESITO (5 ANNO) ABILITA' CONOSCENZE MAPPA DELLE COMPETENZE a.s. 2014-2015 CODICE ASSE: tecnico-professionale QUINTO ANNO PT1 scegliere dispositivi e strumenti in base alle loro caratteristiche funzionali; Progettare e realizzare applicazioni

Dettagli

Pubblico e privato nelle strategie di e-government

Pubblico e privato nelle strategie di e-government Ruolo degli Enti Locali nel Piano di e-government La strategia del Comune per l e-government Gli strumenti attuativi della strategia Il necessario apporto del privato Ruolo degli Enti Locali nel Piano

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

Paolo Perlasca. Istruzione e formazione. Esperienza professionale. Attività di ricerca. Attività didattica

Paolo Perlasca. Istruzione e formazione. Esperienza professionale. Attività di ricerca. Attività didattica Paolo Perlasca Dipartimento di Informatica, Indirizzo: via Comelico 39/41, 20135 Milano Telefono: 02-503-16322 Email: paolo.perlasca@unimi.it Paolo Perlasca è ricercatore universitario confermato presso

Dettagli

@CCEDO: Accessibilità, Sicurezza, Architettura

@CCEDO: Accessibilità, Sicurezza, Architettura Rev. 8, agg. Settembre 2014 @CCEDO: Accessibilità, Sicurezza, Architettura 1.1 Il Sistema di Gestione della Sicurezza Per quanto riguarda la gestione della Sicurezza, @ccedo è dotato di un sistema di autenticazione

Dettagli

INGEGNERIA DEL SOFTWARE. Prof. Paolo Salvaneschi

INGEGNERIA DEL SOFTWARE. Prof. Paolo Salvaneschi Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Informatica INGEGNERIA DEL SOFTWARE Prof. Paolo Salvaneschi 1 Obiettivi Scopi del corso: - Fornire gli elementi di base della disciplina,

Dettagli

Innovazione. Tecnologia. Know How

Innovazione. Tecnologia. Know How > Presentazione FLAG Consulting S.r.L. Innovazione. Tecnologia. Know How SOMMARIO 01. Profilo aziendale 02. Gestione Documentale 03. Enterprise Document Platform 01. Profilo aziendale Il partner ideale

Dettagli

SPECIALIZZAZIONE INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI Articolazione INFORMATICA

SPECIALIZZAZIONE INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI Articolazione INFORMATICA ALLEGATO N.8_e 1 Dipartimento Articolazioni degli insegnamenti anno @ Sistemi e Reti Dipartimento MATERIE TECNICHE dell indirizzo INFORMATICA @ Tecnologie e progettazione di sistemi informatici e di telecomunicazioni

Dettagli

RELAZIONE ANNUALE CONSUNTIVA

RELAZIONE ANNUALE CONSUNTIVA RELAZIONE ANNUALE CONSUNTIVA PROGRAMMA DI RICERCA SETTORE Legge 449/97 SETTORE: Strumenti, Ambienti e Applicazioni per la Società dell Informazione PROGETTO: P1 Reti Internet: efficienza, integrazione

Dettagli

INDICE 22-02-2005 15:25 Pagina V. Indice

INDICE 22-02-2005 15:25 Pagina V. Indice INDICE 22-02-2005 15:25 Pagina V Indice Gli autori XIII XVII Capitolo 1 I sistemi informativi aziendali 1 1.1 INTRODUZIONE 1 1.2 IL MODELLO INFORMATICO 3 1.2.1. Il modello applicativo 3 Lo strato di presentazione

Dettagli

RELAZIONE SULLA PERFORMANCE 2014

RELAZIONE SULLA PERFORMANCE 2014 COMUNE DI CIVIDATE AL PIANO (Provincia di Bergamo) RELAZIONE SULLA PERFORMANCE 2014 Il Segretario Comunale - Dott. Ivano Rinaldi Nell ambito del processo di riforma della Pubblica Amministrazione, con

Dettagli

Considera tutti i requisiti funzionali (use cases) NON deve necessariamente modellare i requisiti non funzionali

Considera tutti i requisiti funzionali (use cases) NON deve necessariamente modellare i requisiti non funzionali Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Ingegneria del Software A. A. 2008 - Progettazione OO E. TINELLI Punto di Partenza Il modello di analisi E una rappresentazione minima del

Dettagli

RIORGANIZZARSI PER CRESCERE CON IL SOFTWARE GESTIONALE

RIORGANIZZARSI PER CRESCERE CON IL SOFTWARE GESTIONALE RIORGANIZZARSI PER CRESCERE CON IL SOFTWARE GESTIONALE Con Passepartout Mexal le aziende possono migliorare in modo significativo l organizzazione e l operatività. Ingest è a fianco delle aziende con servizi

Dettagli

CATALOGO SERVIZI. www.itetsrl.net - www.bgtech.it

CATALOGO SERVIZI. www.itetsrl.net - www.bgtech.it CATALOGO SERVIZI www.itetsrl.net - www.bgtech.it Company Profile La B&G Engineering srl è un azienda di consulenza direzionale, con servizi tecnologici e outsourcing telematici. Collabora con i clienti

Dettagli

Il Sistema Operativo. C. Marrocco. Università degli Studi di Cassino

Il Sistema Operativo. C. Marrocco. Università degli Studi di Cassino Il Sistema Operativo Il Sistema Operativo è uno strato software che: opera direttamente sull hardware; isola dai dettagli dell architettura hardware; fornisce un insieme di funzionalità di alto livello.

Dettagli

C Cloud computing Cloud storage. Prof. Maurizio Naldi

C Cloud computing Cloud storage. Prof. Maurizio Naldi C Cloud computing Cloud storage Prof. Maurizio Naldi Cos è il Cloud Computing? Con cloud computing si indica un insieme di tecnologie che permettono, tipicamente sotto forma di un servizio, di memorizzare/

Dettagli

La sicurezza nel Progetto CRS-SISS Fulvio Barbarito Milano, 20 ottobre 2005

La sicurezza nel Progetto CRS-SISS Fulvio Barbarito Milano, 20 ottobre 2005 Carta Regionale dei Servizi Sistema Informativo Socio Sanitario La sicurezza nel Progetto CRS-SISS Fulvio Barbarito Milano, 20 ottobre 2005 2 Agenda Le finalità del Progetto CRS-SISS I numeri del Progetto

Dettagli

Curriculum Vitae - Alessandra Rizzardi

Curriculum Vitae - Alessandra Rizzardi Curriculum Vitae - Alessandra Rizzardi Dati personali Nome: Cognome: E-mail: Nazionalità: Alessandra Rizzardi mail@alessandrarizzardi.com Italiana Titoli di studio Dall'anno accademico 2011-2012 all'anno

Dettagli

PROGETTO SIMOB STRUTTURA E OBIETTIVI 1. SCHEDA PROGETTO

PROGETTO SIMOB STRUTTURA E OBIETTIVI 1. SCHEDA PROGETTO PROGETTO SIMOB STRUTTURA E OBIETTIVI 1. SCHEDA PROGETTO Progetto: SIMOB - Sistema Integrato per l infomobilità Finanziatore: Regione Toscana Asse di finanziamento: APQ Competitività dei territori e delle

Dettagli

Smart Cities : 10 Febbraio 2014. Smart Security per Smart Cities Trend Tecnologici. Auditorim- Assolombarda via Pantano Milano

Smart Cities : 10 Febbraio 2014. Smart Security per Smart Cities Trend Tecnologici. Auditorim- Assolombarda via Pantano Milano : Trend Tecnologici Trend tecnologici per la sicurezza delle città intelligenti Luca Bertoletti Hyperion Srl Direttivo ClubTi - Milano 10 Febbraio 2014 Auditorim- Assolombarda via Pantano Milano Security

Dettagli

PTA Azione 6 PTA Azione 6 Sistema di precisione open source per il rilevamento flussi di mobilità

PTA Azione 6 PTA Azione 6 Sistema di precisione open source per il rilevamento flussi di mobilità PTA Azione 6 PTA Azione 6 Sistema di precisione open source per il rilevamento flussi di mobilità Luca Grimaldi e Mauro Prevostini Ente Regionale per i Servizi all Agricoltura e alle Foreste Dipartimento

Dettagli

Presentazione NIS Network Integration & Solutions s.r.l. Autore: nome Cognome Data: Evento

Presentazione NIS Network Integration & Solutions s.r.l. Autore: nome Cognome Data: Evento Presentazione NIS Network Integration & Solutions s.r.l. Autore: nome Cognome Data: Evento Chi siamo NIS nasce nel 1993 come spin-off dalla Università di Genova (DIST) Nel 1996 viene aperta una unità operativa

Dettagli

L'evoluzione dei Sistemi Informativi e i nuovi modelli di offerta 23 ottobre 2009. www.osservatori.net

L'evoluzione dei Sistemi Informativi e i nuovi modelli di offerta 23 ottobre 2009. www.osservatori.net L'evoluzione dei Sistemi Informativi e i nuovi modelli di offerta: opportunità e sfide in un momento di crisi Mariano Corso School of Management Politecnico di Milano Milano, 23 ottobre 2009 Ricerca ALCUNI

Dettagli

Anno Scolastico: 2014-2015. Indirizzo: Sistemi Informativi Aziendali. Classe: quinta. Disciplina: Informatica. prof. Silvia Tondo

Anno Scolastico: 2014-2015. Indirizzo: Sistemi Informativi Aziendali. Classe: quinta. Disciplina: Informatica. prof. Silvia Tondo Anno Scolastico: 2014-2015 Indirizzo: Sistemi Informativi Aziendali Classe: quinta Disciplina: Informatica prof. Silvia Tondo Competenze disciplinari: 1. Utilizzare le reti e gli strumenti informatici

Dettagli

Modelli di cooperazione e reti sociali: metodi e strumenti di progetto

Modelli di cooperazione e reti sociali: metodi e strumenti di progetto Maurizio Talamo / Simone Bonazzoli Andrea Dimitri / Matteo Ortuso / Luca Verde Modelli di cooperazione e reti sociali: metodi e strumenti di progetto Copyright MMIX ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it

Dettagli

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01_00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma. Dr.ssa Marina Melissari

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01_00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma. Dr.ssa Marina Melissari Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01_00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Dr.ssa Marina Melissari SIGEI è una piattaforma ICT web based di interoperabilità tra

Dettagli

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business.

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. ACCREDITED PARTNER 2014 Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Gariboldi Alberto Group Srl è una realtà

Dettagli

LICARUS LICENSE SERVER

LICARUS LICENSE SERVER UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Progetto per il corso di Sicurezza dei Sistemi Informatici LICARUS LICENSE SERVER

Dettagli

CdL MAGISTRALE in INFORMATICA A.A. 2014-15 corso di Sistemi Distribuiti. 8. Le architetture (prima parte) Prof. S.Pizzutilo

CdL MAGISTRALE in INFORMATICA A.A. 2014-15 corso di Sistemi Distribuiti. 8. Le architetture (prima parte) Prof. S.Pizzutilo CdL MAGISTRALE in INFORMATICA A.A. 2014-15 corso di Sistemi Distribuiti 8. Le architetture (prima parte) Prof. S.Pizzutilo I Sistemi Distribuiti Un Sistema Distribuito è un insieme di processori indipendenti

Dettagli

Procurement Training Program ICT & Procurement. Area informatica

Procurement Training Program ICT & Procurement. Area informatica Procurement Training Program ICT & Procurement Area informatica Perché formarsi sul Procurement? I sistemi di Procurement stanno subendo profonde modificazioni sia nelle grandi imprese che nella Pubblica

Dettagli

Apps4Law: Riflessioni sul Cloud Computing. Roma 21 marzo 2013 Sala Seminari UNIRIZ. Alessandro Graziani, Avvocato alessandrograziani@iuslaw.

Apps4Law: Riflessioni sul Cloud Computing. Roma 21 marzo 2013 Sala Seminari UNIRIZ. Alessandro Graziani, Avvocato alessandrograziani@iuslaw. Apps4Law: Riflessioni sul Cloud Computing Roma 21 marzo 2013 Sala Seminari UNIRIZ 2 3 Il Cloud Computing si definisce consuetamente secondo due distinte accezioni: 1. un di carattere tecnologico 2. l altra

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri SCUOLA SUPERIORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FORMAZIONE AVANZATA e-government 1. Premessa Oggi l innovazione nella pubblica amministrazione (PA) e, in particolare,

Dettagli

Introduzione: Fondamenti

Introduzione: Fondamenti Introduzione: Fondamenti CSCW, groupware, software sociale. Multidisciplinarietà nel CSCW. Domini di applicazione del CSCW. Classificazione 3C di Ellis et al. Matrice tempo/spazio. Classificazione software

Dettagli

TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!!

TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!! TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!! MISSION La mission di CSR Solution è quella di supportare soluzioni software avanzate nei settori della progettazione e della produzione industriale per le aziende

Dettagli

Service Level Agreement Management Framework

Service Level Agreement Management Framework Facoltà di Ingegneria Università degli studi di Catania Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Workshop su QoS e SLA Service Level Agreement Management Framework Giovanni Morana

Dettagli

Sistemi Distribuiti. Libri di Testo

Sistemi Distribuiti. Libri di Testo Sistemi Distribuiti Rocco Aversa Tel. 0815010268 rocco.aversa@unina2.it it Ricevimento: Martedì 14:16 Giovedì 14:16 1 Libri di Testo Testo Principale A.S. Tanenbaum, M. van Steen, Distributed Systems (2

Dettagli

egovernment e Cloud computing

egovernment e Cloud computing egovernment e Cloud computing Alte prestazioni con meno risorse Giornata di studio CNEL Stefano Devescovi Business Development Executive IBM Agenda Quali sono le implicazioni del cloud computing? Quale

Dettagli

SOA è solo tecnologia? Consigli utili su come approcciare un progetto SOA. Service Oriented Architecture

SOA è solo tecnologia? Consigli utili su come approcciare un progetto SOA. Service Oriented Architecture SOA è solo tecnologia? Consigli utili su come approcciare un progetto SOA Service Oriented Architecture Ormai tutti, nel mondo dell IT, conoscono i principi di SOA e i benefici che si possono ottenere

Dettagli

Barbara Re. Dipartimento di Matematica ed Informatica Università di Camerino

Barbara Re. Dipartimento di Matematica ed Informatica Università di Camerino Qualità dei servizi per l efficacia e l efficienza dell amministrazione pubblica Barbara Re Dipartimento di Matematica ed Informatica Università di Camerino Unicam E-government Research Group http://ueg.blog.cs.unicam.it

Dettagli

La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi

La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi L AMMINISTRAZIONE LOCALE: IL FRONT OFFICE DELL INTERO MONDO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Con il Piano di E-Government, con il ruolo centrale

Dettagli

ATS CONSORZIO ARTEMIDE. Consorzio Artemide. Finanzia e Servizi Srl. Innovazione Qualità e Servizi S.r.l. Servizi Avanzati Srl. DAISY-NET S. c. a r. l.

ATS CONSORZIO ARTEMIDE. Consorzio Artemide. Finanzia e Servizi Srl. Innovazione Qualità e Servizi S.r.l. Servizi Avanzati Srl. DAISY-NET S. c. a r. l. Aiuti a Sostegno dei Partenariati Regionali per l Innovazione Modello 14B Presentazione conclusiva del progetto Allegato n. 21 Consorzio Artemide Finanzia e Servizi Srl Innovazione Qualità e Servizi S.r.l.

Dettagli

La Firma Digitale nell Azienda Applicazioni e Realizzazioni Operative

La Firma Digitale nell Azienda Applicazioni e Realizzazioni Operative 1 La Firma Digitale nell Azienda Applicazioni e Realizzazioni Operative Clizio Merli 4u S.r.l. 2 Passaggio da CARTACEO a ELETTRONICO Non è la semplice adozione di una procedura informatica È un processo

Dettagli

Davide D Amico CURRICULUM SCIENTIFICO DIDATTICO E PROFESSIONALE

Davide D Amico CURRICULUM SCIENTIFICO DIDATTICO E PROFESSIONALE Davide D Amico CURRICULUM SCIENTIFICO DIDATTICO E PROFESSIONALE Dati personali Nome e cognome: Davide D Amico Data di nascita: 03 Luglio 1974 Nazionalità : italiana Titoli di studio e culturali Master

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SETTORE MECCANICA;PRODUZIONE E MANUTENZIONE DI MACCHINE;IMPIANTISTICA Processo Lavorazioni aeronautiche

Dettagli

e-documents per l identity management

e-documents per l identity management e-documents per l identity management 10may 05 ForumPA 2005 Marco Conflitti HP Consulting & Integration Public Sector Practice 2004 Hewlett-Packard Development Company, L.P. The information contained herein

Dettagli

Progetti per l interoperabilità dei sistemi per l e Procurement. Relatore: dott. Giovanni Paolo Selitto

Progetti per l interoperabilità dei sistemi per l e Procurement. Relatore: dott. Giovanni Paolo Selitto l e Procurement Relatore: dott. Giovanni Paolo Selitto Agenda di Lisbona, 2000 Piano d azione del Consiglio Europeo per l economia dell Unione dal 2000 al 2010 Obiettivo: rendere l Europa "the most competitive

Dettagli

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO MOSSOTTI

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO MOSSOTTI CLASSE III INDIRIZZO S.I.A. UdA n. 1 Titolo: conoscenze di base Conoscenza delle caratteristiche dell informatica e degli strumenti utilizzati Informatica e sistemi di elaborazione Conoscenza delle caratteristiche

Dettagli

La piattaforma di Protocollo Informatico a norma di legge

La piattaforma di Protocollo Informatico a norma di legge La piattaforma di Protocollo Informatico a norma di legge josh Protocol! è il rivoluzionario sistema di Protocollo Informatico scalabile ed idoneo alle esigenze di grandi e piccole amministrazioni Non

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Manuale di Integrazione IdM-RAS

Manuale di Integrazione IdM-RAS IdM-RAS Data: 30/11/09 File: Manuale di integrazione IdM-RAS.doc Versione: Redazione: Sardegna IT IdM-RAS Sommario 1 Introduzione... 3 2 Architettura del sistema... 4 2.1 Service Provider... 4 2.2 Local

Dettagli

OggettivaMente Serviti New wave of services to empower IoT Milano, 20 Maggio 2014

OggettivaMente Serviti New wave of services to empower IoT Milano, 20 Maggio 2014 OggettivaMente Serviti New wave of services to empower IoT Milano, 20 Maggio 2014 Telecom Italia Digital Solutions Mario Costamagna Sales Manager Business Unit Machine to Machine & IoT Services Indice

Dettagli

Il modello informatico dei sistemi informativi aziendali: modello applicativo e modello tecnologico.

Il modello informatico dei sistemi informativi aziendali: modello applicativo e modello tecnologico. Titolo dell'insegnamento Sistemi Informativi Gestionali CFU 6 Struttura dell insegnamento 1) Lezione in aula virtuale 1: Introduzione al corso e spiegazione dei concetti di base dell informatica aziendale.

Dettagli

Griglie computazionali

Griglie computazionali Griglie computazionali Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea Magistrale in Informatica I Anno IL MIDDLEWARE Richiami sulla caratterizzazione dei sistemi GRID Il Concetto di Virtual

Dettagli

Anno Scolastico: 2014/2015. Indirizzo: Sistemi informativi aziendali. Classe quarta AS. Disciplina: Informatica. prof.

Anno Scolastico: 2014/2015. Indirizzo: Sistemi informativi aziendali. Classe quarta AS. Disciplina: Informatica. prof. Anno Scolastico: 2014/2015 Indirizzo: Sistemi informativi aziendali Classe quarta AS Disciplina: Informatica prof. Competenze disciplinari: Secondo biennio 1. Identificare e applicare le metodologie e

Dettagli

AVV. MATTEO GIACOMO JORI

AVV. MATTEO GIACOMO JORI CURRICULUM VITAE 1. Dati anagrafici e informazioni personali Matteo Giacomo Jori, nato a Milano il 1 giugno 1976 e ivi residente tel. 02.55011592 fax 02.5513884 email: matteo.jori@unimi.it - mg.jori@jori.org

Dettagli

Lista delle descrizioni dei Profili

Lista delle descrizioni dei Profili Lista delle descrizioni dei Profili La seguente lista dei Profili Professionali ICT è stata definita dal CEN Workshop on ICT Skills nell'ambito del Comitato Europeo di Standardizzazione. I profili fanno

Dettagli

IBM Client Center Milano: La Stanza del Sindaco

IBM Client Center Milano: La Stanza del Sindaco IBM Client Center Milano: La Stanza del Sindaco Maurizio Venturi Executive IT Architect IBM Smarter Cities team mmventuri@it.ibm.com Marzo 2013 Perché l ufficio del Sindaco E una Solution Area, all interno

Dettagli

PROGETTO CLASSI in RETE. curato dalla Prof.ssa SERRA CONCETTA S.M.S. G.B. NICOLOSI PATERNO

PROGETTO CLASSI in RETE. curato dalla Prof.ssa SERRA CONCETTA S.M.S. G.B. NICOLOSI PATERNO PROGETTO CLASSI in RETE curato dalla Prof.ssa SERRA CONCETTA S.M.S. G.B. NICOLOSI PATERNO PREMESSA Da sempre la conoscenza ha rappresentato l elemento fondamentale di discriminazione sociale, politica

Dettagli

La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source

La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source Dipartimento per l Innovazione e le Tecnologie Paola Tarquini Sommario Iniziative in atto Una possibile strategia per la diffusione del Software

Dettagli

COMPA Bologna 7/8/9 novembre 2006. ITIL / CMDBuild: un esempio di progetto di BPR e riuso in ambito ICT

COMPA Bologna 7/8/9 novembre 2006. ITIL / CMDBuild: un esempio di progetto di BPR e riuso in ambito ICT COMPA Bologna 7/8/9 novembre 2006 ITIL / CMDBuild: un esempio di progetto di BPR e riuso in ambito ICT 1 Motivazioni del progetto (1) Il Servizio Sistemi Informativi e Telematici del Comune di Udine è

Dettagli

Hoox S.r.l. Company profile aziendale. Autore : Hoox S.r.l. Data : Anno 2013

Hoox S.r.l. Company profile aziendale. Autore : Hoox S.r.l. Data : Anno 2013 Hoox S.r.l. Company profile aziendale Autore : Hoox S.r.l. Data : Anno 2013 Chi siamo Hoox è una società di servizi ICT (Information and Communication Technology) orientata alla progettazione, realizzazione

Dettagli

Dalla strategia all implementazione: proposte concrete per l innovazione nella P.A.

Dalla strategia all implementazione: proposte concrete per l innovazione nella P.A. Milano, 18 novembre 2009 Gestione della conformità alle normative, Dematerializzazione e Collaborazione in tempo reale: il valore di una piattaforma integrata per gli Enti Pubblici Locali Dalla strategia

Dettagli

Gestione delle Reti di Telecomunicazioni

Gestione delle Reti di Telecomunicazioni Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni Gestione delle Reti di Telecomunicazioni Reti di TLC Ing. Tommaso Pecorella Ing. Giada Mennuti {pecos,giada}@lenst.det.unifi.it 1 Sommario 1. Introduzione

Dettagli